Via Durini n MILANO. Costruzione n. 2 Edifici Residenziali Box e Cantine Via Per Ceriano Saronno (Va)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Via Durini n. 27 20122 MILANO. Costruzione n. 2 Edifici Residenziali Box e Cantine Via Per Ceriano Saronno (Va)"

Transcript

1 Studio di Architettura Ziraldo Mazzola Guerriero Via Durini n MILANO Costruzione n. 2 Edifici Residenziali Box e Cantine Via Per Ceriano Saronno (Va) Il complesso residenziale sarà realizzato in osservanza a quanto previsto dalla normativa in tema di requisiti passivi acustici strutturali (D.P.C.M ) ed in rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico (D.L n.192, D.L n.311) recepimento della Direttiva della Comunità Europea 2002/91 (Classe di efficienza energetica A ). 1

2 Studio di Architettura Ziraldo Mazzola Guerriero 2 DESCRIZIONE DELLE OPERE SCAVI E MOVIMENTI TERRA Gli scavi di sbancamento generale e parziale saranno eseguiti con idonei mezzi meccanici fino alla quota di progetto. I materiali di risulta, se riutilizzabili, saranno accatastati in cantiere, in caso contrario saranno trasportati alle pubbliche discariche. FONDAZIONI E STRUTTURE PORTANTI Le fondazioni saranno del tipo diretto e cioè formate da elementi in C.A. a contatto con il terreno; il piano di imposta sarà regolarizzato in quota con getto di calcestruzzo contro terra. Le strutture portanti verticali ed orizzontali saranno in C.A. gettato in opera, eseguito con casseri e ferro. Tutte le parti strutturali saranno calcolate da Professionista Abilitato, sarà presentata la relativa pratica agli Uffici Competenti e, a termine delle opere stesse, sarà effettuato regolare Collaudo Statico. SOLAI Il solaio di copertura del piano seminterrato e dei boxes esterni al fabbricato sarà del tipo a piastra con intradosso in calcestruzzo a vista, realizzato con lastre prefabbricate (Predalles), con interposti pannelli di polistirolo e sovrastante cappa in calcestruzzo armata con rete elettrosaldata.

3 3 I solai ai piani, compreso quello di copertura non eseguiti con altro materiale, saranno in latero cemento, a travetti prefabbricati con interposti elementi in laterizio e sovrastante caldana in calcestruzzo. MURATURE E TAMPONAMENTI Le murature esterne saranno eseguite con tamponamento effettuato da elementi in laterizio tipo Poroton, spessore cm. 30, isolamento esterno tipo Cappotto spessore cm. 8, con rivestimento di finitura parte in gres porcellanato high-tech, tipo Pietra Piasentina e parte in intonaco ai Silicati, come da progetto. I muri divisori tra gli appartamenti saranno formati da doppia parete costituita da un blocchetto isolante tipo Poroton spessore cm. 12 e mattone forato, spessore cm. 8, con interposto isolamento termoacustico realizzato con pannelli accostati e sigillati, allo scopo di garantire la continuità su tutta la parete. Le pareti interne degli appartamenti saranno eseguite in mattoni forati dello spessore di cm. 8. I muri divisori tra i box e le divisioni tra le cantine saranno in blocchetti di cemento con adeguata resistenza al fuoco della Ditta Vibrapac o simili a vista; ove necessario e disposto nella pratica approvata dal Comando dei Vigili del Fuoco, con adeguate caratteristiche di resistenza REI. INTONACI E FINITURE INTERNE Le pareti interne ed i soffitti dei boxes e delle cantine saranno lasciate a fondo cassero o realizzate con blocchetti di tipo Vibrapac. Tutte le pareti ed i soffitti interni delle abitazioni, degli atrii di ingresso, dei vani scala, dei disimpegni ai piani, del piano sottotetto (parti murarie) e interno volume tecnico, saranno trattate e finite con intonaco tipo pronto e rasate a gesso. Gli angoli sporgenti saranno muniti di paraspigoli in lamiera zincata. I bagni e le cucine, nelle zone non rivestite, saranno intonacati a civile su sottostante intonaco pronto premiscelato a base cementizia. Pure a civile saranno intonacate le pareti degli immondezzai, ove non rivestite e le pareti del locale comune al piano interrato. COPERTURA TETTO Il tetto, sia dei fabbricati principali che dei volumi tecnici, sarà realizzato in solaio semipiano di latero cemento che verrà isolato e impermeabilizzato secondo la seguente stratigrafia di materiali: Barriera al vapore, realizzata con guaina bituminosa.

4 4 Massetto delle pendenze. Posa di pannelli isolanti di materiale e spessore a norma delle vigenti disposizioni sul contenimento energetico. Posa di due guaine incrociate di cui la superiore rivestita in graniglia minerale. Il tutto completo di scossaline, cappellotti, banda del sole, canali, pluviali ed ogni altro elemento di lattoneria necessario al completamento della copertura a regola d arte; in acciaio inox. Saranno installate cuffie di aereazione e torrini di esalazione di tutti gli scarichi, realizzati in acciaio inox. IMPERMEABILIZZAZIONI ISOLAMENTI INSONORIZZAZIONI L impermeabilizzazione dei muri contro terra sarà realizzata con guaine bituminose prefabbricate, protette da idonei pannelli, tipo Protefon o analoghi. L impermeabilizzazione dei terrazzi sarà realizzata con doppia guaina bituminosa, con sovrastante pavimentazione; per la copertura delle pensiline di ingresso principale e pedonale saranno pure installate due guaine, delle quali la più esterna con finitura in graniglia minerale. L isolamento delle pareti esterne dei locali abitabili e sottotetto sarà realizzato attraverso formazione di Cappotto Termico spessore cm. 8. L isolamento di terrazzi sarà eseguito a mezzo posa di pannelli isolanti, calcolati in base alla normativa vigente sul contenimento energetico; protetti superiormente da una barriera al vapore con sovrastante sottofondo di sabbia e cemento, armato con rete di irrigidimento. A tutti i piani, compreso il sottotetto, sopra il solaio, sara realizzato un trattamento isolante ed antirumore secondo le seguenti modalità: Posa di massetto in cemento cellulare alleggerito con sfere di polistirolo, protetto superiormente da una barriera al vapore con sovrastante sottofondo di sabbia e cemento, armato con rete di irrigidimento. In alternativa e dietro specifiche disposizioni della D.L. potrà essere impiegato sistema migliorativo, mediante posa a pavimento di pannello di polistirene o altro materiale con la medesima efficacia. In entrambe le soluzioni sopra al massetto sarà posizionato un foglio isolante anticalpestio. I balconi aggettanti, sotto i quali non esiste piano di abitazione, saranno impermeabilizzati a mezzo posa di malta bicomponente elastica (tipo Mapelastic ) con idonei colli nelle zone di contatto con la muratura verticale.

5 5 PAVIMENTI RIVESTIMENTI SCALE Prima della formazione del pavimento al piano seminterrato dovrà essere eseguito un vespaio in ghiaia grossa mista da scavo con sovrastante getto di caldana in calcestruzzo. I pavimenti del locale immondezzaio e del vano comune al piano interrato saranno realizzati con piastrelle di gres ceramico ad alta resistenza da cm. 10x20; il locale immondezzaio sarà pure rivestito su tutte le pareti fino a quota mt. 2,10, col medesimo materiale, mentre nel locale comune, sarà realizzato idoneo zoccolino dell altezza di cm. 10. La pavimentazione della rampa di accesso carraio sarà eseguita con massetto in granulato sferoidale al quarzo tipo Durocret, di colore rosso e getto di calcestruzzo; per le zone inclinate saranno realizzate scanalature antiscivolo. I pavimenti dei boxes, delle cantine, relativi disimpegni e zone macchine sulla copertura, saranno pure eseguiti con massetto in granulato sferoidale al quarzo tipo Durocret, di colore rosso e getto di calcestruzzo, lisciato con macchinario specifico tipo elicottero e dotato di idonei giunti. Le soglie ed i davanzali delle finestre e porte finestre saranno eseguite in serizzo levigato. L atrio di ingresso principale, i disimpegni di distribuzione ai piani (compreso, sottotetto e volume tecnico) e le scale interne (pedate, alzate e zoccolino), saranno realizzati con lastre di granito bianco sardo o simili a scelta della D.L., di adeguate dimensioni e spessori, lucidate. I pavimenti dei balconi, dei marciapiedi intorno ai fabbricati e dei terrazzi al piano sottotetto saranno realizzati con piastrelle antigelive ed antisdrucciolevoli da cm. 10x20 ad impasto integrale. (tipologia e colori a scelta della D.L.). Le pavimentazioni esterne, compreso l accesso pedonale, saranno pure realizzate con piastrelle antigelive ed antisdrucciolevoli analoghe a quelle dei balconi, ma di dimensioni cm. 30x30 (tipologia e colori a scelta della D.L.). I pavimenti dei soggiorni, ingressi, disimpegni, sottotetti e cucine saranno in gres porcellanato smaltato, di prima scelta. I pavimenti dei bagni saranno in gres porcellanato, di prima scelta. Le pareti dei bagni saranno rivestite in ceramica monocottura, di prima scelta, per un altezza di cm Le cucine saranno dotate di rivestimento in ceramica monocottura, di prima scelta; installato sulle due pareti attrezzate, per un altezza di cm La posa delle piastrelle sarà ortogonale rispetto alle pareti dei locali, con giunti massimo di 5 mm. I pavimenti delle camere e disimpegni notte saranno realizzati in Parquet prefinito, essenze Iroko, Merbau e Rovere in varie tinte cm. 50x7, spessore mm. 11, incollato. In tutti i locali di abitazione (ad eccezione di quelli dotati di rivestimento) sarà installato uno zoccolino in essenza lignea di cm. 7/8 x 1 con finitura della medesima essenza/materiale/colore delle porte interne.

6 6 Per ciascun appartamento sara consegnata una scorta di materiale pari a mq. 1,00 per ogni tipologia di piastrelle e a mq. 0,50 per ogni tipo di rivestimento. Pavimenti e rivestimenti saranno scelti dal Cliente, in apposita campionatura predisposta dalla D.L. come di seguito indicato: Pavimenti zona giorno e mansarde: Serie Montalcino (Nuova Riwal) 34x34 Serie FreeTime Ardesia, Pietra. Serie Logica Marrone. Serie Lande Serie Eko Serie Genesi Serie Ortona Serie Athena Ocra, Beige (Nuova Riwal) 30x60/45x45 Tabacco, Avorio,Tortora, (Nuova Riwal) 30x60/45x45 Bianco, Grigio, Nero, Beige, (Coop.Ceram.Imola) 30x30 Cotto, Bianco. (Coop.Ceram.Imola) 30x30 Grigio, Antracite, Marrone (Coop. Ceram.Imola)30x30/40x40 Avorio, Beige, Bianco (Coop.Ceram.Imola )45x45 Avorio, Marrone, Nero, Grigio (Ceram. Ragno) 33x33 Bianco, Rosa Serie Living (Iris Ceramica) 33x33 Pesca, Beige Serie Ideacasa (Iris Ceramica) 33x33/45x45 Tortora, Beige, Nero, Bianco, Beige, Grigio. Serie Legni Caffè, Liquirizia Serie Marmi Argento, Travertino Beige, Grigio (Ceram. Rubiera) 30x60 Crema, Mandorla, Cioccolato, (Ceram.Rubiera) 30x60 Onice Sabbia, Noce, Perla, Pavimenti e rivestimenti bagni: Serie Muro (Ceram. Ragno) 20x20 Rosa, Beige, Azzurro, Verde Serie Fontane (Ceram. Ragno) 20x25 Rosa, Beige, Azzurro, Verde Serie Prisma (Coop.Ceram.Imola)20x30 Rosso, Beige, Marrone, Bianco, Verde, Azzurro, Nero Serie Aliante (Coop.Ceram.Imola)20x30 Arancione, Pesca, Verde, Bianco, Azzurro Serie Young Serie Icon (Area) 20x20)Bianco, Arancione, Azzurro, Lilla, Verde. (Ceram. Atlas) 25x45 White, Ivory, Rose, Sky, Moka.

7 7 Rivestimenti cucine. Serie Frammenti (Iris Ceramica) 20x20 Bianco Serie Tisane (Ceram. Ragno) 20x20 Grigio, Bianco Serie Essenze (Area) 20x20 Beige Parquet per zona notte: Rovere Rovere Perla Rovere Extrabianco Rovere Terra Rovere Silva Merbau Iroko RIVESTIMENTI E FINITURE ESTERNE Le superfici murarie verticali esterne, ove non rivestite con elementi in gres porcellanato high-tech, tipo Pietra Piasentina, saranno trattate con rivestimento murale Silossanico, da applicare sull isolamento a cappotto o su intonaco di sottofondo, nei colori previsti in progetto. Le superfici orizzontali esterne (gronde e sottobalconi) saranno intonacate e tinteggiate con pittura ai Silossani, nei colori previsti in progetto. Alla base delle zone di muratura verticale esterna, ove non presente rivestimento in gres porcellanato, sarà applicata una zoccolatura a nastro realizzata con le medesime piastrelle del pavimento. I muri di contenimento, della rampa, di recinzione, per la formazione delle fioriere e vasche, aperture di ventilazione del seminterrato e scale di emergenza saranno realizzati in calcestruzzo, rasati e tinteggiati con idoneo materiale protettivo. SERRAMENTI INTERNI ED ESTERNI I serramenti degli atrii di ingresso, delle scale e dei volumi tecnici, saranno realizzati con profili estrusi di alluminio elettrocolore grigio antracite e vetri riflettenti, isolanti e antisfondamento e comunque a norma delle vigenti disposizioni sul contenimento energetico; saranno forniti in opera completi di elementi di chiusura e di manovra: Il serramento dell atrio sara realizzato con specchiature laterali e portoncino apribile dotato di serratura elettrica, oltre che di pannelli di rivestimento tipo Bugnall, come da progetto. Le porte degli ingressi secondari, dei vani tecnici e degli accessi ai disimpegni delle cantine e locale comune, saranno cieche e realizzate con

8 8 profili di acciaio preverniciato (ove previsto con adeguata resistenza al fuoco - REI ). La porta dell immondezzaio sarà realizzata con caratteristiche analoghe alle precedenti, ma con guarnizioni di tenuta. Le porte delle cantinole saranno in lamiera preverniciata, tamburata e dotate di serratura. Le porte basculanti saranno in lamiera preverniciata, autobilanciate, complete di serratura e maniglie e con fessure di aereazione dimensionate secondo la normativa vigente. I serramenti di finestre e porte finestre di tutte le abitazioni e sottotetti saranno realizzati in pino nordico laccato bianco, completi di accessori e vetrocamera 4+4 Silence/12-15, gas Argon 4 mm. e comunque a norma delle vigenti disposizioni sul contenimento energetico e del rumore. I serramenti saranno muniti, ove indicato in progetto, di avvolgibili in profili di alluminio estrusi colore grigio (RAL da definire da parte della D.L.). Tutti i serramenti garantiscono i seguenti requisiti: Permeabilità all aria secondo UNI EN 42 A3 Tenuta all acqua secondo UNI EN 86 E4 Resistenza al vento secondo UNI EN 77 V2a Sui serramenti del piano terra saranno installati cancelletti di sicurezza a pacchetto. I serramenti esterni del seminterrato saranno in alluminio elettrocolore, completi di vetri float. I portoncini di primo ingresso saranno di tipo blindato, costituiti da struttura in ferro coibentata e rivestimento sulla faccia esterna con pannello a scelta della Direzione Lavori e sulla faccia interna analogo alle porte interne all appartamento; saranno inoltre dotati di rostri antiscasso e serratura di sicurezza con chiave di tipo Europeo e serratura di servizio. Le porte interne degli appartamenti saranno cieche ed impiallacciate in noce Tanganika o laminatino di diverse tonalità, complete di coprifili stondati, maniglie in lega leggera, ferramenta, chiavi ed ogni accessorio.

9 9 Sono previste inoltre porte a scomparsa su telaio tipo SCRIGNO, nelle quantità come da progetto. 13 IMPIANTO IDRAULICO SANITARIO E DI SCARICO Dimensionamento dell impianto Il dimensionamento dell impianto sarà eseguito da tecnico abilitato, con regolare calcolo secondo la normativa vigente e sottoposto alla preventiva approvazione della Direzione Lavori. Reti di alimentazione La rete di distribuzione dell acqua potabile, a valle del contatore installato nella posizione e con modalità impartite dall Ente Acquedotto, sarà eseguita con tubazioni in polietilene e/o metalliche complete di pezzi speciali di intercettazione e raccordo. Impianto di trattamento e sovrappressione acqua fredda potabile All interno di idoneo locale tecnico, l impianto idrico sarà dotato di adeguato gruppo di filtrazione e sistema di addolcimento e trattamento acqua. Sarà inoltre prevista la predisposizione impiantistica di sovrappressione della rete acqua potabile al fine di garantire, se necessario, la corretta pressione alle utenze sanitari dei piani più alti. Reti di distribuzione All interno delle singole unità immobiliari, le reti di distribuzione alle utenze sanitarie saranno realizzate in materiale plastico e protette esternamente con guaina isolante. I diametri ed il percorso delle tubazioni saranno conformi alle indicazioni del progetto esecutivo. Apparecchiature idrosanitarie I diversi nuclei dei servizi, in progetto, saranno equipaggiati con le seguenti dotazioni:

10 10 Cucina N. 1 attacco e scarico per lavello (acqua calda e fredda). N.1 attacco per lavastoviglie, solo acqua fredda completo di sifone e rubinetto cromato. Bagno 1 Le apparecchiature saranno del tipo IDEAL STANDARD serie 21 di colore bianco. Le rubinetterie installate sulle apparecchiature saranno del tipo monocomando Serie Active - IDEAL STANDARD. N. 1 vasca in acrilico dimensione 70 x 170 colore bianco, completa di: miscelatore vasca esterno con doccia a telefono, colonna scarico vasca con salterello automatico. N. 1 vaso igienico, del tipo a cacciata completo di: sedile in plastica pesante, cassetta di lavaggio in PVC del tipo incassato, placca di comando esterna a due tasti capacità 6/9 l. circa, accessori di fissaggio. N. 1 bidet, completo di miscelatore con saltarello, sifone scarico cromato, accessori di fissaggio. N. 1 lavabo a mensola o a colonna completo di miscelatore lavabo con salterello, sifone scarico cromato, accessori di fissaggio.

11 11 Bagno 2 Le apparecchiature saranno del tipo IDEAL STANDARD serie Tesi di colore bianco. Le rubinetterie installate sulle apparecchiature saranno del tipo monocomando Serie Ceraplan - IDEAL STANDARD. N. 1 piatto doccia completo di: miscelatore doccia incasso, asta saliscendi con doccetta a effetti regolabili. N. 1 vaso igienico sospeso, del tipo a cacciata completo di: sedile in plastica pesante, cassetta di lavaggio in PVC del tipo incassato, placca di comando esterna a due tasti capacità l. 10 circa, accessori di fissaggio. N. 1 bidet, modello sospeso, completo di : miscelatore bidet con saltarello, sifone scarico cromato, accessori di fissaggio. N. 1 lavabo a mensola o a colonna completo di: miscelatore lavabo con salterello, sifone scarico cromato, accessori di fissaggio. E inoltre previsto un attacco per lavatrice (solo acqua fredda) completo di sifone incasso e rubinetto cromato esterno; lo stesso sarà posizionato nel bagno o nel disimpegno notte secondo le indicazioni riportate nella scheda di vendita degli alloggi.

12 12 Ogni bagno e ogni cucina sarà dotato di una coppia di rubinetti di intercettazione con cappuccio cromato. Le apparecchiature previste in progetto saranno campionate e a disposizione della Direzione Lavori e dell Utente. Giardini Sarà previsto n 1 punto di innaffio (rubinetto), alloggiato in apposito pozzetto, per ogni unità immobiliare al piano terra ed impianto di irrigazione per le parti comuni. Rete di scarico Le reti di scarico delle acque chiare (cucina) e nere (bagni) saranno eseguite con tubazioni in polietilene ad alta densità Pe; per la distribuzione delle colonne verticali, e gli spostamenti orizzontali ritenuti particolari critici, saranno utilizzate delle tubazioni del tipo insonorizzate. All esterno, la rete di scarico convoglierà le acque di rifiuto nella fognatura pubblica secondo le modalità del Regolamento di Igiene e del Regolamento Edilizio Comunale. IMPIANTO DI RISCALDAMENTO L impianto di riscaldamento e la produzione dell acqua calda sanitaria previsti a progetto saranno del tipo centralizzato. La produzione del fluido destinato al riscaldamento sarà garantito da un sistema in pompa di calore ad assorbimento aria-acqua, con ciclo termodinamico ad altissima efficienza. Per quanto riguarda l obbligo della produzione di acqua calda sanitaria attraverso l utilizzo di energie rinnovabili (art del DGR VIII 5773) il progetto prevede l utilizzo di una centrale di produzione dei fluidi vettori che dispone di pompe di calore ad aria del tipo a bassa entalpia che rispondono in pieno a quanto richiesto dal decreto regionale. La produzione di fluido vettore caldo avverrà utilizzando aria esterna in qualità di fonte energetica rinnovabile. Le unità in pompa di calore saranno installate sulla copertura dei fabbricati, allo scopo di non recare problemi di rumorosità al complesso residenziale. Il suddetto sistema sarà in grado di garantire il fluido vettore caldo necessario per soddisfare il fabbisogno termico richiesto dall intero edificio (riscaldamento invernale) ed in parte contribuirà a fornire l energia necessaria richiesta per la produzione di acqua calda ad uso sanitario. Ad integrazione e tutela del sistema di produzione sopra indicato sarà infatti previsto un generatore di calore alimentato a gas metano del tipo a condensazione ad alto rendimento. La caldaia, anch essa sulla copertura dell edificio, sarà completa di tutti gli accessori di funzionamento e sicurezza nonché di alimentazione idrica e scarico dei prodotti della combustione convogliati oltre la copertura dell edificio tramite idonea canna fumaria. Il suddetto generatore, oltre ad integrare l energia termica necessaria per coprire i picchi di punta richiesti delle utenze sanitarie, garantirà la possibilità

13 13 di poter effettuare la disinfezione antilegionella del sistema di produzione di acqua calda sanitaria (bollitore + reti di distribuzioni). La distribuzione di sottocentrale termica prevederà oltre alle apparecchiature di produzione dei fluidi caldi (pompe di calore e generatore di calore) un sistema costituito da elettropompe di circolazione e un bollitore di accumulo dell acqua calda sanitaria dotato di scambiatore di calore a fascio tubiero immerso. Unità residenziali terminali di riscaldamento L impianto di riscaldamento previsto all interno delle unità abitative sarà del tipo radiante realizzato con pannelli a pavimento costituiti da tubazioni in polietilene posati su pannelli isolanti di polistirene. L impianto sarà ricoperto da massetto additivato pronto per la posa delle pavimentazioni. Durante la stagione invernale il fluido a bassa temperatura (circa 35 C) sarà in grado di soddisfare il fabbisogno richiesto dagli ambienti garantendo una temperatura superficiale di circa 29 C. Contabilizzazione del calore La ripartizione delle spese avverrà tramite sistema idoneo a garantire la contabilizzazione dei consumi comuni (spese di gestione centrale termica perdite di energia lungo le distribuzioni principali) e dei singoli consumi all interno delle unità. Nella centrale termica ed immediatamente all ingresso di ogni singola unità saranno pertanto installati dei contatori di calore in grado di contabilizzare l energia termica consumata durante la stagione invernale ed estiva. Il medesimo sistema sarà utilizzato per la contabilizzazione dei consumi delle utenze sanitarie (acqua calda e fredda potabile). Le apparecchiature di contabilizzazione ed i pannelli di lettura consumi saranno alloggiati all interno di cassette ispezionabili poste sui vani scala nelle parti comuni. Sarà prevista la predisposizione della remotizzazione dei dati contabilizzati tramite linea bus ad un concentratore (futuro) da cui sarà possibile estrapolarli per la ripartizione delle spese. Termoregolazione del calore Ogni unità immobiliare residenziale sarà dotata di idoneo sistema di termoregolazione capace di gestire in maniera autonoma ed indipendente il funzionamento del proprio impianto e la gestione del calore. A tal proposito verrà prevista una centralina posta all'interno dell'abitazione che consentirà di impostare temperature e orari personalizzabili per ogni singola zona.

14 14 IMPIANTO DEL GAS Le tubazioni che alimentano i fornelli saranno in polietilene per i tratti interrati esterni il fabbricato, in acciaio zincato verniciato o in rame secondo quanto previsto dalla normativa vigente. Prima dell ingresso nell alloggio (balconi), o immediatamente all interno, sarà installata la valvola di intercettazione generale. La tubazione di alimentazione dei fornelli terminerà con un rubinetto portagomma. All interno delle abitazioni i fuochi di cottura dovranno essere dotati di idonea sicurezza termocoppia in grado di interrompere automaticamente l adduzione del gas metano nell eventualità di mancanza di fiamma. Nel locale cucina sarà prevista una canna di esalazione, sfociante in copertura, dotata di camera di raccolta e scarico condensa, sarà inoltre prevista adeguata griglia di aerazione permanente come richiesto dalla UNI CIG L impianto sarà realizzato secondo la regola dell arte e sarà seguita la normativa tecnica vigente UNI CIG IMPIANTO DI RAFFRESCAMENTO SPLIT SYSTEM Sarà realizzata la sola predisposizione, mediante apposite cassette da incasso, installate nelle posizioni dove andranno alloggiate le future unità evaporanti dell impianto split-system ad espansione diretta. Ognuna di queste sarà collegata con tubazioni in rame preisolato con la futura unità motocondensante esterna; all interno di ogni cassetta le tubazioni saranno lasciate abbondanti per agevolare il futuro collegamento all unità interna; compresa alimentazione elettrica. Per lo smaltimento della condensa da ogni cassetta si dipartirà idonea tubazione in polipropilene da convogliare al più vicino punto di scarico. IMPIANTO DI RISCALDAMENTO RAMPA CARRABILE Sarà realizzato impianto si sbrinamento a servizio della rampa utilizzando cavi, annegati nel cemento, per impedire l accumulo di ghiaccio o la sua formazione. Una centralina con sensore di temperatura, neve e umidità C (sensore da posizionarsi a filo rampa), darà il consenso all avvio dell impianto solo quando sono contemporaneamente presenti bassa temperatura e neve o ghiaccio, ottimizzando i consumi energetici.

15 15 IMPIANTO ELETTRICO L impianto elettrico, a norme CEI, sarà realizzato a regola d arte, in ottemperanza alle norme vigenti al momento dell esecuzione e certificato a norma della Legge 46/90. Tutte le linee elettriche correranno sottotraccia, in tubi flessibili in PVC, impiegando un numero di scatole di derivazione sufficiente a consentire un agevole infilaggio dei conduttori. I cavi saranno dimensionati secondo quanto previsto dalle norme CEI. Frutti e placche saranno della serie Living B Ticino, colore antracite. PARTI COMUNI ILLUMINAZIONE ESTERNA Sulla pensilina di ingresso, lungo i percorsi carrai e pedonali e nelle zone a verde privato e comune saranno installati adeguati punti luce con accensione e spegnimento automatici con fotocellula, completi di corpi illuminanti in numero e tipo a scelta della D.L. VANO SCALA CORRIDOI CANTINE LOCALE IMMONDEZZAIO LOCALE COMUNE VANI TECNICI RIPOSTIGLI. Saranno previsti adeguati punti luce completi di corpi illuminanti a parete o a soffitto per l atrio di ingresso e disimpegni ai piani: N. 4 al piano terra e n. 3 ai piani superiori, n. 2 punti luce per ogni rampa di scala, n. 3 punti luce per corridoi cantine, n. 1 punto luce per locale immondezzaio e n. 1 nel relativo disimpegno; n. 1 punto luce per ripostigli, locali contatori, ingresso secondario al piano interrato, locale comune e vani tecnici. Adeguati punti luce per il corsello auto; il tutto secondo le prescrizioni del Direttore dei Lavori. ELENCO UTILIZZI PREVISTI PER OGNI UNITA IMMOBILIARE INGRESSO N. 1 centralino da incasso comprendente: Un interruttore differenziale bipolare ad alta sensibilità ian = 0,03 A, portata nominale 25 A. Un interruttore bipolare magnetotermico per protezione circuiti di illuminazione, portata nominale 10 A (zona giorno zona notte). Un interruttore bipolare magnetotermico per protezione circuiti elettrodomestici, portata nominale 16 A. Un complesso ronzatore + suoneria + trasformatore. N. 1 campanello con targhetta portanome. N. 1 punto luce deviato. N. 1 videocitofono. N. 1 presa 1 x 10 A + T. CUCINA N. 1 punto luce interrotto.

16 16 N. 1 punto luce interrotto a parete. N. 2 prese 1 x 10 A + T. N. 3 prese 1 x 16 A + T, comandate e valvolate per lavastoviglie e forno. SOGGIORNO N. 2 punti luce deviati. N. 4 prese 1 x 10 A + T. N. 1 presa TV. N. 1 presa telefono. N. 1 punto termostato. CAMERA MATRIMONIALE N. 1 punto luce invertito. N. 2 prese con interruttore per alimentazione abatjour. N. 1 presa 2 x 10 A + T. N. 1 presa TV. N. 1 presa telefono. CAMERA SINGOLA N. 1 punto luce deviato. N. 1 presa con interruttore per alimentazione abatjour. N. 2 presa 2 x 10 A + T. N. 1 presa TV. N. 1 presa telefono. BAGNO N. 2 punto luce interrotti. N. 1 punto luce interrotto a parete. N. 1 presa 1 x 10 A + T. N. 1 presa 1 x 16 A + T, comandata e valvolata per lavatrice (ove previsto in progetto). N. 1 pulsante a tirante per azionamento ronzatore di allarme. DISIMPEGNI N. 1 punto luce invertito. N. 1 presa 1 x 10 A + T. N. 1 punto luce derivazione. SOTTOTETTO N. 1 punto citofono (predisposizione). N. 3 punti luce interrotti. N. 1 punto luce deviato. N. 2 prese 10 A + T. N. 1 presa TV. N. 1 presa telefono. N. 1 pulsante a tirante per azionamento ronzatore di allarme.

17 17 BOX N. 1 punto luce interrotto con interruttore interno, collegato al contatore privato. N. 1 presa 1 x 10 A, collegata al contatore privato. BALCONI TERRAZZI ZONE DI SOTTOBALCONE AL PIANO TERRA N. 2 punti luce interrotti, comandati dall interno. N. 1 presa stagna 10/16/A CANTINE N. 1 punto luce interrotto con interruttore interno, collegato al contatore privato. N. 1 presa 1 x 10 A, collegata al contatore privato. LUCI EMERGENZA Saranno installare luci di emergenza con accensione automatica, in caso mancanza di corrente, in numero adeguato e definito dalla D.L. nelle zone comuni. Il tutto aggiornato in modo migliorativo, alle nuove disposizioni, intervenute durante il corso dei lavori ai sensi della norma CEI 64-8/ Livello 1. Tutte le tapparelle saranno motorizzate con chiusura sia singola con comando adiacente il serramento o simultaneamente, con comando generale posto in zona ingresso. IMPIANTO TELEFONICO Sarà prevista l alimentazione della rete pubblica tramite un pozzetto esterno e raccordo, compresa la distribuzione verticale, da eseguirsi secondo le prescrizioni TELECOM e punti telefono come da voci precedenti. IMPIANTO TV L impianto sarà dimensionato per alimentare prese TV per ogni singola unità immobiliare. L impianto è comprensivo di antenna e palo e consentirà la ricezione dei programmi RAI e programmi reti private attualmente disponibili ed inoltre di antenna parabolica per impianto satellitare (secondo le prescrizioni della D.L.) IMPIANTO DI SEGNALAZIONE Sarà costituito da due segnalatori acustici, uno di tipo squillante ed uno di tipo ronzante. Il primo sarà azionato dal pulsante posto all esterno del complesso residenziale sulla pensilina di ingresso pedonale, attrezzato e munito di portanome e dagli ingressi principali di ogni palazzina; il secondo sarà azionato dal pulsante a tirante ubicato nei bagni.

18 18 IMPIANTO VIDEO CITOFONO Sarà costituito da pulsantiera con telecamera posta nei pressi del cancello pedonale. Gli apparecchi di ricezione saranno posizionati negli ingressi delle singole unità immobiliari. IMPIANTO DI ALLARME Sarà predisposto per la realizzazione di impianto di tipo misto (volumetrico e perimetrale). Saranno previste le tubazioni vuote e scatole di derivazione in posizioni idonee ed in quantità sufficienti per ogni appartamento. Un punto radar in ogni locale. Un punto su ogni serramento. Scatola di partenza zona centralina. Punto esterno per alloggiamento sirena. IMPIANTO ASCENSORE Fornitura e posa di ascensore a pistone oleodinamico, compreso quadro elettrico di alimentazione generale, quadro di manovra, armadio macchine e ogni elemento necessario. Collegamento viva voce con servizio assistenza, in caso di allarme, bottoniera di cabina con attivazione a sfioramento. L ascensore sarà marca KONE. KONE ha realizzato ed installato il primo ascensore senza locale macchine al mondo, il primo ad aver risolto molti problemi di interferenza con il cantiere, l unico ad avanzata tecnologia Eco Disk, senza riduttore e senza olio. I numeri del successo ineguagliabile di KONE MonoSpace sono i tredici premi internazionali per l innovazione, oltre impianti venduti in tutto il mondo a partire dal 1996, di cui ben in Italia, dal 1998 di cui oltre installati e funzionanti. SISTEMAZIONI ESTERNE OPERE DI COMPLETAMENTO La recinzione sul fronte strada sarà realizzata con muretto in calcestruzzo e sovrastante cancellata in acciaio inox. Il cancello carraio, pure in acciaio inox, realizzato con profili portanti e lamiera forata, come da dettagli architettonici, sarà dotato di motorizzazione oleodinamica, ciascuna unità immobiliare sarà fornita di chiavi e radiocomando. Il cancello pedonale sarà realizzato in acciaio inox con specchiatura in cristallo antisfondamento. Le recinzioni tra le proprietà e con le proprietà confinanti (ove non presenti) saranno realizzate con rete stampata e plastificata. Le aree a verde saranno sistemate attraverso posa e livellatura di terreno di coltura, fresatura del terreno stesso, semina e formazione di prato all Inglese.

19 19 Le fioriere adiacenti gli ingressi principali saranno piantumate con sempreverdi (Juniperus in varietà) a costipazione totale. Le vasche adiacenti le fioriere, la vasca adiacente la scala di emergenza (ove indicato in progetto), saranno costipate con ciotoli burattati bianchi tipo grana di riso. La pensilina di ingresso pedonale sarà realizzata come da progetto, con alloggiamenti per videocitofono e cassette postali in alluminio anticorodal. VARIE Saranno fornite e posate scale interne con struttura a rampa, come da progetto, per accesso dagli appartamenti ai vani sottotetto. Le scale saranno realizzate in metallo verniciato a fuoco, con rivestimento delle pedate in legno. Colore e finitura stabiliti dalla Direzione Lavori. Parapetti scale principali e ballatoi in acciaio inox. Tubolari parapetti balconi in acciaio inox. Rivestimento di parte dei muri delle zone di ingresso al piano terra di ogni palazzina in Geopietra tipo Scaglia o similari. Formazione di vano ribassato antistante gli ingressi principali di ogni palazzina, per alloggiamento zerbino, compresa fornitura e posa di telaio in piatto inox e zerbino in cocco. Saranno realizzati contorni tipo stipite in granito analogo alle scale, per le porte degli ascensori ed i portoncini di ingresso delle singole unità immobiliari. E prevista la tinteggiatura con idropittura lavabile delle scale, atrii, disimpegni ai piani (pareti e soffitti). PISCINA Sarà realizzata, completa di ogni impianto, rivestimento, bordi, sfioratori ed ogni elemento necessario; piscina esterna di forma rettangolare e profondità adeguata, non necessitante della presenza di assistente bagnanti.

20 20 LA PARTE VENDITRICE LA PARTE ACQUIRENTE Saronno, 15 Ottobre 2012

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio.

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. RESIDENZA Formentini Via Rismondo - Seregno STRUTTURA PORTANTE In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. COPERTURA TETTO Copertura in tegole di cemento colorato. Lattoneria e canali

Dettagli

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO CARATTERISTICHE DELL EDIFICIO - Certificazione energetica in classe B; - Muratura perimetrale esterna ad elevato isolamento termico ed acustico; - Box al piano terra con accesso

Dettagli

IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO

IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO 1 OPERE IN C.A. Tutte le opere strutturali dell edificio saranno in cemento armato con calcestruzzo gettato

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE DESCRIZIONE DELLE OPERE 1. STRUTTURA fondazioni continue in c.a., a travi rovesce, plinti isolati, platea; muri di cantina in cls. sp. cm. 30; pilastri e travi in c.a.; solai in laterocemento armato, la

Dettagli

Comune di Lurano Provincia di Bergamo. Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE

Comune di Lurano Provincia di Bergamo. Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE Comune di Lurano Provincia di Bergamo Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE 1 NOTA INTRODUTTIVA La descrizione ha lo scopo di evidenziare le caratteristiche principali dell

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI

DESCRIZIONE DEI LAVORI DESCRIZIONE DEI LAVORI COMPLESSO IMMOBILIARE SITO A MILANO IN VIA SAN ANATALONE 5 DESCRIZIONE DELLE OPERE E FINITURE PREMESSA La presente descrizione è da intendersi come indicativa per la tipologia di

Dettagli

Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE

Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE PREMESSA La presente descrizione è da intendersi come indicativa per la tipologia di intervento

Dettagli

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA ALLEGATO N.2 RESIDENZA ORCHIDEA CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA 28 APRILE 2014 CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO L imm.re in questo intervento realizza edifici residenziali secondo standards

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI DEMOLIZIONI Demolizione edificio esistente SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento

Dettagli

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE LOTTO 2 EDIFICI CDEF ACCADEMIA S.G.R. S.p.A. FONDO LOMBARDO Via San Maurilio n. 13 20121 MILANO 1 DESCRIZIONE DELLE OPERE

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento a sezione aperta per alloggio strutture di

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16 RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16 SCAVI E REINTERRI ESECUZIONE DI SCAVO DI SBANCAMENTO ESEGUITO CON MEZZI MECCANICI, ESECUZIONE DI SCAVO A SEZIONE OBBLIGATA

Dettagli

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO Capitolato delle opere Premessa Il complesso e costituito da tre edifici a destinazione residenziale, di 2 piani fuori terra e da un piano interrato adibito

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11.

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti ALLEGATO B DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti Struttura portante della casa in cemento armato con tamponamenti

Dettagli

COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE

COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE DESCRIZIONE DELLE OPERE 1) STRUTTURA PORTANTE - fondazioni in c.a.;

Dettagli

Palazzina residenziale. Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE

Palazzina residenziale. Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE Pagina 1 di 6 ANRECA CASE Sas. R e a l i z z a z i o n i i m m o b i l i a r i d i p r e s t i g i o propone Palazzina residenziale Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE Residenza REGINA Versione

Dettagli

EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE

EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE Arch. Razzini _ via Verdi 38/C_ 20063 Cernusco s/n Tel 029230813_Fax 029232171 studiorazzini@razzini.191.it PARTI COMUNI STRUTTURA

Dettagli

Palazzina residenziale di civile abitazione. Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE

Palazzina residenziale di civile abitazione. Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE Pagina 1 di 6 ANRECA CASE Sas. Realizzazioni immobiliari di prestigio propone Palazzina residenziale di civile abitazione Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE Residenza LA PERLA Pagina 2 di 6 Relazione

Dettagli

Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA. di N 12 alloggi

Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA. di N 12 alloggi Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA di N 12 alloggi DESCRIZIONE DELLE OPERE MURATURE : Murature perimetrali di tamponamento dell edificio, saranno del tipo a cassa vuota composta

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D Centro Residenziale Vicus Cecilianus Lotto Sud DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D 1 PRESENTAZIONE Nell ambito di un impegnativo ed ambizioso piano di lottizzazione che si sta sviluppando nel

Dettagli

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA.

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA. CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA. PREMESSA La presente descrizione delle opere ha la finalità

Dettagli

SANTA MARIA MAGGIORE (VB)

SANTA MARIA MAGGIORE (VB) SANTA MARIA MAGGIORE (VB) Piano terra Piano primo Portone condominiale Accesso privato piano terra Piano attico Cantine Cantine Superficie Prezzo 1 2,35 10.000,00 2 3,23 10.000,00 3 3,35 10.000,00

Dettagli

gps@lamiapec.it DESCRIZIONE TECNICA del 17/11/2014 I solai in laterocemento con soletta collaborante in C. A. 1.2 TAMPONAMENTI,DIVISORIE E TRAMEZZE

gps@lamiapec.it DESCRIZIONE TECNICA del 17/11/2014 I solai in laterocemento con soletta collaborante in C. A. 1.2 TAMPONAMENTI,DIVISORIE E TRAMEZZE GP S.r.l. Sede Legale ed ufficio: Via Trento n 12 Trieste fax 0403481584 telefono 040634523 Iscrizione Registro Imprese di Trieste e C.F. 01205290222 - P.IVA 00958700320 Capitale.i.v. Euro 10.400.00 gps@lamiapec.it

Dettagli

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE 1 ACCADEMIA S.G.R. S.p.A. FONDO LOMBARDO Via San Maurilio n. 13 20121 MILANO DESCRIZIONE DELLE OPERE LOCATE DI TRIULZI

Dettagli

CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a LIVELLO DI FINITURA DEI LOCALI LIVELLO DI FINITURA

CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a LIVELLO DI FINITURA DEI LOCALI LIVELLO DI FINITURA CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a DEI LOCALI INTONACI Intonaco con finitura civile, idoneo a ricevere una tinteggiatura in idropittura lavabile, esclusa dalla fornitura, in grassello di calce

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE Centro Residenziale Vicus Cecilianus DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE APPARTAMENTI IN VILLA 1 OPERE ESTERNE Facciate esterne: Le facciate esterne dell edificio saranno rifinite con intonaco fine colorato,

Dettagli

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO ALLEGATO B Imm.re EDILVIT srl Paderno Dugnano CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA edificio A (aggiornamento del 23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO Edificio a basso consumo energetico

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto le modalità

Dettagli

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE FONDAZIONI Fondazioni costituite da travi rovesce e platee in cemento armato,

Dettagli

DESCRIZIONE OPERE DELLO STABILE IN LEGNANO, VIA PASUBIO N. 16

DESCRIZIONE OPERE DELLO STABILE IN LEGNANO, VIA PASUBIO N. 16 DESCRIZIONE OPERE DELLO STABILE IN LEGNANO, VIA PASUBIO N. 16 OPERE IN CEMENTO ARMATO Tutte le opere strutturali, il vano ascensore e le rampe delle scale saranno realizzate in cemento armato con calcestruzzo

Dettagli

CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1

CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1 ALLEGATO A Rev. 01 CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1 1. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE 1.1 STRUTTURA PORTANTE L edificio -composto da un piano interrato e 5

Dettagli

COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE. Capitolato Esecutivo

COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE. Capitolato Esecutivo COMUNE DI CASTEL D AZZANO VERONA COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE Capitolato Esecutivo Impresa Costruttrice: Proprietà: Progettazione e Direzione Lavori: GECO S.R.L. GECO S.R.L. ARCH. AMADORI MORENO -PREMESSO-

Dettagli

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA 1. FONDAZIONI E STRUTTURA Le fondazioni dirette sono state realizzate in cemento armato opportunamente armate e la struttura in elevazione sempre

Dettagli

LA CUCINA VIA GORIZIA 25. Dotazioni e Finiture. Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete.

LA CUCINA VIA GORIZIA 25. Dotazioni e Finiture. Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete. LA CUCINA Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete. Per la lavastoviglie sono previsti l attacco per l acqua fredda, con rubinetto a squadra

Dettagli

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati Centri Servizi Immobiliari Integrati Propone in vendita CERMENATE Ville Proprietà e diritti riservati Vietata la diffusione e riproduzione anche parziale senza autorizzazione STRUTTURA DELL EDIFICIO La

Dettagli

Tutte le opere di LATTONERIA (canali, pluviali, scossaline) saranno in rame spessore 8/10.

Tutte le opere di LATTONERIA (canali, pluviali, scossaline) saranno in rame spessore 8/10. Tutta la struttura del complesso verrà realizzata in Cemento Armato (Fondazioni,muri in elevazione,pilastri,travi,solai) e laterizi in cotto. I muri perimetrali del Piano Seminterrato saranno in Cemento

Dettagli

TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D. Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione

TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D. Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione RELAZIONE TECNICA DATI DEL PROGETTO Mappale no. 214-216-429-430(vedi nuovo piano parcellare) Superficie

Dettagli

CAPITOLATO VICOLO TRIVULZIO LEGNANO

CAPITOLATO VICOLO TRIVULZIO LEGNANO CAPITOLATO VICOLO TRIVULZIO LEGNANO L intervento è inserito nell area sita a Legnano (MI) in Vicolo Trivulzio. La costruzione dell Immobiliare Stella Srl è composta da: Piano interrato per boxes, Cantine,

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE COMUNE di GENOVA Provincia di Genova Residenza BELVEDERE Ristrutturazione di edificio ad uso residenziale P.zza Pittaluga, 2 Nervi (GE) DESCRIZIONE DELLE OPERE Il presente documento è indicativo e lo stesso

Dettagli

progettando e costruendo classe energetica A e classe B definendo con certezza i tempi ed i costi della realizzazione Cliente specifiche esigenze

progettando e costruendo classe energetica A e classe B definendo con certezza i tempi ed i costi della realizzazione Cliente specifiche esigenze AZIENDA CASAE opera nel settore edile progettando e costruendo abitazioni di classe energetica A e classe B, secondo le tecniche di muratura ed edilizia tradizionale, definendo con certezza i tempi ed

Dettagli

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE Costruzioni s.r.l. Via Boccaccio n 29 20123 MILANO P.IVA 06454770964 Oggetto: REALIZZAZIONE NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI IN COMUNE DI LENNO (CO) VIALE LIBRONICO DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE CAPITOLATO

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA STRUTTURE PORTANTI - Fondazioni continue in c.a., solai per il vuoto sanitario in muretti con blocchi cls, tavelloni e soprastante getto di caldana in c.a., solaio

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1 CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE Residenze in LAINATE via Rho pag. 1 STRUTTURE - La struttura portante del fabbricato è costituita da un intelaiatura di travi e pilastri in cemento armato gettati

Dettagli

CAPITOLATO GENERALE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATO SITO IN PALERMO VIA VINCENZO ERRANTE N 12, A DESTINAZIONE CIVILE E COMMERCIALE

CAPITOLATO GENERALE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATO SITO IN PALERMO VIA VINCENZO ERRANTE N 12, A DESTINAZIONE CIVILE E COMMERCIALE CAPITOLATO GENERALE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATO SITO IN PALERMO VIA VINCENZO ERRANTE N 12, A DESTINAZIONE CIVILE E COMMERCIALE Realizzazione di n 27 appartamenti ( bivani, trivani, appartamenti

Dettagli

Le murature interne di divisione dei locali saranno realizzate con mattoni forati dello spessore di cm.8.

Le murature interne di divisione dei locali saranno realizzate con mattoni forati dello spessore di cm.8. Fondazione, muri di elevazione del piano interrato, travi, pilastri e scale interne saranno eseguite in calcestruzzo armato con barre di acciaio ad aderenza migliorata. Le murature del piano terra e del

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI COSTRUZIONI EDILI C.F.G. DI CRACOLICI FRANCO & C. S.N.C. SS n 235 KM.47 Bagnolo Cremasco(CR) tel. 0371/483389 348/7806290/1/2 fax. 0371/483389 DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI NUOVA COSTRUZIONE DI

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE SOC. IMMOBILIARE VIALE CALLET S.R.L. INTERVENTO DI EDILIZIA RESIDENZIALE VIA OSOPPO N 41 TORINO DESCRIZIONE DELLE OPERE Soc.Immobiliare viale Callet s.r.l. C.so Stati Uniti n. 41 10129 Torino tel. 011-390389

Dettagli

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, VIA BRIANZA IMMOBILIARE RUBINO S.r.l.

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, VIA BRIANZA IMMOBILIARE RUBINO S.r.l. CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, VIA BRIANZA IMMOBILIARE RUBINO S.r.l. PREMESSA La presente descrizione delle opere ha la finalità di indicare, nelle linee

Dettagli

Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE

Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE I Giardini di Via Voltri DESCRIZIONE TECNICA DELL IMMOBILE 1) CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO STRUTTURE

Dettagli

GRUPPO INTEC IMMOBILIARE s. r. l. con sede legale in Ravenna ITALY, Via Mazzini 23 tel +390544218026, Fax+39054437304, e-mail: info@gruppointec.

GRUPPO INTEC IMMOBILIARE s. r. l. con sede legale in Ravenna ITALY, Via Mazzini 23 tel +390544218026, Fax+39054437304, e-mail: info@gruppointec. GRUPPO INTEC IMMOBILIARE s. r. l. con sede legale in Ravenna ITALY, Via Mazzini 23 tel +390544218026, Fax+39054437304, e-mail: info@gruppointec.it APPARTAMENTO CON VISTA PANORAMICA MILANO MARITTIMA (CERVIA)

Dettagli

OIKIA UP s.r.l. Edifici in Nova Milanese, Via Vittorio Veneto angolo Via Cortelunga DESCRIZIONE LAVORI

OIKIA UP s.r.l. Edifici in Nova Milanese, Via Vittorio Veneto angolo Via Cortelunga DESCRIZIONE LAVORI OIKIA UP s.r.l. Edifici in Nova Milanese, Via Vittorio Veneto angolo Via Cortelunga DESCRIZIONE LAVORI La presente descrizione delle opere ha la finalità di indicare, nelle linee essenziali e generali,

Dettagli

GENARDIS RESIDENCE LA SCALA

GENARDIS RESIDENCE LA SCALA GENARDIS RESIDENCE LA SCALA International Home Esclusivo!!! Ritiriamo la tua casa +39 0332 19.52.494 +41 91 606.37.06 infogenardis@gmail.com REV_002_11-04-2012 DESCRIZIONE TECNICA Allegato al contratto

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.:

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.: ALLEGATO B Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata intercorsa in data tra le parti: - DI RENZO COSTRUZIONI S.r.l. con sede in Cepagatti, Fraz. Vallemare, Via Bonifica n.27, P.IVA: 01657200687;

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO RESIDENZIALE in VIA COMMERCIALE n 71 a Trieste DESCRIZIONE TECNICA 25/01/2015

RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO RESIDENZIALE in VIA COMMERCIALE n 71 a Trieste DESCRIZIONE TECNICA 25/01/2015 GP S.r.l. Società con socio unico Società soggetta all attività di direzione e coordinamento da parte della società GI EMME S.p.a. con sede in Trieste via Trento n 12 c.f. 00867010233 e P.IVA 11924350157*****************

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo EVARISTO s.r.l. RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo di un Fabbricato Commerciale e Residenziale in Ravenna Borgo San Rocco Via Castel San Pietro

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2.

RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2. RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2.816,88 MAT 270 MATERIALI DA COSTRUZIONE NOLEGGI E TRASPORTI 270.

Dettagli

RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO

RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO COMUNE DI VERBANIA S.U.E. SCHEDA N 47 DEL P.R.G.C. Via Vigne Basse 1.0 DESCRIZIONE GENERALE L intervento edilizio prevede la realizzazione, nel Comune di Verbania,

Dettagli

Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI

Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI TST Italia Srl. Piazza Missori, 3 - Milano 1. STRUTTURE a. STRUTTURE INTERRATE eseguite in c.a. come da progetto b. SOLAI in laterocemento

Dettagli

DESCRIZIONE INTERVENTO

DESCRIZIONE INTERVENTO ALLEGATO B Residenza L incanto BESATE CAPITOLATO DESCRIZIONE INTERVENTO 1 1. STRUTTURA PORTANTE La struttura portante sarà realizzata in Porotoplan da cm 40.I divisori saranno in Porotoplan doppia parete

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO

CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO L intervento edilizio consiste nella costruzione di un edificio residenziale composto da: Un piano interrato adibito a cantinole di pertinenza degli appartamento

Dettagli

DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B)

DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B) DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B) 1. Struttura La struttura è in cemento armato costituita da telai, formati da travi e pilastri, e solai in latero-cemento. Le fondazioni sono posate ad

Dettagli

Rebecca s.r.l. iniziative immobiliari VILLE A SCHIERA. (indipendenti) Marnate (VA) Via Oberdan/via Mazzini Rif. Ville 1-2-3-5

Rebecca s.r.l. iniziative immobiliari VILLE A SCHIERA. (indipendenti) Marnate (VA) Via Oberdan/via Mazzini Rif. Ville 1-2-3-5 Rebecca s.r.l. Iniziative immobiliari VILLE A SCHIERA (indipendenti) Marnate (VA) Via Oberdan/via Mazzini Rif. Ville 1-2-3-5 PREMESSE Si richiamano e saranno accettate e rispettate le seguenti norme e

Dettagli

Porto S.r.l. RESIDENZA. Gli Oleandri. Capitolato delle opere. Porto d Adda - Via Mazzini 18

Porto S.r.l. RESIDENZA. Gli Oleandri. Capitolato delle opere. Porto d Adda - Via Mazzini 18 Porto S.r.l. RESIDENZA Gli Oleandri Capitolato delle opere Porto d Adda - Via Mazzini 18 PREMESSA La descrizione dei lavori, necessariamente sommaria e schematica, ha il solo scopo di individuare e fissare

Dettagli

Appartamenti Via Buonarroti

Appartamenti Via Buonarroti Appartamenti Via Buonarroti COMFORT Tutti gli appartamenti sono dotati di un isolamento termico ed acustico di assoluta efficienza, in linea con gli ultimi aggiornamenti in materia. Per tutte le unità

Dettagli

1. PARTI COMUNI...2 2. ALLOGGI...3 3. IMPIANTI...6 4. VERNICIATURE E TINTEGGIATURE...8 5. PULIZIE...8

1. PARTI COMUNI...2 2. ALLOGGI...3 3. IMPIANTI...6 4. VERNICIATURE E TINTEGGIATURE...8 5. PULIZIE...8 INDICE 1. PARTI COMUNI...2 1.1. FACCIATE... 2 1.2. PAVIMENTAZIONI... 2 1.3. COPERTURA... 2 2. ALLOGGI...3 2.1. PAVIMENTAZIONI INTERNE... 3 2.2. ZOCCOLINI... 3 2.3. RIVESTIMENTI... 3 2.4. PLAFONI... 4 2.5.

Dettagli

RESIDENCE LE TERRAZZE Descrizione delle opere

RESIDENCE LE TERRAZZE Descrizione delle opere RESIDENCE LE TERRAZZE Descrizione delle opere Comune di Cologno al Serio (BG) via San Rocco Residence Le Terrazze Cologno al Serio DESCRIZIONE DELLE OPERE Articolo 1. Scavi Scavi occorrenti di sbancamento

Dettagli

COMPLESSO RESIDENZIALE QUADRIFOGLIO. Capitolato Esecutivo

COMPLESSO RESIDENZIALE QUADRIFOGLIO. Capitolato Esecutivo COMUNE DI CASTEL D AZZANO VIA CAVOUR VERONA COMPLESSO RESIDENZIALE QUADRIFOGLIO Capitolato Esecutivo Impresa Costruttrice: Proprietà: Progettazione e Direzione Lavori: GECO S.R.L. GECO S.R.L. JTS ENGENEERING

Dettagli

un abitare di classe A

un abitare di classe A Residenza Domus Futura Via Mameli n. 8 Cernusco sul Naviglio un abitare di classe A capitolato RESIDENZA DOMUS FUTURA descrizione delle dotazioni di capitolato L'edificio della residenza Domus Futura si

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI COSTRUZIONI EDILI DI CRACOLICI GIOACCHINO Via Togliatti, 17 26815 Massalengo(LO) tel. 0371/483389 348/7806291/0/2 fax. 0371/483389 DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI PIANO DI RECUPERO BRESSANI VIA

Dettagli

Nuovo intervento residenziale I CASTAGNI

Nuovo intervento residenziale I CASTAGNI Comune di Pisogne Frazione Grignaghe Nuovo intervento residenziale I CASTAGNI Il nuovo complesso immobiliare è in località Grignaghe, a novecento metri di quota, in posizione tranquilla e soleggiata. L

Dettagli

RESIDENCE ALAGUMNA DESCRIZIONE TECNICA

RESIDENCE ALAGUMNA DESCRIZIONE TECNICA RESIDENCE ALAGUMNA 2013 DESCRIZIONE TECNICA Via Strada Vecchia 56/A - 39022 Lagundo (BZ) Alte Landstr.56/A - 39022 Algund (BZ) Tel. 0473 23 14 70 Fax 0473 23 60 37 P.IVA e C.F. 00132110214 MwSt. u. St.

Dettagli

V E T R E T T A s.r.l.

V E T R E T T A s.r.l. ALLEGATO B CARATTERISTICHE PRINCIPALI DEL FABBRICATO DA REALIZZARE A SIROLO IN VIA SAN FRANCESCO N.14. STRUTTURE PORTANTI La struttura portante è realizzata in calcestruzzo armato gettato in opera ed è

Dettagli

EDILIZIA RESIDENZIALE DI TIPO MEDIO E DI PREGIO

EDILIZIA RESIDENZIALE DI TIPO MEDIO E DI PREGIO EDILIZIA RESIDENZIALE DI TIPO MEDIO Villa singola di pregio 35 1.22,00 382,00 TABELLA RIASSUNTIVA DEI COSTI E PERCENTUALI D INCIDENZA COD. OPERA PREZZI IN URO % 01 Impianto di cantiere e scavi 02 Struttura

Dettagli

1. STRUTTURE 2. IMPERMEABILIZZAZIONE

1. STRUTTURE 2. IMPERMEABILIZZAZIONE 1. STRUTTURE Fondazioni dell edificio piano interrato, in cls armato, di adeguate dimensione; Murature interrate e dell edificio e dei box in cls armato di adeguate dimensioni, in alternativa in lastre

Dettagli

La soletta dei balconi esterni è in cemento armato in opera, il parapetto è realizzato con barra metallica a disegno semplice.

La soletta dei balconi esterni è in cemento armato in opera, il parapetto è realizzato con barra metallica a disegno semplice. 1. STRUTTURA Le fondazioni sono del tipo continue e/o travi rovesce e/o plinti isolati eseguite in cemento armato gettato in opera, con calcestruzzo di adeguate caratteristiche di resistenza.il tutto è

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE NUOVA PALAZZINA A

DESCRIZIONE DELLE OPERE NUOVA PALAZZINA A URBAN RE Corso CAVOUR, 8 27029 VIGEVANO (PV) S.r.l. Tel./Fax 038 345068-038 22000 VIGEVANO (PV) Via SETTE DORMIENTI n 42 DESCRIZIONE DELLE OPERE NUOVA PALAZZINA A Progettista: Geometra Claudio VESE FONDAZIONI

Dettagli

CAPITOLATO DELLE OPERE E DELLE FINITURE RELATIVO ALLA RISTRUTTURAZIONE DE COMPLESSO GIA ESISTENTE SITO IN VIA CIPRIANI 6 BOLOGNA

CAPITOLATO DELLE OPERE E DELLE FINITURE RELATIVO ALLA RISTRUTTURAZIONE DE COMPLESSO GIA ESISTENTE SITO IN VIA CIPRIANI 6 BOLOGNA CAPITOLATO DELLE OPERE E DELLE FINITURE RELATIVO ALLA RISTRUTTURAZIONE DE COMPLESSO GIA ESISTENTE SITO IN VIA CIPRIANI 6 BOLOGNA Listone in rovere tavola grande 180x15 in tutta la casa In alternativa piastrelle

Dettagli

Ro.Do. Costruzioni S.a.s. di Cannarozzi Domenico & C. Via Pace 22/A Limbiate (Monza e Brianza) Residenza Aurora 2 villette a schiera

Ro.Do. Costruzioni S.a.s. di Cannarozzi Domenico & C. Via Pace 22/A Limbiate (Monza e Brianza)  Residenza Aurora 2 villette a schiera Ro.Do. Costruzioni S.a.s. di Cannarozzi Domenico & C. Via Pace 22/A Limbiate (Monza e Brianza) Residenza Aurora 2 villette a schiera Via del Sorriso Cislago (Varese) Caratteristiche generali Realizzazione

Dettagli

ROEDIL s.r.l. INTERVENTO IN ORBASSANO (TO) NUOVA STRADA DI P.R.G.C. che si innesta su s.da RIVALTA ZONA 1.5.2 1.5.2.1. DEL P.R.G.C.

ROEDIL s.r.l. INTERVENTO IN ORBASSANO (TO) NUOVA STRADA DI P.R.G.C. che si innesta su s.da RIVALTA ZONA 1.5.2 1.5.2.1. DEL P.R.G.C. ROEDIL s.r.l. INTERVENTO IN ORBASSANO (TO) NUOVA STRADA DI P.R.G.C. che si innesta su s.da RIVALTA ZONA 1.5.2 1.5.2.1. DEL P.R.G.C. FABBRICATO 2 COSTRUZIONE DI EDIFICIO A QUATTRO PIANI FUORI TERRA DESCRIZIONE

Dettagli

CAPITOLATO COMMERCIALE

CAPITOLATO COMMERCIALE CAPITOLATO COMMERCIALE Condominio via Menabrea 9 Torino (TO) MENABREA@BELLONIA.COM www.bellonia.com 1 Indice 1. GENERALITÀ... 3 1.1 PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE ARCHITETTONICHE IN PROGETTO...

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO SITO IN RIVOLI VIA SAN ROCCO E VIA FELISIO ALLEGATO B

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO SITO IN RIVOLI VIA SAN ROCCO E VIA FELISIO ALLEGATO B DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO SITO IN RIVOLI VIA SAN ROCCO E VIA FELISIO ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto

Dettagli

)$%%5,&$72% %,/2&$/,

)$%%5,&$72% %,/2&$/, 1 '(6&5,=,21(7(&1,&$'(//$&26758=,21( )$%%5,&$72% 9,$5(6(*21($1*/29,$0217(*5$33$ &2081(',/$,1$7( %,/2&$/, 67587785()$%%5,&$72: - fondazioni in calcestruzzo armato e plinti; - muratura p. seminterrato in

Dettagli

BOSCO dell IMPERO RESIDENCE - BIBIONE (VE)

BOSCO dell IMPERO RESIDENCE - BIBIONE (VE) REALIZZAZIONE COMPLESSO RESIDENZIALE PER VACANZE DENOMINATO BOSCO DELL IMPERO LOC. BIBIONE S. MICHELE AL TAGLIAMENTO CARATTERISTICHE DEL COMPLESSO CONDOMINIALE: Complesso condominiale dotato di piscina

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRSI NELL EDIFICIO RESIDENZIALE IN PROGETTO A MARIANO COMENSE CORSO BRIANZA

DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRSI NELL EDIFICIO RESIDENZIALE IN PROGETTO A MARIANO COMENSE CORSO BRIANZA VI. CHI. COSTRUZIONI S.R.L. PIAZZA F.LLI CERVI 11, LENTATE SUL SEVESO ( MI ) DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRSI NELL EDIFICIO RESIDENZIALE IN PROGETTO A MARIANO COMENSE CORSO BRIANZA Appartamenti piano

Dettagli

IMPRESA EDILE EDILALFI DI FACCIO ALFONSO

IMPRESA EDILE EDILALFI DI FACCIO ALFONSO IMPRESA EDILE EDILALFI DI FACCIO ALFONSO CAPITOLATO TECNICO DEL FABBRICATO RESIDENZIALE DA REALIZZARSI NEL COMUNE DI VERONA LOC. BASSONE DENOMINATO RESIDENZA GIULIA CARATTERISTICHE GENERALI: Il fabbricato

Dettagli

VILLETTE A SCHIERA. Pozzo d Adda

VILLETTE A SCHIERA. Pozzo d Adda VILLETTE A SCHIERA Pozzo d Adda Caratteristiche dei fabbricati Le caratteristiche del fabbricato e dei vari locali che lo compongono sono rilevabili dai disegni allegati al presente Capitolato. Fondazioni

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo EVARISTO s.r.l. RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo di un Fabbricato Commerciale e Residenziale in Ravenna Borgo San Rocco Via Castel San Pietro

Dettagli

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE A due passi dal centro storico, immobili in fase di realizzazione con finiture di pregio. Possibilità di scegliere materiali e disposizione interna. Pannelli

Dettagli

R35. via Francesco Rismondo, 35 MILANO. via Vespri Siciliani, 12 20092 Cinisello Balsamo (MI)

R35. via Francesco Rismondo, 35 MILANO. via Vespri Siciliani, 12 20092 Cinisello Balsamo (MI) R35 via Francesco Rismondo, 35 MILANO via Vespri Siciliani, 12 20092 Cinisello Balsamo (MI) E' vietato riprodurre e/o copiare in qualsiasi modo e su qualsiasi mezzo i contenuti del presente fascicolo.

Dettagli

New Residence a Udine in Via Martignacco 117

New Residence a Udine in Via Martignacco 117 New Residence a Udine in Via Martignacco 117 Premessa La costruzione è formata da due palazzine unite tra di loro identificate con la lettera A e la lettera B, ciascuna palazzina è composta da n.6 unità

Dettagli

CANTIERE DI CAMPOSPINOSO VIA FORNACE DESCRIZIONE LAVORI

CANTIERE DI CAMPOSPINOSO VIA FORNACE DESCRIZIONE LAVORI CANTIERE DI CAMPOSPINOSO VIA FORNACE DESCRIZIONE LAVORI PREMESSA CARATTERISTICHE DEI FABBRICATI L intervento prevede la realizzazione di unità abitative così suddivise: VEDI DISEGNI STRUTTURE I fabbricati

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO RESIDENZA I GIARDINI DI RACHELE

CAPITOLATO D APPALTO RESIDENZA I GIARDINI DI RACHELE CAPITOLATO D APPALTO RESIDENZA I GIARDINI DI RACHELE VIA DEI PARTIGIANI - VIA ORLANDO - VIA ADAMOLI CINISELLO BALSAMO (MI) COOPERATIVA UNIABITA LA NOSTRA CASA COOPERATIVA EDIFICATRICE E DI CONSUMO COOPERATIVA

Dettagli

Complesso Residenziale

Complesso Residenziale Complesso Residenziale Nuova Ceppeta Loc. Ceppeta, Velletri-Roma- VELCOS S.R.L. Via Pasquale Baffi, 26 00149 Roma P.I. C.F. 08387511002 Oggetto: CAPITOLATO LAVORI Intervento: Via Ceppeta Inferiore-Velletri-Roma

Dettagli

ZOCCOLINO IN LEGNO DIMENSIONE CM. 6 X 1, AVVITATI IN TUTTI I LOCALI, ESCLUSI I SERVIZI.

ZOCCOLINO IN LEGNO DIMENSIONE CM. 6 X 1, AVVITATI IN TUTTI I LOCALI, ESCLUSI I SERVIZI. &$3,72/$72'(//(23(5( &DQWLHUHLQ3HVVDQRFRQ%RUQDJR9LD$GD1HJUL 35(0(66$ LA DESCRIZIONE A SEGUIRE DELLE LAVORAZIONI E DELLE OPERE CHE SI ANDRANNO AD ESEGUIRE NELLA NUOVA RESIDENZA E PRESENTATA IN MANIERA SCHEMATICA

Dettagli

PALAZZO LEOPARDI DESCRIZIONE SINTETICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICHE E QUALITA DEI MATERIALI USATI

PALAZZO LEOPARDI DESCRIZIONE SINTETICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICHE E QUALITA DEI MATERIALI USATI Revisione 2 11/11/2013 gr PALAZZO LEOPARDI DESCRIZIONE SINTETICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICHE E QUALITA DEI MATERIALI USATI 1) STRUTTURE Le fondazioni e le strutture portanti in elevazione saranno

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO GREZZO AVANZATO (Opere murarie e di parziale finitura)

CAPITOLATO TECNICO GREZZO AVANZATO (Opere murarie e di parziale finitura) CAPITOLATO TECNICO GREZZO AVANZATO (Opere murarie e di parziale finitura) OPERE MURARIE STRUTTURE IN CALCESTRUZZO ARMATO, in latero cemento ed in legno. La struttura portante in c.a. sarà del tipo tradizionale

Dettagli

INTERVENTO EDILIZIO IN COLLEGNO EDILIZIA LIBERA

INTERVENTO EDILIZIO IN COLLEGNO EDILIZIA LIBERA INTERVENTO EDILIZIO IN COLLEGNO Via De Amicis Via Fermi EDILIZIA LIBERA DESCRIZIONE TECNICA DELLE OPERE STRUTTURE Sistema di costruzione tradizionale con struttura in cemento armato, balconi e cornicioni

Dettagli