REGOLAMENTO STUDENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO STUDENTI"

Transcript

1 SEZIONE I: DOCUMENTAZIONE Art. 1: Certificati di iscrizione / frequenza I certificati d iscrizione / frequenza eventualmente richiesti dallo studente vengono rilasciati dall Ufficio Segreteria Didattica solo agli allievi in regola con il pagamento della retta scolastica e previa consegna della documentazione di seguito elencata: Copia del documento d identità o (per i cittadini extracomunitari) del Passaporto; Copia del Titolo di Studio (certificato sostitutivo o modulo motivazione assenza diploma); foto formato jpg, 380 x 480 pixel, risoluzione 300 DPI; Consenso al Trattamento dei dati personali; Contratto di Iscrizione firmato; Regolamento Studenti firmato. Studenti non-eu (oltre ai documenti sopra elencati): Copia di valido permesso di soggiorno (vedi Art. 3). Art. 2: Libretto accademico Il libretto accademico viene firmato dallo studente al momento della consegna e vidimato dalla Segreteria Didattica all inizio del corso e dei successivi anni di frequenza, previa verifica della regolarità del pagamento della retta e di tutti i documenti richiesti. Il libretto accademico deve essere conservato in buono stato e presentato dallo studente per: accesso all istituto; accesso ai servizi (biblioteca, centro tecnologico, laboratori); verbalizzazione dei voti conseguiti fruizione sconti presso le strutture convenzionate. Lo smarrimento del libretto accademico deve essere tempestivamente notificato dallo studente alla Segreteria Didattica, che provvederà alla nuova emissione a seguito di consegna da parte dello studente di una fototessera e previa verifica dell avvenuto pagamento dell importo di 12 (dodici) euro presso l Ufficio Contabilità. Eventuali alterazioni o cancellazioni non convalidate dalla Segreteria Didattica fanno perdere validità al libretto accademico. Nell ipotesi di discordanze tra le indicazioni riportate nel libretto accademico e la corrispondente documentazione archiviata presso l Istituto, prevale quest ultima. Art. 3: Documentazione studenti non-eu Per poter frequentare Polimoda gli studenti extracomunitari devono essere in regola con la normativa italiana in materia di immigrazione. Ai fini dell ottenimento del primo permesso di soggiorno Polimoda mette a disposizione degli studenti il servizio svolto da Eduservice illustrato all art. 12. In occasione del ritiro del libretto accademico, sarà richiesto agli studenti di consegnare all Ufficio della Segreteria Didattica anche copia dei seguenti documenti: Visto di ingresso in Italia rilasciato dall Ambasciata italiana del proprio Paese; certificato di iscrizione emesso da Polimoda al momento dell iscrizione, regolarmente timbrato dall Ambasciata italiana del Paese d origine al momento del rilascio del Visto di ingresso; regolare permesso di soggiorno rilasciato dalla Questura italiana o della documentazione attestante la presentazione della richiesta (copia della ricevuta dell ufficio postale). In caso di mancata consegna della documentazione sopra indicata entro 15gg. dall inizio delle lezioni l Istituto inviterà lo studente a fornire le motivazioni del ritardo entro il termine indicato nella relativa comunicazione. A seguito della valutazione di tali motivazioni e più in generale della situazione concreta, l Istituto individuerà le azioni da adottare. Allo scadere della validità del permesso di soggiorno sarà cura dello studente: richiedere alla Segreteria Didattica la certificazione necessaria per il rinnovo; presentare la richiesta di rinnovo alla Questura di Firenze o prendere contatto con Eduservice (v. servizi online) per la presentazione della pratica di rinnovo. Una volta ottenuto il rinnovo, copia del permesso dovrà essere consegnata alla Segreteria Didattica. Gli studenti stranieri che si trovano già in Italia al momento del test di ammissione con un visto rilasciato per la frequenza di corsi presso istituti diversi da Polimoda, una volta ricevuta la lettera ufficiale di ammissione di Polimoda, dovranno ottenere un nuovo visto di studio sulla base del certificato di iscrizione rilasciato da Polimoda. SEZIONE II: FREQUENZA Art. 4: Obbligo di frequenza La frequenza è obbligatoria e le assenze non possono superare il 20% del monte ore previsto dal piano di studio per ciascuna materia. Superata tale percentuale, il Capo Dipartimento valuterà i provvedimenti da adottare. Tra questi si prevede espressamente l obbligo di ripetizione dell anno accademico. L eventuale ripetizione comporta un costo aggiuntivo a carico dello studente equivalente ad una annualità della retta. Le assenze per malattia devono essere comprovate da certificato medico, che lo studente presenta all assistente di corso il giorno del rientro in Istituto. Nel caso di assenze oltre i 3 giorni di lezione consecutivi lo studente dovrà anticipare copia del certificato medico via . Studenti non-eu: Il corso dovrà essere completato entro il periodo specificato nel certificato di iscrizione timbrato

2 dall ambasciata/consolato che ha rilasciato il visto di studio. In caso contrario Polimoda non può garantire l estensione del permesso di soggiorno. Lo studente s impegna a non proseguire alcuna richiesta di visto in base all originaria iscrizione a Polimoda, e a non usare per qualsiasi altro scopo la documentazione fornita da Polimoda, nel caso in cui non intenda fare ingresso in Italia con la specifica finalità di frequenza del corso. Lo studente non può completare il percorso di studi con visto e/o permesso di soggiorno rilasciati per la frequenza ad altro istituto diverso da Polimoda. Nel caso di studenti extracomunitari che non si presentino alle lezioni entro il secondo giorno dall avvio del corso senza darne motivazione o che risultino assenti ingiustificati per oltre quattro settimane, Polimoda informerà la Questura e la rappresentanza italiana che ha rilasciato il visto per studio allo studente. Art. 5: Ritardi e Uscite anticipate Gli studenti sono tenuti a rispettare l orario delle lezioni e ad essere puntuali. I ritardi vengono annotati dal docente sul registro con una R ; 3 ritardi corrispondono ad un assenza. Ciascun docente, all inizio del semestre, informerà gli studenti circa il ritardo massimo ammesso. Le uscite anticipate non sono ammesse salvo casi eccezionali e documentabili. Art. 6: Sospensione frequenza Lo studente che debba assentarsi dalle lezioni per un prolungato periodo di tempo, è tenuto a presentare richiesta al capo dipartimento tramite apposita modulistica. La sospensione viene accordata, previa verifica dell integrale pagamento di tutte le rate scadute al momento della richiesta di sospensione, in base alla documentazione presentata a supporto della richiesta e per un periodo massimo di 12 mesi (oltre il quale la progressione negli studi maturata dallo studente perderà ogni effetto). In caso di accoglimento della richiesta di sospensione, la posizione didattico/amministrativa dello studente resterà sospesa fino alla ripresa della frequenza; di conseguenza lo studente non sarà tenuto al pagamento delle rate in scadenza durante il periodo di sospensione, e riprenderà i pagamenti alla ripresa della frequenza. In nessun modo è prevista la restituzione degli importi versati. Nel caso in cui lo studente abbandoni definitivamente il percorso di studi, Polimoda si riserva di pretendere tutte le spettanze ancora dovute dallo studente incluse quelle contrattualmente maturate durante il periodo di sospensione. Studenti non-eu: La sospensione della frequenza sarà comunicata alla Questura di Firenze e al consolato italiano che ha rilasciato il visto per studio all interessato; parimenti avverrà nel caso in cui lo studente abbandoni definitivamente il percorso di studi. Art. 7: Trasferimenti di corso e altre variazioni del programma formativo. Il passaggio di uno studente da un corso ad un altro, così come ogni altra variazione del percorso formativo intrapreso, è subordinato all espressa approvazione della Direzione. Tali cambiamenti dovranno comunque essere formalizzati per mezzo della sottoscrizione da parte dello studente dell apposita modulistica. Studenti non-eu: nel caso in cui il nuovo corso verso il quale viene chiesto il trasferimento termini in data successiva a quella indicata come termine nel certificato d iscrizione timbrato dall Ambasciata / Consolato il trasferimento non potrà essere autorizzato. nel caso in cui il nuovo corso termini in data antecedente a quella indicata come termine nel certificato d iscrizione timbrato dall Ambasciata/ Consolato ne sarà data comunicazione alle suddette autorità. SEZIONE III: SISTEMA DI VALUTAZIONE E TITOLI FINALI Art. 8: Criteri e parametri di valutazione e recupero insufficienze Gli studenti vengono valutati con votazione espressa in trentesimi nei tempi e modalità comunicate all inizio dell anno dal Capo Dipartimento. Il voto minimo sufficiente è 18 (diciotto). I corsi prevedono un esame mid-term e un esame finale che contribuiscono alla valutazione complessiva. In caso di valutazioni con punteggio inferiore a 18 (diciotto) queste dovranno essere recuperate secondo le modalità e scadenze stabilite dal Capo Dipartimento, a propria discrezione (comunque entro la fine del percorso d aula) tenendo in considerazione tutti i ragionevoli fattori, compresi, ma non a titolo esclusivo : la gravità dell insufficienza; l andamento didattico complessivo; le motivazioni addotte e documentate dallo studente (es. stato di salute, gravi motivi familiari, ecc.) Sulla base dei medesimi elementi sopra indicati il Capo Dipartimento potrà ritenere necessaria la ripetizione dell anno accademico. La ripetizione comporta un costo aggiuntivo a carico dello studente equivalente ad una annualità della retta. Art. 9: Diploma finale Il Diploma finale Polimoda viene rilasciato agli studenti che abbiano conseguito valutazioni sufficienti al termine del triennio/quadriennio, che abbiano regolarmente completato il periodo di stage, e che abbiano consegnato la tesi finale final project quando previsti. Non possono ricevere il diploma gli studenti non in regola con i pagamenti della retta scolastica. Art. 10: Attestato di frequenza L attestato di frequenza viene rilasciato, con indicazioni delle votazioni conseguite nelle singole materie, soltanto agli studenti che abbiano frequentato almeno l 80% del monte ore complessivo del corso. Non possono ricevere l attestato, gli studenti non in regola con i pagamenti della retta scolastica. SEZIONE IV: SERVIZI ON-LINE

3 Art 11: Il Portale Polimoda Gli studenti accedono ai servizi on line tramite portale autenticandosi con username e password forniti in occasione del Welcome Day. Attualmente sono disponibili i seguenti servizi: Consultazione del profilo personale: Lo studente è tenuto a comunicare alla Segreteria Didattica ogni variazione relativa al proprio recapito, domicilio, numeri telefonici e indirizzo ai fini dell aggiornamento del proprio profilo. Bacheca elettronica: Tutti i messaggi e le comunicazioni riguardanti i corsi sono pubblicati sulla bacheca elettronica che gli studenti sono tenuti a consultare regolarmente. Report accademici: Ogni studente può verificare il proprio rendimento scolastico controllando i report on line riportanti le materie seguite e le relative valutazioni. Lo studente è tenuto a comunicare tempestivamente al proprio Dipartimento ogni discordanza tra i dati riportati sui report on line e quelli in proprio possesso. La stampa dei certificati accademici viene rilasciata dalla Segreteria Didattica a richiesta dell interessato e costituisce documentazione ufficiale. Orari corsi e orari docenti Calendari accademici Art.12: Eduservice Polimoda ha stipulato una convenzione con Eduservice per facilitare l assistenza nei seguenti servizi: permessi di soggiorno (soggiorno superiore a 90gg); dichiarazioni di presenza (soggiorno inferiore a 90gg); bank account + codice fiscale; codice fiscale SEZIONE V: VARIE Art. 13: Liberatoria e cessione gratuita di diritti all Istituto Polimoda. Con la sottoscrizione del presente regolamento lo studente cede all Istituto Polimoda, a titolo gratuito e senza limiti di tempo né territoriali, con effetto dal primo giorno di frequenza del corso, i seguenti diritti: RIPRESE IMMAGINI E CREAZIONI STUDENTI il diritto di effettuare, e/o far effettuare dai propri studenti/insegnanti/dipendenti/collaboratori e/o da altri soggetti terzi (a titolo esemplificativo e non esaustivo: operatori tv, radio, stampa, aziende del settore moda, ecc.), nell ambito di tutte le attività scolastiche e degli eventi correlati (a titolo esemplificativo e non esaustivo sfilate, open days, mostre, workshops, conferenze, fashion week, ecc.), anche se all esterno dell Istituto, riprese video e/o audio e/o fotografiche sia della propria persona che delle creazioni materiali e intellettuali (a titolo esemplificativo e non esaustivo: abiti, accessori, disegni, portfolio, manufatti di varia natura e genere, filmati, progetti grafici e progetti di ricerca, ecc.) prodotte dallo studente durante la frequenza del corso; B) UTILIZZO IMMAGINI E CREAZIONI STUDENTI il diritto di acquisire per via digitale le immagini sia della propria persona che delle creazioni materiali ed intellettuali nonché le registrazioni di cui al precedente punto a), incluse le registrazioni audio/video delle interviste che lo studente abbia eventualmente rilasciato, anche a soggetti terzi, (a titolo esemplificativo e non esaustivo: operatori tv, radio, stampa, ecc.) nello svolgimento di tutte le attività di Polimoda o degli eventi correlati, sia all interno che all esterno di Polimoda, e conservarle nei propri archivi informatici presso la sede operativa di Polimoda, in Firenze, Via Curtatone n. 1, adattarle, elaborarle, tradurle, cederle a terzi, modificarle, riprodurle, sincronizzarle con tracce sonore, diffonderle e pubblicarle, con ogni mezzo e protocollo di comunicazione e formato di compressione audio/video attualmente conosciuto o di futura invenzione (a titolo esemplificativo e non esaustivo: stampa, radio, tv, internet, cinematografia, ecc.) e tramite ogni mezzo di promozione delle attività scolastiche (a titolo esemplificativo e non esaustivo: sito internet, cd, dvd, brochures, locandine, stampati, ecc.); C) ESPOSIZIONE IMMAGINI / CREAZIONI STUDENTI esporre tali immagini e riprodurre le suddette registrazioni audio / video in occasione di eventi organizzati dall Istituto anche al di fuori dalla propria sede e in collaborazione con soggetti terzi. D) PUBBLICAZIONE/UTILIZZO DATI PERSONALI E CREAZIONI pubblicare e o comunque utilizzare i dati personali inerenti alla propria immagine come peraltro già espressamente accettato nel modulo d Informativa privacy all uopo conforme e per il quale il consenso s intende qui come ribadito. Lo studente solleva inoltre Polimoda da ogni incombenza economica e da ogni responsabilità inerente un uso scorretto dei dati personali inerenti la propria immagine da parte di terzi. Polimoda si riserva il diritto di trattenere gratuitamente gli originali delle creazioni di cui al presente articolo presso i propri archivi durante la frequenza del corso e per 18 mesi dalla data di conclusione del corso Con la sottoscrizione del presente regolamento lo studente autorizza Polimoda, in via preventiva e a titolo gratuito, ad esporre gli originali delle creazioni materiali e intellettuali dallo stesso prodotte durante il corso, di cui al presente articolo, in occasione di tutti gli eventi (a titolo esemplificativo e non esaustivo: mostre, fiere, sfilate, workshops conferenze, etc.) organizzati da Polimoda, anche al di fuori delle proprie sedi e in collaborazione con soggetti terzi, e si impegna, per tutta la durata del corso e fino a 18 mesi dalla sua conclusione, a rendere disponibili a Polimoda tali creazioni per le suddette finalità, nel caso in cui non siano state trattenute negli archivi di Polimoda, e a fornire a Polimoda, laddove tecnicamente possibile ma senza alcun costo a carico dello studente, duplicati delle suddette creazioni, autorizzando Polimoda a farne gli usi indicati nel presente articolo in ordine agli originali ed a cederli a terzi soggetti potenzialmente interessati a collaborare con Polimoda (a titolo esemplificativo o non esaustivo: organizzatori di concorsi di moda, istituzioni, aziende di settore, centri di cultura, etc.). Lo studente è consapevole di non aver nulla a pretendere da Polimoda, né sotto forma di compenso

4 né per ogni altra qualsivoglia ragione, per la cessione dei diritti sopra citati e si assume la piena ed esclusiva responsabilità delle opinioni espresse nell interviste di cui alla lettera a) e b) del presente articolo, obbligandosi a mallevare Polimoda da ogni e qualsivoglia pretesa che terzi potessero eventualmente avanzare, in seguito a dette opinioni. Art. 14: Progetti didattici in collaborazione con enti esterni Nell ambito della programmazione accademica è prevista, a scopo didattico, la possibilità di organizzare progetti di simulazione professionale con aziende del settore od altri enti esterni. La Direzione di Polimoda si riserva la facoltà di regolare di volta in volta e secondo criteri propri e insindacabili la modalità di svolgimento del progetto ed i termini di collaborazione con tali enti. Art.15: Responsabilità degli studenti per utilizzo materiali e Manleva Resta inteso che i progetti di simulazione professionale così come tutti gli altri materiali, di ogni genere e tipologia, elaborati dagli studenti nell ambito del percorso formativo Polimoda, unitamente alle relative riprese audio/video, corrispondono a finalità esclusivamente didattiche. Pertanto, gli studenti, sia durante il corso, sia successivamente, potranno farne un uso esclusivamente e strettamente personale e resteranno pienamente responsabili, a tutti gli effetti, degli eventuali ulteriori utilizzi (promozionali, commerciali, ecc.), obbligandosi, con la firma del presente regolamento, a manlevare e tenere indenne Polimoda rispetto alle pretese di qualsiasi tipo che possano essere avanzate da soggetti terzi in riferimento agli utilizzi suddetti, ivi comprese eventuali violazioni di diritti all immagine, proprietà intellettuale o industriale derivanti da un utilizzo scorretto e/o comunque non conforme a quanto sopra indicato dei predetti materiali/ elaborati. Inoltre nessuna responsabilità potrà essere posta a carico di Polimoda per eventuali conseguenze dannose di ogni genere occorse allo studente in conseguenza di un utilizzo scorretto e/o comunque non conforme a quanto sopra indicato dei predetti materiali nell ambito dello sviluppo della propria carriera / inserimento nel mercato del lavoro o per altre finalità. Lo studente si impegna inoltre a risarcire a Polimoda i danni all immagine che potessero occorrere alla scuola in caso di un utilizzo scorretto e/o comunque non conforme a quanto sopra indicato dei predetti materiali. Gli studenti non potranno usare, a nessun titolo o ragione, il logo Polimoda e/o alcun altro segno distintivo riguardante l istituto. Art. 16: Servizi ed iniziative esterne Polimoda potrà di volta in volta indicare/segnalare ai propri studenti la possibilità di usufruire di servizi di terzi fornitori a condizioni agevolate (quali polizze sanitarie, ricerca di alloggio, abilitazione di SIM telefoniche, convenzioni, ecc.) o di partecipare ad iniziative di settore organizzate da terzi, fermo restando che in nessun caso Polimoda potrà essere considerata responsabile nei confronti degli studenti che chiedano di usufruire di detti servizi o di partecipare a dette iniziative per la qualità e/o la correttezza dei servizi e delle iniziative medesime, essendo e restando a tutti gli effetti estranea al rapporto studente-terzo. Art.17 Norme di comportamento L accesso all Istituto è riservato agli studenti regolarmente iscritti, ai docenti e ai collaboratori. Pertanto, ad eccezione degli eventi per i quali è prevista espressamente l apertura al pubblico o a determinati soggetti esterni (es. familiari per la consegna dei diplomi), gli studenti non potranno portare soggetti terzi all interno delle sedi Polimoda. Gli studenti sono tenuto al rispetto delle seguenti regole: Non fumare, consumare cibi o bevande all interno delle sedi scolastiche; Non utilizzare sigarette elettroniche; Non intervenire autonomamente nella riparazione delle attrezzature di laboratorio; Non utilizzare le attrezzature di laboratorio per realizzare lavori propri e non legati all'attività didattica. Non utilizzare i cellulari durante le ore di lezione; Non introdurre animali all interno dell Istituto; Non plagiare i lavori eseguiti da terzi; Non ostacolare o impedire il regolare svolgimento delle lezioni; Non nuocere in alcun modo alla reputazione dell Istituto; Lasciare le aule e gli spazi comuni sempre in ordine e nella loro disposizione originaria; L Istituto si riserva di disporre la sospensione temporanea dalle lezioni o dalla fruizione dei servizi e dei laboratori dell Istituto, ovvero, nei casi più gravi, l espulsione, degli studenti che non osservano le disposizioni contenute nel presente regolamento con particolare riguardo al rispetto delle regole per l utilizzo dei servizi e laboratori della scuola, o che cagionino danni a cose e/o persone all interno dell Istituto. Gli studenti rimarranno pienamente responsabili per le conseguenze del mancato rispetto delle suddette regole, e, in generale, per tutti i danni cagionati a cose e/o persone all interno dell Istituto, manlevando interamente Polimoda da ogni richiesta che possa essere avanzata su dette conseguenze danni. Fermo quanto precede, per quanto occorrer possa, si precisa che, nel caso in cui uno studente cagioni a se o ad altri e/o a cose in possesso suo o di altri, un danno conseguente ad un uso improprio del materiale e/o delle attrezzature di Polimoda, quest ultima non potrà essere in alcun modo ritenuta responsabile. Polimoda si riserva inoltre di richiedere il pieno ed integrale risarcimento per eventuali danni arrecati dallo studente alle strutture/attrezzature e/o al materiale dell Istituto così come pure per lo smarrimento/mancata restituzione delle attrezzature e/o del materiale medesimo. Art. 18: Fotocopie Gli studenti possono fare fotocopie utilizzando le macchine fotocopiatrici a pagamento presenti in tutte le Sedi. Si ricorda che a norma di legge è possibile

5 fotocopiare fino a un massimo del 15% delle pagine totali di un libro. Le fotocopie di dispense dei docenti devono essere ritirate o dal docente stesso o dal capo classe che provvederanno alla distribuzione a tutti gli studenti. Il personale del front office non è autorizzato alla consegna ad altri studenti, né alla duplicazione di fotocopie già effettuate in caso di smarrimento. Art.19 Limitazione responsabilità Polimoda e forza maggiore La responsabilità di Polimoda derivante dalla stipula del contratto di iscrizione al corso e relativa frequenza da parte dello studente non potrà in ogni caso eccedere la retta del corso e/o la copertura assicurativa prevista. Polimoda non potrà essere ritenuto passibile o responsabile per alcuna mancanza di prestazione, o ritardo nella prestazione, dovuta a causa di forza maggiore. SEZIONE V: STAGE Organizzazione Lo stage è parte integrante del percorso formativo dello studente ed è obbligatorio per poter ricevere il diploma. Accederanno allo stage solo gli studenti in regola con il pagamento della retta. Lo studente accede allo stage purché: abbia superato tutti gli esami previsti; abbia frequentato regolarmente (non più del 20% del monte ore previsto dal piano di studi per ciascuna materia); abbia conseguito una media superiore a 24/30; abbia presentato all ufficio stage copia di regolare permesso di soggiorno, copia del Visto e certificato di iscrizione timbrato dall ambasciata italiana nel paese di origine (solo nel caso di studenti extracomunitari); abbia ottenuto il rinnovo del permesso di soggiorno tramite Polimoda con validità per tutto il periodo di stage; abbia una buona conoscenza della lingua italiana, scritta e parlata (per gli studenti stranieri); abbia regolarmente effettuato il colloquio iniziale per l organizzazione stage con il capo dipartimento e i responsabili stage e consegnato loro il proprio curriculum vitae; Lo studente sostiene un colloquio con il capo dipartimento ed i responsabili stage per indicare la sua eventuale disponibilità a spostarsi da Firenze, essendo lo stage non retribuito. Il capo dipartimento, seguendo un criterio meritocratico, dopo aver valutato i risultati accademici, l impegno e la regolare frequenza al corso dello studente, indicherà all ufficio stage (che ne darà successivamente informazione allo studente) le aziende con cui lo studente potrà effettuare i colloqui. Lo studente potrà indicare presso quali aziende è interessato ad effettuare il colloquio, ed in ogni caso sarà tenuto a svolgere lo stage presso l azienda che per prima ha confermato il tirocinio. Lo stage potrebbe iniziare anche prima della fine delle lezioni, se l azienda lo richiede, previa autorizzazione del Capo Dipartimento. Allo studente è richiesta la massima collaborazione in fase d individuazione e organizzazione dello stage. Pertanto è tenuto a: effettuare i colloqui presso le aziende per le quali ha dato la propria disponibilità; non rifiutare più di tre offerte di stage per i profili previsti dal proprio corso di studi; Il mancato reperimento di una opportunità di stage sarà considerato addebitabile allo studente che non si sia conformato alle predette indicazioni o che abbia partecipato senza successo a sette selezioni e/o preselezioni di stage; di conseguenza il percorso formativo non sarà ritenuto completato ai fini del conseguimento del diploma. Laddove, nonostante l assolvimento degli obblighi predetti, persistano difficoltà nel reperimento di una azienda ospitante in stage, il Capo Dipartimento valuterà le azioni più opportune. In caso di problematiche relative al comportamento non consono dello studente sia durante il periodo di frequenza in aula che in occasione dei periodi di selezione o svolgimento dello stage, il Capo Dipartimento valuterà le azioni più opportune, compresa la possibilità di non far effettuare lo stage allo studente o interrompere lo stage in essere. Doveri del tirocinante Allo studente sarà richiesto di sottoscrivere il progetto formativo riepilogativo delle finalità e modalità di svolgimento del tirocinio. Durante lo stage lo studente è tenuto a presentarsi con regolarità in azienda ed a firmare la presenza su un apposito registro. Lo stage deve essere completato interamente. Salvo casi di estrema e comprovata necessità, l anticipata interruzione dello stage, in assenza di preventiva valutazione con il Capo Dipartimento, sarà equiparata al mancato completamento del percorso formativo con conseguente impossibilità di rilascio del diploma. Al termine dello stage allo studente e all azienda viene richiesta una valutazione sul tirocinio effettuato. Per quanto non espressamente indicato, Polimoda si attiene alla normativa italiana vigente in materia. SEZIONE VI: CENTRO DI DOCUMENTAZIONE/ BIBLIOTECA Gli studenti hanno accesso diretto (scaffale aperto) ai libri, ai periodici in corso, alle annate pregresse di alcuni periodici, ai cataloghi commerciali e ai look book. Per i materiali audiovisivi, per alcuni volumi di particolare pregio e per l'archivio storico dell'emeroteca occorre far richiesta al personale. Il servizio di consultazione dell emeroteca si svolge su appuntamento, e secondo le seguenti modalità: la prenotazione si effettua per le annate pregresse delle riviste collocate in archivio (periodici indicati nel catalogo on-line con Accesso Riservato);

6 il materiale é disponibile il giorno successivo alla richiesta; gli studenti vengono informati dal personale della biblioteca circa la quantità massima di materia consultabile; la consultazione dell archivio storico da parte di studenti di Polimoda è subordinata alla presentazione di una lettera del capo dipartimento dove si illustri lo scopo della ricerca; le riviste (fanno eccezione quelle collocate in sala) non possono essere fotocopiate, ma solo fotografate, e comunque nel rispetto della legge sul diritto d autore. Per fruire del prestito a domicilio gli studenti devono mostrare il proprio libretto accademico fornito di fototessera, timbro di validità e barcode della biblioteca. La durata del prestito a domicilio è fissata in sette giorni. Vengono dati in prestito contemporaneamente non più di tre documenti, monografie o film. Non si effettua servizio di prenotazione dei documenti. Il prestito non è rinnovabile. Il Responsabile del Centro ha la facoltà di richiedere, in qualsiasi momento, la restituzione del documento. In caso di ritardo nella riconsegna lo studente potrà essere sospeso dal prestito per un periodo fissato dalla Direzione. Dal prestito a domicilio sono esclusi alcuni materiali come periodici, opere di consultazione, opere di particolare pregio, materiale audio-visivo (ad eccezione dei film), materiale non librario (cataloghi commerciali, look book, fotografie). Nelle sale del Centro di documentazione gli studenti sono tenuti a: mantenere un comportamento che non rechi disturbo utilizzare con cura il materiale evitandone il danneggiamento non utilizzare telefoni portatili non utilizzare colla, forbici ed altri oggetti potenzialmente idonei a danneggiare e/o a riprodurre illecitamente la documentazione della biblioteca utilizzare gli armadietti numerati situati all esterno della biblioteca per depositare borse, zaini, ecc.; utilizzare le postazioni informatiche messe a disposizione degli utenti esclusivamente per ricerche sul catalogo e ricerche inerenti le tematiche trattate da Polimoda. Sulle postazioni è vietato scaricare e installare qualsiasi tipo di applicazione software e non è consentita la stampa Chi si rendesse responsabile di danni o smarrimenti, sarà tenuto a rifondere a Polimoda il valore del materiale danneggiato o smarrito. Gli orari di apertura sono esposti all ingresso della biblioteca e sulla pagina web. Eventuali variazioni di orario vengono comunicate sulla bacheca elettronica. I servizi terminano dieci minuti prima dell orario di chiusura. L utilizzo del servizio fotocopie comporta l uso di una tessera ricaricabile da richiedere al front desk. SEZIONE VI: LABORATORI DI PRODOTTO In tutte le aule e laboratori, vigono le seguenti regole: è vietato intervenire autonomamente nella riparazione delle attrezzature di laboratorio; i laboratori possono essere utilizzati come laboratorio libero nelle ore in cui non ci sono lezioni; quando i laboratori vengono utilizzati al di fuori delle ore di lezione devono essere lasciati 15 minuti prima dell inizio della lezione successiva e nel loro stato originale; é obbligatorio utilizzare gli strumenti antinfortunistici messi a disposizione. Magazzini Gli studenti che vogliono ritirare o visionare materiale dal magazzino devono essere accompagnati da un docente autorizzato dal capo dipartimento. Laboratori di cucito cartamodello e prototipazione All interno di questi laboratori vigono le seguenti regole: è vietato lasciare giacche, cappotti e zaini in prossimità del banco di lavoro; qualsiasi guasto alle macchine deve sempre essere segnalato al personale di sede che valuterà il tipo di intervento necessario e le azioni conseguenti in base alle priorità; per cambiare gli aghi alle macchine da cucire, è necessario rivolgersi sempre al personale di sede, precisando il tipo di macchina per evitare possibili danni alle macchine per l utilizzo di accessori errati; gli studenti che accedono ai laboratori devono essere muniti dei kit didattici previsti dal corso frequentato; è vietato l ascolto di musica in cuffia quando si lavora alle macchine; L accesso al laboratorio frese è consentito soltanto in presenza e con la supervisione del personale Polimoda addetto, docente o non docente. Consegna e gestione chiavi armadietti ad uso degli studenti Presso i laboratori vengono assegnati agli studenti armadietti per riporre il materiale didattico. L assegnazione viene effettuata a cura del personale di laboratorio. N.B. Gli armadietti vengono aperti e svuotati dal personale di laboratorio al 30 giugno di ogni anno. SEZIONE VIII: LABORATORI INFORMATICI I laboratori del Centro Tecnologico possono essere utilizzati per il regolare svolgimento delle lezioni e come laboratorio libero (vedi pianificazione orario sul portale Polimoda) E assolutamente vietato cambiare la configurazione dei computer; Gli utenti sono tenuti ad avere i propri supporti di archiviazione dati anche durante le lezioni, in quanto non disponibili presso il Centro Tecnologico; Nei laboratori informatici, è proibito scollegare i cavi di alimentazione ed i cavi di rete dei PC presenti nelle

7 aule. E inoltre proibito collegare pc portatili o fissi non forniti da Polimoda alla rete dati e alla rete elettrica. In caso di necessità didattiche particolari che prevedano modifiche alla configurazione degli impianti, tali modifiche potranno essere effettuate soltanto dal personale del Centro Tecnologico. Ogni studente dopo essere stato registrato su portale Polimoda, riceve user e password per l utilizzo dei seguenti servizi: computer del centro tecnologico portale Polimoda stampante laser (servizio a pagamento) Le archiviazioni dei lavori prodotti dagli studenti, possono essere effettuate su server in un apposito spazio dedicato. Ogni studente ha 500 MB di spazio, non sottoposto a backup e non estendibile da parte del Centro Tecnologico. Gli studenti possono utilizzare propri supporti rimovibili da connettere ai computer tramite le porte USB disponibili sui computer stessi. Ogni computer è dotato di masterizzatore. Non è consentito il salvataggio dei file (in locale) su hard disk. Eventuali registrazioni, potranno essere pertanto rimosse durante le revisioni periodiche effettuate dal personale del Centro Tecnologico. Alla fine di ogni semestre tutto il materiale salvato su server potrà essere cancellato. Sia i docenti che gli studenti, sono quindi invitati a fare buon uso dei file necessari prima di tale data. Utilizzo stampante centralizzata Per tutti i processi di stampa, Polimoda utilizza una stampante laser centralizzata, al secondo piano delle Scuderie di Villa Favard. Il servizio è a pagamento, lo studente deve acquistare presso il front desk un credito di stampa. Tale credito è collegato al nome utente fornito agli studenti e pertanto personale e non cedibile. I computer abilitati alla stampa sono tutti i PC e MAC dei laboratori di informatica Per problemi tecnici rivolgersi sempre al personale del Centro Tecnologico Conclusione: Quanto non espressamente previsto dal presente regolamento sarà regolamentato di volta in volta dalla Direzione che - laddove sia necessario per l adeguamento a disposizioni normative o al mutato stato di fatto/assetto organizzativo intervenuto nell Istituto - potrà altresì emanare disposizioni diverse e/o ulteriori, dandone opportuna informativa agli studenti. Lo Studente dichiara di approvare espressamente, ai sensi e per gli effetti di cui all articolo 1341 secondo comma del Codice Civile, gli artt. 3 (Documentazione Studenti NON-EU), 4 (Obbligo di frequenza), 5 (Ritardi e uscite anticipate), 6 (Sospensione frequenza), 9 (Diploma finale), 10 (Attestato di frequenza), 13 (Liberatoria e cessione gratuita di diritti all Istituto Polimoda), 14 (Progetti didattici in collaborazione con enti esterni), 15 (Responsabilità degli studenti per utilizzo materiali e Manleva), 17 (Norme di comportamento) e 19 (Limitazione responsabilità Polimoda e Forza maggiore) del presente Regolamento. Data

REGOLAMENTO STUDENTI

REGOLAMENTO STUDENTI SEZIONE I: DOCUMENTAZIONE Art. 1: Certificati di iscrizione / frequenza I certificati d iscrizione / frequenza eventualmente richiesti dallo studente vengono rilasciati dall Ufficio Segreteria Didattica

Dettagli

R.7.5.1_7. Firma Studente

R.7.5.1_7. Firma Studente SEZIONE I: DOCUMENTAZIONE Art. 1: Certificati di iscrizione / frequenza I certificati d iscrizione / frequenza eventualmente richiesti dallo studente vengono rilasciati dall Ufficio Segreteria Didattica

Dettagli

SEZIONE I PROCEDURE RICHIESTE DI AMMISSIONE PROCEDURE ESAMI DI AMMISSIONE

SEZIONE I PROCEDURE RICHIESTE DI AMMISSIONE PROCEDURE ESAMI DI AMMISSIONE Nome e Cognome Studente (in stampatello ben leggibile) SEZIONE I PROCEDURE RICHIESTE DI AMMISSIONE Art. 1 Modalità per la richiesta di ammissione Al momento della preiscrizione allo studente è richiesta

Dettagli

REGOLAMENTO ACCADEMICO

REGOLAMENTO ACCADEMICO REGOLAMENTO ACCADEMICO PARTE I Documenti e aspetti burocratici Art. 1 Accesso in Accademia e iscrizione ai corsi Possono accedere in Naap Nuova Accademia di Arti Pratiche (di seguito indicata Naap Academy)

Dettagli

REGOLAMENTO ACCADEMICO

REGOLAMENTO ACCADEMICO REGOLAMENTO ACCADEMICO Il presente Regolamento si applica a tutti gli studenti iscritti ai corsi dell Accademia Euromediterranea. Ogni allievo è tenuto ad osservarne principi e norme dal momento dell iscrizione.

Dettagli

Biblioteca Scolastica Multimediale. "Pier Paolo Pasolini"

Biblioteca Scolastica Multimediale. Pier Paolo Pasolini Biblioteca Scolastica Multimediale "Pier Paolo Pasolini" Solo l amare, solo il conoscere/ conta, non l aver amato, /non l aver conosciuto. da Il pianto della scavatrice Pier Paolo Pasolini La Biblioteca

Dettagli

Regolamento del Sistema Bibliotecario dell Università. I. DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1

Regolamento del Sistema Bibliotecario dell Università. I. DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Regolamento del Sistema Bibliotecario dell Università I. DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 1. Il Sistema bibliotecario dell Università è costituito dalle biblioteche presenti nelle sedi dell ateneo, ed è strumento

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento 2 CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA JACOPO TOMADINI UDINE MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento anno accademico 2013/2014 emanato con decreto del direttore n. 131 del 16/10/2013

Dettagli

REGOLAMENTO AULA INFORMATICA

REGOLAMENTO AULA INFORMATICA REGOLAMENTO AULA INFORMATICA Le strumentazioni informatiche, la rete internet e la posta elettronica devono essere utilizzati dai docenti e dagli studenti unicamente come strumenti di lavoro e studio.

Dettagli

Regolamento della biblioteca del Centro Multilingue Bolzano e della Mediateca Multilingue Merano

Regolamento della biblioteca del Centro Multilingue Bolzano e della Mediateca Multilingue Merano Regolamento della biblioteca del Centro Multilingue Bolzano e della Mediateca Multilingue Merano 1. Finalità ed obiettivi generali La biblioteca del Centro Multilingue di Bolzano (CML) e la Mediateca Multilingue

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI ATENEO

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI ATENEO Emanato con Decreto Rettorale n. 15, prot. n. 2214/A3 del 09 marzo 2012 REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI ATENEO INDICE Art. 1 - Servizio biblioteca Art. 2 Orari del Servizio Biblioteca

Dettagli

BENVENUTI IN BIBLIOTECA!

BENVENUTI IN BIBLIOTECA! REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Direzione generale dei beni culturali, informazione, spettacolo e sport Servizio

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento

MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA JACOPO TOMADINI UDINE MANIFESTO DEGLI STUDI seconda parte - iscrizioni e funzionamento anno accademico 2014/2015 emanato con decreto del direttore n. 1 del 7/11/2014 corsi

Dettagli

BIBLIOTECA RENZO RENZI REGOLAMENTO UTENTI

BIBLIOTECA RENZO RENZI REGOLAMENTO UTENTI BIBLIOTECA RENZO RENZI REGOLAMENTO UTENTI INGRESSO E ARMADIETTI REGISTRAZIONE E ACCESSO ACCESSO DI MINORENNI L'accesso in biblioteca è gratuito. Si richiede agli utenti di lasciare eventuali borse o zaini

Dettagli

Regolamento didattico Artedata valido per tutti i corsi frontali: Intensivi, MiniMaster e Master

Regolamento didattico Artedata valido per tutti i corsi frontali: Intensivi, MiniMaster e Master REGOLAMENTO DIDATTICO SCUOLA ARTEDATA La scuola Artedata ha creato due regolamenti, uno valido per i corsi frontali: Intensivi, MiniMaster e Master, e uno valido per i corsi FAD Formazione a Distanza (a

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DEL TERESIANUM

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DEL TERESIANUM REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DEL TERESIANUM 1. UTENTI E MODALITÀ DI ACCESSO La Biblioteca del Teresianum è aperta a: utenti istituzionali: professori e studenti della Facoltà e dell Istituto; utenti esterni:

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA FOPPA GROUP

REGOLAMENTO BIBLIOTECA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA FOPPA GROUP REGOLAMENTO BIBLIOTECA ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRESCIA SANTAGIULIA FOPPA GROUP Approvato dall Amministratore Delegato e dal Consiglio Accademico in data 22 luglio 2009 Aggiornato in data 30 novembre

Dettagli

1 COSTITUZIONE E FINALITÀ

1 COSTITUZIONE E FINALITÀ REGOLAMENTO LIBRI@AK Articolo 1 COSTITUZIONE E FINALITÀ Il Sistema LIBRI@AK è istituito ai sensi dell art. 5 dello Statuto. La biblioteca ha la finalità di organizzare e sviluppare in modo coordinato i

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO A INTERNET ED AL SERVIZIO WIFI IN BIBLIOTECA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO A INTERNET ED AL SERVIZIO WIFI IN BIBLIOTECA REGOLAMENTO PER L ACCESSO A INTERNET ED AL SERVIZIO WIFI IN BIBLIOTECA Art. 1 Obiettivi del servizio Art. 2 Modalità di accesso al servizio Art. 3 Servizi disponibili Parte prima REGOLAMENTO DI ACCESSO

Dettagli

Regolamento per l utilizzo dei servizi della Biblioteca

Regolamento per l utilizzo dei servizi della Biblioteca Regolamento per l utilizzo dei servizi della Biblioteca Finalità La Biblioteca del Liceo Scientifico Europa Unita è luogo e spazio privilegiato di studio, lettura e consultazione del patrimonio librario

Dettagli

Quantità. Sono esclusi dal prestito:

Quantità. Sono esclusi dal prestito: REGOLAMENTO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA ERNESTO RAGIONIERI PRESTITO Modalità Tutti i cittadini italiani e stranieri, residenti e non residenti nel Comune di Sesto Fiorentino, possono iscriversi al prestito.

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DELLA FONDAZIONE EDMUND MACH ISTITUTO AGRARIO DI SAN MICHELE ALL ADIGE (approvato dal Consiglio di

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DELLA FONDAZIONE EDMUND MACH ISTITUTO AGRARIO DI SAN MICHELE ALL ADIGE (approvato dal Consiglio di REGOLAMENTO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DELLA FONDAZIONE EDMUND MACH ISTITUTO AGRARIO DI SAN MICHELE ALL ADIGE (approvato dal Consiglio di amministrazione nella seduta del 29 dicembre 2008) 1 PREMESSA

Dettagli

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA).

Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Regolamento per la disciplina dei servizi a supporto degli studenti con disabilità e con disturbi specifici di apprendimento (DSA). Titolo1 NORME GENERALI Art. 1 Principi generali e finalità del servizio

Dettagli

Istituzione Sistema delle Biblioteche Centri Culturali

Istituzione Sistema delle Biblioteche Centri Culturali ASSESSORATO ALLE POLITICHE CULTURALI Istituzione Sistema delle Biblioteche Centri Culturali Pagina 1 di 10 INDICE ALFABETICO A Accesso ad Internet da parte di minori 10 Accesso al servizio 9 ACCESSO ALLA

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI SCIENZE DELLA STORIA E DELLA DOCUMENTAZIONE STORICA SALE DI LETTURA

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI SCIENZE DELLA STORIA E DELLA DOCUMENTAZIONE STORICA SALE DI LETTURA REGOLAMENTO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI SCIENZE DELLA STORIA E DELLA DOCUMENTAZIONE STORICA SALE DI LETTURA La Biblioteca è dotata di due sale per lo studio e la consultazione per complessivi 100 posti.

Dettagli

REGOLAMENTO QUADRO SU FUNZIONI E SERVIZI DELLE BIBLIOTECHE DI ATENEO

REGOLAMENTO QUADRO SU FUNZIONI E SERVIZI DELLE BIBLIOTECHE DI ATENEO REGOLAMENTO QUADRO SU FUNZIONI E SERVIZI DELLE BIBLIOTECHE DI ATENEO (emanato con D.R. n.706, prot. n. 12352-I/3 del 11.06.2010) Art. 1. Funzioni delle Biblioteche Art. 2. Calendario e orari Art. 3. Accesso

Dettagli

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO BIBLIOTECA DI OGGIONO SERVIZI MULTIMEDIALI REGOLAMENTO PER L ACCESSO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale In data 27.09.2005 N 71 Approvazione tariffe

Dettagli

REGOLAMENTO SULL'USO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI ORISTANO

REGOLAMENTO SULL'USO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI ORISTANO REGOLAMENTO SULL'USO DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DI ORISTANO I SERVIZI DELLA BIBLIOTECA Informazione bibliografica e consulenza Consultazione, lettura, studio Lettura di quotidiani e riviste Accesso ad

Dettagli

BIBLIOTECA DI SCIENZE DELL ANTICHITÀ

BIBLIOTECA DI SCIENZE DELL ANTICHITÀ BIBLIOTECA DI SCIENZE DELL ANTICHITÀ Regolamento 1. Orario di apertura e modalità di consultazione. 1.1 La Biblioteca del Dipartimento di Scienze storiche, archeologiche, antropologiche dell'antichità,

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE NORME DI FUNZIONAMENTO DELLA RETE BIBLIOTECARIA INDICE Art. 1 - Oggetto e definizioni pag. 3 Art. 2 - Iscrizione al servizio prestito pag. 3 Art. 3 - Modalità di iscrizione

Dettagli

MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE. CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI

MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE. CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI MIUR ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE CONSERVATORIO DI MUSICA GIOVANNI PIERLUIGI DA PALESTRINA Piazza E. Porrino, 1 CAGLIARI REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA Parere del Consiglio Accademico del 23/05/2011

Dettagli

CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO

CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO CONDIZIONI E NORME DI UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET IN BIBLIOTECA (approvate con D.D. 159 del 27.03.2008) L utente che intende usufruire del collegamento internet, sia attraverso i pc messi a disposizione

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA

REGOLAMENTO BIBLIOTECA REGOLAMENTO BIBLIOTECA di INGEGNERIA Art. 1) Art.2) Art. 3) Art. 4) Art. 5) Art. 6) Art. 7) Art. 8) La Biblioteca di Ingegneria mette a disposizione dell utenza un organica raccolta di periodici, libri

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SALA DI STUDIO 1

REGOLAMENTO DELLA SALA DI STUDIO 1 REGOLAMENTO DELLA SALA DI STUDIO 1 1. Modalità di accesso in Sala di studio La Sala di studio è aperta agli studiosi che svolgono ricerche sulla documentazione conservata dalla Fondazione Isabella Scelsi.

Dettagli

Regolamento della Biblioteca A. Scontrino. Art.1 - Norme generali

Regolamento della Biblioteca A. Scontrino. Art.1 - Norme generali Prot. n. 2070/A5 Trapani, 18/04/2013 Regolamento della Biblioteca A. Scontrino Art.1 - Norme generali La Biblioteca del Conservatorio di Musica A. Scontrino di Trapani è una biblioteca di istituto specializzata

Dettagli

Regolamento utilizzo Laboratori di Informatica

Regolamento utilizzo Laboratori di Informatica Allegato K-4 Regolamento utilizzo Laboratori di Informatica Art.1 Premessa L istituto promuove la piena e completa fruizione dei laboratori informatici da parte degli studenti e dei docenti. Tale utilizzo

Dettagli

Biblioteca Civica Regolamento del Servizio

Biblioteca Civica Regolamento del Servizio COMUNE DI LOMBARDORE Provincia di Torino Biblioteca Civica Regolamento del Servizio I ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO I. 1 - mercoledì 15.00-18.00 / Sabato 9.00-12.00 I. 2 Si prevede una chiusura del servizio

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DELL ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DELL ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA DELL ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA Art. 1 - Patrimonio e finalità La Biblioteca dell Accademia Teatro alla Scala possiede testi specialistici, musica a stampa, libretti per musica

Dettagli

Condizioni Generali di Utilizzo della piattaforma DuDag

Condizioni Generali di Utilizzo della piattaforma DuDag Condizioni Generali di Utilizzo della piattaforma DuDag Premesso che a) La piattaforma DuDag.com ( Dudag ), reperibile all indirizzo web www.dudag.com ( Sito Web ), è una piattaforma web di e-commerce

Dettagli

COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA

COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA Approvato con Delibera Comunale N.26 del 27-09-2012 INDICE Titolo I: Finalità e compiti della Biblioteca Art.1 - Istituzioni e Finalità

Dettagli

Modalità ACCESSO. L accesso alla Biblioteca è consentito, di norma:

Modalità ACCESSO. L accesso alla Biblioteca è consentito, di norma: ACCESSO L accesso alla Biblioteca è consentito, di norma: a docenti, studenti e personale tecnico-amministrativo dell Università di Tor Vergata a studenti iscritti alla Facoltà di Economia dell'università

Dettagli

Regolamento di sede Corsi diurni triennali

Regolamento di sede Corsi diurni triennali Regolamento di sede Corsi diurni triennali Orario di apertura ed accesso L Istituto è aperto dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore 22.00. Eventuali variazioni d orario saranno comunicate dalla

Dettagli

CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S.

CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S. ISTITUTO AGRARIO DI SAN MICHELE ALL ADIGE CRITERI E MODALITA OPERATIVE PER L ACCESSO E L UTILIZZO DEI SERVIZI INFORMATICI E TELEMA- TICI DELLA RETE DELL ISTITUTO AGRARIO S.MICHELE ALL ADIGE INFORMATIVA

Dettagli

ORDINE degli AVVOCATI di MILANO. Regolamento della Biblioteca Avv. Giorgio AMBROSOLI

ORDINE degli AVVOCATI di MILANO. Regolamento della Biblioteca Avv. Giorgio AMBROSOLI ORDINE degli AVVOCATI di MILANO Regolamento della Biblioteca Avv. Giorgio AMBROSOLI Approvato dal Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Milano in data 15 ottobre 2009 DISPOSIZIONI GENERALI L accesso

Dettagli

PIGLIARU TORRES DI PORTO TORRES

PIGLIARU TORRES DI PORTO TORRES COMUNE DI PORTO TORRES PROVINCIA DI SASSARI REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE "ANTONIO PIGLIARU IGLIARU" DI PORTO TORRES TITOLO I - ISTITUZIONE E FINALITA DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Art. 1 Art. 2 TITOLO

Dettagli

LAO srl Le Arti Orafe Jewellery School Via dei Serragli 124-50124 Firenze

LAO srl Le Arti Orafe Jewellery School Via dei Serragli 124-50124 Firenze Pagina 1 di SCOLASTICO La scuola è improntata a regole di civile convivenza e reciproco rispetto tra tutte le persone coinvolte, allievi, docenti e staff. Ove si verificassero episodi di intolleranza personale,

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA DELL UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA

REGOLAMENTO BIBLIOTECA DELL UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA REGOLAMENTO BIBLIOTECA DELL UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA La Biblioteca dell Università Iuav di Venezia (di seguito, Biblioteca Iuav) assieme a tutte le altre strutture e fondi bibliografici e documentali

Dettagli

I.S.I.S.S. G.B.CERLETTI CONEGLIANO

I.S.I.S.S. G.B.CERLETTI CONEGLIANO ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE "G.B. Cerletti" I.T.A. G.B. Cerletti - con ordinamento speciale per la viticoltura e l enologia di CONEGLIANO TV I.P.A.A. G. Corazzin di CONEGLIANO TV

Dettagli

Università degli Studi di Perugia Centro Servizi Bibliotecari REGOLAMENTO DEI SERVIZI BIBLIOTECARI

Università degli Studi di Perugia Centro Servizi Bibliotecari REGOLAMENTO DEI SERVIZI BIBLIOTECARI Università degli Studi di Perugia Centro Servizi Bibliotecari REGOLAMENTO DEI SERVIZI BIBLIOTECARI Art. 1 Finalità Il Centro Servizi Bibliotecari (CSB), nell ambito della missione istituzionale dell Ateneo,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL SERVIZIO PREAMBOLO

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL SERVIZIO PREAMBOLO CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL SERVIZIO PREAMBOLO Le condizioni generali di utilizzo del Servizio qui di seguito trascritte (di seguito Condizioni Generali ) disciplinano il servizio per la prenotazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA IMT

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA IMT REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA IMT Articolo 1 - Funzioni 1 Articolo 2 - Attività della Biblioteca 1 Articolo 3 - Definizione utenti 2 Articolo 4 - Servizi 2 Articolo 5 - Norme di ammissione 2 Articolo 6

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO

SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO DI ISTITUTO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ART. 1 NORME DI COMPORTAMENTO OGNI ALUNNO È TENUTO AL MASSIMO RISPETTO DELLE PERSONE E DELL AMBIENTE

Dettagli

Regolamento produzioni

Regolamento produzioni Regolamento produzioni All inizio di ogni anno il Direttore, insieme all Ufficio Produzioni, predispone la progettazione di tutte le attività di esercitazione produttiva che portano alla realizzazione

Dettagli

BIBLIOTECA DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA CARTA DEI SERVIZI

BIBLIOTECA DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA CARTA DEI SERVIZI BIBLIOTECA DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA CARTA DEI SERVIZI [come da Schema Quadro del Regolamento per le Biblioteche a gestione autonoma art. 8 comma a, b, c, d, e, f] Indice 1. PREMESSA pag. 3 1.1 FINALITA

Dettagli

IED Cagliari mette in palio 5 borse di studio a copertura del 50% della retta di frequenza.

IED Cagliari mette in palio 5 borse di studio a copertura del 50% della retta di frequenza. TEMA DEL CONCORSO LE TUE IDEE. AL LAVORO. DA SUBITO. Come partecipare Rappresenta con creatività la tua idea usando gli strumenti che ti sono più congeniali. I partecipanti dovranno sviluppare il loro

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2015 2016

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2015 2016 MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2015 2016 CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO Design Graphic Design Applicazioni Digitali per le Arti Visive Progettazione Multimediale OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AD INTERNET

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AD INTERNET REGOLAMENTO PER L ACCESSO AD INTERNET della Biblioteca Comunale Approvato con delibera del Consiglio Comunale nr. 53 del 30/11/2006 REGOLAMENTO PER L ACCESSO AD INTERNET della biblioteca comunale INDICE

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI I LIVELLO IN GIORNALISMO NELL ERA DIGITALE

MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI I LIVELLO IN GIORNALISMO NELL ERA DIGITALE D.R. n.1043/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT Facoltà di Scienze Politiche Scuola di Giornalismo MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI I LIVELLO IN GIORNALISMO NELL

Dettagli

BIBLIOTECA COMUNALE DI NIBIONNO

BIBLIOTECA COMUNALE DI NIBIONNO BIBLIOTECA COMUNALE DI NIBIONNO SERVIZIO INTERNET Regolamento per l accesso ART. 1 OBIETTIVI DEL SERVIZIO INTERNET 1.1 La Biblioteca Comunale di Nibionno desidera fornire agli utenti l accesso all'informazione

Dettagli

CONDIZIONI PARTICOLARI RELATIVE A SOLUZIONI DI MESSAGGISTICA COLLABORATIVA HOSTED EXCHANGE 2013. Versione del 03 Ottobre 2013

CONDIZIONI PARTICOLARI RELATIVE A SOLUZIONI DI MESSAGGISTICA COLLABORATIVA HOSTED EXCHANGE 2013. Versione del 03 Ottobre 2013 CONDIZIONI PARTICOLARI RELATIVE A SOLUZIONI DI MESSAGGISTICA COLLABORATIVA HOSTED EXCHANGE 2013 Definizioni: Versione del 03 Ottobre 2013 Account: spazio di Messaggistica in collaborazione creato dal Cliente

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA E DELLE POSTAZIONI MULTIMEDIALI

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA E DELLE POSTAZIONI MULTIMEDIALI COMUNE DI SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO PROVINCIA DI BOLOGNA VIA ROMA,39 40048 SAN BENEDETTO VAL DI SAMBRO TEL.0534/95026 FAX 0534/95595 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA E DELLE POSTAZIONI MULTIMEDIALI Approvato

Dettagli

REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI

REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI UNIVERSITA' DEGLI STUDI - L'AQUILA Sistema Bibliotecario di Ateneo REGOLAMENTO QUADRO DEI SERVIZI Approvato dal Consiglio per il Sistema Bibliotecario di Ateneo in data 12 dicembre 2005 REGOLAMENTO QUADRO

Dettagli

Centro di Cultura Ecologica - Archivio Ambientalista. Biblioteca "Fabrizio Giovenale" REGOLAMENTO. sull'uso dei servizi in Biblioteca

Centro di Cultura Ecologica - Archivio Ambientalista. Biblioteca Fabrizio Giovenale REGOLAMENTO. sull'uso dei servizi in Biblioteca REGOLAMENTO sull'uso dei servizi in Biblioteca Il Centro di Cultura Ecologica è gestito dall'ati LIPU-Casale Podere Rosa per conto di: Comune di Roma Dipartimento X Politiche Ambientali e Agricole Dipartimento

Dettagli

Regolamento. sulla gestione e l utilizzo delle reti informatiche e sulle strutture multimediali. dell Istituto Comprensivo di Capraia e Limite

Regolamento. sulla gestione e l utilizzo delle reti informatiche e sulle strutture multimediali. dell Istituto Comprensivo di Capraia e Limite 1 Regolamento sulla gestione e l utilizzo delle reti informatiche e sulle strutture multimediali dell Istituto Comprensivo di Capraia e Limite 2 Premessa: Il presente regolamento deve essere un punto di

Dettagli

Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti

Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti Regolamento della Biblioteca del Liceo Ginnasio E.Q.Visconti PREMESSA Il presente regolamento, approvato dal C. d I in data 18 Settembre 2014, ha carattere transitorio, valido fino al completamento dei

Dettagli

Procedure di Ammissione e Immatricolazione

Procedure di Ammissione e Immatricolazione Procedure di Ammissione e Immatricolazione Corsi Biennali di Secondo Livello Master Accademico di Primo Livello STUDENTI ITALIANI 2015/2016 INDICE AMMISSIONE... p. 5 CONTRIBUTI E TASSE... p. 6 BORSE DI

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI PARTECIPAZIONE

CONDIZIONI GENERALI DI PARTECIPAZIONE CONDIZIONI GENERALI DI PARTECIPAZIONE PERCORSI BREVI DI ALTA SPECIALIZZAZIONE IN MANAGEMENT ALBERGHIERO INTERNAZIONALE Art 1 : Definizione delle parti : Le presenti condizioni generali di partecipazione

Dettagli

EdISU Ente per il Diritto allo Studio Universitario

EdISU Ente per il Diritto allo Studio Universitario EdISU Ente per il Diritto allo Studio Universitario Regolamento delle Comunita Studentesche PRINCIPI E FINALITA Art. 1 Il Collegio (la Residenza) rappresenta il luogo in cui gli alunni, senza alcuna distinzione

Dettagli

FAQ DOTTORATI DI RICERCA

FAQ DOTTORATI DI RICERCA i UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FAQ DOTTORATI DI RICERCA 1) Quali sono le norme che disciplinano il Dottorato di Ricerca? 2) Come posso accedere al Dottorato di Ricerca? 3) Quali sono i requisiti

Dettagli

Carta dei servizi. Biblioteca Comunale di Campegine

Carta dei servizi. Biblioteca Comunale di Campegine Carta dei servizi Biblioteca Comunale di Campegine CHE COS E LA CARTA DEI SERVIZI? Nella Carta dei Servizi ogni soggetto erogatore di un servizio pubblico individua predefinisce e rende noti all esterno

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO Art.1 Oggetto dell accordo a- Le parti stipulano alle condizioni descritte un contratto della durata di un anno per i servizi espressamente scelti dal CLIENTE,

Dettagli

Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento per gli utenti

Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento per gli utenti Biblioteca della Libera Università di Bolzano Regolamento per gli utenti (approvato con delibera n. 107 della Giunta della Libera Università di Bolzano del 19/11/2003) Indice A Principi generali... 3 Art.

Dettagli

CENTRO GIOVANILE DOMENICANO - SERVIZIO BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI FUNZIONE-GESTIONE E CARTA DEI SERVIZI

CENTRO GIOVANILE DOMENICANO - SERVIZIO BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI FUNZIONE-GESTIONE E CARTA DEI SERVIZI CENTRO GIOVANILE DOMENICANO - SERVIZIO BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI FUNZIONE-GESTIONE E CARTA DEI SERVIZI Ubicazione e recapiti: via del Lavoro 15, 09047 Selargius Tel. 070-846083 Fax 070.8488027 e-mail:

Dettagli

Regolamento dei servizi della Biblioteca di Economia e Management

Regolamento dei servizi della Biblioteca di Economia e Management Regolamento dei servizi della Articolo 1 Disposizioni generali 1. Il presente regolamento disciplina l'erogazione dei servizi della Biblioteca di Economia e Management, istituita con decreto rettorale

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Del Servizio Bibliotecario Integrato,

CARTA DEI SERVIZI. Del Servizio Bibliotecario Integrato, CARTA DEI SERVIZI Del Servizio Bibliotecario Integrato, Attuale orario: apertura dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00, e il martedì e il giovedì dalle 14.00 alle 17.00, chiusa il lunedì I principi

Dettagli

Biblioteca di Area Scientifica Carta dei Servizi

Biblioteca di Area Scientifica Carta dei Servizi Biblioteca di Area Scientifica Carta dei Servizi NORME GENERALI La carta dei servizi definisce tutti i servizi che la Biblioteca si impegna ad erogare, le loro modalità d uso, le forme di controllo e le

Dettagli

Titolo documento Titolo documento. Benvenuti in Biblioteca!

Titolo documento Titolo documento. Benvenuti in Biblioteca! ASSESSORADU DE S ISTRUTZIONE PÙBLICA, BENES CULTURALES, INFORMATZIONE, ISPETÀCULU E ISPORT ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Direzione Generale dei

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER TITOLI E COLLOQUIO

AVVISO PUBBLICO PER TITOLI E COLLOQUIO Azienda Ospedaliera S. Antonio Abate di Gallarate Sede Legale: Largo Boito n 2 21013 GALLARATE (VA) Tel. 0331 751.111 Codice Fiscale Partita IVA: 02411250125 AVVISO PUBBLICO PER TITOLI E COLLOQUIO Si rende

Dettagli

BIBLIOTECA DELL AREA LETTERARIA STORICA FILOSOFICA. http://lettere.biblio.uniroma2.it/ REGOLAMENTO

BIBLIOTECA DELL AREA LETTERARIA STORICA FILOSOFICA. http://lettere.biblio.uniroma2.it/ REGOLAMENTO BIBLIOTECA DELL AREA LETTERARIA STORICA FILOSOFICA http://lettere.biblio.uniroma2.it/ REGOLAMENTO 1) L accesso alla Biblioteca è consentito all intera comunità universitaria secondo le seguenti modalità:

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE ------------------------------------------------------------------------------------------------------------- REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

BIBLIOTECA SCOLASTICA

BIBLIOTECA SCOLASTICA BIBLIOTECA SCOLASTICA REGOLAMENTO Art. 1 - Principi generali La Biblioteca Centro di Documentazione dell'i.i.s. "E. De Nicola", è un servizio culturale mediante il quale la Scuola persegue la promozione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELL AULA INFORMATICA

REGOLAMENTO PER L USO DELL AULA INFORMATICA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONINO CAPONNETTO Via Socrate, 11 90147 PALERMO 091-533124 Fax 091-6914389 - c.f.: 97164800829 cod. Min.: PAIC847003 email: paic847003@istruzione.it

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACCESSO AI SERVIZI ON LINE OFFERTI DAL GRUPPO POSTE ITALIANE (REGISTRAZIONE) E DEL SERVIZIO BACHECA

CONDIZIONI GENERALI DI ACCESSO AI SERVIZI ON LINE OFFERTI DAL GRUPPO POSTE ITALIANE (REGISTRAZIONE) E DEL SERVIZIO BACHECA CONDIZIONI GENERALI DI ACCESSO AI SERVIZI ON LINE OFFERTI DAL GRUPPO POSTE ITALIANE (REGISTRAZIONE) E DEL SERVIZIO BACHECA Art. 1 Oggetto 1. Le presenti condizioni generali (di seguito Condizioni ), di

Dettagli

REGOLAMENTO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA

REGOLAMENTO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA REGOLAMENTO DEL LABORATORIO DI INFORMATICA 1. Il LICEO Madre Mazzarello promuove la piena e completa fruizione del laboratorio di informatica da parte degli alunni e dei docenti. Tale utilizzo deve garantire

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ESAME DI LAUREA

DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ESAME DI LAUREA DOMANDA DI AMMISSIONE ALL ESAME DI LAUREA Marca da bollo da 16,00 DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E MANAGEMENT CORSI DI LAUREA QUADRIENNALE V.O. Al Magnifico Rettore dell'università degli Studi di Brescia Il/la

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE E FORMAZIONE STUDENTI ED ATTIVITA INTERNAZIONALI Settore II D.R. n. 711 A. A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE E FORMAZIONE STUDENTI ED ATTIVITA INTERNAZIONALI Settore II D.R. n. 711 A. A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE E FORMAZIONE STUDENTI ED ATTIVITA INTERNAZIONALI Settore II D.R. n. 711 A. A. 2009/2010 Bando di ammissione al corso di laurea in SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI SIRACUSA IL DIRETTORE GENERALE. In esecuzione della deliberazione n. 111 del 03.02.2012

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI SIRACUSA IL DIRETTORE GENERALE. In esecuzione della deliberazione n. 111 del 03.02.2012 REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI SIRACUSA IL DIRETTORE GENERALE In esecuzione della deliberazione n. 111 del 03.02.2012 dichiarata immediatamente esecutiva; RENDE NOTO CHE E INDETTO PUBBLICO

Dettagli

Regolamento del Laboratorio Didattico Sperimentale (LADISPE) Dipartimento di Automatica e Informatica

Regolamento del Laboratorio Didattico Sperimentale (LADISPE) Dipartimento di Automatica e Informatica Regolamento del Laboratorio Didattico Sperimentale (LADISPE) Dipartimento di Automatica e Informatica 1. Norme generali 1.1. Il LADISPE è un laboratorio in cui l'attività didattica sperimentale è preminente.

Dettagli

CENTRO ITALIANO DI STUDI SUPERIORI PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO IN GIORNALISMO RADIOTELEVISIVO SCUOLA DI GIORNALISMO RADIOTELEVISIVO PERUGIA

CENTRO ITALIANO DI STUDI SUPERIORI PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO IN GIORNALISMO RADIOTELEVISIVO SCUOLA DI GIORNALISMO RADIOTELEVISIVO PERUGIA CENTRO ITALIANO DI STUDI SUPERIORI PER LA FORMAZIONE E L AGGIORNAMENTO IN GIORNALISMO RADIOTELEVISIVO SCUOLA DI GIORNALISMO RADIOTELEVISIVO PERUGIA SELEZIONE PER L'AMMISSIONE AL XII CORSO BIENNALE IN GIORNALISMO

Dettagli

Carta dei Servizi della Biblioteca della Banca Popolare dell Emilia Romagna

Carta dei Servizi della Biblioteca della Banca Popolare dell Emilia Romagna Carta dei Servizi della Biblioteca della Banca Popolare dell Emilia Romagna 1. PREMESSA a. Finalità della Biblioteca b. Regolamento e Carta dei Servizi c. Principi d. Promozione e attività culturali e.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI della Biblioteca Comunale Isabella Canali Andreini di NOVENTA PADOVANA

CARTA DEI SERVIZI della Biblioteca Comunale Isabella Canali Andreini di NOVENTA PADOVANA CARTA DEI SERVIZI della Biblioteca Comunale Isabella Canali Andreini di NOVENTA PADOVANA (Approvata con deliberazione della Giunta Comunale n. 115 del 18.12.2009) Denominazione ed elementi identificativi:

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ABBONAMENTO. 1. Definizioni

TERMINI E CONDIZIONI DI ABBONAMENTO. 1. Definizioni TERMINI E CONDIZIONI DI ABBONAMENTO 1. Definizioni a) Nei presenti Termini e Condizioni di Abbonamento, nel Modulo di Iscrizione, nei Regolamenti e in qualsiasi altro documento emanando ai sensi del Contratto,

Dettagli

Per i seguenti servizi è necessaria l iscrizione o l abilitazione della tessera di altra biblioteca del Polo Bibliotecario Bolognese:

Per i seguenti servizi è necessaria l iscrizione o l abilitazione della tessera di altra biblioteca del Polo Bibliotecario Bolognese: BIBLIOTECA COMUNALE DI MONTE SAN PIETRO CARTA DEI SERVIZI Le Finalità della Biblioteca di Monte San Pietro La Biblioteca Comunale di Monte San Pietro è una biblioteca di informazione generale che concorre

Dettagli

Oggetto: Disposizioni di inizio anno scolastico 2015/16

Oggetto: Disposizioni di inizio anno scolastico 2015/16 Circolare n. 6/15 Cesena, 12/09/2015 ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO Oggetto: Disposizioni di inizio anno scolastico 2015/16 - Agli studenti e per loro tramite ai genitori E p.c.: ai Docenti dell Istituto

Dettagli

C. Esami. Testi d esame (e biblioteca), appelli, statini, prenotazioni, prove scritte, etc.

C. Esami. Testi d esame (e biblioteca), appelli, statini, prenotazioni, prove scritte, etc. C. Esami Testi d esame (e biblioteca), appelli, statini, prenotazioni, prove scritte, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (VERSIONE STAMPABILE) C1. IN QUALI PERIODI DELL ANNO CI SONO GLI ESAMI? C2. QUANDO POSSO

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO CERETANO SABATINO REGOLAMENTO DELLE BIBLIOTECHE TITOLO I FINALITA E COMPITI

SISTEMA BIBLIOTECARIO CERETANO SABATINO REGOLAMENTO DELLE BIBLIOTECHE TITOLO I FINALITA E COMPITI SISTEMA BIBLIOTECARIO CERETANO SABATINO REGOLAMENTO DELLE BIBLIOTECHE TITOLO I FINALITA E COMPITI ART. 1 Le Biblioteche del SBCS garantiscono a tutti il diritto di accesso alla cultura e all informazione

Dettagli

Disciplinare per il funzionamento e la gestione della Biblioteca della Giunta Regionale d Abruzzo L Aquila

Disciplinare per il funzionamento e la gestione della Biblioteca della Giunta Regionale d Abruzzo L Aquila Disciplinare per il funzionamento e la gestione della Biblioteca della Giunta Regionale d Abruzzo L Aquila CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Finalità) 1. Il presente disciplinare è diretto a regolamentare

Dettagli

COMUNE DI VARANO DÉ MELEGARI. (Provincia di Parma)

COMUNE DI VARANO DÉ MELEGARI. (Provincia di Parma) COMUNE DI VARANO DÉ MELEGARI (Provincia di Parma) ***************** REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE 1 INDICE CAPO PRIMO : Istituzione e finalità del servizio Art. 1- Finalità del servizio Art. 2 Cooperazione

Dettagli