Manuale di utilizzo software. e-xflow

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale di utilizzo software. e-xflow"

Transcript

1 Manuale di utilizzo software e-xflow PG Protocollo e Corrispondenza e-xflow XX - AMMINISTRAZIONE SISTEMA e-xflow PG PROTOCOLLO GENERALE E CORRISPONDENZA MAGGIOLI Spa - B.U. Informatica Assistenza Segreteria e Ufficio Tecnico Via Bornaccino, Santarcangelo di Romagna Web: - Tel. 0541/ Fax 0541/621153

2 Indice generale: Introduzione Ambiente e-xflow pag. 3 Applicativo e-xflow XX pag. 4 Struttura menù pag. 5 Utilizzo applicativo pag. 6 Applicativo e-xflow PG pag. 14 Struttura menù pag. 15 Utilizzo applicativo pag. 16 2

3 Il sistema e-xflow AMBIENTE e-xflow Il sistema e-xflow consiste in un insieme di moduli applicativi rivolti alla gestione di Atti Amministrativi ed Eventi Territoriali nell ambito della Pubblica Amministrazione. Tutte le applicazioni settoriali, infatti, sono basate su due motori principali: Anagrafe Territoriale (ATOM) e Workflow Atti e Procedimenti Amministrativi (RIDE). Il primo provvede a fornire un'unica base informativa relativamente alle componenti oggettive del patrimonio informativo dell Ente, quali l Archivio Generale comprendente Persone Fisiche e Giuridiche, la Toponomastica, il Catasto, le Zonizzazioni Amministrative e di governo del territorio, nonché tutti gli Oggetti e gli Eventi Territoriali che possono essere definiti e gestiti in modo dinamico. Il Workflow è rivolto alla gestione di tutte le azioni che vengono svolte all interno delle strutture organizzative, provvede alla definizione ed al disegno dei procedimenti burocratici, guidando in modo semplice gli utenti finali sulle attività da svolgere, sulla composizione del fascicolo, sul riconoscimento degli atti e dei soggetti coinvolti. In pratica il pacchetto applicativo e-xflow comprende una serie di applicativi utili alle varie esigenze degli enti pubblici quali ad esempio la protocollazione, la stesura di atti deliberativi, la gestione delle pratiche edilizie e dei lavori pubblici, e molte altre applicazioni. Tutti gli applicativi sono però legati fra di loro dalla stessa struttura di base quale: - l organigramma dell ente pubblico - le strutture logistiche - l archivio persone fisiche e giuridiche, classificazione di città, comuni, strade - gli utenti che utilizzano l ambiente e-xfow - l identificazione dell ente pubblico All avvio di ciascun applicativo è richiesto accedere con un Utente ed una Password. Di default si entra con utente 1, password 1. E ovviamente possibile gestire e modificare Utenti e relative Password. Per modificare la password in modo rapido basta inserire il proprio utente, la rispettiva password già esistente e la password Nuova che si vuole creare. Reinserirla poi per dare la conferma E confermare l aggiornamento alla nuova password La nuova password deve avere lunghezza compresa tra i 4 e 16 caratteri. 3

4 e-xflow XX La struttura di base è in parte già precaricata, come l elenco dei comuni ad esempio, in parte invece và gestita prima di cominciare ad utilizzare il programma, come la creazione dell organigramma. Punto forte di questo pacchetto applicativo è appunto questa flessibilità nell aver possibilità di crearsi un ambiente di lavoro come si vuole, del tutto variabile. Per gestire queste strutture base si utilizza un applicativo comune a tutti gli altri, e cioè l Amministratore di Sistema ovvero e-xflow XX, il quale file eseguibile è presente nella cartella C:\SigPrd\Exe\LAMAXX.exe Di seguito è descritto com è strutturato il menù. 4

5 Struttura menù Strutture Organizzative Organigramma Strutture Logistiche Gestione Accessi Sistema Uscita? Utenti Processi Applicativi Identificazione Analisi Variazioni Tabelle decodifica (complete) Sommario Cerca Uso della Guida Informazioni su Indice Generale 5

6 Strutture Organizzative Organigramma Utilizzo e-xflow XX L organigramma è la struttura delle persone fisiche presenti nella struttura. E un ambiente completamente flessibile ed è suddiviso in Strutture e Funzionari. Le strutture raggruppano più funzionari. Per creare una nuova struttura all interno dell organigramma è sufficiente posizionarsi sotto la voce organigramma e cliccare sul bottone Nuova. A questo punto inserire la descrizione della struttura e la relativa data di inizio validità. Il campo data è valido per date comprese dal 01/01/1800. A questo punto è sufficiente cliccare sul bottone Inserisci. Possiamo anche inserire una struttura all interno di un altra, basta posizionarsi sopra e ripetere il procedimento. Per inserire un funzionario, ovvero una persona fisica, all interno di una struttura ci posizioniamo sulla medesima, andiamo nella scheda funzionari e clicchiamo sul bottone Nuovo. Ora dobbiamo inserire il nominativo del funzionario andandolo a prelevare da un elenco. Il programma propone quindi una maschera di ricerca per ricercare il nominativo e i rispettivi dati. 6

7 Se la ricerca, con la possibilità di inserire anche solo le iniziali, non viene trovata, ha esito negativo il programma propone la maschera del risultato della ricerca vuota e significa che la persona non è presente in archivio. Bisogna allora inserire una nuova persona tramite il tasto Nuova. Il programma a questo punto chiede di selezionare se la persona è fisica o giuridica perché sono gestite su due archivi differenti. Si consiglia di inserire tutte le persone in un solo archivio per facilitare poi la ricerca. A questo punto si apre la maschera per inserire i dati relativi alla persona. E obbligatorio riempire tutti i campi per poter inserire la persona. I primi campi si riempiono normalmente, il campo relativo al codice fiscale invece si riempie in automatico una volta inseriti tutti gli altri dati cliccando sul bottone a fianco Per inserire il comune di nascita bisogna cliccare sul bottone sfoglia, si apre dunque nuovamente la maschera di ricerca per trovare il comune in archivio. Se il comune non è presente è possibile inserirne uno nuovo. 7

8 Il campo seguente è relativo alla residenza, anche qui l inserimento è similare al precedente, cliccando infatti sul bottone sfoglia si apre la maschera di ricerca e se non viene trovato niente si deve inserire un nuovo indirizzo. Tramite il tasto Seleziona è inoltre possibile selezionare graficamente la strada interessata, se ovviamente è stata inserita la cartografia di quel comune. L ultimo campo è quello della Data Validità, ha la stessa funzionalità di quello incontrato in precedenza. Riempiti tutti i campi e controllati si clicca sul bottone Inserisci e si ritorna alla maschera dell organigramma. Ora verrà visualizzato il nominativo della persona, non ci resta che inserire la Carica/Mansione e ciccare sul bottone Inserisci. Utile anche il comando Trova presente in alcune maschere dell ambiente e-xflow, il quale permette di rintracciare parole o iniziali nella finestra visualizzata. E sufficiente inserire il parametro da identificare e cliccare sul tasto a fianco Menù e-xflow XX 8

9 Strutture Organizzative Strutture Logistiche Da questo menù si inserisce la struttura fisica dell ente pubblico e dei vari edifici collegati. Per inserire un edificio ci clicchiamo sul bottone Nuovo, inseriamo la descrizione e la localizzazione prendendola dall elenco delle vie, se l indirizzo non è presente lo creiamo. Clicchiamo infine sul bottone Inserisci. Per inserire invece un nuovo locale ci posizioniamo sull edificio e andiamo nella scheda Locali, clicchiamo sul bottone Nuovo, inseriamo il numero il piano e la descrizione. Per inserire la struttura di appartenenza viene richiamato l organigramma. Per confermare clicchiamo infine su Inserisci. Menù e-xflow XX 9

10 Gestione Accessi Utenti Tramite questo menù è possibile stabilire a quali utenti è possibile l accesso ai vari applicativi e-xflow. E possibile infatti creare un numero chiuso di utenti con le rispettive password e abilitare poi agli stessi limitazioni sugli accessi agli applicativi, su alcuni menù, oppure consentire l accesso alle procedure in sola consultazione con una flessibilità completa. Per creare un nuovo utente è sufficiente cliccare sul tasto Nuovo, inserire il Nome dell utente e la rispettiva password da assegnare. Nel campo Funzionario inserire poi chi è la persona fisica che utilizza e-xflow con tale utente cliccando sul tasto sfoglia e andandolo a prelevare dall organigramma. A questo punto clicchiamo sul tasto Inserisci. Ora assegniamo le rispettive limitazioni all utente creato cliccando sul tasto Applicazioni. 10

11 Si apre una maschera nella quale andremo a selezionare gli applicativi che vogliamo abilitare e i rispettivi sottomenù. Ciascuna voce la possiamo abilitare come Solo accesso o come Accesso e modifica oppure disabilitato Nessun Accesso. Il pallino a fianco della voce si colora di bianco se è disabilitato, di giallo se è consentito solo l accesso e di verde se è abilitato ad accesso e modifica. Se vogliamo abilitare direttamente tutte le voci e quindi avere un utente con il controllo completo, ad esempio un Amministratore di sistema, mettiamo il segno di spunta sul bottone Dba Una volta definiti gli accessi per l utente cliccare sul bottone Modifica per salvare le impostazioni. Menù e-xflow XX Gestione Accessi Processi Applicativi E possibile modificare e/o creare una nuova voce nei processi applicativi. Queste voci compaiono nella lista delle limitazioni per utente nel menù Accessi visto in precedenza. E possibile definire i processi rispettivi ai diversi applicativi separatamente. Per l inserimento o la modifica il procedimento è similare a quello prima descritto. Utilizzare questa voce di menù solamente tramite nostro Servizio di Assistenza. Menù e-xflow XX 11

12 Sistema Identificazione Per identificazione si intende definire i dati principali dell ente che utilizza il programma. Più in particolare si definiscono Denominazione, Indirizzo, Responsabile di Sistema. Inoltre è possibile definire il comune e la località dell ambito locale dell archivio generale (quello dove sono presenti le persone fisiche, i comuni, le strade, vie piazze ecc...). Per modificare i dati inseriti riempire i vari campi e cliccare sul bottone Aggiorna. Sistema Analisi Variazioni Menù e-xflow XX Questo menù ci permette di verificare le modifiche che sono state apportate ai vari Strati Logici del Programma, ovvero gli Archivi Comuni a tutti gli applicativi e-xflow come il Database Anagrafico o il Database Territoriale. E possibile quindi vedere tutti i cambiamenti che sono stati apportati a questi archivi, quale utente li ha effettuati e la data di modifica. Inizialmente il programma propone una maschera di ricerca. Da qui è possibile impostare la ricerca secondo alcuni parametri come l identificativo dell utente, l archivio di consultazione o la data di modifica. In seguito alla ricerca il risultato è un elenco di variazioni effettuate dall utente che avevamo selezionato. 12

13 Menù e-xflow XX Sistema Tabelle decodifica (complete) Da questo menù è possibile modificare alcune tabelle presenti nei vari applicativi. Queste tabelle vengono poi richiamate nei vari processi di inserimento dati nella gestione dei vari applicativi. Nella prima schermata possiamo andare a richiamare, modificare o creare una nuova voce, le tabelle rispettive ai vari applicativi. Per accedere alle varie tabelle è sufficiente fare doppio click sopra quella interessata o cliccare sul tasto Componenti. Per modificare una voce ci posizioniamo sopra, effettuiamo le modifiche e clicchiamo sul tasto Modifica. Per creare una voce nuova cliccare su Nuovo, inserire i dati e cliccare su Inserisci. Uscita Tasto di uscita programma Menù e-xflow XX Menù e-xflow XX 13

14 ? Sommario Cerca Uso della Guida Utilità per consultare la guida in linea e-xfow. Menù e-xflow XX? Informazioni su Fornisce informazioni utili per verificare la versione di ogni singolo applicativo. Esiste inoltre un link per collegarsi direttamente al software di posta per inviare mail al servizio di assistenza, con la possibilità di inserire i dati di questa tabella con un semplice comando Incolla. Menù e-xflow XX 14

15 e-xflow PG Questo modulo applicativo è rivolto ad una completa gestione della corrispondenza in arrivo, in uscita ed interna, da parte delle amministrazioni pubbliche, secondo le disposizioni presenti nel D.P.R. n. 428 del 20 ottobre Oltre allo svolgimento delle normali attività organizzative di identificazione, classificazione ed assegnazione della corrispondenza, normalmente affidate all ufficio preposto, questo sistema offre la possibilità di gestire in modo settoriale le operazioni che regolano il flusso documentale. Ciascun funzionario potrà personalmente consultare gli archivi disponibili, accettare corrispondenza assegnata ed, eventualmente assegnare il proprio protocollo settoriale. L applicativo e-xflow PG fornisce un supporto completo per un ente pubblico che deve gestire le operazioni di protocollazione, gestisce dunque tutta registrazione della corrispondenza. L applicativo ha molteplici funzionalità fra le quali ha la possibilità di creare un ambiente del tutto personalizzabile, come ad esempio la stesura del Titolario di Classificazione. Gli archivi di questa applicazione sono interfacciati con gli altri applicativi, se quindi si va ad aggiungere ad esempio una persona fisica in archivio, essa compare anche sugli altri applicativi, viceversa ci troveremo infatti anche la classificazione generale di persone, città, province ecc Fra le potenzialità del programma abbiamo la possibilità di gestire l iter delle pratiche e assegnare la corrispondenza ai vari destinatari, la possibilità di archiviazione ottica del documento originale, la possibilità di ricevere, inviare e protocollare posta elettronica, creare legami fra le pratiche, copiare pratiche già esistenti, numerazione automatica dei protocolli progressiva, ricerca con svariati parametri, stampa del registro, gestione del protocollo di emergenza, possibilità di allegare qualsiasi tipo di file al protocollo, gestione del protocollo riservato. Di seguito è descritta la struttura del programma ed il suo utilizzo. 15

16 Struttura menù Protocollazione Corrispondenza ordinaria certificate Acquisizione ottica (fase di protocollazione) Ricerca Generale Avanzata Log Variazioni Stampe Corrispondenza Strumenti Pers. ambiente Uscita? Statistiche Stampa registro In arrivo In uscita Interna Protocollo d emergenza Titolario di classificazione Classificazione documenti Modelli interni Definizione glossario Tabelle decodifica Opzioni Sommario Cerca Uso della Guida Informazioni su Indice Generale 16

17 Utilizzo e-xflow PG Protocollazione Corrispondenza ordinaria Da questo menù si procede alla fase vera e propria di protocollazione. La prima cosa da stabilire in fase di registrazione della posta è se il documento è in Uscita, in Arrivo o è Interno al comune. Per facilitare la consultazione di questo documento ho suddiviso le principali operazioni di protocollazione per punti. Al termine della protocollazione il programma assegna in automatico il numero progressivo di protocollo, inserisce la data e l ora di registrazione prelevandola dalla data di sistema della macchina Una volta inseriti i dati in un protocollo non sono più modificabili l oggetto, la data e l ora di registrazione, il numero di protocollo, i mittenti/destinatari. Alcune operazioni dopo la protocollazione invece si possono effettuare anche in futuro. Per gli utenti che ne hanno l autorizzazione, responsabili quindi di settore, è possibile la modifica sui campi oggetto e Mittenti/Destinatari inserendo su una tabella le opportune motivazioni, rimane quindi traccia delle modifiche. 17

18 FASE DI PROTOCOLLAZIONE: 1. Creazione nuovo protocollo pag Classificazione documento pag Oggetto del protocollo pag Data di arrivo/partenza atto pag Ora di arrivo/partenza atto pag Data di emissione dell atto pag Allegati pag Modalità invio (tipo corrispondenza) pag Numero protocollo mittente pag Mittente / Destinatario pag Classificazione del Titolario pag Assegnazioni (ITER PRATICHE) pag Protocolla pag. 23 OPERAZIONI DOPO LA PROTOCOLLAZIONE: 14. Protocollo riservato pag Archiviazione Ottica pag Documenti Collegati (legami) pag Annotazioni pag Dettaglio protocollo Riepilogo - Modifiche -GESTIONE ITER delle pratiche (accett,trasf, copia) - Fascicolo pag Timbratura (etichetta) pag Annullare un protocollo pag. 27 FUNZIONI SPECIALI: 21. Funzione copia protocollo pag. 27 1) Per creare un nuovo documento andiamo nel menù Nuovo oppure clicchiamo sull omonimo tasto sulla barra degli strumenti e definiamo il tipo di corrispondenza (Arrivo,Uscita,Interna). 2) Il primo campo da riempire per protocollare è la classificazione documento. Questo non è un campo obbligatorio, comunque è utile per stabilire di che tipo di documento si tratti. Tramite il tasto Sfoglia si accede alla tabella che contiene l archivio di tutti i documenti tipo, archivio che è già presente in installazione ma che comunque si può modificare o implementare con voci nuove. Una volta selezionato il tipo documento, se ci accorgiamo di aver sbagliato, lo eliminiamo dalla selezione tramite il tasto Rimuovi 18

19 Una volta selezionato il documento confermiamo con il tasto OK, con la possibilità di creare una nuova voce o modificarne una esistente. 3) Il campo successivo prevede l inserimento dell oggetto del protocollo. Questo è un campo obbligatorio. In pratica è la descrizione in breve del contenuto del documento con la possibilità di inserire un numero illimitato di caratteri. Si può inserire l oggetto manualmente oppure inserirne uno già precaricato nella tabella del Glossario. Tale tabella la possiamo richiamare cliccando sul tasto Elementi di Glossario. Possiamo così scegliere un oggetto predefinito da inserire nel campo oggetto. 4) Il campo successivo riguarda l inserimento della data di arrivo/partenza dell atto, in automatico il programma inserisce la data corrente (oppure è possibile impostarla da menù Opzioni come predefinita alcuni giorni prima/dopo la protocollazione), è comunque possibile modificarla se il documento che si protocolla è arrivato o stato spedito giorni prima 19

20 5) A fianco c è un campo riservato all ora di arrivo/partenza, non è obbligatorio inserirla 6) Nel campo Emesso il va inserita la data dell atto che si sta protocollando ma non è un campo obbligatorio. 7) Il campo successivo, Allegati, ci permette di inserire qualsiasi tipo di allegato al documento che stiamo protocollando con la possibilità di prelevarlo da qualsiasi percorso, in locale oppure dalla rete. Tramite il tasto Apri possiamo inserire l allegato. Si apre dunque la maschera seguente: Clicchiamo innanzitutto sul bottone Nuovo. Nel campo classificazione inseriamo il tipo di documento (tabella prima descritta). Sotto andiamo ad inserire il file che ci interessa allegare, Nome file associato. Tramite il tasto Sfoglia andiamo a prelevare il nostro file. Nel caso sopra raffigurato è un documento di testo nel percorso C:\. Se il file è corretto clicchiamo sul bottone Inserisci e poi sul tasto OK. Se prima di inserire il file ne vogliamo visualizzare il contenuto è possibile cliccando sul tasto Visualizza file associato. Possiamo inserire anche diversi allegati. A questo punto nella maschera principale del protocollo sarà visualizzato il numero di allegati presenti. 8) Il campo successivo, Modalità invio, riguarda la classificazione della corrispondenza, ovvero di che tipo di posta si tratta, campo non obbligatorio. La si sceglie dal menù a tendina, menù modificabile e/o implementabile da Tabelle Decodifica (Vedi paragrafi successivi) 20

21 9) Il campo a fianco prevede l inserimento del Numero di protocollo del mittente, campo non obbligatorio 10) I campi successivi, campo Mittente e campo Destinatario, sono campi obbligatori e si utilizzano entrambi allo stesso modo. E possibile inserire più Mittenti o più Destinatari. Per inserire una nuova voce clicchiamo sul tasto Sfoglia, per toglierla dall elenco utilizziamo il tasto Rimuovi. Cliccando sul bottone Sfoglia il programma propone di scegliere una persona fisica da Organigramma oppure da Archivio generale. La terza opzione Dettaglio serve a visualizzare i dettagli delle persone già selezionate. Se andiamo a prelevare la persona da Organigramma allora si apre la maschera medesima che ci permette di selezionare la persona che ci interessa. Se andiamo invece a ricercare una persona da archivio generale il programma ci propone innanzitutto la maschera di ricerca dove possiamo inserire il nome o anche solo le iniziali della persona. Se la ricerca ha esito negativo vuole dire che la persona non è presente in archivio, quindi bisogna crearne una nuova. (il procedimento di inserimento di una persona nuova è descritto in precedenza, pagine 6,7,8 Vai ) Ricerca da organigramma Ricerca da Archivio Generale Inseriti destinatari e mittenti il campo successivo riguarda il Titolario di classificazione. 11) Questo campo può essere in opzione obbligatorio o meno. Si consiglia comunque di impostarlo sulla voce obbligatorio dal menù opzioni (vedi paragrafi successivi). Per inserire la classificazione del titolario, è sufficiente selezionare le voci dai menù a tendina. 21

22 In alternativa, tramite il tasto Sfoglia, si apre la maschera del Titolario Da qui è possibile selezionare la voce che ci interessa. E possibile inoltre crearne di nuove o modificare voci già esistenti, operazione che viene di solito fatta dal menù Pers.Ambiente Titolario di classificazione (vedi paragrafi successivi) 12) Il campo successivo è denominato Assegnazioni. Qui vanno inserite le persone interne al comune le quali sono interessate alla consultazione, visione, lettura o firma del documento che stiamo protocollando, vanno inseriti quindi gli assegnatari. Questo è un campo obbligatorio. Ovviamente è possibile assegnare il documento anche a più persone, oppure ad un gruppo che comprende più soggetti, come ad esempio un Ufficio. Gli assegnatari li selezioniamo dall organigramma dell ente. Per inserire gli assegnatari clicchiamo sul tasto sfoglia, si apre la maschera sotto raffigurata: 22

23 La precedente maschera raffigura l organigramma, da qui mettiamo la spunta sulle persone e/o gruppi di persone che sono assegnatari e clicchiamo sul tasto OK. A questo punto il campo Assegnatari si è riempito con le persone selezionate, mettiamo il segno di spunta sulla persona che deve tenere la copia del documento Originale. 13) A questo punto tutti i parametri fondamentali sono stati inseriti, per Protocollare il documento con i dati inseriti cricchiamo sul tasto Protocolla, oppure da menù Protocollazione Protocolla. Per protocollare diamo OK al successivo messaggio di conferma oppure annulliamo l operazione. A questo punto possiamo se vogliamo, acquisire con lo scanner il documento originale ed allegarlo al protocollo, possiamo creare legami fra questo e altri protocolli, possiamo gestire questo documento come protocollo riservato, possiamo inserire eventuali annotazioni. Se ci sono errori possiamo Annullare il documento. 14) Per protocollo riservato si intende dire che nessun altro oltre alle persone a cui abbiamo assegnato il protocollo nella voce Assegnatari può in futuro consultare quel documento. Per modificare il protocollo in protocollo riservato si va nel menù Attività Documento Riservato In alternativa, nella maschera del dettaglio dopo la protocollazione basta cliccare sul tasto Riservato. Prima di procedere il programma chiede di confermare l operazione con un messaggio di conferma Dopo la conferma sul protocollo compare la dicitura RISERVATO di colore blu. 15) Per procedere all Archiviazione Ottica di un documento nel protocollo clicchiamo sul tasto oppure da Menù Attività Acquisisci immagini Si apre un software per l acquisizione ottica dello scanner proprio di e-xflow che si appoggia direttamente sui Driver dello scanner. Tramite questo software è possibile allegare immagini acquisite da scanner oppure anche immagini su file già esistenti. 23

24 L Archiviazione ottica può essere fatta in alternativa anche in un secondo momento da apposito menù. Per acquisire un nuovo documento è sufficiente cliccare sul tasto Acquisisci quindi il software relativo al Driver dello scanner. In alternativa clicchiamo sul tasto Apri selezionare un immagine già esistente. Cliccando sul tasto Aggiungi, si apre per è possibile inserire diverse immagini, tramite il tasto rimuovi le cancelliamo dalla selezione. Questo software offre inoltre la possibilità di zoom sull immagine, di poterla ruotare a piacimento e diverse opzioni su risoluzione immagine e impostazioni della pagina. Permette inoltre di stampare l immagine oppure di esportarla. Una volta inserite le immagini che si intendono inserire nel protocollo cliccare sul bottone Conferma per salvare oppure sul tasto Annulla per uscire. 16) Per creare un legame tra un protocollo ed altri protocolli si utilizza la funzione Documenti Collegati appena dopo la protocollazione oppure in un secondo momento andando a richiamare il dettaglio del protocollo. Per creare il legame si va in: menù Attività Documenti Collegati. Si apre la maschera seguente: 24

25 Da qui tramite il tasto Aggiungi, si apre la maschera di ricerca nella quale inseriremo i dati per ricercare il protocollo che ci interessa collegare. Al termine della ricerca andiamo quindi a selezionarlo e clicchiamo sul tasto OK per confermare. A questo punto dovremmo vedere il documento nella lista dei documenti collegati, se è necessario possiamo anche collegarne degli altri. Questa funzione si utilizza soprattutto quando il documento che si sta protocollando è in risposta ad un altro documento, così si può andare rapidamente a richiamare anche quello collegato. 17) Per inserire annotazioni sul nostro protocollo al termine della protocollazione andiamo nel menù Attività Annotazioni oppure possiamo inserirle in seguito nel dettaglio del protocollo. Questo campo serve solamente per inserire delle note sul protocollo, è quindi un campo completamente libero. 18) Per vedere in dettaglio il protocollo appena creato clicchiamo sul tasto Dettaglio oppure andiamo in menù Attività Dettaglio La stessa maschera è quella che compare al termine di una Ricerca di un protocollo 25

26 I vari tasti sulla barra degli strumenti sulla destra permettono di accedere alle funzioni descritte in precedenza, con la possibilità di apportare modifiche e/o inserire nuovi allegati, immagini, legami oppure note. Una cosa fondamentale che si può fare solo da questa maschera è però il passaggio, l accettazione e le varie operazioni sulla pratica. In pratica da qui si gestisce l Iter delle pratiche. I tasti principali sono Accettazione, Trasferimento e Crea Copia Tramite il tasto l assegnatario dichiara di aver accettato la pratica con le relative annotazioni e la faccina che affianca il nome dell assegnatario si colora di VERDE. Con il tasto si procede a passare la pratica ad un'altra persona, per esempio perché non era di propria competenza. La persona a cui trasferire la pratica la si seleziona dall organigramma. Anche qui si inseriscono le annotazioni e anche la causale del trasferimento. A questo punto la faccina del soggetto che trasferisce si colora di ROSSO, inoltre si crea una nuova voce con il nuovo assegnatario con la risperriva faccina di colore GIALLO perché è ancora da accettare. Tramite il tasto si effettua invece una copia da dare ad un'altra persona. La persona a cui si invia una copia della pratica la si seleziona dall organigramma Anche qui si inseriscono causali e annotazioni dell invio copia. La faccina rimane così e si inserisce un nuovo assegnatario con la faccina di colore GIALLO perché deve ancora consultare il documento. Il tasto selezionata. mostra la situazione in dettaglio della pratica in carico alla persona N.B.: Per vedere le pratiche assegnate ai singoli individui si utilizza la voce Corrispondenza da menù principale di e-xflow PG che è descritta nei paragrafi successivi. Da qui è possibile effettuare le stesse operazioni di accettazione, trasferimento o copia. Da questa maschera è possibile anche classificare il protocollo selezionato per FASCICOLO. Per inserirlo in un fascicolo clicchiamo sul tasto Sfoglia Accanto al campo fascicolo. Si apre la seguente maschera nella quale selezioniamo la voce di fascicolo che ci interessa oppure ne creiamo una nuova. 26

27 19) Dopo la protocollazione è possibile stampare l etichetta che descrive in breve il comune di appartenenza, il numero di protocollo, la data e la classificazione del titolario dell atto appena protocollato. Questa funzione è definita Timbratura. Per lanciare la stampa di questa etichetta è sufficiente cliccare sul tasto oppure da menù Protocollazione Stampa timbro. L etichetta che si genera è come quella sotto raffigurata: 20) Se al termine di una protocollazione ci accorgiamo di aver inserito alcuni dati che non si possono più modificare in modo non corretto, come ad esempio l oggetto, l unica alternativa è di annullare il protocollo e ricaricarlo. La procedura di annullamento si effettua dalla maschera del dettaglio del protocollo. E sufficiente cliccare sul tasto Annulla Documento. A questo punto si apre una maschera dove va inserita la causale dell annullamento e successivamente è richiesta un ulteriore conferma sulla procedura. Dal momento che il protocollo risulta annullato comparirà la dicitura di colore rosso ANNULLATO sulla maschera del protocollo. 21) Una funzione utile di questo programma mentre si protocolla è la funzione Copia. Per accedere a questa funzione clicchiamo sul tasto Copia oppure da menù Copia Tramite questa utilità è possibile copiare i dati inseriti in un documento già protocollato e riportarli sul nuovo. Ci sono tre modalità di copiatura: - la prima è da atto Precedente. Con questo comando vengono trasferite sul nuovo protocollo le informazioni dell ultimo che è stato protocollato; - la seconda modalità è da atto Esistente. Da qui si può andare a ricercare un protocollo già presente in archivio, selezionarlo e copiarne quindi il contenuto. Per fare ciò si apre la maschera di ricerca protocollo - la terza modalità di copiatura è In Risposta. Con questo comando si genera un documento in risposta ad uno gia esistente che andiamo a selezionare tramite la maschera di ricerca. Se quindi il documento che selezioniamo era in arrivo, quello in risposta sarà in partenza e i destinatari saranno i mittenti di quello selezionato. Menù e-xflow PG 27

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

PROCEDURA DI PROTOCOLLAZIONE CON IL SOFTWARE IRIDE

PROCEDURA DI PROTOCOLLAZIONE CON IL SOFTWARE IRIDE PROCEDURA DI PROTOCOLLAZIONE CON IL SOFTWARE IRIDE Pagina 1 di 25 Per poter protocollare un documento occorre accedere a IRIDE con il proprio username e password e selezionare la voce Protocollo dalla

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI GUIDA AL SITO ANIN MANUALE DI ISTRUZIONI Prima Sezione COME MUOVERSI NELL AREA PUBBLICA DELL ANIN Seconda Sezione COME MUOVERSI NELL AREA RISERVATA DELL ANIN http://www.anin.it Prima Sezione 1) FORMAZIONE

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

SICR@WEB PROTOCOLLO MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE PROTOCOLLO. Il presente documento illustra le principali funzionalità del Protocollo Informatico.

SICR@WEB PROTOCOLLO MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE PROTOCOLLO. Il presente documento illustra le principali funzionalità del Protocollo Informatico. SICR@WEB PROTOCOLLO MANUALE UTENTE Il presente documento illustra le principali funzionalità del Protocollo Informatico. MANUALE UTENTE PROTOCOLLO Revisioni Data Modifiche Versione documento Redatto Versione

Dettagli

Allegato6 - Manuale operativo

Allegato6 - Manuale operativo Allegato6 - Manuale operativo (versione di riferimento: PI 2.00.02) Nel documento: il riferimento ai tasti non contenenti icone è indicato scrivendone la descrizione tra parentesi quadre - es. [Lista trovati]

Dettagli

Per qualsiasi problema di installazione potete contattare l assistenza inviando una mail a: assistenza@rocketlab.it

Per qualsiasi problema di installazione potete contattare l assistenza inviando una mail a: assistenza@rocketlab.it Versione 1.7 Manuale d uso Introduzione Dance Club è un programma che nasce per soddisfare le esigenze organizzative e gestionali delle Scuole di Ballo. Per qualsiasi problema di installazione potete contattare

Dettagli

Archiviare la Posta Elettronica

Archiviare la Posta Elettronica Archiviare la Posta Elettronica Consiglio 1 - Controllare le dimensione della Cassetta Postale frequentemente 1) Tasto destro su Cassetta Postale Nome Utente (questa voce può cambiare da come è stato nominato

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Indice e Sommario 1 PRODUZIONE LETTERE INTERNE ED IN USCITA 3 1.1 Descrizione del flusso 3 1.2 Lettere Interne 3 1.2.1 Redazione 3 1.2.2 Firmatario

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE. Sezione Affari generali e documentali Ripartizione Sistema documentale e procedurale

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE. Sezione Affari generali e documentali Ripartizione Sistema documentale e procedurale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE Sezione Affari generali e documentali Ripartizione Sistema documentale e procedurale SISTEMA INFORMATIVO DOCUMENTALE DI ATENEO SID 2 MANUALE TEORICO PRATICO PER LA GESTIONE

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Posta Elettronica Certificata Manuale di amministrazione semplificata del servizio PEC di TI Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argoment nti 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche

Dettagli

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE GUIDA UTENTE Installazione...2 Prima esecuzione...5 Login...7 Registrazione del programma...8 Inserimento clienti...9 Gestione contatti...11 Agenti...15 Archivi di base...16 Installazione in rete...16

Dettagli

Importare/esportare la rubrica di Webmail Uniba

Importare/esportare la rubrica di Webmail Uniba Centro Servizi Informatici Importare/esportare la rubrica di Webmail Uniba La presente guida ha la finalità di fornire le indicazioni per: Esportare/Importare la rubrica Webmail di Horde pg.2 Rimuovere

Dettagli

MANUALE D USO - ECOMMERCE INDICE. Passo 1 Autenticazione... 2. Passo 2 Pannello strumenti... 2

MANUALE D USO - ECOMMERCE INDICE. Passo 1 Autenticazione... 2. Passo 2 Pannello strumenti... 2 Pag. 1/17 INDICE Passo 1 Autenticazione... 2 Passo 2 Pannello strumenti... 2 Passo 3 Catalogo... 3 Passo 3.1 Catalogo Categorie...3 Passo 3.2 Catalogo Prodotti...5 Passo 3.3 Catalogo Produttore...8 Passo

Dettagli

Operating Room Management Administrator MANUALE CHIRURGHI. Software realizzato da:

Operating Room Management Administrator MANUALE CHIRURGHI. Software realizzato da: O.R.M.A.WIN 2000 Operating Room Management Administrator MANUALE CHIRURGHI Software realizzato da: AVELCO S.R.L. con Socio Unico - Direzione e coordinamento della Dedalus S.p.A. Via Cesarea 11/5A, 16121

Dettagli

PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE

PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE PRATICHE EDILIZIE ON LINE MANUALE UTENTE MARZO 2006 INDICE 1. INTRODUZIONE... 4 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 1.2 RIFERIMENTI NORMATIVI... 4 2. STRUMENTAZIONE NECESSARIA... 5 3. ACCESSO AL SERVIZIO... 6

Dettagli

MANUALE DELLA PROCEDURA. PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.12.02

MANUALE DELLA PROCEDURA. PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.12.02 SOMMARIO MANUALE DELLA PROCEDURA PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.12.02 SOMMARIO Informazioni generali e scopo del documento Moduli applicativi della procedura Icone utilizzate nella procedura Avviamento

Dettagli

Word processor funzione Stampa Unione

Word processor funzione Stampa Unione Word processor funzione Stampa Unione La funzione Stampa unione permette di collegare un documento che deve essere inviato ad una serie di indirizzi ad un file che contenga i nominativi dei destinatari.

Dettagli

DUPLIKO! Manuale Utente

DUPLIKO! Manuale Utente DUPLIKO Manuale Utente Indice 1. Introduzione 1.1 Scopo 1.2 Generalità 2. Menu Principale 2.1 Interfaccia 2.2 Il Menu Principale 3. Archivi 3.1 Tabelle Generiche 4. Gestione 4.1 Caricare un anagrafica

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Configurazione di Thunderbird Febbraio 2011 di Alessandro Pescarolo SOMMARIO Sommario... 1 Introduzione... 2 Installazione su Windows... 2 Configurazione iniziale (per

Dettagli

MANUALE DELLA PROCEDURA. PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.07.00

MANUALE DELLA PROCEDURA. PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.07.00 SOMMARIO MANUALE DELLA PROCEDURA PI PROTOCOLLO INFORMATICO - versione 4.07.00 SOMMARIO Informazioni generali e scopo del documento Moduli applicativi della procedura Icone utilizzate nella procedura Avviamento

Dettagli

Personalizzazione stampe con strumento Fincati

Personalizzazione stampe con strumento Fincati Personalizzazione stampe con strumento Fincati Indice degli argomenti Introduzione 1. Creazione modelli di stampa da strumento Fincati 2. Layout per modelli di stampa automatici 3. Impostazioni di stampa

Dettagli

MANUALE UTENTE. TeamPortal Console Dipendente 20120200

MANUALE UTENTE. TeamPortal Console Dipendente 20120200 MANUALE UTENTE INTRODUZIONE... 3 PERMESSI (ACLA / ACLE)... 4 FUNZIONI DISPONIBILI... 5 Menu del modulo Consolle... 5 Documenti dipendente... 7 Cronologia / Novità...7 Consultazione documenti...8 Ricerca...

Dettagli

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi Modulo Gestione Protocollo Manuale Utente Manuale Utente del modulo Gestione Protocollo Pag. 1 di 186 SPIGA...1 Modulo Gestione Protocollo...1

Dettagli

Cos è GIOELCOTT. Modalità d uso del software

Cos è GIOELCOTT. Modalità d uso del software Giornale Elettronico dei Lavori e Gestione delle Planimetrie con l uso di Coni Ottici GIOELAV + GIOELCOTT (Versione 2.0.0) Cos è GIOELAV? E una piattaforma software, residente in cloud, per la registrazione

Dettagli

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI NUOVO PORTALE ANCE MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI DEI CONTENUTI ACCESSO AL MENU PRINCIPALE PAG. 3 CREAZIONE DI UNA NUOVA HOME PAGE 4 SELEZIONE TIPO HOME PAGE 5 DATA

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO

GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO GESTIONE CONTO CORRENTE BANCARIO parte seconda LA GESTIONE DEL CONTO CORRENTE PER TUTTI manuale seconda parte pag. 1 La gestione dei movimenti Prima di caricare i movimenti, è indispensabile aprire il

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per:

S.C.S. - survey CAD system Tel. 045 / 7971883. Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: 1 - File Il menu file contiene tutti i comandi predisposti per: - l apertura e salvataggio di disegni nuovi e esistenti; - al collegamento con altri programmi, in particolare AutoCAD; - le opzioni di importazione

Dettagli

Guida all utilizzo di Banco Farmaceutico OnLine. GRF - Sedi

Guida all utilizzo di Banco Farmaceutico OnLine. GRF - Sedi Guida all utilizzo di Banco Farmaceutico OnLine GRF - Sedi Per entrare nel portale andare sul sito www.bfonline.it Per entrare nel programma cliccare il bottone Banco Farmaceutico Data di Emissione: 08/02/2012

Dettagli

Presentazione MyMailing 3.0

Presentazione MyMailing 3.0 Prog. MyMailing Vers. 3.0 12/11/2009 Presentazione MyMailing 3.0 Novità della versione 3.0 Lead : Ricerca unificata su tutti gli elenchi Inserimento di più referenti per ogni lead con area, e-mail, incarico,

Dettagli

GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER

GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER (vers. 2.0.0) GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER (vers. 2.0.0)... 1 Installazione... 2 Prima esecuzione... 7 Login... 8 Funzionalità... 9 Gestione punti... 10 Caricare punti...

Dettagli

1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 3 SCHERMATA PRINCIPALE TITULUS... 4 4 GESTIONE DEI DOCUMENTI... 8

1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 3 SCHERMATA PRINCIPALE TITULUS... 4 4 GESTIONE DEI DOCUMENTI... 8 1 Sommario Università di Pisa 1 SOMMARIO... 2 2 ACCESSO AL PROGRAMMA... 3 3 SCHERMATA PRINCIPALE TITULUS... 4 3.1 SCRIVANIA PERSONALE... 5 3.2 SCRIVANIA DI UFFICIO... 6 4 GESTIONE DEI DOCUMENTI... 8 4.1

Dettagli

Data: 28.12.2011. A cura del Polo delle Scienze e delle Tecnologie per la vita. e-mail :polostv@unina.it http://www.praxis.unina.it.

Data: 28.12.2011. A cura del Polo delle Scienze e delle Tecnologie per la vita. e-mail :polostv@unina.it http://www.praxis.unina.it. La gestione digitale dell iter di approvazione e di registrazione dei Decreti Presidente e Direttore del Polo delle Scienze e delle Tecnologie per la Vita: Manuale Operativo Data: 28.12.2011 A cura del

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0 MANUALE OPERATIVO Programma di gestione della fatturazione BDWinfatture 2007 Versione 6.0 MANUALE OP ERAT I V O BDWinfatture Belvedere Daniele Software Via Petitti, 25 10017 Montanaro (To) info@belvederesoftware.it

Dettagli

Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico

Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATICO DPR 445/2000

PROTOCOLLO INFORMATICO DPR 445/2000 PROTOCOLLO INFORMATICO DPR 445/2000 (NOTE DI RELEASE) MODIFICHE APPORTATE NELLE RELEASE 10.2.0 Release 10.2.0 Nella ricerca multipla del protocollo è stata aggiunta la possibilità di ricercare per Presa

Dettagli

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE

A cura di Enrico Eccel LA STAMPA UNIONE La stampa unione permette di stampare unitamente due file di WinWord (o anche file creati con altri programmi come Excel o Access), solitamente un file che contiene dati ed un file di testo. Generalmente

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo.

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. II^ lezione IMPARIAMO WORD Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. Oggi prendiamo in esame, uno per uno, i comandi della

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

REGISTRO DELLE MODIFICHE

REGISTRO DELLE MODIFICHE TITOLO DOCUMENTO: - TIPO DOCUMENTO: Documento di supporto ai servizi Manuale WebMail EMESSO DA: I.T. Telecom S.r.l. DATA EMISSIONE N. ALLEGATI: STATO: 03/11/2010 0 REDATTO: M. Amato VERIFICATO: F. Galetta

Dettagli

GESTIONE PRESENZE MANUALE PER COMINCIARE

GESTIONE PRESENZE MANUALE PER COMINCIARE GESTIONE PRESENZE MANUALE Gestione archivi La prima operazione da effettuare, per poter utilizzare gestione presenze, è la creazione dell archivio dove saranno memorizzati tutti i dati riconducibili ad

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Manuale ANTISPAM CDLAN. MAN002 REV 1.2 04 ott. 2010 ANTISPAM 1 di 9 CODICE REVISIONE DATA DESCRIZIONE N. PAG.

Manuale ANTISPAM CDLAN. MAN002 REV 1.2 04 ott. 2010 ANTISPAM 1 di 9 CODICE REVISIONE DATA DESCRIZIONE N. PAG. Manuale ANTISPAM CDLAN MAN002 REV 1.2 04 ott. 2010 ANTISPAM 1 di 9 SOMMARIO Introduzione 3 Come Accedere 4 Liste Messaggi 5 Liste Bianche e Nere 7 Impostazioni 8 Statistiche 9 MAN002 REV 1.2 04 ott. 2010

Dettagli

Redatto da: Alfredo Scacchi Marco Vitulli

Redatto da: Alfredo Scacchi Marco Vitulli AxSync e AxSynClient Acquisizione Dati PDA Manuale di Installazione, Configurazione e Gestione Redatto da: Alfredo Scacchi Marco Vitulli Sommario Sommario 2 Introduzione 3 Requisiti 4 Hardware Consigliato

Dettagli

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI AVVIO ATTIVITA GESTIONE DIDATTICA GESTIONE OPERATIVA 1 Amministrazione...3 1.1 Profili utente...3 1.2 Profilazione...4 1.3 Utenti...5 2 Sezione Anagrafica delle Imprese...7

Dettagli

InfoWeb - Manuale d utilizzo

InfoWeb - Manuale d utilizzo InfoWeb - Manuale d utilizzo Tipologia Titolo Versione Identificativo Data stampa Manuale utente Edizione 1.2 01-ManualeInfoWeb.Ita.doc 05/12/2007 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 ACCESSO A INFOWEB... 6

Dettagli

GESTIONE DEL PROFILO

GESTIONE DEL PROFILO Manuale di supporto all utilizzo di SINTEL per stazione appaltante GESTIONE DEL PROFILO Data pubblicazione: 19/10/2015 Pagina 1 di 22 INDICE 1. Introduzione... 2 1.1. Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Portale Tesoro MANUALE UTENTE Versione 7.0

Portale Tesoro MANUALE UTENTE Versione 7.0 Portale Tesoro MANUALE UTENTE Versione 7.0 Aggiornato al 28 Luglio 2015 Versione 7.0 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE... 3 1.1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 1.2. VERSIONI DEL DOCUMENTO... 3 1.3. DEFINIZIONI ED ACRONIMI...

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

Sommario. Premessa Inserimento della nuova aliquota IVA nella configurazione di FOCUS 2000 Utility Modifica IVA. Configurazione del backup

Sommario. Premessa Inserimento della nuova aliquota IVA nella configurazione di FOCUS 2000 Utility Modifica IVA. Configurazione del backup Sommario I Sommario Premessa 1 Inserimento della nuova aliquota IVA nella configurazione di FOCUS 2000 2 Utility Modifica IVA 6 Stampa delle etichette barcode Configurazione del backup 12 14 1 1 Premessa

Dettagli

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA

3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 3. MENU GENERALE - GESTIONE DELLE ANAGRAFICHE - APERTURA DELLA PRATICA 1. Menù generale Inseriti i dati di configurazione in maniera completa, il sistema presenta una schermata d approccio all applicazione

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Guida all amministrazione del servizio MINIMANU.IT.DMPS1400 002 Posta Elettronica Certificata Manuale di amministrazione del servizio PEC di Telecom Italia Trust Technologies

Dettagli

HORIZON SQL MODULO AGENDA

HORIZON SQL MODULO AGENDA 1-1/11 HORIZON SQL MODULO AGENDA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Inserimento Appuntamento... 1-2 Inserimento Manuale... 1-2 Inserimento Manuale con Seleziona... 1-3 Inserimento con

Dettagli

Manuale Utente WinGepa

Manuale Utente WinGepa Manuale Utente WinGepa a cura dell Ufficio per i Progetti Informatici e la Statistica - Arcidiocesi di Milano Tel: 02 8556276 e_mail: gepa@diocesi.milano.it INDICE INDICE...1 AVVIO DEL PROGRAMMA...3 Primo

Dettagli

Programma per la gestione associativa Versione 5.3.x. Gestione SMS

Programma per la gestione associativa Versione 5.3.x. Gestione SMS Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Parti Subito! Validità: Dicembre 2013

Parti Subito! Validità: Dicembre 2013 Parti Subito! Validità: Dicembre 2013 Questa pubblicazione è puramente informativa. Non si offre alcuna garanzia, esplicita od implicita, sul contenuto. I marchi e le denominazioni sono di proprietà delle

Dettagli

Manuale Utente Gestione Atti Delibere, Determine, Disposizioni e Convenzioni

Manuale Utente Gestione Atti Delibere, Determine, Disposizioni e Convenzioni Giugno 2007 LUCA A SISTEMI s.r.l. Via Cicerone,13 Matera Tel 0835/381935 - Fax 381937 Pag. 1 di 47 Indice 1. PREMESSA... 3 1.1 Icone utilizzate... 3 2. I STALLAZIO E GESTIO E ATTI... 4 2.1 Prerequisiti...

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

Pannello controllo Web www.smsdaweb.com. Il Manuale

Pannello controllo Web www.smsdaweb.com. Il Manuale Pannello controllo Web www.smsdaweb.com Il Manuale Accesso alla piattaforma Accesso all area di spedizione del programma smsdaweb.com avviene tramite ingresso nel sistema via web come se una qualsiasi

Dettagli

Olischool MANUALE UTENTE

Olischool MANUALE UTENTE Olischool MANUALE UTENTE Versione 1.1 MRDigital Olischool Manuale Utente Gennaio 2014 Informazioni generali Olischool è la piattaforma di comunicazione scuola famiglia che permette al mondo scuola di inviare

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28

Magic Wand Manager. Guida Utente. Rel. 1.1 04/2011. 1 di 28 Magic Wand Manager Guida Utente Rel. 1.1 04/2011 1 di 28 Sommario 1. Setup del Software... 3 2. Convalida della propria licenza software... 8 3. Avvio del software Magic Wand manager... 9 4. Cattura immagini

Dettagli

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage

Gestione home page. Intranet -> Ambiente Halley -> Gestione homepage Gestione home page egovernment L home page del portale Halley egovernment permette all Amministrazione di pubblicare contenuti e informazioni e di organizzarle in blocchi. Questa struttura per argomenti

Dettagli

CONTI CORRENTI CONTI CORRENTI PREMESSA MENU PRINCIPALE

CONTI CORRENTI CONTI CORRENTI PREMESSA MENU PRINCIPALE PREMESSA MENU PRINCIPALE Il programma ARGO costituisce uno strumento flessibile, affidabile e semplice per venire incontro alle esigenze delle Istituzioni scolastiche in materia di gestione informatizzata

Dettagli

ARCHIVIAZIONE DOCUMENTI

ARCHIVIAZIONE DOCUMENTI ARCHIVIAZIONE DOCUMENTI Introduzione... 2 Archiviazione nella copertina della pratica, nei biglietti e nei servizi top... 2 Archiviazione nelle fatture, nei pagamenti, nelle anagrafiche, nella prima nota...

Dettagli

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE Gruppo Sportello i M A N U A L E U T E N T E SofTech srl SofTech srl Via G. Di Vittorio 21/B2 40013 Castel Maggiore (BO) Tel 051-704.112 (r.a.) Fax 051-700.097

Dettagli

9.1. Nuova fattura fase 1...12 9.2. Nuova fattura Aggiungi voce...13 9.3. Nuova fattura fase 2...13 9.4. Nota di credito...14 10. Pagamenti...14 11.

9.1. Nuova fattura fase 1...12 9.2. Nuova fattura Aggiungi voce...13 9.3. Nuova fattura fase 2...13 9.4. Nota di credito...14 10. Pagamenti...14 11. Sommario 1. SOMMARIO... 3 1. Guida introduttiva... 3 2. L ACCESSO... 3 1. MASCHERA PRINCIPALE... 4 1.1 Codice... 4 1.2 Marca... 4 1.3 Descrizione... 4 1.4 Descrizione 2... 4 1.5 Taglia o Confezione...

Dettagli

Modalità d uso del software

Modalità d uso del software Giornale Elettronico dei Lavori e Gestione delle Planimetrie con l uso di Coni Ottici GIOELAV + GIOEMAP (Versione 2.0.1) Cos è GIOELAV? E una piattaforma software, residente in cloud, per la registrazione

Dettagli

Gestione delle scorte Agosto 2012

Gestione delle scorte Agosto 2012 Documenti Tecnici Informatica e Farmacia Vega S.p.A. Gestione delle scorte Agosto 2012 Sommario 1. Premessa...2 2. Magazzino...3 3. Gestione delle scorte...3 3.1. Gestione...3 3.2. Dettaglio Magazzino...4

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814 TaleteWeb Funzionalità trasversali e configurazioni generali 1 rev. 0-280814 Indice Per accedere ad un applicazione... 3 La home page di un applicazione... 4 Come gestire gli elementi di una maschera...

Dettagli

MANUALE OPERATIVO COMUNE DI CUNEO PER GLI UTENTI DELLE STAZIONI DI PROTOCOLLAZIONE DECENTRATE MANUALE DI GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI

MANUALE OPERATIVO COMUNE DI CUNEO PER GLI UTENTI DELLE STAZIONI DI PROTOCOLLAZIONE DECENTRATE MANUALE DI GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI COMUNE DI CUNEO MANUALE DI GESTIONE E CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI ALLEGATO 5 MANUALE OPERATIVO PER GLI UTENTI DELLE STAZIONI DI PROTOCOLLAZIONE DECENTRATE VERSIONE DEL 21 MAGGIO 2002 1 1. Informazioni

Dettagli

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE

Agritherm50. Software per la visualizzazione e controllo delle temperature SPECIFICHE Agritherm50 documentazione tecnica 825A143A Software per la visualizzazione e controllo delle temperature Sistema di monitoraggio e supervisione Rilevamento in continuo di tutti i punti di lettura di sonde

Dettagli

Ri.Um. Gestione Risorse Umane

Ri.Um. Gestione Risorse Umane RiUm Ri.Um. Gestione Risorse Umane SOMMARIO 1. INTRODUZIONE 4 1.1. COS E RI.UM.... 4 1.2. PREREQUISITI... 4 2. RI.UM. 5 2.1. AVVIO... 5 2.2. CONSULTAZIONE TABELLE... 6 2.3. GESTIONE TABELLE... 6 2.3.1

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli

HORIZON SQL MENU' FILE

HORIZON SQL MENU' FILE 1-1/9 HORIZON SQL MENU' FILE 1 MENU' FILE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 Funzioni sui file... 1-2 Apri... 1-3 Nuovo... 1-3 Chiudi... 1-4 Password sul file... 1-5 Impostazioni... 1-5 Configurazione

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Notifiche telematiche degli atti per il settore penale presso gli uffici giudiziari MANUALE UTENTE Versione SNT: 1.4.4 Versione 2.2 09 Febbraio 2015 Indice 1. Generalità... 4

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10]

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] - 88 - Manuale di Aggiornamento 4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino

Dettagli

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12)

Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede al portale. (disponibile da 2/7/12) Manuale utente per l ordine online del materiale pubblicitario e modulistica, biglietti da visita e timbri Versione 1.0 del 18/6/12 Login Digitando nel browser https://db.issfacilityservices.it si accede

Dettagli

RILEVAZIONE PRESENZE-ASSENZE PERSONALE

RILEVAZIONE PRESENZE-ASSENZE PERSONALE MANUALE UTENTE RILEVAZIONE PRESENZE-ASSENZE PERSONALE REGIONALE MANUALE UTENTI WEB - DIPENDENTI PROGETTO 00132009195 ATTIVITÀ Formazione CLIENTE Regione Autonoma Valle d Aosta RIFERIMENTO CLIENTE PROTOCOLLO

Dettagli

SOMMARIO 1. PREMESSA E PRESENTAZIONE 2 1.1. PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 2 1.2. ESEMPIO PRATICO... 3 2. ATTIVAZIONE NEL PROGRAMMA PAGHE 4

SOMMARIO 1. PREMESSA E PRESENTAZIONE 2 1.1. PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 2 1.2. ESEMPIO PRATICO... 3 2. ATTIVAZIONE NEL PROGRAMMA PAGHE 4 SOMMARIO 1. PREMESSA E PRESENTAZIONE 2 1.1. PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 2 1.2. ESEMPIO PRATICO... 3 2. ATTIVAZIONE NEL PROGRAMMA PAGHE 4 2.1. COME INVIARE UNA AZIENDA IN GAP... 5 2.2. ATTIVITÀ CHE VERRANNO

Dettagli

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente.

Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. GALILEI Progetto di Formazione in rete. La qualità della professione docente. ESERCITAZIONE PER L UTILIZZO DELLA WEB-INTRANET DI COLLABORAZIONE ASINCRONA SU RETE INTERNET Ing.

Dettagli

Guida di riferimento

Guida di riferimento Guida di riferimento 1 Premessa Agenda Sql è un programma di gestione appuntamenti, studiato per grandi volumi di introduzione contemporanei di dati. Può gestire un numero elevato di agende, mantenendo

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 32 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

1.0 GUIDA PER L UTENTE

1.0 GUIDA PER L UTENTE 1.0 GUIDA PER L UTENTE COMINCIA FACILE Una volta effettuato il login vi troverete nella pagina Amministrazione in cui potrete creare e modificare le vostre liste. Una lista è semplicemnte un contenitore

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Sistema Gestione Turni. Istruzioni Operative per il Gestore

Sistema Gestione Turni. Istruzioni Operative per il Gestore Sistema Gestione Turni Istruzioni Operative per il Gestore Antares 3000 S.r.l.s. - Sistema Gestione Turni Istruzioni Operative per il Gestore Pagina 1 Sommario Premessa... 3 Presentazione iniziale... 4

Dettagli

Prontuario PlaNet Contabilità lavori

Prontuario PlaNet Contabilità lavori Prontuario PlaNet Contabilità lavori Status: Definitivo Pag. 1/34 File: Prontuario PlaNet Fornitori_00.doc INDICE PREMESSA...3 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE...4 ATTIVITÀ AMBITO DEL PROCESSO...5 Accesso

Dettagli

HORIZON SQL CARTELLA ANAGRAFICA

HORIZON SQL CARTELLA ANAGRAFICA 1-1/12 HORIZON SQL CARTELLA ANAGRAFICA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 2 FUNZIONI SULLE ANAGRAFICHE... 2-3 Nuova Anagrafica... 2-3 Scelta del file... 2-3 Controllo Omonimia... 2-4

Dettagli

MANUALE UTILIZZO BACKOFFICE

MANUALE UTILIZZO BACKOFFICE MANUALE UTILIZZO BACKOFFICE Menù Principale Con il tasto Chiudi verrà chiesta la conferma per la chiusura della libreria. Cliccando su Yes la libreria si chiuderà. GESTIONE DELLE OPERAZIONI LOCALI Cliccando

Dettagli

introduzione a SUITEMAIL

introduzione a SUITEMAIL formazione SUITEMAIL introduzione a SUITEMAIL Raggiungi tutti i tuoi clienti in un solo click: Network Service ti aiuta a massimizzare i tuoi profitti delle tue campagne di mail marketing! Anche le e-mail,

Dettagli