ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO Catalogo Corsi. Responsabilità delle Imprese e Modelli Organizzativi per la Prevenzione dei Reati (D.Lgs. 231/01)...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO Catalogo Corsi. Responsabilità delle Imprese e Modelli Organizzativi per la Prevenzione dei Reati (D.Lgs. 231/01)..."

Transcript

1

2

3 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO Catalogo Corsi INDICE Gestione Elettronica Documentale e Conservazione Sostitutiva per lo Studio Professionale Responsabilità delle Imprese e Modelli Organizzativi per la Prevenzione dei Reati (D.Lgs. 231/01) Continuità Aziendale Principio di Revisione Deontologia per gli Studi Professionali La Normativa Antiriciclaggio negli Studi Professionali La Cedolare Secca Il Nuovo Redditometro per Commercialisti e Professionisti La Difesa Tecnica del Contribuente Come Tutelare i Propri Beni: il Trust e gli Affidamenti Fiduciari Start-Up Pratica: dall Idea all Impresa Il MePA per le Aziende: Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione Formazione Generale in Materia di Sicurezza dei Lavoratori

4 La Privacy e le Imprese: cosa cambia dopo il D.Lgs. 33/ Organizzare con Trello

5 GESTIONE ELETTRONICA DOCUMENTALE E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA PER LO STUDIO PROFESSIONALE EDIZIONE: Sempre presente DESTINATARI: Studi professionali A fine corso il partecipante, oltre ad avere una conoscenza teorica sulla normativa del documento elettronico, saprà gestire elettronicamente i documenti dello studio professionale, sostituendo la vecchia procedura di archiviazione. La tematica del documento elettronico e della documentazione sostitutiva diviene fondamentale in questo momento sociale ed economico. Il video corso, costituito idealmente da tre sezioni, vede nella prima un inquadramento di tutto l aspetto normativo che disciplina la tematica in questione, sia dal punto di vista civilistico sia, in particolar modo, da quello fiscale. La seconda sezione riproporrà i concetti già toccati in precedenza in una veste più sintetica e pratica. La terza, infine, vedrà l esposizione degli aspetti essenziali in modo più chiaro e pragmatico legata ad un esperienza diretta all interno di uno studio professionale, in particolare, nell ambito della conservazione sostitutiva della documentazione conservata ai sensi e per l obbligo di attività quale l intermediario telematico. MODULO 1 Il quadro normativo: il documento elettronico Il documento elettronico: definizioni, validità, campo di applicazione Il Quadro Normativo: La conservazione sostitutiva La conservazione sostitutiva: ambito di applicazione, conservazione elettronica, caratteristiche MODULO 2 L organizzazione delle informazioni Da archiviazione elettronica a conservazione sostitutiva: concetti fondamentali Da archiviazione elettronica a conservazione sostitutiva: le tre fasi relative Da archiviazione elettronica a conservazione sostitutiva: assolvimento di bollo MODULO 3 Gestione Elettronica Documentale all'interno dello Studio Professionale Il ruolo dei documenti Il presupposto per una gestione elettronica documentale La soluzione per la "Gestione delle pratiche dei clienti" Intermediario Telematico : l archivio delle copie della documentazione inviata La piattaforma tecnologica di conservazione sostitutiva DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 1 ora ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI 1

6 GESTIONE ELETTRONICA DOCUMENTALE E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA PER LO STUDIO PROFESSIONALE COSTO: 20,00 + IVA 2 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI

7 RESPONSABILITÀ DELLE IMPRESE E MODELLI ORGANIZZATIVI PER LA PREVENZIONE DEI REATI (D. LGS. 231/01) DESTINATARI: Studi professionali, aziende A fine corso il partecipante avrà un ottima conoscenza della normativa sulla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, essenziale per tutelarsi da eventuali sanzioni che possono scaturire da comportamenti illeciti. L introduzione della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, contenuta nel d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, rappresenta una delle riforme più significative che hanno interessato il nostro ordinamento giuridico in questo decennio. La relativa disciplina, che ha imposto da un lato la creazione di un sistema sanzionatorio dei comportamenti illeciti dell impresa e dall altro l adozione di mezzi di prevenzione idonei ad evitare l insorgere stesso dei reati, viene puntualmente analizzata e commentata in questo video corso, integrando competenze legali, aziendali e contabili. MODULO 1 Responsabilità amministrativa dell Ente: Il D.Lgs 231/2001 in pillole Destinatari della disciplina Il catalogo dei reati Le sanzioni MODULO 2 I Modelli organizzativi: Cosa sono Quali sono le fasi di costruzione Gli elementi caratterizzanti Classificazione, mappatura e analisi del rischio Determinazione del grado di pericolosità Accettabilità del rischio Progettazione del sistema Perché adottare il modello MODULO 3 L Organismo di vigilanza: Definizione e principali riferimenti Requisiti e funzioni dell OdV La composizione dell OdV I Soggetti e i dubbi La vigilanza negli Enti di piccole dimensioni La Responsabilità Conclusioni ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI 3

8 RESPONSABILITÀ DELLE IMPRESE E MODELLI ORGANIZZATIVI PER LA PREVENZIONE DEI REATI (D. LGS. 231/01) DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 2 ore COSTO: 40,00 + IVA 4 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI

9 CONTINUITÀ AZIENDALE PRINCIPIO DI REVISIONE 570 DESTINATARI: Studi professionali, aziende A fine corso il partecipante avrà un ottima conoscenza della normativa che impone specifici principi di revisione contabile da parte del Revisore ad esso deputato. Il videocorso affronta la materia del Principio di Revisione 570 che riguarda la continuità aziendale. Introdotto nel 2008, esso costituisce un importante riferimento, sia nell attuale periodo di crisi, sia in relazione alla recente normativa del D.L. 39/2010, che impone l adozione di specifici principi di revisione contabile da parte del Revisione ad essa deputato. La trattazione del video corso tocca i punti salienti del PR570 addentrandosi nella loro spiegazione, sistematicamente corredata da interpretazioni volte ad evidenziare lo spirito del legislatore e da esempi concreti finalizzati ad una più completa comprensione della materia, calata nella pratica professionale. MODULO 1 Responsabilità della direzione Responsabilità del revisore Pianificazione della revisione e svolgimento delle procedure di valutazione del rischio MODULO 2 L apprezzamento del revisore della valutazione effettuata dalla direzione Periodo successivo a quello considerato nella valutazione della direzione Procedure di revisione conseguenti nel caso in cui siano identificati eventi o circostanze tali da far sorgere dubbi significativi sulla continuità aziendale MODULO 3 Conclusioni della revisione e stesura della relazione del revisore Ritardo significativo nella firma o nell approvazione del bilancio Esempi pratici DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 1 ora COSTO: 20,00 + IVA ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI 5

10 DEONTOLOGIA PER GLI STUDI PROFESSIONALI DESTINATARI: Studi professionali A fine corso il partecipante avrà una conoscenza generale della deontologia degli studi professionali. Il videocorso prevede un excursus relativo al comportamento del professionista in ambito professionale e non solo. Si andrà a scorrere il codice deontologico così come è stato emanato dal consiglio dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. Si vedranno quindi gli obblighi cui si è tenuti a rispettare come la formazione, che già il professionista comunque fa quotidianamente con quotidiani e riviste specializzate, nell ottica dell interesse proprio e pubblico. MODULO 1 La formazione professionale La deontologia professionale: introduzione al codice deontologico MODULO 2 I contenuti del codice deontologico L ambito del codice I principi e le responsabilità della deontologia MODULO 3 La collaborazione professionale Il rapporto col cliente e con gli enti istituzionali Le sanzioni per l inosservanza DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 1 ora COSTO: 20,00 + IVA 6 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI

11 LA NORMATIVA ANTIRICICLAGGIO NEGLI STUDI PROFESSIONALI DESTINATARI: Studi professionali A fine corso il partecipante avrà una conoscenza generale sulla normativa antiriciclaggio che ha cambiato totalmente le precedenti disposizioni. Viene costruita un analisi relativa alle novità del decreto legislativo 231 del 2007 e a quelle successive del decreto correttivo 151 del Il 231 ha, di fatto, sconvolto quella che erano le disposizioni del d.lgs 56 del 2004, infatti qui la novità principale pone un accento sul reato di riciclaggio ai soli fini amministrativi (senza modificare il codice penale). Le modifiche vengono apportate in seno alla operatività stessa, che modifica la definizione del reato di riciclaggio, ampliandolo e rendendolo di fatto molto stringente. MODULO 1 Introduzione al decreto legislativo 231/07 Definizione di antiriciclaggio Novità introdotte: l adeguata verifica MODULO 2 Approfondimento sull adeguata verifica Gli obblighi per i professionisti MODULO 3 Approfondimento sugli obblighi dei professionisti L identificazione del titolare effettivo Ipotesi operative DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 1 ora COSTO: 20,00 + IVA ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI 7

12 LA CEDOLARE SECCA DESTINATARI: Studi professionali A fine corso il partecipante avrà una conoscenza approfondita sulla cedolare secca che gli permetterà di orientare il cliente verso una scelta. La cedolare secca è il primo tassello verso il federalismo fiscale con l art. 3 del d.lgs 23/2011 pubblicato sulla G.U. il 23 marzo Viene trattato l argomento tra i primi in Italia in un momento caldo dell anno nel quale saranno proprio i clienti a stimolare una riflessione ed una risposta immediata in tal senso. L autore vuole qui dare una bussola per aiutare il professionista ad orientarsi nelle variabili nella scelta della cedolare secca per le varie attività dei vari clienti. La scelta, come sarà apprezzabile dal videocorso in oggetto, sarà vantaggiosa per molti ma non per tutti. MODULO 1 Cedolare Secca sulle Associazioni: introduzione Le aliquote e gli scaglioni di reddito MODULO 2 Requisiti soggettivi ed oggettivi della cedolare secca I contratti soggetti alla cedolare secca L opzione al nuovo regime MODULO 3 L opzione al nuovo regime: approfondimento Vantaggi e svantaggi della cedolare secca Le sanzioni DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 1 ora COSTO: 20,00 + IVA 8 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI

13 IL NUOVO REDDITOMETRO PER COMMERCIALISTI E PROFESSIONISTI DESTINATARI: Studi professionali A fine corso il partecipante avrà una conoscenza approfondita sul nuovo redditometro, fondamentale per poter guidare i propri clienti. Verranno qui analizzate le tematiche relative al nuovo redditometro approfondendo aspetti quali le norme di riferimento, le principali criticità evinte dalla sentenza del tribunale di Napoli (ordinanza n 250/2013) in qualità di nullità, illegittimità e di principio, che va a bocciare in sostanza questa nuova procedura di accertamento. Si andranno ad analizzare lo studio di settore per i nuclei familiari, il reddito complessivo determinato in base alla sfera di riferimento ed agli indici di capacità contributiva, gli oneri deducibili e detraibili. L ultima parte viene dedicata al redditest, strumento che il contribuente potrà utilizzare per analizzare il proprio reddito, e al decreto attuativo del 24 dicembre MODULO 1 Norme di Riferimento Sentenza del tribunale di Napoli Parere della Corte di Cassazione Studio di settore Familiare (parte prima) MODULO 2 Studio di settore Familiare (parte seconda) Oneri deducibili e detraibili ReddiTest Il Decreto Attuativo del 24/12/2012 DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 30 minuti COSTO: 10,00 + IVA ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI 9

14 LA DIFESA TECNICA DEL CONTRIBUENTE DESTINATARI: Studi professionali A fine corso il partecipante avrà una conoscenza approfondita sulle tematiche inerenti la difesa del contribuente. Vengono affrontate in questo corso tematiche inerenti la difesa del contribuente, anche alla luce del nuovo sistema di accertamento fiscale, trattando argomenti inerenti il redditometro, gli studi di settore, le indagini bancarie, l abuso del diritto etc. Il contenuto si sofferma sui presupposti salienti che caratterizzano il rapporto tra fisco e contribuente, in un ottica di tutela di quest ultimo da parte dello Studio professionale cui egli si affida. Nel divenire del panorama in cui si contestualizza la difesa tecnica tributaria, si analizzano le concrete possibilità di tutela del contribuente davanti alle commissioni tributarie, con specifici riferimenti coordinati alla Costituzione, che vengono analizzati e contrapposti alle presunzioni del fisco. Completa il corso l accenno a specifiche sentenze di Commissioni tributarie nel merito delle tematiche trattate. MODULO 1 Il giusto prelievo secondo i principi di legalità, trasparenza, imparzialità I numeri del contenzioso tributario Lo statuto del contribuente Il nuovo avviso di accertamento e riscossione delle imposte MODULO 2 Il nuovo redditometro MODULO 3 Studi di settore: Normativa di riferimento Invito al contraddittorio Fase del contraddittorio Modello di memoria Difesa del contribuente Accertamento bancario: Il meccanismo Il contraddittorio La difesa del contribuente Abuso del diritto: Norme di riferimento Pronunce a confronto I casi - Sentenze pro-contribuente 10 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI

15 LA DIFESA TECNICA DEL CONTRIBUENTE MODULO 4 Misure cautelari: Norma di riferimento Ipoteca e sequestro conservativo Difesa del contribuente e memoria difensiva Confisca per equivalente: Norma di riferimento Definizione Applicazione ai reati tributari dichiarativi Conclusioni DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 30 minuti COSTO: 10,00 + IVA ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI 11

16 COME TUTELARE I PROPRI BENI: IL TRUST E GLI AFFIDAMENTI FIDUCIARI DESTINATARI: Studi professionali A fine corso il partecipante avrà una conoscenza approfondita del trust e degli affidamenti fiduciari. L anatocismo nei rapporti bancari: lo stato dell arte della normativa; Il punto focale della tutela: l informazione circa le condizioni contrattuali; Modalità di richiesta degli interessi anatocistici; Correlazioni con il reato di usura: spunti riflessivi; Il Redditometro 2013, con il nuovo provvedimento del Garante della Privacy; Ultime novità in fatto di anagrafe dei conti correnti e sistemi di vigilanza sulla congruità del tenore di vita in relazione ai redditi dichiarati; Il Trust, cos è e come funziona; Usi pratici del Trust; Quando è necessario; Costi per la redazione dell atto del Trust; Costi fiscali per la registrazione; Costi notarili; Cosa si può tutelare; Il Trust all estero. DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 5 ore e 42 minuti COSTO: 115,00 + IVA 12 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI

17 START-UP PRATICA: DALL IDEA ALL IMPRESA DESTINATARI: Studi professionali e aziende A fine corso il partecipante avrà una conoscenza approfondita sulle start up e sulle procedure di apertura delle stesse. Cosa sono esattamente le Start Up Cosa si intende per Start Up Quando e perchè aprire una Start Up Quali sono i costi reali Chi sono gli "Angels ", " Business Angels" i "Tutor" e gli "Advisor" Come contattarli e dove trovarli Il progetto come deve essere strutturato Il Business plan Analisi giuridico e gestionale per Start Up all'estero Imposizione indiretta in sede di costituzione delle società Esposizione di un atto Esempio pratico di costituzione di società DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 4 ore COSTO: 80,00 + IVA ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI 13

18 IL MEPA PER LE AZIENDE: MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DESTINATARI: Studi professionali e aziende A fine corso il partecipante avrà una conoscenza approfondita del nuovo MePA, mercato elettronico della pubblica amministrazione dove chi intende avere rapporti commerciali con le PA deve obbligatoriamente essere iscritto. La Spending review definisce l obbligo di ricorrere al MePa per gli acquisti sotto soglia da parte di tutte le Amministrazioni Statali, Regionali e agli Enti Locali. Le aziende che desiderano continuare a lavorare con le Amministrazioni Pubbliche devono accreditarsi nel MePa. L Istituto Nazionale Telematico propone un seminario formativo dal taglio pratico per supportare le aziende nella gestione del proprio catalogo nel MePa. Il corso è utile anche a coloro che desiderano offrire un servizio di consulenza alle aziende per la gestione del MePa. I docenti selezionati sono consulenti che collaborano all interno del MePa e sono in grado di fornire risposte concrete alle problematiche di gestione. PROGRAMMA Il M.E.P.A.: brevi cenni sulla normativa, sulla nascita del Mepa, sulla sua obbligatorietà, strumenti Mepa e vantaggi contrattuali Aste elettroniche e sistema dinamici di acquisizione Come strutturare un catalogo La gestione operativa degli acquisti sul MePA: La Procedura di Abilitazione Verifiche e valutazioni da effettuare prima di procedere ad acquisti sul Mercato elettronico: analisi dei Metaprodotti e dei Capitolati presenti sul Mepa. I documenti generati dal sistema. Analisi della modulistica. Gli errori da evitare nello svolgimento di una procedura di acquisto sul MePA. DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 5 ore COSTO: 100,00 + IVA 14 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI

19 FORMAZIONE GENERALE IN MATERIA DI SICUREZZA PER I LAVORATORI DESTINATARI: Studi professionali e aziende A fine corso il partecipante avrà una conoscenza approfondita delle normative sulla sicurezza come stabilito dal D.Lgs. 81/2008. Il videocorso si articola secondo un programma stabilito dall accordo Stato-Regioni del 21 dicembre 2011, ai sensi del D.Lgs 81/2008, e individua i protagonisti responsabili della prevenzione nell ambito della sicurezza, i compiti loro assegnati dal legislatore e le responsabilità che derivano dall applicazione della legge. Nel definire le responsabilità, si sofferma sulla prevenzione, sull individuazione dei diritti di tutti i protagonisti del ciclo produttivo e di conseguenza sul corretto comportamento che i lavoratori devono assumere nell ambito lavorativo. Programma del corso: PRESENTAZIONE Presentazione del corso MODULO 1 I protagonisti MODULO 2 La legislazione MODULO 3 Decreto Legislativo 81/2008 MODULO 4 La responsabilità MODULO 5 L'errore e la sua prevenzione MODULO 6 Le misure di prevenzione necessitano di una partecipazione attiva di tutti i protagonisti del sistema produttivo MODULO 7 Cosa non fare MODULO 8 Cosa fare ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI 15

20 FORMAZIONE GENERALE IN MATERIA DI SICUREZZA PER I LAVORATORI DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 4 ore COSTO: 80,00 + IVA 16 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI

21 LA PRIVACY E LE IMPRESE: COSA CAMBIA DOPO IL D.LGS. 33/2013 DESTINATARI: Studi professionali e aziende A fine corso il partecipante avrà una conoscenza approfondita della nuova legislazione sulla privacy dopo il D. Lgs. 33/2013. Riferimenti legislativi Privacy da costo a risorsa Privacy - il valore e tipologie dei dati Trasparenza e correttezza nel business Controllo e difesa dei dati Verso una Customer Care dei Dati condotte legittime e leciti Software di monitoraggio dei dipendenti Caso pratico per verificare i limiti dei controlli che una azienda può effettuare DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 1 ora e 10 minuti COSTO: 20,00 + IVA ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI 17

22 ORGANIZZARE CON TRELLO DESTINATARI: Studi professionali e aziende A fine corso il partecipante avrà una conoscenza approfondita di Trello, validissimo strumento per organizzare e coordinare il lavoro in ufficio. Trello è un'applicazione per la gestione dei progetti web-based gratuito realizzato da Fog Creek Software. Utilizza un paradigma per la gestione dei progetti conosciuti come kanban, un metodo che originariamente era stato reso popolare da Toyota nel 1980 per la gestione della supply chain. I progetti sono rappresentati da schede contenenti liste (ossia elenchi di attività) di contenimento (corrispondente a mansioni). Le carte sono state costruite per poter passare da una lista all'altra (tramite drag-and-drop), per esempio la gestione del flusso di una funzione dall'idea alla realizzazione. Gli utenti possono essere assegnati alle varie carte. Inoltre gli utenti e le schede possono essere raggruppati in organizzazioni. DURATA COMPLESSIVA DEL CORSO: 1 ora NUMERO PARTECIPANTI PREVISTI: non definito COSTO: 20,00 + IVA 18 ISTITUTO NAZIONALE TELEMATICO CATALOGO CORSI

23

24 VIA MANZONI, BATTAGLIA TERME (PD) TEL. 049/ FAX 0429/

1 La scelta dei soggetti da sottoporre a verifica fiscale» 1 di Vito Caradonna

1 La scelta dei soggetti da sottoporre a verifica fiscale» 1 di Vito Caradonna Indice Prefazione di Giancarlo Pezzuto e Gianfranco Tomassoli pag. xiii 1 La scelta dei soggetti da sottoporre a verifica fiscale» 1 di Vito Caradonna 1.1 Premessa» 2 1.2 Profili giuridici e operativi»

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Ente Pubblico non Economico

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Ente Pubblico non Economico Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Ente Pubblico non Economico SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE CONTABILE ED ALLE PROVE DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO CAPITOLO II Prefazione... pag. XIX Introduzione...» XXI CAPITOLO I IL CONTESTO NORMATIVO TRIBUTARIO DI RIFERIMENTO 1. Il diritto tributario e le entrate dello Stato... pag. 1 2. Le fonti del diritto...» 6 3. Le fonti

Dettagli

ESAME IL 20 NOV SOCIETA E REVISIONE

ESAME IL 20 NOV SOCIETA E REVISIONE ESAME IL 20 NOV SOCIETA E REVISIONE Il 20 novembre c è la prova d esame scritta! Questo libro è uscito a settembre e offre 37 temi svolti con percorso dalla teoria alla pratica. E un best seller. RICORDA!

Dettagli

S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE. 11 febbraio 2010 Milano/Sala Convegni Scuola di Alta Formazione

S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE. 11 febbraio 2010 Milano/Sala Convegni Scuola di Alta Formazione S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LE INDAGINI FINANZIARIE Cap. Fabrizio Buonadonna Capo Sezione Operazioni Nucleo di Polizia Tributaria Milano Guardia di Finanza 11 febbraio 2010 Milano/Sala Convegni Scuola

Dettagli

CORSO GENERALE 1^ semestre 2014

CORSO GENERALE 1^ semestre 2014 CORSO GENERALE 1^ semestre 2014 Relatore: Dott. Luciano Sorgato Il corso prevede un ciclo di dieci incontri della durata di tre ore ciascuno dalle ore 09,30 alle ore 12,30 presso COLLEGIO ANTONIANO di

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE ON LINE

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE ON LINE CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE ON LINE Edizione 2015 Area Avvocati i nostri corsi sono riconosci dall Ordine degli Avvocati e rilasciano i Criti Formativi Deontologia CNF0319 Società tra professionisti,

Dettagli

PROGRAMMA DEI CORSI NOVARK 2015

PROGRAMMA DEI CORSI NOVARK 2015 PROGRAMMA DEI CORSI NOVARK 2015 Catalogo dei corsi di formazione individuale 1 Modalità di erogazione dei corsi Novark, in qualità di ente attuatore di Fondoprofessioni, il Fondo Paritetico Interprofessionale

Dettagli

CORSO ANTIRICICLAGGIO 2013

CORSO ANTIRICICLAGGIO 2013 CORSO ANTIRICICLAGGIO 2013 Normativa, adempimenti, sanzioni, verifiche, flusso operativo procedura Antonello Valentini TeamUfficio S.r.l. 1 Cos è l Antiriciclaggio? Con Antiriciclaggio si intende l azione

Dettagli

Il monitoraggio fiscale

Il monitoraggio fiscale Forum Banche e P.A. 2015 Il monitoraggio fiscale Roma, 23 novembre 2015 1 L art. 9 della legge 6 agosto 2013, n. 97 («legge europea 2013») ha profondamente modificato il sistema del cd. monitoraggio fiscale

Dettagli

Come costituire una società

Come costituire una società 1 Nel dettaglio verrà analizzato: Lo start up La gestione delle attività Le certificazioni L acquisizione delle fonti Le responsabilità dell impresa 2 Lo start up Una volta pianificato il Business Plan,

Dettagli

T & P Circolare Informativa 9/2014 Legge di Stabilità: COMPENSAZIONE CREDITI IRPEF, IRES IRAP

T & P Circolare Informativa 9/2014 Legge di Stabilità: COMPENSAZIONE CREDITI IRPEF, IRES IRAP CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 9/2014 del 18/2/2014 ARGOMENTO: COMPENSAZIONE CREDITI IRPEF, IRES E IRAP SOPRA LA SOGLIA DEI 15 MILA EURO; OBBLIGO DI VISTO DI CONFORMITA (Rif. Normativo: Art.1 comma 574 della

Dettagli

Master MySolution 2015-2016 sede di Olbia

Master MySolution 2015-2016 sede di Olbia IL MONDO PROFESSIONALE IN UN UNICA PIATTAFORMA Master MySolution sede di Olbia La formazione professionale e accreditata fatta dai professionisti COORDINAMENTO SCIENTIFICO Maurizio Tozzi COMITATO SCIENTIFICO

Dettagli

799 IL NUOVO MODULO RW

799 IL NUOVO MODULO RW 799 IL NUOVO MODULO RW La compilazione del modulo RW rientra nella più ampia disciplina del monitoraggio fiscale contenuta nel DL 167/90, il cui impianto normativo è stato riformato dalla Legge 6 agosto

Dettagli

Sandro Botticelli Commissione Diritto Tributario Nazionale Ordine Dottori Commercialisti di Milano

Sandro Botticelli Commissione Diritto Tributario Nazionale Ordine Dottori Commercialisti di Milano Sandro Botticelli Commissione Diritto Tributario Nazionale Ordine Dottori Commercialisti di Milano La tassazione delle attività finanziarie per le persone fisiche Adempimenti dichiarativi: dal quadro RW

Dettagli

INDICE CAPITOLO I IL PROCEDIMENTO TRIBUTARIO E L EVOLUZIONE DEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE ALLA LUCE DELLO STATUTO DEI DIRITTI DEL CONTRIBUENTE

INDICE CAPITOLO I IL PROCEDIMENTO TRIBUTARIO E L EVOLUZIONE DEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE ALLA LUCE DELLO STATUTO DEI DIRITTI DEL CONTRIBUENTE INDICE Prefazione Prefazione alla seconda edizione Prefazione alla prima edizione Presentazione alla prima edizione CAPITOLO I IL PROCEDIMENTO TRIBUTARIO E L EVOLUZIONE DEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE

Dettagli

QUADRO RW Un cenno sulle novità del 2014, una riflessione su ritardata presentazione, ravvedimento e sanzioni.

QUADRO RW Un cenno sulle novità del 2014, una riflessione su ritardata presentazione, ravvedimento e sanzioni. QUADRO RW Un cenno sulle novità del 2014, una riflessione su ritardata presentazione, ravvedimento e sanzioni. L art. 9 della L. 6.8.2013 n. 97 prevede: l eliminazione della sezione I (trasferimenti attuati

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N. protocollo: 51/2013 Oggetto: BENI AI SOCI E FINANZIAMENTI COMUNICAZIONE 2012 DA INVIARE ENTRO IL 12 DICEMBRE 2013 Con due distinti provvedimenti del Direttore dell Agenzia delle Entrate del 2 agosto

Dettagli

SOMMARIO. Prefazione... Capitolo 1 La qualifica di ONLUS: inquadramento giuridico, soggettivo ed oggettivo

SOMMARIO. Prefazione... Capitolo 1 La qualifica di ONLUS: inquadramento giuridico, soggettivo ed oggettivo Prefazione... VII Capitolo 1 La qualifica di ONLUS: inquadramento giuridico, soggettivo ed oggettivo 1. Le ONLUS tra disciplina civilistica e fiscale... 1 2. Gli enti ammessi alla qualifica... 3 2.1. I

Dettagli

POLIGNANO A MARE IL 18 APRILE 1960

POLIGNANO A MARE IL 18 APRILE 1960 INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome Luogo e data di nascita Data assunzione in AQP S.p.a. o società del gruppo FRANCESCO ARDITO POLIGNANO A MARE IL 18 APRILE 1960 2 APRILE 2005 PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

Secondo semestre: Gli studenti potranno prendere contatto con il docente, via e-mail, anche per concordare la data e l orario di ricevimento.

Secondo semestre: Gli studenti potranno prendere contatto con il docente, via e-mail, anche per concordare la data e l orario di ricevimento. I SEMESTRE LUSPIO Facoltà di Economia - Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Internazionale Insegnamento di Diritto Tributario Comparato IUS/12 (70 ore per 9 CFU) Docente: Giuseppe Molinaro

Dettagli

1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6

1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6 Indice Introduzione XV Parte prima PRINCIPI GENERALI 1 Redditi di capitale 3 1.1 Aspetti definitori 4 1.2 Redditi di capitale 5 1.3 Determinazione dei redditi di capitale 6 2 Redditi diversi di natura

Dettagli

Il pratico 2014 relatori: Andrea Ramoni - Armando Urbano Stefano Setti - Andrea Arrigo Panato

Il pratico 2014 relatori: Andrea Ramoni - Armando Urbano Stefano Setti - Andrea Arrigo Panato MySolution e UNAGRACO Viterbo, con il patrocinio dell ODCEC di Viterbo presentano Il pratico relatori: Andrea Ramoni - Armando Urbano Stefano Setti - Andrea Arrigo Panato c/o HOTEL SALUS TERME Strada Tuscanese,

Dettagli

Catalogo SYSTEM SERVICE MAGGIO 2014 Area: Avvocati ON LINE

Catalogo SYSTEM SERVICE MAGGIO 2014 Area: Avvocati ON LINE Catalogo SYSTEM SERVICE MAGGIO 2014 Area: Avvocati ON LINE Categoria: A.2.1: Principi generali CNF0361 Il Codice Deontologico Categoria: D.7.7: Accertamento dell'imposta, controllo formale e liquidazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN. e-t@x. La gestione telematica dei rapporti tributari

MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN. e-t@x. La gestione telematica dei rapporti tributari MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN e-t@x. La gestione telematica dei rapporti tributari Il primo master universitario di diritto tributario totalmente in rete a.a. 2006-2007 1.Finalità Il Master

Dettagli

TITOLO: Quesiti posti dalla stampa specializzata - Chiarimenti interpretativi Circolare dell Agenzia delle Entrate del 15 febbraio 2013, n. 1/E.

TITOLO: Quesiti posti dalla stampa specializzata - Chiarimenti interpretativi Circolare dell Agenzia delle Entrate del 15 febbraio 2013, n. 1/E. DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2013 Circ. n. 12 22.02.2013-12/FS/om TITOLO: Quesiti posti dalla stampa specializzata - Chiarimenti interpretativi Circolare dell Agenzia delle Entrate del 15 febbraio

Dettagli

prof. avv. Paola ROSSI

prof. avv. Paola ROSSI L UTILIZZAZIONE DELLE INDAGINI FINANZIARIE NELL ACCERTAMENTO TRIBUTARIO prof. avv. Paola ROSSI Professore associato Università del Sannio Ricercatore area fiscale IRDCEC Diretta 15 novembre 2010 Diretta

Dettagli

La Manovra Estiva e le Novità in materia di Accertamento

La Manovra Estiva e le Novità in materia di Accertamento ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA La Manovra Estiva e le Novità in materia di Accertamento Roma, 22 ottobre 2009 ACCERTAMENTO

Dettagli

Normativa antiriciclaggio 1 a cura dell Area Finanza Assolombarda

Normativa antiriciclaggio 1 a cura dell Area Finanza Assolombarda Normativa antiriciclaggio 1 a cura dell Area Finanza Assolombarda Premesse La normativa mira a prevenire l'utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di

Dettagli

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22

2.1.3. Gli adempimenti posti a carico dei soggetti interessati dalla norma Pag. 22 1. LA FIGURA DEL TRIBUTARISTA 1.1. La figura del Tributarista Pag. 9 1.1.1. Premessa Pag. 9 1.1.2. Le principali caratteristiche, obblighi ed attività del tributarista in sintesi Pag. 10 2. LA LEGGE N.

Dettagli

LE PRINCIPALI NOVITA DELLA MANOVRA DI FERRAGOSTO

LE PRINCIPALI NOVITA DELLA MANOVRA DI FERRAGOSTO Numero circolare 8 Data 14/10/2011 Abstract: Rif.to normativo: LE PRINCIPALI NOVITA DELLA MANOVRA DI FERRAGOSTO La legge di conversione della c.d. manovra di ferragosto ha in buona parte confermato le

Dettagli

- Le linee guida dell Associazione Bancaria Italiana

- Le linee guida dell Associazione Bancaria Italiana Parte Prima - Le linee guida dell Associazione Bancaria Italiana L art 6 comma 3 d.lg. 231 stabilisce che i Modelli di organizzazione, gestione e controllo possono essere adottati sulla base di Codici

Dettagli

ECONOMIA E LEGISLAZIONE ANTIRICICLAGGIO. In sigla Master 42

ECONOMIA E LEGISLAZIONE ANTIRICICLAGGIO. In sigla Master 42 Master di 1 Livello Inserito nell Offerta Formativa Interregionale: ID 6889 Discipline economico-statistiche, giuridiche, politico-sociali Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) ECONOMIA E LEGISLAZIONE

Dettagli

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE E A CHI E RIVOLTA SPECIALIZZAZIONE PROFESSIONALE

SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE E A CHI E RIVOLTA SPECIALIZZAZIONE PROFESSIONALE SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE E SPECIALIZZAZIONE PROFESSIONALE A CHI E RIVOLTA La Scuola di alta formazione e specializzazione professionale del difensore tributario, diretta dal Dott. La qualificazione professionale

Dettagli

Serata di formazione e aggiornamento AIO Torino

Serata di formazione e aggiornamento AIO Torino Torino, 16.12.2014 Serata di formazione e aggiornamento AIO Torino Le novità fiscali per il 2015 Dott. Giorgio Brunero Dott. Umberto Terzuolo Dott. Alessandro Terzuolo Le novità fiscali più importanti

Dettagli

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA

I MANUALI DEL PROFESSIONISTA I MANUALI DEL PROFESSIONISTA Michele ADINOLFI - Francesco GRECO Francesco MAZZOTTA - Marco TOLLA Marco THIONE - Fernando RAPONE Manuale di Diritto tributario Prefazione Conoscendo l importante percorso

Dettagli

MASTER TRIBUTARIO 18^ edizione 2009-2010

MASTER TRIBUTARIO 18^ edizione 2009-2010 MASTER TRIBUTARIO 18^ edizione 2009-2010 DESTINATARI Il Master Tributario, presente dal 1991 nelle maggiori città d'italia, è il riferimento formativo dei laureati in facoltà economico-giuridiche che esercitano

Dettagli

Torino, 27 novembre 2015 Riciclaggio, autoriciclaggio e responsabilità 231

Torino, 27 novembre 2015 Riciclaggio, autoriciclaggio e responsabilità 231 Torino, 27 novembre 2015 Riciclaggio, autoriciclaggio e responsabilità 231 Avv. Gian Piero Chieppa Foro di Torino Dott.ssa Lucia Starola Dottore Commercialista in Torino FATTI di riciclaggio e responsabilità

Dettagli

Università degli Studi di Roma La Sapienza. Facoltà di GIURISPRUDENZA DIRITTO TRIBUTARIO E CONSULENZA D IMPRESA. a.a. 2015-2016

Università degli Studi di Roma La Sapienza. Facoltà di GIURISPRUDENZA DIRITTO TRIBUTARIO E CONSULENZA D IMPRESA. a.a. 2015-2016 Università degli Studi di Roma La Sapienza Facoltà di GIURISPRUDENZA MASTER DI SECONDO LIVELLO IN DIRITTO TRIBUTARIO E CONSULENZA D IMPRESA a.a. 2015-2016 Direttore Prof. Pietro Boria Calendario didattico

Dettagli

LA REVISIONE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE

LA REVISIONE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE LA REVISIONE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE LA REVISIONE DELLE SANZIONI PENALI TRIBUTARIE D.Lgs. n. 74/2000 Artt. da 1 a 14, D.Lgs. n. 158/2015 Con la pubblicazione sulla G.U. del Decreto attuativo della

Dettagli

Forum sugli Enti non profit: le novità 2015 e le risposte degli esperti

Forum sugli Enti non profit: le novità 2015 e le risposte degli esperti Forum sugli Enti non profit: le novità 2015 e le risposte degli esperti Enti non profit: novità tributarie imposte dirette ed indirette Gianni Massimo Zito Dottore commercialista Componente Commissione

Dettagli

Master Tributario. www.hr-planet.it. HR Planet srl - Training & Consulting Sede operativa e legale: Via Bertarelli, 73-00159 Roma

Master Tributario. www.hr-planet.it. HR Planet srl - Training & Consulting Sede operativa e legale: Via Bertarelli, 73-00159 Roma Master Tributario Sono numerose le proposte di master tributari/fiscali, sia nel mondo universitario che da parte di società private. Selezionare il master più adatto alle proprie necessità garantisce

Dettagli

Fiscalità Edilizia. SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA-

Fiscalità Edilizia. SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA- Fiscalità Edilizia SPLIT PAYMENT: -Le regole per la compensazione o il rimborso del credito IVA- Marzo 2015 INDICE Premessa... 3 Compensazione credito IVA... 3 Rimborsi IVA Le nuove regole dal 2015...

Dettagli

Università La Sapienza di Roma

Università La Sapienza di Roma Università La Sapienza di Roma I metodi di accertamento nel sistema delle imposte sul reddito e dell IVA. Diritto Tributario Prof.ssa Rossella Miceli A cura di: Prof.ssa Rossella Miceli I metodi di accertamento

Dettagli

Delega fiscale Pubblicazione in Gazzetta dei 5 decreti legislativi attuativi.

Delega fiscale Pubblicazione in Gazzetta dei 5 decreti legislativi attuativi. NEWS N.121/ 9 ottobre 2015 Delega fiscale Pubblicazione in Gazzetta dei 5 decreti legislativi attuativi. Pubblicati in Gazzetta Ufficiale i cinque decreti legislativi attuativi della legge 11 marzo 2014,

Dettagli

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra il vecchio e il nuovo strumento

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra il vecchio e il nuovo strumento L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra il vecchio e il nuovo strumento prof. avv. Paola ROSSI Professore associato Università del Sannio Ricercatore area fiscale IRDCEC Diretta 15 novembre 2010 Diretta,

Dettagli

> MISURE PARTE V CONTRO L EVASIONE 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO) 2. GLI INTERVENTI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE

> MISURE PARTE V CONTRO L EVASIONE 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO) 2. GLI INTERVENTI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE PARTE V > MISURE CONTRO L EVASIONE 1. LA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI IVA (SPESOMETRO) Cosa comunicare Quando e come trasmettere i dati 2. GLI INTERVENTI IN MATERIA DI STUDI DI SETTORE La pubblicazione

Dettagli

Le novità del periodo in materia doganale

Le novità del periodo in materia doganale Le novità del periodo in materia doganale Avv. Sara Armella, Armella & Associati, Milano e Genova www.studioarmella.com Nel corso degli ultimi mesi, la materia doganale è stata interessata da importanti

Dettagli

VIA GIOVANNI DA PROCIDA, 25 80077 ISCHIA (NA) 081/3334518 339/2431100 segreteria@comunelaccoameno.it

VIA GIOVANNI DA PROCIDA, 25 80077 ISCHIA (NA) 081/3334518 339/2431100 segreteria@comunelaccoameno.it INFORMAZIONI PERSONALI Oscar Rumolo VIA GIOVANNI DA PROCIDA, 25 80077 ISCHIA (NA) 081/3334518 339/2431100 segreteria@comunelaccoameno.it Sesso MASCHIO Data di nascita 10/06/1970 Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA

Dettagli

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio Le Novità del Credito: corso di aggiornamento Obiettivi Fornire una visione sistematica e completa dell'operatività creditizia, aggiornata alle piu recenti novita (I.A.S., riforma societaria, riforma diritto

Dettagli

CURRICULUM VITAE dott. CLAUDIO MIGLIO

CURRICULUM VITAE dott. CLAUDIO MIGLIO DATI ANAGRAFICI Studio: 00198 Roma - via Chiana, 48 Nato a: Roma l 8 marzo 1964 tel. +390683081351 +39068413723 mobile +393939912145 e-mail: c.miglio@studiomiglio.com sito internet: www.studiomiglio.com

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/Nome MARCHESI MONICA Indirizzo Via L. da Vinci n.27 Virgilio 46034 BORGO VIRGILIO (MN) Telefono 0376/397427 Mobile 333 3289003 Fax 0376/392546 E-mail

Dettagli

Voluntary Disclosure le prime istruzioni ufficiali dell'agenzia delle Entrate

Voluntary Disclosure le prime istruzioni ufficiali dell'agenzia delle Entrate Voluntary Disclosure le prime istruzioni ufficiali dell'agenzia delle Entrate DISPONIBILI ONLINE IL MODELLO DEFINITIVO PER LA RICHIESTA DI ACCESSO ALLA PROCEDURA DI COLLABORAZIONE VOLONTARIA, LE ISTRUZIONI

Dettagli

Blue Line Consulting srl

Blue Line Consulting srl CHI SIAMO BLC srl è un centro servizi contabili integrato con la consulenza di professionisti esperti in gestione d impresa, operante sul territorio nazionale. A fianco delle attività tradizionali tipiche

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO

Dettagli

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00

IL PROGRAMMA 2016. MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00 IL PROGRAMMA 2016 MODULO I - I PRINCIPI GENERALI DEL DIRITTO PENALE DELL IMPRESA 1 22 gennaio 2016-15.00-19.00 Il diritto penale dell impresa nell evoluzione legislativa e giurisprudenziale: le norme e

Dettagli

Trusts. La tassazione dei dividendi percepiti dal trust

Trusts. La tassazione dei dividendi percepiti dal trust La tassazione dei dividendi percepiti dal trust L art. 1, comma 655, della legge di stabilità 2015 (1) pone fine ad un regime fiscale di indubbio vantaggio che aveva caratterizzato l imposizione dei dividendi

Dettagli

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale

Corso di perfezionamento in. Governance del patrimonio e passaggio generazionale Università degli Studi di Brescia con il patrocinio di Gruppo Generali S.p.A. Corso di perfezionamento in Governance del patrimonio e passaggio generazionale Programma 12 incontri da 8 ore ciascuno (4

Dettagli

CIRCOLARE N. 61/E. Roma, 03 novembre 2008

CIRCOLARE N. 61/E. Roma, 03 novembre 2008 CIRCOLARE N. 61/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 novembre 2008 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dei fondi immobiliari. Articolo 82, commi da 17 a 22, del decreto-legge 25 giugno

Dettagli

LA BANCA DATI DI FISCO PIÙ - PIANO DELL OPERA

LA BANCA DATI DI FISCO PIÙ - PIANO DELL OPERA LA BANCA DATI DI FISCO PIÙ - PIANO DELL OPERA FONTI NORMATIVE» Legislazione Nazionale Ampia raccolta legislativa di provvedimenti dello Stato Italiano in testo vigente dal 1861 ad oggi. I testi legislativi

Dettagli

TRACCE TEMI ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA

TRACCE TEMI ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA TRACCE TEMI ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA 2013 II^ SESSIONE PRIMA PROVA Tema n. 1 Il candidato dopo aver sinteticamente illustrato le motivazioni economiche che sovrintendono ad una operazione

Dettagli

Voluntary disclosure Casi risolti circolari n. 27/E/2015, 30/E/2015, 31/E/2015

Voluntary disclosure Casi risolti circolari n. 27/E/2015, 30/E/2015, 31/E/2015 Voluntary disclosure Casi risolti circolari n. 27/E/2015, 30/E/2015, 31/E/2015 Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 11/09/2015 1 Circolare 16/07/2015,

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull anagrafe tributaria

Commissione parlamentare di vigilanza sull anagrafe tributaria Commissione parlamentare di vigilanza sull anagrafe tributaria Convegno su L Anagrafe tributaria nella prospettiva del federalismo fiscale Il sistema delle banche-dati nel contrasto all evasione fiscale:

Dettagli

Corso di formazione on-line per mediatore creditizio E agente in attività finanziaria

Corso di formazione on-line per mediatore creditizio E agente in attività finanziaria Ente di formazione iscritto al n.ro 90 dell elenco tenuto presso il Ministero della Giustizia Corso di formazione on-line per mediatore creditizio E agente in attività finanziaria 42 ore Corso di preparazione

Dettagli

Comunicazione dei beni in godimento ai soci o familiari e dei finanziamenti o capitalizzazioni ricevuti dall impresa NUMERO 36-7 OTTOBRE 20151

Comunicazione dei beni in godimento ai soci o familiari e dei finanziamenti o capitalizzazioni ricevuti dall impresa NUMERO 36-7 OTTOBRE 20151 Comunicazione dei beni in godimento ai soci o familiari e dei finanziamenti o capitalizzazioni ricevuti dall impresa 1 1 PREMESSA L art. 2 co. 36-terdecies - 36-duodevicies del DL 13.8.2011 n. 138, conv.

Dettagli

NOTIZIARIO 21/2009 SOMMARIO

NOTIZIARIO 21/2009 SOMMARIO Ente pubblico non economico Torino, 5 novembre 2009 NOTIZIARIO 21/2009 SOMMARIO CONVEGNO DI STUDI: IL D.LGS. 231/2001 ED I MODELLI DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO ALLA LUCE DELLE RECENTI NOVITA

Dettagli

LE SOCIETÀ NON OPERATIVE alla luce del provvedimento e della circolare dell Agenzia delle Entrate dell 11/06/2012. Lelio Cacciapaglia

LE SOCIETÀ NON OPERATIVE alla luce del provvedimento e della circolare dell Agenzia delle Entrate dell 11/06/2012. Lelio Cacciapaglia alla luce del provvedimento e della circolare dell Agenzia delle Entrate dell 11/06/2012 Lelio Cacciapaglia NUOVA TIPOLOGIA DI SOCIETÀ DI COMODO Le società che presentano dichiarazioni in perdita fiscale

Dettagli

INCONTRO INFORMATIVO E DI CONFRONTO ITALO - FRANCESE

INCONTRO INFORMATIVO E DI CONFRONTO ITALO - FRANCESE HOLDING DI FAMIGLIA E INDAGINI FINANZIARIE Gruppo di Lavoro Rapporti Internazionali INCONTRO INFORMATIVO E DI CONFRONTO ITALO - FRANCESE Ordine dei Dottori Commercialisti Ivrea Pinerolo Torino Torino,

Dettagli

Da oggi puoi lavorare con più gusto. Suite

Da oggi puoi lavorare con più gusto. Suite Da oggi puoi lavorare con più gusto. Suite Scegli esattamente TuttoLavoro Suite è la soluzione per te: Tutto come vuoi. puoi risparmiare personalizzando la banca dati con i moduli che ti servono hai la

Dettagli

DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI

DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 5 dell 11.1.2012 DISCIPLINARE PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI LEGALI ART. 1 PREMESSA 1. Il presente documento disciplina il conferimento degli incarichi per

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome GIUSEPPINA GIGLIOTTI Indirizzo 7,PIAZZA E.TORRICELLI, 56126 PISA, ITALIA Telefono 349-0077224 Fax E-mail

Dettagli

DIRITTO DI INTERNET: QUESTIONI SOSTANZIALI E PROCESSUALI

DIRITTO DI INTERNET: QUESTIONI SOSTANZIALI E PROCESSUALI OBIETTIVI Durante il Master verranno analizzate le più attuali problematiche normative legate al mondo dell e-commerce, della digitalizzazione documentale e dei procedimenti di tutela in materia di privacy

Dettagli

CIRCOLARE N. 34/E. OGGETTO: Riconoscimento delle eccedenze di imposta a credito maturate in annualità per le quali le dichiarazioni risultano omesse

CIRCOLARE N. 34/E. OGGETTO: Riconoscimento delle eccedenze di imposta a credito maturate in annualità per le quali le dichiarazioni risultano omesse CIRCOLARE N. 34/E Direzione Centrale Affari legali e Contenzioso Settore Strategie Difensive Ufficio contenzioso imprese e lavoratori autonomi Direzione centrale Accertamento Settore Grandi contribuenti

Dettagli

SOMMARIO CAPITOLO PRIMO

SOMMARIO CAPITOLO PRIMO SOMMARIO CAPITOLO PRIMO Indagini - Paolo Carretta 1 1. Patrimonio e reddito 4 2. Il provento da attività illecita 6 3. Estensione delle indagini patrimoniali 11 3.1 Alcune altre precisazioni terminologiche

Dettagli

L utilizzo del sistema finanziario secondo la nuova disciplina antiriciclaggio (D. Lgs. 21/11/2007 n 231)

L utilizzo del sistema finanziario secondo la nuova disciplina antiriciclaggio (D. Lgs. 21/11/2007 n 231) L utilizzo del sistema finanziario secondo la nuova disciplina antiriciclaggio (D. Lgs. 21/11/2007 n 231) Con il D. Lgs. 21/11/2007 n 231, pubblicato sulla G.U. n.290 SO n.267 del 14 dicembre 2007, è stata

Dettagli

Focus on Business Consulting stp srl i tuoi consulenti nel processo di Voluntary Disclosure

Focus on Business Consulting stp srl i tuoi consulenti nel processo di Voluntary Disclosure Focus on Business Consulting stp srl i tuoi consulenti nel processo di Voluntary Disclosure Roma Prof. Avv. Elio Blasio Largo Messico, 3 Tel. 06.8551827/ 06.8551828 Fax. 068551829 Padova Dott.ssa Cristina

Dettagli

A) Antiriciclaggio, in arrivo le istruzioni per l adeguata verifica. B) Riforma del condominio 2012: quando entra in vigore?

A) Antiriciclaggio, in arrivo le istruzioni per l adeguata verifica. B) Riforma del condominio 2012: quando entra in vigore? A) Antiriciclaggio, in arrivo le istruzioni per l adeguata verifica Bankitalia sta per diramare le attese istruzioni operative sull adeguata verifica della clientela per il rispetto delle norme antiriciclaggio

Dettagli

INDICE. Premessa... pag. 11

INDICE. Premessa... pag. 11 INDICE Premessa... pag. 11 CAPITOLO PRIMO LA CESSIONE DELLE PARTECIPAZIONI NEL REDDITO DI IMPRESA 1. La cessione delle partecipazioni nel reddito d impresa... pag. 13 1.1 I diversi regimi fiscali applicabili

Dettagli

STUDIO LEGALE TRIBUTARIO LEO

STUDIO LEGALE TRIBUTARIO LEO STUDIO LEGALE TRIBUTARIO LEO P.zza L. Ariosto, n. 30-73100 LECCE Tel./fax: 0832 455433 www.studiotributarioleo.it e-mail: info@studiotributarioleo.it OPINIONI CONTRASTANTI: IL VALORE DELL AZIENDA RISPETTO

Dettagli

SOTTOSCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE IVA AI FINI DELLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI IVA

SOTTOSCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE IVA AI FINI DELLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI IVA Documento di ricerca n. 149 SOTTOSCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE IVA AI FINI DELLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI IVA 1. SCOPO DEL DOCUMENTO Il presente documento ha l obiettivo di riassumere la disciplina sulla

Dettagli

Normativa Antiriciclaggio. Dott.ssa Antonella Masala, Responsabile Antiriciclaggio Eos Servizi Fiduciari Spa

Normativa Antiriciclaggio. Dott.ssa Antonella Masala, Responsabile Antiriciclaggio Eos Servizi Fiduciari Spa Normativa Antiriciclaggio Dott.ssa Antonella Masala, Responsabile Antiriciclaggio Eos Servizi Fiduciari Spa Premessa Legge 15 dicembre 2014, n. 186 «Collaborazione volontaria per l emersione e il rientro

Dettagli

LA BANCADATIPIÙ - PIANO DELL OPERA FONTI NORMATIVE

LA BANCADATIPIÙ - PIANO DELL OPERA FONTI NORMATIVE LA BANCADATIPIÙ - PIANO DELL OPERA FONTI NORMATIVE» Legislazione Nazionale Ampia raccolta legislativa di provvedimenti dello Stato Italiano in testo vigente dal 1861 ad oggi. I testi legislativi sono riportati

Dettagli

Indice circolari Fiscali 2011

Indice circolari Fiscali 2011 1 N ARGOMENTO 001 LA FINANZIARIA 2011 002 DECRETO MILLEPROROGHE 003 MONITORAGGIO DELLA COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA 2010 004 ACCERTAMENTO PARZIALE DAL 2011 005 COMPENSAZIONI DAL 2011 TUTTOESEMPI 006 FATTURA

Dettagli

Studio Associato Bassi-Avanzini

Studio Associato Bassi-Avanzini BA Studio Associato Bassi-Avanzini Dottori Commercialisti - Revisori contabili Circolare n. 5 del 30/09/2014 Ai gentili clienti Loro sedi Fattura alla pubblica amministrazione Gentili clienti, con la presente

Dettagli

Varese, 3 novembre 2015 CIRCOLARE N. 5/2015

Varese, 3 novembre 2015 CIRCOLARE N. 5/2015 R E G G I O R I E A S S O C I A T I Via Cavour n. 8 200 - Varese Varese, 3 novembre 205 CIRCOLARE N. 5/205 Con la presente circolare segnaliamo le principali novità introdotte in materia di riscossione

Dettagli

SIMONE BOTTERO. Istruzione

SIMONE BOTTERO. Istruzione SIMONE BOTTERO Istruzione Abilitazioni e qualifiche professionali TITOLO DI DOTTORE COMMERCIALISTA E REVISORE LEGALE DEI CONTI conseguito in data 24/09/2004 presso l UNIVERSITA degli Studi dell Insubria

Dettagli

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006

CARPANEDA & ASSOCIATI. Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring. Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Il ruolo del modello organizzativo e gestionale ex 231 nelle società di factoring Michele Carpaneda 16 maggio 2006 Corporate Governance La Corporate Governance è l insieme dei processi per indirizzare

Dettagli

Le Casse Tecniche per la semplificazione della previdenza privata: 10 proposte per il Governo

Le Casse Tecniche per la semplificazione della previdenza privata: 10 proposte per il Governo Le Casse Tecniche per la semplificazione della previdenza privata: 10 proposte per il Governo Fausto Amadasi Presidente CIPAG Sala delle Colonne, Camera dei Deputati MILANO 17 MAGGIO 2013 ROMA 23 LUGLIO

Dettagli

La normativa antiriciclaggio per gli avvocati. di Maurizio Arena

La normativa antiriciclaggio per gli avvocati. di Maurizio Arena La normativa antiriciclaggio per gli avvocati di Maurizio Arena Parte Prima Con la pubblicazione del Decreto n. 141 del 3 febbraio 2006 del Ministero dell Economia e delle Finanze e del Provvedimento 24

Dettagli

SEMINARIO: Armonizzazione dei sistemi contabili e di bilancio nella P.A.: riflessioni e prospettive

SEMINARIO: Armonizzazione dei sistemi contabili e di bilancio nella P.A.: riflessioni e prospettive SEMINARIO: Armonizzazione dei sistemi contabili e di bilancio nella P.A.: riflessioni e prospettive INTERVENTO: La Riforma della contabilità delle amministrazioni pubbliche: le principali innovazioni e

Dettagli

L Antiriciclaggio. 231 : IL NUMERO DEI RISCHI normativa antiriciclaggio. Convegno fiduciarie piemontesi Torino 31 maggio 2013

L Antiriciclaggio. 231 : IL NUMERO DEI RISCHI normativa antiriciclaggio. Convegno fiduciarie piemontesi Torino 31 maggio 2013 231 : IL NUMERO DEI RISCHI normativa antiriciclaggio Convegno fiduciarie piemontesi Torino 31 maggio 2013 L Antiriciclaggio a cura di Salvatore Ruotolo 1 provvedimenti di Banca Italia 10 marzo 2011 in

Dettagli

Normativa. Prassi. Dottrina N. 2 _ 27.01.2015. 3 Finanziamenti agevolati per le piccole e medie coop

Normativa. Prassi. Dottrina N. 2 _ 27.01.2015. 3 Finanziamenti agevolati per le piccole e medie coop Normativa 3 Finanziamenti agevolati per le piccole e medie coop 3 Reddito derivante dall allevamento di animali: confermati anche per il 2014-2015 i vecchi coefficienti 3 San Marino inserito nella White

Dettagli

LE NOSTRE SPECIALIZZAZIONI

LE NOSTRE SPECIALIZZAZIONI LE NOSTRE SPECIALIZZAZIONI CONSULENZA FISCALE pareri interpretativi per l'applicazione di norme programmazione fiscale per società, imprese, associazioni, onlus, fondazioni, lavoratori autonomi e privati

Dettagli

IL NUOVO REDDITOMETRO. a cura della dott.ssa Gabriella Liso

IL NUOVO REDDITOMETRO. a cura della dott.ssa Gabriella Liso IL NUOVO REDDITOMETRO a cura della dott.ssa Gabriella Liso Che cos è il redditometro? - Strumento che permette all Amministrazione Finanziaria di determinare, presumibilmente, il reddito complessivo attribuibile

Dettagli

I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D.

I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. I SERVIZI DI AQM PER PROGETTAZIONE E ASSISTENZA PER LA REALIZZAZIONE DEL MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AI SENSI DEL D. LGS. 231/2001 ( RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA D IMPRESA) La norma

Dettagli

Corsi Afap - Categoria Avvocati - aggiornato al 12/06/2016

Corsi Afap - Categoria Avvocati - aggiornato al 12/06/2016 Corsi Afap - Categoria Avvocati - aggiornato al 12/06/2016 Deontologia La nuova disciplina degli 2 18/03/2016 72.00 avvocati: Profili sostanziali e procedurali. Il nuovo codice deontologico. Il nuovo procedimento

Dettagli

Scuola Forense di Trani. Programma didattico 2015-2016

Scuola Forense di Trani. Programma didattico 2015-2016 Programma strutturato per aree tematiche e materie, ciascuna delle quali sarà sviluppata in una o più lezioni dedicate. Il corso, in conformità alla vigente normativa, avrà la durata di diciotto mesi,

Dettagli

Scelto Per Voi. Dall Ici all IMU La Base Imponibile dell IMU e calcolo dell imposta

Scelto Per Voi. Dall Ici all IMU La Base Imponibile dell IMU e calcolo dell imposta Lawt è lieta di offrirvi, nell ambito del progetto di collaborazione con Federalberghi VCO - finalizzato ad offrire ai propri associati nuovi servizi di consulenza fiscale tematici - un tema di approfondimento

Dettagli

Seminario Processi Innovativi

Seminario Processi Innovativi Seminario Processi Innovativi Agenda Semplificazione Agenda Digitale Fatturazione Elettronica e Split Payment Agenda Semplificazione Settori Strategici Individuati Cittadinanza Digitale Welfare e Salute

Dettagli