ARCHIVIAZIONE e GESTIONE ELETTRONICA DOCUMENTALE. un sacco di motivi per adottarla.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARCHIVIAZIONE e GESTIONE ELETTRONICA DOCUMENTALE. un sacco di motivi per adottarla."

Transcript

1 ARCHIVIAZIONE e GESTIONE ELETTRONICA DOCUMENTALE un sacco di motivi per adottarla. 1

2 Paragrafo 1 EVOLUZIONE NORMATIVA 2

3 1 EVOLUZIONE NORMATIVA Normativa quadro Codice della Pubblica Amministrazione Digitale (D. Lgs. 82/2005) Codice della Privacy (Allegato B del D. Lgs. 196/2003) Conservazione Deliberazione CNIPA del 19 febbraio 2004 n. 11 (regole tecniche per la conservazione) Bozza nuove regole tecniche pubblicate su in data 5 agosto 2011 Decreto Legge 185/2008 (art bis c.c. e documenti unici) Firma digitale DPCM del 30 marzo 2009 (regole tecniche per la firma digitale) Bozza di DPCM per le regole tecniche per la firma digitale. Fatturazione elettronica e conservazione «fiscale» DMEF 23 gennaio 2004 (conservazione documenti fiscalmente rilevanti) Decreto Legislativo 20 febbraio 2004, n. 52 (direttiva 2001/115/CE) Circolare 45/E del 19 ottobre 2005 (fattura elettronica) Circolare 36/E del 6 dicembre 2006 (conservazione sostitutiva) 3

4 1 EVOLUZIONE NORMATIVA quadro normativo chiaro ma in continua evoluzione interazione fra normativa generale di settore e quella sulla dematerializzazione delle fatture e dei documenti tributari. mancata approvazione del regolamento tecnico del cad elaborato in bozza.. 4

5 Paragrafo 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 5

6 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.1.a Doc. informatico e copie Documento informatico documento informatico RAPPRESENTAZIONE INFORMATICA DI ATTI, FATTI O DATI GIURIDICAMENTE RILEVANTI evidenza informatica UNA SEQUENZA DI SIMBOLI BINARI CHE PUO ESSERE ELABORATA DA UNA FUNZIONE DI HASH funzione di hash UNA FUNZIONE MATEMATICA CHE GENERA, A PARTIRE DA UNA EVIDENZA INFORMATICA UN IMPRONTA DI MODO TALE CHE RISULTI DI FATTO IMPOSSIBILE, A PARTIRE DA QUESTA, RICOSTRUIRE L EVIDENZA INFORMATICA ORIGINARIA E GENERARE IMPRONTE UGUALI A PARTIRE DA EVIDENZE INFORMATICHE DIFFERENTI. impronta informatica SEQUENZA DI LUNGHEZZA PREDEFINITA DI SIMBOLI BINARI OTTENUTA ATTRAVERSO LA FUNZIONE DI HASH 6

7 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO Esempi di impronte informatiche 2.1.a Doc. informatico e copie STUDIO SCHIAFFIN0 funzione di hash 27b1eebdb6ade a3522e805760e9596 Studio Schiaffino funzione di hash 42a3d337be8f9bf ee52e4e67c8be5dfc studioschiaffino funzione di hash e2b34b95685df f1f1f38cbeef

8 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.1.a Doc. informatico e copie Riferimento e marca temporale Riferimento temporale Informazione, contenente la data e l ora, che viene associata ad uno o più documenti informatici Marca temporale Evidenza informatica che consente la validazione temporale Validazione temporale Il risultato della procedura informatica, con cui si attribuisce, ad uno o più documenti informatici, un riferimento temporale opponibile a terzi 8

9 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.1.a Doc. informatico e copie Documento analogico Documento formato utilizzando una grandezza fisica che assume valori continui, come le tracce su carta (esempio: documenti cartacei), come le immagini su film (esempio: pellicole mediche, microfiche, microfilm), come le magnetizzazioni su nastro (esempio: cassette e nastri magnetici audio e video) Copia Originale Originale non unico (fatture, lettere e telegrammi spediti e ricevuti). Si può risalire al loro contenuto attraverso altre scritture o documenti di cui siano obbligatorie la tenuta e la conservazione, anche se da parte di terzi (Delib.11/2004) Originale unico : quando il documento analogico esiste in unica copia ovvero non sia possibile possederne altra copia anche in dotazione presso terzi per la conservazione 9

10 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.1.a Doc. informatico e copie Copia di documenti (nuovo Cad) COPIA DOCUMENTO ANALOGICO copia informatica di documento analogico: il documento informatico avente contenuto identico a quello del documento analogico da cui é tratto. (ad esempio testo in word di lettera stampata) copia per immagine su supporto informatico di documento analogico: il documento informatico avente contenuto e forma identici a quelli del documento analogico da cui é tratto 10

11 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.1.a Doc. informatico e copie Copia di documenti (nuovo Cad) COPIA DOCUMENTO INFORMATICO copia informatica di documento informatico: il documento informatico avente contenuto identico a quello del documento da cui é tratto su supporto informatico con diversa sequenza di valori binari. duplicato informatico: il documento informatico ottenuto mediante la memorizzazione, sullo stesso dispositivo o su dispositivi diversi, della medesima sequenza di valori binari del documento originale. differenza? La copia informatica di documento informatico identifica un file che ha il medesimo contenuto dell originale, ma un diverso formato: ad esempio, il documento.pdf che risulta dalla conversione di un file.doc. o.txt. Infine, il duplicato informatico identifica un file del tutto identico all originale: ad esempio, la copia.doc di un file.doc 11

12 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.1.b Firma elettronica Quattro tipologie di firma elettronica 1 firma elettronica 4 firma digitale 2 firma elettronica avanzata 3 firma elettronica qualificata 12

13 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.1.b Firma elettronica Quattro tipologie di firma elettronica 1- firma elettronica è definita come "l'insieme dei dati in forma elettronica, allegati oppure connessi tramite associazione logica ad altri dati elettronici, utilizzati come metodo di identificazione informatica": è quindi la forma più debole di firma in ambito informatico, in quanto non prevede meccanismi di autenticazione del firmatario o di integrità del dato firmato. 2 - firma elettronica avanzata La firma elettronica avanzata è una firma elettronica con alcune caratteristiche di sicurezza. Più precisamente, il nuovo Codice dell amministrazione digitale, all art. 1, comma 1, lett. q-bis), la definisce come un insieme di dati in forma elettronica allegati oppure connessi a un documento informatico che consentono l identificazione del firmatario del documento e garantiscono la connessione univoca al firmatario, creati con mezzi sui quali il firmatario può conservare un controllo esclusivo, collegati ai dati ai quali detta firma si riferisce in modo da consentire di rilevare se i dati stessi siano stati successivamente modificati. Può, ad esempio, trattarsi della One Time Password utilizzata da alcune banche o della firma autografa apposta su tablet o della firma biometrica, verificate le caratteristiche e verificato il contesto anche procedurale in cui la firma è inserita e le proprietà del documento 13

14 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.1.b Firma elettronica Quattro tipologie di firma elettronica 3-firma elettronica qualificata è definita come "la firma elettronica ottenuta attraverso una procedura informatica che garantisce la connessione univoca al firmatario, creata con mezzi sui quali il firmatario può conservare un controllo esclusivo e collegata ai dati ai quali si riferisce in modo da consentire di rilevare se i dati stessi siano stati successivamente modificati, che sia basata su un certificato qualificato e realizzata mediante un dispositivo sicuro per la creazione della firma": è quindi una forma di firma sicura, che esaudisce le richieste della Direttiva Europea 1999/93/CE, alle quali sono stati aggiunti i requisiti dell'utilizzo di un certificato qualificato e di un dispositivo sicuro di firma. In questa forma la firma elettronica qualificata corrisponde alla "Qualified electronic signature" definita da ETSI 4- firma digitale definita sempre nel come "un particolare tipo di firma elettronica qualificata basata su un sistema di chiavi crittografiche, una pubblica e una privata, correlate tra loro, che consente al titolare tramite la chiave privata e al destinatario tramite la chiave pubblica, rispettivamente, di rendere manifesta e di verificare la provenienza e l integrità di un documento informatico o di un insieme di documenti informatici": la norma introduce quindi l'uso di algoritmi di crittografia a chiave pubblica. 14

15 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.2 Valore giuridico del doc.inf. (Art. 23 del Cda) a documento informatico non sottoscritto Nel nuovo art. 20, comma 1 bis, si legge: L idoneità del documento informatico a soddisfare il requisito della forma scritta e il suo valore probatorio sono liberamente valutabili in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità ed immodificabilità, fermo restando quanto disposto dall art. 21. La norma citata dispone quindi (anche) dell efficacia probatoria del documento informatico senza alcuna firma, per esempio un file prodotto con un qualunque sistema di videoscrittura, senza che sia utilizzata nessuna tecnica specifica di cifratura o di firma o di protezione. Ora il nuovo art. 23 quater del Codice dell amministrazione digitale dispone anche: all art del codice civile dopo le parole: riproduzioni fotografiche è inserita la seguente: informatiche, esattamente come già disponeva l art. 23 del previgente Codice dell amministrazione digitale. La norma riproduceva l orientamento costante della dottrina e della giurisprudenza, anche di Cassazione. Si pone dunque un rilevante problema interpretativo. Il documento informatico senza firma ha un efficacia probatoria liberamente valutabile dal giudice oppure ha l efficacia delle riproduzioni meccaniche di cui all art c.c., le quali, come è noto, formano piena prova dei fatti e delle cose rappresentate, se colui contro il quale sono prodotte non ne disconosce la conformità ai fatti e alle cose medesime? Non potendo due norme diverse (nuovo art. 20, comma 1 bis e nuovo art. 23 quater, entrambidel Codice dell amministrazione digitale) disciplinare in modo diverso l efficacia probatoria della medesima fattispecie (il documento informatico senza firma), non resta nuovamente che sperare in un intervento correttivo del legislatore. 15

16 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.2 Valore giuridico del doc.inf. (Art. 23 del Cda) b documento informatico sottoscritto con firma elettronica semplice Il documento informatico cui è apposta una firma elettronica, sul piano probatorio è liberamente valutabile in giudizio, tenuto conto delle sue caratteristiche oggettive di qualità, sicurezza, integrità e immodificabilità, secondo l art. 21, comma 1. Dal momento che esistono tante tipologie di firma elettronica, la valutazione dell efficacia probatoria dei documenti cui la firma elettronica è apposta è, caso per caso, rimessa al giudice, che ne valuterà la qualità, la sicurezza, l integrità e l immodificabilità. Conseguentemente, gli utilizzatori della firma elettronica non potranno conoscerne con certezza preventivamente gli effetti sotto il profilo probatorio. Questa disposizione non modifica la disciplina già vigente. Tuttavia, come nel Codice previgente, manca la disciplina dell idoneità a integrare il requisito della forma scritta del documento informatico con firma elettronica. A questa fattispecie si applicherà, dunque, l art. 20, comma 1 bis. 16

17 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.2 Valore giuridico del doc.inf. (Art. 23 del Cda) c documento informatico sottoscritto con firma elettronica avanzata qualificata o digitale I documenti informatici con firma elettronica avanzata, firma elettronica qualificata, firma digitale, hannola medesima efficacia probatoria, quella prevista dall art c.c. per la scrittura privata. Come nel Codice previgente, l utilizzo del dispositivo di firma si presume riconducibile al titolare, salvo che questi dia prova contraria. Ciò si afferma nell art. 21, comma 2, ove si dispone che il documento informatico sottoscritto con firma elettronica avanzata, qualificata o digitale, formato nel rispetto delle regole tecniche di cui all art. 20, comma 3, che garantiscano l identificabilità dell autore, l integrità e l immodificabilità del documento, ha l efficacia prevista dall art del codice civile. L utilizzo del dispositivo di firma si presume riconducibile al titolare, salvo che questi dia prova contraria. Il disconoscimento di cui all art. 21, comma 2, del Codice dell amministrazione digitale ha ad oggetto l utilizzo del dispositivo di firma. Si configura quindi come un operazione diversa dal disconoscimento disciplinato dall art. 214 c.p.c., così come ontologicamente diverse sono le firme informatiche ed autografe e le scritture cui sono apposte. Art codice civile: la scrittura privata fa piena prova, fino a querela di falso (Cod. Proc. Civ. 221 e seguenti), della provenienza delle dichiarazioni da chi l'ha sottoscritta, se colui contro il quale la scrittura è prodotta ne riconosce la sottoscrizione, ovvero se questa e legalmente considerata come riconosciuta 17

18 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO Art. 43, dlgs. 82 del Archiviazione e conservazione digitale dei documenti Documenti degli archivi Scritture contabili La corrispondenza ed ogni atto, dato o documento di cui è prescritta la conservazione per legge o regolamento riprodotti su supporti informatici sono validi e rilevanti a tutti gli effetti di legge 18

19 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.3 Archiviazione e conservazione digitale dei documenti la riproduzione e la conservazione nel tempo sono effettuate in modo da garantire la conformità dei documenti agli originali e la loro conservazione nel tempo, nel rispetto delle regole tecniche stabilite ai sensi dell' articolo 71 del Cad Siamo ancora in attesa delle regole tecniche 19

20 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.3 Archiviazione informatica e conservazione digitale dei documenti Art. 3 Documenti informatici conservazione memorizzazione su supporti ottici apposizione: sull insieme dei documenti o su un evidenza informatica (file) contenente una o più impronte dei documenti stessi: riferimento temporale firma digitale del responsabile della conservazione. 20

21 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.3 Archiviazione informatica e conservazione digitale dei documenti Art. 4 Documenti analogici conservazione Memorizzazione immagine su supporti ottici apposizione: sull insieme dei documenti o su un evidenza informatica (file) contenente una o più impronte dei documenti stessi: riferimento temporale firma digitale del responsabile della conservazione. 21

22 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 2.3 Archiviazione e conservazione digitale dei documenti RESPONSABILE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Il responsabile della conservazione sostitutiva a) soggetto interno b) soggetto esterno (se esterno deve essere un soggetto accreditato in caso di enti pubblici) 22

23 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO RESPONSABILE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 2.3 Archiviazione e conservazione digitale dei documenti NOMINA DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DI CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA AI SENSI DELL ART. 5 DEL. CNIPA N. 11/2004 La Società XXX con sede in in persona del suo legale rappresentante pro tempore PREMESSO CHE - YYY S.r.l. (d ora in poi anche, per brevità, Outsourcer ) svolge attività avente ad oggetto, tra l altro, la distribuzione commerciale di prodotti hardware e software, nonché la produzione e la gestione di sistemi informativi, ed offre, altresì, servizi accessori e funzionali alla gestione amministrativa dell impresa, tra cui quello di gestione documentale, di archiviazione e di conservazione sostitutiva di documenti; -per lo svolgimento dell attività di conservazione sostitutiva dei documenti l Outsourcer utilizza il software denominato Doc, di titolarià di AABBCC Sistemi, di cui egli è attuale licenziatario; -il software Doc è un software specificamente ideato per lo sviluppo di sistemi di conservazione sostitutiva documentale in linea con la normativa italiana attualmente in vigore; -nell ambito della propria attività, la Società XXX ha in uso un sistema di gestione documentale e di fatturazione basato sull utilizzo di un software gestionale, denominato XYZX ; -la Società XXX con il contratto di outsourcing del ha manifestato il proprio interesse ad affidare all Outsourcer la gestione del processo di conservazione sostitutiva dei documenti gestiti e formati attraverso il software XYZX sopraindicato e qui di seguito indicati: [1) fatture dal lato attivo 2) corrispondenza ordinaria; 3) libro giornale] Tutto ciò premesso, con il presente atto la Società XXX, ai sensi e per gli effetti della disciplina di cui al DMEF ed alla Deliberazione CNIPA n. 11 NOMINA La Società YYY, quale RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DI CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA dei documenti sopraindicati e come specificati nel contratto stipulato e negli allegati tecnici di cui al contratto di affidamento del servizio 23

24 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO, Nell ambito del presente atto di nomina, la Società YYY, in persona del suo legale rappresentante pro tempore, delega il Sig., nato a, cod. fiscale, quale responsabile dei processi di conservazione sostitutiva, con ampi poteri di avvalersi di personale delegato per lo svolgimento e la finalizzazione delle relative attività di conservazione. Nello svolgimento delle attività di responsabile della conservazione, l Outsourcer si impegna a svolgere il suo incarico secondo le modalità specificate nel Manuale della Conservazione concordato con la Società XXX, attenendosi alle indicazioni contenute nel contratto di affidamento del servizio e verificando costantemente l adeguamento normativo dei propri sistemi di conservazione. In particolare, il responsabile della conservazione si atterrà a quanto specificato nella deliberazione CNIPA n. 11, conformerà i suoi compiti a quanto stabilito nell art. 5 della stessa e svilupperà un sistema di conservazione in linea con quanto precisato dal Codice dell amministrazione digitale (D.Lgs. 82/2005) e dal Decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze del 23 gennaio Ai sensi dell art. 44 del Codice dell amministrazione Digitale, l Outsourcer, nella sua qualità di responsabile della conservazione, verificherà costantemente che il sistema di conservazione: -identifichi il soggetto ha formato il documento; -assicuri l'integrità del documento; -garantisca la leggibilità e l'agevole reperibilità dei documenti e delle informazioni identificative; -sia strutturato nel rispetto delle misure di sicurezza previste dagli articoli da 31 a 36 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, e dal disciplinare tecnico pubblicato in allegato B a tale decreto. Il Responsabile assicura ed attesta la propria capacità tecnica e competenze specifiche, nonché quelle dei suoi delegati operativi, in relazione al corretto ed efficace adempimento degli obblighi di legge come specificati nell'art. 5 1 comma della deliberazione CNIPA n. 11/2004 e nell'art. 3 comma 2 del Decreto del Ministero dell'economia e delle Finanze del 23 gennaio 2004, mallevando a tal fine ed integralmente la Società XXX da qualsivoglia pregiudizio, nessuno escluso, dovesse derivare in suo danno da eventuali negligenze, imperizie o imprudenze imputabili al Responsabile e/o ai suoi delegati operativi in merito alla non puntuale osservanza degli articoli sopra riportati. Il Responsabile, inoltre, assicura e garantisce, per se e per i propri delegati operativi, la piena ed incondizionata riservatezza dei dati di cui verrà a conoscenza nello svolgimento delle proprie attività, impegnandosi all integrale rispetto dei principi e delle prescrizioni di cui al Decreto legislativo n. 30 giugno 2003, n. 196 in materia di protezione dei dati. 24 Data Luogo firme

25 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO RESPONSABILE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 2.3 Archiviazione e conservazione digitale dei documenti Pianificazione: determinare il dimensionamento ed i requisiti del sistema di conservazione in base alle diverse tipologie di documenti da conservare organizzare il contenuto dei lotti per garantire una corretta conservazione e consentire l esibizione di ogni singolo documento pianificare le procedure di sicurezza, tracciabilità e ripercorribilità dell intero processo 25

26 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO RESPONSABILE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 2.3 Archiviazione informatica e conservazione digitale dei documenti Consultazione: mantenere e rendere accessibile un archivio dei software in gestione nelle loro diverse versioni scegliere i formati che assicurino l effettiva leggibilità dei documenti conservati mantenere l efficacia nel tempo delle firme digitali attraverso la validità del time stamping (marca temporale) 26

27 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO RESPONSABILE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 2.3 Archiviazione informatica e conservazione digitale dei documenti Controllo: verificare la corretta funzionalità del sistema e dei programmi in gestione attestare il corretto svolgimento del processo apponendo la firma digitale sull insieme dei documenti assicurare che tutti i documenti del lotto siano disponibili in tempo utile per essere processati

28 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO RESPONSABILE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 2.3 Archiviazione informatica e conservazione digitale dei documenti Esercizio delle responsabilità adottare le misure necessarie per la sicurezza fisica e logica del sistema di conservazione e delle copie di sicurezza dei lotti; richiedere la presenza del Pubblico Ufficiale quando è previsto il suo intervento, assicurandogli l assistenza e le risorse necessarie per l espletamento delle attività; valutare accorgimenti o procedure integrative. 28

29 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO RESPONSABILE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 2.3 Archiviazione informatica e conservazione digitale dei documenti Certificazione delle procedure: definire e documentare le procedure di sicurezza da rispettare per l apposizione del riferimento temporale; tenere evidenza della tipologia dei documenti conservati; formalizzare il processo di acquisizione archiviazioneconservazione in una specifica procedura organizzativa (Manuale della Conservazione) 29

30 1 INDICE 2 STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE AL MANUALE 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO 3 STORIA DEI RESPONSABILI DELLA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 4 GENERALITA 4.1 SCOPO DEL DOCUMENTO 4.2 DEFINIZIONI E TERMINOLOGIA 5 DATI IDENTIFICATIVI DELLA SOCIETA E DEL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE 5.1 DATI IDENTIFICATIVI DELLA SOCIETA 5.2 DATI IDENTIFICATIVI DEI SOGGETTI CHE FIRMANO I DOCUMENTI ALL EMISSIONE 5.3 DATI IDENTIFICATIVI DEL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 5.4 DATI IDENTIFICATIVI DEL SOSTITUTO DEL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE 5.5 DATI IDENTIFICATIVI DEI DELEGATI DELLA CONSERVAZIONE 5.6 DATI IDENTIFICATIVI DEL PUBBLICO UFFICIALE 5.7 LA CERTIFICATION AUTHORITY UTILIZZA 5.8 IL SOFTWARE UTILIZZATO 6 PROSPETTO RIPORTANTE TIPOLOGIA DEI DOCUMENTI, MODALITA E TEMPISTICA DI CONSERVAZIONE Facsimile di indice del Manuale 7 COMPITI E DOVERI DEL RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 8 ASPETTI ORGANIZZATIVI ED OPERATIVI 8.1 ORGANIZZAZIONE DEI SOSTITUTI E DELEGATI 8.2 L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO 8.3 L ORGANIZZAZIONE DEI SUPPORTI DI CONSERVAZIONE 8.4 LOCALIZZAZIONE DEI SUPPORTI DI CONSERVAZIONE 9 ASPETTI TECNICI E TECNOLOGICI 9.1 LE PROCEDURE DI SICUREZZA DEL RIFERIMENTO TEMPORALE 9.2 IL FORMATO E LA STRUTTURA DELL EVIDENZA INFORMATICA 9.3 RIVERSAMENTI DEI DOCUMENTI CONSERVATI 9.4 MANUTENZIONE DELL HARDWARE E DEL SOFTWARE 9.5 GUASTI AL DISPOSITIVO SICURO DI FIRMA 9.6 COMPROMISSIONE DEL SITO DELLA CERTIFICATION AUTHORITY 9.7 COMPROMISSIONE DEL SERVER NETWORK TIME PROTOCOL (NTP) 10 LA PROCEDURA DI LAVORAZIONE 10.1 LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DELLE SCRITTURE CONTABILI LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DELLE FATTURE DI VENDITA DEI CLIENTI LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DELLE FATTURE DI ACQUISTO DEI CLIENTI LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEL LIBRO UNICO DEL LAVORO 11 L ESIBISIONE ALL AMMNINISTRAZIONE FINANZIARIA IN CASO DI VERIFICHE 11.1 VERIFICA DEL SINGOLO DOCUMENTO CONSERVATO 11.2 VERIFICA DELLA CORRISPONDENZA DELL HASH 11.3 VERIFICA DELL EVIDENZA INFORMATICA 30

31 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO RESPONSABILE CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA 2.3 Archiviazione informatica e conservazione digitale dei documenti Potere di delega: delegare in tutto o in parte lo svolgimento delle attività ad una o più persone che per la loro competenza ed esperienza garantiscano la corretta esecuzione delle operazioni 31

32 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO Le garanzie del sistema di conservazione (art. 44 del D.Lgs. n. 82/2005) 2.3 Archiviazione informatica e conservazione digitale dei documenti Il sistema di conservazione dei documenti informatici garantisce: l IDENTIFICAZIONE certa del soggetto che ha formato il documento e dell amministrazione o dell area organizzativa omogenea di riferimento di cui all articolo 50, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445; l INTEGRITÀ del documento; la LEGGIBILITÀ e l agevole REPERIBILITÀ dei documenti e delle informazioni identificative, inclusi i dati di registrazione e di classificazione originari; il rispetto delle MISURE DI SICUREZZA previste dagli articoli da 31 a 36 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, e dal disciplinare tecnico pubblicato in Allegato B a tale decreto 32

33 2 IL DOCUMENTO INFORMATICO I conservatori accreditati (art. 44 bis del D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82) 2.3 Archiviazione informatica e conservazione digitale dei documenti I soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici e di certificazione dei relativi processi anche per conto di terzi ed intendono conseguire il riconoscimento del possesso dei requisiti del livello più elevato, in termini di qualità e di sicurezza, chiedono l'accreditamento presso DigitPA. Articolo 5. Modelli organizzativi della conservazione 1. Il sistema di conservazione opera secondo modelli organizzativi esplicitamente definiti che garantiscano la sua distinzione logica dal sistema di gestione documentale, se esistente. 2. Ai sensi dell'articolo 44 comma 1 ter del Codice, la conservazione può essere svolta: a. internamente al soggetto produttore dei documenti informatici da conservare, b. affidata, in modo totale o parziale, ad altri soggetti, pubblici o privati che offrono idonee garanzie organizzative e tecnologiche, anche accreditati come conservatori presso DigitPA. 3. Le pubbliche amministrazioni realizzano i propri processi di conservazione internamente o affidando tali processi a conservatori accreditati, pubblici o privati, di cui all articolo 44 bis, comma 1, del Codice, fatte salve le competenze del Ministero per i beni e le attività culturali ai sensi 33 del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n 42, e successive modificazioni.

34 Paragrafo 3 CONSERVAZIONE DIGITALE DEI DOCUMENTI RILEVANTI AI FINI CIVILISTICI E TRIBUTARI 34

35 Documenti aziendali 3. LA CONSERVAZIONE AI FINI TRIBUTARI Fatture, telegrammi, lettera, posta elettronica ricevuti ed inviati (2220 c.c.) Libro giornale e libro degli inventari (Art codice civile e Art. 14 comma 1, lettera a, D.P.R. 600/1973) Registri prescritti ai fini dell IVA (Art. 14, comma 1, lettera b, D.P.R. 600/1973)) Schede contabili (Art. 14 comma 1, lettera c, D.P.R. 600/1973) Scritture ausiliarie di magazzino (Art. 14 comma 1, lettera d, D.P.R. 600/1973) Registro dei beni ammortizzabili (Art. 16, D.P.R. 600/1973) Registri ai fini iva (fatture emesse, corrispettivi, acquisti), registro Unico) Altri registri Registro delle merci c/deposito.. Dichiarazioni d intento, Registro delle somme ricevute in deposito Documento di trasporto (DPR n. 472 del 14 agosto 1996) Bilancio di esercizio Relazione sulla gestione Relazione dei sindaci Relazione revisori contabili Dichiarazione dei redditi, Irap, Iva e sostituti (DPR n.322 del 22 luglio 1998) Nota di consegna, lettera di vettura, polizza di carico (Circolare n.225 del 16/9/96

36 3.2 Libri sociali 3. LA CONSERVAZIONE AI FINI TRIBUTARI Libro dei soci (ove ancora in uso) Libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee Libro delle obbligazioni Libro delle adunanze e delle deliberazioni del consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione Libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale ovvero del consiglio di sorveglianza o del comitato per il controllo sulla gestione Libro delle adunanze e delle deliberazioni del comitato esecutivo Libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti Libro degli strumenti finanziari emessi ai sensi dell art.2447 sexies 36

37 3.3 Tenuta di libri informatici 3. LA CONSERVAZIONE AI FINI TRIBUTARI Art bis I libri, i repertori, le scritture e la documentazione la cui tenuta è obbligatoria per disposizione di legge o di regolamento o che sono richiesti dalla natura o dalle dimensioni dell'impresa possono essere formati e tenuti con strumenti informatici. FISSA UN PRINCIPIO CARDINE RAPPRESENTATO DAL FATTO CHE TUTTE I LIBRI POSSONO ESSERE CON STRUMENTI INFORMATICI Le registrazioni contenute nei documenti di cui al primo comma debbono essere rese consultabili in ogni momento con i mezzi messi a disposizione dal soggetto tenutario e costituiscono informazione primaria e originale da cui è possibile effettuare, su diversi tipi di supporto, riproduzioni e copie per gli usi consentiti dalla legge. Gli obblighi di numerazione progressiva e di vidimazione previsti dalle disposizioni di legge o di regolamento per la tenuta dei libri, repertori e scritture sono assolti, in caso di tenuta con strumenti informatici, mediante apposizione, almeno una volta all anno, della marcatura temporale e della firma digitale dell imprenditore o di altro soggetto dal medesimo delegato.. I LIBRI DEVONO ESSERE IN OGNI MOMENTO OBBLIGHI DI NUMERAZIONE E VIDIMAZIONE SONO OTTENUTI MEDIANTE APPOSIZIONE ALMENO UNA VOLTA ALL ANNO DELLA 37

38 3. LA CONSERVAZIONE AI FINI TRIBUTARI Art bis Qualora per un anno non siano state eseguite registrazioni, la firma digitale e la marcatura temporale devono essere apposte all atto di una nuova registrazione e da tale apposizione decorre il periodo annuale di cui al terzo comma. MANCATO USO PER OLTRE UN ANNO I libri, i repertori e le scritture tenuti con strumenti informatici, secondo quanto previsto dal presente articolo, hanno l'efficacia probatoria di cui agli articoli 2709 e 2710 del codice civile.. EFFICACIA PROBATORIA PIENA Per i libri e per i registri la cui tenuta è obbligatoria per disposizione di legge o di regolamento di natura tributaria, il termine di cui al terzo comma opera secondo le norme in materia di conservazione digitale contenute nelle medesime disposizioni. IN CASO DI REGISTRI TENUTI IN BASE A SPECIFICHE NORME TRIBUTARIE IL TERMINE DI UN ANNO VIENE SOSTITUITO DAL 38

La conservazione sostitutiva dei documenti

La conservazione sostitutiva dei documenti Conservazione dei documenti 1/3 La conservazione sostitutiva dei documenti Corso di Informatica giuridica a.a. 2005-2006 I documenti degli archivi, le scritture contabili, la corrispondenza e gli atti,

Dettagli

La fattura elettronica per il dottore commercialista

La fattura elettronica per il dottore commercialista S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO SULLA FATTURA ELETTRONICA La fattura elettronica per il dottore commercialista DANIELE TUMIETTO 8 Marzo 2013 - Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

Conservazione sostitutiva di documenti tributari e fatturazione elettronica

Conservazione sostitutiva di documenti tributari e fatturazione elettronica Padova 20 febbraio 2007 Conservazione sostitutiva di documenti tributari e fatturazione elettronica Umberto Zanini Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Modena Tel.059/2929777/2929483 Fax 059/2926210

Dettagli

La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità

La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità Focus di pratica professionale di Luca Signorini La tenuta e la conservazione delle scritture contabili con modalità informatiche: regole e novità Introduzione Da tempo l informatica costituisce parte

Dettagli

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione

FATTURA ELETTRONICA. non solo verso la pubblica amministrazione FATTURA ELETTRONICA non solo verso la pubblica amministrazione Fattura Emissione documento IVA cartaceo prestampato personalizzato da tipografia Registrazione documento IVA registri IVA manuali registri

Dettagli

Di cosa stiamo parlando?

Di cosa stiamo parlando? Genova, 17 novembre 2010 Di cosa stiamo parlando?..del passaggio culturale, sociologico, economico e, quindi, giuridico da un documento pesante e statico ad un documento dinamico, che si condivide e che

Dettagli

La fattura elettronica e la conservazione sostitutiva Prospettive per imprese e professionisti

La fattura elettronica e la conservazione sostitutiva Prospettive per imprese e professionisti Cerreto Guidi 27 luglio 2011 La fattura elettronica e la conservazione sostitutiva Prospettive per imprese e professionisti Umberto Zanini Dottore Commercialista e Revisore Contabile www.umbertozanini.it

Dettagli

La fatturazione elettronica

La fatturazione elettronica La fatturazione elettronica Corso Nuove tecnologie e diritto a.a. 2007/2008 Claudia Cevenini claudia.cevenini@unibo.it D.Lgs. 20 febbraio 2004, n. 52 Attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica

Dettagli

C.C.I.A.A. DI PADOVA 29 NOVEMBRE 2011 LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI LIBRI CONTABILI

C.C.I.A.A. DI PADOVA 29 NOVEMBRE 2011 LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI LIBRI CONTABILI C.C.I.A.A. DI PADOVA 29 NOVEMBRE 2011 LA DEMATERIALIZZAZIONE DEI LIBRI CONTABILI GLI ARGOMENTI DI OGGI Processi e definizioni Informatiche Normative Dematerializzazione di documenti e scritture Nella gestione

Dettagli

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione

Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Il documento informatico: sottoscrizione e conservazione Prof. Avv. Giusella Finocchiaro Studio legale Finocchiaro www. studiolegalefinocchiaro.it 1 Il quadro normativo Percorso lungo e complesso: normativa

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE D.M. 23 gennaio 2004: Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione in diversi tipi di supporto. (Pubblicato nella G.U. n. 27 del 3 febbraio

Dettagli

PER ENTRAMBE LE TIPOLOGIE

PER ENTRAMBE LE TIPOLOGIE PER ENTRAMBE LE TIPOLOGIE RESI LEGGIBILI NEL TEMPO IN ORDINE CRONOLOGICO NON CRITTOGRAFATI RICERCABILI OMOGENEITA PER PERIODO D IMPOSTA ESIBIZIONE & MEMORIZZAZIONE CONSERVAZIONE RESPONSABILE DELLA CONSERVAZIONE

Dettagli

La conservazione della fattura elettronica e della pec

La conservazione della fattura elettronica e della pec Confindustria Firenze 17 luglio 2014 La conservazione della fattura elettronica e della pec Relatore Avv. Chiara Fantini Of Counsel Studio Legale Frediani - Partner DI & P Srl Indice Quadro normativo in

Dettagli

La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche ed analogiche

La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche ed analogiche Articolo pubblicato sulla rivista tributaria L IVA n.5/2006 -Wolters Kluver Italia Srl La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche ed analogiche Dott.Giorgio Confente Agenzia delle Entrate

Dettagli

(G.U. 3 febbraio 2004, n. 27) IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

(G.U. 3 febbraio 2004, n. 27) IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 23 gennaio 2004 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione in diversi tipi di (G.U. 3 febbraio 2004, n. 27) IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli TENUTA E CONSERVAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI CON MODALITA INFORMATICHE Documento n. 27 del 24 ottobre 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma tel.: 06/85.440.1 (fax 06/85.440.223)

Dettagli

La conservazione elettronica dei documenti nell attuale scenario normativo Norme, regole, esempi concreti. Relatore : Mautino Luisella

La conservazione elettronica dei documenti nell attuale scenario normativo Norme, regole, esempi concreti. Relatore : Mautino Luisella La conservazione elettronica dei documenti nell attuale scenario normativo Norme, regole, esempi concreti Relatore : Mautino Luisella INDICE Quadro normativo vigente Documenti da archiviare definizioni

Dettagli

ARCHIVIAZIONE E. Obblighi & Opportunità. 8 Gennaio 2010

ARCHIVIAZIONE E. Obblighi & Opportunità. 8 Gennaio 2010 ARCHIVIAZIONE E CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Obblighi & Opportunità 8 Gennaio 2010 Conservazione di documenti dal 2000 al 2006 2 MEMORIZZAZIONE, ARCHIVIAZIONE, CONSERVAZIONE 3 COSA SERVE 4 DOCUMENTO INFORMATICO

Dettagli

Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali

Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali Fatturazione elettronica adempimento degli obblighi fiscali e tenuta delle scritture contabili mediante strumenti digitali Milano, 4 giugno 2004 Avv. Luigi Neirotti Studio Legale Tributario - EYLaw 1 Normativa

Dettagli

La fattura elettronica

La fattura elettronica La fattura elettronica L. 69 del 2009 art. 32 Eliminazione degli sprechi relativi al mantenimento di documenti in forma cartacea Dal 1 gennaio 2010 Pubblicazione sui siti web con effetti legali..salvo

Dettagli

La Conservazione Sostitutiva dei Libri Contabili alla luce delle novità normative. Relatore Avv. Valentina Frediani

La Conservazione Sostitutiva dei Libri Contabili alla luce delle novità normative. Relatore Avv. Valentina Frediani La Conservazione Sostitutiva dei Libri Contabili alla luce delle novità normative Relatore Avv. Valentina Frediani 2 La conservazione elettronica dei documenti e le formalità da rispettare L argomento

Dettagli

La Fattura Elettronica

La Fattura Elettronica La Fattura Elettronica 16 gennaio 2009 Gabriele Saraceno Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Toscana Ufficio Controlli Fiscali Normativa e prassi di riferimento D.Lgs. 20 febbraio 2004 n. 52 D.P.R.

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA

Supporto On Line Allegato FAQ LA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8ADG2Y82888 Data ultima modifica 20/10/2010 Prodotto ARKmanager Client Modulo Conservazione sostitutiva Oggetto: Conservazione sostitutiva Chiarimenti normativi

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATICI E ARCHIVI DIGITALI

DOCUMENTI INFORMATICI E ARCHIVI DIGITALI Prof. Stefano Pigliapoco DOCUMENTI INFORMATICI E ARCHIVI DIGITALI s.pigliapoco@unimc.it Il nuovo codice dell amministrazione digitale (CAD) Il decreto legislativo 30 dicembre 2010, n. 235, adottato a norma

Dettagli

Normativa di riferimento

Normativa di riferimento Normativa di riferimento 1 Evoluzione della normativa Nel Art. CP 491-bis doc. informatico del C.P. =supporto L. contenente 547 una «res» come 23/12/1993 il documento L 547 23/12/1993 Legge semplificazione

Dettagli

Notizie e aggiornamenti normativi che riguardano la dematerializzazione e l archiviazione elettronica dei documenti.

Notizie e aggiornamenti normativi che riguardano la dematerializzazione e l archiviazione elettronica dei documenti. Studio TEOREMA SERVIZI di A. Drappero News di aggiornamento Agenda per l Italia digitale Archiviazione conservativa dei Modelli 770 software dedicato I punti di forza: a) Unica installazione in grado di

Dettagli

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali

Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali Vantaggi della conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini fiscali 1 Libri contabili tenuti in forma cartacea Libri contabili tenuti con sistemi meccanografici Libri contabili elettronici

Dettagli

Dal documento digitale alla fattura elettronica: il Ruolo del Responsabile della conservazione negli Studi Professionali

Dal documento digitale alla fattura elettronica: il Ruolo del Responsabile della conservazione negli Studi Professionali Dal documento digitale alla fattura elettronica: il Ruolo del Responsabile della conservazione negli Studi Professionali Sede dell Ordine Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Comune di Bergamo

Dettagli

Sottoscrizione dell accordo

Sottoscrizione dell accordo Sottoscrizione dell accordo Firma digitale D.P.R. 513/1997 Semplificare i rapporti tra cittadino e P.A. Identificazione del contraente Sottoscrizione delle dichiarazioni negoziali Firma Digitale «Firma»

Dettagli

Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire

Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire Fattura elettronica Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire di Francesco Scopacasa Codice civile Normativa tributaria Validità fiscale La possibilità di conservare su

Dettagli

digitale della documentazione

digitale della documentazione I controlli fiscali alle aziendeche adottanola conservazione digitale della documentazione Verifica della corrispondenza fra l impronta dell archivio inviata all Agenzia delle Entrate e quella riscontrata

Dettagli

DOCUMENTO ANALOGICO E DOCUMENTO DIGITALE: DEFINIZIONI E CENNI SULLA NORMATIVA Elisabetta Bombardieri Insiel S.p.A.

DOCUMENTO ANALOGICO E DOCUMENTO DIGITALE: DEFINIZIONI E CENNI SULLA NORMATIVA Elisabetta Bombardieri Insiel S.p.A. DOCUMENTO ANALOGICO E DOCUMENTO DIGITALE: DEFINIZIONI E CENNI SULLA NORMATIVA Elisabetta Bombardieri Insiel S.p.A. Udine, 11 giugno 2013 Evoluzione della normativa Fonte: P. Ridolfi «Il nuovo codice dell

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI

DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI Circolare informativa per la clientela Settembre Nr. 2 DOCUMENTI INFORMATICI CONSERVAZIONE e RIPRODUZIONE ai FINI degli OBBLIGHI FISCALI In questa Circolare 1. Codice dell amministrazione digitale 2. Modifiche

Dettagli

La conservazione sostitutiva dei documenti negli Studi Commercialisti alla luce dei recenti aggiornamenti normativi

La conservazione sostitutiva dei documenti negli Studi Commercialisti alla luce dei recenti aggiornamenti normativi La conservazione sostitutiva dei documenti negli Studi Commercialisti alla luce dei recenti aggiornamenti normativi Palermo, 28 maggio 2012 Avv. Giorgio Confente Il quadro normativo è completo? Codice

Dettagli

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI Dottore Commercialista 1/5 OGGETTO CONSERVAZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE (DOCUMENTI INFORMATICI) CLASSIFICAZIONE DT IVA FATTURAZIONE ELETTRONICA 20.020.021 RIFERIMENTI NORMATIVI ART. 1 CO. 209-214 L. 24.12.2007 N. 244 (LEGGE

Dettagli

Archiviazione dei documenti. Conservazione Sostitutiva e Fatturazione Elettronica. Aspetti normativi

Archiviazione dei documenti. Conservazione Sostitutiva e Fatturazione Elettronica. Aspetti normativi Archiviazione dei documenti Conservazione Sostitutiva e Fatturazione Elettronica Aspetti normativi L evoluzione del quadro normativo Italiano Volontà del legislatore Italiano di spingere il Sistema Paese

Dettagli

Il CAD e il Dlgs. 33. Brescia I.I.S. Tartaglia Olivieri 21 gennaio 2014

Il CAD e il Dlgs. 33. Brescia I.I.S. Tartaglia Olivieri 21 gennaio 2014 Il CAD e il Dlgs. 33 gli obblighi delle scuole: trasparenza, dematerializzazione, archiviazione sostitutiva Brescia I.I.S. Tartaglia Olivieri 21 gennaio 2014 Il CAD e le Istituzioni scolastiche: dal documento

Dettagli

Indice. 2. Conservazione digitale a Norma: requisiti e tempistiche ------------------------------------------------------------- 11

Indice. 2. Conservazione digitale a Norma: requisiti e tempistiche ------------------------------------------------------------- 11 1 2 Indice 1.1 Cos è la Conservazione digitale a Norma? --------------------------------------------------------------------------------------------- 6 1.2 Quali sono le condizioni da rispettare, indipendentemente

Dettagli

La conservazione digitale nello studio professionale

La conservazione digitale nello studio professionale La conservazione digitale nello studio professionale 20.10.2015 Relatore: Dott. Fabrizio Scossa Lodovico OPEN Dot Com Spa Fattura P.A. Facile Pag. 1 FONTI NORMATIVE Codice Civile: artt. da 2214 a 2220

Dettagli

1997-2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009

1997-2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 Cronologia della normativa di riferimento DPR 513-97 Regolamento per la modalità di formazione, archiviazione e trasmissione di documenti DPCM 8/2/99 Regole tecniche sulla materia Circolare AIPA n24, 19/06/2000

Dettagli

Firma digitale INTRODUZIONE

Firma digitale INTRODUZIONE Firma digitale INTRODUZIONE La firma digitale costituisce uno dei dieci obiettivi del Piano per l e-government. Per quanto riguarda la PA, l obiettivo, abilitante allo sviluppo dei servizi on line, si

Dettagli

OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212.

OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso RISOLUZIONE N. 14/E Roma, 21 gennaio 2008 OGGETTO: Conservazione elettronica. Istanza di interpello 2007 Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Con l interpello

Dettagli

Il Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale: opportunità per i cittadini, adempimenti per le amministrazioni Napoli, 28 aprile 2011

Il Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale: opportunità per i cittadini, adempimenti per le amministrazioni Napoli, 28 aprile 2011 Il Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale: opportunità per i cittadini, adempimenti per le amministrazioni Napoli, 28 aprile 2011 IL DOCUMENTO INFORMATICO E LA SUA GESTIONE Enrica Massella Ducci Teri

Dettagli

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO FINANZE & LAVORO GRUPPO EDITORIALE ESSELIBRI SIMONE APPENDICE DI AGGIORNAMENTO AL VOLUME FL229 EDIZIONE/2003 I LIBRI CONTABILI E FISCALI Tenuta, aggiornamento e conservazione Tale appendice è scaricabile

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA ASL 2 LIGURIA Savona, 23 Settembre 2008 CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA prof. avv. Benedetto Santacroce Santacroce-Procida-Fruscione 1 CM 45/E/2005 Delibera CNIPA 11/2004 MEMORIZZAZIONE ARCHIVIAZIONE ELETTRONICA

Dettagli

Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA

Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA Belluno 28 gennaio 2014 www.feinar.it PEC: Posta Elettronica Certificata Che cos'è e come funziona la PEC 3 PEC: Posta Elettronica

Dettagli

Datagraf Servizi S.r.l.

Datagraf Servizi S.r.l. Datagraf Servizi S.r.l. La Conservazione Sostitutiva dei documenti rilevanti ai fini tributari e.non Addio alla carta. Oggi è possibile gestire e conservare in modo completamente informatizzato documenti

Dettagli

Documenti informatici, efficacia probatoria, identità digitale e crimini informatici

Documenti informatici, efficacia probatoria, identità digitale e crimini informatici Documenti informatici, efficacia probatoria, identità digitale e crimini informatici Guido Scorza gscorza@guidoscorza.it www.guidoscorza.it Se dopo oltre dieci anni di firme e documenti informatici siamo

Dettagli

Dematerializzazione dei documenti amministrativi, utilizzo della PEC e delle firme digitali nell'informatizzazione e automazione dei procedimenti

Dematerializzazione dei documenti amministrativi, utilizzo della PEC e delle firme digitali nell'informatizzazione e automazione dei procedimenti Dematerializzazione dei documenti amministrativi, utilizzo della PEC e delle firme digitali nell'informatizzazione e automazione dei procedimenti Il ciclo di vita del documento informatico e le comunicazioni

Dettagli

Adempimenti e problematiche di Diritto Societario di Viviana Grippo

Adempimenti e problematiche di Diritto Societario di Viviana Grippo Adempimenti e problematiche di Diritto Societario di Viviana Grippo Bollo virtuale: in scadenza il 2013 Il prossimo 31 gennaio 2013 scadono sia il versamento dell imposta di bollo virtuale dovuta sui libri

Dettagli

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA

SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA SISTEMI RIS/PACS: AGGIORNAMENTI SUL TEMA Firma digitale e conservazione sostitutiva Gabriele Faggioli MIP Politecnico Milano Milano, 18 gennaio 2007 Aspetti introduttivi L evoluzione e la diffusione delle

Dettagli

Appare evidente come l innovazione tecnologica

Appare evidente come l innovazione tecnologica ICT E DIRITTO Rubrica a cura di Antonio Piva, David D Agostini Scopo di questa rubrica è di illustrare al lettore, in brevi articoli, le tematiche giuridiche più significative del settore ICT: dalla tutela

Dettagli

L ufficio senza carta: ora si può

L ufficio senza carta: ora si può Organizzazione L ufficio senza carta: ora si può Renata Bortolin Negli ultimi anni, abbiamo assistito al susseguirsi di annunci di leggi che semplificano i procedimenti amministrativi, fiscali e tributari

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: NOVITÀ

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: NOVITÀ CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: NOVITÀ a cura del Col. t.st Danilo PETRUCELLI Comandante del Nucleo PT Torino Guardia di Finanza Politecnico di Torino, 25 novembre 2011 Sviluppo tecnologico

Dettagli

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta

R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE. Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale. Servizio Segreteria della Giunta R E G I O N E U M B R I A GIUNTA REGIONALE Direzione Affari Generali della Presidenza e della Giunta regionale Servizio Segreteria della Giunta Disciplinare sull utilizzo della posta elettronica certificata

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO LEGALSOLUTIONDOC- FATTURA ELETTRONICA 2C SOLUTION DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO (CICLO ATTIVO)

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO LEGALSOLUTIONDOC- FATTURA ELETTRONICA 2C SOLUTION DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO (CICLO ATTIVO) Mod. LEGALSOLUTIONDOC-FATTURA ELETTRONICA Rev1.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO LEGALSOLUTIONDOC- FATTURA ELETTRONICA 2C SOLUTION DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO (CICLO ATTIVO) PREMESSE La presente Richiesta

Dettagli

Quaderni. La fattura elettronica. Modelli normativi della gestione elettronica delle fatture. La trasmissione telematica delle fatture

Quaderni. La fattura elettronica. Modelli normativi della gestione elettronica delle fatture. La trasmissione telematica delle fatture 06 24 LUGLIO 2009 APPUNTI DIGITALI Quaderni La fattura Contenuti: La trasmissione telematica delle fatture La fatturazione Lo scambio dati via EDI Quando la fattura si considera emessa Fattura e Pubblica

Dettagli

La generazione del documento informatico firmato online:

La generazione del documento informatico firmato online: La generazione del documento informatico firmato online: Formazione, sottoscrizione e trasmissione dei documenti informatici. L esperienza con il Comune di Parma Stefano Conforto Sertorelli Business Development

Dettagli

programma di informatica e sistemi informativi

programma di informatica e sistemi informativi programma di informatica e sistemi informativi Catania, 18 giugno 2008 1 Programma per gli esami di abilitazione nozioni di base di informatica: bit, Byte, Ram, Rom, linguaggi di programmazione, funzionamento

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: ANALISI E CONTROLLO

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: ANALISI E CONTROLLO CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: ANALISI E CONTROLLO a cura del Ten.Col. t.st Gaetano Cutarelli Comandante del I Gruppo Tutela Entrate del Nucleo Polizia Tributaria Torino della Guardia

Dettagli

La conservazione a norma dei documenti

La conservazione a norma dei documenti Progetto grafico: PRC Roma Questa guida è stata realizzata grazie al contributo di Intesa Spa e IBM Group. Le guide di questa collana sono supervisionate da un gruppo di esperti di imprese e associazioni

Dettagli

White Paper. Per informazioni puoi rivolgerti presso l Agenzia:

White Paper. Per informazioni puoi rivolgerti presso l Agenzia: White Paper Per informazioni puoi rivolgerti presso l Agenzia: Pagina 2 di 12 Versione 2.0 Sommario Per informazioni puoi rivolgerti presso l Agenzia:... 1... 1 White Paper... 1 1. Introduzione... 3 2.

Dettagli

Dottore Commercialista Revisore Contabile

Dottore Commercialista Revisore Contabile LA FATTURAZIONE ELETTRONICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLA LUCE DEL DECRETO ATTUATIVO a cura del Dott. Vito e in Bitonto (BA) E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 2013, n. 118

Dettagli

Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici. Decreto 23 gennaio 2004. art.. 1) Definizioni (art(

Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici. Decreto 23 gennaio 2004. art.. 1) Definizioni (art( Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici Decreto 23 gennaio 2004 Ministero dell economia e delle finanze Dipartimento politiche fiscali Ufficio tecnologie informatiche

Dettagli

Decreto anticrisi: ulteriore spinta alla dematerializzazione dei documenti

Decreto anticrisi: ulteriore spinta alla dematerializzazione dei documenti Focus di pratica professionale di Marco Thione Decreto anticrisi: ulteriore spinta alla dematerializzazione dei documenti Considerazioni introduttive: la dematerializzazione come opportunità La cosiddetta

Dettagli

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP Prof. Stefano Pigliapoco L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP s.pigliapoco@unimc.it La società dell informazione e della conoscenza La digitalizzazione delle comunicazioni,

Dettagli

E-INVOICING AND E-ARCHIVING CHECK

E-INVOICING AND E-ARCHIVING CHECK E-INVOICING AND E-ARCHIVING CHECK ATTIVITA DI VERIFICA E DI VALUTAZIONE DEI PROCESSI DI CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA E DI FATTURAZIONE ELETTRONICA Umberto Zanini Dottore e Revisore Contabile www.umbertozanini.it

Dettagli

Circolare N.167 del 14 dicembre 2011. Obbligo di conservazione delle e-mail a contenuto giuridico-commerciale

Circolare N.167 del 14 dicembre 2011. Obbligo di conservazione delle e-mail a contenuto giuridico-commerciale Circolare N.167 del 14 dicembre 2011 Obbligo di conservazione delle e-mail a contenuto giuridico-commerciale Obbligo di conservazione delle e-mail a contenuto giuridico-commerciale Gentile cliente con

Dettagli

Posta Elettronica Certificata e Firma Digitale. CST Monterraneo, 9 Febbraio 2011

Posta Elettronica Certificata e Firma Digitale. CST Monterraneo, 9 Febbraio 2011 Posta Elettronica Certificata e Firma Digitale CST Monterraneo, 9 Febbraio 2011 Agenda Posta Elettronica Certificata Cos è Riferimenti normativi Soggetti Flusso dei messaggi Vantaggi PEC nella Pubblica

Dettagli

Roma, 29 febbraio 2012

Roma, 29 febbraio 2012 CIRCOLARE N. 5/E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 febbraio 2012 OGGETTO: Quesiti riguardanti la comunicazione dell impronta relativa ai documenti informatici rilevanti ai fini tributari, ai sensi

Dettagli

Professionisti ed imprese: strumenti per competere meglio N. 1 2007 Sistema Centro Studi Castelli

Professionisti ed imprese: strumenti per competere meglio N. 1 2007 Sistema Centro Studi Castelli Soluzioni per la gestione d impresa Anno II N 1/2007 Periodico trimestrale Professionisti ed imprese: strumenti per competere meglio N. 1 2007 Rivista on line Sistema Centro Studi Castelli SOMMARIO SCHEMA

Dettagli

SCHEDA DEL CORSO Titolo: Descrizione: competenze giuridiche e fiscali da un lato, tecniche ed organizzative dall altro.

SCHEDA DEL CORSO Titolo: Descrizione: competenze giuridiche e fiscali da un lato, tecniche ed organizzative dall altro. SCHEDA DEL CORSO Titolo: La gestione elettronica e la dematerializzazione dei documenti. Il Responsabile della La normativa, l operatività nelle aziende e negli studi professionali. Come sfruttare queste

Dettagli

ASPETTI LEGALI PER LA TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA

ASPETTI LEGALI PER LA TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA ROMA, 14 OTTOBRE 2005 ASPETTI LEGALI PER LA TRASMISSIONE E CONSERVAZIONE DELLA FATTURA ELETTRONICA Prof. Avv. Benedetto Santacroce IL PUNTO NORMATIVO FATTURAZIONE ELETTRONICA Direttiva 2001/115/CE Stabilisce

Dettagli

Il glossario della Posta Elettronica Certificata (PEC) Diamo una definizione ai termini tecnici relativi al mondo della PEC.

Il glossario della Posta Elettronica Certificata (PEC) Diamo una definizione ai termini tecnici relativi al mondo della PEC. Il glossario della Posta Elettronica Certificata (PEC) Diamo una definizione ai termini tecnici relativi al mondo della PEC. Avviso di mancata consegna L avviso, emesso dal sistema, per indicare l anomalia

Dettagli

LA FIRMA DIGITALE. Estratto dal sito web del Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA) 1

LA FIRMA DIGITALE. Estratto dal sito web del Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA) 1 LA FIRMA DIGITALE Estratto dal sito web del Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA) 1 COPYRIGHT NOTES: I contenuti del sito codice di script, grafica, testi, tabelle,

Dettagli

di Antonio Mastroberti

di Antonio Mastroberti GUIDA ALLA FATTURA ELETTRONICA di Antonio Mastroberti Amministrazione e finanza >> Fisco Le modalità di fatturazione previste in materia di IVA risentono in misura tangibile delle evoluzioni della tecnica

Dettagli

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono:

Gli elementi comunemente contenuti nella fattura, sia cartacea che elettronica, sono: Fattura elettronica: caratteristiche e vantaggi La legge per tutti.it Stefano Veltri Il recente decreto sviluppo ha modificato la disciplina sulla fattura elettronica, allo scopo di favorirne la diffusione.

Dettagli

La scrittura privata fa piena prova, fino a querela di falso, della provenienza delle dichiarazioni da chi l ha scritta

La scrittura privata fa piena prova, fino a querela di falso, della provenienza delle dichiarazioni da chi l ha scritta La firma digitale, nel mondo informatico, sostituisce la FIRMA AUTOGRAFA CARATTERISTICA della firma autografa è che essa è ricollegabile in maniera UNIVOCA al soggetto che l ha apposta, essendo quasi impossibile

Dettagli

OPENKEY S.r.l. - Via Luigi Dari, 14-63100, Ascoli Piceno (AP) - http://www.openkey.it - info@openkey.it 158/E RISOLUZIONE N.

OPENKEY S.r.l. - Via Luigi Dari, 14-63100, Ascoli Piceno (AP) - http://www.openkey.it - info@openkey.it 158/E RISOLUZIONE N. RISOLUZIONE N. 158/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 15 giugno 2009 OGGETTO: Consulenza giuridica Associazione e Ordini Professionali D.M. 23 gennaio 2004 e fatturazione elettronica risposta

Dettagli

La Fatturazione Elettronica verso la PA: profili giuridici, fiscali e applicativi

La Fatturazione Elettronica verso la PA: profili giuridici, fiscali e applicativi La Fatturazione Elettronica verso la PA: profili giuridici, fiscali e applicativi Lucia Pace - Raffaele Corso Credito e Finanza - Politiche Fiscali Confindustria Indice degli argomenti Normativa di riferimento

Dettagli

Norme principali di riferimento per la formazione, classificazione e conservazione dei documenti amministrativi

Norme principali di riferimento per la formazione, classificazione e conservazione dei documenti amministrativi Il documento informatico formazione, classificazione e conservazione sostitutiva Norme principali di riferimento per la formazione, classificazione e conservazione dei documenti amministrativi DPR 445

Dettagli

VADEMECUM PER LA STAMPA E LA CONSERVAZIONE OTTICA DEI REGISTREI CONTABILI

VADEMECUM PER LA STAMPA E LA CONSERVAZIONE OTTICA DEI REGISTREI CONTABILI VADEMECUM PER LA STAMPA E LA CONSERVAZIONE OTTICA DEI REGISTREI CONTABILI Come noto, le imprese / lavoratori autonomi, in relazione ai registri contabili nonché, limitatamente alle imprese in contabilità

Dettagli

La disciplina della firma digitale

La disciplina della firma digitale La disciplina della firma digitale La «firma digitale» è un software, cioè un programma informatico che permette al suo titolare di firmare dei documenti informatici (files) ed, in questo modo, attribuire

Dettagli

La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda. Gea Arcella Notaio garcella@notariato.

La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda. Gea Arcella Notaio garcella@notariato. La fatturazione elettronica: attualità e prospettive delle documentazione digitale in azienda Gea Arcella Notaio garcella@notariato.it La fatturazione elettronica e le scritture contabili informatiche

Dettagli

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI Documento n. 9 - Allegato al manuale di gestione PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI 1. Composizione del piano Il piano di conservazione oltre

Dettagli

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI

PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI COMUNE DI SANTO STEFANO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI PIANO PER LA SICUREZZA DEI DOCUMENTI INFORMATICI Allegato 1) al Manuale di gestione APPROVATO CON ATTO DI G.C. N. 96 DEL 28.12.2015 PIANO PER LA SICUREZZA

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

LA CONSERVAZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE INFORMATIVA N. 10 24 Ottobre 2014 STUDIO PIETROSTEFANI CONSULENZA AZIENDALE, FISCALE E FINANZIARIA 00135 Roma Via della Camilluccia 535 20121 Milano Via Turati 32 65123 Pescara - Via E. Brandimarte 63

Dettagli

POSTA ELETTRONICA (TRADIZIONALE e CERTIFICATA) FIRMA DIGITALE PROTOCOLLO INFORMATICO. Maurizio Gaffuri 11 ottobre 2007

POSTA ELETTRONICA (TRADIZIONALE e CERTIFICATA) FIRMA DIGITALE PROTOCOLLO INFORMATICO. Maurizio Gaffuri 11 ottobre 2007 POSTA ELETTRONICA (TRADIZIONALE e CERTIFICATA) FIRMA DIGITALE PROTOCOLLO INFORMATICO Maurizio Gaffuri 11 ottobre 2007 1 POSTA ELETTRONICA TRADIZIONALE e POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA 2 POSTA ELETTRONICA

Dettagli

Il tempo che il personale d ufficio dedica ai documenti (Gartner) continua ad aumentare per un 40-60% è speso in attività a basso valore aggiunto

Il tempo che il personale d ufficio dedica ai documenti (Gartner) continua ad aumentare per un 40-60% è speso in attività a basso valore aggiunto Corso Z-Web DMS Oltre il 70% delle informazioni aziendali sono destrutturate in formati e supporti vari (carta, fax, mail, pdf) altre stime arrivano al 90% La gestione dei documenti cartacei assorbe (Week.it)

Dettagli

DELIBERAZIONE 19 febbraio 2004

DELIBERAZIONE 19 febbraio 2004 DELIBERAZIONE 19 febbraio 2004 Regole tecniche per la riproduzione e conservazione di documenti su supporto ottico idoneo a garantire la - Art. 6, commi 1 e 2, del testo unico delle disposizioni legislative

Dettagli

DIRETTIVE CONCERNENTI L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

DIRETTIVE CONCERNENTI L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Allegato A) DIRETTIVE CONCERNENTI L UTILIZZO DELLA POSTA ELETTRONICA E DELLA POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DA PARTE DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. 1. LA POSTA ELETTRONICA TRADIZIONALE E LA POSTA ELETTRONICA

Dettagli

LA VERIFICA FISCALE SUI DOCUMENTI INFORMATICI. 16 gennaio 2009

LA VERIFICA FISCALE SUI DOCUMENTI INFORMATICI. 16 gennaio 2009 LA VERIFICA FISCALE SUI DOCUMENTI INFORMATICI 16 gennaio 2009 Premessa La dematerializzazione dei documenti: esigenze comuni alle imprese e all Amministrazione Finanziaria; DM 23/01/2004; Delibera CNIPA

Dettagli

Il mondo Unappa è complesso! Ma esiste la soluzione per rendere il potenziale una fattibile realtà

Il mondo Unappa è complesso! Ma esiste la soluzione per rendere il potenziale una fattibile realtà Conservazione digitale delle scritture contabili Il mondo Unappa è complesso! Ma esiste la soluzione per rendere il potenziale una fattibile realtà RESPONSABILE PRIVACY CONSERVAZIONE UNAPPA STATUTO ARTICOLO

Dettagli