REGIONE UMBRIA AZIENDA OSPEDALIERA S.MARIA TERNI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE UMBRIA AZIENDA OSPEDALIERA S.MARIA TERNI"

Transcript

1 REGIONE UMBRIA AZIENDA OSPEDALIERA S.MARIA TERNI Procedura aperta per l affidamento del servizio di archiviazione, gestione e dematerializzazione della documentazione sanitaria ed amministrativa prodotta dall Azienda Ospedaliera S. Maria di Terni. Capitolato speciale Art. 1 Art. 2 Art. 3 Oggetto dell appalto Durata ed importo dell appalto Descrizione dei servizi oggetto dell appalto Art. 3.1 Servizio di presa in carico dei documenti sanitari/amministrativi giacenti nei depositi dell A.O. Art. 3.2 Servizio di ritiro periodico dei documenti dell A.O. Art.3.3 Servizio di riordino, custodia, conservazione, manutenzione, archiviazione e catalogazione della documentazione Art. 3.4 Servizio di consultazione della documentazione presso l archivio della ditta aggiudicataria Art. 3.5 Servizio di digitalizzazione C.C. e della documentazione amministrativa e sanitaria. Sistema informatizzato di consultazione on line delle C.C. digitalizzate Art. 3.6 Servizio di conservazione sostitutiva Art. 3.7 Servizio periodico di scarto, distruzione ed eliminazione della documentazione Art. 3.8 Servizio di riconsegna a fine appalto. Art. 4 Sistemi informatizzati di gestione e fruizione della documentazione in carico alla ditta aggiudicataria Art. 5 Personale incaricato della ditta aggiudicataria Art. 6 Licenze, autorizzazioni e obblighi normativi Art. 7 Vigilanza della Soprintendenza Archivistica Art. 8 Scioperi e cause di forza maggiore Art. 9 Cauzione definitiva e Copertura assicurativa 1

2 Art. 10 Fatturazione e pagamento Art. 11 Revisione prezzi Art. 12 Contestazione e penalità Art.13 Risoluzione del contratto Art. 14 Norme di rinvio ALLEGATO - DUVRI 2

3 Art. 1 Oggetto dell appalto L'appalto prevede il servizio di archiviazione e gestione di tutta la documentazione clinica, sanitaria ed amministrativa prodotta dall Azienda Ospedaliera S. Maria di Terni (di seguito indicata come A.O.) Nello specifico: 1. servizio di presa in carico dei documenti sanitari/amministrativi giacenti nei depositi dell A.O. riguardanti gli anni pregressi all affidamento con preparazione, carico e trasferimento della documentazione in locali messi a disposizione dall impresa aggiudicataria del presente appalto; 2. servizio di ritiro periodico dei documenti dell A.O.; 3. servizio di riordino, custodia, conservazione, manutenzione, archiviazione e catalogazione (inventariazione) della suddetta documentazione; 4. servizio di ricerca, recapito e ricollocazione della documentazione richiesta per la consultazione; 5. servizio di consultazione della documentazione presso l archivio della ditta aggiudicataria; 6. servizio di dematerializzazione (digitalizzazione) ed archiviazione su supporto informatizzato di tutte le nuove cartelle cliniche (di seguito C.C.) prodotte con l avvio del servizio e delle C.C. richieste in copia (on demand) nonché dei documenti amministrativi; 7. predisposizione e fornitura di un sistema informatizzato di consultazione on line delle C.C. digitalizzate; 8. servizio di conservazione sostitutiva dei documenti; 9. servizio periodico di scarto, distruzione ed eliminazione della documentazione; 10. servizio di riconsegna a fine appalto. Art. 2 Durata ed importo dell appalto Il presente appalto avrà la durata di sei anni, decorrenti dalla data di sottoscrizione del contratto. Importo totale (6 anni) a base d asta uro ,00 oltre IVA. Art. 3 Descrizione dei servizi oggetto dell appalto Per le operazioni di carico, trasporto e scarico della documentazione consegnata devono essere adottate tutte le misure e gli accorgimenti atti a garantire l integrità della documentazione trattata ed il rispetto della vigente normativa in materia di protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003). Dal giorno successivo alla presa in carico della documentazione, come risultante dalla firma congiunta del verbale di consistenza che verrà redatto in fase di trasferimento dei documenti, la ditta aggiudicataria dovrà garantire tutte le operazioni di ricerca e di fornitura di copie conformi all originale. 3

4 Art. 3.1 Servizio di presa in carico dei documenti sanitari/amministrativi giacenti nei depositi dell A.O. La ditta aggiudicataria del presente appalto dovrà garantire, entro 60 gg giorni dalla stipulazione del contratto (ovvero, dalla disposta esecuzione anticipata della prestazione ai sensi dell art.302, comma 2. del DPR 207/2010) la preparazione, il carico e il trasferimento della documentazione custodita presso gli archivi e i depositi dell A.O. nei locali messi a disposizione dalla ditta aggiudicataria. All atto del ritiro della documentazione dai locali dell A.O., la ditta aggiudicataria dovrà rilasciare apposita dichiarazione di presa in carico contenente l elenco dettagliato delle unità archivistiche movimentate. Tale elenco dovrà essere compilato, e debitamente sottoscritto, congiuntamente dai referenti dell A.O. e della ditta aggiudicataria. La ditta aggiudicataria ha la totale responsabilità della presa in carico di tutti i documenti presenti negli archivi suddetti e dovrà, in questa fase, provvedere alla segnalazione all A.O. delle eventuali anomalie e delle problematiche in corso d opera risultanti dall attività. Al fine di valutare la consistenza del servizio, si riportano i seguenti dati stimati sulla documentazione da trattare: - Cartelle Cliniche ml; - Dischi magneto/ottici 100 ml; - Altra documentazione sanitaria ml; - Documentazione Amministrativa ml; pari a metri lineari complessivi al 31/12/2014. Art. 3.2 Servizio di ritiro periodico dei documenti dell A.O. Il servizio di ritiro periodico della documentazione sanitaria e amministrativa di nuova produzione dai locali dell A.O. avverrà a cura della ditta aggiudicataria a proprie spese e con propri mezzi e personale secondo la seguente tempistica: - prelievo delle C.C. ospedaliere: una volta ogni 30 giorni (minimo o comunque secondo le necessità che verranno manifestate dall A.O.); - prelievo di altra documentazione clinico-sanitaria: due volte l anno (minimo o comunque secondo le necessità che verranno manifestate dall A.O.); - prelievo documenti amministrativi: una volta l anno (minimo o comunque secondo le necessità che verranno manifestate dall A.O.). 4

5 Le sedi aziendali di ritiro del materiale e le frequenze dei ritiri potranno, nel corso del servizio, variare sia nel numero sia nell ubicazione senza che la ditta aggiudicataria possa pretendere alcunché a qualsiasi titolo. All atto del ritiro della documentazione dai locali dell A.O., la ditta aggiudicataria dovrà rilasciare apposita dichiarazione di presa in carico contenente l elenco dettagliato delle unità archivistiche movimentate. Tale elenco dovrà essere compilato, e debitamente sottoscritto, congiuntamente dai referenti dell A.O. e della ditta aggiudicataria. L appaltatore dovrà effettuare le operazioni di carico, trasporto e scarico della documentazione consegnata periodicamente adottando tutte le misure e gli accorgimenti atti a garantire l integrità della documentazione ed il rispetto della vigente normativa in materia di protezione dei dati personali (D. Lgs. 196/2003). Al fine di valutare la consistenza del servizio, si riportano i seguenti valori presunti sulla documentazione da trattare: - Cartelle Cliniche 350 ml/anno - Dischi magneto/ottici 5 ml/anno - Altra documentazione sanitaria 150 ml/anno - Documentazione Amministrativa 150 ml/anno Art.3.3 Servizio di riordino, custodia, conservazione, manutenzione, archiviazione e catalogazione della documentazione Il servizio è inerente a tutta la documentazione dell A.O. acquisita dalla ditta aggiudicataria con il ritiro iniziale e con i successivi ritiri periodici per tutta la durata del contratto. I locali messi a disposizione a cura e spese dalla ditta aggiudicataria per la custodia della suddetta documentazione dovranno avere le seguenti caratteristiche: - rispondenza a tutte le normative in materia di edilizia, igienico-sanitaria, di agibilità e di sicurezza per uso archivistico; - sistemi di regolamentazione e controllo degli accessi ai locali adibiti ad archivio al fine di salvaguardare la sicurezza della documentazione archiviata anche con riferimento al Codice in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003). Il servizio di archiviazione deve essere effettuato tramite la sistemazione delle unità di conservazione (scatole, faldoni, etc.) su apposite ed idonee scaffalature tenendo presente la necessità di garantire, in caso di accesso per consultazione o estrazione di copia, l immediata reperibilità della documentazione. Eventuali successivi adeguamenti o variazioni nella sistemazione della documentazione vanno concordati con l A.O. 5

6 La Ditta aggiudicataria deve predisporre, a proprie spese, uno strumento informatico per la descrizione e la ricerca del materiale archivistico depositato. Tutta la documentazione trasferita deve essere inventariata mediante la predisposizione di un sistema informativo che consenta la gestione di un data base di catalogazione e conseguente funzione di ricerca del materiale archiviato. In particolare la gestione dell archivio, incluse le movimentazioni, dovrà essere svolta con un sistema informatico che fornisca le informazioni sulla tipologia di documenti, tempo di conservazione, posizione fisica dei documenti, stato di consultazione e le coordinate per una rapida ricerca in archivio. Il servizio di archiviazione elettronica, che avrà una corrispondenza con gli opportuni strumenti cartacei di archiviazione, deve garantire le seguenti funzionalità: - il database alimentato deve censire, in tempo reale, tutte le unità archivistiche gestite, la posizione delle stesse e l eventuale movimentazione; - la gestione di tale database deve essere effettuata con una piattaforma applicativa web based ed on line, tale da consentirne l utilizzo, nei termini e nei limiti che verranno concordati ad utenti dell A.O. Tramite postazioni di lavoro collocate all interno dell A.O. stessa dovrà essere consentita la ricerca delle unità archivistiche sulla base di tutte le principali informazioni che le contraddistinguono (ad esempio, per le C.C. il codice nosografico, cognome e nome del paziente, codice fiscale del paziente, data di ricovero, reparto di dimissione, data di dimissione, etc.); - in corrispondenza a ciascun ritiro di documenti, le corrispondenti informazioni dovranno risultare inserite nel database entro e non oltre 2 giorni lavorativi; L A.O. si impegna a fornire, insieme con la documentazione, tutti gli strumenti di corredo eventualmente già predisposti (elenchi, registri, repertori, ecc.) che possono contribuire a facilitare lo svolgimento delle operazioni di inventariazione degli archivi, tra cui, ad esempio, il file elettronico relativo alle SDO (Schede di Dimissione Ospedaliera) chiuse. La proprietà di tali strumenti rimane in capo all A.O. e la possibilità del loro utilizzo da parte della ditta aggiudicataria rimane circoscritta alle finalità del presente capitolato e solo per il periodo di sua vigenza; gli operatori della Ditta aggiudicataria preposti all inserimento dei dati ai fini della creazione delle banche-dati devono elaborare i dati personali ai quali avranno accesso nel rispetto delle vigenti normative, ed in particolare al Codice della Privacy D.Lgs. 196/2003 e successive integrazioni e modificazioni; a tal fine la Ditta aggiudicataria sarà nominata Responsabile esterno dei trattamenti coinvolti dal presente appalto. In ogni caso dovrà essere garantita la tracciabilità dei dati inseriti. 6

7 Art. 3.4 Servizio di ricerca, recapito e ricollocazione della documentazione richiesta per la consultazione Su esplicita richiesta dell A.O., inoltrata alla ditta aggiudicataria esclusivamente dal personale autorizzato, formulata mediante l utilizzo di moduli appositamente predisposti e compilabili anche on line, la stessa ditta dovrà: - ricercare presso i propri archivi i documenti cartacei richiesti; - recapitarli alla struttura richiedente. Su esplicita ed esclusiva richiesta dei referenti aziendali, il recapito della documentazione dovrà avvenire anche mediante trasmissione per via telematica (i documenti contenenti dati sensibili devono essere trasmessi criptati); - ritirare la documentazione richiesta presso la stessa A.O., una volta che non sussista più la necessità della consultazione; - riporre i documenti nella collocazione dalla quale sono stati prelevati. Il servizio in oggetto dovrà essere svolto mediante il recapito fisico dei documenti, con una delle due seguenti modalità: - con procedura ordinaria, da evadere entro 48 ore dalla richiesta; - con procedura d urgenza, da evadere entro 4 ore dalla richiesta; - con procedura d urgenza mediante trasmissione via fax o telematica, da evadere entro 2 ore dalla richiesta Con cadenza mensile la ditta aggiudicataria provvederà ad inoltrare all A.O. l elenco dettagliato, recante date e ogni altra informazione sulla documentazione movimentata nonché l elenco della documentazione consegnata alle strutture aziendali coinvolte. Art. 3.4 Servizio di consultazione della documentazione presso l archivio della ditta aggiudicataria Nella sede archivistica della ditta aggiudicataria dovrà essere disponibile una sala di consultazione per il personale dell A.O.. In tali occasioni, la Ditta aggiudicataria dovrà mettere a disposizione, senza costi per l A.O., il personale necessario per la soddisfazione delle richieste. L accesso ai locali d archivio, nel rispetto della normativa in materia, deve essere sempre monitorato attraverso la tenuta di un registro in cui devono essere riportati i dati relativi al giorno dell accesso, al soggetto che accede, agli estremi del documento identificativo dello stesso, ai documenti prelevati o inseriti dopo la consultazione ed ogni altra utile informazione. La richiesta per la consultazione dovrà essere preventivamente autorizzata dalla Direzione Aziendale con l indicazione del soggetto abilitato alla consultazione. 7

8 Art. 3.5 Servizio di digitalizzazione C.C. e della documentazione amministrativa e sanitaria. Sistema informatizzato di consultazione on line delle C.C. digitalizzate La ditta aggiudicataria deve fornire un servizio di digitalizzazione delle C.C. e della documentazione sanitaria ed amministrativa trasferita nei propri archivi secondo le seguenti modalità. Le C.C. da digitalizzare sono tutte quelle prodotte dall A.O. dall aggiudicazione dell appalto, inclusa l annualità precedente a quella di aggiudicazione, e quelle relative a ricoveri precedenti all aggiudicazione per le quali viene richiesta copia. Si specifica che, durante l acquisizione digitale, le C.C. non devono essere violate in alcun modo nel contenuto. Le C.C. da acquisire sono sostanzialmente costituite da documenti cartacei, strisce di grafici su carta continua e foto in reparto. Il frontespizio in formato A3 fronte/retro (quindi 2 immagini) deve essere elaborato per ottenere quattro fogli A4 nella sequenza corretta di lettura. I documenti devono essere acquisiti mediante scanner (fronte/retro) con una risoluzione di almeno 200 dpi. In caso di C.C. particolari, ove alcuni dati devono essere secretati sulla copia conforme da fornire all utente, deve comparire un evidente segnalazione d attenzione o all apertura del documento digitale o al momento della stampa dello stesso. Dette cartelle saranno segnalate dall A.O. al momento del ritiro da parte della Ditta. Nel costo del servizio di digitalizzazione delle C.C. saranno comprese le seguenti attività: - riordino della documentazione; - bonifica dei documenti (ad esempio: eliminazione punti metallici); - separazione documentale, secondo le classi documentali (o sezioni) in cui è strutturata la cartella clinica cartacea; - scansione, con risoluzione non inferiore a 200 dpi; - controllo di qualità delle immagini acquisite; - indicizzazione delle immagini acquisite associandole al database relativo alle unità di archiviazione ; - ricomposizione della documentazione nelle cartelle cliniche secondo la sequenza di scannerizzazione. Al fine di valutare la consistenza del servizio, si riportano i seguenti valori presunti sulla documentazione da trattare: cartelle cliniche /anno. L acquisizione digitale dei documenti, da svolgersi presso i locali della ditta aggiudicataria, deve garantire la conformità al documento originale nel rispetto della normativa vigente (Deliberazione n.11 CNIPA ora AgID, Codice dell Amministrazione Digitale D.Lgs. 82/2005 e s.m.i.) e deve essere realizzata con attrezzature e software in grado di garantire la massima leggibilità dei documenti. 8

9 I sistemi informatici utilizzati per il servizio oggetto d appalto dovranno essere conformi alle disposizioni di legge attualmente in vigore, con particolare riferimento alle normative sulla sicurezza e privacy, e dovrà essere garantito il costante allineamento degli stessi alle evoluzioni della normativa. I documenti archiviati dovranno essere messi in linea in modo da essere consultati e stampati da tutti i punti aziendali autorizzati tramite un applicativo Web di consultazione. A tal fine l A.O. provvederà ad identificare e comunicare all impresa aggiudicataria i nominativi degli operatori autorizzati ad accedere alla sola consultazione e stampa, senza possibilità alcuna di modifica, inserimento o eliminazione di dati, tramite apposite ID e password rilasciate dall impresa aggiudicataria stessa; il rilascio e la revoca delle autorizzazioni, con i diversi profili di abilitazione, per l accesso all applicativo di consultazione è a carico esclusivo dell A.O. In caso di sequestro del documento in originale da parte dell Autorità Giudiziaria deve comparire la segnalazione del sequestro e il documento in formato digitalizzato non essere più stampabile sino a comunicazione di dissequestro. Dal momento del dissequestro la cartella clinica sarà nuovamente stampabile secondo il normale regime. Il sistema dovrà mantenere traccia del sequestro e conseguente dissequestro. Nella propria offerta tecnica le ditte concorrenti dovranno esplicitare le modalità di espletamento dei suddetti servizi e dei mezzi tecnologici che impiegheranno, avendo presente che il numero di connessioni contemporanee sarà pari almeno a 50. La fruizione in modalità Web dovrà avvenire mediante il solo protocollo https attraverso interfaccia fruibile con i browser standard di mercato (es. Internet Explorer, Google Chrome, Mozilla Firefox, etc. ) per la consultazione, visualizzazione e stampa delle cartelle cliniche in copia conforme all originale analogico unico secondo la normativa vigente (Deliberazione n.11 CNIPA ora AgID, Codice dell Amministrazione Digitale D.Lgs. 82/2005 e s.m.i.). L archiviazione dei dati elettronici, siano essi i documenti archiviati in forma d immagine, siano le informazioni custodite nelle basi dati, deve prevedere la cifratura di tutte le informazioni considerate sensibili ai sensi del D.Lgs. 196 del 30 Giugno Pertanto, oltre che tutti i dati elettronici soggetti a tale condizione, dovranno essere indistintamente cifrate tutte le immagini delle cartelle cliniche. L A.O. ha diritto di effettuare a campione periodici controlli di rispondenza tra la documentazione in originale, e il documento scannerizzato; provvedendo altresì al controllo sull indicizzazione di detti documenti. La mancata rispondenza a detti controlli comporta sanzioni che vengono di seguito specificate. La scansione ottica e l archiviazione dei documenti dovrà avvenire entro 2 giorni lavorativi dalla presa in carico degli stessi dalla sede dell Azienda Ospedaliera. 9

10 Eventuale altro materiale cartaceo, consegnato ad integrazione del documento iniziale alla ditta aggiudicataria in momenti successivi, dovrà essere acquisito digitalmente entro 2 giorni lavorativi dalla presa in carico, associandolo al documento iniziale ed archiviato con il documento cartaceo originale. Il sistema di archiviazione deve gestire le revisioni del documento originale. Art. 3.6 Servizio di conservazione sostitutiva La ditta aggiudicataria deve fornire un servizio di conservazione sostitutiva che permetta, senza ulteriori oneri per la A.O., di portare in conservazione e mantenere su proprio data center tutta la documentazione per la quale sarà richiesta la citata procedura. Lo spazio stimato per supplire alle necessità della A.O. risulta essere pari a 5 Gb alla partenza dell appalto, con possibilità di ulteriore incremento per pari valore. Il sistema dovrà prevedere apposita interfaccia fruibile via web per l esibizione legale dei documenti conservati. La soluzione proposta dall Azienda aggiudicataria dovrà prevedere l interfacciamento con il sistema di protocollo informatico in uso presso l A.O. (applicativo GeProt sviluppato nell ambito del Progetto InterPA per le PP.AA. della Regione dell Umbria dal Gruppo Sistematica Spa tramite le modalità ritenute più opportune ed oggetto di valutazione, a garanzia della sicurezza del processo. I sistemi informatici utilizzati per il servizio dovranno essere conformi alle disposizioni di legge attualmente in vigore, e dovrà essere garantito il costante allineamento degli stessi alle evoluzioni della normativa senza oneri per l A.O.. Art. 3.7 Servizio periodico di scarto, distruzione ed eliminazione della documentazione La ditta aggiudicataria dovrà fornire, nell ambito dei servizi di gestione della documentazione aziendale, il servizio di scarto della documentazione che, secondo i dettami di legge vigenti, non sarà più obbligatorio conservare o per la quale è prevista l archiviazione sostitutiva su supporto digitale. Il software di gestione dell archivio dovrà prevedere la gestione automatica degli scarti secondo i tempi previsti dal massimario di scarto dell A.O., in modo da poter segnalare la progressiva scadenza dei tempi di conservazione e permettendo l attivazione della procedura di distruzione ed eliminazione dei documenti. Gli scarti d archivio saranno eseguiti previa valutazione e su autorizzazione dei referenti individuati dall A.O. per singolo archivio. La ditta provvederà conseguentemente, a sua cura e spese, alle operazioni di distruzione nella piena ottemperanza di quanto previsto dalle norme di legge vigenti (compresa la normativa 10

11 relativa al trattamento dei dati sensibili) e a trasmettere successivamente all A.O. il relativo certificato di distruzione e la documentazione prevista dalla Soprintendenza Archivistica. Art. 3.8 Servizio di riconsegna a fine appalto. Nel costo del servizio appaltato deve intendersi ricompresa anche la messa a disposizione a bocca d archivio a fine appalto dei documenti all A.O., senza ulteriori costi. Su richiesta dell A.O., alla scadenza del servizio o in caso di risoluzione anticipato dello stesso, dovrà essere consegnata in forma completamente gratuita: - tutta la documentazione cartacea e digitale, consegnata ed archiviata. Tutte le unità di conservazione dovranno essere integre; in caso contrario, dovranno essere sostituite e nuovamente etichettate con oneri a carico della ditta aggiudicataria. L atto della consegna, che dovrà essere effettuato in contraddittorio con i referenti individuati dall A.O. e con la eventuale futura ditta aggiudicataria, verrà formalizzato con apposito verbale di consegna e ritiro; - l ultima versione software, la base dati completa (catalogo e immagini ove presenti) e aggiornata, le licenze d uso, e quant altro necessario per la continuazione in proprio dell attività, nelle modalità in precedenza indicate. I supporti su cui rilasciare il software e la base dati verranno indicati dall A.O.. Si evidenzia che, qualora il formato di archiviazione non dovesse più risultare conforme agli standard di mercato, la ditta aggiudicataria è tenuta a fornire copia delle immagini su formato indicato dall A.O. senza ulteriori oneri per il committente. Art. 4 Sistemi informatizzati di gestione e fruizione della documentazione in carico alla ditta aggiudicataria La ditta aggiudicataria deve utilizzare sistemi informatici, hardware e software, totalmente autonomi dai sistemi presenti nell A.O. e, su tali sistemi, deve garantire l assistenza tecnica e la manutenzione individuando preventivamente le modalità, i tempi di intervento e di ripristino delle stesse. I sistemi informatici devono essere mantenuti sempre in efficienza e adeguati alla normativa vigente e, nel caso dovessero essere sostituiti o aggiornati, devono essere garantite le funzionalità e il mantenimento con l eventuale conversione di tutti i dati. L infrastruttura hardware di cui la ditta aggiudicataria dispone per l erogazione del servizio dovrà essere installata all interno delle proprie sedi al fine di garantire il massimo della sicurezza ed inviolabilità dei dati da parte di terzi. 11

12 La soluzione informatica adottata dovrà garantire il rispetto della normativa in materia di sicurezza (D.Lgs. 196/2003) e la continuità operativa del servizio (data center, procedure di disaster recovery, ecc.) previste dalle linee guida AgID. La ditta aggiudicataria deve utilizzare hardware e software per la produzione di supporti ottici o eventuali altri tipi di supporto idonei alle norme tecniche vigenti in relazione all evoluzione della tecnologia. La ditta aggiudicataria deve provvedere alla formazione ed aggiornamento del personale dell A.O. sull utilizzo degli strumenti informatici previsti nell appalto. Art. 5 Personale incaricato della ditta aggiudicataria Per lo svolgimento del servizio, l appaltatore si deve avvalere di proprio personale (che opera sotto la sua esclusiva responsabilità), adeguato per numero e qualifica professionale, secondo i seguenti requisiti : - laureato in Scienza dell archiviazione ovvero: o in possesso di Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica rilasciato dalle scuole degli Archivi di Stato, ovvero o Diploma di laurea di cui all ordinamento preesistente al D.M. del Ministero dell Università e della Ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509, in discipline di carattere o indirizzo archivistico, ovvero o Titolo universitario di primo o secondo livello (Laurea o laurea specialistica) di cui al D.M. del Ministero dell Università e della Ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509, in discipline di carattere o indirizzo archivistico, ovvero o Titolo di dottorato di ricerca in discipline di carattere o indirizzo archivistico. Del personale dell Impresa preposto allo svolgimento del servizio deve essere fornito, prima dell inizio del servizio stesso, un elenco nominativo da tenere costantemente aggiornato, con i rispettivi CCNL di riferimento. L appaltatore s impegna a comunicare alla A.O. ogni modifica di personale, entro 15 giorni dal verificarsi della variazione. L appaltatore deve fornire all A.O., prima dell inizio del servizio, il nominativo del Responsabile del Servizio munito di ampia delega a trattare in merito a qualsiasi problema che dovesse insorgere in tema di esecuzione degli adempimenti previsti dal contratto e del suo sostituto in caso di assenza, nonché il recapito telefonico per ogni comunicazione urgente che dovesse rendersi di estrema necessità al di fuori delle ore di servizio. Considerata la natura del servizio in cui sono chiamati ad operare, i dipendenti della Ditta aggiudicataria dovranno mantenere il segreto d ufficio e la massima riservatezza sul nominativo dei pazienti e su fatti o circostanze delle quali abbiano avuto notizia durante l espletamento del servizio. Inoltre l appaltatore deve provvedere a formare il proprio personale sui seguenti argomenti: 12

13 - modalità di esecuzione del servizio, in relazione alle specificità richieste dall A.O.; - obblighi e vincoli connessi al rispetto della normativa sulla privacy e sul trattamento di dati personali ed ad ogni relativa integrazione; - procedure e sistemi di autocontrollo; Infine, l appaltatore si obbliga a: ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti derivanti da disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro, compresi quelli in tema di igiene e sicurezza, nonché a rispettare la vigente disciplina previdenziale e infortunistica, assumendo a proprio carico tutti i relativi oneri. In particolare, s impegna a rispettare, nell esecuzione delle obbligazioni derivanti dal presente appalto, le disposizioni di cui al D. Lgs. 626/1994; applicare, nei confronti dei propri dipendenti occupati nelle attività contrattuali, le condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi e integrativi di lavoro applicabili alla categoria, nonché le condizioni risultanti da successive modifiche e integrazioni. I suddetti obblighi vincolano l appaltatore, ancorché non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse, indipendentemente dalla sua natura artigiana o industriale, dalla struttura e dimensione e da ogni sua qualificazione giuridica, ivi compresa la forma cooperativa, a uniformarsi a tutte le norme regolamentari e disposizioni di servizio emanate dall A.O. L appaltatore sarà responsabile di ogni danno che, per fatto proprio o del personale addetto, possa derivare all A.O. e a terzi, dall espletamento del servizio. Si impegna alla pronta riparazione dei danni ed in difetto al loro risarcimento, esonerando l A.O. da ogni e qualsiasi responsabilità al riguardo. Qualora la ditta non dovesse provvedere alla riparazione ovvero al risarcimento del danno, nei termini fissati dalle lettere di notifica, l A.O. rimane autorizzato a provvedere direttamente, rivalendosi sulle fatturazioni, a danno della ditta e se ciò non fosse sufficiente, sul deposito cauzionale definitivo. Art. 6 Licenze, autorizzazioni e obblighi normativi La ditta aggiudicataria dovrà essere in possesso di tutte le prescritte licenze e autorizzazioni per l'espletamento di quanto richiesto dal presente Capitolato. Nell offerta economica saranno quindi ricompresi tutti gli oneri necessari a ottenere, ed a mantenere, le autorizzazioni e certificazioni del caso. La ditta aggiudicataria deve altresì attuare l'osservanza delle norme, che si intendono tutte richiamate, derivanti dalle vigenti Leggi e Decreti relativi alla prevenzione infortuni sul lavoro, all'igiene del lavoro, alle assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro, alle malattie professionali ed ogni altra disposizione in vigore o che potrà intervenire in corso di esercizio per la tutela materiale 13

14 dei lavoratori. La ditta aggiudicataria dovrà, in ogni momento, a fronte di semplice richiesta dell A.O., dimostrare di avere ottemperato a tali obblighi. Art. 7 Vigilanza della Soprintendenza Archivistica La Soprintendenza archivistica, in considerazione dei compiti di vigilanza di propria competenza istituzionale, al momento dell assunzione dell incarico da parte dell appaltatore viene informata dall A.O. in merito al conferimento del servizio, all avvio dell outsourcing e alle relative modalità di esecuzione. La Soprintendenza archivistica - ai sensi del D. Lgs 22 gennaio 2004, n è, inoltre, competente per ciò che riguarda il rilascio delle necessarie autorizzazioni al trasferimento degli archivi dell A.O. Nel caso in cui la normativa o particolari disposizioni della Soprintendenza archivistica impongano prescrizioni in contrasto con quanto stabilito nel presente Capitolato, le parti s impegnano a concordare soluzioni soddisfacenti per entrambe al fine di garantire i necessari adeguamenti. Art. 8 Scioperi e cause di forza maggiore Configurandosi il presente servizio come servizio di "pubblica utilità", per nessuna ragione la Ditta aggiudicataria potrà sopprimerlo o non eseguirlo in tutto o in parte. L interruzione di un servizio di pubblica utilità comporta responsabilità penale in capo alla Ditta appaltatrice, ai sensi dell art. 355 c.p. ed è previsto come possibile causa di risoluzione contrattuale. Art. 9 Cauzione definitiva e Copertura assicurativa Ai sensi dell art. 113 del D.Lgs 163/2006 e dell art. 123 del DPR 207/2010, la Ditta aggiudicataria dovrà produrre (in occasione della stipula del contratto) la garanzia fideiussoria, a titolo di cauzione definitiva. Essa è ridotta del 50% in ragione del prescritto possesso della certificazione di qualità aziendale. La Ditta aggiudicataria del servizio è responsabile per qualsiasi danno arrecato durante lo svolgimento dello stesso e/o per cause a questo inerenti, alle persone, agli immobili ed ai beni mobili di proprietà delle Aziende sanitarie e di terzi. Dovrà inoltre dotarsi di una polizza assicurativa contro tutti i rischi del presente appalto, oltre alla garanzia RCT e RCO che preveda la copertura dei danni, con un massimale non inferiore ad ,00 (cinquemilioni) per ogni sinistro per persona danneggiata e con pari limite minimo per danni a cose ed animali, senza limitazioni di numero. La polizza assicurativa dovrà inoltre prevedere la rinunzia alla rivalsa nei confronti della stazione appaltante con particolare riferimento alla non ottemperanza dell appaltatore a quanto previsto 14

15 all art c.c. (mancato o parziale pagamento dei premi) e degli art e 1893 c.c. (dichiarazioni inesatte e/o reticenti La polizza non dovrà prevedere franchigie o scoperti a carico dell A.O. e dovrà avere una validità per tutta la durata dell appalto. Resta intesa l intera responsabilità della Ditta aggiudicataria anche per danni eventualmente non coperti ovvero per danni eccedenti i massimali assicurati. Nel caso che in cui la Ditta aggiudicatrice risultasse essere un raggruppamento di imprese, la copertura assicurativa dovrà essere presentata con unica polizza, valida ed efficace per tutte le imprese associate. Una copia delle suddetta polizza dovrà essere fornita alla S.A. prima dell inizio del servizio. Art. 10 Fatturazione e pagamento Mensilmente dovrà essere prodotta la fattura riportante tutti i movimenti/servizi effettuati nel mese di riferimento, senza rimandi a conguagli e/o recuperi a mesi successivi. Le fatture dovranno specificare in dettaglio i servizi forniti come da offerta e dovranno inoltre essere corredate di tutti i riferimenti necessari per poter controllare la corrispondenza dei quantitativi dei servizi effettuati con quelli fatturati. Il competente ufficio liquidazioni effettuerà la liquidazione previo riscontro della corrispondenza tra i quantitativi fatturati e quelli effettuati che gli verrà trasmessa mensilmente dal direttore dell esecuzione o suo delegato. I pagamenti saranno effettuati, nel termine di 60 giorni dalla data di ricevimento delle fatture medesime, mediante accredito su apposito conto corrente bancario o postale, acceso presso banche o la società Poste Italiane spa, e ovvero con altri strumenti di pagamento idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, ex art. 3, L. 136/2010. L appaltatore ha l obbligo di comunicare a questa stazione appaltante, tempestivamente e per iscritto, gli estremi identificativi dei suddetti conti correnti, nonché le generalità ed il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di essi. Art. 11 Revisione prezzi La revisione prezzi potrà essere richiesta dal 13, 25, 37, 49 ecc mese dall inizio del servizio e potrà essere concessa nel rispetto di quanto previsto dall art. 155 del D.Lgs 163/2006. La richiesta dovrà essere motivata, documentata ed effettuata entro il termine perentorio e decadenziale di sei mesi decorrenti dai suddetti 13, 25, 37, 49 ecc mese. Art. 12- Contestazione e penalità Qualora l aggiudicatario non osservi qualsiasi prescrizione contenuta nel presente appalto, l Azienda Ospedaliera contesterà per iscritto l inadempimento chiedendo chiarimenti in ordine alle cause che l hanno determinato e fissando un termine non inferiore a 7 giorni solari, entro il quale dovranno essere rimosse le cause dell inadempimento e dovranno essere fatte pervenire le contro deduzioni scritte, valutate le quali l Azienda Ospedaliera deciderà sull applicazione della penale. Delle penali applicate sarà data comunicazione alla ditta a mezzo raccomandata A/R. L applicazione delle penali avverrà in modo automatico attraverso l emissione di una nota di addebito. 15

16 La penale verrà detratta dall importo della fattura relativa al periodo in cui si sono verificate le inadempienze. Per ciascuna carenza rilevata e per ogni infrazione che riguardi l esecuzione delle varie attività previste, l Azienda Ospedaliera potrà applicare le seguenti penalità: 1. per mancata presa in carica degli archivi esistenti entro il termine previsto di 1.000,00 per ogni giorno di ritardo 2. per mancato ritiro della nuova documentazione entro il termine previsto dal presente Capitolato: 100,00 per ogni giorno di ritardo 3. per mancata consegna (in via ordinaria) dei documenti entro il termine previsto dal presente Capitolato: 200,00 per ogni giorno di ritardo 4. per mancata consegna (in via di urgenza ed estrema urgenza) dei documenti entro il termine previsto dal presente Capitolato: 50,00 per ogni ora di ritardo 5. per mancato rispetto del termine previsto dal presente Capitolato nell effettuazione del servizio di scarto: 50,00 per ogni giorno di ritardo 6. per mancata attivazione-funzionamento del sistema di trasmissione digitale della documentazione entro il termine previsto: 50,00 per ogni giorno di ritardo 7. la mancata digitalizzazione delle cartelle cliniche entro il tempo previsto dal presente Capitolato: 20,00 per ogni cartella e giorno di ritardo 8. per mancato rispetto del termine previsto per il riordino e catalogazione della documentazione: 50,00 per ogni giorno di ritardo 9. per mancato rispetto del termine previsto per la proposta di scarto: 50,00 per ogni giorno di ritardo 10. in tutti gli altri casi di disservizi documentati, una penale da 500,00 a ,00 a discrezione dell Azienda, commisurata alla gravità ed entità dei disservizi. E fatto divieto alla ditta aggiudicataria di sospendere il servizio con una sua decisione unilaterale, in nessun caso, neanche quando sia in atto controversie con l Azienda. L illegittima sospensione costituisce inadempienza contrattuale grave e tale da giustificare la risoluzione di diritto del contratto. Il tale ipotesi restano a carico della ditta tutti gli oneri e le conseguenze derivanti da tale risoluzione. Resta salva la facoltà insindacabile della Azienda, in caso di disservizio e/o assenza ingiustificata e prolungata del personale, di ricorrere ad altre società per l effettuazione del servizio. In tal caso tutti gli oneri saranno a carico della società Affidataria. E fatta salva la possibilità di ricorrere, in caso di gravi inadempimenti e/o dopo l applicazione di almeno 3 penali, alla risoluzione dell appalto. Art.13 Risoluzione del contratto Fatto salvo quanto previsto all art. 12 contestazioni e penalità, l Azienda potrà, avvalendosi della facoltà di cui all art c.c. (clausola risolutiva espressa) e previa comunicazione scritta al fornitore, da effettuarsi a mezzo lettera raccomandata A.R., risolvere di diritto il contratto: - in caso di frode, di grave negligenza, di contravvenzione nell esecuzione degli obblighi e delle condizioni contrattuali e di mancata presentazione/reintegrazione del deposito cauzionale definitivo; - nel caso l ammontare delle penali applicate raggiunga il 10% dell importo contrattuale; - in caso di sospensione dell attività commerciale, di concordato preventivo, di fallimento, di amministrazione controllata, di liquidazione; in caso di perdita, da parte dell appaltatore, dei requisiti richiesti dalla normativa e dalla lex specialis di gara; - in caso di cessione del contratto o subappalto non autorizzati; - in tutti i casi in cui le transazioni siano state eseguite senza avvalersi di banche o della società Poste Italiane spa, ovvero di altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni, ai sensi dell art. 3 della L. 13 Agosto 2010, n. 136; - in caso di violazione degli obblighi derivanti dal Codice Etico e di Comportamento Aziendale; - in caso di persistenza negli inadempimenti/omissioni previste nel precedente art

17 Con la risoluzione del contratto sorge in capo all Azienda il diritto di affidare il servizio alla seconda classificata o in sua assenza a terzi, in danno all impresa appaltatrice inadempiente a cui saranno addebitate le maggiori spese sostenute rispetto a quelle previste dal contratto risolto. Le somme necessarie sono prelevate dal deposito cauzionale definitivo mediante l incameramento del medesimo e, ove questo non fosse sufficiente, da eventuali crediti dell impresa, fatto salvo il diritto di agire per gli eventuali maggiori danni subiti. Art. 14 Norme di rinvio Per quanto non espressamente previsto nel presente capitolato e nel disciplinare, le parti fanno riferimento alle norme del D.Lgs 163/2006, del DPR 207/2010 e, in quanto compatibili, alle norme del C.C. e alla ulteriore normativa vigente in materia. S.S.ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI Il DIRIGENTE Dott.ssa Cinzia Angione 17

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO IGNAZIO VIAN Via Stampini 25-10148 TORINO - Tel 011/2266565 Fax 011/2261406 Succursale: via Destefanis 20 10148 TORINO Tel/Fax 011-2260982 E-mail: TOMM073006@istruzione.it

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine)

IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) IL DIRETTORE DEI LAVORI RUOLO E RESPONSABILITA (Alcune note del Consiglio dell Ordine) La figura giuridica del Direttore dei Lavori compare per la prima volta nel R.D. del 25.05.1895 riguardante il Regolamento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli