L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE"

Transcript

1 SI surl L OBBLIGO DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Adempimenti per le imprese Dott. Paolo Zanatta 1

2 Normativa e Prassi Legge n. 244 del , articolo 1 commi Direttiva UE 45/2010 L n 228 di recepimento della direttiva 45/2010 D.M. 55/2013 Circolare MEF N 1 del DL N 66, art. 25 Dott. Paolo Zanatta 2

3 FINALITÁ Al fine di semplificare il procedimento di fatturazione e registrazione delle operazioni imponibili l emissione la trasmissione l archiviazione la conservazione delle fatture nei rapporti con la Pubblica Amministrazione (PA) anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili deve essere effettuata esclusivamente in forma elettronica Dott. Paolo Zanatta 3

4 FINALITÁ La Fatturazione Elettronica verso la PA (FatturaPA) rappresenta uno strumento di: semplificazione trasparenza rendicontazione monitoraggio Altri Paesi europei (Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Spagna) hanno già adottato la fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione (PA) L obbligo verso la PA rappresenta un volano per favorirne l adozione nei rapporti tra imprese Dott. Paolo Zanatta 4

5 SISTEMA DI INTERSCAMBIO Operatori Economici Fatture e notifiche Sistema di Interscambio (AE e SOGEI) Fatture e notifiche Monitoraggio Pubblica Amministrazione Ragioneria Generale dello Stato Dott. Paolo Zanatta 5

6 DECORRENZA OBBLIGATORIA Sono fissate decorrenze ripartite 6 giugno 2014 Ministeri (Istituti di istruzione statale, Musei e biblioteche statali, Polizia, Carabinieri, V.F., ecc.) Agenzie Fiscali (Demanio, Dogane e Monopoli, Entrate) Enti Nazionali di Previdenza e Assistenza Sociale (INPS, INAIL, ENASARCO, Casse di previdenza delle varie attività professionali, ecc.) Dott. Paolo Zanatta 6

7 DECORRENZA OBBLIGATORIA 31 marzo 2015 altri enti nazionali (ENIT, ENAC, AGCOM, ENEA, CONI, ISTAT, ANAS spa, ICE, ANCI, UNIONCAMERE, ecc.) amministrazioni locali (Regioni, Province, Comuni, Aziende Ospedaliere, ASL, CCIAA, ecc.) Dott. Paolo Zanatta 7

8 DECORRENZA ANTICIPATA VOLONTARIA dal 6 dicembre 2013 le PA hanno la facoltà di concordare con gli Operatori Economici la ricezione delle Fatture Elettroniche attraverso il Sistema di Interscambio Dott. Paolo Zanatta 8

9 EFFETTI A decorrere dalle predette date di entrata in vigore, le rispettive PA non potranno più accettare le fatture emesse o trasmesse in forma cartacea Solo Fatture Elettroniche Dott. Paolo Zanatta 9

10 EFFETTI Decorsi tre mesi dalle predette date di entrata in vigore le rispettive PA non potranno più procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino alla ricezione della fattura in forma elettronica Nessun pagamento senza Fattura Elettronica Dott. Paolo Zanatta 10

11 PERIODO DI TRANSIZIONE Nei 3 mesi successivi alla decorrenza dell obbligo della fatturazione elettronica, le PA potranno ancora accettare e pagare le fatture cartacee emesse entro la data di decorrenza Esempio: fattura cartacea spedita prima della decorrenza dell obbligo ma: a) pervenuta alla PA dopo tale data b) pervenuta prima ma non ancora pagata a causa dei tempi tecnici di verifica, contraddittorio ed eventuale rettifica della fattura (in tal caso è pagabile anche dopo i 3 mesi: Circ. MEF n 1 del , 4) Dott. Paolo Zanatta 11

12 SOGGETTI INTERESSATI Gli OPERATORI ECONOMICI,cioè i fornitori di beni e servizi verso la PA, obbligati all utilizzo della fattura elettronica e alla conservazione sostitutiva LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI, che devono attivarsi per la ricezione della fattura elettronica e la conservazione sostitutiva GLI INTERMEDIARI, ai quali gli Operatori Economici possono rivolgersi per l emissione, la trasmissione e la conservazione sostitutiva della fattura elettronica Dott. Paolo Zanatta 12

13 LE PA INTERESSATE Le PA verso le quali si applicano le disposizioni in materia di fatturazione elettronica sono individuate in un elenco elaborato entro il 30 settembre di ogni anno dall ISTAT Elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato individuate ai sensi dell articolo 1, comma 3 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 Disponibile all indirizzo Dott. Paolo Zanatta 13

14 L INDICE DELLE PA Le PA devono identificare i propri uffici deputati alla ricezione delle Fatture Elettroniche nell Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) L IPA è l anagrafica di riferimento per la fatturazione elettronica a cui il SdI fa riferimento per indirizzare le FatturePA agli uffici centrali e periferici delle PA deputati a riceverle Dott. Paolo Zanatta 14

15 L INDICE DELLE PA Tutte le PA che si registrano in IPA ricevono un Codice Univoco Ufficio necessario per la trasmissione e la ricezione delle fatture all ufficio della PA deputato a riceverle Il Codice va obbligatoriamente indicato nella FatturaPA affinché sia regolarmente compilata Dott. Paolo Zanatta 15

16 DISPONIBILITÁ DEI CODICI IPA Le PA devono: completare il caricamento in IPA degli uffici tre mesi prima della decorrenza dell obbligo di Fatturazione Elettronica comunicare a ciascun fornitore l elenco dei contratti vigenti, specificando per ogni contratto il Codice Univoco Ufficio e indicando la data da cui è operativo il servizio di ricezione della FatturaPA Dott. Paolo Zanatta 16

17 DISPONIBILITÁ DEI CODICI IPA Sul sito è possibile individuare le PA e ottenere le informazioni: sugli uffici destinatari delle fatture sul Codice Univoco Ufficio da indicare in fattura sul codice fiscale dell Ufficio PA sulla data di avvio del servizio di ricezione della FatturaPA altre informazioni Dott. Paolo Zanatta 17

18 DISPONIBILITÁ DEI CODICI IPA Dott. Paolo Zanatta 18

19 Dott. Paolo Zanatta 19

20 CODICE UNIVOCO UFFICIO NON PRESENTE NELL IPA Va indicato in fattura un codice Ufficio di Fatturazione Elettronica Centrale Uff_eFatturaPA assegnato ad ogni PA presente in IPA Attività dello SdI: a) se individua l esistenza di un Codice Univoco Ufficio, trasmette una notifica di scarto e segnala il codice corretto da usare b) in caso contrario la fattura viene inoltrata alla PA Dott. Paolo Zanatta 20

21 PA NON CENSITA NELL IPA Va indicato in fattura un codice di default previsto dalle Specifiche Tecniche Attività dello SdI: a) se individua individua il Codice Univoco Ufficio, trasmette la notifica di scarto e segnala il codice corretto da usare b) se individua più Uffici di fatturazione, trasmette la notifica di scarto e segnala il Codice di Fatturazione Elettronica Centrale c) negli altri casi invia l attestazione di avvenuta trasmissione con impossibilità di recapito d) a tal punto la fattura potrà essere inviata alla PA attraverso altri canali telematici (senza passare per il SdI) e potrà essere pagata dalla PA Dott. Paolo Zanatta 21

22 FATTURA ELETTRONICA Ai fini del DM. 55/2014 si intende per Fattura Elettronica come: un documento informatico in formato XML, sottoscritto con firma elettronica qualificata o digitale, secondo la normativa, anche tecnica, vigente in materia Deve essere: disponibile e leggibile su supporto informatico un documento statico, non modificabile durante le fasi di accesso e conservazione Dott. Paolo Zanatta 22

23 FIRMA ELETTRONICA QUALIFICATA Ogni file Fattura PA trasmesso al SdI deve essere firmato dal soggetto che emette la fattura tramite un certificato di firma qualificata che garantisce: l integrità delle informazioni contenute nella fattura l autenticità dell emittente La firma digitale inoltre associa al documento la data e l ora (riferimento temporale) Dott. Paolo Zanatta 23

24 FIRMA ELETTRONICA QUALIFICATA Per dotarsi di un certificato di firma qualificata è necessario rivolgersi a uno dei certificatori presenti nell elenco dei certificatori autorizzati pubblicato sul sito dell'agenzia per l'italia Digitale Dott. Paolo Zanatta 24

25 CONTENUTO DELLA FatturaPA La fattura elettronica deve essere emessa nel rispetto: delle disposizioni sul contenuto della fattura previste dall art. 21 del D.P.R. 633 delle regole tecniche previste dal Codice dell Amministrazione Digitale del formato fattura previsto dal DM 55/2013 Dott. Paolo Zanatta 25

26 SPECIFICHE TECNICHE Le SPECIFICHE TECNICHEsono rese Disponibili sul sito del SdI Dott. Paolo Zanatta 26

27 CONTENUTO INFORMATIVO FORMATO La fattura elettronica deve riportare i dati e le informazioni indicati e definiti nell Allegato «A» al DM 55/2013: Formato della fattura elettronica Dott. Paolo Zanatta 27

28 CONTENUTO INFORMATIVO Per assicurare l'effettiva tracciabilità dei pagamenti alle PA la FatturaPA deve indicare anche: il CIG (Codice identificativo Gara), tranne i casi di esclusione dall'obbligo di tracciabilità (L , n. 136) CUP (Codice Unico di Progetto) in caso di fatture relative a opere pubbliche, interventi di manutenzione straordinaria, interventi finanziati da contributi comunitari e ove previsto ai sensi dell'articolo 11 della L , n. 3 Le PA non possono procedere al pagamento delle FatturePA prive dei codici Cig e Cup Dott. Paolo Zanatta 28

29 CONTENUTO INFORMATIVO Oltre al contenuto obbligatorio per rispetto della normativa IVA (come per le fatture cartacee) e per la trasmissione tramite il SdI, possono essere inserite ulteriori informazioni (richieste dalla PA nei contratti): necessarie per l integrazione del processo di fatturazione elettronica con i sistemi gestionali delle PA e/o con i sistemi di pagamento rilevanti in relazione alle tipologie di beni e servizi forniti e alle necessità informative intercorrenti tra il singolo fornitore e la singola PA Dott. Paolo Zanatta 29

30 ESEMPIO DI FatturaPA Sono disponibili sul sito diverse funzioni di prova ed esempi di fatture e ricevute di trasmissione ESEMPIO FATTURA ELETTRONICA TRATTO DAL SITO Dott. Paolo Zanatta 30

31 ESEMPIO FatturaPA VISUALIZZAZIONE FORMATO XML Dott. Paolo Zanatta 31

32 ESEMPIO FatturaPA VISUALIZZAZIONE leggibile Codice Univoco Ufficio Dott. Paolo Zanatta 32

33 Codice Fiscale Dell UfficioPA Dott. Paolo Zanatta 33

34 N.B. Dott. Paolo Zanatta 34

35 Dott. Paolo Zanatta 35

36 IMPOSTA DI BOLLO Anche per la FatturePA è dovuta l Imposta di Bollo alle medesime condizioni e nella stessa misura ( 2,00) stabilita per le fatture tradizionali e va assolta mediante: richiesta autorizzazione all Agenzia Entrate (AE), i cui estremi vanni indicati nella FatturaPA pagamento anticipato sulla base del numero presunto di documenti comunicati all AE comunicazione consuntiva all AE entro il mese di gennaio dell anno successivo con conguaglio e acconto per l anno in corso Dott. Paolo Zanatta 36

37 IL SISTEMA DI INTERSCAMBIO (SdI) E un sistema informatico che: riceve le FatturePA nella forma tecnica prevista dalla legge effettua controlli meramente formali sulle fatture ricevute inoltra le FatturePA alle PA destinatarie invia le ricevute/notifiche al trasmittente e/o al ricevente E gestito dall Agenzia delle Entrate che si avvale di SOGEI spa per la parte tecnica Dott. Paolo Zanatta 37

38 SISTEMA DI INTERSCAMBIO Operatori Economici Fatture e notifiche Sistema di Interscambio (AE e SOGEI) Fatture e notifiche Monitoraggio Pubblica Amministrazione Ragioneria Generale dello Stato Dott. Paolo Zanatta 38

39 SISTEMA DI INTERSCAMBIO Il SdI presidia il processo di ricezione e inoltro delle fatture elettroniche alle PA fornisce i servizi di accreditamento al sistema riceve le fatture trasmesse in formato elettronico effettua le opportune verifiche sui dati trasmessi (integrità, autenticità, univocità, rispetto del formato, presenza e correttezza formale dei dati obbligatori di fattura) valida e gestisce i flussi delle fatture Dott. Paolo Zanatta 39

40 IL SISTEMA DI INTERSCAMBIO (SdI) indirizza le fatture alle PA destinatarie notifica l esito di invio/ricezione dei flussi agli utenti tramite ricevuta invia alla Ragioneria Generale dello Stato (RGS) i flussi informativi per il monitoraggio della finanza pubblica fornisce supporto tecnico ai soggetti che interagiscono con il SdI Dott. Paolo Zanatta 40

41 OPERATORE ECONOMICO SISTEMA DI INTERSCAMBIO PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Trasmissione FatturaPA Controlli propedeutici all inoltro Notifica di scarto NO Controlli superati SI Inoltro FatturaPA Notifica mancata consegna NO Inoltro riuscito SI Ricezione FatturaPA Ricevuta di Consegna N.B. Verifica di accettabilità Notifica rifiuto Inoltro notifica rifiuto Notifica rifiuto NO Verifica superata Notifica accettazione Inoltro notifica accettazione Notifica accettazione SI Dott. Paolo Zanatta 41

42 INTERMEDIARI Con apposita delega, gli Operatori Economici e le PA potranno affidare in outsourcing il processo di conservazione digitale delle fatture elettroniche a soggetti, pubblici o privati, che offrono idonee garanzie organizzative e tecnologiche Dott. Paolo Zanatta 42

43 INTERMEDIARI Gli Intermediari possono offrire servizi di emissione delle fatture elettroniche trasmissione delle fatture al sistema d'interscambio (SDI) conservazione a norma delle fatture elettroniche inviate Dott. Paolo Zanatta 43

44 SISTEMA DI INTERSCAMBIO INTERMEDIARI Operatori Economici Intermediari Sistema di Interscambio (AE e SOGEI) Intermediari Pubblica Amministrazione Ragioneria Generale dello Stato Dott. Paolo Zanatta 44

45 TRASMISSIONE DELLE FATTURE La FatturaPA va trasmessa solo attraverso il SdI scegliendo tra uno dei seguenti 5 canali: 1) PEC (come allegato di max 30 MB) 2) Invio via web (per i soggetti accreditati Entratel e Fisconline, max 5 MB) 3) SDICoop (per tutti i fornitori della PA) 4) SDIFTP (per soggetti strutturati con elevati volumi di fatture, Max 150MB) 5) SPCoop (solo fra Enti della PA attestati sul Sistema Pubblico di Connettività: SPC) Dott. Paolo Zanatta 45

46 TRASMISSIONE DELLE FATTURE Per la trasmissione via PEC (1) non è necessario accreditarsi presso il SdI è sufficiente possedere una casella PEC di gestore incluso nell elenco pubblico presente sul sito La fatturapa va in allegato al messaggio PEC Massimo 30MB Indirizzo a cui inviare: Dott. Paolo Zanatta 46

47 TRASMISSIONE DELLE FATTURE Per l invio via web (2) non è necessario accreditarsi presso il SdI E necessario possedere le credenziali Entratel o Fisconline, oppure disporre di una Carta Nazionale dei Servizi abilitata ai servizi telematici dell AE La trasmissione avviene tramite un applicazione disponibile sul sito SdI Massimo 5MB Dott. Paolo Zanatta 47

48 TRASMISSIONE DELLE FATTURE Per utilizzare i canali SDICoop (3), SDIFTP (4) e SPCoop (5) è necessario essere accreditati presso il SDI (tramite apposite funzionalità disponibili sul sito con il quale si sottoscrive un Accordo di Servizio che regola le modalità e le condizioni di utilizzo dei servizi per la trasmissione della FatturaPA Dott. Paolo Zanatta 48

49 MOMENTO DI EMISSIONE Ai sensi dell'articolo 21, del DPR 633/1972, La fattura, cartacea o elettronica, si ha per emessa all atto della sua consegna, spedizione, trasmissione o messa a disposizione del cessionario o committente Dott. Paolo Zanatta 49

50 MOMENTO DI EMISSIONE La FatturaPA si considera trasmessa per via elettronica (ai sensi dell'articolo 21, comma 1 del DPR 633/1972) e ricevuta dalla PA solo a fronte del rilascio della ricevuta di consegna da parte del SdI Dott. Paolo Zanatta 50

51 MOMENTO DI EMISSIONE Qualora per cause tecniche la trasmissione alla PA non fosse possibile, il SdI invia al Soggetto Trasmittente una notifica di mancata consegna Successivamente il SdI: contatta il destinatario affinché provveda tempestivamente alla risoluzione del problema a problema risolto procede con l invio trascorsi 10 gg se non è riuscito il recapito della fattura, invia al trasmittente l attestazione di avvenuta trasmissione con impossibilità di recapito a tal punto la fattura potrà essere inviata attraverso altri canali telematici alla PA e potrà essere pagata Dott. Paolo Zanatta 51

52 MOMENTO DI EMISSIONE Secondo il Ministero delle Finanze la fattura elettronica può darsi per emessa ai fini iva anche a fronte del rilascio da parte del Sistema di Interscambio della notifica di mancata consegna (Circ. n 1 del , par. 3) Dott. Paolo Zanatta 52

53 MOMENTO DI EMISSIONE Ricevuta di consegna o notifica di mancata consegna Prova di Emissione della FatturaPA Decorrenza termini di pagamento Dott. Paolo Zanatta 53

54 VERIFICA DI ACCETTABILITÁ Ricevuta la fattura, entro 15 gg, la PA effettua una verifica di accettabilità con riferimento agli ordini e ai contratti Segue una notifica di accettazione o di rifiuto della PA al SdI Il SdI notifica al trasmittente della fattura l accettazione/rifiuto ricevuto dalla PA Decorsi i 15 gg senza notifiche dalla PA, il SdI trasmette una «notifica di decorrenza termini» Dott. Paolo Zanatta 54

55 OBBLIGO DELLA CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Operatori Economici e PA sono obbligati alla conservazione sostitutiva delle Fatture Elettroniche La conservazione è una procedura informatica, regolamentata dalla legge, in grado di garantire nel tempo la validità legale (prova ad ogni effetto di legge) a tutti i documenti informatici firmati digitalmente Dott. Paolo Zanatta 55

56 CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Le Fatture Elettroniche devono essere memorizzate attraverso la trasposizione su qualsiasi supporto di memorizzazione digitaleche garantisca: la leggibilità nel tempo Il rispetto dell ordine cronologico, senza soluzione di continuità per ciascun periodo d imposta le funzioni di ricerca ed estrazione delle informazioni dagli archivi informatici (ad es. nome, cognome, denominazione, codice fiscale, partita IVA, data) Dott. Paolo Zanatta 56

57 CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA E consentito effettuare la Conservazione Sostitutiva delle sole Fatture Elettroniche, a condizione che le stesse siano: annotate in un apposito registro sezionale numerate progressivamente con distinta serie numerica, in ordine cronologico e senza soluzione di continuità per periodo di imposta Con tale soluzione le altre fatture cartacee (analogiche) potranno essere conservate con le modalità tradizionali Dott. Paolo Zanatta 57

58 CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA E necessario rispettare le prescrizioni fissate per la conservazione sostitutiva dei documenti fiscali La conclusione del processo di conservazione deve avvenire per l emittente entro 15 giorni dall emissione delle fatture (è in fase di completamento una modifica normativa che prevede un unica scadenza annuale) Dott. Paolo Zanatta 58

59 TERMINI DI CONSERVAZIONE A fini civilistici: 10 anni A fini tributari: 4 anno successivo alla presentazione della dichiarazione o 5 anno successivo in caso di omissione di presentazione della dichiarazione N.B.: I termini fissati a fini tributari sono raddoppiati in caso di violazioni sanzionabili penalmente. Dott. Paolo Zanatta 59

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

Comune di Castelfranco di Sotto

Comune di Castelfranco di Sotto Comune di Castelfranco di Sotto Ufficio Ragioneria OGGETTO: Introduzione alla fatturazione elettronica presso il Comune di Castelfranco di Sotto L obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE A cura di Gerardo De Caro: La fatturazione elettronica obbligatoria verso la Pubblica Amministrazione Executive Summary Il formato fattura PA

Dettagli

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese

Manuale d uso del Sistema di. e-procurement per le imprese Manuale d uso del Sistema di e-procurement per le imprese Guida all utilizzo del servizio di Fatturazione Elettronica Data ultimo aggiornamento:16/07/2014 Pagina 1 di 39 Indice 1. INTRODUZIONE E PRINCIPI

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1

SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013. Versione 1.1 SPECIFICHE TECNICHE OPERATIVE DELLE REGOLE TECNICHE DI CUI ALL ALLEGATO B DEL DM 55 DEL 3 APRILE 2013 Versione 1.1 INDICE 1. INTRODUZIONE 4 1.1 DEFINIZIONI 4 2. MODALITÀ DI EMISSIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE

ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE ISTRUZIONI PER IL SERVIZIO SPCOOP - RICEZIONE Pag. 1 di 14 INDICE 1. Glossario... 3 2. il servizio SPCoop - Ricezione... 5 3. Il web-service RicezioneFatture... 8 3.1 Operazione RiceviFatture... 9 3.1.1

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1

ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA. Versione 1.1 ELENCO DEI CONTROLLI EFFETTUATI SUL FILE FATTURAPA Versione 1.1 VERIFICHE EFFETTUATE SUL FILE FATTURAPA NOMENCLATURA ED UNICITÀ DEL FILE TRASMESSO La verifica viene eseguita al fine di intercettare l invio

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

La fattura elettronica e sua conservazione

La fattura elettronica e sua conservazione La fattura elettronica e sua conservazione Che cos è la FatturaPA? La FatturaPA è una fattura elettronica ai sensi dell'articolo 21, comma 1, del DPR 633/72 ed è la sola tipologia di fattura accettata

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel

Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel Devi fare una fattura elettronica alla PA? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt PA Lextel FATTURAZIONE ELETTRONICA Fa# PA è il servizio online di fa/urazione ele/ronica semplice e sicuro

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

A A GUIDA ALL INTERPELLO WWW.AGENZIAENTRATE.IT

A A GUIDA ALL INTERPELLO WWW.AGENZIAENTRATE.IT L A G E N Z I A I N F O R M A A A DELLE ENTRATE AGENZIA GENZI DELLE ENTRATE Progetto grafico: FULVIO RONCHI UFFICIO RELAZIONI ESTERNE GUIDA ALL INTERPELLO COME OTTENERE DALL AGENZIA DELLE ENTRATE LA RISPOSTA

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. Dispone: Prot. n. 2014/159941 Modalità operative per l inclusione nella banca dati dei soggetti passivi che effettuano operazioni intracomunitarie, di cui all art. 17 del Regolamento (UE) n. 904/2010 del Consiglio

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015)

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) 1 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 24 maggio 2013 (= quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata

Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata Decreto 2 novembre 2005 Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto l articolo 17

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE

GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PIATTAFORMA PER LA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA ALLA REGISTRAZIONE PER LE AMMINISTRAZIONI E GLI ENTI PUBBLICI Versione 1.1 del 06/12/2013 Sommario Premessa... 3 Passo 1 - Registrazione dell Amministrazione/Ente...

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti:

L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: Benvenuto su RLI WEB L'applicazione RLI-Web deve essere utilizzata, in relazione ai seguenti adempimenti: richieste di registrazione dei contratti di locazione di beni immobili e affitto fondi rustici;

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Modello 770 SEMPLIFICATO 2015

Modello 770 SEMPLIFICATO 2015 genzia ntrate 770 Modello 770 SEMPLIFICATO 2015 Redditi 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DICHIARAZIONE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA PER L ANNO 2014 DATI RELATIVI A CERTIFICAZIONI COMPENSI ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10

1 Soggetti obbligati alla presentazione del Modello UNICO Enti non commerciali ed equiparati 7 2 Compilazione del frontespizio 10 genzia ntrate UNICO Enti non commerciali ed equiparati 2014 Dichiarazione degli enti non commerciali residenti e delle società ed enti non residenti equiparati soggetti all Ires - Periodo d imposta 2013

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015 CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 13 aprile 2015 OGGETTO: Operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni: cd. scissione dei pagamenti. Articolo 1, commi 629, lettere

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Legalinvoice PA Manuale Utente

Legalinvoice PA Manuale Utente Legalinvoice PA Manuale Utente Versione 1.16 Data 24/02/2015 1 Sommario Sommario 2 Introduzione alle funzionalità 4 Requisiti 4 Informazioni Introduttive 5 Login 5 Primo accesso 6 La barra degli strumenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili genzia ntrate MOD. RLI RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESVI Contratti di locazione e affitto di immobili (art. 11 del D.P.R. 26 aprile 1986 n.131) Informativa sul trattamento dei dati personali

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente.

[05/05/2008 NOTA 11] Le note sono elencate dalla più recente alla meno recente. Questo documento riporta delle note integrative ai documenti di riferimento della Posta Elettronica Certificata (PEC). Nello specifico le seguenti note fanno riferimento a: Decreto del Presidente della

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE 6 l agenzia in f orma 2006 GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE INDICE INTRODUZIONE 2 1. I VERSAMENTI TELEMATICI 3 I vantaggi dei versamenti on line 3 Come si effettuano 3 Il conto su cui addebitare

Dettagli

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI

MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI MODULO DI DESIGNAZIONE/REVOCA DEI BENEFICIARI (Da inviare ad Arca SGR S.p.A. in originale, per posta, unitamente a copia dei documenti di identità dell Iscritto e dei beneficiari) Spett.le ARCA SGR S.p.A.

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

Comoda, sicura, conveniente. Legale.

Comoda, sicura, conveniente. Legale. Comoda, sicura, conveniente. Legale. 80.000 caselle attivate. E voi, cosa aspettate? InfoCert è il più importante gestore di Posta Elettronica Certificata. Legalmail è il servizio pensato per professionisti,

Dettagli

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE [STUDIO avv. Paola Ferrari ] info@studiolegaleferrari.it per Pronto Soccorso fimmg lombardia QUESITO: Mi è arrivata una notifica di violazione amministrativa

Dettagli

Sportello Telematico CERC

Sportello Telematico CERC Sportello Telematico CERC CAMERA DI COMMERCIO di VERONA Linee Guida per l invio telematico delle domande di contributo di cui al Regolamento Incentivi alle PMI per l innovazione tecnologica 2013 1 PREMESSA

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Il/la sottoscritto/a Cognome e Nome Codice Fiscale Partita IVA Data di nascita Comune di nascita

Dettagli

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE I. Premessa 1 1. Soggetti obbligati all invio 1 2. Modalità e termini di presentazione del flusso 1 3. Frontespizio

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli