Dalla teoria generale del documento alla fatturazione elettronica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dalla teoria generale del documento alla fatturazione elettronica"

Transcript

1 Ettore Battelli Dalla teoria generale del documento alla fatturazione elettronica ARACNE

2 Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. via Raffaele Garofalo, 133 A/B Roma (06) ISBN I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi. Non sono assolutamente consentite le fotocopie senza il permesso scritto dell Editore. I edizione: gennaio 2008

3 A Ginevra e Giuseppina le mie nonne, due donne straordinarie

4

5 INDICE Introduzione 15 CAPITOLO PRIMO IL DOCUMENTO ELETTRONICO NELLA TEORIA GENERALE DEL DOCUMENTO 1. Il documento: valore ontologico e valore semantico Diritto e linguaggio: scrittura e forma, scrittura e testo Forma e norma, monumento e documento Forma, contratto e scrittura privata Linguaggio informatico e linguaggio telematico: dato e documento La forma telematica Il documento Elemento materiale e contenuto del documento Il documento come res e i diritti sul documento Il documento come res: disponibilità e accesso 52 2 Il documento giuridico Documento giuridico e archiviazione L attività di documentazione Documentazione e res documentata Tabulae publicae e documenti privati I documenti privati in età classica: valore e tipologia L evoluzione post-classica: dalla funzione prevalentemente probatoria a quella anche costitutiva Il documento nel diritto giustinaneo I caratteri del documento giuridico medioevale Documentazione ai fini di validità dell atto e documentazione a fini di prova La prova documentale nel codice civile (cenni) La scrittura privata La «crisi» della sottoscrizione: il telefax 75 3 Il documento informatico 79 7

6 8 Indice 3.1 La normativa nazionale e comunitaria La prima nozione di documento informatico: l art. 491 bis c.p La storia di una stratificazione contraddittoria La prima ambigua disciplina del documento elettronico Le modifiche, in punto di firme elettroniche, introdotte dal D.P.R. 137/ L introduzione del Codice dell amministrazione ditale: alla ricerca di una ratio legis La nozione di documento informatico e le due funzioni della documentazione: la forma e la prova Le caratteristiche fondamentali: Attribuzione di una data certa (Cenni) Immodificabilità del contenuto (Cenni) Riproducibilità Accessibilità Trasferibilità Leggibilità Sicurezza Il criterio legislativo di equivalenza tra documenti cartacei e informatici, la pluralità di tipi di firme elettroniche e i quattro tipi legali di documento informatico Il documento informatico privo di firma Il documento informatico con firma elettronica non qualificata Il documento informatico con firma elettronica qualificata (e in specie digitale): effetti probatori e sostanziali Il documento informatico con firma autenticata 150 CAPITOLO SECONDO DOCUMENTO ELETTRONICO E FATTURA ELETTRONICA: LA PATERNITÀ DELLA DICHIARAZIONE INFORMATICA 1. La Fattura elettronica: tentativo di un inquadramento dogmatico 153

7 Indice La fattura cartacea (Cenni) La fattura elettronica (Cenni) Le novità civilistiche Fattura elettronica e prassi amministrativa Estensione normativa della possibilità di emissione delle fatture per via telematica Formazione, conservazione, archiviazione (Cenni) I modelli emergenti di Elettronic Invoice Presentment and Payment (EIPP) Nuove regole giuridiche per i documenti informatici rilevanti ai fini fiscali Il q u a d r o n o r m a t i v o L intervento comunitario Le modifiche alla direttiva n. 77/388/CEE Le modificazioni introdotte dal D.Lgs. 52/ Il D.P.C.M. 13 gennaio Circolare dell Agenzia delle Entrate 19 ottobre 2005, n. 45/E I documenti informatici rilevanti ai fini fiscali Le scritture contabili tenute con modalità informatiche Il documento informatico riguardante altri libri societari Caratteristiche dei documenti fiscali informatici Fattura elettronica: il rapporto dogmatico con le disposizioni generali in tema di documento elettronico Documento analogico e digitale Documento digitale e fattura elettronica Gli strumenti per la gestione digitale del ciclo di fatturazione nel quadro della paternità delle scritture Imputabilità del documento informatico e sistemi di autenticazione La firma digitale Firma digitale e normativa di riferimento Differenze tra firma autografa e firma elettronica La disciplina dell attività di certificazione e la sua incidenza sulla paternità del documento Certificazione e certificati elettronici I vantaggi della Firma digitale 200

8 10 Indice 4.3 La Posta elettronica certificata (PEC) Posta elettronica certificata e normativa di riferimento I vantaggi della Posta elettronica certificata La conservazione sostitutiva (rinvio) Conservazione sostitutiva: la normativa di riferimento I vantaggi della conservazione sostitutiva Fattura elettronica come documento a valore legale Le prove documentali Il documento informatico in sede di giudizio La repudiation Tempo e documento informatico: la data certa Il tempo del documento informatico Il riferimento temporale La marca temporale Time Stamping (TS) L equiparazione della fattura elettronica alla fattura cartacea La paternità della scrittura nella fattura I Presupposti dell equiparazione Il principio di consensualità I requisiti formali della fattura nel quadro dell attuale disciplina sul documento elettronico Fattura elettronica come atto unilaterale recettizio Il concetto di trasmissione tra «spedizione» e «consegna» 238 CAPITOLO TERZO LA FATTURAZIONE ELETTRONICA: LE PROBLEMATICHE CIVILISTICHE 1. Obbligo di emissione Soggetto obbligato all emissione della fattura Contenuto della fattura Il contenuto europeo 242

9 Indice II contenuto italiano Contenuto minimo obbligatorio Contenuto delle operazioni soggette al c.d. reverse charge Cessioni intracomunitarie di mezzi di trasporto nuovi Regime speciale del margine per i beni usati Operazioni effettuate dalle agenzie di viaggio e turismo Proposta di Direttiva comunitaria: applicazione facoltativa del regime IVA ordinario La numerazione della fattura Caratteristiche della fattura elettronica europea: autenticità e integrità La trasmissione della fattura europea e la firma digitale La trasmissione elettronica mediante il sistema EDI Altri metodi per la trasmissione della fattura elettronica Metodi per la trasmissione (invio) delle fatture Consegna/spedizione in forma cartacea Precisazioni: modalità ordinaria di invio Modalità alternativa per fattura emessa su carta ed inviata in formato elettronico Spedizione/trasmissione per le fatture in formato elettronico (previo consenso del destinatario) Fattura emessa ed inviata in formato elettronico: con sistemi web-based Segue: con metodo dell accordo quadro Segue: con metodo del terzo che funge da intermediario M o m e n t o d i emissione della fattura: gli effetti La prova della spedizione telematica Fattura elettronica trasmessa per via telematica Modalità di emissione della fattura Fattura emessa dal fornitore La risoluzione n. 202/E del Fattura emessa dal terzo (outsourcing) Destinatario dell operazione o terzo soggetto incaricato residente in Paesi o territori terzi Il provvedimento del 9 dicembre

10 12 Indice 6.5 Fattura emessa dal cliente (L autofattura) L autofattuazione: pro e contro Autofatturazione nelle operazioni con l estero Autofatturazione per conto terzi Obbligatorietà dell autofattura Il formato della fattura La fattura in formato XML Il linguaggio XML La fattura unica: termini, lingua, valuta Fattura unica o cumulativa per cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate nello stesso giorno Fattura differita e fatturazione triangolare Lingua e valuta La responsabilità dell emissione La registrazione delle fatture 320 CAPITOLO QUARTO LA CONSERVAZIONE E L ARCHIVIAZIONE DELLE FATTURE ELETTRONICHE 1. La conservazione e l archiviazione digitale Regole per l archiviazione digitale del documento Regole per la conservazione digitale dei documenti Regole per la conservazione dei documenti analogici Regole per la conservazione dei documenti digitali Particolari osservazioni sulla conservazione dei documenti a rilevanza tributaria La conservazione sostitutiva delle fatture elettroniche Presupposti Dal D. Lgs. n. 357/94 al Parere dell Agenzia delle Entrate 29 dicembre D.P.R. n. 633/1972, art. 39 (come integrato dal D.Lgs.n. 52/2004) Rapporti con il D.M. 23 gennaio Delibera CNIPA 19 febbraio 2004, n Il Codice dell Amministrazione Digitale 340

11 Indice La circolare dell Agenzia delle Entrate 6 dicembre 2006, n. 36/E Modalità di conservazione La scelta tra gestione interna ed esterna La conservazione delle fatture attive La conservazione delle fatture passive La distruzione delle fatture passive analogiche Archiviazione elettronica delle fatture per conto terzi Conservazione delle fatture elettroniche in un altro Paese (comunitario o extra-comunitario) Il quadro di riferimento I vincoli per la conservazione all estero Scritture contabili e luogo di conservazione La mancata opzione per la conservazione elettronica Il processo di conservazione dei documenti rilevanti ai fini tributari Il processo di conservazione dei documenti informatici rilevanti ai fini tributari Il processo di conservazione dei documenti analogici rilevanti ai fini tributari L intervento del pubblico ufficiale Precisazioni Il responsabile della conservazione Il riversamento dei documenti informatici e analogici conservati Le comunicazioni da effettuare all Amministrazione finanziaria L obbligo di esibizione in caso di verifiche e controlli L assolvimento dell imposta di bollo sui documenti informatici Le problematiche inerenti l IVA applicata alle transazioni on line Una sintetica analisi sulle normative che regolano il commercio elettronico Le problematiche inerenti l Iva applicata alle transazioni on-line B2C e B2B Le disposizioni contro il riciclaggio L e-waste 374

12 14 Indice 12.1 La distruzione dei documenti analogici Lo smaltimento dei rifiuti elettronici 375 CAPITOLO QUINTO COSTI E VANTAGGI DELLE FATTURE ELETTRONICHE 1. I casi di studio Il caso De Longhi Area di applicazione e soluzione adottata: i vantaggi Il caso COOP Consumatori Nord Est I documenti oggetto di conservazione sostitutiva e la soluzione adottata: i vantaggi Il caso Danone I documenti oggetto di conservazione sostitutiva e la soluzione adottata: i vantaggi Il caso Bennet Area di applicazione e soluzione adottata: i benefici Il caso Denso Thermal System Area di applicazione e soluzione adottata: i vantaggi Considerazioni sulle case history I costi della fatturazione elettronica I vantaggi della fattura elettronica Considerazioni conclusive 396 Postilla: Diritto degli scambi on line e diritto contrattuale europeo 399

13 INTRODUZIONE I documenti digitali e la conservazione a norma L evoluzione tecnologica, che prende le mosse dalla fondazione della logica su basi matematiche 1 unita allo studio delle potenzialità elettroniche, ha determinato lo sviluppo di strumenti basati sull elettronica, di cui l informatica è una parte fondamentale. Quando poi si è dato vita alle reti di computers, alla posta elettronica ed infine al Word Wide Web 2 si è compiuta la rivoluzione tecnologica (l introduzione della telematica 3 ) che ha inciso, modificando le abitudini di vita e strutture organizzative ormai plurisecolari, determinando la crisi o la rivisitazione di alcuni concetti chiave della nostra cultura 4. 1 Appare fondamentale in tal senso l opera di George Boole intorno alla metà del XIX secolo il quale pose le nuove basi della logica. I capisaldi della teoria booleana sono rappresentati da una parte nella possibilità di esprimere il tutto in logica binaria, ossia nell alternativa vero- falso o se si preferisce 0 e 1, e dall altra nell applicazione di alcuni operatori logici del tipo and, or, not alle proposizioni del discorso. 2 Sulla nascita del Web si veda T. BERNERS-LEE, L architettura del nuovo Web, Feltrinelli, Milano 2001 (traduzione di G. CARLOTTTI dall originale inglese Weaving the Web. The Original Design and the Ultimate destiny of the Word Wide Web by Its Inventor) ove l Autore in apertura ricorda come il programma dal quale poi sarebbe nato il Web venne da lui chiamato Enquire, acronimo di Enquire Within upon Everything, ossia entrate pure per avere informazioni su ogni argomento. 3 Sia l informatica che la telematica hanno la loro radice etimologica nell informazione. Se l informatica è «l insieme dei vari aspetti scientifici e tecnici che sono specificatamente apprestati alla raccolta e al trattamento dell informazione e in parte all elaborazione automatica dei dati, come sussidio e supporto alla documentazione, alla ricerca e allo studio» e deriva il suo nome dall abbreviazione dei termini francesi informat(ion) e (automa)tique, con telematica «si designa l integrazione, su scala nazionale e internazionale, di sistemi di elaboratori con serie di terminali per mezzo delle linee telefoniche e telegrafiche o delle onde radio (previa introduzione di adatti dispositivi di codifica e decodifica delle informazioni), attuata allo scopo di realizzare una rete di utenza per servizi che prevedono tra l altro l accesso interattivo a banche di dati, la riproduzione a distanza di scritti o disegni (facsimile), la trasmissione e la ricezione di immagini (telescrittura, videolento, ecc.), la ricezione di notizie di pubblica utilità (videotex, teletext, ecc.), la comunicazione simultanea tra più utenti (videoconferenza)». Definizioni tratte dal Vocabolario della lingua italiana, Istituto della Enciclopedia Italiana, Treccani, Roma Sul punto vedi J. RIFKIN, L era dell accesso. La rivoluzione della new economy, Mondadori, Milano 2000 (traduzione di P. CANTON dall originale inglese The Age of Access). 15

14 16 Introduzione Se è indubbiamente vero che «i sistemi informativi si sono sviluppati sotto la spinta evolutiva di due istituzioni fondamentali dell età moderna: l amministrazione dello stato e l impresa capitalistica» 5, facendo sì che le potenzialità degli sviluppi sopra accennati fossero indirizzate al perseguimento dei fini specifici di queste istituzioni, venendosi a creare così i concetti di e-government ed e-commerce, non è meno vero che questi rappresentano soltanto una parte, se pur significativa, dell utilizzo degli strumenti elettronici come fonte di sapere. Questi due settori, e specialmente quello imprenditoriale, dotati delle risorse economiche necessarie per gli investimenti, hanno determinato lo sviluppo di strumenti tecnici, e reclamato poi il loro riconoscimento giuridico, per poter operare con relativa certezza in un mondo ove le contrattazioni avvengono tra elaboratori (Electronic Data Interchange) ovvero tra persone lontane che non si conoscono 6. Ebbene, questa strada ha portato allo sviluppo delle tecniche di crittografia e alla loro applicazione in termini di firma elettronica e firma digitale, nonché di chiavi biometriche 7, per risolvere uno dei problemi centrali dei documenti elettronici ovvero la necessità di associare con ragionevole certezza una tradizionale firma autografa all individuo richiedente una determinata operazione. 5 Pressoché testualmente G. MARTINETTI, Informazione e sapere, in P. ROSSI (a cura di), La memoria del sapere, Laterza, Bari 1988, p Si vedano le numerose sessioni di lavoro della Commissione della Nazioni Unite per il diritto commerciale internazionale volte alla formulazioni di regole uniformi per assicurare il più alto grado di certezza giuridica e di armonizzazione tra le legislazioni nazionali. I principi intorno a cui ruota tutta la produzione e che poi sono confluiti nelle varie legislazioni sono l equivalente funzionale del mezzo elettronico al supporto cartaceo e la neutralità tecnica delle regole, nonché la necessità che i mezzi elettronici possano essere introdotti in giudizio come mezzi di prova. 7 Per le nozioni di base sulla crittografia e sulla firma digitale si rimanda a M. MICCOLI, Documento e commercio elettronico. Guida al Regolamento italiano (D.P.R.. 513/97), Ipsoa, Milano 1998, p. 1 ss. Per un applicazione sperimentale delle chiavi biometriche (definite dall articolo 22, lett. e T.U.D.A. come «la sequenza di codici informatici utilizzati nell ambito di meccanismi di sicurezza che impiegano metodi di verifica dell identità personale basati su specifiche caratteristiche fisiche dell utente») si veda il web site nella parte relativa al voto elettronico, ove ci si riferisce all esperienza di Avellino in occasione del referendum costituzionale del 7 ottobre 2001, nonché ad una sezione elettronica del comune di Campobasso in occasione delle elezioni amministrative del maggio La scheda elettronica conterrà, a quanto si legge, oltre ai dati identificativi anche la registrazione dell impronta digitale.

15 I documenti digitali e la conservazione a norma 17 Si deve ricordare come in questi settori, alle prese con una grande quantità di dati da elaborare, si sviluppano e potenziano i sistemi informativi automatizzati, detti altrimenti sistemi informatici 8, utilizzati per la gestione di un elevata quantità di dati al fine di una loro elaborazione per trarne le informazioni necessarie, normalmente, ma non necessariamente, per il processo decisionale 9. Fare una sintesi di tutte le applicazioni, allo scopo di mettere in evidenza come le problematiche dei documenti elettronici (categoria al cui interno si collocano i documenti informatici 10 ), non siano limitate solo al settore del commercio elettronico, ma una volta diffusi si pongono come strumenti sempre più sofisticati in grado di rappresentare fatti giuridici rilevanti 11, sarebbe impossibile. 8 Su questi concetti si veda C. BATINI - G. DE PETRA - M. LENZERINI - G. SANTUCCI, La progettazione concettuale dei dati, Franco Angeli, Milano 1993, p. 11 ss. 9 Sul percorso storico e tecnologico si veda G. MARTINETTI, Informazione e sapere, cit., p. 359 ss.; mentre per un applicazione alle strutture pubbliche si veda l articolo 6 quater del d.l. 12 gennaio 1991, n. 6 conv. con modif. con la l. 15 marzo 1991, n. 80 che prevede la possibilità per gli enti locali di rilasciare i certificati anagrafici attraverso sportelli automatici. Successivamente l articolo 3 del D.LGS. 12 febbraio 1993, n. 39 stabiliva che, di norma, gli atti amministrativi dovessero essere redatti attraverso sistemi informatici automatizzati. Nel vigore di questa norma e prima dell emanazione dell articolo 15 della l. 59/1997 si veda la sentenza Cass., 28 dicembre 2000, n , in Diritto e Formazione, 2002, p. 681 ss. (con nota di F. MARTINI, Dalla sottoscrizione autografa degli atti amministrativi all'identificabilità dell'autore: limiti e prospettive del processo di informatizzazione della Pubblica Amministrazione), sull impossibilità di utilizzare procedure standardizzate per l adozione di provvedimenti amministrativi (nella specie ordinanze - ingiunzioni per violazione al Codice della Strada) che in base alla legge devono essere motivati in relazione al caso concreto. 10 Tali documenti sono caratterizzati dall essere un insieme di bits, ove il singolo bit è la componente elementare (acronimo di binary digit, e cioè cifra che può assumere il valore 0/1), che riduce ad identità strutturale un suono, un immagine, una parola, e dall essere conservati su dei supporti elettronici, magnetici, ottici. Il contenuto è così suscettibile di più utilizzi. Si faccia l esempio dei registri immobiliari tradizionali, che altro non sono se non una banca dati, dove è possibile l interrogazione solo o attraverso il nome del proprietario (sistema italiano) o attraverso il fondo (sistema alto-atesino) poiché i dati cartacei non hanno che questa potenzialità in relazione a come sono stati inseriti. Se invece pensiamo ad una base di dati informatica, una volta costruita, questa sarà interrogabile a partire da uno qualunque degli indici inseriti. Per esemplificare si faccia l ulteriore esempio di un elenco telefonico o di un rubrica personale: se gli stessi dati fossero in formato elettronico sarebbe possibile poter individuare quante persone hanno un numero di telefono, per esempio che inizia con il 7, laddove con lo strumento cartaceo potrei reperire numero e indirizzo solo partendo dal dato noto del cognome. 11 Si vedano in proposito le norme di cui agli articoli 234 c.p.p. e 2712 c.c. che sono norme sull istruzione probatoria che il legislatore ha confezionato lasciando un varco che permettesse l ingresso dell innovazione tecnologica nel processo.

16 18 Introduzione Un avvertenza riguarda, infine, il generale sospetto che circonda questi strumenti, e cioè la paura che siano modificabili: ebbene se ciò è indubbiamente vero, non è meno vero che pericoli di falsificazioni riguardano anche gli strumenti tradizionali. È vero tuttavia, che in questo settore sono più insidiose le falsificazioni perché a prima vista non riconoscibili: ma la difficoltà di un loro accertamento non deve portare ad una eccessiva diffidenza, bensì all idea che occorra un attenzione specifica, rivolta alle specificità dei mezzi considerati che potranno dare il più delle volte maggiori informazioni di quanto possano i mezzi tradizionali. Una informazione ottimale è possibile quando si posseggano più dati possibili, e che questi dati siano, ovviamente veri; ma per gestire in maniera efficace una pluralità di dati, per eventualmente svolgere esami incrociati al fine di svelare quelli non veritieri occorre avere sufficiente contezza delle strutture informatiche e della loro fallibilità allo scopo di saggiarne volta per volta la loro attendibilità. Lo sviluppo e la diffusione delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (Information and Communications Technology; ICT) sta, comunque, cambiando velocemente i caratteri della nostra società. È cambiato il modo di lavorare, di comunicare, di documentare e di trascorrere il tempo libero. L innovazione tecnologica è un obiettivo primario delle imprese le quali, per operare con successo su mercati globali, necessitano di servizi pubblici efficienti e facilmente accessibili. Gli effetti di questo fenomeno sulla produzione documentaria sono decisamente rilevanti. Il computer viene correntemente utilizzato per produrre, trasmettere, ricevere e memorizzare documenti elettronici senza uno schema archivistico normalizzato e con alte percentuali di duplicazione. Inoltre, per ragioni di opportunità o per abitudine, ogni oggetto informativo elettronico viene stampato più volte con conseguente incremento della massa cartacea che si riversa sulle strutture di archivio. Questa situazione, già abbastanza difficile sotto il profilo della gestione dei documenti cartacei, si è complicata ulteriormente con l introduzione della firma elettronica.

17 I documenti digitali e la conservazione a norma 19 Il computer, da strumento utilizzato per produrre testi da stampare e sottoscrivere con firma autografa, è diventato strumento capace di produrre documenti informatici a valenza giuridica e forza probatoria. Pertanto, se ieri l attivazione di un sistema di gestione elettronica dei documenti era un opportunità, oggi diventa una necessità. Così come diventa una necessità lo sviluppo di soluzioni di natura organizzativa e tecnologica atte a garantire la conservazione nel tempo e la fruizione della memoria digitale. Queste necessità hanno assunto carattere di urgenza con il fiorire di una serie di iniziative volte a rinnovare radicalmente l operatività delle imprese attraverso l impiego delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (ICT). Si tratta delle nuove aree applicative conosciute con i termini di: e- procurement (approvvigionamenti on line); e soprattutto di e-commerce (commercio elettronico). Per e-commerce si intende un sistema di transazioni commerciali compiute per via telematica, attraverso Internet, coinvolgendo un numero potenzialmente illimitato di utenti. La rete delle reti è il mercato in cui i clienti si servono da soli in qualunque momento della giornata e in qualunque momento dell anno, permettendo alle imprese di concretizzare le operazioni di vendita in tempi più rapidi. L e-commerce può essere classificato in relazione alle diverse categorie di soggetti coinvolti nelle transazioni. Il business to business (B2B) riguarda gli scambi di informazioni, materie prime o semilavorati, tra aziende che, di volta in volta, possono svolgere il ruolo di committenti, fornitori, partner produttivi, distributori commerciali, ecc. L'espressione indica, infatti, generalmente i rapporti tra aziende nel mercato dei prodotti industriali. Quest'ultimo si caratterizza per il fatto che acquirente e venditore perseguono gli stessi obiettivi e hanno simili configurazioni organizzativo-decisionali. Il business to consumer (B2C) riguarda, invece, la fornitura dei beni e servizi direttamente all utente finale. Il business to administration (B2A), riguarda i rapporti che si possono instaurare tra imprese e pubbliche amministrazioni (ad es., nella

18 20 Introduzione partecipazione a procedure di gara telematica, aste on line o market place 12 ). Si constata, però, come in Italia il commercio elettronico sembra decollare con difficoltà, si levano voci di delusione per il mancato boom del nuovo mercato. Senza abbandonarsi ad un eccessivo pessimismo è, tuttavia, corretto ammettere che le aziende italiane non sono ancora del tutto preparate a sfruttare interamente le potenzialità del business on line La gara telematica permette alle P.A. di svolgere on-line tutte le operazioni previste nelle procedure di acquisto di beni e servizi, per importi sopra o sotto soglia comunitaria. L asta on-line è un luogo virtuale dove unità ordinanti (preventivamente registrate) e fornitori (preventivamente abilitati) si incontrano per contrattare con rilanci successivi, il prezzo di acquisto di un determinato bene o servizio. Il market-place è un sito informatico di intermediazione che favorisce l incontro tra domanda e offerta di beni e servizi. Esso è costituito da una piattaforma tecnologica che consente alle unità ordinanti di effettuare acquisti facendo riferimento a cataloghi predisposti da fornitori abilitati. 13 Su contrattazione on line e commercio elettronico, vedi: T. BALLARINO, Internet nel mondo della legge, Cedam, Padova 1998; C. M. BIANCA, I contratti digitali, in Studium juris, 1998, p ss.; R. BORRUSO, Computer e diritto, Giuffrè, Milano 1988; ID., Civiltà del computer, Giuffrè, Milano 1978; R. CLARIZIA, Il commercio elettronico: gli aspetti giuridici generali e le problematiche contrattuali, in Riv. not., 1999, I, p ss.; ID., Informatica e conclusione del contratto, Giuffrè, Milano 1985, p. 175; G. COMANDÉ - S. SICA, Il commercio elettronico, Giappichelli, Torino 2001; F. DELFINI, Il D.P.R. 513/97 e il contratto telematico, in I contratti, 1998, p. 293; ID., Contratto telematico e commercio elettronico, Giuffrè, Milano 2002; G. FINOCCHIARO, La firma digitale, Comm. Cod. civ., a cura di Scialoja e Branca, Libro VI, Tutela dei diritti, artt , Zanichelli - Soc. Edit. Foro It., Bologna - Roma 2000; A. M. GAMBINO, L accordo telematico, Giuffrè, Milano 1997; A. GENTILI, Documento informatico e tutela dell affidamento, in Riv. dir. civ., 1998, p. 163; ID., L inefficacia del contratto telematico, ivi, 2000, I, p. 747; E. GIANNANTONIO, Manuale di diritto dell'informatica, Cedam, Padova 1997; G. GRISI, La frontiera informatica della contrattazione a distanza, in Europa e diritto privato, 1998, p. 885 ss.; F. PARISI, Il contratto concluso mediante computer, Cedam, Padova 1987; G. PASCUZZI, Il diritto fra tomi e bit: generi letterari e ipertesti, Cedam, Padova 1997; T. PASQUINO, La vendita attraverso reti telematiche: profili civilistici, in Dir. inf. informatica, 1990, p. 697 ss.; P. PICCOLI G. ZANOLINI, Il documento elettronico e la firma digitale, in Riv. Not., 2000, p. 885 ss.; E. SANTANGELO M. NASTRI., Firme elettroniche e sigilli informatici, in F. BOCCHINI (a cura di), Diritto dei consumatori e nuove tecnologie, II, Giappichelli, Torino 2003, p. 243 ss.; F. SARZANA DI SANT'IPPOLITO, Profili giuridici del commercio via internet, Giuffrè, Milano 1999; E. TOSI (a cura di), I problemi giuridici di Internet. Problemi giuridici di Internet. Dall'E-Commerce all'e-business, Giuffrè, Milano 2001; ID., Il contratto virtuale. Procedimenti formativi e forme negoziali tra tipicità e atipicità, Giuffrè, Milano 2005, p. 277 ss.; E. M. TRIPODI - F. SANTORO - S. MISSINEO, Manuale di commercio elettronico, Giuffrè, Milano 2000; C. VACCÀ, Il commercio elettronico, Egea, Milano Per ulteriori riferimenti bibliografici in tale ambito: L. HINNEKENS, Le implicazioni del commercio elettronico sulla tassazione all origine e in particolare sui paradigmi di determi-

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella La sentenza n. 12581 del 2010 1 della Corte di cassazione è parte di un gruppo di recenti sentenze 2, le prime a intervenire

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

La fattura elettronica e sua conservazione

La fattura elettronica e sua conservazione La fattura elettronica e sua conservazione Che cos è la FatturaPA? La FatturaPA è una fattura elettronica ai sensi dell'articolo 21, comma 1, del DPR 633/72 ed è la sola tipologia di fattura accettata

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

e, p.c. Ufficio Audit e Sicurezza SEDE

e, p.c. Ufficio Audit e Sicurezza SEDE Direzione Regionale delle Marche Ufficio Gestione Tributi Ancona, 22 marzo 2013 Ai Comuni della Regione Marche LORO SEDI e, p.c. Ufficio Audit e Sicurezza SEDE Reg. Uff. n. 7446 - All. n. 1 OGGETTO: Codice

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI GUIDA PRATICA PER IL FARMACISTA BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI La vendita o cessione, a qualsiasi titolo, anche gratuito, delle sostanze e dei medicinali compresi nelle tabelle I e II, sezioni A, B e C, è

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE

SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Pag. 1 / 6 SERVIZIO P.O.S. POINT OF SALE Foglio Informativo INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde. 800.41.41.41 (e-mail info@banca.mps.it

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

di Roberto Fontana, magistrato

di Roberto Fontana, magistrato 10.1.2014 LE NUOVE NORME SULLA FISSAZIONE DELL UDIENZA E LA NOTIFICAZIONE DEL RICORSO E DEL DECRETO NEL PROCEDIMENTO PER DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO di Roberto Fontana, magistrato Sommario. 1. La nuova

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili

genzia ntrate RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI Contratti di locazione e affitto di immobili genzia ntrate MOD. RLI RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESVI Contratti di locazione e affitto di immobili (art. 11 del D.P.R. 26 aprile 1986 n.131) Informativa sul trattamento dei dati personali

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II

MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II MANUALE DI GESTIONE DEI FLUSSI DOCUMENTALI DEL MUNICIPIO II Indice 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... 8 1.1 PREMESSA... 8 1.2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 9 1.3 SISTEMA DI MONITORAGGIO E AGGIORNAMENTO DEL MANUALE...

Dettagli

Vademecum per Contratti in Modalità Elettronica

Vademecum per Contratti in Modalità Elettronica Provincia di Milano Vademecum per Contratti in Modalità Elettronica Art. 11, comma 13, D.Lgs. 163/2006 Segretario Generale Diodora Valerino Staff Segretario Erminia Figini NUOVE DISPOSIZIONI NORMATIVE

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob)

Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini. (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Strategia di Esecuzione e Trasmissione degli ordini (ai sensi degli artt. 45-46-47-48 del Regolamento Intermediari Consob) Novembre 2011 1 Indice PREMESSA ALLE LINEE GUIDA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 3

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015)

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) 1 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 24 maggio 2013 (= quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli