Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE. COMUNE di PRATO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE. COMUNE di PRATO"

Transcript

1 Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE COMUNE di PRATO - 1 -

2 PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE DEMATERIALIZZAZIONE COMUNE DI PRATO Settore Comunicazione, Innovazione e organizzazione Firma del responsabile della candidatura (Dirigente Sistema Informativo ) - 2 -

3 PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano : Processo di dematerializzazione interna. Responsabile: Cognome: FOTI Nome: Filippo Telefono: Ruolo: _Dirigente del settore Organizzazione,Innovazione e Comunicazione Referente: Cognome: Martinelli Nome: Gabriella Telefono: Ruolo: Dirigente del servizio Sistema Informativo Durata dell intervento in mesi : _12 Periodo di realizzazione: da 01/01/2009 a 31/12/2009 Eventuali Risorse destinate, escluse le retribuzioni del personale coinvolto 1 : Ammontare complessivo: ,00...di cui: - a carico dell Amministrazione/ufficio: , a carico di altre Fonti (indicare quali).. Non sono previste risorse 1 Vanno indicate solo le risorse finanziarie effettivamente disponibili e/o già stanziate in bilancio - 3 -

4 SECONDA SEZIONE SCENARIO DI RIFERIMENTO 1 ORIGINE DEL PIANO 1.1. L intervento è riconducibile alle strategie politiche e/o di gestione espresse in: (sono possibili più risposte) X documenti di programmazione generale dell amministrazione (es. Peg, Direttiva annuale, altra documentazione, ecc.) piani di miglioramento/programmi settoriali è un iniziativa autonoma del proponente altro (specificare) 1.2. La decisione di intervenire sull ambito scelto deriva da: (sono possibili più risposte) autovalutazione sullo stato dell organizzazione effettuata con l utilizzo di metodologie appropriate (es: modelli Caf, Efqm, gruppi di qualità, ecc.) risultati di indagini di customer satisfaction analisi dei reclami raccolti in modo sistematico specifica indagine realizzata da personale interno specifica indagine realizzata da consulenti indicazioni di uno degli organi interni di valutazione e/o di audit X richiesta del vertice (politico o amministrativo) X altro (specificare) esigenze organizzative e maturazione della tecnologia a disposizione; disponibilità di risultati raggiunti con la partecipazione a progetti Europei (firma digitale, progetti di e-gov) 1.3. Il piano è connesso con altre attività di miglioramento: X sì, già realizzate X sì, in corso X sì, già programmate NO Se sì, specificare sinteticamente l oggetto degli interventi: Notevole sviluppo generalizzato dell informatizzazione dei servizi di staff e di line Disponibilità di strumenti hw e sw innovativi presso tutte le postazioni di lavoro, nessuna esclusa e tutte in rete Disponibilità di efficienti servizi di rete (internet, intranet, ,..) Firma elettronica sperimentata in più progetti europei Rete Civica evoluta (classificata 3 in Italia dal Formez) Inoltro pratiche via Internet Servizi di e-government Spostamento del front office presso le associazioni di categoria e le tabaccherie dove è possibile per il cittadino pagare (oltre 30 tipologie di pagamento), ottenere certificati, cambiare l indirizzo di residenza, ottenere autorizzazioni 1.4. Motivo prevalente dell intervento: (una sola risposta) - 4 -

5 carenza di un servizio/processo esigenza di rispondere a nuove domande di altri uffici/servizi esigenza di rispondere a nuove domande di utenti o stakeholder esigenza di ridurre i costi X esigenza di migliorare il clima organizzativo altro (specificare) 1.5. Definizione del problema L informazione è la materia prima trattata dalla P.A.; è una materia volatile che per essere trasportata ed elaborata, necessita, all attualità, di essere messa su carta. Questo fatto ha determinato l attuale organizzazione del lavoro: una pratica di carta viene spostata da una scrivania all altra attraverso i commessi ed infine archiviata in grossi faldoni cartacei che, oltre ad occupare spazio prezioso, rendono praticamente irrintracciabile (se non ad altissimi costi) l informazione ivi contenuta. Il supporto di carta ha l altro irriducibile inconveniente per cui è impossibile sapere dove quella pratica di carta si trova in ogni momento del suo iter. Ugualmente, se il cittadino si presenta ad uno sportello per espletare la pratica, l impiegato ha bisogno di avere fisicamente vicino l archivio cartaceo che contiene il fascicolo, impedendo di fatto di erogare quello stesso servizio in altro luogo. Per ovviare in parte a queste difficoltà si è aggiunta un ulteriore complicazione al problema: la fotocopia. Fare fotocopie, lungi dal semplificare il problema ne aumenta la complessità: ad ogni passo verrà fatta una copia perdendo tempo e spendendo danaro e dando luogo a tante copie della stessa pratica tutte disallineate tra loro, incrementando il volume di occupazione degli armadi e dunque degli spazi. E facile intuire il grado di disordine del sistema, i vincoli e la complessità organizzativa che ne derivano. Con lo sviluppo delle tecnologie informatiche, a seguito dell approvazione del Codice dell Amministrazione digitale, esiste la base normativa sufficiente a dare il via ad una nuova epoca: l epoca della dematerializzazione. Al fine di raggiungere l obiettivo della dematerializzazione l AC insieme alla Prefettura, alla Provincia di Prato, ai Comuni della provincia e ad altri enti pubblici, vuole stipulare un protocollo d intesa. Con questo progetto si propone di dematerializzare i documenti sia interni che provenienti dall esterno del Comune: non più carta tra un ufficio e l altro, non più commessi che trasportano carta; l uso della firma elettronica, della posta certificata, del fax virtuale, l archiviazione ottica sostitutiva per l eliminazione progressiva degli archivi cartacei. Il bisogno primario (prima ancora dell eliminazione della carta) è quello di avere a disposizione di ciascun posto di lavoro (la rete ne conta 1500 anche se non tutti destinati a dipendenti comunali) i fascicoli virtuali da consultare per poter soddisfare il cittadino da qualunque postazione abilitata, al fine di minimizzare i tempi di spostamento del cittadino, minimizzare i tempi di comunicazione tra posti di lavoro, minimizzare l occupazione di spazio fisico per l archiviazione cartacea, eliminare la necessità del ruolo del commesso. L utilizzo in forma digitale di un documento durante il suo iter procedurale, diminuisce notevolmente il numero di processi, e dunque il tempo e le risorse umane necessari alla sua elaborazione: non più stampe, non più fotocopie, non più archiviazioni e ricerche manuali. L archiviazione digitale dei documenti e delle pratiche permette, infine, di dare la possibilità al cittadino, al professionista, all azienda, agli altri enti di accedere a quei documenti e a quelle pratiche via internet. Per alcuni archivi questo è già possibile, ma l obiettivo è renderlo possibile per tutti. Un ulteriore obiettivo del progetto è la riduzione del numero di certificati che tuttora l Anagrafe comunale è costretta ad emettere; stiamo proponendo ai vari enti territoriali una convenzione specifica per accedere on line alle informazioni anagrafiche del cittadino ed evitare con ciò la richiesta del certificato là dove è possibile

6 2 ELABORAZIONE DEL PIANO 2.1. La progettazione ha coinvolto: (sono possibili più risposte) utenti (interni/esterni) del servizio/processo di lavoro su cui si interviene altri portatori di interesse responsabili del settore/dei settori su cui si interviene X personale del settore/dei settori su cui si interviene X personale che sarà impegnato a realizzare l intervento X altro: Prefettura, Provincia di Prato, Comuni della provincia e altri enti pubblici, Specificare come è stato garantito tale coinvolgimento: Attraverso la definizione di un progetto trasversale voluto dalla Direzione Generale che garantisce a tutti i partecipanti anche un compenso economico extra sulla base dei risultati che verranno raggiunti. E stato costituito, inoltre, un gruppo di addestratori che avrà il compito di affiancare i dipendenti durante la fase di avvio al fine di insegnare l uso degli strumenti e risolvere di volta in volta le problematiche organizzative che inevitabilmente nasceranno. Successivamente il Comune ha proposto alla Prefettura di estendere il progetto anche agli altri Enti pubblici del territorio. La Prefettura ha convocato una conferenza tra tutti gli enti pubblici del territorio e avviato un tavole tecnico con la finalità specifica di definire un protocollo tra gli enti partecipanti per la dematerializzazione In fase di progettazione ci si è avvalsi dei seguenti elementi di analisi del problema (indicatori di criticità): (sono possibili più risposte) dati di indagine sugli utenti o stakeholder (specificare quali): dati di funzionamento (specificare quali): X Altro (specificare) La tecnologia a disposizione degli enti è molto evoluta, il livello di informatizzazione alto, ma molta potenzialità resta inutilizzata per la difficoltà a cambiare i comportamenti; l uso della corrispondenza su carta si sovrappone all uso dell ed il fax sembra avere una maggior valenza del documento digitale, rendendo farraginose le procedure e allungando notevolmente i tempi necessari per la comunicazione interna. Il Codice dell Amministrazione digitale stenta ad essere conosciuto e applicato. Grazie alla partecipazione ad alcuni progetti europei, abbiamo messo a punto la tecnologia necessaria all introduzione della firma digitale. Una duplice occasione di carattere tecnico ha convinto gli Amministratori a varare il progetto: 1. la necessità di rinnovare tecnologicamente il parco fotocopiatrici 2. l assegnazione di un badge con chip a tutti i dipendenti Questo progetto è stato ritenuto valido ed è stato condiviso da tutti gli enti del territorio - 6 -

7 TERZA SEZIONE CARATTERISTICHE DELL INTERVENTO 1 GLI OBIETTIVI 1.1 Con l intervento si punta ad un miglioramento principalmente nell area: (scegliere l area di interesse prevalente e indicare minimo una risposta nell area scelta) del contesto: integrare le amministrazioni valorizzare la comunità rinnovare il rapporto centro/periferia del problema: cogliere le esigenze degli utenti interpretare la missione analizzare la situazione, definire obiettivi X della soluzione: X coinvolgere il personale X utilizzare tecnologie e metodi gestire le risorse economiche del risultato: controllare i risultati valutare gli effetti consolidare e diffondere le buone pratiche 1.2 L intervento si basa prioritariamente su: (una sola risposta) innovazione nelle modalità di applicazione di norme di legge ottimizzazione nell uso delle risorse umane e/o materiali per ottenere maggiore efficienza (es. risparmi) gestione innovativa di funzioni per valorizzare le risorse umane, per responsabilizzare i ruoli direttivi, per sviluppare una cultura organizzativa orientata ai risultati, ecc. modifica dei processi organizzativi per migliorare la gestione modifica dei ruoli per migliorare il benessere del personale modifica delle modalità di erogazione dei servizi e della relazione con i clienti X altro (specificare) cambiare i comportamenti utilizzando al meglio le risorse strumentali per ottenere risultati di maggior efficienza e ridurre i tempi di erogazione dei servizi inducendo economie di gestione; la dematerializzazione induce una diminuzione drastica di ore di lavoro amministrativo e velocizza tutti i processi 1.3 Descrivere gli obiettivi Obiettivi generali (finalità cui mira globalmente il piano) Annullare i tempi di trasferimento dei documenti, sia all interno dell ente che all esterno dell Ente, riducendo i tempi di espletamento delle pratiche e riducendo il personale necessario allo spostamento e al loro trattamento. Eliminazione della modulistica cartacea. (dematerializzazione) - 7 -

8 Avere a disposizione di tutti i posti di lavoro tutti i documenti necessari e quindi potenzialmente erogare qualunque servizio da qualunque sportello della città, anche non strettamente comunale (delocalizzazione) Eliminare gli archivi cartacei recuperando spazio prezioso sia nell ambito di ciascun ufficio che nella sede dell Archivio Generale Facilitare la comunicazione tra gli enti grazie all uso della posta elettronica certificata e non e della firma elettronica. Ridurre il numero dei certificati anagrafici grazie al collegamento con gli archivi anagrafici di tutti i Comuni della provincia di Prato. Obiettivi specifici (obiettivi operativi in cui è possibile scomporre l obiettivo generale, anche in relazione alle diverse fasi di realizzazione previste, compresa la descrizione delle realizzazioni previste) All interno dell amministrazione tende a questi obiettivi specifici: 1. sostituzione di 70 fotocopiatrici tradizionali con altrettanti multifunzione (scanner+stampanti) collegate in rete; addestramento all uso delle stesse; le fotocopie diventano così immagini digitali non più da stampare ma da spedire via (tramite il pannello della fotocopiatrice) o da archiviare su una cartella del server a disposizione dell ufficio competente. Con il tempo le fotocopie dovrebbero diventare inutili. 2. Sostituzione dei 150 fax installati presso gli uffici comunali con il fax virtuale : i fax in ingresso verranno trasformati in e giungeranno al destinatario nella sua casella di posta; i fax in uscita partiranno direttamente dal proprio PC verso la casella del fax virtuale per giungere alla destinazione finale come normali fax (se fuori del Comune). All interno del Comune l uso del fax diverrà superfluo da subito e sarà sostituito in tutto e per tutto dalla posta elettronica che coniugata con la firma elettronica potrà soddisfare ogni esigenza 3. Distribuzione della firma elettronica forte (valida anche per l esterno, rilasciata dalla nostra stessa Amministrazione delegata a ciò da azienda fornitrice di firma elettronica ) tramite l aggiornamento degli oltre 1087 badge dotati di chip utilizzati dai dipendenti per la presenza (cui si aggiungono quelli in uso a personale con altro tipo di rapporto). La firma coniugata all e ai documenti office permetterà di eliminare ogni documento cartaceo nella corrispondenza interna. 4. archiviazione ottica sostitutiva di una prima tipologia di documenti individuata nelle fatture che annualmente il Comune di Prato processa; le fatture verranno rese digitali e disponibili agli uffici in formato pdf per il loro successivo trattamento e poi inoltrate all archiviazione ottica sostitutiva che ne permetterà la distruzione dell originale. 5. inoltro informatico di alcune richieste interne attualmente su modulistica cartacea (ferie, richieste di manutenzione ordinaria,..) A questi si aggiungono gli obiettivi specifici rivolti agli enti esterni: 1. stesura di un protocollo tra gli enti territoriali per l attuazione di misure concrete verso la materializzazione da attuarsi in tempi rapidi e definite da un apposito gruppo tecnico 2. riduzione del numero di certificati anagrafici richiesti dagli enti territoriali. 1.4 Descrivere i risultati attesi Descrivere i cambiamenti/impatti attesi sui destinatari intermedi e finali dell intervento come conseguenza del raggiungimento degli obiettivi del Piano di miglioramento a) eliminazione della carta nella corrispondenza interna che per il momento non porterà ad una vera riduzione dell uso della carta (perché purtroppo ancora il documento digitale viene stampato per essere letto) ma il vero beneficio sarà nella contrazione dei tempi e nella disponibilità dell informazione raggiungibile in tempo reale da qualunque postazione: Indicatore: 3 gg è il tempo attualmente necessario per far giungere una lettera da un servizio all altro gg ridotti a 1-8 -

9 Indicatore: 30 gg è il tempo medio attualmente necessario dall arrivo di una fattura alla sua registrazione ed elaborazione ridotti a 7 gg (il tempo necessario alle Poste per effettuare l archiviazione ottica sostitutiva e a noi per caricarla automaticamente sul registro delle fatture) b) Possibilità di effettuare il telelavoro soprattutto per la dirigenza che potrà esaminare le pratiche in qualunque ufficio si trovi e da qualunque postazione anche in trasferta riducendo i tempi di attesa delle pratiche stesse c) Possibilità per il cittadino, soprattutto professionista, di visualizzare in futuro i documenti ridotti in formato ottico senza bisogno di recarsi all archivio Generale e senza spostarsi nella città. Questo beneficio sarà apprezzabile solo nella seconda fase del progetto quando, per esempio, passeremo all archiviazione ottica delle concessioni edilizie. Il beneficio sarà doppio: del Comune che risparmierà un archivista, del cittadino che risparmierà ore di tempo e spostamenti in auto. d) Eliminazione di tutte le attività collegate alla ricezione/spedizione, fotocopiatura, archiviazione e ricerca dei documenti cartacei Indicatore: 1 ora è il tempo medio attualmente necessario per processare un documento cartaceo in arrivo o in partenza 5 minuti a documento Indicatore: 1 g è il tempo medio attualmente necessario per ottenere sulla propria scrivania un fascicolo da ricercare nell archivio caratceo gg ridotti a 0 e) Risparmio di spazio grazie all archiviazione ottica sostitutiva dei documenti: Indicatore: 1 mt lineare di scaffalatura ogni documenti solo spazio disco f) Miglioramento generale del funzionamento della struttura attualmente dislocata su un numero considerevole di sedi e pertanto fortemente penalizzata nella comunicazione tra uffici, difficilmente quantificabile ma facilmente intuibile. Ugualmente non è facile calcolare il tempo generale risparmiato nella gestione quotidiana degli uffici ma facilmente intuibile dal confronto delle operazioni necessarie nelle due modalità: a. Modalità cartacea: scrittura del testo stampa su carta firma del dirigente fotocopia della lettera firmata per l archivio della posta in partenza consegna al commesso perché la porti al Protocollo oppure invio fax presa in carico da parte del commesso del servizio di destinazione (non presente in caso di fax) arrivo al servizio destinatario e fotocopia per archiviazione consegna al dirigente responsabile tempo operativo(esclusa l operazione 1) = 1 ora tempo conclusione = 3 gg b. modalità digitale 1. scrittura del testo 2. firma elettronica - 9 -

10 3. 4. archiviazione nell apposita cartella elettronica del gestore documentale o del file system invio via mail e arrivo sulla casella del destinatario tempo operativo (esclusa l operazione 1) = 5 minuti tempo conclusione = 5 minuti tolto il tempo necessario alla scrittura che è uguale i entrambi i casi, posiamo calcolare un risparmio di tempo lavorativo di almeno 1 ora tra una modalità e l altra (e di almeno 3 gg di tempo di conclusione). Non esiste un conteggio esatto del numero di lettere, note, relazioni, autorizzazioni che vengono inviate tutti giorni dai vari uffici verso tutti gli altri (in particolare quelli di staff: Direzione generale, Ragioneria, Personale, Segreteria, organizzazione, manutenzione ordinaria, sistema informativo ) ma abbiamo valutato verosimile l inoltro di almeno 4 documenti al giorno da parte di ognuno dei 51 servizi, per un totale annuo di circa documenti Indicatore: ore (circa 35 dipendenti) è necessario alla struttura per la modalità cartacea quelle necessarie alla modalità digitale il tempo complessivamente ore (circa 3 dipendenti) g) Comunicazioni più rapide con gli Enti esterni: la corrispondenza tra enti in via informatica diminuirà i tempi necessari ad espletare pratiche e semplificherà la vita al cittadino h) Il collegamento in rete tra le anagrafi e gli enti autorizzati ridurrà il numero di certificati anagrafici: Indicatore: attualmente il Comune di Prato rilascia certificati anagrafici l anno il numero si ridurrà di almeno 5000 unità per il Descrivere il prodotto finale dell intervento Descrivere cosa si intende realizzare per raggiungere i risultati attesi. Dotare tutti i dipendenti di firma elettronica forte. Indicatore: 30 sono i dipendenti attualmente in possesso di firma elettronica forte saranno i dipendenti in possesso di tale firma cui occorre aggiungere il personale con diverso rapporto di lavoro (circa 200) Sostituire le fotocopiatrici normali con fotocopiatrici multifunzione in grado di lavorare come scanner-stampanti collegate in rete Indicatore: 75 fotocopiatrici Disinstallare almeno 100 dei 150 fax istruendo ognuno dei 51 servizi comunali all uso del fax virtuale Indicatore: 150 sono le apparecchiature fax attualmente installate ne resteranno solo 50 tra 12 mesi e tenderanno a zero Effettuare l archiviazione ottica sostitutiva delle fatture e note di credito. Questa attività svolta dal fornitore del servizio di archiviazione ottica, permette il trattamento automatico delle fatture le quali, corredate dei dati necessari alla loro elaborazione, verranno inserite automaticamente sul bilancio senza lavoro manuale Indicatore: (corrispondenti a 15 dipendenti) le ore stimate per il loro trattamento cartaceo (arrivo dal P.G., fotocopiatura e archiviazione presso il servizio, inserimento dati, invio in Ragioneria, fotocopiatura e archiviazione, invio all archiviazione storica) le ore saranno sostituite dal costo di 1 a fattura per un totale di (costo di 1 dipendente) con grande risparmio;

11 Realizzare procedure per l inoltro automatico di alcune richieste interne ora su modulo cartaceo: Indicatore: 3 procedure saranno dematerializzate : richiesta ferie, richieste al global service, richieste assistenza informatica scompariranno circa moduli di carta Stipula di singole convenzioni con gli enti territoriali autorizzati per l accesso agli archivi anagrafici. Indicatore: stipula di almeno 3 convenzioni con altrettanti Enti Pubblici territoriali Riduzione del numero di certificati anagrafici richiesti dagli enti del territorio: Indicatore: attualmente il Comune di Prato rilascia certificati anagrafici l anno il numero si ridurrà di almeno 5000 unità per il 2009 Stipula di un protocollo tra gli enti pubblici territoriali per l attuazione di misure concrete verso la dematerializzazione da attuarsi in tempi rapidi e definite da un apposito gruppo tecnico Indicatore: numero enti pubblici firmatari del protocollo almeno 10 enti pubblici

12 2 LE ATTIVITA PREVISTE 2.1. Descrivere le fasi e le attività con indicazione degli output attesi e dei relativi indicatori di realizzazione per ciascuna attività Fasi Attività Output attesi Indicatori di realizzazione Sostituire le 75 fotocopiatrici con il noleggio di 75 Diminuizione multifunzione (scanner + stampanti) da installare collegate alla rete del consumo Diminuzione del 10% del informatica comunale. Le 75 nuove multifunzione permetteranno il consumo di carta per il recupero di almeno 40 stampanti. Non verrà attivata la funzione fax in primo anno (da a quanto si intende eliminare questo tipo di apparecchiatura fogli) 1. Sostituzione fotocopiatrici di carta e incremento di documenti digitali Scannerizzazio ne di alcuni archivi cartacei 7500 contratti cimiteriali digitalizzati 2. sostituzione apparechi fax con il fax virtuale Effettuare opera di addestramento presso gli utenti dei 150 fax installati negli uffici comunali iniziando con l eliminazione totale dell invio dei fax all interno della struttura e uso del fax virtuale per riceverli e inviarli all esterno Incremento nell uso della posta elettronica interna Fax disinstallati = distribuzione della firma elettronica forte Acquisto dalla Camera di Commercio (vincitrice dell appalto fatto dalla Regione Toscana) delle firme forti: il Comune di Prato sarà autorizzato dalla Camera di Commercio a rilasciare ai propri dipendenti su sua delega la firma forte. Inizieremo con i Dirigenti ed i Responsabili di Servizio, per coinvolgere poi tutta la struttura Tutti dipendenti avranno firma forte i la Saranno distribuite almeno 1000 firme Saranno organizzati corsi di addestramento a gruppi omogenei di dipendenti : tutta la dirigenza, le posizioni e poi 1 o 2 dipendenti per servizio in grado di riferire agli altri Tutti dipendenti saranno i 15 gg di corsi (in totale)

13 4. archiviazione ottica sostitutiva Si intende iniziare con le fatture in ingresso: i fornitori saranno istruiti per farle giungere ad una casella postale corredate dei dati necessari. Verranno scannerizzate e una copia pdf sarà inviata all archiviazione ottica sostitutiva, l altra al servizio di competenza. Le fatture corredate da indici saranno prese in carico da un programma che le collegherà automaticamente al bilancio; il servizio di competenza dovrà dare solo l ok alla liquidazione e la Ragioneria emettere il mandato. istruiti all uso della firma Il processo di presa in carico, liquidazione, pagamento sarà completament e dematerializzat o documenti archiviati otticamente a norma di legge 5. dematerializz azione di alcune richieste interne Saranno realizzati moduli sw per la gestione di alcune tipologie di richieste interne: richiesta ferie, richieste al global service, richieste all assistenza informatica Non più moduli di carta inviati ai servizi di competenza (personale, manutenzione ordinaria, sistema informativo) Si elimineranno almeno moduli di carta Riduzione del numero di certificati Saranno stipulate singole convenzioni con gli enti territoriali per permettere l accesso on line ai dati anagrafici del cittadino ed eliminare così l esigenza della certificazione anagrafica Stipula convenzioni Collegamento on line Almeno 3 convenzioni con 3 enti pubblici Riduzione di almeno 5000 certificati per il primo anno

14 Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione 2.2 Definire il livello di miglioramento atteso per ciascun risultato previsto Risultati attesi Indicatore (descrizione e unità di Target (vedi domanda 1.4) misura) Riduzione dei tempi di inoltro Giorni Attualmente 3 corrispondenza diventeranno 1 Riduzione del tempo medio giorni Attualmente 30 dall arrivo di una fattura alla sua diventeranno 7 liquidazione Diminuzione dei tempi necessari al Tempo medio - minuti Da 60 a 5 trattamento dei documenti diventati digitali Risparmio spazio archivio 1 mt lineare ogni documenti 1 mt Tutti i dipendenti avranno la firma n. dipendenti Almeno 600 entro la elettronica fine dell anno Dotare di scanner tutti i servizi n. di fotocopiatrici sostituite con 75 multifunzione Incremento della trasmissione Riduzione del numero dei fax Da 150 a 50 digitale dei documenti via Dematerializzazione procedure Procedure de materializzate 3 interne numero Accesso on line alle banche dati Numero convenzioni firmate 3 Riduzione numero certificati Numero certificati rilasciati in un Da a anagrafici anno Sviluppo della trasmissione digitale Numero enti firmatari della 10 tra enti convenzione 3 LE RISORSE UMANE COINVOLTE 3.1. Indicare se è prevista la costituzione di un gruppo di lavoro per la elaborazione e realizzazione del piano X Si No 3.2 Se si, indicare: N. componenti del gruppo di lavoro 30 Caratteristiche del gruppo di lavoro Ruolo Compiti Gg/impegno Dirigenti Coordinamento generale del 25 progetto Funzionari Analisi e reingegnerizzazione 100 delle procedure; diffusione Altro personale Addestramento e compiti operativi

15 Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione 3.3. Indicare l eventuale apporto di altri soggetti (personale di altri uffici dell amministrazione (specificare numero, ruolo e funzioni) 5 dipendenti del servizio Protocollo con compiti operativi 1 dipendente Ragioneria con compiti di analisi_ 1 dipendente dell ufficio qualità totale con compiti di analisi e reports 4 LE PARTNERSHIP E LE COLLABORAZIONI 4.1. Indicare tipologia e modalità di collaborazione di eventuali partnership (altre amministrazioni, altri soggetti) Al progetto collaborano i seguenti Enti pubblici: Prefettura di Prato, Provincia di Prato, Comune di Montemurlo, Vaiano, Vernio, Cantagallo, Carmignano, Poggio a Caiano, Enti territoriali dello Stato (Ragioneria Generale dello Stato, Archivio Statale, Agenzia delle Entrate, ecc ) e altri Enti pubblici o gestori di pubblici servizi (Consiag, SORI, ACI, INPS, ASM, ) 4.2 Indicare se sono previste consulenze e quali sono le attività che saranno garantite dalla consulenza Non sono previste consulenze, il progetto sarà completamente realizzato con risorse interne 5 DIREZIONE E VALUTAZIONE 5.1. Indicare le modalità previste per il presidio dell intervento e il raccordo con i vertici dell ufficio/amministrazione Per quanto riguarda gli interventi di dematerializzazione previsti all interno dell A.C., un gruppo tecnico composto da Direttore Generale del Comune di Prato, Dirigente responsabile dell Organizzazione e innovazione, Dirigente del Sistema Informativo e Responsabile della Rete Informatica Comunale, seguirà il coordinamento del progetto, sulla base degli indirizzi fissati dagli organi politici nei documenti di programmazione economica (RPP e PEG). Per quanto riguarda gli interventi rivolti all esterno è stato costituito un tavolo di coordinamento a livello provinciale coordinato dal prefetto e composto da un rappresentante della Provincia di Prato, un rappresentante per ciascun Comune della provincia di Prato, un rappresentante degli enti pubblici statali dislocati sul territorio provinciale, un rappresentante di ciascuna utility. Gli aspetti operativi e gestionali sono seguiti da un gruppo di lavoro misto composto da 8 persone in rappresentanza dei predetti soggetti Descrivere le modalità di coordinamento delle attività Le attività interne al Comune di Prato sono coordinate dal direttore Generale attraverso apposite disposizioni. Le attività che riguardano gli Enti esterni sono coordinate dal Prefetto e attuate mediante la stipula di protocolli d intesa e/o convenzioni

16 Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione 5.3 Descrivere le modalità previste per seguire l andamento delle attività nel corso della realizzazione e verificare gli eventuali scostamenti rispetto ai risultati attesi. Le attività saranno monitorate da parte del servizio Qualità Totale del Comune di Prato che verificherà con appositi report il raggiungimento dei valori attesi sugli indicatori previsti nel progetto. 5.4 Descrivere le modalità di comunicazione (interna ed, eventualmente, esterna) previste per far conoscere l intervento e i suoi esiti A conclusione di ciascuna fase prevista dal progetto, si procederà alla comunicazione interna mediante la INTRANET e alla comunicazione esterna tramite conferenze e/o comunicati stampa, pubblicazione sul sito del Comune e attraverso il sistema T-comunico (circa 40 schermi posizionati in vari luoghi pubblici della città che trasmettano notizie di pubblico interesse) 6 FATTORI CRITICI DI SUCCESSO Descrivere i fattori critici di successo dell intervento e cioè i principali problemi che si ritiene si dovranno affrontare per ottenere i risultati attesi dell iniziativa. Diffondere la cultura dell innovazione, superando l affezione del pubblico dipendente al documento di carta. Convincere la dirigenza ad assumersi le responsabilità conseguenti all applicazione di nuove modalità di azione. Incidere sull organizzazione del lavoro

17 Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione 7 ARTICOLAZIONE TEMPORALE DEL PIANO

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE (amministrazione/ufficio) COMUNE DI BRUGNERA... Firma del responsabile della candidatura dr. Leonardo Mascarin - 1 - PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano INFORMATIZZAZIONE

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano Cartesio - Reignegnerizzazione e dematerializzazione dei procedimenti amministrativi Responsabile: Cognome: Penzo Nome: Gianni Telefono: 049/8273527 E-mail:

Dettagli

Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione. Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione. Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE -1- PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE. (amministrazione/ufficio) COMUNE DI NUMANA POLIZIA MUNICIPALE POLIZIA AMMINISTRATIVA CED

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE. (amministrazione/ufficio) COMUNE DI NUMANA POLIZIA MUNICIPALE POLIZIA AMMINISTRATIVA CED PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE (amministrazione/ufficio) COMUNE DI NUMANA POLIZIA MUNICIPALE POLIZIA AMMINISTRATIVA CED PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano SNELLIRE IN SICUREZZA Responsabile:

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Comune di Codogno Provincia di Lodi

Comune di Codogno Provincia di Lodi Comune di Codogno Provincia di Lodi Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE Virtualizzazione di tutti i server del Sistema Informativo Comunale Firma

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati

Concorso Premiamo i risultati Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE 1 PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati

Concorso Premiamo i risultati Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE 1 PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE COMUNE DI RIMINI / UO Gestione Pubblicità e Affissioni

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 -

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva del piano di miglioramento gestionale presentato sinteticamente

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Biblioteca estense universitaria

Biblioteca estense universitaria Biblioteca estense universitaria, Modena Progetto Qualità 2009 19/11/2008 P. 1 / 11 Ministero per i beni e le attività culturali Biblioteca estense universitaria Modena PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati

Concorso Premiamo i risultati Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE dell Azienda Sanitaria Locale della provincia di Cremona - 1 - PREMESSA Il documento

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati

Concorso Premiamo i risultati Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE TRIBUNALE DI TRANI SEZIONE DISTACCATA DI RUVO

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Città di SalsomaggioreTerme Ufficio Relazioni con il Pubblico - Anagrafe. Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Città di SalsomaggioreTerme Ufficio Relazioni con il Pubblico - Anagrafe. Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Città di SalsomaggioreTerme Ufficio Relazioni con il Pubblico - Anagrafe Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - - 2 -

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - -3 - 't! PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano VOIP COMUNICAZIONE TURISMO

Dettagli

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano Centro Famiglie Villa Lais Comune di Roma Municipio IX Responsabile: Cognome: Santangelo Telefono: 06 69609601 Nome: Adriana E-mail: a.santangelo@comune.roma.it

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE. Id: 1735

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE. Id: 1735 Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Id: 1735-1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE. Id: 1079

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE. Id: 1079 Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Id: 1079-1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 -

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva del piano di miglioramento gestionale presentato sinteticamente

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 -

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva del piano di miglioramento gestionale presentato sinteticamente

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA - 1 - PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano _ RILASCIO VIA MAIL DI AUTORIZZAZIONI DI ASSISTENZA PROTESICA ED INTEGRATIVA _ Responsabile: Cognome: FERRO Nome: SILVIA Telefono: 320 4323745 E-mail:

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 -

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva del piano di miglioramento gestionale presentato sinteticamente

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Provincia Regionale di Catania

Provincia Regionale di Catania Provincia Regionale di Catania 1 Dipartimento Affari Generali PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE 1. Sistema integrato di Workflow documentale e Gestione degli Atti amministrativi 2. Implementazione della

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 -

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE (amministrazione/ufficio) Comune di Roma Dipartimento X Politiche Ambientali e del Verde urbano IV Tutela

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano L'ampliamento della comunicazione telematica anche mediante canali informativi sul nuovo portale www.si.camcom.it e realizzazione del CRM Customer Relationship

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano QUALIFICAZIONE DEL SERVIZIO DI COLLOCAMENTO MIRATO DELLE PERSONE CON DISABILITA Responsabile: Cognome:_BORELLINI Telefono: 059-209051 Nome:LUCIANA E-mail:

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE. CONSOLATO D ITALIA IN MULHOUSE (Alsazia, FRANCIA)

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE. CONSOLATO D ITALIA IN MULHOUSE (Alsazia, FRANCIA) PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE CONSOLATO D ITALIA IN MULHOUSE (Alsazia, FRANCIA) Firma del responsabile della candidatura - 1 - PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano COMPLETAMENTO DELL INFORMATIZZAZIONE

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE. (amministrazione/ufficio) Comune di Venezia Municipalità Mestre Carpenedo Servizio Educativo

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE. (amministrazione/ufficio) Comune di Venezia Municipalità Mestre Carpenedo Servizio Educativo PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE (amministrazione/ufficio) Comune di Venezia Municipalità Mestre Carpenedo Servizio Educativo Firma del responsabile della candidatura 1 PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione. Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 -

Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione. Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - CITTA DI MARINO PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE Firma del responsabile della

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 -

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva del piano di miglioramento gestionale presentato sinteticamente

Dettagli

UFFICIO VIRTUALE DELL AGENZIA DEL TERRITORIO

UFFICIO VIRTUALE DELL AGENZIA DEL TERRITORIO Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE (intera amministrazione) PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE UFFICIO VIRTUALE DELL AGENZIA

Dettagli

L esperienza di San Giuliano Milanese

L esperienza di San Giuliano Milanese Sistema di Gestione Flussi Documentali COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE L esperienza di San Giuliano Milanese Dott.ssa Laura Garavello Responsabile dei servizi di supporto gestionale OBIETTIVI DELL AMMINISTRAZIONE

Dettagli

COMUNE DI FOLIGNO DIREZIONE GENERALE PIANO DI RIDUZIONE DEL CONSUMO DI CARTA ANNI 2010-2012

COMUNE DI FOLIGNO DIREZIONE GENERALE PIANO DI RIDUZIONE DEL CONSUMO DI CARTA ANNI 2010-2012 COMUNE DI FOLIGNO DIREZIONE GENERALE PIANO DI RIDUZIONE DEL CONSUMO DI CARTA ANNI 2010-2012 APPROVATO CON D.G.C. N. 429 DEL 27/10/2010 1 INDICE Premessa. Pag. 3 Rilevazione della situazione attuale. Pag.

Dettagli

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino Comune di Colbordolo Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Progetto dematerializzazione

Progetto dematerializzazione Progetto dematerializzazione -1- Contesto di riferimento Il progetto dematerializzazione si inserisce nelle linee di programmazione dell Area Amministrativa e Tecnica tra i progetti trasversali che nel

Dettagli

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE COMUNE DI CASNATE CON BERNATE RELAZIONE AGGIORNAMENTO MISURE CONTENIMENTO SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGG., L. 24.12.2007 N. 244 A) Premessa. L art. 2, commi 594 e segg. della legge

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA ENTE SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA Ente proponente il progetto: PROCURA DELLA REPUBBLICA DI LIVORNO CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: PER

Dettagli

Dms24 Document Management System

Dms24 Document Management System Dms24 Document Management System La soluzione ideale per gestire i flussi documentali, migliorare la diffusione delle informazioni e garantire l ordine e la conservazione dei documenti per aziende, studi

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico

Manuale di Gestione Protocollo Informatico Automobile Club d Italia Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Ufficio Provinciale di POTENZA GENNAIO 2013 SOMMARIO 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3 2. DEFINIZIONI...3 3.

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

COMETA QUALITA. Presentazione

COMETA QUALITA. Presentazione COMETA QUALITA Presentazione Il software attraverso una moderna e quanto semplicissima interfaccia utente permette di gestire tutti gli aspetti legati al sistema di gestione per la qualità secondo la normativa

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE La Camera di Commercio La Camera di Commercio è un ente autonomo di diritto pubblico che svolge, nell ambito della circoscrizione territoriale di competenza,

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano

COMUNE DI CASOREZZO. Provincia di Milano COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano L. 244/2007 ART. 2 C. 594/598 PIANO TRIENNALE 2011 2013 PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RIDUZIONE DELLE VOCI DI SPESA Approvato con deliberazione

Dettagli

Livorno città digitale

Livorno città digitale Comune di Livorno Livorno città digitale Livorno città digitale Uno degli adempimenti dei primi 100 giorni del mandato è stata l ideazione e la formalizzazione nel Libro Bianco dell Innovazione tecnologica,

Dettagli

GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1

GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1 GESTIONE delle richieste di HELPDESK GEPROT v 3.1 ESPLETAMENTO DI ATTIVITÀ PER L IMPLEMENTAZIONE DELLE COMPONENTI PREVISTE NELLA FASE 3 DEL PROGETTO DI E-GOVERNMENT INTEROPERABILITÀ DEI SISTEMI DI PROTOCOLLO

Dettagli

Il nuovo codice della PA digitale

Il nuovo codice della PA digitale Il nuovo codice della PA digitale 1. Cosa è e a cosa serve Le pubbliche amministrazioni sono molto cambiate in questi ultimi anni: secondo i sondaggi i cittadini stessi le vedono mediamente più veloci

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati

Concorso Premiamo i risultati Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Iter di digitalizzazione documentale presso la Provincia di Forlì-Cesena

Iter di digitalizzazione documentale presso la Provincia di Forlì-Cesena Iter di digitalizzazione documentale presso la Provincia di Forlì-Cesena Sabrina Catani Responsabile Servizio di Protocollo Informatico Gestione dei flussi documentali e degli archivi Provincia di Forlì-Cesena

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

La dematerializzazione dei processi per la semplificazione amministrativa e l Albo Pretorio on-line. L esperienza della Provincia di Modena

La dematerializzazione dei processi per la semplificazione amministrativa e l Albo Pretorio on-line. L esperienza della Provincia di Modena La dematerializzazione dei processi per la semplificazione amministrativa e l Albo Pretorio on-line L esperienza della Provincia di Modena Il Nuovo Codice dell amministrazione digitale traccia il quadro

Dettagli

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino

Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino Comune di Vallefoglia Provincia di Pesaro Urbino PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE

Dettagli

Gestire le NC, le Azioni Correttive e Preventive, il Miglioramento

Gestire le NC, le Azioni Correttive e Preventive, il Miglioramento Scopo Responsabile Fornitore del Processo Input Cliente del Processo Output Indicatori Riferimenti Normativi Processi Correlati Sistemi Informatici Definire le modalità e le responsabilità per la gestione

Dettagli

Piano d Azione CAF2010

Piano d Azione CAF2010 Settore Politiche Attive per il Lavoro Piano d Azione CAF2010 gennaio 2010 Linea 1 del Programma Operativo FSE 2007-2013: Rafforzamento dei SPI 2 Premessa Il presente documento, denominato Piano d Azione

Dettagli

La digitalizzazione negli studi professionali e la fatturazione elettronica La soluzione Sistemi. Dott.sa Paola Callegari

La digitalizzazione negli studi professionali e la fatturazione elettronica La soluzione Sistemi. Dott.sa Paola Callegari La digitalizzazione negli studi professionali e la fatturazione elettronica La soluzione Sistemi Dott.sa Paola Callegari Fatturazione Elettronica Emissione/ Trasmissione Archiviazione Conservazione CHIAVI

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano Nuovo sito web interattivo per

Dettagli

Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea "Automobile Club di BARI"

Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea Automobile Club di BARI Manuale di Gestione Protocollo Informatico (art.5 del DPCM 31/10/2000) Area Organizzativa Omogenea "Automobile Club di BARI" SOMMARIO 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. AREA ORGANIZZATIVA

Dettagli

Manuale di Gestione. Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea. Direzione Sistemi Informativi

Manuale di Gestione. Protocollo Informatico. Area Organizzativa Omogenea. Direzione Sistemi Informativi Manuale di Gestione Protocollo Informatico Area Organizzativa Omogenea Direzione Sistemi Informativi Versione 1.0 Sommario 1. AMBITO DI APPLICAZIONE...3 2. DEFINIZIONI...3 3. COMPITI DEL SERVIZIO PROTOCOLLO

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE

PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE PIANO DI MIGLIORAMENTO GESTIONALE Comune di Verona Firma del responsabile della candidatura - 1 - PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Denominazione del Piano Responsabile: Cognome: Brenzoni Telefono: 0458077253 Nome:

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 1 PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità, di seguito denominato Programma,

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. Parte I PREMESSA Nel più ampio ambito della legislazione ispirata al contenimento della spesa pubblica, le disposizioni contenute nei commi 594, 595, 596, 597, 598, 599 dell articolo 2 della legge 24.12.2007

Dettagli

presenti in Consip e Intercenter prevedono il ritiro dell usato oppure con il conferimento in discarica.

presenti in Consip e Intercenter prevedono il ritiro dell usato oppure con il conferimento in discarica. Allegato A) alla delibera G.P. nn. 145/39710 del 11/05/2010 Piano triennale anni 2010-2012 per l individuazione di misure finalizzate alla razionalizzazione dell utilizzo di beni strumentali Dotazioni

Dettagli

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014

PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 SERVIZIO COMUNALI SERVICE PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE RISORSE INFORMATICHE E TECNOLOGICHE 2012-2014 Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n... del././ 1 SERVIZIO COMUNALI SERVICE INDICE

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, AVVIO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RESE DA ARPA PIEMONTE A TITOLO ONEROSO INDICE

REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, AVVIO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RESE DA ARPA PIEMONTE A TITOLO ONEROSO INDICE REGOLAMENTO IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, AVVIO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ RESE DA ARPA PIEMONTE A TITOLO ONEROSO INDICE Art. 1 - Premessa...2 Titolo I - DISPOSIZIONI GENERALI...2 Art. 2 - Oggetto e ambito

Dettagli