COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como"

Transcript

1 COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como Estratto dal Registro delle Deliberazioni del Consiglio Comunale N. 8 cod. Ente Oggetto: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) PER L'ANNO 2019 L anno duemiladiciannove, il giorno trenta del mese di marzo, alle 10:00 si è riunito il CONSIGLIO COMUNALE convocato, nei modi e termini di legge, in sessione Ordinaria in Prima convocazione in seduta Pubblica. Assume la presidenza il sig. PISANIELLO COSTANTINO SIMONE, PRESIDENTE. Partecipa con funzioni consultive, referenti, di assistenza e verbalizzazione, ai sensi dell art. 97, comma 4, lett. a), del T.U , approvato con D.Lgs. 267/2000, il SEGRETARIO COMUNALE, TORRE ASSUNTA. Risultano: NAPOLI GIUSEPPE P FORNASIERO ROBERTO P ALVARO DOMENICO P ARRIGHI KATIA P MINNITI SARA P TAGLIABUE MASSIMO MARIA P REGHENZANI FELICITA MARISA P PECORELLI LUIGI P PISANIELLO SIMONE COSTANTINO P SIMIONI MANUELA A CAIROLI GIANANTONIO P NASCONE DARIO FEDERICO A DE LUME' LUCIANO A PRESENTI..: 10 ASSENTI.: 3 Partecipano alla seduta gli assessori: Constatata la legalità dell adunanza, il Presidente dichiara aperta la seduta e pone in discussione la seguente pratica posta all ordine del giorno:

2 Oggetto: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASSA SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) PER L'ANNO 2019 IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO che con i commi dal 639 al 705 dell articolo 1 della Legge n. 147 del 27 Dicembre 2013 (Legge di Stabilità 2014), è stata istituita, con decorrenza dal 1 gennaio 2014, l Imposta Unica Comunale (IUC), che si compone di: - IMU (imposta municipale propria) componente patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali; - TASI (tributo servizi indivisibili), a carico sia del possessore che dell utilizzatore dell immobile, destinata a finanziare i servizi indivisibili comunali; - TARI (tassa sui rifiuti), a carico dell utilizzatore, destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti; VISTA la deliberazione consiliare n 7 del , modificata con successiva deliberazione n. 5 del , con cui è stato approvato il Regolamento per l applicazione dell imposta unica comunale (IUC); ATTESO che il presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di aree fabbricabili e fabbricati, ad eccezione dell abitazione principale, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e le pertinenze delle stesse; ATTESO che la base imponibile della TASI è costituita dal valore dell immobile determinato ai sensi dell art. 5, commi 1, 3, 5 e 6 del D.Lgs. n. 504/1992, e dei commi 4 e 5 dello stesso art. 13 del D.L. n. 201/2011 con applicazione dei moltiplicatori ivi previsti; DATO ATTO che i Comuni, con deliberazione del consiglio comunale, adottata ai sensi dell articolo 52 del decreto legislativo n. 446 del 1997, possono, ai sensi del combinato disposto dei commi della L. 147/2013, aumentare o diminuire le aliquote TASI previste per legge, ed in particolare: modificare, in aumento, con il vincolo del non superamento dell'aliquota massima del 2,5 per mille, l'aliquota di base, pari all'1 per mille, o in diminuzione, sino all'azzeramento; modificare solo in diminuzione l aliquota di base dell 1 per mille per i fabbricati rurali strumentali di cui all'art. 13, comma 8 del D.L. n 201/2011 convertito dalla legge n 214/2011 e succ. modifiche ed integrazioni; ai sensi del comma 677 dell'art. 1 della Legge n 147/2013, l'articolazione delle aliquote è comunque sottoposta al vincolo in base al quale la somma delle aliquote della TASI e dell'imu per ciascuna tipologia di immobile non può essere superiore all'aliquota massima consentita dalla Legge statale per l'imu al , fissata al 10,6 per mille e ad altre minori aliquote, in relazione alle diverse tipologie di immobile; modificare l aliquota dei fabbricati costruiti e destinati alla vendita dalle imprese, fintanto che permane tale destinazione e non risultino locati, fissata allo 0,1%, in aumento sino allo 0,25% o in diminuzione fino all azzeramento; VISTO il D.L. 16/2014, convertito in legge 2 maggio 2014, n. 68, in base al quale i Comuni possono incrementare di un ulteriore 0,8 per mille l aliquota della TASI, prevedendo in tal caso detrazioni dell imposta per l abitazione principale e fattispecie equiparate, tali da non determinare per il contribuente un incremento dell imposizione rispetto a quanto pagato a titolo di IMU per il 2012; ATTESO che il Comune, ai sensi dell art. 1 comma 682 della Legge n. 147/2013 individua ed indica analiticamente i costi dei servizi indivisibili alla cui copertura la TASI è diretta; VISTO l art. 27, comma 8, della L. n. 448/2001 il quale dispone che il termine per deliberare le aliquote e le tariffe dei tributi locali è stabilito entro la data fissata da norme statali per la deliberazione del bilancio di previsione;

3 ATTESO che la legge 145/2018 Legge di bilancio 2019 ha disposto lo sblocco degli incrementi delle aliquote dei tributi comunali; RITENUTO di lasciare invariate le aliquote della TASI anche per l anno 2019, che garantiscono comunque il mantenimento degli equilibri di bilancio; DATO ATTO che il termine di approvazione del bilancio è stato differito al con decreto del ministro dell'interno 25 gennaio 2019 pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, Serie generale, n.28 del 2 febbraio 2019; VISTO l art. 1 comma 444 della Legge 228/2012 che consente di modificare le tariffe dei tributi ripristino degli equilibri di bilancio; ai fini del CONSIDERATO che tutte le deliberazioni regolamentari e tariffarie relative alle entrate tributarie degli enti locali devono essere inviate al Ministero dell economia e delle finanze, Dipartimento delle finanze, entro il termine del 14 ottobre; ATTESO pertanto che occorre determinare le aliquote della TASI per l anno 2019; VISTI i pareri favorevoli espressi sulla proposta di deliberazione ai sensi dell art. 49 del D.Lgs. 267/00; UDITA la relazione del Sindaco; CON voti 8 favorevoli e 1 contrario (Tagliabue) espressi dai presenti nei modi di legge, essendo 9 i consiglieri presenti e votanti (durante la trattazione si allontana dall aula il consigliere Pisaniello); DELIBERA 1. di stabilire che la Tassa sui Servizi Indivisibili (TASI) è diretta alla parziale copertura dei seguenti servizi indivisibili: SERVIZI INDIVISIBILI COSTO ESERCIZIO 2019 in euro Servizi di amministrazione generale Polizia locale e protezione civile Servizi di pubblica istruzione Servizi di gestione del territorio di stabilire, per quanto in premessa specificato, ai fini della Tassa sui Servizi Indivisibili (TASI) per l anno 2019 le seguenti aliquote: TIPOLOGIA DEGLI IMMOBILI a) Immobili adibiti ad abitazione principale, appartenenti alle categorie catastali A1, A8 o A9 e relative pertinenze b) Unità immobiliare appartenente alle categorie catastali A1, A8 o A9 (e relative pertinenze) posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani e disabili, che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero e sanitari, a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata ALIQUOTA 2 per mille 2 per mille c) Unità immobiliare appartenente alle categorie catastali A1, A8 o A9 (e relative 2 per mille pertinenze) posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto dai cittadini italiani non con residenti nel territorio dello Stato e iscritti all anagrafe degli italiani residenti all estero riduzione di (AIRE), già pensionati nei rispettivi paesi di residenza, a condizione che non risulti due terzi locata o data in comodato d uso; d) Fabbricati diversi all abitazione principale e fattispecie equiparate 1,6 per mille

4 e) aree edificabili 1,6 per mille f) Fabbricati rurali strumentali 1 per mille g) fabbricati costruiti e destinati dall impresa costruttrice alla vendita, purchè non locati (immobili merce) 1 per mille 3. di trasmettere la presente deliberazione al Ministero dell Economia e delle Finanze, così come previsto dalle vigenti disposizioni di legge; di dichiarare, a seguito di separata votazione, con voti 8 favorevoli e 1 astenuto (Tagliabue) espressi dai presenti nei modi di legge, il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell art. 134 comma 4 del T.U.E.L..

5 Letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE F.to PISANIELLO COSTANTINO SIMONE IL SEGRETARIO COMUNALE F.to TORRE ASSUNTA ******************************************************************************************************* CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE Il sottoscritto Segretario certifica che copia del presente verbale è in pubblicazione all Albo Pretorio Comunale per la durata di gg. 15 consecutivi dal al IL SEGRETARIO COMUNALE F.to TORRE ASSUNTA ******************************************************************************************************* Copia conforme, in carta libera ad uso amministrativo. lì, IL RESPONSABILE AREA AMMINISTRATIVA-FINANZIARIA (Faverio dott.ssa Alice)