LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE SANITARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE SANITARIO"

Transcript

1 LIBANO PANORAMICA DEL SETTORE SANITARIO Settembre 2013

2 L ASSISTENZA SANITARIA In questa breve panoramica si riassumono i punti salienti di un rapporto recentemente pubblicato dalla Business Monitor International (BMI) per quanto riguarda il settore sanitario e farmaceutico in Libano, in cui la società analizza il settore ed elabora uno scenario di previsione per l industria farmaceutica. Il rapporto menziona che nel 2011 la spesa sanitaria è aumentata dell 8,5% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 3,3 miliardi di $USA pari all 8% del PIL. Tuttavia l assistenza sanitaria comprende diversi tipi di spese tra cui quella farmaceutica. Sorprendentemente, quest'ultima costituisce il 36% della spesa sanitaria totale. Gli indicatori dell assistenza sanitaria in Libano rivelano che le condizioni sociali e demografiche sono favorevoli, mentre le condizioni in cui il settore opera sono incerte. La mancanza di regolamentazione è di fondamentale importanza, in quanto il settore privato in Libano fornisce oggi circa il 90% dei servizi di assistenza sanitaria. Il contributo pubblico al settore è molto nominale (Business Monitor International BMI). A causa della guerra civile nel Paese ( ) le capacità istituzionali e finanziarie del settore pubblico sono state notevolmente affievolite, dando la possibilità al settore privato di dominare il campo dell assistenza sanitaria, in termini di finanziamento e fornitura dei servizi. Il Libano oggi, dispone dei migliori ospedali privati e medici della regione, per le LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

3 varie specializzazioni. Vi sono anche molte istituzioni accademiche locali, accreditate in Europa e negli Stati Uniti, per la formazione di personale medico altamente qualificato. Il minimo coinvolgimento gestionale del settore pubblico deriva dalla mancanza di un ruolo centrale del Governo, essendo gli interventi nel campo della salute pubblica sparpagliati tra vari ministeri. Per esempio, il Ministero degli Interni è competente per la raccolta e trattamento dei rifiuti solidi e per il rilascio di licenze per i ristoranti; il Ministero dell'economia e del Commercio si occupa della protezione dei consumatori; il Ministero dell'ambiente ha la competenza sull inquinamento dell aria, delle acque e del suolo; il Ministero dell Industria si occupa degli effluenti industriali. Con competenze sparse tra diverse Istituzioni, il Ministero della Sanità Pubblica (MoPH) non è in grado di assumere il suo ruolo centrale di gestione e di implementazione né di un quadro efficace al fine di monitorare il settore privato ed offrire un valore aggiunto attraverso la fornitura dei propri servizi di assistenza sanitaria. Mentre il ruolo dominante svolto dal settore privato compensa la posizione debole del governo, l'evoluzione delle dinamiche del settore porta con sé una questione preoccupante relativa all incidenza dei costi sulla popolazione. Il settore privato alimenta un fiorente mercato di assicurazioni mediche private, in rapida espansione, ed una crescita nel settore del turismo medico. Tuttavia, la metà del popolo libanese rimane senza copertura assicurativa in quanto l accesso ai servizi sanitari è basato esclusivamente sulla capacità di pagare i costi. Ciò deriva dall inefficiente atteggiamento del governo e dall'assenza di un servizio medico alternativo ben strutturato ma gratuito. Questo conduce ad aumentare le disparità, con copertura dei servizi sanitari limitata e irregolare. A parte gli insoddisfacenti standard organizzativi, il settore dell assistenza sanitaria libanese soffre di una transizione epidemiologica con l aumento di malattie croniche non trasmissibili, come il diabete, l'ipertensione e il cancro (per lo più legate a questioni ambientali e al cambio dello stile di vita), a un ritmo sostenuto, mentre le malattie infettive rimangono fortemente presenti. Questo rappresenta un ulteriore fattore di pressione sulla spesa sanitaria, in quanto richiede risorse e servizi innovativi per rispondere alle esigenze in continua evoluzione e combattere nuove malattie, una missione difficile per la struttura LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

4 di un settore dove il coinvolgimento dello Stato è assai marginale da destare preoccupazioni. Di conseguenza, l'assenza di un forte atteggiamento da parte dello Stato genera ripercussioni negative sui consumatori, nonostante la presenza di un robusto settore privato. La debole gestione pubblica del settore si riflette, in parte, nella diffusione di entità pubbliche di assistenza sanitaria esistenti nel Paese senza riuscire a servire tutti i cittadini una copertura adeguata. Ci sono in Libano due Enti pubblici di assistenza sociale: il Fondo Nazionale di Previdenza Sociale (NSSF) e la Cooperativa dei Dipendenti Pubblici (CSC), oltre a quattro Enti che fanno capo alle Forze di Sicurezza. Dato che solo una parte della popolazione segnatamente quella attiva nel mercato del lavoro è coperta da questi Enti, il resto della popolazione: disoccupati, pensionati, dipendenti di piccole imprese, continuano a favorire il Ministero della Sanità Pubblica (MoPH) che offre copertura totale. Il più grande di queste organizzazioni è il NSSF che è stato istituito nel 1961 e offre assicurazione sociale ai dipendenti del settore ufficiale (regolamentato, coperto dalla legislazione del lavoro e le convenzioni collettive), i contrattisti e i salariati del settore pubblico, i dipendenti degli Enti pubblici autonomi, e altri dipendenti. Prima della guerra civile, il NSSF aveva lo scopo di offrire copertura assicurativa all'intera popolazione, ma lo scoppio della guerra mise fine a tale piano. Anche se la copertura assicurativa rimane limitata, il numero dei beneficiari dell assicurazione sanitaria pubblica è cresciuto nel corso degli anni e si stima che circa un terzo della popolazione libanese si avvale di tale copertura. Ma anche per le persone assicurate, soprattutto con il NSSF, la copertura termina una volta i dipendenti vanno in pensione. Ciò significa che nel momento in cui crescono i bisogni di assistenza sanitaria e la capacità di pagarne i costi snellisce, la persona non può più usufruire della copertura assicurativa. Lo Stato è quindi l ultima risorsa di assicurazione. Infatti, il MoPH finanzia i costi di ospedalizzazione per qualsiasi individuo che non ha una copertura assicurativa. Il paziente che non ha assicurazione medica paga una piccola parte delle spese negli ospedali pubblici (la parte è maggiore se viene ricoverato in un ospedale privato), mentre il MoPH copre gran parte della fattura in entrambi. Altro servizio che viene fornito dal MOPH è la copertura dei costi relativi a specializzazioni ristrette, quali: chemioterapia, chirurgia a cuore aperto, e farmaci per le malattie croniche. LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

5 L'inefficienza nella gestione porta ad una maggiore spesa sanitaria, raggiungendo l'8% del PIL (Secondo Business Monitor International BMI 2011), una spesa assai alta sotto tutti i punti di vista, in quanto è tra le più alte al mondo. Lo stanziamento per i servizi di assistenza sanitaria pubblica si aggira intorno al 4% del PIL nel Budget del 2011 (Stime Business Monitor International BMI), lasciando una gran parte della spesa sanitaria da coprire con spese non rimborsabili (out of pocket expenditure), a causa della copertura bassa e inefficace fornita dallo Stato. (Ministero delle Finanze, Stanziamento del Budget 2011 per i servizi di assistenza sanitaria pubblica) Tuttavia, le spese non rimborsabili pongono grandi preoccupazioni in un'economia come quella del Libano, dove solo una minoranza è in grado di permettersi gli alti costi dell assistenza sanitaria. Il 28% della popolazione libanese è considerata povera e l'8% estremamente povera (Secondo Link Terra e Advanced Resources Development - ELARD, che ha effettuato delle indagini per conto dell UNDP in Libano). Di conseguenza una parte dei cittadini, senza mezzi finanziari, potrebbe essere costretta a ridurre il consumo di servizi di assistenza sanitaria, causando in tal modo un ulteriore peggioramento delle proprie condizioni di salute. E per le famiglie che possono permettersi la spesa, potrebbero spiazzare altre spese essenziali quali quelle per il cibo e per l abbigliamento. L'assenza di un ruolo efficace dello Stato nel settore danneggia i cittadini e colpisce pesantemente il loro livello di vita, portando ripercussioni negative sull'economia. In aggiunta alla insufficiente quota di finanziamenti concessi al settore sanitario nel quadro del bilancio, la destinazione dei capitali non è condotta giudiziosamente. I fondi a copertura dei servizi sanitari includono l ospedalizzazione, il day hospital, i farmaci e i vari ausili medicali. Ma il grosso del bilancio della sanità pubblica in Libano è destinato quasi esclusivamente alla fornitura di cure terziarie -relative a ricerche e cure mediche avanzate come la gestione del cancro- a scapito dell'assistenza sanitaria di base (Il primo punto di consultazione - per precauzione - per tutti i pazienti all'interno del sistema sanitario). L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima che solo l'8% della popolazione usufruisce della cura primaria fornita dallo Stato, il che riflette il ruolo limitato dello stesso nella prevenzione, dovuto ad una gestione pubblica inefficace, aggravando ulteriormente i problemi dell assistenza sanitaria. LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

6 Il forte sbilanciamento del budget della sanità pubblica verso l assistenza curativa terziaria è stata forzato dal settore sanitario privato in netta espansione, che richiede l'utilizzo di servizi tecnologici sofisticati e di qualità. Di conseguenza la spesa medica in Libano e la piu alta della Regione, aumentando gli oneri finanziari del governo (e della popolazione non assicurata), lasciando solo una piccola parte da destinare alle cure primarie. Oltre alla necessità cruciale di affrontare l'assegnazione inefficace di bilancio per la salute, il Governo deve migliorare le condizioni dei suoi Enti preposti alla salute pubblica. Gli Ospedali governativi in Libano risentono del basso tasso di occupazione del 56% (dato del 2004), contro una media OCSE del 80%. Questo dimostra l'aspetto poco attraente dei servizi sanitari pubblici alla popolazione e la loro preferenza di rivolgersi al settore privato, nonostante gli alti costi da sostenere. Queste condizioni possono essere modificate attraverso il miglioramento degli Enti pubblici di assistenza sanitaria e dei servizi da essi forniti. Tale obiettivo può essere raggiunto spostando fondi destinati alle cure terziarie verso la riabilitazione degli ospedali pubblici. Il costo a breve termine è senza dubbio elevato, ma sarebbe compensato dai benefici a lungo termine. A parte gli ospedali, le spese pubbliche per il settore farmaceutico sono altrettanto elevate. Essi rappresentano oltre il 40% della spesa sanitaria totale (Secondo Business Monitor International BMI, 3 trimestre 2011), in quanto molti farmaci sono dei prodotti di marca importati nel paese. Quindi, dovra essere elaborata una strategia per gestire con efficienza l importazione, distribuzione e vendita dei prodotti farmaceutici (Vedi pagg. 8 e seguenti). A fronte di uno scarso rendimento del settore, ci sono vari sforzi esterni per sostenere il settore dell assistenza sanitaria e migliorare il funzionamento e la qualità dei servizi. I donatori internazionali, infatti, rappresentano gran parte della spesa sanitaria totale e appartengono a varie che vanno dalla WHO, UNFPA, UNDP, UNAIDS, UNESCO, UNIFEM, UNICEF, come pure Organizzazioni governative internazionali come l'unione Europea, l Italia e il Giappone. La Banca Mondiale ha supportato le riforme nel settore attraverso un finanziamento originariamente fissato in $USA 33,5 milioni. La Banca Islamica di Sviluppo (IDB) ha sostenuto l espansione degli ospedali pubblici e la rete di assistenza sanitaria primaria. Inoltre, ci sono donatori bilaterali come Australia, Kuwait, Qatar, Arabia Saudita, Spagna e Organizzazioni internazionali come IOM, IHP, OPEC che offrono assistenza al settore sanitario. LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

7 Anche il MoPH sostiene l operato delle ONG per l assistenza sanitaria. Per esempio, ha firmato dei contratti con il locale ufficio dell Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO) per sostenere diversi programmi come il controllo del tabacco locale, le malattie non trasmissibili, e programmi di controllo dell'aids. Infine, sono stati fatti degli sforzi per migliorare il sistema di informazione sanitaria. Il Libano dovrebbe cogliere l'opportunità presentata dalla volontà della comunità internazionale di sostenere il settore sanitario del Paese (la volontà internazionale potrebbe rallentarsi attualmente a causa della crisi economica regionale e globale. L impegno rimane comunque valido nel breve e medio termine). E' fondamentale per il paese di avere una visione chiara della salute, che potrà essere raggiunta solo attraverso una gestione centralizzata governativa, in contrapposizione allo stato attuale di frammentazione dovuto al coinvolgimento di vari ministeri nel processo decisionale. Ciò consentirà una corretta regolamentazione volta a migliorare la collaborazione tra il settore pubblico e quello privato al fine di assicurare una migliore copertura e qualità dei servizi, alla portata di tutti. Oltre a limitare le spese non rimborsabili, tale gestione centralizzata contribuirà a domare le pressioni sul bilancio pubblico attraverso un controllo efficace dal lato dell'offerta al fine di contenere e sostenere il finanziamento, tra cui la spesa farmaceutica. Rafforzare il sistema permetterà la ristrutturazione della ripartizione delle spese, spostandole dall assistenza curativa verso l'assistenza sanitaria di base. Inoltre, migliorerà il partenariato con le risorse esterne e la gestione e l'utilizzo dei fondi ricevuti attraverso un approccio più efficiente. LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

8 I FARMACEUTICI Indicatori delle vendite farmaceutiche p 2012p 2013p 2014p 2015p 2016p Vendite farmaceutiche (in miliardi di $USA) Vendite farmaceutiche Var. % su base annua Vendite farmaceutiche Pro capite (in $USA) 1,0 1,0 1,2 1,2 1,3 1,4 1,5 1,6 1,8 13,6 5,1 9,9 4,2 7,0 7,7 8,8 9,2 10, Vendite farmaceutiche % del PIL 3,4 3,2 3,1 3,1 3,1 3,0 2,8 2,7 2,7 p: previsioni Fonte: Ministero della Sanità (MoPH) Libano, Business Monitor International (BMI) Indicatori sanitari statali e privati p 2012p 2013p 2014p 2015p 2016p Spesa sanitaria totale (in miliardi di $USA) Spesa sanitaria pubblica (in miliardi di $USA) Spesa sanitaria pubblica. Var. % su base annua Spesa sanitaria privata (in miliardi di $USA) 2,530 2,784 3,055 3,313 3,602 3,904 4,226 4,662 5,038 1,230 1,384 1,555 1,713 1,902 2,104 2,326 2,562 2,838 26,4 12,5 12,4 10,2 11,0 10,6 10,6 10,2 10,8 1,3 1,4 1,5 1,6 1,7 1,8 1,9 2,1 2,2 Spesa sanitaria privata. Var. % su base annua 6,4 11,5 5,3 5,6 6,7 6,7 7,1 7,1 7,2 p: previsioni Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), Business Monitor International (BMI) LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

9 La spesa farmaceutica in Libano è troppo alta. Confronto tra la spesa farmaceutica nel Medio Oriente e in Grecia in % del PIL e della Spesa Sanitaria Totale La spesa farmaceutica pro-capite è la più alta LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

10 Per la spesa farmaceutica, il Rapporto indica che la spesa farmaceutica pro-capite in Libano è la più alta nel Medio Oriente, come percentuale del PIL, e una delle più alte del mondo. Tra i Paesi delle economie sviluppate, solo la Grecia ha speso sui prodotti farmaceutici nel 2010 una percentuale del PIL maggiore a quella del Libano. Tuttavia, sembra che il Ministero della Sanità e il Fondo Nazionale di Previdenza Sociale (NSSF) hanno riconosciuto che questo è un problema e stanno cercando di ridurre quanto prima le loro spese sui medicinali incoraggiando la prescrizione di farmaci generici". La principale ragione dietro questa alta spesa, si trova innanzitutto nell atteggiamento culturale prevalente nella popolazione che favorisce i farmaci di marca. Anche se vi sono altri fattori che contribuiscono ad alzare la fattura sanitaria, poiché il 90% delle ospedali e delle farmacie in Libano appartengono al settore privato e dato che il margine di markup sui medicinali sono fissi, c'è una tendenza a prescrivere farmaci di alto valore. Inoltre, l'esistenza di oltre 50 importatori di prodotti farmaceutici ha ridotto i vantaggi in termini di costi e di conseguenza la competitività del distributore. Il rapporto rammenta che, in termini di valore, il paese dipende quasi completamente dalle importazioni di prodotti farmaceutici. Il turismo medicale è un altro fattore che dovrà essere preso in considerazione quando si analizza la spesa di assistenza sanitaria in Libano. È noto che cittadini provenienti da tutto il Medio Oriente visitano il Libano per motivi medici, tra cui la chirurgia plastica e molti altri trattamenti medici. Sebbene il turismo medico stia iniziando a formare una gran parte del settore sanitario libanese, le cifre esatte relative al suo volume sono inesistenti o difficili da rinvenire. Tuttavia, gli ampi afflussi di capitali verso questo settore contribuiscono a distorcere la dimensione complessiva del mercato e la possibilità di confrontare con altri mercati all'estero, per non parlare dell'analisi pro-capite della spesa sanitaria. Un'illustrazione di come il Libano sta spendendo troppo sull assistenza sanitaria da un lato, ma anche come il controllo dell'industria da parte del settore privato può notevolmente vantare attrezzature migliori, è stato oggetto di uno studio condotto nel 2001 dall'ocse. Infatti, nel suo studio, l'ocse ha notato che il Libano aveva sistemi di Imaging a Risonanza Magnetica (MRI) e scanner di Tomografia Computerizzata (CT) in numero maggiore rispetto ad alcuni paesi a reddito molto più elevato. Il numero di MRI e CT per un milione di abitanti in Libano era rispettivamente 3,7 e 13,7, mentre nello stesso anno, un milione di abitanti in Francia aveva 2,8 MRI e 8,4 CT. La bilancia commerciale farmaceutica è in gran parte in deficit per il Libano. Il Paese dipende principalmente dalle importazioni per il suo consumo di medicinali e il rapporto LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

11 esportazioni/importazioni è di appena il 2%. Il valore delle importazioni di prodotti farmaceutici nel 2011 è ammontato a 876 milioni di $USA, che costituisce quasi la totalità delle vendite di farmaceutici (1,2 miliardi di $USA), mentre il valore delle esportazioni di medicinali nello stesso anno risulta pari ad appena 18,3 milioni di $USA. Vale la pena evidenziare un altro segmento del mercato, vale a dire i farmaci da banco (OTC), che rappresentano in valore il 27% del totale delle vendite farmaceutiche. Questo segmento non sembra essere ben rappresentato nel mercato, in quanto i farmaci da banco non sono attivamente commercializzati e promossi in Libano, e i farmaci generici sono, in generale, sotto-rappresentati, soprattutto a causa di una mancanza di consapevolezza. Pertanto la spesa bassa in questa categoria non necessariamente rispecchia una scarsa domanda, e ci possono essere buone prospettive per i produttori di farmaceutici in questo segmento. Il Rapporto ha, inoltre, delineato i punti di forza e di debolezza del settore farmaceutico e sanitario libanese. Sul lato dei punti di forza, il Rapporto cita: a. Il ragguardevole e forte settore sanitario privato, che potrebbe fornire una solida base per la crescita complessiva del mercato in futuro; b. I prezzi relativamente alti dei farmaci, dato che la maggior parte dei farmaci sono di marca, e stanti agli alti margini per la vendita al dettaglio, il mercato potrebbe offrire spazi a nuovi prodotti più competitivi. c. Il considerevole mercato dei farmaci da prescrizione, stimato intorno al 72% del volume totale del mercato. Secondo il Rapporto, i punti di debolezza sono evidenziati in: a. La mancanza di copertura sanitaria universale b. Le infrastrutture sanitarie danneggiate dai disordini civili e dagli stalli politici; c. Il problema della contraffazione d. Le procedure adottate dal settore pubblico per l approvvigionamento di farmaci, che tendono a favorire le società locali. e. La mancanza di un'adeguata normativa locale in materia di protezione della Proprietà intellettuale (IP), ancora lontana dagli standard internazionali; Infine, la relazione prevede una crescita apprezzabile per il settore sanitario in generale per i prossimi cinque anni. Infatti, per il settore dell assistenza sanitaria si prevede un tasso di crescita annuo composto (CAGR) pari a +8,9% fino al 2016 e che costituirà circa l'8,2% del PIL. Gli LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

12 elementi trainanti della crescita complessiva di mercato comprendono l aumento della spesa sanitaria, accoppiato all espansione della popolazione, allo sviluppo socio-economico e alla modernizzazione del settore sanitario. La ripresa economica contribuirà ad aumentare la copertura del settore privato, con conseguente aumento anche della spesa farmaceutica. Infatti, si prevede che le vendite di farmaceutici aumenteranno ad un tasso di crescita annuo composto (CAGR) pari a +8,5% nel 2016, che è in linea con le previsioni globali del mercato. TABELLA STATISTICA Import di prodotti farmaceutici (capitolo 30 della tariffa doganale HS) nel triennio 2010/2012 Paese Quota Variazione 2012/2011 Francia ,2% -3,5% Germania ,9% 12,6% USA ,8% 23,5% Svizzera ,7% -8,0% Italia ,7% -8,5% Regno Unito ,1% -13,2% Giordania ,2% 7,9% Danimarca ,6% 12,9% Spagna ,3% -3,0% Irlanda ,1% -6,3% Altri Paesi ,3% -4,6% Totale ,3% Valori in milioni di $USA Fonte: Ufficio Statistica Dogane Libanesi Elaborazione ICE Beirut LIBANO. Panoramica del Settore Sanitario. Settembre

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA

FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA Anna Rosa Marra, Ugo Santonastaso (Ufficio Valutazione e Autorizzazione, Agenzia Italiana del Farmaco) Cosa significa farmaco di importazione parallela Il farmaco, come

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

CTP Tecnologie di Processo è un azienda certificata: CTP Tecnologie di Processo

CTP Tecnologie di Processo è un azienda certificata: CTP Tecnologie di Processo Fármacos de Importación Paralela CTP Tecnologie di Processo è un azienda certificata: CTP Tecnologie di Processo Schema Relazione Introduzione al concetto Normativa europea Conseguenze sul mercato Portata

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa

Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa www.unil.ch/share Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa Cosa accadrà in futuro? Il passo successivo dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa sarà completare la base dati già

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente

Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente OECD Insights Sustainable Development: Linking Economy, Society, environment Summary in Italian Rassegna OCSE Sviluppo sostenibile: Interazione tra Economia, Società, Ambiente Sintesi in italiano L espressione

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Servizio Studi Dipartimentale LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA Anni 1862-2009 Gennaio 2011 INDICE PREMESSA...

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese 16 Annual Assicurazioni de Il Sole 24 Ore Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese Intervento del presidente dell Ania Aldo Minucci Milano, 28 ottobre 2014 1 Sono particolarmente contento

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Bambini e adolescenti ai margini

Bambini e adolescenti ai margini UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 9 Bambini e adolescenti ai margini Un quadro comparativo sulla disuguaglianza nel benessere dei bambini nei paesi ricchi uniti per i bambini La Innocenti

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI

I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI I TRASFERIMENTI REGIONALI ALLE PROVINCE PIEMONTESI L ANALISI DEI DATI DELL ANNO 2009 IN RAPPORTO A QUELLI DEGLI ANNI PRECEDENTI Dall anno 2003 l Unione Province Piemontesi raccoglie, con la collaborazione

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA CAPITOLO 11 USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA Introduzione La conoscenza delle quantità di risorse utilizzate in un dato sistema socio-economico e più in generale di quelle necessarie al suo funzionamento

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

AZIONE per UN TURISMO EUROPEO PIÚ SOSTENIBILE

AZIONE per UN TURISMO EUROPEO PIÚ SOSTENIBILE Si ringrazia il governo italiano (Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo) per avere fornito la versione italiana di questo rapporto. AZIONE

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Allegato II L ONU e le persone con disabilità

Allegato II L ONU e le persone con disabilità Allegato II L ONU e le persone con disabilità L impegno delle Nazioni Unite sul miglioramento dello Stato delle persone con disabilità Oltre mezzo miliardo di persone sono disabili come risultato di una

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa

I social protection floors per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Conferenza Internazionale del Lavoro 101^ Sessione 2012 IV Rapporto (2B) I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Quarto punto dell'agenda Ufficio Internazionale

Dettagli

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI capitolo 15-1 POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI OBIETTIVO: EQUILIBRIO (ANCHE SE NEL LUNGO PERIODO) DISAVANZI: IMPLICANO PERDITE DI RISERVE VALUTARIE AVANZI: DANNEGGIANO ALTRI PAESI E CONDUCONO A

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

LE POLITICHE DEL LAVORO

LE POLITICHE DEL LAVORO LE POLITICHE DEL LAVORO Sono l insieme di interventi pubblici rivolti alla tutela dell interesse collettivo all occupazione. Tali politiche sono strettamente connesse con altri settori: fiscale, sociale

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli