Psicologia del territorio: efficacia dei modelli di collaborazione in altri Paesi. Enrico Benelli, PhD Università degli Studi, Padova

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Psicologia del territorio: efficacia dei modelli di collaborazione in altri Paesi. Enrico Benelli, PhD Università degli Studi, Padova"

Transcript

1 Psicologia del territorio: efficacia dei modelli di collaborazione in altri Paesi Enrico Benelli, PhD Università degli Studi, Padova

2 Introduzione Il 14% del peso mondiale delle malattie è attribuito a disturbi mentali (WHO, 2004 update on the global burden of desease) CMD (Common Mental Disorders): episodi depressivi, disturbi nevrotici, stress-collegati e somatoformi Disturbi da uso di alcol e sostanze Psicosi Il carico dei disturbi mentali è probabilmente sottostimanto poichè non è adeguatamente apprezzata l inestricabile connessione tra la malattia mentale e altre condizioni di salute L OMS afferma che non c è salute senza salute mentale È necessario che la salute mentale sia integrata in tutti gli aspetti della salute e delle politiche sociali, nella pianificazione dei Sistemi Sanitari Nazionali, e nella prestazione dell assistenza sanitaria di base e specialistica (Prince et al., 2007, Lancet)

3 Introduzione USA i disturbi mentali coinvolgono il 25% della popolazione, che al 70% sono diagnosticati e trattati nell assistenza sanitaria di base (Goodrich, 2013) Canada Problemi psicologici ed emotivi rappresentano dal 30 al 70 % delle consultazioni presso i medici di famiglia (Chomienne, 2010) Australia Il 20% delle persone con disturbo mentale disabilitante non riceve trattamento e non lo richiede; il 90% di chi chiede aiuto per problemi mentali si rivolge al medico di famiglia (Andrews et al., 2001) Paesi Bassi I problemi psicosociali rappresentano dal 40 al 60% dei problemi riportati durante la consultazione con i MMG (Derksen, 2009)

4 USA 2008 Mental Health Parity and Addiction Equity Act (MHPAEA) Fornisce uguale copertura assicurativa per i trattamenti rivolti alla salute fisica e alla salute mentale (behavioural health) 2010 US Patient Protection and Affordable Care Act (PPACA) Si focalizza su salute mentale, prevenzione e benessere Contenimento dei costi Migliorare l accesso alla cura di qualità Espandere le coperture assicurative Stanziano: 15 mlr di $ in 10 anni

5 Canada 2002 Romanow Commission sul futuro del Servizio Sanitario Raccomanda che la salute mentale sia community based ed accessibile 2002 Primary Health Care Transition Fund (PHCTF) 780 mln $cnd 2004 Canadian Collaborative Mental Health Initiative (CCMHI) Integra medici di base, psichiatri, psicologi, assistenti sociali, infermieri, farmacisti e dietisti

6 Australia 2001 Australia s Better Outcomes in Mental Health Care (BOMHC) Migliora la qualità delle prestazioni per chi già è in cura dai MMG, specialmente per chi è a basso reddito Accesso agli Allied Psychological Services (ATAPS) Attraverso le Division of General Practice Permette al MMG di inviare i pazienti con disturbi mentali (Depressione e ansia) a professionisti della salute mentale, per lo più psicologi, per trattamenti a basso costo, evidence based, per lo più CBT, nella formula (o +12) 22,7 mln in 4 anni ( ) per 108 progetti 2006 Better Access Programme Facilita l accesso ai trattamenti psicologici Evidence based Attraverso gli MBS Medicare Benefits Schedule Tier 1 services (generale), 2 (popolazioni a rischio), 3 (persone con gravi disturbi mentali) 538 mln in 4 anni, divenuti 1,4 mlr nel 2010

7 Paesi Bassi Passaggio progressivo della salute mentale da cura secondaria a cura primaria Dal 2000 agli psicologi è riconosciuto un rimborso parziale per trattamenti brevi Dal 2008 ogni assicurazione sanitaria di base riconosce 8 sedute (fino a 12 con assicurazione supplementare)

8 Metodo: banca dati Ricerca in AIRE Web of science (ISI) Pubmed ERIC (USDE) Psychology and Behavioural Science (PBSC) Psychinfo (Ovid) Science Direct (Elsevier) Scopus (Elsevier) SocINDEX (EBSCO) PEP Psychoanalytic Electronic Publishing

9 Metodo: parole chiave PSICOLOGO di base [Psychologist, Family psychologist, Primary care psychologist ] MMG [Phisician, Family Phisician, Family doctor, Primary care phisicians, Primary Care Provider, General practitioner] ASSISTENZA SANITARIA [Primary Health Care, Primary Care, Family medicine] SALUTE MENTALE [Mental health, Mental health Service] CURA Integrata/collaborativa [Integrated Care, Collaborative practice, collaborative care, colocated care] PAESE [USA, Canada, Australia, Paesi Bassi]

10 Metodo: review esplorativa non sistematica Key words [Family psychologist] 113 N [Psychologyst] AND [Primary Care] 85 [Psychologyst] AND [Family Phisician] 13 [Psychologyst] AND [Family doctor] 3 SPECIAL ISSUES: Families, Systems and Health, Vol.28, Integrated Health Care Models Clinical Case Studies, Vol.4(2), Collaboration between psychologists and primary care physicians

11 Variabili 1. Principali modelli di integrazione Psicologo nella cura primaria oltre che nella cura secondaria e terziaria 2. Prove di efficacia dell integrazione Miglioramento degli outcome 3. Prove della riduzione dei costi sanitari Riduzione dei costi

12 Modelli di collaborazione in USA Definizione di cura integrata nell assistenza sanitaria di base (Goodrich, 2013): Intervento multicomponente nell assistenza sanitaria che riorganizza la prestazione delle cure in modo che i responsabili della cura connettano i MMG in modo più efficiente con i pazienti e con chi si occupa della salute mentale, per migliorare il trattamento evidence-based dei disturbi mentali. Co-locating non è sufficiente a migliorare l outcome

13 Modelli di collaborazione in USA US Patient Protection and Affordable Care Act (PPACA) PCMH Patient Centered Medical Home CCM Collaborative Care Model (basati sul Chronic Care Model, Wagner 1996) PCPCC Patient Centered Primary Care Collaborative Model ACO Accountable Care Organization Rendere rimborsabili gli interventi attraverso la revisione dei nomenclatori

14 CCM Collaborative Care Model I Collaborative Care Model si basano sul Wagner s Chronic Care Model Riconosce che la cura medica tende a priorizzare il trattamento dei sintomi acuti Il trattamento degli stati acuti non si adatta alle condizioni croniche che richiedono un approccio integrato, inclusi i disturbi mentali

15 PCMH Patient Centered Medical Home Principi fondamentali: Orientamento alla persona intera Implementazione del modello Bio Psico Sociale Servizi integrati tra gli operatori della salute fisica e della salute mentale

16 PCMH Patient Centered Medical Home Personal psychian: ogni paziente ha una relazione continuativa con il proprio medico, addestrato a fornire il primo contatto, ed una cura comprensiva e continuativa Physician directed medical practice: Il medico guida un team di professionisti che collettivamente si assumono la responsabilità per la cura continuativa del paziente Whole person orientation: il medico è responsabile di provvedere per tutti i bisogni di salute del paziente o di predisporre adeguatamente le cure degli altri professionisti

17 PCMH Patient Centered Medical Home La cura è coordinata o integrata tra tutti gli elementi del sistema sanitario invio a specialisti, ospedale, assistenza domiciliare, servizi infermieristici e l ambiente sociale del paziente famiglia, servizi privati di comunità attraverso l uso di registri, tecnologia informatica, scambio di informazioni inerenti la salute, altri mezzi che assicurino che il paziente ottenga le cure indicate quando e dove ne ha bisogno e vuole in modo culturalmente e linguisticamente appropriato

18 PCMH Patient Centered Medical Home Qualità e Sicurezza Evidence Based Treatment Strumenti per il giudizio clinico guidato Partecipazione attiva dei pazienti nelle decisioni e feedback sulla soddisfazione delle aspettative Tecnologie informatiche utilizzate per supportare la cura, misurare le performance, educazione e migliorare la comunicazione Accesso facilitato alla cura appuntamenti su domanda senza lista d attesa, orario esteso

19 Review di RCT e studi quasi sperimentali dal 1950 al 2008

20 Integrazione tra gli operatori Gli studi sono assegnati ad uno di quattro livelli di integrazione tra operatori, in base al grado di condivisione del processo decisionale tra il medico e l operatore della salute mentale e se operano nello stesso luogo. Decisioni Co-locato Separato Consenso 1 - Coordinato 2 3 Medico 3 4

21 Integrazione del processo di cura Screening sistematico Intervento psicoeducativo e di self-care Farmacoterapia Psicoterapia Cura coordinata (Protocollo o linee guida) Monitoraggio clinico Aderenza alla farmacoterapia Follow up standardizzato Cura formale stepped Supervisione

22

23 Risultati: i risultati sono efficaci non sono evidenziabili effetti specifici del livello di integrazione, del processo di cura o della loro interazione Conclusioni: senza prove più evidenti a sostegno di un modello di integrazione, è legittimo essere preoccupati di una ortodossia prematura

24 USA Veteran Affairs The White River Model of Colocated Collaborative Care (WRJ): the primary mental health care clinic (PMHC) American Psychiatric Association gold achievement award Veteran Affairs award

25

26 White River Model Considera le seguenti dimensioni (Miles et al., 2006) (a) spaziale (co-locazione vs. separazione), (b) temporale (accesso immediato vs. differito), (c) livello di esperienza (sia anni che qualifica), (d) comunicazione (da nessuna a discussione congiunta dei casi con cartella clinica integrata) (e) grado di stigmatizzazione

27 La Riforma Australiana della salute mentale è introdotta dal Consiglio dei Governi Australiani attraverso il Piano di Azione Nazionale per la Salute mentale ; La riforma più estesa è il Better Access Program, iniziato il 1 novembre Sono stati stanziati inizialmente 538 ml in 4 anni, divenuti 1,4 bn I pazienti che hanno ricevuto trattamenti via ATAPS hanno mostrato considerevoli miglioramenti clinici.

28 Modelli di integrazione in Australia Better Outcomes in Mental Health Care (BOMHC) 108 progetti ATAPS (Access to Allied Psychological Services) INGAGGIO: protocollo di intesa vs assunzione diretta LUOGO: studio medico o studio dello psicologo o altro INVIO: Voucher, Brokerage, Roster, Direct

29 Risultati: Modelli in Australia INGAGGIO Protocollo di intesa ns Assunzione diretta 0,08 LUOGO Studio del medico ns Studio dello psicologo (β -0.30) 0,08 Altro INVIO Voucher ns p<0.10 * p<0.05 Broker Roster p ns ns ns Diretto 0,03*

30 Modelli di integrazione in Australia Il modello con invio diretto sembra associato a migliori risultati I risultati degli psicologi assunti dalle Divisioni di medicina generale tendono ad avere risultati maggiori Gli psicologi che ricevono presso il loro studio tendono ad avere risultati minori

31 Fine anni 70: crisi economica, ricerca di lavoro, ruggenti 60, aiuto psicologico reso disponibile al pubblico Non rimborsato dalle compagnie assicurative sanitarie, adattamento del pagamento alle possibilità del paziente, pratica non usuale nei Paesi Bassi Inizia la collaborazione con i family phisicians che all epoca lavoravano soli, soprattutto con in pazienti che apparivano sani ma andavano di frequenza negli studi (disturbi somatici) Ad oggi la maggior parte dei medici di base ha un più o meno intenso rapporto di collaborazione con i PCP

32 Paesi Bassi 30 anni di pressione politica e di azione scientifica hanno portato al riconoscimento del PCP Dal 1 gennaio 2008 ogni politica assicurativa sanitaria di base rimborsa fino a 8 consultazioni con un PCP per ogni cittadino, estese a 12 nei piani assicurativi supplementari che quasi tutti hanno

33 Paesi Bassi Formazione: 4 anni + 2 di tranining (5 gg/w: 4 pratica supervisionata, 1 teoria) Funzioni: bio-psico-sociale la salute non è assenza di malattia ma buona qualità della vita e buone relazioni. promozione della salute: stile di vita salutare, abitudini alimentari, anche attraverso seminari e minicorsi su tali argomenti Integrazione: stretta collaborazione con gli altri operatori: medici di base, infermieri territoriali, fisioterapeuti, assistenti sociali.

34 Riduzione dei costi USA: Kathol et al. (2005): Le persone con diagnosi di depressione hanno costi doppi Chiles et al. (1999): in una review di 91 studi conclude che persone con disturbo mentale che ricevono un trattamento riducono i costi medici complessivi del 17%, mentre i gruppi di controllo che non ricevono trattamento aumentano i costi del 12,3% Lorig et al. (1999): le persone con disturbi cronici che partecipano a gruppi di auto gestione dei sintomi e delle emozioni portano ad un risparmio di 10 a 1 Blount (2007): oltre il 70% di chi soffre di un disturbo mentale non riceve un trattamento. Solo il 6% riceve un trattamento Evidence Based. I costi dei disturbi non trattati si riversano sui costi dei servizi sanitari di base. Wang et al. (2004) Un impiegato con depressione perde in media 4,5 giorni di lavoro al mese ed è sottoproduttivo per l equivalente di 2,3 giorni al mese, con un costo totale di 550$

35 Riduzione dei costi Canada: Chomienne (2010) riporta una diminuzione complessiva dei costi fatturati dai medici di famiglia per la salute mentale del 2-3% quando integrati con lo psicologo

36 Conclusioni Peek & Heinrich (1995): l assistenza sanitaria si divide in tre mondi: clinico, finanziario, amministrativo, ognuno con il suo linguaggio e la sua coerenza interna, ma per il successo della fornitura dell assistenza sanitaria è necessario che i programmi ed i piani incontrino le necessita di tutte e tre le prospettive (in Winefield, 2004) (Winefield, 2004) Promuovere la conoscenza reciproca

37 Conclusioni L impresa di promuovere un cambiamento culturale di questo tipo coinvolge tutti gli attori: Ordini Regionali e Nazionale Ordini dei medici ASL Regione e altri enti territoriali Università Scuole di specializzazione

È EFFICACE LO SCREENING PER LA DEPRESSIONE

È EFFICACE LO SCREENING PER LA DEPRESSIONE Lo screening e il trattamento della depressione. Quali sono le strategie più convenienti? Recentemente, due articoli e un editoriale sono apparsi sul British Medical Journal per discutere dei programmi

Dettagli

Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso

Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Il Caregiver: figura cardine per la sostenibilità della presa in carico del paziente complesso Maria Angela Becchi Taranto

Dettagli

Dipartimento Psichiatria. Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute

Dipartimento Psichiatria. Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute Dipartimento Psichiatria Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute Rimini, 20-22 novembre 2015 Agenda Il percorso di Senior Italia FederAnziani Obiettivi del Dipartimento Psichiatria Contesto

Dettagli

AL COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ

AL COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ Congresso PERCORSI DIAGNOSTICO-TERAPEUTICI CONDIVISI PER L ADHD Una risposta alle criticità e ai bisogni inevasi Milano, 10 novembre 2015 AL COMPIMENTO DELLA MAGGIORE ETÀ SESSIONE: STRUTTURA DELLA RETE

Dettagli

Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia

Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia Percorsi di integrazione tra salute mentale e medicina generale nell Azienda USL di Reggio Emilia Maria Bologna Dipartimento Salute Mentale-DP AUSL Reggio Emilia Corso di Formazione Gestione della depressione

Dettagli

Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di Assistenza Individuale

Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di Assistenza Individuale Il distretto sociosanitario: esperienze a confronto Bari, 27 28 ottobre 2011 Gli strumenti e le procedure del Chronic Care Model per la valutazione del caso e la redazione e il monitoraggio del Piano di

Dettagli

Il malato complesso: possibili modelli di management

Il malato complesso: possibili modelli di management Il malato complesso: possibili modelli di management Walter Ricciardi, Maria Lucia Specchia Istituto di Sanità Pubblica, Università Cattolica del Sacro Cuore Agenda La gestione del malato complesso Gli

Dettagli

DEFINITION, STRUCTURE, CONTENT, USE AND IMPACTS OF ELECTRONIC HEALTH RECORDS: A REVIEW OF THE RESEARCH LITERATURE

DEFINITION, STRUCTURE, CONTENT, USE AND IMPACTS OF ELECTRONIC HEALTH RECORDS: A REVIEW OF THE RESEARCH LITERATURE DEFINITION, STRUCTURE, CONTENT, USE AND IMPACTS OF ELECTRONIC HEALTH RECORDS: A REVIEW OF THE RESEARCH LITERATURE Kristiina Hayrinen, Kaija Saranto, Pirkko Nykanen. International Journal of Medical Infomratics

Dettagli

LA CONTINUITA ASSISTENZIALE IN SALUTE MENTALE. Antonio Lora

LA CONTINUITA ASSISTENZIALE IN SALUTE MENTALE. Antonio Lora LA CONTINUITA ASSISTENZIALE IN SALUTE MENTALE Antonio Lora Il ruolo della continuità terapeutica in salute mentale Un esempio concreto: la continuità nei disturbi mentali gravi in Lombardia La continuità

Dettagli

Trattamento integrato dei disturbi mentali nelle Cure Primarie: il Programma Regionale G. Leggieri

Trattamento integrato dei disturbi mentali nelle Cure Primarie: il Programma Regionale G. Leggieri SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia Trattamento integrato dei disturbi mentali nelle Cure Primarie: il Programma Regionale G. Leggieri Dr.ssa Marina

Dettagli

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica

Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Il ruolo dell infermiere specializzato nell educazione educazione terapeutica Satta Hai Anna SDD A.O. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi - Varese Nella legge n, 42 del 26/02/ 99 scompare la parola

Dettagli

ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie

ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie ISTUD Osservatorio delle Cure Primarie Convegno del 27/11/2013 L impatto dei sistemi di Patient Relationship Management (PRM): l esperienza nei Paesi Baschi Relatore: Roberto Giordano - Accenture Leadership,

Dettagli

Le verifiche di qualità. Antonino Salvia

Le verifiche di qualità. Antonino Salvia Le verifiche di qualità 1) Obiettivi della qualità 2) Dimensioni correlate alla qualità 3) Concetto di quality assurance 4) Metodologie di approccio alla qualità 5) Audit clinico nel percorso stroke 6)

Dettagli

Introduzione al Disease Management. 2008 Pfizer Italy. TUTTI I DIRITTI RISERVATI.

Introduzione al Disease Management. 2008 Pfizer Italy. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Introduzione al Disease Management 2008 Pfizer Italy. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Il costo delle condizioni croniche. Medical Expenses by Patient Condition 100% 80% 60% 40% 20% 0% % Population % Total Costs

Dettagli

01/02/2008 DANILO MASSAI / ALESSANDRO MANCINI

01/02/2008 DANILO MASSAI / ALESSANDRO MANCINI LA SALUTE PER TUTTI EFFICACIA Qualità dell assistenza (uso ottimale delle risorse) SERVIZI SANITARI (sistema sanitario, strutture, operatori) EQUITA Razionamento (uso appropriato delle risorse) RISORSE

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO. Le AFT nuovo soggetto della sanità regionale: modelli di funzionamento e interazioni

PERCORSO FORMATIVO. Le AFT nuovo soggetto della sanità regionale: modelli di funzionamento e interazioni Premessa PERCORSO FORMATIVO Le AFT nuovo soggetto della sanità regionale: modelli di funzionamento e interazioni Il presente percorso formativo nasce come supporto alla riorganizzazione del sistema sanitario

Dettagli

Roma, 9-11 novembre 2012 Ruolo dell infermiere nel mondo dal Congresso Internazionale di Firenze

Roma, 9-11 novembre 2012 Ruolo dell infermiere nel mondo dal Congresso Internazionale di Firenze Ruolo dell infermiere nel mondo dal Congresso Internazionale di Firenze CPSI Gaetano Crescenzo S.C. di Endocrinologia A. O. Ordine Mauriziano di Torino L International Society of Endocrinology e stata

Dettagli

L innovazione in salute mentale: il ruolo della psicologia

L innovazione in salute mentale: il ruolo della psicologia Congresso: La psicologia e il sistema socio-sanitario regionale L innovazione in salute mentale: il ruolo della psicologia Mauro Percudani, Dipartimento di Salute Mentale A.O. G. Salvini Garbagnate Milanese

Dettagli

RIFORMA AZIENDE SANITARIE, DISTRETTI E INTEGRAZIONE: MODELLO SACILE. Più salute e servizi sul territorio. Fabio SAMANI

RIFORMA AZIENDE SANITARIE, DISTRETTI E INTEGRAZIONE: MODELLO SACILE. Più salute e servizi sul territorio. Fabio SAMANI RIFORMA AZIENDE SANITARIE, DISTRETTI E INTEGRAZIONE: MODELLO SACILE. Più salute e servizi sul territorio Fabio SAMANI RESPONSABILE NAZIONALE AREA DELLA RICERCA SOCIETÀ ITALIANA DI MEDICINA GENERALE Il

Dettagli

Bologna 22 ottobre. Dott. Angela Marina Codifava MMG di MO

Bologna 22 ottobre. Dott. Angela Marina Codifava MMG di MO Bologna 22 ottobre Dott. Angela Marina Codifava MMG di MO Job description del Medico generale 50-60 contatti die per 1300-1500 pz * Attività ambulatoriale 5-6 ore die visite generali 61,3%, accessi veloci

Dettagli

GLI INTERVENTI PSICOEDUCATIVI FAMILIARI NELLA DEPRESSIONE MAGGIORE Lorenza Magliano ! " # $ $%$$& ' $ ( ( ) * +,-.,-,- ) / ,) 01 (/ ) 0 2. ( 3 1.! 0 (," $ '31415+*67899:;7

Dettagli

Punto insieme Sanità. Tavolo Tecnico Depressione 20 Marzo 2014

Punto insieme Sanità. Tavolo Tecnico Depressione 20 Marzo 2014 Punto insieme Sanità Tavolo Tecnico Depressione 20 Marzo 2014 Background della depressione nel paziente anziano in Italia 2 Il contesto della Depressione Le patologie psichiatriche costituiscono un problema

Dettagli

"Indagine conoscitiva sulla patologia diabetica in rapporto al Servizio sanitario nazionale ed alle connessioni con le malattie non trasmissibili"

Indagine conoscitiva sulla patologia diabetica in rapporto al Servizio sanitario nazionale ed alle connessioni con le malattie non trasmissibili COMMISSIONE IGIENE E SANITA SENATO DELLA REPUBBLICA OSSERVAZIONI E DATI DELLA FEDERAZIONE ITALIANA AZIENDE SANITARIE ED OSPEDALIERE PER "Indagine conoscitiva sulla patologia diabetica in rapporto al Servizio

Dettagli

V GIORNATA MONDIALE BPCO

V GIORNATA MONDIALE BPCO V GIORNATA MONDIALE BPCO DR.SSA MARIELLA MARTINI Direttore Generale Azienda Sanitaria Locale Reggio Emilia 1 Provincia di Reggio Emilia 486.961 Abitanti Azienda USL di Reggio Emilia 6 Distretti 3776 Dipendenti

Dettagli

Casa della Salute di San Secondo Parmense. - SPI CGIL - Funzione Pubblica CGIL ( Brescia 24 giugno 20

Casa della Salute di San Secondo Parmense. - SPI CGIL - Funzione Pubblica CGIL ( Brescia 24 giugno 20 L - SPI CGIL - Funzione Pubblica CGIL ( Brescia 24 giugno 20 i presupposti Per portare a compimento il sistema delle cure primarie, la RER ha progettato la realizzazione delle Case della Salute ( CdS ),

Dettagli

Ospedale e territorio, esperienze ed evoluzione futura

Ospedale e territorio, esperienze ed evoluzione futura Ospedale e territorio, esperienze ed evoluzione futura Enrico Bollero Direttore Generale, Fondazione Policlinico Tor Vergata Coordinatore Forum Direttori Generali FEDERSANITÀ - Anci 1 Il problema La continuità

Dettagli

Aphasia United www.aphasiaunited.org Raccomandazioni di Best Practice per l'afasia Introduzione

Aphasia United www.aphasiaunited.org Raccomandazioni di Best Practice per l'afasia Introduzione Aphasia United www.aphasiaunited.org Raccomandazioni di Best Practice per l'afasia Introduzione L'afasia è una disabilità acquisita della comunicazione dovuta ad un danno alle aree cerebrali del linguaggio,

Dettagli

L efficacia del Programma regionale Giuseppe Leggieri : un trial randomizzato controllato multicentrico

L efficacia del Programma regionale Giuseppe Leggieri : un trial randomizzato controllato multicentrico L efficacia del Programma regionale Giuseppe Leggieri : un trial randomizzato controllato multicentrico Progetto ordinario per la ricerca finalizzata del Ministero della Salute ABR-2007-671665 D Berardi,

Dettagli

La collaborazione tra Salute Mentale e Medicina Generale in Emilia Romagna: I Percorsi di Cura per Livelli

La collaborazione tra Salute Mentale e Medicina Generale in Emilia Romagna: I Percorsi di Cura per Livelli La collaborazione tra Salute Mentale e Medicina Generale in Emilia Romagna: I Percorsi di Cura per Livelli Maria Bologna AUSL Reggio Emilia Dipartimento Salute Mentale-DP bolognam@ausl.re.it Conferenza

Dettagli

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute Maria Grazia Proietti il campo di competenza dell infermiere è rappresentato dal complesso delle attività rivolte

Dettagli

Indirizzi per l attuazione della sanità d iniziativa a livello territoriale e per la gestione dei percorsi territorio ospedale territorio

Indirizzi per l attuazione della sanità d iniziativa a livello territoriale e per la gestione dei percorsi territorio ospedale territorio Indirizzi per l attuazione della sanità d iniziativa a livello territoriale e per la gestione dei percorsi territorio ospedale territorio Premessa Il Piano Sanitario Regionale (PSR) 2008-2010, alla luce

Dettagli

UNA NUOVA FORMA ASSISTENZIALE IL CHRONIC CARE MODEL

UNA NUOVA FORMA ASSISTENZIALE IL CHRONIC CARE MODEL UNA NUOVA FORMA ASSISTENZIALE IL CHRONIC CARE MODEL Mortalità per malattie del sistema circolatorio, tumori e malattie infettive, per 100.000 abitanti. Anni 1926-2001. Fonte: Istat 600 500 400 300 Malattie

Dettagli

L integrazione professionale per l assistenza a domicilio: infermieri e fisioterapisti a confronto

L integrazione professionale per l assistenza a domicilio: infermieri e fisioterapisti a confronto L integrazione professionale per l assistenza a domicilio: infermieri e fisioterapisti a confronto Stefania Franciolini, Direttore U.O. Servizio Assistenza Infermieristica Territoriale Simonetta Tamburini,

Dettagli

Distress, probabile depressione, livelli di empowerment e attività di self-care nel diabete di tipo 2: le differenze di genere

Distress, probabile depressione, livelli di empowerment e attività di self-care nel diabete di tipo 2: le differenze di genere Distress, probabile depressione, livelli di empowerment e attività di self-care nel diabete di tipo 2: le differenze di genere Maria Chiara Rossi Reggio Emilia 10 e 11 aprile 2015 Centro Internazionale

Dettagli

Modalità di Gestione nelle Cure Primarie

Modalità di Gestione nelle Cure Primarie Modalità di Gestione nelle Cure Primarie Medicina d attesa Medicina d opportunità Medicina d Iniziativa Campagne di sensibilizzazione e di prevenzione Dr. Maurizio Pozzi Modelli Generali delle Cure Primarie

Dettagli

Il Servizio di Psicologia di Base in collaborazione con il medico di medicina generale e i paediatri di libera scelta

Il Servizio di Psicologia di Base in collaborazione con il medico di medicina generale e i paediatri di libera scelta Il Servizio di Psicologia di Base in collaborazione con il medico di medicina generale e i paediatri di libera scelta Ricerca Intervento in collaborazione con il medico di medicina generale e i paediatri

Dettagli

Questionario sulla Gestione dei disturbi Mentali comuni nelle cure Primarie (GMP) Medico Psichiatra

Questionario sulla Gestione dei disturbi Mentali comuni nelle cure Primarie (GMP) Medico Psichiatra Questionario sulla Gestione dei disturbi Mentali comuni nelle cure Primarie (GMP) Medico Psichiatra 1 Caro collega, La invitiamo a rispondere alle domande del presente questionario sulla gestione dei Disturbi

Dettagli

Storia e realtà dell alcologia in Italia

Storia e realtà dell alcologia in Italia XXII Congresso Nazionale 150 anni d Unità d Italia storia e realtà del rapporto tra italiani e alcol Torino 9-11 Novembre 2011 Villa Gualino Storia e realtà dell alcologia in Italia Prof. Valentino Patussi

Dettagli

Evidenze della efficacia della psicoterapia nei DCA

Evidenze della efficacia della psicoterapia nei DCA Evidenze della efficacia della psicoterapia nei DCA G. Martinotti Addictive Behaviours Unit Istituto di Psichiatria e Psicologia Università Cattolica del Sacro Cuore Roma L outcome in psicoterapia La valutazione

Dettagli

Il trattamento dei disturbi psichiatrici comuni nella medicina generale: Il Programma Giuseppe Leggieri della Regione Emilia-Romagna

Il trattamento dei disturbi psichiatrici comuni nella medicina generale: Il Programma Giuseppe Leggieri della Regione Emilia-Romagna Il trattamento dei disturbi psichiatrici comuni nella medicina generale: Il Programma Giuseppe Leggieri della Regione Emilia-Romagna Clara Curcetti Milano, 17 ottobre 2008 XII CONFERENZA NAZIONALE HPH

Dettagli

Valutare l efficacia della Psicoterapia

Valutare l efficacia della Psicoterapia Valutare l efficacia della Psicoterapia Premessa: Le sempre più limitate risorse economiche (da parte di enti pubblici e privati) e l esigenza di un giudizio di impatto economico per ogni specifico intervento

Dettagli

La Psicologia in Lombardia: cornice normativa, attività e prospettive. G. De Isabella, U. Mazza, R. Telleschi

La Psicologia in Lombardia: cornice normativa, attività e prospettive. G. De Isabella, U. Mazza, R. Telleschi La Psicologia in Lombardia: cornice normativa, attività e prospettive G. De Isabella, U. Mazza, R. Telleschi Psicologia psicoterapia Piano Socio Sanitario Regionale (PSSR) 2002-2004 Psicologia Psichiatria

Dettagli

RE I-MUR. Ottimizzazione delle risorse e contestualizzazione dei risultati. Andrea Manfrin & Janet Krska. a.manfrin@kent.ac.uk / j.krska@kent.ac.

RE I-MUR. Ottimizzazione delle risorse e contestualizzazione dei risultati. Andrea Manfrin & Janet Krska. a.manfrin@kent.ac.uk / j.krska@kent.ac. RE I-MUR Ottimizzazione delle risorse e contestualizzazione dei risultati Andrea Manfrin & Janet Krska a.manfrin@kent.ac.uk / j.krska@kent.ac.uk Medway School of Pharmacy Pharmacy Practice Research Group

Dettagli

Parte VI - SUPPORTO E FORMAZIONE AI CAREGIVER. David Simoni, Claudia Cantini, Sandra Passini

Parte VI - SUPPORTO E FORMAZIONE AI CAREGIVER. David Simoni, Claudia Cantini, Sandra Passini Parte VI - SUPPORTO E FORMAZIONE AI CAREGIVER David Simoni, Claudia Cantini, Sandra Passini INTRODUZIONE La famiglia costituisce in Italia la principale risorsa assistenziale per l anziano disabile. La

Dettagli

Il progetto della sanità di iniziativa in Toscana

Il progetto della sanità di iniziativa in Toscana Il progetto della sanità di iniziativa in Toscana Giornata di lavoro Il percorso dell assistito con patologia cronica ad alta prevalenza Milano, 13 novembre 2013 francesco.profili@ars.toscana.it paolo.francesconi@ars.toscana.it

Dettagli

Meditel organizza e promuove servizi diagnostici specialistici erogati in telemedicina WEB BASED

Meditel organizza e promuove servizi diagnostici specialistici erogati in telemedicina WEB BASED l e v o l u z i o n e d e l l a t e l e m e d i c i n a Meditel organizza e promuove servizi diagnostici specialistici erogati in telemedicina WEB BASED 2 Telemedicina E la pratica della medicina che si

Dettagli

Dr.Piergiorgio Trevisan

Dr.Piergiorgio Trevisan LE CURE PRIMARIE Le AFT: stato dell arte del progressivo inserimento dei MMG e dei MCA nella struttura distrettuale per un distretto casa dei Medici di Assistenza Primaria Dr.Piergiorgio Trevisan L Azienda

Dettagli

Il programma si compone di due ricerche internazionali sulle valutazioni legate all assistenza degli individui affetti da tali patologie.

Il programma si compone di due ricerche internazionali sulle valutazioni legate all assistenza degli individui affetti da tali patologie. Keeping Care Complete Sintesi dei risultati internazionali Keeping Care Complete ha l obiettivo di esaminare e creare consapevolezza circa le questioni emotive e sociali associate al trattamento e all

Dettagli

La Rete Territoriale

La Rete Territoriale ASSESSORADU DE S'IGIENE E SANIDADE E DE S'ASSISTÈNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE La Rete Territoriale Giuseppe Sechi, DG Sanità Cagliari 11 Novembre 2015 La Dimensione

Dettagli

GESTIONE INTEGRATA OSPEDALE- TERRITORIO DEL PAZIENTE CON ICTUS CEREBRI

GESTIONE INTEGRATA OSPEDALE- TERRITORIO DEL PAZIENTE CON ICTUS CEREBRI GESTIONE INTEGRATA OSPEDALE- TERRITORIO DEL PAZIENTE CON ICTUS CEREBRI DEFINIZIONE Il Ministero della Salute ha definito l ictus come : una sindrome caratterizzata dall'improvviso e rapido sviluppo di

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

Ipertensione Arteriosa & Rischio Cardiovascolare

Ipertensione Arteriosa & Rischio Cardiovascolare CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN MEDICINA GENERALE IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE CON INTERESSE SPECIALE IN AREA CARDIOVASCOLARE Ipertensione Arteriosa & Rischio Cardiovascolare Percorso Educazionale Formativo

Dettagli

LCTLSN56M53F205Y alessandra.alciati @libero.it

LCTLSN56M53F205Y alessandra.alciati @libero.it F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALCIATI ALESSANDRA Indirizzo Telefono 3381985310 CF E-mail VIA CAPRERA 4, 20144 MILANO LCTLSN56M53F205Y alessandra.alciati @libero.it

Dettagli

Il rapporto Medico-Paziente

Il rapporto Medico-Paziente Il rapporto Medico-Paziente Cenni storico-metodologici La posizione del medico - Posizione pregiudiziale (moralità, legalità, credenze ecc) - Distanza asettica e difensiva -Partecipazione emotivo-affettiva

Dettagli

Linee di indirizzo per il trattamento dei Disturbi Gravi di Personalità

Linee di indirizzo per il trattamento dei Disturbi Gravi di Personalità Linee di indirizzo per il trattamento dei Disturbi Gravi di Personalità Servizio Salute Mentale Dipendenze Patologiche e salute nelle Carceri Bologna 8 gennaio 2013 1 Obiettivi della riunione Progetto

Dettagli

Migliorare l appropriatezza del trattamento della depressione in Italia. Un progetto concreto

Migliorare l appropriatezza del trattamento della depressione in Italia. Un progetto concreto Migliorare l appropriatezza del trattamento della depressione in Italia. Un progetto concreto Dr. Giuseppe Tibaldi - Torino Dr. Carmine Munizza - Torino Dr. Luigi Ferrannini - Genova Matera, 5 Novembre

Dettagli

IL MECCANISMO HONEST BROKER MANTIENE LA PRIVACY NELLO SCAMBIO DI DATI TRA STRUTTURE SANITARIE E CENTRI DI RICERCA MEDICA

IL MECCANISMO HONEST BROKER MANTIENE LA PRIVACY NELLO SCAMBIO DI DATI TRA STRUTTURE SANITARIE E CENTRI DI RICERCA MEDICA IL MECCANISMO HONEST BROKER MANTIENE LA PRIVACY NELLO SCAMBIO DI DATI TRA STRUTTURE SANITARIE E CENTRI DI RICERCA MEDICA Andrew D. Boyd, Charlie Hosner, Dale A. Hunscher, Brian D. Athey, Daniel J. Clauw,

Dettagli

Il ruolo della Medicina Generale nella gestione integrata del paziente diabetico. Gaetano Piccinocchi Società Italiana di Medicina Generale Napoli

Il ruolo della Medicina Generale nella gestione integrata del paziente diabetico. Gaetano Piccinocchi Società Italiana di Medicina Generale Napoli Il ruolo della Medicina Generale nella gestione integrata del paziente diabetico Gaetano Piccinocchi Società Italiana di Medicina Generale Napoli Caratteristiche della Medicina Generale Primo contatto

Dettagli

Proposta di protocollo di gestione dei pazienti diabetici

Proposta di protocollo di gestione dei pazienti diabetici Proposta di protocollo di gestione dei pazienti diabetici Premesse Nella ipotetica piramide a tre livelli( fig 1) il primo livello preventivo ( familiarità IFG ecc ma comunque glicemia inferiore a 126)

Dettagli

Outcome assistenziali. Il Governo Assistenziale: una risposta alle esigenze della sanità che cambia?

Outcome assistenziali. Il Governo Assistenziale: una risposta alle esigenze della sanità che cambia? I Congresso Internazionale Il Governo Assistenziale: una risposta alle esigenze della sanità che cambia?, soddisfazione dei professionisti e governo assistenziale 13 novembre 2007 1 2 1 OBIETTIVO dello

Dettagli

M O D E L L O P E R I L

M O D E L L O P E R I L M O D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Barbara Bogazzi Data di nascita 03.07.1965 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio 029733478

Dettagli

La terapia cognitivo comportamentale per le psicosi. Evidenze e sviluppi. Anna Meneghelli. Programma 2000 Milano Scuola ASIPSE - Milano

La terapia cognitivo comportamentale per le psicosi. Evidenze e sviluppi. Anna Meneghelli. Programma 2000 Milano Scuola ASIPSE - Milano La terapia cognitivo comportamentale per le psicosi. Evidenze e sviluppi Anna Meneghelli Programma 2000 Milano Scuola ASIPSE - Milano I costi delle psicosi Aspettativa di vita inferiore di 15-20 anni (malattie

Dettagli

Attualità e prospettive nella presa in carico dei disturbi mentali comuni: DSM e cure primarie

Attualità e prospettive nella presa in carico dei disturbi mentali comuni: DSM e cure primarie Attualità e prospettive nella presa in carico dei disturbi mentali comuni: DSM e cure primarie Gerardo Favaretto Dipartimento di Salute Mentale www.ulss.tv.it In particolare: I dati di prevalenza progetto

Dettagli

PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE

PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE ALLEGATO 1 PROGETTO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE PER I PAZIENTI CON SLA E LE LORO FAMIGLIE Il presente progetto è finalizzato alla sperimentazione nella Regione Piemonte di un percorso di presa in carico

Dettagli

IL PERCORSO DELL ASSISTITO CON PROBLEMI DI SALUTE MENTALE

IL PERCORSO DELL ASSISTITO CON PROBLEMI DI SALUTE MENTALE IL PERCORSO DELL ASSISTITO CON PROBLEMI DI SALUTE MENTALE L A C O L L A B O R A Z I O N E T R A S E R V I Z I D I S A L U T E M E N T A L E E M E D I C I N A G E N E R A L E : E S P E R I E N Z A D E L

Dettagli

Regione Marche. Il governo, la sostenibilità, l innovazione e lo sviluppo del SSR per la salute del cittadino marchigiano

Regione Marche. Il governo, la sostenibilità, l innovazione e lo sviluppo del SSR per la salute del cittadino marchigiano Regione Marche Il governo, la sostenibilità, l innovazione e lo sviluppo del SSR per la salute del cittadino marchigiano Argomento: Qualità e sicurezza del sistema 1 Inquadramento realtà regionale: Qualità

Dettagli

L infermiere casemanager

L infermiere casemanager L infermiere casemanager Valentina Sangiorgi U.C.S.C. di Roma Policlinico Universitario A.Gemelli Firenze 29-11/1-12-2007 La riorganizzazione delle cure primarie e l integrazione del sistema L aumento

Dettagli

Il ruolo del Medico di Medicina Generale nei confronti degli assistiti con problemi di salute mentale

Il ruolo del Medico di Medicina Generale nei confronti degli assistiti con problemi di salute mentale Il ruolo del Medico di Medicina Generale nei confronti degli assistiti con problemi di salute mentale Beretta Enrico MMG Concorezzo (MB) Milano 12 febbraio - 2014 Due filosofie della medicina che si trovano

Dettagli

Il ruolo del trauma nella psicopatologia

Il ruolo del trauma nella psicopatologia Il ruolo del trauma nella psicopatologia Come psicoterapeuti lavoriamo spesso nel campo del trauma e notiamo sempre che le cicatrici degli avvenimenti più dolorosi non scompaiono facilmente dal cervello,

Dettagli

MODELLI INTERNAZIONALI E NAZIONALI PER LA GESTIONE DELLE PATOLOGIE CRONICHE IN MG. Andrea PIZZINI

MODELLI INTERNAZIONALI E NAZIONALI PER LA GESTIONE DELLE PATOLOGIE CRONICHE IN MG. Andrea PIZZINI MODELLI INTERNAZIONALI E NAZIONALI PER LA GESTIONE DELLE PATOLOGIE CRONICHE IN MG Andrea PIZZINI NECESSITA DI AFFIANCARE Medicina on demand Medicina Attiva Medicina del Singolo Medicina di Popolazione

Dettagli

RIORGANIZZARE I PERCORSI DI ASSISTENZA: AREE DI INTERVENTO E MODELLI OPERATIVI

RIORGANIZZARE I PERCORSI DI ASSISTENZA: AREE DI INTERVENTO E MODELLI OPERATIVI RIORGANIZZARE I PERCORSI DI ASSISTENZA: AREE DI INTERVENTO E MODELLI OPERATIVI 3.1 I PERCORSI TERRITORIALI LA SITUAZIONE ATTUALE La rilevazione delle attività delle UOP e dei DSM attraverso il Sistema

Dettagli

Convegno regionale FIASO Modelli e risultati nello sviluppo dei servizi territoriali La Medicina di Continuità

Convegno regionale FIASO Modelli e risultati nello sviluppo dei servizi territoriali La Medicina di Continuità Convegno regionale FIASO Modelli e risultati nello sviluppo dei servizi territoriali La Medicina di Continuità Roberto Tarquini David Coletta Dipartimento Interaziendale per la Continuità dell Assistenza

Dettagli

DISTURBI AFFETTIVI. Antonio Lora DISTURBI AFFETTIVI NEI DSM LOMBARDI (2009) 27/09/2012 8.223 PAZIENTI CON DISTURBO BIPOLARE

DISTURBI AFFETTIVI. Antonio Lora DISTURBI AFFETTIVI NEI DSM LOMBARDI (2009) 27/09/2012 8.223 PAZIENTI CON DISTURBO BIPOLARE DISTURBI AFFETTIVI Antonio Lora DISTURBI AFFETTIVI NEI DSM LOMBARDI (2009) DIST. BIPOLARE DIST. 6% DEPRESSIVO 17% 8.223 PAZIENTI CON DISTURBO BIPOLARE 22.234 CON DISTURBO DEPRESSIVO PREVALENZA TRATTATA

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info Comorbosità fisica e mentale: un bisogno complesso e sottovalutato 2013-05-23 09:05:06 Redazione SI Carla Perria Spesso i medici si concentrano su sintomi e segni d

Dettagli

U.V.D. (Unità Valutativa Distrettuale) Valuta, Organizza e Coordina interventi Stabilisce case manager Verifica interventi

U.V.D. (Unità Valutativa Distrettuale) Valuta, Organizza e Coordina interventi Stabilisce case manager Verifica interventi Medici di Medicina Generale e Pediatri C.A.D. U.V.D. (Unità Valutativa Distrettuale) Valuta, Organizza e Coordina interventi Stabilisce case manager Verifica interventi Medici Specialisti Servizio Farmaceutico

Dettagli

Laboratorio sull organizzazione per programmi centrati sul destinatario. Emilia Romagna Canada: un confronto

Laboratorio sull organizzazione per programmi centrati sul destinatario. Emilia Romagna Canada: un confronto Laboratorio sull organizzazione per programmi centrati sul destinatario. Emilia Romagna Canada: un confronto Programma per persone con esperienza di tumore Stefano Tamberi, Mattia Altini Meldola, 29 Novembre

Dettagli

Oggetto ed obiettivi dell applicativo di riferimento (sperimentato ed in uso per

Oggetto ed obiettivi dell applicativo di riferimento (sperimentato ed in uso per SISabile: caratteristiche tecniche e funzionali Una piattaforma software per la sperimentazione e l acquisizione di abilità operative nella gestione del percorso diagnostico-terapeutico assistenziale del

Dettagli

La terapia farmacologica nel paziente in doppia diagnosi Michele Sanza Regione Emilia Romagna Servizio Salute Mentale Dipendenze Patologiche e Salute nelle Carceri Corso di Formazione Esordi 1 NICE Guideline

Dettagli

La Health Related Quality of Life (HRQoL): analisi dell evoluzione di un concetto

La Health Related Quality of Life (HRQoL): analisi dell evoluzione di un concetto La Health Related Quality of Life (HRQoL): analisi dell evoluzione di un concetto F. Ierardi*, L. Gnaulati*, F. Maggino^, S. Rodella*, E. Ruviglioni^ *Agenzia Regionale di Sanità della Toscana Osservatorio

Dettagli

GET UP GENETIC ENDOPHENOTYPES TREATMENT: UNDERSTANDING EARLY PSYCHOSIS. I risultati e l impatto sui servizi. Maurizio Miceli

GET UP GENETIC ENDOPHENOTYPES TREATMENT: UNDERSTANDING EARLY PSYCHOSIS. I risultati e l impatto sui servizi. Maurizio Miceli GET UP GENETIC ENDOPHENOTYPES TREATMENT: UNDERSTANDING EARLY PSYCHOSIS I risultati e l impatto sui servizi Maurizio Miceli Bologna 29 ottobre 2015 v GETUP: risultati per i servizi partecipanti Formazione

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL PROGRAMMA DI DISASSUEFAZIONE DAL FUMO PER OPERATORI SANITARI E SOCIOSANITARI (SULLA BASE DELLE LINEE GUIDA ATTUALI)

ORGANIZZAZIONE DEL PROGRAMMA DI DISASSUEFAZIONE DAL FUMO PER OPERATORI SANITARI E SOCIOSANITARI (SULLA BASE DELLE LINEE GUIDA ATTUALI) ORGANIZZAZIONE DEL PROGRAMMA DI DISASSUEFAZIONE DAL FUMO PER OPERATORI SANITARI E SOCIOSANITARI (SULLA BASE DELLE LINEE GUIDA ATTUALI) Ezio Manzato Ambulatorio per Smettere di Fumare SER.D Zevio Az ULSS

Dettagli

Medicina di iniziativa per il paziente esperto

Medicina di iniziativa per il paziente esperto Progetto di adattamento locale di Linee Guida sull osteoartrosi per migliorare la pratica clinica quotidiana Medicina di iniziativa per il paziente esperto Giorgia Squeri Francesca Doronzo Marco Lombardi

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie.

DELIBERAZIONE N. 60/2 DEL 2.12.2015. Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. Oggetto: Sistema Regionale delle Cure Territoriali. Linee di indirizzo per la riqualificazione delle cure primarie. L Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistenza Sociale ricorda che nel Patto della

Dettagli

IL RUOLO DELL INFERMIERE

IL RUOLO DELL INFERMIERE L EDUCAZIONE TERAPEUTICA AL PAZIENTE CON PATOLOGIE CARDIACHE IL RUOLO DELL INFERMIERE Caterina Varaldo Monica Panucci dimensione fortemente individuale colei che è efficiente e in grado di svolgere le

Dettagli

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Angela Fantoni Coordinatore Infermieristico fanangi1@gmail.com SPEDALI CIVILI BRESCIA, Gussago (BS)

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MONCHIERO, BINETTI, D AGOSTINO, GIGLI, MATARRESE, OLIARO, RABINO, ROSSI, VITELLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MONCHIERO, BINETTI, D AGOSTINO, GIGLI, MATARRESE, OLIARO, RABINO, ROSSI, VITELLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1780 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MONCHIERO, BINETTI, D AGOSTINO, GIGLI, MATARRESE, OLIARO, RABINO, ROSSI, VITELLI Disposizioni

Dettagli

PROTOCOLLO DI MONITORAGGIO

PROTOCOLLO DI MONITORAGGIO PROTOCOLLO DI MONITORAGGIO 1) IL PROCESSO VALUTATIVO. Il tema della valutazione dei risultati è ormai sempre più centrale nell organizzazione dei servizi socio-sanitari. Infatti, come riportato in uno

Dettagli

La Promozione della Salute Mentale in Europa: sfide, azioni, ricadute a livello locale

La Promozione della Salute Mentale in Europa: sfide, azioni, ricadute a livello locale S.C. FORMAZIONE E SVILUPPO PROFESSIONALE DIPARTIMENTO INTEGRATO DELLA PREVENZIONE in collaborazione con DSM ASL TO1 DSM ASL TO2 Promuovere la salute mentale: lo sviluppo della resilienza di fronte alla

Dettagli

PERSONALITA STABILE (Eysenck, 1967) ALTERAZIONI COMPORTAMENTALI ORIGINE ORGANICA

PERSONALITA STABILE (Eysenck, 1967) ALTERAZIONI COMPORTAMENTALI ORIGINE ORGANICA L approccio bio-psico-sociale al disturbo di personalità IL DISTURBO DI PERSONALITÀ SECONDARIO A GRAVE CEREBROLESIONE: UNA PATOLOGIA DI CONFINE 5 giugno 2013 Rocca di Fontanellato Benedetta Basagni Psicologa

Dettagli

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte 1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte IL SISTEMA INFORMATIVO VISTO DALLA REGIONE PIEMONTE Dott. Domenico Nigro - Direzione regionale Sanità 24 Maggio 2008

Dettagli

PROMUOVERE LA SALUTE MENTALE NELL ETA EVOLUTIVA I contributi della ricerca italiana

PROMUOVERE LA SALUTE MENTALE NELL ETA EVOLUTIVA I contributi della ricerca italiana PROMUOVERE LA SALUTE MENTALE NELL ETA EVOLUTIVA I contributi della ricerca italiana Il trattamento dell Autismo in età evolutiva: presentazione linee guida Salvatore De Masi 1, Marina Dieterich 2, Alfonso

Dettagli

Interventi evidence-based di primo livello nell ambito della medicina territoriale

Interventi evidence-based di primo livello nell ambito della medicina territoriale Interventi evidence-based di primo livello nell ambito della medicina territoriale Dott. Mauro Ruggeri Gruppo Regionale di Coordinamento Tecnico sul Tabagismo MMG, Prato Presidente Regionale SIMG Toscana

Dettagli

DIPARTIMENTO PSICHIATRIA

DIPARTIMENTO PSICHIATRIA CORTE DI GIUSTIZIA POPOLARE PER IL DIRITTO ALLA SALUTE II CONGRESSO NAZIONALE IL DIRITTO ALLA SALUTE: UN DIRITTO INALIENABILE CRITICITA A CONFRONTO COMMISSIONE TECNICA NAZIONALE DIPARTIMENTO PSICHIATRIA

Dettagli

Giornata di presentazione

Giornata di presentazione Giornata di presentazione Roma, 20 giugno 2014 Sala Auditorium, Ministero della Salute Linee di indirizzo sugli strumenti per concorrere a ridurre gli errori in terapia farmacologica nell ambito dei servizi

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it Interventi di sostegno per i familiari dei pazienti con disturbi mentali gravi

scaricato da www.sunhope.it Interventi di sostegno per i familiari dei pazienti con disturbi mentali gravi Interventi di sostegno per i familiari dei pazienti con disturbi mentali gravi Il ruolo delle famiglie I familiari dei pazienti affetti da una malattia cronica possono rappresentare una risorsa nella

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ORNELLA PAVANI Data di nascita 18/07/1957. Dirigente ASL I fascia - CSM CAGLIARI OVEST, UTP SELARGIUS

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. ORNELLA PAVANI Data di nascita 18/07/1957. Dirigente ASL I fascia - CSM CAGLIARI OVEST, UTP SELARGIUS INFORMAZIONI PERSONALI Nome ORNELLA PAVANI Data di nascita 18/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI CAGLIARI Dirigente ASL I fascia - CSM CAGLIARI

Dettagli

Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa

Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa A cura della Rete europea per i diritti e i doveri dei pazienti e degli operatori sanitari della Association

Dettagli

Programma Interventi Innovativi

Programma Interventi Innovativi Ambulatorio Infermieristico della Fragilità Saranno disponibili, all interno della UCCP, degli infermieri della Fragilità che opereranno sul territorio (sono gli infermieri già impegnati ad affiancare

Dettagli

La medicina della complessità. Massimo Fini Direttore Scientifico IRCCS San Raffaele Pisana, Roma

La medicina della complessità. Massimo Fini Direttore Scientifico IRCCS San Raffaele Pisana, Roma La medicina della complessità Massimo Fini Direttore Scientifico IRCCS San Raffaele Pisana, Roma 11 Aprile 1945 Pressione arteriosa di Franklin D. Roosevelt dal 1935 fino al giorno della sua morte, 12

Dettagli

Le cure avanzate nel fine vita

Le cure avanzate nel fine vita Associazione Italiana Infermieri di Area Oncologica II Congresso Nazionale AIIAO L INFERMIERE IN ONCOLOGIA TRA MANAGEMENT E PRATICA CLINICA: QUALE FUTURO? Le cure avanzate nel fine vita Napoli, 24-25 Maggio

Dettagli