I Contatti Telefonici sono descritti nel Capitolo 2 Struttura della Security di questo manuale.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I Contatti Telefonici sono descritti nel Capitolo 2 Struttura della Security di questo manuale."

Transcript

1 GENERALITÀ La Società operante nella realizzazione di questo manuale è l Agenzia SIKANIA SHIPPING s.r.l. L Agenzia Marittima Raccomandataria SIKANIA SHIPPING S.r.l. nasce a febbraio del 2007 ad opera dei soci Annemarie Collart, Anna Alba e Roberto Maltese con esperienze nell ambiente marittimo a tutti i livelli, proseguendo un attività svolta in società diverse già da moltissimo tempo. La sede legale è attualmente nella via Ammiraglio Staiti, 23 - Trapani. Lo scopo della società prevede l attività di Agenzia Marittima Raccomandataria, Spedizioniere Doganale nel porto di Trapani. In particolare, gestisce il booking e l operatività commerciale di navi miste (passeggeri, auto e mezzi commerciali) della USTICA LINES S.p.A. sulla tratta Trapani Tunisi Trapani e Trapani Sousse Trapani. Entra nel settore dei trasporti door to door con la prospettiva di curare in modo particolare la tratta da e per la Tunisia e con l intenzione di porre a completa disposizione dei clienti un assistenza nelle tappe fino alla consegna fornendo tutte le informazioni necessarie al buon fine delle operazioni. La Sikania Shipping s.r.l. ha designato come P.F.S.O. unico Roberto MALTESE e come sostituto (deputy) Anna Alba per tutte le attività di coordinamento dello staff della Security e le registrazioni / tenuta delle attività previste durante l esercizio nella facility. I Contatti Telefonici sono descritti nel Capitolo 2 Struttura della Security di questo manuale. Descrizione del Porto di Trapani: Descrizione del perimetro portuale Il Porto di Trapani è suddiviso planimetricamente in due ampie zone: La prima, compresa tra il molo foraneo della Colombaia, l'isolotto della Colombaia, il Lazzaretto, la banchina Settentrionale lungo il viale Regina Elena, il Pontile Sanità lato ovest e la scogliera del Ronciglio, rappresenta l'avamporto e ricomprende la zona del porto peschereccio; La seconda zona, costituente il vero e proprio bacino operativo per l applicabilità della normativa, si estende dal pontile Sanità fino alle banchine dell'isolella e di riva del pennello del ronciglio settore Est. Il porto, ben riparato da tutti i venti, è da sempre considerato come uno degli scali più sicuri del sud Italia. Moli e barriere frangiflutto difendono un esteso bacino naturale con uno specchio d'acqua di circa mq, con due accessi: il primo in direzione NNW detto del "passo" assume scarsa importanza in quanto per i fondali ridotti può essere

2 utilizzato solo da modesti natanti e condotti da soggetti conoscitori del luogo. Il secondo, invece, è l'imboccatura vera e propria orientata a SW con un'ampiezza di circa 200 metri. Lo scalo dispone complessivamente di circa m di banchine per l'accosto di navi Ro/Ro e Multipurpose per operazioni commerciali di carattere nazionale/internazionale e per collegamenti che garantiscono il traffico passeggeri da e per le Isole minori (Egadi, Ustica e Pantelleria), i porti del nord Africa e per la croceristica. Si riporta nell'allegato una planimetria generale del porto. Perimetro e varchi di Accesso: Attualmente il Porto di Trapani non dispone di recinzioni fisse in tutto il suo perimetro tranne che per la banchina Isolella. Le aree individuate soggette all applicazione dell ISPS Code sono delimitate da una recinzione non fissa che si adegua a secondo la necessità dell uso degli operatori portuali durante l accesso delle specifiche navi alle delimitazioni richieste. Queste aree sono state registrate all IMO sotto le seguenti IMO Port facility Number : ITTPS Molo Sanità -Banchina Garibaldi Banchina Dogana- Banchina Marinella ITTPS Banchina Isolella ITTPS Banchina Ronciglio

3 ITTPS Molo Sanità La Facility si estende a circa 50 metri ad Ovest della Stazione Marittima, ad Est sino al secondo imbarcadero Aliscafi compreso la Banchina Dogana per circa 315 metri. L area viene circoscritta e perimetrata tramite una recinzione costituita da rete zincata elettrosaldata fissate su basette di cemento, oppure altro tipo di recinzione equivalente con minor impatto ambientale. La recinzione viene estesa per ulteriori 20 metri ad ovest del termine della Facility al fine di diminuire la vulnerabilità delle navi eventualmente ormeggiate. L accesso alla Facility può avvenire tramite il VARCO PRINCIPALE, antistante la Stazione Marittima. Il varco consente il libero accesso alla stazione marittima e ad un area di parcheggio, non aperta al pubblico, immediatamente ad essa prospiciente. La recinzione della Facility si chiude sulle pareti della Stazione marittima. Dall area così definita è poi possibile raggiungere i varchi nominati 2/1 (Sanità Ovest) e 2/2 (Sanità Est) che consentono l accesso alla Facility 2 vera e propria. Attività: traffico passeggeri e Ro-Ro, diretto verso le isole Egadi, Cagliari, Tunisia; traffico croceristico. ITTPS Banchina Garibaldi, Banchina Dogana, Banchina Marinella: L'area contenente la Banchina Garibaldi e la Banchina Dogana è recintata e dispone di 3 varchi per auto e persone e un varco pedonale. La Facility è impiegata per l ormeggio della nave della Ustica Lines a tratta fissa con la Tunisia, da navi a traffico croceristico impiegate normalmente dalle Agenzie che operano

4 nell area, traffico passeggeri e RO-RO diretto verso le isole Egadi, Cagliari o navi di ricerca scientifica marina. La limitrofa area è dedicata all'ormeggio delle navi traghetto HSC e aliscafi per le isole Egadi (Banchina Marinella) delimitata da una recinzione non fissa; l'area è coinvolta da modifiche strutturali ove era prevista una recinzione. Attualmente un varco è presente per consentire l'ingresso per la biglietteria e le navi in banchina. La successiva zona è occupata da attività aperte al Pubblico per attività sportive, culturali e di marketing. Questa area limitrofa alla strada non è contemplata dalla normativa ISPS e non esiste alcuna delimitazione dell'area portuale a mezzo recinzione e varchi. Ogni piccola area ha la sua entrata che dà sul porto. ITTPSOO03 La Banchina Isolella è accessibile da via Spanò che incrocia la strada principale esterna; E confinante con l area Bacino di Carenaggio a Sud ed a Nord con i cantieri della Nautica Ricevuto. L accesso alla facility avviene attraverso un varco dotato di cancello ad ante scorrevoli. L attività della facility e dedita allo sbarco / imbarco di containers, merci rinfuse, solide e liquide, ro-ro pax, bunkeraggio aliscafi, Le banchine a Sud sono normalmente occupate dai rimorchiatori della SOMAT e dai Supply vessels in transito. Il cantiere navale definita area in concessione demaniale privata ha un suo varco d'accesso prospiciente la strada pubblica ed opera oltre alla costruzione di navi mercantili anche alle attività di riparazione navale attraverso un bacino galleggiante.

5 L interfaccia del bacino con le navi operanti in conformità con la normativa Internazionale ISPS spetta alla loro gestione essendo un area demaniale privata. ITTPSOOO4 Si accede alla Banchina Ronciglio mediante l'attraversamento di un ponte soprastante un canale. L'accesso è libero senza varchi controllati. Esistono, invece, recinzioni di protezione momentanee dello sporgente Ronciglio e l'accesso è controllato durante l'ormeggio operativo delle navi soggette all' I.S.P.S. Code. Attività: traffico passeggeri e Ro-Ro, diretto a Cagliari; Traffico Ro-Ro diretto a Livorno; Rinfusa liquide pericolose, rinfusa solide. Inoltre è attualmente in uso una condotta sullo sporgente Ronciglio per il carico e scarico di alcool dalle navi cisterna e diretto verso i depositi limitrofi dell'ima. E' altresì attiva la condotta, sempre nello sporgente Ronciglio, e la relativa struttura logistica per il rifornimento di carburante diretto alla struttura dell'aeronautica Militare, 37 Stormo, Aeroporto di Birgi.

6 OPERATORI PORTUALI DEL PORTO DI TRAPANI Tutta la struttura del Porto di Trapani è normalmente utilizzata dai seguenti operatori: 4.3. Imprese portuali Impresa Portuale srl V. Isolella Trapani (TP) tel: fax: SCS Southern Cargo Service Srl Trapapi (TP) -29, MOLO ISOLELLA tel: Agenzie marittime Riccardo Sanges & c. Via Eurialo, Trapani Te! Fax Trident s.r.l. Via Eurialo, Trapani Te! Fax Eguseamar Via Eurialo, Trapani Te! Fax Sikania Shipping s.r.l. Via Amm. Staiti n Trapani- Fax 0923/23289 Agenzia Marittima Racc. Di Morana Luigi Viale Regina Elena, 102 Tel Trapani - Fax 0923/ Segemar s.r.l Via Amm.Staiti, Trapani Tel Fax

7 4.5. Società di Navigazione Ustica Lines s.p.a. Via Amm. Statiti n. 23 Fax 0923/ Ustica Lines s.p.a. Via Amm. Statiti n. 23 Fax 0923/ Siremar s.r.l Calata Marinai D'Italia Palermo - Fax 091/ Traghetti delle Isole s.p.a. Via Amm. Staiti n. 23 Fax S.A.e.M. Via Isola di Zavorra Trapani- Fax 0923/25463 Tirrenia s.r.l Società o Enti che Operano e movimentano prodotti liquidi pericolosi trasportati da navi. Industria Meridionale Alcolici S.r.l ( I.M.A) Via dei Platani s.n PARTINICO (PA) 37 STORM Aeronautica Militare

per portarti nel futuro

per portarti nel futuro DALLA FERROVIA AL PORTO, ALL AEROPORTO 1848 Inaugurazuione linea ferroviaria Padova-Venezia 1869-1880 si sposta il porto dal bacino di San Marco ad un area prossima alla testata del ponte ferroviario,

Dettagli

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO

SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO SCIENZE E TECNOLOGIE APPLICATE SETTORE MARITTIMO MODULO : CINQUE UNITA : UNO STRUTTURE PORTUALI Generalità Nomenclatura: I Porti sono spazi acquei, protetti naturalmente o artificialmente dal vento e dalle

Dettagli

IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA

IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA IL CENTRO PROVVEDITORI DI BORDO DEL PORTO DI GENOVA Il complesso del porto ligure, uno dei maggiori e più significativi in Europa, rappresenta il cuore dell attività svolta dai cosiddetti provveditori,

Dettagli

MinisterodelleI nfrastruttureedei Trasporti Capitaneria di Portodi Napoli

MinisterodelleI nfrastruttureedei Trasporti Capitaneria di Portodi Napoli Ordinanza CP n. 124 /2004 Ordinanza AP n. 23/2004 Il Presidente dell'autorità Portuale di Napoli e il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Napoli 9LVWR la legge 28.1.1994 n. 84 e il

Dettagli

Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. V.T.P. Tariffa Generale 2013 Edizione 0.2 2. NAVI DA CROCIERA

Venezia Terminal Passeggeri S.p.A. V.T.P. Tariffa Generale 2013 Edizione 0.2 2. NAVI DA CROCIERA 2. NAVI DA CROCIERA ANNO 2013 2.1 VIGILANZA ED ASSISTENZA ALLE NAVI PASSEGGERI Le seguenti tariffe sono valide per ciascuna nave passeggeri che prenda ormeggio alle banchine portuali gestite dalla Società

Dettagli

Realizzazione di un sistema telematico sperimentale per l accesso ed il monitoraggio dei veicoli merci - Trasporti Ro-Ro - nel porto d Catania

Realizzazione di un sistema telematico sperimentale per l accesso ed il monitoraggio dei veicoli merci - Trasporti Ro-Ro - nel porto d Catania Realizzazione di un sistema telematico sperimentale per l accesso ed il monitoraggio dei veicoli merci - Trasporti Ro-Ro - nel porto d Catania RELAZIONE GENERALE Tecnico Progettista Incaricato Studio Tecnico

Dettagli

SAFETY & SECURITY. Misure di sicurezza all interno delle aree in gestione alla Società Porto di Livorno 2000 SrL

SAFETY & SECURITY. Misure di sicurezza all interno delle aree in gestione alla Società Porto di Livorno 2000 SrL Terminal Crociere - Piazzale dei Marmi 57123 Livorno (LI) Italia Tel. (+39) 0586 20.29.01 Fax (+39) 0586 89.22.09 info@portolivorno2000.it Misure di sicurezza all interno delle aree in gestione alla Società

Dettagli

MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI

MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE PORTUALI E MARITTIME FRANCESCO GRANATA 1 Le banchine Sono quelle strutture che separano il bacino liquido dalla terraferma. Si distinguono

Dettagli

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree.

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. COMUNE DI VERNAZZA Provincia della Spezia PARCO NAZIONALE DELLE CINQUE TERRE Area Marina Protetta Cinque Terre Patrimonio dell'u.n.e.s.c.o. Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. Articolo

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 47/32 DEL 22.11.2007

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 47/32 DEL 22.11.2007 47/32 22.11.2007 Oggetto: L.R. n. 2 del 29 maggio 2007, art. 20, comma 7. Servizi di vigilanza delle navi in porto e degli impianti portuali. L Assessore dei Trasporti riferisce che la legge regionale

Dettagli

TERMINAL CONTAINER A VOLTRI

TERMINAL CONTAINER A VOLTRI TERMINAL CONTAINER A VOLTRI Il terminal Voltri Terminal Europa di Genova-Voltri, entrato recentemente nel pieno della sua operatività, rappresenta il classico esempio di terminale marittimo creato ex novo,

Dettagli

SECURITY & SAFETY NEI TERMINAL PASSEGGERI DEL PORTO DI GENOVA

SECURITY & SAFETY NEI TERMINAL PASSEGGERI DEL PORTO DI GENOVA SECURITY & SAFETY NEI TERMINAL PASSEGGERI DEL PORTO DI GENOVA Le norme ed i comportamenti da seguire nelle aree date in concessione alla società Stazioni Marittime s.p.a. L accesso alle aree date in concessione

Dettagli

CORSO ECONOMIA DEI TRASPORTI

CORSO ECONOMIA DEI TRASPORTI CORSO ECONOMIA DEI TRASPORTI PROF. ENNIO FORTE PROJECT WORK: IL PORTO DI SALERNO Stefania Rossi Matricola n28000060 IL PORTO DI SALERNO Il porto di Salerno, situato nell'omonimo golfo del Mar Tirreno,

Dettagli

A Autorità Portuale '-' Livorno

A Autorità Portuale '-' Livorno A Autorità Portuale '-' Livorno AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO ORDINANZA N. :t\ DATO ATTO che il Porto Mediceo, nella zona dei moli Elba e Capitaneria, è stato oggetto di intervento di riorganizzazione

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEI TRASPORTI CAPITOLATO TECNICO (CIG: 354076)

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DEI TRASPORTI CAPITOLATO TECNICO (CIG: 354076) CAPITOLATO TECNICO (CIG: 354076) AL CONTRATTO DI SERVIZIO DI COLLEGAMENTO MARITTIMO PER IL TRASPORTO DI PERSONE E VEICOLI NELLA TRATTA PORTO TORRES ISOLA DELL ASINARA (CALA REALE) E VICEVERSA. La gara

Dettagli

INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 4

INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 4 INDICE 1. INTRODUZIONE... 2 2. DESCRIZIONE DEGLI INTERVENTI... 4 2.1 AREA COMMERCIALE... 4 2.2 AREA PESCHERECCI E PESCA/TURISMO... 5 2.3 AREA PASSEGGERI... 8 2.4 CANTIERI PESCA... 9 2.5 DISTRIBUTORI CARBURANTI

Dettagli

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO

L INTERPORTO DI BERGAMO MONTELLO LOMBARDIA Situato a est di Bergamo, l'interporto di Montello si pone come il punto di riferimento per potenzialità, posizione e rete infrastrutturale del bacino produttivo a nord est di Milano e della

Dettagli

PROGETTO SYNTHESIS SICUREZZA DELLE AREE PORTUALI ED INTERPORTUALI (JESI - 7 NOVEMBRE 2012)

PROGETTO SYNTHESIS SICUREZZA DELLE AREE PORTUALI ED INTERPORTUALI (JESI - 7 NOVEMBRE 2012) PROGETTO SYNTHESIS SICUREZZA DELLE AREE PORTUALI ED INTERPORTUALI (JESI - 7 NOVEMBRE 2012) ATTUAZIONE DELLE MISURE DI SECURITY NEL PORTO DI ANCONA La misure di security intese come le attività preventive

Dettagli

Chi siamo. Spedizioni aeree. Spedizioni marittime. Spedizioni terrestri. Stoccaggio merci. Altri servizi. Contatti

Chi siamo. Spedizioni aeree. Spedizioni marittime. Spedizioni terrestri. Stoccaggio merci. Altri servizi. Contatti Chi siamo Spedizioni aeree Spedizioni marittime Spedizioni terrestri Stoccaggio merci Altri servizi Contatti 5 7 9 11 13 15 19 3 4 Unisped nasce come agenzia di trasporti, logistica e casa di spedizioni

Dettagli

TERMINAL CROCIERE A MIAMI

TERMINAL CROCIERE A MIAMI PORTI MIAMI TERMINAL CROCIERE A MIAMI La capitale del traffico croceristico internazionale presenta numerose strutture per l imbarco e lo sbarco che subiscono però il peso degli anni e del massiccio afflusso

Dettagli

ALLEGATO I DIMENSIONI MASSIME DELLE NAVI - NAVIGAZIONE IN ORE DIURNE

ALLEGATO I DIMENSIONI MASSIME DELLE NAVI - NAVIGAZIONE IN ORE DIURNE DIMENSIONI MASSIME DELLE NAVI - NAVIGAZIONE IN ORE DIURNE A) DALL AVAMPORTO SINO AL LARGO TRATTAROLI, COMPRESE LE BANCHINE IFA, LLOYD, ALMA PETROLI E EURODOCKS ESTREMO MARE Banchina IFA, T&C, ormeggio

Dettagli

Verso la definizione del Documento Strategico

Verso la definizione del Documento Strategico AREA LOGISTICA INTEGRATA DEL QUADRANTE DELLA SICILIA OCCIDENTALE DOCUMENTO DI SVILUPPO E DI PROPOSTE Verso la definizione del Documento Strategico Tavolo ALI Sicilia Occidentale Palermo, 20 aprile 2017

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG77U ATTIVITÀ 50.40.00 TRASPORTO MARITTIMO E COSTIERO DI ATTIVITÀ 50.20.00 TRASPORTO DI PASSEGGERI PER VIE ATTIVITÀ 50.30.

STUDIO DI SETTORE UG77U ATTIVITÀ 50.40.00 TRASPORTO MARITTIMO E COSTIERO DI ATTIVITÀ 50.20.00 TRASPORTO DI PASSEGGERI PER VIE ATTIVITÀ 50.30. STUDIO DI SETTORE UG77U ATTIVITÀ 50.10.00 TRASPORTO MARITTIMO E COSTIERO DI PASSEGGERI ATTIVITÀ 50.20.00 TRASPORTO MARITTIMO E COSTIERO DI MERCI ATTIVITÀ 50.30.00 TRASPORTO DI PASSEGGERI PER VIE D'ACQUA

Dettagli

ISPS CODE. International ship and Port Facility Security Code. 04 maggio 2006 TV (CP) E. PIERAMI TV (CP) E. PIERAMI 1

ISPS CODE. International ship and Port Facility Security Code. 04 maggio 2006 TV (CP) E. PIERAMI TV (CP) E. PIERAMI 1 ISPS CODE International ship and Port Facility Security Code 04 maggio 2006 TV (CP) E. PIERAMI TV (CP) E. PIERAMI 1 SICUREZZA: SAFETY SECURITY Maritime security: combinazione di misure e risorse umane

Dettagli

Trasporto marittimo. Veicoli di trasporto marittimo. Vie e terminali di trasporto marittimo

Trasporto marittimo. Veicoli di trasporto marittimo. Vie e terminali di trasporto marittimo Trasporto marittimo Veicoli di trasporto marittimo Vie e terminali di trasporto marittimo 1 Trasporto marittimo Natanti (Veicoli) 2 natanti - classificazione per trasporto merci o passeggeri lenti o mezzi

Dettagli

Autorità Portuale di Napoli

Autorità Portuale di Napoli Autorità Portuale di Napoli Dati del porto di Napoli L Autorità Portuale di Napoli amministra tutta la linea di costa del Comune di Napoli e di Castellammare di Stabia Un area estesa, dove il territorio

Dettagli

STAZIONI MARITTIME S.P.A. TRAFFICO NAVI DA CROCIERA PREZZI APPLICATI PER L ANNO 2016

STAZIONI MARITTIME S.P.A. TRAFFICO NAVI DA CROCIERA PREZZI APPLICATI PER L ANNO 2016 STAZIONI MARITTIME S.P.A. TRAFFICO NAVI DA CROCIERA PREZZI APPLICATI PER L ANNO 2016 1 PREMESSA I prezzi applicati per l anno 2016 da Stazioni Marittime S.p.A. alle Compagnie Armatrici o Agenzie Marittime

Dettagli

I NOSTRI SERVIZI. Gestione sicurezza di una nave (Ship Security Management)

I NOSTRI SERVIZI. Gestione sicurezza di una nave (Ship Security Management) L AGENZIA SEAWAYS RISK SOLUTIONS è una agenzia operante nel campo della security in grado di fornire consulenze e servizi altamente professionali rivolti allo sviluppo e mantenimento dei più alti standard

Dettagli

PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI LIVORNO 2012

PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI LIVORNO 2012 AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO PIANO REGOLATORE PORTUALE DEL PORTO DI LIVORNO 2012 Titolo elaborato: STIMA TECNICO ECONOMICA DEGLI INTERVENTI PIANIFICATI Scala: Committente: AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO

Dettagli

Compagnia delle Isole S.p.A

Compagnia delle Isole S.p.A Compagnia delle Isole S.p.A 1 Compagnia delle Isole S.p.A. Servizi di trasporto marittimo con le isole minori della Sicilia - Convenzione con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti - 2 Premessa

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE

PROGETTO PRELIMINARE COMUNE DI NOVEDRATE (Co) "Area verde attrezzata per cani con percorso agility" PROGETTO PRELIMINARE Stato di fatto Relazione Note preliminari per la sicurezza Arch. Elena Magi Arch. Emanuela Muzi Arch.

Dettagli

Seminario MARE, PORTO, CITTA : Un paradigma economico di sviluppo. Porto di Napoli: quali scenari per il futuro

Seminario MARE, PORTO, CITTA : Un paradigma economico di sviluppo. Porto di Napoli: quali scenari per il futuro Seminario MARE, PORTO, CITTA : Un paradigma economico di sviluppo Porto di Napoli: quali scenari per il futuro Napoli, 2 Marzo 2016 Arianna Buonfanti Researcher Maritime Economy Observatory SRM Il Mediterraneo

Dettagli

L'INDIRIZZO NAUTICO (TRASPORTI E LOGISTICA) A RODI GARGANICO

L'INDIRIZZO NAUTICO (TRASPORTI E LOGISTICA) A RODI GARGANICO ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SUPERIORE RODI GARGANICO VIA G. ALTOMARE, 10 71012 RODI GARGANICO (FG) cod. mecc. FGIS01300A C.F. 84004640714 Albo Pretorio www.iisdelgiudice.it con sezioni associate I.T.C.

Dettagli

Autorità Portuale di Palermo PIANO REGOLATORE PORTUALE DI PALERMO ex. art. 5 Legge n. 84/1994

Autorità Portuale di Palermo PIANO REGOLATORE PORTUALE DI PALERMO ex. art. 5 Legge n. 84/1994 Autorità Portuale di Palermo PIANO REGOLATORE PORTUALE DI PALERMO ex. art. 5 Legge n. 84/1994 Documento di sintesi RELAZIONE GENERALE APRILE 2008 Prof. Ing. Antonio Bevilacqua Presidente dell Autorità

Dettagli

SERVIZI EROGATI E REGIME DI PARTECIPAZIONE

SERVIZI EROGATI E REGIME DI PARTECIPAZIONE 1 SERVIZI EROGATI E REGIME DI PARTECIPAZIONE LIMITI DELL AREA VTS DI TRAPANI L area di competenza del Centro VTS di Trapani è quella definita da Decreto emanato dal Ministro delle Infrastrutture e dei

Dettagli

Un futuro mediceo. Contemporanei di o contemporanei come?

Un futuro mediceo. Contemporanei di o contemporanei come? Un futuro mediceo Contemporanei di o contemporanei come? Assunzioni La prima assunzione è che il Porto Mediceo sia un bene comune: lo abbiamo ricevuto dalla lungimiranza dei nostri antenati e lo dobbiamo

Dettagli

Venice Port Authority. Porto di Venezia

Venice Port Authority. Porto di Venezia Porto di Venezia Localizzazione e aree di riferimento: Il valore socio economico: 1. Addetti Impiegati presso l Autorità Portuale 96 Addetti diretti presso aziende portuali e terminals 5.247 Addetti indotto

Dettagli

Copyright Esselibri S.p.A.

Copyright Esselibri S.p.A. CAPITOLO QUARTO IL PORTO E L AEROPORTO Sommario: 1. Il porto: nozione e natura giuridica. - 2. Il porto: classificazioni. - 3. La gestione dei porti. - 4. Autorità portuale ed Autorità marittima: competenze.

Dettagli

ASSESSORADU DE SOS TRASPORTOS ASSESSORATO DEI TRASPORTI

ASSESSORADU DE SOS TRASPORTOS ASSESSORATO DEI TRASPORTI CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PUBBLICO DI COLLEGAMENTO MARITTIMO PER IL TRASPORTO DI PERSONE, VEICOLI E MERCI SULLA TRATTA PORTO TORRES ISOLA DELL ASINARA (CALA REALE)

Dettagli

La sviluppo della macroarea Genova-Milano in funzione dell industria logistica del Nord Ovest

La sviluppo della macroarea Genova-Milano in funzione dell industria logistica del Nord Ovest Porti e La sviluppo della macroarea Genova-Milano in funzione dell industria logistica del Nord Ovest Riccardo Fuochi Presidente Propeller Port Club di Milano Genova 19 settembre 2013 Il Propeller Port

Dettagli

C a p i t a n e r i a d i P o r t o V T S T R I E S T E

C a p i t a n e r i a d i P o r t o V T S T R I E S T E C a p i t a n e r i a d i P o r t o V T S T R I E S T E MANUALE UTENTE Edizione n.001 Ottobre 2012 ELENCO VARIANTI Nr. Variante Nome, cognome e firma di chi esegue la variante Data 1 SERVIZI EROGATI E

Dettagli

Recupero ambientale, funzionale e produzione di energia pulita nella struttura ex Tubimar nell area portuale di Ancona

Recupero ambientale, funzionale e produzione di energia pulita nella struttura ex Tubimar nell area portuale di Ancona Recupero ambientale, funzionale e produzione di energia pulita nella struttura ex Tubimar nell area portuale di Ancona Ing. Paolo Zoppi Incaricato Autorità Portuale di Ancona Venezia Mestre Lunedì 15 Ottobre

Dettagli

Istituto Tecnico Trasporti e Logistica Mario Ciliberto

Istituto Tecnico Trasporti e Logistica Mario Ciliberto Istituto Tecnico Trasporti e Logistica Mario Ciliberto CROTONE Cod.Meccan. KRTH020009 Per un futuro Grande come il mondo LE FINALITA' Scopo di tutti gli Istituti Tecnici per i Trasporti e la Logistica

Dettagli

PMIS Port Management Information System

PMIS Port Management Information System PMIS Port Management Information System Architettura VTSL 2 Il sistema VTS Nella maggior parte delle installazioni il VTS è limitato ad un area portuale o ad una ben definita area di transito Il VTS italiano

Dettagli

PIANO DISCIPLINANTE L USO DEL DEMANIO IDRICO LACUALE (L.R. 2/2008 art. 6 e D.P.G.R. 28/07/2009, n. 13/R art. 7)

PIANO DISCIPLINANTE L USO DEL DEMANIO IDRICO LACUALE (L.R. 2/2008 art. 6 e D.P.G.R. 28/07/2009, n. 13/R art. 7) CITTÀ DI BAVENO (Provincia del Verbano Cusio Ossola) PIANO DISCIPLINANTE L USO DEL DEMANIO IDRICO LACUALE (L.R. 2/2008 art. 6 e D.P.G.R. 28/07/2009, n. 13/R art. 7) RELAZIONE TECNICA - NORME DI ATTUAZIONE

Dettagli

Traffici portuali ed aeroportuali

Traffici portuali ed aeroportuali TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE Chiusura editoriale: 29 luglio 2015 Per informazioni: germana.dellepiane@liguriaricerche.it LE TENDENZE DELL'ECONOMIA LIGURE IV Trimestre 2014 Traffici portuali ed aeroportuali

Dettagli

www.dirittoambiente.net

www.dirittoambiente.net I divieti della navigazione dopo la tragedia umana e marittima della Costa Concordia A cura del dott. Cristian Rovito Sottufficiale del Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera A seguito del sinistro

Dettagli

Oggetto: Relazione annuale 2011 art. 9, comma 3, lettera c) della legge n. 84/94.

Oggetto: Relazione annuale 2011 art. 9, comma 3, lettera c) della legge n. 84/94. Direzione generale per i porti Roma, 23 marzo 212 A tutte le Autorità Portuali Loro sedi Ai Collegi dei Revisori c/o le rispettive Autorità Portuali Divisione 2 Prot. M/TRA/PORTI/ 3898 e, p.c. Ad Assoporti

Dettagli

IL CLUSER MARITTIMO PORTUALE.

IL CLUSER MARITTIMO PORTUALE. IL CLUSER MARITTIMO PORTUALE. SOGGETTI E VITA DELLO SCENARIO MARITTIMO PORTUALE Di Renato Causa ATTORI DELLO SCENARIO Portuale Autorità Portuale Ormeggiatori Polizia Portuale Guardia di Finanza Dogana

Dettagli

D I R I T T I E T A R I F F E

D I R I T T I E T A R I F F E DIRITTI E TARIFFE Edizione Dicembre 2013 DEFINIZIONE DEI TERMINI Definizione dei termini Società il soggetto cui spetta l esecuzione delle operazioni aeroportuali. Vettore la persona giuridica che svolge

Dettagli

SITRAM. Engineering & Contractor Company

SITRAM. Engineering & Contractor Company Engineering & Contractor Company @sitramitaly SITRAM La nostra Missione è di essere partner dei nostri Clienti per Forniture Integrate. L attività di Ingegneria comprende la stesura del progetto preliminare

Dettagli

Il mercato potenziale del GNL per uso marittimo del terminale LNG Medgas di Gioia Tauro, San Ferdinando e Rosarno

Il mercato potenziale del GNL per uso marittimo del terminale LNG Medgas di Gioia Tauro, San Ferdinando e Rosarno Il mercato potenziale del GNL per uso marittimo del terminale LNG Medgas di Gioia Tauro, San Ferdinando e Rosarno 18 settembre 2015 Agenda 1. L impianto di LNG Medgas Terminal 2. Possibili modalità di

Dettagli

Tipi di nave da carico

Tipi di nave da carico Tipi di nave da carico Le navi da carico sono navi mercantili di qualsiasi forma e dimensione destinate al trasporto di merci di ogni genere tra i diversi porti. Navi per carico generale Le navi per carico

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TG77U ATTIVITÀ 61.10.0 TRASPORTI MARITTIMI E COSTIERI TRASPORTI PER VIE D ACQUA INTERNE (COMPRESI ATTIVITÀ 61.20.0 ATTIVITÀ 63.22.

STUDIO DI SETTORE TG77U ATTIVITÀ 61.10.0 TRASPORTI MARITTIMI E COSTIERI TRASPORTI PER VIE D ACQUA INTERNE (COMPRESI ATTIVITÀ 61.20.0 ATTIVITÀ 63.22. STUDIO DI SETTORE TG77U ATTIVITÀ 61.10.0 TRASPORTI MARITTIMI E COSTIERI ATTIVITÀ 61.20.0 TRASPORTI PER VIE D ACQUA INTERNE (COMPRESI I TRASPORTI LAGUNARI) ATTIVITÀ 63.22.0 ALTRE ATTIVITÀ CONNESSE AI TRASPORTI

Dettagli

IL PIANO REGOLATORE GENERALE

IL PIANO REGOLATORE GENERALE DOSSIER TORINO Lo sviluppo dell aeroporto di Torino Caselle è regolato da un Piano Regolatore Generale (Master Plan), definito dalla Società di gestione nel 1986, che individua le aree su cui devono essere

Dettagli

INTERPORTO COME CUORE DELLA CITTADELLA INDUSTRIALE

INTERPORTO COME CUORE DELLA CITTADELLA INDUSTRIALE PROGETTI PADOVA INTERPORTO COME CUORE DELLA CITTADELLA INDUSTRIALE L'interporto di Padova mostra un modo diverso di intendere questo tipo di strutture, collocandosi al centro del comprensorio industriale

Dettagli

REALIZZAZIONE DEL NUOVO PORTO TURISTICO DI ANZIO

REALIZZAZIONE DEL NUOVO PORTO TURISTICO DI ANZIO REALIZZAZIONE DEL NUOVO PORTO TURISTICO DI ANZIO FOGLIO INFORMATIVO PER LA PRENOTAZIONE E LA VENDITA DEI DIRITTI DI ORMEGGIO A LUNGO TERMINE DEI POSTI BARCA Dopo la definitiva conclusione della procedura

Dettagli

Comune di Viareggio. Piano Regolatore del Porto di Viareggio RELAZIONE TECNICA

Comune di Viareggio. Piano Regolatore del Porto di Viareggio RELAZIONE TECNICA Comune di Viareggio D Piano Regolatore del Porto di Viareggio RELAZIONE TECNICA Dott. G. NALDI Arch. F.G.M. ALLEGRETTI Ing. R. RAFFAELLI Maggio 2007 1 INDICE 1. L AVAMPORTO E LA BANCHINA COMMERCIALE...

Dettagli

L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA

L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA PROGETTI BOLOGNA L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA L'interporto di Bologna, oltre ad essere uno dei maggiori in Italia per traffico merci, si presenta come caso emblematico di infrastruttura interportuale,

Dettagli

Decreto interministeriale 6 agosto 1993. Modificazioni alle misure di tutela della riserva marina "Isole Egadi"

Decreto interministeriale 6 agosto 1993. Modificazioni alle misure di tutela della riserva marina Isole Egadi Decreto interministeriale 6 agosto 1993 Modificazioni alle misure di tutela della riserva marina "Isole Egadi" (G.U. della Repubblica Italiana n. 199 del 25 agosto 1993) Il Ministro dell'ambiente di concerto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento del servizio di vigilanza e controllo delle aree portuali. CIG 348456954D

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento del servizio di vigilanza e controllo delle aree portuali. CIG 348456954D CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento del servizio di vigilanza e controllo delle aree portuali. CIG 348456954D Art. 1 - Definizione degli impianti portuali Preliminarmente, si ritiene utile rappresentare

Dettagli

Una piastra logistica verde per l Italia Centrale AZIONI INTEGRATE INNOVATIVE. LA RETE DEI TERRITORI

Una piastra logistica verde per l Italia Centrale AZIONI INTEGRATE INNOVATIVE. LA RETE DEI TERRITORI AZIONI INTEGRATE INNOVATIVE. LA RETE DEI TERRITORI Progetto Territorio Snodo di Jesi Verso una piastra logistica verde per l Italia centrale Daniele Olivi, Assessore Comune di Jesi ANCONA JESI Indice della

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI GRADO ORDINANZA N 22/2004 Il sottoscritto Capo del Circondario Marittimo di Grado, VISTE: VISTA: VISTA: il Regolamento

Dettagli

Ministero dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo GRADO ORDINANZA N 06/2008. Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Grado;

Ministero dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo GRADO ORDINANZA N 06/2008. Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Grado; Ministero dei Trasporti Ufficio Circondariale Marittimo GRADO ORDINANZA N 06/2008 Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del Porto di Grado; VISTE: VISTI: VISTI: RITENUTO : RITENUTO : RAVVISATA:

Dettagli

Il Consorzio ZAI, consorzio per la zona agricolo-industriale di. Verona, è un consorzio di sviluppo industriale, costituito nel

Il Consorzio ZAI, consorzio per la zona agricolo-industriale di. Verona, è un consorzio di sviluppo industriale, costituito nel Consorzio Zai Il Consorzio ZAI, consorzio per la zona agricolo-industriale di Verona, è un consorzio di sviluppo industriale, costituito nel 1948 da Comune, Provincia e Camera di Commercio di Verona ed

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO DI GIOIA TAURO

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO DI GIOIA TAURO MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO DI GIOIA TAURO ORDINANZA N. 42/2009 Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del porto di Gioia Tauro: VISTO: il D.P.R. 06 giugno

Dettagli

Regione Siciliana. Dipartimento Trasporti e Comunicazioni IL TRASPORTO AEREO. Assessorato del Turismo, delle Comunicazioni e dei Trasporti

Regione Siciliana. Dipartimento Trasporti e Comunicazioni IL TRASPORTO AEREO. Assessorato del Turismo, delle Comunicazioni e dei Trasporti REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato del Turismo, delle Comunicazioni e dei Trasporti Dipartimento Trasporti e Comunicazioni IL TRASPORTO AEREO 25 Acquisizione ed elaborazione dati Rag. Maria

Dettagli

11.03.09_ PORTO TURISTICO_Mangalia

11.03.09_ PORTO TURISTICO_Mangalia 11.03.09_ PORTO TURISTICO_Mangalia ANALISI MOSCA 3.20 h LONDRA 1.35 h PARIGI 2.15 h MADRID 2.55 h ROMA 1.20 h ATENE 1.40 h ISTANBUL 1.15 h CONNESSIONI INTERNAZIONALI Principali centri urbani Aeroporti

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE AREE A TERRA DEL PORTO TURISTICO DI ALASSIO

REGOLAMENTO DELLE AREE A TERRA DEL PORTO TURISTICO DI ALASSIO REGOLAMENTO DELLE AREE A TERRA DEL PORTO TURISTICO DI ALASSIO INDIVIDUAZIONE DELLE AREE Articolo 1 La Marina di Alassio S.p.A., con sede presso il porto turistico Luca Ferrari 4, (di seguito denominata

Dettagli

SALVINI PAOLO E FABRIZIO SNC Via di Gello, 172 56038 Ponsacco (PI)

SALVINI PAOLO E FABRIZIO SNC Via di Gello, 172 56038 Ponsacco (PI) SALVINI PAOLO E FABRIZIO SNC Via di Gello, 172 56038 Ponsacco (PI) IMPIANTO: Via del Commercio Ponsacco (PI) OGGETTO: LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI UN AREA DA DESTINARE A STOCCAGGIO E RECUPERO DI MATERIALI

Dettagli

Come raggiungere la Sicilia

Come raggiungere la Sicilia Come raggiungere la Sicilia Via aereo, nave, treno o pullman? Raggiungere le favolose mete siciliane non è difficile. La terra del sole, grazie ai numerosi collegamenti, è a portata di mano. Aerei, traghetti,

Dettagli

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011

PORTO della SPEZIA TRAFFICO MERCANTILE 2011 TRAFFICO MERCANTILE 2011 Fabrizio Bugliani Resp. Ufficio MKT & Rapporti con l Estero GENNAIO 2012 1 Traffico 2011 Traffico contenitori Il porto della Spezia ha movimentato nel corso del 2011 1.307.274

Dettagli

LNG Supply chain Piano Energetico Ambientale del Porto di Genova

LNG Supply chain Piano Energetico Ambientale del Porto di Genova LNG Supply chain Piano Energetico Ambientale del Porto di Genova Autorità Portuale di Genova PORT&SHIPPINGTECH 2012 Dimens ioni del Porto di Genova Il Porto di Genova: dimensioni Superficie operativa 700

Dettagli

Il Porto della Spezia

Il Porto della Spezia Il Autorità Portuale della Spezia 2010 1 Autorità Portuale della Spezia: funzioni Così come previsto dalla legge di riforma dei porti del 1994, l Autorità Portuale della Spezia svolge funzioni di indirizzo,

Dettagli

Aspetti organizzativi

Aspetti organizzativi Molo Vespucci 00053 Civitavecchia Tel. 0766 366201 fax 0766 366243 Via del Pesce Volante 00054 Fiumicino Tel 06 65047931 fax 06 65047931 Lungomare Caboto 04024 Gaeta Tel 0771 471096 fax 0771 712664 www.portidiroma.it

Dettagli

Roberto Martinoli Presidente ed Amministratore Delegato. pag. 1

Roberto Martinoli Presidente ed Amministratore Delegato. pag. 1 Roberto Martinoli Presidente ed Amministratore Delegato pag. 1 Strategie di sviluppo in mercati maturi e competitivi pag. 2 La società Costituita nel 1992, Grandi Navi Veloci é una delle principali compagnie

Dettagli

IL NUOVO INDIRIZZO TRASPORTI E LOGISTICA

IL NUOVO INDIRIZZO TRASPORTI E LOGISTICA IL NUOVO INDIRIZZO TRASPORTI E LOGISTICA Itis galilei di Roma - 9 novembre 2009 - SI ARTICOLA IN DUE AREE OPZIONALI DI APPROFONDIMENTO: LOGISTICA TRASPORTI VI CONFLUISCONO GLI INDIRIZZI PREESISTENTI: ISTITUTI

Dettagli

GLI AEROPORTI parte 1/2 GLI AEROPORTI

GLI AEROPORTI parte 1/2 GLI AEROPORTI corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica a.a. 2008-2009 GLI AEROPORTI GLI AEROPORTI parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA PRIMA FASE DELLA PIATTAFORMA EUROPA DEL PORTO DI LIVORNO

STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA PRIMA FASE DELLA PIATTAFORMA EUROPA DEL PORTO DI LIVORNO AUTORITA' PORTUALE DI LIVORNO STUDIO DI FATTIBILITA' DELLA PRIMA FASE DELLA PIATTAFORMA EUROPA DEL PORTO DI LIVORNO Titolo elaborato: RELAZIONE ILLUSTRATIVA GENERALE RELAZIONE "A3" ANALISI DELLA DOMANDA

Dettagli

Regolamento per l utilizzo del Pontile e della Banchina con Ufficio di pertinenza presso la Cala di Palermo

Regolamento per l utilizzo del Pontile e della Banchina con Ufficio di pertinenza presso la Cala di Palermo Regolamento per l utilizzo del Pontile e della Banchina con Ufficio di pertinenza presso la Cala di Palermo ARTICOLO 1 GENERALITA Il presente Regolamento disciplina le modalità di assegnazione, i corrispettivi,

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO SANT ANTIOCO

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO SANT ANTIOCO MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO SANT ANTIOCO ORDINANZA n 06/2016 (Disciplina dell accesso e della circolazione in ambito portuale) Il sottoscritto Tenente

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logistica GLI AEROPORTI parte 1/2 Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione L aeroporto costituisce un elemento di fondamentale importanza in quanto

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO DI SANTA MARGHERITA LIGURE O R D I N A N Z A N. 196 / 2004 Il Capo del Circondario Marittimo di Santa Margherita Ligure; VISTA

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini P.IVA 00343840401

Comune di Cattolica Provincia di Rimini P.IVA 00343840401 Comune di Cattolica Provincia di Rimini P.IVA 00343840401 http://www.cattolica.net email:info@cattolica.net PEC: protocollo@comunecattolica.legalmailpa.it SETTORE 2: URBANISTICA EDILIZIA PRIVATA AMBIENTE

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITA DELLE PERSONE E DELLE MERCI IN AMBITO PORTUALE MARITTIMO

TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITA DELLE PERSONE E DELLE MERCI IN AMBITO PORTUALE MARITTIMO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITA DELLE PERSONE E DELLE MERCI IN AMBITO PORTUALE MARITTIMO 7 settembre 2015 Dott. Enrico Morgante Direttore CFLI Fondazione MARCO POLO Fondazione per la mobilità sostenibile

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO NEL PORTO DI PALERMO DELLE AUTORIZZAZIONI DI CUI ALL ARTICOLO 16 DELLA LEGGE 28.01.1994, N. 84

REGOLAMENTO PER IL RILASCIO NEL PORTO DI PALERMO DELLE AUTORIZZAZIONI DI CUI ALL ARTICOLO 16 DELLA LEGGE 28.01.1994, N. 84 REGOLAMENTO PER IL RILASCIO NEL PORTO DI PALERMO DELLE AUTORIZZAZIONI DI CUI ALL ARTICOLO 16 DELLA LEGGE 28.01.1994, N. 84 Il presente Regolamento è stato approvato con Ordinanza n. 1 del 1996 Articolo

Dettagli

Taranto confermata sede dell' Autorità portuale

Taranto confermata sede dell' Autorità portuale Taranto confermata sede dell' Autorità portuale Con sfida in tre mosse il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio vuole far recuperare alla portualità italiana il tempo perso, per cogliere l opportunità

Dettagli

Relazione paesaggistica

Relazione paesaggistica COMUNE DI PISA PIANO DI RECUPERO COLONIA GOFFREDO NANNINI CALAMBRONE VIA DEL CASONE Relazione paesaggistica Richiedente: Società Immobiliare FAB srl p.zza D Azeglio, 39 Firenze 1. Tipologia di intervento

Dettagli

Elenco provvedimenti finali per lavori art.23 (dati al 31 dicembre 2014)

Elenco provvedimenti finali per lavori art.23 (dati al 31 dicembre 2014) CIG SF DESCRIZIONE DATA DOCUMENTO TIPOOGIA NUMERO data IMPORTO AGGIUDICAZIONE P. 2975 Pontile Beta Porto Petrli - lavori di realizzazione e successiva posa in opera nuova trave con gonna presso la testata

Dettagli

Presentazione della richiesta per la realizzazione di interventi di riqualificazione territoriale e di adeguamento del sistema della mobilità

Presentazione della richiesta per la realizzazione di interventi di riqualificazione territoriale e di adeguamento del sistema della mobilità Presentazione della richiesta per la realizzazione di interventi di riqualificazione territoriale e di adeguamento del sistema della mobilità connessi alla realizzazione di un intervento a carattere commerciale

Dettagli

AREA DI SOSTA E DI ORMEGGIO DELLE IMBARCAZIONI

AREA DI SOSTA E DI ORMEGGIO DELLE IMBARCAZIONI AR E A DI SOST A E DI OR MEGGIO AREA DI SOSTA E DI ORMEGGIO DELLE IMBARCAZIONI L area del Bacino di San Marco viene suddivisa in aree di stazionamento diverse a seconda della tipologia di imbarcazioni.

Dettagli

Capitolato Tecnico - parte 1 Pulizia e manutenzione della recinzione aeroportuale e delle aree a verde interne al piazzale aeromobili ed esterne

Capitolato Tecnico - parte 1 Pulizia e manutenzione della recinzione aeroportuale e delle aree a verde interne al piazzale aeromobili ed esterne Capitolato Tecnico - parte 1 Pulizia e manutenzione della recinzione aeroportuale e delle aree a verde interne al piazzale aeromobili ed esterne Art 1 Definizioni Nel testo del presente capitolato tecnico

Dettagli

$UW $0%,72',$33/,&$=,21(

$UW $0%,72',$33/,&$=,21( 5(*2/$0(172 '(*/,$3352',',81,7$ $9(/$$',%,7($/&+$57(51$87,&235(662/$ '$56(1$$&721'(/32572',1$32/, $0%,72',$33/,&$=,21( Il presente regolamento disciplina, a titolo sperimentale, l uso delle banchine portuali

Dettagli

Aspetti organizzativi

Aspetti organizzativi Via Piano dell Ucciardone,4-9139 Palermo http://www.autport.pa.it autport@autport.pa.it Presidente: Antonio Bevilacqua (dal 29/9/24) Segretario: Riccardo D Amico (dal 15/2/25) Aspetti organizzativi Il

Dettagli

CERTIFICATO DI CONTROLLO PRODUZIONE

CERTIFICATO DI CONTROLLO PRODUZIONE L'AZIENDA Dal 1994 Eurodocks svolge l attività di Terminal Operator sul porto di Ravenna. L attività di SBARCO/IMBARCO si concentra principalmente sulle seguenti merci: minerali per l industria della ceramica

Dettagli

Tour BIR AOUINE DAL 29 OTTOBRE AL 6 NOVEMBRE 2016 DIFFICOLTA MEDIA/ALTA P R O G R A M M A:

Tour BIR AOUINE DAL 29 OTTOBRE AL 6 NOVEMBRE 2016 DIFFICOLTA MEDIA/ALTA P R O G R A M M A: Tour BIR AOUINE DAL 29 OTTOBRE AL 6 NOVEMBRE 2016 DIFFICOLTA MEDIA/ALTA P R O G R A M M A: SABATO 29 OTTOBRE 2016 ORE 10:00 Appuntamento al porto di Palermo, consegna adesivi del tour, check-in e imbarco

Dettagli

11 Mercoledì 31 Maggio 2006

11 Mercoledì 31 Maggio 2006 I.I. 3146 I S T I T U T O I D R O G R A F I C O D E L L A M A R I N A AVVISI AI NAVIGANTI ( P E R I O D I C O Q U I N D I C I N A L E ) 11 Mercoledì 31 Maggio 2006 CONTENUTO DEL FASCICOLO SEZIONE A 1 -

Dettagli

Nozioni TRASPORTO INTERNAZIONALE

Nozioni TRASPORTO INTERNAZIONALE Nozioni TRASPORTO INTERNAZIONALE Fanno parte dell Unione Europea 25 Stati Austria, Belgio, Cipro, Danimarca,Estonia, Finlandia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia,Lituania, Luxemburgo, Malta,Paesi

Dettagli

0,1,67(52'(//('(,75$63257, &$3,7$1(5,$',32572',/,92512 ORDINANZA N. 145_/2006

0,1,67(52'(//('(,75$63257, &$3,7$1(5,$',32572',/,92512 ORDINANZA N. 145_/2006 0,1,67(52'(//('(,7563257, &3,71(5,',32572',/,92512 ORDINANZA N. 145_/2006 9,672 il Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2005 n.134 Regolamento recante disciplina per le navi mercantili dei

Dettagli

MINISTERO DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO NAPOLI Ordinanza n TE/07/07

MINISTERO DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO NAPOLI Ordinanza n TE/07/07 MINISTERO DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO NAPOLI Ordinanza n TE/07/07 Il Capo del Compartimento Marittimo di NAPOLI; vista la circolare n. 5203674 in data 19.09.1994, Titolo: Porti, Serie VIII, n. 8

Dettagli