Corso di User Experience

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di User Experience"

Transcript

1 Corso di User Experience A.A RELAZIONE FINALE: Studio sull interazione tra bellezza, bontà e usabilità di prodotti interattivi Autori: Battistutta Paola, Franjul Sandi Data: 08/03/2011

2 INTRODUZIONE Questo studio si basa sull esperimento svolto da Marc Hassenzahl, uno psicologo con un interesse applicato alla ricerca dell interazione uomo- macchina. Il titolo di tale studio è Interazione tra bellezza, bontà, usabilità nei prodotti interattivi, pubblicato nel Lo scopo di questo studio, è quello di confrontare i risultati ottenuti da Hassenzahl con quelli ottenuti al termine di questo esperimento. In questo esperimento, viene usato il Modello di Hassenzahl (2003), per quanto concerne la relazione tra utente e prodotto, per definire i concetti chiave e viene usato come base per predire le relazioni tra essi. Tale modello assume che gli utenti si costruiscono degli attributi del prodotto combinando le funzionalità dello stesso (ad es. presentazione, contenuto, funzionalità, interazione) a causa di aspettative personali o a degli standard prefissati. Inoltre, il modello assume che due gruppi distinti di attributi chiamati attributi pragmatici ed edonici, possono descrivere il carattere di un prodotto. Gli attributi pragmatici sono connessi ai bisogni dell utente per raggiungere obiettivi comportamentali. Gli attributi edonici sono invece legati al sé dell utente e si dividono in due categorie principali: stimolazione (stimolo, novità, bisogno di crescita personale in termini di conoscenze e capacità) e identificazione (bisogno di esprimere se stessi mediante il prodotto, identificazione con prodotto). Un prodotto può venire percepito come pragmatico perché fornisce metodi efficaci ed efficienti per raggiungere obiettivi comportamentali. Un prodotto può venire percepito come edonico perché fornisce stimolazione o identificazione comunicando importanti valori personali. 2

3 STUDIO Studi precedenti a questo si sono dimostrati discordanti su alcuni punti riguardanti la bellezza, bontà ed usabilità di un prodotto. Per esempio, Tractinsky (2000), dagli studi svolti ha concluso che effettivamente, l' esperienza di usabilità non ha né un effetto sulla percezione di usabilità, né sui giudizi di bellezza. Hassenzahl (2002), invece, ha riscontrato una forte correlazione tra le valutazioni post uso delle qualità pragmatiche e del piacere (attrazione), se l' interazione precedente era goal- directed. A differenza della debole correlazione tra attributi pragmatici e picere riscontrati in interazioni con il solo fine di divertirsi (have fun) con un prodotto. In altri studi è stato ipotizzato che la bellezza potrebbe modificare la sua natura da 'appearance- based' a 'experience- based' e che le qualità pragmatiche potrebbero avere un ruolo importante anche nel determinate la bellezza. In caso contrario, la bellezza rimane un costrutto in gran parte legato alle qualità edoniche e non a quelle pragmatiche. Ne consegue che la bontà dovrebbe essere influenzata delle esperienze e di conseguenza dovrebbe mostrare una stretta relazione con gli attributi pragmatici. In generale, le valutazioni delle qualità pragmatiche dovrebbero essere maggiormente influenzate dall' esperienza d' uso che dalla valutazione della qualità edonica. Inoltre, siccome ci si aspetta che la qualità pragmetica sia 'experience- based', la correlazione tra pre e post valutazione delle qualità pragmatiche dovrebbe essere bassa, o almeno inferiore rispetto alla correlazione tra attributi edonici di identificazione e stimolazione. Lo studio si occuperà di verificare sia le ipotesi e le affermazioni accennate precedentemente che quelle emerse dai risultati incrociati con quelli dello studio di Hassenzahl sul quale il presente si basa fedelmente. 3

4 METODO 1. Partecipanti: Dieci individui (7 uomini, 3 donne) hanno partecipato allo studio. L età media era di 23 anni (minimo 20, massimo 29). I partecipanti erano tutti studenti di diverse facoltà appartenenti all Università degli Studi di Udine. Tutti i partecipanti avevano usato in passato (alcuni solo in parte) il software testato. Nessuno ha ricevuto ricompense per la propria partecipazione allo studio. 2. Variabili e Misurazioni: Questo studio ha come oggetto principale il software di un lettore MP3 (Winamp v5.6, al quale vengono applicate diverse skin. Una skin è un file grafico usato per cambiare l apparenza dell interfaccia di un applicazione. Le skin di Winamp variano nello stile di presentazione e nel modo in cui viene usata l interfaccia (ad es. differenze nel layout, leggibilità, posizione dei controlli), mentre le funzionalità rimangono le stesse. Per questo studio sono state scelte quattro skin scaricate dal sito ufficiale di Winamp; due delle quali etichettate come belle e due brutte. Questa scelta è stata fatta ordinando le skin del sito secondo i più votati ; sono state prese le due skin con punteggio associato più alto valutato dagli utenti del sito e le due con punteggio più basso. In Figura 1 è rappresentato il sito ufficiale di Winamp, mentre in Figura 2 le quattro skin scelte per l esperimento. Figura 1 : Sito web ufficiale di Winamp 4

5 Skin 1 Toyota (brutta) Skin 2 - MMD3 (bella) Skin 3 MATRIX (brutta) Skin 4 DRONE (bella) Figura 2 : Le quattro skin del lettore MP3 Agli utenti è stato chiesto di lavorare su due piccoli scenari. In seguito è stato presentato loro il questionario AttracDiff2, per valutare le qualità pragmatiche (PQ), edoniche- stimolazione (HQS) e edoniche- identificazione (HQI), la bellezza e la bontà. Il questionario consisteva in una lista di 23 coppie di aggettivi opposti, da valutare con una scala di 7 punti. In Figura 3 è illustrato il questionario presentato agli utenti. 5

6 Figura 3 : Questionario AttracDiff2 presentato agli utenti 6

7 Allo scopo di migliorare la presentazione del questionario e lo svolgimento dei due scenari è stata fatta una prova con un utente. Questo test ha fatto emergere problemi con il secondo scenario, in quanto l interfaccia presentava di default una finestra aperta con la playlist ed il compito per l utente diventava troppo banale. Infatti, bastava cliccare sul pulsante Aggiungi playlist per caricare la lista di canzoni. Si è deciso di eliminare questa finestra, lasciando all utente il compito di trovarla e visualizzarla. Lo sforzo mentale è stato calcolato con il questionario SMEQ subito dopo la terminazione di ogni scenario. Lo SMEQ è un questionario che serve per calcolare lo sforzo mentale soggettivo, attraverso una scala di valutazione singola con punteggio da 0 a 150. Alla scala sono state associate diverse etichette per facilitare la valutazione agli utenti (ad esempio, abbastanza difficile da fare, molto difficile da fare, ecc.). Alla fine è stato calcolato lo sforzo mentale totale (SMEtot) sommando entrambi i valori SMEQ per ogni utente. I questionari AttracDiff2 e SMEQ sono stati presentati agli utenti sottoforma elettronica in un comune browser web (Google Chrome). In Figura 4 è raffigurato il questionario SMEQ presentato agli utenti. Figura 4 : Questionario SMEQ presentato agli utenti 7

8 3. Procedura : L esperimento è stato fatto su un portatile, ed è durato in media 40 minuti per ogni partecipante. Ad ogni utente singolarmente, sono state presentate inizialmente le 4 skin (Figura 2), in ordine casuale. In seguito, è stato chiesto loro di valutare ognuna di esse con l aiuto di un questionario AttracDiff2 (valutazione pre uso; Figura 3). Dopo aver valutato tutte le skin, agli utenti è stato chiesto di usarle in due scenari. Nel primo scenario, mentre la musica suonava, iniziava a suonare un cellulare, e l utente aveva il compito di abbassare il volume per rispondere alla chiamata. Nel secondo scenario, i partecipanti avevano il compito di caricare una playlist preparata precedentemente e far suonare determinate canzoni. Dopo il completamento di ogni scenario è stato assegnato agli utenti il questionario SMEQ (Figura 4) da compilare per valutare lo sforzo mentale impiegato per svolgerlo. Successivamente allo SMEQ, ai partecipanti sono stati presentati i risultati della loro valutazione pre uso, chiedendo loro di modificarli in base all esperienza avuta usando le skin. 8

9 RISULTATI I risultati di questo studio portano a classificare le 4 skin nel modo seguente: la più bella è stata la skin MMD3, seguita da Drone, Matrix ed infine Toyota; come rappresentato in Figura MMD3 : 2. DRONE : 3. MATRIX : 4. TOYOTA : Figura 5: Classifica delle skin secondo la valutazione degli utenti in base alla bellezza Il livello di bellezza non è stato significativamente influenzato dalle esperienze derivate dall' effettivo utilizzo, mentre quello di bontà è cambiato anche se di poco. La skin con punteggi HQI più alti è stata MMD3 sia pre che post uso, mentre i punteggi HQS sono stati simili per Drone e MMD3. Infine, i punteggi PQ pre uso più alti sono stati quelli di Drone e MMD3, quelli post uso però sono stati più alti per Drone. A differenza dello studio di Hassenzahl, il presente studio ha dimostrato che in alcuni casi l' influenza dell' esperienza di utilizzo è stata notevole. Come si può vedere nei grafici, alcune medie variano anche di 2 unità da pre a post uso. In media, le skin belle sono state ancora percepite come migliori soprattutto nel fornire identificazione (HQI), seguita dalla stimolazione (HQS). Come nello studio di Hassenzahl è stata evidenziata una stretta relazione dei punteggi di HQI e della bellezza. Inoltre, questa relazione non è cambiata significativamente da pre a post uso. I punteggi di HQS invece non risultano correlare 9

10 significativamente con i punteggi di bellezza o bontà. Per quanto riguarda PQ, si nota una similitudine tra i punteggi e la valutazione di bontà delle singole skin. Dallo studio di Hassenzahl sono risultate differenze interessanti tra le valutazioni di bellezza e bontà post uso. In questo studio non è stato così, infatti le differenze tra bellezza e bontà sono state minime, in media inferiori all' unità. Anche la differenza tra valutazioni di bellezza e bontà pre- post uso sono state significative nello studio di Hassenzahl. In questo studio non ci sono state diffierenze significative, i punteggi di bellezza sono rimasti quasi invariati mentre quelli di bontà sono cambiati solo leggermente. Come nello studio di Hassenzahl, i punteggi di PQ post uso sono stati molto differenti rispetto a quelli pre uso. Ciò indica che i partecipanti hanno cambiato la loro valutazione a causa dell' esperienza vissuta. In sintesi, le qualità pragmetiche e la bontà sono state influenzate di più dall' utilizzo del prodotto rispetto alle qualità edoniche e la bellezza. In seguito, nelle Figure 6, 7, 8, 9 vengono presentati i risultati pre e post uso in base ai valori medi calcolati per ogni skin: Figura 6 : Valori medi di valutazione della skin MMD3 10

11 Figura 7 : Valori medi di valutazione della skin DRONE Figura 8 : Valori medi di valutazione della skin MATRIX 11

12 Figura 9 : Valori medi di valutazione della skin TOYOTA La correlazione dello sforzo mentale (SMEtot, Figura 11) e dei punteggi di PQ é stata sostanziale è negativa, mentre la correlazione dello sforzo mentale e HQI o HQS non è stata significativa. Anche le valutazioni di bellezza e bontà delle singole skin correlano negativamente con lo sforzo mentale indicato dagli utenti. Figura 10: Valori medi dello sforzo mentale per ogni skin (divisi per scenario) 12

13 Figura 11: Valori medi dello sforzo mentale per ogni skin (SMEtot) 13

14 CONCLUSIONE Le due skin che sono state votate come più belle nel sito sono state giudicate ancora una volta come le più belle. Come previsto, anche la percezione di bontà è stata alta per le due skin più belle. Analizzando i risultati si nota che la percezione degli attributi varia notevolmente da skin a skin, mentre in alcuni casi anche i voti dati alla stessa skin da utenti diversi sono stati molto diversi. Dalla media dei risultati risulta che le skin più belle sono state quelle con i voti di HQI più alti. Possiamo dire che gli attributi HQI sono strettamente legati alla bellezza del prodotto. Non si può sostenete altrettanto per gli attributi HQS che variano troppo rispetto alle valutazioni di bellezza e bontà. Per quanto riguarda gli attributi PQ, dai risultati si nota che essi hanno influenzato notevolmente le valutazioni di bontà. La percezione di tali attributi è stata molto diversa tra pre e post uso ed a ciò è seguito pure un cambiamento nella valutazione della bontà del prodotto dopo l utilizzo. Perciò si può dire che gli attributi pragmatici sono strettamente legati alla bontà del prodotto. Gli attributi pragmatici così come la bontà sono stati colpiti maggiormente dall' esperienza, cioè da problemi di usabilità, mentre gli attributi edonici e la bellezza sono rimasti più stabili nel tempo. Lo sforzo mentale provato dai partecipanti è legato alle valutazioni post uso di PQ; infatti, i valori più alti si riferiscono a skin con punteggi PQ molto bassi e viceversa. Possiamo dire che lo sforzo mentale dipende dalla bontà(post uso) del prodotto, al contrario la bellezza è legata agli attributi edonici e quindi non è in stretta relazione con lo sforzo mentale. In questo studio, a differenza dello studio condotto da Hassenzahl, le skin non sono state scelte dai partecipanti perciò non abbiamo a disposizione tutta la quantità di dati della prima parte dell esperimento. Ciò ha reso impossibile svolgere tutte le analisi che sono state svolte da Hassenzahl, ma i risultati ottenuti sono lo stesso soddisfacenti e significativi. I risultati ottenuti in questo studio rispecchiano in gran parte quelli ottenuti da Hassenzahl nel suo studio. Come descritto nei risultati ci sono alcuni elementi che non combaciano alla perfezione ma si può dire che i punti più importanti dello studio di Hassenzahl sono stati dimostrati anche da questo studio. Le differenze riscontrate possono essere dovute a differenze nello svolgimento dell' esperimento in quanto non tutti i dettagli nell articolo sono descritti nei minimi particolari. Daltronde anche Hassenzahl nel suo articolo dice che i sui risultati non sono uguali a quelli di Tractinsky (2000) che aveva concluso che non ci sono effetti significativi dell'esperienza d'uso sui punteggi di bellezza ed usabilità, mentre noi abbiamo visto che queste differenze sono ben marcate (per la bontà, usabilità). Hassenzahl indica come possibili cause di queste differenze il diverso trattamento dei partecipanti e la diversa monipolazione delle variabili dell' esperimento. 14

15 Esistono centinaia o migliaia di definizioni e frasi fatte sulla bellezza, ma la bellezza non può dipendere da una sola di queste perché la bellezza è soggettiva, dipende dalla cultura, dal credo, dall' età, dal sesso e molto altro ancora. Questo studio ha cercato di definire alcuni costrutti che siano d'aiuto nel valutare la bellezza e la bontà di un prodotto. 15

Metodi per valutare la User Experience nei servizi web

Metodi per valutare la User Experience nei servizi web Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Metodi per valutare la User Experience nei servizi web Autore: Maurizio Boscarol Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

Caratteri Sessuali Terziari

Caratteri Sessuali Terziari Caratteri Sessuali Terziari Sintesi della ricerca svolta in classe Introduzione La professoressa Busdraghi e la professoressa Palazzi ci hanno proposto una ricerca sui caratteri sessuali terziari, per

Dettagli

INTRODUZIONE LA VALUTAZIONE TRAMITE QUESTIONARIO

INTRODUZIONE LA VALUTAZIONE TRAMITE QUESTIONARIO INTRODUZIONE Anche quest anno, Piscine Forlì S.S.D. A.R.L. ha proposto ai suoi utenti un questionario per rilevarne la soddisfazione. L intento del gestore è stato molto ambizioso, non si è limitato infatti

Dettagli

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente

Azienda Sanitaria ULSS 3 Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Risultati dell indagine 2014 sul benessere del personale dipendente Sommario Premessa 1 L indagine e il questionario di rilevazione 1 La partecipazione e le caratteristiche dei rispondenti 2 I risultati

Dettagli

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Morena Terraschi Lynx Srl via Ostiense 60/D 00154 Roma morena@altrascuola.it http://corsi.altrascuola.it Corsi Altrascuola è la

Dettagli

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e siccome la valutazione si basa sulle abilità dimostrate

Dettagli

Identificare le classi in un sistema

Identificare le classi in un sistema 3.7 (Caso di studio facoltativo) Pensare a oggetti: identificare le classi nella specifica del problema Cominciamo ad affrontare la progettazione del simulatore di ascensore introdotto nel capitolo. Iniziamo

Dettagli

Già negli nella prima metà del 900 la ricerca mostrò che copiare forme geometriche correlava in modo significativo con determinate funzioni

Già negli nella prima metà del 900 la ricerca mostrò che copiare forme geometriche correlava in modo significativo con determinate funzioni Già negli nella prima metà del 900 la ricerca mostrò che copiare forme geometriche correlava in modo significativo con determinate funzioni psicologiche. L autore del V.M.I. Test rilevò,negli anni 60,

Dettagli

MICROSOFT WORD LA STAMPA UNIONE

MICROSOFT WORD LA STAMPA UNIONE La stampa unione è una funzione di Microsoft Word che permette di unire un documento Word, che contiene le informazioni destinate a restare invariate in tutte le stampe (il documento principale) con un

Dettagli

Capitolo 3. Sé e identità

Capitolo 3. Sé e identità Capitolo 3 Sé e identità Concetto di sé come Soggetto e oggetto di conoscenza Io / me, autoconsapevolezza Processo di conoscenza Struttura cognitiva Insieme di spinte motivazionali: autovalutazione, autoverifica

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

La raccolta dei dati

La raccolta dei dati La raccolta dei dati 1. Osservazione 2. Intervista 3. Questionario 4. Tecniche implicite La raccolta dei dati La raccolta dei dati è un aspetto fondamentale nella ricerca, ossia rilevare le variabili che

Dettagli

La soddisfazione dei cittadini per il servizio di Polizia Municipale

La soddisfazione dei cittadini per il servizio di Polizia Municipale Settore Polizia Municipale e Politiche per la Legalità e le Sicurezze Settore Direzione Generale Ufficio organizzazione, qualità e ricerche La soddisfazione dei cittadini per il servizio di Polizia Municipale

Dettagli

Navigare in Internet

Navigare in Internet Navigare in Internet ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Word Wide Web = WWW = Ragnatela estesa a tutto il mondo In questo argomento del nostro

Dettagli

La validità. La validità

La validità. La validità 1. Validità interna 2. Validità di costrutto 3. Validità esterna 4. Validità statistica La validità La validità La validità di una ricerca ci permette di valutare se quello che è stato trovato nella ricerca

Dettagli

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Tabella 4: Numero di aziende che utilizzano il fondo regionale ogni dieci aziende che si avvalgano del regime assicurativo Area N.ro ogni 10 aziende Nord-Ovest

Dettagli

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI DEL QUESTIONARIO I

INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI DEL QUESTIONARIO I CeSe.Di. - Riorientamento nel primo anno delle superiori INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI DEL QUESTIONARIO I dati Sezione 1 - AFFERMAZIONI GENERALI (10 item): affermazioni che afferiscono alle percezioni

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE 11 November 2014 COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Ti sei mai chiesto perché alcune persone falliscono in tutto quello che

Dettagli

La rappresentazione nella pubblicità. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1. Premessa. Le azioni della ricerca.

La rappresentazione nella pubblicità. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1. Premessa. Le azioni della ricerca. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1 La rappresentazione nella pubblicità Premessa La letteratura internazionale ha affrontato negli ultimi anni la pubblicità che utilizza i bambini

Dettagli

Cocaina e il mondo della notte

Cocaina e il mondo della notte Cocaina e il mondo della notte Gruppo di ricerca formato da : Fabio Mariani e Claudio Marinelli Cooperativa Progetto sul cocainismo - Seconda Annualità anno 2009 FINALITA Emersione del cosiddetto sommerso

Dettagli

Dispense di Filosofia del Linguaggio

Dispense di Filosofia del Linguaggio Dispense di Filosofia del Linguaggio Vittorio Morato II settimana Gottlob Frege (1848 1925), un matematico e filosofo tedesco, è unanimemente considerato come il padre della filosofia del linguaggio contemporanea.

Dettagli

Il questionario è stato preparato

Il questionario è stato preparato PRIMO CONFRONTO DEGLI INDICATORI DEMOGRAFICI, FINANZIARI E DEL MERCATO DEL LAVORO DELLA PROFESSIONE Indagine Fve sulla professione medico veterinaria in Europa Le opinioni di oltre 13.000 veterinari provenienti

Dettagli

G iochi con le carte 1

G iochi con le carte 1 Giochi con le carte 1 PREPARAZIONE E DESCRIZIONE DELLE CARTE L insegnante prepara su fogli A3 e distribuisce agli allievi le fotocopie dei tre diversi tipi di carte. Invita poi ciascun allievo a piegare

Dettagli

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte

Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte Giammaria de Paulis Autore del libro Facebook: genitori alla riscossa Torino, 18 ottobre 2013 - Centro Incontri della Regione Piemonte in una stanza dove sia accesa soltanto una candela, basta una mano

Dettagli

Indice Statistiche Univariate Statistiche Bivariate

Indice Statistiche Univariate Statistiche Bivariate Indice 1 Statistiche Univariate 1 1.1 Importazione di un file.data.............................. 1 1.2 Medie e variabilità................................... 6 1.3 Distribuzioni di frequenze...............................

Dettagli

Servqual: applicazioni e limiti del modello. Tonino Pencarelli

Servqual: applicazioni e limiti del modello. Tonino Pencarelli Servqual: applicazioni e limiti del modello Tonino Pencarelli servqual Il Servqual è costituito da due serie di 22 domande predefinite: la prima serie di domande misura le aspettative generiche dei clienti

Dettagli

BACHI SPAZIALI. Adatto a sviluppare le capacità di lettura e scrittura

BACHI SPAZIALI. Adatto a sviluppare le capacità di lettura e scrittura BACHI SPAZIALI Adatto a sviluppare le capacità di lettura e scrittura Collana di programmi educativi su personal computer per facilitare l'apprendimento AZIENDA USL Città di Bologna Centro regionale per

Dettagli

Il database management system Access

Il database management system Access Il database management system Access Corso di autoistruzione http://www.manualipc.it/manuali/ corso/manuali.php? idcap=00&idman=17&size=12&sid= INTRODUZIONE Il concetto di base di dati, database o archivio

Dettagli

SCHEDA DI RECUPERO SUI NUMERI RELATIVI

SCHEDA DI RECUPERO SUI NUMERI RELATIVI SCHEDA DI RECUPERO SUI NUMERI RELATIVI I numeri relativi sono l insieme dei numeri negativi (preceduti dal segno -) numeri positivi (il segno + è spesso omesso) lo zero. Valore assoluto di un numero relativo

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI DEL CLIENTE

IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI DEL CLIENTE IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI DEL CLIENTE 51 Dichiarazione d intenti (mission statement) La dichiarazione d intenti ha il compito di stabilire degli obiettivi dal punto di vista del mercato, e in parte dal

Dettagli

ShellMemory. Sistema operativo Microsoft Windows 98 o superiore Libreria SAPI e voce sintetica Casse audio

ShellMemory. Sistema operativo Microsoft Windows 98 o superiore Libreria SAPI e voce sintetica Casse audio Progetto Software to Fit - ShellMemory Pagina 1 Manuale d'uso ShellMemory Memory è un gioco didattico realizzato con l'obiettivo di aiutare l'alunno ad esercitare la capacità di memorizzazione o le capacità

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Educazione alla legalità e alla cittadinanza. L'esperienza della Rete Libera

Educazione alla legalità e alla cittadinanza. L'esperienza della Rete Libera Educazione alla legalità e alla cittadinanza L'esperienza della Rete Libera Educazione alla legalità e alla cittadinanza Libera L associazione Cosa Cosa significa cittadinanza e legalità perchè fare educazione

Dettagli

Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore

Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore Capitolo 13: L offerta dell impresa e il surplus del produttore 13.1: Introduzione L analisi dei due capitoli precedenti ha fornito tutti i concetti necessari per affrontare l argomento di questo capitolo:

Dettagli

1 Associazione tra variabili quantitative COVARIANZA E CORRELAZIONE

1 Associazione tra variabili quantitative COVARIANZA E CORRELAZIONE 1 Associazione tra variabili quantitative ASSOCIAZIONE FRA CARATTERI QUANTITATIVI: COVARIANZA E CORRELAZIONE 2 Associazione tra variabili quantitative Un esempio Prezzo medio per Nr. Albergo cliente (Euro)

Dettagli

AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale

AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale AREA DOCENTE - ACCESSO, REG. DI CLASSE E VOTI Indice Del Manuale 1 - Come Accedere a Nuvola 2 - Home Page Area Docente 3 - Come Modificare il proprio Profilo 4 - Come Modificare la propria Password 5 -

Dettagli

Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione degli utenti

Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione degli utenti Provincia di Milano Direzione Centrale Cultura e Affari Sociali Settore Sostegno e Prevenzione delle Emergenze Sociali Ufficio Teleassistenza Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

Premesse alla statistica

Premesse alla statistica Premesse alla statistica Versione 22.10.08 Premesse alla statistica 1 Insiemi e successioni I dati di origine sperimentale si presentano spesso non come singoli valori, ma come insiemi di valori. Richiamiamo

Dettagli

ActiveMath Learning Environment

ActiveMath Learning Environment ActiveMath Learning Environment ActiveMath è un ambiente di apprendimento adattabile sviluppato da: Centro di ricerca tedesco per l intelligenza artificiale Università di Saarland Il software combina un

Dettagli

FIDAWORKSTATION: MANUALE UTENTE

FIDAWORKSTATION: MANUALE UTENTE FIDAWORKSTATION: MANUALE UTENTE 1. Introduzione 2 2. Accesso a FIDAworkstation 2 3. Ricerca 4 3.1 Scheda Prodotto 5 4. Clienti 9 4.1 Anagrafica Clienti 9 4.2 Analisi Esigenze 11 4.3 Profilo di Rischio

Dettagli

Introduzione. Alberto Fortunato alberto.fortunato@gmail.com. www.albertofortunato.com Pag. 1 di 137

Introduzione. Alberto Fortunato alberto.fortunato@gmail.com. www.albertofortunato.com Pag. 1 di 137 Introduzione Il software Gestione magazzino è stato realizzato con l intenzione di fornire uno strumento di apprendimento per chi intendesse cominciare ad utilizzare Access 2010 applicando le tecniche

Dettagli

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 12-Il t-test per campioni appaiati vers. 1.2 (7 novembre 2014) Germano Rossi 1 germano.rossi@unimib.it 1 Dipartimento di Psicologia, Università di Milano-Bicocca

Dettagli

Linea Servizi GESCO PKI Commerciale. La Gestione dei Certificati Digitali Modalità Operative

Linea Servizi GESCO PKI Commerciale. La Gestione dei Certificati Digitali Modalità Operative Linea Servizi GESCO PKI Commerciale La Gestione dei Certificati Digitali Modalità Operative Tipo Documento Istruzione Redazione Riesame e Approvazione Luigina Balice Tiziana Balegno Data emissione 03/11/2003

Dettagli

A cura di Elena Barbera, Elisa Ferro, Claudio Tortone DoRS Regione Piemonte (Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute)

A cura di Elena Barbera, Elisa Ferro, Claudio Tortone DoRS Regione Piemonte (Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute) PROGETTARE MATERIALE COMUNICATIVO EFFICACE DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE: PRE-TEST SPERIMENTALE DI UNA BROCHURE BASATA SU TEORIE SPECIFICHE PER AUMENTARE LE CONOSCENZE J.R.D. Whittingham 1, R.A.C. Ruiter 1,

Dettagli

Probabilità. Esperimento, risultati e spazio campionario

Probabilità. Esperimento, risultati e spazio campionario Probabilità La probabilità è usata nel linguaggio comune per dare indicazioni quantitative sul verificarsi di certi eventi: i) probabilità di incorre in un data patologia causa l abuso di alcol, fumo,

Dettagli

Joomla: Come installarlo e come usarlo. A cura di

Joomla: Come installarlo e come usarlo. A cura di Joomla: Come installarlo e come usarlo. A cura di In questa dispensa andremo a vedere come si installa joomla sul noto software xampp e come viene usato per creare siti web dinamici. Tecnol earn Firmato

Dettagli

Statistica Sociale Laboratorio 2

Statistica Sociale Laboratorio 2 CORSO DI STATISTICA SOCIALE Statistica Sociale Laboratorio 2 Dott.ssa Agnieszka Stawinoga agnieszka.stawinoga@unina.it Le variabili qualitative ( mutabili ) Le variabili qualitative (mutabili) assumono

Dettagli

Pale eoliche e valori immobiliari: un analisi con il metodo del Choice Experiment

Pale eoliche e valori immobiliari: un analisi con il metodo del Choice Experiment Università degli Studi di Padova Corso di Laurea in Tutela e Riassetto del Territorio Pale eoliche e valori immobiliari: un analisi con il metodo del Choice Experiment Laureanda: Francesca Pasqualon Anno

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO 2 CECCANO Via Gaeta,

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO 2 CECCANO Via Gaeta, MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO 2 CECCANO Via Gaeta, 123-03023Ceccano(FR) 0775/600021 fax 0775/623471 C.M. FRIC85800R

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti Rapporto dal Questionari Studenti SCUOLA xxxxxxxxx Anno Scolastico 2014/15 Le Aree Indagate Il questionario studenti ha lo scopo di indagare alcuni aspetti considerati rilevanti per assicurare il benessere

Dettagli

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan

GUIDA. a cura di Maddalena Dal Degan ISTITUTO COMPRENSIVO DI VERONELLA E ZIMELLA Commissione Informatica a.s. 2010-2011 Coordinatore di commissione Maddalena Dal Degan GUIDA a cura di Maddalena Dal Degan - Iniziare il progetto pag 3 - I segnalibri

Dettagli

Misure della dispersione o della variabilità

Misure della dispersione o della variabilità QUARTA UNITA Misure della dispersione o della variabilità Abbiamo visto che un punteggio di per sé non ha alcun significato e lo acquista solo quando è posto a confronto con altri punteggi o con una statistica.

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

7 Le situazioni di emergenza nelle scuole: approfondimenti

7 Le situazioni di emergenza nelle scuole: approfondimenti 7 Le situazioni di emergenza nelle scuole: approfondimenti 1. Generalità Nei capitoli precedenti, il tema della sicurezza nelle scuole è stato affrontato da più punti di vista: soggettivo, da un lato,

Dettagli

Principali risultati della ricerca

Principali risultati della ricerca Principali risultati della ricerca INTRODUZIONE Principali risultati della ricerca 1. Descrizione Lo scopo della ricerca è stato quello di valutare i comportamenti di consumo degli utenti internet italiani

Dettagli

INDAGINE SULLA STRUTTURA E PRODUZIONI DELLE AZIENDE AGRICOLE-2013. Manuale d uso. Versione 1 23 ottobre 2013 INDICE

INDAGINE SULLA STRUTTURA E PRODUZIONI DELLE AZIENDE AGRICOLE-2013. Manuale d uso. Versione 1 23 ottobre 2013 INDICE INDAGINE SULLA STRUTTURA E PRODUZIONI DELLE AZIENDE AGRICOLE-2013 SGR-SPA: SISTEMA DI GESTIONE DELLA RILEVAZIONE Manuale d uso. Versione 1 23 ottobre 2013 INDICE Introduzione... 3 Sistema di autenticazione...

Dettagli

METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA 2 LEZIONE

METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA 2 LEZIONE METODI E TECNOLOGIE PER L INSEGNAMENTO DELLA MATEMATICA 2 LEZIONE LE AZIONI DEL FARE MATEMATICA OSSERVARE OSSERVARE Dalla spontanea formazione dei concetti nella mente del bambino fino alla concezione

Dettagli

L EFFICACIA FORMATIVA DEL TEATRO SCIENTIFICO: UN ESPERIENZA NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EFFICACIA FORMATIVA DEL TEATRO SCIENTIFICO: UN ESPERIENZA NELLA SCUOLA PRIMARIA L EFFICACIA FORMATIVA DEL TEATRO SCIENTIFICO: UN ESPERIENZA NELLA SCUOLA PRIMARIA di Federica La Longa e Massimo Crescimbene psicologi del Laboratorio di Didattica e Divulgazione Scientifica INGV Roma

Dettagli

Sondaggi OnLine. Documento Tecnico. Descrizione delle funzionalità del servizio

Sondaggi OnLine. Documento Tecnico. Descrizione delle funzionalità del servizio Documento Tecnico Sondaggi OnLine Descrizione delle funzionalità del servizio Prosa S.r.l. - www.prosa.com Versione documento: 1, del 30 Maggio 2005. Redatto da: Michela Michielan, michielan@prosa.com

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO ORIENTAMENTO PANNELLI SOLARI

SISTEMA DI CONTROLLO ORIENTAMENTO PANNELLI SOLARI SISTEMA DI CONTROLLO ORIENTAMENTO PANNELLI SOLARI Lezione 1: User Requirements, Modellizzazione e Identificazione. 1.1 Introduzione: Un cliente ha chiesto la realizzazione di un sistema per l'orientamento

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI

MANUALE D ISTRUZIONI Pagina 1 di 16 MANUALE D ISTRUZIONI Pagina 2 di 16 INTRODUZIONE ARCEXPLORER 3 PULSANTI PER GESTIRE UN PROGETTO (estensione.axl) 4 PULSANTI PER SPOSTARSI IN UNA MAPPA 5 COME CARICARE UN LAYER 6 IDENTIFICAZIONE

Dettagli

Studio sulla soddisfazione per le condizioni ambientali della propria zona di residenza e atteggiamenti pro-ambientali attuati

Studio sulla soddisfazione per le condizioni ambientali della propria zona di residenza e atteggiamenti pro-ambientali attuati Studio sulla soddisfazione per le condizioni ambientali della propria zona di residenza e atteggiamenti pro-ambientali attuati Obiettivi La seguente ricerca si inserisce nell ambito di uno studio più ampio

Dettagli

Il programma Power Point

Il programma Power Point Il programma Power Point ICT per la terza età Le video lezioni della Fondazione Mondo Digitale Diapositiva Introduzione Power Point In questo argomento del nostro corso affrontiamo il programma Power Point.

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli

SOLUZIONE Web.Orders online

SOLUZIONE Web.Orders online SOLUZIONE Web.Orders online Gennaio 2005 1 INDICE SOLUZIONE Web.Orders online Introduzione Pag. 3 Obiettivi generali Pag. 4 Modulo di gestione sistema Pag. 5 Modulo di navigazione prodotti Pag. 7 Modulo

Dettagli

TEORIA sulle BASI DI DATI

TEORIA sulle BASI DI DATI TEORIA sulle BASI DI DATI A cura del Prof. Enea Ferri Cos è un DATA BASE E un insieme di archivi legati tra loro da relazioni. Vengono memorizzati su memorie di massa come un unico insieme, e possono essere

Dettagli

Il salone Mestieri in Mostra 2005: le opinioni degli stakeholder - Luglio 2005

Il salone Mestieri in Mostra 2005: le opinioni degli stakeholder - Luglio 2005 Il salone Mestieri in Mostra 2005: le opinioni degli stakeholder - Luglio 2005 Indagine effettuata dal Servizio Organizzazione e Qualità in collaborazione con l Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina

Dettagli

Elaborazione dei dati su PC Regressione Multipla

Elaborazione dei dati su PC Regressione Multipla 21 Elaborazione dei dati su PC Regressione Multipla Analizza Regressione Statistiche Grafici Metodo di selezione Analisi dei dati 21.1 Introduzione 21.2 Regressione lineare multipla con SPSS 21.3 Regressione

Dettagli

C.I.M. MAPPANO. Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014

C.I.M. MAPPANO. Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014 Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014 C.I.M. MAPPANO La rilevazione è stata effettuata nel mese di aprile 2014, a circa un anno dalla precedente. L obiettivo

Dettagli

Come elaborare degli indicatori elementari per ottenere un unico indicatore complessivo

Come elaborare degli indicatori elementari per ottenere un unico indicatore complessivo Come elaborare degli indicatori elementari per ottenere un unico indicatore complessivo Il sistema SCIARE: Sistema per la Composizione di Indicatori di Attività REgionale Razionale: per poter sintetizzare

Dettagli

Nutrizione Le soluzioni DS Dietosystem. Screening Psicometrico. psicometria

Nutrizione Le soluzioni DS Dietosystem. Screening Psicometrico. psicometria Nutrizione Le soluzioni DS Dietosystem Screening Psicometrico psicometria L approccio globale Il test di psicometria giunge a complemento della produzione Dietosystem nell Area Nutrizionale. Esso va ad

Dettagli

IMSV 0.8. (In Media Stat Virtus) Manuale Utente

IMSV 0.8. (In Media Stat Virtus) Manuale Utente Introduzione IMSV 0.8 (In Media Stat Virtus) Manuale Utente IMSV è una applicazione che calcola che voti può'prendere uno studente negli esami che gli mancano per ottenere la media che desidera. Importante:

Dettagli

I processi decisionali all interno delle coppie

I processi decisionali all interno delle coppie 9 aprile 2003 I processi decisionali all interno delle coppie Nel 2001 l indagine Panel europeo sulle famiglie ha dedicato una particolare attenzione agli aspetti legati ai processi decisionali all interno

Dettagli

Cosa ci dicono le statistiche sull università

Cosa ci dicono le statistiche sull università Cosa ci dicono le statistiche sull università di Ruggero Paladini Una prima ricognizione sui dati dell Ufficio statistica del Ministero Università e Ricerca,che riguardano studenti, laureati, docenti di

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 CURRICOLO DI MATEMATICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCUOLA PRIMARIA Anno Scolastico 2014/2015 CURRICOLO DI MATEMATICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

per immagini guida avanzata Organizzazione e controllo dei dati Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Organizzazione e controllo dei dati Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Organizzazione e controllo dei dati Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Il raggruppamento e la struttura dei dati sono due funzioni di gestione dati di Excel, molto simili tra

Dettagli

Elementi di Psicometria

Elementi di Psicometria Elementi di Psicometria 12-Correlazione vers. 1.1 (27 novembre 2012) Germano Rossi 1 germano.rossi@unimib.it 1 Dipartimento di Psicologia, Università di Milano-Bicocca 2011-2012 G. Rossi (Dip. Psicologia)

Dettagli

Manuale d uso. 1. Introduzione

Manuale d uso. 1. Introduzione Manuale d uso 1. Introduzione Questo manuale descrive il prodotto Spazio 24.7 e le sue funzionalità ed è stato elaborato al fine di garantire un più agevole utilizzo da parte del Cliente. Il manuale d

Dettagli

Scaricare la versione 7.1 di TutoreDattilo per tastiera italiana dal sito. http://www.maurorossi.net/pagine/programmi/tutoredattilo.

Scaricare la versione 7.1 di TutoreDattilo per tastiera italiana dal sito. http://www.maurorossi.net/pagine/programmi/tutoredattilo. TUTOREDATTILO 7.1 GUIDA PER L INSEGNANTE Scaricare la versione 7.1 di TutoreDattilo per tastiera italiana dal sito http://www.maurorossi.net/pagine/programmi/tutoredattilo.htm e installarla sui PC utilizzati

Dettagli

Dipartimento Politiche Sociali e della Salute OSSERVATORIO SOCIALE SULLA CONCERTAZIONE TERRITORIALE. Manuale del software Utente Lettore Vers. 4.

Dipartimento Politiche Sociali e della Salute OSSERVATORIO SOCIALE SULLA CONCERTAZIONE TERRITORIALE. Manuale del software Utente Lettore Vers. 4. Dipartimento Politiche Sociali e della Salute OSSERVATORIO SOCIALE SULLA CONCERTAZIONE TERRITORIALE Manuale del software Utente Lettore Vers. 4.1 Aprile 2014 Indice Tre passaggi per entrare nel programma...

Dettagli

I punteggi zeta e la distribuzione normale

I punteggi zeta e la distribuzione normale QUINTA UNITA I punteggi zeta e la distribuzione normale I punteggi ottenuti attraverso una misurazione risultano di difficile interpretazione se presi in stessi. Affinché acquistino significato è necessario

Dettagli

ANALISI DATI QUESTIONARIO RILEVAZIONE LIVELLO DI SODDISFAZIONE DEL SERVIZIO COMPONENTE GENITORI

ANALISI DATI QUESTIONARIO RILEVAZIONE LIVELLO DI SODDISFAZIONE DEL SERVIZIO COMPONENTE GENITORI Liceo Scientifico Statale Alessandro Volta - Milano RILEVAZIONE DEL LIVELLO DI SODDISFAZIONE DEL SERVIZIO COMPONENTE GENITORI ANNO SCOLASTICO COMITATO ASSICURAZIONE QUALITA ANALISI DATI QUESTIONARIO RILEVAZIONE

Dettagli

Progettazione di un Database

Progettazione di un Database Progettazione di un Database Per comprendere il processo di progettazione di un Database deve essere chiaro il modo con cui vengono organizzati e quindi memorizzati i dati in un sistema di gestione di

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

COMPILATIO Strumento utile per la valutazione della propria tesi di laurea ed evitare di cadere nel plagio (plagio è l appropriazione della paternità

COMPILATIO Strumento utile per la valutazione della propria tesi di laurea ed evitare di cadere nel plagio (plagio è l appropriazione della paternità COMPILATIO Strumento utile per la valutazione della propria tesi di laurea ed evitare di cadere nel plagio (plagio è l appropriazione della paternità di un'opera altrui, con copiatura totale o parziale,

Dettagli

La Top Ten dei suggerimenti per la progettazione Web

La Top Ten dei suggerimenti per la progettazione Web In questo capitolo Impostare l obiettivo Mantenere le pagine libere e pulite Non travolgere i visitatori con i colori Usare meno di quattro tipi di carattere Essere coerenti Semplificare Essere rapidi

Dettagli

INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola

INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola INDAGINE del Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi sui Servizi Psicologici nella scuola Svolta in collaborazione con gli IRRE e con i Consigli Territoriali dell Ordine degli Psicologi 1. Attività

Dettagli

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza

Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza Lezione 6 Introduzione a Microsoft Excel Parte Terza I grafici in Excel... 1 Creazione di grafici con i dati di un foglio di lavoro... 1 Ricerca del tipo di grafico più adatto... 3 Modifica del grafico...

Dettagli

Workshop Costruire ed usare le mappe concettuali per uno studio efficace Docenti: dott.ssa Chiara Ferrari dott.ssa Elena Del Torre

Workshop Costruire ed usare le mappe concettuali per uno studio efficace Docenti: dott.ssa Chiara Ferrari dott.ssa Elena Del Torre Venerdì 9 settembre 2011 - Tolmezzo Workshop Costruire ed usare le mappe concettuali per uno studio efficace Docenti: dott.ssa Chiara Ferrari dott.ssa Elena Del Torre Topics Prima parte concetti teorici

Dettagli

ISTRUZIONI D USO DEL SOFTWARE

ISTRUZIONI D USO DEL SOFTWARE Protocollo ITACA PUGLIA Strumento di qualità energetica e Protocollo Completo ISTRUZIONI D USO DEL SOFTWARE Indice 1. Premessa 3 2. Fogli di calcolo del framework 3 2.1. Foglio Progetto 3 2.2. Foglio Elenco

Dettagli

Iniziativa ACCENDI LA SALUTE

Iniziativa ACCENDI LA SALUTE Iniziativa ACCENDI LA SALUTE Relazione conclusiva AZIENDA SANITARIA LOCALE NO - NOVARA in collaborazione con SEZIONE PR OVINCIALE DI NOVARA ONLUS L ASL NO, in quanto parte del SSN, ha tra i propri compiti

Dettagli

Studio udito nazionale Risultati

Studio udito nazionale Risultati Studio udito nazionale Risultati 18.02.2013 Partner dello studio: Indice Summary Introduzione Finalità Progetto dello studio Motivi per i quali sino a ora non si porta alcun apparecchio acustico e motivi

Dettagli

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 29-Analisi della potenza statistica vers. 1.0 (12 dicembre 2014) Germano Rossi 1 germano.rossi@unimib.it 1 Dipartimento di Psicologia, Università di Milano-Bicocca

Dettagli

Una ricerca sugli orientamenti di acculturazione

Una ricerca sugli orientamenti di acculturazione Una ricerca sugli orientamenti di acculturazione Il termine acculturazione è stato creato dagli antropologi per descrivere il processo di cambiamento bidirezionale che si ha quando due gruppi etnici entrano

Dettagli

L espressione torna invece sempre vera (quindi la soluzione originale) se cambiamo contemporaneamente il verso: 1 < 0.

L espressione torna invece sempre vera (quindi la soluzione originale) se cambiamo contemporaneamente il verso: 1 < 0. EQUAZIONI E DISEQUAZIONI Le uguaglianze fra espressioni numeriche si chiamano equazioni. Cercare le soluzioni dell equazione vuol dire cercare quelle combinazioni delle lettere che vi compaiono che la

Dettagli

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014 Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER LE INSEGNANTI Al fine di ottenere una valutazione del livello di gradimento delle insegnanti

Dettagli

Report relativo all analisi di Customer Satisfaction

Report relativo all analisi di Customer Satisfaction Report relativo all analisi di Customer Satisfaction Committente: Firenze Parcheggi SpA Società incaricata: Process Factory Srl Via Masaccio 153, 50132 Firenze Data del report: 11/05/2015 Sommario 1. Premessa...

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli