Costi sociali della PMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Costi sociali della PMA"

Transcript

1 Procreazione Medicalmente Assistita. Aspetti medici, sociali, implicazioni bioetiche Torino, 29 marzo 2014 PMA Sanità pubblica e legislazione internazionale in Italia e nel mondo Dott.ssa Clementina Peris Costi sociali della PMA La fertilizzazione in vitro ha dato origine a molte famiglie felici in coppie che altrimenti sarebbero rimaste senza figli; tuttavia è chiaro che la IVF come è praticata oggi è molto complicata e costosa, comporta un grave disagio alle coppie, che può esitare in abbandono del trattamento, e aumenta l incidenza di complicanze nelle donne, nelle gravidanze e nei bambini nati Fauser BCJM e Serour GI Fertil. Steril., 2013; 100:

2 Registro Nazionale PMA Relazione del Ministro anno 2013 In Italia meno di un ciclo su 8 iniziato con la stimolazione ovarica giunge al successo (bambini nati vivi) con FIV/ICSI e circa un ciclo su 7 se compreso di crioconservazione (con ampia variabilità da un centro di PMA a un altro). Sanità pubblica, legislazione e PMA: quale direzione? Quale metodologia di trattamento della sterilità ottimizza i risultati a breve e a lunga scadenza, cioè esita in donne, coppie e bambini più sani oggi e più sani domani? Quale legge tutela al meglio tutti i soggetti coinvolti? Quale tipo di finanziamento pubblico offre più garanzia di equità? 2

3 Problemi legali in PMA Riservatezza e monitoraggio esiti: Tutelare la privacy individuale o considerare la PMA un problema di salute pubblica? Incrocio con altri registri? Terapia consolidata o esperimento? Consenso informato: Rischio malformativo e epigenetico? Differenziazione rischi diverse tecniche? Indicazioni su destino oociti e embrioni crioconservati? Valutazione rischio tumorale? Donazione : commerciale o gratuita? Anonima o no? Tracciabilità? Come controllarne il numero? Quale screening? Quali rischi per le donatrici? Quale rischio per le riceventi? Per i nati? Crioconservazione gameti: quale scadenza? Definizione d uso futuro? Dopo decesso o no? E come appurarlo? Donazione gameti e embrioni a scopo di ricerca: commerciale o gratuita? Condivisione proventi brevetti o no? Maternità surrogata: Con che tipo di contratto tutelare la salute delle madri surrogate? Il destino dei bambini malati?... Costi economici Per la coppia: nel pubblico un tentativo di PMA di II liv. costa a una coppia circa 500 di ticket sanitari in Piemonte (senza farmaci, senza esami); nel privato un tentativo costa a fresco per FER/FO se indagine citogenetica. In USA un tentativo (privato) costa circa $ 3

4 Costi economici Per la società: in Italia i costi variano da Regione a Regione, vengono incrementati dal basso ricorso alla IU rispetto alla FIV/ICSI (nel cicli verso 63777) e dal progressivo incremento dei cicli effettuati sopra i 40 anni: dal 29,2% nel 2010 al 30,5% dei cicli totali nel 2011 I COSTI della PMA dopo i 40 anni Oltre i 42 anni il rischio di sospensione del ciclo è del 17,9%, la probabilità di gravidanza per ciclo iniziato è del 5,2% per la FIV e del 5,1% per l ICSI. Il 55,2% delle gravidanze esita in aborto. In Italia in queste condizioni sono stati effettuati a fresco 4846 cicli da scongelamento con esito in 260 gravidanze e 103 parti su 230 gravidanze monitorate. Solo per i trattamenti a fresco, solo costi diretti, esclusi i farmaci, e valutando per ogni tentativo 2500 di costo spesi

5 Costi indiretti In Spagna è stato calcolato che la spesa farmaceutica per PMA nel 2012 ammontava a 98,7 milioni di, di cui il 29% a carico dello stato e il resto dei consumatori Lorente MR e al., Clin. Drug Investig. 2013; 33: Per la PMA in USA le coppie sterili spendono in media 16,7 giorni di assenza dal lavoro contro 2,4 giorni in caso di altre terapie mediche, nel corso di 18 mesi. Wu AK e al., Fertil. Steril. 2013; 99: COSTI SOCIALI della PMA Costi a carico della società: farmaci rimborsati dal SSN, trattamenti di PMA rimborsati dal SSN o da assicurazioni, OHSS con ricoveri in ospedale o terapia intensiva, gravidanze a rischio, gemellarità, maggiore morbilità infantile, anche in caso di gravidanze singole, con conseguente maggiore ospedalizzazione, patologie (ad es. cardiovascolari) a lungo termine dei nati. Differenze tali da avere impatto significativo sul consumo di risorse destinate alla salute 5

6 Finanziamento pubblico e costi diretti e indiretti Quando si prendono in considerazione solo i costi diretti della PMA, si stabilisce che non superano nei paesi più liberali lo 0,25% della spesa sanitaria globale, quindi non sono ritenuti eccessivi. Quando si valutano i costi indiretti, peraltro non aggiunti mai a quelli diretti, si verifica che le gravidanze multiple hanno un peso individuale e sociale molto (troppo) alto, mentre le gravidanze singole esitano in maggiore ospedalizzazione e costi delle spontanee, tali da impattare in modo considerevole sull uso di risorse Chambers GM e al, Fertil. Steril. 2013; 100: ; Chambers GM e al., Hum. Reprod. 2014; 29: Registro Nazionale PMA Relazione del Ministro anno 2012 e % dei parti da PMA con taglio cesareo (dati CeDAP 2010) Nel ,8% nati sottopeso e pretermine (il 21% dei sottopeso è da parto singolo, il 79% da multiplo) Nel ,1% nati sottopeso e pretermine (il 25,6% dei sottopeso proviene da parto singolo, il 74,4% da multiplo) Non è nota la ragione di questa tendenza (ET allo stadio di blastocisti?), dato che nonostante l aumento dei parti singoli e la diminuzione dei parti multipli, è aumentata la % di nati sottopeso totale Oggi nei paesi sviluppati il maggior rischio di nascite pretermine e con bimbi in sottopeso è da attribuirsi alla maggior età materna alla nascita e al maggior ricorso alla PMA. 6

7 Costi sociali di PMA e equità: tra Olanda e Nuova Zelanda In alcuni paesi la PMA è a carico più o meno totale del servizio sanitario pubblico, in altri, se non compresa in una polizza assicurativa individuale, è a completo carico dei richiedenti, in altri ancora si introducono limitazioni di accesso in termini di numero di tentativi a carico del servizio pubblico o anche in base a un calcolo delle probabilità si privilegia un aspetto o un altro. In Olanda si assiste a una definizione di priorità delle donne di età superiore a 36 anni, in considerazione della loro"fretta" e si propone ora anche di procedere immediatamente a FIV senza nessuna valutazione oltre i 39 anni, mentre in Nuova Zelanda le donne di età superiore a 39 anni sono penalizzate per l'accesso alla PMA da un più basso punteggio, in quanto a più bassa probabilità di successo. Quale è la scelta socialmente più giusta? Costi sociali di PMA e equità In Olanda si dà più valore all'aspirazione della singola coppia nella valutazione dei rapporti costi/benefici; in Nuova Zelanda si dà più valore ai costi economici della PMA, che ricadono su tutta la comunità e che richiedono un aumento dei finanziamenti per venire incontro a tutte le richieste, quindi si limita l'esborso a carico di tutti i contribuenti ai casi con più possibilità di successo. Se non si rientra nella priorità ottimale, si può sempre ricorrere al privato, pagando tutto di tasca propria. In entrambi questi Paesi (dove un numero limitato di tentativi di FIV -da tre in Olanda a due in Nuova Zelanda -è offerto dal servizio pubblico) è però stato effettuato un lavoro di valutazione delle varie indicazioni alla PMA e dei costi e si è cercato di limitare l'accesso alla stessa dopo un percorso ben definito, dove grande attenzione, anzi una netta priorità, è stata riservata alla possibilità di risoluzione spontanea della subfertilità con una precisa enfasi sulle modificazioni dello stile di vita e sulle terapie di I livello. 7

8 FINANZIAMENTI PUBBLICI Il finanziamento pubblico per PMA è molto variabile in tutto il mondo, da quello totale senza restrizioni in Israele a quello assente del tutto (USA, Sud America), mentre in Europa i paesi con i più generosi finanziamenti pubblici tendono ad essere più restrittivi nei criteri di elargizione Berg Brigham K e al., Hum. Reprod. 2013; 28: In Germania dal 2004, quindi in Canada, in Australia e Nuova Zelanda dal 2011, in Danimarca dal 2012 e in Olanda sono diminuiti i finanziamenti per PMA dal parte del Servizio Sanitario Nazionale, in ragione della loro incidenza sulla spesa sanitaria globale Costi della PMA: il caso dell Australia Chambers GM e coll., BMC Health Services Research 2012; 12: Copertura parziale da parte dello stato fino al 2000 Ampliamento copertura costi PMA Incremento ricorso a PMA e dei costi per aumento opportunistico tariffe dei centri Insostenibilità da parte dello stato della spesa per PMA, pari al 22% spesa ambulatoriale Diminuzione dal 2011 della copertura finanziaria e diminuzione netta trattamenti a fresco 76,2 M dollari australiani risparmiati e 1200 bimbi in meno da PMA nel

9 Riflessioni a lato, non provocazioni Sono nati 1200 bambini in meno? Non sono contati quelli che sono nati nel frattempo spontaneamente alle coppie subfertili 76,2 M di dollari australiani non possono essere destinati al supporto di donne che chiedono di abortire per motivi economici e/o al supporto di procedimenti di adozione? I bambini nati sarebbero molti di più, costerebbero molto di meno, in costi diretti e indiretti e di salute! Il principio di autonomia dei genitori quanto vale di più a livello di società? La PMA vale quello che costa? Molti studi recenti (in UK*, Danimarca*, Svezia*, USA*, Australia**) puntano l attenzione sui costi di un nato da PMA e sulle tasse che renderà da grande alla società e attestano che vi sia un vantaggio per la società. Si conclude che con la denatalità nei paesi sviluppati, la maggiore autonomia delle donne, le loro carriere, l aumento dell obesità e delle malattie sessualmente trasmesse sarà sempre più necessario ed equo sostenere economicamente la PMA con sussidi pubblici * effettuati da funzionari di case farmaceutiche coinvolte in PMA **Chambers GM e al., BMC Health Services Research 2012; 12:

10 Finanziare la fertilità Altri studi si chiedono quale sia l allocazione appropriata dei fondi per la PMA, dato che comporta il sacrificio di investimenti destinati alla salute in altre aree. La decisione dipende tanto dal giudizio circa l equità di accesso quanto da quello di costo/beneficio. Posto che si decida per un finanziamento pubblico, questo deve essere accompagnato dallo sviluppo di criteri di priorità dei potenziali utenti, per assicurarne l accessibilità a quelli per i quali è più equo ed efficace Devlin N. e Parker D., Hum. Fertil. 2003; 6, Suppl.1: S2-6 Come rispondono i consumatori agli incentivi/disincentivi economici? Meno PMA in Germania dopo l introduzione di un ticket sanitario (10% più ticket e 4% meno PMA). Stesso calo in Australia Più PMA nei paesi nordici che in USA In USA nei pochi stati con assicurazione sanitaria obbligatoria che include PMA vi è stato maggior ricorso da parte di quelli che ne avevano meno bisogno e di quelli con minori probabilità Chambers GM. E al., Fertil. Steril. 2013; Non necessariamente l aumento di accessibilità aumenta l equità! 10

11 Costi sociali di PMA Considerando le limitate risorse disponibili ora in ogni paese da destinare alla salute, salute che è compromessa per tanti aspetti e che sovente assorbe tante risorse per le stesse ragioni per cui si può diventare subfertili (ad esempio obesità, deficit o eccessi nutrizionali, fumo), in Olanda,ad esempio, il Ministro della Salute ha dal 2013 diminuito il numero di cicli di PMA rimborsati dal servizio pubblico da tre a uno, in ragione dell'espansione del ricorso alla PMA (e della spesa sociale) in indicazioni discutibili, per la pressione dei pazienti e dei medici, nonostante la mancanza di evidenza di reale efficacia. Sterilità, costi sociali a lungo termine e strategia riproduttiva Patologie placentari e fetali Neonato sottopeso Obesità, diabete di tipo 2, CVD Sterilità da disovularietà sotto-e sovrappeso Neonato normopeso e prognosi di salute Sterilità da disovularietà sotto- e sovrappeso Infiammazione stress ossidativo Ulteriori alterazioni epigenetiche Presenza di infiammazione stress ossidativo Ristabilimento regolare epigenesi Infiammazione di basso grado e stress ossidativo Procreazione Medicalmente Assistita Ovulazione e gravidanza spontanea Correzione squilibrio nutrizionale 11

12 Costi sociali di PMA In molti altri paesi, Italia compresa, un percorso condiviso di valutazione delle indicazioni e dei costi/benefici in senso economico e di salute non è ancora stato fatto Tuttavia la letteratura medica in questo campo da molto valore al desiderio delle coppie e al tempo che passa, sottolineando come il ricorso alla PMA possa essere utile ad anticipare l'insorgenza di una gravidanza in una coppia, che successivamente potrà anche avere un altro figlio senza (contenti tutti! Sembra una situazione win-win ) Questo comportamento viene in effetti incontro alle aspettative di molte coppie e perciò gode di molto credito anche presso i ginecologi che si occupano di PMA. Costi sociali di PMA Anticipare la PMA in caso di subfertilità ha il senso di anticipare la soddisfazione di un legittimo desiderio, tanto più in coppie che per anni sono ricorse alla contraccezione con la sensazione di frustrazione che ne potrebbe conseguire. Ci sono esperienze recenti che sono favorevoli a questo indirizzo, anche per una valutazione dei costi diretti (Elzeiny H. e al., 2014; Aust NZ J Obstet Gynaecol., Feb.28 e-pub) Ma è poco noto il costo individuale e sociale della PMA per le difficili valutazioni complessive e lo scarso monitoraggio, per cui medici e pazienti devono essere consci di questi rischi, qualunque possa essere la causa dell aumento dei rischi (la patologia presente nella coppia e/o la tecnica in sé) Chambers G.M. e coll., Hum. Reprod. 2013, 28, Suppl.1. O

13 COSTI emotivi della PMA ANTICIPARE PMA? Maggiore probabilità di gravidanza a breve e maggiori rischi COPPIA SUBFERTILE Minore probabilità di gravidanza a breve e minori rischi POSTICIPARE PMA? Una PMA sostenibile Parikh F.R., Fertil. Steril. 2013; 100: Per le istituzioni e per i Centri di PMA: il punto iniziale deve essere una diagnosi accurata e il punto finale una nascita di un neonato vivo. Le procedure di PMA non necessitano di attrezzature sofisticate o di farmaci molto costosi per offrire alle coppie la possibilità di un figlio 13

14 Una PMA sostenibile Parikh F.R., Fertil. Steril. 2013; 100: Per i professionisti: Un dottore deve venire incontro alle necessità di ogni paziente sapendo che ogni coppia ha un problema unico, che necessita di un unica soluzione di terapia poco costosa, efficace in rapporto al costo e al tempo e sostenibile. Un enfasi sui dettagli al momento dell anamnesi e della visita può risparmiare alla paziente esami costosi e procedure invasive Una PMA sostenibile Parikh F.R., Fertil. Steril. 2013; 100: Per i pazienti: I pazienti devono essere in grado di valutare la loro condizione realisticamente e di raccogliere informazioni sulle soluzioni. Ridurre i costi del trattamento di PMA è una linea operativa di equità in grado di accrescere l accessibilità al trattamento di molte coppie, altrimenti escluse. 14

15 Legge 40/2004 ACCESSO ALLE TECNICHE ART Il ricorso alle tecniche di procreazione medicalmente assistita è consentito solo quando sia accertata l'impossibilità di rimuovere altrimenti le cause impeditive della procreazione ed è comunque circoscritto ai casi di sterilità o di infertilità inspiegate documentate da atto medico nonché ai casi di sterilità o di infertilità da causa accertata e certificata da atto medico. 2. Le tecniche di procreazione medicalmente assistita sono applicate in base ai seguenti princípi: a) gradualità, al fine di evitare il ricorso ad interventi aventi un grado di invasività tecnico e psicologico più gravoso per i destinatari, ispirandosi al principio della minore invasività; b) consenso informato, da realizzare ai sensi dell'articolo È vietato il ricorso a tecniche di procreazione medicalmente assistita di tipo eterologo. ART. 5. (Requisiti soggettivi). 1. Fermo restando quanto stabilito dall'articolo 4, comma 1, possono accedere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita coppie di maggiorenni di sesso diverso, coniugate o conviventi, in età potenzialmente fertile, entrambi viventi. Equità nella PMA: quale direzione? La PMA è tecnica in continua evoluzione, ma ormai codificata nella sua applicazione di base e stabile nei suoi risultati clinici, bisogna quindi distinguere i costi della ricerca nei centri all avanguardia dai costi dell applicazione della tecnica di base nei centri diffusi sul territorio, ove non si fa ricerca. Ovviamente con la sua diffusione sono diminuiti i costi dei materiali di uso comune e delle attrezzature di base, e mentre il principio di equità si amplifica con la diminuzione dei costi, la ricerca si evolve in due direzioni: 1. adozione di tecniche le più semplici possibili con costi accessibili 2. individuazione di tecniche, generalmente più costose, che possano contribuire a migliorare le probabilità di gravidanza 15

16 Equità nella PMA: quale direzione? Per diminuire i costi globali della FIV una linea di comportamento è ricorrere alla stimolazione soffice, comunque con la possibilità della crioconservazione (meno farmaci, meno disagi per le donne) e/o minimizzare i costi del laboratorio: con la procedura WE IVF, sviluppata all Università di Genk in Belgio nel rispetto delle procedure secondo le direttive europee di qualità, un ciclo di FIV costa meno di 200 Euro. L interessante è che, sviluppata in Belgio, è stata proposta per il Terzo Mondo. Payne D. e al., Hum. Reprod., 2012; ; Groen H. e al., Hum. Reprod., 2013; 28: ; Van Blerkom J. e al., Reprod. Biomed. Online, 2014; 28: Equità nella PMA: quale direzione? L altra linea di ricerca al fine di aumentare le probabilità di gravidanza per ET è ricorrere a una stimolazione convenzionale (più farmaci, più disagi) con molti oociti a disposizione, molti embrioni e ev. crioconservazione e incrementare le manipolazioni dell embrione e i costi del laboratorio, ad esempio con la coltura a blastocisti o con indagini citogenetiche (che da sole costano sui 4500 Euro) + il transfer di blastocisti crioconservate. Chung M.K e al., Molecular Cytogenetics 2013; 6:22-5 Martin J. e al., Fertil. Steril. 2013; 99:

17 An economic analysis comparing IVF with single embryo transfer and IVF with modified natural cycle to IUI with hyperstimulation (the INeS trial) In uno studio caso-controllo randomizzato in caso di sterilità inspiegata e fattore maschile moderato l inseminazione intrauterina fino a sei cicli con iperstimolazione mostra uguale efficienza, impiega minore tempo e ha costi nettamente inferiori dei due tipi di FIV, almeno fino a livello di gravidanza in regolare evoluzione. Si attendono i risultati in termini di gravidanze multiple, che possono cambiare l incidenza dei costi e quindi il rapporto costo/beneficio Tjon-Kon-Fat RI e coll., Hum. Reprod. 2013, 28 Suppl. 1, O-171 Diminuire i costi della PMA: procedimenti più semplici? Haagen E.C. e al., Hum. Reprod. 2013; 28: Guideline adherence is worth the effort: a costeffectiveness analysis in intrauterine insemination care. Pandian Z. e al., Hum. Reprod. Update, 2013; 19:431 IVF for unexplained infertility Non ci sono dati per sostenere la superiorità di IVF verso un atteggiamento di attesa, IU da sola o con stimolazione. I medici e la coppia dovrebbero bilanciare la natura invasiva di IVF e i relativi costi con le probabilità di successo delle altre terapie 17

18 Diminuire i costi della PMA: procedimenti più semplici? Allersma T. e coll., Cochrane Database Syst. Rev Natural cycle in vitro fertilisation (IVF) for subfertile couples Groen H. e al., 2013; 28: Modified natural cycle versus controlled ovarian hyperstimulation IVF: a costeffectiveness evaluation of three simulated treatment scenarios Verso un Utilizzo Ottimale della PMA nel 2020 Optimal in vitro fertilization in 2020 should reduce tratment burden and enhance care delivery for patients and staff Gameiro S. e coll., Fertil. Steril. 2013; 100: Bisogna accrescere il coinvolgimento e la collaborazione a tutti i livelli sui consigli preconcezionali e sulle iniziative che conducano a consapevolezza della condizione di fertilità e sulla sua durata Bisogna offrire interventi diretti a modificare gli stili di vita inadeguati che sottostanno a molte condizioni di sterilità Bisogna includere procedure in grado di minimizzare il peso psicologico della PMA 18

19 Assisted Reproduction: A comparative review of IVF Policies in two pro-natalist countries Balabanova E. e Simonstein F., Health Care Analysis 2010; 18: Le politiche sulla riproduzione sono diventate mezzi sempre più importanti per i governi che cercano di affrontare la sfida demografica creata dalla combinazione di bassa fertilità e alte aspettative di vita. La tensione tra lo stato e il mercato in questo campo è alta in tutti i paesi del mondo per le scarse risorse e l importanza dei temi correlati alla salute. Qui si confronta l approccio al problema in due stati in cui viene favorita a livello politico la natalità: Israele e la Bulgaria. Lo studio considera quali interessi persegue la pratica della PMA in questi paesi e come è influenzato il benessere delle donne. Assisted Reproduction: A comparative review of IVF Policies in two pro-natalist countries Balabanova E. e Simonstein F., Health Care Analysis 2010; 18: Per le molte donne che non riescono ad avere un figlio con la PMA in Israele, il dover andare avanti a tentare può costituire un incubo. La cultura della perseveranza, incoraggiata dalle cliniche, può funzionare per alcune, non certo per molte. Queste donne possono sentirsi intrappolate, ma anche incapaci di dir di no alla tecnologia. Il tutto mentre aumentano di peso, lamentano il distacco del partner e la perdità di intimità sessuale, la carriera rovinata dal tempo speso a sentirsi malate per i trattamenti. Permettere a una donna di affrontare tanti trattamenti di PMA quanti vuole (non importano le conseguenze in termini di famiglia, lavoro, salute), può infine comportare per la donna anche di doversi accollare la colpa del fallimento. 19

20 Assisted Reproduction: A comparative review of IVF Policies in two pro-natalist countries Balabanova E. e Simonstein F., Health Care Analysis 2010; 18: In Bulgaria l approccio alla PMA è completamente commerciale. Questo è tipico nei paesi post-comunisti, dove i proprietari delle cliniche sono gli stessi dottori, che non si curano del conflitto di interesse che sottosta al loro far parte della Commissione Medica Statale che, in base alla normativa, decide quali cliniche e quali farmaci finanziare e quali pazienti trattare (fino al 2010 erano solo 1200 le pazienti trattabili all interno del finanziamento statale) I tentativi vengono spesso espletati senza diagnosi precedente, con i farmaci più costosi sovente poco appropriati per le pazienti. Inoltre non vengono descritti, se non in modo contraddittorio e incompleto, i risultati. Assisted Reproduction: A comparative review of IVF Policies in two pro-natalist countries Balabanova E. e Simonstein F., Health Care Analysis 2010; 18: I riscontri di questa revisione indicano che, occupandosi solo dei prodotti (il numero dei successi), le valutazioni e le analisi dei sistemi sanitari troppo spesso perdono di vista il punto cruciale degli esiti, cioè gli effetti della politica sulla cultura, la reale esperienza delle famiglie e in particolare delle donne. Nei casi illustrati è cruciale sottolineare il problema delle donne per il bene delle donne stesse in quanto in entrambi i paesi il loro benessere è compromesso ed è secondario a scopi ed obiettivi politico/demografici e commerciali. Questo è importante in quanto spesso Israele è preso come esempio da seguire per la generosità verso le donne. In Bulgaria invece semplicemente le donne che ne avrebbero bisogno non possono permetterselo. In entrambi i paesi non si focalizza l attenzione sugli effetti negativi sulle donne. 20

21 Assisted Reproduction: A comparative review of IVF Policies in two pro-natalist countries Balabanova E. e Simonstein F., Health Care Analysis 2010; 18: I principi etici di fare del bene, non fare del male, di autonomia e di giustizia per quanto riguarda la PMA non sono soddisfatti in questi due paesi, per quanto per differenti ragioni. L applicazione della PMA dovrebbe includere una più chiara nozione di giustizia, attirando l attenzione su come le politiche possano essere più eque, in particolare nel contesto della distribuzione delle risorse. Poiché non c è un sola idea di giustizia, c è un mercato globale della PMA che ne emerge (turismo riproduttivo e commercio mondiale di oociti per riproduzione e ricerca). Questo studio suggerisce che c è bisogno di approfondite e comparative valutazioni delle diverse politiche sulla PMA, su come vengono messe in atto e come incidono a livello nazionale e internazionale. How should we assess the safety of IVF technologies? La tecnologia apporta nuove opportunità e nuove sfide. Le opportunità comprendono l introduzione di nuove procedure efficienti al fine di migliorare i successi e ridurre lo stress ai pazienti, ridurre i rischi per tutti i soggetti coinvolti, favorire il transfer singolo. Le sfide consistono nell essere sicuri che queste tecnologie siano veramente efficienti e soprattutto sicure (safe) usando test preclinici, trials clinici e studi di follow-up delle donne e dei nati, anche con registri nazionali Brison D.R. e coll., RBO 2013; 27:

22 Assisted reproductione and reproductive rights. The case of in vitro fertilization Blank RH, Politics Life Sci. 1997; La IVF e le tecniche correlate si sono trasformate troppo rapidamente e facilmente dalla condizione di esperimento a quello di terapia, nonostante l evidenza suggerisca come mandatoria una attenta precauzione. Sfortunatamente, la rapida diffusione della IVF ha preceduto piuttosto che seguito l attestazione di evidenza del suo ruolo nell ampliare i diritti riproduttive delle donne e delle coppie. Le risorse sanitarie potrebbero essere piuttosto dirette verso la prevenzione dei problemi di sterilità e verso la ricerca sulle sue cause. Beato il tempo in cui i grandi ascoltano i piccoli, perché in quella generazione i piccoli ascolteranno i grandi (Talmud) 22

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV

PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA RESPONSABILE PER le COPPIE con INFEZIONE DA HIV/HCV Arcispedale S. Maria Nuova Dipartimento Ostetrico Ginecologico e Pediatrico Prof. Giovanni Battista La Sala - Direttore PROGETTO MULTIDISCIPLANARE di PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA (PMA) e GENITORIALITA

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO

CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO CONSIGLIO D EUROPA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO PRIMA SEZIONE CASO S. H. E ALTRI c. AUSTRIA (Ricorso n 57813/00) SENTENZA STRASBURGO 1 aprile 2010 Pendente alla Grande Camera domanda di deferimento

Dettagli

Linee Guida per La Consulenza nell Infertilità

Linee Guida per La Consulenza nell Infertilità ORDINE NAZIONALE DEGLI PSICOLOGI ITALIANI Consiglio Nazionale dell Ordine degli Psicologi Gruppo di Lavoro sulla Psicologia della Procreazione Assistita Manfredi Asero Angelo Gabriele Aiello Giuseppe Pozzi

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA AIDS e sindromi correlate Presentazione al XXII Congresso Nazionale di POpolazione Sieropositiva ITaliana LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA Abitudini e stili di vita del paziente immigrato Survey

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin

banca dati stringa di ricerca risultati trovati risultati utili referenze Cochrane vitamin K 21 1 Prophylactic vitamin EVIDENCE REPORT: PROFILASSI CON VITAMINA K NEI NEONATI PER LA PREVENZIONE DELLA MALATTIA EMORRAGICA (a cura di Baiesi Pillastrini Francesca, Battistini Silvia, Parma Dila ) banca dati stringa di ricerca

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE 1 di 10 07/02/2013 13:12 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 10 ottobre 2012 Modalita' per l'esportazione o l'importazione di tessuti, cellule e cellule riproduttive umani destinati ad applicazioni sull'uomo.

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

La Banca del seme più grande del mondo

La Banca del seme più grande del mondo La Banca del seme più grande del mondo Un sogno che diventa realtà Tutto iniziò con uno strano sogno riguardante seme congelato. Oggi, la Cryos International - Danimarca è la più grande banca del seme

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

Metodologie di comunicazione con persone disabili

Metodologie di comunicazione con persone disabili Metodologie di comunicazione con persone disabili Eleonora Castagna Terapista della Neuropsicomotricità dell Età Evolutiva Antonia Castelnuovo Psicomotricista Villa Santa Maria, Tavernerio Polo Territoriale

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza

Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza POpolazione Sieropositiva ITaliana Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza Survey realizzata da In collaborazione con Con il supporto non condizionato di 2 METODOLOGIA Progetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI SCUOLA SECONDARIA STATALE DI PRIMO GRADO IGNAZIO VIAN Via Stampini 25-10148 TORINO - Tel 011/2266565 Fax 011/2261406 Succursale: via Destefanis 20 10148 TORINO Tel/Fax 011-2260982 E-mail: TOMM073006@istruzione.it

Dettagli

La sanità e l assistenza sanitaria nel 2015

La sanità e l assistenza sanitaria nel 2015 IBM Global Business Services IBM Institute for Business Value La sanità e l assistenza sanitaria nel 2015 Sanità Evoluzione dei modelli di erogazione dei servizi sanitari IBM Institute for Business Value

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse Due ingredienti affinchè si inizi la ricerca: 1. Il bigogno terapeutico 2. Il numero dei pazienti o popolazione Quando la malattia è rara

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale

Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Un Agenda Digitale per le Alpi: favorire la Competitività e l Inclusione Sociale Milano, 8 Maggio 2014 Sala Pirelli Palazzo Pirelli Esperienze di telemedicina in Regione Lombardia e sanità elettronica

Dettagli

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale?

Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Growing Unequal? : Income Distribution and Poverty in OECD Countries Summary in Italian Distribuzione dei redditi e povertà nei Paesi OCSE: una crescita diseguale? Riassunto in italiano La disuguaglianza

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

Doing Better for Families. Un maggiore supporto alle famiglie. Summary in Italian. Sintesi in italiano

Doing Better for Families. Un maggiore supporto alle famiglie. Summary in Italian. Sintesi in italiano Doing Better for Families Summary in Italian Un maggiore supporto alle famiglie Sintesi in italiano Tutti i governi dell'ocse desiderano creare maggiori possibilità di scelta per i genitori, tanto in ambito

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa

Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa www.unil.ch/share Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa Cosa accadrà in futuro? Il passo successivo dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa sarà completare la base dati già

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane POpolazione Sieropositiva ITaliana Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane Survey realizzata da In collaborazione con Con il supporto non condizionato di 3 METODOLOGIA Progetto POSIT POpolazione

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

unità B3. Le teorie sull evoluzione

unità B3. Le teorie sull evoluzione documentazione fossile è provata da embriologia comparata anatomia comparata biologia molecolare L evoluzione avviene per selezione naturale microevoluzione può essere macroevoluzione speciazione allopatrica

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte

Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte 69^ FIERA INTERNAZIONALE DEL BOVINO D LATTE Dairy Comp SATA: La gestione avanzata della mandria da latte Dott.ssa Paola Amodeo Specialista SATA Sistemi Alimentari e Qualità degli Alimenti ARAL - Ass Reg

Dettagli

Cos e` la Psicosi da Depressione?

Cos e` la Psicosi da Depressione? Italian Cos e` la Psicosi da Depressione? (What is a depressive disorder?) Cos e` la psicosi depressiva? La parola depressione viene di solito usata per decrivere lo stato di tristezza di cui noi tutti

Dettagli

Stress lavoro-correlato: le novità della guida operativa

Stress lavoro-correlato: le novità della guida operativa INCONTRO TECNICO GRATUITO Stress lavoro-correlato: le novità della guida operativa Treviso, 17 giugno 2010 Oggi parleremo di: Principali riferimenti normativi e presentazione dell accordo quadro europeo

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI

AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI AZIENDA SOCIALE CENTRO LARIO E VALLI Ufficio di Piano dei Servizi e degli Interventi Sociali dei Comuni appartenenti al Distretto di Menaggio REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli