ARPAT. Decreto del Direttore Generale n del L( O L Lo. Oggetto: Direzione - Area bilancio, contabilità e controllo di gestione Pagamento

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARPAT. Decreto del Direttore Generale n del L( O L Lo. Oggetto: Direzione - Area bilancio, contabilità e controllo di gestione Pagamento"

Transcript

1 Oggetto: Direzione - Area bilancio, contabilità e controllo di gestione Pagamento Decreto del Direttore Generale n del L( O L Lo della Toscana. per la protezione amtiontaio gestore Telecom Italia spa n. 7L del 14/07/2008 e n. 7L del 12/09/2008 e la propone al Direttore Generale l adozione del conseguente decreto per la protezione ambientale della Toscana (ARPAT) ; contestazione rilevata riguarda il tardivo pagamento della prima e il mancato pagamento della ARPAT e che i relativi pagamenti risultano effettuati anche se in ritardo rispetto alle scadenze previste nelle fatture; Ritenuto che gli atti di accertamento non siano corretti nella parte in cui il rilievo sollevato regolare sotto l aspetto tecnico-amministrativo; apparecchiature terminali per il servizio radiomobile relativi al 2008 (allegati i e 2); Telecom Italia spa n. 7X del 14/10/2008 e la contestazione rilevata riguarda il dell Area bilancio, contabilità e controllo di gestione; Verificato che il secondo atto d accertamento (atto n ) è relativo alle fatture del interessi di mora e spese di notifica è pari a Euro 45,62; delle sanzioni, degli interessi di mora e spese di notifica è pari a Euro 37,82; Visto il decreto del DG n 402 del 2010 con il quale il sottoscritto è stato nominato responsabile Vista la L.R. 22 giugno 2009 n 30 avente per oggetto Nuova disciplina dell Agenzia regionale Appreso che in data 30/11/20 10 l Agenzia ha ricevuto due atti di accertamento di violazione e irrogazione di sanzioni relativi a tasse sulle concessioni governative su licenza per l impiego di Verificato che il primo atto d accertamento (atto n ) è relativo alla fattura del gestore mancato pagamento della stessa. La liquidazione della tassa di concessione governativa evasa, seconda. La liquidazione della tassa di concessione governativa evasa, delle sanzioni, degli Ufficio parziale degli atti d accertamento sopracitati e l adeguamento delle sanzioni, degli interessi di mora e delle spese di notifica considerando il solo tardivo versamento ; riguarda il mancato pagamento si è proceduto a chiedere, con apposita istanza presentata Entrate 11 Dirigente Responsabile dell Area Bilancio, Contabilità e Controllo di Gestione Constatato che le fatture richiamate negli atti di accertamento sono presenti nella contabilità di Direzione provinciale di Firenze territoriale Firenze 1) l annullamento nella forma e nella sostanza per il servizio pubblico ed il contenuto della seguente proposta è Attestato che, a seguito dell istruttoria effettuata, il contenuto della presente proposta è utile per Euro 10,84 e Euro 17,58, rispettivamente per il primo e secondo atto di accertamento; Ricordato che con apposita comunicazione (allegato 4), inviata per posta elettronica il 26/01/2011, l Ufficio accertante, ha accolto la richiesta di annullamento parziale degli atti di accertamento e ha comunicato le nuove sanzioni e spese di notifica da versare con modello F23 sanzioni per tasse sulle concessioni governative su bollette telefoniche. l i 1/01/2011 (prot del 10/01/2011) (allegato 3), all Ufficio accertante (Agenzia delle Agenzia regionale ARPAT

2 tecnico-amministrativo; Visto altresì l art. i comma 2 della Legge Regionale Toscana n 55 del Toscana; 11 Direttore Generale Direttore Tecnico attestanti il parere favorevole; Vista la Deliberazione della G.R.T. n 164 del , con la quale la sottoscritta è stata nominata Direttore Generale dell Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Visti i pareri obbligatori non vincolanti, riportati in calce, del Direttore Amministrativo e del 2) di imputare il costo di Euro 28,42 al conto oneri indeducibii del C.E. del 4) di dichiarare il presente decreto immediatamente eseguibile ai sensi e per gli effetti del 4 3) di individuare, quale Responsabile del Procedimento ai sensi dell art. 4 della L. 24 1/90 il Rilevato che il dirigente proponente, a seguito dell istruttoria effettuata, ha attestato che l atto è 1) di provvedere al pagamento delle sanzioni e spese di notifica, come risultano rideterminate utile nella forma e nella sostanza per il servizio pubblico ed è regolare sotto l aspetto 5) di trasmettere il presente decreto al Collegio dei Revisori ai sensi e per gli effetti del 2 Dr ssa Tiziana Fu1vi Pjirella Il Direttore Amministrativo /4 effetti contabili del provvedimento sul bilancio e sul patrimonio dell Agenzia, riportato in calce; Contabilità e controllo di gestione in esito alla corretta quantificazione ed imputazione degli Visto il parere positivo di regolarità contabile, espresso dal Responsabile Dell Area Bilancio, Dr. Roberfl Gori Il Direttore Tecnico dall Ufficio accertante a seguito della richiesta di annullamento parziale dei due atti di bilancio 2010; accertamento sopracitati, per complessive Euro 28,42; Dott. Andrea Rossi; comma dell art. 42 della L.R.T. n. 40 del comma deli art. 42 della L.R.T. n. 40 del [abilità e Decreta il Direttore Generale Dr.ssa Sonia Canton

3 - Ufficio Ufficio 15 convertito Area / 1(1 / ntrateø DIREZIONE PROVINCIALE DI FIRENZE ATTO N UFFICIO TERRITORIALE DI FIRENZE i (CODICE DELL UFFICIO TZK) ATTO DI ACCERTAMENTO DI VIOLAZIONE ED IRROGAZIONE DI SANZIONI IN MATERIA DI TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE LICENZA PER L IMPIEGO DI APPARECCHIATURE TERMINALI PER IL SERVIZIO RADIOMOBILE (TARIFFA ART. 21 D.P.R. DEL 26/10/1972 N. 641) ANNO 2008 Il sottoscritto Direttore PROVINCIALE in base ai riscontri effettuati sui versamenti della tassa sulla concessione governativa periodica per l impiego di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile pubblico terrestre di telecornunicazione dovuta ai sensi dell art. 21 della tariffa allegata al D.P.R. 26/10/1972 n. 641 e successive modificazioni, rileva le seguenti infrazioni e redige il presente atto a carico di: AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLA TOSC COD. FISCALE: VIA PORPORA 22 FIRENZE FI NUMERO DI RIFERIMENTO Q/9 )GESTORE TIM Fattura n. Del Importo Scadenza fiscale Tipo infrazione Data pagamento 7X /10/08 25,82 31/12/08 MANCATO 5Qi _. i1r?4 ti L t 4 L i,) ARPAT ARPAT lli III UI liu IIll III I lui 11111l :34:11 DG Per tali infrazioni oltre al tributo evaso, alle spese di notifica, nonché agli interessi maturati, sono dovute le sanzioni previste dall art. 13, secondo comma del D.Lgs. 471/97, nella misura del 30 per cento dell ammontare dei tributi evasi o versati in ritardo. Tasse sulle concessioni governative evase 25,82 Tasse sulle concessioni governative versate in ritardo 0,00 LA LIQUIDAZIONE, COMPRENSIVA DELLE SANZIONI, RISULTA LA SEGUENTE: Tasse sulle concessioni governative evase 25,82 Interessi di mora 1,16 Sanzioni 7,74 Spese di notifica 3,10 TOTALE 37,82 Il versamento deve essere effettuato entro 60 giorni dalla notifica del presente atto con il modello F23 allegato. Per le posizioni ritenute regolari potrà essere prodotta idonea documentazione presso la Direzione PROVINCIALE DI FIRENZE Territoriale di FIRENZE i VIA SANTA CATERINA D ALESSANDRIA, anche a mezzo posta o via fax ( Tel.: Fax.: ). Entro 60 giorni dalla notifica del presente atto è ammesso ricorso in bollo da 14,62 E, alla Commissione Tributaria Provinciale di FIRENZE, tenendo conto della sospensione dei termini nel periodo feriale (1 Agosto Settembre). Il ricorso è proposto mediante notifica a questa Direzione PROVINCIALE Controlli Legale - VIA SANTA CATERINA D ALESSANDRIA, 23 della copia conforme all originale a norma degli articoli 137 e seguenti del codice di procedura civile, oppure mediante consegna o spedizione dell originale, a mezzo del servizio postale, in plico senza busta raccomandato con avviso di ricevimento ( art. 16, commi 2 e 3, art. 20 del D.Lgs. n. 546 del 31/12/1992 ). Il ricorrente, entro trenta giorni dalla proposizione del ricorso, a pena d inammissibilità deposita, nella segreteria della commissione tributaria adita, o trasmette a mezzo posta, in plico raccomandato senza busta con avviso di ricevimento, l originale del ricorso notificato a norma degli articoli 137 e seguenti del codice di procedura civile ovvero copia del ricorso consegnato o spedito per posta, con fotocopia della ricevuta di deposito o della spedizione per raccomandata a mezzo del servizio postale ( art. 22 del D.Lgs. n. 546 del 31/12/1992 ). In caso di mancato versamento delle somme indicate nel presente atto e di mancata presentazione di tempestivo ricorso, si procederà alla riscossione coattiva delle somme dovute. Il presente atto si compone di 5 pagine. Il responsabile del procedimento è Il Direttore PROVINCIALE* CALANO LUCIANO GARAGOZZO NUNZIO *Firma autografa sostituita a mezzo stampa ( c.7, art. 15, DL 78/2009 L 102/2009

4

5 L 102/2009 Ufficio 15 convertito - Ufficio AHPAT RIFERIMENTO N.TELEFONICO 335 / GESTORE TIM VIA PORPORA FIRENZE FI AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLA TOSC COD. FISCALE: ANNO 2008 )LX RADIOMOBILE (TARIFFA ART. 21 D.P.R. DEL 26/10/1972 N. 641) () IN MATERIA DI TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE ) (CODICE DELL UFFICIO TZK) UFFICIO TERRITORIALE DI FIRENZE i 1) / Per tali infrazioni oltre al tributo evaso, alle spese di notifica, nonché agli interessi maturati, per cento dell ammontare dei tributi evasi o versati in ritardo. sono dovute le sanzioni previste dall art. 13, secondo comma del D.Lgs. 471/97, nella misura del 30 VIA SANTA CATERINA D ALESSANDRIA, anche a mezzo posta o via fax ( Tel.: modello F23 allegato. Per le posizioni ritenute regolari potrà essere prodotta idonea documentazione presso la Direzione PROVINCIALE DI FIRENZE Il versamento deve essere effettuato entro 60 giorni dalla notifica del presente atto con il Fax.: ). VIA SANTA CATERINA D ALESSANDRIA, 23 della copia conforme all originale a norma degli Entro 60 giorni dalla notifica del presente atto è ammesso ricorso in bollo da 14,62, alla Commissione Tributaria Provinciale di FIRENZE, tenendo proposto mediante notifica a questa Direzione PROVINCIALE conto della sospensione dei termini nel periodo feriale (1 Agosto per l impiego di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile pubblico terrestre di telecomunicazione dovuta ai sensi dell art. 21 della tariffa allegata al D.P.R. 26/10/1972 n. 641 in base ai riscontri effettuati sui versamenti della tassa sulla concessione governativa eriodica Il sottoscritto Direttore PROVINCIALE. Il presente atto si compone di 5 pagine. Il responsabile del procedimento è Il Direttore PROVINCIALE* successive modificazioni, rileva le seguenti infrazioni e redige il presente atto a carico di: dell originale, a mezzo del servizio postale, in plico senza busta raccomandato con avviso di articoli 137 e seguenti del codice di procedura civile, oppure mediante consegna o spedizione entro trenta giorni dalla proposizione del ricorso, a pena d inammissibilità deposita, nella ricevimento ( art. 16, commi 2 e 3, art. 20 del D.Lgs. n. 546 del 31/12/1992 ). Il ricorrente, posta, con fotocopia della ricevuta di deposito o della spedizione per raccomandata a mezzo del senza busta con avviso di ricevimento, l originale del ricorso notificato a norma degli articoli segreteria della commissione tributaria adita, o trasmette a mezzo posta, in plico raccomandato CALANO LUCIANO GARAGOZZO NUNZIO servizio postale ( art. 22 del D.Lgs. n. 546 del 31/12/ e seguenti del codice di procedura civile ovvero copia del ricorso consegnato o spedito per tempestivo ricorso, si procederà alla riscossione coattiva delle somme dovute. In caso di mancato versamento delle somme indicate nel presente atto e di mancata presentazione di *Firma autografa sostituita a mezzo stampa ( c.7, art. 15, DL 78/2009 Territoriale di FIRENZE i 7L0O /07/08 25,82 30/09/08 TARDIVO 13/11/08 7LO /09/08 25,82 30/11/08 MANCATO Fattura n. Del \ Importo Scadenza fiscale Tipo infrazione Data pagament Tasse sulle concessioni governative evase 25,82 Tasse sulle concessioni governative versate in ritardo 25,82 Tasse sulle concessioni governative evase 25,82 e T Il1l1WLIII///Il/llh/IIlìII/l!1IIIIllIIIJll Interessi di mora 1,22 TOTALE 45,62 Sanzioni 15,48 Spese di notifica 3,10 LA LIQUIDAZIONE, COMPRENSIVA DELLE SANZIONI, RISULTA LA SEGUENTE: DG /11/ :35:49 ARPAr irezione PROVINCIALE DI FIRENZE ATTO N Controlli Area Legale - Settembre). Il ricorso è LICENZA PER L IMPIEGO DI APPARECCHIATURE TERMINALI PER IL SERVIZIO C) 4 ATTO DI ACCERTAMENTO DI VIOLAZIONE ED IRROGAZIONE DI SANZI,

6

7 originale c copia per conoscenza minuta per archivio unico originale agli atti ARPAT Aerzi re9o.ai. pr la prozon. ambientale della TosCaia ARPAT - DIREZIONE GENERALE via N. Porpora, Firenze tel fax p.iva n.prot. ci. dei,1o.&,20q.t a mezzo: consegna a mano All Ufficio dell Agenzia delle Entrate Via Santa Caterina d Alessandria, Firenze OGGETTO: atti, di accertamento n e n pagamento di quanto contestato. presentazione di documentazione che dimostra il La sottoscritta Sonia Maria Margherita Cantoni, nata a Milano il 16/02/1958, residente a Firenze in via Santa Maria n. 34, in qualità di Direttore generale e legale rappresentante dell Arpat Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana (CF e PI ) con sede in Firenze, via N. Porpora n. 22, PREMESSO CHE in data 30 novembre 2010 ha ricevuto gli atti di accertamento n e n (allegati 1 e 2) relativi al tardivo e mancato pagamento della tassa di concessione governativa per l impiego di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile tramite bollette Telecom Italia spa; dai controlli effem.iati verifica che le tre bollette Telecom Italia spa (n. 7L del 14/07/2008, n. 7L del 12/09/2008 e n. 7X del 14/10/2008) oggetto degli atti di accertamento sono state tutte pagate anche se in ritardo, come è possibile riscontrare dalla copia della fattura e relativo esito del mandato di pagamento prodotto dall home banking (allegati 3, 4 e 5); CHIEDE pertanto di procedere all annullamento parziale dei sopra citati atti di accertamento per la parte relativa al mancato versamento e di voler aggiornare il modello di pagamento F23 considerando le sole sanzioni ed interessi relativi al tardivo versamento. Il Direttore Generale di Arpat Dott.ssa Sonia C ntoni CRMnT IL SISTEMA DIGESTIONE ARPAT È CERTIFICATO SECONDO LA NORMA UNI EN ISO 9001: IN ERT REGISTRAZIONE N A Per esprimere il proprio giudizio sui servizi ARPAT è possibile compilare il questionario on me all indirizzo Paaina 1 di 1

8

9 Pagamento att acceitamento e / \ / L L Oggetto: Pagamento atti accertamento e Da: MASETTI NICOLETTA <Nico1etta.Masettiagenziaentrate.it> Data: Wed, 26 Jan :59: A: <a.rossiarpat.toscana.it> Buongiorno. Con istanza presentata l il gennaio 2011 al n.3571, è stato chiesto l annullamento parziale degli atti di accertamento n e n , con i quali veniva contestato il mancato ed il ritardato pagamento di tassa di concessione governativa per due numeri telefonici. Considerato che dalla documentazione prodotta risulta dimostrato che la tassa di concessione governativa è stata correttamente pagata, si ritiene che, risultando dovuta solo la sanzione per il tardivo pagamento, gli avvisi possano essere parzialmente annullati. Di conseguenza, codesto Ufficio dovrà limitarsi a versare la sola sanzione di euro 1448, pari al 30% della somma di euro 51,64 di tassa versata, per l avviso n , e di euro 7,74 per l avviso n , oltre le somme di euro 3,10 per spese di notifica per ciascuno degli avvisi, utilizzando due distinti moduli F23. E di tutta evidenza che dovranno essere riportati i dati descritti ai campi 3, 4, 6 9 e 10 nei rispettivi F 23 allegati a ciascuno avviso. Si utilizzerà il codice tributo 704T per versare la sanzione, ed il codice 806T per le entrate eventuali. Nessun interesse si rende dovuto, risultando una somma sotto l euro. Per memoria, si ricorda che I Ufficio ha trenta giorni di tempo per rispondere alle istanze di autotutela. Cordialmente Nicoletta Masetti 26/01/

10

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 64 del 13/04/2015 Proponente: Alessandra Bini Carrara Gestione Risorse Umane Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Visto per

Dettagli

CONTENZIOSO TRIBUTARIO: IL RICORSO CON ISTANZA DI RECLAMO E MEDIAZIONE E TRATTAZIONE IN PUBBLICA UDIENZA. Dott. Steven Mohamed

CONTENZIOSO TRIBUTARIO: IL RICORSO CON ISTANZA DI RECLAMO E MEDIAZIONE E TRATTAZIONE IN PUBBLICA UDIENZA. Dott. Steven Mohamed CONTENZIOSO TRIBUTARIO: IL RICORSO CON ISTANZA DI RECLAMO E MEDIAZIONE E TRATTAZIONE IN PUBBLICA UDIENZA Dott. Steven Mohamed TRACCIA Un contribuente, lavoratore autonomo, per il periodo d imposta 2013

Dettagli

IL DIRETTORE REGIONALE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente atto ISCRIVE

IL DIRETTORE REGIONALE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente atto ISCRIVE Direzione Regionale Ufficio Accertamento delle Marche e Riscossione All' Associazione Francesca Garzia Via Giovanni Bovio n. 73 60044 Fabriano Direzione Provinciale di Ancona Reg. Uff.-1Sl~~del \1 9 G

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 21/05/2014 SOMMARIO L IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Articolo 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO,

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone Prot. N. 27036 Approvazione del nuovo modello di cartella di pagamento e dei fogli Avvertenze relativi ai ruoli dell Agenzia delle entrate, ai sensi dell art. 25 del decreto del Presidente della Repubblica

Dettagli

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata Roma, 06 giugno 2005 Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N. 30/E Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a

Dettagli

Decreto Dirigenziale del responsabile della struttura 'Gestione Risorse Umane' nr. 12 del 02/02/2015

Decreto Dirigenziale del responsabile della struttura 'Gestione Risorse Umane' nr. 12 del 02/02/2015 Decreto Dirigenziale del responsabile della struttura 'Gestione Risorse Umane' nr. 12 del 02/02/2015 Proponente: Alessandra Bini Carrara Gestione Risorse Umane Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA MUNICIPALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA MUNICIPALE COMUNE di TONARA (Provincia di Nuoro) Viale della Regione, 8 0784/63823 0784/63246 P.IVA 00162960918 Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. del.2014 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA

Dettagli

Dati Anagrafici Del Debitore

Dati Anagrafici Del Debitore Prot. N del Rif. N. XXXX del XXXXX N. Lotto XXX/XXXX N avviso da utilizzare per ricevere informazioni da Aequa Roma (assistenza telefonica, allo sportello o per appuntamento) AVVISO DI ACCERTAMENTO PER

Dettagli

IL RESPONSABILE AREA TECNICA

IL RESPONSABILE AREA TECNICA AREA lli^ - AREA TECNICA Partita IVA: 00648560282 Cod. Fisc.: 80009710288 Centralino: 049.9369450 / TeleFAX: 049.9366727 35017 PIOMBINO DESE PIAZZA A.PALLADIO N.1 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE n 129

Dettagli

ALLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI CASERTA. Oggetto: Ricorso avverso AVVISO DI ACCERTAMENTO D'UFFICIO PER

ALLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI CASERTA. Oggetto: Ricorso avverso AVVISO DI ACCERTAMENTO D'UFFICIO PER ALLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI CASERTA Oggetto: Ricorso avverso AVVISO DI ACCERTAMENTO D'UFFICIO PER OMESSO VERSAMENTO TARSU CODICE AVVISO --EMESSO DA TELESERVIZI S. R. L. CONCESSIONARIA DEL

Dettagli

Comune di Forlì SERVIZIO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE. rende noto che

Comune di Forlì SERVIZIO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE. rende noto che Comune di Forlì SERVIZIO GESTIONE DELLE RISORSE UMANE P.G. NR 109139/2011 IL DIRIGENTE DEL SERVIZIO rende noto che in esecuzione della Deliberazione della Giunta Comunale n. 287 del 08.11.2011, intende

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 108 del 23/06/2015 Proponente: dott.ssa Paola Querci Direzione amministrativa Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Visto

Dettagli

U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI

U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI U.O. PATRIMONIO GARE E CONTRATTI Determinazione nr. 1061 Trieste 07/04/2014 Proposta nr. 762 Del 03/04/2014 Oggetto: Regolamento Regionale n.116/pres. dd. 28/05/2010 - Fondo Sociale Europeo Obiettivo 2

Dettagli

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia

COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia COMUNE DI VALLIO TERME Provincia di Brescia Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 26 del 29.11.2010 PARTE I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Oggetto del Regolamento 1. Il presente Regolamento,

Dettagli

Decreto Dirigenziale del responsabile della struttura 'Provveditorato' nr. 59 del 10/06/2015

Decreto Dirigenziale del responsabile della struttura 'Provveditorato' nr. 59 del 10/06/2015 Decreto Dirigenziale del responsabile della struttura 'Provveditorato' nr. 59 del 10/06/2015 Proponente: Dott.ssa Daniela Masini Settore Provveditorato Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione

Dettagli

COMUNITA VALSUGANA E TESINO SETTORE CORPO DI POLIZIA LOCALE

COMUNITA VALSUGANA E TESINO SETTORE CORPO DI POLIZIA LOCALE COMUNITA VALSUGANA E TESINO SETTORE CORPO DI POLIZIA LOCALE DETERMINAZIONE NR. 50 ASSUNTA IN DATA 27/05/2014 OGGETTO : Assunzione impegno di spesa per atto di accertamento n. 12000059 notificato in data

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale/per omissis/per estratto (sito internet) Denominazione Pubblicazione Tipo Supporto

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale/per omissis/per estratto (sito internet) Denominazione Pubblicazione Tipo Supporto Decreto del Direttore generale nr. 57 del 31/03/2015 Proponente: Cesare Fagotti Pianificazione e Controllo Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale/per omissis/per estratto (sito

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE ORDINE CONSULENTI DEL LAVORO REGOLAMENTO PER LA TRATTAZIONE DEI RICORSI PROPOSTI AL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Approvato con delibera n. 83 del 22 febbraio

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 22 MAGGIO 2013 221/2013/S/GAS IRROGAZIONE DI UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA PECUNIARIA PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI PRONTO INTERVENTO GAS L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 125 del 07/09/2015 Proponente: Armando Forgione Patrimonio Immobiliare Impianti e Reti Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 74 del 24/04/2015 Proponente: Dott.ssa Alessandra Binicarrara Gestione Risorse Umane Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) SETTORE AFFARI GENERALI, CONTABILIZZAZIONE E CONTROLLI AZIANDALI INTEGRATI Decreto n. 055 del 06 maggio 2015 Oggetto:

Dettagli

Il Dirigente della U.O.S. Dr.ssa Lorella Scorteccia

Il Dirigente della U.O.S. Dr.ssa Lorella Scorteccia DETERMINAZIONE N. U.O.C. GESTIONE E SVILUPPO DELLE TECNOLOGIE PER LA COMUNICAZIONE INFORMATICA, USO RAZIONALE DELL ENERGIA Numero data Oggetto: Presa d atto della prosecuzione del servizio di fonia mobile

Dettagli

ARPAT Agcra n1e pro on mbr Io

ARPAT Agcra n1e pro on mbr Io I ARPAT Agcra n1e pro on mbr Io ci 11 To ar Decreto Dirigenziale impianti e reti del Responsabile del Settore Patrimonio Immobiliare, Proponente: Ing. Armando Forgione Settore Patrimonio Immobiliare Impianti

Dettagli

GIUNTA COMUNALE. DELIBERAZIONE N. 23 del 12/03/2015

GIUNTA COMUNALE. DELIBERAZIONE N. 23 del 12/03/2015 copia COMUNE DI CASTELLANA GROTTE Provincia di Bari GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE N. 23 del 12/03/2015 OGGETTO: Istituzione del diritto fisso per gli accordi di separazione personale, richiesta congiunta

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) SETTORE AFFARI GENERALI, CONTABILIZZAZIONE E CONTROLLI AZIANDALI INTEGRATI Decreto n. 58 del 06 maggio 2015 Oggetto:

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 27 aprile 2009 - VIS 42/09 Adozione di provvedimenti ai sensi dell articolo 2, comma 20, lettere c) e d), della legge 14 novembre 1995, n. 481, nei confronti della società Undis S.p.A. L

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) PER LE AREE FABBRICABILI

REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) PER LE AREE FABBRICABILI REGOLAMENTO PER LA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI (I.C.I.) PER LE AREE FABBRICABILI Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento, adottato in applicazione delle disposizioni dell

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA IL GAS E IL SISTEMA IDRICO DELIBERAZIONE 30 OTTOBRE 2014 526/2014/S/GAS AVVIO DI UN PROCEDIMENTO SANZIONATORIO PER VIOLAZIONI IN MATERIA DI CONDIZIONI CONTRATTUALI DI FORNITURA DI GAS AI CLIENTI FINALI DEL SERVIZIO DI TUTELA E CONTESTUALE

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO S1 SERVIZIO AMMINISTRATIVO Responsabile De Amicis Stefania COPIA DETERMINAZIONE N. 23 DEL 13/01/2016 Oggetto: Affidamento del servizio di telefonia mobile del Comune di Borgo a Mozzano per il periodo 2016/2017

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 4 agosto 2008 VIS 74/08 Adozione di un provvedimento ai sensi dell articolo 2, comma 20, lettera c), della legge 14 novembre 1995, n. 481 nei confronti della società Bergamo Energia S.p.A.

Dettagli

MODIFICA REGOLAMENTO DEFINIZIONE AGEVOLATA TRIBUTI COMUNALI

MODIFICA REGOLAMENTO DEFINIZIONE AGEVOLATA TRIBUTI COMUNALI MODIFICA REGOLAMENTO DEFINIZIONE AGEVOLATA TRIBUTI COMUNALI Il presente Regolamento composto da n. 44 articoli, è stato approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 27/07/2003 con atto n. 34. IL SEGRETARIO

Dettagli

CIRCOLARE N. 38/D. Roma, 23 ottobre 2008. Alle Direzioni regionali delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

CIRCOLARE N. 38/D. Roma, 23 ottobre 2008. Alle Direzioni regionali delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI CIRCOLARE N. 38/D Roma, 23 ottobre 2008 Protocollo: 31326 Rif.: Alle Direzioni regionali delle Dogane LORO SEDI All.ti 1 Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici di Diretta Collaborazione del Direttore

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) SETTORE AFFARI GENERALI, CONTABILIZZAZIONE E CONTROLLI AZIANDALI INTEGRATI Decreto n. 074 del 16 giugno 2015 Oggetto:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Città di Lecce REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DEI TRIBUTI COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 61 del 19 luglio 2010 Emendato con deliberazione di Consiglio Comunale n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RISCOSSIONI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RISCOSSIONI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE RISCOSSIONI Approvato con delibera n. 04 del 14.04.2015 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento disciplina le modalità di riscossione del contributo annuale di cui

Dettagli

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8

INDICE. 5 Condizioni per il perfezionamento dei pagamenti dei debiti... 8 D O T T. C A R L O O R S E N I G A Commercialista - Revisore Contabile 20123 - MILANO Via Vincenzo Monti, 32 Tel. +39.02.36.55.04.76 Fax +39.02.89.07.49.33 Circolare n. 1 del 18 febbraio 2014 Compensazione

Dettagli

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.)

COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) COMUNE DI CHIUSA SCLAFANI (Provincia di Palermo) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) Approvato con deliberazione consiliare n. 19 del 30/07/2014 1 INDICE Art. 1. Oggetto

Dettagli

COMUNICAZIONE DI REGOLARITÀ NUOVA VERSIONE

COMUNICAZIONE DI REGOLARITÀ NUOVA VERSIONE COMUNICAZIONE DI REGOLARITÀ NUOVA VERSIONE Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Settore Gestione Tributi Ufficio Gestione Dichiarazioni Gentile Signora/Signore, ogni anno l Agenzia delle Entrate

Dettagli

AMBITO DI APPLICAZIONE

AMBITO DI APPLICAZIONE COMUNE DI BRENTA Provincia di VARESE REGOLAMENTO PER IL CONDONO DEI TRIBUTI LOCALI Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 22 del 06/09/2011 Modificato con delibera consiliare n. del 06/03/2011

Dettagli

COMUNE DI BERGEGGI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE

COMUNE DI BERGEGGI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE COMUNE DI BERGEGGI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA UNICA COMUNALE 1. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 29/07/2014 1. Indice Art. 1 Istituzione e composizione del

Dettagli

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI

COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI COMUNE CASTELFRANCO DI SOTTO Provincia di Pisa REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RISCOSSIONE DIRETTA DELLA TASSA SMALTIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 16 DEL 18.05.2011

Dettagli

ARPAT. Deci eto del Dii ettore Generale N del. Settore Gestione (lei/e risorse iinaiie

ARPAT. Deci eto del Dii ettore Generale N del. Settore Gestione (lei/e risorse iinaiie ARPAT 2 i i Deci eto del Dii ettore Generale N del Proponente:Dott. ssa Alessandra Bini carrara Settore Gestione (lei/e risorse iinaiie Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale

Dettagli

Oggetto: Legge regionale 14 maggio 2009 n. 1, art. a

Oggetto: Legge regionale 14 maggio 2009 n. 1, art. a Oggetto: Legge regionale 14 maggio 2009 n. 1, art. a 2. 2 Direttive e linee guida in materia di riscossioni. L Assessore della Programmazione, Bilancio, Credito e Assetto del Territorio informa la Giunta

Dettagli

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale Il Dirigente

Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale Il Dirigente Allegato alla Circolare n. 10/2008 Direzione Centrale Supporto alla Gestione delle Risorse Ragioneria della Struttura Amministrativa Centrale Il Dirigente Oggetto: articolo 48-bis del DPR 29 settembre

Dettagli

C O M U N E D I P O L I S T E N A PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA

C O M U N E D I P O L I S T E N A PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA C O M U N E D I P O L I S T E N A PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA 2^ RIPARTIZIONE SERVIZI FINANZIARI D E T E R M I N A Z I O N E N. 1101 REG. GEN. del 30-12-2013 N. 134 SERVIZI FINANZIARI OGGETTO: Attivita'

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) SETTORE AFFARI GENERALI, CONTABILIZZAZIONE E CONTROLLI AZIANDALI INTEGRATI Decreto n.84 del 14 luglio 2015 Oggetto:

Dettagli

DIREZIONE. Dirigente: GIOVANNELLI STEFANO. Decreto N. 163 del 07-09-2015. Responsabile del procedimento:

DIREZIONE. Dirigente: GIOVANNELLI STEFANO. Decreto N. 163 del 07-09-2015. Responsabile del procedimento: DIREZIONE Dirigente: GIOVANNELLI STEFANO Decreto N. 163 del 07-09-2015 Responsabile del procedimento: Pubblicità/Pubblicazione: ATTO NON RISERVATO,PUBBLICAZIONE SUL SITO DELL'AGENZIA Ordinario [X ] Immediatamente

Dettagli

Documento scaricato dal sito internet del Comune di Santa Maria di Licodia (CT)

Documento scaricato dal sito internet del Comune di Santa Maria di Licodia (CT) Settore Funzionale 7 -Lavori Pubblici, Programmazione Urbanistica, Ambiente e Protezione Civile DETERMINAZIONE N. 62 DEL 30-12-2011 OGGETTO: Approvazione definitiva verbale aggiudicazione provvisoria della

Dettagli

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze SERVIZIO PERSONALE Prot. n. 2182/2014 Fiesole, lì 23 aprile 2014 OGGETTO: Trasmissione avviso di mobilità. Allegato alla presente si trasmette il seguente avviso di mobilità per la copertura di un posto

Dettagli

Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC)

Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC) COMUNE DI SPOTORNO PROVINCIA DI SAVONA Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC) ALLEGATO A) Deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 12 GIUGNO 2014 word\regolamenti\c.c. n.

Dettagli

COMUNE DI MISSAGLIA PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI MISSAGLIA PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI MISSAGLIA PROVINCIA DI LECCO ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 66 del 16/05/2013 OGGETTO: SERVIZIO INTEGRATO PER LA STAMPA, SPEDIZIONE E RENDICONTAZIONE DELLA TARES ANNO 2013 -

Dettagli

COMUNE DI MARCIANA MARINA PROVINCIA DI LIVORNO Codice Fiscale 82002040499

COMUNE DI MARCIANA MARINA PROVINCIA DI LIVORNO Codice Fiscale 82002040499 COMUNE DI MARCIANA MARINA PROVINCIA DI LIVORNO Codice Fiscale 82002040499 REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELLE AMMINISTRATIVE TRIBUTARIE Approvato con deliberazione C.C. n. n. 64 del 28.12.1998

Dettagli

COMUNE DI VOLPIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI VOLPIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI VOLPIANO Provincia di Torino REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL ISTITUTO DELL ACCERTAMENTO CON ADESIONE E DELL AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

Regolamento per il condono dei Tributi Locali

Regolamento per il condono dei Tributi Locali Regolamento per il condono dei Tributi Locali TARSU ICI TOSAP ( Approvato con delibera consiliare n. 57 del 21/11/2003) Sezione TARSU Articolo 1 Ambito di applicazione ed esclusioni Il presente regolamento,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 419/E. Con istanza di interpello, concernente l interpretazione del DPR 26 ottobre 1972, n. 642 è stato esposto il seguente.

RISOLUZIONE N. 419/E. Con istanza di interpello, concernente l interpretazione del DPR 26 ottobre 1972, n. 642 è stato esposto il seguente. RISOLUZIONE N. 419/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 novembre 2008 Prot. 2008/108643 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Automobile Club d Italia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CALCINATO D. ALIGHIERI di Scuola dell'infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CALCINATO D. ALIGHIERI di Scuola dell'infanzia, Primaria e Secondaria di 1 grado Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca- Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio Scolastico Territoriale di Brescia ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CALCINATO D. ALIGHIERI

Dettagli

SIENA APT Agenzia per il Turismo di Siena Ambito 10 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE. n. 54 del 30.04.2009

SIENA APT Agenzia per il Turismo di Siena Ambito 10 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE. n. 54 del 30.04.2009 SIENA APT Agenzia per il Turismo di Siena Ambito 10 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE n. 54 del 30.04.2009 Oggetto: Gara per progettazione e realizzazione del nuovo portale www.terresiena.it, compresa la realizzazione

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA URGENTE

CIRCOLARE INFORMATIVA URGENTE CIRCOLARE INFORMATIVA URGENTE Oggetto: obbligo di pagamento e invio telematico dei modelli F24 Con la legge n. 248 del 4 agosto 2006, pubblicata nel S.O. n. 183 alla G.U. n. 186 del 11 Agosto 2006, è stato

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 76 del 06/05/2016 Proponente: Paola Querci Direzione Amministrativa Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Visto per la pubblicazione

Dettagli

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Studio Manfredo, Cristiana, Matteo MANFRIANI Dottori Commercialisti 1

IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA IL RECLAMO E LA MEDIAZIONE TRIBUTARIA. Studio Manfredo, Cristiana, Matteo MANFRIANI Dottori Commercialisti 1 UNIONE GIOVANI DOTTORI COMMERCIALISTI FIRENZE - DIREZIONE REGIONALE DELLA TOSCANA E DIREZIONE PROVINCIALE DI PISTOIA DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Il reclamo e la mediazione tributaria Gli aspetti procedimentali

Dettagli

AVVISO PER IL RINNOVO DELLA COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE DEL PAESAGGIO (art. 8 del Regolamento Edilizio Comunale)

AVVISO PER IL RINNOVO DELLA COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE DEL PAESAGGIO (art. 8 del Regolamento Edilizio Comunale) AREA 3 SERVIZI TERRITORIALI Servizi Integrati sul Territorio Ufficio Edilizia Privata Prot. n. 21071 AVVISO PER IL RINNOVO DELLA COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE DEL PAESAGGIO (art. 8 del Regolamento Edilizio

Dettagli

CIRCOLARE SETTIMANALE

CIRCOLARE SETTIMANALE .. CIRCOLARE SETTIMANALE settembre 2011 N 2 Tutte le informazioni sono tratte, previa critica rielaborazione, dalla normativa vigente primaria (leggi, decreti, direttive) e secondaria (circolari ministeriali

Dettagli

Comune di Campo San Martino PROVINCIA DI PADOVA

Comune di Campo San Martino PROVINCIA DI PADOVA Prot. n. 8041 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE TECNICO, CATEGORIA GIURIDICA C A TEMPO PIENO E INDETERMINATO PRESSO L AREA SERVIZI TECNICI URBANISTICA,

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Denominazione Pubblicazione Tipo Supporto

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Denominazione Pubblicazione Tipo Supporto Decreto del Direttore generale nr. 98 del 11/06/2015 Proponente: Armando Forgione Patrimonio Immobiliare Impianti e Reti Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Dettagli

COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO Provincia di Lodi DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE

COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO Provincia di Lodi DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO Provincia di Lodi Copia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE REGISTRO GENERALE N. 49 DEL 02/03/2016 SERVIZIO TERRITORIO E AMBIENTE ECOLOGIA E AMBIENTE - EDILIZIA PRIVATA -

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

Delibera n. 71 /2015

Delibera n. 71 /2015 Delibera n. 71 /2015 Avvio del procedimento per l adozione di provvedimenti sanzionatori di cui al decreto legislativo 17 aprile 2014, n. 70, recante la disciplina sanzionatoria per le violazioni delle

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 544 DEL 05/07/2011 PROPOSTA N. 134 Centro di Responsabilità: Servizio Economato,patrimonio,servizi Informatici, Ambiente Servizio: Economato

Dettagli

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012. DIREZIONE SERVIZI TRIBUTARI Anno 2012 Circ. n. 31 28.03.2012-31/GPF/FS/om TITOLO: Mediazione tributaria - Chiarimenti e istruzioni operative - Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 9/E del 16 marzo 2012.

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 754 DEL 14/10/2014

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 754 DEL 14/10/2014 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 754 DEL 14/10/2014 OGGETTO: Liquidazione compenso alla INSER

Dettagli

VERBALE DI ACCERTAMENTO E CONTESTAZIONE DELLA VIOLAZIONE DEL DIVIETO DI FUMARE.

VERBALE DI ACCERTAMENTO E CONTESTAZIONE DELLA VIOLAZIONE DEL DIVIETO DI FUMARE. ALLEGATO A VERBALE DI ACCERTAMENTO E CONTESTAZIONE DELLA VIOLAZIONE DEL DIVIETO DI FUMARE. Verbale n.. / (anno) L'anno il giorno del mese di nei locali /area all aperto di pertinenza della scuola, alle

Dettagli

AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE PROVINCIALE I DI MILANO UFFICIO CONTROLLI. Numero dell atto: T9T000000001

AGENZIA DELLE ENTRATE - DIREZIONE PROVINCIALE I DI MILANO UFFICIO CONTROLLI. Numero dell atto: T9T000000001 VIA... 20121 MILANO (codice dell ufficio: T9T) Numero dell atto: T9T000000001 prot. n. Alla società ALFA S.p.a. Con sede in Casalpusterlengo, Via Lombardia n. 1 rappresentata dal Signor Mario Rossi Nato

Dettagli

AOOUSPLT Latina, 18 settembre 2013 Prot. n. 10086 Allegati n. Rif. Prot. n. Modalità di spedizione Posta elettronica

AOOUSPLT Latina, 18 settembre 2013 Prot. n. 10086 Allegati n. Rif. Prot. n. Modalità di spedizione Posta elettronica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio UFFICIO XII Ambito territoriale per la provincia di Latina UFFICIO PENSIONI Via Legnano 34-04100 Latina

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI circoscrizione del Tribunale di Catania CATANIA

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI circoscrizione del Tribunale di Catania CATANIA REGOLAMENTO PER LA RISCOSSIONE DEI CONTRIBUTI ANNUALI DI ISCRIZIONE ALL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI CATANIA PREMESSA Il presente Regolamento si propone di normare la

Dettagli

OGGETTO: RICORSO ALLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI BELLUNO - AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE

OGGETTO: RICORSO ALLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI BELLUNO - AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE Pag. 1 DELIBERAZIONE N 463 DEL 26/05/2009 OGGETTO: RICORSO ALLA COMMISSIONE TRIBUTARIA PROVINCIALE DI BELLUNO - AFFIDAMENTO INCARICO PROFESSIONALE IL DIRETTORE GENERALE dott. Bortolo Simoni nominato con

Dettagli

CITTA DI VENTIMIGLIA Provincia di Imperia

CITTA DI VENTIMIGLIA Provincia di Imperia COPIA CITTA DI VENTIMIGLIA Provincia di Imperia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 163/2011 Oggetto: RISCOSSIONE COATTIVA DEI CREDITI COMUNALI TRAMITE RITO SPECIALE. DEFINIZIONE COSTI A

Dettagli

DEL CONSIGLIO COMUNALE

DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA COMUNE DI MONTECATINI VAL DI CECINA PROVINCIA DI PISA DELIBERAZIONE N. 72 in data: 09.08.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SERVIZI (TARES).

Dettagli

ARPAT. per la potezone ambntale della To5cana. Decreto dirigenziale del Direttore amministrativo N. del

ARPAT. per la potezone ambntale della To5cana. Decreto dirigenziale del Direttore amministrativo N. del per la potezone ambntale della To5cana Natura dell atto: immediatamente eseguibile aggiuntivo contratto di appalto Allegato N 1: Schema di atto Integrale Cartaceo Denominazione Pubblicazione Tipo di supporto

Dettagli

ARPAT ìgerz a rae jrflt erlala iena ara

ARPAT ìgerz a rae jrflt erlala iena ara Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) - :, ARPAT ìgerz a rae jrflt erlala iena ara Decreto del Direttore Generale iv. del j c. ( Proponente:Dott. ssa Alessandra

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Settore : 1 Affari Generali Servizio : Servizi di Supporto Ufficio : Spedizioni Repubblica Italiana CITTÀ DI MAZARA DEL VALLO DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE N. 73 DEL 09/02/2015 OGGETTO : LIQUIDAZIONE SPESE

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) SETTORE AFFARI GENERALI, CONTABILIZZAZIONE E CONTROLLI AZIANDALI INTEGRATI Decreto n. 117 del 09 dicembre 2014 Oggetto:

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) n. 230 del 30.10.2015

COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) n. 230 del 30.10.2015 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE n. 230 del 30.10.2015 Oggetto: Riscossione coattiva dei crediti comunali ex R.D. 639/1910 e Titolo II del D.P.R: 602/1973.

Dettagli

Servizi provinciali della Motorizzazione Civile LORO SEDI

Servizi provinciali della Motorizzazione Civile LORO SEDI Palermo Prot. n. 99264 del 02 dicembre 2010 Allegati n.1 OGGETTO: Procedure per l espletamento delle attività già di competenza dei soppressi comitati provinciali per l albo degli autotrasportatori di

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60)

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) SETTORE AFFARI GENERALI, CONTABILIZZAZIONE E CONTROLLI AZIANDALI INTEGRATI Decreto n. 72 del 11 giugno 2015 Oggetto:

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

ISTRUZIONI GENERALI PER LE CONTRAVVENZIONI AL DIVIETO DI FUMO

ISTRUZIONI GENERALI PER LE CONTRAVVENZIONI AL DIVIETO DI FUMO ISTRUZIONI GENERALI PER LE CONTRAVVENZIONI AL DIVIETO DI FUMO Gli enti non statali (come le ASL, che dipendono dalle Regioni) richiedono il pagamento della sanzione e le relative spese di notifica secondo

Dettagli

MODELLO PER INTERMEDIARI/BANCHE PER LA COSTITUZIONE DI DEPOSITO VINCOLATO IN TITOLI DI STATO O GARANTITI DALLO STATO PER IL RIMBORSO DELL IVA

MODELLO PER INTERMEDIARI/BANCHE PER LA COSTITUZIONE DI DEPOSITO VINCOLATO IN TITOLI DI STATO O GARANTITI DALLO STATO PER IL RIMBORSO DELL IVA MODELLO PER INTERMEDIARI/BANCHE PER LA COSTITUZIONE DI DEPOSITO VINCOLATO IN TITOLI DI STATO O GARANTITI DALLO STATO PER IL RIMBORSO DELL IVA Finalità Utilizzo Compilazione e consegna Tipo di garanzia

Dettagli

COMUNE DI COMMEZZADURA

COMUNE DI COMMEZZADURA COPIA COMUNE DI COMMEZZADURA PROVINCIA DI TRENTO SERVIZIO SEGRETERIA COMUNALE - PROGRAMMA N. 5 DETERMINAZIONE N. 14 DEL PROGRAMMA N. 5 DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO SEGRETERIA COMUNALE N.

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 168 DEL 24/03/2015 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Ufficio Servizi Cimiteriali OGGETTO:Software Consulting s.r.l. - impegno di spesa per rinnovo

Dettagli

Il Caso della settimana

Il Caso della settimana N.18 del 10.05.2012 Il Caso della settimana A cura di Alessandro Borghese Reclamo su una ipotesi di ricostruzione indiretta di ricavi L art. 39, comma 9, del D.L. luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni,

Dettagli

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze

UNIONE di COMUNI FIESOLE VAGLIA Provincia di Firenze SERVIZIO PERSONALE Prot. n. 6031/2014 Vaglia, lì 28 ottobre 2014 OGGETTO: Trasmissione avviso di mobilità. Allegato alla presente si trasmette il seguente avviso di mobilità per la copertura, presso il

Dettagli

Comune di Robecco sul Naviglio Provincia di Milano. Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC)

Comune di Robecco sul Naviglio Provincia di Milano. Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC) Comune di Robecco sul Naviglio Provincia di Milano Regolamento per l applicazione dell Imposta Unica Comunale (IUC) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del 30/07/2014 INDICE Art. 1

Dettagli

AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE COMUNE DI POLISTENA PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA AGGIORNAMENTO DELL ELENCO DI AVVOCATI PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI PER IL PATROCINIO LEGALE AVVISO PUBBLICO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE IL RESPONSABILE

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale C O M U N E D I A L A (Provincia di Trento) N. 178 Registro delibere Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Prelevamento Fondo di Riserva e impegno di spesa per l assistenza, la manutenzione

Dettagli

COMUNE DI QUARTO PROVINCIA DI NAPOLI _

COMUNE DI QUARTO PROVINCIA DI NAPOLI _ COMUNE DI QUARTO PROVINCIA DI NAPOLI _ AREA ECONOMICO FINANZIARIA DETERMINAZIONE N. 51 DEL 07/05/2015 REPERTORIO GENERALE N. 284 DEL 12/05/2015 OGGETTO: Liquidazione spese postali relative al primo trimestre

Dettagli

COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE SEGRETERIA, AFFARI GENERALI, ECONOMICO-FINANZIARIO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE

COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE SEGRETERIA, AFFARI GENERALI, ECONOMICO-FINANZIARIO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE ORIGINALE COMUNE DI ITTIRI (PROVINCIA DI SASSARI) SETTORE SEGRETERIA, AFFARI GENERALI, ECONOMICO-FINANZIARIO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE REG. N. 305 DEL 23/12/2014 OGGETTO: AGGIUDICAZIONE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 124

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 124 COPIA Città di Latisana Provincia di Udine VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA Registro delibere di Giunta N. 124 L anno 2014 il giorno 08 del mese di OTTOBRE alle ore 12:00, nella Residenza Municipale

Dettagli

COMUNE DI FINALE EMILIA

COMUNE DI FINALE EMILIA COMUNE DI FINALE EMILIA PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE N. 633 DEL 25/08/2011 PROPOSTA N. 86 Centro di Responsabilità: Servizio Lavori Pubblici, Manutenzioni Servizio: Servizio Lavori Pubblici, Manutenzioni

Dettagli