I pazienti pagano un caro prezzo per i tagli alla spesa sanitaria

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I pazienti pagano un caro prezzo per i tagli alla spesa sanitaria"

Transcript

1 I pazienti pagano un caro prezzo per i tagli alla spesa sanitaria In molti paesi le misure di austerità introdotte per affrontare la crisi del debito stanno interessando in prima linea i servizi sanitari, ed in particolare quelli complessi e costosi dei trattamenti oncologici. E quanto scrive Anna Wagstaff, giornalista della rivista scientifica CancerWorld nell articolo pubblicato sul n. 49 (Luglio-Agosto), che ha intervistato medici di diversi paesi europei e rappresentanti di associazioni di pazienti, tra i quali Anna Costato, presidente di A.I.G. Associazione Italiana GIST Onlus, per capire quale impatto la crisi del debito europeo ha nella cura del cancro nei diversi paesi europei. Le risposte - novanta da 20 Stati membri - evidenziano un quadro davvero drammatico. L articolo originale in inglese si può leggere al link seguente: Traduzione a cura di A.I.G. Associazione Italiana GIST Onlus: I medici lanciano l'allarme sul prezzo che i pazienti oncologici stanno pagando per i tagli alla spesa pubblica. Nei paesi più duramente colpiti dalla crisi del debito in Europa, i servizi vengono ridimensionati in molte direzioni contemporaneamente: tagli del personale che lasciano alcune sale operatorie e servizi inattivi; i pazienti sono a volte nella impossibilità di ottenere i farmaci di cui necessitano, poichè le aziende farmaceutiche sospendono le forniture a causa di fatture non pagate - un problema che può essere aggravato da un crescente ri-export per cui i farmaci acquistati ad un prezzo inferiore negoziato dai governi colpiti dal debito trovano la loro strada sui mercati internazionali per essere venduti con più profitto. In Grecia - dice John Spiliotis, direttore del primo dipartimento di chirurgia e presidente del consiglio scientifico dell'ospedale dei tumori Memorial Metaxa al Pireo, Atene, sembra di lavorare in "condizioni di guerra". Il suo ospedale, ha visto un taglio del 50% del bilancio negli ultimi tre anni, mentre i ricoveri sono aumentati di oltre il 30%, con difficoltà nella gestione dei pazienti affetti da cancro. Le gravi carenze di personale, con un turnover di uno a dieci, hanno un impatto diretto sulla cura del paziente. All'ospedale Memorial Metaxa, due delle sei sale operatorie sono oggi inutilizzate, perché ci sono troppo pochi infermieri, con conseguenti lunghe liste d'attesa. Nei quattro principali ospedali oncologici e negli altri nove ospedali pubblici con apparecchiature di radioterapia, la lista d'attesa è di tre - quattro mesi. Con tempi d'attesa del genere è molto difficile proporre chemioradioterapia neoadiuvante a pazienti con cancro del retto. Per questo motivo il paziente deve spesso rivolgersi alla sanità privata, ma non tutti possono permetterelo "

2 Le forniture di farmaci essenziali nella cura del cancro, quali Taxotere, Temodal, Avastin, Herceptin e MabThera si stanno esaurendo, afferma Kathi Apostolidis, rappresentante e difensore dei diritti dei pazienti. Dice di andare per tutti gli ospedali e le farmacie di Atene alla ricerca di Zometa per un amico (il farmaco si usa per il controllo di metastasi ossee). Le aziende farmaceutiche stanno insistendo sul pagamento anticipato da parte degli ospedali e dell'assicurazione sanitaria pubblica, mentre le farmacie si rifiutano di fornire a credito medicinali ai pazienti. Sostiene che i pazienti sono tenuti in ostaggio nelle battaglie tra Ministero della Salute, aziende farmaceutiche e farmacisti. La grande preoccupazione è che a causa di problemi finanziari il 15-20% dei pazienti non consulti un medico. Confrontando i dati dal 2007 al 2009, -dicesembra che i malati di tumore vengano assistiti quando sono già ad uno stadio più avanzato rispetto a quanto avveniva tre anni fa, questo significa non solo che ci sarà un numero sempre più inferiore di personale che si deve prendere cura di un numero maggiore di pazienti, con minori risorse, ma, a causa dei ritardi, ci sarà una percentuale maggiore di pazienti che presenteranno tumori in fase avanzata, e, quindi, più complessi, più costosi da trattare e con più probabilità di essere fatali. Se la Grecia è senza dubbio al limite estremo della crisi del debito in Europa, purtroppo non è affatto da sola. In tempo di austerità la parola d'ordine prevalente è che la spesa pubblica va frenata ovunque. Anche se paesi come Spagna, Italia, Portogallo e Irlanda sono in prima linea, paesi come Francia, Belgio, Regno Unito e Paesi Bassi non sono molto indietro. Anche la Germania, che ha l'economia più forte in Europa, ha in programma di tagliare il debito del settore pubblico di 80 miliardi entro il Poiché la cura dei tumori rappresenta una parte considerevole della spesa sanitaria - con la sua necessità di approccio multidisciplinare alle cure, un uso massiccio di tecniche di imaging costose, e il ricorso a farmaci molto costosi, i servizi in oncologia sono sotto pressione come mai prima. Per i pazienti, che il più delle volte devono lottare per un rapido accesso ai migliori trattamenti, la questione più urgente diventa quella di capire fino a che punto, in quale misura le pressioni finanziarie sui servizi per il cancro nei paesi europei stiano interessando in prima linea la cura. ACCESSO AI FARMACI L'accesso a determinati farmaci contro il cancro sta cambiando in tutta Europa. In Portogallo, Fatima Cardoso, direttore dell'unità del tumore al seno presso il Cancer Centre Champalimaud di Lisbona, riferisce che alcune aziende farmaceutiche hanno iniziato a sospendere le forniture a ospedali che hanno fatto registrare ritardi nel pagamento delle loro fatture. Il governo è intervenuto nei casi in cui gli ospedali non avevano alternative, ma Cardoso si aspetta che questo problema peggiori. Alcuni medici sono stati costretti a mentire ai pazienti, perché non vogliono ammettere che

3 non ci sono soldi per pagare i farmaci di cui hanno bisogno - dice Cardoso - e cita il caso di una paziente le cui metastasi ossee, che causano forti dolori e aumentano il rischio di frattura, venivano lasciate non trattate. Le era stato detto che non c'erano dati sufficienti per sostenere l'uso di bisfosfonati, questo perché la gente non è abbastanza sincera da dire: lei dovrebbe prendere questo farmaco, ma non abbiamo i soldi per darglielo ". Anche in Portogallo come in Grecia, ospedali oncologici pubblici sono affollati di persone che hanno dovuto rinunciare a un'assicurazione medica privata. Ma anche coloro che conservano la loro assicurazione privata non possono più permettersi i farmaci di cui hanno bisogno, dice Cardoso. E cita l esempio del trastuzumab, il cui prezzo, anche dopo tanti anni che il farmaco è sul mercato, è così alto che l'assicurazione sanitaria privata copre a malapena il costo di un anno di trattamento, senza lasciare nulla per pagare la chemioterapia e gli altri trattamenti di cui i pazienti hanno bisogno. I pazienti in terapia adiuvante a volte compiono gesti estremi, come vendere la propria case per ottenere i soldi per un anno di trattamento. Ma se si deve andare avanti per molti anni, cosa si può fare? ". In Italia, Anna Costato, che è in trattamento per carcinoma mammario, ma è anche rappresentante dei pazienti affetti da GIST, in quanto madre di una ragazza con GIST pediatrico, riferisce che per accedere ai nuovi farmaci bisogna attendere molto tempo e ciò può dipendere in larga misura da dove uno vive. Questo perché le autorità sanitarie regionali hanno l ultima parola nel definire i farmaci che verranno rimborsati, cosi può essere limitato l accesso ad un nuovo farmaco anche dopo l'approvazione da parte dell'ema (Agenzia Europea per i Medicinali) e dell AIFA (l'agenzia Italiana del Farmaco). I pazienti con tumori rari sono particolarmente colpiti dalle misure legislative che regolano la prescrizione di farmaci per uso off-label. Costato ritiene che le misure, introdotte nel 2007, vengono ora usate in modo sbagliato per limitare l'accesso ai farmaci costosi. Porta gli esempi di sorafenib (Nexavar), dasatinib (Sprycel), e nilotinib (Tasigna), che sono raccomandati dalle Linee Guida NCCN (National Comprehensive Cancer Network) degli Stati Uniti per i pazienti con GIST che non rispondono più ai farmaci approvati per questa indicazione, ma in molte regioni d'italia i pazienti con GIST non hanno accesso a questi farmaci. La sua preoccupazione, inoltre, è che le pressioni finanziarie sui medici stanno facendo si che molti pazienti sentono di essere abbandonati. "Come rappresentante di molti pazienti con tumori metastatici, trovo scoraggiante vedere che anche alcuni buoni oncologi stanno diventando sempre più 'attenti' a spendere soldi per curare malati terminali di cancro." La loro principale preoccupazione sembra che non sia tanto quella di aiutarli a sopravvivere,

4 dice Anna Costato, quanto piuttosto quella di domandarsi quanto costerà?. "I medici dovrebbero stare dalla parte dei loro pazienti", afferma, "aiutandoli a ottenere trattamenti adeguati, battendosi nell'interesse del malato, se necessario. Dovrebbero lasciare la contabilità ad altri. In Francia, un paese che da tempo si vantava di essere in prima linea nell adottare nuovi farmaci antitumorali, l oncologo Jean-Yves Blay dice che le autorità attuano un approccio molto più restrittivo. Egli porta gli esempi dei farmaci pazopanib (Votrient) e mifamurtide, che sono stati entrambi respinti dalla Commission de Transparence (che in Francia svolge un ruolo nelle decisioni di rimborso), pur essendo stati accettati per il rimborso da parte del NICE nel Regno Unito, che ha la tendenza a fare una delle politiche più restrittive in Europa. La sua preoccupazione è che questo andare verso, ed oltre, i livelli di restrizione applicati dalla NICE inglese, non è accompagnato dalla stessa trasparenza, rendendo difficile comprendere o impugnare le decisioni. "Quello che non è chiaro in Francia è il 'processo'. Perché - ci si chiede - è stato respinto l uso di un farmaco? Ciò è particolarmente scioccante nel caso del farmaco mifamurtide, che migliora la sopravvivenza nell osteosarcoma, come è stato evidenziato in uno dei più ampi studi accademici, seppure con alcune questioni metodologiche. Questo è un composto che serve solo a circa 100 pazienti all'anno. Tuttavia, la decisione della commissione ha lasciato il farmaco in una sorta di limbo - nessuno in Francia può acquistarlo al di fuori del sistema e darlo ad un paziente, il che significa che noi accademici non possiamo nemmeno studiarlo ulteriormente. Non avevo mai visto prima una cosa simile in Francia, dice Blay". L Irlanda, intanto, ha più che raddoppiato la soglia che i nuovi farmaci devono superare per ottenere il rimborso. Nel mese di maggio, il valore di un addizionale QALY, (nr Il QALY Quality Adjusted Life Years è un unità di misura impiegata nell' analisi costi/qualità che combina insieme la durata della vita con la qualità della stessa (http://it.wikipedia.org/wiki/qaly), che viene utilizzato come misura principale per decidere sul rimborso, è stato svalutato con decisione esecutiva da a un livello che per gli standard attuali è del tutto irrealistico per i nuovi farmaci antitumorali. Yervoy (ipilimumab) per il melanoma è stato recentemente approvato sulla base di un QALY che è stato negoziato verso il basso a partire da Nella migliore delle ipotesi sembra che i malati di cancro che vogliono accedere a nuovi farmaci debbano lottare per ottenerli, singolarmente, farmaco per farmaco. Gli intervistati dei diversi paesi hanno anche menzionato la possibilità sempre più limitata per l'esecuzione di studi clinici - con tutti i vantaggi connessi in termini di miglioramento degli standard di cura e di accesso precoce ai farmaci, a causa di un approccio più restrittivo a nuovi farmaci.

5 LIVELLI E QUALITA' DEL PERSONALE La carenza di personale e/o dequalificazione dei ruoli, a causa dei tagli di bilancio costituiscono un altro problema citato da molti intervistati. In Portogallo, i tempi di attesa per la radioterapia negli ospedali pubblici sono stati al centro delle notizie della stampa, perché c è poco personale per far funzionare le apparecchiature a pieno ritmo. I pazienti sono grandemente frustrati, dice Cardoso, e aggiunge che a causa di un ritardo di tre mesi, per effettuare la radioterapia una sua paziente con metastasi ossee alla colonna vertebrale ha sviluppato la leptomeningocarcinomatosi, ed è in fin di vita a 37 anni. Cardoso ritiene che la mancanza di personale sia anche una causa importante della carenza di servizi resi ai pazienti oncologici. Anna Costato parla di una diminuzione costante, in Italia, del numero di infermieri, e di una una riduzione del numero dei posti letto negli ospedali e della durata dei ricoveri ospedalieri. Le cure che i pazienti ottengono una volta lasciato l'ospedale sono in gran parte fornite da personale non specializzato e mal pagato, il che si ripercuote sulla qualità delle cure. Le assunzioni di personale in ospedale sono in realtà bloccate - dice; ciò comporta tempi più lunghi di attesa per la TAC e per la risonanza magnetica e per le consultazioni con gli oncologi. Massimo Conio, gastroenterologo di Sanremo, Italia, riferisce analogo aumento dei tempi di attesa per gli interventi chirurgici. Altri intervistati parlano di carenze di personale che incidono sull'accesso alle terapie di supporto, " riducendo la possibilità di sostenere la qualità della vita dei bambini e delle famiglie" Ingrid Kössler, sostenitrice dei pazienti con cancro al seno, impegnata in Svezia nella Sweden s National Cancer Control Strategy (Strategia Nationale di Controllo del Cancro), manifesta analoghe preoccupazioni sul crescente utilizzo di assistenti infermieri meno specializzati, al posto di infermieri specializzati. L assunzione di personale è così ridotto, dice, che gli ospedali hanno dovuto fare affidamento su allieve infermiere per coprire le assenze durante le vacanze estive. Quest'anno le allieve infermiere si rifiutano di lavorare, a meno che non siano pagate con uno stipendio intero, non è chiaro come ciò sarà risolto. Uno scandalo, che ha riguardato oltre 60 pazienti affetti da melanoma a Gothenburg, ai quali è stato detto, erroneamente, di non avere il cancro, ha messo i riflettori sullo stress che la medicina personalizzata sta producendo nei dipartimenti di patologia. I Patologi sottolineano che è stato loro richiesto di effettuare un numero maggiore di test per molti tipi di pazienti rispetto a quelli effettuati qualche anno fa, e, visto il numero attuale di

6 personale, hanno difficoltà a farvi fronte. Anche se la Svezia non è uno dei paesi più colpiti dalla crisi del debito, dice Kössler, a causa dell'invecchiamento della popolazione, mentre da una parte il cancro e altre malattie croniche legate all'età stanno aggravando i costi del bilancio sanitario, dall'altra ci sono solo due persone che lavorano - e pagano le tasse - per ogni pensionato, a fronte di un rapporto di cinque-a-uno di pochi decenni fa. Un'economia stagnante non aiuta. Commenti dall Irlanda indicano una riduzione del numero degli operatori sanitari coinvolti nelle prestazioni della cura del cancro, compreso il sostegno psicologico. Nel Regno Unito, gli intervistati parlano di riduzione delle visite di follow-up e di tagli al personale infermieristico, responsabile dell assistenza specialistica di senologia, tagli agli infermieri di sala operatoria, e al personale amministrativo necessario per liberare i clinici dalle funzioni burocratiche. Il personale infermieristico ha detto chiaramente, in una recente conferenza, che l'assistenza clinica viene direttamente colpita dalla riduzione del personale, nonostante le assicurazioni del governo in senso contrario. Nei Paesi Bassi i tagli al personale stanno riducendo l assistenza domiciliare. Anche in Spagna gli intervistati lamentano liste d'attesa più lunghe per indagini diagnostiche e consultazioni con uno specialista, così come maggiori restrizioni per l accesso alle cure sanitarie domiciliari. Anche se è difficile da quantificare, è chiaro che i livelli di organico vengono lentamente erosi. Tagli del 10-20% sono previsti per il personale ospedaliero che non è dipendente statale (circa la metà della forza lavoro). Ma Eugenia Trigoso, un infermiere specializzata in ematologia pediatrica a Valencia, ritiene che il peggio forse deve ancora venire. Con l'economia della Spagna esposta a una crisi che sembra non avere fine in vista, dice, la preoccupazione reale è per ciò che non sappiamo. "Ogni Venerdì c'è una riunione di gabinetto e non abbiamo notizie su quello che il governo sta per fare. E' davvero difficile ciò che sta accadendo in questo periodo. " COSTI E BENEFICI PER I PAZIENTI Le risposte al sondaggio hanno anche indicato che ai pazienti, in molti paesi, è stato chiesto di pagare di più per l assistenza e/o di rinunciare ad alcuni dei benefici sociali che ricevono. In alcuni casi il contributo aggiuntivo è di pochi euro per visita ospedaliera, in altri casi si teme che gli oneri aggiuntivi possano avere un vero impatto negativo, come risulta dai casi in cui i pazienti hanno una diagnosi tardiva, perché hanno differito la visita

7 col proprio medico, o come quando il paziente, per ragioni economiche, rinuncia a farmaci o a servizi che potrebbero aiutarlo. Molti paesi, tra cui Spagna, Portogallo, Regno Unito e Paesi Bassi, stanno riducendo il rimborso delle spese di trasporto per le visite ospedaliere. Nei Paesi Bassi, l oncologa Elisabeth de Vries riferisce che i pazienti che richiedono di accedere alla fisioterapia ora devono pagare a proprie spese i primi 20 trattamenti, a 30/sessione, nonostante i pazienti con problemi cronici siano esentati da tale pagamento. Le spese per il dietista possono essere rimosse dalla lista del rimborso, ed i pazienti devono ora pagare molti dei farmaci di cui hanno bisogno per far fronte agli effetti collaterali del trattamento. Sta diventando sempre più comune vedere pazienti che rinunciano all'uso di parrucche, perché queste non sono più rimborsate integralmente. Problemi simili vengono riferiti anche in Irlanda. Tagli e restrizioni dei benefici previsti per i malati oncologici sembrano essere una caratteristica comune in molti paesi europei. In alcuni paesi questi stanno colpendo in modo sproporzionato i pazienti per quel che riguarda le terapie orali, e in altri stanno colpendo le famiglie di pazienti pediatrici. Anche se questi tagli possono non avere un impatto diretto sulla qualità dell assistenza sanitaria che i pazienti ricevono, potrebbero ulteriormente scoraggiare alcuni pazienti dall'accedere a terapie e servizi per i quali essi devono sostenere i costi o contribuirvi. VERSO QUALE FUTURO? Elke Van Hoof, capo del Belgian Cancer Centre, che coordina il Belgian Cancer Plan, è convinto che l avere un piano oncologico dettagliato e interamente iscritto a bilancio, sottoposto a valutazione continua, sia stato un fattore importante nel proteggere tutti gli aspetti del controllo del cancro dai tagli alla spesa. Negli ultimi 10 anni, dice, il Belgio ha investito molto nella cura dei tumori, anche in un maggior numero di psicologi, assistenti sociali e infermieri. E orgogliosa del fatto che lo scorso dicembre il nuovo governo ha riconfermato il bilancio precedentemente concordato per il Belgian Cancer Plan. Nonostante la crisi finanziaria, dice, il governo ha anche stanziato un extra budget per l'accesso precoce e temporaneo alle terapie per le esigenze mediche non soddisfatte e per le malattie rare, così pure ha stanziato soldi extra per pagare i nutrizionisti. "Tutte le parti interessate, compreso il governo, stanno cercando di mantenere l'attuale bilancio per le cure mediche", dice. "Ci è stato detto di non spendere soldi extra, ma di

8 cercare di essere creativi utilizzando quello che abbiamo, quindi stiamo davvero valutando il modo in cui stiamo rimborsando. Possiamo ridurre i costi di rimborso, se si aumenta l'efficienza? Possiamo risparmiare per avere nuovi finanziamenti per fare cose nuove? Il punto focale è quello di una maggiore integrazione. "Noi paghiamo per gli psicologi nella cura del cancro, ma possiamo anche usare questi specialisti in altri ambiti?" La valutazione rapporto qualità - prezzo è un altro punto focale. "Le protesi mammarie sono molto ben rimborsate in Belgio, ma hanno un rischio. Non sarebbe meglio fare la ricostruzione del seno con il proprio tessuto non sarebbe più efficace, dal momento che si hanno meno complicazioni e meno procedure nel più lungo termine? " E anche presa in considerazione la possibilità di incoraggiare l'uso dei farmaci generici piuttosto che quelli di marche costose. Un importante punto di questo approccio proattivo, dice van Hoof, è che il Belgian Cancer Centre è in grado di sostenere le sue proposte per le azioni da includere nel Piano Oncologico Nazionale con argomenti forti e dati dettagliati derivanti dalla valutazione continua di questo piano. Lei crede che piani oncologici solidi, che hanno il proprio bilancio e sono strettamente monitorati e valutati saranno la chiave per salvaguardare la migliore assistenza per i pazienti oncologici. E' contenta che in Belgio siano riusciti ad ottenere un tale piano ed abbiano avuto i finanziamenti prima che la crisi del debito potesse colpire.. Ma che dire dei paesi che non lo hanno fatto? In Grecia, John Spiliotis ammette che decenni di pressoché incontrollata spesa sanitaria, con il più alto rapporto medicoinfermiere che si sia avuto in Europa e nessuna restrizione sulle prescrizioni, hanno contribuito alla crisi attuale. Egli riconosce l'importanza di un più sostenibile approccio pianificato per la fornitura di servizi ai malati di cancro; approva le linee guida sulle prescrizioni e un maggiore uso di farmaci generici; si è impegnato a ridurre l'elenco delle analisi di laboratorio, e delle procedure di imaging, riducendo il periodo di degenza ospedaliera, e utilizzando cure palliative piuttosto che trattamenti aggressivi per i malati terminali. Insieme ai suoi colleghi chirurghi sta anche evitando di usare tecnologie costose, dove è possibile farlo in sicurezza, tornando alle procedure manuali che non hanno usato per anni, giusto per tagliare i costi. "Ma non possiamo tornare indietro con le lancette dell'orologio agli anni '60 o '70 nei trattamenti contro il cancro," dice. "Questo è un grosso problema che è iniziato 30 anni fa. Non possiamo correggerlo nei tre-cinque anni che l'europa ci sta chiedendo. " In Portogallo, Cardoso ritiene che vi sia spazio per concentrare le risorse dove sono più necessarie. "Se ci fosse una guida idonea per far capire ai governi come calcolare il rapporto costi-efficacia, piuttosto che guardare solo il prezzo dei farmaci, penso che potremmo tagliare almeno un terzo dei costi senza compromettere la qualità delle cure", dice, "e dobbiamo farlo con saggezza e in modo equo." Questo orientamento, aggiunge, deve venire dalla collaborazione tra economisti sanitari e le persone che forniscono assistenza in prima linea. Cardoso è consapevole di quanto denaro si sprechi, per esempio quando le fiale di farmaci costosi sono aperte, parzialmente utilizzate e poi gettate via perché le linee guida dicono che non possono essere conservate una volta aperte. Organizzare le cose in modo che tutti i pazienti che ricevono questi farmaci li ricevano nello stesso giorno

9 avrebbe sicuramente aiutato. Tuttavia dice- le ditte farmaceutiche devono anche collaborare col fornire dati precisi circa la stabilizzazione dei farmaci e l arco temporale d'uso, Nella sua area specialistica, Cardoso sta ora concentrando i suoi sforzi nel promuovere il trattamento nelle unità senologiche per tutti I pazienti. "Se si centralizza il trattamento con le persone che sanno quello che stanno facendo, si spenderà di meno", dice. E sta anche incoraggiando i gruppi di pazienti a parlare con una sola voce e a concentrare le loro richieste sull essenziale: accesso ai migliori trattamenti; nessun taglio a farmaci che non possono essere sostituiti, niente tagli che colpiscono la quantità e la qualità a lungo termine della vita. Ma la Cordoso, che è più che pronta a fare la propria parte nel suo settore di specializzazione, aggiunge anche che questa crisi non può essere risolta settore per settore. "Bisogna avere una visione d'insieme. Ci sono cose che potrebbero davvero essere tagliate, e altre che non è possibile tagliare, perché non vi è alcuna opzione. " Contesta, per esempio, l'uso elevato di statine. "Le statine sono prescritte a tutti senza controllo, e se ne fa un abuso." Al momento, tuttavia, la crisi in Portogallo rappresenta una minaccia per i pazienti per quanto riguarda l'ottenere i farmaci antitumorali essenziali come già sta succedendo in Grecia, e c'è bisogno di una soluzione urgente. Cardoso vorrebbe vedere gli sforzi, probabilmente a livello UE, per mediare un accordo con le aziende farmaceutiche che dovrebbe permettere agli ospedali che hanno contratto un forte debito a causa dai tagli, a dilazionare i loro pagamenti in un periodo più lungo. E si chiede se anche nel lungo periodo gli attuali prezzi elevati dei farmaci siano sostenibili. "Questo fenomeno non colpisce solo la Grecia o il Portogallo; la Spagna è già interessata e presto lo saranno anche l'italia e la Francia. Si tratta di un problema pan-europeo e c'è bisogno di una soluzione complessiva". Non c'è dubbio che questo sia un problema paneuropeo. Il problema di come i paesi europei a causa dell'invecchiamento della popolazione, con un peso crescente delle malattie croniche, e con i costi crescenti dei trattamenti all'avanguardia siano in grado di fornire la migliore assistenza possibile su una base più sostenibile è esistito per decenni. La crisi del debito attuale e la conseguente campagna di austerità lo hanno fatto giungere alla fase cruciale e in qualunque direzione vadano i dibattiti su austerità e crescita, la riduzione dei servizi sanitari è ormai in atto. Significa questo che i medici saranno costretti a trasformarsi in contabili e dovranno anteporre la convenienza economica agli interessi dei pazienti? Paradossalmente, se l'esperienza in Belgio, come descritta da van Hoof è un iter da seguire, il ragionare come contabili può rappresentare l'unico modo in cui i medici possono tutelare la loro capacità di lottare per le esigenze di ogni paziente. Ma invece di guardare un paziente e chiedersi se le reali possibilità di prolungare o migliorare la sua

10 qualità di vita rappresentino un buon rapporto qualità-prezzo, essi devono fare un monitoraggio più accurato e una valutazione dell'efficacia e del rapporto qualità-prezzo dei trattamenti e dei tipi di cura che essi prestano. In questo modo non si limiteranno a massimizzare i benefici che i pazienti ottengono per i soldi spesi ma, come ha dimostrato van Hoof, ciò offrirà anche ai medici e ai sostenitori dei pazienti elementi essenziali per aiutarli a discutere per il livello delle risorse di cui hanno bisogno..e per difendere quei budgets quando sono minacciati.

Nota stampa Roma, 13 novembre 2015

Nota stampa Roma, 13 novembre 2015 Nota stampa Roma, 13 novembre 2015 Liste di attesa e spesa privata: i cittadini pagano le inefficienze di un SSN sempre meno accessibile. Necessaria politica nazionale per l accesso ai servizi. Presentato

Dettagli

Quando un figlio è malato: diritti e servizi sociali per la famiglia

Quando un figlio è malato: diritti e servizi sociali per la famiglia diritti e servizi sociali per la famiglia Cari Genitori, Questa brochure si propone di offrirvi sinteticamente informazioni utili e consigli pratici per orientarvi nel sistema dei servizi sociali e scolastici,

Dettagli

01-07-10 MANOVRA: MALATI AIDS E MALATI CANCRO CHIEDONO CERTEZZE SU FARMACI

01-07-10 MANOVRA: MALATI AIDS E MALATI CANCRO CHIEDONO CERTEZZE SU FARMACI ASCA 01-07-10 MANOVRA: MALATI AIDS E MALATI CANCRO CHIEDONO CERTEZZE SU FARMACI (ASCA) - Roma, 1 lug - Le associazioni dei pazienti di Aids e oncologici ''richiamano Governo e AIFA a vigilare affinche'

Dettagli

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali Centro di Riferimento Oncologico Regionale Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia L esperienza del CRO e il programma di una Rete Oncologica Regionale

Dettagli

Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa

Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa A cura della Rete europea per i diritti e i doveri dei pazienti e degli operatori sanitari della Association

Dettagli

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative.

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. Il modello di cure domiciliari integrate in sperimentazione all

Dettagli

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera Spesa complessiva del Servizio Sanitario Nazionale 2011

Dettagli

Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa

Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa National Community Education Initiative Porre domande può essere d aiuto: Un aiuto per le persone in cura palliativa Asking Questions Can Help: An aid for people seeing the palliative care team Italian

Dettagli

4. IL PUNTO DI VISTA DEL VOLONTARIATO

4. IL PUNTO DI VISTA DEL VOLONTARIATO 12949_09 Disparità nell accesso dei malati oncologici ai trattamenti terapeutici e assistenziali 4. IL PUNTO DI VISTA DEL VOLONTARIATO ONCOLOGICO: ASSISTENZA DOMICILIARE, SOSTEGNO PSICOLOGICO E INFORMAZIONE

Dettagli

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia.

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Unità Operativa di Oncologia Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese Area territoriale: Distretto di Varese,

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA

LA VALUTAZIONE ECONOMICA LA VALUTAZIONE ECONOMICA IN SANITÀ OBIETTIVI DIDATTICI Introdurre il concetto di valutazione economica Definire le principali caratteristiche di una corretta analisi economica Acquisire le conoscenze delle

Dettagli

Mediamente una donna su otto sviluppa un carcinoma mammario nel corso della propria vita:

Mediamente una donna su otto sviluppa un carcinoma mammario nel corso della propria vita: VI Congresso Nazionale AICM: Le Reti Assistenziali e il Case Management per favorire la continuità di cura. Percorso della paziente affetta da cancro della mammella :esperienza lombarda M. Gjeloshi Riccione,25-26

Dettagli

La SALUTE non ha prezzo, ma la SANITÀ costa a tutti

La SALUTE non ha prezzo, ma la SANITÀ costa a tutti 7 a Conferenza Nazionale GIMBE Bologna, 17 febbraio 2012 La SALUTE non ha prezzo, ma la SANITÀ costa a tutti Nino Cartabellotta Fondazione GIMBE IL PARADOSSO Vantiamo un SSN che l Organizzazione Mondiale

Dettagli

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL.

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL. L Hospice è una struttura dell ASL 1 Imperiese che accoglie prevalentemente pazienti con tumore in fase avanzata o terminale che necessitano di cure palliative di livello specialistico o che non possono

Dettagli

ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE TRA I MEDICI DI MEDICINA GENERALE

ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE TRA I MEDICI DI MEDICINA GENERALE ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE TRA I MEDICI DI MEDICINA GENERALE E LA ASL DELLA PROVINCIA DI MILANO 2 per il miglioramento delle cure primarie ed il governo clinico ANNO 2013 Premessa Il Comitato Aziendale,

Dettagli

MODELLO ORGANIZZATIVO DELL UNITA CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE DELL A.O. SAN GERARDO DI MONZA

MODELLO ORGANIZZATIVO DELL UNITA CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE DELL A.O. SAN GERARDO DI MONZA TERAPIA DEL DOLORE E CURE PALLIATIVE NEL PAZIENTE AFFETTO DA NEOPLASIA POLMONARE Guia Castagnini Raffaella Speranza U. CURE PALLIATIVE E TERAPIA DEL DOLORE A.O. SAN GERARDO MONZA - FINALITA ED OBIETTIVI

Dettagli

Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale - Mammella

Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale - Mammella Opuscolo informativo Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale PDTA Mammella 1 Gentilissima Signora, lei è stata invitata ad eseguire esami di accertamento perché dopo aver visto l ultima mammografia

Dettagli

IL PARADOSSO. La SALUTE non ha prezzo, I NOSTRI DIRITTI IL DILEMMA. 7 a Conferenza Nazionale GIMBE Bologna, 17 febbraio 2012

IL PARADOSSO. La SALUTE non ha prezzo, I NOSTRI DIRITTI IL DILEMMA. 7 a Conferenza Nazionale GIMBE Bologna, 17 febbraio 2012 7 a Conferenza Nazionale GIMBE Bologna, 17 febbraio 2012 IL PARADOSSO La SALUTE non ha prezzo, ma la SANITÀ costa a tutti Nino Cartabellotta Fondazione GIMBE Vantiamo un SSN che l Organizzazione Mondiale

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Dir. Resp.: Alessandro Cassinis. 13-APR-2015 da pag. 7

Dir. Resp.: Alessandro Cassinis. 13-APR-2015 da pag. 7 Tiratura 01/2015: 68.758 Diffusione 01/2015: 50.722 Lettori III 2014: 376.000 Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Alessandro Cassinis 13-APR-2015 da pag. 7 13-04-2015

Dettagli

PROGETTO DI ASSISTENZA AL MALATO NEOPLASTICO GRAVE E PER LO SVILUPPO DELLE CURE PALLIATIVE

PROGETTO DI ASSISTENZA AL MALATO NEOPLASTICO GRAVE E PER LO SVILUPPO DELLE CURE PALLIATIVE REGIONE VENETO - AZIENDA SANITARIA ULSS 22 PROGETTO DI ASSISTENZA AL MALATO NEOPLASTICO GRAVE E PER LO SVILUPPO DELLE CURE PALLIATIVE A cura del Coordinamento dei Distretti socio-sanitari e dei Medici

Dettagli

Progetto di Assistenza Domiciliare

Progetto di Assistenza Domiciliare Progetto di Assistenza Domiciliare Per curare efficacemente un malato cronico, oggi non è più sufficiente limitarsi alla corretta interpretazione dei segni e dei sintomi clinici della malattia e/o alla

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA IX LEGISLATURA

CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA IX LEGISLATURA CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA IX LEGISLATURA PROPOSTA DI LEGGE Disposizioni in materia di utilizzo di farmaci cannabinoidi nell ambito del servizio sanitario regionale Iniziativa del Consigliere

Dettagli

Le cure primarie in Italia: verso quali orizzonti di cura ed assistenza

Le cure primarie in Italia: verso quali orizzonti di cura ed assistenza Le cure primarie in Italia: verso quali orizzonti di cura ed assistenza Le cure primarie in Italia oggi: i risultati dell Osservatorio Tematiche esplorate Cittadini No Profilo campionatura del rispondente

Dettagli

Health at a Glance: OECD Indicators 2005 Edition. Uno Sguardo alla Sanità - Indicatori OCSE 2005. Sommario. Summary in Italian. Riassunto in Italiano

Health at a Glance: OECD Indicators 2005 Edition. Uno Sguardo alla Sanità - Indicatori OCSE 2005. Sommario. Summary in Italian. Riassunto in Italiano Health at a Glance: OECD Indicators 2005 Edition Summary in Italian Uno Sguardo alla Sanità - Indicatori OCSE 2005 Riassunto in Italiano Sommario I sistemi sanitari sono in forte crescita in termini di

Dettagli

I bisogni del paziente oncologico

I bisogni del paziente oncologico I bisogni del paziente oncologico F Manzin, G Fabbroni, P Silli, MG Todisco, V de Pangher Manzini Unità Operativa di Oncologia Ospedali di Gorizia e di Monfalcone ASS n. 2 Isontina Lavoro condotto con

Dettagli

La sanità in Lombardia tra tagli e nuovi ticket

La sanità in Lombardia tra tagli e nuovi ticket La sanità in Lombardia tra tagli e nuovi ticket Risorse 2012: I fondi destinati al finanziamento del Ssr sono 17 miliardi e 450 milioni di euro circa, di cui 8,6 miliardi per l'assistenza distrettuale,

Dettagli

ANSA-FOCUS/ CRISI FA MALE A SALUTE, MENO VISITE, FARMACI E CURE. CROLLA SPESE FAMIGLIE CHE RISPARMIANO ANCHE SUL MEDICO (ANSA) - ROMA, 19 APR - Quasi

ANSA-FOCUS/ CRISI FA MALE A SALUTE, MENO VISITE, FARMACI E CURE. CROLLA SPESE FAMIGLIE CHE RISPARMIANO ANCHE SUL MEDICO (ANSA) - ROMA, 19 APR - Quasi ANSA-FOCUS/ CRISI FA MALE A SALUTE, MENO VISITE, FARMACI E CURE. CROLLA SPESE FAMIGLIE CHE RISPARMIANO ANCHE SUL MEDICO (ANSA) - ROMA, 19 APR - Quasi due milioni di anziani rinunciano a cure e farmaci,

Dettagli

Allegato 1 Conclusioni scientifiche e motivazioni per la variazione dei termini dell autorizzazione all immissione in commercio

Allegato 1 Conclusioni scientifiche e motivazioni per la variazione dei termini dell autorizzazione all immissione in commercio Allegato 1 Conclusioni scientifiche e motivazioni per la variazione dei termini dell autorizzazione all immissione in commercio Conclusioni scientifiche Tenendo conto della valutazione del Comitato per

Dettagli

Come sopravvivere in tempi di crisi insieme ai nostri pazienti?

Come sopravvivere in tempi di crisi insieme ai nostri pazienti? Franco Testore SOC Oncologia Ospedale Cardinal Massaia ASTI Come sopravvivere in tempi di crisi insieme ai nostri pazienti? Non dimenticare mai il contratto di alleanza che stipuliamo con i pazienti Considerare

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE ONCOLOGICA ESPERIENZA USL 11

ASSISTENZA DOMICILIARE ONCOLOGICA ESPERIENZA USL 11 ASSISTENZA DOMICILIARE ONCOLOGICA ESPERIENZA USL 11 Etica delle cure palliative in oncologia S Miniato 19/10/13 La morte affronto clinico? Per l uomo l delle culture passate, la morte aveva la forma di

Dettagli

Dir. Resp.: Alessandro Sallusti

Dir. Resp.: Alessandro Sallusti Lettori: 630.000 Diffusione: 150.760 09-GIU-2013 Dir. Resp.: Alessandro Sallusti da pag. 2 Stampa articolo http://sfoglia2.corriere.it/sipol_rcs/jsp/printart.jsp?cli=corse Page 1 of 3 10/06/2013 In arrivo

Dettagli

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella

Informazione per pazienti. Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Informazione per pazienti Il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per tumore alla mammella Questo opuscolo è stato realizzato per fornire alcune utili informazioni sul percorso seguito

Dettagli

Lettori: 951.000 Diffusione: 267.228. Dir. Resp.: Roberto Napoletano. 25-OTT-2014 da pag. 14

Lettori: 951.000 Diffusione: 267.228. Dir. Resp.: Roberto Napoletano. 25-OTT-2014 da pag. 14 Lettori: 951.000 Diffusione: 267.228 Dir. Resp.: Roberto Napoletano 25-OTT-2014 da pag. 14 Stabilità. Boschi: "Il taglio al fondo per i malati di Sla può essere rivisto in Parlamento" http://www.quotidianosanita.it/stampa_articolo.php?articolo_id=24002

Dettagli

Tumori rari Come orientarsi

Tumori rari Come orientarsi Tumori rari Come orientarsi Realizzato da: Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici Fondazione IRCCS Istituto Nazionale Tumori di Milano Istituto Superiore di Sanità Che cos è un tumore?

Dettagli

LA CONTINUITA ASSISTENZIALE

LA CONTINUITA ASSISTENZIALE e-oncology II edizione: L informatizzazione in Oncologia Trento, 22 ottobre 2010 LA CONTINUITA ASSISTENZIALE Prof. Oscar Alabiso Oncologia AOU Novara Continuità Assistenziale : organizzazione centrata

Dettagli

INTERVISTA AL DR ENRICO BRIGNARDELLO

INTERVISTA AL DR ENRICO BRIGNARDELLO INTERVISTA AL DR ENRICO BRIGNARDELLO Responsabile SSCVD "Unità di Transizione per Neoplasie Curate in Età Pediatrica" c/o AOU S.Giovanni Battista di Torino D. Dr Brignardello, ci può dire che differenza

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. tufano nunzio Data di nascita 24/06/1958. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5)

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. tufano nunzio Data di nascita 24/06/1958. Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) INFORMAZIONI PERSONALI Nome tufano nunzio Data di nascita 24/06/1958 Qualifica II Fascia Amministrazione ASL NAPOLI 3 SUD (EX ASL 4 e 5) Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente ASL II

Dettagli

Riepilogo indennizzi. Una semplice tavola per aiutarvi a scegliere il tetto di copertura adatto alle vostre esigenze. Piano Sanitario Internazionale

Riepilogo indennizzi. Una semplice tavola per aiutarvi a scegliere il tetto di copertura adatto alle vostre esigenze. Piano Sanitario Internazionale Piano Sanitario Internazionale Riepilogo indennizzi Una semplice tavola per aiutarvi a scegliere il tetto di copertura adatto alle vostre esigenze healthcare Scegliete il tetto di copertura più adatto

Dettagli

Ricerca, innovazione e Competitività

Ricerca, innovazione e Competitività Ricerca, innovazione e Competitività Roma 15 novembre 2012 dott.ssa Nadia Storti Farmaci innovativi ed innovazioni terapeutiche: quali vantaggi per il paziente - Possibili vantaggi terapeutici - Controllo

Dettagli

EDUCAZIONE SANITARIA...

EDUCAZIONE SANITARIA... EDUCAZIONE SANITARIA... Satta Hai Anna Siamo negli anni 20, l inizio dell era insulinica: prende forma l idea che il diabetico debba essere adeguatamente istruito e motivato (cioè educato). Questa nuova

Dettagli

Relazione del Direttore Generale. al bilancio economico preventivo 2015

Relazione del Direttore Generale. al bilancio economico preventivo 2015 A.O. CARDARELLI NAPOLI Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione Via Antonio Cardarelli, 9-80131 Napoli Relazione del Direttore Generale al bilancio economico preventivo 2015

Dettagli

Rassegna Stampa. Co n stampa. Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata. Preliminare

Rassegna Stampa. Co n stampa. Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata. Preliminare Rassegna Stampa Preliminare Co n stampa Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata Via Malta, 12/B 25124 Brescia Tel. 030 22 61 05 Fax 030 24 20 472 intermedia@intermedianews.it www.medinews.it www.intermedianews.tv

Dettagli

14-09-2014 50/51 1 / 5

14-09-2014 50/51 1 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 1 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 2 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 3 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 4 / 5 Quotidiano 14-09-2014 50/51 5 / 5 QUOTIDIANO AIOM: estendiamo i divieti

Dettagli

QUARTO BAROMETRO INTERNAZIONALE SULLA SALUTE. Nota di sintesi

QUARTO BAROMETRO INTERNAZIONALE SULLA SALUTE. Nota di sintesi QUARTO BAROMETRO INTERNAZIONALE SULLA SALUTE Nota di sintesi Milano, 21 Settembre 2010 Per gli italiani poca fiducia nel sistema e nella classe medica. Meglio affidarsi al web per acquisire informazioni

Dettagli

Mantova. Professione per la vita: L INFERMIERE

Mantova. Professione per la vita: L INFERMIERE Mantova Professione per la vita: L INFERMIERE Scegliere un lavoro che ti permette di essere protagonista nella vita vera, di essere un punto di riferimento per gli altri e di esercitare importanti responsabilità,

Dettagli

CENTRO RESIDENZIALE CURE PALLIATIVE - HOSPICE SAN MARCO -

CENTRO RESIDENZIALE CURE PALLIATIVE - HOSPICE SAN MARCO - CENTRO RESIDENZIALE CURE PALLIATIVE - HOSPICE SAN MARCO - PERCORSO ASSISTENZIALE PER PAZIENTI TERMINALI Indice 2 1. Premessa 3 2. Attività dell Hospice San Marco 3 3. Obiettivi 4 4. Criteri di Ammissione

Dettagli

Cure Domiciliari. Corso Elettivo Malato a casa 23 gennaio 2012

Cure Domiciliari. Corso Elettivo Malato a casa 23 gennaio 2012 Cure Domiciliari Corso Elettivo Malato a casa 23 gennaio 2012 DEFINIZIONE DELLE CURE DOMICILIARI Le cure domiciliari consistono in trattamenti medici, infermieristici, riabilitativi, prestati da personale

Dettagli

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate)

Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) 09/2009 CARTA INFORMATIVA DEI SERVIZI DEI MEDICI IN GRUPPO Dr. Corbetta Contardo Luigi Dr. Corti Fiorenzo Massimo Dr.ssa Lampreda Maria P. Consuelo (Via Giotto 20 20060 Masate) IL MEDICO DI MEDICINA GENERALE

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. L ASL di Brescia presenta un progetto rivolto ai malati oncologici terminali con il sostegno della Fondazione Berlucchi.

CONFERENZA STAMPA. L ASL di Brescia presenta un progetto rivolto ai malati oncologici terminali con il sostegno della Fondazione Berlucchi. DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE Servizio Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: servizio.comunicazione@aslbrescia.it

Dettagli

1 Cittadinanzattiva Tribunale per i diritti del malato Coordinamento nazionale Associazioni Malati Cronici

1 Cittadinanzattiva Tribunale per i diritti del malato Coordinamento nazionale Associazioni Malati Cronici 1 Cittadinanzattiva Tribunale per i diritti del malato Coordinamento nazionale Associazioni Malati Cronici 2 Parere per la consultazione pubblica avviata dalla Direzione Generale Impresa e Industria (Commissione

Dettagli

Il sistema di welfare

Il sistema di welfare Il sistema di welfare (pp. 257-348 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale L onda lunga della comunicazione sulla salute Il boom dell informazione sanitaria

Dettagli

terapia intensiva Ottimizzazione in termini di sicurezza, protezione ed efficienza operativa

terapia intensiva Ottimizzazione in termini di sicurezza, protezione ed efficienza operativa terapia intensiva Ottimizzazione in termini di sicurezza, protezione ed efficienza operativa Gestione DELLA FILIERA di fornitura e delle dotazioni medico-sanitarie Soluzioni per lo stoccaggio di Scan Modul

Dettagli

Breast Units / Centri di Senologia: verso gli standard europei

Breast Units / Centri di Senologia: verso gli standard europei Breast Units / Centri di Senologia: verso gli standard europei Approccio multidisciplinare e medicina personalizzata Roberto Labianca Direttore Cancer Center AO Papa Giovanni XXIII Direttore DIPO Bergamo

Dettagli

Integrazione Ospedale-Territorio:

Integrazione Ospedale-Territorio: Integrazione Ospedale-Territorio: malattie rare ed assistenza integrativa Relatore Dott.ssa Francesca Canepa S.C. Assistenza Farmaceutica Convenzionata LEA I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

PROVINCIA DI PAVIA. Codice Fiscale - 80000030181 Settore Cultura, Turismo, Innovazione Tecnologica, Politiche della Scuola, Giovani e PO

PROVINCIA DI PAVIA. Codice Fiscale - 80000030181 Settore Cultura, Turismo, Innovazione Tecnologica, Politiche della Scuola, Giovani e PO PROVINCIA DI PAVIA Codice Fiscale - 80000030181 Settore Cultura, Turismo, Innovazione Tecnologica, Politiche della Scuola, Giovani e PO COMMISSIONE UE - PROGRAMMA D AZIONE COMUNITARIO IN MATERIA DI SANITA

Dettagli

SPAGNA, CIPRO, LITUANIA, ESTONIA, DANIMARCA

SPAGNA, CIPRO, LITUANIA, ESTONIA, DANIMARCA SPAGNA, CIPRO, LITUANIA, ESTONIA, DANIMARCA L'IMPATTO DELLA CRISI SULLE RISORSE UMANE Riduzione della retribuzione Alcuni Stati membri hanno già annunciato o effettuato il ridimensionamento e/o blocco

Dettagli

VIVISOL. Carta dei Servizi 2011 rev. 6 del 09.02.2012 MKD-ADIvoucher pag. 1 di 12

VIVISOL. Carta dei Servizi 2011 rev. 6 del 09.02.2012 MKD-ADIvoucher pag. 1 di 12 Struttura accreditata con l ASL di MILANO, MILANO 1, MILANO 2, MONZA e BRIANZA, PAVIA e BRESCIA per offrire il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata tramite Voucher socio - sanitario Carta dei Servizi

Dettagli

Elenco delle prestazioni. Polizze di gruppo

Elenco delle prestazioni. Polizze di gruppo Programmi sanitari internazionali Elenco delle prestazioni Valido dal 1º novembre 2014 Polizze di gruppo I seguenti programmi sono disponibili solo per i gruppi aziendali che riuniscono un numero minimo

Dettagli

Autore: Anna Messia Milano Finanza

Autore: Anna Messia Milano Finanza Autore: Anna Messia Milano Finanza Compagnie in perdita e medici che hanno il terrore di operare per non pagare di tasca propria eventuali indennizzi. Intanto scoppia il caso di AmTrust, che ha assicurato

Dettagli

Dir. Resp.: Roberto Napoletano

Dir. Resp.: Roberto Napoletano Tiratura 09/2014: 40.000 Diffusione: n.d. Lettori: n.d. Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Roberto Napoletano da pag. 6 02-GIU-2015 www.datastampa.it Tiratura 09/2014:

Dettagli

Tumori rari Come orientarsi

Tumori rari Come orientarsi Tumori rari Come orientarsi Che cos è un tumore? Il nostro corpo è costituito da cellule che, pur diverse tra loro per aspetto e funzioni, si riproducono, si riparano e muoiono secondo gli stessi processi

Dettagli

Paola Mosconi Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità. Milano, 26 ottobre 2011

Paola Mosconi Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità. Milano, 26 ottobre 2011 Paola Mosconi Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità Milano, 26 ottobre 2011 Salute: dal modello paternalista a quello partecipativo Paziente ruolo passivo Paziente ruolo passivo

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

Assistenza Continuativa in Ematologia. Claudio Cartoni UOC Ematologia A.O. Policlinico Umberto I - Roma

Assistenza Continuativa in Ematologia. Claudio Cartoni UOC Ematologia A.O. Policlinico Umberto I - Roma Assistenza Continuativa in Ematologia Claudio Cartoni UOC Ematologia A.O. Policlinico Umberto I - Roma I BISOGNI Le persone affette da malattie oncologiche ematologiche e le loro famiglie presentano bisogni

Dettagli

IL PROGETTO: 1.1 Informazioni generali: Titolo del Progetto: PROGETTO SCUDO Servizio cure domiciliari per malati oncologici terminali ;

IL PROGETTO: 1.1 Informazioni generali: Titolo del Progetto: PROGETTO SCUDO Servizio cure domiciliari per malati oncologici terminali ; Il PROGETTO SCUDO VALDICHIANA è un iniziativa delle Sezioni CALCIT della Valdichiana, dei Medici di Medicina Generale facenti parte della Cooperativa Etruria Medica, della USL8 e dei Comuni di Cortona,

Dettagli

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Allegato A) MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Attività di ospedalizzazione presso il domicilio Si definisce attività di ospedalizzazione

Dettagli

staminali Ricercatore su cellule

staminali Ricercatore su cellule Ricercatore su cellule staminali Ci sono molte buone ragioni per accettare questo progetto: La ricerca sulle cellule staminali embrionali offre la possibilità di accrescere le nostre conoscenze sulle cellule

Dettagli

Lo Sviluppo delle Cure Palliative nel Veneto

Lo Sviluppo delle Cure Palliative nel Veneto Lo Sviluppo delle Cure Palliative nel Veneto Dott. C. De Chirico Resp. Unità di Cure Palliative ULSS N 7 Segretario SICP Veneto Coordinamento Regionale Veneto per le Cure Palliative e la Lotta al Dolore

Dettagli

Ecco la Carta europea dei diritti del malato

Ecco la Carta europea dei diritti del malato Ecco la Carta europea dei diritti del malato DOCUMENTO a cura di Giovanni Moro Nel dibattito sul futuro dell Europa, hanno grande spazio temi come quello del destino del Modello sociale europeo o della

Dettagli

V Convegno Internazionale Medico Cura Te Stesso Sopravviverà la medicina all abbandono della clinica? 25 27 giugno 2009

V Convegno Internazionale Medico Cura Te Stesso Sopravviverà la medicina all abbandono della clinica? 25 27 giugno 2009 QUALITY OF LIFE: SCORE OR MEANING? MEASURING QUALITY OF LIFE: FOR WHOM AND WHAT S FOR? Patricia A. Ganz Vice-Chairman Dept. Health Services UCLA School of Public Health, Los Angeles, USA E un grandissimo

Dettagli

Innovazione tecnologica applicata. Autore Vincenzo Gullà. La telemedicina per la non Autosufficienza

Innovazione tecnologica applicata. Autore Vincenzo Gullà. La telemedicina per la non Autosufficienza Innovazione tecnologica applicata. Autore Vincenzo Gullà Vogliamo riprendere il nostro viaggio attraverso le tecnologie per andare a vedere come la telemedicina può essere di aiuto nella non autosufficienza

Dettagli

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione Il ruolo del chirurgo generale in chirurgia oncologica dell'adolescente

Dettagli

PIANO STRATEGICO PER IL CONTROLLO DEL DOLORE SUL TERRITORIO Alcune interessanti indagini europee sul dolore L assistenza domiciliare cure palliative Protocollo sedazione palliativa al domicilio REVIEW

Dettagli

Un'altro passo per l'integrativo: accordo fatto per l'assidai

Un'altro passo per l'integrativo: accordo fatto per l'assidai Un'altro passo per l'integrativo: accordo fatto per l'assidai Dal 1 luglio i dirigenti del gruppo FS, iscritti e non iscritti all'assidifer Fndai, potranno sottoscrivere la polizza integrativa del FASI

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA ITALIANI ALL ESTERO E STRANIERI IN ITALIA

ASSISTENZA SANITARIA ITALIANI ALL ESTERO E STRANIERI IN ITALIA ASSISTENZA SANITARIA ITALIANI ALL ESTERO E STRANIERI IN ITALIA Direzione Amministrativa dell Ospedale Rasotto dott. Giancarlo Tel. 0445.572015 (int. 2015) Cell. 3491870360 E-mail: giancarlo.rasotto@ulss4.veneto.it

Dettagli

Le nuove frontiere dell assistenza: il caso della Fondazione Maddalena Grassi

Le nuove frontiere dell assistenza: il caso della Fondazione Maddalena Grassi le politiche CONFRONTI 3/2011 163 Le nuove frontiere dell assistenza: il caso della Fondazione Maddalena Grassi Migliorando le condizioni di vita e spostandosi più in là le frontiere della medicina, da

Dettagli

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future European Payment Index 2013 Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future Intrum Justitia è il gruppo leader in Europa nei servizi di Credit Management Unica

Dettagli

Linee Guida per l applicazione del D. Lgs. 38/2014

Linee Guida per l applicazione del D. Lgs. 38/2014 Linee Guida per l applicazione del D. Lgs. 38/2014 1. Premessa Il Decreto Legislativo 4 marzo 2014, n. 38 recante Attuazione della Direttiva 2011/24/UE concernente l'applicazione dei diritti dei pazienti

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. ANTONIO ABATE

AZIENDA OSPEDALIERA S. ANTONIO ABATE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANGILERI MARIA GRAZIA Data di nascita 17/05/1979 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERA S. ANTONIO ABATE

Dettagli

Informati ed insoddisfatti: verso una sanità minimale? Monitor Biomedico 2014 Con il contributo di

Informati ed insoddisfatti: verso una sanità minimale? Monitor Biomedico 2014 Con il contributo di Informati ed insoddisfatti: verso una sanità minimale? Monitor Biomedico 2014 Con il contributo di 1. Il monitoraggio del rapporto degli italiani con la salute ed i servizi sanitari I risultati del Monitor

Dettagli

VOL. 6. Progetto S STEGNO. A chi rivolgersi. in caso di necessità

VOL. 6. Progetto S STEGNO. A chi rivolgersi. in caso di necessità Progetto S STEGNO VOL. 6 A chi rivolgersi in caso di necessità A chi rivolgersi in caso di necessità 118 ORE Il 118 è il numero telefonico attivo in Italia per la richiesta di soccorso sanitario. È un

Dettagli

QUESTIONARIO SODDISFAZIONE FAMIGLIA. Nome del bambino: Sesso: F M

QUESTIONARIO SODDISFAZIONE FAMIGLIA. Nome del bambino: Sesso: F M QUESTIONARIO SODDISFAZIONE FAMIGLIA Ministero della Salute - Centro Nazionale per la Prevenzione delle Malattie (CCM) Progetti applicativi al programma CCM 2009 Presa in carico precoce nel primo anno di

Dettagli

Cos è la cefalea cronica quotidiana?

Cos è la cefalea cronica quotidiana? Lifting The Burden Campagna mondiale di informazione per la lotta contro la cefalea Cos è la cefalea cronica quotidiana? Cos'è la cefalea cronica quotidiana? "Ho iniziato ad avere mal di testa che comparivano

Dettagli

Ospedale di Comunità

Ospedale di Comunità Casa della Salute di San Secondo Parmense Ospedale di Comunità Liguria DALL OSPEDALE AL TERRITORIO Genova 18 marzo 2014 Remo Piroli Il contesto normativo Delibera 14/03/2013 N.159 Oggetto : CASA DELLA

Dettagli

SISTEMI SANITARI EUROPEI. Il sistema sanitario italiano

SISTEMI SANITARI EUROPEI. Il sistema sanitario italiano SISTEMI SANITARI EUROPEI MODELLI A CONFRONTO Il sistema sanitario italiano Domenico Iscaro Presidente Nazionale Anaao-Assomed Firenze, 13 febbraio 2015 IN ITALIA PRIMA DEL 1978 Sistema mutualistico (modello

Dettagli

Dr. Michele Cedrone, Ospedale San Giovanni dell Addolorata, Roma

Dr. Michele Cedrone, Ospedale San Giovanni dell Addolorata, Roma Confronto dei Criteri, degli Indicatori e degli Standard scelti per la valutazione multi-dimensionale dell attività di 4 Strutture Complesse di Ematologia certificate ISO 9001-2000 Dr. Michele Cedrone,

Dettagli

Ruolo del Medico nell Assistenza Sanitaria di base. Prof. A. Mistretta

Ruolo del Medico nell Assistenza Sanitaria di base. Prof. A. Mistretta Ruolo del Medico nell Assistenza Sanitaria di base Prof. A. Mistretta Il medico di medicina generale (MMG) Garantisce l assistenza sanitaria Si assicura di promuovere e salvaguardare la salute in un rapporto

Dettagli

ASSISTENZA AL PAZIENTE TERMINALE: L ESPERIENZAL DELL HOSPICE CASA MADONNA DELL ULIVETO ULIVETO

ASSISTENZA AL PAZIENTE TERMINALE: L ESPERIENZAL DELL HOSPICE CASA MADONNA DELL ULIVETO ULIVETO ASSISTENZA AL PAZIENTE TERMINALE: L ESPERIENZAL DELL HOSPICE CASA MADONNA DELL ULIVETO ULIVETO Mariangela Piacentini Casa Madonna dell Uliveto Albinea - Reggio Emilia In quel tempo che viene definito dai

Dettagli

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina

Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Arruolamento nei Presidi accreditati e terapia delle malattie rare nei presidi non accreditati Alessandro Andriani ASL RMA, Presidio Nuovo Regina Margherita Palazzo Valentini, Roma 19 marzo 2010 1 Il Sistema

Dettagli

una iniziativa promossa da Welfare, Italia: focus sul Lazio. Ridare valore alle risorse di famiglie e lavoratori Sintesi

una iniziativa promossa da Welfare, Italia: focus sul Lazio. Ridare valore alle risorse di famiglie e lavoratori Sintesi una iniziativa promossa da Welfare, Italia: focus sul Lazio. Ridare valore alle risorse di famiglie e lavoratori Sintesi Roma, 19 settembre 2013 Indice 1. L integrazione familiare dell offerta sanitaria

Dettagli

La sanità nella Legge Finanziaria 2008 Il Patto per la salute si consolida

La sanità nella Legge Finanziaria 2008 Il Patto per la salute si consolida La sanità nella Legge Finanziaria 2008 La sanità nella Legge Finanziaria 2008/1 Per la sanità prosegue la politica di potenziamento dei servizi e dei livelli di assistenza Cresce ancora il fondo sanitario

Dettagli

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)?

Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? MEMO/11/406 Bruxelles, 16 giugno 2011 Salute: Preparativi per le vacanze viaggiate sempre con la vostra tessera europea di assicurazione malattia (TEAM)? Non si sa mai. Pensate di recarvi in un paese dell'ue,

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia 1. 7 domande sui tumori 2. Convivere con la malattia Dott. Andrea Angelo Martoni Direttore Unità Operativa di Oncologia Medica Policlinico S.Orsola-Malpighi Bologna 1. Cosa sono i tumori? i tumori Malattia

Dettagli

LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE

LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE Massimo Fabi (Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma) Innanzitutto grazie agli organizzatori di questo convegno: è davvero molto utile confrontare

Dettagli

Antonio Bonaldi SLOW MEDICINE: RIALLINEARE SCIENZA ED UMANESIMO

Antonio Bonaldi SLOW MEDICINE: RIALLINEARE SCIENZA ED UMANESIMO Antonio Bonaldi SLOW MEDICINE: RIALLINEARE SCIENZA ED UMANESIMO Il sistema delle cure è in crisi? Antibiotici e vaccini Insulina Dialisi Trapianti Protesica Genomica Tecniche anestesiologiche Chirurgia

Dettagli