ECUADOR DATI MACROECONOMICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ECUADOR DATI MACROECONOMICI"

Transcript

1 ECUADOR DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro Tasso di inflazione % 3,67 Tasso di disoccupazione % 4,65 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 4,9 Previsione di crescita del PIL per il 2015 % 3,5 Totale import Miliardi di euro 17,36 Totale export Miliardi di euro 17,44 Saldo bilancia commerciale Miliardi di euro 0,08 Totale importazioni dall Italia Miliardi di euro 0,21 Totale esportazioni verso l Italia Miliardi di euro 0,4 Saldo interscambio Italia Miliardi di euro 0,19 Investimenti esteri verso il paese Miliardi di euro n.d. Investimenti del paese all estero Miliardi di euro n.d. Investimenti italiani nel paese Miliardi di euro n.d. Investimenti del paese in Italia Miliardi di euro n.d. Fonti: Fondo Monetario Internazionale; Instituto de Promoción de Exportaciones e Inversiones; Istat.Il valore del reddito procapite è aggiornato al 2013.

2 Business Atlas Centro e Sud America Ecuador Quito CARATTERISTICHE DEL PAESE Fuso orario: (rispetto all Italia): -6, -7 (con ora legale) Superficie: kmq Popolazione: Comunità italiana 1 : Capitale: Quito ( ) Città principali: Guayaquil ( ), Cuenca ( ). Moneta: Dollaro USA (USD) Tasso di cambio 2 : 1 euro=1,328 USD Lingua: Spagnolo; altre lingue indigene (Quichua) Religioni principali: Cattolici (80,4%) Ordinamento dello Stato: Repubblica presidenziale in cui il Presidente è eletto ogni quattro anni ed esercita il potere esecutivo. L attuale Presidente, Rafael Correa, è stato rieletto nel 2014 per un ulteriore mandato che terminerà nel Suddivisione amministrativa: 4 regioni naturali (Costa o Litorale, Sierra o Regione Andina, Oriente o Amazzonia e Galapagos), 24 Province (7 nella Costa, 10 nella Regione Andina o Sierra, 6 in Amazzonia o Oriente ed 1 nelle Galapagos). QUADRO DELL ECONOMIA Quadro macroeconomico Nel 2014 l economia del Paese è cresciuta del 4,9%. Tasso di inflazione e disoccupazione, sono stati rispettivamente del 3,67% e del 4,65%. Principali settori produttivi 3 I principali settori che hanno contribuito alla crescita del PIL sono stati: (%) edilizia (26,47); attività professionali, tecniche e amministrative (17,06); petrolifero (16,76); commercio (13,24); industria manifatturiera (10,29); trasporti (6,18); servizio di elettricità e acqua (6,18); agricoltura (3,82). Infrastrutture e trasporti 4 Le reti stradali e ferroviarie coprono, rispettivamente, e 965,5 km. Presenti vie fluviali interne che percorrono circa km che tuttavia risultano per larga parte impraticabili. I principali porti si affacciano sul Pacifico (Guayaquil, Manta, Puerto Bolivar, Esmeraldas), mentre i principali aeroporti sono il Mariscal Sucre (Quito), il José Joaquín de Olmedo (Guayaquil), il Mariscal Lamar (Cuenca), il San Cristobal e Baltra nell arcipelago delle Galapagos, e l aeroporto di Santa Rosa nella provincia di frontiera El Oro. Commercio estero Totale import: mld/euro 17,36 Totale export: mld/euro 17,44 Principali prodotti importati: (%) materie prime (29,6); carburanti e lubrificanti (25,9); beni di capitale (25,6); beni di consumo (18,5); altri (0,1). Principali prodotti esportati: (%) prodotti petroliferi (52,6); prodotti non petroliferi (47,3) tra cui: acquacoltura (10), banane (9,9), gamberi (6,4), fiori (3,1) e altri - incluso il cacao (17,8). Principali partner commerciali: Paesi Clienti: (%) Prodotti non petroliferi: USA (27,4), Colombia (7,5), Russia (6,5), Vietnam (5); Prodotti petroliferi: USA (58,3), Cile (14,5), Panama (10,5), Perù (9,5). Paesi Fornitori: 5 (%) USA (29); Cina (12,6); Colombia (8,5); Panama (6,9); Perù (4,2); Corea del Sud (3,6); Messico (3,5); Brasile (3,2); Spagna (2,7); Giappone (2,2); Germania (2,1); Argentina (1,5); Regno Unito (1,2); Olanda (1,1); Italia (1,1) Interscambio con l Italia 6 Saldo commerciale: mld/euro 0,19 Principali prodotti importati dall Italia: (mln/ euro) Macchinari e apparecchiature nca (84,62); prodotti chimici (19,02); apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (17,65). Principali prodotti esportati in Italia: (mln/euro) Prodotti alimentari (232); prodotti agricoli, animali e della caccia (160,7); articoli in pelle (escluso abbigliamento) e simili (7,14) 1 Fonte: AIRE (Febbraio 2014) 2 Tasso di cambio medio Fonte: Banco Central del Ecuador 4 Fonte: Ministerio de Transporte y Obras Públicas; Asociación Latinoamericana de Ferrocarriles 5 Dati Fonte: Istat

3 Business Atlas Ecuador Investimenti esteri (principali Paesi e settori) Verso il Paese (mln/euro): Uruguay (38,55); Cina (13,7); Spagna (10,51); Cile (8,91); Colombia (5,72); Italia (4,5); Stati Uniti (3,99); Venezuela (3,48); Panama (2,97). I settori più attrattivi per gli investimenti esteri sono: (%) commercio (44,86); minerario (32,38); industria manifatturiera (6,7); servizi (6,24). 7 ASPETTI NORMATIVI E LEGISLATIVI Regolamentazione degli scambi Sdoganamento e documenti di importazione: per l importazione di merci sul territorio, necessari: a) dichiarazione d importazione e Visto Bueno; b) requisiti specifici, quali autorizzazione previa da parte dell ente di riferimento8, norme tecniche ecuadoriane e certificato d origine; c) verifica della merce in origine; d) dichiarazione doganale e sdoganamento delle merci. Nel caso in cui le merci importate abbiano valore pari o superiore a USD 2.000, si dovrà presentare la domanda alla dogana tramite agente. Quattro sono le tasse che si pagano al momento dell importazione: a) ad valorem la cui percentuale varia a secondo della tipologia di merce e viene calcolata sul valore del costo oltre al valore del trasporto e l assicurazione; b) FODINFA (Fondo de Desarrollo para la Infancia) destinata all Istituto Nazionale del bambino e la famiglia (valore uguale allo 0,5% del costo CIF); c) Impuesto a los Consumos Especiales la cui percentuale è calcolata sulla tipologia di merce/servizio; d) Impuesto al Valor Agregado - IVA. Classificazione doganale delle merci: classificazione Nandina. Restrizioni alle importazioni: per la materia si consiglia di consultare la pagina web del COMEX (www. produccion.gob.ec/comex2), in particolare le risoluzioni: 182, 183, 184 e 364. Tali risoluzioni mirano a proteggere le produzioni locali quali calzature, abbigliamento e tessile, pneumatici, etc. L Instituto Ecuatoriano de Normalización (INEN) richiede, inoltre, certificazioni di origine per alcune tipologie di prodotto. Importazioni temporanee: prevista per fini espositivi in occasione di fiere ed altri eventi e consentita dalla normativa che regola la Maquila, (Dl. 90/1990), processo industriale finalizzato alla produzione, perfezionamento o trasformazione di beni che provengono dall estero, importati sotto il regime di Ammissione Temporanea Speciale, fino all ulteriore riesportazione, con la possibilità, se necessario, di incorporare componenti nazionali. Attività di investimento ed insediamenti produttivi nel paese Normativa per gli investimenti stranieri: l Ecuador applica la normativa prevista dalla CAN in materia di Trattamento di capitali stranieri (GU 682, ). Legislazione societaria: previste sei tipologie societaria: Sociedad de nombre colectivo, Sociedad de comandita simple, Sociedad de comandita por acciones, Sociedad de responsabilidad limitada, Sociedad anónima e Compañía mixta. E prevista inoltre l impresa unipersonale (GU 196 del ). Secondo la legge tutte le società straniere che abbiano obblighi nel Paese devono avere un rappresentante legale residente in Ecuador. Il titolare di azienda ha responsabilità limitata di fronte a terzi. Brevetti e proprietà intellettuale 9 L ente che regola la proprietà intelettuale è l Instituto Ecuadoriano de Propiedad Intelectual (IEPI). Per la registrazione di un brevetto il prodotto dovrà possedere carattere di novità, un alto livello innovativo e avere applicazione industriale. I tipi di brevetto possono essere: a) invenzione di prodotti e processi; b) modelli d utilità-uso; c) disegni industriali. Il brevetto per invenzione ha una durata di venti anni e il brevetto per modelli d utilità ha una durata di dieci anni. L Ecuador aderisce all Accordo di Parigi. Sistema fiscale Anno fiscale: 1 gennaio - 31 dicembre. Imposta sul reddito delle persone fisiche: dal 5 al 35% per redditi superiori a USD Tassazione sulle attività di impresa: 25%. Imposta sul valore aggiunto (VAT): 12% (Impuesto al Valor Agregado); dovuta, inoltre, l Impuesto al Consumo Especial per prodotti considerati di lusso (profumi, liquori, cosmetici, occhiali da sole, etc.). NOTIZIE PER L OPERATORE Rischio Paese 10 6/7 Condizioni di assicurabilità SACE 11 senza condizioni per rischio sovrano; caso per caso per rischio bancario e privato. Sistema bancario Il Banco Central del Ecuador svolge le funzioni di banca centrale, nonostante la sua attività e competenza abbiano subito una limitazione dal 2000, anno in cui il Paese ha assunto il dollaro americano come divisa ufficiale. Presenti numerose banche private con capitali nazionali ed esteri; tra le banche di grandi dimensioni si segnalano: Banco Pichincha, Banco de Guayaquil, Banco Promerica e Banco del Pacífico; tra quelle di medie dimensioni: Banco Bolivariano, Banco Internacional, Banco de Machala e Banco del Austro; tra quelle di piccole dimensioni: Banco de Loja, Banco ProCredit, Banco Capital, Del bank, Unicredito, Banco Amazonas, etc. L istituto privato straniero presente nel Paese è Citibank. Inoltre sono presenti 38 cooperative di risparmio e credito, 4 Mutualistas e 9 società finanziarie. Le principali 7 Terzo trimestre Per farmaci, cosmetici, prodotti omeopatici è necessaria l autorizzazione del Ministerio de Salud Pública, per pesticidi e semi del Ministerio de Agricultura y Ganadería, per armi, esplosivi, munizioni del Ministerio de Defensa, per sostanze chimiche del Consejo Nacional de Control de Sustancias Estupefacientes y Psicotrópicas. 9 Fonte: Instituto de Propiedad Intelectual Ecuador. 10 Fonte: OCSE. Categoria OCSE (o categoria di rischio) indica il grado di rischiosità (da 0 a 7, dove 0=rischio minore e 7=rischio maggiore), ovvero la probabilità che si verifichi un default. 11 Per maggiori informazioni

4 borse di valori si trovano a Quito e Guayaquil. La massima autorità di controllo delle banche è la Superintendencia de Bancos y Seguros del Ecuador. TASSI BANCARI 12 TIPOLOGIA VALORE Attivo 7,31% Passivo 5,31% Principali finanziamenti e linee di credito ATTIVITÀ SIMEST Studi di prefattibilità, fattibilità e assistenza tecnica collegati agli investimenti art. 6, c. 2 lettera b della L. 6/10/2008 n 133 Investimenti esteri Legge 100/90 Fondo di Venture Capital Crediti all esportazione Dlgs. 143/98 (già Legge 227/77) Finanziamenti per l inserimento sui mercati esteri art. 6, c. 2 lettera a della L. 6/10/2008 n 133 Finanziamenti per la prima partecipazione a fiere/mostre Servizi di assistenza tecnica e consulenza professionale Ricerca partner/opportunità d investimento Per ulteriori informazioni si vedano le pagg Parchi industriali e zone franche Tra i vantaggi previsti dal regime di zona franca si segnalano: esenzione di tasse, diritti e oneri tributari per l interscambio commerciale che avviene all interno delle aree considerate zona franca, esenzione dall imposta sul reddito anche per gli stranieri, tasse municipali e provinciali per l uso dei brevetti e marchi, infine non vengono tassati gli utili in uscita dal Paese. Le principali zone franche sono: Metro zona (Quito); Zofragua (Guayaquil); Zofrac (Cuenca); Zoframa (Manabí); Zofre (Esmeraldas); Zofraoro (El Oro); e Zonamanta (Manta). Accordi con l Italia Convenzione per evitare la doppia tassazione sul reddito (1990); Protocollo per la promozione e protezione degli investimenti (2005). Costo dei fattori produttivi 13 MANODOPERA (valore medio mensile in euro) 14 CATEGORIA DA A Operaio - Impiegato Dirigente Organizzazione sindacale L organizzazione sindacale degli impiegati è l Asociación de los Trabajadores, quella operaia il Sindicato. La formazione di un sindacato all interno di un azienda richiede un minimo di 30 dipendenti aderenti. ELETTRICITÀ AD USO INDUSTRIALE (in /Kw/h )15 DA A Alta e media tensione 0,06 0,07 Business Atlas Centro e Sud America PRODOTTI PETROLIFERI (in /litro) 16 Media Benzina 0,50 Combustibile industriale 0,24 ACQUA (in /m 3 ) 17 Valore medio Ad uso industriale 0,75 IMMOBILI ( /m 2 ) 18 DA A Affitto locali uffici INFORMAZIONI UTILI Indirizzi Utili NEL PAESE RETE DIPLOMATICO CONSOLARE 19 Ambasciata d Italia Calle La Isla 111 y Humberto Albornoz, Quito Tel / Fax ALTRI UFFICI DI PROMOZIONE ITALIANI Istituto Dante Alighieri Mariano Aguilera NE7-131 y Pasaje Martín Carrión, Sector La Pradera, Quito Tel Fax IN ITALIA RETE DIPLOMATICO-CONSOLARE Ambasciata Via Antonio Bertolini 8 (Parioli), Roma Tel Fax CONSOLATI GENERALI Roma Via Sicilia 154, 1 piano, scala A, Int Tel /2/3 - Fax Fonte: Banco Central del Ecuador 13 Fonte: Ministerio del Trabajo 14 Fonte: Ministerio de Trabajo y Empleo 15 Fonte: Empresa Eléctrica Quito 16 Fonte: Petroecuador 17 Fonte: Empresa de Agua Potable de Quito (EMAP) 18 Fonte: Stima costi principali società immobiliari di Quito 19 Fonte: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (www.esteri.it) 20 Fonti: Fondo Monetario Internazionale; Instituto de Promoción de Exportaciones e Inversiones; Istat.Il valore del reddito procapite è aggiornato al 2013.

5 Genova Via XX Settembre, 33/4 Terzo piano, Tel /758 - Fax Milano Via Vittor Pisani 19, 2 piano Tel Fax Business Atlas Ecuador Formalità doganali e documenti di viaggio Oltre al passaporto è richiesta la compilazione di un formulario consegnato dalle compagnie aeree al momento dell arrivo; prima dell uscita dal Paese lo stesso deve essere consegnato all autorità locale. I cittadini italiani non necessitano di visto turistico se la permanenza non supera i 90 giorni. In questo periodo il turista non potrà, però, lavorare, fare affari commerciali ed investimenti nel Paese. Le tasse aeroportuali, sia di Quito che Guayaquil, sono incluse nel costo del biglietto aereo. Festività 1 gennaio; lunedì e martedì di Carnevale e Venerdí Santo; 1 e 24 maggio (giorno del lavoro e Battaglia del Pichincha); 10 agosto (Indipendenza dell Ecuador); 9 ottobre (Indipendenza di Guayaquil); 2 e 3 novembre (Giorno dei Morti ed Indipendenza di Cuenca); 25 dicembre. Solo a livello locale: 12 aprile (Fondazione di Cuenca), 25 luglio (Fondazione di Guayaquil), 6 dicembre (Fondazione di Quito). Assistenza medica L assistenza sanitaria pubblica non è affidabile, si consiglia di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un assicurazione che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l eventuale rimpatrio aereo d emergenza o il trasferimento in altro Paese. Si consiglia, previo parere medico, la vaccinazione contro l epatite, A e B, l antitifica e febbre gialla (consigliata per chi vuole visitare l Amazzonia). Numero emergenza: 911. MEZZI DI TRASPORTO Compagnia aerea di bandiera: Tame Altre compagnie che effettuano collegamenti con l Italia: KLM, LAN, Iberia; con scalo: Alitalia, Delta, Avianca, American Airlines, United Airlines. Trasferimenti da e per l aeroporto: servizio taxi, da 20 a 25 a Quito; da 5 a 10 a Guayaquil. Corrente elettrica: 110 V. Giorni lavorativi ed orari Uffici: lun-ven Negozi: lun-sab / Banche: lun-ven (alcune sab ). SITI DI INTERESSE Ministerio de Industrias y Productividad (MIPRO): www. industrias.gob.ec; Ministerio de Relaciones Exteriores y Movilidad Humana (MREMH): Banco Central del Ecuador (BCE): Instituto Nacional de Estadística y Censos (INEC): Servicio Nacional de Aduana del Ecuador (SENAE): www. aduana.gob.ec; Sistema de Rentas Internas (SRI) gob.ec; Cámara de Comercio de Quito: Cámara de Comercio de Guayaquil: Cámara de Comercio de Cuenca: Camara de Comercio Italiana del Ecuador Quito ANNO DI FONDAZIONE: 2003 ANNO DI RICONOSCIMENTO: 2006 PRESIDENTE: Giovanni Battista Angioletti SEGRETARIO GENERALE: Simona De Filippis INDIRIZZO: Germán Alemán E 12-73, Batán Bajo, Sector Megamaxi TELEFONO: / WEB: ORARIO: 9:00-18:00 NUMERO DEI SOCI: 70 QUOTA ASSOCIATIVA: persona fisica: euro 92; piccole imprese: euro 185; medie imprese: euro 276; grandi imprese: euro 462; sostenitore: euro NEWSLETTER: mensile ACCORDI DI COLLABORAZIONE: Cámara de Comercio de Quito; Cámara de Comercio de Cuenca; ACUDIR - Agencia Cuencana para el Desarrollo e Intregración Regional; CCIAA Arezzo; Università Ca Foscari di Venezia; CEI Piemonte; YACAHY Ciudad del Conocimiento, Eurocamaras.

BUSINESS ATLAS 2016 ECUADOR. Scheda paese. a cura di. Camara de Comercio Italiana del Ecuador (Quito)

BUSINESS ATLAS 2016 ECUADOR. Scheda paese. a cura di. Camara de Comercio Italiana del Ecuador (Quito) BUSINESS ATLAS 2016 Scheda paese ECUADOR a cura di Camara de Comercio Italiana del Ecuador (Quito) Dati macroeconomici anno 2015 Reddito Procapite 4.700 Tasso di inflazione % 3,9 Tasso disoccupazione %

Dettagli

Business Atlas ECUADOR. Scheda paese. a cura di. Camara de Comercio Italiana del Ecuador (Quito)

Business Atlas ECUADOR. Scheda paese. a cura di. Camara de Comercio Italiana del Ecuador (Quito) Business Atlas 2017 Scheda paese ECUADOR a cura di Camara de Comercio Italiana del Ecuador (Quito) Dati macroeconomici anno 2016 Reddito Pro-capite 5.905 Tasso di inflazione % 2,4 Tasso disoccupazione

Dettagli

Presentazione Ecuador. Forum d Area America Latina. Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina

Presentazione Ecuador. Forum d Area America Latina. Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina Presentazione Ecuador Simona De Filippis Forum d Area America Latina Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina POSIZIONE GEOGRAFICA DATI GENERALI SUPERFICIE: 256.370 kmq LINGUA UFFICIALE: Spagnolo

Dettagli

ECUADOR Dati macroeconomici 2013

ECUADOR Dati macroeconomici 2013 ECUADOR Dati macroeconomici 2013 Reddito Procapite Euro 5.932 Tasso di inflazione % 2,7 Tasso disoccupazione % 4,9 Tasso di variazione del PIL % 4,1 Previsione di crescita PIL 2014 % 4,5 Totale import

Dettagli

Scheda Paese ECUADOR

Scheda Paese ECUADOR Scheda Paese ECUADOR Dati macroeconomici 20122 Reddito Procapite Tasso di inflazione Tasso disoccupazione Tasso di variazione del PIL Previsione di crescita PIL 2013 Totale import Totale export Saldo Bilancia

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y ECUADOR REGOLE PER GLI INVESTIMENTI IN ECUADOR di Avv. Francesco Misuraca Disciplina degli investimenti stranieri La decisione 24, e successivi aggiornamenti dell Accordo subregionale andino denominato

Dettagli

PAESE COLOMBIA. A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali (dati relativi al primo semestre 2009)

PAESE COLOMBIA. A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali (dati relativi al primo semestre 2009) PAESE COLOMBIA I. Analisi del contesto sociale ed economico di riferimento A. Quadro degli indici economici, demografici, e sociali (dati relativi al primo semestre 2009) Nome ufficiale del paese: Repubblica

Dettagli

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti

Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti. Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Operare con l estero: opportunità di business negli Emirati Arabi Uniti Torino, 14 ottobre 2005 Centro Congressi Torino Incontra Sala Giolitti Opportunita di Business negli Emirati Arabi Uniti Visione

Dettagli

OLANDA DATI MARCOECONOMICI

OLANDA DATI MARCOECONOMICI OLANDA DATI MARCOECONOMICI Reddito pro-capite euro 40.187 Tasso di inflazione % 0,4 Tasso di disoccupazione % 6,6 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 1,5 Previsione di crescita del PIL per il

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

MALTA DATI MACROECONOMICI

MALTA DATI MACROECONOMICI MALTA DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 16.484 Tasso di inflazione % 1,38 Tasso di disoccupazione % 5,8 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 3,8% Previsione di crescita del PIL per il

Dettagli

COSTA RICA DATI MACROECONOMICI

COSTA RICA DATI MACROECONOMICI COSTA RICA DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 8.911 Tasso di inflazione % 4,39% Tasso di disoccupazione % 10 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 3,5 Previsione di crescita del PIL per

Dettagli

Rapporti Economici fra la Repubblica di Cuba e la Repubblica Italiana. Giugno 2010

Rapporti Economici fra la Repubblica di Cuba e la Repubblica Italiana. Giugno 2010 Rapporti Economici fra la Repubblica di Cuba e la Repubblica Italiana. Giugno 2010 La Repubblica di Cuba è un arcipelago formato da più di 1.600 isole e isolotti; la maggiore è Cuba, seguita per estensione

Dettagli

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia COSTA RICA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2013 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi

Dettagli

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti PANAMA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2014 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi del

Dettagli

Agenda. > Focus Paese. > Le zone economiche speciali. > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza

Agenda. > Focus Paese. > Le zone economiche speciali. > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza 1 Agenda > Focus Paese > Le zone economiche speciali > Il ruolo dell Ufficio di Rappresentanza 2 Perché investire in India? Crescita economica > 7,4% nell anno fiscale 09-10; 6,7% nel 08-09; previsioni

Dettagli

Agenda. > Focus Paese. > Il sistema bancario. > Garanzie e finanziamenti. > Le zone economiche speciali

Agenda. > Focus Paese. > Il sistema bancario. > Garanzie e finanziamenti. > Le zone economiche speciali 0 Agenda > Focus Paese > Il sistema bancario > Garanzie e finanziamenti > Le zone economiche speciali Principali indicatori Trend 2009/2012 10,0% 8,8% 9% 5,0% 4% 3,5% 3,4% 3,2% 3,1% 2,7% 7,5% 6% 4,7% 4%

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

Malta. Capitale La Valletta (9.129 abitanti)

Malta. Capitale La Valletta (9.129 abitanti) Malta Informazioni Generali Superficie 316 Km2. L arcipelago maltese si compone di sei isole e isolette; le tre principali sono Malta (246 Km2), Gozo (67 Km2) e Comino (2,7 Km2). Capitale La Valletta (9.129

Dettagli

Fare affari in Messico

Fare affari in Messico Fare affari in Messico Crescono gli investimenti italiani in Messico che è l'ottavo Paese al mondo per attrazione di Investimenti Diretti Esteri. L Ambasciata d Italia di Città del Messico, l Ufficio ICE

Dettagli

PIANO PER L ENERGIA RINNOVABILE. Argentina 2016-2025

PIANO PER L ENERGIA RINNOVABILE. Argentina 2016-2025 PIANO PER L ENERGIA RINNOVABILE Argentina 2016-2025 LA LEGGE delle energie rinnovabili stabilisce una nuova fase in Argentina. Sucesso storico dell Argentina che intraprende come politica di Stato, lo

Dettagli

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones Forum d Area America Latina Dove siamo? Superficie: 756.626 km² (cui si aggiungono 1.250.000

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

OTTO BUONI MOTIVI PER INVESTIRE AD HAITI

OTTO BUONI MOTIVI PER INVESTIRE AD HAITI OTTO BUONI MOTIVI PER INVESTIRE AD HAITI INDICE 1. Prossimità 2. Competitività 3. Sviluppo 4. Canali privilegiati 5. Reale flessibilità 6. Dalla parte degli investitori 7. Investimenti tutelati 8. Potenzialità

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano)

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano) Tendenze in atto e prospettive per il futuro Luca Zanderighi (Università di Milano) Milano, 6 giugno 2012 Schema dell intervento La situazione internazionale L Italia di fronte a una svolta: prospettive

Dettagli

EMIRATI ARABI UNITI. Vicenza, 2 ottobre 2007. Dove sono:

EMIRATI ARABI UNITI. Vicenza, 2 ottobre 2007. Dove sono: EMIRATI ARABI UNITI Vicenza, 2 ottobre 2007 Dove sono: 1 Chi sono: Forma istituzionale: Confederazione di 7 Emirati costituita il 2 dicembre 1971 Abu Dhabi Dubai Sharjah Ajman Ras al Khaimah Fujairah Umm

Dettagli

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Quadro di riferimento Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Tendenze primo semestre 2012 L economia svizzera è una delle più ricche e solide dell Occidente, fortemente orientata ai servizi ed

Dettagli

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5.

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5. 1. Orientamento alle esportazioni Oggi il Cile detiene il primato mondiale per quanto riguarda la rete di trattati di libero scambio commerciale: oltre venti accordi sottoscritti con sessanta paesi, e

Dettagli

Percorsi di internazionalizzazione: strategie, conoscenze e competenze

Percorsi di internazionalizzazione: strategie, conoscenze e competenze Percorsi di internazionalizzazione: strategie, conoscenze e competenze venerdì 12 settembre 2008 Con il Patrocinio di In partnership con L internazionalizzazione in Trentino Presidente Dr Enrico Zobele

Dettagli

VALORIZACIÓN DEL AHORRO DE LOS MIGRANTES LATINOAMERICANOS EN EUROPA

VALORIZACIÓN DEL AHORRO DE LOS MIGRANTES LATINOAMERICANOS EN EUROPA FORO INTERNACIONAL REMESAS Y DESARROLLO VALORIZACIÓN DEL AHORRO DE LOS MIGRANTES LATINOAMERICANOS EN EUROPA PROGRAMMA MIDLA MIGRACIÓN PARA EL DESARROLLO EN AMERICA LATINA INSTITUTO ITALO-LATINOAMERICANO

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

ECUADOR Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016

ECUADOR Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 ECUADOR Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 Ecuador 1 INDICE 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi

Dettagli

Missione Governo Regioni in Brasile

Missione Governo Regioni in Brasile Missione Governo Regioni in Brasile SIMEST Partner d impresa per la competizione globale Finanziaria del Ministero dello Sviluppo Economico, partecipata dalle principali banche italiane e dal sistema Confindustria

Dettagli

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013

MATCHING Brasile. San Paolo, 24-25 giugno 2013 MATCHING Brasile San Paolo, 24-25 giugno 2013 LE INFORMAZIONI GENERALI I settori* coinvolti sono : Agricolo, agroalimentare (food & beverage), agroindustriale Edilizia e impiantistica: materiali e prodotti

Dettagli

Settore della plastica in Romania

Settore della plastica in Romania Settore della plastica in Romania DT CONSULT MM SRL - Strada Busuiocului, nr. 4a/7-540527 - Targu Mures Romania - C.I.F. RO 23242577 Mobile ++ 39 347 988 52 77 - Mobile ++ 40 743 418 439 - matteo@dtconsult.eu

Dettagli

ARGENTINA OGGI: UN OPPORTUNITA PER IL COMMERCIO E GLI INVESTIMENTI

ARGENTINA OGGI: UN OPPORTUNITA PER IL COMMERCIO E GLI INVESTIMENTI ARGENTINA OGGI: UN OPPORTUNITA PER IL COMMERCIO E GLI INVESTIMENTI CAMERA DI COMMERCIO DI MONZA E BRIANZA 5 OTTOBRE 2009 Consolato Generale e Centro di Promozione della Repubblica Argentina in Milano Argentina

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it

CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it CAMERA DI COMMERCIO ITALO BRASILIANA www.ccib.it SCHEDA PAESE BRASILE IL BRASILE IN BREVE Storia e geografia Ordinamento interno Economia Produzioni STORIA e GEOGRAFIA Storia Il Brasile è stato scoperto

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

Agenda. > Indicatori economici tedeschi. > Il sistema bancario tedesco. > I servizi offerti da UBI Banca International Monaco di Baviera

Agenda. > Indicatori economici tedeschi. > Il sistema bancario tedesco. > I servizi offerti da UBI Banca International Monaco di Baviera 1 2 Agenda > Indicatori economici tedeschi > Il sistema bancario tedesco > I servizi offerti da UBI Banca International Monaco di Baviera 3 Indicatori economici tedeschi 4 3 2 1 0-1 -2-3 -4-5 -6 2006 2007

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

P r o v i n c i a d i P a d o v a Settore Lavoro - Formazione

P r o v i n c i a d i P a d o v a Settore Lavoro - Formazione Sportello Informativo Regionale per gli emigrati e i loro discendenti: percorsi strutturati di inserimento lavorativo, formativo e di cooperazione a favore degli emigrati di ritorno La Provincia di Padova

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Vicenza 06/05/2015 Le esportazioni di Vicenza e la dinamica del cambio nei mercati del made in Vicenza Tra i primi 20 mercati di destinazione dei prodotti

Dettagli

Fiera del Levante. La comunicazione in una strategia di Marketing territoriale. Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002

Fiera del Levante. La comunicazione in una strategia di Marketing territoriale. Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002 Fiera del Levante La comunicazione in una strategia di Marketing territoriale Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002 L agenzia E tra le prime 10 del mercato secondo la classifica Assorel, la seconda

Dettagli

SOLUZIONI PER CRESCERE ALL ESTERO: GLI STRUMENTI SIMEST E BERS. Carlo de Simone Responsabile Funzione Desk Italia

SOLUZIONI PER CRESCERE ALL ESTERO: GLI STRUMENTI SIMEST E BERS. Carlo de Simone Responsabile Funzione Desk Italia SOLUZIONI PER CRESCERE ALL ESTERO: GLI STRUMENTI SIMEST E BERS Carlo de Simone Responsabile Funzione Desk Italia Ancona, 6 giugno 2013 MISSIONE SIMEST promuove l internazionalizzazione delle imprese italiane

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

Il turismo incoming e outgoing nel 2011: la bilancia turistica

Il turismo incoming e outgoing nel 2011: la bilancia turistica 1 Il turismo incoming e outgoing nel 2011: la bilancia turistica Giovanni Giuseppe Ortolani L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE Venezia, 17 aprile 2012 http://www.bancaditalia.it indagineturismo@bancaditalia.it

Dettagli

AGENDA. Informazioni politiche sociali e sviluppo economico; Accordi di libero commercio; Regimi di zone Franche;

AGENDA. Informazioni politiche sociali e sviluppo economico; Accordi di libero commercio; Regimi di zone Franche; AGENDA Informazioni politiche sociali e sviluppo economico; Accordi di libero commercio; Regimi di zone Franche; Costituire una impresa in Costa Rica; Dati di crescita e aspettative per il 2013; Interscambio

Dettagli

Associazione Industriale Bresciana. Presentazione Area Internazionalizzazione

Associazione Industriale Bresciana. Presentazione Area Internazionalizzazione Associazione Industriale Bresciana Presentazione Area Internazionalizzazione 1 Chi è AIB Organi imprenditoriali PRESIDENTE GGI Federico Ghidini PRESIDENTE Marco Bonometti PRESIDENTE P.I. Giancarlo Turati

Dettagli

Quadro generale Libia

Quadro generale Libia LIBIA Real estate Quadro generale Libia La Libia si estende per un area di circa 1.775.000 kmq quadrati. Ha delle ricche riserve petrolifere e depositi di acqua e gas naturali. Ha una popolazione di poco

Dettagli

per lo sviluppo sui mercati esteri Massimo D Aiuto Amministratore Delegato e Direttore Generale Torino, 20 aprile 2015

per lo sviluppo sui mercati esteri Massimo D Aiuto Amministratore Delegato e Direttore Generale Torino, 20 aprile 2015 Strumenti disostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri Massimo D Aiuto Amministratore Delegato e Direttore Generale Torino, 20 aprile 2015 MISSIONE SIMEST promuove l internazionalizzazione delle

Dettagli

Il Il mercato agroalimentare in Germania: Il settore moda. trend e opportunità di sviluppo In Germania. Benevento, Sondrio, 7 giugno 2011

Il Il mercato agroalimentare in Germania: Il settore moda. trend e opportunità di sviluppo In Germania. Benevento, Sondrio, 7 giugno 2011 Il Il mercato agroalimentare in Germania: Il settore moda trend e opportunità di sviluppo In Germania Benevento, Sondrio, 7 giugno 2011 Malpensa Fiere, 16 luglio 2014 La Germania nella zona EURO Valore

Dettagli

PERU DATI MACROECONOMICI

PERU DATI MACROECONOMICI PERU DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 10.500 Tasso di inflazione % 3,2 Tasso di disoccupazione % 11,9 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 2,5 Previsione di crescita del PIL per il 2015

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015

L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità L ECONOMIA REGGIANA alle soglie del 2015 i principali indicatori A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Il contesto internazionale Stime

Dettagli

Fiera Milano 7 maggio 2014. Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri

Fiera Milano 7 maggio 2014. Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri IL SISTEMA ITALIA DI SOSTEGNO ALL EXPORT SUI MERCATI EMERGENTI E PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL SISTEMA INDUSTRIALE ITALIANO DELLE RINNOVABILI E DELL EFFICIENZA Fiera Milano 7 maggio 2014 Strumenti di

Dettagli

NUMERO 97 MAGGIO 2015

NUMERO 97 MAGGIO 2015 NUMERO 97 MAGGIO 21 ATTIVITA' ECONOMICA E OCCUPAZIONE GLI SCAMBI CON L'ESTERO E LA COMPETITIVITA' L'INFLAZIONE IL CREDITO LA FINANZA PUBBLICA LE PREVISIONI MACROECONOMICHE 1 7 8 11 12 Indicatore ciclico

Dettagli

FARE BUSINESS IN TURCHIA: la Cina Mediterranea. Informazioni generali. Superficie: kmq 783.562. Popolazione: 74.8 milioni di abitanti

FARE BUSINESS IN TURCHIA: la Cina Mediterranea. Informazioni generali. Superficie: kmq 783.562. Popolazione: 74.8 milioni di abitanti FARE BUSINESS IN TURCHIA: la Cina Mediterranea Informazioni generali Superficie: kmq 783.562 Popolazione: 74.8 milioni di abitanti Maggiori città: Istanbul (10.4 milioni), Ankara -capitale (3.846 milioni),

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI DELLA COOPERAZIONE ECONOMICA ALLO SVILUPPO. (L. 49/87, Artt. 6 e 7)

STRUMENTI FINANZIARI DELLA COOPERAZIONE ECONOMICA ALLO SVILUPPO. (L. 49/87, Artt. 6 e 7) STRUMENTI FINANZIARI DELLA COOPERAZIONE ECONOMICA ALLO SVILUPPO (L. 49/87, Artt. 6 e 7) 2 STRUMENTI FINANZIARI DELLA COOPERAZIONE ECONOMICA La Legge-quadro sulla cooperazione allo sviluppo n. 49/87 prevede

Dettagli

Tra crisi economica e modello dimensionale: coesione e sinergia per crescere insieme

Tra crisi economica e modello dimensionale: coesione e sinergia per crescere insieme Tra crisi economica e modello dimensionale: coesione e sinergia per crescere insieme Giovanni Dal Maschio Direttore Mercato Banca Carige Italia S.p.A. Roma, 9 maggio 2013 il credito secondo la BCE Fonte:

Dettagli

Prot. n. 120.066 Siena, 28 marzo 2012. MISSIONE IMPRENDITORIALE IN COLOMBIA - MESSICO Bogotà e Città del Messico, 02-09 Giugno 2012 Multisettoriale

Prot. n. 120.066 Siena, 28 marzo 2012. MISSIONE IMPRENDITORIALE IN COLOMBIA - MESSICO Bogotà e Città del Messico, 02-09 Giugno 2012 Multisettoriale Prot. n. 120.066 Siena, 28 marzo 2012 MISSIONE IMPRENDITORIALE IN COLOMBIA - MESSICO Bogotà e Città del Messico, 02-09 Giugno 2012 Multisettoriale La Colombia con un PIL nominale di circa US$ 312,5 miliardi

Dettagli

PARAGUAY DATI MACROECONOMICI

PARAGUAY DATI MACROECONOMICI PARAGUAY DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 3.519 Tasso di inflazione % 4,2 Tasso di disoccupazione % 5 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 4,4 Previsione di crescita del PIL per il 2015

Dettagli

Country Presentation 2014 Scheda Paese, Dati Macroeconomici

Country Presentation 2014 Scheda Paese, Dati Macroeconomici Country Presentation 2014 1 Scheda Paese Fuso orario: (rispetto all Italia): -6; -7 (ora legale) Superficie: 1.285.220 kmq Popolazione: 30 475 144 Gruppi etnici: Meticci (45%); Amerindi puri (31%); Bianchi

Dettagli

Dott.ssa Jelena Spasic Consulente per gli IDE Dott.ssa Jelena Aković - Legale

Dott.ssa Jelena Spasic Consulente per gli IDE Dott.ssa Jelena Aković - Legale Dott.ssa Jelena Spasic Consulente per gli IDE Dott.ssa Jelena Aković - Legale Dati principali sul paese Cos è SIEPA? Motivi per investire in Serbia Accordi di libero scambio Fondi disponibili per gli investimenti

Dettagli

L'INFLAZIONE IL CREDITO. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'INFLAZIONE IL CREDITO. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 98 GIUGNO 21 ATTIVITA' ECONOMICA E OCCUPAZIONE GLI SCAMBI CON L'ESTERO E LA COMPETITIVITA' L'INFLAZIONE IL CREDITO LA FINANZA PUBBLICA LE PREVISIONI MACROECONOMICHE 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

internazionalizzazione@regione.lombardia.it

internazionalizzazione@regione.lombardia.it Finalità: Favorire i processi di internazionalizzazione delle micro piccole medie imprese Risorse: 5.440.000 Ambiti di intervento: Valore del voucher: MPMI lombarde (escluso settore agricolo) Misura A:

Dettagli

DATI MACROECONOMICI. Reddito pro-capite euro 33.337,6

DATI MACROECONOMICI. Reddito pro-capite euro 33.337,6 BELGIO DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 33.337,6 Tasso di inflazione % 0,7 Tasso di disoccupazione % 8,5 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 1,4 Previsione di crescita del PIL per il

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

Fiscal News N. 101. Start up: pubblicate le linee guida per l accesso al fondo PMI. La circolare di aggiornamento professionale 02.04.2014.

Fiscal News N. 101. Start up: pubblicate le linee guida per l accesso al fondo PMI. La circolare di aggiornamento professionale 02.04.2014. Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 101 02.04.2014 Start up: pubblicate le linee guida per l accesso al fondo PMI Categoria: Imprese Sottocategoria: Varie E stata pubblicata dal

Dettagli

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014

Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Ripresa in vista ma a passo lento: previsioni CSC per l Italia nel biennio 2013-2014 Indagine Confindustria sul mercato del lavoro nel 2012 Francesca Mazzolari In Italia segnali di fine caduta e ripresa

Dettagli

Dati generali e indici di rischio

Dati generali e indici di rischio ANGOLA Dati generali e indici di rischio Capitale Luanda Popolazione (milioni) 20,82 61/100 80/100 70/100 PIL nominale (miliardi USD PPP) 131,79 controparte sovrana Esproprio e violazioni contrattuali

Dettagli

STUDIO LEGALE ANDRA MOGOS

STUDIO LEGALE ANDRA MOGOS L UNIONE NAZIONALE DEGLI AVVOCATI DI ROMANIA ROMA Sede Bucharest : Bd. Theodor Pallady nr. 21, Bl. X1, sc. A, ap. 21, sector 3, Bucuresti, Bucuresti RO Tel: +39 327 4099922;; Mobil: (+4)0723.166.494, E-mail:

Dettagli

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners Studio Martelli Ulissi & Partners Il Kazakhstan conseguita l indipendenza dall'unione Sovietica e terminato il periodo di transizione con la ristrutturazione organizzativa, economica e legislativa ha dato

Dettagli

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ).

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ). Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese del Lazio in forma aggregata Bando: L.R. n. 5 del 2008 Disciplina degli interventi regionali a sostegno Dell internazionalizzazione

Dettagli

COLOMBIA INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI MARZO 2014 ICE BOGOTA

COLOMBIA INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI MARZO 2014 ICE BOGOTA COLOMBIA INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI MARZO 2014 INVESTIMENTI DIRETTI ESTERI Per la normativa colombiana è considerato investimento estero ogni investimento di capitale effettuato nel Paese (anche in una

Dettagli

LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE STRANIERE

LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE STRANIERE LA TASSAZIONE DELLE IMPRESE STRANIERE Le principali imposte e tasse che gravano sulle imprese straniere sono: La Corporate Income Tax - CIT; La Value Added Tax - VAT, corrispondente all IVA italiana);

Dettagli

2008, UN ANNO DIFFICILE: LE PREVISIONI E I RISCHI

2008, UN ANNO DIFFICILE: LE PREVISIONI E I RISCHI Centro Studi 2008, UN ANNO DIFFICILE: LE PREVISIONI E I RISCHI Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria 10 INDICATORE ANTICIPATORE OCSE (Variazioni % su sei mesi annualizzate) 8 6 4 2 0-2 -4-6

Dettagli

Il quadro odierno: l anno doloroso

Il quadro odierno: l anno doloroso Il quadro odierno: l anno doloroso 2 E ritiene che negli ultimi 12 mesi la situazione economica della sua azienda sia: 2 18 48 25 7 migliorata di molto migliorata rimasta la stessa peggiorata peggiorata

Dettagli

MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA

MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA OPPORTUNITÀ: Dato che il settore logistico in senso stretto (considerando cioè gli operatori di piattaforme o snodi di traffici merci dove vengono compiute operazioni

Dettagli

Paolo Di Marco Dipartimento Sviluppo & Advisory

Paolo Di Marco Dipartimento Sviluppo & Advisory BUSINESS FOCUS PAESE MAROCCO, UN OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE ITALIANE SALERNO LUNEDÌ 30 MARZO 2015 ORE 15.00 CENTRO CONGRESSI INTERNAZIONALE SALERNO INCONTRA - VIA ROMA, 29 SALERNO INTERTRADE/CAMERA DI

Dettagli

Cile, nuove opportunitàd affari. Regina Rodriguez Covarrubias Direttrice Ufficio Commerciale del Cile

Cile, nuove opportunitàd affari. Regina Rodriguez Covarrubias Direttrice Ufficio Commerciale del Cile Cile, nuove opportunitàd affari Regina Rodriguez Covarrubias Direttrice Ufficio Commerciale del Cile Torino 27 giugno 2012 Il Cile CILE NEL MONDO UN PAESE DIVERSO La zona nortetiene un clima La zona nordpresenta

Dettagli

LA REVOCA DELLA FIRMA DIGITALE PER LE PERSONE NON FISICHE

LA REVOCA DELLA FIRMA DIGITALE PER LE PERSONE NON FISICHE INDICE: Convegno Top Legal Milano 27 Giugno 2013 h 16,30 : LUSSEMBURGO OLTRE IL SEGRETO BANCARIO 2 Ultimi sviluppi sulla procedura del Brevetto Unitario Europeo 3 La revoca della firma digitale per le

Dettagli

DATI MACROECONOMICI. Investimenti del paese all estero Miliardi di euro 3,1. Investimenti italiani nel paese Miliardi di euro 3,42

DATI MACROECONOMICI. Investimenti del paese all estero Miliardi di euro 3,1. Investimenti italiani nel paese Miliardi di euro 3,42 SLOVACCHIA DATI MACROECONOMICI Reddito pro-capite euro 13.589 Tasso di inflazione % 1,50 Tasso di disoccupazione % 14,20 Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013) % 2,94 Previsione di crescita del PIL

Dettagli

L UFFICIO DI RAPPRESENTANZA

L UFFICIO DI RAPPRESENTANZA L UFFICIO DI RAPPRESENTANZA Natura giuridica e attivita dell Ufficio di Rappresentanza L ufficio di rappresentanza (Representative Office, RO) e la forma piu semplice di presenza in Cina per le imprese

Dettagli

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria Milano, 16 Gennaio 2015 Per informazioni:

Dettagli

Enrica Rubatto Dipartimento Sviluppo & Advisory Funzione Desk Italia Torino 10 giugno 2014

Enrica Rubatto Dipartimento Sviluppo & Advisory Funzione Desk Italia Torino 10 giugno 2014 Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri Enrica Rubatto Dipartimento Sviluppo & Advisory Funzione Desk Italia Torino 10 giugno 2014 MISSIONE SIMEST promuove l internazionalizzazione

Dettagli

IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE IMPRESE ITALIANE IN CINA

IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE IMPRESE ITALIANE IN CINA IL SOSTEGNO FINANZIARIO ALLE IMPRESE ITALIANE IN CINA Gian Carlo Bertoni Responsabile Dipartimento Promozione e Marketing Roma, 25 settembre 2007 Cina: punti di di forza sesta grande potenza economica

Dettagli

SENEGAL Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016

SENEGAL Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 SENEGAL Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 Senegal 1 INDICE 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi

Dettagli

Luigi Antonelli Dipartimento Sviluppo e Advisory

Luigi Antonelli Dipartimento Sviluppo e Advisory Impresa e finanza insieme per le energie sostenibili Luigi Antonelli Dipartimento Sviluppo e Advisory Roma 11 febbraio 2009 Chi è SIMEST E la finanziaria del Ministero dello Sviluppo Economico, partecipata

Dettagli

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria 52 Simposio AFI -1 giugno 2012 La farmaceutica è la prima industria hi-tech per

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale Rapporto Export 2015/2018 Trasformare una geografia dei rischi in una geografia delle opportunità Il mondo ha mantenuto, nel suo complesso,

Dettagli

VARIABILI MACROECONOMICHE Graf. 2.1 La provincia di Modena è notoriamente caratterizzata da una buona economia. Ciò è confermato anche dall andamento del reddito procapite elaborato dall Istituto Tagliacarne

Dettagli

Perché si compra nei paesi a basso costo

Perché si compra nei paesi a basso costo Perché si compra nei paesi a basso costo I grafici seguenti sono basati su una ricerca condotta da Accenture presso 3 responsabili degli acquisti in una vasta gamma di settori industriali in Europa e Stati

Dettagli