CATALOGO FORMATIVO PER AREA TEMATICA ENTE: CIVITA SRL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO FORMATIVO PER AREA TEMATICA ENTE: CIVITA SRL"

Transcript

1 FORMATIVO PER AREA TEMATICA ENTE: CIVITA SRL Codice Fiscale: Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania

2 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA: Abilità personali SOMMARIO o Comunicazione o Motivazione ed efficacia del lavoro di squadra - Team Work o Leadership, saper dirigere se stessi ed i propri collaboratori o Gestione per o Gestione del tempo e self-empowerment o Problem solving e decision making o Front line e la gestione della comunicazione: l arte dell accoglienza nelle imprese turistico-ricettive o La comunicazione con il paziente e la famiglia o Le relazioni di aiuto: ascolto, empatia, competenze relazionali, gestione dello stress 2 TEMATICA FORMATIVA: Contabilità-finanza o Strumenti e Tecniche per il Budget e il Controllo di Gestione nelle Imprese o Finanza Aziendale o Strumenti e Tecniche per il Budget e il Controllo di Gestione nelle Imprese Turistico-Alberghiere TEMATICA FORMATIVA: Gestione aziendale- amministrazione o Fare reti di impresa efficaci o Formazione per il contratto di rete o Gestione e flessibilità del personale nell impresa turistica TEMATICA FORMATIVA: Impatto ambientale o I sistemi di gestione ambientale o Le certificazioni ambientali di sistema: la formazione per il miglioramento continuo o Lavorare in modo sostenibile: piccoli comportamenti individuali, grandi benefici per l azienda e l ambiente. o Nuove strategie di sviluppo nel rispetto dell'ambiente o I sistemi di gestione Integrata: Qualità, Sicurezza e Ambiente o Innovazioni e Tecniche nei sistemi di produzione a basso impatto ambientale o La gestione ambientale nel comparto lattiero - caseario o La comunicazione ambientale - Comunicare l'impegno ambientale: il dialogo con i consumatori e la prevenzione dei conflitti ambientali o La rendicontazione ambientale il bilancio ambientale o Tecnologie per l efficienza energetica. Soluzioni per le PMI o Legislazione ambientale ed adempimenti per le PMI o La gestione dei rifiuti e la loro rintracciabilità la normativa o I rifiuti: inquadramento generale, gestione e tecnologie per il riciclaggio, il recupero e lo smaltimento dei rifiuti o Misure di difesa del suolo e prevenzione dall'inquinamento

3 o Gestione alberghiera ambientalmente sostenibile: motivazioni di fondo e vantaggi, strumenti a disposizione o Cost reduction alberghiero, il risparmio energetico, riduzione dei consumi idrici e la lotta agli sprechi ambientali o Adempimenti e normativa in materia di ambiente e igiene nel settore alberghiero o Corretta gestione dei rifiuti nel settore alberghiero: dalla riduzione alla differenziazione o Adempimenti e normativa sulla legionellosi TEMATICA FORMATIVA: Informatica o ECDL base o ECDL full standard o Digitalizzare l impresa per creare efficienza o Digitalizzare i processi aziendali o Comprensione delle potenzialità delle metodologie / tecnologie e soluzioni informatiche aziendali o Utilizzo delle attrezzature informatiche nei piccoli pescherecci o Soluzioni di Cloud Compiting o Document management o La cantina digitale o Il quaderno di campagna digitale o Il B2B e gli strumenti digitali di supporto o Le nuove tecnologie e gli indicatori di qualità in sanità: aspetti generali ed aspetti specifici o Tecnologie sanitarie ed etica medica o L'Health Technology Assessment: governance delle tecnologie in ambito sanitario o Sanità sostenibile ed innovazioni tecnologiche strategiche o Vantaggi e applicazioni di CLOUD e BIG DATA in sanità o Le nuove frontiere nel socio-assistenziale: innovazione tecnologica e social media al servizio dell utenza o L unificazione degli archivi aziendali e la digitalizzazione delle cartelle cliniche o Utilizzo del FSE (Fascicolo Sanitario Elettronico): normativa e privacy o Digitalizzazione dei processi sanitari e amministrativi o Dematerializzazione e archiviazione a norma dei referti sanitari o Mobile Health o Gestione informatizzata dei farmaci TEMATICA FORMATIVA: Lingue o Lingua inglese livello base o Lingua inglese livello intermedio o Lingua inglese livello base con certificazione o Lingua inglese livello intermedio con certificazione o Lingua Inglese per l'internazionalizzazione o Lingua Russa per l'internazionalizzazione o Lingua Cinese per l'internazionalizzazione

4 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA: Marketing vendite o Marketing e Vendite o Web marketing e social network o Il sito aziendale su Internet: esserci in maniera efficace o Come avviare un progetto e-commerce o Check up per l Internazionalizzazione o Piani per lo sviluppo estero o Gestione operativa del processo di internazionalizzazione o Comunicare la qualità del prodotto tipico o Revenue Management o Marketing turistico: l evoluzione dei gusti e consumi turistici o Vendite e customer service o Essere fornitori nella Gdo: aggiornamento sulle normative vigenti per la stipula dei contratti o Riconoscimento e gestione delle differenze culturali nel processo di internazionalizzazione: La Cina 4 TEMATICA FORMATIVA: Qualità o La Qualità e il miglioramento continuo o La Qualità in albergo o Le nuove versioni degli standard internazionali Brc e Ifs o Igiene e sicurezza alimentare: il sistema di gestione per l'autocontrollo basato sul metodo HACCP - Hazard Analysis and Critical Control Point o La qualità dell'assistenza sanitaria: linee guida, valutazione delle performance, definizione dei percorsi assistenziali o Gli Standard Joint Commission International - JCI per la prevenzione del Rischio Clinico o Il Governo clinico: modelli organizzativi e strumenti o Quality management dei Servizi Sanitari TEMATICA FORMATIVA: Sicurezza sul luogo di lavoro o Formazione lavoratori (art. 37 D. Lgs. n. 81/08) generale e rischi specifici di settore - Alto o Formazione lavoratori (art. 37 D. Lgs. n. 81/08) generale e rischi specifici di settore - Medio o Formazione lavoratori (art. 37 D. Lgs. n. 81/08) generale e rischi specifici di settore - Basso o Formazione per addetti al Primo Soccorso rischio alto o Formazione per addetti al Primo Soccorso rischio medio o Formazione per addetti all'antincendio rischio medio o Corso per preposti o Formazione Responsabili del Lavoratori per la Sicurezza RLS o Aggiornamento Responsabili del Lavoratori per la Sicurezza RLS o PIMUS Addetti al montaggio, smontaggio e trasformazione ponteggi o Formazione degli operatori all uso delle attrezzature: Gru mobili o Formazione degli operatori all'uso delle attrezzature: Carrelli elevatori o Formazione degli operatori all'uso delle attrezzature: escavatori, pale caricatrici, terne, etc

5 o Formazione degli operatori all'uso delle attrezzature: pompe calcestruzzo o Formazione degli operatori all uso delle attrezzature : trattore agricolo o Formazione degli operatori all'uso delle attrezzature: Macchine movimento terra o Formazione degli operatori all uso delle attrezzature: Piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE) o Valutazione e prevenzione dei rischi derivanti dal rumore e/o dalle vibrazioni o Lo stress da lavoro correlato o Ambienti confinati: valutazione dei rischi, soluzioni tecniche e procedure di sicurezza o Rischi multipli e compatibilità dei diversi dispositivi di protezione individuale o Il documento di Valutazione dei Rischi La valutazione di tutti i rischi, da quelli classici a quelli non indicati esplicitamente nel D.Lgs. 81/08 o Formazione specialistica sul rischio chimico in azienda o Formazione specialistica sul rischio di esplosione in azienda o Rischio da puntura accidentale negli operatori sanitari o L impostazione di un sistema di gestione della sicurezza o I sistemi di gestione integrata qualità, sicurezza, ambiente o Il modello 231 come sistema di gestione della responsabilità amministrativa e dei rischi o Sicurezza lavoro, incentivi e premi Inail o Near miss: analisi delle cause di infortunio e di mancato infortunio o La gestione ambientale e la sicurezza sul lavoro TEMATICA FORMATIVA: Tecniche di produzione o Aggiornamento su tecniche di produzione / lavorazione di prodotti agroalimentari o Aggiornamento su tecniche di produzione / lavorazione dei prodotti da forno o Aggiornamento sulle tecniche per la caseificazione o Gli agenti di miglioramento degli alimenti (additivi, aromi, enzimi): il quadro legislativo o L etichettatura degli alimenti o Tecnologie innovative di produzione e confezionamento o Cucina creativa con i prodotti del territorio o Presentazione dei prodotti e tecniche di degustazione o Carta dei Vini o La carta dei vini, degli oli e dei formaggi o L aperitivo d autore alla siciliana o Nuove tendenze in pasticceria o L arte del servizio o La prima colazione: un'esperienza memorabile o Tecniche di addobbo sale da pranzo ed allestimento banchetti e buffet o Aggiornamento per personale ai piani e tecniche di housekeeping o Qualità nell accoglienza di ospiti con esigenze specifiche

6 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA: Abilità personali TEMATICA FORMATIVA DEL Abilità personali Comunicazione Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti Durata del corso (in ore) 6 Il corso si pone l obiettivo di accrescere le competenze comunicative per potenziare le abilità di lavorare in gruppo e costruire rapporti e relazioni con i clienti interni ed esterni Il processo comunicativo L empatia La gestualità del corpo Il contenuto verbale: il linguaggio efficace Il tono della voce I comportamenti comunicativi Comunicazione assertiva La gestione del fraintendimento L ascolto attivo

7 TEMATICA FORMATIVA DEL Abilità personali Motivazione ed efficacia del lavoro di squadra - Team Work Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti Durata del corso (in ore) Il corso si pone l obiettivo di trasmettere le tecniche e le metodologie atte a coinvolgere il singolo nella condivisione della visione e mission aziendale, lavorando su obiettivi comuni che valorizzino il singolo individuo e allo stesso tempo il lavoro di squadra. Conoscersi al di la del ruolo I valori individuali Riconoscere e valorizzare le diversità Il concetto di responsabilità condivisa La motivazione dei membri del gruppo La comunicazione aperta all interno del gruppo La gestione dello stress individuale e di gruppo La creazione di una squadra vincente Le regole del gioco di squadra I diversi stili di leadership Il concetto di responsabilità condivisa La misurazione e la gestione dell efficacia del gruppo La motivazione dei membri del gruppo La comunicazione aperta all interno del gruppo La gestione del gruppo in situazioni di pressione operativa

8 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA DEL Abilità personali Leadership, saper dirigere se stessi ed i propri collaboratori Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti; Durata del corso (in ore) 8 Il corso si pone l obiettivo di fornire gli strumenti per creare e gestire gruppi di lavoro estremamente motivati al raggiungimento degli obiettivi aziendali, definendo le caratteristiche essenziali all esercizio di una leadership autorevole in funzione delle diverse situazioni. L obiettivo è potenziare quelle capacità individuali che consentono di mettere in circolo nuove energie, valorizzare i talenti e le capacità manageriali, in modo da risvegliare motivazioni, individuali e di team, dare spazio all inventiva personale e porsi alla guida del cambiamento. Manager o leader? Gli stili di leadership: dall autorità all autorevolezza Prendere consapevolezza del proprio stile Le dimensioni della leadership: influenzare, comandare, dirigere o condurre? Il leader e il gruppo Le relazioni assertive e le relazioni non assertive Le leve di motivazione individuale e di gruppo La delega La gestione delle criticità

9 TEMATICA FORMATIVA DEL Abilità personali Gestione per Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti Durata del corso (in ore) L obiettivo del corso nasce in risposta al fabbisogno di aziende che, nell ottica di accrescere le abilità richieste nella gestione in logica qualità/miglioramento continuo, sentono l esigenza di realizzare un percorso di gestione per obiettivi, considerata importante, per dare una direzione al lavoro; per chiarire le aspettative; per avere performance superiori; per valutare i risultati conseguiti. aziendali e obiettivi personali Fissare un obiettivo Le caratteristiche degli obiettivi perseguibili (specificità, misurabilità, raggiungibilità, tempi, etc.) Le priorità, come capirle e come gestirle Organizzarsi e Pianificare, cosa, chi, come, quando La gestione del tempo

10 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA DEL Abilità personali Gestione del tempo e self-empowerment Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti Durata del corso (in ore) 10 Il corso si pone l obiettivo di formare personale che sappia gestire efficacemente il tempo riuscendo a sistematizzare le attività secondo criteri di importanza e di urgenza, applicando le adeguate tecniche di pianificazione. Il corso presenta quindi i fondamenti per una pianificazione efficace secondo una logica Obiettivo/Tempo/Priorità, consente di verificare le modalità attuali di gestione del tempo e di allenarsi in percorsi per l acquisizione di nuovi e più efficaci strumenti ed approcci funzionali alla riduzione delle perdite di tempo e alla gestione delle urgenze. Ciò consentirà di lavorare in un ottica di self-empowerment per accrescere la consapevolezza rispetto alle risorse e competenze a disposizione e agli obiettivi che si intende raggiungere. Il tempo come risorsa; Gli strumenti per gestire il tempo, migliorare l organizzazione e l attività lavorativa quotidiana; Programmare l uso del tempo; Uso del tempo e motivazione; Gestione del tempo per priorità I fattori chiave che condizionano i comportamenti;, potenziale, performance. La differenza tra stimolo ed interferenza: comprendere i presupposti dell empowerment personale; Il circolo delle interferenze Pianificare obiettivi concreti di sviluppo personale e di team Il triangolo dell efficacia professionale: comprendere la relazione tra ruolo professionale e comportamenti agiti Il legame tra sfida e competenza: le variabili tecniche e relazionali che guidano l ottenimento della massima performance Attivare i driver del cambiamento: consapevolezza, diagnosi, intervento

11 TEMATICA FORMATIVA DEL Abilità personali Problem solving e decision making Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti Durata del corso (in ore) Il corso si pone l obiettivo di trasferire ai partecipanti i metodi per analizzare e rimuovere o ridurre le cause di un problema ed il loro impatto. Saper affrontare i problemi in modo sereno e razionale utilizzando metodi efficaci è una capacità importante per chi svolge un ruolo di responsabilità in ogni organizzazione, mettendo da parte le questioni personali ed emotive che allontanano da una soluzione ragionevole ed efficace. Cosa ottenere da una migliore gestione del processo decisionale Rapporti tra ruolo manageriale e problem solving Comprensione dei propri margini di manovra Problem solving individuale e di gruppo Le gestione delle emergenze Le fasi del processo decisionale; La fase diagnostica; La definizione degli obiettivi; L'analisi e strutturazione dei problemi; L'analisi delle cause del problema; L'analisi dell'impatto del problema; La fase di pianificazione; La definizione del piano di risoluzione dei problemi; L'assegnazione dei ruoli e delle responsabilità di attuazione La fase attuativa; Misurare gli effetti; Verificare i risultati La ricerca del miglioramento continuo Azioni di miglioramento Ridefinire i propri obiettivi Individuare le azioni per raggiungerli Predisporre un piano d'azione

12 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA DEL Abilità personali Front line e la gestione della comunicazione: l arte dell accoglienza nelle imprese turistico - ricettive Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti; Durata del corso (in ore) 12 Accogliere è un arte: richiede empatia, capacità di risoluzione assertiva dei problemi, conoscenza delle componenti psicologiche che intervengono nella vendita del servizio turistico. Saper gestire le dinamiche che regolano la comunicazione interpersonale diventa la base del successo. Saper accogliere il turista vuol dire inoltre conoscerne le motivazioni che lo spingono alla scelta della vacanza ed i fattori che ne determinano la soddisfazione. Il corso inoltre intende focalizzare il tema della comunicazione del territorio, fornendo competenza che consentiranno di offrire al turista un prodotto basato fortemente su elementi emozionali, che saranno tanto più forti quanto più gli operatori del settore sapranno riconoscerli, farli propri e raccontare. Il processo comunicativo. L empatia. La gestualità del corpo. Il contenuto verbale: il linguaggio efficace Il tono della voce I comportamenti comunicativi Comunicazione assertiva La gestione del fraintendimento L ascolto attivo Cura della propria immagine Il galateo interculturale: Paese che vai, usanza che trovi Elementi di psicologia del turismo Le motivazioni al viaggio e alla scelta della tipologia di vacanza. I fattori di soddisfazione della vacanza.comunicare il territorio e le risorse locali

13 TEMATICA FORMATIVA DEL Abilità personali La comunicazione con il paziente e la famiglia Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti Durata del corso (in ore) Il corso si pone l obiettivo di fornire logiche e strumenti per : Tracciare l evoluzione della relazione tra professionista sanitario e paziente e riflettere sulla relazione di cura: il paziente da oggetto a soggetto della relazione; Analizzare le dinamiche della relazione interpersonale e migliorare la conoscenza delle sua ricadute sui processi comunicativi (non si può non comunicare); Aumentare il livello di consapevolezza sulle modalità di relazione interpersonale; Sviluppare l autoconsapevolezza sullo stile di comunicazione in rapporto alla malattia; Rendere efficace il proprio stile di comunicazione per il raggiungimento e il consolidamento dell alleanza terapeutica; Misurarsi con i processi di negoziazione, sapendo essere fermi sui vincoli del protocollo terapeutico e offrire spazi di libertà al paziente che permettano il raggiungimento di una collaborazione fattiva. Evoluzione della relazione tra professionista sanitario e paziente, Assiomi e meccanismi della comunicazione interpersonale, Punti di forza e di debolezza del proprio stile comunicativo Dal non ascolto all ascolto attivo Ascoltarsi e saper riconoscere il proprio stato di equilibrio psichico Le reazioni psicologiche del paziente alla malattia e gli stili di coping Le reazioni dell operatore alla malattia L oggetto della comunicazione: la trasparenza e la completezza dell informazione Potenziare l efficacia dello stile di comunicazione

14 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA DEL Abilità personali Le relazioni di aiuto: ascolto, empatia, competenze relazionali, gestione dello stress Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti Durata del corso (in ore) 14 Il corso si pone l obiettivo di sviluppare un confronto su problematiche specifiche incontrate nel corso della pratica professionale al fine di attivare una riflessione sulla peculiarità della relazione d aiuto, arrivando a definire le componenti, tecniche e relazionali, che devono far parte del bagaglio professionale di chi opera in questo campo. Aspetti formali delle relazioni di aiuto; Le dinamiche relazionali e psicologiche nella relazione di aiuto, aspetti pratici e casi concreti. Le dinamiche relazionali e psicologiche nella relazione di aiuto con l assistito; Le dinamiche relazionali e psicologiche nelle relazioni di aiuto: gli elementi stressogeni; Le dinamiche relazionali con l assistito e con i familiari: come superare situazioni di empasse e difficoltà.

15 TEMATICA FORMATIVA: Contabilità - Finanza TEMATICA FORMATIVA DEL Contabilità - Finanza Strumenti e Tecniche per il Budget e il Controllo di Gestione nelle Imprese Avanzato: con contenuti/ insegnamenti ad elevata qualificazione o innovazione in relazione alle tematiche trattate, e/o rispetto a metodologie e processi lavorativi dei partecipanti Durata del corso (in ore) 24 Euro 300,00 Il corso si rivolge a tutti coloro che abbiano la necessità di comprendere logiche e tecniche di budget e controllo di gestione. Il corso, porta il partecipante a utilizzare gli strumenti di budget e controllo di gestione per raggiungere gli obiettivi aziendali insieme al proprio team. Gli obiettivi sono: Comprendere i presupposti contabili utili per il controllo di gestione Capire i meccanismi dell'attività di budgeting Elaborare previsioni, fissare obiettivi, preparare un budget Approfondire i concetti di costo Approfondire le problematiche relative all'analisi di variabilità dei costi e alla loro imputazione Valutare gli scostamenti Comprendere la differenza tra budget economico, finanziario e di prodotto Creare il tableau de bord per controllare i fattori chiave della propria attività Presupposti contabili e organizzativi per il controllo di gestione Saper leggere i dati contabili Formulazione del budget Dal budget al sistema di controllo di gestione Costruire un sistema di controllo di gestione Costruzione di budget di prodotto/servizio Sistema di reporting, Prova pratica

16 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA DEL Contabilità - Finanza Finanza aziendale Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti Durata del corso (in ore) 16 Il corso rappresenta un primo approccio agli argomenti della finanza aziendale e si pone l obiettivo di trasmettere le principali conoscenze relative agli aspetti legati alla gestione finanziaria di un impresa. Gli obiettivi sono: Assimilare i concetti base economico-finanziari per leggere lo stato patrimoniale ed il conto economico Valutare le informazioni contenute nel bilancio Considerare il business in termini di decisioni basate sulla convenienza economica e sulla fattibilità finanziaria Misurare l'impatto delle decisioni in termini economici e finanziari Conoscere le tecniche per effettuare valutazioni economico-finanziarie di progetti aziendali Aspetti introduttivi Il fabbisogno finanziario e le fonti di finanziamento La struttura finanziaria dell impresa e il suo equilibrio La liquidità dell impresa

17 TEMATICA FORMATIVA DEL Contabilità - Finanza Strumenti e Tecniche per il Controllo di Gestione nelle Imprese Turistico- Alberghiere Avanzato: con contenuti/ insegnamenti ad elevata qualificazione o innovazione in relazione alle tematiche trattate, e/o rispetto a metodologie e processi lavorativi dei partecipanti Durata del corso (in ore) 24 Euro 300,00 Il corso si pone l obiettivo di accrescere le competenze per implementare processi e sistemi di pianificazione e controllo capaci di fornire supporti decisionali nelle imprese turistico-alberghiere: dalla messa a punto di dossier periodici andamentali di controllo di gestione, all implementazione di sistemi di cruscotti direzionali, per poi passare all implementazione di sistemi di budgeting economico-patrimoniale-finanziario. Strumenti per il check-up sullo di salute della situazione economico-patrimoniale e finanziaria dell impresa turistica. Il Bilancio gestionale di competenza; Il Conto Economico gestionale ed lo Stato; Patrimoniale gestionale; Lo strumento del Rendiconto Finanziario- La reportistica e gli indicatori di performance secondo le 4 prospettive di analisi: 1. Prospettiva Economico Finanziaria: Redditività, Indebitamento/Patrimonio Netto, Posizione finanziaria, Cash Flow. 2. Prospettiva Cliente: Analisi Fatturato e Redditività (per tipologia cliente, per canale di vendita, per tipologia di prodotto,etc.); Analisi fattori chiave (tasso di occupazione, ricavo medio per camera, numero clienti medio per camera, costi per camera occupata, etc.); Analisi Indice di penetrazione del mercato, prezzo medio camera rispetto al mercato; Analisi indici di soddisfazione della clientela. 3. Prospettiva Processi Interni (Durata media crediti, Durata media debiti, Efficienza mano d opera, Non conformità, Etc.). 4. Prospettiva Apprendimento e Crescita (ore di formazione effettuate, campagne promozionali, ). Come implementare un processo di Budget; La costruzione dei Budget operativi (camere, ristorazione, altre aree funzionali); Dai Budget operativi al Master Budget economico., Prova pratica

18 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA: Gestione aziendale - amministrazione TEMATICA FORMATIVA DEL Gestione aziendale - amministrazione Fare reti di impresa efficaci Base: con contenuti/insegnamenti di carattere generale o comunque mirati a fornire o aggiornare conoscenze e/o competenze essenziali per lo svolgimento dell attività lavorativa, tra cui tutte quelle connesse ad obblighi formativi previsti dalle normative vigenti Durata del corso (in ore) 12 Euro 90,00 18 Il corso si pone l obiettivo di approfondire la tematica della creazione delle reti d impresa, indagando le opportunità e i vantaggi ad essa collegati rispetto all attuale contesto economico e sociale. Il modello a rete come forma di aggregazione L organizzazione della rete La pianificazione strategica della rete Le competenze relazionali e la negoziazione

19 TEMATICA FORMATIVA DEL Gestione aziendale - amministrazione Formazione per il contratto di rete Avanzato: con contenuti/ insegnamenti ad elevata qualificazione o innovazione in relazione alle tematiche trattate, e/o rispetto a metodologie e processi lavorativi dei partecipanti Durata del corso (in ore) Il corso si pone l obiettivo di fornire una formazione specialistica strumentale al raggiungimento degli obiettivi del contratto di rete siglato dalle aziende. All interno del percorso sarà analizzato il contratto di rete siglato dall azienda al fine di individuare le strategie di implementazione degli obiettivi ivi dichiarati

20 Catalogo formativo Ente: Civita srl - Sede: Corso Martiri della Libertà, 38/D Catania TEMATICA FORMATIVA DEL Gestione aziendale - amministrazione Gestione e flessibilità del personale nell impresa turistica Avanzato: con contenuti/ insegnamenti ad elevata qualificazione o innovazione in relazione alle tematiche trattate, e/o rispetto a metodologie e processi lavorativi dei partecipanti Durata del corso (in ore) Il corso si pone l obiettivo di fornire le competenze per gestire con successo le risorse umane nelle imprese alberghiere. Il personale come fattore di successo, l'organizzazione dello staff, la verifica e il controllo dei risultati, gli strumenti per comunicare, i vari profili professionali, la selezione e l'aggiornamento professionale, la formazione continua sono alcuni degli aspetti presi in considerazione che tende a stimolare e a sviluppare le motivazioni nello staff operativo dell'albergo. Progettare e mantenere la qualità in un albergo non dipende, infatti, come sanno bene gli imprenditori alberghieri, solo dagli investimenti nella struttura, comunque necessari, ma soprattutto da un'attenta gestione delle risorse umane, direttamente coinvolte nella prestazione del servizio al cliente. Un servizio ritenuto eccellente è sempre frutto di un lavoro di squadra, in cui le persone danno il meglio di sé, offrendo costantemente una prestazione elevata per cui si trasmette un'immagine positiva della struttura alberghiera. Obiettivo è anche fornire elementi di valutazione giuridica ed economica delle tipologie organizzative del lavoro nell impresa turistica con particolare attenzione al costo del lavoro, alle esigenze di flessibilità e al controllo sull attività lavorativa. Le risorse umane come fattore di successo Comunicazione e processi organizzativi ; La costituzione dello staff Stimolare e sviluppare motivazioni Normativa e Contratto collettivo di settore Analisi economica: opportunità e limiti del contratto aziendale Le diverse tipologie contrattuali in relazione ai lavoratori da assumere Il potere direttivo e di controllo del datore di lavoro

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

GRUPPO. Sicurezza per scelta

GRUPPO. Sicurezza per scelta Ge.Ma. Sicurezza per scelta Ge. Ma. la Qualità e la Sicurezza sono valori che costruiamo insieme a te GE.MA. company profile UN OCCHIO APERTO SUL FUTURO UNA REALTÀ DINAMICA, UN MODELLO EVOLUTO DI CONSULENZA

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Carlo Zaghi Dirigente Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Gli Standard hanno lo scopo di:

Gli Standard hanno lo scopo di: STANDARD INTERNAZIONALI PER LA PRATICA PROFESSIONALE DELL INTERNAL AUDITING (STANDARD) Introduzione agli Standard L attività di Internal audit è svolta in contesti giuridici e culturali diversi, all interno

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PROPOSTA TECNICA Genova, Giugno 2009 SOMMARIO 1 PREMESSA... 3 2 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO...4 2.1 LE NORME CONTRATTUALI... 4 2.2 LA FORMAZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali

Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali RESPONSABILITA D IMPRESA D.lgs. 231/01 L EVOLUZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE 27 maggio 2014 ore 14.00 Il Modello 231 e l integrazione con gli altri sistemi di gestione aziendali Ing. Gennaro

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA)

Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Contenuti dello studio di impatto ambientale (SIA) Ai progetti sottoposti alla procedura di impatto ambientale ai sensi degli articoli 52 e seguenti, è allegato uno studio di impatto ambientale, redatto

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013 64 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta regionale D.G. Salute Circolare regionale 25 ottobre 2013 - n. 20 Indicazioni in ordine all applicazione dell accordo tra governo, regioni e province

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Guida operativa Ottobre 2003 1 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Premessa (da Linee Guida UNI-INAIL) pag. 5 A. Finalità (da

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA

ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA LA PROPOSTA DI ENGINEERING SARDEGNA AGENZIA FORMATIVA Carlo Carta Responsabile Commerciale ENGINEERING SARDEGNA e IL GRUPPO ENGINEERING La prima realtà IT italiana. oltre 7.000 DIPENDENTI 7% del mercato

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Contratto d Appalto : Impresa Affidataria : Importo Lavori : di cui Oneri per la Sicurezza : VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Responsabile dei Lavori : Coordinatore Sicurezza in

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2015

CALENDARIO CORSI 2015 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvba.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08

Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Il sistema di gestione della sicurezza: cos è, a cosa serve, i rapporti delle norme tecniche con il D.Lgs. 81/08 Firenze 15 febbraio 2010 Pisa 1 marzo 2010 Siena 29 marzo 2010 Dott. Ing. Daniele Novelli

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF

PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE REGIONE VENETO 2007-2013 PROGETTI INTEGRATI DI FILIERA PIF www.progettoverde.info - pv@ progettover de.i nfo 1 COS E IL PROGETTO INTEGRATO DI FILIERA (PIF) Il progetto integrato

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Province di: Cagliari Carbonia Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Sassari ACQUA

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

Relatore: per.agr. Roberto Nataloni Dlgs 150/2012 Art. 1 Oggetto Il presente decreto definisce le misure per un uso sostenibile dei pesticidi, che sono prodotti fitosanitari come definiti all articolo

Dettagli