banche, assicurazioni e intermediari finanziari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "banche, assicurazioni e intermediari finanziari"

Transcript

1 milano italy banche, assicurazioni e intermediari finanziari empower YoUr ViSion Programmi di Formazione 2015 Sdabocconi.it/baiF

2 Empower your vision significa confrontarsi e acquisire prospettive differenti e qualificate per sviluppare una visione manageriale completa. Empower your vision è il nostro invito, ma anche il nostro impegno Bruno Busacca Dean, SDA Bocconi School of Management I nostri programmi formativi sono focalizzati su temi centrali del management e delle professionalità. Con contenuti e modelli didattici di frontiera aiutiamo a rafforzare la visione manageriale per il successo delle persone e delle organizzazioni Alessandro Zattoni Director, Executive Education Open Programs Division

3 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari 1 EMPOWER YOUR VISION L AreaBanche, Assicurazioni e Intermediari Finanziari promuoveattivitàdiricercae formazionesuitemipiùrilevantiperimanagerdelsettore. Le energie che investi nella tua vita professionale, l esperienza che accumuli ogni giorno sono parte di te. Si tratta di un valore da gestire attivamente. Per farlo, è importante coltivare l apertura mentale, il confronto costante fuori e dentro il tuo ambiente di lavoro e l aggiornamento sui temi più attuali e innovativi della tua professione. Dedica tempo al tuo valore. Noi lo dedicheremo a te. Giampaolo Gabbi Direttore, Area Intermediazione Finanziaria e Assicurazioni

4 + 270 programmidiformazione erogatinegliultimi3anni + 30 WorkShopreALIzzAtI negliultimi3anni 4 CommunItyCheoffrono InIzIAtIvedICuLturAe networking. teamdioltre58 docentispecializzati, ImpegnAtIquotIdIAnAmente InAttIvItàdIrICerCAe formazione

5 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziarie 3 4 Programmi per aree tematiche - Governance e General Management - Corporate Banking e Valutazione del Rischio di Credito - Private Banking e Wealth Management - Retail Banking - Risk Management - Assicurazioni e Risk Management - Programmi internazionali 29 Percorsi formativi 32 Programmi di formazione trasversali 33 Oltre ai programmi di formazione 35 Faculty 37 Sintesi dei programmi di formazione 40 SDA Bocconi e dintorni: informazioni utili

6 4 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari GOVERNANCE E GENERAL MANAGEMENT CIB - Executive Management Program in Banking Corso Intensivo di Gestione Bancaria Obiettivi Ilprocessodicrescitadeipartecipantialivellomanagerialesi basasullosviluppodellecapacitàdiidentificazione,dianalisi deiproblemiedidecisione.ciòconsentelorodioperare coerentementenell ambitodicrescentiresponsabilità,di acquisireunavisioneunitariaeinterfunzionaledeicomplessi problemidistrategiaedigestionebancariaedisviluppare capacitàdigestionedirelazioniconmolteplicifunzioniearee aziendali. Destinatari Ilprogrammaèdestinatoaidirigentieaiquadrioperantinel settorefinanziarioconresponsabilitàdilivellodirettivodelle unitàcentraliediretecheintendonoacquisireunavisione integrataeinterfunzionaledellagestionebancaria. Contenuti PRIMO MODULO Evoluzione ambientale e regole del gioco Lemetodologiedianalisiedivalutazionedelloscenario macroeconomicodomesticonelcontestoeuropeo. Icambiamentidelsistemafinanziarioeglieffettisullescelte delleimpreseedeirisparmiatori. Lastrutturaeletrasformazionideimercatifinanziari: concentrazione,competitività,modelliorganizzativi, performances. Lepolitichemonetarienell eurosistema:assettiistituzionali, strumentiestrategie. Lepoliticheregolamentariedivigilanzaallalucedei problemipostidallenuovesfide. SECONDO MODULO Risk management e Performance measurement Imodellidiriskmanagementperlacreazionedelvalore. Lapoliticadeiprestitieimodellidicreditriskmanagement. LacostruzioneelagestionedeimodellidiAssetLiability managementperilgovernodellaprofittabilità,perilpresidio deirischieperl ottimizzazionedellafunzioneobiettivoin condizionidiincertezza. L identificazioneelagestionedelrischiooperativo. glistrumentiperlavalutazioneoperativadelleperformance edell equilibrioredditualeefinanziario. Isistemidiprogrammazioneecontrollo:strumentodi supportoaicomportamentideimanager,modalitàdi valutazioneedimisurazionedellacreazionedivalore. L orientamentodeisistemidicontrolloalladimensionedi processo:l ActivityBasedCostingel ActivityBased management. TERZO MODULO Strategie di business Ladefinizionedegliassettidistributivisullascortadelle variabilicompetitiveprevalentiedellaprofilaturadella clientela,lepolitichediintegrazionedeicanali. IlretailBankingelepolitichediorientamentoalcliente. lcorporatebanking:gliaspettiorganizzativiefunzionali,le politichedisegmentazionediportafoglioedipricing. IlprivateBankingpertipologiediassettiorganizzativi,di relazioneconilclienteediriflessieconomiciperlabanca. L Assetmanagement:evoluzionedelsettoreeinnovazione diprodottoediprocesso. 20 giornateperdirigentiequadrioperativiconresponsabilità dilivellodirettivodelleunitàcentraliedirete.

7 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari 5 GOVERNANCE E GENERAL MANAGEMENT QUARTO MODULO Assetti organizzativi e meccanismi operativi Lastrutturadegliassetti,deiprocessiedeiruoli organizzativiedigovernocoerenticonlecaratteristiche dell ambienteelastrategiaperseguita. Lagestionedelpersonale:unsistemadiequilibriofrale attesereciprocheeimodellidiscambiotraaziendae persona. Laculturaaziendale:missinglinkdell organizzazionee strumentomanageriale. Ilruolostrategicodell Itpergliassettiproduttivieperil mercato. L organizzazioneperlaqualità:customersatisfactione ridisegnodeiprocessiaziendali. NETWORKING perfavorireloscambiodiesperienzeipartecipantialcib hannoaccessoallacommunitycib.l iscrizionealla Communityconsentediparteciparealworkshopannualedi confrontotraexpartecipantieopinionleaderdisettore. sdabocconi.it/communitycib Informazioni Complessivamente20giornisu4moduli I modulo: da7al11settembre2015 II modulo: dal28settembreal2ottobre2015 III modulo: dal19al23ottobre2015 IV modulo: dal9al13novembre2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Adalberto Alberici sdabocconi.it/cib Il CIB è stato il mio Rinascimento culturale, con uno shock positivo sul mio modo di pensare e svolgere il lavoro. Massimo Brignole Partecipante CIB, Responsabile Segmento Privati, Intesa Sanpaolo

8 6 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari GOVERNANCE E GENERAL MANAGEMENT Il bilancio bancario IAS-IFRS Struttura, contenuti e modelli di analisi Obiettivi Ilprogrammaintendeapprofondireilquadrodiriferimento normativoeoffrireglistrumentitecnico-contabilinecessariper conoscereeinterpretarelastrutturaeicontenutidelbilancio bancario,individualeeconsolidato. Sonodiscussiancheipossibilimodellidianalisidella performanceedeirischibancaricomeemergonodalbilancio. Destinatari Ilprogrammapuòessereconsideratoditipo base esi rivolgepertantoinviaprioritariasiaarisorsejuniorchesiano allocatenell ambitodelleareeamministrative/fiscali,siaa risorseseniorche-aseguitodidinamicheorganizzative interne-debbanoacquisireunknowhowdibasesulle tematichedelbilancio. Èinoltreadattoadanalistiche,nellaprospettivadelratingo nellaprospettivavalutativatipicadeglistudisocietari, desiderinoformarsiaglischemiealleregolecontabilie valutativedelbilanciobancario,dell impresaeconsolidato. Contenuti llquadrodiriferimentonormativoeiprincipicontabili internazionali. Lacontabilizzazioneeicriteridivalutazionedeicrediti,dei titoli,dellepartecipazioni,deglistrumentiderivati,dei prodottistrutturati. IAS39eIfrS9aconfronto. Leattivitàmaterialieimmateriali,Cgueimpairmenttest. Accantonamenti,attivitàepassivitàpotenziali. patrimonionettocontabile,fondipropri(patrimoniodi vigilanza),adeguatezzapatrimoniale. Lanotaintegrativa. fiscalitàcorrente,anticipataedifferita. L'analisidelbilanciobancario:indicatoridigestioneerischi. Lemisurediperformanceaggiustateperilrischio(rApm). Ilbilancioconsolidato:strutturaecomplementidianalisi. Larevisionecontabiledelbilanciobancario. Informazioni 5giorni dal23al27novembre2015 Quota di partecipazione IvA Comprensivadell'iscrizioneannualeaAfCnet,l'innovativa CommunitydiAmministrazione,finanzaeControllo. Coordinamento Michele Rutigliano sdabocconi.it/bilanciobanche Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

9 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari 7 GOVERNANCE E GENERAL MANAGEMENT Industrializzare i servizi: operations excellence & customer experience Obiettivi Ilcorsohal obiettivodipresentareimodellidibusinessele dinamichediinnovazioneincorsonelmondodeiserviziedi fornirestrumenticoncretidioperationsperlagestionedei processi. Ilpresidioend-to-enddeiprocessioperatividicreazione, produzioneederogazionedeiservizidifront-officeedibackofficeel applicazionedilogichedigestionedellaproduzione sonofondamentaliperilraggiungimentodiobiettividi efficienzaedefficacia,garantendoilrispettodeitempiela riduzionedeglisprechi. Destinatari Ilprogrammaèrivoltoaquadri,dirigentiedaltipotenziali operantinelsettoredeiservizieimpegnatinelleattivitàdi gestionedeiprocessidicreazione,produzioneederogazione diservizi.inparticolaresirivolgeacolorochelavorano nell ambitodellafunzioneoperationsinintermediarifinanziarie altreaziendediservizi,airesponsabilidicentriserviziinternio esterniall impresaeaimanagerdiaziendeconforte orientamentoalla servitization. Contenuti Ilcorsosiproponediaffrontareiprincipalitemidioperationsin relazioneallediverserealtàdelsettoredeiservizi,avvalendosi divisiteaziendali,testimonianzeesimulazioni.ipartecipanti avrannolapossibilitàdivisitare fabbrichediservizi, osservarneiprocessieconfrontarsisullemodalitàdigestione, glistrumentiapplicati,ipuntidiforzaeleareedi miglioramento,irischiprincipalieleevoluzionifuture. Inparticolare,sarannotrattatiiseguentitemi: Service Operations & Tools L industrializzazionedeiprocessioperatividicreazione, produzioneeerogazionedeiservizi. Ilvaluestreammappingelamisurazionedellaqualità,dei tempi,deicosti,deiwork-in-processedeglisprechinei processi invisibili e intangibili. L eccellenzaoperativaneiservizieilmiglioramento continuo. L adozionedilogicheleanesixsigmaneiservizienelle funzionidistaff. Lepeculiarità,inotticaoperations,deiprocessidi frontofficeeback-officeneicontestib2ceb2b. Service Challenges & Perspectives: Lesfidefutureneiservizi,l impattodellasostenibilità,i globalservicenetworkselesceltedioutsourcinge delocalizzazione. Informazioni 3giorni dal22al24aprile2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Iolanda D Amato sdabocconi.it/excellenceservizi Service Strategy & Business Model Lescelteditrade-offtrastandardizzazionediprocessie servizi(fabbrica)eversatilitànellemodalitàdi coinvolgimentodeiclientinelprocesso(teatro).

10 8 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari GOVERNANCE E GENERAL MANAGEMENT Valutazioni e impairment test nel bilancio bancario Obiettivi Ilcorsosiproponediapprofondireiprofilivalutatividellearee piùsensibilidelbilancio,siaquelletipichedell attivitàbancaria (crediti,titoliederivati,partecipazioni),siaquellechesono divenuteoggettodivalutazioneconl adozione degliias/ifrs. L analisidellepiùsignificativeesperienzenell ambitodel sistemabancario,nonsoloitaliano,permetteràdievidenziare gliapproccipiùcoerenticoniprincipicontabiliecondivisibili dalpuntodivistadellateoriafinanziaria. Destinatari Ilprogrammacostituisceilnaturaleproseguimentodelcorso IlbilanciobancarioIAS/IfrS:strutturacontenutiemodellidi analisi. Sirivolgeprevalentementearisorsedidiversaseniorityche operanonell areadelcfo(contabilità,planning,fiscale)eche giàabbianounasufficienteconoscenzadelleproblematiche delbilanciobancario,machevoglianoapprofondireiprofili valutativicriticidelbilancio. Contenuti Lavalutazionedelportafogliocrediti. Lavalutazionedelportafogliotitoli. Lavalutazionedellepartecipazioni. Lavalutazionedeglistrumentifinanziariderivati. financialinstruments:dalloias39all'ifrs9. Accantonamenti,passivitàeattivitàpotenziali. valutazioneeimpairmenttestdelleattivitàimmaterialiavita utileindefinita. Icriteridiammortamentodelleattivitàimmaterialiavitautile definita. definizioneevalorecontabiledellecgu;criteridi allocazionedegliavviamenti. Icorporateassetnellastimadelvalorerecuperabile. Lastimadelvalored'usodelleCgu:flussifinanziari,tassidi attualizzazione,sensitivity. Lastimadelfairvalue:imetodivalutativi. valutazionidibilancioerating. Informazioni 3giorni dal2al4dicembre2015 Quota di partecipazione IvAcomprensivadell'iscrizioneannualeaAfCnet, l'innovativacommunitydiamministrazione,finanzae Controllo(http://afcnet.sdabocconi.it/) Coordinamento Michele Rutigliano sdabocconi.it/impairment Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

11 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari 9 GOVERNANCE E GENERAL MANAGEMENT Crisi d impresa e ristrutturazione del debito Obiettivi Ilprogrammafornisceuninsiemedicompetenze,strumentie casistiche,finalizzatoall approfondimentodelleproceduredi ristrutturazionedelleimpreseincrisicaratterizzatedalla prospettivadellacontinuitàaziendale.l approccioutilizzato saràfortementepragmaticoeprofessionale,focalizzandosi sull analisicomparativadeiprincipalistrumentiattualmentein vigoreatuteladegliinteressideicreditori,sullecaratteristiche difondoimprescindibiliaifinidellacostruzionediefficacipiani direstructuring,edevidenziandoilruolosvoltoda professionisti,operatoridibanca,advisor,managere imprenditori. Ildesignel implementazionediadeguateproceduredi ristrutturazionedeldebitoimperniatesullasalvaguardiadella continuitàaziendalerappresentalasfidafondamentaleda cogliereperbancheeimpreseneiprossimianni,datoil quadromacroeconomicoinessereeiriflessipotenzialisulle sceltestrategicheadisposizionedegliistituticreditizi. Destinatari Ilprogrammasirivolgesoprattuttoaiprofessionistidellabanca cheoperanonellestrutturedipre-contenziosoecredit restructuring,oltrecheacolorochehannoresponsabilitàdi gestionedicentriimpreseeairesponsabilidiclientela corporate.l iniziativapresentarilevanteinteresseancheper banched affari,investmentbanks,fondidiprivateequity, societàfinanziarieestudiprofessionalichequalificanola propriaattivitàgrazieall offertadiservizidifinanza straordinariaperleimprese.conriferimentoalmondo imprese,icontenutidelcorsosonoparticolarmenterilevanti perimprenditori,amministratori,cfos,seniormanager, financialmanageremanagerdigruppo,responsabili Amministrazione. Contenuti Ilquadrodellacrisid impresainitalia:evidenzeintemadi mortalitàeprocedurefallimentari. Istitutigiuridiciperlatuteladeicreditori:ilpianodi risanamentoattestatoexart.67lf,gliaccordidi ristrutturazionedeidebitiexart.182bislf,ilconcordato preventivoinliquidità. Ilturnaroundplan:pianoindustrialeemanovrafinanziaria. Iltemadellanuovafinanzanell ambitodelleproceduredi debtrestructuring. Ilruolodeltemporarymanagernelleproceduredi ristrutturazioneincontinuità. Iprofessionisticoinvoltieillorocoordinamento:legal advisor,taxadvisor,financialadvisoreattestatore. Ilprocessoproduttivodellabancanellavalutazione, negoziazioneeimplementazionediunaprocedurain continuità. testimonianzeecasestudiesintemadiproceduredi ristrutturazionedeldebito. Informazioni 3giorni dal17al19giugno2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Vincenzo Capizzi sdabocconi.it/crisimpresa Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

12 10 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari CORPORATE BANKING E VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO Corporate finance per ristrutturare e crescere Obiettivi Ilprogrammafornisceuninsiemedicompetenze,strumentie casistica,finalizzatoallacrescitadiunapiùefficacecapacità divalutazioneaziendalesubasiindustrialiefinanziarie, fondamentaleaifinidell origination,dellastrutturazionee dell implementazionedioperazionidicorporatefinance. L attualescenarioeconomicorichiedealleaziendediripensare profondamentebusinessmodel,assettoproprietario,struttura dell attivoedelpassivo,ideandoeimplementandooperazioni difinanzastrategicacapacidiadeguareleimpresealle importantisfidecheleattendononelprossimofuturo. Destinatari IlprogrammasirivolgeaCfos,Seniormanager,financial manageremanagerdigruppo,responsabili Amministrazione,professionistioperantiinimpresa,atuttii professionisticheoperanonellestrutturediinvestment Banking,difinanzaStrutturataediprivateequityeacoloro cheoccupanoilruolodigestoreimpreseodiresponsabiledi clientelacorporate.l iniziativapresentarilevanteinteresse ancheperlebanched affari,lesocietàfinanziarieeglistudi professionalichequalificanolapropriaattivitàgrazieall offerta diservizidifinanzastraordinariaperleimprese. Contenuti Lespecificitàdelladomandaedell offertadiservizidi CorporatefinanceinItalia. Lariconfigurazionedegliassettidigovernancenell ambito delleoperazionidifinanzastraordinaria. quandoeperchéprocedereadoperazionidi ristrutturazione. Lacostruzionedelpianoindustrialeefinanziarioasupporto delleoperazionidicorporatefinance. Lavalutazionedelcapitaleeconomicodelleaziende:le principalimetodologieeleproblematicheapplicative. L analisidelleprincipalioperazionidicorporatefinance: acquisizioni,fusioni,spinoffescissionisocietarie. ristrutturazionisocietarieecapitaliperlosviluppo. Ilruolodeifondimobiliarichiusidiinvestimento. Lacreazionedivaloreattraversoprocessidi disinvestimento,deconstruction,outsourcinge delocalizzazione. L operativitàdellebanched affariasupportodi un operazionedicorporatefinance:iservizidiadvisory sell-sideebuy-sideoffertidagliintermediarifinanziari. LaduediligenceperleoperazionidiCorporatefinance. Lafiscalitàdelleoperazionidifinanzastraordinaria. testimonianzediinterventidibuy-outasupportodi ristrutturazioniaziendali. Informazioni 4giorni dal19al22ottobre2015 Quota di partecipazione IvA Comprensivadell'iscrizioneannualeaAfCnet,l'innovativa CommunitydiAmministrazione,finanzaeControllo. Coordinamento Leonardo Luca Etro sdabocconi.it/ristrutturare Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

13 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari 11 CORPORATE BANKING E VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO Analisi di bilancio per la valutazione d affidabilità Obiettivi Ilprogrammasiproponedi: descrivere leprincipalimetodologiedianalisiadottatedai finanziatoriaifinidellavalutazionediaffidabilitàdelle imprese; supportare losviluppodelleconoscenzetecnichein materiadibilanciodiesercizio; tracciare unchiaroecompletoschemadianalisiche consentaall analistadiinterpretareinmodocoerentee razionaleilcomplessodelleinformazionicontenutenei documentidibilancio; presentare,attraversoapprofondimentitematici,iprincipi dibaseperlacomprensionedelbilancioconsolidatoe illustrarel ambitodiapplicazionedell introduzionedei principicontabiliinternazionali(ias/ifrs)ineuropa. Destinatari Analistidibancheedaltriintermediaricreditizi,responsabili d areaetutticolorochesonocoinvoltinelprocessodianalisi dell affidabilitàdiaziende. Iprincipidibaseperlacomprensioneel analisidelbilancio consolidato. L introduzionedeiprincipicontabiliinternazionali(ias-ifrs) ineuropa:fontinormative,ambitodiapplicazionee caratteristichegenerali. Informazioni 5giorni dal9al13marzo2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Edmondo Tudini sdabocconi.it/valutazioneaffidabilita Contenuti Iconfinielelogichedifondodellavalutazioned impresa:gli strumentidianalisieleprassioperative. obiettivieruolodell analisideibilanciaziendaliaifinidella valutazionedell affidabilitàaziendale. unapproccioavanzatoallaletturaeallavalutazione integratadelbilanciodiesercizio:dalleclausolegeneralidi redazionedelbilancioalladiagnosidellesingoleposte secondolavisualedeiprincipicontabiliedellaprassi operativa. glischemidiriclassificazionedeivaloridicontoeconomico edisituazionepatrimoniale. gliindicatoridibilancio:modalitàdicostruzioneeschema coordinatodiinterpretazionedeirisultatiaziendali. L apprezzamentodelrischiooperativoefinanziario(leva operativaelevafinanziaria). L analisidelladinamicafinanziariad impresa. Lacostruzioneel interpretazionediunrendiconto finanziario. Ledeterminantideifabbisognifinanziarid impresa:la valutazionedelleesigenzedifinanziamento. L analisi di bilancio torna ad essere uno strumento fondamentale per valutare e monitorare correttamente l affidabilità delle imprese. Edmondo Tudini SDA Professor di Intermediazione Finanziaria e Assicurazioni e Coordinatore del programma Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

14 12 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari CORPORATE BANKING E VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO Analisi strategico-finanziaria d impresa Obiettivi Ilprogrammamiraafornirelaconoscenzaeglistrumenti necessaripersvilupparel analisifinanziariafinalizzata all assunzionedidecisionidifinanziamentoediinvestimentoe lasuaintegrazioneconl analisisettorialeedellastrategia delbusinessdell impresa. Ipartecipantiaffrontanocontestualizzazioniatte all applicazionedell analisiaiprincipaliambitie problematichecreditizie,tralequalisiindividuano: laadvanced balance sheet analysis checonsente un elaborazionedeidatistoricidibilancio,affiancata dall analisiambientale,ingradodianticiparedialmenoun annoitrendaziendalirispettoaquantoottenutocon l analisidibilanciotradizionale(contabile); laformulazionedellemotivazionioggettivechepossono essereallabasedellagenerazionedigiudizidioverride sui ratinginterni; lamodellizzazionedell analisistrategico-finanziariadi settoresiageneralesiaorientataalivellodisingle name perlavalutazionedellasostenibilitàfinanziariadeipianidi business. Contenuti Ipartecipantisimisuranoconun'intensacombinazionedi lezioni,casiaziendaliemomentididiscussioneediconfronto. Leprospettiveelefinalitàd'usodell'analisidibilancio evoluta. dallacreditriskanalysisallafinancialanalysis. L'analisisettorialeedelcontestocompetitivoeambientale. Ilbusinessriskeledipendenzedallevariabilicompetitivee ambientali. Ilraccordofraladiagnosicompetitivadell'impresaelasua analisieconomico-patrimonialeprevisionale. Lasensitivityanalysiseglistresstestsuifattorichiavedella previsione. Lalogicaprevisionaleditipofinanziarioeladecisionedi finanziamentobasatasuisuoirisultati. Ilcorsoèarricchitodaunsetdimaterialielibriedall'utilizzodi softwareavanzatidianalisiedisimulazionefinanziaria,per discutereinmodalitàinterattivagliimpattideifattorichiavesui risultatiaziendalieglispazidimanovradellepolitichedi gestionedell'aziendaanalizzata. Destinatari Ilcorsosirivolgeachiunqueabbialanecessitàdiapplicare l analisifinanziariafinalizzataallavalutazionedell impresa. Ipartecipantidellescorseedizionisonostatisettoristie analistifidi,analistidelleunitàpreposteallaformulazionedi giudizivalutativiall internodellebanche,degliintermediari creditiziemobiliariedellesgrdifondidiprivateequity, operatoridelsettoredelcorporatefinanceeinvestitoriequity. Informazioni Diretta web 11marzo2015-ore giorni dall 11al15maggio2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Claudio Zara SdABocconiSchoolofmanagementèaccreditatapressoilCfAInstitute comefornitorediprogrammidiformazionecontinua.alprogrammasono statiriconosciuti35creditice.conlapartecipazionealprogrammai membridicfainstitutericeverannoautomaticamenteicrediti.adessiviene inoltregarantitaun agevolazionedel10%sullaquotadipartecipazione. sdabocconi.it/asfi Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

15 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari 13 CORPORATE BANKING E VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CREDITO Factoring Regole, mercato, gestione Obiettivi L iniziativafornisceunquadroaggiornatodell attivitàdi factoring,attraversol analisidellespecificitàeconomichee giuridichedellostrumentoedelleimplicazionigestionaliedi mercato. Consentediriconoscereevalorizzarelespecificitàdel factoringrispettoaifinanziamentibancari,divalutarela convenienzadelfactoringperlaclientela. L approcciodidatticoprivilegiaunefficaceequilibriotrarigore scientificoeconcretezzaoperativa. Destinatari personaledellesocietàdifactoring,conparticolareriguardo allefunzionioperative,commerciali,divalutazionedella clientelaedigestionedeicrediti.personaledellebanche coinvoltenellagestionee/odistribuzionedelfactoring,con particolareriguardoairuolidiinterfacciaconlaclientela corporateeconlesocietàprodotto. Contenuti evoluzioneeprospettivedelmercatodelfactoring. Laregolamentazionedell attivitàdifactoring. Ilnuovoassettodelprodottofactoring:ilcontrattodi factoringelacontabilizzazionedelleoperazioni. Lavalutazionedellaconvenienzadelfactoringperla clientela. Iltrattamentodelfactoringnellanuovanormativadi vigilanza. Lespecificitàdellavalutazionedelrischiodicredito. Controlliinterni,complianceeauditingnell attivitàdi factoring. L organizzazionedell attivitàdifactoringediprincipali processiproduttivi. Informazioni 3giorni dal25al27novembre2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Alessandro Carretta sdabocconi.it/factoring Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31) Durante il programma verrà effettuata un esercitazione supportata dal software didattico Factor sviluppato da SDA Bocconi School of Management per valutare la convenienza del factoring per la clientela.

16 14 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari PRIVATE BANKING E WEALTH MANAGEMENT Private Banking Executive Program Obiettivi Inuncontestodielevataturbolenzaambientaleilprivate Bankerèilpuntodiriferimentoperlaclientelaprivate.La gestionedeglihighnetworthindividualsrichiedefigure professionaliingradodifornireunserviziodipianificazione finanziariaglobale,finalizzatoallarisoluzionediproblemidi ordinefinanziario,fiscale,assicurativo,previdenzialee immobiliare.inquest ambitole regoledelgioco,dettateda mifid,favorisconolosviluppodiunapproccioconsulenziale, adaltovaloreaggiunto,intrinsecoall attivitàdiprivatebanking ewealthmanagement.nelcorsodelprogrammal analisidi casi,affrontatiutilizzandodiverseprospettive,èlostrumento diverificacostantedellecompetenzeacquisite. Destinatari IlprogrammasirivolgeaiprivateBankereatutticoloroche hannol esigenzadipossedereun adeguatastrumentazione, alfinedigestirepatrimonifamiliaricomplessi. Contenuti Ilprogrammaèarticolatosuduemoduli PRIMO MODULO La pianificazione delle esigenze finanziarie privatebanking/wealthmanagement:contenuti,targete ruoliprofessionali. Ilriskmanagementdiportafogliopercontodelcliente. L AssetAllocationobbligazionariaelaprevisione. Lacomponenteazionaria:dinamichedelmercatoe metodologiedivalutazionedegliasset. L utilizzodiinvestimentialternativinelladiversificazionedel portafoglio. Lavalutazionedellaperformancediportafoglimultibrand. Lafinanzacomportamentaleperilfinancialplanning. SECONDO MODULO Il supporto consulenziale globale LesoluzionidiprivateInsurance. Lamappaturadeibisognidelclienteimprenditore:principi diwealthmanagementperilfamilybusiness. Ilpianodiinvestimentoimmobiliare. Iltaxplanningdeipatrimonifamiliari. Lasuccessionedipatrimonifamiliari. L utilizzodell intestazionefiduciariaelapianificazionefiscale internazionale. Itemitrattatitroverannoriscontroinesercitazioni,simulazioni operative,tavolerotonde. Aipartecipantisaràdistribuitala6 edizionedelmanualedel privatebanker. Networking IpartecipantialprogrammahannoaccessoallaCommunity privatebankingiwealthmanagement Informazioni Complessivamente8giornisu2moduli I modulo: dal16al19giugno2015 II modulo: dal7al10luglio2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Paola Musile Tanzi sdabocconi.it/pbep fpa La uropeanfinancialplanningassociationsta accreditandoilprogrammaqualepercorsoformativoperil mantenimentodellacertificazione fa Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

17 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari 15 PRIVATE BANKING E WEALTH MANAGEMENT Performance Attribution e controllo del rischio nell Asset Management Obiettivi L'attivitàdimisurazioneevalutazionedeirisultaticonseguiti nellagestionedellerisorsefinanziariecosìcomel'attivitàdi controllo,omeglio,governodelrischiodimercato(articolata nellefasidellamisurazione,scomposizioneeallocazione) diventanosemprepiùimprescindibili,siaperlerealtàdiasset managementcheintendonoservirelapropriaclientelaprivate oaffluentnell'ambitodiunprocessodifinancialplanning integratoecompleto,siapergliinvestitoriistituzionali.il programmaintendeconsentiredi: assegnareilrisultatodellagestionediuninvestitore istituzionaleodelportafogliodiunclienteprivateoaffluent aidiversifattorichehannocontribuitoagenerarlo,inuna logicadiperformanceattribution; valutareemisurareleaccezionidirischiodimercatogiàin usonell'ambitodell'assetmanagementequelledestinate adassumeremaggiorerilievo,distinguendonel'idoneitàad esprimereunrischioprospetticooaconsuntivo; esaminareidifferentiapprocci(parametricienon parametrici)esistentiperlamisurazioneecomprensionedel marketrisk; analizzareecomprenderel'utilitàdiun"connubio"tra attivitàdiassetallocationeriskbudgeting/control; applicare,inappositeesercitazioni,iconcettiillustrati. Destinatari gestoridiportafoglipercontoterzi,responsabilifinanzao wealthmanagementeresponsabilidelcontrollodigestione pressosim,sgr,banche,advisorfinanziari,addettifinanza pressoinvestitoriistituzionali(fondipensione,entiecasse previdenziali),associazionirappresentativediinvestitori istituzionali,addetticentridiassistenzaperprivatebanker, personaledelleautoritàdivigilanza. Contenuti L'indaginedelcomportamentotime-varyingdelrischioei fattistilizzaticircailcomportamentodeirendimentidegli assetfinanziari. Lavalutazioneemisurazionedelrischioassolutodi portafoglioex-anteedex-post:var,expectedshortfall, drawdown,drawdownatrisk. Ilcontrollodelrischiodimercatomedianteilricorsoad approcciparametricienonparametrici. Lavalutazioneemisurazionedelrischiorelativoex-anteed ex-post:relativevar,trackingerrorvolatility. Analisidiriskcontribution/riskdecompositionallalucedei diversiapprocciallacostruzionedeiportafogli. Ladefinizionedilimitioperativiall'assunzionedirischionello svolgimentodell'attivitàdigestionefinanziariaalserviziodi clientelaprivateeistituzionale. Ilriskbudgetingapproach. Iprofiliorganizzatividell'attivitàdicontrollodelrischioperun assetmanagementcompanyeperuninvestitore istituzionale. dall'individuazionedelleperformancedeiportafoglidi investimentoall'individuazionedeipossibiliattribution effects. Leproblematicheconnesseall'implementazionediun processodiperformanceattribution. Informazioni 3giorni dal30settembreal2ottobre2015 Quota di partecipazione IvA SdABocconiSchoolofmanagementèaccreditatapressoilCfAInstitute comefornitorediprogrammidiformazionecontinua.alprogrammasono statiriconosciuti21creditice.conlapartecipazionealprogrammai membridicfainstitutericeverannoautomaticamenteicrediti.adessiviene inoltregarantitaun agevolazionedel10%sullaquotadipartecipazione. fpa La uropeanfinancialplanningassociationstaaccreditandoil programmaqualepercorsoformativoperilmantenimentodella certificazione fa. Coordinamento Maria Debora Braga sdabocconi.it/assetmgmt Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

18 16 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari PRIVATE BANKING E WEALTH MANAGEMENT Il servizio di consulenza agli investimenti negli intermediari finanziari Obiettivi L obiettivodelcorsoèdiriflettereinsiemesiasui provvedimentinormativiche,direttamenteoindirettamente, condizionanol offertadiserviziallaclientelaprivatadelle banche(qualeperimetrodeveopuòesseredatoalserviziodi consulenza?entroqualilimitièammissibileuna differenziazionedelserviziorivoltoaidiversiclusterdiclientela? Conqualiregolesiprofilalaclientelaeconquali criterisimappailcatalogoprodotti?comedeveessere impostatalaverificadell adeguatezzadelportafoglio?),sia sullesceltedinaturafinanziariacheinevitabilmentequalificano unapiattaformadiconsulenzaavanzata(comesiimpostala profilaturadellaclientelarispettoalmodellodi servizioadottato?conquanteequaliassetclasssiprocede allacostruzionedeiportafoglimodello?siportailclientea ragionarepermono-obiettivooperpluri-obiettivo?comesi impostaildelicatopassaggiodaiportafoglimodelloalmixdi prodotti/strumentidasuggerirealcliente?comesimonitora l adeguatezzanelcorsodeltempoecomesiconsenteal clientediteneresottocontrollol andamentodelsuo portafogliorispettoagliobiettivifissatiexante?).alla definizionedellepossibilibestpracticesfaràpoiseguito l analisiconcretadialcuneesperienzealfinediriflettere insiemesulledifficoltàdicarattereoperativochesipossono incontrarenell implementazionediquestesoluzioni. Destinatari Ilcorsoèindirizzatoairesponsabiliwealthmanagement/finanza eairesponsabilicompliancedelletantebanchedimedie-piccole dimensionichesoloorastannoaffrontandoiltemadelserviziodi consulenzaavanzata. Contenuti gliaspettinormativirilevantiperilserviziodiconsulenza avanzata:ilquestionariodiprofilatura;ladefinizionedel perimetrodelserviziodiconsulenza;lelogichedi segmentazionedelservizioaidiversiclusterdiclientela;le modalitàdimappaturadeiprodotti;lagestionedelconflitto diinteressi;laverificadell'adeguatezzaexanteenel continuo. Leproblematichedinaturafinanziariasottostantialservizio diconsulenzafinanziariaavanzata:portafoglimodelloa benchmark,consulenzaavarcontrollato,consulenzacon obiettividirendimentoassoluto. Lamappaturaeilrankingdeiprodotti/strumentipresentinel catalogo. Latraduzionedeiportafoglimodelloinunmixottimizzatodi strumenti/prodotti. L impostazionedelsistemadiallarmiperilmonitoraggionel tempodell'adeguatezzadelportafogliodelcliente. Larendicontazioneelascomposizionedellaperformance. Alcuneesperienzeoperativeaconfronto. Informazioni 2giorni 26e27novembre2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Emanuele Maria Carluccio sdabocconi.it/consulenzabanche fpa La uropeanfinancialplanningassociationsta accreditandoilprogrammaqualepercorsoformativoperil mantenimentodellacertificazione fa. Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

19 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari 17 RETAIL BANKING Consumerismo, ABF e gestione dei reclami negli intermediari finanziari: processi e modelli di gestione Obiettivi Lerelazionitraintermediarifinanziarieconsumatorivivonoun momentodiparticolarecriticità.occorreintervenireallaradice deimoltiproblemiperridurreleragionidiunconfronto certamentetroppoasproedannosoe,suunpianopiùtattico, occorremettereapuntoprocessiecompetenzeidoneea gestirenelmigliormodopossibileilcontenziosoconi consumatori. questoimplicachesiapprofondiscanoglielementitecnici, organizzativieculturalipergestireilcontenziosoconi consumatori;sitrattadiunprocessochemoltospessoviene approcciatoinmanieradestrutturataecheinvecedeveavere precisiriferimentisiasulpianodeldisegnoorganizzativo,sia dalpuntodivistadellemodalitàoperative. Ilcorsomiraafornire,ancheattraversoilconfrontoconle associazionideiconsumatoriecongliorganismideputatia trattareilcontenziosocongliintermediari,strumentiechiavidi letturapergestirenelmodopiùappropriatol interlocuzione conlecontropartieconiconsumatori. Destinatari Idestinataridelcorsosonoiresponsabilidegliufficireclamidi bancheedintermediarifinanziari,chioperaneiservizi marketing,legaleerelazioniistituzionalinelcasoincui abbianoesposizioneeresponsabilitàcheriguardanola gestionedeirapporticonleassociazioniconsumatori,con l ABf,conleAutoritàdivigilanzaquandoquestesiinteressino deirapportitraintermediarifinanziarieclientela. Contenuti I reclami reclamiecontestazioni:laforma. L organizzazioneelacollocazionedell ufficioreclami. Leproceduredigestioneinterna. Comunicazioneenegoziazioneconiconsumatori. I sistemi di composizione delle controversie e l ABF Lamediazione. L ABfelesueprocedure. Ilprocedimentodifronteall ABf. Lagestionedelledecisionidell ABf. Il consumerismo e le Associazioni Ilcontenzionenegozialeecollettivo. LeAssociazionideiconsumatori. Letrattativeconiconsumatori. politichedicomunicazioneerapporticonilmercato. Informazioni 3giorni dal16al18marzo2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Umberto Filotto Una gestione attenta di tutto il ciclo del contenzioso con i consumatori può trasformare i reclami in occasioni di consolidamento delle relazioni di clientela. Umberto Filotto SDA Professor di Intermediazione Finanziaria e Assicurazioni e Coordinatore del programma sdabocconi.it/consumerismo Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

20 18 Banche,AssicurazionieIntermediarifinanziari RETAIL BANKING Credito al consumo Obiettivi Attraversareildeserto :questoèlospiritoconilqualegli operatoridelcreditoallefamigliedevonoaffrontarelapiùlunga crisieconomicadeldopoguerra.unacrisichehadimostrato cheilcreditoalconsumoèunostrumentofinanziario indissolubilmentelegatoallosviluppoedallacrescita.per questolacrisimordel attività,ivolumi,laredditivitàdegli operatori.inquestoscenariohaancorasensoinvestire?la formazionesuquestitemirisultasemprepiùrilevanteper comprendereleinnovazionidiprodottoediprocesso.l intero programmaèstatorivistonelsuoimpiantoperfocalizzare l attenzionesuitemipiùattuali,quellidellaredditività,del mercatodelladistribuzionemaanchedelfundingedella compliance.qualchenovitànellasquadradeidocentielo stessospiritoedimpostazionedidattica:unmixtrastudiosie operativi,tral analisielapraticaconl obiettivodicercare soluzioni,elaborarepropostechepossanoportareleimprese, ilsettoremaindefinitivalanostraeconomia,adattraversare questolungodeserto.leimpresemigliori,quellecheavranno avutoilcoraggiodiinvestire(eladeterminazioneper migliorare),arriverannoall appuntamentoconlaripresapiù fortiepronteacogliereleopportunità. Destinatari Chiall internodellebancheedelleistituzionispecializzate abbialaresponsabilitàdigovernareilbusinessinparticolare perquantoriguardagliaspettidisviluppostrategicoedi mercato. Contenuti Lamusicaèfinita? Ilmercatoprima,durante,edopolacrisi:qualilezioni. regulatoreconsumerismo:unitinellalotta? primafuildealer,poiladistribuzionediretta:versointernet? Ilruolodiagentiemediatori. Canalinuovietradizionali:concorrenzaecomplementarità. Iprodottidelcreditoalconsumo;reinventareiclassici. Creditopersonale,finalizzatoecarte:lenuovefrontiere. LenovitànellaCqSeCqp. Iprodotticomplementari:leassicurazioni. ognigiornocen èuna:lenovitànormative. Cosac èintavolaecosabolleinpentola:ilmenùeuropeo eitaliano. organizzarsiperlacompliance. Lenuoveregoledelcapitale:gliimpattisulcreditoretail. trovareildenaro(eusarlobene). Irischi:vecchienuovi. Informazioni 3giorni dal28al30ottobre2015 Quota di partecipazione IvA Coordinamento Umberto Filotto Le imprese migliori, quelle che avevano avuto il coraggio di investire, arriveranno alla ripresa più forti e pronte a cogliere le opportunità. Umberto Filotto SDA Professor di Intermediazione Finanziaria e Assicurazioni e Coordinatore del programma sdabocconi.it/creditoconsumo Questo programma fa parte di un percorso formativo (vedi pag 29-31)

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa 2 a EDIZIONE MILANO NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 In collaborazione con Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 orso

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti Alessandro Bruni CIO at Baglioni Hotels Workshop AICA: "Il Service Manager: il ruolo e il suo valore per il business" 8/ 2/2011 Il gruppo Baglioni Hotels

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. ELEVATA PATRIMONIALIZZAZIONE, LARGAMENTE

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2014 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. PROPOSTA DI DIVIDENDI CASH PER 1,2

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

EXECUTIVE MBA LA VERA IMPRESA SEI TU. www.emba.it

EXECUTIVE MBA LA VERA IMPRESA SEI TU. www.emba.it EXECUTIVE MBA LA VERA IMPRESA SEI TU www.emba.it Favorendo valori quali imprenditorialità, innovazione, merito, impegno ed eccellenza, al MIB crediamo fermamente nell importanza di aiutare le persone a

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance SALARY SURVEY 2015 Banking & Insurance Banking & Insurance Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it Banking & Insurance Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Cartella stampa 2014. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk.

Cartella stampa 2014. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk. Mangusta Risk Limited 132-134 Lots Road Chelsea, London, SW10 0RJ [UK] Tel. +44 20 7349 7013 www.mangustarisk.com Mangustarisk Italia s.r.l. Via Giulia, 4 00186, Roma (Italia) Tel. +39 06 45439400 Fax.

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge

Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge ( www.economia.unimi.it/lda/adamss ) Facoltàdi Scienze, Università degli Studi di Milano 10 febbraio 2006 Coordinatore: Davide La Torre (Professore

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012.

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. 3 Michael Page Salary Survey 2012 - Banking 4 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. Michael Page, quale leader nella ricerca e selezione

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

gli Insights dai Big Data

gli Insights dai Big Data Iscriviti ora! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM Come cogliere gli Insights dai Big Data per anticipare i bisogni Le 11 Best Practice del 2014: Credem* Feltrinelli Groupon International Hyundai Motor Company

Dettagli

PUBBLICAZIONE ANNUALE DEL RENDICONTO SULL ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI CON I RELATIVI DATI. La gestione dei reclami nell anno 2010/11

PUBBLICAZIONE ANNUALE DEL RENDICONTO SULL ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI CON I RELATIVI DATI. La gestione dei reclami nell anno 2010/11 PUBBLICAZIONE ANNUALE DEL RENDICONTO SULL ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RECLAMI CON I RELATIVI DATI La gestione dei reclami nell anno 2010/11 1 RICHIAMO ALLA ORGANIZZAZIONE INTERNA ED OBIETTIVI NELLA GESTIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 UTILE NETTO DEL 1 SEM. 2014 A QUASI 1,2 MLD, SE SI ESCLUDE L AUMENTO RETROATTIVO DELLA TASSAZIONE RELATIVA ALLA PARTECIPAZIONE

Dettagli

l Engagement del Paziente e la Brand Awareness Digitale Milano, 2 Luglio 2015

l Engagement del Paziente e la Brand Awareness Digitale Milano, 2 Luglio 2015 1 EDIZIONE Digital Pharma Confrontati con le migliori Best Practices per rafforzare l Engagement del Paziente e la Brand Awareness Digitale Milano, 2 Luglio 2015 Ascolta le aziende che stanno vivendo il

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing I servizi di Business Process Outsourcing rappresentano uno strumento sempre più diffuso per dotarsi di competenze specialistiche a supporto della

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014 INTESA SANPAOLO VINCENTE, TRA LE BANCHE EUROPEE, NON SOLO NELL ESERCIZIO DI ASSET QUALITY REVIEW E STRESS TEST MA ANCHE NELL

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LIGURIA ISTITUTO COMPRENSIVO I.C.

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LIGURIA ISTITUTO COMPRENSIVO I.C. A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. ENTRATE Voce Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019 01 Avanzo di amministrazione presunto 4.842,06 01 Non vincolato 2.574,47 02 Vincolato 2.267,59

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli