acmi news OTTOBRE 2014 FOCUS ASSICURAZIONE DEL CREDITO ACMI 40 ANNI: Da professione a passione NUOVA IMPENNATA DEI FALLIMENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "acmi news www.acmi.it OTTOBRE 2014 FOCUS ASSICURAZIONE DEL CREDITO ACMI 40 ANNI: Da professione a passione NUOVA IMPENNATA DEI FALLIMENTI"

Transcript

1 acmi news periodico dell Associazione Credit Managers Italia - Trimestrale - Anno XXXII - N. 105 OTTOBRE 2014 acmi news Poste Italiane SpA Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB Milano FOCUS ASSICURAZIONE DEL CREDITO ACMI 40 ANNI: Da professione a passione NUOVA IMPENNATA DEI FALLIMENTI TENDENZE NELLA GESTIONE DEL credito

2 Editoriale Alberto Lamberti Direttore Responsabile ACMI News Alberto Lamberti Direttore Responsabile ACMI News Riavviate più o meno celermente le attività Se dovessi commerciali riassumere ma soprattutto in una neuro- parola Una credito, delle blocchi, scelte che monitoraggio, può sensibilmente questi ricetta standard miracolosa. logiche questo di numero tutti noi di dopo ACMI la NEWS pausa estiva, sicuramente la più adeguata potrebbe es- posto sul tappeto chiedendo ad alcuni influire sono solo sull andamento alcuni temi gestionale che abbiamo del l autunno sere focus. si presenta Per i più come curiosi sempre di colmo questo di impegni termine operativi rimanderà anche la mente forie- si- messa la collaborazione in sicurezza; l apertura e la disponibilità, un pa-drcuramente di scelte alla strategiche. testata giornalistica Per le aziende e racadute argomentare che possa secondo cautelare le proprie l azienda espe- voi credito voi, è che sicuramente ringraziamo quella tantissimo della sua per che multimediale chiudono di l esercizio carattere nella fortemente canonica data che del si 31/12 occupa la magica di trattare parolina temi te sante anche che in assenza racconta di delle crisi come prassi quella e delle dalle rienze; brutte abbiamo sorprese così che statisticamen- composto un divulgativo e formativo, FOCUS appunto, quadro di riferimento molto interes- di budget carattere inizia scientifico, a diffondersi ambientale, nell etere che modalità stiamo operative cercando di seguite surfare in possono aziende e culturale, con essa tecnologico oltre al forecast e comportamentale. Ebbene se chiaramente non operano nello stesso settore, presen- delle spese creare strutturate problemi che, esistenziali se pur in significativi alcuni casi sono previste questi da i contenuti qui a fine trattati anno anche da ACMI le tano alle delle aziende unicità meno e patrimonializzate delle caratteristiche legate per contro fondamentalmente ben solide ma che al NEWS ipotesi sugli certamente investimenti un elemento del prossimo. è assolutamente Ed è proprio in comune; questa fase l approfondi- che si os- desiderino prodotto garantire e all organizzazione. sonni meno agitati Ma oppure mento. serva più Da attentamente questo numero l andamento infatti ai siamo propri azionisti. andati anche oltre: abbiamo cercheremo di puntare decisamente chiesto ai principali operatori della business è proprio information su questo di tema raccontarci che si sno-la più virtuosi informazione ancor attraverso più, condividerete, l esplorada loro il Focus visione di dell azienda questo numero 2.0 dedicato in tema di verso del credito un periodico per analizzarne che possa gli elementi fornire Ed zione quelli di di alcuni debolezza temi che caratterizzano forzatamente all Assicurazione prevenzione rimanendo del Credito. ovviamente Attraverso l attività necessitano del oltre credit che manager. di attenzione Grazie anche raccontare di interventi esperienze, a volte sofferti problemi ma mol- e sorenti differentemente ACMI che ne la fanno propria ampio credit uso &risk da al sempre le risposte in un ottica di autorevolissimi generale ben ade- sapendo che ogni business organizza vostro contributo attivo andremo a luzioni to incisivi. di Sono aspetti molteplici tecnici, gli operativi strumenti e tempo policy. cercheremo Anche in questo di capire caso quali a nostro possano avviso essere l obiettivo gli ambiti è stato che centrato. ne giustifi- comportamentali a disposizione delle che organizzazioni potranno costituire un buon punto di partenza per pa- Ci auguriamo quindi che i nuovi conte- per migliorare ragonare le la performance propria attività del cash a quella flow chino nuti possano l introduzione, costituire quali la formule miccia siano qualche le preferite interessante e quali vantaggi riflessione concreti e con- per ma degli questi altri aderenti si devono trovando, necessariamente ci auguriamo, spunti con il di mercato, miglioramento con la natura piutto- abbiano seguente portato. miglioramento, Analizzeremo invitandovi poi sul sposare dei sto prodotti che elementi venduti, di confronto. le modalità Il nostro e versante nel contempo delle compagnie a segnalare e dei la vostra broker disponibilità qualora vogliate parteci- intento è quello di condividere e mettere a fattor comune commerciale lo straordinario nonché quale pare sia attivamente il loro pensiero a questo al riguardo tipo e di l organizzazione bagaglio con il capitale di conoscenze umano a disposizione nella gestione e quali approfondimenti stimoli possano raccontando fornirci per semplicemente di valutare la vostra anche esperienza. questa impor- Non decidere del gli indispensabili credito, o meglio strumenti del business, informativi di che solo una supporto. associazione Un quadro come certamente ACMI può tante aspettiamo opportunità altro! nelle sue svariate e raccogliere. Il molto primo complesso tema di approfondimento che non può assolutamente prevedere in questo l applicazione numero è di la una pre- Buona tutta la e redazione, proficua lettura. che multiformi Buone Feste applicazioni. e Grande Serenità da affrontiamo venzione. Un argomento cardine dell attività di molti, se non tutti. Linee di Direttore responsabile ACMI Alberto Lamberti NEWS ACMINEWS- Via Marcona, Milano - Indirizzo internet: Direttore responsabile: Alberto Lamberti Comitato di redazione: Roberto Daverio, Alberto Lamberti, Sara Noggler Direzione - Redazione - Amministrazione: Via Marcona, Milano Tel Fax Editore: Acmi Services srl - Via Marcona, Milano Autorizzazione Tribunale di Milano n 278 del 14 luglio 1982 Poste Italiane SpA Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1 DCB Milano Impaginazione e stampa: ROTOSERVICE SRL Sommario acmi news 2 Il Salotto del Presidente R. Daverio Sommario 3 Gruppi settoriali M. Silvestri 2 ACMI: come Bekoji R. Daverio 4 29 Congresso Nazionale ACMI 24 Ottobre 2013 CREDIT MANAGER 2.0: 4 ACMI CAMBIARE 40 anni: PER VINCERE da E. Cioffi professione a passione G. Alloni 6 ACMI JOB: Nuove opportunità di lavoro S. Mariani 5 Gruppo BIAF 8 V.Cordaro Risolvi con G. ACMI... Lippolis sempre! A. Cotti 8 Nuova impennata 9 Focus prevenzione dei fallimenti E. Cioffi G.Romano 16 Edilizia: peggiorano drasticamente 10 Speciale i comportamenti assicurazione di pagamento del rispetto credito al 2012 Redazione Ufficio Marketing Acmi CRIBIS News D&B 19 La corsa dei default non si ferma più 15 Nuove Cerved Group, tendenze Ufficio Studi nella gestione del credito 21 Uff.Marketing Le procedure A.D.R., D&B l'approccio evoluto al contenzioso W. Gaddia 22 Master ACMI Redazione Acmi News 23 ACMI senza frontiere Redazione ACMI News 24 ACMI Turnover 1 1

3 2 VITA ASSOCIATIVA VITA ASSOCIATIVA 3 BENVENUTI in ACMI Segreteria Carissimi lettori, reduce dall organizzazione dell ultimo Congresso dove abbiamo celebrato il nostro 40 compleanno ripenso alle considerazioni che mi è capitato puntualmente di ascoltare durante la fase organizzativa dello stesso di fronte alle mie richieste, a proposito delle difficoltà che si incontrano nel quotidiano, della mancanza di innovazione e dell inadeguatezza delle istituzioni. Poi la noia mortale di sentire la lagna continua, i nuovi manager non sono più quelli di una volta ma vorrei capire una volta quando? Dieci anni fa? Venti? Quaranta? Proprio quando è stata fondata la nostra Associazione? Cambia molto circostanziare lo spazio temporale, le mie figlie nate a cinque anni di distanza tra di loro evidenziano differenze abissali, una volta riscontrabili solo nell arco di una generazione. Noia, noia, noia ed alibi, si continua ad addossare a qualcuno di vago, d indefinito, la responsabilità di una situazione che di figure decisamente colpevoli non ne ha. Per essere più chiari e meno fumosi è bene tornare alla Bekoji del titolo di questo editoriale, che non è il nome di un tempio buddista ma quello di una cittadina dell Etiopia meridionale che sforna campioni della corsa a getto continuo. Più che una cittadina, in verità, è un paesone, visto che fa appena abitanti, cioè un terzo di Pordenone, di Civitavecchia, di Ascoli Piceno, tanto per farsi un idea paragonandola a luoghi di casa nostra. Comunque sia, un posto con pochi agi e ancor meno opportunità, una sorte di slum in cui però, nonostante la situazione svantaggiata, da una ventina d anni è esplosa tra i giovani la febbre della corsa. Ragazzi con la passione e la volontà di riscatto che non si risparmiano e che sognano carriere come quelle dei campionissimi che hanno calcato i loro stessi sentieri nel bosco che confina con Bekojie che da quello sono partiti per correre e vincere sulle piste e le strade di tutto il mondo. Si ritrovano presto, la mattina, per allenarsi con grandissimo impegno e la voglia di rivalsa, emancipazione di fuga in avanti quella che noi definiremmo fame. ACMI come BEKOJI Roberto Daverio Presidente ACMI Ma c è un aspetto semplice, addirittura banale, che spiega le prestazioni dei giovani talenti di Bekoji: crescono temprando il loro fisico così come si faceva da noi una volta appunto. Quella volta : il tempo delle partite a calcio o a basket che duravano fino a sera, dei giochi fisici all oratorio o nei cortili, dello sport praticato con la passione e l ambizione di chi voleva emergere, che portava anche alle nostre Nazionali campioni di caratura mondiale. Qual è il valore di ACMI nel contesto economico finanziario? Nello scorso esercizio, i Credit Manager nostri aderenti hanno gestito un valore pari a ,00. Ma non sono le dimensioni che caratterizzano gli aderenti della nostra Assiciazione agli atleti della cittadina Africana, ma la stessa determinazione a superare e fronteggiare le difficoltà quotidiane, a non dimenticare lo spirito di chi quarant anni fa l ha fondata e la consapevolezza di poter usufruire di tutti gli strumenti a cui oggi possono avere accesso. L impegno di ACMI verso Voi aderenti è quello di potervi fornire tutti i mezzi formativi, didattici, culturali con la speranza di potervi portare a raggiungere la perfezione anche stilistica e potervela certificare. Sulla scia di questa crisi finanziaria oggi in molti parlano di credito, ed un po tutti poi provano anche a farne una professione, inquinando il mercato e spesso mischiando la competenza alla cialtroneria. Oggi abbiamo la consapevolezza dei nostri valori e presto saremo anche in grado di certificarli, dobbiamo assolutamente differenziarci da chi non ha l ambizione di raggiungere la perfezione. A tutti gli altri lasceremo la consapevolezza che saranno destinati a fare i comprimari e ad accontentarsi di gareggiare per essere i primi dei bianchi e a guardare le terga dei prossimi nostri Kenenisa Bekele o Tirunnesh Dibaba. Questo perché solo ACMI dal 1974 è CREDIT MANAGEMENT e ve lo CERTIFICHEREMO. BENETELLO BARBARA ALIBEN SRL AFFILIATO ABATI ALESSANDRO IDROEXPERT SPA AFFILIATO ANCARANI GLORIA NEW LINE AFFILIATO BADAGNANI GIANLUCA VALCOLATTE SRL AFFILIATO BORTOLAMI CINZIA BIOS LINE SPA AFFILIATO CAPONE GIOVANNI PLUVITEC SPA AFFILIATO CASSOTTI MARILENA MAKHTESHIM AGAN ITALIA SRL AFFILIATO FABBRI ROBERTO DULCA SRL AFFILIATO FATTORINI ANDREW HUGH THOMAS LINPAC PACKAGING VERONA SRL AFFILIATO GARGIULO GIANCARLO ENEL AFFILIATO GENISE EUGENIO WE ITALIA SRL AFFILIATO GIACON ANDREA BAIER&MICHELS SRL AFFILIATO GORLA CLAUDIA STOCK SRL AFFILIATO LAMAGNA DANIELA STOCK SRL AFFILIATO MANTEGAZZA PAOLO PRIMO AFFILIATO MOROSOLI MONICA MAG DATA SPA AFFILIATO PACE SERAFINA STOCK SRL AFFILIATO PAGLIARANI ANDREA BEGHELLI SERVIZI SRL AFFILIATO PIANCA ALESSANDRO MARCHIOL SPA AFFILIATO ROMA ELVIRA EDILTECO SPA AFFILIATO SCARPONI KATIA KRATOS SPA AFFILIATO SCHIAVINI ANNA LINPAC PACKAGING VERONA SRL AFFILIATO CURCI VALENTINA CREDITECH SPA ASSOCIATO FELICIOTTI LUDOVICA ACCENTURE SPA ASSOCIATO SCIONTI GAETANO SCIONTI LAW FIRM ASSOCIATO ALFIERI GIULIO DADO SPA SOCIO BEVINI LUCA ILPA SRL SOCIO BORGHI ERMANNO BAUSCH & LOMB IOM SPA SOCIO BORTOLAI ANDREA CEFLA S.C. SOCIO CORLAZZOLI MONICA XELLA ITALIA SRL SOCIO CRAVERO SERENA COMMERCIALE TUBI ACCIAIO SPA SOCIO CULIN PAOLA A.B.M. ITALIA SPA SOCIO DE FINIS MONICA SOCIO FAVARETTO ALESSANDRO ECORNATURASI SPA SOCIO FERRO EMNAUELA PLUVITEC SPA SOCIO FRANCESCHI MAURO BETON VENETA SRL SOCIO FROLDI PAOLA MAG DATA SPA SOCIO GARGANO SALVATORE MARR SPA SOCIO GIRASOLI DANILO BETOROSSI SPA SOCIO GORI LUCA ROBERTO CAVALLI SPA SOCIO LAZZARI FABRIZIO VIBAC SPA SOCIO LIGNINI VALENTINA ARCESE TRASPORTI SPA SOCIO MAGRI RICCARDO LUIGI GERRI SPA SOCIO MARTINELLI ROBERTO INDUSTRIE CERAMICHE PIEMME SPA SOCIO NEGRIN FRANCA IDROEXPERT SPA SOCIO PAIVI MIKKOLA VALDO SPUMANTI SRL SOCIO PARISOTTO DIEGO COMACCHIO SRL SOCIO PIRANI ANTONIO ILLUMIA SPA SOCIO PONTI ROBERTO BENTELER DISTRIBUZIONE ITALIA SPA SOCIO PRESSATO SABINA EUROFOOD SPA SOCIO REBECCHI LETIZIA USCO SPA SOCIO SANTAGATA LUCIANO ARAV FASHION SPA SOCIO SCHIAVONE MAURO COTY ITALIA SPA SOCIO SPLENDIANI MASSIMO METALLURGICA ABRUZZESE SPA SOCIO TOGNI VALERIO INFIA SRL SOCIO VIGNOLI LICIA COIND TRADING SRL SOCIO VIOLI LEO GRUPPO HERA SPA SOCIO Benvenuti in ACMI

4 4 VITA ASSOCIATIVA VITA Associativa 5 ACMI 40 ANNI DA professione a passione Prima giornata Agreste del gruppo Biaf 7 luglio 2014 cascina Guzzafame Non è perché le cose son difficili che non osiamo, è perché non osiamo che sono difficili A cura di V.Cordaro P.Landini Giovanna Alloni Nel 1973 alcuni colleghi tutti dirigenti appartenenti ad aziende del settore chimico hanno cominciato a riunirsi con lo scopo di creare anche in Italia qualcosa di simile a quanto già esistente negli USA e in alcuni Stati Europei. Dopo parecchi incontri e molte discussioni, finalmente nel 1974 nasce ACMI acronimo di Associazione Credit Managers Italia, un associazione di persone diventate attori di un progetto nascente e portatori di esperienze da condividere nel comune interesse Questo è l inizio della storia che racconto nel libro scritto per celebrare questo anniversario, 40 anni di ACMI. Per raccontarla ho pensato alla struttura del libro a cosa mi sarebbe piaciuto trovarci e il mio pensiero è andato a Franco Vittorio Pavesi, uno dei padri fondatori di Acmi. L ho intervistato e dopo di lui ho incontrato e conversato con i Presidenti che si sono succeduti alla guida dell associazione insieme ai Segretari Generali, i coordinatori e altri colleghi. E stato impegnativo rintracciare queste persone, coordinare i loro ricordi, raccontare il loro vissuto, gli aneddoti ma soprattutto evidenziare cosa ha caratterizzato il loro percorso all interno all associazione ovvero le emozioni. Il sentimento che li accomuna è la PASSIONE, (da qui il titolo del libro) perché la PROFESSIONE, il mestiere, lo impari dagli studi dall esperienza, ma è la passione, il vero motore della vita, che ti fa raggiungere e conquistare le mete. Questo è emerso dalle interviste, e questo mi auguro di essere riuscita a trasmettere a chi dedicherà un po di tempo nella lettura di questo testo. Ma mentre i nostri Credit Manager, i professionisti del credito vivevano questi quarant anni che hanno visto il boom, il credit crunch, la crisi, cosa capitava in Italia e nel resto del mondo? Nel libro troverete anche una breve rassegna dei fatti accaduti comprendente notizie varie che spaziano da informazioni riguardanti la politica, l economia, lo sport, le notizie curiose e di cronaca e naturalmente alcuni avvenimenti che hanno fatto la storia. E ancora, tra i colleghi sentiti solo Daniele Franciosi aveva conservato copie di articoli pubblicati su giornali specializzati durante la sua presidenza. Troppo poco, ma una fonte preziosa di informazioni l ho trovata nelle pagine del nostro organ-house. In Associazione esiste una copia storica di tutti gli ACMI NEWS pubblicati dal mitico numero 1 stampato il primo ottobre 1982 solo in bianco e nero, poi le prime copie a colori con tanti articoli e fotografie e via via fino ad arrivare al giornale di oggi. Leggerli è stato bellissimo, selezionarli una impresa. Dopo la scelta fatta mi sono ritrovata con un numero di fotocopie elevatissimo, tutto mi sembrava interessante da pubblicare. Impensabile farlo! Ho chiesto aiuto, grazie Alberto Cotti, e abbiamo finalmente deciso cosa pubblicare, per ragioni di spazio ovviamente solo degli stralci e scelto le fotografie tra quelle conservate e relative ai Congressi del 1998 e dal 2008 in poi. Un ultimo pensiero, mi è piaciuta subito l idea di celebrare i 40 anni di ACMI con un libro che ne racconti la storia e quando Roberto Daverio ha chiesto a me di farlo, a proposito di emozioni, vi racconto come mi sono sentita. Nell ordine: stupita per 10 secondi, spaventata per 30, e entusiasmata per tutto il resto del tempo impiegato nella realizzazione. GRUPPO BIAF : Coordinatori Viviana Cordaro e Giulio Lippolis - Dall inizio dell anno il nostro Gruppo ha cercato di creare a stimolare l attività e presenza dei suoi componenti, essendo un gruppo molto variegato e composito. Abbiamo fatto per esempio una riunione mettendo a confronto per la prima volta due competitors in ambito d informazioni commerciali, abbiamo organizzato un evento Ludico in Cascina ( di seguito ulteriori dettagli) e aspettatevi anche qualche ulteriore novità per fine anno, quindi cari membri BIAF partecipate e contribuite a fare del nostro gruppo uno dei più attivi di ACMI; le nostre differenze e ambiti diversi sono anche la nostra forza di condividere esperienze in settori lontani.. ma unite dalla Voglia di fare del Credito uno strumento innovativo e al servizio delle nostre aziende.

5 6 VITA ASSOCIATIVA I partecipanti di questa giornata sono stati accolti con torte appena sfornate, spremute, e latte delle mucche presenti in cascina e caffè fumante. Il relatore di questa splendida giornata,è stato Filippo Pellegrini, lo scopo di questa giornata, e del corso, organizzati per gli aderenti del gruppo BIAF era quello di aiutare i presenti a: Misurarsi con i propri limiti per superarli attingendo a risorse dormienti Scoprire la propria Creatività Imparare a dare Fiducia La giornata si è svolta totalmente all aperto, la formazione sotto ad alberi secolari in un ambiente rilassato ed agreste ha sicuramente ben disposto i presenti agli esercizi proposti. Filippo ha iniziato dividendo il gruppo in coppie, le stesse non dovevano conoscersi, ha fatto questo per mettere alla prova la fiducia delle persone, ci ha parlato delle aspettative che tutti noi possiamo avere e che se il mondo non risponde a queste dobbiamo osare, dobbiamo avere la possibilità di scegliere e di osare per poter cambiare in modo consapevole. Ci ha spiegato come trovare il modo di cambiare per migliorare la nostra vita, dobbiamo farlo, mettendo al centro del nostro mondo noi stessi e farlo sia nel mondo del lavoro sia nella vita privata, siamo noi il centro del mondo, dobbiamo fare quello che è importante per noi. La giornata si è svolta tutta in interazione tra Filippo ed i partecipanti, che ha dato dei consigli e indicazioni su come mettere noi al centro, imparando a ragionare fuori dagli schemi, con creatività, dinamismo, fiducia. Alle conclusa la parte formativa, abbiamo pranzato insieme,con le prelibatezze biologiche che la cascina offre riuscendo ad approfondire la nostra conoscenza, perché abbiamo avuto modo di chiacchierare e di scambiarci idee e opinioni in un ambiente completamente diverso da quelli dove passiamo tutti i giorni per il nostro lavoro, il fatto di essere in un posto rilassante e rasserenante ci ha sicuramente permesso di confrontarci abbassando un po le barriere che la vita ed il lavoro ci impongono. Contiamo di poter ripetere, la prossima estate un altra giornata come questa, magari prolungandola, come per altro richiesto dai partecipanti dello scorso 7 luglio 2014, anche a una parte del pomeriggio inserendo altre attività ludiche, sì perché lo scopo della giornata era e sarà questo, passare insieme una giornata in totale serenità e allegria per conoscerci sempre di più e per fare del BIAF una vera squadra vincente e unita. Quando alle sono terminati i lavori, nessuno aveva voglia di andare a casa, e di ritornare alla realtà di tutti i giorni.

6 8 Contributi Tecnici Contributi Tecnici 9 Nuova impennata dei fallimenti nel secondo trimestre I fallimenti verso un nuovo record nel 2014; in calo liquidazioni e concordati preventivi A cura di Guido Romano I dati Cerved relativi alle chiusure di impresa nel secondo trimestre 2014 registrano un nuovo e forte aumento dei fallimenti, mentre risultano in calo le liquidazioni di imprese in bonis e le procedure concorsuali non fallimentari, che scontano l effetto delle modifiche legislative ai concordati in bianco introdotte a Settembre In totale nei primi sei mesi del 2014 si registrano 42mila imprese uscite dal mercato, il 6,9% in meno rispetto al 2013: è il primo calo che si registra dal primo semestre La diminuzione non coinvolge tutti i settori: sale il numero di procedure aperte nei primi sei mesi del 2014 nelle costruzioni (+4,4% rispetto allo stesso periodo del 2013), mentre diminuisce a doppia cifra il numero di procedure non fallimentari nell industria (-22,1%) e nei servizi (-12%). Dal punto di vista geografico, la discesa riguarda tutto il paese, con tassi a doppia cifra nel Nord Est (-20%) e nel Mezzogiorno (-15,7%); meno accentuato invece il calo nel Nord Ovest (-8,6%) e nel Centro (-4,3%). Con le oltre 4 mila procedure aperte tra Aprile e Giugno, il numero dei fallimenti torna a crescere a doppia cifra (+14,3% rispetto al secondo trimestre del 2013) dopo il rallentamento osservato nei primi tre mesi dell anno. In totale il numero di procedure fallimentari aperte nei primi sei mesi del 2014 supera quota 8mila, in aumento del 10,5% rispetto al primo semestre dello scorso anno e record assoluto per i primi sei mesi dell anno dal L aumento ha coinvolto tutte i settori e le aree geografiche. Accelera la crescita dei fallimenti nei servizi, che crescono del 15,7% (nella prima parte del 2013 la crescita era del 14,5%), mentre rallentano, pur continuando a crescere, le procedure fallimentari nelle imprese edili (+8,2%, nel ,8%) e nella manifattura (+4,5%, nel ,5%). A livello geografico i fallimenti crescono a doppia cifra in tutte le aree della Penisola, ad eccezione del Nord Est, in cui l aumento si ferma al 5,5%: nel Mezzogiorno la crescita maggiore (+14%), mentre nel Nord Ovest e nel Centro i fallimenti aumentano rispettivamente del 10,7% e del 10,4%. La possibilità per il Tribunale di nominare un commissario giudiziale che monitori la condotta dell impresa ha fortemente diminuito le domande di concordato in bianco: nel secondo trimestre del 2014 si contano 665 domande di pre-concordato, il 52,2% in meno rispetto allo stesso periodo del 2013 e livello più basso da fine Il minore utilizzo del pre-concordato ha contribuito al calo delle procedure non fallimentari: secondo gli archivi di Cerved, nei primi sei mesi del 2014 si registrano più di 1,4 mila procedure aperte, il 12% in meno rispetto al In calo sia i concordati preventivi, in discesa del 12,3% rispetto al primo semestre 2013 ma comunque sopra quota mille, sia le altre procedure (-11,1%). Si stima che circa 16mila imprenditori abbiano avviato le procedure di liquidazione tra Aprile e Giugno 2014, il 3,3% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Calo che segna un inversione di tendenza a livello semestrale dopo un lungo periodo di aumento del fenomeno: le imprese liquidate nei primi sei mesi del 2014 sono state circa 32,5 mila, -10,3% rispetto al La riduzione riguarda tutti i tipi di società, anche quelle dormienti, ossia le aziende che non hanno depositato alcun bilancio nei tre anni precedenti alla procedura, le cui liquidazioni nei primi sei mesi del 2014 scendono del 2,2% rispetto allo stesso periodo del Tra le vere società di capitale, in cui le liquidazioni scendono del 14,1%, il calo interessa tutti i settori economici e le aree della Penisola. In particolare scende a doppia cifra il numero di imprese liquidate nel primo semestre del 2014 nell industria (-18,8% rispetto ai primi sei mesi del 2013) e nei servizi (-13,9%), mentre per le costruzioni il calo è del 7,8%. A livello geografico la riduzione riguarda tutte le aree del Paese: scende del 22,4% rispetto al primo semestre del 2013 il numero di liquidazioni tra le imprese del Centro, del 14,2% tra quelle del Nord Est, del 10,3% tra quelle del Mezzogiorno e delle Isole e del 10,1% tra quelle del Nord Ovest.

7 10 Focus Assicurazione Focus Assicurazione 11 Speciale Assicurazione del Credito: la parola ai CREDIT MANAGER Maurizio Arcani Rossano Brunelli Simona Periboni Vinicio Zanin Giuseppe Lunghi Che l Assicurazione del Credito sia uno strumento efficace, valido, performante nella gestione di numerosissime organizzazioni, è un dato di fatto. Al contrario, che non abbia la stessa buona rispondenza in tutti i settori merceologici e per tutti i canali di clientela, è altrettanto vero. Ogni mercato ha specificità che richiedono attenzioni particolari, formule specifiche spesso personalizzate anche sulla singola posizione debitoria. Leggendo le risposte a 5 quesiti posti dalla redazione a cinque aderenti ACMI, che ringraziamo tantissimo insieme alle importanti aziende di appartenenza per la disponibilità ed apertura dimostrata, cercheremo di comprendere le motivazioni che possano portare l introduzione di questi strumenti di riduzione del rischio e quali siano i vantaggi maturati sul campo. Attraverso la voce di Maurizio Arcaini, Credit Manager Divisione Commerciale Italia di Whirpool Europe EMEA, Rossano Brunelli, Credit Manager del Gruppo Zegna, Simona Periboni, Gestione Credito di Casa Vinicola Zonin e Vinicio Zanin, Group Credit Manager di Canali sicuramente avrete modo di verificare come in diversi settori le diverse formule assicurative possano dare estremi benefici. Per avere anche una visione esterna di chi al momento non sta utilizzando questo strumento di gestione del credito abbiamo chiesto il contributo di Giuseppe Lunghi, Credit Manager di Artsana. 1) Da quanto tempo utilizzate lo strumento dell Assicurazione del Credito e quali sono state le motivazioni che hanno indotto la vostra Azienda ad adottarlo? Maurizio Arcaini - Nel rispondere alla domanda, parto dalle motivazioni.... penso che tutte le grandi aziende, evolute nel Credit Mamagement, hanno sviluppato in maniera ancora maggiore le loro capacita di analisi preventiva del proprio risk assessment implementando al loro interno nuove attività e nuovi tools in sinergia con partners esterni come ad esempio, società di assicurazioni, istituti di credito relativamente alle cartolarizzazione dei crediti e di informazioni finanziarie/commerciali per crearsi degli scoring più chiari e veloci da analizzare. L assicurazione del credito commerciale, riveste un importanza strategica. Whirlpool si avvale di partner assicurativi a partire dal Rossano Brunelli - Utilizzo l assicurazione da sette anni, cioè gli anni che sono nel gruppo Zegna, che come Credit Policy aziendale utilizza la copertura assicurativa da oltre 15 anni. Simona Periboni - Casa Vinicola Zonin già da diversi anni operava con l assicurazione del credito per il mercato estero. Ad inizio 2010 si è deciso di estendere la copertura assicurativa anche al mercato Italia in quanto già si intravedeva la crisi economica che avrebbe creato problemi di insolvenze soprattutto nel mercato moderno dove l esposizione era maggiore e quindi piu rischiosa. Vinicio Zanin - Utilizziamo lo strumento dell Assicurazione del credito da oltre dieci anni e operando in oltre 85 Paesi è stata proprio la molteplicità delle realtà che ci hanno indotto a fare questa scelta. Infatti, oltre alla copertura del rischio, concepiamo il servizio anche come un ufficio affidamenti esterno, un organizzazione che può contare su una serie d informazioni difficilmente reperibili, uno strumento che permette di meglio comprendere il posizionamento del cliente nel mercato finanziario locale. A questo aspetto, dobbiamo poi aggiungere il servizio giudiziale per il recupero del credito, in caso di copertura parziale. La struttura capillare per ogni singolo paese dell Assicuratore ci permette di delegare l operatività del recupero con costi a volte molto competitivi. Si pensi ad esempio agli elevati costi degli studi legali americani. Giuseppe Lunghi - Più di una volta abbiamo lungamente riflettuto in Azienda sull opportunità di assicurare i nostri crediti, ma siamo sempre arrivati alla conclusione che per la nostra realtà, fatta di una numerica elevata di clienti molto eterogenei ma mediamente affidabili e ben conosciuti, non ne valesse la pena. Infatti, sono fermamente convinto che l Assicurazione debba coprire rischi che il contraente non è in grado di prevedere. Essendo la nostra un Azienda presente capillarmente sul mercato da mezzo secolo, coadiuvata da una forza vendita sensibile al rischio insolvenza dei clienti, non ha motivo per sostenere i costi, anche organizzativi, di un assicurazione credito. 2) Di quale tipologia di Assicurazione del Credito vi avvalete, ed in base alla Vostra esperienza, quale vi sentireste di suggerire e perché? Maurizio Arcaini - Nel ns. percorso di lavoro con i ns. partners assicurativi, abbiamo sviluppato ed affinato negli anni una polizza assicurativa che calza in maniera perfetta con il ns. business.oggi l assicurazione del credito commerciale riveste un importanza strategica, noi i ci avvaliamo di due polizze assicurative, precisamente: Polizza primaria Excess of Loss Mista + una Top Up che ci permette di raggiungere un grado ci copertura corretto per garantire un sano portafoglio clienti all azienda.e sicuramente un elemento di certezza dei propri flussi finanziari. Per la fluidicità di gestione operativa e non, sicuramente la polizza Excess of Loss mista, offre vantaggi indiscutibili. Conseguenza, mi sento di consigliare questo tipo di polizza, sempre che la propria azienda abbia un credito evoluto nella gestione dei propri processi. altro plus l importanza di potersi confrontare costantemente con dei partners affidabili e professionali per indirizzare in maniera sana il proprio business. Rossano Brunelli - Abbiamo optato per la soluzione classica, chiediamo quindi un limito di fido assicurativo per ogni singolo cliente con la possibilità di avere comunque a contratto delle esclusioni. Rispetto alla mia esperienza lavorativa precedente, ove non avevo copertura assicurativa, la differenza è veramente sostanziale per noi Credit Manager. Di certo il nostro lavoro è facilitato, sia in fase di prevenzione avendo un parametro di valutazione oggettivo di notevole aiuto e ovviamente in fase di recupero, potendo disporre di un paracadute in caso di incaglio grave del cliente. Simona Periboni - Ci avvaliamo della classica copertura assicurativa sul credito che consiste nella richiesta di affidamento puntuale oppure attraverso la concessione i autonomia di una latitudine. Stiamo attualmente lavorando con la Compagnia per ottenere un prodotto TAILOR MADE.: ampliando la base di copertura in latitudine abbassandone il valore puntuale oltre che andando a negoziare i singoli fidi concessi in base alle esperienze pregresse di CVZ. Vinicio Zanin - Ci avvaliamo di una polizza contro i rischi del credito commerciale all esportazione a copertura globale con l esclusione di alcuni Paesi che gestiamo direttamente. Si tratta di un contratto tra i più comuni, ma a nostro avviso molto performante. Abbiamo analizzato anche altre forme più innovative, come ad esempio la cosiddetta Polizza Excess of Loss (Eccesso di Perdita) ma la sua propensione a proteggere dal rischio di perdite eccezionali faceva venire meno quegli aspetti di conoscenza del merito creditizio del singolo cliente. Giuseppe Lunghi - Ribadendo che non ci avvaliamo dell assicurazione credito, personalmente trovo molto interesse per la formula excess of loss, proprio perché a mio avviso è la più adatta a coprire i rischi imprevedibili, non sul singolo cliente ma sull andamento del mercato. Ha inoltre il vantaggio, per quanto mi è parso in quanto comunque non ne ho un esperienze diretta, di costituire una gestione meno impegnativa per l assicurato.

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Manuale del Credit Manager canali consumi fuori casa

Manuale del Credit Manager canali consumi fuori casa Sommario Presentazione Note di lettura OBIETTIVI E MODELLI DI GESTIONE Resistenza e possibilità del cambiamento Premessa Paradigma: la natura dell impresa Sistema informativo e sistema informatico Caccia

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012

Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012 Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012 A tutte le Strutture Filctem-Flaei-Uilcem Lor o Sedi Oggetto: Protocollo di Relazioni Industriali ENEL Nel pomeriggio del 17 luglio, in un incontro che, oltre le Segreterie

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Centrale Rischi Banca d Italia: dal suo monitoraggio alla gestione attiva dell andamentale

Centrale Rischi Banca d Italia: dal suo monitoraggio alla gestione attiva dell andamentale Centrale Rischi Banca d Italia: dal suo monitoraggio alla gestione attiva dell andamentale di Luca Martini e Valerio Vimercati (*) In un contesto dove l accesso al credito da parte delle imprese risulta

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2)

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) Istanza di fallimento e procedimento di concordato preventivo in bianco Dott. Francesco Pedoja Presidente del Tribunale di Pordenone Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) 1- La L. n.134/2012

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO

COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO COME CERCARE CLIENTI E VENDERE MEGLIO ALL ESTERO Tutte le aziende ed attività economiche hanno bisogno di nuovi clienti, sia per sviluppare il proprio business sia per integrare tutti quei clienti, che

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli