Rassegna Web del

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna Web del 31.07.2014"

Transcript

1 Rassegna Web del POLITICA E ISTITUZIONI... 3 BUBBICO ( INTERNI) SU AUTORIZZAZIONI SALE GIOCHI : ESCLUSA QUALSIASI SOVRAPPOSIZIONE TRA POTERI AL QUESTORE CIRCA IL RILASCIO DELLA LICENZA DI PUBBLICA SICUREZZA E L ENTE LOCALE... 3 LUDOPATIE: GRUPPO INTERPARLAMENTARE SUI GIOCHI. ALLEANZA TRA SOCIETÀ CIVILE E POLITICA PER SUPERARE L EMERGENZA... 3 CAMERA: ADOTTARE INIZIATIVE PER OSCURARE SITI DI ASTE ONLINE CONSIDERATI GIOCO D AZZARDO. MINISTRO GUIDI, QUESTIONE RIMANDATA ALL ATTIVITÀ DI ALTRE AMMINISTRAZIONI... 3 LOMBARDIA. REGOLAMENTO ACCESSO ALLE AREE DI GIOCO: ESERCENTI PREPOSTI AL CONTROLLO DEI GIOCATORI.. 4 MERCATO... 4 I CASINÒ ITALIANI SCACCIANO LA CRISI APRENDO AI CINESI... 4 GIOCHI, CALANO GLI INTROITI DI IGT NEL TERZO TRIMESTRE, MA CRESCONO I PROFITTI... 5 PLAY N GO FA IL SUO INGRESSO IN ITALIA CON MICROGAME... 5 NEWSLOT E VLT... 6 AL VIA LA WIN-TAX SULLE VLT. TASSANDO ANCHE LE VINCITE DELLE VIDEOLOTTERY LO STATO NEL 2014 INCASSERÀ 320 MILIONI DI EURO... 6 NEWSLOT CON SCHEDA INSERITA IN CONTENITORE NON FISSATO. AAMS SANZIONA, GIUDICE ANNULLA... 6 IMPERIA, ORDINANZA DEL SINDACO: "APPARECCHI DA GIOCO ACCESI DALLE 10 ALLE 23"... 7 SCOMMESSE, POKER E ONLINE... 7 GIOCO ONLINE: VANNO ALL ERARIO I SALDI DEI CONTI DORMIENTI. AGENZIA DELLE ENTRATE ISTITUISCE CODICE TRIBUTO AD HOC... 7 SCOMMESSE, CONSIGLIO DI STATO: LEGITTIMO AGGREDIRE LA CAUZIONE DEL CONCESSIONARIO CHE NON VERSA TEMPESTIVAMENTE LE IMPOSTE... 7 VLT, INSPIRED: ARRIVANO ANCHE IN ITALIA I GIOCHI 'TEMPLE OF TREASURE' E 'HOT FRUIT SPINNER'... 8 CRONACA... 8 PONZELLINI A RISCHIO PROCESSO... 8 ACOGI. GIOCO MA NON AZZARDO: CON UNA NUOVA RICERCA LA PAROLA AGLI ADULTI... 8 OPINIONI E COMMENTI... 9 LOMBARDIA. FABIO ROLFI: COMUNE IPOCRITA E IMBARAZZANTE SU GIOCO D AZZARDO, LE PUBBLICITÀ VENGANO RIMOSSE E ANNUNCIA INTERROGAZIONE IN CONSIGLIO REGIONALE... 9 MONDO... 9 ZITRO PUNTA AL SUDAFRICA... 9 SPAGNA: APPROVATI I REGOLAMENTI PER IL BETTING EXCHANGE E LE SLOT ONLINE... 9 SPAGNA: SLOT ONLINE AL VIA. PER GLI OPERATORI TERRESTRI PERSA LA PIÙ IMPORTANTE BATTAGLIA DEGLI ULTIMI ANNI A CURA DELL UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE DI GAMENET S.P.A.

2 Rassegna WEB di giovedì 31 luglio 2014 Pag. 2

3 POLITICA E ISTITUZIONI BUBBICO ( INTERNI) SU AUTORIZZAZIONI SALE GIOCHI : ESCLUSA QUALSIASI SOVRAPPOSIZIONE TRA POTERI AL QUESTORE CIRCA IL RILASCIO DELLA LICENZA DI PUBBLICA SICUREZZA E L ENTE LOCALE (JAMMA 31/07/2014) La questione segnalata relativa al rilascio delle autorizzazioni per gli esercizi commerciali dedicati al gioco con apparecchi videolottery è seguita con attenzione da questa Amministrazione per l evidente impatto sociale che tali attività ludiche hanno su diversi strati della popolazione. Al riguardo, si precisa che gli esercizi dedicati al gioco con Videolottery non sono considerate sale pubbliche da gioco, ma sono riconducibili per la disciplina autorizzatoria, agli articoli 86 e 88 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza secondo quanto stabilito dalla legge n. 73 del 2010, e, pertanto, il provvedimento rientra nelle specifiche attribuzioni del questore. Ciò premesso, pur in assenza di alcuna potestà autorizzatoria in capo al sindaco sulla specifica materia, alcune amministrazioni comunali hanno introdotto nei propri regolamenti limiti all apertura degli esercizi pubblici in parola, ritenendo che l introduzione di prescrizioni di carattere tecnico finalizzate al contrasto della ludopatia dovesse essere d impedimento al rilascio del titolo autorizzatorio di polizia previsto dal Testo unico. Così il Viceministro dell interno, Filippo Bubbico, rispondendo alla Camera all interrogazione degli on. Grimoldi e Invernizzi, sull eventualità di assumere iniziative dirette a modificare la normativa relativa al rilascio delle licenze per sale slot VLT in modo tale da permettere ai sindaci di esprimere parere preventivo e vincolante per l apertura di nuove sale e di regolamentarle in particolar modo per quanto attiene la vicinanza a luoghi sensibili e gli orari di apertura. Bubbico ha poi spiegato ancora che della delicata materia si è interessata anche la Corte costituzionale che ha precisato gli ambiti applicativi: agli enti locali è riconosciuta una competenza regolamentare riguardo alle conseguenze sociali dell offerta di giochi su fasce di consumatori psicologicamente più deboli; le disposizioni comunali, inoltre, non incidono direttamente sulla individuazione ed installazione dei giochi leciti, ma su fattori quali la prossimità a determinati luoghi e la pubblicità. In altri termini, secondo la Consulta, deve ritenersi esclusa qualsiasi sovrapposizione tra le attribuzioni conferite dalla legge al questore circa il rilascio della licenza di pubblica sicurezza e l ente locale cui la Corte riconosce una diversa autonoma competenza, che si esaurisce nella disciplina e nell organizzazione dello svolgimento delle funzioni amministrative. Ai comuni, pertanto, rimane comunque riservata la più ampia facoltà di adottare autonomamente ogni misura volta a regolamentare le conseguenze sociali dell offerta dei giochi leciti ha poi concluso. LUDOPATIE: GRUPPO INTERPARLAMENTARE SUI GIOCHI. ALLEANZA TRA SOCIETÀ CIVILE E POLITICA PER SUPERARE L EMERGENZA (AGIMEG - 31/07/2014) Alla Camera si è tenuto un incontro tra i rappresentanti della campagna Mettiamoci in Gioco e i componenti del Gruppo Interparlamentare contro il gioco d azzardo. Principali argomenti di discussione sono stati l articolo 14 della Delega Fiscale che prevede un riordino completo della disciplina dei giochi in Italia, e il ddl a firma della Binetti contro il Gioco d Azzardo Patologico (GAP) licenziato a fine giugno dalla Commissione Affari Sociali e in attesa di approdare in Aula una volta terminato l iter con i pareri delle commissioni. I parlamentari che hanno partecipato all incontro definiscono la situazione del GAP a carattere emergenziale si dovrebbe pertanto procedere a un improvvisa accelerazione dei percorsi legislativi, superando le attuali perplessità del sottosegretario con delega ai giochi, Legnini, alle prese con una materia impervia e con un disciplinare complicato, oltre che con le priorità del Governo. Una solida alleanza tra società civile e politica è di fatto l obiettivo primario predisposto dai partecipanti all incontro. rg/agimeg CAMERA: ADOTTARE INIZIATIVE PER OSCURARE SITI DI ASTE ONLINE CONSIDERATI GIOCO D AZZARDO. MINISTRO GUIDI, QUESTIONE RIMANDATA ALL ATTIVITÀ DI ALTRE AMMINISTRAZIONI (AGIMEG - 31/07/2014) Nell interrogazione si sottolinea la crescente tendenza, nel nostro Paese, all utilizzo del sito di aste on line MadBid.com lamentando che le regole di informazione relative Rassegna WEB di giovedì 31 luglio 2014 Pag. 3

4 all effettivo prezzo dei beni venduti e di gestione delle modalità e dei tempi delle aste, necessiterebbero di un intervento normativo finalizzato alla regolazione del corretto svolgimento delle stesse. Nella fattispecie, le modalità di rilancio e la possibilità, prevista dal regolamento che deve essere sottoscritto dai partecipanti, di modificare i tempi di esecuzione dell asta senza comunicazione agli utenti registrati, configurerebbero tali aste, ad avviso dell interrogante, come veri e propri giochi di azzardo, che implicherebbero, dunque, la chiusura del sito. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico Federica Guidi, rispondendo alla Camera a un interrogazione sul pericolo delle aste online in Italia e sulla richiesta da parte degli interroganti di adottare iniziative per accertare se vi siano i presupposti per considerare tali aste come un vero e proprio gioco d azzardo e, di conseguenza, ipotizzare la chiusura dei siti web che le offrono. Ciò premesso continua il Ministro si fa presente che la verifica della rispondenza delle modalità di funzionamento di tali siti alla normativa italiana e dell opportunità, da parte delle istituzioni italiane di oscurarli in caso di eventuale configurazione di gioco d azzardo non autorizzato, non rientrando nelle competenze del Ministero dello sviluppo economico, è rimandata all attività di altre amministrazioni da cui possono essere acquisiti gli opportuni approfondimenti. im/agimeg LOMBARDIA. REGOLAMENTO ACCESSO ALLE AREE DI GIOCO: ESERCENTI PREPOSTI AL CONTROLLO DEI GIOCATORI (JAMMA 31/07/2014) Aree destinate alle slot delimitate da nastri, obbligo di presentazione della carta di identità per accedere alle slot e somministrazione ai giocatori di test per valutare il loro rapporto con il gioco. Si parla anche di questo nel testo del regolamento finalizzato all introduzione di un sistema di regolazione per l accesso alle aree dedicate all installazione di apparecchi per il gioco d azzardo lecito ed ai locali destinati a sala da gioco d azzardo lecito su cui sta lavorando la Direzione Commercio Turismo e Terziario della Regione Lombardia. Da alcune settimane i membri del Gruppo di Lavoro Interdirezionale per l attuazione della disciplina regionale sulla prevenzione ed il trattamento del gioco d azzardo patologico, previsto dalla legge regionale, stanno lavorando su proposte che vanno ad integrare il testo del provvedimento che il 1 agosto prossimo verrà discusso in giunta. Tra le questioni più dibattute e su cui i membri del Gruppo di Lavoro hanno formulato suggerimenti c è la modalità di delimitazione delle aree di gioco e l introduzione dell obbligo da parte del giocatore di mostrare la carta di identità per poter accedere agli apparecchi di gioco. Si tratta di due obblighi la cui osservanza richiede inevitabilmente il coinvolgimento dell esercente anche se non è ben chiaro come potrebbe essere messo nelle condizioni di farlo. Il regolamento di accesso è rivolto a due tipologie di esercizi, cioè sia ai locali dedicati all esercizio del gioco d azzardo lecito in cui vengono installati gli apparecchi da gioco, sia agli esercizi con attività prevalente, quali ad esempio bar, tabaccherie, che possiedano più di tre macchine da gioco, dalle quattro apparecchiature in su. MERCATO I CASINÒ ITALIANI SCACCIANO LA CRISI APRENDO AI CINESI (JAMMA 31/07/2014) Il Casinò ha fatto da battistrada con encomiabile lungimiranza, aprendosi al mercato dei giocatori cinesi che oggi costituiscono un punto di forza dell azienda; ma soprattutto ha saputo porsi come il punto di riferimento che ne ha fatto un interlocutore prezioso, un fidato partner. E quanto ha dichiarato Marita Piccaluga, sindaco di Campione d Italia presentando l alleanza strategica sottoscritta con lo Shanxi. L amministratore delegato della casa da gioco campionese, Carlo Pagan, è entusiasta del risultato: Il Casinò è sempre più internazionale e la sua politica di marketing lo dimostra concretamente. In una fase come questa, di flessione di mercato, è evidente che l internazionalizzazione è una delle leve per garantire la continuità dell azienda. Il documento siglato tra Lario e Cina sottolinea il ruolo primario della casa da gioco nel carnet dell offerta turistica del nostro territorio. Il 2015, con l Expo, sarà il primo banco di prova dell accordo. L evento è stata anche occasione per illustrare la quota mercato del casinò ticinese, La Rassegna WEB di giovedì 31 luglio 2014 Pag. 4

5 crescita delle quote di mercato del Casinò di Campione ha detto Pagan ha sterilizzato l effetto della flessione, e tra i competitor siamo la struttura che fa registrare i risultati migliori. Statistiche alla mano negli ultimi 4 anni Campione è arrivato a toccare quota 29,9% del mercato. In discesa Venezia Cà Noghera (33,1%), così come Saint Vincent (22,2%) e Sanremo (14,8%). Comunque non è tutto oro quel che luccica visto che se da una parte cresce la quota di mercato, dall altra parte fronte bilancio le notizie non sono positive, visto che si chiude il 2013 con 23 milioni di euro di perdita. L esercizio 2013 ha detto il sindaco di Campione chiude con un disavanzo che, per quanto inferiore a quello dell anno precedente, non ci permette di guardare serenamente al futuro, anche se i dati confermano il valore e le potenziali aziendali del Casinò. Il Comune di Campione d Italia ha quindi ben presenti le gravi difficoltà che tuttora permangono, ma è altresì consapevole di accingersi ad assumere la gestione di una società che oggi è più azienda di qualche anno fa e che, considerata la grave perdita che ancora registra, deve compiere tutti gli sforzi necessari per raggiungere il pareggio di bilancio. GIOCHI, CALANO GLI INTROITI DI IGT NEL TERZO TRIMESTRE, MA CRESCONO I PROFITTI (AGIMEG - 31/07/2014) International Game Technology (IGT) ha registrato una contrazione del 19% (467,6 milioni di dollari) negli introiti del terzo trimestre concluso il 30 giugno scorso, ma grazie a una politica di contenimento dei costi i profitti netti sono cresciuti del 10% circa (72,1 milioni di dollari). In positivo l Interactive che nel trimestre garantisce introiti per 83,1 milioni (+15%), segmento che beneficia delle operazioni in Nord America (l 89% del comparto), e della spinta dei social games (71,8 milioni, +17%). Le operazioni di gioco e la vendita dei prodotti perdono rispettivamente il 12% (217,6 milioni) e il 36% (166,9 milioni). I costi operativi sono stati tagliati del 18% (175,3 milioni), quelli amministrativi del 10% (103,3 milioni), gli investimenti in ricerca e sviluppo sono calati dell 11% (53,4 milioni). lp/agimeg PLAY N GO FA IL SUO INGRESSO IN ITALIA CON MICROGAME (JAMMA 31/07/2014) Lo specialista e leader nello sviluppo di sistemi intelligenti, Play n Go, sceglie Microgame per offrire la sua suite completa di giochi mobile e flash destinati al mercato italiano, nel quale entra dalla porta di People s Casino. Da oggi e per tutto il mese di agosto, infatti, ogni settimana sarà interessata da nuovi arrivi per quanto riguarda le categorie di slot, videoslot e table games, tutti disponibili in flash per i dispositivi desktop online e in html5 per quelli mobile. Per i giocatori che, quindi, preferiscono divertirsi ovunque siano e in qualunque momento, la tecnologia adottata rende il prodotto disponibile per l utilizzo su qualunque tipo di smartphone e tablet, siano essi dotati di sistema operativo Android oppure ios. Tra le novità segnaliamo due slot che consentono di attivare la giocata bonus che premia fino a 150 volte la puntata totale: Riches of Ra, per chi vuole compiere un fantastico viaggio alla scoperta dell Antico Egitto, e Dragon Ship per gli amanti delle battaglie epiche. Play n Go porta nuovi ed entusiasmanti contenuti sul mercato e noi siamo orgogliosi di essere i primi ad offrirli in Italia, dice Marco Castaldo, direttore generale di Microgame. I nostri clienti possono contare su di noi per avere sempre la migliore e più completa gamma di giochi disponibili e questa volta abbiamo scelto uno specialista del gioco per i contenuti ideati per prestazioni su mobile. Il commento del CEO di Play n Go, Johan To rnqvist ha posto l accento sul fatto che il lancio di questi giochi sul mercato italiano rappresenta un importante momento di crescita per l azienda e siamo convinti di aver scelto un partner perfetto perché è un pioniere quando si parla del mercato regolamentato italiano. Siamo certi, inoltre, che incontreremo il gusto dei giocatori italiani ha continuato e permetteremo loro di godere della libertà di giocare dove e quando vogliono. L arrivo di queste novità accompagna anche un restyling del portale mobile che, da questo momento in poi, accoglierà esclusivamente giochi in tecnologia html5, vale a dire ottimizzati per garantire una migliore e piacevole esperienza di gioco a tutti gli utenti. Rassegna WEB di giovedì 31 luglio 2014 Pag. 5

6 NEWSLOT E VLT AL VIA LA WIN-TAX SULLE VLT. TASSANDO ANCHE LE VINCITE DELLE VIDEOLOTTERY LO STATO NEL 2014 INCASSERÀ 320 MILIONI DI EURO (AGIMEG - 31/07/2014) Viene applicata a partire da oggi la tassa sulla fortuna alle vincite realizzate anche con le videolottery. Lo stabiliva il decreto dei Monopoli di Stato emanato il 6 giugno scorso: visto che erano stati realizzati tutti gli adempimenti tecnici necessari all adeguamento dei sistemi di gioco, il termine di partenza della tassa veniva fissato a decorrere dal quindicesimo giorno successivo alla data di deposito della sentenza della Corte costituzionale sulla questione di legittimità del prelievo. Come noto, la Consulta, con la sentenza del 16 luglio scorso, ha giudicato non fondata la questione di legittimità dal momento che l obbligo di versare il prelievo è nato solo successivamente all omologazione dei sistemi di gioco delle videolotterie, come si evince non solo dalla eliminazione della sanzione ma anche dal complesso motivazionale, tutto incentrato sull aspetto tecnico del necessario adeguamento dei terminali. La tassa era stata introdotta a inizio 2012, e prima di oggi veniva applicata con aliquota del 6% sulla parte eccedente i 500 euro delle vincite di Giochi Numerici (SuperEnalotto e simili), Gratta e Vinci, e appunto Vlt. Dopo un iter di due anni, a giugno i Monopoli di Stato hanno pubblicato un decreto che incarica i concessionari di trattenere la tassa direttamente al momento della determinazione di tale vincita. In sostanza al giocatore che centra una vincita sopra i 500 euro, verrà corrisposta la somma già decurtata della tassa. Il concessionario poi, con cadenza mensile, verserà l importo dovuto all Erario, e trasmetterà, sempre ogni mese, servendosi dei messaggi previsti dal relativo protocollo di comunicazione un report con l importo lordo delle vincite sopra i 500 euro, l ammontare complessivo dell addizionale e l ammontare complessivo delle vincite nette. Lo Stato pertanto, applicando la tassa anche alle vlt, nel 2014 incasserà milioni in più secondo le stime di Agimeg che si aggiungeranno ai circa 300 milioni del prelievo proveniente dalle vincite di altri giochi. L aliquota è in ogni caso del 6%. Di conseguenza un premio di euro centrato con il Lotto viene tassato integralmente, il prelievo è quindi di 90 euro. Su un premio dello stesso importo centrato con un Gratta e Vinci o alle videolottery, la tassa si applica sulla sola eccedenza, e quindi su euro. Il prelievo in questo caso è quindi di 60 euro.complessivamente nel 2013 questo prelievo ha portato nelle casse dello Stato 296,1 milioni di euro, un gettito in leggero calo (-1,74%) rispetto ai 301,3 milioni del La tassa sulla fortuna ha assicurato il 3,5% del gettito complessivamente tratto dai giochi (circa 8,5 miliardi). gr/agimeg NEWSLOT CON SCHEDA INSERITA IN CONTENITORE NON FISSATO. AAMS SANZIONA, GIUDICE ANNULLA (JAMMA 31/07/2014) Il Tribunale di Trieste, con Sentenza del 30 giugno 2014, ha annullato un Ordinanza Ingiunzione dell AAMS relativa ad una sanzione irrogata per la violazione dell art. 110 Tulps ad un gestore friulano. La contestazione aveva avuto origine da un controllo su un apparecchio di recente installazione, all interno del quale era stata rinvenuta una scheda inserita in un contenitore metallico non fissato alla parete del mobile, priva, pertanto, di un dispositivo efficace di protezione dei connettori. Il gestore, difeso dall Avv. Gianluca Pomante del Foro di Teramo, aveva impugnato l Ordinanza sostenendo che si trattava della prima apertura, come documentato dal libretto di manutenzione dell apparecchio, e che, pertanto, non aveva avuto modo di accorgersi del problema. Rilevava, altresì, che il dispositivo antimanomissione era comunque entrato in funzione regolarmente all atto dell apertura dello sportello, provocando il blocco della scheda, per cui il fine della protezione era stato ugualmente raggiunto. Il Giudice, ha rigettato le controdeduzioni dell Amministrazione, accogliendo la tesi del difensore ed evidenziando, in particolare, l assenza dell elemento psicologico dell illecito che deve comunque caratterizzare la condotta dell interessato. Rassegna WEB di giovedì 31 luglio 2014 Pag. 6

7 L Avv. Gianluca Pomante ha così commentato la Sentenza: E stata riconosciuta dal Giudice la mancanza di responsabilità del gestore che, pur essendo una figura professionale, non può rispondere di circostanze ed avvenimenti che non sono ancora pervenuti alla sua attenzione, poiché, altrimenti, si sconfinerebbe in una responsabilità di natura oggettiva che non trova spazio nel nostro ordinamento. A mio avviso, è anche importante il passaggio della sentenza in cui il Tribunale ha dato rilievo alla presenza del dispositivo antimanomissione, che ha comunque consentito alla norma di raggiungere il suo fine primario: tutelare il prelievo fiscale sui giochi. In sostanza, ove il prelievo è comunque garantito, non ha senso irrogare alcuna sanzione, anche in presenza di anomalie o difetti di fabbricazione. IMPERIA, ORDINANZA DEL SINDACO: "APPARECCHI DA GIOCO ACCESI DALLE 10 ALLE 23" (GIOCONEWS 31/07/2014) Sarà pubblicata entro oggi, domani al massimo, l'ordinanza del sindaco di Imperia Carlo Capacci che disciplina la diffusione del gioco nella città ligure. Come conferma a Gioconews.it l'ufficio Commercio, "l'esercizio delle attività di sale gioco, sale scommesse e locali dotati di slot sarà consentito dalle 10 alle 23, e ci sarà una riduzione della Tari del 10 percento per gli esercenti che dismetteranno gli apparecchi". Il provvedimento, che entrerà in vigore con effetto immediato, non inciderà sull'orario di apertura dei locali ma sono sul funzionamento delle slot. I DATI DELL'ASL - L'ordinanza, che si accompagnerà ad una intensificazione dei controlli delle forze dell'ordine, prende le mosse da uno studio del centro Salute mentale e dipendenze dell Asl 1 Imperiese sul fenomeno del gioco compulsivo nella provincia di Imperia, secondo cui "le famiglie prese in carico, per competenza territoriale, dal servizio tossicodipendenze sono state 22 di cui il 90% in carico a servizio di Sanremo specializzato nel trattamento terapeutico per giocatori patologici.s ul territorio è presente una cooperativa che offre un servizio, a costi ridotti, per le famiglie e i giocatori che non intendono usufruire del Servizio Sanitario Pubblico. Nella Provincia di Imperia si contano giocatori problematici e giocatori patologici". SCOMMESSE, POKER E ONLINE GIOCO ONLINE: VANNO ALL ERARIO I SALDI DEI CONTI DORMIENTI. AGENZIA DELLE ENTRATE ISTITUISCE CODICE TRIBUTO AD HOC (AGIMEG - 31/07/2014) I saldi dei conti di gioco online che non sono movimentati da almeno tre anni vanno allo Stato. Lo ha ribadito l Agenzia delle Entrate che ha emanato una nuova risoluzione per istituire il codice tributo che i concessionari utilizzeranno per devolvere all erario gli importi dei conti dormienti. Tra le clausole previste dal contratto di conto di gioco stipulato tra giocatore e concessionario c è infatti il riversamento allo Stato degli importi depositati sui conti di gioco non movimentati da 36 mesi, secondo quanto venne stabilito con la legge comunitaria Il nuovo codice tributo istituito ad hoc è il 5380?. rg/agimeg SCOMMESSE, CONSIGLIO DI STATO: LEGITTIMO AGGREDIRE LA CAUZIONE DEL CONCESSIONARIO CHE NON VERSA TEMPESTIVAMENTE LE IMPOSTE (AGIMEG - 31/07/2014) La Quarta Sezione del Consiglio di Stato ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata da un concessionario delle scommesse che chiedeva di bloccare l escussione della cauzione. Alla base del provvedimento dei Monopoli il mancato pagamento delle sanzioni sul ritardo nel versamento dell imposta per gli anni 2006, 2007, 2009 e 2010 e il mancato versamento del canone di concessione per il secondo semestre L provvedimento dell Aams era già stato già confermato a inizio aprile dal Tar Lazio, perché fondato sul dato oggettivo consistente nei reiterati tardivi versamenti dell imposta da parte della ricorrente, peraltro sanzionati dalla resistente amministrazione con provvedimenti gravati innanzi al giudice tributario. Una posizione che i giudici di Palazzo Spada sembrano condividere, dal momento che motivano laconicamente che L appello appare sfornito di apprezzabili motivi di fondatezza. lp/agimeg Rassegna WEB di giovedì 31 luglio 2014 Pag. 7

8 VLT, INSPIRED: ARRIVANO ANCHE IN ITALIA I GIOCHI 'TEMPLE OF TREASURE' E 'HOT FRUIT SPINNER' (GIOCONEWS 31/07/2014) Inspired Gaming Group, l azienda internazionale specialista di Vlt e Sbg, ed uno dei principali fornitori di Vlt in Italia e di sport virtuali nel mondo, annuncia il lancio di 2 giochi premium sulla sua piattaforma Open Vlt in Italia, Temple of Treasure e Hot Fruit Spinner. Entrambi i giochi, dopo aver passato i test Sogei ed aver ricevuto l approvazione Aams sono adesso disponibili per gli appassionati delle Vlt nelle sale di tutt Italia. TEMPLE OF TREASURE - Temple of Treasure è un gioco premium FreeSpin firmato Inspired con un accattivante design egiziano. Il gioco include 5 rulli e 10 linee di vincita con Extra Spins per garantire una durata di gioco più lunga e dare la possibilità di vincere fino a con il Bonus Free Spin. Il gioco, grazie all esclusiva quota a 1 per 5 giri unica nel mercato Italiano delle VLT, attrae soprattutto il giocatore in tempo reale. HOT FRUIT SPINNER - Hot Fruit Spinner è un gioco slot easy play con un design piccante con tema a frutta ed un nuovissimo ed entusiasmante Bonus Rischio Hot Spin esclusivo nel mercato italiano delle VLT. Il gioco base è dotato di 3 rulli e 10 linee di vincita. Le vincite posso essere scambiate per degli Hot Spins che si giocano su 4 serie di rulli con una probabilità di ripetitore maggiore in grado di aggiudicare premi fino a A BREVE NUOVE HIT - Vitaliano Casalone, presidente di Inspired Italia, ha commentato: Inspired è estremamente entusiasta di aggiungere questi 2 fantastici giochi slot ai suoi prodotti Vlt multi-game in Italia. Siamo fiduciosi che questi giochi, per i loro bonus esclusivi, otterranno una grande popolarità tra i giocatori italiani. Lanceremo a brevissimo nuove hit firmate Inspired al fine di garantire ai nostri clienti italiani una libreria di giochi dinamica ed in constante miglioramento". IL PRIMATO DI INSPIRED - Inspired fornisce la sua tecnologia Vlt/Sbg ad i maggiori operatori italiani quali Sisal, Lottomatica e Bplus; a breve la piattaforma di Inspired sarà live anche con il Gruppo bg e con Cogetech. Inspired fornisce oltre Vlt ed è oggi uno dei 3 maggiori fornitori di Vlt del panorama italiano. Inspired, inoltre, rappresenta il fornitore numero uno in Italia ed in tutto il mondo di Sport Virtuali e ricopre oggi oltre sale in tutta Italia con operatori quali Snai, Lottomatica, Sisal, Eurobet, Cogetech, Intralot, Gamenet and Microgame. CRONACA PONZELLINI A RISCHIO PROCESSO (LASTAMPA.IT 31/07/2014) L ex numero uno della Banca Popolare di Milano Massimo Ponzellini rischia di finire alla sbarra. I pm di Milano hanno infatti chiesto il rinvio a giudizio dell ex presidente dell istituto di credito, del suo collaboratore Antonio Cannaliere e di altre 15 imputati. I reati ipotizzati dalla procura, a seconda delle posizioni processuali, vanno dall associazione per delinquere all appropriazione indebita, fino al riciclaggio. Si tratta di un inchiesta che aveva portato agli arresti domiciliari Ponzellini nel 2012 insieme a Cannaliere e a Francesco Corallo, patron di Atlantis/B-Plus, una società attiva nel settore dei videopoker e del gioco d azzardo.l'indagine che potrebbe mandare a processo l'ex manager della Bpm fa riferimenti a presunti finanziamenti illeciti concessi dalla banca a politici e imprenditori in maniera illegale. In base a quanto scritto dai pm nel capo d'imputazione, Ponzellini avrebbe «creato una struttura parallela e deviata» all'interno della Bpm per distribuire 223 milioni di euro». ACOGI. GIOCO MA NON AZZARDO: CON UNA NUOVA RICERCA LA PAROLA AGLI ADULTI (JAMMA 31/07/2014) Dopo il successo ottenuto con il progetto GiochiAmo con moderazione rivolto ai giovani in età scolare tra i 13 e i 16 anni contattati negli Istituti Secondari Superiori, l Acogi (Associazione Italiana dei Consumatori e degli Operatori del Gioco) ha dato il via ad una nuova raccolta dati mirata a comprendere il punto di vista degli adulti nei confronti del gioco. Rassegna WEB di giovedì 31 luglio 2014 Pag. 8

9 Entro la fine del 2014 presso bar, tabacchi e centri scommesse presenti in tutto il Sud Italia verrà somministrato agli adulti presenti nelle sale che lo staff dell associazione visiterà, un questionario anonimo che, attraverso l incrocio di dati personali, ambientali e di approccio al gioco, ha l obiettivo di identificare il pensiero dell intervistato e l eventuale predisposizione a comportamenti compulsivi rispetto all attività di gioco. Tale iniziativa si inserisce nella mission associativa che mira a garantire idonee linee guida in materia di approccio consapevole al gioco e un tipo di informazione sempre più completa ed esaustiva. L Acogi, avendo a cuore l emergenza sociale del gioco problematico, si propone, anche con questa iniziativa, di essere di supporto ed assistenza a combattere in modo diretto fenomeni di dipendenza. OPINIONI E COMMENTI LOMBARDIA. FABIO ROLFI: COMUNE IPOCRITA E IMBARAZZANTE SU GIOCO D AZZARDO, LE PUBBLICITÀ VENGANO RIMOSSE E ANNUNCIA INTERROGAZIONE IN CONSIGLIO REGIONALE (JAMMA 31/07/2014) In merito alla pubblicità di una nota sala da gioco comparsa sugli autobus della linea urbana del Comune di Brescia è intervenuto il relatore della legge per il contrasto alla ludopatia e vice capogruppo della Lega Nord al Pirellone, Fabio Rolfi. Brescia Trasporti e il Comune di Brescia afferma Fabio Rolfi promuovono il gioco d azzardo e indirettamente alimentano la dipendenza da gioco. Il tempismo e la disattenzione della Loggia sono a dir poco imbarazzanti: mi chiedo con che coraggio, proprio nel momento in cui si fa più forte la sensibilità sulle problematiche connesse alla ludopatia, il Comune inondi la città di autobus tappezzati dalla pubblicità di una nota sala da gioco. L irresponsabilità dimostrata da chi amministra la città è palese. È inutile lanciare anatemi contro il gioco d azzardo e staccare qualche multa prosegue l esponente bresciano del Carroccio se si favorisce in modo così plateale la promozione dello stesso mediante queste forme di pubblicità che vanno della direzione di vanificare gli sforzi fatti dalle associazioni che si battono contro queste dipendenze e i progressi avuti anche con la nuova legge regionale in materia di contrasto al gioco d azzardo patologico. Invito per tanto il Comune a dare, una volta tanto, prova di coerenza, interrompendo immediatamente questo contratto e rimuovendo le pubblicità in questione. Per quanto mi riguarda sono intenzionato a presentare in tempi brevissimi un interrogazione all Assessore regionale Cavalli, per sollecitare gli accordi con i soggetti del trasporto pubblico locale che portino all adozione di un codice di autoregolamentazione conclude Fabio Rolfi che vieti questo genere di pubblicità, esattamente come previsto dalla nuova normativa regionale. MONDO ZITRO PUNTA AL SUDAFRICA (JAMMA 31/07/2014) Zitro torna dal Sudafrica dove ha partecipato all evento più importante dell industria del gioco di questo paese: The Wild Coast Winter Games. L intero staff commerciale internazionale ha descritto come un successo la messa in scena di Zitro in questo evento tanto singolare, tanto da stabilire relazioni commerciali creando un importante rete sociale per le attività che si realizzano intorno allo show come: campionati di golf, regate di vela, ecc. Zitro continua così il suo cammino fino all espansione internazionale, portando il Video Bingo in tutto il mondo. SPAGNA: APPROVATI I REGOLAMENTI PER IL BETTING EXCHANGE E LE SLOT ONLINE (AGIMEG - 31/07/2014) Il governo spagnolo ha approvato ufficialmente i regolamenti per liberalizzare slot online e betting exchange. I provvedimenti sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale. Il Ministero delle Rassegna WEB di giovedì 31 luglio 2014 Pag. 9

10 finanze e della pubblica amministrazione ha parlato delle nuove norme defindole allineate con quelle vigenti nei vicini mercati regolamentati come Danimarca, Italia e Regno Unito, che forniscono certezza giuridica a operatori e giocatori. I regolamenti che hanno già ricevuto il via libera di Bruxelles prestano particolare attenzione alle norme contro il riciclaggio di denaro e sulla tutela di minori e soggetti vulnerabili. Per l avvio del nuovo mercato però, bisognerà attendere almeno sei mesi si pensa a fine gennaio 2015 per offrire a tutti gli operatori il tempo necessario a presentare richiesta e predisporre i sistemi di gioco. Ogni prodotto sarà tassato con un aliquota compresa tra il 5 e il 12 per cento, e si potrà offrire gioco solo aggiudicandosi una licenza che avrà validità cinque anni. Chi vorrà offrire il betting exchange, dovrà essere già in possesso di una licenza per scommesse mentre chi opterà per le slot online dovrà richiedere un autorizzazione per altri giochi. Secondo gli esperti di settore, la competitività dell offerta sarà molto importante, perchè potrà riportare un maggior volume di gioco all interno del mercato regolamentato. Tuttavia la tassazione resta un l ostacolo principale per gli operatori che cercano di generare un ritorno utile sull investimento necessario a garantire che un mercato sia realmente competitivo. rg/agimeg SPAGNA: SLOT ONLINE AL VIA. PER GLI OPERATORI TERRESTRI PERSA LA PIÙ IMPORTANTE BATTAGLIA DEGLI ULTIMI ANNI (AGIMEG - 31/07/2014) L industria del gioco terrestre apprende così di aver perso la più importante battaglia degli ultimi anni. E quanto riferiscono gli operatori degli apparecchi da intrattenimento spagnoli, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dei decreti che regolamentano slot online e betting exchange. Il governo spagnolo ha infatti approvato ufficialmente i regolamenti delle slot via web e ovviamente la notizia getta nello sconforto gli operatori dell intrattenimento terrestre che temono una concorrenza spietata. Quella contro le slot online, però, è stata una battaglia comune, anche delle coalizioni politiche. In parlamento, infatti, sono state presentate diverse mozioni per annullare i regolamenti che erano ancora al vaglio dell UE sostenendo l errata strategia nel dichiarato impegno del governo spagnolo di contrastare il gioco patologico. La maggiore offerta online, nonostante nasca dall obiettivo di contrastare il gioco illegale, non sarebbe -secondo i più la soluzione alla dipendenza di gioco e all offerta clandestina. lp/agimeg Rassegna WEB di giovedì 31 luglio 2014 Pag. 10

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli

Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Prot. R.U. 20990 IL DIRETTORE DELL AGENZIA Visto il Regolamento generale delle lotterie nazionali approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 20 novembre 1948, n.1677 e successive modificazioni;

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 giugno 2010, n. 1309 18120 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 104 del 16-06-2010 vista la dichiarazione posta in calce al presente provvedimento da parte dei Dirigenti responsabili per competenza in materia che

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni;

IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; Prot. n. 4084 AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni; VISTO l articolo 12, comma 1, lettera m), del decreto-legge

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano

REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE Alla luce del D.LGS. 219 DEL 2006 Codice di recepimento normativa europea farmaci ad uso umano REQUISITI FORMALI DELLA RICETTA NON RIPETIBILE [STUDIO avv. Paola Ferrari ] info@studiolegaleferrari.it per Pronto Soccorso fimmg lombardia QUESITO: Mi è arrivata una notifica di violazione amministrativa

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO IL TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE DEL LAZIO -SEZIONE III - N. RS Anno 2009 N.7088 RGR Anno 1996 ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso n.7088

Dettagli

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012,

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, RIFORMA DELLA LEGGE PINTO Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, riforma la legge Pinto (L. n. 89/2001) per l indennizzo per la durata del processo. Le nuove disposizioni

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati I circoli privati rappresentano, da sempre, un problema nella gestione delle attività di controllo sul territorio

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa

Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis. Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Discussion Papers Collana di E-papers del Dipartimento di Economia e Management Università di Pisa Alessandro Gandolfo e Valeria De Bonis Il modello italiano di tassazione del gioco d azzardo: linee guida

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA

I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Bologna, 24 febbraio 2014 I D.S.A.: FISIOLOGIA E CASISTICA Rimedi procedimento giurisdizionale risultati ottenibili * Premessa: Le figure di rilievo nella SCUOLA Il P.O.F. La DIAGNOSI Il PDP Il GIUDIZIO

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Documento. 10 Novembre 2011

Documento. 10 Novembre 2011 Documento 10 Novembre 2011 Rimborso della Tassa di concessione governativa sull utilizzo dei telefoni cellulari: un quadro d insieme delle interpretazioni in essere e sulle possibili soluzioni operative

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

del Senato Le funzioni

del Senato Le funzioni LA FUNZIONE LEGISLATIVA IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI ORDINARIE IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI COSTITUZIONALI LA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO LA FUNZIONE DI CONTROLLO POLITICO

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l.

Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. TERMINI E CONDIZIONI Smartphone Innovations S.r.l. gestisce il sito www.stonexone.com ( Sito ). Smartphone Innovations S.r.l. ha predisposto le seguenti Condizioni generali per l utilizzo del Servizio

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015

Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015 Regolamento del Concorso misto a Premi denominato NEL MULINO CHE VORREI 2015 1. SOCIETÀ PROMOTRICE 2. PERIODO 3. PRODOTTO IN PROMOZIONE BARILLA G. e R. Fratelli Società per Azioni, con Socio Unico Via

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci. occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due

Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci. occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due Il tema principale che giustifica il provvedimento che quest oggi ci occupa verte sulla possibilità di confusione fra le denominazioni di due società, regolamentata dell art. 2564 c.c., che prevede l integrazione

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*)

ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) ORDINANZA DELLA CORTE (Ottava Sezione) 12 dicembre 2013 (*) «Rinvio pregiudiziale Articolo 99 del regolamento di procedura della Corte Politica sociale Direttiva 1999/70/CE Clausola 5 dell accordo quadro

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

COMUNE DI FROSSASCO C.A.P. 10060 - PROVINCIA DI TORINO. Legge 24 novembre 1981, n. 689. D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267

COMUNE DI FROSSASCO C.A.P. 10060 - PROVINCIA DI TORINO. Legge 24 novembre 1981, n. 689. D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 COMUNE DI FROSSASCO C.A.P. 10060 - PROVINCIA DI TORINO Regolamento per l applicazione delle sanzioni amministrative in materia di violazioni ai regolamenti e alle ordinanze comunali Legge 24 novembre 1981,

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile,

Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, Tra gli odori inconfondibili del tartufo, dal prezzo mai come quest anno, inarrivabile, e della cioccolata, in una cornice resa particolarmente suggestiva dal sole che illuminava la bella valle circostante,

Dettagli

L abuso edilizio minore

L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore di cui all art. 34 del D.P.R. 380/2001. L applicazione della sanzione pecuniaria non sana l abuso: effetti penali, civili e urbanistici. Brunello De Rosa

Dettagli

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura

Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT. DS Communications S.r.l. Avv. Mario Pisapia. Svolgimento della procedura Procedura di riassegnazione del nome a dominio INTESANPAOLO.IT Ricorrente: Resistente: Collegio (unipersonale): Intesa Sanpaolo S.p.A. (rappresentata dagli Avv.ti Paolo Pozzi e Giovanni Ghisletti) DS Communications

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

COLLEGIO DI NAPOLI. Membro designato dalla Banca d'italia. (NA) PICARDI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari

COLLEGIO DI NAPOLI. Membro designato dalla Banca d'italia. (NA) PICARDI Membro designato da Associazione rappresentativa degli intermediari COLLEGIO DI NAPOLI composto dai signori: (NA) QUADRI (NA) CARRIERO (NA) MAIMERI Presidente Membro designato dalla Banca d'italia Membro designato dalla Banca d'italia (NA) PICARDI Membro designato da Associazione

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli