micro&macro - mercati emergenti piccoli

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "micro&macro - mercati emergenti piccoli"

Transcript

1 micro&macro - mercati emergenti Il vino è stato a lungo uno dei prodotti alimentari più scambiati al mondo. Dal 1980 il commercio internazionale del vino è risultato in continua e rapida espansione, nonostante occasionali battute d arresto. La crescita del commercio è stata sostenuta dall aumento della domanda mondiale e accompagnata da importanti cambiamenti nella geografia della produzione e del consumo. I maggiori cambiamenti nella struttura dei flussi sono stati in termini di: posizione relativa degli esportatori, con un aumento della quota di mercato dei produttori non europei (tendenza che sembra invertirsi dal 2010); quota relativa delle diverse categorie di vino (imbottigliati e sfusi). In particolare, negli ultimi anni alcuni paesi con ampia popolazione in cui l economia ha fatto registrare significativi tassi di crescita, in passato interessati marginalmente all importazione del vino, hanno iniziato ad assumere un ruolo di notevole importanza nel mercato; dimensioni e dinamiche dei mercati, con un aumento significativo del numero di paesi importatori. piccoli Questo lavoro analizza i cambiamenti nel commercio internazionale del vino nel periodo dal 2004 al 2011, concentrando l attenzione sulla dinamica dei paesi piccoli importatori e le performance competitive dei fornitori di tali mercati. importatori CreSCono ANGELA mariani* FrANcESco NAPoLETANo EUGENIo PomArIcI** SI TRATTA DEI NUOVI PROTAGONISTI DELL IMPORT VINICOLO MONDIALE, GLI IMPORTATORI NON-TRADIZIONALI. È SU QUESTI MERCATI CHE I PAESI PRODUTTORI SI CONTENDONO IL PRIMATO 18

2 micro&macro - mercati emergenti La metodologia Nell analisi sono considerate le importazioni in valore ( ) e in volume delle tre categorie di vino identificate, secondo la codifica del sistema armonizzato (HS), con i codici a sei cifre. Queste categorie, utilizzate da tutti i paesi che partecipano al commercio internazionale per registrare i flussi in entrata e in uscita, sono: il codice , vini non spumanti in recipienti di capacità inferiore o uguale a 2 litri (di seguito: vini imbottigliati); il codice , vini non spumanti in recipienti di capacità superiore a 2 litri (di seguito: vini sfusi); il codice , spumanti. La fonte dei dati è il Global Trade Information Services (GTI). Questa banca dati fornisce i flussi di importazioni ed esportazioni di 83 paesi (paesi dichiaranti). Questi non sono tutti i paesi coinvolti nel commercio internazionale del vino, come importatori o esportatori, ma certamente tutti i principali. Le importazioni totali (mondiali) di vini sono ottenute come somma dei valori o delle quantità delle importazioni dei suddetti tre codici per i paesi presenti nel database GTI. Purtroppo le categorie di vino individuate dai codici a sei cifre del sistema armonizzato definiscono aggregati eterogenei al interno dei quali si trovano tipi di prodotto molto diversi. Nei vini imbottigliati si trovano infatti vini imbottigliati da 0,75 e in brick; nei vini sfusi l eterogeneità è poi ancora maggiore, trovandosi insieme vini confezionati in bag in box e quelli in cisterna. Il lavoro è stato articolato in tre fasi. Nella prima, le importazioni mondiali di vino (tutti i vini e le singole categorie) sono state disaggregate considerando cinque gruppi di paesi, definiti in base al loro ruolo nel mercato internazionale, di cui due gruppi sono esportatori netti e gli altri tre importatori netti: i Paesi del Mediterraneo: cinque paesi produttori ed esportatori (Francia, Grecia, Italia, Portogallo, Spagna); altri esportatori: sei paesi con una forte vocazione all esportazione (Australia, Nuova Zelanda, Argentina, Cile, Sud Africa); i grandi Paesi importatori: i tre paesi storicamente principale destinazione delle esportazioni di vino (Germania, Regno Unito e Usa); i Paesi importatori piccoli tradizionali: 12 paesi, che rappresentano mete consolidate per le esportazioni di vino, ben noti agli esportatori (Austria, Belgio e Lussemburgo, Canada, Danimarca, Finlandia, Giappone, Irlanda, Norvegia, Paesi Bassi, Svezia e Svizzera); i Paesi importatori piccoli non tradizionali: i rimanenti 58 paesi presenti nel data base: Algeria, Azerbaijan, Bolivia, Brasile, Bulgaria, Cina, Cipro, Colombia, Corea del Sud, Costa d Avorio, Costa Rica, Croazia, Ecuador, Egitto, El Salvador, Emirati Arabi Uniti, Estonia, Filippine, Ghana, Giordania, Guatemala, Honduras, Hong Kong, India, Indonesia, Iran, Islanda, Kazakistan, Kenya, Lettonia, Lituania, Malesia, Malta, Marocco, Mauritius, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Polonia, Flussi di import: un quadro sinottico Gruppi di Paesi Variazione Peso Variazione Peso Variazione Peso Variazione Peso % % 2011 Var. % % 2011 Var. % % 2011 Var. % % 2011 Var. (milioni di euro) Tutti i vini Vini Imbottigliati Vini Sfusi Spumanti Grandi Paesi importatori 1.116,8 13,8 40,8-10,6 400,4 6,4 40,5-12,7 452,7 82,1 41,4 5,0 263,7 20,4 42,2-10,2 Piccoli importatori Tradizionali 1.677,0 32,1 30,6-2, ,4 28,1 31,4-2,9 144,0 27,5 27,5-7,0 403,6 59,3 29,4 1,8 Piccoli importatori Non-Tradizionali 3.525,5 274,8 21,3 13, ,1 303,9 23,1 15,1 262,4 192,7 16,4 7,4 404,1 195,9 16,5 8,2 Paesi esportatori mediterranei 202,4 21,8 5,0-0,9 116,5 28,3 3,2-0,3 24,6 8,4 13,1-6,3 61,4 27,2 7,8-1,4 Altri esportatori 292,6 151,8 2,2 0,9 174,1 144,3 1,8 0,8 27,5 273,0 1,5 0,9 91,0 146,7 4,1 1,6 Totale 6.814,3 43,3 100,0 0, ,4 39,9 100,0 0,0 911,1 60,2 100,0 0, ,8 49,6 100,0 0,0 (.000 ettolitri) Tutti i vini Vini Imbottigliati Vini Sfusi Spumanti Grandi Paesi importatori 7.433,3 23,3 42,2-3,3-256,8-1,2 42,6-8, ,2 85,7 41,4 6,3 552,8 29,0 44,2-10,0 Piccoli importatori Tradizionali Piccoli importatori Non-Tradizionali Paesi esportatori mediterranei 2.423,0 13,0 22,6-4, ,0 8,7 27,1-2,2 686,6 13,2 15,8-6,2 643,4 75,0 27,0 2, ,7 116,4 22,3 8, ,8 94,6 24,8 9, ,1 159,6 19,4 7,6 662,8 162,4 19,3 7, ,3 17,6 11,7-1,5 323,6 18,1 4,2 0, ,3 16,3 22,5-7,9 130,4 52,0 6,9-0,3 Altri esportatori 501,2 78,4 1,2 0,3 290,2 80,4 1,3 0,5 153,4 83,6 0,9 0,1 57,6 60,6 2,7 0,0 Totale ,5 33,1 100,0 0, ,8 17,6 100,0 0, ,6 57,3 100,0 0, ,0 58,2 100,0 0,0 Tab. 1 - Analisi delle variazioni delle importazioni di vini per gruppi di Paesi e per categorie. Fonte: ns. elaborazioni su database GTI. 19

3 micro&macro - mercati emergenti Repubblica Ceca, Romania, Russia, Senegal, Serbia, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Sri Lanka, Taiwan, Thailandia, Turchia, Ucraina, Ungheria, Uruguay, Venezuela, Yemen. Nella seconda fase, i piccoli importatori (tradizionali e non) sono stati classificati in base al loro tasso di crescita delle importazioni, sia in valore sia in volume, per le tre categorie di vino: imbottigliati, sfusi e spumanti. Nella terza fase, per i paesi piccoli importatori tradizionali e per un sottogruppo di quelli non tradizionali, è stata analizzata la posizione competitiva dei fornitori, identificando quelli più importanti e calcolando la consistenza e la variazione nel periodo della loro quota di mercato in valore e in volume. I piccoli importatori non tradizionali inclusi in questa analisi sono 24. Questi paesi sono stati individuati selezionando tra i 58 piccoli non tradizionali tre liste, i primi 15 in termini di popolazione, valore delle importazioni di vino e Pil pro capite, per poi eliminare dall insieme L import mondiale di vino risultante quelli per i quali il consumo di vino non è compatibile con la religione prevelente o molto piccoli come popolazione. Questa analisi è stata effettuata solo con riferimento ai vini imbottigliati in quanto, per questa categoria, le variazioni della posizione competitiva sono determinate dai punti di forza e di debolezza dei fornitori a fronte di una domanda che evolve gradualmente in termini di preferenze. Per i vini sfusi, invece, lo scenario competitivo è molto instabile per motivi legati alla strategia di acquisto dei trasformatori e degli imbottigliatori. Infine, gli spumanti non sono stati considerati perché l arena competitiva è dominata da Francia e Italia (soprattutto per quantità) in tutte le aree geografiche. L analisi del mercato mondiale Nel periodo le importazioni di vino nel mondo sono aumentate del 43% in valore e del 33% in quantità. Si è registrata una crescita significativa dal 2004 al 2007 e, dopo una contrazione nel determinata dalla crisi economica internazionale, una netta ripresa dal Nel 2011 le importazioni mondiali hanno raggiunto un nuovo massimo: 22,5 miliardi di e 93,1 milioni di ettolitri. Nel periodo si è registrato un forte incremento degli scambi di vini sfusi (60% in valore e 57% in quantità). Seguono come tasso di crescita gli spumanti (50% in valore e 58% in quantità) e infine i vini imbottigliati (40% in valore e 17% in quantità). Grazie a questo andamento i vini sfusi hanno aumentato il loro peso sugli scambi mondiali, raggiungendo quasi l 11% in valore e ben il 40% in quantità. Come risultato delle dinamiche dei valori e delle quantità, nel periodo il valore medio unitario (VMU) delle importazioni totali di vino ha registrato un aumento (+7,7%, attestandosi a 2,42 ). Considerando le singole categorie si segnala, però, il forte incremento per i vini imbottigliati (+19%, VMU 3,27 ), un lieve aumento per i vini sfusi (+1,8%, VMU 0,65 ) e una contrazione per gli spumanti (- 5,5%, VMU 6,64 ). Le diverse risposte alla crisi L evoluzione globale delle importazioni è il risultato di una situazione piuttosto differenziata nei diversi mercati, in termini di dinamica e di risposta alla crisi. Il grafico 1 mostra l evoluzione della domanda di importazioni in valore e in volume per i vari gruppi di paesi. Emerge in modo evidente il netto incremento delle importazioni dei paesi piccoli importatori non tradizionali, con una decisa accelerazione a partire dal Inoltre, la figura mostra come la crisi economica abbia avuto un impatto sui mercati d importazione tradizionali (grandi e piccoli), soprattutto in valore, mentre nei paesi non tradizionali principalmente sulle quantità. Nel 2011 comunque gli effetti della crisi sembrano superati, per tutti i gruppi di paesi le importazioni in valore e volume sono maggiori rispetto al livello La tabella 1 riporta, per i cinque gruppi di paesi, le variazioni dei flussi di importazione nel periodo, disaggregati anche per categorie di prodotti. Con riferimento al mercato dei vini in aggregato si è registrato un forte aumento del peso sulle importazioni mondiali dei paesi piccoli importatori non tradizionali, che rappresentano circa il 22% del totale, a scapito soprattutto dei grandi importatori, che hanno perso circa 10 punti di peso. Nel complesso, nel periodo la crescita del commercio internazionale del vino è stata generata per il 52% in valore e il 48% in volume proprio dai piccoli importatori non tradizionali. I tre grandi importatori hanno contribuito per il 16% alla crescita in valore e per il 32% a quella in volume e i piccoli importatori tradizionali rispettivamente per ben il 25% in valore e solo il 10% in volume. Graf. 1 - Importazioni mondiali di vini (tutte le categorie), per gruppi di Paesi, in valore (A) e quantità (B),

4 Piccoli importatori: il peso sull import globale Le performance delle diverse categorie Passando a un analisi per categorie, tutti i gruppi di paesi mostrano un più alto livello delle importazioni in valore e in quantità nel 2011 rispetto al 2004, con la sola eccezione rappresentata dalla lieve contrazione per i vini imbottigliati in quantità per gli importatori di grandi dimensioni. I tassi di crescita sono molto diversificati e questo ha determinato una significativa variazione nel peso dei gruppi, dei valori medi unitari dei vini importati e del peso delle categorie sulla struttura delle importazioni. I principali cambiamenti sono di seguito sintetizzati. I paesi grandi importatori aumentano il loro peso solo per i vini sfusi, in particolare per quanto riguarda le quantità. Nel complesso comunque le loro importazioni rappresentano ancora oltre il 40% delle mercato mondiale in valore e in quantità. Sono stati importati vini sfusi con prezzi sensibilmente inferiori (quasi 2% di riduzione) e il loro peso sull import totale del gruppo ha guadagnato ben 13 punti raggiungendo quasi il 40% delle quantità. Per i vini imbottigliati, la lieve contrazione dei flussi è stata accompagnata da un discreto aumento dei valori unitari. Infine le importazioni di spumanti hanno fatto registrare i tassi di crescita più bassi e anche una contrazione dei valori unitari. Nei grandi paesi importatori si delinea un processo di sostituzione dei vini importati in contenitori inferiori a 2 litri e di minore valore con vini importati in cisterna, che vengono imbottigliati o confezionati nel paese di destinazione, e importati direttamente in Bag in Box. I paesi piccoli importatori tradizionali invece vedono un aumento del loro peso solo per gli spumanti, anche se con valori medi unitari in contrazione. Le importazioni di vini imbottigliati hanno fatto registrare, a differenza Graf. 2 - Peso (valore e quantità) dei piccoli Paesi importatori tradizionali (A) e non tradizionali (B) sulle importazioni mondiali di vini (2011 tutte le categorie). di quanto evidenziato sopra, una performance migliore rispetto agli sfusi, i valori medi unitari per entrambe le categorie sono aumentati; in particolare, per gli sfusi si rileva il valore più elevato del mercato internazionale (ben 1,13 ). I paesi piccoli importatori non tradizionali sono l unico gruppo che ha aumentato il suo peso in tutte le categorie, sia in valore sia in quantità. L incremento dei flussi in valore è risultato superiore a quello in quantità (da sottolineare, entrambi a tre cifre) e di conseguenza si è registrato un significativo incremento dei valori medi unitari per tutte le categorie di prodotti (3,05 per imbottigliati, 0,55 per sfusi e 5,70 per spumanti). Nel complesso la dinamica migliore è stata registrata dai vini imbottigliati, che rappresentano circa l 80% dell import in valore (con un aumento di quasi 6 punti). I paesi esportatori mediterranei perdono di peso in tutte le categorie, mentre gli altri esportatori incrementano il loro peso, anche se solo in misura modesta. Questo aumento è dovuto in parte a una tendenza del consumo che vede una crescente apertura verso i vini di importazione e in parte alla crescita dei trasferimenti di prodotto tra unità produttive di gruppi multinazionali. La dinamica dei paesi piccoli importatori I piccoli importatori, tradizionali e non, sono molto diversi in termini di dimensione del mercato, situazione economica e posizione geografica: è quindi utile analizzare le prestazioni individuali. Con riferimento alla dimensione, il grafico 2 mostra il peso percentuale in valore e in volume dei principali paesi sulle importazioni mondiali. Nelle tabelle 2 e 3, che considerano rispettivamente i piccoli importatori tradizionali e i non tradizionali, per ciascuna categoria di vini i singoli paesi sono classificati in base alla dinamica delle importazioni in tre classi di mercati: contrazione, crescita al di sotto della media del gruppo, crescita al di sopra della media del gruppo. 21

5 micro&macro - mercati emergenti Piccoli importatori tradizionali Per quanto riguarda le importazioni di vino imbottigliato (tabella 2), solo due paesi, Irlanda e Austria, hanno mostrato una diminuzione in valore e in volume, e tre (Olanda, Belgio e Lussemburgo) solo in volume. Si possono inoltre identificare tre paesi molto dinamici, che in valore e in volume hanno registrato un aumento delle importazioni superiore alla media del gruppo. Si tratta di Canada e Svizzera, due tra i mercati più attivi in questo gruppo, e della Norvegia. Poiché il tasso di crescita delle importazioni in valore è stato sensibilmente maggiore di quello in volume, quasi tutti i paesi di questo gruppo hanno mostrato un aumento in valore unitario delle importazioni, ma questo fenomeno è stato più marcato in Svezia e meno accentuato in Giappone e Finlandia. Per quanto riguarda i vini sfusi, solo in due paesi, Svizzera e Paesi Bassi, si è registrata una contrazione del valore e delle quantità importate, mentre tutti gli altri dieci paesi mostrano una crescita. Tra questi, ben sette possono essere considerati molto dinamici. Si può osservare in particolare che tutti i paesi del Nord Europa mostrano un notevole interesse per i vini sfusi, con la Danimarca che ha aumentato notevolmente il valore unitario dell importazione di questi vini. In questi paesi vi è un elevato consumo di vini in Bag in Box, che viene soddisfatta con importazioni di prodotti già confezionati o confezionando in loco il vino importato in cisterna. Le importazioni di spumanti (tabella 2, sezione c) sono cresciute in tutti i paesi del gruppo, sia in valore sia in quantità, ma i paesi del Nord Europa, insieme a Canada e Austria sono quelli più dinamici; Belgio e Lussemburgo, grandi importatori, crescono soprattutto in quantità, riducendo però il valore unitario dei prodotti importati. Piccoli importatori non tradizionali Per il vino imbottigliato (tabella 3), solo in quattro paesi si registrano riduzioni di importazioni. In Venezuela la riduzione interessa sia i valori che le quantità, in Islanda solo il valore, mentre in Russia, uno dei maggiori importatori nell ambito di questo gruppo, e in Equador la riduzione è stata solo a carico della quantità, rivelando uno spostamento delle importazioni verso vini con un valore unitario più elevato. A fronte di ciò, le importazioni sono aumentate più della media del gruppo in valore e in volume in 11 paesi, tra cui Hong Kong e Cina, gli altri due principali mercati in questo gruppo. L insieme più numeroso è comunque quello dei mercati che crescono meno della media in termini di valore e quantità e include alcuni importatori importanti come Brasile, Singapore e Polonia. L altro importante importatore dell America Latina, il Messico, mostra un aumento superiore alla media della quantità mentre il valore delle importazioni cresce meno della media. Per quanto riguarda il vino sfuso, il quadro è più complesso e i paesi che mostrano un calo delle importazioni nel periodo analizzato sono numerosi. Le importazioni sono diminuite in valore e volume in 14 paesi, in 6 solo in quantità e in uno in valore. Si conferma, dunque, che l interesse dei mercati per questo prodotto è caratterizzato da notevoli differenze. I paesi che mostrano un aumento superiore alla media in valore e quantità, sono 14. Tra questi ci sono due attori importanti: la Russia, che si sta orientando verso lo sfuso per approvvigionare il mercato dei vini più economici, e la Cina. Per il vino spumante, si osserva una riduzione delle esportazioni in 6 mercati, con Islanda, Venezuela e Sri Lanka che riducono gli acquisti dall estero sia in valore che in quantità. Le importazioni invece crescono negli altri mercati, con una diffusa proporzionalità tra valori e quantità. Considerando i mercati di maggiore interesse, tuttavia, si osserva che Hong Kong vede crescere in modo accentuato le importazioni in valore. 22 Le performance degli esportatori I fattori di successo per gli esportatori sono molto diversi in relazione alla specificità dei singoli mercati, soprattutto piccoli non tradizionali. È interessante quindi disporre di una prima indicazione sulle performance competitive dei principali esportatori nei tre gruppi considerati. La tabella 4 riporta le quote di mercato di 8 esportatori (e il totale delle loro quote) nel 2011 e la variazione rispetto al La Francia gode di una posizione migliore rispetto a tutti i concorrenti nei piccoli paesi importatori non tradizionali, nei quali è riuscita a rafforzare in modo significativo la propria posizione, prevalentemente a danno di altri esportatori minori. Per i valori è in una posizione dominante, controllando quasi il 40% del mercato, e nell ultimo anno è riuscita anche a recuperare quote nei grandi importatori. L Italia ha registrato buone performance in tutti i gruppi, ma è da segnalare che sia nei grandi mercati sia in quelli piccoli non tradizionali le quote in quantità sono superiori (sia come entità che come variazione) a quelle in valore. L Australia ha visto indebolire la propria posizione in modo marcato nei grandi mercati di importazione e in misura minore anche nei La Francia, caso esemplare Nei paesi importatori non tradizionali il business del vino sta evolvendo rapidamente, seguendo percorsi con caratteristiche locali specifiche. I gusti e le preferenze dei consumatori, in molti casi non abituati al consumo di vino, possono essere plasmati e guidati. Per i fornitori, pertanto, fattori critici di successo sono sia la capacità di comprendere le tendenze in ogni singolo paese sia la rapidità di ingresso, che conferisce il vantaggio della prima mossa nell influenzare le preferenze dei consumatori. In questo contesto i competitori dotati delle competenze distintive adeguate, siano essi paesi o singole imprese, possono ottenere un notevole vantaggio in singoli mercati. A riguardo, come evidenziato nel lavoro, la Francia è un caso esemplare; questo paese ha fatto registrare performance migliori rispetto agli altri esportatori in molti piccoli paesi importatori non tradizionali, in particolare in Estremo oriente, proprio perché fino ad ora i produttori sono stati i più abili nell interpretare le esigenze di tali mercati.

6 piccoli importatori: i trend piccoli tradizionali; mentre ha conseguito risultati positivi solo nei non tradizionali. Per Cile e Argentina la dinamica sui mercati è risultata inversa a quella australiana, anche se il Cile si distingue per un lieve incremento delle quote in quantità nei piccoli mercati non tradizionali. Gli Stati Uniti hanno avuto una performance migliore nei piccoli paesi importatori tradizionali rispetto a quelli non tradizionali (ovviamente la quota Usa sui mercati di grandi dimensioni è piccola perché questo paese ne è esso stesso parte). Passando a un analisi di dettaglio, le tabelle 5 e 6 mostrano per ogni mercato il tasso di crescita delle importazioni nel periodo (valore e volume) e i primi tre paesi esportatori (con quota di mercato nel 2011 e sua variazione nel periodo ). Nei paesi importatori tradizionali In Canada, il mercato più dinamico e grande in questo gruppo, i due principali fornitori sono la Francia (che ha visto un notevole indebolimento della propria posizione) e I Italia. Sono però gli Stati Uniti che hanno saputo migliorare in modo più significativo le loro quote, soprattutto a danno dell Australia che fino al 2010 appariva come terzo fornitore. Anche Argentina, Nuova Zelanda e Cile hanno migliorato le proprie quote di mercato. In generale, sugli altri mercati dinamici l Italia ha registrato la migliore performance, mentre la Francia è riuscita ad aumentare Vini Imbottigliati contrazione crescita < 28,1% crescita 28,1% contrazione Irlanda, Austria Olanda, Belgio e Lussemburgo crescita < 8,7% Danimarca Svezia crescita 8,7% Giappone, Finlandia Canada, Svizzera, Norvegia Vini Sfusi contrazione contrazione crescita < 27,5% crescita 27,5% Svizzera, Olanda crescita < 13,2% Belgio e Lussemburgo Danimarca crescita 13,2% Spumanti contrazione Svezia, Norvegia, Canada, Giappone, Finlandia, Austria, Irlanda contrazione crescita < 59,3% crescita 59,3% crescita < 75% Giappone, Svizzera Olanda crescita 75% Belgio e Lussemburgo, Irlanda Canada, Svezia, Austria, Danimarca, Finlandia, Norvegia Tab. 2 - Piccoli Paesi importatori tradizionali: classificazione in base alla crescita delle importazioni per categoria di vino ( ). Fonte: ns. elaborazioni su database GTI. Vini Imbottigliati contrazione crescita < 303,9% crescita 303,9% contrazione Venezuela Russia, Ecuador crescita < 94,6% Islanda Brasile, Singapore, Polonia, Messico, Corea del Sud, Taiwan, Malesia, Colombia, Estonia, Kazakistan, Paraguay, Thailandia, Croazia, Filippine, Malta, Giordania, Guatemala, Nicaragua, Kenya* Rep. Ceca, Ucraina, Perù, Cipro, crescita 94,6% Panamà, Slovenia, Ungheria, Azerbaigian, Honduras, Marocco, Turchia Vini Sfusi contrazione crescita < 159,6% crescita 159,6% Spumanti contrazione crescita < 162,4% crescita 162,4% Indonesia Cina, Hong Kong, Lituania, Lettonia, Slovacchia, Serbia, Bulgaria, Romania, Algeria, Sri Lanka, India* contrazione crescita < 192,7% crescita 192,7% Malesia, Serbia, Brasile, Honduras, Indonesia, Kazakistan, Malta, Nicaragua Polonia, Croazia, Colombia, Panamà, Paraguay, Turchia Sri Lanka Rep. Ceca, Slovacchia, Corea del Sud, Messico, Islanda, Lettonia, Marocco, Singapore, Slovenia, Venezuela, Azerbaigian, Guatemala, India*, Kenya* Giordania Russia, Cina, Romania, Ucraina, Filippine, Taiwan, Ecuador Ungheria, Estonia, Lituania, Thailandia, Bulgaria, Cipro, Perù, Algeria,Hong Kong* contrazione crescita < 195,9% crescita 195,9% Islanda, Venezuela, Sri Lanka Ecuador, Malta, Kenya* Singapore, Brasile, Polonia, Taiwan, Ungheria, Cipro, Colombia, Croazia, Panamà, Marocco, Slovenia, Filippine, Guatemala, Honduras, Serbia Malesia, Turchia Hong Kong, Estonia, Rep. Ceca, Perù, Bulgaria, Nicaragua Russia, Cina, Messico, Lettonia, Lituania, Corea del Sud, Ucraina, Kazakistan, Romania, Paraguay, Thailandia, Slovacchia, Algeria, Azerbaigian, India*, Indonesia* * La variazione non rispetta quella del periodo. Per i seguenti Paesi non è stato passibile calcolare il tasso di crescita delle importazioni: Bolivia, Costa d Avorio, Costa Rica, Egitto, El Salvador, Emirati Arabi Uniti, Ghana, Iran, Mauritius, Senegal, Uruguay, Yemen. Tab. 3 - Piccoli Paesi importatori non-tradizionali: classificazione in base alla crescita delle importazioni per categoria di vino ( ). Fonte: ns. elaborazioni su database GTI.

7 Quanto producono? la sua quota di mercato solo in Svezia e Norvegia. In molti casi, però, le quote di mercato italiane in volume sono maggiori (o hanno un incremento superiore) rispetto a quelle in valore, il che è indicativo di un valore unitario del vino inferiore alla media delle importazioni del mercato (o in riduzione). Da segnalare per la Spagna la contrazione della quota di mercato in quei paesi (Svizzera, Svezia e Norvegia) dove si classificava come secondo o terzo fornitore. Infine in Olanda, mercato in crescita in valori ma in contrazione in quantità, è da segnalare la buona performance della Germania. Nei paesi importatori non tradizionali Nella tabella 6 i dati relativi ai 24 paesi appartenenti al sottoinsieme dei piccoli paesi importatori non tradizionali che sono stati selezionati sono raggruppati per area geografica di appartenenza. Questi paesi rappresentano quasi il 94% delle importazioni in valore dell intero gruppo dei piccoli paesi importatori non tradizionali. I nove paesi asiatici nel 2011 rappresentano oltre la metà del valore, ma solo il 25% in quantità delle importazioni totali del gruppo degli importatori non tradizionali. In questi mercati la Francia è il primo fornitore o uno dei più importanti; da notare è la quota di mercato elevata e crescente in Hong Kong, Cina e Thailandia e di contro la performance non positiva sul mercato indiano e coreano. Il secondo concorrente più importante della zona è l Australia che, però, ha accusato consistenti riduzioni delle quote in Hong Kong, Cina e Singapore. L Australia, invece, Per avere un idea delle dimensioni degli otto principali Paesi esportatori di vini imbottigliati citati nell articolo (vedi tabella 4), in termini di produzione annua di vino, si citano i dati provvisori dell Oiv riferiti all anno Le produzioni di questi 8 paesi, espresse in milioni di ettolitri sono state pari a 49,6 per la Francia, 41, 6 per l Italia, 34,3 per la Spagna, 18, 7 per gli Usa, 15,5 per l Argentina, 11 per l Australia, 10,6 per il Cile, e 9,7 per il Sudafrica. ha rafforzato la sua posizione dominante in Malesia. In Corea del Sud hanno registrato ottime performance i vini italiani e cileni, mentre sul mercato indiano i vini italiani e australiani. Nelle Filippine gli Stati Uniti detengono una posizione forte. I quattro paesi latino-americani, che rappresentano l 8% in valore e il 7% in quantità del gruppo dei piccoli importatori non tradizionali, con il Brasile e il Messico come mercati più grandi, sono riforniti in prevalenza da Cile, Argentina e Spagna. L Italia ha aumentato la sua quota di mercato in Brasile e in Messico, ma solo in quantità. I cinque paesi dell Est Europa nel 2011 ESPORTATORI: PERFORMANCE COMPETITIVE Paesi Grandi Importatori 2011 Δ 2011/04 Piccoli Tradizionali 2011 Δ 2011/04 rappresentavano circa il 22% del valore totale del gruppo e quasi il 35% in volume, di cui la Russia da sola 15% in valore e quasi il 25% in volume. In questi paesi i fornitori principali appartengono al Vecchio Mondo: Francia e Italia hanno aumentato la loro quota in tutti i mercati, mentre le migliori prestazioni della Spagna sono state registrate in Russia e in Estonia. Nei sei paesi dell Europa centrale (10% del valore totale del gruppo e il 20% in quantità), il panorama competitivo è molto articolato e i fornitori regionali, specialmente la Germania, giocano un ruolo importante. In sintesi Considerando nel loro insieme le esportazioni verso i piccoli mercati importatori, la Francia e l Italia rimangono i due principali fornitori anche se la loro prestazione differisce notevolmente nei diversi mercati di destinazione. Nei piccoli paesi tradizionali importatori la loro quota Piccoli Non-Tradizionali 2011 Δ 2011/04 Francia 25,2 1,3 31,8-7,0 41,6 17,9 Italia 29,6 5,6 20,2 4,0 9,9 3,2 Spagna 8,4 1,4 7,6-0,6 6,6-1,1 Australia 8,6-11,1 6,3-1,6 8,2 0,8 Cile 6,2 1,2 6,4 1,3 7,2-1,7 Argentina 3,7 2,5 3,1 2,0 2,7-0,4 USA 2,1-1,9 6,5 1,1 3,8-0,3 Sudafrica 2,1-2,0 2,9-0,7 0,9 0,0 Somma Quote 86,0-2,9 84,7-1,5 80,9 18,5 Francia 16,9-3,8 27,0-5,4 25,0 14,6 Italia 34,4 9,0 19,3 2,8 14,6 9,7 Spagna 10,0 2,0 9,4-0,6 12,6 4,6 Australia 9,6-6,3 5,6-1,4 5,3 2,7 Cile 7,5 1,9 8,9 2,8 9,5 2,4 Argentina 3,7 2,2 3,8 2,2 3,4-4,8 USA 2,7-2,1 4,4-0,8 3,1 0,5 Sudafrica 2,8-1,4 3,6-1,2 1,0 0,5 Somma Quote 87,5 1,4 82,0-1,6 74,4 30,3 Tab. 4 - Competitività dei principali fornitori di vini imbottigliati nei gruppi di Paesi importatori: quota di mercato nel 2011 e variazione della quota (Δ) Fonte: ns. elaborazioni su database GTI. risulta sempre la prima o la seconda per dimensione, con un rafforzamento della posizione dell Italia, che ha guadagnato quote di mercato in quasi tutti questi paesi durante il periodo analizzato. Nei paesi piccoli importatori non tradizionali è però la Francia ad emergere come protagonista. Questo paese risulta primo fornitore, sia in valore sia in quantità, in sei su 24 mercati, mentre in tre risulta prima in valore e seconda in quantità. La Francia è poi presente come terzo fornitore in valore in numerosi altri mercati. Nei paesi importatori non tradizionali l Italia, invece, è presente tra i primi tre fornitori in un numero ridotto di mercati (15) e nel complesso, con l eccezione della Russia e del Brasile, solo in mercati di piccole dimensioni. Da segnalare tuttavia la buona prestazione in Corea del Sud e in l India, che appaiono mercati di notevole potenzialità, data la loro dimensione demografica e la loro crescita economica. La Spagna è il secondo o il terzo 24

8 i primi tre fornitori Importatore Primo Secondo Terzo Canada V Francia (+) 21,3 Italia 20,5 USA 17,7 Q Italia (+) 21,2 Francia (+) 18,7 USA 15,0 Svizzera V Italia 33,6 Francia (+) 29,8 Spagna (+) 14,8 Q Italia 37,9 Spagna (+) 19,8 Francia 17,5 Svezia V Italia 23,1 Francia 16,8 Spagna 10,8 Q Italia 19,1 Francia 14,6 Spagna 12,8 Norvegia V Italia 34,6 Francia 26,9 Spagna (+) 12,9 Q Italia 30,9 Francia 21,7 Spagna 13,7 Finlandia V Cile 17,0 Francia 15,9 Italia 14,6 Q Cile 18,8 Francia 13,5 Italia 12,8 Olanda V Francia 29,5 Germania 12,7 Italia 10,5 Q Francia 27,8 Germania 18,8 Cile 10,2 Danimarca V Italia 31,4 Francia 23,4 Cile 8,2 Q Italia 27,8 Francia 17,9 Spagna 12,9 Belgio V Francia 62,6 Italia 7,5 Portogallo 6,9 Q Francia 58,4 Italia 8,8 Portogallo 6,6 Lussemburgo V Francia 54,9 Belgio 14,8 Italia 12,1 Q Francia (-) 45,1 Belgio 21,6 Portogallo (-) 17,7 Giappone V Francia 51,5 Italia 16,0 Cile 8,6 Q Francia 34,8 Italia 19,5 Cile 16,7 Irlanda V Regno Unito 21,7 Francia 16,5 Cile 15,8 Q Regno Unito 18,9 Cile 18,7 Francia 13,5 Austria V Italia 51,0 Germania 16,8 Francia 15,5 Q Italia (-) 62,1 Germania 17,4 Francia 8,9 Tab. 5 - Piccoli importatori tradizionali Primi tre fornitori di vini imbottigliati: quota di mercato (2011) in Valore e in (*). Fonte: ns. elaborazioni su database GTI. *: I codici cromatici e i segni +/- indicano le variazioni nel periodo 2004/2011. Blu, ampliamento della quota di mercato; arancio, riduzione della quota. (+), incremento delle spedizioni; (-), decremento delle spedizioni. ASIA AMERICA LATINA EUROPA ORIENTALE EUROPA CENTRALE Importatore Hong Kong Cina Singapore Corea del Sud Taiwan Malesia Thailandia Filippine India** Brasile Messico Venezuela Colombia Russia Ucraina Estonia Lettonia Lituania Polonia Rep. Ceca Slovacchia Croazia Ungheria Slovenia Primo Secondo Terzo V Francia 62,0 Regno Unito 13,3 Australia (+) 5,8 Q Francia 41,4 Australia (+) 15,3 USA (+) 10,2 V Francia 55,4 Australia (+) 15,2 Italia (+) 6,1 Q Francia 48,8 Australia (+) 13,5 Spagna 7,9 V Francia (+) 42,3 Australia (+) 22,5 Regno Unito 7,6 Q Australia (+) 31,0 Francia (+) 26,0 Cile 9,2 V Francia (+) 30,3 Cile 25,5 Italia 15,4 Q Cile 29,9 Francia 17,8 Italia 14,9 V Francia (+) 54,1 USA (+) 9,4 Cile 8,1 Q Francia (+) 40,4 Cile 12,2 Spagna 11,7 V Australia 56,7 Francia 18,6 Cile 5,7 Q Australia 56,2 Francia 7,9 Cile (+) 6,3 V Francia 39,0 Australia 33,4 Cile (+) 8,1 Q Australia 23,9 Francia (+) 22,4 Italia (+) 20,1 V USA (+) 40,6 Australia 18,9 Spagna (+) 7,7 Q USA 41,8 Australia 12,3 Spagna 11,5 V Italia 18,8 Francia (+) 17,6 Australia 17,0 Q Australia 22,0 Italia 17,4 Francia (+) 13,1 V Cile 32,4 Argentina (+) 22,5 Italia (+) 13,6 Q Cile 36,9 Argentina 23,2 Italia 16,7 V Spagna 36,8 Cile 22,5 Argentina 11,6 Q Cile (+) 30,6 Spagna 29,0 Italia 13,0 V Cile 60,9 Spagna (-) 16,3 Argentina 9,7 Q Cile 62,1 Spagna (-) 13,5 Argentina 13,4 V Cile (+) 52,7 Argentina 26,0 Spagna 10,8 Q Cile 58,4 Argentina 25,4 Spagna (+) 7,5 V Francia 27,4 Italia 22,1 Spagna 10,7 Q Francia 22,0 Italia 17,6 Spagna 13,7 V Georgia (+) 28,1 Italia 19,0 Francia 16,1 Q Georgia 30,7 Moldavia 24,9 Cile 11,3 V Italia 19,1 Francia 18,1 Spagna 15,8 Q Spagna 24,8 Italia 15,7 Francia 14,4 V Francia 44,6 Italia 25,0 Spagna (+) 10,7 Q Francia 44,8 Italia 20,2 Spagna (+) 16,3 V Francia 40,9 Spagna (+) 20,8 Italia 16,2 Q Francia 37,3 Spagna 29,4 Italia 15,1 V Germania 25,0 Francia (+) 11,7 Spagna 11,2 Q Germania 22,9 Bulgaria 15,5 Spagna 12,6 V Italia 22,7 Francia (+) 17,2 Germania 13,5 Q Italia 26,5 Spagna (+) 24,7 Germania 10,2 V Rep. Ceca (+) 40,1 Italia 23,5 Ungheria (+) 16,6 Q Ungheria 31,2 Italia 28,0 Rep. Ceca (+) 27,3 V Macedonia 27,8 Bosnia-Erz. 18,9 Slovenia 9,7 Q Bosnia-Erz. 32,2 Macedonia 24,4 Slovenia 8,3 V Italia 46,3 Germania 19,0 Spagna (+) 11,8 Q Italia 69,7 Germania 11,8 Spagna (+) 9,0 V Italia 34,0 Francia 14,7 Germania 13,7 Q Italia 44,1 Ungheria 18,5 Germania 13,7 Tab. 6 - Piccoli Paesi importatori non-tradizionali Primi tre fornitori di vini imbottigliati: quota di mercato (2011) in Valore e in (*). Fonte: ns. elaborazioni su database GTI. *: I codici cromatici e i segni +/- indicano le variazioni nel periodo 2004/2011. Blu, ampliamento della quota di mercato; arancio, riduzione della quota. (+), incremento delle spedizioni; (-), decremento delle spedizioni. **: Periodo 2010/2004. micro&macro mercati emergenti fornitore in quattro mercati tradizionali importatori, nei quali comunque accusa una riduzione delle quote di mercato. Come fornitore minore riesce però a migliorare la sua posizione in altri quattro mercati. Nei paesi importatori non tradizionali la Spagna ha registrato una buona performance in Cina, Taiwan, Messico, Venezuela, Russia, Estonia, Lituania e Polonia. L Australia, nei paesi tradizionali importatori, non compare tra i primi tre fornitori in alcun mercato, mentre nei mercati non tradizionali ha presenza significativa in solo sei paesi asiatici, ma è riuscita a guadagnare quote di mercato in Malesia, Tailandia, Filippine e in India. Il Cile è presente tra i primi tre fornitori in cinque mercati di importazione tradizionali, dove in ben quattro ha aumentato le sue quote di mercato e sta crescendo in Canada e in Belgio, dove è un fornitore minore. Il Cile è inoltre uno dei principali fornitori in dieci mercati non tradizionali, migliorando in sette di questi la sua posizione. Sono da segnalare in particolare Corea del Sud, Taiwan, i due più importanti mercati dell America Latina (Brasile e Messico), Singapore, India e Ucraina. Cogliere le opportunità L analisi dei flussi di importazione di vini ha chiaramente dimostrato come si stia modificando la geografia e la struttura della domanda internazionale e come di conseguenza stiano mutando, ampliandosi, le opportunità di diversificazione che si offrono agli esportatori. Nel periodo , la crescita in valore e in volume del commercio internazionale di vini è stata determinata per una quota prevalente dai paesi piccoli importatori non tradizionali, soprattutto per i vini imbottigliati. Alla crescita quantitativa della domanda si accompagna però anche un cambiamento della sua struttura, stimolato dal mutare dei gusti del pubblico e dalle nuove strategie di approvvigionamento della distribuzione e dei gruppi multinazionali. Questo si manifesta in un crescente e nuovo interesse per i vini sfusi e gli spumanti, soprattutto nei grandi paesi importatori e in quelli piccoli tradizionali. I produttori di vino devono essere pronti a cogliere le nuove opportunità legate a questi cambiamenti e a confrontarsi con uno scenario competitivo più articolato e complesso. È inoltre da sottolineare che molti dei nuovi mercati sono quelli dove ancora le barriere al commercio, di tipo tariffario e non tariffario, sono più elevate. Su questo fronte, la capacità dei governi dei paesi esportatori di negoziare rapidamente riduzioni preferenziali agli ostacoli al commercio può determinare un notevole vantaggio comparato per i propri produttori. La Bibliografia può essere richiesta a *Università degli Studi di Napoli Parthenope **Università degli Studi di Napoli Federico II RIPRODUZIONE RISERVATA 25

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13

DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 DATI CONSORZIATI RAFFRONTO DATI STORICI GENN- SETT 14 VS GENN- SETT 13 - VENDITE PER PRODOTTO GENN- SETT 14 VS 13 2013 2014 var. var % Asti docg 38.220.269 37.358.438-861.831-2,3% Moscato d'asti docg 14.082.178

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2008-2010 il caffè Direzione Dipartimento Promozione NOTA INTRODUTTIVA Le elaborazioni statistiche si propongono di fornire al Lettore uno strumento per

Dettagli

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale

L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro: l 84% del totale Il commercio con l estero dell Italia: I vini Doc-Docg e PREVISIONI Igt nel 2014 di PRODUZIONE Il commercio con l estero dell Italia 14 aprile 2015 L export di vini Doc-Docg e Igt vale 4,3 miliardi euro:

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 l olio di oliva marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare

Dettagli

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota *

Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina. Paese Visto richiesto/non richiesto Nota * Obbligo di visto per gli stranieri che entrano in Ucraina Paese /non richiesto Nota * 1. Austria Visto non richiesto per un soggiorno 2. Afghanistan DP titolari di passaporti diplomatici SP titolari di

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L E

M G I U S T I Z I A N O R I L E M G I U S T I Z I A N O R I L E Analisi statistica dei dati relativi ai casi di sottrazione internazionale di minori Anno 2012 Roma, 24 gennaio 2013 Dipartimento Giustizia Minorile Ufficio I del Capo Dipartimento

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il servizio

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI TRAFFIC 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5

Dettagli

VANTAGGI IMPRESE ESTERE

VANTAGGI IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE IMPRESE ESTERE è il servizio Cerved Group che consente di ottenere le più complete informazioni commerciali e finanziarie sulle imprese operanti in paesi europei ed extra-europei, ottimizzando

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE

OFFERTA COMMERCIALE SERVIZI VOCE OFFERTA COMMERCIALE TISCALI BUSINESS SERVIZIO VOCE TISCALI AFFARI OPEN 2004 Tiscali Business Tiscali S.p.A. Loc. Sa Illetta S.S. 195 Km 2,300 09122 Cagliari Italy www.tiscalibusiness.it PAGE 1 OF 5 Il

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

Convenzione Fonia Amavet (Gruppo Filo Diretto)

Convenzione Fonia Amavet (Gruppo Filo Diretto) Convenzione Fonia Amavet (Gruppo Filo Diretto) V 1.0 FASTWEB Business Unit Executive Strettamente confidenziale 1. Convenzione Fonia Amavet La presente offerta FONIA è valida per le sole Aziende Business

Dettagli

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2012. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2012 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Espansione

Dettagli

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero

LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE. Dott. Filippo Fornasiero LA NUOVA TASSAZIONE DELLE RENDITE FINANZIARIE Dott. Filippo Fornasiero Con il decreto legge 66/2014 dal 1 luglio l aliquota che colpisce le rendite finanziarie sale dal 20% al 26% L aumento riguarderà

Dettagli

Convenzione Servizi di Telefonia Fissa e Trasmissione Dati. Listino prezzi

Convenzione Servizi di Telefonia Fissa e Trasmissione Dati. Listino prezzi Prezzi per servizi di telefonia tradizionale Listino prezzi Canoni (inclusi tutti i servizi di linea richiesti) per linee in ULL Tipologia linea Costo al mese IVA Linea RTG (singolo canale fonico bidirezionale

Dettagli

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI

IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI IL VINO ITALIANO NEL MERCATO MONDIALE: CRITICITÀ ED OPPORTUNITÀ ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento

Dettagli

7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco

7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco 7. Gli scambi mondiali di prodotti agroalimentari: paesi competitor e mercati di sbocco IN SINTESI Le esportazioni mondiali di prodotti agroalimentari sono piuttosto concentrate con i primi 10 paesi che

Dettagli

Tavola 1 - Quote di mercato sulle esportazioni mondiali per area e paese (a)

Tavola 1 - Quote di mercato sulle esportazioni mondiali per area e paese (a) Quote di mercato Nel corso degli ultimi anni si è assistito ad una graduale erosione delle quote di mercato sulle esportazioni mondiali dell Unione europea, principalmente a vantaggio dei paesi dell Asia

Dettagli

infomarket l import-export italiano di tecnologia gennaio - dicembre e confronti con 2004 e 2003 IMPORT EXPORT 2003 2004 2005 2003 2004 2005

infomarket l import-export italiano di tecnologia gennaio - dicembre e confronti con 2004 e 2003 IMPORT EXPORT 2003 2004 2005 2003 2004 2005 l import-export italiano di tecnologia nelle pagine che seguono sono riportati i dati dell Istituto Italiano di Statistica (ISTAT) riguardanti le voci doganali che includono la tecnologia lapidea. Dati

Dettagli

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo

Classifica delle esportazioni italiane di shampoo SHAMPOO 1 19.696 14,3% 2 16.443 11,9% 3 13.501 9,8% 4 10.683 7,7% 5 7.127 5,2% 6 6.262 4,5% 7 5.717 4,1% 8 5.370 3,9% 9 Belgio 3.622 2,6% 10 3.533 2,6% 11 Slovenia 3.057 2,2% 12 Svizzera 2.578 1,9% 13

Dettagli

LISTA REFERENTI-PAESE PER LE BORSE DI STUDIO A STUDENTI STRANIERI & IRE. Aggiornamento del 4 giugno 2012

LISTA REFERENTI-PAESE PER LE BORSE DI STUDIO A STUDENTI STRANIERI & IRE. Aggiornamento del 4 giugno 2012 LISTA REFERENTI-PAESE PER LE BORSE DI STUDIO A STUDENTI STRANIERI & IRE. Aggiornamento del 4 giugno 2012 Uff. VII, DGSP, M.A.E. - Roma Tel. 06 3691 + Int. personale - Fax 06 3691 3790 dgsp7@esteri.it N.B.

Dettagli

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale

RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale RE start. La sfida possibile di un Italia più internazionale Rapporto Export 2015/2018 Trasformare una geografia dei rischi in una geografia delle opportunità Il mondo ha mantenuto, nel suo complesso,

Dettagli

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni

Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero 29/2014 Pagina 1 di 8 Fattispecie al ricorrere delle quali il contribuente è tenuto a compilare il quadro RW: esemplificazioni Numero : 29/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : DICHIARAZIONI

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero

(in gestione transitoria - ex Legge 214 del 2011) Gli imballaggi nel commercio estero (in gestione transitoria - ex Legge 214 del ) Gli imballaggi nel commercio estero Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento

Dettagli

NUOVA INFLUENZA UMANA - A/H1N1 Aggiornamento al 27 Giugno 2009

NUOVA INFLUENZA UMANA - A/H1N1 Aggiornamento al 27 Giugno 2009 NUOVA INFLUENZA UMANA - A/H1N1 Aggiornamento al 27 Giugno 29 Dagli ultimi Comunicati emessi dal Ministero del Lavoro delle Politiche Sociali dello Stato no e dall Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS)

Dettagli

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2015. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2015 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Dieci anni

Dettagli

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1

1 551 020 1 531 598-19 422-1,3 TICINO Totale 17 400 091 17 769 842 369 751 2,1 Industria alberghiera e altre infrastrutture. Pernottamenti Fonte TS 2013 2014 Differenza Assoluta Differenza % ET Lago Maggiore 6 593 021 6 1 7 2 6 4,5 Gambarogno Turismo 1 357 144 1 366 558 9 414 0,7

Dettagli

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO)

IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) I Forum di Cronache di Gusto Taormina, 20 ottobre 2014 IL FUTURO DEL VINO (E IL VINO DEL FUTURO) DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa I temi di approfondimento Lo scenario:

Dettagli

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011

Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 (in gestione transitoria - ex Lege 214/2011) Esportazioni di prodotti agro-alimentari italiani 2009-2011 il caffè marzo 2012 Dipartimento Promozione dell'internazionalizzazione Area Agro-alimentare Tel.:

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

Il mercato del vino in Germania

Il mercato del vino in Germania Il mercato del vino in Germania Baccelle Enrico Aprile 212 milioni di euro milioni di litri Mercato del vino imbottigliato in Germania (GTI, Istituto Spagnolo Commercio Estero -ICEX-, Euromonitor, Aprile

Dettagli

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero

Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Struttura e tendenze della spesa degli italiani all estero Andrea Alivernini L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2005 Venezia 11 aprile 2006 http:// ://www.uic.itit Struttura e tendenze della spesa

Dettagli

1.Stranieri residenti a Torino per cittadinanza e genere

1.Stranieri residenti a Torino per cittadinanza e genere 1.Stranieri residenti a Torino per cittadinanza e genere Unione Europea Altri Paesi Europei Ex U.R.S.S. Asia CITTADINANZA Maschi Femmine Austria 16 34 50 Belgio 41 67 108 Danimarca 11 12 23 Finlandia 2

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici /2012 STL JESOLO ED ERACLEA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: SETTEMBRE 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Nel periodo

Dettagli

Legenda dei Paesi. Classifica dell ISU 2010 e variazioni 2005-2010

Legenda dei Paesi. Classifica dell ISU 2010 e variazioni 2005-2010 Legenda dei Paesi Classifica dell ISU 2010 e variazioni 2005-2010 Afghanistan 155 h 1 Albania 64 i 1 Algeria 84 h 1 Andorra 30 h 2 Angola 146 h 2 Argentina 46 h 4 Armenia 76 Australia 2 Austria 25 i 1

Dettagli

PMI: il punto sull attività negli ultimi 12 mesi Ricerca Zurich sulle PMI - 2014

PMI: il punto sull attività negli ultimi 12 mesi Ricerca Zurich sulle PMI - 2014 PMI: il punto sull attività negli ultimi mesi Ricerca Zurich sulle PMI - 20 1 settembre 20 Indice Introduzione Metodologia pag. 3 Struttura del campione pag. Risultati Sintesi pag. Risultati per regione

Dettagli

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE

ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Ministero degli Affari Esteri Dalla RELAZIONE GOVERNATIVA 2004 ESPORTAZIONE DEFINITIVA (EX): AUTORIZZAZIONI RILASCIATE NEL PERIODO 01/01/2003-31/12/2003 ELENCO PER PAESE DI DESTINAZIONE Paese di destinazione

Dettagli

RAPPORTO 2013. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo

RAPPORTO 2013. sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo RAPPORTO 2013 sulla presenza delle imprese di costruzione italiane nel mondo A CURA DELLA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI E DELL UFFICIO LAVORI ALL ESTERO E RELAZIONI INTERNAZIONALI Crescita

Dettagli

infomarket TECNOLOGIA LAPIDEA Interscambio ITALIA-MONDO GENNAIO - DICEMBRE IMPORT EXPORT

infomarket TECNOLOGIA LAPIDEA Interscambio ITALIA-MONDO GENNAIO - DICEMBRE IMPORT EXPORT LETTURA DATI UNIONI COMMERCIALI UNIONE ECONOMICA MONETARIA (UEM12) comprende: Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Spagna. A partire da gennaio

Dettagli

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015

Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Rapporto sulla presenza delle imprese di costruzioni italiane nel mondo - 2015 Roma, 5 ottobre 2015 Direzione Affari Economici e Centro Studi Ufficio Lavori all Estero Relazioni Internazionali Le 38 imprese

Dettagli

CONVENZIONE REPlat Listino 2011

CONVENZIONE REPlat Listino 2011 CONVENZIONE REPlat 01. VISURE IMMOBILIARI VISURE IPOTECARIE TOTALE - 15% Visura Ipotecaria Light 26,00 22,10 Visura Ipotecaria Strong 48,00 40,80 Elenco Formalità 18,00 15,30 Visura Ipotecaria per Immobile

Dettagli

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online

Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online Listino informazioni su imprese e persone acquistabili online INFO ITALIA Il presente listino è valido dal Marzo 0. Le tariffe indicate si intendono al netto d IVA e inclusivi dei diritti di segreteria

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di costa

Dettagli

OFFERTA VALIDA PER SPEDIZIONI CON SERVIZIO EXPRESS SAVER

OFFERTA VALIDA PER SPEDIZIONI CON SERVIZIO EXPRESS SAVER OFFERTA VALIDA PER SPEDIZIONI CON SERVIZIO EXPRESS SAVER Italia Belgio, Francia, Germania, UK, Principato di Monaco Austria, Olanda, Spagna Rep. Ceca, Rep. Slovacca, Polonia, Slovenia, Ungheria Bulgaria,

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST JUNE 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZENITH OPTIMEDIA 2 10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS Operatore Stato dell'offerta Data di inizio sottoscrivibilità dell'offerta "08/06/2015" Data di fine sottoscrivibilità dell'offerta Territorio di riferimento Nome

Dettagli

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni!

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! Sensori induttivi miniaturizzati Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! AZIENDA Grazie alla sua visione per l innovazione e la valorizzazione tecnologica, Contrinex continua a fissare nuovi standard

Dettagli

Il Programma per Installatori Qualificati di PROINSO supera le 2.000 aziende integrate in tutto il mondo

Il Programma per Installatori Qualificati di PROINSO supera le 2.000 aziende integrate in tutto il mondo Il Programma per Installatori Qualificati di PROINSO supera le 2.000 aziende integrate in tutto il mondo La società consolida così la sua leadership internazionale Da quando è stato attivato, nel 2010,

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI Atlante Statistico dell Energia RIE per AGI Settembre 215 ENERGIA E AMBIENTE 14 Emissioni totali di CO2 principali nei paesi Europei 12 1 mln tonn. 8 6 4 2 199 1992 1994 1996 1998 2 22 24 26 28 21 212

Dettagli

Chiamate verso Italia e UE rete mobile. AFGHANISTAN 0,35 1,69 /min. 2,09 /min. 2,09 /min. 2,39 /min. 1,19 /min. 0,19 /cad.

Chiamate verso Italia e UE rete mobile. AFGHANISTAN 0,35 1,69 /min. 2,09 /min. 2,09 /min. 2,39 /min. 1,19 /min. 0,19 /cad. AFGHANISTAN 0,35 1,69 /min. 2,09 /min. 2,09 /min. 2,39 /min. 1,19 /min. 0,19 /cad. ALBANIA 0,35 0,99 /min. 1,39 /min. 1,39 /min. 1,69 /min. 0,00 /min. 0,19 /cad. ALGERIA* 0,35 0,99 /min. 1,39 /min. 1,39

Dettagli

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS. Wind Telecomunicazioni S.p.A. Stato dell'offerta Aggiornamento al "05/09/2016"

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS. Wind Telecomunicazioni S.p.A. Stato dell'offerta Aggiornamento al 05/09/2016 ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS Operatore Wind Telecomunicazioni S.p.A. Stato dell'offerta Aggiornamento al "05/09/2016" Data di inizio sottoscrivibilità dell'offerta "14/03/2016" Data di fine

Dettagli

27.281 permessi rilasciati

27.281 permessi rilasciati Corso Libertà 66 / Freiheitsstraße 66 39100 Bolzano / Bozen Alto Adige / Südtirol Tel. ++39 0471 414 435 www.provincia.bz.it/immigrazione www.provinz.bz.it/einwanderung 10/09/2007 Riproduzione parziale

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Il mercato tedesco del vino

Il mercato tedesco del vino Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Berlino Nota Settoriale Il mercato tedesco del vino Berlino, marzo 2013 2 INDICE 1. Importanza del mercato

Dettagli

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS. https://www.wind.it/it/privati/tariffe_e_opzioni/privatiestero/dallitalia/noi_international_e uropa_usa/

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS. https://www.wind.it/it/privati/tariffe_e_opzioni/privatiestero/dallitalia/noi_international_e uropa_usa/ ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS Operatore Stato dell'offerta Data di inizio sottoscrivibilità dell'offerta "08/06/2015" Data di fine sottoscrivibilità dell'offerta Territorio di riferimento Nome

Dettagli

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS Operatore Wind Stato dell'offerta nuova Data di inizio sottoscrivibilità dell'offerta 24/07/2017 Data di fine sottoscrivibilità dell'offerta Territorio di riferimento

Dettagli

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014 Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze Maggio 2014 1 Sommario 1. IL CONSUMO DI VINO 3 2. TENDENZE DEL COMMERCIO MONDIALE DI VINO NEL 2013 6 3. PRINCIPALI ESPORTATORI NEL 2013 8 4. PRINCIPALI IMPORTATORI

Dettagli

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS Operatore Stato dell'offerta ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS Wind Tre nuova Data di inizio sottoscrivibilità dell'offerta 24/07/2017 Data di fine sottoscrivibilità dell'offerta Territorio di riferimento

Dettagli

I piani in abbonamento All inclusive Business

I piani in abbonamento All inclusive Business I piani in abbonamento All inclusive Business Solo per sim in MNP + * Il traffico voce all estero incluso nell offerta riguarda le chiamate voce ricevute in ZONA UE, Croazia, e USA ed effettuate da e verso

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI

LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI Conegliano, 20 febbraio 2014 DENIS PANTINI Direttore Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa LE PROSPETTIVE DI MERCATO PER IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI I temi di approfondimento

Dettagli

ABBONAMENTI H3G MY BUSINESS

ABBONAMENTI H3G MY BUSINESS Business ABBONAMENTI H3G MY BUSINESS *Unlimited International permette di effettuare traffico illimitato per le chiamate dall Italia verso l Estero e per le chiamate effettuate e ricevute in Roaming nei

Dettagli

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT

DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE. di Luca Laureti DRAFT IAI927 DOCUMENTI IAI UN INDICATORE PER IL COINVOLGIMENTO INTERNAZIONALE DELLE IMPRESE ITALIANE IN TERMINE DI COMMERCIO E IDE di Luca Laureti DRAFT Documento preparato nell ambito del programma di ricerca

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe Convenzione Telefonia Fissa e Connettività IP 4 Corrispettivi e Tariffe Acquisti in Rete della P.A. Corrispettivi e Tariffe Telefonia Fissa e Connettività IP 4 1 di 12 INDICE 1 TELECOM ITALIA S.P.A. 3

Dettagli

IL PROGETTO emarketservices

IL PROGETTO emarketservices Centro Studi SCiNT IL PROGETTO emarketservices Otranto, 14 giugno 2003 emarket Services Italia 5^modulo d.ssa S. Mussolino (ICE) Scaletta intervento 1. Cos è il progetto emarket Services 2. Ruolo degli

Dettagli

Ulisse per le vendite all estero

Ulisse per le vendite all estero 1Sistema Informativo Ulisse per le vendite all estero Gennaio 2014 PER CONOSCERE I MERCATI ESTERI DI VENDITA E DI APPROVVIGIONAMENTO 2Sistema Informativo, In un contesto di forti cambiamenti dell ambiente

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

Elenco Bandiere del Mondo

Elenco Bandiere del Mondo Divisione Comunicazione Visiva www.pubblicarb.it/pennoni-bandiere/ Tel. 080 534 4812 Elenco Bandiere del Mondo Bandiere Africa Produzione e vendita di bandiere in poliestere nautico bandiere africane da

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe Convenzione Telefonia Fissa e Connettività IP 4 Corrispettivi e Tariffe Acquisti in Rete della P.A. Corrispettivi e Tariffe Telefonia Fissa e Connettività IP 4 1 di 14 INDICE 1 TELECOM ITALIA S.P.A. 3

Dettagli

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI

DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI DINAMICA DEL COMMERCIO AGROALIMENTARE MONDIALE: ATTORI E DETERMINANTI Anna Carbone (Università della Tuscia) Antonella Finizia (Ismea) Workshop del Gruppo 2013 L agroalimentare italiano nel commercio mondiale:

Dettagli

https://www.wind.it/it/privati/tariffe_e_opzioni/privatiestero/dallitalia/ call_your_country_super/ 150,00 50,00

https://www.wind.it/it/privati/tariffe_e_opzioni/privatiestero/dallitalia/ call_your_country_super/ 150,00 50,00 ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS Operatore Stato dell'offerta Tipologia dell'offerta Se opzione, piani base compatibili Pagina WEB dove è pubblicata Mercato di riferimento Modalità di pagamento

Dettagli

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe

Convenzione. Telefonia Fissa e Connettività IP 4. Corrispettivi e Tariffe Convenzione Telefonia Fissa e Connettività IP 4 Corrispettivi e Tariffe Acquisti in Rete della P.A. Corrispettivi e Tariffe Telefonia Fissa e Connettività IP 4 1 di 14 INDICE 1 FASTWEB S.P.A. 3 1.1 SERVIZI

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS 150,00 50,00. mesi euro 0,00 mesi 24 euro. Scatto alla risposta. Importo Fonia

ALLEGATO 1 alla delibera n. 252/16/CONS 150,00 50,00. mesi euro 0,00 mesi 24 euro. Scatto alla risposta. Importo Fonia Operatore Stato dell'offerta Tipologia dell'offerta Se opzione, piani base compatibili Pagina WEB dove è pubblicata Mercato di riferimento Modalità di pagamento Target clientela Tecnologia di rete Velocità

Dettagli

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER

TITOLO GLOBAL ADVERTISING EXPENDITURE FORECAST SEPTEMBER 10 Fonte Elaborazioni ANES Monitor su dati ZenithOptimedia 2/10 Previsione della spesa pubblicitaria globale e PIL 2014-2017 (%) ZenithOptimedia (una delle più grandi centrali media del mondo) prevede

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

Provincia di Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Formazione Professionale

Provincia di Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Formazione Professionale Taranto - Settore Politiche del Lavoro e Formazione Professionale Stato Lavoratore F % M % % Disoccupati 31.746 29,76 % 32.356 29,96 % 64.102 29,86 % reinserimento lavorativo 7 0,01 % 5 0,00 % 12 0,01

Dettagli

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille

N.B. : alcuni Stati dell elenco, grazie a successive convenzioni, potrebbero essere esentati dall obbligo di apostille I documenti devono essere: 1) Legalizzati (o apostillati) 2) Scritti o tradotti in lingua italiana 3) Non contrari a norme imperative o di ordine pubblico I documenti e gli atti dello stato civile formati

Dettagli

L industria alessandrina della gioielleria: il commercio internazionale Osservatorio Internazionale del Distretto di Valenza e del settore orafo Rocco Paradiso Valenza, 31.01.2008 1 Internazionalizzazione.

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

IL PROFILO DEL TURISTA

IL PROFILO DEL TURISTA IL PROFILO DEL TURISTA ARRIVI E PRESENZE IN PIEMONTE I dati sui flussi turistici sono elaborati annualmente turistici sono annualmente dall'osservatorio Turistico Regionale mediante quanto dichiarato da

Dettagli

SINTESI DEI RISULTATI

SINTESI DEI RISULTATI SINTESI DEI RISULTATI I dati relativi alle imprese di costruzioni che hanno preso parte all Indagine Ance 2013 sull internazionalizzazione confermano la dinamicità del settore, nonostante la crisi in atto.

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius

ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius ANCE Sicilia Smobilizzo crediti con le PP.AA. Ristrutturazione del debito Sistema di Gestione Resp. Amministrativa Il Gruppo Atradius Giulio Longobardi Direttore commerciale Atradius Italia Palermo 14

Dettagli

L Impronta Ecologica delle nazioni Aggiornamento

L Impronta Ecologica delle nazioni Aggiornamento L Impronta Ecologica delle nazioni Aggiornamento E stato recentemente redatto un nuovo rapporto sulle impronte ecologiche delle nazioni, sempre a cura dei ricercatori dell associazione californiana Redefining

Dettagli

Costo al minuto (Euro) a base d'asta, IVA esclusa 1.368.000 0,0066 595.000 0,0087 70.000 0,1053 625 0,0710 1.250 0,0911 1.250 0,2900 0 0,2000 0 0,4500

Costo al minuto (Euro) a base d'asta, IVA esclusa 1.368.000 0,0066 595.000 0,0087 70.000 0,1053 625 0,0710 1.250 0,0911 1.250 0,2900 0 0,2000 0 0,4500 Telefonia di base Direttrici di traffico Distrettuale, incluso urbane Interdistrettuale Verso rete mobile Internazionale - Area 1 Internazionale - Area 2 Internazionale - Area 3 Internazionale - Area 4

Dettagli

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA Sulle retribuzioni più basse meno tasse fino a 1.700 euro all anno ================================================= Il cuneo fiscale in Italia è in discesa.

Dettagli

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche

EUROPA Il mercato delle autovetture. Aprile 2012. AREA Studi e statistiche EUROPA Il mercato delle autovetture Aprile 2012 Nell Europa27+EFTA 1 sono state registrate complessivamente 1,06 milioni di vetture nel mese di aprile 2012, con una flessione del 6,5 % rispetto allo stesso

Dettagli

L internazionalizzazione del sistema economico milanese

L internazionalizzazione del sistema economico milanese L internazionalizzazione del sistema economico milanese Il grado di apertura di un sistema economico locale verso l estero rappresenta uno degli indicatori più convincenti per dimostrare la sua solidità

Dettagli