Oggetto: Finanziamenti Legge 488/92 Scadenza del 15 settembre 2006.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oggetto: Finanziamenti Legge 488/92 Scadenza del 15 settembre 2006."

Transcript

1 Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica Roma - via Panama 62 - tel. 06/ fax 06/ Roma, 10 agosto 2006 Circolare n.93/2006 Oggetto: Finanziamenti Legge 488/92 Scadenza del 15 settembre Si segnala che fino al 15 settembre sono aperti i termini per la presentazione delle domande di finanziamento di cui alla legge 488/92 (agevolazioni per investimenti nelle aree sottoutilizzate). Per il settore del trasporto merci la legge 488 continua ad essere operante per le imprese di spedizione e di logistica: pur non figurando nell elenco dei beneficiari principali, le attività di spedizione e di logistica classificate con codici Istat che inizino per 63 rientrano tra i servizi ammissibili alle agevolazioni di cui all allegato 1 punto C del decreto ministeriale 1 febbraio Si riportano di seguito in sintesi gli elementi qualificanti della legge 488. Aree geografiche I finanziamenti della 488 possono essere concessi esclusivamente per investimenti realizzati nelle cosiddette aree sottoutilizzate, ossia le regioni meridionali e i comuni del Centro-Nord in declino industriale (l elenco di questi comuni - individuati con la sigla aree ob.2 è consultabile sui siti internet delle province e delle regioni). Dimensione aziendale Per le imprese del Centro Nord di grande dimensione (oltre 250 dipendenti e fatturato superiore a 48 milioni di euro, ovvero attivo dello stato patrimoniale superiore a 43 milioni di euro) la legge non si applica in tutti i comuni in declino industriale, ma soltanto in quelli la cui economia è ritenuta particolarmente depressa (anche l elenco di questi comuni - individuati dalla sigla deroga 87.3.c è reperibile sui siti internet delle province e delle regioni). Investimenti Sono finanziabili gli investimenti per la costruzione di nuove unità produttive, ovvero per l ampliamento, l ammodernamento, la riattivazione, la riconversione o il trasferimento di unità produttive già esistenti. L ammontare globale dell investimento non può essere inferiore a 1 milione di euro ed è ammissibile fino 50 milioni di euro. L investimento non può essere avviato prima della presentazione della domanda. Sono finanziabili, ad esempio, le spese per le progettazioni ingegneristiche riguardanti le strutture dei fabbricati e gli impianti, le spese relative alla sistemazione del suolo, le opere murarie, il costo dei macchinari, degli impianti e delle attrezzature anche informatiche, purché acquistati nuovi di fabbrica. E tassativamente escluso il finanziamento per l acquisto di mezzi di trasporto. Forma delle agevolazioni I finanziamenti sono costituiti da un contributo in conto capitale e da un finanziamento agevolato della durata massima di 15 anni. E indispensabile richiedere altresì un finanziamento bancario ordinario a tasso di mercato, d importo analogo a quello del finanziamento agevolato. L impresa richiedente deve contribuire direttamente con mezzi propri all investimento almeno per il 25 per cento. La misura dei benefici varia a seconda della dimensione dell impresa richiedente e della zona dove si realizza l investimento. Il contributo in conto capitale varia da un massimo del 50 per cento per una piccola impresa che investe in Calabria ad un minimo del 4,2 per cento per un impresa di medie dimensioni che investe in un comune del Centro-Nord. Per le grandi imprese lo stesso contributo varia tra il 31 per cento per gli investimenti nel Mezzogiorno (44,4 per cento in Calabria) al 7,1 per cento per investimenti nei comuni del Centro-Nord ad economia depressa. Il finanziamento agevolato varia dal 20,5 per cento al Sud al 15 per cento per gli investimenti nei comuni nel Centro-Nord. Presentazione delle domande Le domande devono essere presentate ad una banca concessionaria utilizzando i moduli e il programma software ministeriali (disponibile sul sito internet cliccando sulla icona legge 488/92 bandi 2006 presente nella prima pagina nella sezione evidenza ). Le domande saranno ammesse sulla base di una graduatoria formata tenendo conto di determinati indicatori. In particolare saranno favorite le domande nelle quali la ri-

2 chiesta di contributi è bassa in rapporto all investimento da realizzare, nonchè le domande che prevedono un alta percentuale di investimenti innovativi. Inoltre sono state previste alcune premialità (ad es. per le domande presentate da imprese dotate di certificati di qualità ambientali, da imprese risultanti dalla fusione tra piccole e medie imprese, da imprese che realizzano stages aziendali, da imprese fortemente esportatrici, ecc.). La graduatoria sarà definita presumibilmente intorno alla fine dell anno. f.to dr. Piero M. Luzzati Per riferimenti confronta circ.n.144 e 94/2000 Allegati due D/d CONFETRA La riproduzione totale o parziale è consentita esclusivamente alle organizzazioni aderenti alla Confetra.

3

4 Elenco completo delle banche concessionarie convenzionate con il Ministero delle Attività Produttive e degli istituti collaboratori convenzionati con le medesime banche concessionarie per gli adempimenti di cui alla legge n. 488/1992 riferiti alle domande presentate sui bandi aperti successivamente alla data del 25 marzo Elenco aggiornato al 9 giugno ATTENZIONE: l elenco tiene conto delle seguenti operazioni societarie: Sanpaolo IMI S.p.A. ha effettuato conferimenti di rami di azienda in relazione ai quali è stata modificata la composizione del RTI in cui è banca mandataria; Centrobanca Studio Finanziario S.p.A., è stata incorporata in Centrobanca S.p.A. che è divenuta mandataria del RTI; Banca dell Umbria 1462 è stata incorporata dalla Banca UniCredito Italiano S.p.A. la quale a sua volta ha conferito a UniCredit Banca S.p.A. il ramo di azienda qualificato come Retail, detta banca subentra in tutti i rapporti in essere a nome dell incorporata Banca dell Umbria 1462 S.p.A.; nell ambito del medesimo RTI, Banca Mediocredito S.p.A., che aveva il ruolo di banca mandante, ha prima modificato la propria denominazione sociale in UniCredit Banca Mediocredito S.p.A. e poi ha effettuato la scissione a UniCredit Banca d impresa S.p.A. del ramo di azienda Banking ; nell ambito del RTI avente Prominvestment S.p.A. mandataria, Banca delle Marche S.p.A., mandante in detto RTI, nonché istituto collaboratore convenzionato con altri soggetti concessionari, ha ceduto il ramo d azienda leasing. NOTA: per ogni soggetto concessionario è indicato l ufficio responsabile dei servizi di istruttoria ed erogazione della legge n. 488/92 e la relativa ubicazione, conformemente all art. 4 della legge n. 241/90: Banche concessionarie Istituti collaboratori UNICREDIT BANCA S.p.A. Perugia UniCredit Banca S.p.A. UniCredit Banca d Impresa S.p.A. Mediocredito del Friuli Venezia Giulia S.p.A. UNICREDIT BANCA S.p.A. Alleanze Confidi e Finanza Agevolata Supporto Rete Via F. Baracca n. 5 HYPO ALPE ADRIA BANK S.p.A. Udine ETRURIA LEASING S.p.A. Firenze MPS LEASING & FACTORING S.p.A. Prato CREDEMLEASING S.p.A. Reggio Emilia CRL COMPAGNIA REGIONALE LEASING S.p.A. Terni Perugia ITALEASE NETWORK S.p.A. Milano BANCA ITALEASE S.p.A. Milano FRIULIA LIS FINANZIARIA REGIONALE FRIULI VENEZIA GIULIA LOCAZIONI INDUSTRIALI DI SVILUPPO S.p.A. Udine ADRIA LEASING S.p.A. Treviso LEASIMPRESA S.p.A. Torino PRIVATA LEASING S.p.A. S. Maurizio (Reggio Emilia) BIELLA LEASING S.p.A. Biella ING LEASE (ITALIA) S.p.A. Brescia FINAGEN S.p.A. Venezia 1

5 ESALEASING S.p.A. Ancona CLARIS LEASING S.p.A. Treviso DEUTSCHE LEASING ITALIA S.p.A. Milano FORTIS LEASE SPA Treviso PALLADIO LEASING S.p.A. Vicenza Banca Intesa Mediocredito S.p.A. Milano Banca Intesa Mediocredito S.p.A. Banca Cis S.p.A. Banca Intesa Mediocredito S.p.A. Presidio di Prodotto via Cernaia, 10 FORTIS LEASE S.p.A. Treviso BANCA CARIGE S.p.A. Genova BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.p.A. Desio (Milano) CENTRO LEASING S.p.A. Firenze ABF LEASING S.p.A. Milano NEOS FINANCE S.p.A. Bologna FRAER LEASING S.p.A. Cesena (Forlì) Milano ING LEASE (ITALIA) S.p.A. Brescia PRIVATA LEASING S.p.A. S. Maurizio (Reggio Emilia) TERLEASING S.p.A. Teramo Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. Roma Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. Direzione Crediti Servizio Perfezionamento del Credito e degli Incentivi alle imprese COFIRI F. & L. S.p.A. Roma COOPERLEASING S.p.A. Bologna Via degli Aldobrandeschi n Roma Banca Italease S.p.A. Milano Banca Italease S.p.A. Banca Popolare dell Emilia Romagna Soc.coop. Banca Popolare di Bari S.c.p.a. Banca Popolare di Puglia e Basilicata S.c.p.a. Banco di Sardegna S.p.A. Meliorbanca S.p.A. Efibanca S.p.A. Banca Italease S.p.A. U.O. Client Management Banche Banca concessionaria e Agevolato ABF LEASING S.p.A. Milano COMMERCIO E FINANZA S.p.A. Napoli COOPERLEASING S.p.A. Bologna ITALEASE NETWORK S.p.A. Milano LEASIMPRESA S.p.A. Torino LEASINVEST S.p.A. Bologna MEDIOLEASING S.p.A. Jesi ( Ancona) PRIVATA LEASING S.p.A. S. Maurizio (Reggio Emilia) PROFESSIONAL DUCATO LEASING S.p.A. Pisa BNP PARIBAS LEASE GROUP S.p.A. Milano CNH CAPITAL EUROPE Milano 2

6 Via Cino del Duca n Milano Centrobanca S.p.A. Milano Centrobanca S.p.A. Tercas Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo S.p.A. Banca Agricola Popolare di Ragusa s.c. p. A. Credito Valtellinese Società cooperativa Credito Siciliano S.p.A. Banca Carige S.p.A. Banca Popolare Pugliese S.c.p.A. Banca Popolare dell Etruria e del Lazio s.c. Banca Popolare di Vicenza S.c.p.A. Banca Nuova S.p.A. Centrobanca S.p.A. Direzione Finanza Agevolata Servizio Legge 488 e Patti Territoriali Corso Europa n Milano LIGURE LEASING S.p.A. Savona BPU LEASING S.p.A. Bergamo ETRURIA LEASING S.p.A. Firenze LEASIMPRESA S.p.A. Torino BIELLA LEASING S.p.A. Biella SELMABIPIEMME LEASING S.p.A. Milano ESALEASING S.p.A. Ancona ABF LEASING S.p.A. Milano TERLEASING S.p.A. Teramo ITALEASE NETWORK S.p.A. Milano BANCA ITALEASE S.p.A. Milano CREDITO ARTIGIANO S.p.A. Milano Europrogetti & Finanza S.p.A. Roma BANCA CARIGE S.p.A. Genova BIELLA LEASING S.p.A. Biella 3

7 Europrogetti & Finanza S.p.A. Ufficio Finanza Agevolata Via Piemonte n Roma COMMERCIO E FINANZA S.p.A. Napoli COOPERLEASING S.p.A. Bologna CREDEMLEASING S.p.A. Reggio Emilia FRAER LEASING S.p.A. Cesena (Forlì) ITALEASE NETWORK S.p.A. Milano BANCA ITALEASE S.p.A. Milano MCC. S.p.A. Roma SBS LEASING S.p.A. Brescia MPS LEASING & FACTORING S.p.A. Prato PROFESSIONAL DUCATO LEASING S.p.A. Pisa CENTRO LEASING S.p.A. Firenze SARDALEASING Sassari LEASIMPRESA Torino NATEXIS LEASE SUCCURSALE ITALIA - Milano LOCAT S.p.A. - Bologna Interbanca S.p.A. Milano SG LEASING S.p.A. Milano ADRIA LEASING S.p.A. Treviso BANCA ITALEASE S.p.A. Milano Interbanca S.p.A. FRAER LEASING S.p.A. Cesena (Forlì) Agevolazioni Corso Venezia n. 56 COMMERCIO E FINANZA S.p.A. Napoli Milano MCC S.p.A. Roma CREDEMLEASING S.p.A. Reggio Emilia LEASINVEST S.p.A. Bologna SAN PAOLO LEASINT S.p.A. - Milano 4

8 MCC S.p.A. Roma MCC S.p.A. Banco di Sicilia S.p.A. Irfis Mediocredito della Sicilia S.p.A. MCC S.p.A. Servizio Commerciale Corporate Via Piemonte n. 51 CREDEMLEASING SPA Reggio Emilia CREDITO SICILIANO S.p.A. Palermo ETRURIA LEASING S.p.A. Firenze CATERPILLAR FINANCIAL CORPORATION S.A. E.F.C. Milano FIN ECO LEASING SPA Brescia Roma ING LEASE (ITALIA) S.p.A. Brescia MPS Banca per l impresa S.p.A. Firenze COMMERCIO E FINANZA S.p.A. Napoli COOPERLEASING S.p.A. Bologna CREDEMLEASING S.p.A. Reggio Emilia MPS Banca per l impresa S.p.A. ETRURIA LEASING S.p.A. Firenze Direzione Generale Direzione Finanziamenti e Servizi Ufficio Consulenza e Servizi PA Viale G. Mazzini n Firenze MPS LEASING & FACTORING S.p.A. Prato SANPAOLO LEASINT S.p.A. Milano TERLEASING S.p.A. Teramo ABF LEASING S.p.A. Milano Prominvestment S.p.A. Roma Prominvestment S.p.A. Banca Popolare di Milano S.c. a r.l. MCC S.p.A. Roma Iccrea Banca S.p.A. Mediobanca S.p.A. MEDIOCREDITO DEL FRIULI - VENEZIA GIULIA S.p.A. Udine Banca delle Marche S.p.A. Mediocredito Trentino-Alto Adige S.p.A. PALLADIO LEASING S.p.A. Vicenza SELMABIPIEMME LEASING S.p.A. Milano TELELEASING S.p.A. Milano Prominvestment S.p.A. ESALEASING S.p.A. Ancona Ufficio area operativa Legge 488/92 TERLEASING S.p.A. Teramo Via Nomentana n. 146 BANCA DI LEGNANO S.p.A. Legnano (MI) Roma 5

9 Sanpaolo IMI S.p.A. Torino Sanpaolo Imi S.p.A. Sanpaolo Banco di Napoli S.p.A. Cassa dei Risparmi di Forlì S.p.A. Cassa di Risparmio di Firenze S.p.A. Cassa di Risparmio in Bologna S.p.A. Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo S.p.A. Cassa di Risparmio di Venezia S.p.A. Friulcassa S.p.A. Sanpaolo Imi S.p.A. Direzione Imprese Finanza agevolata Struttura Legge 488 Viale dell Arte n Roma BANCA OPI S.p.A. Roma CENTRO LEASING S.p.A. Firenze LEASIMPRESA S.p.A. Torino NEOS FINANCE S.p.A. Bologna FRAER LEASING S.p.A. Cesena (Forlì) MEDIOLEASING SPA Jesi (Ancona) PRIVATA LEASING S.p.A. San Maurizio (Reggio Emilia) BANCA CARIGE S.p.A. Genova 6

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 ANALISI COMPARATIVA DATI 2011-2012-2013 ANALISI DATI AGGREGATI 2011-2012- 2013 ANDAMENTO INFORTUNI NEL QUADRIENNIO

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Regioni, province e grandi comuni

Regioni, province e grandi comuni SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 4 Settore Popolazione Tavole di mortalità della popolazione italiana Regioni, province e grandi comuni Anno 2000 Informazioni n. 28-2004

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2.1 La concentrazione degli alunni con cittadinanza non italiana in specifiche scuole e nei differenti ordini e gradi scolastici Dall analisi

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

Con la presente scrittura tra

Con la presente scrittura tra Accordo per assicurare la liquidità alle imprese creditrici dei Comuni e delle Province della Regione Emilia-Romagna attraverso la cessione pro-soluto dei crediti a favore di banche od intermediari finanziari

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015

Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Foglio Informativo n AF01 aggiornamento n 023 data ultimo aggiornamento 12.03.2015 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. FOGLIO

Dettagli

Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 00195 Roma

Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 00195 Roma Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 0015 Roma Le gare bandite da Consip per le Convenzioni di Facility Management (FM2 e FM3) sono suddivise in 12 lotti geografici e le singole

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase Una produzione di Pop Economy Da dove allegramente vien la crisi e dove va Produzione Banca Popolare

Dettagli

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 di Andrea Cammelli, Serena Cesetti e Davide Cristofori 1. Aspetti introduttivi Dal 1998 AlmaLaurea, attraverso

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96

Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Il Fondo di Garanzia per le PMI L. 662/96 Incontro formativo con gli operatori del territorio Lo stato dell arte del Fondo di Garanzia per le PMI Le attività di informazione e formazione operativa per

Dettagli

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014 Lo spettacolo dal vivo in Sardegna Rapporto di ricerca 2014 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Redazione a cura della Presidenza Direzione generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Art. 2. Soggetti beneficiari e misura massima consentita delle agevolazioni

Art. 2. Soggetti beneficiari e misura massima consentita delle agevolazioni Decreto ministeriale 20 ottobre 1995, n. 527 - Regolamento recante le modalità e le procedure per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle attività produttive nelle aree depresse

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39 Qualità dei servizi internet da postazione fissa - Delibere n. 131/06/CSP, 244/08/CSP e 400/10/CONS Anno riferimento: 2014 Periodo rilevazione dei dati: 2 SEM. X Per. Denominazione incatore Tempo attivazione

Dettagli

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le informazioni fornite nel presente documento hanno esclusivamente scopo informativo

Dettagli

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012...

Indice. Introduzione... 2. Definizioni... 3. Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4. L irraggiamento solare in Italia nel 2012... Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Tecnologia degli Impianti fotovoltaici... 4 La fonte solare L irraggiamento solare in Italia nel 2012... 6 Mappa della radiazione solare nel 2011 e nel 2012...

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

La Green Economy e le fonti rinnovabili in Italia

La Green Economy e le fonti rinnovabili in Italia Območna zbornica za severno Primorsko E.I.N.E. La Green Economy e le fonti rinnovabili in Italia A CURA DI INFORMEST Indice 1 INTRODUZIONE... 3 2 - IL RUOLO DELLE FONTI RINNOVABILI: IL CONTESTO NAZIONALE

Dettagli

GUIDA ALLE PENSIONI Per le lavoratrici agricole e del settore agroalimentare

GUIDA ALLE PENSIONI Per le lavoratrici agricole e del settore agroalimentare GUIDA ALLE PENSIONI Per le lavoratrici agricole e del settore agroalimentare Cara lavoratrice, negli ultimi due anni il sistema pensionistico italiano ha subìto pesanti interventi che hanno modificato,

Dettagli

Elenco soggetti per il trattamento dei dati personali

Elenco soggetti per il trattamento dei dati personali Elenco soggetti per il trattamento dei dati personali Sommario SOMMARIO... 2 DATI DELLA BANCA... 3 ELENCO DEI SOGGETTI TITOLARI, RESPONSABILI O INCARICATI DEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI... 3 Titolare:...

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA

All Organismo Pagatore AGEA Via Palestro, 81 00185 ROMA. Via N. Tommaseo, 63-69 35131 PADOVA. Largo Caduti del Lavoro, 6 40122 BOLOGNA AREA COORDINAMENTO Ufficio Rapporti Finanziari Via Salandra, 13 00187 Roma Tel. 06.49499.1 Fax 06.49499.770 Prot. N. ACIU.2015.140 (CITARE NELLA RISPOSTA) Roma li. 20 marzo 2015 Organismo Pagatore AGEA

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

VI Rapporto su enti locali e terzo settore

VI Rapporto su enti locali e terzo settore COORDINAMENTO Michele Mangano VI Rapporto su enti locali e terzo settore A cura di Francesco Montemurro, con la collaborazione di Giulio Mancini IRES Lucia Morosini Roma, marzo 2013 2 Indice 1. PREMESSA...

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI Dott. Nicola ZERBONI Dottore Commercialista in Milano Finanziamenti europei 2007/2013 e contrasto alle irregolarità e alle frodi nei fondi Diretta

Dettagli

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto Guida al Reclamo Indice Premessa 1 La fase del reclamo 3 Il ricorso all Arbitro Bancario Finanziario (ABF) 3 L Associazione Conciliatore BancarioFinanziario 7 L Ombudsman - Giurì bancario 7 La Mediazione

Dettagli

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo.

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo. CAPO II INVESTIMENTI Acquisto, costruzione, ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di immobili aziendali Art. 9 comma 1 200.000,00) 200.000,00) Fino al 50% 200.000,00) se LEASING: fino al 40%

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

L ITALIA NELL ERA CREATIVA

L ITALIA NELL ERA CREATIVA CREATIVITYGROUPEUROPE presenta L ITALIA NELL ERA CREATIVA Irene Tinagli Richard Florida Luglio 00 Copyright 00 Creativity Group Europe L Italia nell Era Creativa fa parte del Progetto CITTÀ CREATIVE Promosso

Dettagli

Roma, 4 novembre 2013. Sergio Bovenga - Presidente Co.Ge.A.P.S.

Roma, 4 novembre 2013. Sergio Bovenga - Presidente Co.Ge.A.P.S. Roma, 4 novembre 2013 Sergio Bovenga - Presidente Co.Ge.A.P.S. Attori della governance del sistema ECM Commissione Nazionale per la Formazione Continua Supporto amministrativo regionale Osservatorio Consulta

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1, comma 845, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007) e successive modificazioni e integrazioni, che prevede che il Ministro

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell economia

Dettagli

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI

1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI 1.3 IMPORTAZIONE/ESPORTAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI L analisi dettagliata del rapporto tra importazione ed esportazione di rifiuti speciali in Veneto è utile per comprendere quali tipologie di rifiuti non

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

Vorrei un inform@zione

Vorrei un inform@zione Touring Club Italiano Vorrei un inform@zione Come rispondono gli uffici informazioni delle destinazioni turistiche italiane e straniere Dossier a cura del Centro Studi TCI Giugno 2007 SOMMARIO Alcune premesse

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli