CORSO IN GESTIONE D IMPRESA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO IN GESTIONE D IMPRESA"

Transcript

1 CORSO IN GESTIONE D IMPRESA 1

2 DIRITTO PRIVATO PER L IMPRESA - Mercato ed impresa. - Norma giuridica e fonti (di cognizione e di produzione) del diritto oggettivo. - Imprenditore: nozione generale. L imprenditore commerciale ed agricolo. Il piccolo imprenditore. - Soggetti d impresa e soggetti di diritto. Pubblicità. - Posizioni giuridiche soggettive: diritti soggettivi ed altre situazioni giuridiche. - Rapporto giuridico: struttura ed evoluzione. L oggetto del rapporto: i beni, con particolare riguardo ai beni immateriali (ditta, marchio, insegna, invenzioni, opere dell ingegno, avviamento) e all azienda. - Statuto dell imprenditore commerciale. - Concorrenza. Istituti giuridici e concentrazioni aziendali: consorzi, cartelli, joint venture, gruppi, fusioni. - Rapporto obbligatorio: struttura ed evoluzione. Tutela dei diritti: prove, responsabilità patrimoniale del debitore ed esecuzione forzata. - Titoli di credito. Documenti di legittimazione e titoli impropri. - Il contratto. - Il contratto di società. - Tipi di società: fonti e classificazioni. - Costituzione e obbligazione di conferimento. Patrimonio e capitale sociale. - Svolgimento del rapporto sociale: amministrazione e rappresentanza, modificazioni del contratto sociale, scioglimento (totale o parziale) del rapporto. LEGISLAZIONE TRIBUTARIA - Diritto tributario ed altri rami del diritto. Artt.23 e 53 della Costituzione. Incostituzionalità delle leggi. - Leggi nel tempo e nello spazio. Interpretazione delle leggi tributarie. Imposte, tasse e contributi. Imposte dirette e indirette, reali e personali. - Rapporto giuridico tributario: soggetti attivi e passivi. Base imponibile, aliquote, accertamento (specie, tipi, motivazioni), riscossione. - Accertamento: mezzi d indagine (questionari; convocazioni; richieste di documenti; accessi, verifiche). - Processi verbali, contestazione, avvisi di accertamento. - Ravvedimento operoso. Sanzioni civili, amministrative, penali, contenzioso tributario. - IRPEF; IVA; ECONOMIA DELL IMPRESA E DELLE FORME DI MERCATO - Natura dell impresa. - Impresa e mercato. - Obiettivi delle imprese. - L impresa nel breve e nel lungo periodo. - Equilibrio dell impresa. - Rappresentazione analitica del processo di produzione. - Costi di produzione. - Domanda individuale; domanda di mercato. - Monopolio; oligopolio. - Teoria economica dell organizzazione ed economia industriale. - Settore industriale e distretto industriale. - La produzione industriale in Italia. - Modello economico toscano: il sistema di piccole e medie imprese. - Analisi macroeconomica. - Domanda aggregata e livello dell attività economica. - Inflazione, mercato del lavoro e scambi internazionali. - Politica economica e debito pubblico. 2

3 AMMINISTRAZIONE DELLE IMPRESE Gli elementi dell impresa: a) L impresa come sistema. b) Relazioni impresa-ambiente. c) Aree funzionali. L attività dell impresa come sistema di valori : a) Il capitale: analisi qualitativa e quantitativo-monetaria. b) La gestione: i momenti e le operazioni. c) Aspetto economico e finanziario della gestione. d) Cicli di gestione. e) Reddito d impresa e reddito d esercizio. f) Costi e ricavi d esercizio, costi e ricavi sospesi. g) Relazioni fra capitale e reddito. h) Reddito operativo, ordinario, straordinario. i) Equilibri di gestione: equilibrio economico e finanziario. Contabilità: a) Rilevazione quantitativa dei fatti di gestione. b) Gli strumenti della rilevazione: il conto. c) La partita doppia ed il sistema del reddito. d) Conti finanziari ed economici. e) Scritture di costituzione e scritture continuative. f) Assestamento dei conti: inventario e situazione contabile. g) Scritture di rettifica e scritture di integrazione. h) Scritture di chiusura. i) Bilancio di esercizio. j) La riapertura dei conti e lo storno delle rimanenze. k) L utilizzo dei fondi. STATISTICA - La statistica come metodo quantitativo per lo studio dei fenomeni collettivi aziendali e non. Le fasi della investigazione statistica. - Fonti dei dati statistici interne ed esterne all azienda. Il censimento industriale e l indagine sul valore aggiunto. - Rilevazione dei dati. Rilevazioni complete e rilevazioni campionarie. - Scelta dei caratteri e scale di misura. - Mezzi per la raccolta delle informazioni: schede e questionari. Lo spoglio dei dati. - Simulazione di rilevazioni delle informazioni necessarie per la gestione del personale. - Distribuzioni statistiche semplici e doppie. - Rappresentazioni grafiche. - Rapporti statistici: di composizione, di coesistenza, di derivazione, di durata e di rinnovo. - Indici di posizione: i valori medi. - Indici di variabilità assoluti e relativi. - Simulazione di calcolo di indici di assenteismo e di analisi dei risultati della produzione. - Interpolazione. - Simulazioni riferite all andamento delle vendite e alla loro previsione. - Connessione, correlazione e regressione. - Simulazioni di analisi dei costi aziendali. - Analisi della produttività: le varie misure. - Analisi dei bilanci: indici. - La misura dell influenza imputabile ai vari fattori: scomposizione dei rapporti statistici; scomposizione della devianza. - Misura sintetica dell evoluzione dei fenomeni: numeri indici sintetici. Numeri indici dei prezzi e delle quantità. - Simulazioni riferite alla misura dell inflazione e alla scomposizione dell evoluzione del monte salari, nella parte imputabile alla variazione dei salari mensili e a quella imputabile alla variazione delle ore lavorate. - Metodi statistici per il controllo della qualità. - Metodi statistici per la gestione del magazzino. 3

4 INFORMATICA Sistema di elaborazione dati - Hardware: configurazione e funzionamento di un elaboratore elettronico; unità funzionali (CPU, memorie e periferiche). - Software applicativo. Reti: - Vantaggi di una rete locale rispetto a mini e mainframe. - Architettura client/server - Resource sharing. - Struttura di una LAN (server, workstation). - Prodotti software. - Informazioni sulle reti tipologia, sviluppi. a) Reti a larga area (wan, man): b) Collegamenti remoti di un PC a una LAN. c) Linee telefoniche (dedicate, asincrone, X25, ISDN). d) Caratteristiche di una wan. e) Differenze tra wan e reti locali. Windows NT utente finale - Utilizzazione ambiente operativo Microsoft Windows NT per esecuzione locale ed in rete: applicazioni. - Personalizzazione interfaccia utente mediante definizione di collegamenti. Office Automation - Creazione, modifica e registrazione di un documento semplice. - Gestione della formattazione di un testo. - Acquisizione dati ed oggetti da altri applicativi in ambiente Windows. - Creazione e invio di lettere circolari, buste ed etichette. Excel - Creazione prospetti personalizzati. - Utilizzazione formule e funzioni di calcolo. - Associazione grafici e tabelle di Excel. - Creazione e gestione database. Access - Database, tabella e scheda - Query - Oggetti e report Power Point Presentazioni Progetti MANAGEMENT E ORGANIZZAZIONE AZIENDALE - Analisi dell organizzazione d impresa. - Linee di governo elaborate dal management e loro attuazione. - Articolazioni funzionali. - Compiti e ruoli. - L azienda come sistema di decisioni: a) flussi impresa-ambiente; scelta delle funzioni tecnico-economiche; b) sviluppo e organizzazione. - Strategie: a) strategie d impresa e politiche di gestione; b) sviluppo monosettoriale e diversificazione; c) decentramento; d) espansione internazionale; e) rapporti tra strategia e struttura. - Programmazione: a) dalla pianificazione dei vincoli alla pianificazione delle aree di affari, alla pianificazione del portafoglio; b) punti di forza e di debolezza dell impresa; c) formulazione di alternative strategiche e scelta tra di esse; d) piano strategico secondo l ottica obiettivo e secondo l ottica processo. 4

5 - Organi di governo dell impresa. Modelli organizzativo-direzionali - Il disegno della struttura organizzativa: a) relazioni di line e di staff; b) organigrammi. - Le varie forme di decentramento organizzativo: a) organizzazioni multifunzionali; b) organizzazioni divisionali; c) modelli per progetti; d) modelli matriciali. ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE - La produzione in una impresa industriale. - Sistemi di gestione. - Lay-out degli impianti. - Procedure e tecniche di programmazione push and pull. - Pianificazione degli approvvigionamenti. - Logistica industriale. GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE RELAZIONI INDUSTRIALI - Il sistema delle Relazioni in Italia ed Europa. - Le organizzazioni sindacali degli imprenditori e dei lavoratori. - Il sistema negoziale. - Aspetti di attualità delle relazioni industriali. - Sindacal-game. DIRITTO DEL LAVORO - Il rapporto di lavoro: autonomia, subordinazione, parasubordinazione. - Il contratto collettivo e la legge. - La norma inderogabile. - Il principio di tutela e di favore. - I licenziamenti collettivi e individuali. - Il trasferimento d azienda. - L ordinamento sindacale italiano e i diritti sindacali. - Lo sciopero e la serrata. Psicologia ed organizzazione del lavoro - Comportamenti organizzativi, motivazione, produttività e appartenenza. - Politiche del personale, principi e strumenti di gestione, responsabilità dei capi. - Processo decisionale e ruolo direttivo. - Relazioni interne, comunicazione e clima organizzativo. - Lavorare insieme : collaborazione, integrazione e gruppi di lavoro. - Leadership, autorità e gerarchia. - Assegnare obiettivi/responsabilità, organizzare il lavoro, utilizzare le deleghe. - Valutare le prestazioni ed il potenziale. - Formare, sviluppare e valorizzare le risorse umane. Amministrazione del personale - Struttura della retribuzione. - Assicurazioni previdenziali ed assistenziali. - Contribuzione obbligatoria. - Prevenzione infortuni. - Assicurazione infortuni sul lavoro. - Igiene sul lavoro. - Malattia. - Maternità. 5

6 MARKETING, DISTRIBUZIONE E TECNICHE DI VENDITA - L evoluzione degli orientamenti al marketing. - Organizzazione di marketing. - Analisi del consumatore e comportamenti di acquisto. - Il prodotto come paniere di attributi. - Analisi di settore. - Marketing strategico. - Pianificazione strategica. - Posizionamento concorrenziale e segmentazione della domanda. - Sistema informativo. - Commercializzazione del prodotto/servizio. - Matrici di portafoglio. - Ricerche qualitative. - Dal marketing-mix al marketing relazionale. - Il prodotto: processi di sviluppo e di lancio. - Comunicazione ed immagine. - Prezzo. - Protagonisti del sistema distributivo. - Trade marketing. - Organizzazione di vendita e canali di distribuzione. - Nascita di nuove imprese. - Orientamento alla qualità. - Marketing interno. - Marketing diretto. - Customer retention. - Evoluzione ed analisi dei mercati esteri. - Organizzazioni di supporto all export. - Il marketing internazionale delle piccole e medie imprese. - Strategie sui mercati internazionali. - Strategie di prodotto. - Accordi sui mercati internazionali. - Prodotto e comunicazione sui mercati internazionali. - Tecniche di vendita. - Marketing interattivo e multimedialità. - Applicazioni del marketing-mix all estero. - Distribuzione e vendita all estero. - Tecniche doganali e problematiche finanziarie. - Partenariati tra imprese. - Società di consulenza e piccole e medie imprese. - Marketing dei servizi. - Marketing dei beni industriali. - Mercato unico europeo. - Reti. - Banche dati internazionali. a) Rete informatica aziendale. b) Potenziamento immagine dell impresa. c) Assistenza clienti. d) Posta elettronica. e) Commercio elettronico. f) Telelavoro. 6

7 GESTIONE AMMINISTRATIVA, CONTABILITA' DEI COSTI E LOGISTICA GESTIONE AMMINISTRATIVA PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI DIREZIONE - formulazione della strategia - pianificazione e controllo: fasi dei processi. - controllo strategico, direzionale e operativo. - articolazione per centri di responsabilità. - controller: ruolo e collocazione organizzativa. - strumenti del controllo. - attività di reporting. BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO - bilancio come strumento di controllo e di informazione. - principi contabili. - principi contabili internazionali. - disposizioni normative. - aspetti formali del bilancio. - valutazioni di bilancio: analisi delle principali poste sotto il profilo contabile, civilistico e fiscale. - come si legge un bilancio. - i gruppi aziendali: tipologie. - scopo, utilità segnaletica e funzionamento del consolidato. - area e metodologia di consolidamento. REVISIONE AZIENDALE - metodologia di controllo. - certificazione e controllo interno. - scopo e funzioni della certificazione. BILANCIO ED ASPETTI FISCALI - bilancio di esercizio e modello UNICO. - interferenze della normativa fiscale. - falso in bilancio. ANALISI DI BILANCIO - riclassificazione dei valori di bilancio. - analisi della redditività netta e operativa. - analisi del rischio. - analisi della situazione e della struttura finanziaria. - flussi di capitale circolante netto e di cassa. GESTIONE FINANZIARIA E CREDIT MANAGEMENT - Fonti interne ed esterne di finanziamento. - Costo del capitale di rischio. - Equilibrio strutturale-finanziario e grado di indebitamento: la leva finanziaria. - Credit Manager. - Ruolo della banca nei rapporti con le imprese: operazioni. - Borsa, leasing e factoring. 7

8 - Gestione crediti. - Gestione tesoreria e controllo liquidità: a) aspetti organizzativi. b) gestione accentrata e decentrata. c) formulazione delle previsioni. d) budget di tesoreria. e) analisi degli scostamenti. f) rischio di cambio. g) controllo finanziario degli investimenti: metodi di valutazione della convenienza finanziaria. analisi. FINANZIAMENTI PER LE PICCOLE MEDIE-IMPRESE - equilibrio economico e finanziario, analisi della struttura finanziaria, gestione della tesoreria. - canali tradizionali: sconto e ricevuta bancaria, factoring, leasing, contributi in c/impianti, finanziamenti agevolati, - canali evoluti: tecniche di copertura del rischio, venture capital, utilizzo dei derivati: option, future, swap. - richiesta di finanziamento: documentazione, business plan, valore del capitale economico, programmi europei. CONTROLLO BUDGETARIO - iter di formazione del budget d'azienda. - budget commerciale, di produzione e delle altre aree. - budget a base zero. - consolidamento dei budgets settoriali: il budget globale. - budget economico, finanziario, patrimoniale. CONTABILITA' DEI COSTI * Oggetto e scopi - Confronto e rapporti con la contabilità generale - Costi dei fattori produttivi (speciali e comuni; diretti e indiretti; variabili, costanti, semivariabili) - Problemi di determinazione dei costi (tempo, configurazioni, "full costing" e "direct costing", procedimento per processo e per commessa) * Costo di produzione secondo la tecnica del "full costing" - fasi di determinazione in un'azienda organizzata per centri di costo. - problematiche relative all'approccio "full costing". - punti di forza e di debolezza. * Costo di produzione secondo la tecnica del "direct costing" - margine lordo e semilordo di contribuzione. - separazione dei costi. * Costi standard - vantaggi e limiti di applicazione. - determinazione degli standards (processo e costi standard di materie prime, mano d'opera diretta, dei costi comuni industriali) - analisi degli scostamenti (calcolo e scomposizione in scostamenti elementari per le materie prime, la mano d'opera diretta, i fattori produttivi indiretti), interpretazione ed interventi correttivi. * Misurazione e gestione dei costi - "activity-based costing". - analisi e misurazione delle attività. - "activity based management". * Costi e decisioni aziendali - approccio differenziale. - "make or buy". 8

9 - soglia di redditività. - analisi di sensitività. - scelta del volume produttivo, leva operativa. - margine di sicurezza. - determinazione del prezzo di vendita. - la combinazione dei prodotti. * Costi e controllo di gestione - tipi e caratteri dei costi per il controllo di gestione. - la "responsability accounting". * Costi della qualità - qualità e processo di produzione. - struttura contabile per i costi di qualità. - controllo. LOGISTICA Gestione strategica Organizzazione Aspetti operativi della logistica dei materiali e dei prodotti Analisi delle performances Logistica integrata. Aspetti strategici, progettazione del prodotto e del processo produttivo, pianificazione della catena di fornitura, pianificazione della produzione. Gestione delle scorte: domanda indipendente, periodo singolo e multiplo, modelli a quantità d ordine fissa, domanda dipendente. Il controllo : costi, tempi, qualità. Balanced Scorecard Casi aziendali e esercitazioni pratiche. COMUNICAZIONE Tecniche relazionali e capacità di sintesi. Video curriculum. Contrattualistica e tecniche di confronto degli argomenti. Autopresentazioni. Colloqui di selezione individuali e di gruppo LINGUE STRANIERE INGLESE Tecniche conversazionali, esercitazioni su linguaggi aziendali e giornalistici. Vocabolario tecnico aziendale e comunicazione visiva. Analisi negoziali. Tecniche di elaborazione del curriculum. FRANCESE Perfezionamento la lingua francese corrente, vocabolario specifico e professionale dell impresa, cultura e le particolarità del Paese come condizione di conoscenza del mercato domestico. 1 a PARTE CIVILTA E ISTITUZIONI La Francia e i francesi: aspetti geografici, economici, sociali. Analisi di indicatori economici e confronti a livello europeo e internazionale 9

10 Le principali regioni francesi: aspetti geografici, economici regionali e culturali (in questo ambito, gli studenti devono preparare un dossier su una regione francese scelta e presentarla oralmente, sviluppando anche due competenze: sapere elaborare un dossier su un argomento, saper presentarlo davanti ad un pubblico) Le Istituzioni francesi: Potere legislativo: Camere e Parlamento Potere esecutivo: Presidente della Repubblica, Primo Ministro e Governo Istituzioni locali, con particolare attenzione riguardo al Comune. ( Esercitazioni scritte e orali su temi di attualità, utilizzando siti internet, telegiornali e giornali, in particolare Le Monde ) L insegnamento in Francia: Scuola dell obbligo e la sua organizzazione. Università e la sua organizzazione, ponendo particolare attenzione sulle caratteristiche specifiche del sistema francese: Les Grandes Ecoles. (in questo ambito, gli studenti devono preparare una esercitazione orale riguardante l analisi comparata di diversi sistemi scolastici europei o extra europei; utilizzo di documentari video a supporto dell esercizio) 2 a PARTE LA LINGUA FRANCESE NEL MONDO DELLE IMPRESE E DEGLI AFFARI (In questo secondo punto sono trattati aspetti linguistici, di diritto e culturali, traendo spunto dai seguenti argomenti) L impresa e le caratteristiche che la compongono: classificazione aziendale. definizione, tipologie secondo diversi criteri di Forme giuridiche di impresa. Organizzazione interna dell impresa (analisi comparata con altri paesi europei) Sistema fiscale: principali caratteristiche e differenze col sistema italiano. Il settore Risorse Umane all interno dell impresa : colloquio, CV, rapporti sociali e formazione interna dell azienda. Vendita e canali di distribuzione. Aspetti riguardanti il Marketing: Pubblicità : i diversi canali di comunicazione La Campagna pubblicitaria di un prodotto. Aspetti Finanziari e Contabilità aziendale: - documenti contabili, - prospetti finanziari, - servizi bancari e credito bancario. L informatica : aspetti linguistici e termini riguardanti l uso del computer. 3 a PARTE REVISIONE DI GRAMMATICA Verbi : Regolari e irregolari; le diverse coniugazioni dei modi e tempi verbali e il loro utilizzo (lezione approfondita sul congiuntivo) Aggettivi possessivi, dimostrativi e indefiniti. Pronomi: possessivi, dimostrativi e indefiniti, Pronomi relativi e personali. Formazione del femminile e del plurale. Preposizioni semplici e articolate ed il loro utilizzo. Partitivo. 10

11 TEDESCO Revisione delle conoscenze attive e passive: lingua parlata e scritta, lettura e comprensione del testo. Fin dall'inizio l'accento verrà posto soprattutto sull'esercitazione delle capacità colloquiali, per poter esprimersi in modo adeguato in un futuro ambiente di lavoro. La seconda fase consiste nell insegnamento della lingua specifica, cioè del tedesco commerciale. L'obiettivo è di poter ben usare il telefono, la corrispondenza e di imparare il vocabolario contrattualistico. Nella terza fase del corso: cultura e civiltà dei paesi di lingua tedesca, in particolare della Germania. Un aspetto importante sarà la lettura della stampa tedesca e la discussione su fatti politici ed economici europei. SPAGNOLO L obiettivo del corso è quello di fornire agli studenti una solida base linguistica e conoscenze su tutti gli aspetti del mondo ispanico in modo da poter sostenere qualsiasi tipo di conversazione in lingua spagnola. La prima parte del corso è dedicata all approfondimento della grammatica e delle forme lessicali, pur sempre alternando le lezioni a dibattiti e scambi di opinioni su argomenti riguardanti l attualità e la cultura ispanica. La seconda parte del corso è dedicata al mondo del lavoro: preparazione e presentazione del CV, simulazioni di colloqui lavorativi, lettere commerciali, e internet. Si terranno lezioni di storia e geografia, di cultura, economia, mondo delle imprese e del lavoro della Spagna e, laddove possibile, dei paesi latinoamericani. Si analizzeranno e studieranno le diverse tipologie testuali, con particolare attenzione a testi di carattere espositivo, argomentativo e pubblicitario (articoli di testate spagnole di attualità ed economia, pubblicità, opuscoli e cataloghi). Sulla base di ricerche su internet o dirette a interlocutori ispano-parlanti (attraverso interviste o scambi di mail), si terranno esposizioni individuali e di gruppo che stimoleranno i dibattiti e le argomentazioni. Ci saranno momenti dedicati alla visione, studio ed analisi di film o programmi in lingua per evidenziare le caratteristiche dei diversi registri linguistici orali. Durante tutto il corso sarà posta particolare attenzione al confronto fra lingua italiana e lingua spagnola, per quanto riguarda il significato delle parole e la fraseologia. 11

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Cap.1 - L impresa come sistema

Cap.1 - L impresa come sistema Cap.1 - L impresa come sistema Indice: L impresa come sistema dinamico L impresa come sistema complesso e gerarchico La progettazione del sistema impresa Modelli organizzativi per la gestione Proprietà

Dettagli

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6.

CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI. Ambito Disciplinare 6. CLASSE 76/A -TRATTAMENTO TESTI, CALCOLO, CONTABILITÀ ELETTRONICA ED APPLICAZIONI GESTIONALI Ambito Disciplinare 6 Programma d'esame CLASSE 75/A - DATTILOGRAFIA, STENOGRAFIA, TRATTAMENTO TESTI E DATI Temi

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda.

Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda. EASY 7 SUITE EASY MANAGER 7 Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda. Il Bilancio di un Azienda, rappresenta un potente

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE S.MARTA G. BRANCA Istituto Professionale per i Servizi per l Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera e Istituto Professionale per i Servizi Commerciali Strada delle Marche,

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence

dal Controllo di Gestione alla Business Intelligence dal Controllo di Gestione alla strumenti strategici per la gestione delle imprese Giovanni Esposito Bergamo, 29 Ottobre 2012 dal Controllo di Gestione alla 25/10/2012 1 Agenda 14:00 Benvenuto Il Sistema

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE IL MONDO CAMBIA IN FRETTA. MEGLIO ESSERE DINAMICO Siamo una società vicentina, fondata nel 1999, specializzata nella realizzazione di software gestionali

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

In collaborazione Gestionale per Hotel

In collaborazione Gestionale per Hotel In collaborazione Gestionale per Hotel Caratteristica Fondamentali E un programma di gestione alberghiera facile e intuitivo, in grado di gestire le prenotazioni, il check-in, i conti e le partenze in

Dettagli

Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013

Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013 Valutazione e valorizzazione di un sito web di una struttura alberghiera. Andrea Tiburzi Rimini, 9 marzo 2013 Introduzione Agenda La misura del valore: i fattori che influenzano il valore di un azienda

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione

La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione La soluzione di gestione aziendale per le piccole e medie imprese Overview della soluzione Indice dei contenuti Introduzione 3 SAP Business One: le caratteristiche 4 Vantaggi per le aziende 5 Panoramica

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone A Installazione di Rosetta Stone Windows: Inserire il CD-ROM dell'applicazione Rosetta Stone. Selezionare la lingua dell'interfaccia utente. 4 5 Seguire i suggerimenti per continuare l'installazione. Selezionare

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Maurizio Vichi Sapienza Università di Roma

Maurizio Vichi Sapienza Università di Roma Percorsi didattici, interdisciplinari ed innovativi per la Statistica Maurizio Vichi Sapienza Università di Roma Presidente Federazione Europea delle Società Nazionali di Statistica Scuola Estiva di Matematica

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE

IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE IL PROGETTO CERT APP: GLI STRUMENTI E I RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE 12 DICEMBRE 2013 JOB MATCHPOINT Eliana Branca Direttore Scuola Superiore del Commercio del Turismo dei Servizi e delle Professioni

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli