Occidente. conquista. Le nuove economie alla dell. Con fusioni e acquisizioni i Paesi emergenti cambiano il volto della finanza mondiale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Occidente. conquista. Le nuove economie alla dell. Con fusioni e acquisizioni i Paesi emergenti cambiano il volto della finanza mondiale"

Transcript

1 Mondo La strada della globalizzazione Con fusioni e acquisizioni i Paesi emergenti cambiano il volto della finanza mondiale Non ci sono solo i Bric. Oltre a BRASILE, INDIA e CINA che mostrano performance che cancellano la crisi, alla ribalta internazionale si affacciano nuovi Paesi, dal MESSICO alla TURCHIA passando per VIETNAM e INDONESIA. Per conquistare avamposti commerciali e marchi di prestigio. Mentre l AFRICA si delinea come prossima frontiera dello sviluppo di Ugo Bertone Le nuove economie alla dell conquista Occidente 16 OUTLOOK OUTLOOK 17

2 Jim O Neill, chief economist di Goldman Sachs, è l inventore dell acronimo «Bric» (Brasile, Russia, India, Cina) che riunisce i principali Paesi emergenti: sua l intuizione quasi dieci anni fa che il futuro dell economia avrebbe viaggiato in quella direzione Vietnam (sopra) e Turchia (pagina a fianco) sono alcune tra le realtà economiche mondiali maggiormente in crescita Proviamo a mettere le lancette dell'orologio indietro di dieci anni, alla vigilia dell'anno Duemila. Ve la ricordate l'ansia per il Millennium Bug, ovvero il rischio che i computer potessero andare in tilt perché non era stato previsto il salto nel nuovo secolo? Viene quasi da sorridere a ripensare a quell'allarme virtuale di un'epoca che, due lustri dopo, ci appare davvero remota. «All'inizio del nuovo millennio», ricorda Niall Ferguson, brillante storico dell'economia docente ad Harvard, «il New York Stock Exchange era al centro di un vasto network economico americano sia nello spirito che, in larga misura, nella proprietà». Solo i più incontentabili sottolineavano i potenziali talloni d'achille del potere Usa: la fragilità delle dot.com, vetrina della new economy, e la crescita esponenziale dell'indebitamento delle famiglie cui, però, faceva da contraltare l'ottima congiuntura della finanza pubblica americana. Soprattutto, sembrava che il capitalismo avesse trovato una sorta di formula magica: il denaro a buon mercato, negli States, consentiva alle famiglie di sostenere sia i mutui per gli investimenti nell'immobiliare sia un alto livello di consumi di merci sempre più convenienti, grazie alle fabbriche cinesi e ai servizi in outsourcing, gestiti dalle software house indiane. Questo quadretto, si sa, è andato velocemente in crisi. Meno di venti mesi dopo il San Silvestro del 2000 in Times Square, i cieli di New York sono stati squarciati dall'attentato alle Torri Gemelle. In quel momento, a Londra Jim O'Neill, chief economist di Goldman Sachs (una delle più grandi e affermate banche d'affari del mondo), era collegato in audio-conferenza con i suoi collaboratori a- mericani, riuniti in un ufficio delle Twin Towers. «All'improvviso», ricorda, «ci fu un vuoto nelle comunicazioni. Intanto, dalla tv apprendevamo in presa diretta che cosa stava capitando ai nostri colleghi in America». Secondo il suo racconto, fu in quel momento che O'Neill, inglese, figlio di un postino, tifoso del Manchester United (di cui è stato direttore finanziario prima dell'arrivo della famiglia Glazer), ebbe l'intuizione del decennio: il futuro sarebbe appartenuto ai Paesi emergenti, anzi ai Bric (Brasile, Russia, India e Cina). «L'11 settembre», continua, «mi ha fatto capire che, per quanto la globalizzazione dell'economia fosse ormai un fenomeno irreversibile, non avrebbe potuto funzionare come una semplice "americanizzazione" del mondo. La crescita del capitalismo poteva avere successo solo se avesse adottato usi e culture locali». Difficile trovare una profezia più centrata e redditizia nella storia dell'economia. Nel corso di questi anni sono nati centinaia di fondi di investimento, azionari e obbligazionari, concentrati su un cocktail di prodotti finanziari di Paesi all'apparenza totalmente dissimili sotto il profilo politico, economico e storico. Un patchwork a prima vista privo di senso, ma che ha addirittura portato a un vertice politico tra i quattro nuovi «grandi». Eppure, ironia della storia, Jim O'Neill fino a quel momento aveva % crescita globale Economie a confronto Cina Russia India Brasile BRIC G3 (Usa, Giappone, Europa) Fonte: Gs Global Ecs Research mila miliardi di $ Il contributo alla crescita economica G7 BRIC N-11 Altri Paesi industrializzati Fonte: Gs Global Ecs Research Altri Paesi emergenti dalla sua un solo viaggio nei Paesi Bric, un weekend a Shanghai. Alla fine del 2010, il mondo sembra cambiato dalle fondamenta. La Cina è ormai la seconda economia del pianeta,hasorpassatoprimalagermania(nel2007)e poi il Giappone, a metà di quest'anno. La crescita dell'india si aggira sull'8 per cento abbondante, poco al di sopra di quella brasiliana. La stessa Russia, che in assenza di riforme continua a dipendere quasi esclusivamente dall'andamento di metalli e petrolio, può contare su un Prodotto interno lordo che cresce del 4 per cento annuo, ben oltre le performance Usa, nonostante gli stimoligovernativichecercanodidrogare l'economia. E ancora, tra Pechino e Shanghai hanno sede quattro delle dieci banche più ca- FUSIONI E ACQUISIZIONI (M&A) NEI PRIMI SEI MESI DEL 2010 L Occidente ha realizzato 758 acquisizioni (+9%) verso i Bric I Paesi emergenti hanno effettuato 253 operazioni nell area Ocse (+25%) Prime in classifica le multinazionali indiane con 50 fusioni e acquisizioni, seconde quelle cinesi (47) Finanza Il valzer delle valute Udaya Kumar è un giovane grafico indiano che, a meno di trent anni, si è guadagnato un posto di prima fila nella terra del miracolo economico. Infatti, ha vinto il concorso per la rappresentazione grafica della rupia indiana, moneta che presto potrebbe affiancare al pari del renmimbi cinese e del real brasiliano le grandi valute dell Occidente: una «R» maiuscola senza la riga verticale, ma con due tratti orizzontali che stanno a indicare l eguaglianza, valore caro alla democrazia di New Dehli. Un simbolo che vale la pena imparare a riconoscere al più presto, a giudicare dal tasso di espansione degli scambi in valute emergenti di questi anni. Nel 2007, per limitarci alla rupia, gli scambi internazionali in valuta indiana ammontavano all equivalente di 17 miliardi di dollari: a metà 2010 la cifra era salita a 36 miliardi, pari allo 0,9 per cento degli scambi internazionali. Ancora più impetuosa la crescita del rand sudafricano, cresciuto di tre volte. O del realbrasiliano,chedai5miliardididollaridel2007èschizzatofinoa quota 27 miliardi. La vera sfida, però, si gioca sul renmimbi cinese, passato da 9 a 31 miliardi di dollari in tre anni. Una performance di rilievo, ma inadeguata a rappresentare la forza della seconda economia del pianeta che, per giunta, detiene nei suoi forzieri riserve per miliardi di dollari, per due terzi investite nella valuta Usa, artificialmente sostenuta dai tesorieri di Pechino per favorire le esportazioni del made in China. 18 OUTLOOK OUTLOOK 19

3 Next Eleven (N-11) sono gli undici Paesi (Bangladesh, Egitto, Iran, Turchia, Indonesia, Messico, Corea del Sud, Nigeria, Pakistan, Vietnam e Filippine) che secondo Goldman Sachs, una delle più affermate banche d affari del mondo, hanno un tale potenziale da candidarsi a essere primi protagonisti dell economia del XXI secolo Edilizia e agricoltura sono i principali settori produttivi del Bangladesh (foto sopra) ma cresce anche il manifatturiero pitalizzate del pianeta; il gruppo manifatturiero con più dipendenti nel Regno Unito è Tata, il colosso automobilistico di Mumbai che controlla Rover, Jaguar e le acciaierie Corus. Intanto, nelle acque dell'atlantico che fronteggiano Santos, la brasiliana Petrobras sta avviando la più straordinaria sfida negli oceani: 224 miliardi di dollari di investimenti per trasformare il Brasile in una delle maggiori potenze petrolifere, grazie alle piattaforme che per- foreranno la roccia sette chilometri sotto il livello delle acque. Per questo ci vorrà, prima della fine dell'anno, un aumento di capitale di 25 miliardi di dollari. Più di quanto Gm spera di raccogliere a Wall Street (16 miliardi) e in linea con l'ipo di 22 miliardi diagricultural Bank, la banca rurale della Cina che conta 360 milioni di clienti nelle campagne del Paese asiatico. Gli esempi concreti possono continuare all'infinito. E le statistiche contribuiscono a chiarire ulteriormente la situazione: forse la più eloquente proviene dallo studio di Kpmg, una delle principali società di business advisory, sull'attività di merger and acquisition (M&A) nella prima metà del Da questa analisi si scopre che le società attive nei Paesi emergenti hanno effettuato in questi sei mesi 243 operazioni di acquisto nell'area Ocse, il 25 per cento in più dell'anno precedente. In testa alla classifica, a sorpresa, sono le multinazionali indiane (50 operazioni) seguite dalla Cina (47). È la conferma che gli «emerging market» sono ormai protagonisti attivi della sfida economica a 360 gradi, impegnati a conquistare avamposti commerciali, tecnologie, veri e propri hub produttivi e, più ancora, marchi di prestigio in giro per il pianeta. Dopo la fase delle imitazioni (anzi, diciamolo, della contraffazione nuda e cruda) si passa a quella dello shopping o delle alleanze. Anche se un confine preciso tra le varie strategie spesso non esiste, come ben sanno i tedeschi, i primi a battere con metodo e grande profitto le strade del made in China, senza però abbassare la guardia. Aconferma, basti il lungo reportage del settimanale tedesco «Der Spiegel» in cui si lancia l'allarme all'industria dell'auto: i cinesi, grazie all'ingresso nei board locali delle aziende a maggioranza tedesca, hanno carpito i segreti dell'industria dell'energia solare teutonica di cui sono ora i primi concorrenti. Guai se La novità Il salto di qualità delle acquisizioni Dallo scorso settembre i Burger King sparsi in tutto il mondo battono bandiera brasiliana: il controllo della concorrente di Mc Donald's, infatti, è passato a una società di private equity, Capital 3 G, controllata da imprenditori brasiliani. Gli stessi che nel 2006 avevano conquistato, grazie a Inbev (la più grande società belga produttrice di birra), il controllo di Anheuser Busch, multinazionale statunitense, creando il primo gruppo mondiale di bevande alcoliche e analcoliche. Sempre nel settembre scorso i giornali di tutto il mondo davano notizia dell'assenso del governo di Pechino a Sinochem, colosso chimico, perché intervenisse per contrastare l Opa dell'anno, 40 miliardi di dollari offerti da Bhp Billiton, multinazionale mineraria anglo-australiana, per il controllo della canadese Potash, il primo produttore al mondo di potassa, materia prima essenziale per i fertilizzanti. Pechino non ha esitato a scendere in campo come «cavaliere bianco» a favore della preda, per evitare il rischio di dovere dipendere da un fornitore, Bhp, che potrebbe manovrare i prezzi. E quasi contemporaneamente, Mahindra, che contende a Tata il primato sul mercato automobilistico indiano, ha messo a segno l acquisto della coreana Ssangyong. Sono tre esempi di un trend che, complice il diverso tasso di crescita tra Paesi emergenti e area Ocse, ha preso velocità nel corso del 2010, anche se il panorama mondiale registra ancora la prevalenza della finanza dell Ovest che, nella prima parte del 2010, ha realizzato 758 acquisizioni (+9 per cento) verso i Bric. UMANA S.p.A. Aut.Min.Lav.Prot. n.1181-sg del 13/12/04 Direzione Generale e Sede Legale: Via Colombara, Marghera - VENEZIA - Tel. 041/ Fax 041/ OUTLOOK

4 È in Africa la prossima frontiera dello sviluppo: certamente l Egitto e il Sudafrica, ma più ancora la Nigeria, che per possesso di materie prime e dimensione demografica ha le carte in regola per fare da traino all intero continente, superando prima del 2050 Italia e Corea del Sud nella classifica del Pil Nonostante l instabilità politica e sociale, la Nigeria (foto sopra) ha grandi potenzialità di crescita grazie soprattutto alla disponibilità di materie prime la cosa si ripetesse con Volkswagen. O, perché no, con l'ingresso dei cinesi in un azienda come Alfa Romeo. Ma l'aggressività dell'economia d'oriente non vale solo per il manufacturing o per la finanza; anche nel mondo del terziario e dei servizi, compresi quelli del tempo libero, il primato dell'occidente è a rischio. Così come il palazzo di vetro del Nasdaq in Times Square fu l'immagine simbolo del Duemila, con il capodanno all'insegna della finanza e della new economy, la cover del decennio che verrà potrebbe essere l'immenso complesso di Marina Bay Sands, le tre torri di 55 piani che dal 2011 ospiteranno il casinò di Singapore che, tra sale congressi, teatri, parchi acquatici e molto altro, dedicherà alle sale da gioco (più di 600 tavoli e slot machine) solo il 3 per cento della sua estensione, oltre un ettaro di superficie e una lunghezza superiore all'altezza della torre Eiffel. Secondo le previsioni dei tecnocrati della città-stato, che nel corso del 2010 ha registrato una crescita dell'industria manifatturiera nell'ordine del 29 per cento, dovrebbe ripagarsi in soli cinque anni grazie a un giro d'affari di un miliardo di dollari ogni dodici mesi. Ma il valore simbolico di Marina Bay sta nelle «barriere invisibili» ma efficaci che la nomenclatura confuciana dell'isola ha già alzato per impedire che gli abitanti di Singapore frequentino le sale da gioco. Insomma, lo Stato non abdica alla sua funzione di guida morale, per il bene dei cittadini: il boom asiatico, almeno per ora, intende fare a meno della democrazia occidentale. Come ha sempre voluto Lee Kuan Yew, classe 1923, il capostipite della dinastia che governa attraverso i fondi sovrani l'economia del Paese. Sono i princìpi del padre della patria, primo ministro dal 1959 al 1990 e poi nominato ministro mentore. Lo stesso che nel '66, quando l'isola tropicale era poco più di una base logistica per le truppe americane sulla strada del Vietnam e per quelle inglesi che fronteggiavano la guerriglia comunista a nord (Malesia) e a sud (Indonesia), spiegò all'allora segretario della Difesa degli Stati Uniti Robert McNamara che «i rossi si combattono con la cazzuola del muratore, non con i mitra». Oppure chissà. Come è già successo dieci anni fa, la storia giocherà, magari in tempi brevi, un brutto scherzo a chi cerca di prevederne gli sviluppi. Guai a limitarsi a proiettare nel futuro gli enormi progressi conseguiti nel recente passato dai Bric o dagli N-11, i Paesi che, dal Messico alla Turchia passando per il Sudafrica, il Vietnam o l'indonesia, già si propongono come i candidati a prendere il posto dei Bric. Per almeno due ragioni. Intanto perché 2010 RITORNA OTTOBRE ROSA Cultura, economia, sport, spettacolo: insieme per la prevenzione del tumore al seno LA FORZA DEI BRIC L economia di India e Brasile è cresciuta nel 2010 dell 8% circa e la Russia, pur con l assillo dei problemi interni, ha visto crescere il suo Pil del 4% La Cina è ormai la seconda economia mondiale e tra Pechino e Shanghai hanno sede 4 delle 10 banche più capitalizzate del pianeta. Tata, il colosso automobilistico indiano con sede a Mumbai, è il gruppo manifatturiero con più dipendenti nel Regno Unito 22 OUTLOOK Campagna di sensibilizzazione con la collaborazione di cce.com

5 COSTRUIRE CON PASSIONE DAL 1933 Realizzazioni, ristrutturazioni e costruzioni di rilievo per Modena e provincia: su questo l azienda ha costruito la sua storia, che è anche la storia della città. Serietà e professionalità hanno accompagnato la Mario Neri attraverso gli anni, permettendole di crescere e di trasformarsi in una società in grado di operare in più settori e su tutto il territorio nazionale. Mario Neri S.p.A. Viale Indipendenza 12/ Modena Tel Fax Mondo questi Paesi dovranno confrontarsi con le turbolenze, politiche e sociali, che seguono lo sviluppo. Infatti, in Cina già cresce la protesta operaia, fattore di cui il congresso del Partito comunista nel 2012 dovrà tenere conto, mentre non meno pericolose sono le ten-sioni etniche che percorrono la democrazia indiana. Più ancora, non è facile prevedere che la crescita degli «emergenti» possa proseguire senza subire i contraccolpi negativi della crisi delle economie dell'occidente. Come osserva Nouriel Roubini, l'economista che ha anticipato la grande crisi, «queste economie non sono autosufficienti, ma legate alle economie avanzate da ampi rapporti finanziari e commerciali, perciò non possono sganciarsi completamente dai problemi di questi ultimi: una ripresa anemica degli Stati Uniti penalizzerà inevitabilmente i mercato emergenti più dinamici». In sintesi, le sorti dei Paesi emergenti e di quelli industrializzati si avviano a essere sempre più legate assieme. Anzi, a essere più integrate che concorrenti, a meno che le tentazioni protezionistiche non giochino un brutto scherzo allo sviluppo. Speriamo, al proposito, che funzioni ancora la profezia di O'Neill: la marcia della globalizzazione è troppo sicura per essere interrotta a metà strada. Ma va adattata alle culture locali, senza pretese di supremazia da parte di nessuno. Del resto, nel frattempo lo stesso O'Neill si è portato avanti: la prossima frontiera dello sviluppo, anzi la prossima occasione dei mercati finanziari, sta in Africa. In Egitto e nel Sudafrica, che pure vive la tentazione di una svolta autoritaria di fronte all'ondata di scioperi del dopo mondiali di calcio. Più ancora in Nigeria, enorme serbatoiodimaterieprime,conlecarteinregola, anche per le dimensioni della popolazione, per fare da traino al continente nero e superare, nella classifica del Pil, Italia e Corea del Sud prima del Prendiamo la notizia con l'atteggiamento zen dei nipponici: Tokyo ha subìto il sorpasso di Pechino ma i giapponesi, pure in crisi, godono di un reddito dieci volte superiore a quello dei cinesi, nel frattempo divenuti i migliori clienti del made in Japan. Magari fosse questa la sorte degli italiani del 2050.

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI ENERGIA PER L ITALIA A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI 2014 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli, 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7688-0 Prima edizione Bompiani ottobre 2014 Introduzione

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Gli anni 1920 e l industria dell automobile

Gli anni 1920 e l industria dell automobile Gli anni 1920 e l industria dell automobile Gli anni 20 e l industria dell automobile L economia americana fu colpita nel 1921 da una dura depressione, provocata da una brusca diminuzione delle esportazioni,

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

1.Produzione e costo dell energia in Italia

1.Produzione e costo dell energia in Italia 1.Produzione e costo dell energia in Italia L Italia é ai primi posti in Europa per consumo energetico annuo dopo Germania, Regno Unito e Francia. Il trend dal 2000 al 2008 mostra un aumento del consumo

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata?

D. Da quali paesi ed in che modo la normativa ISPM15 viene già applicata? CON-TRA S.p.a. Tel. +39 089 253-110 Sede operativa Fax +39 089 253-575 Piazza Umberto I, 1 E-mail: contra@contra.it 84121 Salerno Italia Internet: www.contra.it D. Che cosa è la ISPM15? R. Le International

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

All inizio del diciannovesimo

All inizio del diciannovesimo Atlante 11 Un mondo di città All inizio del diciannovesimo secolo, il nostro pianeta contava un miliardo di esseri umani. All alba del ventunesimo ne accoglie sette. Questa esplosione demografica, che

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Green economy e green management : aziende e territori

Green economy e green management : aziende e territori Green economy e green management : aziende e territori di Edo Ronchi Presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile La coincidenza della grande recessione del 2008-2009,una crisi finanziaria e

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

INTERESSE E CAPITALE FITTIZIO

INTERESSE E CAPITALE FITTIZIO INTERESSE E CAPITALE FITTIZIO La finanziarizzazione dell economia Di Osvaldo Lamperti Per valutare meglio l attuale fase di crisi del capitalismo globalizzato è necessario fare alcune considerazioni sui

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania)

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Capitolo 8 Le imprese nell economia globale: esportazioni, outsourcing e multinazionali [a.a. 2012/13] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 8-1 Struttura della

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Leimportazioni italianedimaterieprime

Leimportazioni italianedimaterieprime Leimportazioni italianedimaterieprime Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Francesco Livi

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

LE TRE DIMENSIONI DELLA RIVOLUZIONE DEMOGRAFICA. Dimensione

LE TRE DIMENSIONI DELLA RIVOLUZIONE DEMOGRAFICA. Dimensione L economia della demografia: quota sette miliardi Siamo in piena rivoluzione demografica: se ora siamo 7 miliardi, nel 2050 avremo probabilmente superato i 9 miliardi. Si sposta così il centro di gravità

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM

BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM BIGLIETTI PREMIO CON SKYTEAM SkyTeam Awards è uno dei maggiori vantaggi che ti offre l Alleanza SkyTeam: un solo Biglietto Premio per tante destinazioni nel mondo, anche quando l itinerario che scegli

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE COMUNICATO STAMPA Claudia Buccini +39 02 63799210 claudia.buccini@eur.cushwake.com CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE Causeway Bay a Hong Kong

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa"

Diego Piacentini: Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa Diego Piacentini: "Io, vicepresidente di Amazon, e quella borsa che mi portò negli Usa" Diego Piacentini da teenager e oggi In occasione dei 100 anni dell'afs, e dei quasi 60 anni della sua costola italiana

Dettagli

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO)

Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) Sistematica di Ratisbona Classi principali per ARTE (LH LO) La presente raccolta comprende solo le voci principali della classificazione di Ratisbona relativa all arte (LH LO) INDICE LD 3000 - LD 8000

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce

Salentini nel mondo. Le statistiche ufficiali. Provincia di Lecce Salentini nel mondo Le statistiche ufficiali Provincia di Lecce 1 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI 150 ANNI DI PARTENZE DAL SALENTO I TRASFERIMENTI ALL ESTERO NEL TERZO MILLENNIO 2 I SALENTINI NEL MONDO, OGGI

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

a cura di Daniela Givogre e Riccarda Viglino

a cura di Daniela Givogre e Riccarda Viglino storia del 900 per la scuola di base a cura di Daniela Givogre e Riccarda Viglino il materiale di questa unità didattica può essere liberamente utilizzato chi lo utilizza è pregato di darne comunicazione

Dettagli

5 OSSERVATORIO CONFARTIGIANATO DONNE IMPRESA

5 OSSERVATORIO CONFARTIGIANATO DONNE IMPRESA DONNE, MERCATO, DEMOCRAZIA E WELFARE NELL ERA DELLA GLOBALIZZAZIONE ABSTRACT A CURA DELL UFFICIO STUDI CONFARTIGIANATO LUGLIO 2008 2 DONNE, MERCATO, DEMOCRAZIA E WELFARE NELL ERA DELLA GLOBALIZZAZIONE

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

L Italia nell economia internazionale

L Italia nell economia internazionale Sistema Statistico Nazionale L Italia nell economia internazionale Rapporto ICE 2012-2013 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sistema Statistico

Dettagli

Esportare la dolce vita. Il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati Ostacoli, punti di forza e focus Cina

Esportare la dolce vita. Il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati Ostacoli, punti di forza e focus Cina Esportare la dolce vita Il bello e ben fatto italiano nei nuovi mercati Ostacoli, punti di forza e focus Cina Il rapporto è stato realizzato da: Alessandro Gambini, Manuela Marianera, Luca Paolazzi (Centro

Dettagli

House organ. La carta stampata non muore mai. di Roberto Morini

House organ. La carta stampata non muore mai. di Roberto Morini House organ La carta stampata non muore mai di Roberto Morini La carta nell era del web ovvero: mai usata tanta carta come da quando c è il computer I testi lunghi gli approfondimenti La grafica l impaginazione:

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni

Svolgimento del gioco. Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Un gioco di Matthias Cramer per 2-5 persone dai 10 anni Anno 1413 Il nuovo re d'inghilterra, Enrico V di Lancaster persegue gli ambiziosi progetti di unificare l'inghilterra e di conquistare la corona

Dettagli

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Servizio Studi Dipartimentale LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA Anni 1862-2009 Gennaio 2011 INDICE PREMESSA...

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Il settore e le prospettive di sviluppo Pag. 3. Compliance e attenzione alle procedure Pag. 6. I prodotti Pag. 7

Il settore e le prospettive di sviluppo Pag. 3. Compliance e attenzione alle procedure Pag. 6. I prodotti Pag. 7 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA IN ITALIA Leader nel money transfer Pag. 1 Il settore e le prospettive di sviluppo Pag. 3 Compliance e attenzione alle procedure Pag. 6 I prodotti Pag. 7 MoneyGram

Dettagli

http://comune-info.net/2015/04/t-tip-il-re-e-nudo/

http://comune-info.net/2015/04/t-tip-il-re-e-nudo/ comune-info.net http://comune-info.net/2015/04/t-tip-il-re-e-nudo/ T-tip, il re è nudo Nelle foto di Riccardo Troisi l azione diretta di sabato 18 aprile contro i fantasmi del T- tip nel centro di Roma.

Dettagli

Sono nati per l autoconsumo,

Sono nati per l autoconsumo, Il prodotto bio è fai da te Consumatori Li considerano troppo cari e con una tracciabilità inadeguata. Eppure gli shopper apprezzano sempre di più le referenze biologiche. Così decidono di coltivarle in

Dettagli

GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA

GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA GIUSEPPE VADALÀ: ALIMENTI E AMBIENTE, COME GARANTIRNE LA SICUREZZA a cura di ANNA MARIA CIUFFA Giuseppe Vadalà, responsabile della Divisione Sicurezza Agroalimentare e Agroambientale del Corpo forestale

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Politica Industriale in Italia: come far ripartire la crescita?

Politica Industriale in Italia: come far ripartire la crescita? Politica Industriale in Italia: come far ripartire la crescita? Mauro Caselli 1 Paolo Falco 2 1 School of Economics Australian School of Business The University of New South Wales m.caselli@unsw.edu.au

Dettagli