Incontro su SEI SIGMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Incontro su SEI SIGMA"

Transcript

1 Silvia Martin Tesi di Laurea - Politecnico di Torino Contatto: Incontro su SEI SIGMA Confronto parametrico fra i sistemi di Total Quality Management 1

2 Il Sei Sigmaa confronto con gli altri Approcci LaLeanLean Manufacturing(Produzione Snella) : Snello, veloce ed efficace. IlSei Sigma : Riduzione della variabilitàdelle caratteristiche riconosciute rilevanti per i clienti. Richiede impegno formativo di Statistica di base e un minimo di organizzazione dedicata (Green Belt, Black Belt, ecc). IlLean SixSigma Sigma :Non: si può fare semplicemente qualità o semplicemente velocità. Il World Class Manufacturing: Programma di innovazione basato sul miglioramento continuo. 2

3 La Lean Manufacturing [a partire da studi di Womacke Jonespresso Toyotafin dal 1990] APPROCCIO LEAN MANUFACTURING COMMENTI Obiettivi fondamentali " Usare di meno per produrre di più " Principali strumenti e logiche utilizzati Mappatura del processo per poter rintracciare gli sprechi Utilizzo degli strumenti classici della cultura Lean Riduzione degli sprechi Il pensiero snello si basa sul concetto di produrre utilizzando il minimo impiego di risorse, ovvero producendo con meno sforzi umani, sprechi e costi. La Value Stream Map è un efficace strumento di mappatura visiva del processo che permette di rintracciare gli sprechi lungo tutta la catena. Value Stream Map, 5 S, JIT, Kanban, Kaizen, SMED sono i principali. Eliminazione delle sette tipologie di spreco (attività che assorbe risorse ma che non crea valore per il cliente). Impatto organizzativo Indicatori manageriali (nel tempo) Coinvolgimento del personale Decisioni prese ai livelli più bassi Non esistono degli indicatori raccomandati per questi scopi: essi sono soggetti alle decisioni del personale che gli utilizza. Riduzione delle barriere che si creano fra le diverse Funzioni Aziendali a causa della mancanza di comunicazione; il personale dei livelli più bassi viene responsabilizzato a prendere decisioni. 3

4 Il SixSigma [a partire da applicazioni presso MOTOROLA a fine anni 70] APPROCCIO SIX SIGMA COMMENTI Obiettivi fondamentali Principali strumenti e logiche utilizzati Impatto organizzativo Indicatori manageriali (nel tempo) Contenere quanto più possibile la variabilità dei processi produttivi. Valutazione preliminare costi/benefici (Project Charter ) e conclusione dei progetti di miglioramento entro 3 6 mesi). Tutti gli strumenti classici, più qualche altro nuovo, ben inquadrati lungo il Processo di Sviluppo Prodotto. Metodo D.M.A.I.C. (Define, Measure, Analyze, Improve, Control). Coinvolgimento ufficiale del Top Management Minimo di struttura permanente legata alle Figure Professionali specifiche: Champion, Owner, Master Black Belt, Black Belt, Green Belt, Yellow Belt. Al di là degli aspetti connessi con il consolidamento, gli indicatori delle attività sviluppate nel tempo sono relativamente liberi e generalmente affidati alle Black Belt. La riduzione degli sprechi è perseguita soprattutto attraverso un miglioramento continuo dei processi. Ciò evita che i progetti di miglioramento rimangano sospesi per lungo tempo o si rivelino poco utili. Presenza di strumenti statistici anche abbastanza sofisticati, come, per esempio, l'experimental Design. I passi successivi delle attività di Problem Solving sono stati rigorosamente codificati (incluso consolidamento). Ciò garantisce una scelta dei progetti di miglioramento in linea con le effettive capacità acquisite in azienda, limitando al minimo il numero di insuccessi. 4

5 Il LeanSixSigma [a partire dal Libro di M. Georgedel 2002] APPROCCIO LEAN SIX SIGMA COMMENTI Obiettivi fondamentali " Non si può fare semplicemente qualità o semplicemente velocità " Principali strumenti e logiche utilizzati Soddisfazione del cliente come obiettivo principale Miglioramento dei processi usando dati quantitativi È una metodologia di miglioramento che si avvale di dati quantitativi per identificare ed eliminare i problemi che affliggono i processi. Critical To Quality (CTQ): caratteristiche di un prodotto/servizio percepite dal cliente come le più importanti e tenute sotto controllo dall'azienda. Bisogna documentare come viene svolto il lavoro, esaminare come esso fluisca tra le persone coinvolte, fornire alle persone gli strumenti per migliorare continuamente il proprio lavoro. Impatto organizzativo Indicatori manageriali (nel tempo) Gruppi di lavoro Minimo di struttura permanente legata alle Figure Professionali, anche se un po' meno rispetto al Six Sigma Non esistono indicatori standard. I dati analizzati sono di quattro tipologie: la soddisfazione del cliente, i risultati finanziari, la velocità e il lead time, e la difettosità della produzione. Vi partecipano Figure di diverse Funzioni Aziendali per abbattere le barriere e per migliorare la comunicazione all'interno dell'azienda. 5

6 Il World Class Manufacturing (WCM) [a partire da studi del prof. Schomberger presso KAWASAKI fin dal 1980] APPROCCIO Obiettivi fondamentali Principali strumenti e logiche utilizzati Impatto organizzativo Indicatori manageriali (nel tempo) WORLD CLASS MANUFACTURING (WCM) Programma di innovazione basato sul miglioramento continuo L'approccio si articola in " 10 Technical Pillars " più " 10 Management Criteria " Utilizza strumenti derivanti dalla cultura Lean e dall'approccio Six Sigma Coinvolgimento sistematico del Top Management Coinvolgimento di tutte le persone che lavorano all'interno dell'azienda Ente esterno di valutazione La valutazione esterna è formalizzata ed ufficializzata sulla base di una serie accuratamente definita di indicatori codificati. COMMENTI Ricerca di un rendimento superiore per mezzo di un miglioramento continuo delle attività, conforme ai principi del JIT, del TQM e del coinvolgimento sistematico del Top Management. I Pilastri (Pillar ) riguardano, fra l'altro: Attenzione alle esigenze dei clienti, Ambiente, Sicurezza, Costi, Logistica, Standardizzazione, Crescita professionale delle persone, Ricerca ed eliminazione di ogni spreco, ecc.. Promuove innanzitutto un cambio di mentalità e di approccio alla gestione della qualità in azienda. Tutto il personale è coinvolto e viene formato per la corretta implementazione della metodologia. Esiste un Ente esterno all'azienda che certifica il livello di conformità dello stabilimento rispetto a prestabiliti indicatori codificati. Tali indicatori permettono alle aziende di raggiungere dei riconoscimenti per gli stabilimenti in cui viene adottato il WCM (Bronze, Silver e Gold ) 6

7 Il World Class Manufacturing (WCM) a.1. Management commitment a.2. Organization commitment a.3. Level of expansion a.4. Motivation of Operators b.1. Development of objectives system b.2. Route Map b.3. Time & budget c.1. Assigning the best qualified personnel to model areas c.2. Organizational competences I II III IV V VI VII VIII IX X 7 d) Attention to detail c) Knowledge management b) Management of projects Commitment& objectives a) SAFETY & WORKING ENVIRONMENT COST DEPLOYMENT FOCUSED IMPROVEMENT QUALITY CONTROL LOGISTICS / / CUSTOMER SERVICE AUTONOMOUS ACTIVITY PROFESSIONAL MAINTENANCE EARLY PRODUCT / / EQUIPMENT MANAGEMENT PEOPLE DEVELOPMENT ENVIRONMENT Technical Pillars COMMITMENT INVOLVEMENT COMMUN ICATION UNDERSTANDING MEASUREMENT DEPLOYMENT IMPLEMENTATION EVALUATION STANDARDIZATION DOCUMEMTAION Management Criteria d.1. Level od detail Strong points of main area 4 Main Areas of Management Criteria

8 QUADRO SINOTTICO DEGLI APPROCCI ESAMINATI (valutazioni soggettive di massima, aperte a perfezionamenti) METODOLOGIE CARATTERISTICHE Lean Manufacturing Six Sigma Lean Six Sigma WCM Livello basso Livello medio Livello alto 8 LEGENDA Ottica cliente Gestione per processi Riduzione della variabilità del processo Riduzione di altri tipi di spreco (es.: lay-out, manutenzione, ecc.) Analisi preventiva di costi e benefici Logiche di miglioramento continuo Abbattimento dei costi Indicatori manageriali (nel tempo) Difficoltà degli strumenti metodologici Impatto organizzativo

9 Tutto ciò genera una riflessione quasi spontanea: Ma allora quale di queste rappresenta la miglior soluzione per l azienda? 9

10 Sulla base delle analisi comparate degli approcci metodologici esaminati, si èpensato di associare ad ogni azienda l approccio ad essa più congeniale in funzione della sua posizione in un ideale cammino verso l eccellenza. La valutazione della posizione di ciascuna azienda è stata ottenuta principalmente sulla base di un questionario di autovalutazione ispirato ai modelli EFQM e CAF e di una interpretazione matematica dei risultati. Questionario di autovalutazione ed interpretazione matematica sono ancora a livello di proposta, ma sono stati verificati su un certo numero di aziende, sia di prodotto che di servizi. 10

11 IL MODELLO: saper suggerire all azienda l approccio più corretto in base al livello di maturità aziendale in termini di gestione della Qualità. Punteggio ottenuto dall iter di autovalutazione Suddivisione delle tipologie di aziende 11

12 AZIENDE (DI PRODOTTO E DI SERVIZIO) INTERVISTATE Azienda Sanitaria Locale (ASL) Toscana - FIRENZE Fiat Group Automobile (FGA)- TORINO Istituto Professionale di Stato Francesco Datini PRATO Istituto Superiore di Istruzione BARGA (LU) Istituto Tecnico Industriale Leonardo da Vinci FIRENZE Schindler Group LOCARNO (CH) 12

13 QUESTIONARIO PER LE AZIENDE 13

14 PERCORSO DI AUTOVALUTAZIONE 1. Autovalutazione aziendale mediante quattro indicatori e calcolo del relativo punteggio; 2. Punteggio pesato per ogni indicatore e media dei quattro valori; 3. Confronto con i valori dei livelli per sapersi collocare in modo corretto nella tabella. Indicatori Punteggio Peso Organizzazione aziendale Approccio al problem solving Formazione ed addestramento Gestione della qualità

15 Indicatori utilizzati per l autovalutazione (modello su ispirazione EFQM-CAF) INDICATORE 1, 2 E 3 INDICATORE 1 : ORGANIZZAZIONE AZIENDALE Nessun organo di controllo nessun autocontrollo 1 Nessuno organo di controllo si autocontrollo 2 Organo a livello basso (caso 3) 3 Organo a livello di direzione aziendale (caso 4) 4 Organo a livello corporate (caso 5) 5 INDICATORE 3 : Formazione in ottica qualità No formazione 1 Formazione esterna una tantum 2 Formazione esterna continua 3 Presidio interno di formazione 4 Formazione interna continua in vista di un 5 miglioramento continuo INDICATORE 2 : Approccio al problem solving Conduzione spontanea - Applicazione di metodi di Qualità su base volontaristica 1 Cantieri di metodologie di Qualità in vista di applicazioni sistematiche Primi approcci di organizzazione mirata a Qualità/Affidabilità per alcuni aspetti/aree dell azienda 5 Top-down 1 Bottom-up 5 Indviduale 1 Team 5 Non sistematico 1 Sistematico 5 15

16 Indicatori utilizzati per l autovalutazione (modello su ispirazione EFQM-CAF) INDICATORE 4 : GESTIONE DELLA QUALITÀ INDICATORE 4a: Valutazione No valutazione 1 Valutazione solo interna 3 Valutazione solo esterna 4 Valutazione interna/esterna 5 INDICATORE 4b: Qualità e Processo in Controllo Nessun tipo di controllo 1 Controllo di processo interno 3 Controllo di processo interno + controllo dei 5 fornitori a monte INDICATORE 4c: Modalità di definizione degli obiettivi sulle non conformità Obiettivi assegnati in modo empirico, sulla base dell esperienza e dei dati dal campo, ma senza una preliminare identificazione della caratteristiche CTQ. Identificazione delle caratteristiche CTQ effettuata, ma nessuno (o pochissimi) degli obiettivi loro assegnati è coerente con un livello di s superiore a 4. Identificazione delle caratteristiche CTQ effettuata, con parecchi degli obiettivi loro assegnati coerenti con un livello di s superiore a 4, ma nessuno (o pochissimi) superiore a 5. Identificazione delle caratteristiche CTQ effettuata da tempo e consolidata, con parecchi degli obiettivi loro assegnati coerenti con un livello di s superiore a 5. Livello

17 PERCORSO DI AUTOVALUTAZIONE 1.Autovalutazioneaziendale mediante quattro indicatori e calcolo del relativo punteggio; 2. Punteggio pesato per ogni indicatore e media dei quattro valori; 3. Confronto con i valori dei livelli per sapersi collocare in modo corretto nella tabella. 17

18 Sulla base del punteggio risultato dal processo di autovalutazione, l azienda riconosce il proprio livello di gestione della qualità all interno del modello. Una volta collocatasi nella tabella, l azienda rintraccia l approccio ad essa piùcongeniale in funzione della sua posizione nel cammino verso l eccellenza. Per semplificare la teoria, si èpensato di ricorrere all analisi di un caso concreto per un azienda di prodotto(in particolare per un azienda di progetto) che totalizza nel percorso di autovalutazioneun punteggio pari a

19 ESEMPIO DI UN CASO PRATICO PRIMO LIVELLO: Preparare l azienda per l implementazione delle metodologie SECONDO LIVELLO: Saper di aver preso la direzione giusta TERZO LIVELLO: Sfruttare al meglio le conoscenze esterne e saper investire QUARTO LIVELLO: Avvicinarsi alla perfezione QUINTO LIVELLO: Vincere una volta non è difficile, la vera sfida è sapersi riconfermare Lean Six Sigma l Six Sigma 19

20 Nessuna controindicazione èstata riscontrata presso le aziende visitate, per cui si èautorizzati a considerare il modello proposto come una buona base, anche in vista di ulteriori affinamenti. 20

Richard J. Schonberger, PhD Independent researcher, author, trainer, speaker Bellevue, Washington State, USA

Richard J. Schonberger, PhD Independent researcher, author, trainer, speaker Bellevue, Washington State, USA Premessa È per me un piacere e un onore scrivere questa prefazione al testo World Class Manufacturing: origine, sviluppo e strumenti. Coglierò l occasione per ripercorrere e analizzare l evoluzione storica

Dettagli

SEI SIGMA: un miglioramento concreto di qualità, affidabilità e costi di prodotti e servizi

SEI SIGMA: un miglioramento concreto di qualità, affidabilità e costi di prodotti e servizi Mario Vianello Politecnico di Torino - Ingegneria dell Autoveicolo Incontro su SEI SIGMA SEI SIGMA: un miglioramento concreto di qualità, affidabilità e costi di prodotti e servizi 1 Il Sei Sigma, è senz

Dettagli

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel

Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel Six Sigma Handbook Gli strumenti sei sigma per raggiungere obiettivi, organizzativi e di qualità, ad alto impatto economico con l ausilio di Excel di Rinaldo Tartari Consulente Qualità e Affidabilità Excel

Dettagli

LEAN ORGANIZATION: Introduzione ai Principi e Metodi dell Organizzazione Snella

LEAN ORGANIZATION: Introduzione ai Principi e Metodi dell Organizzazione Snella Introduzione ai Principi e Metodi dell Organizzazione Snella by Per avere ulteriori informazioni: Visita il nostro sito WWW.LEANNOVATOR.COM Contattaci a INFO@LEANNOVATOR.COM 1. Introduzione Il termine

Dettagli

improving performance Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà

improving performance Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà Il miglioramento dei Processi Aziendali: Lean Thinking e Six Sigma Aldo Gallarà Novara, 10 Luglio 2014 1 Paradigma tradizionale delle prestazioni Nel passato, le aziende credevano che un miglioramento

Dettagli

Premio Manager per la Qualità

Premio Manager per la Qualità Premio Manager per la Qualità Dal primo progetto Sei Sigma al "Miglioramento Continuo di oggi" Quality Plant Manager Stabilimento Ciriè (TO) P. Colosimo Informazioni generali sito produttivo Ciriè (TO)

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SNELLA

ORGANIZZAZIONE SNELLA presenta ORGANIZZAZIONE SNELLA interventi semplici e rapidi -> maggior efficienza dei processi -> riduzione dei costi Pollenzo, 21 maggio 2014 Albergo dell Agenzia GIANLUCA BARALE Consulente in organizzazione

Dettagli

Lean Leadership. 30 Settembre 2014 Alberto Portioli. Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it. alberto.portioli@polimi.

Lean Leadership. 30 Settembre 2014 Alberto Portioli. Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it. alberto.portioli@polimi. Lean Leadership Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it Dipartimento Ing. Gestionale Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it E il momento di decidere di sopravvivere e reagire

Dettagli

Risultati. Competenze. Soluzioni. Catalogo Formazione

Risultati. Competenze. Soluzioni. Catalogo Formazione Risultati Competenze Soluzioni Catalogo Formazione Benvenuti! Mauro Nardon, Consulente di Direzione e di Organizzazione Aziendale, Manager e tecnico di azienda, dopo aver acquisito negli anni adeguate

Dettagli

Applicare il Six Sigma. Un esempio

Applicare il Six Sigma. Un esempio Applicare il Six Sigma Un esempio Indice 1. Oggetto e Scenario 2. Obiettivi dell intervento 3. L approccio Festo Consulenza e Formazione 4. Struttura del progetto Oggetto e Scenario Il progetto in oggetto

Dettagli

SEI SIGMA e approcci globali a Qualità/Affidabilità

SEI SIGMA e approcci globali a Qualità/Affidabilità TAVOLA ROTONDA SUL TEMA SEI SIGMA e approcci globali a Qualità/Affidabilità Cosa si può fare concretamente per un reale miglioramento di Qualità/Affidabilità dei nostri prodotti? 1 Conviene riconoscere

Dettagli

Percorso di Certificazione Lean Six Sigma Green Belt

Percorso di Certificazione Lean Six Sigma Green Belt Accademia Italiana del Sei Sigma Percorso di Certificazione Lean Six Sigma Green Belt 19/20/21 novembre 2014 17/18/19 dicembre 2014 dalle 9,30 alle13 e dalle 14 alle 17,30 Prato Viale Vittorio Veneto,

Dettagli

Diventare GREEN BELT

Diventare GREEN BELT La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Diventare GREEN BELT Accrescere le proprie potenzialità nel mondo del lavoro Percorso di Formazione e Certificazione

Dettagli

Lean Organization EXCELLENCE CONSULTING OUTSOURCING STRATEGIES ACCOUNTABILITY TRAINING TO CHANGE

Lean Organization EXCELLENCE CONSULTING OUTSOURCING STRATEGIES ACCOUNTABILITY TRAINING TO CHANGE Lean Organization EXCELLENCE CONSULTING OUTSOURCING STRATEGIES ACCOUNTABILITY TRAINING TO CHANGE Indice 1 VISION E OBIETTIVI DELL INIZIATIVA 2 LE MOTIVAZIONI 3 I PRINCIPI DELL ORGANIZAZIONE SNELLA 4 GLI

Dettagli

Sommario. 3.1 Introduzione... 91 3.2 I fondamenti del Six Sigma... 92 3.3 Perché il Lean Six Sigma nei servizi?... 96

Sommario. 3.1 Introduzione... 91 3.2 I fondamenti del Six Sigma... 92 3.3 Perché il Lean Six Sigma nei servizi?... 96 1. Il Lean Thinking Nelle Aziende Di Servizi 1.1 Introduzione... 27 1.2 Significato di azienda di servizi... 28 1.2.1 Intangibilità dei servizi... 29 1.2.2 Contestualità tra produzione e consumo... 29

Dettagli

EVOLUZIONE DELLE INIZIATIVE PER LA QUALITA : L APPROCCIO SIX SIGMA

EVOLUZIONE DELLE INIZIATIVE PER LA QUALITA : L APPROCCIO SIX SIGMA http://www.sinedi.com ARTICOLO 3 LUGLIO 2006 EVOLUZIONE DELLE INIZIATIVE PER LA QUALITA : L APPROCCIO SIX SIGMA A partire dal 1980 sono state sviluppate diverse metodologie per la gestione della qualità

Dettagli

Master. Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt. Un master full immersion per certificarsi sul campo.

Master. Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt. Un master full immersion per certificarsi sul campo. Master Lean Six Sigma Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt Un master full immersion per certificarsi sul campo. Bonfiglioli Consulting Consulenza e competenza per favorire lo

Dettagli

Le origini di Lean Six Sigma

Le origini di Lean Six Sigma 1 Le origini di Lean Six Sigma Le origini di Lean e Six Sigma risalgono agli anni 80 (e più indietro) Lean emerse come metodo per ottimizzare la produzione di automobili Venne sviluppato nei primi anni

Dettagli

Six Sigma - Le sfide per trasformare un intervento estemporaneo

Six Sigma - Le sfide per trasformare un intervento estemporaneo Six Sigma - Le sfide per trasformare un intervento estemporaneo in una iniziativa di miglioramento aziendale Alessandro Brun Dipartimento di Ingegneria Gestionale Alessandro.Brun@polimi.it Luci ed ombre

Dettagli

LEAN THINKING 2015. Le nuove frontiere del Lean. WCM World Class Manufacturing e LEAN MANAGEMENT PERCORSI DI FORMAZIONE

LEAN THINKING 2015. Le nuove frontiere del Lean. WCM World Class Manufacturing e LEAN MANAGEMENT PERCORSI DI FORMAZIONE LEAN THINKING 2015 Le nuove frontiere del Lean PERCORSI DI FORMAZIONE WCM World Class Manufacturing e LEAN MANAGEMENT Aprile Dicembre 2015 Sommario pag. 3 4 4 6 6 7 8 11 14 14 15 PREMESSA ARTICOLAZIONE

Dettagli

Rinascimento della Manifattura Bolognese

Rinascimento della Manifattura Bolognese Bologna, 28/03/2013 Rinascimento della Manifattura Bolognese Progetto UNINDUSTRIA-CNA con il contributo di 0 Agenda: 17.00-17.20 Apertura dei Lavori Mauro Ferri - Presidente PROTESA SpA 17.20-17.50 Presentazione

Dettagli

Fabrizio Bianchi-Università Carlo Cattaneo LIUC. di più con meno

Fabrizio Bianchi-Università Carlo Cattaneo LIUC. di più con meno Fabrizio Bianchi-Università Carlo Cattaneo LIUC di più con meno Lean Lean Manufacturing Lean Production Lean Factory Fabbrica Snella Produzione Snella Fabbrica Integrata.. Toyota Production System (TPS)

Dettagli

Programma Lean Six Sigma (LSS)

Programma Lean Six Sigma (LSS) GRUPPO TELECOM ITALIA Programma Lean Six Sigma (LSS) Incontro AIDP Liguria Sede Confindustria Genova, 28 Gennaio 2011 Aldo Gallarà Responsabile Programma LSS Telecom Italia LSS: di cosa si tratta Disciplina

Dettagli

LA LEAN MANUFACTURING E TOYOTA. QualitiAmo La Qualità gratis sul web

LA LEAN MANUFACTURING E TOYOTA. QualitiAmo La Qualità gratis sul web LA LEAN MANUFACTURING E TOYOTA GLI SPRECHI DA EVITARE Quali erano gli sprechi che Toyota voleva evitare, applicando la Produzione snella? Essenzialmente 3: le perdite di tempo legate alle rilavorazioni

Dettagli

Excellence Production System

Excellence Production System Workshop Project Management 2012 Beyond The Project Lean Manufacturing un nuovo modello per l eccelenza Excellence Production System Salerno 27 Gennaio 2012 Giovanni Tullio Scenario : Superare la crisi

Dettagli

Gli strumenti innovativi per il miglioramento della competività

Gli strumenti innovativi per il miglioramento della competività Gli strumenti innovativi per il miglioramento della competività Dr. Emanuele Martelli Managing Director - STEMMA SAS Confindustria Mantova, 23 Luglio 2013 2013 Copyright Stemma Sas Tutti i diritti riservati

Dettagli

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 20 Sempre un passo avanti EXECUTIVE MASTER COURSE Production Manager OBIETTIVI Il corso mette in condizione i partecipanti

Dettagli

4 Servizi e soluzioni

4 Servizi e soluzioni Servizi e soluzioni 4 Ogni azienda, nel senso etimologico del termine, è concepita come un sistema complesso composto da processi interdipendenti e correlati tra loro teso al raggiungimento di un obiettivo

Dettagli

Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione

Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione Percorso di specializzazione: Sviluppo Nuovi Prodotti Tecniche potenti di progettazione e industrializzazione Un percorso dedicato Riduzione costi Qualità Oobeya Room Product Development Value Stream Map

Dettagli

INSIGHTFUL CONSULTING LEAN SIX SIGMA

INSIGHTFUL CONSULTING LEAN SIX SIGMA CORSO DI FORMAZIONE PER GREEN BELT I Green Belt sono una figura importantissima nell implementazione della Lean Six Sigma: essi ricoprono il ruolo, part time, di Project Leader dei progetti di miglioramento

Dettagli

Management integrato della qualità e miglioramento continuo

Management integrato della qualità e miglioramento continuo Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto CIM per la sostenibilità nell innovazione Management integrato della qualità e miglioramento continuo

Dettagli

Il Pensiero Lean Copyright Bernardo Nicoletti 15 Giugno 2011

Il Pensiero Lean Copyright Bernardo Nicoletti 15 Giugno 2011 Il Pensiero Lean Indice La Gestione per Processi Il Pensiero Lean (Snello) Il Lean Six Sigma Gli strumenti Un esempio Indagine in Italia Inizialmente Oggi Il Pensiero Snello (Lean Thinking) Introdotto

Dettagli

Sistemi produttivi Just In Time. Just-In-Time Systems (Lean Production)

Sistemi produttivi Just In Time. Just-In-Time Systems (Lean Production) Sistemi produttivi Just In Time Just-In-Time Systems (Lean Production) 1 Origini del JIT e della Produzione Snella Introdotto da Toyota Adottato da altre aziende giapponesi Introdotto successivamente nelle

Dettagli

Controllare e ridurre sistematicamente i costi tramite la World Class Manufacturing. Vicenza, 26 giugno 2013

Controllare e ridurre sistematicamente i costi tramite la World Class Manufacturing. Vicenza, 26 giugno 2013 Controllare e ridurre sistematicamente i costi tramite la World Class Manufacturing Vicenza, 26 giugno 2013 Le nuove teorie manageriali Negli anni 70-90, a fronte di profondi cambiamenti dello scenario

Dettagli

ILSISTEMA INTEGRATO DI PRODUZIONE E MANUTENZIONE

ILSISTEMA INTEGRATO DI PRODUZIONE E MANUTENZIONE ILSISTEMA INTEGRATO DI PRODUZIONE E MANUTENZIONE L approccio al processo di manutenzione Per Sistema Integrato di Produzione e Manutenzione si intende un approccio operativo finalizzato al cambiamento

Dettagli

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab.

Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Dalla Conformità al Sistema di Gestione Tab. Il Sistema Qualità come modello organizzativo per valorizzare e gestire le Risorse Umane Gli elementi che caratterizzano il Sistema Qualità e promuovono ed influenzano le politiche di gestione delle risorse

Dettagli

Il miglioramento in AVIO. Il sei sigma e il lean manufacturing

Il miglioramento in AVIO. Il sei sigma e il lean manufacturing Il miglioramento in AVIO Il sei sigma e il lean manufacturing 1 Contenuti Introduzione ad AVIO S.p.A. La decisione di avviare il programma Il programma Cartesio Plus Lean Sei Sigma Alcuni esempi Conclusioni

Dettagli

Industrial Management School. Lean Six Sigma Workshop

Industrial Management School. Lean Six Sigma Workshop Lean Six Sigma Workshop 1 Origini del Six Sigma La metodologia Six Sigma nasce a metà degli anni 80 in Motorola estendendosi poi ad altre grandi aziende americane; è una metodologia per il miglioramento

Dettagli

Produzione. Durata e costi. A chi è indirizzato. Obiettivi

Produzione. Durata e costi. A chi è indirizzato. Obiettivi 34 P01 Il miglioramento rapido in produzione in ottica lean : il Quick Kaizen Approccio innovativo ispirato a principi e tecniche di Lean Production e TPS Il QuicK Kaizen è un approccio innovativo per

Dettagli

Catalogo Humanform 2013. Lean Six Sigma

Catalogo Humanform 2013. Lean Six Sigma Catalogo Humanform 2013 Lean Six Sigma PROFILO AZIENDALE Humanform, società di formazione soggetta all attività di direzione e coordinamento di Humangest S.p.A., nata nel 2005, è certificata UNI EN ISO

Dettagli

CATALOGO CORSI 2015 OFFERTA FORMATIVA SPECIFICA PER AREE TEMATICHE

CATALOGO CORSI 2015 OFFERTA FORMATIVA SPECIFICA PER AREE TEMATICHE CATALOGO CORSI 2015 OFFERTA FORMATIVA SPECIFICA PER AREE TEMATICHE A quali temi la vostra organizzazione è al momento interessata? TEMI - relativi ai vostri FORNITORI - relativi ai vostri PROCESSI: efficacia,

Dettagli

Dalla FABBRICA tradizione a quella in Ottica WCM

Dalla FABBRICA tradizione a quella in Ottica WCM Evoluzione della FABBRICA 2011 November Dalla FABBRICA tradizione a quella in Ottica WCM L EVOLUZIONE DELLE FORME ORGANIZZATIVE AZIENDA ALTA E STRETTA TRADIZIONALE AZIENDA PIATTA E LARGA LEAN COMPANY (PROCESSIVA)

Dettagli

I METODI DEL MIGLIORAMENTO

I METODI DEL MIGLIORAMENTO I METODI DEL MIGLIORAMENTO 1 Le macro-tipologie di intervento di miglioramento: Su base giornaliera: è un intervento che può essere applicato quando i processi rispondono agli obiettivi aziendali, ma possono

Dettagli

Lean Production. e approccio Just In Time CORSO DI GESTIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE. Lean Production. Value stream e lotta agli sprechi

Lean Production. e approccio Just In Time CORSO DI GESTIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE. Lean Production. Value stream e lotta agli sprechi Lean Production CORSO DI GESTIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE Lean Production e approccio Just In Time! Insieme di attività integrate progettato per ottenere alti volumi produttivi pur utilizzando scorte

Dettagli

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff Il catalogo MANUFACTURING Si rivolge a: Responsabili Produzione e loro staff Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff processo produttivo Responsabili Manutenzione

Dettagli

PerCorsi Lean Production Training per diventare snelli

PerCorsi Lean Production Training per diventare snelli PerCorsi Lean Production Training per diventare snelli I N D I C E Introduzione pag. 3 Lean Production pag. 4 Percorsi pag. 5 Zoom pag. 6 Contatti pag. 7 La formazione a firma Bosch TEC Bosch Training

Dettagli

Lean Leadership. Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it. 26 Marzo 2015 Alberto Portioli. alberto.portioli@polimi.

Lean Leadership. Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it. 26 Marzo 2015 Alberto Portioli. alberto.portioli@polimi. Lean Leadership Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it Dipartimento Ing. Gestionale Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it E il momento di decidere di sopravvivere e reagire

Dettagli

LEAN MANAGEMENT NEI SERVIZI

LEAN MANAGEMENT NEI SERVIZI - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA EXECUTIVE EDUCATION & PEOPLE MANAGEMENT

Dettagli

L approccio Lean. Investire sulle persone chiave individuare i champions e gli agenti del cambiamento

L approccio Lean. Investire sulle persone chiave individuare i champions e gli agenti del cambiamento Cosa si intende per L approccio Lean Investire sulle persone chiave individuare i champions e gli agenti del cambiamento Ottenere e usare il contributo di tutti a tutti i livelli Facciamolo e basta con

Dettagli

LA GESTIONE PER PROCESSI: L ESPERIENZA IVECO

LA GESTIONE PER PROCESSI: L ESPERIENZA IVECO LA GESTIONE PER PROCESSI: L ESPERIENZA IVECO Congresso AICQ - Settore Autoveicoli - Torino C. La Torre - Iveco S.p.A. 1 / 35 Argomenti Sviluppo del Sistema di Gestione per la Qualità Iveco Processi aziendali

Dettagli

http://www.ateneonline.it/chase/ Cliccare su >area studenti Utile per accedere a test on-line, note tecniche e approfondimenti dei capitoli

http://www.ateneonline.it/chase/ Cliccare su >area studenti Utile per accedere a test on-line, note tecniche e approfondimenti dei capitoli http://www.ateneonline.it/chase/ Cliccare su >area studenti Utile per accedere a test on-line, note tecniche e approfondimenti dei capitoli Capitolo 6 Total quality management: orientamento al Six Sigma

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

GESTIONE TOTALE DELLA QUALITA GESTIONE TOTALE DELLA QUALITA. Sei Sigma: una strategia per la competitività

GESTIONE TOTALE DELLA QUALITA GESTIONE TOTALE DELLA QUALITA. Sei Sigma: una strategia per la competitività Progetto grafico: PRC Roma Questa guida è stata realizzata grazie al contributo dell Accademia Italiana del Sei Sigma (www.aiss.it). Suggerimenti per migliorare l utilità di queste guide e per indicare

Dettagli

La metodologia Six Sigma per la gestione dei progetti di miglioramento Alessandro BRUN Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale

La metodologia Six Sigma per la gestione dei progetti di miglioramento Alessandro BRUN Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale La metodologia Six Sigma per la gestione dei progetti di miglioramento Alessandro BRUN Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale 1 - Motorola, General Electric e il Six Sigma La metodologia

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! VERONA ottobre 2013 IL METODO WORLD CLASS MANUFACTURING (WCM) RIDUZIONE DEI COSTI CON INCREMENTO DELL EFFICIENZA AZIENDALE. ASPETTI RELATIVI ALLA SICUREZZA ED ALLA MANUTENZIONE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale e Logistica Integrata

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale e Logistica Integrata UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TRIESTE FACOLTÀ DI INGEGNERIA Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale e Logistica Integrata Insegnamento : TECNICHE di GESTIONE AZIENDALE Docente: dott.ing.giampaolo

Dettagli

L INDUSTRIA MANIFATTURIERA

L INDUSTRIA MANIFATTURIERA COME? RILANCIARE L INDUSTRIA MANIFATTURIERA DAL LEAN THINKING AL WORD CLASS MANUFACTURING AL NEW LEAN THINKING, UNA EVOLUZIONE CONTINUA DELLE METODOLOGIE ORGANIZZATIVE PER FARE DI PIÙ E SPENDERE MENO Dott.

Dettagli

Lean Champion, Diventare esperti di Lean in Aziende Manifatturiere e di Servizi Percorso di specializzazione

Lean Champion, Diventare esperti di Lean in Aziende Manifatturiere e di Servizi Percorso di specializzazione La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Lean Champion, Diventare esperti di Lean in Aziende Manifatturiere e di Servizi Percorso di specializzazione

Dettagli

Your mission, our passion

Your mission, our passion Your mission, our passion Corporate Profile Reggio Emilia, marzo 2014 Il Gruppo Il Gruppo Movi finance Accounting & Lean Six Sigma Consulting (prossima attivazione) Movin log scarl Logistics & Recruitment

Dettagli

I titoli dei principali Convegni Galgano organizzati, negli anni, in occasione della Campagna Nazionale Qualità e Innovazione

I titoli dei principali Convegni Galgano organizzati, negli anni, in occasione della Campagna Nazionale Qualità e Innovazione I titoli dei principali Convegni Galgano organizzati, negli anni, in occasione della Campagna Nazionale Qualità e Innovazione 2013 Leadership Etica, l Etica della Responsabilità Innovazione sistematica,

Dettagli

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale

Sistemi elettronici per la sicurezza dei veicoli: presente e futuro. Il ruolo della norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale 18 aprile 2012 Il punto di vista dell OEM sulla norma ISO 26262 per la Sicurezza Funzionale dei veicoli: la sfida dell integrazione nei processi aziendali Marco Bellotti Functional Safety Manager Contenuti

Dettagli

I risultati del Questionario sul World Class Manufacturing ai lavoratori Fiat

I risultati del Questionario sul World Class Manufacturing ai lavoratori Fiat Martedì 11 novembre 2014 AULA MAGNA Quale modello di sviluppo per il SETTORE MANIFATTURIERO in Europa? I risultati del Questionario sul World Class Manufacturing ai lavoratori Fiat Ricerca FIM CISL «Le

Dettagli

4 Professional profile

4 Professional profile Professional profile 4 Chi sono... Il mio nome è Fabio Domevscek, fondatore di "in a lean way". Sono un MANAGER che supporta le aziende nella definizione dei propri obiettivi. Sono un CONSULENTE che guida

Dettagli

Master universitario di I livello in LEAN MANUFACTURING (MULM) (con Corso di Aggiornamento Professionale integrato)

Master universitario di I livello in LEAN MANUFACTURING (MULM) (con Corso di Aggiornamento Professionale integrato) UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI TRIESTE SCHEDA DI PRESENTAZIONE Parte integrante del Bando di attivazione dei Master universitari a.a. 2008/2009 Master universitario di I livello in LEAN MANUFACTURING (MULM)

Dettagli

ANALISI E MAPPATURA DEI PROCESSI AZIENDALI

ANALISI E MAPPATURA DEI PROCESSI AZIENDALI ANALISI E MAPPATURA DEI PROCESSI AZIENDALI Cos è un processo aziendale Processo come trasformazione (dal verbo procedere ) Processo aziendale: insieme di attività interdipendenti finalizzate a un obiettivo

Dettagli

Name/Dept. Project title 07/05/2002 Slide 1

Name/Dept. Project title 07/05/2002 Slide 1 Name/Dept. Project title 07/05/2002 Slide 1 Analisi risposte del panel 1 Modalità di realizzazione: Interviste telefoniche Quali/Quantitative dirette + Questionari Settori Automotive Elettromeccanica Macchine

Dettagli

INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE

INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE INNOVAZIONE E RICERCA AL SERVIZIO DELLE AZIENDE E DELLE PERSONE OD&M Consulting è una società di consulenza specializzata nella gestione e valorizzazione delle persone e nella progettazione di sistemi

Dettagli

L approccio Festo Consulenza e Formazione

L approccio Festo Consulenza e Formazione L approccio Festo Consulenza e Formazione Festo Consulenza e Formazione opera con un approccio integrato, attraverso un Customer Team che integra le competenze nei diversi ambiti aziendali (Operations,

Dettagli

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta, la soluzione informatica per la costruzione di un Sistema Qualità, Ambiente e Sicurezza fortemente integrato è in grado di garantire l efficacia

Dettagli

COMPANY PROFILE. A cura di: ing. G. Graziadei Founder VALUEPro Tel.: 3939881243 E-mail: gianni.graziadei@valuepro.it

COMPANY PROFILE. A cura di: ing. G. Graziadei Founder VALUEPro Tel.: 3939881243 E-mail: gianni.graziadei@valuepro.it COMPANY PROFILE A cura di: ing. G. Graziadei Founder VALUEPro Tel.: 3939881243 E-mail: gianni.graziadei@valuepro.it 1 1 Il valore che offriamo FORMAZIONE IN AZIENDA - Personalizzazione - Applicazione sul

Dettagli

6.A.1 Logistica interna ed esterna

6.A.1 Logistica interna ed esterna 6.A.1 Logistica interna ed esterna Il corso si propone di fornire un quadro chiaro di inquadramento della logistica e delle sue principali funzioni in azienda. Si vogliono altresì fornire gli strumenti

Dettagli

L EFFICACIA NEL CAMBIAMENTO

L EFFICACIA NEL CAMBIAMENTO Enrico Sebastiano L EFFICACIA NEL CAMBIAMENTO Efficiency is doing things right; effectiveness is doing the right things Peter Drucker. #CAMBIAMENTO VS #CAMBIAMENTE Active Changing Organizzazione 6 + Lean

Dettagli

Lean Excellence Center Operational Excellence TOP CLUB

Lean Excellence Center Operational Excellence TOP CLUB Lean Excellence Center Operational Excellence TOP CLUB Prof. Alberto Por,oli Staudacher alberto.por,oli@polimi.it Lean Excellence Center del Politecnico di Milano www.lean-excellence.it Il nostro gruppo

Dettagli

www.leanfactoryschool.it catalogo corsi

www.leanfactoryschool.it catalogo corsi www.leanfactoryschool.it catalogo corsi Lean Factory School Gli obiettivi 99 Capire i principi e le tecniche Lean mettendoli in pratica, in modo coinvolgente 99 Lavorare in un ambiente produttivo reale,

Dettagli

Sei Sigma per Black Belts

Sei Sigma per Black Belts M Fornire le informazioni e gli strumenti idonei alla impostazione di un sistema di gestione del miglioramento continuo in ottica sei sigma Formare le Black Belt operanti in azienda Inquadrare le metodologie

Dettagli

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Corsi internazionali, corsi in house, master e convegni: la qualità dell insegnamento è sempre garantita da docenti selezionati,

Dettagli

1. Project Management. 2. Project Management. 3. Lean Management 4. Time Management 5. SPC 6. Six Sigma AREA PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

1. Project Management. 2. Project Management. 3. Lean Management 4. Time Management 5. SPC 6. Six Sigma AREA PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO CORSI DI FORMAZIONE PROJECT GROUP AREA PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO 1. Project Management Introduzione 2. Project Management Corso avanzato 3. Lean Management 4. Time Management 5. SPC 6. Six Sigma Project

Dettagli

INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo

INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo GLOBAL SCORECARD Uno strumento di autovalutazione, linguaggio e concetti comuni Versione base - Entry Level Introduzione Introduzione La Global Scorecard

Dettagli

Approccio Sistemico all innovazione: il Sistema Lean Ripensare la sterilizzazione dei DM. Sfide organizzative e soluzioni innovative

Approccio Sistemico all innovazione: il Sistema Lean Ripensare la sterilizzazione dei DM. Sfide organizzative e soluzioni innovative Approccio Sistemico all innovazione: il Sistema Lean Ripensare la sterilizzazione dei DM. Sfide organizzative e soluzioni innovative Pisa, 6 febbraio 2015 Una filosofia industriale ispirata al Toyota Production

Dettagli

La Lean Manufacturing come leva competitiva

La Lean Manufacturing come leva competitiva La Lean Manufacturing come leva competitiva Alberto Portioli Staudacher Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it POLITECNICO DI MILANO - 4 Luglio 2007 Lean Excellence Centre www.lean-excellence.it

Dettagli

Mission. Filosofia di intervento. Soluzioni. Approccio al Training. Catalogo Training. Modello di Training. Targetizzazione.

Mission. Filosofia di intervento. Soluzioni. Approccio al Training. Catalogo Training. Modello di Training. Targetizzazione. Mission Filosofia di intervento Soluzioni Management Consulting Training & HR Development Approccio al Training Catalogo Training Modello di Training Targetizzazione Contatti 2 MISSION Future People offre

Dettagli

LEAN MANAGEMENT & WORLD CLASS MANUFACTURING

LEAN MANAGEMENT & WORLD CLASS MANUFACTURING - PROGETTO SPIN 3 - STRUMENTI PER L INNOVAZIONE ORGANIZZATIVA E TECNOLOGICA LEAN MANAGEMENT & WORLD CLASS MANUFACTURING Modelli, metodi e strumenti d innovazione gestionale per aumentare il valore ed eliminare

Dettagli

Corso di Specializzazione. LEAN SEI SIGMA SPECIALIST Green Belt

Corso di Specializzazione. LEAN SEI SIGMA SPECIALIST Green Belt Corso di Specializzazione LEAN SEI SIGMA SPECIALIST Green Belt Meno sprechi in azienda! La globalizzazione dei mercati ha imposto alle aziende standard qualitativi del prodotto/servizio offerto sempre

Dettagli

Per conto di AICQ CN 1 Autore Giovanni Mattana Presidente AICQ CN Presidente della Commissione UNI Gestione per la Qualità e Metodi Statistici

Per conto di AICQ CN 1 Autore Giovanni Mattana Presidente AICQ CN Presidente della Commissione UNI Gestione per la Qualità e Metodi Statistici 1 Per conto di AICQ CN 1 Autore Giovanni Mattana Presidente AICQ CN Presidente della Commissione UNI Gestione per la Qualità e Metodi Statistici PECULIARITÀ DELLA NORMA Il quadro di definizione delle competenze

Dettagli

ISO Revisions Whitepaper

ISO Revisions Whitepaper ISO Revisions ISO Revisions ISO Revisions Whitepaper Processi e procedure Verso il cambiamento Processo vs procedura Cosa vuol dire? Il concetto di gestione per processi è stato introdotto nella versione

Dettagli

Che cos è. KanbanBOX è un servizio web-based che supporta l'azienda nell implementare, gestire e mantenere il flusso dei materiali a kanban.

Che cos è. KanbanBOX è un servizio web-based che supporta l'azienda nell implementare, gestire e mantenere il flusso dei materiali a kanban. www.kanbanbox.com Che cos è KanbanBOX è un servizio web-based che supporta l'azienda nell implementare, gestire e mantenere il flusso dei materiali a kanban. KanbanBOX è basato sui concetti di kanban elettronico

Dettagli

Efficienza, produttività e costi: Fly to World Class Manufacturing. Come cambia il modo di produrre

Efficienza, produttività e costi: Fly to World Class Manufacturing. Come cambia il modo di produrre Efficienza, produttività e costi: Fly to World Class Manufacturing Come cambia il modo di produrre 1 AGENDA Fiat Group: overview Vivere la crisi come opportunit World Class Manufacturing 2 Fiat group overview

Dettagli

Un azienda di qualità ISO 9001, lo standard più diffuso al mondo

Un azienda di qualità ISO 9001, lo standard più diffuso al mondo Un azienda di qualità ISO 9001, lo standard più diffuso al mondo BSI aiuta le organizzazioni a raggiungere l eccellenza. BSI aiuta a migliorare le organizzazioni per farle crescere e funzionare al meglio.

Dettagli

Corsi di MIGLIORAMENTO CONTINUO

Corsi di MIGLIORAMENTO CONTINUO Corsi di MIGLIORAMENTO CONTINUO Il miglioramento deve costituire un requisito centrale nella vita di una azienda per affrontare con successo le sfide di un mercato globale sempre più competitivo. Varie

Dettagli

Maintenance & Energy Efficiency

Maintenance & Energy Efficiency Industrial Management School Maintenance & Conoscenze, metodi e strumenti per operare nel campo della gestione dell energia - Integrare le politiche di manutenzione con quelle legate all energia - Ottimizzare

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

LEAN ORGANIZATION C A T A L O G O C O R S I L E A N 2 0 1 3 BPR GROUP

LEAN ORGANIZATION C A T A L O G O C O R S I L E A N 2 0 1 3 BPR GROUP LEAN ORGANIZATION Organization fabbrica snella L impatto della sui in ottica 1 8 14 Trasmettere i principi teorici e definire, in termini di logica ed operatività, le principali metodologie del Production

Dettagli

LogicaLean: principi e metodologie. Dr. Antonio Cavaleri Lean/6 sigma Application Expert Abbott Diagnostics

LogicaLean: principi e metodologie. Dr. Antonio Cavaleri Lean/6 sigma Application Expert Abbott Diagnostics LogicaLean: principi e metodologie Dr. Antonio Cavaleri Lean/6 sigma Application Expert Abbott Diagnostics Sanità Italiana - scenario Forte pressioni (da Ministero e Assessorati) sulle Aziende Sanitarie

Dettagli

Lean Services. Are you R.E.A.D.Y. for the Lean Transformation?

Lean Services. Are you R.E.A.D.Y. for the Lean Transformation? Lean Services Are you R.E.A.D.Y. for the Lean Transformation? L approccio JMAC per il mondo dei servizi La nostra proposta Il nostro modello di riferimento: lo schema S2P Mercato / Voice of the Customer

Dettagli

Fattori critici di successo

Fattori critici di successo CSF e KPI Fattori critici di successo Critical Success Factor (CSF) Definiscono le azioni o gli elementi più importanti per controllare i processi IT Linee guida orientate alla gestione del processo Devono

Dettagli

Presentazione delle attività di consulenza relative a: LEAN WAREHOUSING

Presentazione delle attività di consulenza relative a: LEAN WAREHOUSING Presentazione delle attività di consulenza relative a: LEAN WAREHOUSING Via Durando, 38-20158 Milano Italy Tel +39 02 39 32 56 05 - Fax +39 02 39 32 56 00 www.simcoconsulting.it - E-mail c.cernuschi@simcoconsulting.it

Dettagli

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 2010 www.ailog.it LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 18 gennaio

Dettagli

BLACK BELT, UPGRADING

BLACK BELT, UPGRADING MASTER 6 sigma(*) Business Excellence: l eccellenza in tutti i processi aziendali Percorso formativo sul 6 sigma: BLACK BELT, UPGRADING da GREEN BELT a BLACK BELT, GREEN BELT Milano, febbraio-giugno 2012

Dettagli

Qualità/dei/ processi/e/analisi/ dei/sistemi/di/ misura/

Qualità/dei/ processi/e/analisi/ dei/sistemi/di/ misura/ / easypoli Qualità/dei/ processi/e/analisi/ dei/sistemi/di/ misura/ / / Strumentiemetodologiefunzionali almiglioramentocontinuo www.easypoli.it facebook.com/easypoli contatti@easypoli.it Capitolo(1(*(Misurare(la(qualità(dei(processi(

Dettagli

Il Total Quality Management e il Sei Sigma

Il Total Quality Management e il Sei Sigma Il Total Quality Management e il Sei Sigma Francesco Aggogeri Università di Brescia, Dip. di Ingegneria Meccanica, Brescia, Italy; aggogeri@yahoo.it Abstract The dynamism of the market, defined by the

Dettagli