salute gusto e risparmio Canavese EcoVallée copie Sandretto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "salute gusto e risparmio Canavese EcoVallée 20.000 copie Sandretto"

Transcript

1 Azienda Agricola Sandretto di Timoce Daniela Toma linea del Gran Paradiso mercato al L ARCO dir. resp. Ennio J. Pedrini - Stampa Sarnub Cavaglià (BI) Dis. mezzi propri - Aut. del Trib. di Torino del 16/04/ gennaio 2014 formaggi e Burro MERCATI settimanali lunedì Caluso merc. e sab. Chivasso sabato pom. San Giusto giovedì Strambino venerdì Ivrea Borgata Pratidonio, 31 Pont Canavese (TO) Prati della fiera svincolo SS460 uscita per Pont Tel ore su 24 Bar Pasticceria Ristorante Pistono Menù a prezzo fisso e non Vendita di prodotti a km 0 Formaggi, salami, vino, prodotti in Canavese Valle d Aosta EcoVallée SPURGHI - DISOTTURAZIONI VIDEOISPEZIONI Via Nazionale, 9/bis - ARNAD (Ao) Arnad Tel Fax Aosta Tel Cell aperto 7 su 7 LESSOLO Via Arduino Casale, 65 (zona industriale) tel Azienda Agricola in Fiorano Vendita miele, biscotti e suoi derivati salute gusto e risparmio Valle d Aosta Canavese copie

2 2 CARTOLERIA - LIBRI - GIOCHI tel./fax: CARTOLERIA - LIBRI - GIOCHI cell: Via Torino, 293 IVREA ilportamatite.wordpress.com Eugenia - dal Borettaz Elena TENDAGGI e TAPPEZZERIE Loc. Lillaz, 3 MONTJOVET (AO) Tel./Fax tel Via Torino, 24 BORGOFRANCO d IVREA (To) AUTOTRASPORTI Via Ivrea, 77 - MONTALTO DORA (To) Tel Fax SABOLO CEREALI Via Circonvallazione, 7 BANCHETTE (To) Tel PELLETda 3,99 tutto ciò che serve per fare festa ALLESTIMENTI SCENOGRAFICI CON PALLONCINI PALLONCINI - FESTONI - ADDOBBI - IDEE REGALO PIATTI - TOVAGLIE - FUOCHI D ARTIFICIO IVREA Via Cascinette, 9/C - Tel Cell Via Nazionale per Carema, 16 Pont Saint Martin (Ao) Tel e.mail: IL TUTTO AL DETTAGLIO ED ALL INGROSSO VENDITA MATERIALE ELETTRICO ANTENNE, ANTIFURTI AUTOMAZIONI CITOFONIA E VIDEOCITOFONIA VIDEOCONTROLLO UTENSILERIA, ILLUMINOTECA C.S.F. CENTRO SERVIZI FUNEBRI Mauro Ceregati Borgofranco d Ivrea - Via Aosta, 13 - Cell

3 Nuova idea di mercato Chi non è mai stato al mercato? Possiamo con franchezza dire che ognuno di noi è stato al mercato, non fosse altro per un giro, attratto dalle bancarelle, dai profumi, dai colori e perché nò diciamolo sinceramente anche dal prezzo e dal risparmio. Oggi le difficoltà dei banchi e della dura legge che ne regola la vita, pensiamo al sacrificio delle persone che hanno il banco, l ora che si alzano, il lavoro di carico e scarico dei prodotti, il rischio dell invenduto, e ultimamente anche le tasse comunali che pesano EDITORIALE 3 naio ma nel periodo estivo, da giugno a settembre, e immaginandolo scopriremo il fascino di uscire la sera e vedere volti amici, di incontrare persone che arrivano al mercato che magari non si vedono da tempo, viviamo in questa immaginazione e sentiamo il piacere di mangiare un frutto, un gelato, un piatto di patatine fritte o cosa volete ad un prezzo accettabile per tutte le tasche, immersi nel piacevole caos tipico del mercato. Ecco questo mercato ha un futuro, può andare nella direzione di piano piano si svuoteranno lasciando privi i cittadini di scegliere per i loro acquisti il mercato o il supermercato. A perderci saremo tutti, dal piccolo produttore che vende al mercato i suoi prodotti a quello un po più grande che li vende anche in cascina ma ci rimetterà in buona sostanza una buona fetta di incassi e di promozione stessa per il km zero. Forse anche il mercato stesso andrebbe aggiornato, magari anche negli orari. Chi di noi va al mercato alle 6 o alle 7 del matenormemente sulla gestione di un banco. E proprio di spese si deve parlare, costi eccessivi per un servizio offerto alla gente, certo un servizio che è una compravendita, ma il mercato è altro. Stiamo parlando di prezzi accettabili, più bassi in percentuale che nei supermercati per una quantità di prodotti che servono alle famiglie. E sempre onestamente non vogliamo scomodare la qualità dei prodotti e come paragonare la freschezza di un prodotto a km zero, direttamente dal produttore al consumatore, con un prodotto magari surgelato, incartato, con alle spalle centinaia di km su gomma, sulla qualità certo non ci può essere confronto né discussione. Ora diverse amministrazioni comunali stanno valutando di aumentare le spese per gli operatori dei mercati, una ennesima stangata che produrrà un effetto contrario. Infatti è prevedibile senza avere la sfera di cristallo che molte delle attività del marcato saranno obbligate a chiudere, e quindi meno entrate per le casse dei Comuni nel loro complesso ma soprattutto meno prodotti esposti, meno scelta e piazze che tino? Oserei dire nessuno. E perché non pensare ad un mercato diverso per i centri più grossi ad esempio Ivrea? Un mercato con una proposta nuova, che apre alle 10 del mattino e prosegue fino alle 11 di sera? Proviamo a pensare ad un mercato aperto, serale, luogo di incontro, certo anche di spese, e immaginiamolo non il 30 di genampliare l offerta e di incontrare le aspettative anche dei giovani, un mercato che diventa vivo la sera che si trasforma e si ricrea superando così anche la crisi che attualmente sta attraversando. La speranza è sempre l ultima a morire. Il direttore Ennio Junior Pedrini Samsara Sala Casino con Slot Vlt Samsara, via S. Ulderico, 3 Ivrea (To) per info telefonare allo

4 4 Chilometri zero doc Quando si parla di prodotti a km0 o filiera corta si fa riferimento a prodotti, solitamente generi alimentari, la cui vendita avviene in un area distante pochi chilometri da quella di produzione. Si tratta, quindi, di un alternativa alla commercializzazione di alimenti tipica del sistema della grande distribuzione organizzata. A differenza della grande distribuzione, la filiera corta punta alla riduzione dei passaggi che altrimenti intercorrerebbero tra il produttore ed il consumatore determinando anche un netto abbattimento delle spese legate alla distribuzione e al trasporto. I vantaggi derivanti dalla filiera corta sono notevoli e si evidenziano non solo nella riduzione di fattori legati ad inquinamento e riscaldamento globale, come l emissione di anidride carbonica dovuta ai trasporti e l impiego di imballaggi per la distribuzione, ma anche nella possibilità di acquistare prodotti nostrani, più freschi e di stagione, che non hanno perso le proprietà organolettiche a causa di lunghi viaggi. Scegliere di acquistare generi alimentari a km0 è una scelta più sostenibile per l ambiente, più economica ed in grado di valorizzare le realtà locali. Il km0 diventa, pertanto, una prospettiva diversa con cui approcciarsi agli acquisti sposando una filosofia più ampia di consumo critico in cui ogni consumatore è consapevole della necessità di operare una scelta, al momento dell acquisto, che tenga conto di fattori diversi dalla mera propaganda pubblicitaria con cui le aziende possono sponsorizzare molti prodotti. Per chi intende far propria la filosofia della filiera corta non resta che scoprire come comprare alimenti che provengano dalle realtà circostanti. Una prima opportunità per nutrirsi degli alimenti prodotti sotto casa potrebbe essere rappresentata dalla vendita diretta produttore-consumatore e dai cosiddetti farmers market, che possono interessare soprattutto le piccole realtà urbane o le zone rurali. Anche rivolgersi direttamente ai contadini che praticano agricoltura biologica e che si trovano nei dintorni della propria città si può rivelare una buona soluzione. Dedicare alcuni week-end a visitare le fattorie e conoscere chi le gestisce, controllando i loro metodi di coltivazione e di allevamento in presa diretta è il miglio test per decidere di diventare loro clienti. A volte il contadino stesso si occupa di consegnare in un punto prestabilito o direttamente a domicilio, altre si deve andare a farsi la scorta presso di lui. Il sito dell AIAB, l Associazione Italiana per l Agricoltura Biologica, può aiutare a districarsi tar le migliaia di attività agricole bio, fattorie didattiche e parchi agricoli che spesso si sviluppano dalla periferia delle città verso la campagna e comprare online. Mangiare a KM zero sta diventando una tendenza sempre più diffusa anche in Italia dove, accanto alla crescita di una coscienza ambientalista, sembra emergere anche il buon senso di trovare la qualità degli alimenti comprandoli vicino a casa. Pianeta Ricamo nuovi Via Emile Chanoux, 86 Pont St. Martin info: Ilaria arrivi Patchwork e intimo Disney maglieria donna in filati pregiati Vieni a trovarci e potrai scegliere tante idee per le tue feste. Personalizziamo tutto ciò che vi dice la vostra fantasia con nomi e disegni ricamati, per i vostri regali più originali...

5 5 Comprare al mercato conviene Non è vero che comprare frutta e verdura nei grandi supermercati sia sempre vantaggioso; anzi ai mercati per numerosi prodotti i costi sono decisamente più vantaggiosi. Lo dice nientemeno che l Antitrust, in occasione dell 11mo Forum Internazionale dell Agricoltura e dell Alimentazione di Cernobbio organizzato dalla Coldiretti in collaborazione con lo Studio Ambrosetti spiega il presidente dell ADICO, Carlo Garofolini.. Limitatamente ai prodotti ortofrutticoli ha spiegato Carla Rabitti Bedogni, dell Autorità garante della concorrenza e del mercato -, l indagine conoscitiva ha evidenziato come la Grande distribuzione organizzata non riesca ad utilizzare, a meno di non trovare fornitori di dimensioni e caratteristiche adeguate, gli stessi criteri di marketing di acquisto che utilizza per gli altri prodotti. Ne derivano aggiunge Rabitti Bedogni costi di approvvigionamento più elevati e, dunque, un offerta relativamente meno economica rispetto ai mercati rionali. L accorciamento della catena derivante dalla distribuzione diretta del produttore, come i mercati degli agricoltori, rappresenta un alternativa concreta, ha incalzato nella sua relazione. Secondo l ultima indagine conoscitiva dell Antitrust i prezzi per l ortofrutta precisa la Coldiretti moltiplicano di tre volte dalla produzione al consumo e i ricarichi variano dal 77 per cento nel caso di filiera cortissima (acquisto diretto dal produttore da parte del distributore al dettaglio) al 103 per cento nel caso di un intermediario, al 290 per cento nel caso di due intermediari, al 294 per cento per la filiera lunga (presenza di 3 o 4 intermediari tra produttore e distributore finale panetteria NON SOLO PANE Via Roma, 4/a BANCHETTE Tel vuoi mangiare bene e sano? la risposta è Damiano PANE - FOCACCIA - PIZZA PANINI FARCITI... E TANTO ALTRO CONSEGNA A DOMICILIO SENZA COSTI DI TRASPORTO aperto: da Lunedì a Sabato dalle 6.30 alle La Domenica e Tutte le festività dalle 6.30 alle PROFESSIONISTA IN VISTA Ottica Ardissone Carmen Assortimento lenti a contatto Misurazione vista Occhiali correttivi e da sole Fotografia digitale PONT-SAINT-MARTIN AO Via E. Chanoux, 39 - Tel. e fax

6 6 Formaggi e salumi al banco Sara Monica Acconciature Tricological Center - Analisi del capello Extension - Ricostruzione unghie Via Ivrea,6 Tavagnasco (To) Il comparto dello sfuso e del deperibile rappresenta da sempre il fiore all occhiello del nostro Bel Paese caratterizzato da una polverizzazione di negozi specializzati come gastronomie, salumerie, Formaggerie e ovviamente il mercato con i suoi banchi, che offrono prodotti della tradizione locale. Testimoniano l importanza di questo canale il fatto che nel corso dell ultimo anno, oltre il 40% delle famiglie Italiane si rivolge al canale tradizionale per l acquisto di salumi e formaggi. (fonte Nielsen Consumer Panel Service dicembre 2011). Il comparto fresco sfuso e asporto pesa il 42% del giro di affari della distribuzione moderna, per un totale di 27 mld di euro. Nell anno terminante a marzo 2012 il settore chiude con un timido +1,1% verso la stabilità del totale negozio (+0,6%). In realtà il settore nel corso degli ultimi 10 anni cresce del + 44% e si identifica come principale traino nel largo consumo. Testimone è stato il dilagare di punti di vendita caratterizzati PRESENTANDO QUESTO TAGLIANDO RICEVERAI 15 IN OMAGGIO PER OGNI 20 GRAMMI D ORO PORTATO PROMOSIONE NON CUMULABILE CON ALTRE OFFERTE. SIAMO A: IVREA - VIA TORINO, 267 TEL: COSSATO - VIALE G. PAJETTA, 6A TEL: Sara Monica Negozio sabato orario continuato il Ristorante da banchi assistiti, reparti pescheria e isole frutta e verdura che però nel corso degli ultimi anni, per effetto di chiusure, ristrutturazioni e fattori di mercato hanno rallentato se non addirittura frenato la crescita stessa del settore. Lo sfuso infatti rappresenta il 60% della torta del fresco e registra un negativo del -1,2%, i principali protagosti di questo calo sono carni rosse, frutta e verdura, pesce fresco e gastronomia pronta. Si distinguono invece le crescite di salumi, formaggi, carni bianche e del reparto panetteria. Formaggi e salumi banco assisitito e take away sono oramai una realtà tanto importante che meritano di essere conosciuti, presidiati e valutati come opportunità e al contempo considerati come vantaggio competitivo. In particolare il successo del take away coniuga l esigenza di qualità e risparmio di tempo nel punto di vendita. Nielsen rappresenta da sempre l istituto in grado di monitorare il settore sia dal punto di vista della domanda che da quello dell offerta. Lo scorso anno ha presentato alla business unit del fresco il nuovo servizio di monitoraggio salumi e formaggi e ad un anno data presenta per la prima volta i dati di un anno di storia di monitoraggio del canale Normal Trade che insieme al quello della distribuzione moderna completano l informazione di mercato. Vediamo quali sono i numeri dei due comparti: Il mercato dei formaggi vale 7,6 mld di euro, il Normal trade rappresenta il 29%, per il taglio il canale arriva a pesare il 43%, in quest ultimo il taglio pesa l 89%. Nella distribuzione moderna il rapporto tra peso fisso e variabile è fifty fifty. Inoltre all interno della rosa delle tipologie crescono solo i formaggi freschi e spamabili (ricotta, mozzarelle, crescenze) mentre sono in calo gli stagionati e soprattutto i duri tipici. Per quest ultimo si regi- le specialità Loris Simona & Claudio MALZANI...formaggi e salumi tipici IL TUO BANCO AL MERCATO La Maiola PIATTI TIPICI MONTALTO DORA Lunedì: Verres - Martedì: Bollengo Mercoledì Montalto Dora Giovedì Hone - Venerdì Ivrea Sabato Pont Saint Martin...Banchetti, Merende sinoire, Festeggiamenti vari e... ORARIO: aperto tutti i giorni a pranzo e le sere di venerdì e sabato Le sere di chiusura si apre su prenotazione al n Via Nazionale, 32 CAREMA (To)

7 stra un calo delle attività promozionali ed un innalzamento del prezzo a scaffale. Il comparto dei salumi oltre 8 mld di euro, il Normal trade rappresenta il 40%, per il taglio il canale arriva a pesare il 49%, in quest ultimo il taglio pesa l 96%. Mentre nella distribuzione moderna il rapporto peso fisso peso variabile è 67 peso fisso, 33% peso variabile. Nella rosa delle tipologie crescono cotto, crudo, mortadella, pancetta, speck, bresaola e wuerstel ed affettati a peso fisso mentre sono in calo gli affettati a peso variabile, il salame, i precotti e la spalla cotta. La domanda più ricorrente è, ma quanto vale il take away? e soprattutto segmenta il consumatore? Nielsen ha provato a dare questa risposta per entrambi i comparti utilizzando il proprio servizio Consumer Panel. Per quanto riguarda i formaggi: In Italia 21 milioni di famiglie hanno fatto almeno una volta nell anno un acquisto take away per un totale di 1,6 mld di euro in crescita del +3,1%. In realtà l asporto formaggi (take Aaway + confezionato peso fisso) supera i 4 mld di euro, pesa il 74% e cresce del + 6,7% mentre il taglio cala del -5,2%. Inoltre, la maggior offerta dei formaggi nel take away rende il punto di vendita più frequentato (16 atti di acquisto). Per le famiglie la spesa annua ammonta a 79 euro per il take away, i 106 euro del peso fisso e 79 euro del banco taglio. Le famiglie alto consumanti formaggi take away sono quasi 4 mio, risiedono in Area 2, hanno più di 4 componenti e la responsabile acquisti ha più di 65 anni. Ciò che differenzia gli alto consumanti nel super + iper rispetto al discount è lo scontrino medio (euro 7,50 vs euro 5,31), non c è differenza in termini di frequenza di acquisto. Per quanto riguarda i salumi: Sono 18 milioni le famiglie (76% vs universo) che hanno fatto almeno una volta nell anno un acquisto take away, responsabili del 19% della spesa del totale categoria. Il peso fisso pesa il 34% e il taglio il 47%. Cresce solo il peso fisso +7,3% mentre il take away è in calo del -3,4%. La spesa annua per le famiglie ammonta a 38 euro per il take away, 57 euro per il peso fisso e 90 euro del banco taglio. Le famiglie alto consumanti salumi take away sono poco più di 3 milioni, risiedono in area 1 e area 2, sono famiglie numerose e la responsabile acquisti ha anni. Anche in questo caso ciò che differenzia l alto consumante nel super + iper rispetto al discount è lo scontrino medio (euro 6,09 vs euro 4,81), mentre non c è differenza in termini di frequenza. Sono persone ordinate ed abitudinarie che fanno una vita tranquilla. La famiglia è al centro del loro universo affettivo e dedicano molto tempo alle faccende domestiche. Hanno un vissuto positivo della spesa alimentare e vogliono capire meglio cosa si compra e si consuma. Al mercato sanno già cosa comprare e si accorgono di quando aumentano i prezzi. Preferiscono i prodotti delle aziende locali e guardano le promozioni sui volantini e apprezzano gli sconti sulla spesa. Guardano ricette su libri e riviste, non sono attenti all apporto calorico e di grassi degli alimenti e tendono a consumare i loro pasti in casa. 7

8 8 Comune per Comune i Mercati LUNEDÌ CANAVESE: VESTIGNE / PAVONE CANAVESE CALUSO / MONTEU DA PO CASALBORGONE VALLE D AOSTA: CHATILLON / LA SALLE / VERRES MARTEDÌ CANAVESE: IVREA / AZEGLIO / VALPERGA BORGOFRANCO D IVREA BORGOMASINO COLLERETTO GIACOSA QUAGLIUZZO SAN GIORGIO CNAVESE / CHIVASSO BRUSASCO / MONTANARO VOLPIANO / BRANDIZZO CASTELLAMONTE / OZEGNA VALLE D AOSTA: AOSTA MERCOLEDÌ CANAVESE: BANCHETTE LESSOLO MONTALTO DORA SETTIMO ROTTARO VISCHE AGLIÈ LOMBARDORE LAURIANO CHIVASSO RIVARA RIVAROLO CANAVESE FELETTO ROCCA CANAVESE BAIRO CANAVESE SALASSA VALLE D AOSTA: COURMAYEUR FONTAINEMORE PONT SAINT MARTIN VAL.CO. di Vella Rosario s.a.s. Via Rovarey, 20 DONNAS (AO) IMPIANTI TERMICI SANITARI - PANNELLI SOLARI CLIMATIZZAZIONE INSTALLAZIONE e MANUTENZIONE CALDAIE CENTRO ASSISTENZA TECNICA AUTORIZZATO ACCORRONI lavanderia tintoria servizi a secco piccole riparazioni martedì chiuso ristorante pizzeria VERRÈS (AO) Via Circonvallazione, 27 tel Fraz. Cesnola SETTIMO VITTONE (TO) Tel Cell di Bordet Orietta Via E. Chanoux, 48 HONE (Ao) - Tel

9 nel Canavese e Valle d Aosta 9 GIOVEDÌ CANAVESE: LORANZÈ / SAN MARTINO CANAVESE ALBIANO D IVREA / IVREA STRAMBINO / COURGNÈ VALLE D AOSTA: HONE / GRESSONEY-ST-JEAN BRUSSON / ST-VINCENT / MORGEX SABATO CANAVESE: BANCHETTE BORGOFRANCO D IVREA IVREA: (San Grato) ROMANO CANAVESE CARAVINO VALLE D AOSTA: BARD / PONT-SAINT-MARTIN LA THUILE / ANTEY VENERDÌ CANAVESE: SAMONE / IVREA / PARELLA VILLAREGGIA / CASTELLAMONTE VALLE D AOSTA: AYAS / GABY / ISSOGNE VALTOURNENCHE / ETROUBLES / DONNAS DOMENICA CANAVESE: STRAMBINO BORGOFRANCO D IVREA IVREA: (San Grato) ROMANO CANAVESE CARAVINO VALLE D AOSTA: GRESSONEY LA TRINITÈ COGNE / AYMAVILLES Panificio Pasticceria Panificio e grissinificio artigianali produzione propria colombe e panettoni Via Aosta, 49 BORGOFRANCO - Tel AUTORIPARAZIONI Ceresa Paolo Tel Via Statale, 50 BOLLENGO (TO) Tel Via Circonvallazione, 34 IVREA (TO) - la tua merceria... il tuo hobby Produzione vinicola interna Fraz. Cesnola, 43 Settimo Vittone (TO) Tel Cell Orari di apertura: Lunedì chiuso Martedì - Mercoledì - Giovedì aperto a pranzo Venerdì - Sabato - Domenica aperti a pranzo - cena su prenotazione

10 10 Salumi e formaggi nel tempo Parlare di salumi e formaggi in Italia è un po come discorrere di spartiti e note musicali in casa del compositore, di fiori e sementi in casa del giardiniere o di colori e tele in casa del pittore: è un argomento a tutti familiare che fa nascere immediatamente immagini di squisite delizie, di delicate fragranze, di vivaci e stuzzicanti accostamenti di sapori. Ce n è per tutti i gusti e la grande varietà di scelta impedisce che ci si possa stancare. Le donne di casa ricorrono ai salumi e ai formaggi quando non hanno tempo da dedicare ai fornelli, certe di ottenere l approvazione incondizionata dei familiari i quali, di fronte a un invitante piatto di affettato misto o di formaggi presentati in tipi diversi, sentono stimolato l appetito. Si tratta di cibi che mettono allegria, di cibi simpatici, oseremmo dire... dal buon carattere, perché si adattano a ogni occasione: per uno spuntino rapido, per una prima colazione sostanziosa, per una merenda ricca, per completare un pasto un po misero, per un pic-nic, senza contare i loro usi tradizionali rispettivamente all inizio e alla fine dei pasti. Come se tutto questo non bastasse, sia i salumi sia i formaggi trovano un larghissimo impiego in cucina, dove costituiscono l ingrediente di base di numerosissime vivande o dove a volte si usano soltanto per arricchire un piatto o per conferirgli un carattere particolare. Nell ambito dei formaggi, la ricotta e il mascarpone si utilizzano spesso perfino per la preparazione di dolci raffinati o rustici, di cui le varie cucine regionali e la stessa cucina internazionale ci offrono numerosissimi esempi. La vastità della materia ci costringe a restringere il nostro interesse quasi esclusivamente ai salumi e ai formaggi prodotti in Italia: ogni regione ha le sue specialità e, se dovessimo citarle tutte non basterebbe l intero volume. L ORIGINE DEI SALUMI: I salumi costituiscono uno dei cibi più antichi dell uomo. Uno dei primi mezzi di conservazione delle carni fu il calore naturale con cui si ottenevano l essiccazione e l affumicatura; in seguito si usò il sale, e di questo metodo troviamo accenni già nei più antichi scrittori greci. Presso i romani era assai noto il metodo di insaccatura delle carni suine; furono essi che diedero per primi alle salsicce il nome di «lucanica» che ancor oggi si conserva in molte regioni. Tale termine indica certamente una stretta parentela tra le salsicce e il popolo dei Lucani, che potrebbe esserne stato l ideatore. VALORE NUTRITIVO DEI SALUMI: II potere energetico dei salumi è assai alto, poiché notevole è la percentuale di grasso presente in essi. Inoltre la maggior parte dei salumi contiene carne complementi arredo tessuti, tende, lampade... e tante idee regalo per la casa e non solo!... negozio...etnico &Country MA.SAR. di SARA ION - Via E. Chanoux 21 Pont Saint Martin (AO) Tel Chiuso il lunedì facebook Sara Ion

11 di maiale, che fornisce grande abbondanza di calorie sia quando è fresca sia, a maggior ragione, quando ha subito stagionatura. Infatti la concentrazione di sostanze nutritive si fa più alta con la progressiva diminuzione della percentuale di acqua che evapora con il trascorrere del tempo. Notevole è la presenza di proteine nei salumi, alle quali si affiancano le preziose vitamine del gruppo B. L unico elemento negativo a carico dei salumi è la scarsa digeribilità: un eccezione è costituita dal prosciutto cotto, seguito a una certa distanza dal prosciutto crudo. Le cause sono da ricercarsi nell alto contenuto di grassi, che rende i salumi sconsigliabili e a volte addirittura proibiti ai bambini in tenera età, alle persone anziane e ai sofferenti di disturbi del fegato e dell apparato digerente, agli obesi e ai malati di cuore. C è poi la presenza delle droghe e degli additivi necessari alla conservazione, che rende i salumi controindicati anche a coloro che sono soggetti a disturbi della pelle o che soffrono di appendicite o di ulcera. ORIGINI DEI FORMAGGI: II formaggio è un cibo antichissimo di cui già parla Omero, ma che certo era noto da tempi assai più remoti, da quando cioè gli uomini cominciarono a conservare il latte fornito dagli animali domestici e ad osservare le trasformazioni che in esso avvenivano con il trascorrere del tempo. Il formaggio è citato perfino in antichi papiri egiziani, e numerose località sia in Grecia sia in Italia divennero ben presto famose per gli squisiti formaggi che lì si preparavano, celebrati da poeti e scrittori del tempo. Furono i romani a insegnare il metodo della fabbricazione del formaggio ai popoli assoggettati e ben presto in questi paesi l arte di fabbricare formaggi si perfezionò in modo mirabile, specialmente in Francia. Il nome «formaggio» deriva dal latino popolare «formaticum», che tradotto alla lettera significa «latte coagulato dentro una forma». Il latino classico invece adoperava il vocabolo «caseus», che ha dato origine al termine «cacio», usato in alcune regioni più frequentemente dell altro. In origine le varietà di formaggio non erano numerose: ci si limitava infatti a comprimere il latte coagulato sotto pesi per spremerne il siero, e, dopo averlo salato, lo si poneva ad essiccare e a fermentare dentro canestri di vimini, in ambienti riparati. Il latte preferito era quello di pecora, di capra o di mucca, e solo eccezionalmente si adoperava latte di asina o di cavalla. Con il passare dei secoli la lavorazione del formaggio si differenziò e si moltiplicarono così le varietà. VALORE NUTRITIVO DEI FORMAGGI: L alto valore nutritivo dei formaggi e la grande digeribilità rendono prezioso questo alimento in ogni occasione. Il formaggio è una ricca fonte di proteine animali, presenti in esso sotto forma di «caseina»; la percentuale di grassi varia da una qualità all altra ma non è mai assente. Non mancano inoltre le vitamine, gli enzimi e numerosi sali minerali tra cui il fosforo, il ferro e il calcio. Il valore nutritivo del formaggio e le calorie da esso fornite sono superiori a quelle fornite da una pari quantità di carne, con il vantaggio che il formaggio, a differenza della carne, non produce i dannosi acidi urici. Anche per i formaggi, tuttavia, esiste qualche controindicazione. Quelli piccanti, per esempio, sono proibiti ai sofferenti di disturbi digestivi ed epatici, quelli grassi sono vietati agli obesi e quelli molto salati, come il pecorino, agli ipertesi e ai malati di cuore. speedy pizza PIZZERIA D ASPORTO FORNO A LEGNA 100 PIZZE CASALINGHI SILVANA Articoli per la casa Gommapiuma VENITE A TROVARCI!!! Via Jervis,72 IVREA (TO) - Tel Via Duca d Aosta, 21 VERRES (Ao) Tel ORARI: dal Martedì al Venerdì / e / Sabato e Domenica / CHIUSO LUNEDÌ Idee regalo Da Luca formaggi e salami Valle Sacra la vallle dei narcisi MERCATI: martedì Ivrea - mercoledì Banchette venerdì Carema - sabato Settimo T.se Via Galimberti, 45 Courgnè (TO) - Cell Frutta e Verdura di Michele Filomena MERCATI: lunedì Chatillon - martedì Ivrea - mercoledì Banchette giovedì Morgex - venerdì Ivrea - sabato Trino Vercellese 11

12 12 A tavola con frutta e verdura CASERIO Come scegliere frutta e verdura e come conservarle per mantenere al meglio le caratteristiche nutrizionali e organolettiche. Frutta e verdura sono particolarmente importanti per una sana alimentazione, tanto che le raccomandazioni dei nutrizionisti suggeriscono di assumere giornalmente almeno cinque porzioni tra frutta e verdura, meglio se di colori diversi (rosso, giallo arancio, verde, bianco, blu-violetto) nei diversi pasti, dalla prima colazione, agli spuntini e alle merende, oltre che ovviamente a pranzo e a cena. Verdura e frutta soddisfano importanti esigenze del nostro organismo e contribuiscono a riparare i danni derivanti da cattive abitudini alimentari grazie anche alla presenza di sostanze particolari, tra cui gli antiossidanti. Questi sono ritenuti molto importanti per la protezione da neoplasie e malattie cardiovascolari, in quanto contrastano la formazione di radicali liberi, sostanze chimiche prodotte dal nostro corpo che, in determinate condizioni, causano dei mutamenti a livello cellulare. Non sono tuttavia le singole sostanze presenti in frutta e verdura ad esercitare questa protezione, come dimostrano molti studi sui fattori di rischio oncologico, che rivelano in più del 90% dei casi che l efficacia protettiva di frutta e verdura, non è la medesima di una eventuale integrazione anche se viene eseguita con pillole contenenti le stesse sostanze. Frutta e verdura, oltre ai fitonutrienti, hanno una presenza rilevante di vitamine (C, A, B1,B2), di sali minerali (calcio, fosforo, potassio, ferro, rame) e di fibra alimentare; contengono molta acqua, zuccheri in quantità variabile, poche proteine e quasi nessun tipo di grassi. Consumare frutta e verdura in abbondanza inoltre aiuta a tener sotto controllo l eventuale soprappeso grazie al loro scarso apporto calorico e all elevato potere saziante. È sempre preferibile consumare i prodotti ortofrutticoli secondo una logica stagionale, imparando a scegliere se è possibile prodotti di provenienza locale o almeno nazionale, in quanto più tempo passa tra la raccolta dei vegetali e il momento del consumo più diminuisce la quantità di micronutrienti, soprattutto di vitamine. Onoranze Funebri REPERIBILITÀ IMMEDIATA Via Guarnotta, 11 IVREA (To) AZIENDA AGRICOLA di Caserio Pierluigi Albano Aurelio frutta e verdura di stagione L ORTO di ANDREA produzione e vendita diretta di ortaggi e piantine coltivati senza l impiego di pesticidi CALUSO via Doberdò s.n. Tel Alimentari Bazar NUOVA GESTIONE mercati: martedì e venerdì IVREA mercoledì e sabato CHIVASSO Montjovet Fraz. Berriat, 96

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro,

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro, I nutrienti I gruppi alimentari NEL NOSTRO VIVER COMUNE, NON RAGIONIAMO CON NUTRIENTI MA CON ALIMENTI: SONO PERTANTO STATI RAGGRUPPATI GLI ALIMENTI SECONDO CARATTERISTICHE NUTRITIVE IN COMUNE. GRUPPO N

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Presentazione. [Digitare il testo]

Presentazione. [Digitare il testo] Presentazione Il Menù scolastico rappresenta il frutto di un lavoro svolto nel corso degli ultimi mesi con l obiettivo di rimodulare la varietà delle pietanze nell ottica di una dieta bilanciata. Tiene

Dettagli

DIABETE E ALIMENTAZIONE

DIABETE E ALIMENTAZIONE DIABETE E ALIMENTAZIONE La pianificazione di una dieta corretta può essere difficile se non si è certi della combinazione di cibi migliore, delle porzioni e dell effetto dei diversi alimenti sui livelli

Dettagli

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea

Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea Mangiar sano secondo la nuova Piramide Mediterranea La nuova piramide della dieta mediterranea moderna proposta dall INRAN (Istituto Nazionale per la Ricerca degli Alimenti e della Nutrizione) presenta

Dettagli

Da dove derivano i nostri cibi preferiti? Gli alimenti derivano in gran parte dall agricoltura e dall allevamento degli animali domestici

Da dove derivano i nostri cibi preferiti? Gli alimenti derivano in gran parte dall agricoltura e dall allevamento degli animali domestici Da dove derivano i nostri cibi preferiti? Gli alimenti derivano in gran parte dall agricoltura e dall allevamento degli animali domestici L AGRICOLTURA L'agricoltura è l'attività economica che consiste

Dettagli

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il servizio di refezione scolastica del Comune di Poggibonsi è affidato all azienda di Ristorazione Cir- Food, Divisione Eudania. Per la preparazione

Dettagli

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI

I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI I CINQUE GRUPPI DI ALIMENTI Le Linee guida per una sana alimentazione italiana dell Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) pubblicate nel 2003 propongono dieci direttive

Dettagli

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO

NUTRIZIONE ed EQULIBRIO NUTRIZIONE ed EQULIBRIO Lo sapevi che Una corretta alimentazione è importante per il nostro benessere psico-fisico ed è uno dei modi più sicuri per prevenire diverse malattie. Sono diffuse cattive abitudini

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE DEL PODISTA PRE e POST ALLENAMENTO PRE e POST GARA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L uomo è ciò che mangia Ippocrate 400 a.c. Una sana e adeguata alimentazione

Dettagli

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione

I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I06.e Cibo: biodiversità, sostenibilità e tradizione Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Dott.ssa Antonia Trichopoulou

Dettagli

La scelta naturale. Cosa significa acquistare biologico. Fa bene alla natura, fa bene a te. www.organic-farming.europa.eu KF-30-08-128-IT-C

La scelta naturale. Cosa significa acquistare biologico. Fa bene alla natura, fa bene a te. www.organic-farming.europa.eu KF-30-08-128-IT-C KF-30-08-128-IT-C Commissione europea Agricoltura e Sviluppo rurale www.organic-farming.europa.eu La scelta naturale Cosa significa acquistare biologico Fa bene alla natura, fa bene a te. Cos è l agricoltura

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

CUORE & ALIMENTAZIONE

CUORE & ALIMENTAZIONE 5 Convegno Socio-Scientifico ASPEC Teatro «Antonio Ghirelli» - Salerno, 27 Giugno 2015 CUORE & ALIMENTAZIONE Annapaola Campana Unità Operativa di Oncoematologia Presidio Ospedaliero Pagani (SA) CAUSE DI

Dettagli

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia

La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia 8. Varia spesso le tue scelte a tavola 58 La dieta deve assicurare al nostro organismo, oltre alle proteine, i grassi, i carboidrati e l energia da essi apportata, anche altri nutrienti indispensabili,

Dettagli

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.

FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO. Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv. FONDAZIONE I.R.C.C.S. POLICLINICO SAN MATTEO Servizio di Dietetica e Nutrizione Clinica Viale Golgi n.19, 27100 Pavia 0382 501615 - Fax 0382 502801 servizio.dietetica@smatteo.pv.it Progetto pilota Linee

Dettagli

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI

ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI ALIMENTAZIONE DA 12 A 36 MESI Intervento a cura di: Dr.ssa Maria Teresa Gussoni Ss Igiene Nutrizione Milano, 3 maggio 2012 1 L eccesso di peso rappresenta un fattore di rischio rilevante per le principali

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale

ALIMENTAZIONE dell ATLETA. Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale ALIMENTAZIONE dell ATLETA Sergio Crescenzi Gianfranco Colombo Antonio De Pascale A CHE SERVE MANGIARE? Gli alimenti ci forniscono l energia per muoverci, per respirare,per il battito cardiaco, per il funzionamento

Dettagli

Imparare a leggere e interpretare etichette nutrizionali preparare lista precisa e acquistare solo alimenti lista fare acquisti quando non siete

Imparare a leggere e interpretare etichette nutrizionali preparare lista precisa e acquistare solo alimenti lista fare acquisti quando non siete Come costruire una sana alimentazione in famiglia Quando si fa la spesa durante i pasti alcolici consigli ai genitori come ridurre il contenuto in grassi (Società Italiana Nutrizione Umana) 1 Quando si

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

IL Piccolo Cronista Sportivo

IL Piccolo Cronista Sportivo IL Piccolo Cronista Sportivo Stagione Sportiva 2014-2015 Asp.Scuola calcio Qualificata EDIZIONE SPECIALE SULL INCONTRO DEL 10.11.2014 SUL TEMA: L Educazione alimentare per la salute e lo sport Piccoli

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia

TABELLE DIETETICHE. Media Maschi/femmine (Kcal/gg) Fabbisogno Energetico. Nido d infanzia dell infanzia TABELLE DIETETICHE La tabella dietetica deve fornire la corretta quantità in nutrienti, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, in modo che l organismo dell individuo non debba ricorrere ad

Dettagli

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD

L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD ASL LECCO - GRUPPI DI CAMMINO 2008 L ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA FREQUENZE SETTIMANALI DI CONSUMO E PORZIONI STANDARD Estratto dalle LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA predisposte dall Istituto

Dettagli

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana

CORSA E ALIMENTAZIONE. Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana CORSA E ALIMENTAZIONE Dott.ssa Sara Campagna Specialista in Medicina dello Sport Master in Nutrizione Umana Un alimentazione corretta in chi pratica attività sportiva permette di: - ottimizzare il rendimento

Dettagli

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa

Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Alimentazione Salute Ambiente: la composizione degli alimenti e le scelte del consumatore. La ristorazione a scuola ed a casa Relatore: Prof. Vincenzo Gerbi UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Di.S.A.F.A.

Dettagli

Angela Maria Messina Tecnologo alimentare- Specialista in Scienza dell Alimentazione

Angela Maria Messina Tecnologo alimentare- Specialista in Scienza dell Alimentazione Angela Maria Messina Tecnologo alimentare- Specialista in Scienza dell Alimentazione Cosa abbiamo nel piatto: tecnologie, ambiente, educazione, sicurezza Milano, 17 ottobre 2012 Alimentarsi = elementare

Dettagli

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano

CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano CLASSI 4^ A e 4^B Istituto comprensivo F. Fellini di Tavazzano I prodotti più comunemente utilizzati per una colazione completa e varia sono: Bevande: caffè latte, tè, cioccolata calda, succhi e centrifugati

Dettagli

Dott.ssa Marcella Camellini

Dott.ssa Marcella Camellini Dott.ssa Marcella Camellini ALIMENTAZIONE Aumentare il consumo di frutta fresca, verdure e ortaggi di tutti i tipi, privi di grassi e ricchi di vitamine, minerali e fibre. Privilegiare gli oli vegetali,

Dettagli

COMUNE DI RAPALLO. Allegato n. 2. CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO

COMUNE DI RAPALLO. Allegato n. 2. CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO COMUNE DI RAPALLO Allegato n. 2 CARATTERISTICHE e CRITERI per la REALIZZAZIONE del MENU - GRAMMATURE SCHEMA MENU ASILO NIDO 1 MENU CARATTERISTICHE DEL MENU 1. Alimenti sempre BIOLOGICI o a LOTTA INTEGRATA

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE

LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE LA BUONA ALIMENTAZIONE PER GUADAGNARE SALUTE Studio Dietistico dott.ssa Francesca Pavan - Via G. Falcone 16-30024 Musile di Piave (Ve) Tel. 0421331981 Fax. 0421456889 www.studiodietisticopavan.it Esistono

Dettagli

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI

L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI L alimentazione dei bambini A TAVOLA CON NOI La prima colazione A tavola: La prima colazione permette di migliorare l attenzione e la concentrazione, quindi il rendimento scolastico. Inizia la tua giornata

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO

OPUSCOLO INFORMATIVO OPUSCOLO INFORMATIVO Mangiare sano...a scuola e a casa Anno scolastico 2012-2013 Comune di Rovello Porro C are Mamme, Papà e giovani rovellesi, questo opuscolo vuole essere un aiuto alle famiglie, non

Dettagli

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.»

Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta per una gestione condivisa.» AZIENDA UNITÁ LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Corso: «Diabete mellito tra medico di medicina generale e diabetologo. Proposta

Dettagli

La dieta della Manager Assistant

La dieta della Manager Assistant La dieta della Manager Assistant TUTTI I GIORNI COLAZIONE - 1 vasetto di yogurt oppure 1 tazza di latte parzialmente scremato oppure 1 cappuccino - 3 biscotti secchi oppure 4 fette biscottate oppure 1

Dettagli

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.

Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc. Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Operativa: via San Vito 7, 20123 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

I NOSTRI PRODOTTI. QUALITÀ E TRADIZIONE.

I NOSTRI PRODOTTI. QUALITÀ E TRADIZIONE. CATALOGO PRODOTTI I NOSTRI PRODOTTI. QUALITÀ E TRADIZIONE. MONTE VERONESE D ALLEVO Formaggio tipico da tavola proveniente dalle zone montane della provincia di Verona. Pasta semicotta prodotta esclusivamente

Dettagli

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine!

Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! ..\..\Leggi+Articoli rist + logo+immag\loghi AIC\Loghi AFC\AFC definitivobis.pdf Consigli per l'alimentazione degli sportivi: sani, in forma e senza glutine! Alimentazione sana ed equilibrata Migliora

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI

PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI PRONTUARIO DIETETICO ED IDENTIFICAZIONE NUTRIZIONALE DEGLI OSPITI CORSO REGIONALE DI FORMAZIONE 1 Dicembre 2006 Dietista Silvia Scremin Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione U.L.SS. n.6 Vicenza MENÙ DOCUMENTO

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO )

SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. - ASL NO ) OBIETTIVI del SIAN: sicurezza alimentare prevenzione delle malattie correlate all alimentazione promuovere comportamenti utili per la

Dettagli

La salsiccia Caratteristiche Confezione salsiccia sottile: Cod. S5000 salsiccia grossa: Cod. S5001 salsiccia sottile al cinghiale:

La salsiccia Caratteristiche Confezione salsiccia sottile: Cod. S5000 salsiccia grossa: Cod. S5001 salsiccia sottile al cinghiale: La salsiccia Caratteristiche: l'arte della salumeria sarda riesce a sorprenderci con i sapori e profumi diversi delle sue salsicce. Giocando con le spezie, i formati e la diversa grana delle carni riesce

Dettagli

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE

SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE SCHEMA ALIMENTARE SKY LINE Il nuoto è una disciplina sportiva di tipo aerobico-anaerobico misto in cui sono coinvolti principalmente i CARBOIDRATI per soddisfare il fabbisogno energetico. Devono essere

Dettagli

PRANZO o CENA (30-40%apporto calorico giornaliero) COLAZIONE (15% apporto calorico giornaliero)

PRANZO o CENA (30-40%apporto calorico giornaliero) COLAZIONE (15% apporto calorico giornaliero) Consigli COLAZIONE (15% apporto calorico giornaliero) E un momento alimentare troppo spesso trascurato. E importante consumare un adeguata colazione. E dimostrato, peraltro, che l assenza di questo pasto

Dettagli

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo

Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Cagliari, mercoledì 30 novembre 2011 METTI IL FORMAGGIO SARDO NELLA TUA DIETA Il formaggio sardo nella Sana Alimentazione Bambino, adulto, anziano, sportivo Giovanna Maria Ghiani Specialista in Scienza

Dettagli

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari

Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari È una iniziativa Diversity & Inclusion Sandoz Stili di vita e alimentazione nelle patologie cardiovascolari Introduzione: Le malattie cardiovascolari

Dettagli

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA

COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA COMUNE DI SANTA MARGHERITA LIGURE AREA 3 SERVIZI INTEGRATI ALLA PERSONA Città Metropolitana di Genova All. A CRITERI PER LA REALIZZAZIONE DEI MENU Il menù è soggetto a validazione da parte del competente

Dettagli

L alimentazione equilibrata

L alimentazione equilibrata L alimentazione equilibrata ( R. Pellati, 2005) Macronutrienti Percentuale % Quantità Calorie Proteine 12-15 80-90 g/die Grassi 25-30 75-85 g/die Carboidrati Fibra 55-60 --- 360-390 g/die 20-30 g/die 1

Dettagli

I_I03.s Alimentazione

I_I03.s Alimentazione PoliCulturaExpoMilano2015 I_I03.s Alimentazione Versione breve Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Prof.ssa Marisa Porrini Docente di Nutrizione Applicata del

Dettagli

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti

Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie. Guida per gli insegnanti Nuovi stili di vita attivi per bambini e famiglie Guida per gli insegnanti insegnanti-interno Marco 18-10-2006 17:30 Pagina 3 Cari insegnanti, Cosa intendiamo per stile di vita sano? come certamente sapete

Dettagli

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015

E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio 2015 SERVIZIO DI IGIENE DEGLI ALIMENTI E NUTRIZIONE (S.I.A.N. S.I.A.N.) ) ASL NO SOROPTIMIS INTERNATIONAL D ITALIA CLUB DI NOVARA ISTITUTO PARITARIO SACRO CUORE NOVARA E BUONO, E FA BENE! Novara, 28 Maggio

Dettagli

L ALIMENTAZIONE. DANIELA BASOSI Scuola Secondaria inferiore - Classe terza 8 Maggio 2011

L ALIMENTAZIONE. DANIELA BASOSI Scuola Secondaria inferiore - Classe terza 8 Maggio 2011 L ALIMENTAZIONE DANIELA BASOSI Scuola Secondaria inferiore - Classe terza 8 Maggio 2011 Un approccio operativo ai concetti di alimentazione e di nutrizione. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Ricostruire lo scopo

Dettagli

U.O.C. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Dip. di Prevenzione Medico -ASL di Pavia

U.O.C. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Dip. di Prevenzione Medico -ASL di Pavia Nell elaborazione del piano dietetico proposto alle scuole della Provincia di Pavia, l U.O.C. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione dell A.S.L. tiene conto delle indicazioni riportate da: L.A.R.N. (1996)

Dettagli

GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da

GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da GUIDA DEL DOCENTE Risorse didattiche proposte da Indice Obiettivi del concorso... 3 Perché partecipare... 3 Quando e come... 3 Interesse didattico... 4 Quali sono le classi interessate... 4 Quali sono

Dettagli

Una sana alimentazione per una sana sanità:

Una sana alimentazione per una sana sanità: CESENA 27 SETTEMBRE 2012 Una sana alimentazione per una sana sanità: l impatto di una corretta alimentazione sulla spesa sanitaria Roberto Copparoni Ministero della salute Direzione Generale per l igiene

Dettagli

L alimentazione e l allenamento del calciatore

L alimentazione e l allenamento del calciatore L alimentazione e l allenamento del calciatore 1. Come alimentarsi nel precampionato 2. Come alimentarsi durante il campionato 3. L alimentazione del giovane calciatore 4. Differenze tra calciatore professionista

Dettagli

A.S. 2015/2016. Il servizio di ristorazione scolastica

A.S. 2015/2016. Il servizio di ristorazione scolastica A.S. 2015/2016 Il servizio di ristorazione scolastica Il Servizio di Ristorazione Scolastica offerto in questo Istituto si caratterizza come supporto funzionale all'attività scolastica vera e propria.

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Star bene insieme per imparare a mangiare con gusto

Star bene insieme per imparare a mangiare con gusto L alimentazione esprime abitudini, usi e costumi dell individuo e risponde non solo alle esigenze fisiche, ma anche a quelle psichiche e della vita di relazione ed è in grado di fornire, accanto all esperienza

Dettagli

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi.

Perché mangiamo. L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. Perché mangiamo L uomo deve mangiare perché il cibo assicura al nostro organismo ciò che gli serve per vivere: l energia e i principi nutritivi. L energia è necessaria per ogni attività del nostro corpo:

Dettagli

1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente).

1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente). Alimentazione e Competizione 1) Alimentazione allenamento: dieta da 2800-3400 calorie (atleta di 70 kg che si allena regolarmente). 2) Alimentazione pre-gara Nelle discipline di lunga durata (> 60-90 minuti),

Dettagli

1 settimana Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì

1 settimana Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì I menù proposti da EURORISTORAZIONE per la ristorazione scolastica sono strutturati in 4 settimane, che si ripetono ciclicamente e stagionalmente (menù estivo/menù autunnale/menù invernale) per le scuole

Dettagli

Alimentazione Equilibrata

Alimentazione Equilibrata Gli standard nutrizionali Alimentazione Equilibrata Per soddisfare in modo ottimale il fabbisogno dietetico dei propri cittadini, molti paesi del mondo hanno elaborato e messo a disposizione delle collettività

Dettagli

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI OTALL Il salone della Ricerca, Innovazione e Sicurezza alimentare Cosa abbiamo nel piatto: Tecnologie, Ambiente, Educazione, Sicurezza PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI Claudia

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

TABELLE TIPO TABELLA DIETETICA PER CENTRI DI VACANZA CON PERNOTTAMENTO

TABELLE TIPO TABELLA DIETETICA PER CENTRI DI VACANZA CON PERNOTTAMENTO TABELLE TIPO TABELLA DIETETICA PER CENTRI DI VACANZA CON PERNOTTAMENTO L.A.R.N. (livelli di assunzione giornalieri raccomandati di energia) da tener presenti nella definizione delle grammature. ETA MASCHI

Dettagli

LA QUALITA : una via obbligata per i prodotti agro-alimentari italiani

LA QUALITA : una via obbligata per i prodotti agro-alimentari italiani LA QUALITA : una via obbligata per i prodotti agro-alimentari italiani Fattori: Impossibile competere sul prezzo Diversa scelta del target dei consumatori Conosciamo gli alimenti che consumiamo? Vincenzo

Dettagli

Ricette per una sana alimentazione

Ricette per una sana alimentazione Ricette per una sana alimentazione Renza Berruti Cristina Deorsola www.bancacrasti.it Premessa Le attuali conoscenze scientifiche dimostrano che l incidenza di molte patologie croniche è legata alla dieta

Dettagli

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA CONSIGLI GENERALI PER UN ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA Un alimentazione equilibrata prevede l assunzione di tre pasti durante la giornata: colazione, pranzo e cena ed, eventualmente, due spuntini a metà mattina

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 3 Argomento BIMBI IN FORMA, SERVE UN GIRO DI VITA. Sapevate che in Italia i minori in sovrappeso o in condizioni di obesità

Dettagli

DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ?

DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ? DIETA MEDITERRANEA: MITO O REALTÀ? È necessario chiarire, innanzitutto, che col termine mediterraneo non ci si riferisce, ovviamente, soltanto all Italia! Mediterranei, infatti, sono il clima, il mare,

Dettagli

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA

GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA PROGETTO SCUOLA MELAROSSA GIOCHI IL PRANZO È SANO CON MELAROSSA con la supervisione del professor Pietro A. Migliaccio Presidente di SISA, Società Italiana di Scienza dell Alimentazione e la collaborazione

Dettagli

Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni)

Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni) DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO - Servizio Igiene della Nutrizione Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni) Per una crescita armoniosa è importante che il bambino assuma i pasti in modo

Dettagli

3. Consigli e strategie

3. Consigli e strategie Dipartimento delle Professioni Sanitarie Guida al percorso di assistenza nutrizionale in riabilitazione cardiologica Servizio Dietetico Responsabile: Dr.ssa Maria Luisa Masini 3. Consigli e strategie Raccomandazioni

Dettagli

Frutta e verdura, i freschi colori dell estate.

Frutta e verdura, i freschi colori dell estate. Frutta e verdura, i freschi colori dell estate. www.politicheagricole.it più colore alla tua vita www.inran.it Indagini recenti ci confermano un dato purtroppo costante negli ultimi anni: il calo nei consumi

Dettagli

6. Il Sale? Meglio poco

6. Il Sale? Meglio poco 6. Il Sale? Meglio poco Di quanto sale abbiamo bisogno Sia il sapore che le proprietà biologiche del sale comune (cloruro di sodio) sono legate principalmente al sodio; ogni grammo di sale contiene circa

Dettagli

La frittura fa bene o male? Tutte le risposte.

La frittura fa bene o male? Tutte le risposte. La frittura fa bene o male? Tutte le risposte. CuDriEc 8 maggio, 2016 La frittura fa bene o male? Questo l amletico dubbio. Abbiamo cercato opinioni in merito, cercando di raccogliere più documentazione

Dettagli

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA

PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA PER DARE IL MASSIMO? NUTRIRSI AL MEGLIO! RADEGHIERI DOTT. SSA LOREDANA DIETISTA NOI E IL CIBO Per crescere servono calorie e principi nutritivi e la nutrizione della prima parte della vita influisce sull

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

COLAZIONE & BENESSERE.

COLAZIONE & BENESSERE. COLAZIONE & BENESSERE. IL BUONGIORNO SI VEDE DALLA PRIMA COLAZIONE. ORE 7, SUONA LA SVEGLIA: TI ALZI, FAI LA DOCCIA, PRENDI UN CAFFÈ AL VOLO, TI VESTI ED ESCI DI CASA DI CORSA. FORSE NON LO SAI, MA STAI

Dettagli

Una lezione sul cibo per. per la scuola dell infanzia

Una lezione sul cibo per. per la scuola dell infanzia Editore: Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro - Sede Legale: via Corridoni 7, 20122 Milano, Tel. 02 7797.1, www.airc.it Numero Verde 800.350.350 - Coordinamento redazionale: Patrizia Brovelli

Dettagli

1983 2008: I 25 ANNI CHE CAMBIARONO IL MODO DI FARE LA SPESA DA PARTE DEGLI ITALIANI

1983 2008: I 25 ANNI CHE CAMBIARONO IL MODO DI FARE LA SPESA DA PARTE DEGLI ITALIANI 1983 2008: I 25 ANNI CHE CAMBIARONO IL MODO DI FARE LA SPESA DA PARTE DEGLI ITALIANI Uno studio realizzato da Federalimentare in occasione del 25 anniversario dalla sua nascita fotografa l evoluzione della

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLA STRUTTURA E ALLA COMPOSIZIONE DEI PASTI

SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLA STRUTTURA E ALLA COMPOSIZIONE DEI PASTI ALLEGATO 2 (AL CAPITOLATO DI GESTIONE) SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLA STRUTTURA E ALLA COMPOSIZIONE DEI PASTI Capitolato di gestione Allegato 2 Pagina 1 di 9 Disposizioni Generali I pasti che l'amministrazione

Dettagli

Buoni Naturalmente!!

Buoni Naturalmente!! Buoni Naturalmente!! Situata in terra Dauna, ai piedi del famoso promontorio del Gargano, nasce nel 1994 l Azienda artigiana ANTICHI SAPORI del GARGANO, che opera in una struttura moderna, producendo e

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Sport & Nutrizione 2016

Sport & Nutrizione 2016 SPORT VILLAGE CATONA PRESENTA Sport & Nutrizione 2016 Giocare - Crescere Mangiare Nei precedenti Camp organizzati nella struttura dello Sport Village si è ottenuto una larga adesione da parte di molte

Dettagli

LINEA ALIMENTARE. bio tu. Una Vita Naturale

LINEA ALIMENTARE. bio tu. Una Vita Naturale LINEA ALIMENTARE bio tu Una Vita Naturale Linea Materie prime Linea Matìe Matì Ghee - Burro ripulito dai grassi che appesantiscono il corpo. Per utilizzo a crudo o in cottura. Formato da 300 gr e 900 gr

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Servizio Igiene della Nutrizione. IL PASTO NEGLI ASILI NIDO Come Scegliere e Variare i Menù.

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Servizio Igiene della Nutrizione. IL PASTO NEGLI ASILI NIDO Come Scegliere e Variare i Menù. DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Servizio Igiene della Nutrizione IL PASTO NEGLI ASILI NIDO Come Scegliere e Variare i Menù Manuale d uso MENU INVERNALE La tabella dietetica proposta dall ASL prevede

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE. Più gusto con lo spuntino giusto

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE. Più gusto con lo spuntino giusto PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE Più gusto con lo spuntino giusto La fase iniziale: perché mangiamo? Quali sono i principi nutritivi degli alimenti? Insieme all assistente sanitaria Patrizia abbiamo ripreso

Dettagli