Israele: basta razzi o invadiamo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Israele: basta razzi o invadiamo"

Transcript

1 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: 1,20* ANNO 136- N 185 ITALIA Sped. Abb. Post. legge 662/85 art.2/19 Roma Pesaro Giovedì10Luglio2014 Ss. RufinaeSeconda IL GIORNALE DEL MATTINO CommentalenotiziesuILMESSAGGERO.IT Il personaggio Isabelle Huppert «Premiata a Roma perché cerco sempre le sfide» Satta a pag. 26 Il Tour Sudore e fango, anche sul pavé Nibali stacca tutti gli avversari De Bari nello Sport La polemica Il Giappone sfida il mondo: riprende la caccia alle balene Quilici a pag. 21 Israele: basta razzi o invadiamo `Escalation militare a Gaza, ultimatum di Peres ad Hamas. Abu Mazen: è genocidio `Pioggia di missili, sfiorata una centrale nucleare. Nella Striscia 52 morti e 450 feriti Scontro finale L illusione e il naufragio della pace Ennio Di Nolfo P oco più di un mese fa il presidente di Israele, Simon Peres, e il presidente dell Autorità nazionale palestinese, Mahmud Abbas (alias Abu Mazen) si incontravano in Vaticano per pregare, con papa Francesco, affinché la pace scendesse sui popoli di Israele e di Palestina. Sono bastate poche settimane per far capire che le preghierenon sono stateancoraefficaci. Oggi i rapporti tra Israele e i palestinesi sono a un livello di scontro così aspro da far pensare che una guerra sia l unico modo per ricondurre le due parti a un rapporto meno costellatodal sistematicoequotidiano esprimersi della violenza, affidata ai razzi che da Gaza vengono lanciati contro Israele e ai contrattacchi che, con eguali mezzi, e con l aviazione e i droni, gli israeliani sistematicamente conducono. Il timore che una guerra esploda nuovamente dopo che un accordo pareva vicino non è infondato. Il ministro della Difesa israeliano ha indicato un obiettivo preciso: «Azzerare la capacità di fuoco e di azione da parte degli uomini di Hamas a Gaza». Se però l estrema tensionepossadavvero portare alla guerra è un tema complesso e controverso. Continua a pag. 20 Il Mondiale. Klose: non ci fermiamo qui Messi e Sneijder nella semifinale Argentina-Olanda Brasile, un Paese sotto choc Falcao: «Poca personalità» RIO DE JANEIRO Brasile sotto choc dopo il pesante ko con la Germania, ora si teme possano esplodere tensioni per gli sprechi di denaro. Anche l ex romanista Paulo Roberto Falcao è duro con la Selecao: «Una nazionale senza carattere». A fare la voce grossa in vista della finale è ora la Germania di Klose. Il cannoniere della Lazio non ha dubbi: «Non ci fermiamo qui. E io voglio migliorare il mio record di reti». Gentile, Teotino e Trani nello Sport Calcio carioca Fabbrica di talenti in crisi profonda Piero Mei M aggior produttore di calciatori al mondo, il Brasile quando lavorava a chilometro zero faceva sognare tutto il popolo del pallone. Continua a pag. 20 TEL AVIV Israele pronto all azione militare di terra per occupare Gaza se Hamas non cesserà il lancio di missili. L escalation militare non si arresta. Nella Striscia si contano 52 morti e 450 feriti, Abu Mazen denuncia: «È un genocidio». Ma anche ieri la pioggia di razzi selle città israelianenon si è arrestata. Sette missili sonostati lanciati contro Dimona, la centrale nucleare del Negev, e altri contro l aeroporto internazionale Ben Gurion alla periferia di Tel Aviv. Meringolo e Pierantozzi alle pag. 2 e 3 L arsenale Armi dall Iran palestinesi mai così pericolosi Riciclaggio Bankitalia: «Allarme operazioni sospette» Pd e FI in profondo rosso tagli e cassa integrazione `Scure su costi e personale. A carico del Tesoro 40 milioni in 3 anni ROMA Peri partiticonibilancisemprepiùin profondorossoarrivano cassa integrazione e contratti di solidarietà come previsto dalla legge che ha tagliato (gradualmente) il finanziamento pubblico. I primi ad approfittarne saranno i tesorieri di ForzaItaliae Pdlche devieranno versola cassaintegrazione41lettere di licenziamento già avviate. Il Pd invece ricorrerà ai contratti di solidarietàperisuoi143 dipendentidella sedenazionale. Lacassaintegrazione sarà finanziata con un contributo dei partiti e dei loro dipendenti ma il Tesoro ha stanziato una quarantina di milioni in tre anni per coprire le eventuali maggiori spese dell Inps. Pirone a pag. 5 Eric Salerno appiamoche il nemicoè molto più fortedi noi, con i suoi «S sistemi antimissile IronDome e i cacciabombardierif-16». A pag. 2 Mario Stanganelli O Roberta Amoruso B ankitalia denuncia: c è ancoramolto dafarenella lottaal riciclaggio; vanno contrastati gli operatori finanziari conniventi; è quasi nullo l apporto delle segnalazioni dalle amministrazioni pubbliche e daiprofessionisti; inoltrei paradisi off-shore restano un punto fermo per i flussi di denaro dal nostro Paese; infine va detto che quasi un terzo delle segnalazioni da parte delle banche riguardano l utilizzo di contanti; per non parlare dei numerosi casi di riciclaggio legati a reati politici. A pag. 17 Riforme in aula Cambia l elezione per il Quirinale Per i referendum 800 mila firme ggi pomeriggio il ddl sulle riforme approda in aula al Senato. La commissione Affari costituzionali in mattinataesprimerà ilvoto finale sugli ultimi articoli tra cui quello sul nuovo Senato. A pag. 6 Conti a pag. 7 L Aquila, esplode la fabbrica di fuochi d artificio: tre vittime L AQUILA Quattro boati nella casamatta dell azienda pirotecnica Paolelli di Tagliacozzo, la terra che trema in tutta la zona e alcuni vetri in frantumi. Come una serie di bombe. Tre uomini sono morti e uno è disperso, tre i feriti. Il fronte del fuoco ha raggiunto i 500 metri con una superficie bruciata di circa un ettaro e mezzo. Quando sono arrivate, le squadre dei vigili del fuoco non sono riuscite a intervenire immediatamente perché i botti continuavano incalzanti, potenti, uno dopo l altro. Si stavano preparando i fuochi artificiali per alcune manifestazioni della zona. Biancone, Dascoli e Di Pillo a pag. 13 ACQUARIO, TANTI MOTIVI DI FELICITÀ Buongiorno, Acquario! Canta Giove in Cancro lo scrigno dei vostri ricordi,porta un attimo diceleste nostalgiaalle persone sole. Ma questaluna in Sagittario è la più sentimentale del mese e vi seguirà finoal 19: assieme avenere propizianuovi amori. Con unmese d anticipovoi potete già vedere una stellacadente che porterà fortuna, anchedurante i viaggi.auguri. L oroscopo a pag. 37

2 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N:RCITTA 2 Primo Piano Israele: «Pronti a invadere Gaza» Centrale nucleare sfiorata dai razzi `Nei raid di Tel Aviv 52 morti. Il governo preannuncia l offensiva di terra. Intanto Hamas punta i suoi lanci sugli impianti atomici Giovedì 10 Luglio 2014 LA CRISI Hamas cerca un simbolo. Punti per guadagnare credibilità nel mondo palestinese e, spera, anche in un mondo arabo sempre più ostile e critico della sua leadership prima di cercare una via d uscita da questo conflitto che, confermano in Israele, si può ancora fermare. Per questo ha lanciato sette missili contro Dimona, la centrale del Negev dove furono costruite le armi nucleari israelianeealtri contro l aeroportointernazionale Ben Gurion alla periferia di Tel Aviv. Nel secondo giorno di Operazione margine protettivo, sono continuate le incursioni israeliane e gli attacchi di Hamas. Molta paura e danni in Israele. A Gaza, 52 palestinesi (tra cui una quindicina di civili) uccisi e oltre 450 feriti dall inizio di questo ennesimo scontro. Il sistema anti-missilistico Iron Dome è riuscito a intercettare gli ordigni più pericolosi - come quelli diretti alla centrale nucleare di Dimona - ma nella mancanza di dialogo tra le parti, una tregua appare più distante. E uno scenario da incubo sempre più possibile. L ARSENALE «Sappiamoche il nemicoè più forte di noi con i suoi missili-antimissile Iron Dome e i cacciabombardieri F-16 ma anche noi possiamocolpirein profondità». Sono le parole di Khaled Meshaal, leader politico di Hamas che ieri pomeriggio ha accennato ai missili lanciati da Gaza che per la prima volta sono riusciti a raggiungere città e località lontani dalla striscia. Quattro mesi fa, in un operazione che ha coinvolto il Mossad, l aviazione e i commandos della marina, Israele è riuscito a bloccare nel mar Rosso una nave, la Klos-C, carica di armi. Secondo un inchiesta dell Onu che non coincide con tutte le accuse israeliane, il cargo era sì partita da un porto iraniano ma la sua destinazione non era la striscia di Gaza bensì il Sudan da dove, forse le armi sarebbero state distribuite alle milizie islamiche che operano nel Sinai egiziano. L inventario era di quelli che preoccupano: quattrocentomila proiettili calibro 7,62 per armi leggere; centottantuno mortai da 122mm. E soprattutto quaranta missili M-302. Per la prima volta, negli ultimi L ULTIMATUM Dopo che le sirene sono suonate nuovamente a Tel Aviv e altri missili sono arrivati in località sempre più a nord, il premier Netanyahuha ordinatoalle forzearmate di intensificare le operazioni. Shimon Peres, il presidente uscente ha voluto specificare: «Ci sarà presto un offensiva di terra» se Hamas non smette di colpire. «Al momento, non vedo indicazioni di una possibile tregua», la valutazione di un alto ufficiale alla televisione israeliana per il quale, se non ci saranno sorprese, ci vorrà «ancora una settimana come questa e un altra per negoziare la fine della violenza». Per ora, Hamas intende andare avanti. Il suo leader Khaled Meshal è apparso in televisione per accusare Netanyahu di aver voluto questo scontro e appellarsi alla comunità internazionale. È un appello simile a quello lanciato dal presidente palestinese Abu Mazen che ha accusato Israele di commettere un «genocidio» nella Striscia di Gaza. «Sappiamo che DISTRUGGEREMO LA MACCHINA MILITARE DI HAMAS, SARÀ UN OPERAZIONE ESTESA Benjamin Netanyahu Primo ministro israeliano due giorni, alcuni esemplari di questi M-302 sono stati utilizzati contro Israele. Non è chiaro se da Hamas o dalla Jihad islamica, più vicine a Teheran. E soprattutto non è chiaro se sono stati intercettati oppure se fanno parte di quel dieci per cento di ordigni che Iron Dome non è riuscito a bloccare. Uno di questi missili ha colpito Hadera, sulla costa tra Tel Aviv e Haifa. I TUNNEL DEI CONTRABBANDIERI Secondo il Mossad e l Intelligence militare, i M-302 sono arrivati a Gaza alla fine dell anno scorso, dall Iran, probabilmente attraverso i tunnel usati dai contrabbandieri di ogni genere scavati sotto il confine tra la striscia e l Egitto. Sono di fabbricazione siriana, hanno una gittata - da 90 a 170 km - che va molto oltre la maggior parte degli ordigni usati dalle milizie di Gaza Israele non sta difendendo se stesso, mai suoiinsediamenti. Cistiamo muovendo in diverse direzioni per fermare l'aggressione israeliana e lo spargimento di sangue dei palestinesi, siamo in contatto con il presidente egiziano, Abdel Fattah al-sisi, e con il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon». DalCairo, paroledi sostegno ma è sempre più chiaro che il nuovo leader egiziano vuole vedere Hamas (una costola dei Fratelli musulmani messi fuorilegge) in ginocchio. Così come è chiaro che Netanyahu vorrebbe costringere Abbas a seppellire persempre l ideadi riconciliazione palestinese e il governo di unità nazionale. Giochi politici sulle pelle dei due popoli come rilevano molti commentatori. VERTICE ALL ONU Oggi riunione d urgenza del Consiglio di sicurezza dell Onu. Intanto per motivi di sicurezza radio e tivù non possono indicare esattamente dove arrivano i colpi sparati da Gaza ma mostrano le immagini del fuoco su Gaza. Sami al-ajrami, giornalista dell agenzia italiana Ansa, descrive «un cratere, detriti fumanti e le urla di chi è ferito, prigioniero fra le macerie. In questo posto, nel rione Sajaya di Gaza, poco prima sorgeva un edificio di due piani. Ma adesso che l'aereo F-16 israeliano ha sganciato la sua bomba da una tonnellata questo tratto di strada non è più lo stesso, ha un aspetto lunare. Col trascorrere delle ore, in una giornata segnata dal terrore della popolazione, altre palazzine sono state rase al suolo dall aviazione israeliana (a volte con LI ABBIAMO AVVERTITI MA LORO NON SI SONO FERMATI: PRESTO ATTACCHEREMO Simon Peres Presidente israeliano un preavviso, a volte no), e il numero delle vittime è andato crescendo». In molti casi l aviazione colpiscesoltanto dopo averinformato - con un sms al padrone di casa, spesso un esponente di Hamas - dell imminente attacco. La famiglia scappa ma non sempre si salvano gli inquilini delle case adiacenti. «PER FORTUNA C È IL MONDIALE» Ieri sera, mentre i due popoli si preparavano a un altra notte insonne e c era chi scherzava - «Per fortuna c è il mondiale di calcio» - un altro tentativo d infiltrazione da parte di militanti di Hamas è stato bloccato a ridosso di Gaza. E, alla televisione, uno dei tanti analisti israeliani chiamati a spiegare il perché di questo nuovo scontro ribadiva che non ci potrà mai essere una soluzione militare al conflitto tra il suo popolo e quello palestinese. Eric Salerno I missili che vengono dall Iran, le nuove armi della Striscia CON GLI M-302 MAI COSÌ PERICOLOSI I LANCI DEI PALESTINESI HAMAS: «ANCHE NOI POSSIAMO COLPIRE LONTANO» I missili di Hamas GITTATA MASSIMA E PAESE DI PRODUZIONE DELL ARSENALE DI GAZA M km (Siria/Iran) FADJR-5 80 km (Iran) WS-1E 45 km (Cina) GRAD 20 km (Iran/Russia) QASSAM 15 km (Gaza/Cisgiordania) Turchia Cipro Siria Libano ISRAELE Iraq Giordania Egitto Arabia Saudita EGITTO L ATTACCO L offensiva di Israele su Gaza STRISCIA DI GAZA Khan Yunis Gaza Ofakim Ashqelon Sderot Netivot Ashdod Kiryat Malachi Kiryat Gat Rahat TEL AVIV Netanya Beersheba ISRAELE Gerusalemme Hebron È UNA GUERRA CONTRO IL POPOLO PALESTINESE DOBBIAMO FERMARE QUESTO MASSACRO Abu Mazen Leader Autorità palestinese e fabbricati localmente. Fecero la loro apparizione sulla scena israeliana per la prima volta nel 2006 quando furono utilizzati da Hezbollah nella seconda guerra del Libano. Allora si chiamavano Khaibar e uno di loro, sparati da nord, colpì Hadera. Quello che ha colpito la stessa città ieri è considerata più potente con un carico esplosivo di 145 chili. LE PIÙ POTENTI Nell arsenale di Hamas e della Jihad non ci sono armi più potenti o precise di queste. Un mese fa il generale dell Intelligence militare, Itai Baron disse che il movimento islamico possiede centinaia di razzi con una gittata di 80 chilometri anche loro poco precisi. Tel Aviv dista 71 chilometri dal Gaza, l aeroporto internazionale di Ben Gurion più o meno lo stesso. Sono del tipofajr, ispiratidaimissili Grade Katiusha sovietici, conosciuti come Organo di Stalin. Il 3 raggiunge 45 chilometri, il 5 arriva a 75. Quasi tutti sono fabbricati nella Striscia come migliaia di rudimentali Qassam capaci di arrivare al massimoa una quarantina di chilometri da Gaza e totalmente privi di sistema di puntamento. E. Sal.

3 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: 4 Primo Piano Dai magistrati alle Authority parte l assalto alla riforma Pa `Domani scade il termine per gli emendamenti: in arrivo una raffica di richieste di modifica da quasi tutti i partiti Giovedì 10 Luglio 2014 IL PROVVEDIMENTO La fotografia degli statali ITALIA FRANCIA REGNO UNITO JOBS ACT OCCUPATI NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI CON MENO DI 35 ANNI 10,3% 27,9% 25% DIPENDENTI PUBBLICI SU TOTALE OCCUPATI 14,8% 20% 19,2% ROMA L obiezione più comune riguarda il portafogli. I conti sbagliati. Si tratti delle Camere di commercio, dei tagli ai compensi degli avvocatidello Statoo della riduzione delle scuole della pubblica amministrazione, la giustificazione per modificare, rinviare, bypassare larifoma della pubblica amministrazione è quasi sempre la stessa. Unioncamere, per esempio, davanti alla Commissione affari costituzionali della Camera, dove sono in corso le audizioni sul decreto del governo, ha spiegato che tagliando del 50 per cento i compensi delle imprese alle camere di commercio si rischia di abbattere il Pil di 2,5 miliardi. Confcommercio ha addirittura intrapreso una campagna sul territorio per spiegare quanto sia devastante possa essere mettere in ginocchio il sistema camerale. Se dalle Camere di commercio si passa agli avvocati dello Stato la musica non cambia. Qualche giorno fa l avvocato generale Michele Giuseppe di Pace, ha fatto presente a governo e Parlamento che vogliono azzerare i compensi della categorialasciandoglisolo lo stipendio, che in fin dei conti ogni causa patrocinata da loro costa all erario solo 800 euro e che gli avvocati pubblici vincono il 70 per cento delle controversie. Negli ultimi anni poi, hanno permesso di incamerare qualcosa come 18 miliardi di euro. Lavorare conil solo stipendio, insomma, demotiverebbe. Da qui l accorato appello a modificare le norme. SPESA IN RAPPORTO AL PIL RETRIBUZIONE MEDIA ANNUA (IN EURO) 10,3% 13% 10,6% ROMA Un nuovo slittamento, con data ancora da definire. A dispettoditutteledichiarazioni sull occupazione priorità delle priorità, l esame da parte dell aula del SenatodelDdl lavoro, il cosiddetto Jobs act, viene nuovamente rinviata. Ilprovvedimento eracalendarizzato la settimana prossima (dal 15al 17 luglio, già inritardo rispetto alle previsioni iniziali), ma fino al 25 luglio non se ne farà nulla. Così ha deciso la Conferenza dei capigruppo. Motivo nobile: da oggi l Aula sarà impegnata sulle riforme istituzionali. Ma non è l unico. Il percorso deldisegno dileggedelega chedisegna nuove e più semplici regole nel mercato del lavoro, infatti, si è rivelato più insidioso del previsto. Con il riproporsi di antiche questioni - prima tra tutte quella delle tutele dell articolo 18 dello Statuto dei lavoratori - che rischiano di spaccare la maggioranza governativa. Sembrano così sciogliersi al sole le certezze del ministro Poletti che parlava di approvazione alsenatoentrofine luglio, discussione alla Camera a settembre, via libera definitivo entro fine 2014 con tanto di decreti attuativi LE PROPOSTE Proprio qui sta il punto. È che gli accorati appelli ormai si sprecano. Dai giudici amministrativi a quelli contabili, dalle Authority che non vogliono gli accorpamenti, ai sindacati che protestano per il taglio del 50 per cento dei permessi, è un fiorire di richieste di modifica al testo. Molte di queste stanno trovando orecchie attente nei deputati dei vari schieramenti politici. Il termine per presentare le proposte di modifica al provvedimento scadrà domani, e quella che si preannuncia è una pioggia di emendamenti. Basta prestare orecchio alle dichiarazioni degli onorevoli. Anna Maria Carloni del Pd, per esempio, ha ricordato come l intera commissione trasporti della Camera si sia pronunciata contro l accorpamento degli uffici dell Authority delle Comunicazioni. Un altrodeputatodem, MarioAmato, della commissione sanità, ha espresso seri dubbi sulla possibilità di pensionare il personale medico con quaranta anni di contributi. Raffaele Calabrò, del Nuovo centro destra, ha chiesto lo sblocco del turn over per i medici. Tutti i capigruppo della commissione bilancio hanno già annunciato che presenteranno un emendamento al decreto sulla pubblica amministrazione per mandare in pensione entro settembre 4 mila professori prossimi alla pensionerimasti intrappolati dalle norme della legge Fornero. Anche 9000 macchinisti dei treni stanno cercando una sponda parlamentare per riportare a 58 anni l età di pensionamento salita a 66 anni con la Fornero. Ed è probabile che trovino qualche sponda considerando che dalla loro hanno il fatto che si tratta di personale che guida ormai treni che vanno a 300 chilometri orari. Fatto è che il percorso che si preannuncia alla Camera, e che sarà guidato dal relatore Emanuele Fiano insieme al governo, non si preannuncia semplice. Intanto ieri la conferenza dei capigruppo ha deciso di rimandare l approdo in aula del provvedimento, inizialmente previsto per il 14 luglio, al 22 luglio. Il decreto scade il 23 agosto, ma è probabile che una volta modificato alla Camera venga poi blindato al Senato. Anche per evitare che l estate calda sul fronte della Pa diventi bollente. A. Bas. SI ALLUNGANO I TEMPI. GIÀ SLITTATO AL 22 LUGLIO L ESAME DEL DECRETO A MONTECITORIO a stretto giro di posta. In realtà il presidente della commissione LavorodiPalazzo Madama, Maurizio Sacconi (Ncd), si dice ancora ottimista sulla possibilità di avere il primo si del Senato prima della pausa estiva: «Non rinunciamo». LA MATASSA Il maggior tempo a disposizione della commissione potrebbe essere utile per tentare di sciogliere i nodi. Ma non sarà facile, come ben sa lo stesso Sacconi che guida la battaglia all interno della maggioranza per l abolizione degli ultimi residui di tutele rimasti incapo all art.18 dello Statuto dopo la riforma Fornero. Il contratto a tutele crescenti potrebbe fare da testa d ariete. I senatori di Ncd, Scelta Civica, Udc, Svp, Popolari per l Italia e Il ministro della Funzione Pubblica, Marianna Madia Il ministro Giuliano Poletti Servizio civile, oggi il via alla riforma Lavoro, a rischio l ok del Senato prima delle ferie estive NUOVO RINVIO A DATA DA DEFINIRE PER L APPRODO IN AULA SI CERCA ANCORA UNA SOLUZIONE AL NODO LICENZIAMENTI Sigarette più care già da agosto allarme tasse per le elettroniche FISCO ROMA Il governo cambia strategia. L aumento delle sigarette avverrà in due tempi. Un mini rincaro subito, giàapartire daagostoperrecuperare 23 milioni, e poi la stangatinada 20centesimi alpacchetto rinviata al 2015 con un provvedimento che sarà adottato dopo l estate. A spiegare il nuovo cronoprogramma è stato il sottosegretario all Economia Enrico Zanetti secondoil qualelascelta delprovvedimento da adottare entro agosto si rende necessario anche per «l impossibilitàdi riuscire in tempoutileautilizzare» il veicolodell attuazione della delega fiscale. Il decretolegislativodi riordino della tassazione dei tabacchi, sottolinea comunque il sottosegretario, è «ormai urgente, specie a garanzia delle entrate erariali, assicurando quell equilibrio di misure in materia di fiscalità sui prodotti da fumo che, solo nel loro insieme, possono escludere scompensi nel mercato della concorrenza fra i diversi produttori esistenti». Nel frattempo c è però «l'esigenza dell adozione di un provvedimento amministrativo di incremento delprelievo fiscale sui prodotti da tabacco» perché bisogna «reperire 23 milioni di euro nel 2014, con decorrenza 1 agosto, e di 50 milioni di euro a decorrere dal 2015» a copertura del decreto cultura emanato lo scorso anno da Letta. Intanto ieri sono arrivatele durissime proteste dei produttori delle sigarette elettroniche, riuniti in Anafe Confindustria. Secondo le Palazzo Chigi La riforma del servizio civile arriva oggi sul tavolo del Consiglio dei ministri. Si tratta di un disegno di legge delega il cui scopo è quello di coinvolgere in tre anni circa 100 mila giovani cambiando pelle all attuale servizio civile attraverso progetti di solidarietà, inclusione sociale, legalità a tutela del patrimonio culturale e geologico. I fondi sono già disponibili: circa 180 milioni di euro. stime dell associazione si rischierebbe un aumento da 6 a 35 euro, pari ad un incremento del 480% sui prodotti elettronici. Sarebbe la conseguenza sul prezzo di vendita di un flacone di ricarica per le e-cig della nuova tassa proposta nella bozza di decreto legislativo che punta a riordinare le accise sui tabacchi. L associazione del settore del fumo elettronico rileva che, «nonostante l ordinanza del Tar Lazio confermata dal Consiglio di Stato che ha sospeso l'imposta di consumo pari al 58,5% del prezzo di vendita, rinviando gliatti alla Corte Costituzionale, il governo sembra voler andare avanti sulla strada di una imposizione fiscale». In primo luogo, spiega il presidente di Anafe-Confindustria Massimiliano Mancini, «le sigarette elettroniche continuano ad essere ciecamente assimilate al tabacco. Questa volta cercandodi trovare un equivalenzaimpossibile da stabilire tra una svapata e un tiro di sigaretta». Una metodologia così congegnata, rileva Mancini, «dà la sensazione che per il governo l unica preoccupazione sia tassare per provocare la sparizione del prodotto». una parte del Pd, sono convinti: per creare nuovi posti di lavoro occorreuna maggiore flessibilità in uscita. C è chi chiede l abolizione delle tutele dell articolo 18 per i nuovi assunti e chi lo vuole congelare per un periodo di sperimentazione. Ma c è anche un altra parte del Pd che invece ritiene più efficace abbassare il costo del lavoro. Il ministro Poletti, dal canto suo, pur dichiarando che l art.18 «non è un totem», ancora non si sbilancia. E così, a colpi di accuse reciproche, la questione si è impantanata. Per ora gli emendamentisul puntosonostati accantonati, una riunione di maggioranza la settimana prossima dovrebbe riprendere in mano la matassa. Nel frattempo la commissione ieri ha completato l esame degli emendamenti ai primi due articoli del provvedimento (ammortizzatori sociali e politiche attive). Tra le modifiche approvate c è quella (a firma Stefano Lepri, Pd) che introduce la possibilità di utilizzareperi contrattidisolidarietàunaparte dei contributi versati dalle imprese per la cassa integrazione. Via libera anche a un emendamento trasversale riformulato dal governo che istituisce il fascicolo elettronico. Unasortadi carta d identità del lavoratore (contenente tutte le informazioni su studi, occupazioni, eventualisussidie contocorrentecontributivo) utile ai fini del ricollocamento. Accantonati, invece, gli emendamentisul reddito diultima istanza per i lavoratori disoccupati che non fruiscono più dell Aspi. Giusy Franzese

4 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: Primo Piano Giovedì 10 Luglio 2014 Partiti a dieta, per i dipendenti cassa integrazione e solidarietà `Il Pd ridurrà ore di lavoro e stipendi Il Pdl ritratta 41 licenziamenti avviati `Dai gruppi politici più contributi all Inps che riceverà anche 40 milioni dal Tesoro 5 Così la Cassa Integrazione per i partiti IL CASO ROMA La ristrutturazione del sistema politico italiano prosegue a tappe forzate anche sul fronte più squisitamente aziendale del comparto : da oggi infatti (grazie ad una circolare Inps che applica una norma della legge che ha abrogato il finanziamento pubblico) i dipendenti dei partiti possono essere messi in cassa integrazione. Secondo le prime indiscrezioni ne approfitterà subito il Pdl (attenzione il Pdl, non Forza Italia) che lo scorso 16 giugno aveva fatto partire 41 lettere di licenziamento per altrettanti dipendenti che - secondo i malignisoprattutto a causa della loro provenienza da An oppure perché vicino agli alfaniani - non erano stati riassorbiti in Forza Italia. I 41, una dozzina dei quali con sede di lavoro a Milano, potranno tirare un sospiro di sollievo solo quando l Inps verificherà la regolarità delle loro posizioni ma intanto l ingresso della Cig sulla scena rende meno teso il clima intorno ad un area politica che soffre di un gigantesco passivo valutato dallo stesso Silvio Berlusconi in una novantina di milioni. Ma se Sparta piange Atene non ride. Anche il Pd, infatti, è alle prese con il passivo di quasi 11 milioni del 2013 che si è aggiunto a quello di 9 milioni del Risultato? La segreteria del Pd è orientataa usare i contratti di solidarietà. L indiscrezione non è ufficiale ma è praticamente certo che una parte dei 143 dipendenti diretti del Nazareno (cui si aggiungono 60 distaccati) nei prossimi mesi resterà a casa per un numero di ore mensili variabile persona per persona. I TAGLI Dal Pd si fa notare che la spesa per il personale è già scesa dai 12,5 milioni del 2012 ai 10 del 2013 e ripetono che almeno per que- IL BILANCIO DEMOCRAT È TENUTO IN PIEDI DAI VERSAMENTI DEI PARLAMENTARI PIÙ CHE RADDOPPIATI NEL CORSO DEL 2013 st anno i livelli occupazionali non saranno toccati. Ma è chiaro che il 2014 (nonostante la spending review che intende piegare il bilancio verso il pareggio ) sarà unanno ditransizione. Iconti veri, anche per i dipendenti, si farannonel 2015 quando sidovrebbecapiremeglioquantisoldi porterà il meccanismo della donazione del due per mille e sarà messo a punto un sistema di fund rising (raccolta fondi) degno di questo nome. Nel frattempo, mentre il finanziamento pubblicoscende del25% ognianno, atenere i qualche modo in piedi i conti dei Democrat ci stanno pensando i parlamentari che versano dai 12 ai 18 mila euro ognuno all anno. Nel 2013, grazie ai 293 deputati conquistati alle politiche, ilpdharicevutodai suoiparlamentari 11,5 milioni contro i 5,2 dell anno precedente: in altre parole gli incassi dai parlamentari sono più che raddoppiati. E i dipendenti dei partiti minori? C è poco da raccontare. Sel per il 2014 prevede di spendere per gli stipendi solo euro. «Per noi il problema non si pone per mancanza di materia prima», si concedeunbattuta GiorgiaMeloni leader dei Fratelli d Italia che di dipendenti (escludendo quelli del gruppo parlamentare) ne ha 1 La sede del Pd a Roma (uno). Anche gli alfaniani viaggiano rasoterra: i dipendenti dell Ncd nazionale sono in tutto cinque e tutti con contratto a termine. Valela penasottolineare il termine nazionale. Perchépoi i partiti, in particolare il Pd, si basano su federazioni regionali e locali che hanno propri bilanci e propri dipendenti. La cassa integrazione vale anche per loro. Così come vale per loro una regolina: qualunque organizzazione che userà la cig dei partiti dovrà aumentare i contributi all Inps. Icui maggiori costi però saranno coperti dal Tesorocon unaquarantinadimilioni stanziati per tre anni. Diodato Pirone Chi la finanzia I partiti versano ogni mese all'inps una quota pari allo 0,90% delle retribuzione imponibile di ogni dipendente Quanto si paga I partiti versano lo 0,60% della retribuzione imponibile, i dipendenti lo 0,30% Chi la usa paga di più I partiti che usano la cassa integrazione pagheranno un contributo addizionale. Chi ha meno di 50 dipendenti pagherà il 3% del salario corrisposto dall'inps. Chi ha più di 50 dipendenti pagherà il 4,5%. Dopo 24 mesi questo contributo raddoppia Quando si paga Il contributo dello 0,90% per i primi sei mesi del 2014 va pagato dai partiti entro il 16 ottobre 2014 Quanto costa allo Stato Oltre ai fondi disponibili presso l'inps, la legge 47/2014 di riforma del finanziamento pubblico dei partiti stanzia (milioni di euro): ,5 11,25 Chi ne è escluso Non possono ottenere la cassa integrazione i dipendenti dei partiti assunti con contratto da dirigente o da apprendista Come è regolata Le modalità applicative della cassa integrazione per i partiti sono state fissate dalla circolare dell'inps numero 87 del 2014 Corsa a tre per il commissario Formez NOMINE ROMA C è chi vuole eliminarlo per sempre e chi aspira ad assumerne il controllo. È attesa per oggi la nomina del commissario straordinario incaricato di prendere le redini del Formez, l istituto presieduto per oltre 15 anni da Carlo Flamment, che grazie a convenzioni regionali gestisce decine di milioni di euro provenientidaifondi europei. Trainomi circolati finora figura quello di Franco Bassanini, presidente di Cassa depositi e prestiti, il quale avrebbe suggerito al premier Matteo Renzi di porre fine al centro servizi, assistenza, studi e formazione per l ammodernamento della Pa controllato dal Dipartimento della funzione pubblica. In corsa anche Mauro Bonaretti, segretario generale della presidenza del consiglio. Bonaretti, ex city manager di Reggio Emilia, è il braccio destro storico di Graziano Delrio, che al Formez non intenderebbe rinunciare. LE DUE ALTERNATIVE L articolo 20 del decreto legge 90dello scorso 24giugno stabilisce che «entro il 31 ottobre del 2014 il commissario dovrà proporre al ministro Marianna Madia un piano delle politiche di sviluppo delle amministrazioni dello Stato e degli enti territoriali che salvaguardi i livelli occupazionali del personale in servizio e gli equilibri finanziari dell associazione e individui eventuali nuove forme per il perseguimento delle suddette politiche». Non è detto quindi che il Formez debba chiudere per forza i battenti. Ma il rischio c è. L eventuale nomina dell attuale segretario generale della presidenzadel consiglio, cheinpassato (durante gli anni trascorsi al Dipartimento della funzione pubblica) ha lavorato a stretto contatto con l istituto, garantirebbe un riordino in versione IN PISTA PER IL DOPO FLAMMENT CI SONO BASSANINI (CDP), IL SEGRETARIO DI PALAZZO CHIGI BONARETTI E BORGHI soft dell associazione, e non comporterebbe minacce per la sua sopravvivenza. Oppure, al postodi Bonarettipotrebbe venire scelto Enrico Borghi, il cui nome hapreso quota inquesti giorni. Borghi, deputato Pd, renziano, fedele pure lui a Delrio (è stato vicepresidente dell Anci dal 2010 al 2013), dal 2000 è presidente di Uncem (l unione nazionale dei comuni e delle comunità montane) ed è stato vicepresidente del Formez dal 2004 al L alternativa a Bonaretti nondispiace nemmenoad Angelo Rughetti, sottosegretario per la Pubblicaamministrazione, altro ex dell Anci. Bassanini, al contrario, interpreterebbe ilruolo del commissario liquidatore. Francesco Bisozzi PAUL TAYLOR DANCE COMPANY CELEBRATING 60 YEARS DIREZIONE ARTISTICA PAUL TAYLOR TEATRO ROMANO LUGLIO CALL CENTER FESTIVALDISPOLETO.COM SPOL FESTIVAL DEI MONDI DIRETTORE ARTISTICO GIORGIO FERRARA GIUGNO 13 LUGLIO supporter partner supporter main partner main supporter

5 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: 6 Primo Piano Giovedì 10 Luglio 2014 Senato, oggi primo sì Cambia il quorum per l elezione del Capo dello Stato `Riforme, questa mattina l ok in commissione, poi tocca all aula Per il Quirinale maggioranza assoluta solo dalla nona votazione LA GIORNATA L iniziativa Un gazebo, un rendez-vous tra vecchi colleghi di partito, un'iniziativa che, puntando sulle primarie di coalizione, serve,nel breve periodo, serve soprattutto a riallacciare i fili di un'area che rischia di finire schiacciata dal renzismo. Le prime, concrete, prove tecniche della riunione dei moderati germogliano con l'iniziativa di Fratelli d'italia che, con tanto di gazebo a Montecitorio, lancia una petizione per le primarie di coalizione nel centrodestra. Progetto che produce, per ora, un primo nucleo di dialogo tra FI, Ncd, Lega e Fdi, con l'impegno per una consulta permanente del centrodestra. Copiosa, in effetti, è stata la partecipazione dei 4 partiti I FRONDISTI PROVANO A RESISTERE L IRA DI GRILLO PER IL REFERENDUM SERVONO FIRME I RADICALI: SCANDALOSO Il centrodestra si muove, prove di alleanza Fdi lancia le primarie: sì di Fi, Ncd e Lega coinvolti: Giovanni Toti e Renato Brunetta, Maurizio Lupi, Gaetano Quagliariello e Matteo Salvini, hanno risposto, tra gli altri, alla 'chiamatà di Ignazio La Russa, alla quale non è mancato anche chi, come Raffaele Fitto, delle primarie ne ha fatto un cavallo di battaglia anche all'interno di FI. ROMA Oggi pomeriggio il ddl sulle riforme approda in aula al Senato. La commissione Affari costituzionali stamattina esprimerà il voto finale sugli ultimi articoli tra cui quello sul nuovo Senato che non sarà più eletto dai cittadini ma dai Consigli regionali che li sceglieranno con criteri proporzionali tra i propri membri e i sindaci dei capoluoghi dei rispettivi territori. Un giorno in più alla discussione in commissione, su proposta della stessa presidente Anna Finocchiaro, è stato deliberato dalla conferenza dei capigruppo che però ha respinto la richiesta delle opposizioni di far slittare di una settimana la discussione in aula. Quindi, tempi quasi integralmente rispettati per poter avere i primi sì di palazzo Madama già mercoledì prossimo, in concomitanza con la riunione del Consiglio europeo a cui MatteoRenzi potràpresentarsi come il leader di un Paese sulla strada del cambiamento. E i cambiamenti non riguarderanno solo il Senatoeilnuovo TitoloVdella Costituzione. E stata infatti approvata anche la modifica del sistema di elezione del capo dello Stato spostando dal quarto al nono scrutinio l elezione del Presidente a maggioranzaassoluta, prevedendo per i primi otto quella dei due terzi e dei tre quinti. L intento evidente è quello di favorire intese più larghe per la scelta dell inquilino del Quirinale, alla quale parteciperanno i 630 deputati e i cento nuovi senatori ma non ci saranno più i delegati delle Regioni. Novità anche per i referendum abrogativi: le firmeperlaconvocazione passano dalle attuali 500 mila a 800 mila ma, di contro, si abbassail quorum per la validità della consultazione, dalla metà più uno degli aventi diritto alla metà degli elettori dell ultima consultazione per la Camera dei deputati. La nuova norma è stata accolta da più di una protesta di associazioni e circoli referendari, tra cui quella della segretaria di Radicali italiani, Rita Bernardini, che parla di atto «contro la democrazia», tutt altro che compensato dal «contentino» dell abbassamento del quorum, quando «il vero problema nella raccolta delle firme è quello di reperire gli autenticatori». Scatenati anche gli M5S e, in particolare, Beppe Grillo che inoltre, di fronte alla tenuta dell asse maggioranza-fi sulle riforme, afferma che «il patto del Nazareno è un salvacondotto per il culo del noto pregiudicato Berlusconi che, per non finire in galera e poter sperare nella grazia, garantisce in cambio il suo appoggio al governo». SACCHE DI RESISTENZA Ilconsenso allariforma apalazzo Madama sembra comunque essere scontato, nonostante i residui tentativi di resistenza ancora presenti nel Pd e in FI. Tra i dem, dopo la decisione di una dozzina di dissidenti di astenersi dal voto sulla modifica del calendario dei lavori, le attese sembrano spostarsi al passaggio della legge alla Camera, dove Pier Luigi Bersani promette di «dargli un aggiustatina». Più complicata la situazione tra gli azzurri, dove la sacca di resistenza guidata da Minzolini e dagli amici di Fitto, appare tutt altro che eliminata: un problema per lo stesso Berlusconi apparso indeciso sul da farsi, tanto da lasciare che si accavallassero per tutta la giornata annunci di convocazione dei gruppi parlamentari alla sua presenza senza che poi si decidesse nulla di concreto. Mario Stanganelli Il premier Matteo Renzi con il ministro per i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi Così le riforme Articoli approvati questa settimana in Commissione Affari Costituzionali al Senato Competenze legislative di Stato e Regioni (art. 117 Costituzione) Le materie di competenza concorrente sono abolite Competenza dello Stato ambiente beni culturali e turismo governo del territorio protezione civile energia infrastrutture strategiche grandi reti Resta alle Regioni competenza per aspetti di interesse regionale CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA Competenza delle Regioni servizi sanitari e sociali sviluppo economico locale istruzione e formazione al lavoro promozione diritto allo studio attività culturali e turismo beni ambientali e culturali rispetto obiettivi finanza pubblica In più "ogni materia non espressamente riservata allo Stato La legge dello Stato può intervenire in materie non riservate per tutela dell unità giuridica o economica" o "dell interesse nazionale Costi e fabbisogni standard (art. 119 Cost.) Comuni, Città Metropolitane e Regioni hanno risorse autonome (entrate/ tributi propri e compartecipazione al gettito di tributi erariali riferibili al loro territorio) sulla base di indicatori standard Elezione Presidente Repubblica (art. 43) Elettori: 630 deputati senatori Quorum (sui 730 "grandi elettori"): 2/3 nei primi quattro scrutini 3/5 dal quinto all'ottavo 1/2+1 dalla nona votazione Referendum abrogativo (art. 75 Cost.) Firme necessarie per proporlo: (ora sono ) Dopo firme: giudizio preventivo di ammissibilità della Corte Costituzionale Limiti ai quesiti: devono riguardare un intera legge o un articolo con valore normativo autonomo Quorum di validità: Non più la metà degli aventi diritto, ma metà dei votanti alle ultime politiche ANSA

6 -MSGR - 20 CITTA /07/14-N: Primo Piano Giovedì 10 Luglio Camera, bocciata la proposta del M5S Deputati arrestati, resta l indennità La Camera continuerà a pagare l'indennità parlamentare a Francantonio Genovese, il deputato eletto nelle liste Pd che si trova agli arresti domiciliari. L'Ufficio di presidenza di Montecitorio ha infatti respinto la richiesta avanzata dal M5S di togliere lo stipendio ai deputati che sono sottoposti a misure restrittive della loro libertà. Per interrompere i pagamenti, ha sentenziato l'ufficio di presidenza, serve una nuova legge. Il vero fronte sarà l Italicum Renzi teme per la tenuta di FI `I ribelli dem e azzurri preparano le barricate Berlusconi prova a frenare i malumori dei suoi IL RETROSCENA ROMA Si va in aula «alla faccia dei rosiconi», «dei gufi» e di quelli «che smontano sempre le riforme altrui». Matteo Renzi gongola mentre i dissidenti sono in rotta. Divisi tra loro, incapaci di trovare intese sul più piccolo emendamento, occupati a regolare conti interni nei rispettivi partiti. Il doppio passaggio parlamentare è assicurato e il presidente del Consiglio potrà presentarsi in Europa il prossimo mercoledì sostenendo che la strada è avviata. E però probabile che non basteranno i due passaggi parlamentari per convincere l Europa ad allargare i cordoni interpretativi del patto di stabilità e crescita e che ben altri provvedimenti attende Bruxelles. Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi `Palazzo Chigi vince il primo round, ma senza segnali positivi dalla Ue il percorso si complica URNE E per questo che, sfangata con successo l estate, l autunno potrebbe presentarsi ricco di incognite per Renzi qualora i problemi della nostra economia e delle famigliesisaldasseroa quelliprovenienti da riforme ancora in mezzo al guado e da una legge elettorale che è ormai divenuta la trincea dietro alla quale si sono barricate le minoranze interne di Pd e FI e tutti coloro che temono un ritorno anticipato alle urne. Il malumore che da giorni si percepisce dentro Forza Italia, e che Raffaele Fitto guida più con silenzi che con proclami, rischia infatti di scaricarsi a settembre sia sulle riforme costituzionali (che a quella data dovranno compiere altri due passaggi parlamentari), sia sull Italicum. Il nodo di una legge elettorale che affida ai leader dei partiti la scelta degli eletti se è stato in parte superato dal Pd attraverso le primarie, pesa come un macigno dentro un partito - quale quello del Cavaliere - che da una gestione padronale sembra scivolare verso una guida aziendale. Ad insospettire i fittiani non è solo la provenienza di GiovanniToti, ma ancheleripetute esternazioni pro-renzi di Piersilvio Berlusconi. L iniziativa delle primarie, organizzata dal tenacissimo Guido Crosetto e da Giorgia Meloni, ha raccolto ieri tutti i possibili esponenti del centrodestra. Un successo ogni oltre attesa, vistochea metterfirmesotto laproposta dei Fratelli d Italia si sono visti esponenti che qualche mese fa si erano battuti ferocemente contro tale meccanismo. Renzi sa che la tenuta di Forza IL SEGRETARIO DEL PD STUDIA LE CONTROMOSSE E NON VUOLE ROMPERE LA TRATTATIVA AVVIATA CON I GRILLINI SULLA LEGGE ELETTORALE Italia dipende da Berlusconi ma anche dalla capacità dello storico leader di concedere spazi interni senza i quali la tenuta dell Italicum e del ballottaggio di coalizione rischiano di saltare e di trascinareconséanchele riformecostituzionali. Sinora l opposizione alla riforma del Senato non sembra avere i numeri e la compattezza per scardinare il patto del Nazareno, ma mentre Renzi lavora ad un Pd a gestione unitaria e riceve Vasco Errani per capire cosa farà da grande, Berlusconi sembra ancora preda del cerchio magico nel quale hanno il sopravvento le intuizioni politiche di Maria Rosaria Rossi insieme alla quale convoca e sconvoca le riunioni dei gruppi. PATTI E proprio la tenuta di Forza Italia che preoccupa Renzi il quale, non a caso, continua a tenere aperto sulla legge elettorale il confronto con una parte del M5S. Una strategia che per ora ha permesso al premier di incassare la spaccatura del Movimento, ma che potrebbe venire utile qualora dovesse venir meno il contributo di FI. Il sì al ballottaggio che il M5S ha detto ieri l altro rappresenta infatti la vera novità per Renzi che a settembre dovrà decidere se condividere una legge elettorale che porta alla sfida tra partiti (Pd-M5S) o tra schieramenti (centrosinistra a guida Pd-centrodestra a trazione berlusconiana). Marco Conti

7 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: Pesaro Pesaro ANCONA Professione Lavoro è sul Messaggero Macerata Fermo Giovedì 10 Luglio 2014 METEO Ascoli P. OGNI GIOVEDÌ LA VOSTRA CARRIERA PRENDE UN ALTRA DIREZIONE REDAZIONE: Via Marsala, 15 T 0721/ F 0721/ L evento L Aura accende musica ed emozioni nella notte di Saltarua Salvi a pag. 52 Il riconoscimento Assegnato a Piero Dorfles il Premio Frontino per la letteratura A pag. 52 Gente di Marca La mostra si triplica per Walter Valentini Tre sedi per 40 opere a Monte Vidon Corrado in omaggio al grande artista pesarese Facchini a pag. 55 Allarme a Ponente, la spiaggia se ne va `Bagnini disperati «Servono subito misure anti erosione» L'erosione mangia la spiaggia di Ponente. E ai bagnini non resta chetogliere gli ombrelloni. «Senzailavoriallescogliere, il problema non verrà mai risolto». Musi lunghi in questa prima fase dell' estate, tra i titolari degli stabilimenti balneari di viale Trieste, per l'erosione che continua a ridurre le proprie concessioni demaniali. Delbianco a pag. 42 Si è sparata nel suo ufficio della Questura con la pistola d ordinanza lasciando una famiglia distrutta dal dolore e colleghi di lavoro letteralmente «sconvolti» per un gesto terribile e imprevedibile. Ieri mattina l assistente capo Maria RosariaCarusosiètoltalavita poco prima di iniziare il turno di servizio. Lavorava per la Polizia di Stato da più di 15 anni. La donna, 47 anni nata a Benevento ma da tanto tempo residente a Fano con il marito (ex poliziotto ora in congedo) ela figlia, sièsparatauncolpo all tempia con una Beretta 92SB. Come tutti i giorni ieri aveva preso servizio alla Questura di Pesaro: il suo turno era Ma era arrivata in anticipo. Non i soliti 10 minuti ma quasi un ora prima, intorno alle 7. Strano certo, ma nulla che potesse far presagire quanto da lì a poco sarebbe successo. Un saluto al piantone di turno. Come sempre. Epoi hasalitolescaledello stabile di via Giordano Bruno e si è fermata al secondo piano dove si trova la Divisione Anticrimine. A pag.41 Rischio pioggia La tragedia scoperta da una collega San Bartolo Giù nel canalone ritrovato il giorno dopo E finito in un canalone sotto Fiorenzuola di Focara. Lo hanno visto ieri, credendolo morto perchè il corpo appariva immobile. Invece l'uomo era vivo e illeso. A pag.43 Fano Bimba morsicata da un topo ai Passeggi Una bimba di 9 anni è stata morsicata da un topo ai Passeggi di Fano. E successo in un tranquillo pomeriggio di giochi che stava trascorrendo sotto gli occhi di alcune mamme. A pag.44 Poliziotta si spara in Questura Oggi il tempo sarà instabile. Non dobbiamo attenderci nulla di eclatante ma non mancheranno piogge e brevi temporali. I venti ruoteranno da nord, determinando un moderato calo termico. Domani, il tempo tenderà a migliorare dal pomeriggio mentre nelle ore antimeridiane si verificheranno residui addensamenti, con piovaschi sul sud dellaregione. Ventimoderati dimaestroconmaremosso. Le temperature odierne, in calo, saranno compresi tra 17 e 27 C, le minime oscilleranno tra 11 e 19 C. Il litorale di Ponente `Il dramma ieri mattina. L assistente capo è arrivata in anticipo e si è chiusa nella sua stanza Nessuno ha udito il colpo. Senza spiegazioni per ora il gesto. Choc tra i dirigenti e il personale Il meteo A scoprire per prima il corpo senza vita di Maria Rosaria Caruso è stata una collega. La compagna di stanza che trovando chiusa la porta dell ufficio che condividevano, si è subito preoccupata. Ha chiamato altri poliziotti ed insieme hanno forzato la serratura. A pag.41 Quindici profughi arrivati a Cagli L EMERGENZA Sono arrivati a Cagli nella sera tra martedì e mercoledì 15 profughi richiedenti asilo. E oggi se ne aggiungeranno altri 9. Tutto secondoi piani, come già preannunciato dalla Prefettura. Saranno ospitati in una struttura appositamente organizzata nella frazione di Acquaviva. Si aggiungono ai 173 che già erano ospitati in provincia. A Fossombrone sono 31, ad Acqualagna, nella struttura del Pelingo, sono attualmente 40. Non è ancora certa la durata di permanenza. L'amministrazione cagliese ha chiesto la collaborazione di Fano. Il muratore in fuga preso dai carabinieri in Romania I carabinieri illustrano le fasi salienti dell operazione che ha portato alla cattura del fuggiasco Rapina e sequestro per pagarsi le slot ALTRI NOVE SONO ATTESI STAMATTINA IN PROVINCIA PREVISTA L OSPITALITÀ COMPLESSIVA DI 280 PERSONE Ospitalità a profughi Indini a pag.44 tutte le altre istituzioni, delle forze dell ordine e sanitarie, e quindi ha domandato garanzie in merito a sicurezza e sanità. Anche in questo centro sarà assicurato un servizio di accoglienza ed assistenza per tutte le ventiquattro ore attraverso esperti operatori della cooperativa Labirinto. L'amministrazione si dice «certa che i cagliesi daranno anche in questa occasione dimostrazione della loro rinomata solidarietà e del loro grande senso di accoglienza. Ricordiamo che queste persone sono dei rifugiati richiedenti asilo, quindi cittadini costretti a scappare dalla propria patria e da zone di guerra per poter sopravvivere». La Prefettura ha indetto una gara d appalto per trovare operatori che possano accogliere i profughi. Ogni giorno riceveranno 35 euro per ogni richiedente asilo. Il limite massimo per il territorio è fissato a 280. Mamma Tiziana in Senato «La cura Stamina funziona» IL CASO «Non siamo dei visionari: mio figlio è migliorato» dopo le infusioni di cellule staminali con metodo Stamina. A dirlo è stata Tiziana Massaro, segretaria del Movimento Vite sospese e mamma di Federico Mezzina, bimbo affetto dal morbo di Krabbe in cura agli Spedali Civili di Brescia, ascoltata ieri in audizione commissionesanità del Senato. Il caso di Federico ha fatto scuola dopo l ordinanza del Tribunale di Pesaro che imponeva agli Spedali di Brescia di continuare le infusioni col metodo Stamina «Io - ha specificato Tiziana - non mi sento un genitore disperato, perché ho grande fede. Ringrazio Stamina perchè ci ha fatto conoscere altre famiglie e ha dato una svolta alla vita nostro figlio. Prima del ricorso ci eravamo documentati e abbiamo visto certificati cheattestavano miglioramenti sui primi pazienti trattati. Le cartelle cliniche, infatti, LA MADRE DI FEDERICO IN AUDIZIONE «NON C È STATA VOLONTÀ DI ANALIZZARE SCIENTIFICAMENTE I MIGLIORAMENTI» all'inizio registravano anche i miglioramenti, ma dopo l'interventodell'aifa si sono limitatiaregistrare che noncifossero effetti collaterali. E questi comunque non si sono verificati, quindi mi chiedo di quali effetti collaterali si è parlato e su chi. Noi abbiamo la legge dalla nostra parte, le ordinanze dei giudici, io personalmente ho dovuto fare 8 ricorsi per 8 infusioni e me lo sono potuto permettere perché sono un avvocato, ma altre famiglie sono rimaste indietro. Federico ha avuto un notevole miglioramento psico-fisico, a livello di tono muscolare, deglutizione, respirazione». «Certo, siamo disponibili per qualsiasi trial clinico, ma abbiamo contattato Olanda, Israele, Usa e anche i migliori esperti italiani: non ci sono opzioni che vadano bene per mio figlio. Stamina gli consente di avere una più lunga aspettativa e una migliore qualità di vita. Ma questi bambini non sono stati analizzati da chi di dovere: li filmino per 24 ore, gli facciano tuttigli esami strumentali: invece, non c'è stata questa volontà». Infine, quanto ai costi, «Brescia dice di aver speso 1,4 milioni di euro, ma solo un milione è servito per le spese legali. In realtà il costo è di circa euro a infusione».

8 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: 40 Marche Giovedì 10 Luglio 2014 Autostrada terza corsia completa entro il 2016 MOBILITÀ ANCONA Sarà pronta entro il 2015 la terza corsia dell'a14 da Rimini Norda Porto Sant'Elpidio, escluso il tratto Ancona Nord-Ancona sud, dove i lavori saranno ultimati entro i primi sei mesi del La conferma ieri in una incontro stampaadancona, incuiil governatore Gian Mario Spacca, l'assessore Paola Giorgi e il direttore dei Progetti infrastrutturali di Autostrade per l'italiagennarinotozzi hanno fatto il punto sugli investimenti della società per la riforestazione nel tratto interessato: 60 interventi in 19 comuni, per circa 420 ettari di verde aggiuntivo, che saranno in grado di assorbire da 11 mila a 27 mila tonnellate di CO2. Ad oggi, Autostrade per l'italia sta investendo nelle Marche circa 2 miliardi di euro e ha già aperto al traffico 90 km di terza corsia su un totale di circa 126 km, con un anticipo medio di 6 mesi. Da Bologna a Senigallia è possibile percorrere a tre corsie tutti i 195 km del tratto autostradale. Spacca: «Siamo quindi grati a Società Autostrade che in questo periodo difficile ci permette di migliorare ulteriormente la rete infrastrutturale del territorio, decisiva per le Marche che sono la regione più manifatturiera d'italia». Con la Regione, Autostrade per l'italia ha predisposto un piano di riforestazione con piante autoctone, per l'assorbimento di carbonio, in linea con gli obiettivi del piano nazionale di riduzione di gas serra e del protocollo di Kyoto. La superficie forestale regionale verrà ampliata, privilegiando il recupero diterritori abbandonati e la protezione dai rischi di dissesto. Il piano prevede 60 interventi distribuiti in 19 comuni, per complessivi 420 ettari. Consentirà nel complesso un potenziale assorbimento di CO2 variabile nel tempo da circa 11 mila a circa 27 mila tonnellate, sarà finanziato da Autostrade per l'italia e realizzato a cura degli enti territoriali interessati sulla base di convenzioni. I comuni interessati dal piano di riforestazione sono: Agugliano, Ancona, Appignano, Castelfidardo, Fabriano, Fano, Fermo, Gabicce Mare, Macerata, Maiolati Spontini, Monterubbiano, Morro d'alba, Osimo, Porto Recanati, Porto San Giorgio, San Marcello, Sant'Elpidio a Mare, Senigallia, Ussita È coinvolta, inoltre, la Comunità Montana Esino-Frasassi. Il deputato Pd Luciano Agostini «Il Pd sfidi Marche 2020» Agostini incalza Comi `Il deputato: «Spacca ha chiarito lo scenario Tocca a noi: idee e Primarie» VERSO LE REGIONALI ANCONA «Il Pd non si faccia dettare la linea da Marche 2020, costruisca subito un progetto politico alternativo e il percorso per le Primarie». Il deputato Luciano Agostini invita il segretario Pd Comi ad accelerare il passo dopo l'iniziativa di sabato scorso allamole di Ancona dell'associazione politico-culturale guidata dal presidente del Consiglio regionale, Vittoriano Solazzi, e dal governatore, Gian Mario Spacca. I due nel corso della mattinata dedicata alla Macroregione hanno fatto capire chiaramente che Marche 2020 è pronta a trasformarsiin un progettopolitico. CosìAgostini replica: «Noncondivido nel merito, ma apprezzo la chiarezza con cui il presidente Spacca ha fatto luce sul futuro di Marche In tanti e da molto tempo, avevamo avuto il sospetto che essa corrispondesse ad un progetto politico che dovesse spiccare il volo in vista delle elezioni regionali del 2015». Il pallino a questo punto, per il parlamentare ascolano, è in mano ai Democratici e Comi. «Il Pd trovi il coraggio di sfidare Marche 2020 sul piano della costruzione di un progetto politico diverso». Da dove partire? Obiettivi di fine mandato su temi come lavoro, sviluppo, sanità, infrastrutture materiali ed immateriali, nuovo assetto territoriale dopo il superamento delle province e percorso per le Primarie. «La priorità - afferma il deputato - è concludere una deludente legislatura, indicandocon chiarezza il percorso e la data delle primarie, oppure il rischio sarà quello di un Pd che reciterà un ruolo subalterno e scivolerà lentamente verso una possibile sconfitta elettorale». Primarie, è il punto su cui più di ogni altro Agostini, suo oppositore al tempo del congresso, pungola Comi che invece non ha nascosto dipreferire la via unitaria, alla strada della consultazione popolare che non è «la cura di tutti i mali». Ma dopo sabato il segretario prova ad accelerare sul programma, lanciando la campagna di ascolto sui territori "Insieme verso il cambiamento. Dodici appuntamenti - recita il volantino - in tutte le province, che si svolgeranno in questi mesi estivi per fare un resoconto della INTANTO SI MUOVE BUSILACCHI VIA AGLI INCONTRI «SOLO UN RENDICONTO» MA È ACCOMPAGNATO DALLA MAIOLINI IX legislatura e ricevere proposte ed opinioni dai cittadini utili alla costruzione del programma per le Regionali del 2015». Intantosi muove Gianluca Busilacchi, che oggi alle 18 sarà ad Ancona, alla Palombella, per incontrare il II e V circolo della città. Quello del consigliere anconetano, presidente della commissione Sanità, è uno dei nomi di possibili candidati a governatore che circola con maggiore insistenza. MaBusilacchitienea precisare che gli incontri non sono una manovra pre elettorale. «Si tratta - sottolinea il consigliere - di una campagna che ho cominciato due anni fa per rendere conto della mia attività consiliare e che mi ha portato ad incontrare tutti i circoli delle province. Me ne mancavano quattro, tre di Ancona e Monte San Vito, che concluderò entro luglio, proprio per non sovrappormi al dibattito sulle Regionali». Eppure l'occasione, con la presenza all'appuntamento di oggi del segretario provinciale Eliana Maiolini e di quello comunale Pierfrancesco Benadduci, fa pensare che il tema Regionali non resterà sullo sfondo. «Non escludo che ci sia qualcuno che faccia domande al riguardo - conferma Busilacchi -. Inognuno dei mieiincontri si sonoaffrontatitemi legatiall'attualità, ma sono due anni che mi muovo sul territorio e le Regionali non c'entrano». Agnese Carnevali Laboratori di analisi a rischio collasso `Agli sgoccioli i fondi per le strutture private convenzionate L ALLARME CREDITO ANCONA Il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, ha incontrato i sindacati aziendali di Banca Marche, Medioleasing e Cassa di Risparmio di Loreto (Fisac Cgil, Fabi, Fiba Cisl, Uilca Uil e Dircredito) per illustrare l'esito del colloquio avvenuto lo scorso4 luglio con il governatore Bankitalia, Ignazio Visco e del quale aveva riferito ieri in consiglio regionale. Le rappresentanze sindacali, fa sapere un comunicato, hanno espresso piena collaborazione con l'istituzione regionale per salvaguardare ANCONA Laboratorianalisi al collasso. A fine luglio finiranno i soldi trasferiti dalla Regione per l'erogazione dei servizi convenzionati. C'è il rischio di sospensione del servizio o dell' apertura di liste di attesa. L'allarme è stato lanciato ieri dalle tre sigle sindacali dei professionisti, Federbiologi, Federlab e Anisap, che chiedono un intervento immediato della Regione prima che arrivi il peggio. E il peggio potrebbe significare disagi e rischi seri per la salute dei pazienti. La questione è squisitamente economica: il budget assicurato dalla Regione per erogare i servizi a prezzi identici alle strutture pubbliche e garantire le esenzioni a chi ne ha diritto è di 7 milioni annui. Le prestazioniaregime convenzionato erogate dai laboratori nel 2013 hanno raggiunto i 12,5 milioni. E i soldi in cassa si esauriranno proprio nel mese di luglio. Quali le conseguenze? Le 50 strutture marchigiane che erogano prestazioni ai cittadini secondo il tariffario della Regione potrebbero a brevissimo rifiutarle o creare delle liste di attesa, conricadutepesantiper inumerosi pazienti con gravi patologie, ad esempio quelle tumorali. Esplode Nicola Marchionni di Federlab: "la misura è davvero colma. La Regione mantiene un buon servizio e presenza sul territorio con il fondamentale contributo dei laboratori analisi. Nell'areadel Picenoe delsanbenedettese, un nostro collasso per mancanza di fondi manderebbe immediatamente in tilt le strutture pubbliche". A supporto delle loro posizioni i sindacati snocciolano i numeri. I laboratori analisi convenzionati assolvono ogni anno a 6,7 milioni di prestazioni per circa 500 mila utenti. Il servizio sanitario ne assicura, con difficoltà, 15,7 milioni (dati regionali relativi agli anni ). Dario Arcagni di Anisap ricorda che «Il Tar Marche ha già definito la nostra attività servizio pubblico essenziale", mentre Stefania Gaspari, di Federebiologi, esorta la Regione: "non è credibile che i responsabili del servizio sanitario regionale vogliano privare i cittadini esenti (perché anziani o in serie difficoltà economiche), della libera scelta di rivolgersi ai laboratori convenzionati. È una questione di equità nell'accesso ai servizi». Per Elena Fioroni di Federlab, «andrebbe semplicemente riconosciuto il servizio che facciamo sul territorio. Anche perché esso è soggettoagli stessi controlli da parte pubblica e deve garantire gli stessi standard di qualità». A. Car. Sono 50 in regione i laboratori analisi convenzionati Incontro Spacca-sindacati «BdM, soluzione entro l anno» Banca delle Marche, istituto bancario ritenuto di fondamentale importanza per l'economia marchigiana. «Si è ribadito - si legge - che Banca Marche è riuscita a proseguire la propria attività perchè non è venuto meno il rapporto di fiducia con la comunità marchigiana alimentato anche dall'impegno dei lavoratori dell'istituto». «È necessarioora favorire ogni condizioneaffinché, entro la fine dell'anno, ci sia una risoluzione della crisi di BdM, con la partecipazione di imprenditori, fondi, banche, interessati al processo di ricapitalizzazione della banca, istituto di riferimento dell'80% delle imprese regionali».

9 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: Pesaro Giovedì 10 Luglio 2014 Poliziotta si spara in ufficio Choc in Questura: imprevedibile `La donna è arrivata prima dell orario Nessuno ha udito il colpo IL DRAMMA Si è sparata nel suo ufficio della Questura con la pistola d ordinanza lasciando una famiglia distrutta dal dolore e colleghi di lavoro letteralmente «sconvolti» per un gesto terribile e imprevedibile. Ieri mattina l assistente capo Maria RosariaCarusosiètoltalavita pocoprima di iniziare il turno di servizio. Lavorava per la Polizia di Stato da più di 15 anni. La donna, 47 anni nata a Benevento ma da tanto tempo residente a Fano con il marito (ex poliziotto ora in congedo) e la figlia, siè sparata uncolpoall tempia con una Beretta 92SB. Come tutti i giorni ieri aveva preso servizio alla Questura di Pesaro: il suo turno era Ma era arrivata in anticipo. Non i soliti 10 minuti ma quasi un ora prima, intorno alle 7. Strano certo, ma nulla che potesse Si rompe un tubo, appartamenti allagati A PANTANO far presagire quanto da lì a poco sarebbe successo. Un saluto al piantone di turno. Come sempre. E poi ha salito le scale dello stabile di via Giordano Bruno e si è fermata al secondo piano dove si trova la Divisione Anticrimine della Questura, sezione alla quale era assegnata. Si è diretta verso il suo armadietto, dove teneva la divisa e, custoditain un comparto protetto, la pistola d ordinanza probabilmente perché riteneva pericoloso portarsela a casa. Ha preso l arma e poi si è chiusa a chiave dentro il suo ufficio. Non si sa quanto sia rimasta seduta da sola dentro la stanza, prima di esplodersi un colpo alla tempia. Nessuno ha sentito nulla. A quell ora gli uffici al secondo piano della Questura sono semideserti. E lei lo sapeva. Ecco perché si è presentata con così largo anticipo. A scoprire per prima il corpo senza vita è stata una collega. La compagna distanzache trovando chiusa la porta dell ufficio che condividevano, si è subito preoccupata. Ha chiamato altri poliziotti ed insieme hanno forzato la serratura. Poi la tragica scoperta. Quella di ieri è stata una mattinata surreale per gli abitanti di via Lanza, in particolare per i condomini del civico numero 56. Intorno alle ore 11, infatti, si è verificata una rottura di un tubo dell acqua proprio davanti alla palazzina. «Abbiamo sentito prima un forte boato, con alcuni sassi e pezzi di asfalto volati in aria, poi ci siamo visti arrivare addosso una cascata d acqua immensa racconta la figlia della signora Consani che ha colpito la facciata del nostro palazzo». Prima lo spavento poi la frenetica corsa ad allertare vigili del fuoco ed i tecnici dell Aspes. «Abbiamo atteso più di un ora tuona il signor Gori possibile che nessuno si sia reso conto della gravità della situazione e dei danni che avrebbe potuto causare un getto d acqua così forte?». Molta incredulità anche tra la folla che si è fermata attratta dall incredibile scena. Chi giungeva dalla vicina via Giolitti poteva sentire un rumore simile ad una cascata, solo che la direzione dell acqua era al contrario: dal basso verso l alto e con il forte getto a colpire soprattutto porte e finestre. A farne le spese gli appartamenti delle famiglie Consani, Gori e Traversini. Quest ultima la più colpita dal getto dell acqua, infiltratasi tra le fessure delle finestre e della porta cheapre suunterrazzino. Inpratica tutto l appartamento è stato invaso da cinque centimetri, o forse più, d acqua. Ma la conta dei danni dovrà essere fatta nelle prossime ore anche dalle altre famiglie. Franco Crescentini NON HA LASCIATO ALCUN MESSAGGIO INSPIEGABILI PER ORA LE CAUSE DEL GESTO ACCERTAMENTI SULLE ULTIME ORE Sopra Maria Rosaria Caruso l assistente capo che si è uccisa ieri mattina nel suo ufficio A sinistra la Questura e a destra l uscita del mezzo delle onoranze funebri A nulla è servita la telefonata disperata alla Croce Rossa. Maria Rosaria è morta sul colpo. Restano solo le lacrime e la rabbia per un gesto che nessuno dei suoi colleghi è riuscito a spiegarsi. Problemi familiari? Di salute? Nessuno sa darsi una risposta. E lei non ha lasciato lettere o biglietti che possano orientare chi le stava vicino. Né i suoi familiari, nè i suoi colleghi, né il suo dirigente Natalina Baiocchi, né il questore Felice La Gala, immediatamente rientrato da un impegno fuori città non appena appresa la drammatica notizia proprio per stare vicino ai suoi uomini, increduli e sotto choc. Sul posto il sostituto procuratore Giovanni Narbone che sta raccogliendo elementi sulle ultime ore della donna. Ieri fuori dalla Questura per tutta la giornata si sono formati capannelli di agenti di polizia sconvolti chesi confrontavanosuquantoaccaduto. Ricordavano la loro Maria Rosaria Caruso come una persona «riservata» ma anche «gentile», «disponibile» e «attenta sul lavoro». La ricorda così anche la Questura in una nota ufficiale diramata ieri dopo la tragedia. «Alle circa un Assistente Capo della Polizia di Stato di 47 anni, originaria della provincia di Benevento e da molti anni in forza alla divisione Anticrimine della Questura di Pesaro e Urbino, si è tolta la vita all interno del proprio ufficio, esplodendosi un colpo pistola alla tempia, con l armad ordinanza - silegge nella nota - il cadavere veniva rinvenuto da alcuni colleghi, sopraggiuntipocodopo. Sono incorso accertamenti finalizzati ad individuare le motivazioni del tragico gesto della dipendente, persona estremamente, seria e molto stimata dai superiori e dai colleghi perle propriedotiumane eprofessionali». Il getto d acqua, causato dalla rottura di una conduttura, che ha allagato alcuni appartamenti di via Lanza L accoltellamento Convalidato l arresto dei due giovani Restano in carcere i due giovani - l uno moldavo, l altro napoletano - accusati di tentato omicidio per l accoltellamento avvenuto sabato notte sul lungomare Trieste dove è rimasto ferito il 35enne pesarese Marco Sorbini. Davanti al gip che ha convalidato l arresto dei carabinieri ol moldavo ha ammesso di essere il possessore del coltello mentre il napoletano si è contraddetto, dando una versione in contrasto con le decine di testimonianze raccolte. Il cordoglio dei sindaci di Pesaro e Fano LE REAZIONI 41 Una comunità sconvolta da un evento drammatico che si è consumato nel cuore della città alle prime luci del mattino. Pesaro ieri si è svegliata avvolta nel dolore per il terribile gesto con cui la poliziotta Maria Rosaria Caruso si è tolta la vita. Nel suo ufficio in Questura. A pochi passi da quello delsindacomatteoricciin Municipio. Il primo cittadino non può che unirsi al cordoglio di tutta la città. «Apprendiamo con sgomento questa terribile notizia che ci lascia letteralmente sconvolti - spiega Matteo Ricci - A nome mio, dell amministrazione comunale e di tutta la comunità pesarese che rappresento non posso che esprimere profondo cordoglio alla famiglia, ai parenti e agli amici dell agente di Polizia. Ci stringiamo inoltre nel dolore che in questo momento stanno provando tutti gli appartenenti alle Forze dell Ordine, a cominciare proprio dagli agenti della Polizia di Stato». Ma se Pesaro era la città dove la poliziotta lavorava, Fano era il luogo dove aveva scelto di vivere insieme alla propria famiglia una volta che aveva deciso di lasciare la sua terra d origine: Benevento. «Un fatto terribile che ci addolora profondamente - commenta il sindaco di Fano Massimo Seri - Restiamo ancora increduli di fronte a quanto accaduto. L amministrazione attonita esprime le proprie condoglianze alla famiglia della vittima, ai parenti e agli altri servitori dello Stato che quotidianamente operano per garantire la nostra sicurezza». Lutto anche in viale Gramsci. Dove il vicepresidente della Provincia, nonché commissario in pectore dell ente, MassimoGaluzzi haappreso la notizia solo qualche ora dopo il fatto. «Un evento tragico che ha sconvolto non solo il sottoscritto ma l intera comunità provinciale - commenta il vicepresidente Galuzzi - In questo momento di profonda tristezza ai familiari della vittima giungano le nostre più sentite condoglianze». Nessun commento ufficiale da Questura e Prefettura. E ancora troppo presto per commentare avvenimenti così tragici. E quando il dolore è troppo forte meglio lasciare spazio al silenzio. Lu.Fa. Rubrica di Gare, Aste, Appalti e Sentenze AnconaTel Fax Lecce Tel Fax Milano Tel Fax Napoli Tel Fax Roma Tel Fax

10 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: Pesaro Urbino Giovedì 10 Luglio La crisi dell edilizia persi duemila posti `Perlini presidente dei Costruttori chiede interventi urgenti CONFINDUSTRIA Perdite di posti di lavoro e scomparsa di imprese, in un contesto in cui la domanda del residenziale è quasi azzerata. Costanzo Perlini, presidente Costruttori di Confindustria, scatta la fotografia di un settore che ha bisogno di «interventi urgenti, che restituiscano forza e credibilità alle imprese edili, la cui crisi profonda traina quella degli altri settori dell economia pesarese, in una sorta di effetto domino». Del resto i numeri parlano chiaro: dall inizio della crisi, nella nostra provincia, l edilizia ha perso quasi il 30% delle imprese iscritte alla Cassa Edile (erano nell anno contro le 670 nel 2012/2013; allargando il quadro a tutte le imprese edili certificate dall Istat, a giugno 2008 erano (di cui artigiane) e cinque anni dopo (di cui artigiane). «I riflessi sul piano occupazionale ha sottolineato Perlini sono pesantissimi: posti di lavoro persi dal 2008 al 2013 solo tra le aziende iscritte alla cassa edile (4.830 contro 3.059), che diventano più di 2000 considerando l intera forza del settore a livello provinciale (da oltre occupati nel 2008 a nel 2014)». Lo scenario è tetro perché Perlini ammette «una grande sofferenza, senza prospettive» perchè «c è un lievissimo segnale di inversione di tendenza». L orientamento è «di lavorare soprattutto nella riqualificazione del patrimonio esistente». Il mercato immobiliare vede «una NUOVO RESIDENZIALE FERMO, UN AIUTO DALLE RISTRUTTURAZIONI SI SPERA NELL EDILIZIA SCOLASTICA E NEI LAVORI COMPLEMENTARI DELL A14 prevalenza di ristrutturazioni legate agli incentivi dell ecobonus, ma non può bastare perché il nuovo è quasi fermo. Questo anche per un credito che non viene dato alle famiglie se non con garanzie certe». C è però una prospettiva interessante. «I lavori complementari dell A14avranno una ricaduta importante per l indotto». Non solo. Se il patto di stabilità blocca i pagamenti allora agli enti pubblici Perlini chiede «sempre nel rispetto delle regole che le imprese edili pesaresi possano avere un sostegno da parte delle amministrazioni locali, attraverso l assegnazione di lavori per piccoli importi». Un ruolo determinante l avranno dunque i fondi destinati all edilizia scolastica, circa 6 milioni fino al 2015 per 56 interventi e 9 milioni per il decreto 6000 campanili con lavori nei comuni dell entroterra. «I dati ci dicono che siamo tornati al 67 per numero di imprese e ore lavorate, ma l edilizia è già arrivata al picco più basso della crisi, possiamo risalire». Luigi Benelli Costanzo Perlini presidente dei Costruttori Pesaro A fuoco la tv, madre e figlio intossicati `Paura nel centro storico di Pesaro per un incendio divampato nella zona di via Passeri, a due passi dalla Biblioteca San Giovanni. La scintilla sarebbe divampata da un vecchio televisore, causata da un corto circuito con le fiamme, ma soprattutto il fumo, che hanno rapidamente invaso il piccolo appartamento. Immediato l allarme e l intervento dei vigili del fuoco e degli agenti della polizia municipale, tanto per mettere in sicurezza madre e figlio che abitano nell appartamento, quanto per evitare che le fiamme potessero propagarsi alla vicina biblioteca. Ingenti i danni alla casa con tv e mobile distrutti e muri anneriti, ma per fortuna non ci sono state conseguenze gravi per i due coppia, anche se sono stati precauzionalmente portati all ospedale San Salvatore di Pesaro per le analisi necessarie per lo stato di leggera intossicazione di fumo. Il rogo non ha raggiunto i locali della biblioteca San Giovanni. Metalli Plastificati Provincia «meravigliata» `Replica al Comune «Non si può mettere in dubbio il nostro operato» FOSSOMBRONE Metalli Plastificati, ormai è un tutti contro tutti. Dopo il botta e rispostatral amministrazione comunale di Fossombrone e l azienda di verniciatura, sulla decisione del Tar che ha concesso la sospensiva dell ordinanza con cui il sindaco Pelagaggia aveva vietato l inizio dell attività nello stabilimento di Calmazzo, è la Provincia a intervenire in merito alle autorizzazioni rilasciate per quanto di sua competenza. Una replicaanchealleparole degli amministratori forsempronesi che avevano messo in dubbio l operato dell ente di viale Gramsci. «La meraviglia espressa dalla giunta comunale evidenziano la coordinatrice del servizio Ambiente Elisabetta Cecchini ed il responsabile del settore Inquinamento atmosferico Salvatore Circolone - appare fuori luogo, visto che nessuno dei soggetti coinvolti nei percorsi amministrativi a carattere ambientale, fra cui il Comune di Fossombrone, può ignorare che la Metalli Plastificati ha dichiarato l intenzione di avvalersi dell autorizzazione a carattere generale per le emissioni in atmosfera: tutto ciò in base a una procedura assolutamente legittima e prevista, in primis, dal legislatore stesso per determinate categorie di attività. Con spirito di leale e fattiva collaborazione verso il Comune e garantendo la doverosa trasparenza e imparzialità verso la ditta, la Provincia ha peraltro avviato un procedimento d ufficio perle verificheamministrative del caso, anche alla luce dei provvedimenti comunali che, vale la pena ricordarlo, non sono ancora stati giudicati nel merito dal Tar. Precisiamo inoltre che il servizio Ambiente non può essere chiamato in causa per dirimere incongruenze o paradossi sulla situazione urbanistica del Comune di Fossombrone. Siamo noi a esprimere meraviglia per la messa in dubbio del nostro operato». Lu.Fa. S. Bartolo, finisce nel canalone recuperato il giorno dopo PESARO E' rimasto in uno strapiombo del SanBartolo, atesta in giù, per quasi 20 ore e con una flebo di glucosio attaccata al braccio. La disavventura è capitata a un 65enne originario di Milano che ha rischiato di precipitare in un canalone a Fiorenzuola di Focara, ma è stato tratto in salvo. Le sue condizioni non sono preoccupanti. L'uomo è stato trovato ieri pomeriggio intorno alle 15, da una coppia di persone che stavano attraversando il sentiero che da Fiorenzuola porta al mare. Secondo quanto ha raccontato lui stesso, in forte stato confusionale, a chi l'ha soccorso, era arrivato a Fiorenzuola martedì sera, e si era disteso sotto alcuni alberi, all'altezza della quarta curva del sentiero, per riposarsi. Forse voleva restare lì a dormire o forse no, dato che sarebbe stato trovato dai carabinieri un biglietto con delle frasi allarmanti. L uomo indossava un giubbotto,edegli scarponcini, ed aveva un bastone da trekking e una torcia. Un'attrezzatura che potrebbe far pensare ad un'escursione notturna lungo i sentieri del San Bartolo, ma la cosa strana è che aveva consè anche una flebo diglucosio. Certo è che il 65enne se l'e vista davvero brutta. Poco dopo essersi appoggiato sotto gli alberi del percorso, sarebbe scivolato verso una scarpata, con la testa rivolta in direzione mare. Il suo corpo, a quanto hanno riferito i primi soccorritori del posto, stava scivolando sempre più in basso, frenato in parte dalla vegetazione. Se fosse passata qualche altra ora rischiava di finire in un burrone. Sul posto per soccorrere l'uomo, che inizialmente sembrava morto, sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri e il 118, che lo ha trasportato in ospedale per le cure mediche. Pare che il 65enne si lamentasse, al momento del ritrovamento, per un dolore al braccio. Le sue condizioni, comunque, sono risultate discrete.

11 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: 44 Fano IL LATITANTE CATTURATO DAI CARABINIERI GRAZIE ALLA COLLABORAZIONE CON LA POLIZIA ROMENA SI ERA RIFUGIATO DAI NONNI PER POI SPOSTARSI IN FRANCIA Fax: Il maresciallo Alfonso Bubici, il colonnello Antonio Sommese e il maresciallo Mauro Amati Voleva uccidere l anziana dopo averla sequestrata `Il rapinatore in fuga arrestato in Romania: colpo per troppi debiti L OPERAZIONE Per tutti era il pollo. A dispetto della sua stazza e del suo aspetto rude, Ionut Marcel Dorca, rumeno di 24 anni, quel soprannome ormai lo portava appiccicato addosso. La sua dipendenza patologica dal gioco e in particolare dalle slot machine lo aveva portato sul lastrico. Valentin (cosìsi facevachiamare) perdeva sempre e ogni volta ci lasciava le penne, come un pollo appunto. Muratore, con un carattere difficile e la mano un po troppo lunga (quattro anni fa dopo un furto il prefetto di Roma lo aveva allontanato perché persona sgradita), è stato arrestato in un paese di montagna della Romania, a Coltrea Maramures. Si era rifugiato dai nonni, con l intento poi di spostarsi in Francia, a Parigi. A rintracciarlo dopo aver sequestrato e rapinato il 27 giugno un ottantenne di Fano e dopo 11 giorni di latitanza, è stata la polizia rumena che ha lavorato in collaborazione con i carabinieri della Compagnia di Fano, titolari delle indagini. I dettagli dell operazione internazionale, frutto di un grande lavoro dei militari del capitano Alfonso Falcucci, sono stati resi noti ieri mattina dal colonnello Antonio Sommese del comando provinciale e dai marescialli Alfonso Bubici emauroamatidel Nucleooperativo e radiomobile di Fano. Valentin era arrivato a Fano alla metà di giugno per lavorare. La ristrutturazione di un appartamento di proprietà di Paola Antonioni, 80 anni, tra l altro vedova di un maresciallo dei carabinieri, è stata l occasione che quel ragazzo senza scrupoli aspettava. In costante bisogno di denaro, era riuscito a conquistarsi la fiducia della signora e a farsi ospitare nella stessa palazzina dove lavorava e viveva, al piano superiore, anche la pensionata. Così, per dieci giorni Valentin ha potuto studiare gli orari e gli spostamenti IL MURATORE DIPENDENTE DAL GIOCO E DALLE SLOT AVEVA UN BISOGNO COSTANTE DI SOLDI della pensionata. Di notte la signorarestava sola, edè propriodi notte che è entrato in azione. Un piano premeditato visto che nel momento in cui ha legato la signora e l ha costretta ad andare nel piano sottostante, il pollo aveva già pronta la valigia per la fuga. Una fuga con bottino e con ostaggio. Infatti, dopo essersi fatto consegnare i gioielli e 5000 euro, il rumeno ha caricato a forza Paola Antonioni sulla sua Clio (per evitare che desse subito l allarme) e si è messo in viaggio verso Ardea, in provincia di Roma, dove abitano parenti e amici. Un viaggio allucinante di 5 ore in cui l 80enne ha pensato il peggio. In effetti, gli inquirenti non escludono la possibilità che Valentin avesse intenzione di ucciderla una volta allontanatosi da Fano. Qualcosa, poi, deve avergli fatto cambiareideavistoche haabbandonato l ostaggio nella stessa sua auto pervolatilizzarsinel nulla. Lapensionata, all alba si è fatta coraggio e ha chiesto aiuto a un barista che apriva il locale. Da lì, è scattato l allarme e le ricerche. Adesso Valentin resta in carcere in attesa dell estradizione. Per lui le accuse sono di rapina e sequestro di persona aggravati. Della refurtiva è stata recuperata solo una parte dei soldi. Emy Indini Topo morde una bimba al giardino dei Passeggi `Furioso il padre «Una cosa indegna Episodio inaccettabile» IL CASO LO SCHIANTO La rampa d'accesso al ponte delle barche si conferma una trappola per ciclisti. Ieri intorno alle una conosciuta sindacalista dei dipendenti comunali è stata investita da una macchina in via Fratelli Zuccari, nella zona delle Brecce, riportando serie fratture a una gamba. Ricoverata nell'ospedale Santa Croce di Fano, dovrà essere operata. Stranezza del destino, la donna ferita è stata testimone di un analogo incidente, alcuni anni fa ma nello stesso punto. Quella volta finirono a terra un ciclista e il suo figlioletto, che riportarono a loro volta fratture e ferite. Alla rampa d'acceso in via Fratelli Unabambinadinove annièstata morsicata ad un dito del piede da una pantegana, un grosso topodi fogna, mentre giocava con altre due amichette nel parco urbano dei Passeggi, sotto gli occhi attenti delle loro mamme. La piccola è quindistataportatadi corsaalvicino ospedale fanese e curata dal personale del pronto soccorso. Dovrà sottoporsi ad una nuova visita fra un paio di settimane, per escludere strascichi del morso, come un'eventuale infezionebatterica. L'attacco della pantegana, che ha suscitato notevole preoccupazione, è stato segnalato nella giornata di ieri dal sito FanoInforma, dove il padre della bambina ha espresso tutto il proprio fastidio per lo stato dei Passeggi: «Una cosa indegna, episodi del genere non sono accettabili». Nonostante alcuni recenti interventi e il ripristino della guardiania, che hanno recuperatoevidenti episodi di incuria se non di degrado, resta ancora del lavoro da fare. Ai Passeggi come in altre zone della città, per esempio alla darsena Borghese o sulla stessa linea d'acqua rappresentata dal canale Albani. Lì le pantegane si sono fatte un po' troppo numerose, tanto da essere segnalate di continuo nelle vicinanze delle case. Il morso del topo espone al rischio di infezioni, cui si pone rimedio con antitetanicae antibiotici. Quandole autorità sanitarie vengono a conoscenza di un simile episodio, di solito dispongono un sopralluogo per verificare lo stato della zona in cui è avvenuto l'attacco, poi spetta all'amministrazione comunale disporre l'eventuale campagna di disinfestazione per mantenere sotto controllo la popolazione dei ratti, che tende a crescere a dismisura e con estrema rapidità. Una buona precauzione, per non attirare delle creature voraci come i topi e i ratti, è evitare di abbandonare cibo od altri rfiuti. Il giardino dei Passeggi Ennesimo incidente sulla rampa Ciclista si frattura una gamba Zuccari si crea una condizione di conflitto, assai pericolosa, tra i ciclisti diretti verso il kartodromo e le automobili dirette al ponte delle Barche: le due direzioni si intersecano e gli scontri evitati per un soffio sono all'ordine del giorno in estate, quando in traffico è più intenso per la presenza di bagnanti.ieri,però, lo scontro c'è stato. Sul posto l'ambulanza del 118 e la polizia municipale. Un paio d'ore più tardi è stato bloccato il traffico sull'adriatica, sull'altro lato del cavalca-ferrovia, per consentire il passaggio del Giro Rosa. A Colombarone di Pesaro una ciclista è caduta in corrispondenza di una strettoia ed è stata trasportata in ospedale per accertamenti. Nulla di grave, a quanto sembra. Giovedì 10 Luglio 2014 La giunta approva la manovra di bilancio COMUNE Agendo su Tasi e Imu la nuova giunta di Fano ha riportato in equilibrio i conti del bilancio 2014, che partivano da una sofferenza di 2 milioni e euro. Sono previste detrazioni per le fasce sociali più fragili. La manovra locale è stata approvata ieri, di conseguenza il consiglio comunale potrà votarla entro la fine del mese. «Abbiamo cercato di dare risposte adeguate sia ai sindacati, per quanto riguarda le famiglie in difficoltà, sia alle associazioni di categoria per la richiesta di non accentuare troppo la pressione sulle imprese», ha detto l'assessore Carla Cecchetelli. La Tasi, la nuova tassa, sarà applicata con un'aliquota del 2.5 per mille sulla prima casa, mentre ne saranno esclusi gli altri immobili (seconde case, capannoni, uffici, negozi). In questo secondo caso, però, l'imu è stata aumentata fino al massimo consentito del 10.6 per mille. Completano il quadro alcune economie nei diversi settori, che «pure a fatica» permettono anche detrazioni pari a euro per fasce di reddito Isee fino a euro. Un sospiro di sollievo per quanto riguarda il patto di stabilità. Il disequilibrio si è ridotto di euro (ora la soglia è calata a 2 milioni e euro) perché per la stessa cifra è stato acquistato un negozio ai Gabuccini, uno dei beni messi a bando dalla precedente giunta per fare cassa. Il bilancio è stato approvato dopo tre riunioni in nemmeno 24 ore, compreso il confronto con la maggioranza. I sindacati, ha spiegato Fausto Artibani di Cgil, hanno chiesto «la massima attenzione possibile alle categorie fragili». Ieri mattina hanno parlato le associazioni di categoria, che con una nota congiunta hanno condiviso la decisione sull'imu: la Tasi avrebbe penalizzato in particolare artigiani e commercianti. Piace l'impegno per un piano sul rilancio dell'economia locale, si chiede inoltre di abolire l'imposta di soggiorno oppure di riservarla solo per iniziative o interventi utili al settore. Osvaldo Scatassi

12 -MSGR - 14 PESARO /07/14-N: 52 Giorno & Notte Estate Giovedì 10 Luglio 2014 Domani e fino a notte Saltara diventa il paese della musica In scena numerose band e artisti che hanno fatto dell originalità e della ricerca il loro marchio, tra i protagonisti anche L Aura Saltarua, il borgo si trasforma in palco L EVENTO INTANTO QUESTA SERA A PESARO CONCERTI IN PIAZZA AL PEDROTTI E AL CONSERVATORIO Anche se sono passati 14 anni la sua formula rimane originale e vincente. Saltarua, la rassegna artistico-musicale che si tiene ogni anno per un giorno nelcentro disaltara, proporràdomani sera come al solito una selezione di artisti improntata alla qualità e alla originalità. A partire dalle 19, organizzata dalla ProLoco, vedremo all'opera ad esempio L'Aura Abela, che si esibirà in concerto acustico al piano accompagnata dalla chitarra di Elvezio «Elvis» Fortunato. In repertorioi suoi migliori successi: da Today a Radiostar a L'Irraggiungibile. Ad aprireilconcerto sulpalcoprincipale, sarà invece il giovane artista emergente Manuel Lorenzetti, poliedrico cantautore urbinate, voce dei Carmencity, che esibirà i suoi più noti brani musicali (come Aurora, La tecnica dell'imbuto), con la chitarra acustica. Nel pre serata, tre concerti partiranno per le vie del castello dalle E più esattamente i Simantov Trio, con Gioele Sindona (violino, darbouka), Tiziano Paganelli (fisarmonica, percussioni, flauti) e Martino Colicchio (clarinetto). In programma musica klezmer e balcanica. Ed ancora «The Barbacans», una garage-rock band di Fano, composta da Pyramid Carnarelli (voce e organo farfisa), il sindaco (seconda voce e batteria), MaryMary (chitarra), Terenzio Tacchini (basso). Il gruppo si esibirà in un live energico in cui gli anni '60 si mischiano all'attitudine rock caratteristica della band. La terza proposta vedrà Stefano Gasparini (voce e chitarra) e la cantante italo-nigeriana Kitsy Kintè (seconda voce soul), proporre un repertorio di influenza prevalentemente inglese, fino a ballate all'ultimo sangue. Dalle 19 sarà possibile cenare negli stand gastronomici della Proloco coi menù tipici tradizionali e visitare la splendida Galleria degli Artisti (IV edizione) sottoi mercati copertidel centro, dove esibiranno le loro opere numerosiartisti. Intanto in attesadi domani questa sera si possono assaporare una serie di momenti musicali a Pesaro. Per i Concerti al tramonto del Conservatorio Rossini alle 19 nel cortile di Palazzo Olivieri, L'Ensemble di clarinetti (Marta Galli, Petra Guidi, Veronica Morganti, Federico Nandi, Mirko Ricci, Alex Russo e Laura Veroli e Frenkli Myrto diretti da Agide Brunelli), propone un programma su musica originali del Settecento e primo Ottocento. Alle ore 21 all'auditorium Pedrotti si terrà il concerto dell'orchestra del Conservatorio diretta dal Maestro Luca Ferrara, a conclusione dei consueti concerti finali degli studenti. In piazzale Collenuccio (ore 21), si esibirà la Moltedo Aldemaro jazz band. In piazzale della Libertà (ore 21) concertodel gruppo Taradù. Claudio Salvi A sinistra la cantante L Aura Abela Sopra, il cantautore urbinate Manuel Lorenzetti Dalla «Cira» prende il via un ironica rassegna su popolari personaggi Notturne irriverenze «Il grugnito della specie» mette i vip alla berlina PESARO Inizia questa sera dalla Cira, l'irriverente e ironica rassegna Il grugnito della specie, ideata dall'eclettico attore e regista Federico Paino (nella foto), che per quattro serate ci proporrà alcuni singolari personaggi del jet-set italiano, ma non solo, in una chiave curiosa e diversa dal solito. La dicitura che accompagna l'evento è di per sè già alquanto provocatoria: Una rassegnia di letture ke evidenzi finalmente le ecciellenze e le potenzialità del nostro paese, un igniezione di fiducia, perché cioè ce la possiamo fare, perché ci vuole che gli artisti diino l'esempio, perché tu vali, perché è tutto intorno a te. Si parte giovedì 10 luglio con Eleonora Massa che interpreta Lory Del Santo, il 17 tocca a Paino essere Emilio Fede, mentre il 24 luglio Nicolàs Toselli sarà Lapo Elkann e, per concludere in bellezza, Giulia Bocciero indosserà i panni di Valeria Marini il 31. «Voglia di leggerezza... - risponde Paino sui motivi di questa scelta - Visti con serietà sono personaggi molto comici, anche se in fondo non così tanto e anche per la mia passione per costruzioni esteticamente sensate, realizzate con materiali di scarto. Comunque tutti e 4 sono meravigliose aberrazioni, molto più interessanti di un nevrastenico qualunque». Piero Dorfles Dorfles vince il premio Frontino CULTURA URBINO Piero Dorfles è il vincitore del 33 Premio Cultura Frontino-Montefeltro per la sezione letterarianazionale, con l opera «I cento libri che rendono più ricca la nostra vita» su giudizio della giuria (il sindaco Andrea Spagna, il rettore Stefano Pivato e i docenti Gastone Mosci, Anna Teresa Ossani e Anna Tonelli). Per Cultura e Scienze, i docenti Maria Balsamo, Gian Italo Bischi, Giorgio Calcagnini, Giancarlo Polidori ed Enrico Gamba hanno premiato il Museo della Matematica di Pennabilli. Il premio Cultura marchigiana è andato a «Desiderio di verità e Nell opera di Mario Luzi, istmi, n. 33 e 34, 2014, Tracce di vita letteraria», curata da Eugenio De Signoribus, Enrico Capodaglio e Feliciano Paoli. Apprezzate anche «Libero Bigiaretti - Storie di sentimenti» di Carla Carotenutoe «Femminile plurale. Le donne scrivono le Marche» con Cristina Babino, Maria Angela Bedini, Allì Caracciolo, Alessandra Carnaroli, Elena Frontaloni, Maria Lenti, Enrica Loggi, Maria Grazie Maiorino, Franca Mancinelli, Caterina Morgantini, Renata Morresi, Natalia Paci, Anuska Pambianchi, Daniela Simoni, Eleonora Tamburrini, Lucia Tancredi e Luana Trapè. Premio speciale all opera «Bartolomeo Manzoni Borghesi- Intorno alle monete di Giovanni D Annibale Bentivoglio e del Reggimento popolare a Lui dedicate», a cura di Vittorio Bassetti e Carlo Colosimo. Un premio anche a «Collezione Gianfranco Bisiccia di San Martino del Piano su Manufatti antichi dell agricoltura e dell artigianato». La sezionepersonaggiopremia Raphael Gualazzi. Cerimonia il 26 ottobre a Montefiorentino. La Memo Montanari compie quattro anni L ANNIVERSARIO FANO Oggila MediatecaMontanari di Fano compie quattro anni. I festeggiamenti prenderanno il via alle 16,30 con l'inaugurazione della mostra dell'11 laboratorio «Passeggiate fotografiche», la bottega artigiana di fotografia a cura di Paolo Talevi e Università dei Saperi Giulio Grimaldi. Alle 17,30 prendono il via due incontri dedicati ai bambini e ai ragazzi: «Luci fili e batterie» e «Libri contro gli stereotipi». Il primo è un incontro dell associazione culturale Nexte rientra nell'ambito del programma di FuoriPaese Ilsecondo, «Libri controgli stereotipi» è invece un appuntamento dedicatoaipiùpiccolie ailorogenitori che avrà al centro il libro «Ettorel'uomo più fortedelmondo», edito dalla casa editrice Settenove di Cagli, che ha riscosso molto inte Alle 19 infine sarà il momento clou dei festeggiamenti con la torta e il brindisi a cui tutti sono invitati a partecipare. Un Convivio con le poesie di Franca Mancinelli L INCONTRO FANOSi intitola «Convivio: letture e dialoghi. Incontri filosofici in Convivio», la stimolante rassegna che inizia domani sera a Fano ai Bagni Hermes di Torrette. E il primo appuntamento è alle 20 con Franca Mancinelli, sensibile autrice di versi densi e pregni di vita. Partendo dall interrogativo: che cos è la parola poetica? la poetessa spiegherà al pubblico come nasce, che cosa raccoglie del nostro vivere e della nostra esperienza, attraversoquale lavorogiunge infine sulla pagina. Sarà una riflessione attenta attorno alla parola poetica con letture tratte da prose inedite e dalle sue due apprezzatissime opere Mala kruna (Manni 2007) e Pasta madre (Niro Aragno editore 2013) quest ultima finalista al Premio Carducci che si terrà il giorno successivo a Pietrasanta.

13 4 PRIMO PIANO GIOVEDÌ 10 LUGLIO 2014 LA CRISI DEL MATTONE CHI E CO-TITOLARE DELLA COSTRUZIONI PERLINI DI MONTECCHIO CHI RAPPRESENTA ELETTO ALL UNANIMITÀ DAI COSTRUTTORI ADERENTI A CONFINDUSTRIA «Siamo tornati indietro di cinquant anni Gli investimenti sono ai livelli del 1967» Parla Costanzo Perlini, nuovo presidente dell associazione costruttori edili SEMBRA inarrestabile l emoraggia di imprese e di posti di lavoro nel settore dell edilizia. Nel primo semestre 2014 il numero delle aziende attive ha subito un nuovo ridimensionamento (-9%), trascinando con sè altri posti di lavoro (-20%) e ore non lavorate (-19%). «Siamo in grande sofferenza e, quel che è peggio, senza prospettive. O da qui si riparte o rischiamo di non risollevarci più». Nella sua prima uscita ufficiale da quando è alla guida dell associazione dei costruttori edili aderenti a Confindustria Pesaro-Urbino, Costanzo Perlini fotografa un settore che ha bisogno di «interventi urgenti, che restituiscano forza e credibilità al comparto la cui difficoltà profonda trascina con sè l intera economia pesarese». I dati, del resto, parlano chiaro. Dal 2008 al 2013, gli anni della crisi più acuta, il comparto ha perso il 30 per cento delle unità attive a causa del crollo verticale della nuove edificazioni residenziali (-54%), dell edilizia privata non residenziale (-53%) e delle opere pubbliche (-45%) con riflessi pesanti anche sul piano occupazionale: posti di lavoro in meno tra le aziende iscritte alla cassa edile, che diventano più di 2000 considerando l intera forza del settore a livello provinciale. «Le ditte più strutturate, sembrano quindi avere lasciato sul campo più lavoratori rispetto alle piccole ragiona Perlini. E se parliamo di investimenti, è come se fossimo tornati indietro all anno 1967, quando c era la guerra del Vietnam». Il tema della liquidità, POCHE SPERANZE «L orientamento è la riqualificazione dell esistente» per le imprese edili e per i cittadini, «influenza lo stato di crisi del settore. Il decreto sblocca debiti ha rappresentato un passo in avanti, ma i pagamenti vanno avanti con estrema lentezza». Poche le speranze di miglioramento per il 2015, con previsioni negative sia nei lavori pubblici (-3%), che per le nuove costruzioni (-3%), mentre c è un lievissimo segnale di inversione di tendenza nelle ristrutturazioni (+1%) grazie all introduzione dei bonus fiscali. ECCO perchè l orientamento ribadito dal presidente dei costruttori è quello «di lavorare soprattutto nella riqualificazione dell esistente». Ma il «mini trend positivo» nelle ristrutturazioni non basta e va sostenuto soprattutto con la ripresa dei lavori pubblici. A questo proposito Perlini ha auspicato «nel rispetto delle regole eu- SITUAZIONE DIFFICILE Costanzo Perlini, sotto, è stato eletto il 5 giugno scorso, succede a Gianfranco Santilli ropee» il coinvolgimento diretto delle imprese edili pesaresi sui capitoli dell edilizia scolastica, del rischio idrogeologico e del progetto Seimila campanili. Il presidente dei costruttori ha parlato anche dei 136 milioni di euro in arrivo per le opere compensative della A14 («non portano benefici occupazionali, ma daranno ossigeno all indotto») e I NUMERI Le aziende Nel primo semestre di quest anno sono diminuite del 9%; i posti di lavoro del 20% mentre le ore non lavorate del 19% Confronti Dal 2008 al 2013 le nuove edificazioni hanno subito un crollo: sono scese del 54% e persone hanno perso il posto dell assegnazione di lavori per piccoli importi da parte delle amministrazioni pubbliche dove la normativa lo prevede. Parlando infine di riforme essenziali per l edilizia, Perlini ha auspicato una semplificazione della normativa e dei regolamenti. «Bene hanno fatto i comuni di Pesaro e di Vallefoglia ad abolire la commissione edilizia, ma il rallentamento più pesante lo registriamo durante l istruttoria. Ecco perchè chiediamo che le strutture tecniche dei comuni siano messe a disposizione delle imprese per affrontare nel più breve tempo possibile le regole che esistono». Simona Spagnoli DATI IRES DAL 2008 IL FLUSSO IN PROVINCIA E CALATO DELL 85.9% E nei cantieri la fuga degli stranieri SALDO MIGRATORIO La Cgil: «Una regione immobile, perfino nella crescita demografica» LA CRISI fa calare l arrivo di immigrati stranieri. Se dal 2003 al 2008, in questo territorio il dato sull immigrazione era sempre stato positivo e in continua crescita, dall anno in cui è iniziata la recessione economica fino ad oggi, il flusso degli stranieri nella provincia di Pesaro è calato dell 85,9%. Questo vuol dire che se nel 2008 arrivavano 100 stranieri in provincia in cerca di un occupazione, oggi a pari condizioni ne arrivano soltanto 15. Un risultato questo che ci fa ottenere in primato in tutta la regione, dove il calo ha registrato il 70%. Ad offrire questo quadro è l Ires Cgil Marche, che ha eleborato i dati istat sui bilanci demografici del Analizzando i dati delle iscrizioni anagrafiche dello scorso anno, nella nostra provincia si riscontra tra il 2008 e il 2013 il calo maggiore rispetto al resto della regione con iscrizioni in meno, di cui 2672 italiani e 3662 stranieri. Cala anche il tasso di natalità nella nostra provincia, in cinque anni del 16,3% e per la prima volta riguarda anche la popolazione straniera. Prendendo infine in considerazione il saldo migratorio nella nostra provincia, che comprende sia popolazione italiana che straniera, si vede come in tutto il territorio questo dato mostri un peggioramento, tanto che a Pesaro e Urbino da migranti registrati nel 2008 si è arrivati a 108 migranti del «La crisi economica e le sue conseguenze dichiara la Cgil ci consegnano una situazione nel 2013 di una regione immobile nella sua crescita demografica con le province alle prese con profonde trasformazioni. Il biennio rappresenta infatti uno snodo importante, una sorta di spartiacque. Una traccia del passaggio e della persistenza della crisi conclude - si ha nel saldo migratorio in peggioramento per italiani e stranieri che, scoraggiati e senza prospettive, guardano ad altre zone per trovare occupazione e risposte alle loro esigenze». Alice Muri

14 GIOVEDÌ 10 LUGLIO 2014 LA TRAGEDIA PRIMO PIANO UNA SEMPRE DISPONIBILE Persona sempre disponibile, quando le chiedevano di fare una sostituzione all ordine pubblico o da qualche altra parte perchè un collega stava male, non batteva ciglio. 5 Poliziotta si uccide dentro la Questura Nessun biglietto, lascia una figlia 13enne Un colpo alla tempia, alle 7 e 30 di ieri mattina. Abitava a Fano HA APERTO l armadietto del suo ufficio, dove teneva la divisa e la pistola d ordinanza, ha preso l arma, se l è puntata alla tempia ed ha premuto il grilletto. E morta così, poco dopo le 7 e 15 di ieri mattina, un agente, col grado di assistente capo, in forza alla Divisione Anticrimine della Questura. Aveva 47 anni, una figlia di 13 cui era affezionatissima, era sposata, abitava a Fano, dove ormai dopo tanti anni, nonostante fosse originaria della provincia di Benevento, si era fatta una larga cerchia di amicizie. La poliziotta era sola nel suo ufficio, al secondo piano della Questura, dove avrebbe preso servizio alle 8. Lei era andata al lavoro prima. Stranamente, non arrivava mai così presto. Nessuno, a quanto risulta, avrebbe sentito lo sparo, perchè in quel momento quel piano dell edificio è semideserto. Il cadavere è stato trovato da alcuni colleghi della donna, che vedendo la porta chiusa a chiave e non sentendo nessun rumore, si sono preoccupati. Hanno sfondata la porta e hanno visto quello che non avrebbero mai voluto vedere. Qualcuno ha chiamato il 118, ma per la donna non c era più nulla da fare. GLI ULTIMI ATTIMI Ha aperto l armadio dove teneva l arma e si è chiusa a chiave nel suo ufficio SGOMENTO Cerimonia funebre ancora da fissare I FUNERALI dell agente sono ancora da fissare, non è ancora chiaro se il magistrato vorrà disporre o meno l autopsia. La cerimonia funebre dovrebbe svolgersi comunque a Fano, nonostante lei fosse originaria di Benevento. Tutti i poliziotti e anche militari o agenti delle altre forze dell ordineche la conoscevano, sono rimasti ammutoliti per la tragedia. CHI la conosceva riferisce che l agente stava attraversando un periodo di forte depressione. Era dimagrita negli ultimi tempi, seria, lo sguardo sempre più triste. La Questura farà gli accertamenti del caso per capire «le motivazioni del tragico gesto della dipendente», come si legge nella nota diffusa ieri, la stessa procura ha aperto un fascicolo, e potrebbe dcecidere anche di fare l autopsia, anche se la dinamica è chiara. La Questura descrive l agente come una «persona estremamente riservata, seria e molto stimata dai superiori e dai colleghi per le proprie doti umane e professionali». La donna non avrebbe lasciato biglietti o altri messaggi per spiegare il suo gesto. I colleghi hanno cercato anche nella macchina, in casa, al momento senza trovare nulla. LA NOTIZIA ha sconvolto gli animi dei tanti colleghi della 47enne. Che ricordano com era lei. Riservata sì, ma una persona sempre disponibile, una che quando le chiedevi di fare una sostituzione all ordine pubblico o da qualche altra parte perchè un collega stava male, non batteva ciglio. Una a cui piaceva, anche, il suo lavoro, tanto che non ha mai chiesto trasferimenti in altri uffici. Ma la cosa che le piaceva di più era sua figlia. Raccontava ai colleghi delle sue attività, della sua crescita, del suo futuro. Un pensiero che evidentemente non le è bastato. Hanno vinto gli altri fantasmi. ale.maz. LA NOTA DIFFUSA DALLA POLIZIA Persona riservata, seria e molto stimata dai superiori e dai colleghi per le proprie doti umane e professionali POCO DOPO LA SCOPERTA La Questura, ieri mattina

15 GIOVEDÌ 10 LUGLIO COMPLEANNO LA MEMO COMPIE 4 ANNI OGGI la Mediateca Montanari compie quattro anni. Per l occasione tante attività divertenti per grandi e bambini: laboratori, letture, brindisi e torta. I festeggiamenti prenderanno il via alle 16,30 con l inaugurazione della mostra Passeggiate fotografiche. Questo l inizio poi altre iniziative dedicate ai bambini con alle 19 torta con brindisi. COMUNE LA DECISIONE E STATA COMUNICATA IERI ALLE ASSOCIAZIONI PRODUTTIVE Casse vuote: la giunta ha aumentato l Imu su seconde case e capannoni UN IMPRENDITORE di Marotta è scomparso da tre settimane. Si tratta di Evandro Serralegri, 55 anni, titolare della impresa di impianti di irrigazione Marotta Macchine srl, sposato con un figlio. Di lui si sono perse le tracce il 16 giugno quando ha chiamato per l ultima volta la moglie al telefono. Poi l improvviso silenzio e il cellulare divenuto irraggiungibile. La moglie di Serralegri (alto un metro e 70 circa, corporatura robusta e chioma castana) dopo qualche giorno si è presentata alla stazione di carabinieri di Marotta per denunciare il fatto. «Io so solo che l ultima volta che l ho sentito è stato il 16 giugno racconta la moglie. So che andava per lavoro a Bratislava e poi nessuno l ha più sentito. Era il giorno del mio compleanno, mi ha fatto gli auguri, mi ha mandato i fiori ed è uscito di casa. Poi la sera mi ha chiamato per rifarmi gli auguri e sapere se ero uscita a cena con l amica. Una cosa normale». Nessun particolare, nessun segno che le abbia fatto pensare che il marito potesse sparire volontariamente. «A QUESTO PUNTO sto pensando che sia successo qualcosa di brutto. Perché una persona che si Manda fiori alla moglie e poi sparisce Un imprenditore di Marotta LATI OSCURI La sua ditta andava male. Per alcuni sarebbe a Bratislava. I familiari sono disperati allontana volontariamente non si comporta così». I carabinieri non escludono nessuna pista, neppure le difficoltà economiche. Come va la ditta? «Lui non parlava molto delle sue cose prosegue la donna, un carattere chiuso. Io so che la ditta, come tante altre, non andava a gonfie vele. So che c erano dei problemi, ma secondo me nella vita tutto è risolvibile. Penso che dopo 27 anni di matrimonio, se uno vuole andare via, per IN ARRIVO i temuti rincari: l Imu sugli immobili ad uso produttivo e seconde case salirebbe dal 9,7 al 10,6 per mille, mentre la Tasi dovrebbe rimane solo sulla prima casa con una aliquote del 2,5 per mille. La decisione è stata assunta dalla giunta nel pomeriggio di ieri anche se in mattina gli aumenti sono stati comunicato ai rappresentanti delle associazioni (Confartigianato, Cna, Ali-Cia, Confcommercio, Confesercenti, Confcooperative, Associazione Albergatori, Faita-Campeggiatori).«Considerata la gravissima situazione finanziaria rappresentata dal sindaco e dagli assessori che hanno evidenziato fanno sapere le associazioni di categoria l assoluta mancanza di risorse disponibili, causata dalla mancata approvazione del bilancio e dai minori trasferimenti dello Stato, abbiamo dovuto prendere atto della decisione di portare l Imu sugli immobili ad uso produttivo e commerciale al 10,6 per mille, condividendo la lo meno deve far sapere il motivo. Poi dopo accetto. Ma io sono nel dubbio: sono preoccupata». Non sapere è la tortura peggiore che si possa infliggere ad una persona: «Mi sembra assurdo che si sia allontanato e abbia fatto una cosa del genere. A questo punto sono quasi più propensa al fatto che sia successo qualcosa di brutto. A Bratislava andava spesso, da circa un anno e mezzo. Era in procinto anche di fare dei lavori là. Io sono veramente sconvolta per questa cosa perché se è andato via volontariamente ok... Così invece è allucinante». Gli interrogativi sono tanti: «Io spero che con la notizia sul giornale qualcuno mi sappia dire qualcosa». Tiziana Petrelli scelta di caricare l aliquota tutta sulla voce Imu e di non applicare la Tasi. L applicazione della Tasi, infatti, avrebbe penalizzato gli imprenditori affittuari degli immobili produttivi e commerciali». In cambio i rappresentanti delle categoria hanno insistito per ottenere «un pacchetto di misure, sulla falsariga di quanto già fatto nella vicina Pesaro, per il rilancio dell economia, per favorire la nascita di nuove imprese e, di conseguenza, per creare nuova occupazione stabile». Le associazioni hanno chiesto che, dal 2015, «sia soppressa l imposta di soggiorno o, in subordine, sia utilizzata solamente per le iniziative dell accoglienza e per l arredo». L Amministrazione si è impegnata a dare piena attuazione al Piano Energetico Ambientale che «garantirà opportunità di lavoro alle imprese. In particolare è stata chiesta l immediata istituzione di uno Sportello Energia a costo zero, ovvero con utilizzo di personale già in forza». An. Mar. I carabinieri di Marotta hanno avviato le ricerche dell impreditore 55enne PROTESTE BAGNINI INVIPERITI CON L AMMINISTRAZIONE: «VOGLIONO SOLAMENTE FARE CASSA» Ponte Sasso in rivolta: si torna dal mare con una bella multa A PONTE SASSO sventola «bandiera nera». E quanto minacciano i bagnini per lo stato di degrado e di abbandono in cui è lasciata la zona. «Altro che Bandiera Blu». L impegno e lo sforzo per abbellire e rendere accoglienti le spiagge è vanificato dallo stato di incuria generale. A questo si aggiungono le multe a tappeto dei vigili che «hanno un unico scopo _ lamentano gli operatori balneari, fare cassa». «Da giugno, ogni domenica insiste Marco Mastrogiacomi dei bagni Alda arrivano i vigili per elevare multe. Basta un auto appena fuori posto e la contravvenzione è assicurata». «Non essendoci parcheggi, i bagnanti sono costretti a lasciare le auto lungo la strada dove, però, piovono le multe. Ma come dovrebbero fare?». Mastrogiacomi richiama l attenzione su un altra emergenza: il Rio Crinaccio privo di ogni protezione: «Da quando hanno eseguito i lavori della terza corsia l acqua del Rio Crinaccio è sempre alta, supera il metro e settanta: una situazione pericolosa». E anche per quanto riguarda la pulizia del corso d acqua, Mastrogiacomi fa notare il rimpallo di responsabilità tra Comune e Aset: «Alla fine ho provveduto personalmente, ho pagato 330 euro e ho fatto pulire». Se non finisce la «pressione» multe, i bagnini sono pronti ad organizzarsi e a presentarsi tutti insieme al comando dei vigili. «Domenica scorsa nell area davanti al mio stabilimento fa notare Davide Diotallevi dei Bagni Soleado i vigili si sono presentati tre volte: alle 9, alle 12 e alle 15. Avranno elevato più di 20 contravvenzioni».

16 14 FANO GIOVEDÌ 10 LUGLIO 2014 PADALINO Gli studenti fuori dalla scuola Arrivano un milione e 300mila euro per le scuole PARTE il Piano scuole voluto dal presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi: per l edilizia scolastica fanese in arrivo 500 mila euro per il 2014 e 860 mila per il 2015 che non andranno ad incidere sul Patto di Stabilità. Somme tutte relative al capitolo «nuove scuole» per il quale la giunta Aguzzi aveva richiesto 5 milioni di euro da destinare alla completa ristrutturazione e messa in sicurezza dell istituto Padalino. L altro ieri il primo incontro, alla luce delle notizie apparse sul sito istituzionale della Presidenza del Consiglio, tra l assessore ai Servizi educativi, Samuele Mascarin, quello ai Lavori pubblici, Marco Paolini, e i rispettivi tecnici: «Siamo in attesa delle indicazioni ha spiegato Mascarin della Ragioneria dello Stato». Nel pacchetto di provvedimenti disposto dalla Presidenza del Consiglio c erano altri due capitoli: scuole sicure per il quale la precedente Amministrazione non avrebbe presentato progetti da finanziare e scuolebelle dove le richieste di finanziamento dovevano essere avanzate dalle dirigenze scolastiche. Era nascosto in Transilvania Catturato il sequestratore E il romeno che portò ad Anzio l anziana fanese SI ERA rifugiato dai nonni, in una cittadina che si chiama Coltirea, provincia di Maramures, Transilvania, Romania. La polizia romena ha catturato lì l altra mattina Ionut Dorca, 25 anni, il romeno che la sera dello scorso 26 giugno ha rapinato e sequestrato la 79enne fanese Paola Antonioni. Il giovane si trova ora a disposizione della magistratura romena, e presto saranno avviate le pratiche per l estradizione. IL COLONNELLO Antonio Sommese, a capo del Nucleo investigativo del comando provinciale, affiancato da due militari della stazione di Fano che hanno partecipato a tutta l operazione, e cioè il comandante nel Nucleo operativo di Fano Mauro Amati e il maresciallo capo Alfonso Bubici, ha riassunto la vicenda e le ultime fasi dell arresto. Il romeno che con una scusa chiama l anziana, la immobilizza, poi la imbavaglia, e la ANCHE LA PREMEDITAZIONE Rifugiato dai nonni: scattato il mandato d arresto europeo Ora le pratiche per estradarlo costringe a fare tutto il lungo viaggio fino ad una località che si chiama Ardea, sul litorale laziale, con una sola sosta. Poi la fuga, la donna lasciata lì all alba da sola che finalmente riesce a chiamare aiuto, l arrivo dei carabinieri e l inizio delle indagini per risalire al romeno. Il quale, probabilmente, da Roma prende una corriera e scappa in Romania. SCATTA, partita dalla procura di Pesaro (il sostituto che ha seguito l inchiesta è Maria Letizia Fucci) la richiesta di mandato di arresto europeo, che brucia tempi che in passato sarebbero stati lunghissimi e quindi fa sì che la polizia romena si attivi subito e in pochissimi giorni catturi il 25enne. A quanto risulta agli inquirenti, dalla Romania il Dorca che era già stato allontanato dal prefetto di Roma per problemi di sicurezza nel 2012 stava per espatriare diretto o in Germania o in Inghilterra. Gli agenti romani gli hanno sequestrato alcune migliaia di euro, forse le stesse che aveva rubato alla donna, oltre ai gioielli: il movente? E un giocatore delle slot machine. La valigia che i carabinieri ritrovano nella Renault Clio di proprietà della Antonioni era già stata preparata dal romeno: da qui l aggravante della premeditazione. Per i carabinieri di Fano, e nella fattispecie per Amati e Bubici, il plauso del colonnello Sommese per la riuscita dell operazione. Alessandro Mazzanti PRESO Sopra, il romeno arrestato, Ionut Dorca, 25 anni; sotto, da sinistra, Bubici, Sommese e Amati, i carabinieri che hanno seguito tutta l operazione

17 GIOVEDÌ 10 LUGLIO 2014 FANO E VAL CESANO 15 Il regista Secchiaroli sta preparando un film che uscirà a Natale FANO REGISTA SECCHIAROLI Film di Natale: cercasi ragazzi «WE WANT YOU» (ovvero Vogliamo te ) recita il volantino, sulla falsa riga della propaganda dello Zio Sam durante la Prima guerra mondiale. A Fano si cercano invece comparse maschili per il nuovo progetto del regista fanese Henry Secchiaroli. Sta per entrare nella sua fase operativa, ma non chiamatelo cinepanettone. E solo un film che uscirà nei cinema della città nel periodo di Natale. Ma coi cinepanettoni non c entra nulla. Le riprese del nuovo film di Secchiaroli, tutto dedicato a Fano, ai suoi luoghi e alla sua gente, sono in programma ad agosto. Protagonisti saranno gli attori delle compagnie dialettali fanesi che, negli anni, hanno saputo raccontare la città trascinando a teatro migliaia di persone. Insieme a loro, per completare il cast, il regista Henry Secchiaroli sta cercando 15/20 comparse, di Fano e dintorni, di sesso maschile con età compresa da 28/40 anni. La disponibilità richiesta è di due giornate circa nel mese di agosto per una commedia del paradosso, incentrata sulla crisi e sulle sue conseguenze sociali, tra risate e tristezza, ironia e drammaticità. Chi fosse interessato a presentare la propria candidatura può inviare una mail con foto allegata a: PERGOLA LA GIUNTA INSORGE PER IL POSSIBILE TRASFERIMENTO DI RADIOLOGIA «Giù le mani dall ospedale» Una dura lettera indirizzata ai vertici della sanità provinciale «L HO DETTO durante la campagna elettorale e lo confermo con forza adesso: sull ospedale non si tratta; è lotta dura per la sua salvaguardia». Il rieletto sindaco di Pergola, Francesco Baldelli, ieri ha voluto accanto a sé la vice Marta Oradei, gli assessori Diego Sabatucci, Rita Temperini e Luca Castratori e i consiglieri di maggioranza Liberto Marchegiani, Antonio Baldelli e Luciano Orlandi per annunciare alla stampa la sua ennesima iniziativa a tutela del «Santi Carlo e Donnino». «Si tratta di una diffida formale ha spiegato il primo cittadino che ho inviato al dottor Roberto Ciuffetti, primario di radiologia dell ospedale di Urbino, e per conoscenza al direttore dell Area Vasta 1, Maria Capalbo, e al direttore generale dell Asur Marche, Gianni Genga, per difendere il nostro servizio di radiologia». «MI VIENE riferito da più fonti si legge nella missiva di Baldelli indirizzata a Ciuffetti della sua intenzione di trasferire ad Urbino una delle due stazioni di refertazione della radiologia dell ospedale di Pergola. Appare superfluo rammentare come tale ipotesi sia assolutamente da respingere in ragione della disastrosa incidenza che la stessa avrebbe sulla funzionalità dell Unità Operativa di Radiologia... Pur volendo prescindere dalle ovvie considerazioni circa il fatto che tale previsione non appare rientrare tra le sue competenze, non si può omettere di evidenziare che una simile condotta comporterebbe l interruzione di un pubblico servizio, con le necessarie conseguenze anche dal punto di vista della responsabilità penale». La lettera prosegue, poi, rimarcando un altra problematica emersa di recente nel nosocomio della città dei Bronzi; la sostituzione di un mammografo guasto con uno ormai tecnicamente superato: «L Unità Operativa in oggetto appare già pesantemente pregiudicata dall assegnazione di un mammografo obsoleto, in ordine al quale sono a richiedere formale riscontro». «Ciò posto termina la diffida quale autorità sanitaria di questo Comune sono ad invitare dal persistere nell indicata intenzione, significando che in difetto sarò costretto all attivazione di ogni strumento idoneo ad impedire l impoverimento dell ospedale di Pergola». «Dulcis in fundo ha detto il sindaco in chiusura di conferenza stampa mi sono arrivate voci che per i mesi estivi i responsabili di medicina di Urbino, Pergola, Cagli, Fossombrone e Sassocorvaro sono stati invitati a mandare dei medici a coprire i turni vacanti presso il pronto soccorso di Urbino. Ma come si fa. I dottori in servizio a Pergola servono a Pergola». Sandro Franceschetti IL FATTO APPUNTAMENTO AI CITTADINI DI BUONA VOLONTA DOMENICA IN MUNICIPIO Il sindaco di Fano invita tutti a prendere in mano la ramazza SINDACO e assessori di Fano cercano di dare il buon esempio per combattere il degrado cittadino, specialmente quello nel centro storico visitato ogni giorno da centinaia di turisti. Così il sindaco Massimo Seri, gli assessori, i consiglieri e le consigliere del Comune di Fano hanno invitato la cittadinanza per domenica 13 luglio 2014 a prendersi cura della città. «Viviamo la nostra città tutti insieme come una casa aperta ed accogliente, La giunta di Pergola schierata con al centro il sindaco Francesco Baldelli BALDELLI «L ipotesi va assolutamente respinta in ragione della disastrosa incidenza» perciò ripartiamo da piccoli- grandi gesti del quotidiano che tengono unita una comunità ha detto il sindaco Seri. Per costruire assieme una cultura di partecipazione diffusa, per tessere insieme a comitati, associazioni, cittadini e cittadine, una rete di solidarietà che allontani lo spettro del degrado e dell incuria, per intrecciare relazioni positive, perché, come dice Letizia Paolozzi, la cura è una pratica di reciprocità che rimanda al tema della comunità». L appuntamento con guanti, ramazze, spugne, sacchi dell immondizia, secchi, è per domenica alle 9, davanti all ingresso del comune in via San Francesco, da dove, divisi in gruppi si partirà per ripulire i vari angoli del centro cittadino. L impresa si annuncia «titanica» visto che scritte, cicche, erbacce e pavimentazioni scrostate e divelte si annidano dappertutto.

18 y(7hb5j0*qotoro( +[!"!/!=!" Posteitaliane Sped.inA. P.- D.L.353/2003 conv.l. 46/2004,art. 1,c. 1, DCB-AN - Taxe Perçu CorriereAdriatico +dorso nazionaledelmessaggero a 1.20 (RegioneMarche) Dal 1860 il quotidiano delle Marche PESARO e FANO Anno154N 188 Giovedì10Luglio Omicidio Sarchiè, 4 gli indagati Sono tutti siciliani. Uno è accusato di avergli sparato, gli altri tre l avrebbero aiutato Macerata Svolta nelle indagini sull omicidio di Pietro Sarchiè, il commerciante di pesce ucciso nelle campagne del Maceratese con diversi colpi di pistola, di cui quello di grazia alla nuca, e poi dato alle fiamme. Quattro persone sono finite nel registro degli indagati. Sono Giuseppe Farina, 40 anni, di Catania, considerato l'autore materiale del delitto, Santo Seminara, indagato per soppressione del cadavere in concorso con Farina e favoreggiamento, e una coppia di coniugi, sospettati del solo favoreggiamento. L accelerazione delle indagini con il sequestro, a Casteraimondo, di un capannone che ospita due ditte edili nel cui interno sono state ritrovate parti del furgone della vittima, e tra queste anche un santino che la mamma di Sarchiè aveva donato al figlio perché lo proteggesse durante i suoi viaggi. Patrassi-Lombo-Lattanzi Allepagine 2 e 3 μspese non coperte I laboratori d analisi al collasso Un laboratorio di analisi L EMERGENZA Ancona Rischio liste di attesa nei laboratori analisi. L attacco: Il tetto di spesa erogato dalla Regione anostrofavore copre solo le prestazioni fino agiugno. Testadiferro A pagina 4 Poliziotta si spara nel suo ufficio L estremo gesto con la pistola d ordinanza. Choc alla Questura di Pesaro IL DRAMMA Pesaro Si è tolta la vita sparandosi con la pistola d ordinanza nel suo ufficio alla Questura di Pesaro. Aveva 47 anni Rosamaria Caruso, assistente capo alla Divisione Anticrimine. Francesconi In cronaca di Pesaro μromeno in carcere Sequestro per giocare alle slot In cronaca di Fano Stravolti i colleghi di Maria Rosaria Caruso Pietro Sarchiè, il commerciante di pesce giustiziato e bruciato nel Maceratese. A fianco, i familiari ieri mattina all obitorio dell ospedale regionale ad Ancona dove è stata effettuata l autopsia μl autopsia conferma E stato finito con un colpo alla nuca μla rabbia della famiglia Assassini Vogliamo giustizia A pagina 2 μl Olanda si arrende solo ai calci di rigore La finale del Mondiale è Germania-Argentina SPORT Macerata L autopsia sui resti di Sarchiè ha accertato che l uomo è stato raggiunto da 6-7 colpi di pistola. Uno, quello di grazia, alla nuca. Apagina 3 San Paolo La finale del ventesimo campionato mondiale di calcio, domenica sera a Rio de Janeiro, vedrà di fronte la Germania e l Argentina. Dopo il clamoroso 7-1 con cui i tedeschi si sono sbarazzati del malcapitato Brasile, ieri l Argentina ha avuto regione dell Olanda grazie ai calci di rigore, dopo che i 90 minuti regolamentari si erano conclusi sullo 0-0, così come pure i tempi supplementari. La decisione finale è arrivata solo dopo i calci di rigore, con gli argentini vittoriosi per 4-2 senza mai sbagliare dal dischetto. Magrini Nello Sport Messi e Van Persie μarriva il giovane difensore del Cesena Il Fano prende Lo Russo Fano Nuovo colpo per l'alma Juventus. Il Fano ha rinforzato la difesa con Pasquale Lo Russo, terzino sinistro di proprietà del Cesena, che nell'ultima stagione ha giocato con il Giulianova in serie D, giocando titolare in pianta stabile, collezionando 30 presenze. Originario dell'irpinia, ha iniziato con la Vallesaccarda, per passare poi al Cesena. Spadola Nello Sport

19 Giovedì10Luglio2014 XV Online SENIGALLIA μaltre 5 persone sono state rinviate a giudizio e 7 indagate nell ambito dell operazione Chiarizia a Senigallia Droga ed estorsione: patteggiano in cinque L UDIENZA Senigallia Cinque patteggiamenti e cinquerinviiagiudizioper spaccio didroga, estorsionieminacce a Senigallia nel E' il verdetto emesso dal gup di Ancona Francesca Zagoreo nei confronti di 10 persone coinvolte nell' operazione "Chiarizia": i carabinieri di Senigallia arrestarono tre persone per spaccio di cocaina tra Senigallia e Pesaro. Hanno patteggiato davanti al gup Antonio Chiarizia, 44 anni, di Tre Castelli (4 anni e 11 mesi) Loredana Caruso, 50 anni di Castelcolonna (1 anno e 10 mesi), Roberto Lo Pinto, 32 anni di Arcevia (quattro anni e sei mesi), Francesco Annibaldi, 31 anni di Pergola (4 anni) e Alessandro Abbondanzieri, 40 anni di Castelleone di Suasa (8 mesi). Sono stati invece rinviati a giudizio Alessio Rotatori, 24 anni di Senigallia, Gianni Di Mattia, 35 anni di Serra de' Conti, Stefania Melotti, 31 anni di Serra de' Conti e Juri Argalia, 29 anni di Serra de' Conti. Adesso sotto la lente della procura ci sono altre 7 persone indagate: accusate di spaccio Loredana Caruso, 50 anni, Alessandro Abbondanzieri (40), Gianni Di Mattia (35), Stefania Melotti (31), Luca Carbini (27), Juri Argalia (29) e Alessio Rotatori (24), accusato di estorsione. Si aggiungono a Chiarizia, Lopinton e Annibaldi, accusati di spaccio ed estorsione. Tutti indagati dal pm Federica Fortunati dopo che, lo scorso 15 gennaio, erano stati arrestati in qualità di principali artefici del giro di spaccio. A far scattare le manette erano stati i carabinieri di Senigallia. Per gli investigatori, Chiarizia, Annibaldi e Lopinto non solo avrebbero messo in atto una rete di smercio di droga che si estendeva lungo tutto il litorale nord delle Marche, ma avrebbero anche agito minacciando quei clienti che, col tempo, avevano maturato debiti nei loro confronti. Una Per gli investigatori c era una rete di smercio che si estendeva lungo il litorale nord delle Marche delle presunte vittime avrebbe dovutoadannibaldi piùdi7mila euro. Il debitore a maggio 2013 aveva pagato 700 euro ma non potevano bastare. Annibaldi pretendeva il resto del denaro e così avrebbe mandato avanti i suoi uomini per minacciare i debitori. Tra gli esecutori c'era anche Chiarizia, marito della Caruso, risultata poi estranea ai casidi estorsione. Decisivo per le indagini fu un pestaggio avvenuto al bar Barbara la sera del 16 marzo 2013 a danno di un presunto cliente. Figlie molestate, genitori a processo Violenza di gruppo sulla più grande: Mi hanno portata in un casolare IL CASO IN TRIBUNALE DANIELECAROTTI Senigallia "Miopadremi portavainuncasolare dove alcuni uomini abusarono di me". Fu una delle rivelazioni choc di una bimba che aveva 9 anni ed era stata affidata ad un'altra famiglia con la sorellina più piccola, a far scattare l'inchiesta della procura di Ancona. Ora i genitori delle bimbe, il padre di 42 e la madre 39anni, ai qualipoièstatatolta la potestà genitoriale, sono a giudizio per violenza sessuale: Il processo sui presunti abusi ai danni delle figlie si celebra nel tribunale di Ancona al padre vengono contestati abusisessualisuentrambele figlie piccole ma anche l'aver 'consegnato' la più grande ad altri uomini in un casolare; la madre deve invece rispondere di non aver fatto nulla per difendere le bimbe dai soprusi per fatti avvenuti tra il 2005 e il 2007 nell'hinterland di Ancona. Gli imputati respingono gli addebiti, sono mai avvenuti: la ragazzina più grande era stata vittima, prima degli episodi contestati, di una violenza sessuale da parte di un estraneo alla famiglia: il processo si era concluso con unacondanna in primo grado e con l'assoluzione in appello. Secondo la difesa, le rivelazioni della bimba sarebbero confuse avrebbero fondamento. Ieri sono state sentite le psicologhe che si occuparono delle piccine dopo l'intervento dei servizi sociali. Il processo, a porte chiuse, proseguirà il 17 settembre. Gli episodi terribili di abusi furono riferiti dalla bimba più grande alla famiglia cui venne affidata insieme alla sorella a causa dei sostenendo che quei fatti non con fatti precedenti e non disagi economici e psicologici in cui versavano i genitori. Nel 2009, mentre andava con i genitori affidatari a cercare un ristorante per la festa della sua Comunione, nella mente della ragazzina affiorarono i ricordi della stessa strada percorsa con il padre per recarsi in un casolare dove avrebbe subito abusi sessuali da parte di altri uomini. RIPRODUZIONERISERVATA RIPRODUZIONERISERVATA Le confidenze choc alla base dell inchiesta LA VICENDA Senigallia Primavittima di violenza sessuale daparte di un estraneo, poi gli abusi sessuali subiti dal padre,da altriuomini. E' l'odisseadi una bimba,ora sedicenne, e dellasua sorellinache, nell'hinterland anconetanotra il 2005 e il 2007, subirono i disagi economici e psicologici dei genitori ma anche abusi di tipo sessuale senzache la madre le proteggesse. Poi venneroaffidate ad un'altra famigliapresso la qualela più grande trovòla forza di parlare. Perora sitratta solo di pesantissimeaccuse mosse nel processoin corsoad Ancona, che dovrannoperò essere vagliate dal tribunale. Le difese intendono dimostrareche questi fatti, che sembrano tratti dauna sceneggiaturapulp-horror, non sonomai accaduti. Ma è comunque un quadro di infanzia traditae violata quello che emergeda questavicenda che ha giàportato all'allontanamento dellepiccole dalla famiglia. LE NOTIZIE IN BREVE I The Ones suonano un tributo ai Beatles Ostra Vetere E' in programmastasera alle 21,15a Ostra Vetere il concerto dei The Ones che presentano Beatles Tribute,scelta di brani del quartettodi Liverpool. L'iniziativa, inserita nel calendariodi eventi Ostra VetereEstate 2014, si terrà in Piazza della Libertà. All'appuntamentodi oggi farà seguito domani (sempre alle 21,15) l'iniziativa CocomerAvis promossa dall Avisdi Ostra Veteree Barbara. Corso di foto con l uso del drone al Musinf Senigallia Domani sera alle21 al Musinf (Museo d artemoderna e fotografia)di Senigallia si terrà un incontro di grande interessecol fotografo SandroMei, esperto di riprese aeree.al centro dell attenzioneci sarà la preparazione di un workshop di tecnica della fotografiaaerea con l utilizzo del drone, dispositivocapace di librarsi in cielosenza necessitàdi unpilota a bordo. Le farmacie oggi aperte per turno Senigallia Paolucci via Cavour n 9 tel Ostra Bignardivia Mazzini 51, tel Serra de' Conti Del Corso, piazzaleopardi 2, tel Castelleonedi Suasa Comunale piazza Principe di Suasa 7, tel Sms farmacia al numero telefonico Si riceverà un messaggio di ritornocon la farmacia di turno più vicinacon indirizzo e telefono.

20 Online Crac del mattone, perso il 30% delle aziende Crollo verticale negli ultimi sei anni. Il presidente Perlini: Serve più spazio alle imprese locali LA CRISI SENZA FINE Pesaro Settore edile ancora nel vortice della crisi. Quadro sempre più grigio, emergono dati sconfortanti, dal 2008 ad oggi si è perso il 30% delle imprese edili. Costanzo Perlini, presidente dell'associazione costruttori per la provincia di Pesaro, alla prima uscita ufficiale, ha commentato i dati dei primi sei Edlizia, continua la fase difficile. Il presidente dell associazione costruttori ha fatto il quadro della situazione mesi del Il presidente dei costruttori Confindustria stra provincia. Sempre nel rispetto vore dell'edilizia adottati dall' ché non si arrivi internamen- benedice la proposta di abolizione delle regole, spero che attuale amministrazione. te agli uffici a forme di convore della Commissione comunale le imprese edili pesaresi possano Non lo spaventa neppure trollo eccessive". Edilizia e plaude ai primi provvedimenti adottati a Pesaro dal sindaco Ricci. Spazia dai numeri a una serie di considerazioni su lavori pubblici e edilizia scolastica che interessano anche il pesarese. "L'auspicio - rilancia - è chesuiprossimi lavori pubblici, dalle ristrutturazioni in edilizia scolastica, grazie ai fondi avere un sostegno dalle amministrazioni. Come? Magari attraverso l'assegnazione di lavori all'interno di un certo range compresi fra i cinquecento mila e il milione di euro. Un vantaggio questo per gli stessi enti locali che avrebbero come interlocutori imprese della zona". Perlini è sceso più nel dettaglio l'abolizione della Commissione Edilizia che dovrà essere votata in sede di consiglio comunale. "Il neo sindaco sta mettendo in cantiere provvedimenti che dimostrano una certa sensibilità, mi riferisco anche alla proroga per gli oneri di urbanizzazione e il blocco dell'aumento di tali oneri che fa respirare imprese e utenze I numeri sull'edilizia in provinciaparlanoda soli. Datinegativi dalla Cassa Edile per il primo semestre 2014 per ore lavorate, imprese attive e addetti. Le ore lavorate scendono del 20% rispetto al primo semestre 2013, le imprese attive sono in calo del 9% ed anche la quota di operai attualmente impiegati scende del appena arrivati dal Governo sui provvedimenti in fa- finali. L'eliminazione della 19%. Dall'inizio della crisi so- fino ai provvedimenti di adeguamento Commissione Edilizia non rino i posti persi che diventi energetico e intersolveràiproblemi mapuòaiuventano più di duemila consi- per rischio idrogeologico, le gare di appalto siano persi, netta flessione permessi di costruire dando tore a livello provinciale (da Duemila posti di lavoro tare a far pervenire prima i derando l'intera forza del set- programmate estendendo la anche facendo il confronto una scossa anche al comparto oltre occupati nel partecipazione, in particolare col primo semestre 2013 edilizio. Ben vengano forme 2008 a nel 2014). alle imprese locali e della no- di controllo sui progetti pur- RIPRODUZIONE RISERVATA Mechelli, ex vice sindaco della prima legislatura Corbucci: eccesso di fiducia da parte di Gostoli Il vento cambiava ma tutti fermi LA POLITICA Animi ancora accesi all interno del Pd urbinate dopo il clamoroso crollo alle elezioni Urbino Lino Mechelli, esponente di punta del Pd urbinate, spiega l'arruffatamatassa del maggior partito della città ducale, la depressione che ha colpito, nell'attuale momento, il partito. Gli uomini forti del direttivo hanno chiesto aiuto al segretario provinciale, Giovanni Gostoli. Abbiamo provato ad anticiparne le mosse dando voce al cosiddetto "saggio", Lino Mechelli, ex vice sindaco ed assessore della prima legislatura Corbucci. Lino Mechelli tra i punti di riferimento del Pd feltresco Gostoli si rammarica di non aver trovato l'accordo anni fa suggerita qualche mese fa? con Gambini, scongiurando la "Non sono abituato a buttare la sua corsa a sindaco. "Per il mio croce addosso a qualcuno o ricercare il capro espiatorio. Go- piccolo e per quanto inascoltato ho preso diverse iniziative stolisicuramente in buona fede per evitare l'uscita di Gambini non si èreso conto della gravità dal Pd e questo fin dalla prima della situazione politica di Urbino, ha vissuto un eccesso di fi- legislatura Corbucci, purtroppo l'apparato del partito ha risposto mostrando troppa autosufficienza e tutto questo senza accorgersi che si stava dissolvendo ogni alleanza con le forze tradizionali e i nuovi fermenti presenti in città. Con voti di differenza non si può non rendere onore alla vittoria di I DANNI Gambini evidenziando che tale vittoria è stata servita dal Pd su Pesaro di un piatto d'oro, per aver presentato agli elettori un prodotto non gradito e nella più assoluta solitudine". Sostituire l'arroganza con l'umiltà. Perché questa cosiddetta formula, Gostoli, non l'ha ducia nonostante autorevoli informazioni davano come scontato il ribaltone. Nel contesto delle primarie, in assenza di umiltà, era necessaria la cura forte, autorevole. Ricordo che il pomeriggio del 16 marzo, giorno del ballottaggio, di fronte al PESARO URBINO clima di scontro fratricida all'interno del Pd, chiesi a Gostoli di valutare la possibilità di commissariare immediatamente il partito senza aprire le urne". Gostoli, che incontra Gambini, non parla troppo in politichese? "Di fronte a quello che è successo l'atteggiamento migliore sarebbe la chiarezza, avendo presente che il futuro non si costruisce sulle macerie o coprendo queste con la vernicietta. Il sindaco Gambini è un politico nato, staincontrando le persone a centinaia, è la risposta al desiderio dei cittadini di poter dialogare con le istituzioni, quel dialogo negato per troppi anni. Un conto sono i cittadini, un'altra cosa sono le udienze per chiedere qualche posizione personale e suquesto sono convinto che il sindaco Gambini, con garbo, saprà accompagnare alla porta". e.g. RIPRODUZIONERISERVATA Disagi e preoccupazione ieri mattina in via Lanza, zona Pantanodi Pesaro. Lacausa, larottura di una conduttura pubblica dell'acqua. Subito dopo lo scoppio di questa il liquido è schizzato fuori come il getto di un idrante impazzito o meglio ancora come un vero e proprio "geyser". Strada subito bloccata dai mezzi di soccorso con i conseguenti e inevitabili disagi e tanti cittadini sul posto per assistere al curioso fenomeno. Ilflussod'acqua, cheha raggiunto un'altezza anche di circa otto metri, si è riversato contro l'edificio di fronte al punto di rottura, una palazzina di tre piani inondata da una grande massa d'acqua che ha colpito l'appartamento al primo piano. Talmente forte era la pressione del getto che i vetri delle due finestre dell'appartamento si sono frantumate. All'interno in poco tempo si è creato un vero e proprio lago che ha invaso tutte le stanze dell'abitazione travolgendo mobili, sedie e tuttociò chetrovavacomeostacolo. Per fortuna non risulta che almomento dell'incidente, erano circa le 11.30, ci fosse qualcuno in casa. Davvero ingenti i danni proprio per la quantità d'acquachein pochi minuti siè riversata all'interno. Acqua e danni anche nel negozio al primo piano della palazzina, una pescheria. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Pesaro insieme ai tecnici di Marche Multiservizi che hanno chiuso la saracinesca interrompendo finalmente il getto d'acqua. RIPRODUZIONERISERVATA Dopo la cancellazione di quella edilizia Commissione interna all ufficio Urbanistica LA PROPOSTA Pesaro Dopo il via libera degli ordine professionali all'abolizione della Commissione Edilizia, l'assessore all'urbanistica, Stefania De Regis, funzionario Confindustria, anticipa già il nuovo corso che intende seguire l'amministrazione. L'assessorato targato De Regis, ha anticipato che verrà probabilmente istituita una commissione interna all'ufficio Urbanistica composta da tre tecnici con esperienza che vigilerannosuprogetti di una certa portata. I rappresentanti degli ordini, Carlo Cecchetelli, per l'ordine dei geometri, Giorgio Fazi per la componente degli ingegneri e Luca Storoni per gli architetti hanno sostenuto la proposta dell'assessore all'urbanistica Stefania De Regis, sottolineandoche il ruoloche riveste la Commissione è oggi marginale "gli ordini sono per la velocizzazione delle pratiche - così hanno dichiarato- tanto più che la Commissione Edilizia è l'ultima ad essere interpellata per l'iter di una pratica e il parere a quel punto non sarebbe nemmeno discutibile". Ora la decisione finale spetterà al consiglio comunale. Primo effetto immediato, tutti i progetti di edilizia privata sopra i 2000 metri quadri e al di sopra per i 5000 per capannoni industriali o costruzioniin zonevincolate, sarannopiù velocidi unaventinadi giorni. Torna subitoallamente il maxi progetto del nuovo stabilimento Xanitalia sulla Montelabbatese, una pratica oggi in itinere al Suap e per effetto dell'abolizione della Commissioneavrà un iterpiù veloce. Fronte critico dell'opposizione con Giovanni Dall'Asta "Siamo Pesaro" e Fabrizio Pazzaglia "Cinque Stelle". Il capogruppo pentastellato ha sollevato perplessità sul numero di pratiche che vengono mediamente esaminate dalla Commissione per certi tipi di progetti e ne è scaturito che si tratterebbe del 20%, dunque un numero di per sé limitato. Interrogativi a cui l'assessore sarà chiamata a rispondere in consiglio comunale. RIPRODUZIONERISERVATA Intossicazione per la madre e il figlio Televisore prende fuoco Paura in via Massimi IL GUASTO Pesaro Un corto circuito, una scintilla improvvisa e poi le fiamme al vecchio televisore. Attimi di spavento e paura ieri pomeriggio in pieno centro storico a Pesaro. All'interno di un appartamento di via Massimi i vigili del fuoco sono intervenuti, intorno alle 15.20, per spegnere l'incendio scaturito da un televisore che, probabilmente per un malfunzionamento al suo interno o alla spina, ha preso fuoco. All'interno dell'abitazione in quel momento si trovavano madre e figlio. Il fumo che ha cominciato a fuoriuscire dalle pareti ha spaventato i due che subito hanno dato l'allarme.curiosità e preoccupazione anche da Giovedì10Luglio2014 XVII parte delle persone che si trovavano daquelle parti. Lungo la via c'è anche l'ingresso sul retro della biblioteca San Giovanni con accanto i giardini pubblici, luogo spesso molto frequentato anche se al momento dei fatti la struttura era chiusa al pubblico.per quanto riguarda i danni ameno due le finestre che dall'esterno risultavano annerite a causa del fumo. Completamente distrutto il televisore e il mobiletto che lo ospitava mentre solo danni superficiali al resto dell' arredamento anche se le pareti risultano annerite in diversi punti. Anche il 118 è intervenuto per portare i due inquilini all'ospedale per accertamenti. Per loro solo una lieve intossicazione. E' stata la signora a spiegare a medici e vigili la causa dell'incendio. Salta una condotta idrica, edificio di via Lanza centrato con forza dallo spruzzo dell acqua che ha rotto due finestre Si rompe un tubo, allagato primo piano della palazzina Getto d acqua, necessario l intervento anche di Marche Multiservizi RIPRODUZIONERISERVATA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge

In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge In senato per un giorno Conversione in legge di un decreto-legge Come nasce una legge: Dalla presentazione all approvazione definitiva Presentazione L iter di una legge inizia con la presentazione, al

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare

Le schede di Sapere anche poco è già cambiare Le schede di Sapere anche poco è già cambiare LE LISTE CIVETTA Premessa lo spirito della riforma elettorale del 1993 Con le leggi 276/1993 e 277/1993 si sono modificate in modo significativo le normative

Dettagli

inform@ata news n.02.14

inform@ata news n.02.14 inform@ata news n.02.14 Per contatti o segnalazioni: e-mail: r.fiore@flcgil.it siti internet: www.flc-cgiltorino.it www.flcgil.it la newsletter di informazione sulle problematiche del settore ATA della

Dettagli

Costituzione della Repubblica Italiana

Costituzione della Repubblica Italiana Artt. 123, 127, 134, 135, 136, 137 della Costituzione Costituzione della Repubblica Italiana (Gazzetta Ufficiale 27 dicembre 1947, n. 298) [ ] TITOLO V LE REGIONI, LE PROVINCIE, I COMUNI Art. 123 Ciascuna

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA

SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA SANITA': ANAAO, INACCETTABILE IL DOCUMENTO DELLE REGIONI TROISE, COSI' SI SALVAGUARDA L'INVADENZA DELLA POLITICA (ANSA) ROMA, 3 SET "Il documento ultimatum che gli Assessori alla Salute hanno inviato al

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

del Senato Le funzioni

del Senato Le funzioni LA FUNZIONE LEGISLATIVA IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI ORDINARIE IL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLE LEGGI COSTITUZIONALI LA FUNZIONE DI INDIRIZZO POLITICO LA FUNZIONE DI CONTROLLO POLITICO

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI 934 QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI R. Brunetta per Il Giornale 14 giugno 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà -

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

YET S O F A R F R O M SAF E T Y

YET S O F A R F R O M SAF E T Y UNHCR / A. D Amato YET S O F A R F R O M SAF E T Y 70.000 59.000 60.000 26.300 9.700 22.500 165.000 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 Totale di arrivi via mare MEDITERRANEO RIFUGIATI E MIGRANTI RISCHIANO

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80. (GU n.144 del 24-6-2015 - Suppl. Ordinario n. 34)

DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80. (GU n.144 del 24-6-2015 - Suppl. Ordinario n. 34) 1 di 10 24/06/2015 21:30 DECRETO LEGISLATIVO 15 giugno 2015, n. 80 Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell'articolo 1, commi 8 e 9, della legge 10 dicembre

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015

A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 A cura della Servizio Politiche Territoriali e del Lavoro della Uil 27 Aprile 2015 AMMORTIZZATORI SOCIALI : LUCE E OMBRE PENALIZZATI LAVORATORI E LAVORATRICI STAGIONALI CON UN REDDITO NETTO MENSILE DI

Dettagli

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO 943 REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. R. Brunetta per Il Giornale 5 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Di imbrogli,

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO

ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO Scheda esplicativa per la trattativa decentrata maggio 2009 ORGANIZZAZIONE DEI RIPOSI E DURATA DEL LAVORO NOTTURNO a cura di Giuseppe Montante e Carlo Palermo componenti la Delegazione trattante nazionale

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. VISTI gli articoli 76, 87, quinto comma, e 117, terzo comma, della Costituzione; SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI PER IL RIORDINO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI AMMORTIZZATORI SOCIALI IN CASO DI DISOCCUPAZIONE INVOLONTARIA E DI RICOLLOCAZIONE DEI LAVORATORI DISOCCUPATI,

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE LE FONTI DEL RAPPORTO DI LAVORO PRIVATO ALLE DIPENDENZE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE REPORT ANNUALE - 2011 - ITALIA (Aprile 2011) Prof. Alessandra PIOGGIA INDICE 1. LA PRIVATIZZAZIONE 2. LE COMPETENZE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org.

Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. Sostegno della maternità e della paternità - Legge 8 marzo 2000, n. 53. (Circolare n. 4/1-S-729, in data 10 giugno 2000, del Min. Giustizia, Org. giud., Uff, II) Con la presente nota-circolare si ritiene

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

Statuto del Partito Democratico

Statuto del Partito Democratico Statuto del Partito Democratico Approvato dalla Assemblea Costituente Nazionale il 16 febbraio 2008 CAPO I Principi e soggetti della democrazia interna Articolo 1. (Principi della democrazia interna) 1.

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE.

ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. ACCORDO INTERCONFEDERALE 20 DICEMBRE 1993 TRA CONFINDUSTRIA E CGIL, CISL E UIL - COSTITUZIONE DELLE RAPPRESENTANZE SINDACALI UNITARIE. Parte prima Premessa Il presente accordo assume la disciplina generale

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia/169/2015/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott.ssa Simonetta Rosa dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone

Dettagli

FULGOR ACADEMY 2014-15

FULGOR ACADEMY 2014-15 PRIMI CALCI 2009-2010 OBIETTIVI: Conoscenza del proprio corpo (giochi ed esercizi coordinativi) Rispetto delle regole e del gruppo di cui si fa parte Conoscenza del pallone Capacità di eseguire un gesto

Dettagli