Televisione....e Pubblicità. Pubblicità e strategie di comunicazione integrata

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Televisione....e Pubblicità. Pubblicità e strategie di comunicazione integrata"

Transcript

1 Televisione...e Pubblicità

2 o Evoluzione storica o Normativa o Rilevazione degli ascolti o Tipologie di Pubblicità in TV o Plus e Minus o Conclusioni

3 Evoluzione storica Analogico: o Anni 50: monopolio Rai o Anni 70/ 80: duopolio Rai/Mediaset 90% audience e investimenti pubblicitari

4 Evoluzione storica Varietà Musica leggera Quiz

5

6 Evoluzione storica La TV e la sfida del digitale Il Digitale può essere considerato come una nuova tecnica di trasmissione che ha inciso sul mercato dell informazione e dell intrattenimento.

7 Evoluzione storica o Aumento canali disponibili o Qualità immagine o Possibilità HD o Possibilità audio multiplo o Interattività

8 Evoluzione storica All interno del digitale troviamo: o Televisione Satellitare o Digitale Terrestre (DTT) o Televisione via cavo o Tv attraverso linee telefoniche e il Protocollo Internet (IPTV)

9 Evoluzione storica Iniziale diffusione del digitale a rilento o Costi o Adeguamento degli impianti o Scarsa copertura

10 Evoluzione storica Posizionamento dei canali Rai uno si rivolge ad un vasto pubblico per il suo palinsesto composto da un mix di generi e di argomenti. Target ampio e differenziato

11 Evoluzione storica Posizionamento dei canali Rai due è la rete Rai più attenta all innovazione con la sperimentazione di nuovi linguaggi e di nuove tecnologie. Target giovani adulti

12 Evoluzione storica Posizionamento dei canali Rai Tre gode di un posizionamento forte ed esclusivo Target istruito di età superiore alla media

13 Evoluzione storica Posizionamento dei canali Canale 5 può essere considerata come rete di intrattenimento popolare (generalista) Target famiglie

14 Evoluzione storica Posizionamento dei canali Rete 4 è focalizzata su telenovelas, sceneggiati e film Target più adulto - femminile

15 Evoluzione storica Posizionamento dei canali LA7 avrebbe dovuto costituire il terzo polo, in realtà ricopre ancora un ruolo marginale. Profilo di approfondimento, informazione e impegno.

16 o Evoluzione storica o Normativa o Rilevazione degli ascolti o Tipologie di Pubblicità in TV o Plus e Minus o Conclusioni

17 Normativa Riforma RAI (103/1975) o Passaggio di gestione dal Governo al Parlamento o Conferma del monopolio di Stato e regolamentazione tv via cavo a livello locale o Nel 1976 la Corte Costituzionale permette alle private di trasmettere solo a livello locale Legge Mammì (223/1990) o Fine del monopolio pubblico o Regole su interruzioni pubblicitarie o Prime norme antitrust sulla carta stampata

18 Normativa Legge Maccanico (249/1997) o Istituisce l Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM) o Impone il divieto di qualsiasi posizione dominante (20%) o Introduce il divieto per un soggetto di raccogliere proventi pubblicitari superiori al 30% del totale delle risorse nel settore televisivo in ambito nazionale.

19 Normativa Legge Gasparri (112/2004) o Abroga i divieti imposti dalla Legge Maccanico o L art. 15 introduce nuove limiti al cumulo di risorse che derivano dagli investimenti pubblicitari o L art. 23 fissa al 31/12/2006 il passaggio al Digitale Terrestre Decreto Gentiloni (2006) o Sposta la transizione al DTT al 2012 Testo unico dei servizi di media audiovisivi e radiofonici (2010) o Tutela dei minori nella programmazione televisiva o L art 38 Limiti di affollamento pubblicitario

20 Normativa Legge Gasparri (112/2004) o Abroga i divieti imposti dalla Legge Maccanico Si tenta di eliminare il problema di Rete4 (e RaiTre). Polemiche e critiche

21 Normativa Affollamento pubblicitario o Concessionaria pubblica (Sipra-Rai): 4% dell orario settimanale di programmazione e 12% di ogni ora o Concessionari privati TV nazionale: 15% dell orario giornaliero di programmazione e 18% di ogni ora o Concessionari privati TV locale: 25% di ogni ora e di ogni giorno di programmazione giornaliera o Un eventuale eccedenza deve essere recuperata nell ora precedente o successiva (comunque non superiore al 2%)

22 o Evoluzione storica o Normativa o Rilevazione degli ascolti o Tipologie di Pubblicità in TV o Plus e Minus o Conclusioni

23 Rilevazione degli ascolti Auditel Grazie ad una rigorosa metodologia statistica, Auditel ha costruito un campione rappresentativo della popolazione italiana (panel). People-meter: rileva in automatico ogni giorno l ascolto di tutti i canali di qualunque tv sia in funzione nell abitazione della famiglia campione.

24 Rilevazione degli ascolti Auditel Il campione: o Le famiglie sono estratte in modo anonimo e casuale o Il campione è allocato su tutto il territorio nazionale in modo proporzionale alla popolazione

25 Rilevazione degli ascolti Auditel Il campione: La rappresentatività del campione si basa su un sistema di celle di reclutamento nelle quali si incrociano variabili geografiche (aree e dimensioni dei comuni), caratteristiche strutturali delle famiglie (età del capofamiglia e numero di componenti), dotazione di apparecchiature televisive.

26 Rilevazione degli ascolti Auditel Cosa misura o Gli ascolti televisivi, relativi a programmi, break e spot pubblicitari trasmessi dalle emittenti nazionali e locali in Italia. o Tutte le tipologie di trasmissione televisiva (via cavo, satellitare etc.) o Gli ascolti delle famiglie e degli ospiti. Cosa non misura o Tutti gli ascolti esterni all abitazione principale o Bambini al di sotto dei quattro anni o Emittenti italiane rilevate in alti Paesi o Collettività

27 Rilevazione degli ascolti Auditel Indicatori o Copertura: è data dal numero di telespettatori che hanno seguito per almeno un minuto una determinata trasmissione su una data emittente. o Contatti netti: sono il numero di persone diverse tra loro (al netto della duplicazione) che si sono sintonizzate per almeno un minuto sulla rete o sul programma considerato. Non è importante per quanto tempo, ma quanti telespettatori sono. o Contatti lordi: sono costituiti dalla somma dei contatti al lordo delle duplicazioni. Ovvero: se un individuo vede tre minuti di un programma viene contato tre volte e il volume d ascolto equivale a quello di tre persone diverse

28 Rilevazione degli ascolti Auditel Differenza contatti netti e contatti lordi Prendiamo un programma di 3 minuti, con inizio alle ore 20,30 e fine alle 20,32: nel primo minuto il programma è seguito da uno spettatore, il signor X; nel secondo minuto al signor X si aggiungono i signori Y e Z. Dei tre solo il signor X guarda il programma sino alla fine. Spett. presenti Spett. Nuovi Contatti lordi: =5 Contatti netti: =

29 Rilevazione degli ascolti Auditel Indicatori o Ascolto medio (AM): è dato dal rapporto tra la sommatoria dei telespettatori presenti in ciascun minuto di un dato intervallo temporale ed il numero dei minuti dell'intervallo temporale considerato. Si calcola dividendo il numero dei contatti lordi per il numero dei minuti. o Percentuale Share (%SH): indica la quota percentuale di pubblico che si è sintonizzata su un determinato programma, rispetto al totale del pubblico presente davanti al televisore nello stesso intervallo considerato. o Percentuale di penetrazione (%PE): è il rapporto tra l ascolto medio di un certo programma e la popolazione di riferimento.

30 Rilevazione degli ascolti Auditel Indicatori o I minuti visti: indicano il numero dei minuti che i diversi spettatori hanno trascorso, in media, di fronte al programma. o Permanenza: è l indicatore percentuale della densità di consumo (intesa come il contrario della dispersione) o della fedeltà del pubblico. ascolto medio ascolto medio Permanenza = x 100 copertura netta Più alta è la permanenza, maggiore è la capacità del programma di tenere a sé gli spettatori. Tuttavia, quanto più una trasmissione è lunga, tanto più sarà difficile che trattenga gli spettatori per tutta la sua estensione. Per questo motivo la permanenza si può anche esprimere con il rapporto fra minuti visti e durata.

31 Rilevazione degli ascolti Auditel Apparecchiatura o MDU (Monitor detection unit): rileva se acceso o spento e canale di sintonizzazione o Meter: unità centrale di raccolta e trasmissione dei dati. Interroga MDU, memorizza le informazioni su ascolto, canali e individui presenti. o Telecomando: registra la presenza dei componenti della famiglia o di ospiti davanti alla televisione.

32 Rilevazione degli ascolti Auditel Produzione dei dati o Polling: si verifica quando il calcolatore centrale contatta le famiglie e il meter vi trasferisce le informazioni immagazzinate o Validazione: controlla i dati trasmessi e analizza il periodo di ascolto non coperto da telespettatori o Calcolo dei fattori di espansione: il campione di ritorno è lievemente disallineato da quello previsto, inconveniente che viene compensato con un processo di riallineamento.

33 Rilevazione degli ascolti Auditel Produzione dei dati o Calcolo dei dati: si raggruppano i dati per emittenti e tipologia di target o Controllo qualità: si verifica se sono avvenute anomalie durante la produzione di dati o Diffusione dei dati: attraverso materiale cartaceo o digitale, ultima fase del processo.

34 Come cambiano gli ascolti Quote di ascolto annuale nel giorno medio (%) Fonte: elaborazione su dati Auditel

35 Come cambiano gli ascolti Share complessivo dei principali gruppi televisivi nei mesi di Gennaio 2014/2015 Emittenti televisive Gennaio 2014 Gennaio 2015 Rai 38.26% 38.07% Mediaset 32.67% 33.07% Sky 4.99% 5.14% Fonte: elaborazione propria su dati Nielsen Services Italy.

36 o Evoluzione storica o Normativa o Rilevazione degli ascolti o Tipologie di Pubblicità in TV o Plus e Minus o Conclusioni

37 Tipologie di pubblicità in tv Carosello: la prima forma di pubblicità televisiva in Italia ube.com/watch? v=u0n2k7d-atg Gelsomina zero in Cucina Carosello 1957

38

39 Bialetti - Carosello AJ0

40 Tipologie di pubblicità in tv Principali formati: o Spot o pubblicità tabellare (*) o Telepromozioni (*) o Autopubblicità (*) o Campagne sociali o Promos (**) o Inviti all ascolto Billboard (*) o Billboard CEE o Diari (5-7 sec.) *

41 Tipologie di pubblicità in tv Principali formati: o 7x7 (*) o Farfalle Rai (settimanali multirete) * o Televendite (***) o In Logo (*) o Product Placement * Rientrano nel calcolo dell affollamento pubblicitario ** Rientrano nell affoll. Pubbl. solo se il promos è sponsorizzato *** Rientrano nel calcolo con un limite specifico, aggiuntivo ai precedenti

42 Tipologie di pubblicità in tv Spot pubblicitario: o È presenti negli stacchi tra i programmi o nelle relative pause o È molto organizzato in pacchetti o Il prezzo per la messa in onda dipende dalla fascia oraria o È realizzato in formati da 60 o 30

43 Tipologie di pubblicità in tv Telepromozioni: o Interventi durante spettacoli o programmi o Dai 30 ai 2 min o Il conduttore presenta lo sponsor o Obbligo della scritta «messaggio promozionale» o Rientra nell affollamento pubblicitario

44 Tipologie di pubblicità in tv Televendite: o Minimo 3 minuti o Sigla di apertura e chiusura o Solo su tv commerciali o Rientrano nell affollamento pubblicitario

45 Tipologie di pubblicità in tv Campagne sociali: o Campagne di carattere sociale o Vengono trasmesse o gratuitamente o con forti sconti o Hanno un interesse pubblico o Sono organizzate da istituzioni pubbliche come Governo o Ministeri

46 Tipologie di pubblicità in tv Altri formati: o Sovraimpressioni* o Diari 7x7* o Citazioni o Inviti all ascolto* o Promos**

47

48

49

50 Tipologie di pubblicità in tv Product Placement: o Presenza di un brand o prodotto all interno di una produzione cinematografica o televisiva Il product placement, è oggi ammesso nelle opere cinematografiche e televisive, e se effettuato lecitamente non può più essere considerato una forma di pubblicità occulta. Non rientra nell affollamento pubblicitario

51

52 o Evoluzione storica o Normativa o Rilevazione degli ascolti o Tipologie di Pubblicità in TV o Plus e Minus o Conclusioni

53 Plus: Plus e Minus o La copertura: elevato livello di penetrazione della popolazione italiana in un breve tempo o La frequenza: utilizzando veicoli (le singole trasmissioni) che sono trasmessi a striscia nella settimana o acquistando pacchetti a rotazione, o combinando le due cose, si può raggiungere più volte lo stesso pubblico o Basso costo per contatto: è un mezzo adatto ai grandi pubblici che possono essere raggiunti ad un basso costo unitario o La creatività: parole,suoni, immagini possono emozionare e favorire la memorizzazione delle campagne

54 Minus: Plus e Minus o La soglia di investimento pubblicitario d ingresso: molto elevata rispetto ad altri mezzi o L esclusione di target di nicchia: l operazione risulterebbe troppo costosa per il sommarsi dell alta soglia d ingresso e di un costo contatto elevato o Costi di produzione dei filmati elevati o Interattività (con il digitale) ancora limitata e poco attraente se valutata rispetto ad Internet

55 o Evoluzione storica o Normativa o Rilevazione degli ascolti o Tipologie di Pubblicità in TV o Plus e Minus o Conclusioni

56 Conclusioni o Meno tempo, meno attenzione (audience) o Frammentazione dell offerta televisiva (internet, tv digitale, tv mobile) o Nuove tecnologie che modificano la fruizione dei mezzi classici (TiVo per la televisione, Podcast per la radio). o Diffusione degli Smarthphone o Ascesa dei Social Media

57 Cinema...e Pubblicità

58 o Evoluzione del cinema in Italia o Rilevazione degli ascolti o Investimenti pubblicitari o Tipologie di Pubblicità al cinema o Plus e Minus o Conclusioni

59 Evoluzione del cinema in Italia 113, ,119 Fonte: elaborazione propria su dati Cinetel

60 Evoluzione del cinema in Italia o crisi imputata alla diffusione del mezzo televisivo o Dagli anni 90 proliferazione dei Multiplex e ripresa del mercato cinematografico

61

62

63 o Evoluzione del cinema in Italia o Rilevazione degli ascolti o Investimenti pubblicitari o Tipologie di Pubblicità al cinema o Plus e Minus o Conclusioni

64 Rilevazione degli ascolti Audimovie (dal 2007) o Analizza i dati sugli spettatori dei cinema italiani o Utilizza i dati sui biglietti venduti dal circuito Cinetel o Ha uno scopo prettamente pubblicitario

65 Rilevazione degli ascolti Audimovie Cosa NON misura o Profilo degli spettatori o Percezione dell offerta rispetto ai film o Percezione rispetto alle strutture

66 Rilevazione degli ascolti GFK Eurisko (dal 2008) Ricerca emozionale quali-quantitativa e coincidenziale sul ricordo della pubblicità. Fornisce informazioni sui profili degli spettatori e sui vissuti del cinema.

67 Rilevazione degli ascolti GFK Eurisko (dal 2008) o 500 interviste domiciliari o interviste mensili o interviste fra Gennaio e Dicembre (no Agosto) o Il campione o Dai 14 anni o Territorio nazionale

68 o Evoluzione del cinema in Italia o Rilevazione degli ascolti o Investimenti pubblicitari o Tipologie di Pubblicità al cinema o Plus e Minus o Conclusioni

69 Investimenti pubblicitari o Ruolo marginale del cinema per quanto riguarda gli investimenti pubblicitari o Dal 2003 aumento grazie alla nascita dei Multiplex o Grandi concessionarie: Sipra, Opus (fallita nel 2011 e sostituita da International Cinema Uci), Moviemedia, PRS (dal 2013). o Mercati principali: automobili, bevande, alimentari e oggetti personali

70 Fonte: elaborazione propria su dati Nielsen

71 o Evoluzione del cinema in Italia o Rilevazione degli ascolti o Investimenti pubblicitari o Tipologie di Pubblicità al cinema o Plus e Minus o Conclusioni

72 Tipologie di pubblicità al cinema Tre pubblicità al cinema anni 50-60

73 w.youtube. com/watch?v=jd6uc 9HB85I Spot Fiat 127 (Cinema)

74 Tipologie di pubblicità al cinema o Pubblicità tradizionale: prima del trailer o Pubblicità trailer: durante i trailer o Pubblicità a inizio film: prima dei titoli di testa del film

75 o Evoluzione del cinema in Italia o Rilevazione degli ascolti o Investimenti pubblicitari o Tipologie di Pubblicità al cinema o Plus e Minus o Conclusioni

76 Plus: o Pubblici mirati o Target consumista Plus e Minus o Permette pianificazione regionale, locale, nazionale o Possibilità di sperimentazione o Product Placement

77 A brief history of Product Placement

78 Minus: Plus e Minus o Numero di pubblico in diminuzione o Impossibilità di scegliere il filmato accostato allo spot o Alti costi di realizzazione o Mancanza di informazioni sul pubblico

79 o Evoluzione del cinema in Italia o Rilevazione degli ascolti o Investimenti pubblicitari o Tipologie di Pubblicità al cinema o Plus e Minus o Conclusioni

80 Conclusioni o Pubblico in calo, ma possibilità di nuove forme pubblicitarie: diapositive, installazioni, eventi nei multiplex o Evoluzione del Product Placement o Evoluzione del digitale (3D, HD)

81 Grazie per l attenzione

La televisione e il mercato pubblicitario

La televisione e il mercato pubblicitario La televisione e il mercato pubblicitario Il Medium Televisione dominante in Italia dagli anni sessanta deve ora fare i conti con il nuovo consumatore e con le nuove tecnologie. Nonostante tutto, tiene

Dettagli

Cinema e Tv Dott. Francesco Catarinozzi

Cinema e Tv Dott. Francesco Catarinozzi Cinema e Tv Dott. Francesco Catarinozzi Il cinema in Italia 87.043 86.520 97.819 102.464 109.000 112.120 91.000 1990 1995 2000 2005 2008 2011 2012 Spet. (Mln) 1 Il cinema in Italia Dal gli anni 90 inizia

Dettagli

La televisione digitale in Italia La penetrazione dell offerta allargata presso le famiglie italiane

La televisione digitale in Italia La penetrazione dell offerta allargata presso le famiglie italiane La televisione digitale in Italia La penetrazione dell offerta allargata presso le famiglie italiane 1 semestre 2005 Primo rapporto semestrale sulla penetrazione della tv digitale. Le fonti: dichiarazioni

Dettagli

16/04/2010. Sociologia della Comunicazione. Premessa A.A. 2009-2010. Le Ricerche sull Audience. Le Ricerche sull Audience

16/04/2010. Sociologia della Comunicazione. Premessa A.A. 2009-2010. Le Ricerche sull Audience. Le Ricerche sull Audience Sociologia della Comunicazione A.A. 2009-2010 Le Ricerche sull Audience Fulvio Fortezza Premessa Oggi non esiste più un pubblico dei media, ma diversi pubblici, così come si moltiplicano (in molti casi

Dettagli

SKY e la Pubblicità..

SKY e la Pubblicità.. SKY e la Pubblicità.. Perché scegliere di fare pubblicità su Sky piuttosto che su una TV generalista? Cosa rende Sky la piattaforma più adatta alle comunicazioni commerciali? Come convincere un azienda

Dettagli

CALCIO RAI 1 SEMESTRE 2016. speciali.

CALCIO RAI 1 SEMESTRE 2016. speciali. CALCIO 1 SEMESTRE 2016 RAI speciali. RAI: LA CASA DEL CALCIO ITALIANO IL CALCIO E RAI partite 1 SEMESTRE 2016 TOTALE PARTITE NAZIONALE TIM CUP Non solo Tv 12 anche Radio, Web, Mobile e Smart Tv 3 9 L EVENTO

Dettagli

Il flusso di lavoro in un agenzia media

Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il flusso di lavoro in un agenzia media Il Brief del Cliente Il planning strategico Analisi della concorrenza Analisi e costruzione del target Gli obiettivi di comunicazione

Dettagli

Aggiornamento 10 febbraio 2016 CALCIO RAI 1 SEMESTRE 2016. speciali.

Aggiornamento 10 febbraio 2016 CALCIO RAI 1 SEMESTRE 2016. speciali. Aggiornamento 10 febbraio 2016 CALCIO 1 SEMESTRE 2016 RAI speciali. RAI: LA CASA DEL CALCIO ITALIANO IL CALCIO E RAI partite 1 SEMESTRE 2016 TOTALE PARTITE NAZIONALE TIM CUP Non solo Tv 12 anche Radio,

Dettagli

FMCG (dati Nielsen, 2006) Nel 2003: + 2,7% Nel 2004: + 2,3% l investimento pubblicitario è cresciuto. 2003 e 2004: ALTA CONCENTRAZIONE

FMCG (dati Nielsen, 2006) Nel 2003: + 2,7% Nel 2004: + 2,3% l investimento pubblicitario è cresciuto. 2003 e 2004: ALTA CONCENTRAZIONE FMCG (dati Nielsen, 2006) Nel 2003: + 2,7% Nel 2004: + 2,3% l investimento pubblicitario è cresciuto 2003 e 2004: ALTA CONCENTRAZIONE Prime 5 aziende : 30% 5 a < azienda < 14 a : 25% 20 a < azienda < 200

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CONCESSIONARIE DI PUBBLICITÀ

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CONCESSIONARIE DI PUBBLICITÀ ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUADRO CONCESSIONARIE DI PUBBLICITÀ Voce Istruzioni Ricavi lordi derivanti dalla raccolta pubblicitaria Ricavi lordi derivanti da raccolta pubblicitaria nel settore:

Dettagli

Technical Document Release Version 1.0. Product Sheet. MediaSpot. Creazione e gestione palinsesto pubblicitario

Technical Document Release Version 1.0. Product Sheet. MediaSpot. Creazione e gestione palinsesto pubblicitario Technical Document Release Version 1.0 Product Sheet MediaSpot Creazione e gestione palinsesto pubblicitario MediaSpot MediaSpot è il software di SI Media sviluppato per la gestione completa dei contratti

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL SETTORE RADIOTELEVISIVO Televisione nazionale - Servizi Media Audiovisivi (SMA) lineari e non lineari su reti trasmissive tradizionali (inclusa IPTV): fornitori

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE MEZZI

LA PIANIFICAZIONE MEZZI LA PIANIFICAZIONE MEZZI Appunti di Pubblicità e Marketing Dispensa redatta dal Prof. Marco Galdenzi ad uso degli studenti del Corso di Laurea di Scienze della Comunicazione Anno accademico 2011/2012 LE

Dettagli

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008

AUDIMOVIE: fase periodica. Maggio e Dicembre 2008 Maggio e Dicembre 00 AUDIMOVIE: fase periodica Maggio e Dicembre 00 Maggio e Dicembre 00 Obiettivi La ricerca estensiva periodica sul cinema svoltasi nei mesi di Maggio e di Dicembre 00 ha inteso esplorare

Dettagli

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO

I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I MODELLI DI BUSINESS DEL MERCATO TELEVISIVO I modelli di business nel sistema televisivo vengono definiti in base ai soggetti che finanziano le azioni di produzione e ed erogazione del servizio offerto.

Dettagli

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni Soggetto Denominazione DATI ANAGRAFICI GENERALI Natura giuridica Anno di costituzione società Codice Fiscale Partita IVA (Solo per i soggetti esteri) Codice Fiscale Estero N Dipendenti N Giornalisti Sede

Dettagli

DELIBERA N. 538/01/CSP. Regolamento in materia di pubblicità radiotelevisiva e televendite L AUTORITA

DELIBERA N. 538/01/CSP. Regolamento in materia di pubblicità radiotelevisiva e televendite L AUTORITA DELIBERA N. 538/01/CSP Regolamento in materia di pubblicità radiotelevisiva e televendite L AUTORITA NELLA riunione della Commissione per i servizi e i prodotti del 25 luglio 2001 e in particolare nella

Dettagli

Chi siamo. sdf. È l unica emittente privata in lingua tedesca dell Alto Adige.

Chi siamo. sdf. È l unica emittente privata in lingua tedesca dell Alto Adige. sdf. È l unica emittente privata in lingua tedesca dell Alto Adige. Chi siamo. Südtirol Prime-Time - 30 minuti di puro Alto Adige. sdf offre ogni giorno dalle ore 18.00 alle ore 02.00, in replica ogni

Dettagli

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA!!

SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA!! SQUADRA CHE VINCE NON SI CAMBIA!! Conduzione: Carlo Conti Direzione artistica: Artisti: Anteprima: Carlo Conti 18 campioni e 8 nuove proposte da martedì 9 a sabato 13 dalle ore 20.35 alle ore 20.40 Dopo

Dettagli

ASCOLTO MENSILE TV. Febbraio 2015

ASCOLTO MENSILE TV. Febbraio 2015 ASCOLTO MENSILE TV Febbraio 2015 EVIDENZE Nel mese di febbraio 2015 la televisione ha raggiunto nel giorno medio l 83.1% della popolazione con un consumo di 296 minuti. Un dato in calo rispetto al 2014

Dettagli

LUCIO GARBO editore e presidente

LUCIO GARBO editore e presidente LUCIO GARBO editore e presidente Il mio orientamento di fondo nasce da un progetto ambizioso che rispecchi gli ideali, i valori, le aspirazioni di chi ha fissato gli obiettivi, con azioni concrete: LA

Dettagli

Regolamento in materia di sponsorizzazioni di programmi radiotelevisivi e offerte al pubblico

Regolamento in materia di sponsorizzazioni di programmi radiotelevisivi e offerte al pubblico Decreto Ministro Poste e Telecomunicazioni 9 dicembre 1993, n. 581 Regolamento in materia di sponsorizzazioni di programmi radiotelevisivi e offerte al pubblico (G.U. n.8 del 12.1.1994) IL MINISTRO DELLE

Dettagli

SEZIONE I Disposizioni generali. Articolo 1 Definizioni. 1. Ai fini del presente regolamento si intende:

SEZIONE I Disposizioni generali. Articolo 1 Definizioni. 1. Ai fini del presente regolamento si intende: Regolamento in materia di pubblicità radiotelevisiva e televendite, di cui alla delibera n. 538/01/CSP del 26 luglio 2001 integrato dalle modifiche apportate dalle delibere nn. 250/04/CSP, 34/05/CSP, 105/05/CSP,

Dettagli

Product Placement and Brand Equity

Product Placement and Brand Equity Product Placement and Brand Equity Margherita Corniani 1. Il Product Placement 2. Il Product Placement nella comunicazione aziendale 2.1 I vantaggi del Product Placement 2.2 I limiti del Product Placement

Dettagli

Il campionamento. Ulteriori vantaggi: economicità (costi e tempi limitati)

Il campionamento. Ulteriori vantaggi: economicità (costi e tempi limitati) Il campionamento Il campionamento Insieme delle operazioni che consistono nella selezione, nelle intenzioni rappresentativa, degli appartenenti ad una popolazione, allo scopo di studiare una porzione della

Dettagli

PRESENTAZIONE network Radio in Store

PRESENTAZIONE network Radio in Store PRESENTAZIONE network Radio in Store MISSION Fornire soluzioni per comunicare con i consumatori nei luoghi dove si sviluppa il processo di acquisto : il punto vendita Infatti i messaggi trasmessi dalla

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management CONCESSIONARIE DI PUBBLICITA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management DEFINIZIONI DEL SETTORE Il settore delle «concessionarie di pubblicità» si occupa della vendita di spazi

Dettagli

XXVIIIa Edizione PREMIO MARKETING SIM CONTENT IS KING, BRANDS ARE CASTLE

XXVIIIa Edizione PREMIO MARKETING SIM CONTENT IS KING, BRANDS ARE CASTLE XXVIIIa Edizione PREMIO MARKETING SIM CONTENT IS KING, BRANDS ARE CASTLE FOX CHANNELS ITALY 2 FOX Channel Italy http://www.foxtv.it/ FOX International Channels Italy nasce nel 2003. Oggi è uno dei player

Dettagli

OFFERTA COMMERCIALE Rtv SAN MARINO secondo semestre 2015 (31maggio 2 gennaio 2016)

OFFERTA COMMERCIALE Rtv SAN MARINO secondo semestre 2015 (31maggio 2 gennaio 2016) OFFERTA COMMERCIALE Rtv SAN MARINO secondo semestre 2015 (31maggio 2 gennaio 2016) SAN MARINO TV San Marino Rtv: dalla Repubblica più antica, una finestra sul mondo. La radiotelevisione di Stato, espressione

Dettagli

LE INIZIATIVE SPECIALI TV

LE INIZIATIVE SPECIALI TV LE INIZIATIVE SPECIALI TV Billboard /I.A. Promo-brand/promo-tail Box Split Screen Inspot Telepromozioni Promostory Advideo-Videoclient Intervallo 2.0 Promosso! Annunciami tu Greenspot I love Italy Testimonial

Dettagli

Le radio e le tv sul web: F.A.Q.

Le radio e le tv sul web: F.A.Q. Le radio e le tv sul web: FAQ L Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, sulla base delle competenze ad essa assegnate dal decreto legislativo n. 44 del 2010 (cosiddetto decreto Romani, di seguito

Dettagli

Aggiornamento 7 ottobre 2015 CALCIO RAI AUTUNNO2015. speciali.

Aggiornamento 7 ottobre 2015 CALCIO RAI AUTUNNO2015. speciali. Aggiornamento 7 ottobre 2015 CALCIO AUTUNNO2015 RAI speciali. RAI: LA CASA DEL CALCIO ITALIANO IL CALCIO E RAI partite autunno 2015 TOTALE PARTITE NAZIONALE TIM CUP Non solo Tv 22 anche Radio, Web, Mobile

Dettagli

Parte IV Il communication mix

Parte IV Il communication mix Parte IV Il communication mix Cap.11 Advertising Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2012-2013 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cos è la pubblicità Storicamente rappresenta l industrializzazione

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE MEZZI

LA PIANIFICAZIONE MEZZI LA PIANIFICAZIONE MEZZI Appunti di tecnica della comunicazione pubblicitaria Dispensa redatta dal Prof. Marco Galdenzi ad uso degli studenti del Corso di Laurea di Scienze della Comunicazione Anno accademico

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.20.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE

STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.20.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.11.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ 92.12.0 DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ 92.20.0 ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE Giugno 2007 PREMESSA

Dettagli

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione

Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Parte V Pianificazione, organizzazione e controllo delle attività di comunicazione Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap. 23 Le competenze

Dettagli

Allegato C. Classificazione tipologie di programmi

Allegato C. Classificazione tipologie di programmi Allegato C Classificazione tipologie di programmi Tipologia dei programmi Dettagli sul programma Definizioni N Notiziari 1 Telegiornale Trasmissione a carattere informativo con programmazione quotidiana

Dettagli

A422 SKY ITALIA/AUDITEL Provvedimento n. 23112

A422 SKY ITALIA/AUDITEL Provvedimento n. 23112 A422 SKY ITALIA/AUDITEL Provvedimento n. 23112 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 14 dicembre 2011; SENTITO il Relatore Professor Piero Barucci; VISTO l articolo

Dettagli

Monito Monit r r trimestr trimes ale merc mer a c t a o t tele l v e i v s i ivo i vo italiano

Monito Monit r r trimestr trimes ale merc mer a c t a o t tele l v e i v s i ivo i vo italiano Monitortrimestralemercato trimestrale mercato televisivo italiano Aggiornamento SETTEMBRE 2012 Novembre 2012 Indice Sintesi Pag. 2 I principali operatori del mercato Pag. 6 Focus sull offerta gratuita

Dettagli

SMART TV: IL PRODOTTO DEL FUTURO? GfK Group Smart TV 03/05/2013

SMART TV: IL PRODOTTO DEL FUTURO? GfK Group Smart TV 03/05/2013 SMART TV: IL PRODOTTO DEL FUTURO? 1 Metodologia Campione: 800 interviste, rappresentative degli italiani dai 30 ai 54 anni, utenti di internet negli ultimi 3 mesi Interviste su Panel Dialogatore di GfK

Dettagli

LE DEFINIZIONI MEDIA

LE DEFINIZIONI MEDIA DEFINIZIONI MEDIA LE DEFINIZIONI MEDIA Copertura Netta o Net Reach Frequenza Media / OTS GRP s Copertura Efficace o Effective Reach Distribuzione di frequenza Share Indici di Concentrazione COPERTURA NETTA

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 La crisi dell editoria quotidiana e periodica: la negativa congiuntura economica, l evoluzione tecnologica e i fattori di criticità strutturali L editoria quotidiana e periodica

Dettagli

Torna la pubblicità subliminale Oggi si chiama product placement ed è l'unica via di sopravvivenza per gli sponsor di tv e cinema " Anna Mezzasalma

Torna la pubblicità subliminale Oggi si chiama product placement ed è l'unica via di sopravvivenza per gli sponsor di tv e cinema  Anna Mezzasalma Torna la pubblicità subliminale Oggi si chiama product placement ed è l'unica via di sopravvivenza per gli sponsor di tv e cinema " Anna Mezzasalma Prima è toccato alla carta stampata. Ora sembra sia il

Dettagli

Profilo dei media in Italia. di Emanuele Gabardi!

Profilo dei media in Italia. di Emanuele Gabardi! Profilo dei media in Italia di Emanuele Gabardi! Potenzialità dei mezzi (% di penetrazione) Mezzi Base Adulti 14+ Resp. Acq. TV 1 giorno 84 89 Radio 1 giorno 68 59 1 settimana 81 75 Quotidiani 1 giorno

Dettagli

CENTRO DI PRODUZIONE PER TUTTI I VIDEO A CONTENUTO FASHION DI CLASS EDITORI

CENTRO DI PRODUZIONE PER TUTTI I VIDEO A CONTENUTO FASHION DI CLASS EDITORI Oltre agli storici servizi glamour del canale, la nuova Class Tv Moda cresce e diventa il CENTRO DI PRODUZIONE PER TUTTI I VIDEO A CONTENUTO FASHION DI CLASS EDITORI Coordinandosi con le redazioni del

Dettagli

LE AUDIENCE DELLA TV DI TELESIA NEGLI AEROPORTI

LE AUDIENCE DELLA TV DI TELESIA NEGLI AEROPORTI LE AUDIENCE DELLA TV DI TELESIA NEGLI AEROPORTI Giuseppe Minoia Presidente Gfk - Eurisko Milano, 8 maggio 2008 Obiettivi 1 La ricerca ha approfondito i seguenti temi: Il target profiling dei viaggiatori

Dettagli

La raccolta pubblicitaria

La raccolta pubblicitaria La raccolta pubblicitaria Il settore della comunicazione pubblicitaria comprende due ambiti di attività: 1) Above the line, che corrisponde al settore della raccolta pubblicitaria realizzata attraverso

Dettagli

ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE

ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE STUDIO DI SETTORE UG94U ATTIVITÀ 59.11.00 ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ 59.12.00 ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI

Dettagli

Chi siamo. Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione.

Chi siamo. Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione. Chi siamo Fondata nel 1986, Ciemme Sistemi S.p.A. è un azienda leader in Italia nel settore della video-comunicazione. Da sempre è in grado di fornire soluzioni qualificate e diversificate di comunicazione

Dettagli

Media Monthly Report. Giugno 2009

Media Monthly Report. Giugno 2009 Media Monthly Report Giugno 2009 Media Monthly Report Giugno 2009 The Nielsen Company, Media Indicatori macroeconomici Andamento dei consumi Investimenti pubblicitari Audience tv e Internet News dal mondo

Dettagli

WORKSHOP DAY DEL RADIOTV FORUM DI AERANTI-CORALLO

WORKSHOP DAY DEL RADIOTV FORUM DI AERANTI-CORALLO WORKSHOP DAY DEL RADIOTV FORUM DI AERANTI-CORALLO Relazione introduttiva dell avv. Marco Rossignoli Coordinatore di Aeranti-Corallo e Presidente Aeranti Milano 3 novembre 2009 Il passaggio al digitale

Dettagli

DALLA TELEVISIONE SENZA FRONTIERE AI CONTENUTI SENZA FRONTIERE

DALLA TELEVISIONE SENZA FRONTIERE AI CONTENUTI SENZA FRONTIERE 1 NOTA SULLA DIRETTIVA SERVIZI DI MEDIA AUDIOVISIVI DALLA TELEVISIONE SENZA FRONTIERE AI CONTENUTI SENZA FRONTIERE DIRETTIVA 2007/65/CE SOSTITUISCE LA 89/522/CEE FINALITA Al fine di promuovere la crescita

Dettagli

ADVERTISING TRADIZIONALE VS NUOVE TECNOLOGIE?

ADVERTISING TRADIZIONALE VS NUOVE TECNOLOGIE? COMUNICAZIONE DRIVER PER IL BUSINESS: ADVERTISING TRADIZIONALE VS NUOVE TECNOLOGIE? Relatore: Aldo Reali Direttore Generale Sipra Ancona, 11 Ottobre 2007 PREMESSA LE AZIENDE PER POTER SVOLGERE IL PROPRIO

Dettagli

LUCIO GARBO editore e presidente

LUCIO GARBO editore e presidente LUCIO GARBO editore e presidente Il mio orientamento di fondo nasce da un progetto ambizioso che rispecchia gli ideali, i valori, le aspirazioni di chi ha fissato gli obiettivi, con azioni concrete: LA

Dettagli

CENNI STORICI. Guglielmo Marconi. Aleksandr Stepanovič Popov

CENNI STORICI. Guglielmo Marconi. Aleksandr Stepanovič Popov CENNI STORICI Nikola Tesla Julio Cervera Baviera Guglielmo Marconi Aleksandr Stepanovič Popov CENNI STORICI Ernest Rutherford Jagadish Chandra Bose Carl Ferdinand Braun Sir Oliver Joseph Lodge CENNI STORICI

Dettagli

La rappresentazione nella pubblicità. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1. Premessa. Le azioni della ricerca.

La rappresentazione nella pubblicità. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1. Premessa. Le azioni della ricerca. Università di Roma La Sapienza (Prof. Maria D Alessio) 1 La rappresentazione nella pubblicità Premessa La letteratura internazionale ha affrontato negli ultimi anni la pubblicità che utilizza i bambini

Dettagli

Il mercato di monopolio

Il mercato di monopolio Il monopolio Il mercato di monopolio Il monopolio è una struttura di mercato caratterizzata da 1. Un unico venditore di un prodotto non sostituibile. Non ci sono altre imprese che possano competere con

Dettagli

La Rai di domani. Restyling and Renaming Di Rebecca Rabozzi, redazione Brandforum.it

La Rai di domani. Restyling and Renaming Di Rebecca Rabozzi, redazione Brandforum.it La Rai di domani Restyling and Renaming Di Rebecca Rabozzi, redazione Brandforum.it Nel 2009 è iniziato lo switch over del segnale televisivo analogico, che regione dopo regione terminerà le trasmissioni,

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014

SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Allegato A alla delibera n. 658/15/CONS SISTEMA INTEGRATO DELLE COMUNICAZIONI: RISULTANZE DEL PROCESSO DI VALUTAZIONE DELLE DIMENSIONI ECONOMICHE PER L ANNO 2014 Premessa Il presente documento illustra

Dettagli

Presentazione di Radio Marconi e convenzione UELCI Febbraio 2014

Presentazione di Radio Marconi e convenzione UELCI Febbraio 2014 Presentazione di Radio Marconi e convenzione UELCI Febbraio 2014 La Storia in Breve - Radio Marconi è il marchio di proprietà di NovaradioA srl e caratterizza i programmi di una delle emittenti più rilevanti

Dettagli

Casa Sanremo Festival della Canzone Italiana.

Casa Sanremo Festival della Canzone Italiana. & CASA SANREMO Casa Sanremo ha l obiettivo di creare un luogo di aggregazione per tutti i giornalisti, gli artisti, gli addetti ai lavori che confluiscono ogni anno nella cittadina ligure per il Festival

Dettagli

XIII. 1978 Nel 1978 TeleMilano. comunicazioni. DIRITTO delle COMUNICAZIONI. Strade Posta Telegrafo Telefono

XIII. 1978 Nel 1978 TeleMilano. comunicazioni. DIRITTO delle COMUNICAZIONI. Strade Posta Telegrafo Telefono DIRITTO delle COMUNICAZIONI -Communication Law & Policy- XIII -Televisione Lezione di Giovedì 20 novembre 2014 comunicazioni Strade Posta Telegrafo Telefono Stampa Radio Televisione Internet Convergenza

Dettagli

La convergenza tra regolamentazione e autoregolamentazione (tutela dei minori e product placement)

La convergenza tra regolamentazione e autoregolamentazione (tutela dei minori e product placement) La convergenza tra regolamentazione e autoregolamentazione (tutela dei minori e product placement) Avv. Giulio Votano V i c e d i r e t t o r e A f f a r i g e n e r a l i, C o n t r a t t i, S i s t e

Dettagli

Il canto è il discorso esaltato alla passione più elevata. La musica è il linguaggio della passione Richard Wagner

Il canto è il discorso esaltato alla passione più elevata. La musica è il linguaggio della passione Richard Wagner Il canto è il discorso esaltato alla passione più elevata. La musica è il linguaggio della passione Richard Wagner Il segreto del canto risiede tra la vibrazione della voce di chi canta il battito del

Dettagli

Comunichiamo ovunque.

Comunichiamo ovunque. Comunichiamo ovunque. Premessa Un monitor posizionato in un ambiente commerciale, in una palestra, in una vetrina, su una strada o su una piazza, ha rappresentato, sino ad oggi, esclusi rari casi, un

Dettagli

Profilo dei media in Italia. di Emanuele Gabardi

Profilo dei media in Italia. di Emanuele Gabardi Profilo dei media in Italia di Emanuele Gabardi Potenzialità dei mezzi (% di penetrazione) Mezzi Base Adulti 14+ Resp. Acq. TV 1 giorno 84 89 Radio 1 giorno 68 59 1 settimana 81 75 Quotidiani 1 giorno

Dettagli

SAPIENZA - UNIVERSITÀ DI ROMA PUBBLICAZIONI DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E DIRITTO SEZIONE DI DIRITTO DELL ECONOMIA

SAPIENZA - UNIVERSITÀ DI ROMA PUBBLICAZIONI DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E DIRITTO SEZIONE DI DIRITTO DELL ECONOMIA SAPIENZA - UNIVERSITÀ DI ROMA PUBBLICAZIONI DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E DIRITTO SEZIONE DI DIRITTO DELL ECONOMIA 30 VINCENZO MARIO SBRESCIA I SERVIZI DI MEDIA AUDIOVISIVI NEL MERCATO EUROPEO DELLA RADIOTELEVISIONE

Dettagli

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa

Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Approfondimento L interazione tra mercato e impresa Glossario di marketing Accettazione: pubblico. misura l accoglimento di un annuncio pubblicitario da parte del Account: figura professionale che svolge

Dettagli

Pubblicità e Relazioni Pubbliche

Pubblicità e Relazioni Pubbliche Pubblicità e Relazioni Pubbliche Attenta analisi d ambiente e del mercato, dei consumatori e del prodotto Marketing OBIETTIVI: Immagine Espansione Quantitativa Crescita dell immagine Uso strumenti pubblicitari

Dettagli

Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line. System24 Concessionaria di pubblicità Sole24ore

Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line. System24 Concessionaria di pubblicità Sole24ore Radio 24 Nuova Offerta Tabellare on air e on line 1 Radio 24 Moduli IMPACT 2 FORMATI DEI MODULI IMPACT di RADIO24 on air A seconda delle diverse esigenze di comunicazione e possibile scegliere il formato

Dettagli

ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI

ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI STUDIO DI SETTORE VG94U ATTIVITÀ 59.11.00 ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ 59.12.00 ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI

Dettagli

CALCIO RAI AUTUNNO2015. speciali.

CALCIO RAI AUTUNNO2015. speciali. CALCIO AUTUNNO2015 RAI speciali. RAI: LA CASA DEL CALCIO ITALIANO IL CALCIO E RAI partite autunno 2015 TOTALE PARTITE NAZIONALE SUPERCOPPA TIM TIM CUP Non solo Tv 23 anche Radio, Web, Mobile e Smart Tv

Dettagli

Media Monthly Report. Maggio 2009

Media Monthly Report. Maggio 2009 Media Monthly Report Maggio 2009 Media Monthly Report Maggio 2009 The Nielsen Company, Media Indicatori macroeconomici Andamento dei consumi Investimenti pubblicitari Audience, letture e contatti News

Dettagli

Conferenza stampa Marketing forum. 8 aprile 2008

Conferenza stampa Marketing forum. 8 aprile 2008 Conferenza stampa Marketing forum 8 aprile 2008 Le origini della discontinuità 2 Per una serie di cause, gli individui trainanti l evoluzione della società negli ultimi anni hanno modificato la propria

Dettagli

TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA. Che cos è la pubblicità e come funziona. Antonio Margoni a.margoni@mcs.it

TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA. Che cos è la pubblicità e come funziona. Antonio Margoni a.margoni@mcs.it TECNICHE DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA Che cos è la pubblicità e come funziona Novembre 2012 Antonio Margoni a.margoni@mcs.it Che cos è la pubblicità e come funziona Ovvero: l arte di convincere i

Dettagli

PIANIFICAZIONE DEI MEDIA NELLA COMUNICAZIONE D IMPRESA Riassunto del libro di testo. integrato con materiale delle lezioni del Prof.

PIANIFICAZIONE DEI MEDIA NELLA COMUNICAZIONE D IMPRESA Riassunto del libro di testo. integrato con materiale delle lezioni del Prof. PIANIFICAZIONE DEI MEDIA NELLA COMUNICAZIONE D IMPRESA Riassunto del libro di testo integrato con materiale delle lezioni del Prof. Stancati 1. Evoluzione e struttura del mercato pubblicitario italiano

Dettagli

Seconda serata: 13 febbraio 2013. Prima puntata

Seconda serata: 13 febbraio 2013. Prima puntata Seconda serata: 13 febbraio 2013 Prima puntata Sulle note di «Volare» cantata da Beppe Fiorello (protagonista della nuova fiction di Rai Uno), si apre la seconda serata del Festisval, che riporta Domenico

Dettagli

Comunicare Domani. Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2008. Milano, 26 giugno 2008

Comunicare Domani. Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2008. Milano, 26 giugno 2008 Comunicare Domani Le dinamiche degli investimenti in comunicazione in Italia nel 2008 Milano, 26 giugno 2008 Il mercato della comunicazione in Italia Le previsioni per il 2008 e la vision di AssoComunicazione

Dettagli

Le forme di promozione nei mercati esteri. Michela Floris micfloris@unica.it

Le forme di promozione nei mercati esteri. Michela Floris micfloris@unica.it Le forme di promozione nei mercati esteri Michela Floris micfloris@unica.it Cos è la promozione La promozione riguarda tutto quanto può informare il potenziale compratore circa il prodotto e può indurlo

Dettagli

I mercati a due versanti

I mercati a due versanti Mercati a due versanti: definizione I mercati a due versanti Grazie ad Elisa Colorito I mercati a due versanti (o two-sided markets) sono mercati caratterizzati dalla presenza di una piattaforma, gestita

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS. a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE ALLEGATO B ALLA DELIBERA N. 4/06/CONS a. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE b. ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: 1. l ambito di

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2014 sull attività svolta e sui programmi di lavoro 15 luglio 2014 1 INDICE Il settore delle comunicazioni in Italia I servizi tlc I servizi

Dettagli

Rapporto analitico - Volume I: ITALIA

Rapporto analitico - Volume I: ITALIA Rapporto analitico - Volume I: ITALIA Monitoraggio dell'applicazione delle disposizioni della Direttiva "Televisione senza frontiere" relativa a pubblicità televisiva e televendita da parte dei canali

Dettagli

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 3694 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa del senatore DE LUCA Athos COMUNICATO ALLA PRESIDENZA L 11 DICEMBRE 1998 Norme per l

Dettagli

UEFA EUROPEAN UNDER-21 CHAMPIONSHIP TM 2015

UEFA EUROPEAN UNDER-21 CHAMPIONSHIP TM 2015 UEFA EUROPEAN UNDER-21 CHAMPIONSHIP TM 2015 Repubblica Ceca, 17-30 giugno speciali. L EVENTO È RAI GIORNI DI GARA SQUADRE VITTORIE ITALIA (nelle precedenti edizioni) PARTITE TORNEO 13 8 5 15 Non solo Tv

Dettagli

LE RICERCHE DI MERCATO

LE RICERCHE DI MERCATO LE RICERCHE DI MERCATO IL MARKETING: UNA DEFINIZIONE STUDIO DELLE NORME DI COMPORTAMENTO DI UNA AZIENDA CON RIGUARDO ALLA PROGRAMMAZIONE, REALIZZAZIONE E CONTROLLO DELLE ATTIVITA DI SCAMBIO. QUESTE NORME

Dettagli

Conoscere Auditel. Come funziona la Ricerca che rileva le audience della televisione in Italia

Conoscere Auditel. Come funziona la Ricerca che rileva le audience della televisione in Italia Conoscere Auditel Come funziona la Ricerca che rileva le audience della televisione in Italia In sintesi: struttura della Società, metodologia, tecnologia, panel e definizione dei dati. 1 Garanzia di chiarezza

Dettagli

Media Monthly Report Luglio 2009

Media Monthly Report Luglio 2009 Media Monthly Report Luglio 2009 Media Monthly Report Luglio 2009 The Nielsen Company, Media Indicatori macroeconomici Andamento dei consumi Investimenti pubblicitari Audience tv e Internet News dal mondo

Dettagli

Technical Document Release Version 1.0. Product Sheet. MediaReport. Reports e Statistiche in MediaList

Technical Document Release Version 1.0. Product Sheet. MediaReport. Reports e Statistiche in MediaList Technical Document Release Version 1.0 Product Sheet MediaReport Reports e Statistiche in MediaList MediaReport MediaList è provvisto di uno specifico modulo, MediaReport, in grado di generare report e

Dettagli

RELAZIONE FINALE MISURA DELL AUDIENCE DELLA PUBBLICITA UNA RACCOLTA DI DATI DELLE INDAGINI AUDIPRESS, AUDITEL E RADIOMONITOR

RELAZIONE FINALE MISURA DELL AUDIENCE DELLA PUBBLICITA UNA RACCOLTA DI DATI DELLE INDAGINI AUDIPRESS, AUDITEL E RADIOMONITOR Università degli Studi di Padova Dipartimento di Scienze Statistiche Corso di Laurea Triennale in Statistica e Gestione delle Imprese RELAZIONE FINALE MISURA DELL AUDIENCE DELLA PUBBLICITA UNA RACCOLTA

Dettagli

Linear Acoustic. Il Controllo del Loudness nella DTV Diventa Cruciale. In Pubblicità Post-Produzione Produzione Diretta Ingest e Messa in Onda.

Linear Acoustic. Il Controllo del Loudness nella DTV Diventa Cruciale. In Pubblicità Post-Produzione Produzione Diretta Ingest e Messa in Onda. Linear Acoustic By: Il Controllo del Loudness nella DTV Diventa Cruciale In Pubblicità Post-Produzione Produzione Diretta Ingest e Messa in Onda LOUDNESS SENZA CONTROLLO PERDITA AUDIENCE disturbo. Ascolto

Dettagli

Gli italiani, la montagna e gli sport invernali

Gli italiani, la montagna e gli sport invernali Gli italiani, la montagna e gli sport invernali Principali evidenze delle tre ricerche condotte da AstraRicerche per FISI Gli italiani 1 manifestano un rapporto con la montagna stretto (il 41.8% vi si

Dettagli

NOTE INFORMATIVE. Dati anagrafici generali:

NOTE INFORMATIVE. Dati anagrafici generali: NOTE INFORMATIVE Ai sensi della delibera n. 85/06/CSP, il soggetto realizzatore proprietario dei dati dell indagine sugli indici di ascolto della televisione in Italia è la Società Auditel srl Dati anagrafici

Dettagli

TIM MUSIC ONSTAGE AWARDS venerdì 18 marzo

TIM MUSIC ONSTAGE AWARDS venerdì 18 marzo venerdì 18 marzo Gli sono gli Oscar della musica live, nati per incoronare ogni anno i migliori artisti nazionali ed internazionali che si esibiscono nel nostro paese. La manifestazione, giunta al terzo

Dettagli

La Città della Musica Una risorsa per Milano

La Città della Musica Una risorsa per Milano La Città della Musica Una risorsa per Milano Sandro Lecca Milano - 16 dicembre 2008 Obiettivi della ricerca Una prima rappresentazione di Milano Città della Musica Individuare alcune possibili linee di

Dettagli

Principali campi di applicazione del Digital Signage sono:

Principali campi di applicazione del Digital Signage sono: Le caratteristiche di questa forma pubblicitaria offrono un maggior rapporto qualità/prezzo rispetto all investimento in tradizionali cartelloni stampati, e la sua malleabilità permette di trasformare

Dettagli

FONDAZIONE FITZCARRALDO

FONDAZIONE FITZCARRALDO FONDAZIONE FITZCARRALDO INDAGINE SUL PUBBLICO DEI FESTIVAL DI PIEMONTE DAL VIVO ABSTRACT DELLA RICERCA Gli obiettivi della ricerca La popolazione di riferimento dell indagine è quella del pubblico dei

Dettagli

ACCORDO PRELIMINARE DI ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO. Tra

ACCORDO PRELIMINARE DI ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO. Tra ACCORDO PRELIMINARE DI ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO Associazione TVpopolare, con sede legale in Milano, Via Paleocapa n. 6 (Mi), CF e P. IVA n. 97575300153, in persona del legale rappresentante Maurizio

Dettagli

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati La relazione trimestrale è redatta su base consolidata in quanto la

Dettagli