INDICE. Expo. l'expo si va a Lentate. giovani. in Italy» milioni di euro. sua. Expo. lanciareexpo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE. Expo. l'expo si va a Lentate. giovani. in Italy» milioni di euro. sua. Expo. lanciareexpo"

Transcript

1

2 INDICE CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA Il Sole 24 Ore 11/03/2014 Un tavolo per le opere di 1 La Provincia ed. Varese 09/03/2014 Tutto finito solo nel 2017 Ma per l' si va a Lentate 2 La Prealpina 09/03/2014 : lavori da inventare. Per i giovani 3 La Prealpina 09/03/2014 Torre civica con vista su 4 La Prealpina 08/03/2014 premia la nonna d'europa 5 La Prealpina 08/03/2014 L'Alto Milanese si affida a 6 Il Sole 24 Ore 07/03/2014 Technogym farà correre l' 7 Il Sole 24 Ore 07/03/2014 Il padiglione Kuwait sarà «made in Italy» 9 La Prealpina 07/03/2014 Per padiglione da 20 milioni di euro 10 Italia Oggi 06/03/2014 La Svizzera sente l' come sua 11 Italia Oggi 06/03/2014 Le rotte fenice, i viaggi d'ulisse 12 Italia Oggi 06/03/2014 Paese che viene, paese che va 13 Italia Oggi 06/03/2014 Havas scende in campo per 14 Italia Oggi 06/03/2014 Piacere, il mio nome è Foody 16 La Prealpina 06/03/2014 Foody e i suoi 11 amici pronti a lanciare 17 La Prealpina 05/03/2014 Alfieri: «Maroni smetta di piangere su» Il Carroccio: «Renzi venga, ma porti i soldi» 18 Il Sole 24 Ore 04/03/2014 priorità del governo 19 La Provincia ed. Varese 04/03/2014 Il piatto di piange: opere a rischio Varese vuole più di un miliardo da Renzi 20 Il Sole 24 Ore 04/03/2014 Adesso servono atti concreti 21 Il Sole 24 Ore 04/03/2014 Maroni presenta un conto da 1,6 miliardi 22 La Prealpina 04/03/2014, lista della spesa per il Governo 23 Il Giorno ed. Varese 03/03/2014 «I soldi per l' ci sono È ora di lanciare i progetti per il turismo e la cultura» 24 Il Sole 24 Ore 02/03/2014 Il governo davanti ai nodi dell' 25 Il Sole 24 Ore 02/03/2014 Governo-: partita da 260 milioni 26 La Prealpina 02/03/2014 «va tenuta fuori dalle polemiche» 28 Italia Oggi 01/03/2014 L' è strategica anche per il governo Renzi. Martina, che era sottosegretario all', è diventato ministro 29

3 dell'agricoltura La Prealpina 01/03/2014 L' cambia la vita ai pendolari 30 Il Giorno ed. Varese 01/03/2014 I 25 milioni tornano indietro ma Maroni avverte i ministri «Pronta la lista della spesa» 31 Il Giorno ed. Varese 28/02/2014 Berlino fa il tifo «Coi grandi eventi l'italia ci sa fare» 32 Italia Oggi 28/02/2014, l'hotel a misura di turista 33 Il Sole 24 Ore 28/02/2014, la Cina punta sull'agrifood 35 Il Sole 24 Ore 27/02/2014 L' rischia di restare a secco 36 La Prealpina 27/02/2014, trincea antimafia a Milano. Ma a Roma sfumano 25 milioni 38 Italia Oggi 27/02/2014 I campi? Li coltivo col satellite 39 La Prealpina 26/02/ , Varese va in buca 40 La Prealpina 26/02/2014 Vie d'acqua da rifare. Entro venti giorni 41 Il Giorno ed. Varese 26/02/2014 Via d'acqua dimezzata vince il fronte «No Canal» Stop anche alla ciclabile 42 Il Sole 24 Ore 26/02/2014 rivede il progetto «vie d'acqua» 43 Il Sole 24 Ore 25/02/2014 Scontro ideologico e sociale sull' 45 Il Sole 24 Ore 25/02/2014, tensione sulle vie d'acqua 46 Il Sole 24 Ore 25/02/2014 Diplomazie in campo per la Turchia 47 PAG 0

4 11/03/ PAG /03/2014 PAG 1

5 09/03/ PAG /03/2014 Il cronoprogramma Tutto finito solo nel 2017 Ma per l si va a Lentate AdagostoapreilprimotrattodiPedemontana, da Cassano Magnago a Lomazzo, a settembre il lotto 1 della tangenziale di Varese. Per arrivare fino ad Osio Sotto, in provincia di Bergamo, bisognerà però aspettare il È questa infatti la scadenza che il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi ha fissato venerdì sera a Gallarate. Entro la fine di aprile del prossimo anno, in tempo per il via ad 2015, sarà invece inaugurato il tratto B1, 7,5 chilometri che da Lomazzo portano a Lentate sul Seveso.Restano quindi altri tre scaglioni: il B2 da Lentate a Cesano Maderno, il C che raggiunge Usmate e Velate, il D che conclude la Pedemontana a Osio Sotto. Per questi cantieri, in totale 45 chilometri di strada, la chiusura è prevista per il 1 luglio del Manca invece ancora la scadenza per l apertura del cantiere del secondo lotto della tangenziale di Varese, che dalla Folla di Malnate arriva fino al valico del Gaggiolo. R. SAP. PAG 2

6 09/03/ PAG /03/2014 : lavori da inventare. Per i giovani MEINA - «L creerà lavoro per molti giovani non solo in Lombardia, ma anche nei territori vicini. Bisogna cogliere questa occasione unica». Diego Zarneri, dirigente della Provincia di Milano dello staff dell assessore Stefania Garnero, lo ha spiegato ieri a un convegno organizzato dall associazione Meina nel cuore. In platea numerosi under 30, attirati dal titolo un occasione per i giovani. Zarnieri ha elencato una serie di attività imprenditoriali che già molti in Lombardia hanno intrapreso soprattutto su internet. «Un gruppo di 14 ragazzi ha inventato for tour, mettendo in rete alberghi e ostelli. Un ventiseienne ha messo a punto un sistema multimediale dove il maestro Martino, mitico inventore del risotto con lo zafferano, ripropone un viaggio virtuale tra i ristoranti più prestigiosi di Milano. Sono tanti gli esempi e le ricadute». Sono stati presentati i cantieri di e in numeri di una manifestazione che attirerà 20 milioni di visitatori, il 30 per cento stranieri. In Lombardia sono stimati 500mila posti letto. E il lago Maggiore è a due passi da Milano, quindi accreditato di un enorme potenziale di attrattività. Nell area di ci saranno 130 Paesi. Luigi Favali, organizzatore dell evento, ha spiegato: «Chi si attendeva di poter lasciare un curriculum forse è rimasto deluso, ma di tutti sono stati registrati gli indirizzi di posta elettronica. L iniziativa, tuttavia, era informativa». In sala anche Simone Crolla, ex deputato di Forza Italia, organizzatore del padiglione americano, uno dei più attesi nel panorama di : «Con noi lavoreranno molti studenti americani, ma ci sarà spazio anche per italiani. ha detto -. Per organizzare il padiglione cerchiamo di convincere grandi imprenditori americani a investire 40 milioni di dollari, poiché il governo degli Usa non investe soldi pubblici, a differenza di altri, all estero». Al tavolo dei relatori (foto Redazione) anche Luigi Fanchini dell Ente Fiera del Lago Maggiore, che il sindaco di Arona Alberto Gusmeroli vuole agganciare al carro di. Maurizio Robberto Maurizio Robberto PAG 3

7 09/03/ PAG /03/2014 Torre civica con vista su Uno, due, tre, centro e infine trecentododici. Tanti sono i gradini da risalire per raggiungere la cima alla torre civica di piazza Monte Grappa. Passando per nove piani, il cavedio centrale, una scala semi-ovale, muri in parte scrostati che però non sembrano aggrediti dall umidità, grate da cui entra nebbia o luce riflessa del sole. La struttura, nonostante l età, è resistente. Lo conferma l architetto Valeria Marinoni, funzionario dell assessorato alla Tutela ambientale, che mostra (nel piano dell orologio, sotto la vetta) il pregio intatto degli spazi. Da lassù si domina Varese. L ultimo solaio accessibile è a 47 metri di altezza; 378 sul livello del mare. E un gioiello della città? Altro che! Da tempo, diciamo almeno un annetto con serie intenzioni, si parla del possibile recupero della torre. Recupero in vista dell apertura al pubblico. L idea era stata (ri)lanciata l estate scorsa dal vice sindaco Carlo Baroni e dall assessore al Commercio e alla promozione del territorio, Sergio Ghiringhelli; l ordine degli Architetti di Varese ha "confezionato" una bozza di progetto per l eventuale insediamento, sotto la sommità, di attività di ristorazione, con un ascensore centrale per salita e discesa. A che punto siamo? Qualcosa si muove. E lo "certifica" il piano triennale delle opere comunali, redatto dall assessorato ai Lavori pubblici, di cui Baroni ha la delega e Franco Andreoli è il dirigente: per il 2015 è indicato uno stanziamento di un milione e duecentomila euro. Soldi che, nel piano, vengono ricondotti a fondi statali. Quali?. In che senso? L assessore Ghiringhelli spiega che, con legge del dicembre scorso, si è aperta per gli enti locali la "caccia" ai finanziamenti europei che Stato e Regioni non hanno ancora utilizzato. «Sono destinati a infrastrutture e opere affini» rivela l esponente leghista della giunta, facendo capire che il binomio "recupero torre civica e 2015" sarebbe calzante, molto calzante. Ghiringhelli infatti si dichiara ottimista, cauto, ma ottimista. E non solo per la prospettiva di riaprire uno dei simboli della città ma anche, soprattutto, per farlo in concomitanza con. «Sarebbe davvero entusiasmante riuscirci durante il semestre dell Esposizione universale, ma anche solo dare il via al cantiere avrebbe un significato importantissimo». A conferma che Palazzo Estense ci crede - e non solo sulla carta, cioè nelle previsioni del piano triennale delle opere pubbliche -, la giunta, guidata dal sindaco Attilio Fontana, ha deliberato in settimana l incarico per il progetto esecutivo. E chiaro che se arrivassero davvero i fondi europei residui, la strada sarebbe spianata. Viceversa? «L idea non verrebbe abbandonata ma dovremmo inevitabilmente affidarci alla partecipazione di investitori privati». Il progetto che verrà a breve redatto, confermerà in cima alla torre l ipotesi di un attività di ristorazione, bar o addirittura ristorante panoramico. L happy hour? Di alto livello, anzi a livello alto. Il Comune andrebbe quindi a mettere a gara l attività, chiedendo una compartecipazione variabile alle spese di ristrutturazione (dipende dalla possibilità di accesso ai fondi europei per l Italia) e un affitto. Ma il recupero, come sottolineato proprio da Ghiringhelli, sarebbe funzionale anche all insediamento di spazi espositivi e, perché no, di un piano da dedicare ai prodotti locali, non solo alimentari. Del resto, sono nove i livelli che formano la torre civica e almeno quattro liberi e praticabili. Curioso è il possibile parallelo tra le origini della torre - inserita all epoca nel progetto complessivo di piazza Monte Grappa - e le sue attuali prospettive di ristrutturazione, con quello che dovrebbe a breve succedere in piazza Repubblica, con il recupero dell ex caserma e dell intero comparto. Si muovono le grandi opere, grandi almeno per Varese. Altra analogia col passato, il fatto che la realizzazione della torre (in origine prospettata sull altro fronte, quello che si affaccia sull attuale via Marcobi) seguì l approvazione di un piano regolatore; ora i lavori potrebbero scattare dopo l adozione definitiva del Pgt (piano di governo del territorio). Semplici curiosità. La sostanza è che la riapertura al pubblico non è più solo un idea. E un progetto. Pasquale Martinoli Pasquale Martinoli PAG 4

8 08/03/ PAG /03/2014 premia la nonna d'europa VERBANIA S è trasformato di nuovo in un set televisivo il piccolo alloggio in vicolo San Leonardo, a Verbania, dove vive Emma Morano, 114 anni e 98 giorni ieri. A metà mattina, Sandro Sassoli, coordinatore del progetto numismatico di 2015, ha consegnato alla donna più anziana d Europa il primo conio della moneta rosa", un esemplare unico con tre piccoli diamanti incastonati a simboleggiare i tre secoli attraversati dalla Morano, alla quale 2015 ha voluto affiancare una studentessa dell istituto "FerriniFranzosini" di Verbania, Johara Castelli, residente a Oggebbio, nata lo stesso giorno della signora Emma (il 29 novembre) ma 1997 della più longeva donna d Italia e la piccola Sofia Masucci, venuta alla luce sabato scorso nel reparto di ginecologia e ostetricia dell ospedale Castelli. Nel corso dell incontro, Sassoli ha letto i messaggi d auguri di Laura Cretara, già incisore ufficiale alla zecca della Banca d Italia, autrice del disegno della moneta, e di Diana Bracco, presidente di. La consegna è stata effettuata alla vigilia della Festa della donna perché il riconoscimento è stato concepito come un omaggio, tramite la più longeva, a tutte le donne d Italia, e anche d Europa visto che Emma Morano è la più anziana di tutto il continente. Presenti ieri anche il commissario straordinario del Comune di Verbania, Michele Mazza, e il presidente del consiglio regionale del Piemonte, Valerio Cattaneo, che ha tentato di strappare alla signoa Emma, senza successo, la promessa di una visita a l anno prossimo. La longevità di Emma Morano ha reso celebre anche la sua dieta a base di uova. Ieri Sandro Sassoli ne ha comperate due dozzine al mercato del venerdì di Pallanza. Si è poi rammaricato per i giandujotti che non è riuscito a trovare. Poco male, la nipote che accudisce Emma Morano l ha informato che, da un paio d anni, anche l anziana li ha banditi dalle sue abitudini alimentari. Troppo pesanti da digerire. Fino a due anni fa ne consumava mezzo chilogrammo ogni settimana. Con la sua longevità, Emma Morano, è diventata una testimonial d eccezione per il territorio. La cerimonia di ieri sarà trasmessa sia da programmi delle reti Rai sia dai canali Mediaset. Adesso è stata scelta anche per promuovere un evento, 2015, dal quale non solo Verbania ma tutto il lago Maggiore s attende molto in termini di presenze turistiche. Emma Morano, con la sua longevità, se già messa, sia pure involontariamente, al servizio di questo evento. Mauro Rampinini PAG 5

9 08/03/ PAG /03/2014 L'Alto Milanese si affida a LEGNANO - I Comuni dell Alto Milanese hanno siglato a Legnano, nella sede decentrata della Provincia di Milano, l Accordo partenariale per la promozione del territorio in occasione di 2015, documento che ufficializza un percorso intrapreso dal 2013 e che si sta ora concretizzando. L intesa mira a creare sinergie tra enti locali, organizzazioni economiche e associazioni per promuovere e valorizzare le eccellenze e le potenzialità istituzionali, economiche e sociali dell Alto Milanese sul piano internazionale, con uno sguardo che va ben oltre l Esposizione universale. Alla sottoscrizione dell accordo erano presenti la Provincia di Milano, nella persona del consigliere delegato per l Alto Milanese Gianbattista Fratus, i rappresentanti di 17 Comuni (Arconate, Buscate, Busto Garolfo, Canegrate, Cerro Maggiore, Cuggiono, Dairago, Inveruno, Legnano, Nerviano, Parabiago, Rescaldina, San Giorgio su Legnano, San Vittore Olona, Turbigo, Vanzaghello e Villa Cortese), Confartigianato Alto Milanese, Confcommercio di Legnano, Confindustria Alto Milanese ed Euroimpresa Legnano. Gli enti hanno convenuto di dar vita a un "Tavolo permanente di collaborazione" finalizzato a far sì che 2015 promuova l Alto Milanese, consolidi la sua attrattività turistica, implementi le opportunità per lo sviluppo delle imprese locali sul mercato internazionale. A tal fine sono stati individuati quattro ambiti d azione: il progetto Internazionalizzazione, già attivato da Confartigianato Alto Milanese e già sottoscritto da 15 Comuni; il progetto Attrattività turistica ; il progetto Palinsesto territoriale che punterà al coordinamento e alla valorizzazione delle iniziative d eccellenza messe in campo dai soggetti sottoscrittori; e il progetto Laboratorio Comune, che punterà, in collaborazione con Anci nazionale e Anci Lombardia, a sviluppare attrattive territoriali. L assemblea dei sottoscrittori, costituita da un rappresentante per ogni ente firmatario, avrà il compito di delineare linee e indicazioni per lo sviluppo in occasione e oltre la realizzazione dell. Per dare attuazione ai progetti e centrare gli obiettivi saranno anche coinvolti enti quali Regione Lombardia, Camera di Commercio di Milano, società Explora, associazioni locali, fondazioni comunitarie, università e mondo scolastico. Il Comune di Legnano è stato individuato quale capofila dell aggregazione e la Conferenza dei Sindaci è già al lavoro PAG 6

10 07/03/ PAG /03/2014 PAG 7

11 07/03/ PAG /03/2014 PAG 8

12 07/03/ PAG /03/2014 PAG 9

13 07/03/ PAG /03/2014 Per padiglione da 20 milioni di euro MILANO - (a.g.) - Aridità e deserto, ma anche il fiorire della vegetazione dopo le piogge. Il Kuwait punta su questi aspetti nel padiglione che realizzerà per 2015 e che ha presentato ieri. Si prepara uno show interattivo che porterà a immergersi nella natura, nell alternanza di stagioni e di giorno e notte. E affascinando con temporali improvvisi e un acquario dedicato ai bimbi. «Un'esperienza affascinante ha spiegato Emanuele Rossetti, direttore di Nussli Italia, contraente generale Attraverso le moderne tecnologie vogliamo spiegare come sia possibile generare la vita». Ci saranno enormi vele che riprodurranno le imbarcazioni kuwaitiane, il sambuco, i cambiamenti del clima in un sentiero nel deserto. Si parlerà di ricerche, di desalinizzazione, del riuso dell'acqua, delle energie rinnovabili, dello sviluppo dell' agricoltura e delle risorse ittiche. E non mancherà un souk, un mercato in cui sarà possibile acquistare prodotti locali e un ristorante che servirà pietanze della cucina tradizionale. «Siamo impazienti di poter prendere parte a questo grande appuntamento», ha detto Salah Mansour Al-Mubaraki, commissario generale 2015 per il Paese. E' la prima volta che il Kuwait, che ha investito nel 2014 ben 500 milioni di euro nei mercati italiani, decide di partecipare a un evento mondiale, lo ha ricordato il console in Italia Abdull Nasser Bukhadhor. Il padiglione costerà milioni. I lavori partiranno in giugno, con manodopera italiana, «picchi di 200 lavoratori al giorno nel cantire e di 300 durante». Intanto, prosegue il World Tour che coinvolge il governatore Roberto Maroni. Ieri a Berlino, all Ambasciata italiana, ha affermato: «La mia ambizione è che sia l' dell'intera Europa. I ritardi sono stati recuperati, nel settore della proposta turistica faremo di un motivo di sviluppo per le nostre regioni. Dobbiamo fare in modo che i benefici continuino negli anni a venire. Non sempre l Italia ha rispettato i termini previsti, noi siamo impegnati in questo e sappiamo che al nostro fianco ci sono tutti i Paesi europei. E' un'occasione storica e sono certo che ce la faremo: il 30 aprile 2015 deve essere tutto pronto, vinceremo la sfida» PAG 10

14 06/03/ PAG /03/2014 Il paese investe 33 mln per valorizzare la sua biodiversità, la ricerca, i suoi gusti La Svizzera sente l come sua DI ROBERT HASSAN È vate», osserva Massimo Baggi, Console generale della Svizzera a Milano. «Attraverso il Padiglione la Svizzera promuoverà il proprio posizionamento sul tema dello sviluppo, in particolare attraverso le prestazioni dell agricoltura, in cui sono im- il primo paese che ha confermato la partecipazione a 2015 e che ha progettato il suo padiglione: la Svizzera, che ha uno stretto legame culturale con l Italia, ha rafforzato negli ultimi anni la collaborazione con il Belpaese, soprattutto nel campo della ricerca Il rendering del Padiglione svizzero e della formazione. ne uni- a questo paese di dare un Per gli elvetici, la v e r s a l e contributo al tema dell espopartecipazione a a Milano sizione universale 2015 di 2015 assunel 2015 Milano. «L iniziativa del me una rilevanza s e r v i r à Giro del Gusto nasce dalla particolare, consid u n q u e volontà di far conoscere una derata la stretta a c o n - Svizzera dalla forte tradiziovicinanza non solo solidare ne enogastronomica non solo geografica, ma anulterior- durante, ma anche nei che economica con mente i mesi che precedono la manil Italia, secondo Casa Svizzera a Sochi, per le olimpiadi invernali 2014, verrà r a p p o r- festazione milanese», spiega partner commerricostruita a Milano, per ospitare l iniziativa Giro del Gusto t i c o n Andrea Arcidiacono, reciale dopo la Gerl Italia. sponsabile del programma mania. La Svizzera, con investimenti diretti per 26 prescindibili i temi come: la Infatti, per far conoscere i Italia/ Milano «Lo miliardi di franchi, ha creato protezione del paesaggio, la nostri prodotti, nel capoluo- scopo è quello di presentar77 mila posti di lavoro in Ita- biodiversità, la ricerca e l in- go lombardo dal 30 aprile ci alla popolazione italiana, lia. Nel comparto turistico, il novazione per un sistema ali- all 11 maggio, la Casa Sviz- ma anche alle migliaia di nostro paese è per la Svizzera mentare sostenibile. La Sviz- zera aprirà le porte al gran- turisti che l Italia accoglie il quinto principale mercato di zera infatti fa della tecnologia de pubblico sulla Piazza del ogni giorno, attraverso le noprovenienza, e viceversa. Cir- e dello sviluppo sostenibile il Cannone, in concomitanza stre specialità alimentari. Il ca mezzo milione di cittadini suo motore di crescita e inve- degli Days, ovvero le Giro del Gusto rappresenta italiani vive e lavora in Sviz- ste molto nella ricerca scien- giornate organizzate con- quindi un occasione per far zera e quasi 50 mila cittadini tifica e nel sistema educativo. giuntamente dal Comune di gustare le nostre specialità Un altro punto di forza del Milano e dalla società», alimentari attraverso un proelvetici risiedono in Italia. «L investimento totale per nostro paese che presentere- aggiunge Massimo Baggi. gramma vario, che presenta Il posizionamento mondia- le eccellenze svizzere nel sarà circa di 40 milioni mo all è il sistema sidi franchi svizzeri (32,8 mln nergico tra settore pubblico le delle aziende elvetiche nel campo dell innovazione, deldi euro), di cui la metà con fi- e privato che ha sempre dato settore agro-alimentare e la la cultura e dell economia», nanziamenti pubblici e l altra risultati positivi. La parteci- forza innovativa nel settore conclude Arcidiacono. metà con fondi di aziende pri- pazione elvetica all esposizio- della ricerca permetteranno Riproduzione riservata PAG 11

15 06/03/ PAG /03/2014 Dario Cartabellotta svela a ItaliaOggi come sarà il cluster c biomed di cui la Sicilia è partner Le rotte fenice, i viaggi d Ulisse Un tour a tappe (con aperitivo) nella dieta mediterranea DI U LUISA CONTRI n occasione per far riscoprire le virtù della dieta mediterranea e dei suoi pilastri: le produzioni agroalimentari, olio in primis, dei paesi che s affacciano sul mare Mediterraneo. L offrirà ai visitatori dell 2015 il cluster bio-mediterditer raneo, lo spazio di 8 mila la mq, che ambisce ad attrarre almeno la metà dei visitatori complessivi dell esposizione universale. Il calendario delle mostre, eventi e spettaacoli che animeranno questo uesto cluster sarà meglio definito in un incontro programmatico, che ad aprile o maggio prossimi riunirà a Palermo i rappresentati della società 2015, dei dieci paesi che vi parteciperanno coi loro padiglioni: Albania, Algeria, Egitto, Grecia, Libano, Libia, Malta, Montenegro, San Marino e Tunisia, e della Regione Sicilia, partner della società 2015 nel coor- Il rendering del cluster biomed Dario Cartabellotta D dinamento di questo din cluster e a sua volta clus espositore con un 11 paesposito diglione. Come assicura a ItaliaOggi Dario Cartabellotta, assessore all agricoltura della regione Sicilia, si tratterà d un calendario particolarmente ricco e di forte presa sui visitatori di tutte le età. «Abbiamo preventivato una spesa di circa 3 mln di euro», anticipa Cartabellotta, «che contiamo sarà in larga parte coperta dai contributi dei consorzi di tutela e del- le aziende che parteciperanno, come già avviene nel caso del nostro stand al Vinitaly». Alla mattina il cluster ospiterà eventi pensati per il target ragazzi e scolaresche. Ogni mezzogiorno, il profumo del pane che tutti i paesi cuoceranno nel forno del cluster attirerà i visitatori. Nel pomeriggio artisti di strada animeranno le aree comuni. Dal tramonto in poi la piazza del cluster bio-mediterraneo sarà il palcoscenico d eventi dedicati ai giovani. Seguendo la formula «Aperitivo con», artisti, attori, sportivi, scienziati, archeologi, pescatori, chef, sommelier e tanti altri personaggi di tutti i paesi racconteranno il loro paese e la cultura che lo accomuna agli altri paesi del mediterraneo e si potranno gustare finger food, vini e altre bevande tipici di tutti i paesi partecipanti al cluster. Quattro le mostre tematiche previste: Lungo le rotte dei fenici, Il viaggio d Ulisse, Il grano, il pesce, il vino e l olio, e Le ceramiche del Mediterraneo. Cui s aggiungerà quella dedicata agli oli extravergini d oliva di tutti i paesi del Mediterraneo, proposti anche in degustazione. «Vogliamo che sia la prima occasione al mondo», spiega Cartabellotta, «d assaggiarli tutti». Nei giorni feriali un megaschermo diffonderà immagini delle più belle località di mare dei paesi del cluster e durante i fine settimana trasmetterà in diretta le feste tradizionali dei diversi popoli. Riproduzione riservata PAG 12

16 06/03/ PAG /03/2014 Paese che viene, paese che va Il caso dei Marò congela la partecipazione dell India a Il gelo con Delhi potrebbe preludere a un forfait per uno dei lotti (e degli investimenti) più rilevanti sul sito dell esposizione. Tensione anche con Ankara: la Turchia ha già manifestato l intenzione di revocare la sua partecipazione, come ritorsione per l appoggio del governo italiano a Dubai - e non a Smirne - per l assegnazione dell Il Bureau Internazionale delle Esposizioni (Bie) ha poi deciso per Dubai. Peraltro, va ricordato che la stessa Smirne era stata la principale competitor di Milano nella gara per l assegnazione dell Esposizione del 2015 e che il Bie non ha premiato la città turca neanche con l Esposizione internazionale del 2017, che si terrà ad Astana, in Kazakistan. Il commissario unico del governo, Giuseppe Sala, ha poi rivelato, lunedì scorso, che, viste le tensioni geopolitiche e il cambio di governo in Ucraina, anche Kiev potrebbe non partecipare. Segnali ufficiali in tal senso non ce ne sono, ma la crisi non fa ben sperare. Sala a ItaliaOggi ha spiegato che «l investimento ucraino su è di pochi milioni»; dunque sul piano economico l impatto è minimo. Non si può dire altrettanto sul piano agricolo. La partecipazione dell Ucraina, infatti, ha un alto valore simbolico. Non solo perchè l Ucraina è uno dei colossi della produzione cerealicola mondiale, ma anche perchè le sue terre sono state oggetto di land grabbing da parte di stati stranieri. Un fenomeno, quello dell accaparramento dei terreni, fortissimo in Africa. Ma che, negli ultimi anni, ha costretto il governo di Kiev ha proclamare una moratoria delle compravendite di terreni agricoli. A proposito di Africa, Sala ha rivelato che anche il Mali e la Repubblica Centrafricana potrebbero disdire la partecipazione a, per via dei disordini intestini causati dalle scorribande qaediste. Restando in tema, anche la Siria aveva aderito e, vista la guerra civile, potrebbe dare out. Mentre il Paraguay, che pure ha prenotato un suo spazio, potrebbe essere costretto a rinunciare per via della forte crisi economica che ha colpito il paese. Stessi problemi per l Argentina, che parteciperà: ma ha chiesto e ottenuto dall Italia che gli costruisca il padiglione. Salderà in seguito. A tal proposito il commissario unico ha spiegato che, visti i ritardi, si offre per costruire i padiglioni ai paesi che lo desiderino. Rivelando che «la stragrande maggioranza dei Paesi partecipanti è d accordo, mentre Germania e Svizzera faranno da sé». Sul fronte dei paesi in entrata, potrebbero presto aderire Norvegia (che non sembrava interessata), Sudafrica (il cui dossier è incagliato da un anno), Portogallo, Lussemburgo e Australia. Mentre ancora si attende la formalizzazione degli Stati Uniti d America. Al momento, le partecipazioni ufficiali ammontano a 143, ma per le possibili defezioni di cui sopra Sala stima un numero di partecipazioni finale inferiore a 140. Infine una conferma: il padiglione Arte e Food sarà allestito in Triennale a Milano città. Luigi Chiarello PAG 13

17 06/03/ PAG /03/2014 L agenzia di molti marchi food studia una comunicazione a 360 gradi con Robilant&Associati Havas scende in campo per L a.d. Mezzano: riscatto per Milano, non una campagna-paese DI FRANCESCA SOTTILARO A ttiva con il suo marchio in oltre 100 paesi del mondo e agenzia di molti big dell alimentare (fra gli altri Danone, Ferrarelle, Ferrero, Iglo, Mondelez e Müller), Havas si candida a partner di 2015 per la comunicazione dell evento. E rompe gli indugi sulla sua partecipazione alla gara in tandem con Robilant&Associati per la creatività e l esecuzione di una strategia comunicativa a 360 gradi sull esposizione, «un riscatto per Milano, più che una campagna-paese». A motivare l agenzia, un amministrato di 630 milioni per una quota del 10% del mercato tricolore, «non è tanto il piatto in palio», spiega Dario Mezzano, a.d. di Havas Italia, «in tutto 6 milioni di euro, di cui 2 per la creatività e uno per la produzione il primo anno, senza la garanzia di essere riconfermati agenzia per il secondo anno. E aggiungendo un gettone di gara per avrebbero do300 mila euro circa di spon- vuto consegnare i loro lavori. stata una proroga a sorship da versare all even- «C è venerdì prossito. Piuttosto», aggiunge, «è mo quindi», il nostro Dna a spingerci. aggiunge Lavoriamo con i maggiori Mezzano, gruppi alimentari, e anche «posso solo la grande opportunità di dire che raccontare un evento in seguendo Italia e nel mondo vista le direttidalla parte di Milano, ve per paruna città chiamata a tecipare al raccontare cibo, condivipitch siamo sione, popoli». per un messe ieri è stato svelato saggio semil nome della mascotplice te arcimboldiana dell evento, «Foody» (solo una curiosità, per i mondiali 98 di calcio in Francia la mascotte, un galletto, Dario Mezzano venne battezzato Footix), questa è anche la settimana in cui tutte le agenzie in PAG 14

18 06/03/ PAG /03/2014 sui cardini dell evento, il cibo, il territorio. Senza dimenticare che gli alimenti sono molto meno monumentali chessò della Tour Eiffel: il cibo non si vede se non ci si ferma, se non ci si mette a tavola e non si scambiano due parole. Ma a tavola, questo il bello, si risolvono i più grandi problemi. Anche per questo ci concentreremo su diversi mezzi, con la tv in primo piano. Si procederà per gradi a seconda dei risultati». La campagna «sarà rivolta principalmente al mercato italiano, poi all estero», spiega l a.d., «e così crediamo vista la spesa di 60 milioni cui hanno accennato gli organizzatori di a Torino. La vera sorpresa sarà Milano per gli italiani e per gli stranieri che considerano sempre le solite città italiane. Una rivincita del territorio». Ma non si tratterà di una comunicazione-paese: «Lavorare con Roma è estremamente complica- to, Milano invece è sempre stata una città dalle porte aperte dove giocare le proprie carte», aggiunge. Yannick Bolloré, ceo dal cognome importante del gruppo da oltre 500 uffici in più di 100 paesi, ha assicurato il suo supporto personale al raggiungimento degli obiettivi del committente. «Partecipare a questa gara ci riempie di eccitazione e di orgoglio», sottolinea, «abbiamo la struttura ideale per capire questo straordinario evento mondiale. Il gruppo accompagnerà tutte le fasi del processo e le agenzie dei paesi coinvolti collaboreranno con l headquarter milanese per lavorare in team, garantendo un integrazione e coordinamento internazionale delle attività». La prossima settimana sarà reso noto l accordo quadro tra e l agenzia internazionale (o un raggruppamento di agenzie) vincente, e durerà, salvo variazioni, dalla firma al 31 ottobre Riproduzione riservata PAG 15

19 06/03/ PAG /03/2014 Svelati i nomi della mascotte di 2015 e degli ortaggi e frutti ch che la compongono Piacere, il mio nome è Foody Dal merchandising ricavi per 150 mln. A solo 10 mln DI SILVIA CRAVOTTA A quasi tre mesi di distanza dalla sua presentazione ufficiale, la mascotte di 2015 ha finalmente un nome. Il volto composto da frutta e verdura realizzato dalla Disney Italia è stato battezzato «Foody», con un chiaro rimando, insieme a quello già presente nella grafica, al tema alimentare che guiderà l esposizione. A sceglierlo sono stati quattro bambini che hanno mandato le loro proposte insieme alle oltre 8 mila inviate al contest per dare un nome alla mascotte e agli 11 personaggi che la compongono. Oltre a Foody, infatti, ci sono l aglio «Guagliò» (al quale il governatore Roberto Maroni ha scherzosamente proposto di aggiungere bagai, che in dialetto lombardo sta per ragazzino, e ai per aglio), la banana «Josephine», il fico «Rodolfo», la melagrana «Chicca», l arancia «Arabella», il cocomero «Gury», il mango «Manghy», la pera «Piera», la mela «Pomina», i ravanelli «Rap Brothers» e il mais blu «Max Mais». Volti che diventeranno sempre più familiari con l avvicinarsi del primo maggio 2015 e che già da oggi fanno la loro comparsa in giro per la città, sulle pareti dei tram 12 e 27, dove resteranno fino a maggio. «Mascotte e mascottine verranno utilizzate nei prossimi mesi per le attività di comunicazione», ha spiegato il commissario unico e ad di 2015, Giuseppe Sala, «in attesa che a dicem- bre parta il merchandising». Pelouche, borse, magliette: le licenze d uso, ha detto ancora Sala, «saranno assegnate a quegli oggetti che reputiamo vadano bene» con l intenzione, dichiarata, di coinvolgere il più possibile aziende italiane. Un giro d affari che è atteso intorno ai 150 milioni di euro, con un ritorno economico per tra i 5 e i 10 milioni. Già dal prossimo anno scolastico sono previste 20 milioni di copertine per i libri e i quaderni degli studenti italiani. La vendita dei prodotti avverrà di pari passo con l arrivo dei cartoni animati, realizzati dagli esperti della Disney, che avranno come protagonisti Foody e i suoi amici: a partire da gennaio, le loro avventure andranno in onda in televisione e sul web. «Il 2015 sarà l occasione per inviare messaggi indirizzati ai più piccoli» si è detto convinto Sala. Il sito di ospiterà, infatti, il «Children Park», un area tematica dedicata, con un percorso nel mondo delle favole che offrirà l occasione per inviare messaggi sull importanza del cibo sano e sui problemi di un alimentazione non corretta. PAG 16

20 06/03/ PAG /03/2014 Foody e i suoi 11 amici pronti a lanciare MILANO - Tutti abbiamo sognato un nome italiano. Andava bene anche Arcimboldo, visto che è all artista della natura che si ispira la mascotte di. Invece, la composizione di ortaggi e frutti avrà un nome inglese, Foody, più internazionale, che richiama il tema legato all alimentazione. Ma un pizzico di italianità si ritrova nei nomi degli undici personaggi uniti dalla Disney a disegnare un volto sorridente: Josephine (Banana), Rodolfo (Fico), Chicca (Melagrana), Arabella (Arancia), Gury (Cocomero), Manghy (Mango), Piera (Pera), Pomina (Mela), Rap Brothers (Rapanelli), Max Mais (Mais Blu), Guagliò (Aglio). Su quest ultimo si è scatenato un originale siparietto con il governatore Roberto Maroni a rimarcare ironicamente l opportunità di dargli un cognome più padano, Bagàj (che unisce "ragazzino" ed "aj", aglio) e il commissario unico Giuseppe Sala ad ammettere che «Guagliò non ha convinto tutti». Rivelare il nome della mascotte è toccato ai bimbi, ideatori di questo "battesimo". «Oggi abbiamo tutti il piacere di conoscere Foody e i suoi amici - ha spiegato Sala - Se è vero che dandosi del "tu" si entra in contatto diretto con gli altri, quello di oggi rappresenta un bel momento nella storia di Milano La mascotte acquisterà una forza narrativa ed espressiva unica. Foody sposa i valori dell'esposizione Universale e ne rispetta l'identità: rappresenta bene il senso di comunità, di diversità che si compone in unità che vogliamo trasmettere ai visitatori di tutto il mondo, tenendo presente che il cibo, con la sua varietà, è fonte di vita e di energia». «Foody è un bel nome, mi piace, rappresenta bene il significato di, in un modo facilmente comprensibile ha sottolineato Maroni - Lunedì prossimo ci sarà l'insediamento del tavolo permanente fra Ministero delle Infrastrutture e Regione, per affrontare e risolvere le criticità. E' una grande sfida, perché la data di avvio di non può essere prorogata, ma sono sicuro che ce la faremo». Mentre si lavora per terminare le infrastrutture e si discutono le possibili rinunce (l India non ha adottato iniziative per concretizzare la partecipazione e pare non esistano stanziamenti per il padiglione promesso da Delhi), ogni alimento "animato", darà vita a un aspetto del tema della manifestazione e si farà portavoce di buone e corrette abitudini. I bambini e le famiglie vincitori del concorso che ha fruttato 8mila proposte otterranno in premio un pomeriggio con i disegnatori che hanno creato la mascotte. Foody inizierà a farsi conoscere all'agorà di Milano 2015 nel Cortile delle Armi di Castello Sforzesco a Milano: sabato e domenica sono previsti laboratori, giochi e attività in stile carnevalesco. Da oggi, per due mesi, l'intera famiglia racconterà la storia di ogni personaggio sui Jumbo Tram 12 e 27. «Foody porterà in Italia e nel mondo il messaggio dell'esposizione Universale milanese - ha detto il sindaco Giuliano Pisapia - E' stato bello affidare la scelta del nome alla fantasia dei bambini. Anche perché 2015 sarà a misura di bambino». Il tormentone comprenderà pupazzi, t-shirt e mille altri oggetti, oltre a 20 milioni di PAG 17

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

toscan i pri m i 'in Europa"

toscan i pri m i 'in Europa GG toscan i pri m i 'in Europa" IL sistema degli aeroporti toscani «è il nostro fiore all'occhiello», dice Martin Eurnekian ieri sulla pista di Peretola insieme al presidente di Corporacion America Italia,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ALLA SCOPERTA DEL CIBO E DELLE ABITUDINI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE SULLA COLAZIONE DEI BAMBINI IN ETA' SCOLARE

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli