I contributi Enasarco 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I contributi Enasarco 2014"

Transcript

1 Numero 36/2014 Pagina 1 di 10 I contributi Enasarco 2014 Numero : 36/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : PREVIDENZA CONTRIBUTI 2014 ENASARCO REGOLAMENTO ENASARCO In questa circolare si riepilogano le regole di contribuzione Enasarco per gli agenti e i rappresentanti di commercio. Si anticipa fin da subito che l'aliquota 2014 è aumentata rispetto all'anno scorso, ed è stata fissata: Sintesi al 14,2% per i soggetti che svolgono l'attività in forma individuale o in società di persone; da 0,1 a 0,6% per i soggetti che svolgono l'attività in forma di società di capitali, secondo determinati scaglioni. Le aliquote sono destinate ad aumentare anche per i prossimi anni. Il versamento va effettuato trimestralmente, e il primo appuntamento per i contributi 2014 è fissato al 20 maggio Un'altra novità consiste nella modalità di pagamento: l'addebito automatico sul c/c bancario della casa mandante tramite RID, valido fino al , è stato sostituito dal 1 febbraio 2014 dal sistema Sepa Direct Debit (SDD). Gli argomenti 1. PREMESSA 2. ALIQUOTE MASSIMALI E MINIMALI MODALITÀ E TERMINI DI VERSAMENTO 5. TABELLA RIEPILOGATIVA

2 Numero 36/2014 Pagina 2 di 10 Premessa Gli agenti e i rappresentanti di commercio, che operano sul territorio nazionale, sono tenuti all'iscrizione all'enasarco e alla relativa contribuzione. L Enasarco è l'ente Nazionale Assistenza Agenti e Rappresentanti di Commercio, che eroga agli agenti (di cui agli artt e 1752 Codice Civile) la pensione di vecchiaia, inabilità, invalidità e superstiti integrativa di quella prevista dalla L , n. 613 e successive modifiche e integrazioni. L'Enasarco persegue, inoltre, fini di formazione e qualificazione professionale a della categoria, e di solidarietà a favore degli iscritti e provvede alla gestione di altre provvidenze individuate dalla contrattazione collettiva. I contributi all'enasarco si calcolano su tutte le somme dovute a qualsiasi titolo all'agente o al rappresentante di commercio in dipendenza del rapporto di agenzia, anche se non ancora pagate, e devono essere versati trimestralmente. Pertanto il riferimento al trimestre segue il principio di competenza (il periodo di maturazione delle provvigioni), mentre resta ininfluente il momento del pagamento. Se l'attività di agenzia è esercitata in forma societaria, in presenza di due o più agenti illimitatamente responsabili, il contributo: è dovuto per ciascuno di essi; è suddiviso tra tali soci sulla base delle quote sociali o, se diverse, in misura corrispondente alle quote di ripartizione degli utili previste dall atto costitutivo. In mancanza i contributi sono ripartiti in misura paritetica. L'eventuale modifica della quota di partecipazione societaria ai fini contributivi ha effetto dal trimestre successivo a quello della comunicazione all'enasarco. Per gli agenti che svolgono l attività in forma di ditta individuale ovvero di società di persone (snc/sas) i contributi sono dovuti nel rispetto di un minimale contributivo e di un massimale provvigionale annuo. Invece, per gli agenti che svolgono l attività in forma di società di capitali (spa / srl) non è previsto alcun minimale / massimale. Aliquote 2014 Le aliquote contributive sono diverse a seconda che l agente svolga l attività in forma: di ditta individuale / società di persone. In questo caso l'aliquota 2014 (quindi per le provvigioni maturate a partire dall' ) è fissata, nel rispetto dei minimali e massimali, nella misura del 14,20% e va ripartita al 50% tra agente e casa mandante:

3 Numero 36/2014 Pagina 3 di 10 SOGGETTO ALIQUOTA Casa mandante (preponente) 7,10% Agente 7,10% 14,20% Si ricorda che l art. 4, comma 2 del Regolamento ENASARCO prevede un graduale aumento dell aliquota contributiva, fino al 2020: ,2% 14,65% 15,1% 15,55% 16% 16,5% 17% di società di capitali. In questo caso si applica un aliquota differenziata per scaglioni, così ripartita tra casa mandante e agente: SCAGLIONI ALIQUOTA 2014 A CARICO A CARICO DELLA CASA MANDANTE DELL'AGENTE Fino a ,00 3,2% 2,6% 0,6% Oltre ,00 e fino a ,00 1,6% 1,3% 0,3% Oltre ,00 e fino a ,00 0,8% 0,65% 0,15% Oltre ,00 0,3% 0,2% 0,1% Si ricorda che l art. 6, comma 1 del Regolamento prevede un graduale incremento annuale dell aliquota contributiva fino al SCAGLIONI ALIQUOTA ALIQUOTA ALIQUOTA Fino a ,00 3,2% 3,6% 4% Oltre ,00 e fino a ,00 1,6% 1,8% 2% Oltre ,00 e fino a ,00 0,8% 0,9% 1% Oltre ,00 0,3% 0,4% 0,5% Massimali e minimali 2014 Come già accennato nella premessa, per gli agenti che esercitano l'attività in forma individuale e in società di persone (snc/sas) i contributi sono dovuti nel rispetto dei minimali contributivi e dei massimali provvigionali, che ogni anno sono rivalutati secondo l'indice generale ISTAT dei prezzi al consumo per

4 Numero 36/2014 Pagina 4 di 10 le famiglie di operai ed impiegati. Per i massimali provvigionali la rivalutazione decorre dal Si ricorda fin da subito che: per massimale provvigionale si intende il massimo delle provvigioni su cui calcolare il contributo previdenziale, superato il quale non si deve più versare nulla; per minimale contributivo si intende il minimo di contribuzione da versare comunque nel corso dell'anno, purché si siano incassate provvigioni. Qualora il contratto inizi o termini durante l'anno, il minimale sarà proporzionale alla parte di anno di validità contrattuale. Per il 2014 il massimale provvigionale è il seguente: MASSIMALE SOGGETTO PROVVIGIONALE 2014 AGENTE MONOMANDATARIO (IMPEGNATO PER ATTO SCRITTO AD ESERCITARE ,00 L ATTIVITÀ PER UNA SOLA CASA MANDANTE) AGENTE PLURIMANDATARIO ,00 CONTRIBUZIONE MASSIMALE ANNUA ( ,20%) ( ,20%) Il contributo va calcolato fino al raggiungimento della provvigione massima annuale; la quota che supera il limite massimo va comunque comunicata, anche se su di essa non va calcolato né versato alcun contributo. Il massimale provvigionale non è frazionabile. In caso di attività svolta in forma societaria il massimale è riferito alla società, non ai singoli soci, pertanto il contributo va ripartito tra i soci illimitatamente responsabili in misura pari alle quote di partecipazione Esempio 1 - Calcolo massimale agente monomandatario L'agente monomandatario Rossi ha effettuato nel corso del 2014 le seguenti provvigioni: Provvigione maturata 1 trimestre trimestre trimestre trimestre Si calcolano così i contributi dovuti:

5 Numero 36/2014 Pagina 5 di 10 Provvigione maturata Contributo dovuto 1 trimestre *14,2% 2 trimestre trimestre trimestre In questo trimestre il massimale di viene superato. La quota da assoggettare a contributo è quella che manca per arrivare a Pertanto l'operazione da fare è ( )*14,2% Massimale già raggiunto, la provvigione dovrà però essere comunicata Esempio 2 - Calcolo massimale agente plurimandatario L'agente plurimandatario Bianchi ha effettuato nel corso del 2014 le seguenti provvigioni: Provvigione maturata 1 trimestre trimestre trimestre trimestre Si calcolano così i contributi dovuti: Provvigione maturata Contributo dovuto 1 trimestre trimestre trimestre trimestre In questo trimestre il massimale di viene già superato. La quota da assoggettare a contributo è quella massima annuale: *14,2% Massimale già raggiunto, la provvigione dovrà però essere comunicata Esempio 3 - Agenti costituiti in società di persone La società Alfa snc, con mandato plurimandatario, è composta da tre soci: socio A al 30% socio B al 30% socio C al 40%

6 Numero 36/2014 Pagina 6 di 10 Si suppongano le seguenti provvigioni: Provvigione maturata 1 trimestre trimestre trimestre trimestre Si calcolano così i contributi dovuti: Provvigione maturata Contributo dovuto 1 trimestre trimestre trimestre trimestre Ripartizione A 127, *14,2% B 127,8 C 170,4 A *14,2% B 639 C 852 Il questo trimestre si A 213 supera il massimale (23.000). La quota da assoggettare a B 213 contributo è quella che manca per arrivare al tetto massimo. C 284 Pertanto l'operazione da fare è ( )*14,2% - Massimale già raggiunto, la provvigione dovrà però essere comunicata Il minimale contributivo, invece, è il seguente:

7 Numero 36/2014 Pagina 7 di 10 MINIMALE CONTRIBUTIVO SOGGETTO 2014 AGENTE MONOMANDATARIO (IMPEGNATO PER ATTO SCRITTO AD ESERCITARE. 834 L ATTIVITÀ PER UNA SOLA CASA MANDANTE) AGENTE PLURIMANDATARIO. 417 Per il 2014, infatti, l'importo minimo deve essere rivalutato in base all'indice generale Istat. Considerando che le variazioni percentuali del 2013, rispetto al 2012, sono dell'1,1% e che la rivalutazione deve essere effettuata con arrotondamento all'euro superiore, il calcolo è il seguente: minimale monomandatario 2013 (824), rivalutato dell'1,1%=834 minimale plurimandatario 2013 (412), rivalutato dell'1,1%=417 Si ricorda che per determinare i minimali contributivi vanno considerati i seguenti principi: di produttività. Il minimale contributivo è dovuto soltanto se il rapporto di agenzia ha prodotto provvigioni, sia pure in misura minima, nel corso dell'anno. In tal caso, e cioè se almeno in un trimestre sono maturate provvigioni, dovranno essere pagate anche le quote trimestrali di minimale corrispondenti ai trimestri in cui il rapporto è stato improduttivo. L integrazione dei contributi al minimale (differenza tra l entità dei contributi e l importo minimale da versare) è interamente a carico della casa mandante, che può eventualmente recuperarla dai contributi dovuti nei trimestri successivi. Se il rapporto di agenzia è rimasto improduttivo per tutto l'anno, il minimale contributivo non è dovuto; di frazionabilità. Il minimale contributivo è frazionabile per quote trimestrali. Pertanto, nell'ipotesi di inizio o cessazione del rapporto di agenzia in corso d'anno, il minimale contributivo va calcolato per singolo trimestre. Il versamento va effettuato moltiplicando tale importo per il numero di trimestri in cui si è svolto il rapporto di agenzia. Ciò a condizione che in almeno un trimestre siano maturate provvigioni (principio di produttività). Esempio 4 - Calcolo minimale L'agente monomandatario Verdi ha effettuato nel corso del 2014 le seguenti provvigioni: Provvigione maturata 1 trimestre 0 2 trimestre 300,00 3 trimestre 9.000,00

8 Numero 36/2014 Pagina 8 di 10 4 trimestre 1.000,00 Si calcolano così i contributi dovuti: Provvigione Contributo maturata dovuto Integrazione 1 trimestre trimestre ,6 374,4 3 trimestre 9.000,00 903,6-4 trimestre ,00 - In questo trimestre il rapporto è stato improduttivo, per cui il minimale non è dovuto. Il contributo è inferiore al minimale (208,5 Euro a trimestre), pertanto è dovuta l integrazione. Va inoltre versato anche il minimale del 1 trimestre. Il versamento è pari a 208,5+208,5=417. L integrazione versata è pari a: ,6 = 374,4 Il contributo sarebbe (9.000*14,2%). Tale importo però supera il minimale, ed è allora possibile recuperare l'integrazione versata nel trimestre precedente. L'operazione è la seguente: ,4=903,6 (ancora superiore al minimale) Il contributo sarebbe 142 (1.000*14,2%), inferiore al minimale.

9 Numero 36/2014 Pagina 9 di 10 Tuttavia nel trimestre precedente è già stato versato un importo sufficiente a coprire tutto il minimale annuale, per cui è possibile versare nel 4 trimestre il contributo "teorico". Modalità e termini di versamento Prima di procedere con il versamento dei contributi è necessario inviare telematicamente un'apposita distinta, tramite il sito Internet A tal fine la casa mandante deve registrarsi e richiedere l abilitazione ai servizi telematici. Sulla distinta online va inserita la provvigione maturata da ciascun agente. Il sistema calcola in automatico il corretto contributo da versare, tenendo conto di minimali e massimali. Le distinte vanno compilate anche dopo il raggiungimento del massimale contributivo senza che ciò determini ulteriori versamenti. La casa mandate è responsabile del pagamento dei contributi anche per la parte a carico dell agente, nei confronti del quale trattiene la parte di contributi a suo carico all atto della liquidazione delle relative competenze. Fino al il versamento dei contributi andava effettuato mediante addebito automatico sul c/c bancario della casa mandante tramite RID (Rapporti Interbancari Diretti). A decorrere dall tale forma di pagamento è stata sostituita in via automatica dal sistema Sepa Direct Debit (SDD), per i c/c bancari sui quali è già attivo l'addebito automatico. Il versamento può essere effettuato anche tramite bollettino bancario (MAV). Il versamento dei contributi va effettuato entro il giorno 20 del secondo mese successivo alla scadenza di ciascun trimestre. In particolare, con riferimento alla contribuzione relativa al 2014, le scadenze sono le seguenti: TRIMESTRE 1 TRIMESTRE Gennaio-Febbraio-Marzo TRIMESTRE Aprile-Maggio-Giugno TRIMESTRE Luglio-Agosto-Settembre 2014 SCADENZA DI VERSAMENTO

10 Numero 36/2014 Pagina 10 di 10 4 TRIMESTRE Ottobre-Novembre-Dicembre Tabella riepilogativa AGENTE INDIVIDUALE O SOCIETÀ DI SOCIETÀ DI CAPITALI PERSONE (MONOMAND. O PLURIMAND.) MONOMAND. PLURIMAND. Fino a ,2% ALIQUOTA 14,2% Oltre e fino a ,6% Oltre e fino a ,8% Oltre ,3% MASSIMALE Non ci sono né massimali né MINIMALE minimali Ti ricordiamo che puoi accedere all'area Riservata del Sito dove è disponibile on line l'archivio di tutte le Circolari del Giorno.

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti. Oggetto. Contribuzione Enasarco dovuta dagli. agenti e rappresentanti di commercio

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti. Oggetto. Contribuzione Enasarco dovuta dagli. agenti e rappresentanti di commercio Roma, 10/01/2015 Spett.le Cliente Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Piazza Gaspare Ambrosini 25, Cap 00156 Roma Tel 06/41614250 fax 06/41614219

Dettagli

Aggiornati i minimali e massimali Enasarco

Aggiornati i minimali e massimali Enasarco PERIODICO INFORMATIVO N. 29/2010 Aggiornati i minimali e massimali Enasarco Sono stati aggiornati i minimali contributivi ed i massimali provvigionali Enasarco per il biennio 2010 2011. Le nuove misure

Dettagli

Enasarco: Regolamento di Previdenza, nuova aliquota contributiva e nuovi massimali provvigionali dal 2015

Enasarco: Regolamento di Previdenza, nuova aliquota contributiva e nuovi massimali provvigionali dal 2015 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 14 14 MARZO 2015 Enasarco: Regolamento di Previdenza, nuova aliquota contributiva e nuovi

Dettagli

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI

ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Circolare N. 32 Area: ADEMPIMENTI Periodico plurisettimanale 27 aprile 2010 ENASARCO: DAL 2010 NUOVI MINIMALI E MASSIMALI CONTRIBUTIVI Come noto, i soggetti che svolgono attività di agenzia e rappresentanza

Dettagli

CIRCOLARE SETTIMANALE

CIRCOLARE SETTIMANALE PRO.GE.A. PROGETTO GESTIONE AZIENDA Sede Legale: Via XXV Aprile, 206 21042 Caronno Pertusella (Va) Sede Operativa: Via IV Novembre, 455 21042 Caronno Pertusella (Va) Tel. 02.96515611 Fax 02.96515655 Uffici

Dettagli

OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI

OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI OBBLIGHI DELLE CASE PREPONENTI Quando si dà mandato ad un agente o ad un rappresentante di commercio, (che deve essere iscritto all albo professionale agenti per poter svolgere detta attività), la casa

Dettagli

Esempi di calcolo del contributo Enasarco sul fondo PREVIDENZA

Esempi di calcolo del contributo Enasarco sul fondo PREVIDENZA Esempi di calcolo del contributo Enasarco sul fondo PREVIDENZA Sono stati utilizzati i criteri di calcolo validi dal 1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2012, e quindi: Monomandatario Plurimandatario Aliquota

Dettagli

RIDUZIONE IMU E TASI - COMODATI IN CORSO DA REGISTRARE ENTRO IL 1 MARZO

RIDUZIONE IMU E TASI - COMODATI IN CORSO DA REGISTRARE ENTRO IL 1 MARZO RIDUZIONE IMU E TASI - COMODATI IN CORSO DA REGISTRARE ENTRO IL 1 MARZO Tra i diversi interventi recati dalla Legge di Stabilità 2016 sulla materia dei tributi locali, si segnala la riduzione al 50% della

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 4 marzo 2014

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 4 marzo 2014 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 4 marzo 2014 Oggetto: Circolare n. 5/2014 del 4 marzo 2014 Egregi

Dettagli

OGGETTO: Il nuovo regolamento Enasarco

OGGETTO: Il nuovo regolamento Enasarco Informativa per la clientela di studio N. 07 del 11.01.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Il nuovo regolamento Enasarco Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo, intendiamo

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi Oggetto: nuovo regolamento ENASARCO 2013 1. Premesse, riferimenti normativi ed entrata in vigore Dal 1 Gennaio 2013 è entrato in vigore il

Dettagli

Il rapporto di agenzia, oltre agli aspetti contrattuali tra le parti, implica adempimenti sia a carico delle aziende preponenti che degli agenti.

Il rapporto di agenzia, oltre agli aspetti contrattuali tra le parti, implica adempimenti sia a carico delle aziende preponenti che degli agenti. Attenzione: la Guida che state stampando è aggiornata al 30/10/2012. I file allegati con estensione.doc,.xls,.pdf,.rtf, etc. non verranno stampati automaticamente; per averne copia cartacea è necessario

Dettagli

Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Obbligo fattura elettronica alla P.A.

Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. Obbligo fattura elettronica alla P.A. Alle ditte Clienti Loro sedi Parma, 22 aprile 2014 Oggetto: Informativa n. 8 Novità legislative d immediato interesse ed applicazione. La presente per informarvi in merito a: Obbligo fattura elettronica

Dettagli

Star del credere - si o no? Qual'è il termine di iscrizione per un agente all'enasarco? Chi deve essere iscritto all'enasarco?

Star del credere - si o no? Qual'è il termine di iscrizione per un agente all'enasarco? Chi deve essere iscritto all'enasarco? Star del credere - si o no? Si tratta di vera e propria rivoluzione nei rapporti tra agente e casa mandante. L'art.28 della Legge Comunitaria 1999 è stato approvato in data 16 dicembre 1999. Nell'art.

Dettagli

Enasarco: costruiamo domani a partire da oggi

Enasarco: costruiamo domani a partire da oggi Enasarco: costruiamo domani a partire da oggi Giornata Nazionale della Previdenza Milano 5 Maggio 2011 2 Art. 3, comma 12, L. 335/95 (modificato con Legge Finanziaria 2007) STABILITÀ 15 anni Finanziaria

Dettagli

STUDIO CAVINA COMMERCIALISTI ASSOCIATI REVISORI CONTABILI

STUDIO CAVINA COMMERCIALISTI ASSOCIATI REVISORI CONTABILI AI SIGNORI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE INFORMATIVA N. 2 GENNAIO 2015 ALIQUOTE CONTRIBUTIVE PER GLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA INPS - AUMENTI PER IL 2015 1 PREMESSA Nel 2015, le aliquote contributive

Dettagli

16 Febbraio. 20 Febbraio. PRINCIPALI SCADENZE Febbraio 2013. Mantova, lì 04 Febbraio 2013 Circolare N. 06/2013

16 Febbraio. 20 Febbraio. PRINCIPALI SCADENZE Febbraio 2013. Mantova, lì 04 Febbraio 2013 Circolare N. 06/2013 Studio Mantovani & Associati s.s. Pag. 1 di 5 Mantova, lì 04 Febbraio 2013 Circolare N. 06/2013 Alle Aziende Clienti - Loro Sedi 16 Febbraio PRINCIPALI SCADENZE Febbraio 2013 Presentazione comunicazioni

Dettagli

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL Questo documento ha lo scopo di riassumere e di chiarire l uso del software gestionale ARCA2000SQL per la parte che riguarda le Ritenute d acconto. Si tratta di una procedura

Dettagli

Servizio Prestazioni. FONDAZIONE ENASARCO: tutti i diritti riservati

Servizio Prestazioni. FONDAZIONE ENASARCO: tutti i diritti riservati 1 PRESTAZIONI INTEGRATIVE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI PENSIONE ai SUPERSTITI Gestione INDENNITÀ di SCIOGLIMENTO del RAPPORTO di AGENZIA PENSIONE di VECCHIAIA PENSIONE di INVALIDITÀ PENSIONE di INABILITÀ

Dettagli

EMISSIONE DI UNA FATTURA DI UN AGENTE

EMISSIONE DI UNA FATTURA DI UN AGENTE EMISSIONE DI UNA FATTURA DI UN AGENTE L emissione di fatture da parte di un agente soggetto a Enasarco comporta che nelle stesse venga calcolato il relativo contributo evidenziato in fattura e scorporato

Dettagli

I contributi IVS 2013 di artigiani e commercianti

I contributi IVS 2013 di artigiani e commercianti Numero 35/2013 Pagina 1 di 9 I contributi IVS 2013 di artigiani e commercianti Numero : 35/2013 Gruppo : PREVIDENZA Oggetto : CONTRIBUTI 2013 ARTIGIANI E COMMERCIANTI Norme e prassi : CIRCOLARE INPS N.

Dettagli

AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO

AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO Obiettivo 2 = Imprese Avviare un attività: elementi fondamentali 16 ottobre 2007 AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO Dott. Giorgio Cavallari AGENTE (art. 1742 Codice Civile) E agente di commercio il soggetto,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÁ ISTITUZIONALI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÁ ISTITUZIONALI Approvato con delibere C. di A. n. 95/2010 e n. 35/2011 e con nota del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali prot. 24/VI/0012674/MA004.A007 del 19/7/2011 REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÁ ISTITUZIONALI

Dettagli

ATTIVITA AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO Aspetti del diritto del lavoro e contributi sociali

ATTIVITA AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO Aspetti del diritto del lavoro e contributi sociali 17 novembre 2010 ATTIVITA AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO Aspetti del diritto del lavoro e contributi sociali SOMMARIO A. Ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio 1. Ruolo degli Agenti e Rappresentanti

Dettagli

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA

PROFESSIONISTI AZIENDALI ASSOCIATI I PROFESSIONISTI PER L AZIENDA CIRCOLARE INFORMATIVA N. 38 Del 10 Maggio 2016 Oggetto: IL CONTRATTO DI AGENZIA Gli articoli 1748 e seguenti del codice civile regolano il contratto di agenzia. In linea generale possiamo definire l agente

Dettagli

AEC 30 LUGLIO 2014 PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI AGENZIA E RAPPRESENTANZA COMMERCIALE DEI SETTORI INDUSTRIALI E DELLA COOPERAZIONE

AEC 30 LUGLIO 2014 PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI AGENZIA E RAPPRESENTANZA COMMERCIALE DEI SETTORI INDUSTRIALI E DELLA COOPERAZIONE 26 SETTEMBRE CENTRO CONGRESSI LE TERRAZZE AEC 30 LUGLIO PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI AGENZIA E RAPPRESENTANZA COMMERCIALE DEI SETTORI INDUSTRIALI E DELLA COOPERAZIONE LE NOVITÀ USARCI TREVISO Avv.

Dettagli

LA NUOVA INDENNITÀ MERITOCRATICA

LA NUOVA INDENNITÀ MERITOCRATICA LA NUOVA INDENNITÀ MERITOCRATICA INTRODOTTA DALL'ACCORDO ECNOMICO COLLETTIVO DEL 30 LUGLIO 2014 PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI AGENZIA E RAPPRESENTANZA COMMERCIALE NEI SETTORI INDUSTRIALI E DELLA COOPERAZIONE

Dettagli

I DIVERSI SISTEMI DI CALCOLO DELLE INDENNITA DI FINE MANDATO DELL'AGENTE O RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO 2 SONO I SISTEMI DI CALCOLO

I DIVERSI SISTEMI DI CALCOLO DELLE INDENNITA DI FINE MANDATO DELL'AGENTE O RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO 2 SONO I SISTEMI DI CALCOLO I DIVERSI SISTEMI DI CALCOLO DELLE INDENNITA DI FINE MANDATO DELL'AGENTE O RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO 2 SONO I SISTEMI DI CALCOLO 1)ART. 1751 CODICE CIVILE (in recepimento della Direttiva CEE 86/653)

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Viale Gozzadini 9/11-40124 - Bologna

Studio Dottori Commercialisti Viale Gozzadini 9/11-40124 - Bologna Dott. Sergio Massa Bologna, 25 febbraio 2014 Dott. Elena Melandri Dott. Paola Belelli Dott. Pierpaolo Arzarello A TUTTI I CLIENTI LORO INDIRIZZI Con la presente Circolare informativa vogliamo ricordarvi

Dettagli

Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015

Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015 Circolare N. 27 del 19 Febbraio 2015 Definiti i contributi IVS 2015 di artigiani e commercianti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la circ. 4.2.2015 n. 26, l'inps ha comunicato

Dettagli

B. ARTICOLO 2 - VARIAZIONI DI ZONA, TERRITORIO, CLIENTELA E PRODOTTI

B. ARTICOLO 2 - VARIAZIONI DI ZONA, TERRITORIO, CLIENTELA E PRODOTTI LE NOVITA' INTRODOTTE DALL'ACCORDO ECNOMICO COLLETTIVO DEL 30 LUGLIO 2014 PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI AGENZIA E RAPPRESENTANZA COMMERCIALE NEI SETTORI INDUSTRIALI E DELLA COOPERAZIONE INDICE: A.

Dettagli

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 2 del 21 GENNAIO 2015 INDICE

Servizio circolari per la clientela Circolare n. 2 del 21 GENNAIO 2015 INDICE Servizio circolari per la clientela Circolare n. 2 del 21 GENNAIO 2015 INDICE 1 NUOVA GESTIONE LETTERE INTENTO 1.1 Emissione lettera d intento; 1.2 La ricezione della lettera d intento da parte del fornitore;

Dettagli

Le pensioni nel 2006

Le pensioni nel 2006 Le pensioni nel 2006 Proponiamo il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE

Dettagli

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS.

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. Roma, 12 febbraio 2009 Le pensioni nel 2009 Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE

Dettagli

Enasarco: versamento del contributo Firr 2015. Adempimento in vista per le aziende preponenti che hanno alle proprie dipendenze agenti e

Enasarco: versamento del contributo Firr 2015. Adempimento in vista per le aziende preponenti che hanno alle proprie dipendenze agenti e Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 52 18.03.2016 Enasarco: versamento del contributo Firr 2015 Il 31 marzo 2016 scade il versamento annuale del contributo Firr

Dettagli

Le pensioni nel 2005

Le pensioni nel 2005 marzo 2005 Le pensioni nel 2005 TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Il tetto di retribuzione pensionabile per il calcolo delle pensioni con il sistema retributivo con decorrenza nell anno 2005 è stato definitivamente

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÁ ISTITUZIONALI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÁ ISTITUZIONALI Delibere del Consiglio di Amministrazione n. 95 del 22.12.2010 e n.35 del 04.05.2011 Approvazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell Economia e delle

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016 Direzione Centrale Entrate Roma, 29/01/2016 Circolare n. 15 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

OGGETTO Erario ENTE INTERESSATO ADEMPIMENTI

OGGETTO Erario ENTE INTERESSATO ADEMPIMENTI 18.05.2015 1) Ritenute I.R.PE.F. alla fonte sugli emolumenti indicati di seguito: - cod. 1001: ritenute su retribuzioni, pensioni, trasferte, mensilità aggiuntive e relativo conguaglio; - cod. 1002: ritenute

Dettagli

Circolare informativa n. 17 del 05 Maggio 2011

Circolare informativa n. 17 del 05 Maggio 2011 Circolare informativa n. 17 del 05 Maggio 2011 RIFIUTI Pubblicato il decreto che regola il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti È stato pubblicato il decreto che unifica in un solo testo

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI AGENZIA E RAPPRESENTANZA COMMERCIALE NEI SETTORI INDUSTRIALI E DELLA COOPERAZIONE.

LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI AGENZIA E RAPPRESENTANZA COMMERCIALE NEI SETTORI INDUSTRIALI E DELLA COOPERAZIONE. PRINCIPALI NOVITÀ DEL RINNOVO 30 LUGLIO 2014 DELL ACCORDO ECONOMICO COLLETTIVO PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI DI AGENZIA E RAPPRESENTANZA COMMERCIALE NEI SETTORI INDUSTRIALI E DELLA COOPERAZIONE. Il 30

Dettagli

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA

LE PENSIONI NEL 2006 PREVIDENZA LE PENSIONI NEL 2006 Gli aggiornamenti sugli aspetti di maggior interesse della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino TETTO DI RETRIBUZIONE PENSIONABILE Secondo l art., comma 1, della legge 29/5/82,

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÁ ISTITUZIONALI

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÁ ISTITUZIONALI Approvato con delibere C. di A. n. 95/2010 e n. 35/2011 e con nota del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali prot. 24/VI/0012674/MA004.A007 del 19/7/2011 REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÁ ISTITUZIONALI

Dettagli

MODELLO 510/2013 VARIAZIONE DI COMPOSIZIONE DI SOCIETÀ DI AGENZIA O RAPPRESENTANZA

MODELLO 510/2013 VARIAZIONE DI COMPOSIZIONE DI SOCIETÀ DI AGENZIA O RAPPRESENTANZA 00154 - Roma MODELLO 510/2013 VARIAZIONE DI COMPOSIZIONE DI SOCIETÀ DI AGENZIA O RAPPRESENTANZA ART 3, COMMA 3 E ART 4, COMMA 3 DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ ISTITUZIONALI DELLA FONDAZIONE ENASARCO Via

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 03/02/2012

Direzione Centrale Entrate. Roma, 03/02/2012 Direzione Centrale Entrate Roma, 03/02/2012 Circolare n. 14 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue:

Gli aumenti provvisori per il costo della vita da applicare alle pensioni dall 1/1/2007 vengono, quindi, determinati come segue: Le pensioni nel 2007 Gli aspetti di maggiore interesse della normativa previdenziale Inps, con particolare riferimento al fondo pensioni lavoratori dipendenti Tetto di retribuzione pensionabile Il tetto

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA APRILE N. 4/2014

CIRCOLARE INFORMATIVA APRILE N. 4/2014 CIRCOLARE INFORMATIVA APRILE N. 4/2014 A TUTTI I CLIENTI LORO SEDI Di seguito evidenziamo i principali adempimenti del mese di aprile. Versamenti Iva mensili Scade il 16 aprile il termine di versamento

Dettagli

Circolare N.25 del 18 Febbraio 2014

Circolare N.25 del 18 Febbraio 2014 Circolare N.25 del 18 Febbraio 2014 Gestione separata, artigiani e commercianti. Le aliquote da applicare per il 2014 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la pubblicazione delle

Dettagli

ISCRIZIONE FACOLTATIVA

ISCRIZIONE FACOLTATIVA Sintesi operative Enasarco: novità dal 2012 prima parte a cura di Giuseppe Rodà Esperto in materia previdenziale Paghe e contributi E La Fondazione Enasarco si sta attrezzando per l attuazione del nuovo

Dettagli

Nel rimanere a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti, porgiamo i più distinti saluti.

Nel rimanere a Vostra disposizione per eventuali chiarimenti, porgiamo i più distinti saluti. DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 28 febbraio 2013 Oggetto: Circolare n. 5/2013 del 28 febbraio

Dettagli

Studio Legale Robazza & Associati

Studio Legale Robazza & Associati Studio Legale Robazza & Associati IL CONTRATTO DI AGENZIA art 1742 Con il contratto di agenzia una parte assume stabilmente l'incarico di promuovere, per conto dell'altra, verso retribuzione, la conclusione

Dettagli

= Circolare n. 10/2014 19.12.2014

= Circolare n. 10/2014 19.12.2014 = Scadenze = Circolare n. 10/2014 19.12.2014 + 29 dicembre + Versamento dell'acconto IVA Presentazione elenchi Intrastat contribuenti mensili + 31 dicembre + Stampa dei libri contabili obbligatori + 16

Dettagli

GENNAIO INPS DIPENDENTI IVA LIQUIDAZIONE MENSILE

GENNAIO INPS DIPENDENTI IVA LIQUIDAZIONE MENSILE GENNAIO Lunedì 2 gennaio mese di novembre 2005; mese di novembre 2005. L adempimento interessa anche i compensi Lunedì 16 gennaio LIQUIDAZIONE MENSILE DICHIARAZIONI D'INTENTO RITENUTE ALLA FONTE SU DIVIDENDI

Dettagli

SCADENZE SETTEMBRE 2014

SCADENZE SETTEMBRE 2014 SCADENZE SETTEMBRE 2014 LUNEDì 1 SETTEMBRE REGISTRO - Scade il termine per la registrazione dei nuovi contratti di locazione di immobili con decorrenza 1 a- gosto 2014 e per il versamento dell imposta

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 14/03/2012

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 14/03/2012 Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 14/03/2012 Circolare n. 38 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali,

Dettagli

Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE

Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE SPECIALE/ottobre 2011 a cura di Antonio Marchini www.fpcgil.it Indice generale SINTESI DELLE NORME DEL DL 6.7.2011, N. 98, CONVERTITO IN LEGGE 15/7/2011 IN MATERIA PEVIDENZIALE...1 Coefficienti di trasformazione

Dettagli

LEGGE 2 agosto 1990, n. 233. Riforma dei trattamenti pensionistici dei lavoratori autonomi. Vigente al: 19 6 2015

LEGGE 2 agosto 1990, n. 233. Riforma dei trattamenti pensionistici dei lavoratori autonomi. Vigente al: 19 6 2015 LEGGE 2 agosto 1990, n. 233 Riforma dei trattamenti pensionistici dei lavoratori autonomi. Vigente al: 19 6 2015 La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA

Dettagli

Per l'anno 2009 il limite minimo di retribuzione giornaliera per il calcolo dei contributi prevididenziali è determinato in 43,49 euro.

Per l'anno 2009 il limite minimo di retribuzione giornaliera per il calcolo dei contributi prevididenziali è determinato in 43,49 euro. Contributi previdenziali: i minimali ed i valori per l' INPS, circolare 02.02.2009 n. 14 Per l' il limite minimo di retribuzione giornaliera per il calcolo dei contributi prevididenziali è determinato

Dettagli

Protocollo: 350/Pres./2010 Al Dott. Ing./Arch. Professionista iscritto Professionista non iscritto LORO SEDI

Protocollo: 350/Pres./2010 Al Dott. Ing./Arch. Professionista iscritto Professionista non iscritto LORO SEDI CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI PRESIDENZA Protocollo: 350/Pres./2010 Al Dott. Ing./Arch. Professionista iscritto Professionista non iscritto

Dettagli

www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 8 febbraio 2013, n.24

www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 8 febbraio 2013, n.24 www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 8 febbraio 2013, n.24 ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l'anno 2013. Assicurazioni sociali - contributi

Dettagli

Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e commercianti

Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e commercianti Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121- Fax: 015 351426 Internet: www.biella.cna.it email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Contributi I.V.S. dovuti per l anno 2011 da artigiani e

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 19 DEL 14.07.2010 IL QUESITO

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 19 DEL 14.07.2010 IL QUESITO FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO PARERE N. 19 DEL 14.07.2010 IL QUESITO MODALITÀ DI EROGAZIONE DEL FIRR AD AGENTI SOCIETÀ DI PERSONE La nostra società in accomandita semplice è composta da mio fratello

Dettagli

NEWSLETTER LAVORO 02 2015

NEWSLETTER LAVORO 02 2015 AVVOCATI COMMERCIALISTI CONSULENTI del LAVORO NEWSLETTER LAVORO 02 2015 Normativa lavoro 1. Jobs Act: approvazione decreto contratto tutele crescenti e novità in via di approvazione 2. Stabilizzazione

Dettagli

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013

La Gestione Separata. Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 La Gestione Separata Giornata nazionale della previdenza Milano 18 maggio 2013 1 2 L iscrizione E a carico del lavoratore o del professionista Deve essere presentata entro 30 giorni dall inizio dell attività.

Dettagli

LA NUOVA COMUNICAZIONE UNICA

LA NUOVA COMUNICAZIONE UNICA Sezione prima - Soggetti obbligati e modalità di iscrizione Modalità di iscrizione LA NUOVA COMUNICAZIONE UNICA IVS A seguito della pubblicazione in G.U...007 n. 96 del D.M...007 è stata data effettiva

Dettagli

CIRCOLARE PER L APPLICAZIONE DEGLI ARTICOLI 9, 10 E 15, COMMA 2, DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA ISTITUZIONALI 2012

CIRCOLARE PER L APPLICAZIONE DEGLI ARTICOLI 9, 10 E 15, COMMA 2, DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA ISTITUZIONALI 2012 D I R E Z I O N E G E N E R A L E A R E A I S T I T U Z I O N A L E Roma, 15 dicembre 2011 Prot. N. 6/2011 CIRCOLARE PER L APPLICAZIONE DEGLI ARTICOLI 9, 10 E 15, COMMA 2, DEL REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

Dettagli

Applicazione del Regolamento delle attività istituzionali in vigore dal 1 gennaio 2004

Applicazione del Regolamento delle attività istituzionali in vigore dal 1 gennaio 2004 Applicazione del Regolamento delle attività istituzionali in vigore dal 1 gennaio 2004 Premessa. Il nuovo Regolamento delle attività istituzionali della Fondazione, in vigore dal 1 gennaio 2004, ha voluto

Dettagli

Le regole da rispettare

Le regole da rispettare SCHEDA RIEPILOGATIVA NOTA MINISTERIALE PREMESSA Per poter andare in pensione con decorrenza 1 settembre 2016, gli interessati devono presentare DUE domande, a due soggetti diversi ( le due domande sono

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 04/02/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 04/02/2015 Circolare n. 26 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Circolare Mensile Fiscale APRILE 2014

Circolare Mensile Fiscale APRILE 2014 Circolare Mensile Fiscale APRILE 2014 INDICE Le news del mese Approfondimenti Novità per il 2014 nel calcolo dei contributi Enasarco per agenti e rappresentanti di commercio Scadenzario Le news del mese

Dettagli

CIRCOLARE SETTIMANALE NUMERO 7 DEL 21 FEBBRAIO 2014

CIRCOLARE SETTIMANALE NUMERO 7 DEL 21 FEBBRAIO 2014 CIRCOLARE SETTIMANALE NUMERO 7 DEL 21 FEBBRAIO 2014 LA SETTIMANA IN BREVE LE PRINCIPALI NOTIZIE FISCALI DELLA SETTIMANA Pagina 3 LE SCHEDE INFORMATIVE LA CERTIFICAZIONE DEGLI UTILI CORRISPOSTI NEL 2013

Dettagli

Ufficio Relazioni con gli Iscritti

Ufficio Relazioni con gli Iscritti Istruzioni per la compilazione della riferita al reddito professionale prodotto nel 2013 e per il pagamento dei contributi a saldo (ai sensi degli art. 7, 10 e 11 del Regolamento dell ENPAP) Iscritti titolari

Dettagli

La riforma della previdenza della CNPR

La riforma della previdenza della CNPR La riforma della previdenza della CNPR La riforma del sistema previdenziale: le cause Il decreto c.d. "Salva Italia", convertito con legge n. 214 del 2011, ha imposto nuovi obiettivi di stabilità economico-finanziaria,

Dettagli

Autonomi, pensione più costosa

Autonomi, pensione più costosa Autonomi, pensione più costosa E fissato per il 16 maggio il primo appuntamento degli artigiani e commercianti con la contribuzione Inps 2015. Lo ricorda lo stesso ente di previdenza con la circolare n.

Dettagli

La pensione per i lavoratori in servizio al 31.12.1995

La pensione per i lavoratori in servizio al 31.12.1995 La pensione per i lavoratori in servizio al 31.12.1995 Pensione di vecchiaia La pensione di vecchiaia viene riconosciuta a condizione che ricorrono le seguenti condizioni: compimento dell età pensionabile

Dettagli

Periodico informativo n. 113/2014. Enasarco. Contributi 2014 in scadenza

Periodico informativo n. 113/2014. Enasarco. Contributi 2014 in scadenza Periodico informativo n. 113/2014 Enasarco. Contributi 2014 in scadenza Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che, il 20 agosto p.v. scade

Dettagli

Gestione separata, artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l anno 2012

Gestione separata, artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l anno 2012 CIRCOLARE A.F. N. 20 del 10 Febbraio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata, artigiani ed esercenti attività commerciali: contribuzione per l anno 2012 Gentile cliente con la presente intendiamo

Dettagli

Guida Tematica CONTRIBUTI

Guida Tematica CONTRIBUTI Guida Tematica CONTRIBUTI Tipologia Gli iscritti sono tenuti al versamento di: un contributo soggettivo, pari al 10% del reddito professionale (ovvero, su opzione dell iscritto, pari al 14%, al 16%, al

Dettagli

Contratto di agenzia per il settore industria: le novità introdotte dal Nuovo Accordo Economico Collettivo

Contratto di agenzia per il settore industria: le novità introdotte dal Nuovo Accordo Economico Collettivo Contratto di agenzia per il settore industria: le novità introdotte dal Nuovo Accordo Economico Collettivo Dopo una lunga trattativa, durata più di otto anni, in data 30 luglio 2014 le associazioni di

Dettagli

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO

SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO SCADENZE MAGGIO 2013 DOMENICA 12 MAGGIO AGENTI DI COMMERCIO, MEDIATORI E SPEDIZIONIERI Gli adempimenti previsti entro tale data ed indicati all interno della nostra circolare 10.2013 (http://www.contrino.it/?p=1555)

Dettagli

Modello di Certificazione Unica ( CU )

Modello di Certificazione Unica ( CU ) Modello di Certificazione Unica ( CU ) Introduzione A partire dal 2015 per il periodo d'imposta 2014, i sostituti d'imposta dovranno trasmettere in via telematica all'agenzia delle Entrate, le certificazioni

Dettagli

COPIA BOZZA FINALE PER PRESENTAZIONE EMENDAMENTI STATUTO. Testo vigente Bozza finale Note

COPIA BOZZA FINALE PER PRESENTAZIONE EMENDAMENTI STATUTO. Testo vigente Bozza finale Note COPIA BOZZA FINALE PER PRESENTAZIONE EMENDAMENTI STATUTO Testo vigente Bozza finale Note Art. 22 - Contributo soggettivo Art. 22 - Contributo soggettivo Art. 22 - Contributo soggettivo 22.1 - Il contributo

Dettagli

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa

Fiscal Flash N. 41. Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) La notizia in breve 20.02.2014. Premessa Fiscal Flash La notizia in breve N. 41 20.02.2014 Entro fine mese la consegna della certificazione unica (CUD) Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: CUD La certificazione unica dei redditi di lavoro

Dettagli

Costo del lavoro. La contribuzione da lavoro autonomo aconfronto Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma.

Costo del lavoro. La contribuzione da lavoro autonomo aconfronto Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma. Costo del lavoro Esempi di calcolo La contribuzione da lavoro autonomo aconfronto Andrea Costa - Dottore commercialista e Revisore legale in Roma Ai sensi dell art. 2222 c.c. è lavoratore autonomo colui

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2013

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2013 Direzione Centrale Entrate Roma, 10/04/2013 Circolare n. 56 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Le Gestioni degli Artigiani e dei Commercianti, la Gestione Separata

Le Gestioni degli Artigiani e dei Commercianti, la Gestione Separata Le Gestioni degli Artigiani e dei Commercianti, la Gestione Separata Quadro giuridico di riferimento Livello di contribuzione Calcolo della prestazione (retributivo, misto e contributivo) Esempi di calcolo

Dettagli

ASPETTI GENERALI DEL CONTRATTO DI AGENZIA

ASPETTI GENERALI DEL CONTRATTO DI AGENZIA ASPETTI GENERALI DEL CONTRATTO DI AGENZIA 1. DEFINIZIONE - 2. ELEMENTI ESSENZIALI DEL CONRTATTO DI AGENZIA - 3. MONOMANDATO E PLURIMANDATO - 4. L'ESCLUSIVA - 5. IL DIRITTO AL PAGAMENTO DELLA PROVVIGIONE

Dettagli

1. MISURA DEI CONTRIBUTI DOVUTI PER L ANNO 2005. 1.1 - Contribuzione I.V.S. sul minimale di reddito

1. MISURA DEI CONTRIBUTI DOVUTI PER L ANNO 2005. 1.1 - Contribuzione I.V.S. sul minimale di reddito Direzione Centrale delle Entrate Contributive Roma, 25 Febbraio 2005 Circolare n. 36 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI TITOLO II TRATTAMENTO PENSIONISTICO INTEGRATIVO

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI TITOLO II TRATTAMENTO PENSIONISTICO INTEGRATIVO TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 Natura giuridica e compiti 1. L Ente Nazionale Assistenza Agenti e Rappresentanti di Commercio ENASARCO Fondazione costituita ai sensi dell art. 1 del Decreto Legislativo

Dettagli

Circolare Informativa n 14/2014. Gestione separata INPS Le nuove aliquote contributive

Circolare Informativa n 14/2014. Gestione separata INPS Le nuove aliquote contributive Circolare Informativa n 14/2014 Gestione separata INPS Le nuove aliquote contributive Pagina 1 di 5 INDICE Premessa pag. 3 1) Gestione separata: aliquote, minimali e massimali pag. 3 2) Gestione artigiani

Dettagli

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI PIAZZA CITTADELLA 6 37122

Dettagli

Salviamo la pensione: riscatti, aliquota modulare

Salviamo la pensione: riscatti, aliquota modulare Salviamo la pensione ENPAM: istruzioni per l'uso Salviamo la pensione: riscatti, aliquota modulare Salviamo la pensione ENPAM: istruzioni per l'uso Vi racconterò una storia... Salviamo la pensione ENPAM:

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE REGIONALE ETNOGRAFICO

ISTITUTO SUPERIORE REGIONALE ETNOGRAFICO REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ISTITUTO SUPERIORE REGIONALE ETNOGRAFICO REGOLAMENTO DI RIFORMA DEL FONDO PER L'INTEGRAZIONE DEL TRATTAMENTO DI QUIESCENZA E PREVIDENZA DEL PERSONALE DELL I.S.R.E. DI CUI

Dettagli

Le pensioni dei dipendenti pubblici: novità e prospettive

Le pensioni dei dipendenti pubblici: novità e prospettive Le pensioni dei dipendenti pubblici: novità e prospettive Le linee guida delle riforme Il sistema pensionistico pubblico, a ripartizione, subisce l influenza dei seguenti fenomeni: - variazione nel rapporto

Dettagli

RINNOVO ACCORDO ECONOMICO COLLETTIVO

RINNOVO ACCORDO ECONOMICO COLLETTIVO RINNOVO ACCORDO ECONOMICO COLLETTIVO Roma, 30 luglio 2014 ART. 1 (Definizione dell agente e sfera di applicazione) Il presente accordo regola i rapporti fra gli agenti e i rappresentanti di commercio,

Dettagli

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME ENTE DI PREVIDENZA 222 info@ SPAZIO RISERVATO ALL ENTE Comunicazione obbligatoria ai sensi del Decreto Legislativo 103/96 da inviare all Ente entro e non oltre il 15.9.2014 EPPI 03/2013 COGNOME NOME CODICE

Dettagli

Gestione Provvigioni Agenti

Gestione Provvigioni Agenti Gestione Provvigioni Agenti Indice degli argomenti Introduzione 1. Operazioni preliminari in Gestionale 1 2. Gestione delle provvigioni nei documenti di vendita, ordini clienti e offerte 3. Gestione delle

Dettagli

ELENCO CIRCOLARI FNAARC 2013 (del: 30/06/2016 01:33:55 - utente: )

ELENCO CIRCOLARI FNAARC 2013 (del: 30/06/2016 01:33:55 - utente: ) ELENCO CIRCOLARI FNAARC 2013 (del: 30/06/2016 01:33:55 - utente: ) TEST133/2013 del 30 dicembre 2013, protocollo: Modifica del Saggio di Interesse Legale D.M. 12.12.2013 TEST132/2013 del 20 dicembre 2013,

Dettagli

STUDIO LEGALE E TRIBUTARIO

STUDIO LEGALE E TRIBUTARIO STUDIO LEGALE E TRIBUTARIO SETTORE TRIBUTARIO Dott.Comm. CARLO GARZIA Dott.Comm. ALESSANDRA NITTI Dott. STEFANO BARELLI Dott. SIMONE BOTTI SETTORE LEGALE Avvocato MARCO IMPELLUSO Avvocato ROBERTA SARA

Dettagli