IRONMAN 1 ora e 30 minuti Martedì 08 Settembre 2015 PROGRAMMA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IRONMAN 1 ora e 30 minuti Martedì 08 Settembre 2015 PROGRAMMA"

Transcript

1 IRONMAN 1 ora e 30 minuti Martedì 08 Settembre 2015 PROGRAMMA ore INIZIO AFFLUENZA, VERIFICHE PILOTI ore BRIEFING (Zona Reception) ore INIZIO PROVE LIBERE - 10 MINUTI ore INIZIO QUALIFICHE - SUPERPOLE ore INIZIO GARA ore PREMIAZIONI 1

2 REGOLAMENTO Spirito della Gara. Lo Spirito della competizione organizzata dalla BI Karting non vuole essere esclusivamente sportivo nel senso stretto della parola e quindi con l obiettivo di conseguire il risultato ad ogni costo, ma si auspica che l occasione della gara sia sopratutto un momento di divertimento, di amicizia, di lealtà, di amore per questo sport e di rispetto verso tutti. Pista e mezzi La gara si svolgerà su tutto il circuito Indoor-Outdoor della BI Karting (anche in caso di pioggia) e saranno utilizzati i kart Sodi RX cv con gomme slick ad una pressione non modificabile di 1 bar. Giudice e Commissari di gara Sarà designato dal gestore della pista o persona da lui indicata. I Commissari di percorso saranno il personale della pista agli ordini del Giudice di Gara. Il Direttore potrà intervenire in ogni momento della manifestazione per rendere questa più regolare e corretta. In ogni caso, le decisioni del Giudice di Gara sono inappellabili. Non sono ammessi reclami. Lo spirito di sportività e correttezza è il punto fondamentale della manifestazione. Perciò si auspica che i partecipanti competano con un sano spirito di sfida. Riserve L organizzatore si riserva il diritto di completare il presente Regolamento o di emettere delle disposizioni o delle istruzioni complementari che ne diverranno parte integrante. Si riserva anche il diritto di annullare o di fermare la manifestazione in caso d insufficiente partecipazione, di forza maggiore o di avvenimenti imprevedibili, e questo senza alcun obbligo d indennizzo. Qualsiasi modifica e disposizione complementare sarà portata il più rapidamente possibile a conoscenza dei partecipanti, attraverso delle circolari informative comunicate tempestivamente ai team partecipanti. Il Giudice ha l autorità e la facoltà di decidere su ogni caso non previsto dal presente Regolamento. Assegnazione dei Kart I kart verranno sorteggiati dai Piloti iscritti alla manifestazione. Peso e Zavorre Il Peso zavorre sarà calcolato per tutti i piloti sulla quota di Kg 85. Ad ogni pilota non pesato entro l orario di inizio briefing, verrà assegnato un peso ufficiale di kg 60,00. La zavorra ammessa massima è di kg 30. Il peso viene effettuato con abbigliamento completo da pista ( tuta, casco, guanti, protezioni e scarpe). Zavorre: (< o uguale 55 Kg 30; < o uguale 60 Kg 25; < o uguale 65 Kg 20; < o uguale 70 Kg 15; < o uguale 75 Kg 10; < o uguale a 80 kg5). Le zavorre saranno installate sul kart dal personale addetto in base al pilota alla guida volta per volta. Prove Libere Sono previste dal Programma della Manifestazione 10 minuti di Prove Libere. 2

3 Qualifica E prevista una Superpole, che consiste in un giro di lancio ed 1 solo giro effettivo per il rilevamento dei tempi. I kart saranno zavorrati come da regolamento in base al pilota alla guida. Allineamento di partenza Al termine delle qualifiche i Conduttori dovranno tenersi a disposizione del Giudice di gara per le procedure di preparazione della griglia di partenza. I kart verranno disposti a spina di pesce sul lato sinistro della pista esterna nella zona antistante l'area di congiungimento tra il circuito esterno e quello interno ad una distanza costante tra di loro. Il personale addetto si prenderà cura dell'esatto posizionamento dei mezzi e delle zavorre. A nessuno sarà permesso modificare in alcun modo il posizionamento dei mezzi. Procedura di partenza La partenza della gara sarà in stile Le Mans, quindi con i piloti schierati dalla parte opposta della pista rispetto al proprio kart con un piede posizionato sul bordo pista; il kart sarà acceso dagli addetti e, allo sventolare da parte del Giudice di gara o chi per esso della bandiera a scacchi, la gara avrà inizio. La partenza avverrà in esterno e si percorrerà solo per questa fase la sola parte esterna del circuito. Quindi si riprenderà il normale percorso. Non è mai autorizzata la presenza di alcuno all'interno del circuito, se non gli addetti designati. In caso di pioggia si deciderà per una procedura di partenza alternativa. Cambio Kart La procedura del cambio kart dovrà essere la seguente: il cambio avverrà in una apposita aerea della Pit Lane, la cui ubicazione è indicata nella foto (Area 1). Durante il cambio, pilota percorrerà a velocità lenta la Pit Lane andandosi a fermare nella zona indicata e comunque dietro al kart che lo precede; il pilota dovrà scendere dal proprio mezzo e posizionare il numero assegnato all estrazione sul kart che lo precede nella fila e vi salirà; gli addetti provvederanno al posizionamento della zavorra, del transponder e al riavvio del motore. Solo quando tutta la procedura sarà completata, gli addetti daranno il via libera al pilota che si sposterà nell'are di attesa (Area 3); ricordiamo che il kart dovrà rimanere all'interno dei box per almeno 30 secondi. Non è permesso a nessuno se non agli addetti, di svolgere le mansioni assegnate o modificare in qualunque modo il mezzo. Arresto imprevisto della gara Per condizioni meteo proibitive, incidenti, ecc., il Direttore di Gara può decidere di sospendere o interrompere la gara. In caso di condizioni meteo proibitive, la gara potrà essere sospesa, ed eventualmente ripresa non appena le condizioni lo permetteranno. In questo caso il periodo di sospensione verrà conteggiato come tempo effettivo di gara. In caso di forza maggiore indipendente dalla volontà dell organizzatore, la gara potrà venire eventualmente annullata, ed in questo caso i team non potranno pretendere alcun rimborso. In caso di ripresa si effettuerà una partenza lanciata percorrendo 1 giro in safety car nelle posizioni rilevate il giro precedente la sospensione della gara. Kart Safety Car Se, indipendentemente dalle motivazioni, la Direzione di Gara decidesse di inviare sul tracciato la Safety car, questa sarà la procedura da rispettare, per tutti: Tutte le postazioni dei Commissari di percorso, simultaneamente esporranno il Cartello S.C. e le bandiere gialle agitate, in tutte le postazioni e per i conduttori vigeranno i seguenti obblighi: 1 3

4 Divieto di Sorpasso 2 moderare la velocità- 3 aumentare il grado di attenzione. Entrerà il Kart di safety Car dalla Corsia Box con i giro-fari gialli accesi, ante-cedendo il Leader della gara e tutti di seguito dietro in fila indiana. Quando la direzione di gara avrà ricondotto il tracciato di gara, nei limiti di sicurezza previsti, il kart di safety car spegnerà i Giro-fari gialli. Quello sarà il segnale per tutti che la safety Car rientrerà in corsia box. Rientrata la Safety Car in corsia box, il leader della gara dovrà tenere la stessa andatura di marcia lasciata dalla safety Car. Sul traguardo di partenza verranno accese le luci del semaforo Verdi e riprenderà la gara; vige il divieto di sorpasso tra i conduttori sino al transito avvenuto,sulla linea del traguardo di partenza. Verranno, di seguito esposte le bandiere verdi, con il passaggio del leader, in tutte le postazioni dei commissari, per il primo giro. Recuperi sul tracciato dei kart durante la gara o Assistenza Tecnica ai Box Se, indipendentemente dalle motivazioni, un conduttore con il proprio Kart si ferma lungo il tracciato e gli ufficiali di gara o i mezzi di rimozione riescono a permettergli di ripartire, gli sarà comunque concesso. Se il mezzo non è in condizioni di ripartire, un mezzo sostitutivo verrà portato in loco o area sicura dove avverrà il cambio del transponder e delle zavorre per permettere la ripresa della competizione. Segnalazioni La seguente segnalazione potrà essere utilizzata durante le prove e la corsa e dovrà essere rigorosamente rispettata: - Bandiera rossa = Stop immediato e assoluto Pericolo - Bandiera gialla = pericolo immediato - Bandiera blu = NON PREVISTA (solo se ritenuta necessaria dalla direzione per garantire la sicurezza) farsi superare - Scacchiera bianca/nera = inizio/fine gara (arrivo) Possibilità di cadere in penalità Il sorpasso non corretto (tamponamento evidente, accompagnata, infilata violenta, ecc.), eccessiva velocità ai box, mancato rispetto delle bandiere, mancato rispetto nei confronti dell organizzazione, comportamento (dentro e fuori della pista) antisportivo, scorretto o pericoloso prima, durante e dopo la gara, sarà punito con uno Stop & Go che si sconterà nell'area designata (Area 4) A giudizio insindacabile del Giudice di gara e della durata di 15, 30, 60 o 120 secondi in conformità alla gravità del fatto. Tutti gli Stop & Go si sconteranno nell'area 4. Arrivo La Gara termina con il passaggio del Kart sulla linea di arrivo trascorsa l ora e 30 minuti, in ordine di transito sulla linea e di classifica. Il tutto verrà segnalato dal Direttore di Gara con la esposizione della Bandiera a Scacchi sul Leader ed a seguire su tutti gli altri, che determinerà l arrivo ufficiale della competizione. Sicurezza E severamente vietato condurre una Kart attraverso o in senso inverso alla direzione della corsa. Qualsiasi infrazione a questa disposizione porterà all esclusione, con riserva di ulteriori eventuali sanzioni. Nel caso in cui un conduttore debba interrompere la propria manche per noie meccaniche o altro, parcheggerà immediatamente il proprio Kart fuori dal percorso rispettando obbligatoriamente gli ordini degli Ufficiali di Gara. 4

5 Non è permessa ad alcuno, se non come precedentemente specificato, la permanenza in aree diverse da quelle di ricezione, Passerella spettatori e l'area 5 (vedi foto) antistante ai box. E' vietato recarsi nella zona dei Commissari di gara. Ogni eventuale comunicazione dovrà essere fatta al Direttore di gara nell'area 5 (vedi foto) appena esso sia disponibile. E' prevista una penalità di 2 minuti al pilota che non seguisse tali indicazioni di sicurezza. Post Gara Non sono previste Verifiche tecniche Post-gara Non saranno ammessi eventuali reclami Tecnici sui Kart. Reclami Non sono ammessi reclami in genere. Non sono ammessi reclami contro la performance di uno o più Kart, compreso quello in utilizzo proprio. Coppe e Cerimonia di Premiazione Saranno premiati i primi 3 piloti della classifica assoluta La partecipazione alla cerimonia di premiazione è una questione di onore per ciascun partecipante. La premiazione si svolgerà il giorno stesso a seguire la fine della gara presso il circuito. Buon Divertimento La Direzione 5

REGOLAMENTO ENDURANCE SALVA CRISI. CIRCUITO di ALA DI TRENTO (TN)

REGOLAMENTO ENDURANCE SALVA CRISI. CIRCUITO di ALA DI TRENTO (TN) REGOLAMENTO ENDURANCE SALVA CRISI CIRCUITO di ALA DI TRENTO (TN) 1) Organizzatore: FUN RACE a.s.d. Via A. Volta Arcugnano (VI) Italy, Tel 0039 3489013207, funrace.asd@icloud.com,www.maxtrophy.com, facebook/funrace

Dettagli

REGOLAMENTO ENDURANCE DI 6 ORE

REGOLAMENTO ENDURANCE DI 6 ORE REGOLAMENTO ENDURANCE DI 6 ORE Questa corsa a squadre si svolgerà sulla pista di Baia Sardinia (Kartodromo Pista dei Campioni) il 8 ottobre 2011 su kart forniti dall organizzazione. Il regolamento di questa

Dettagli

REGOLAMENTO 24 ORE DI LANZAROTE 2015 SODI WORLD SERIES 2015

REGOLAMENTO 24 ORE DI LANZAROTE 2015 SODI WORLD SERIES 2015 REGOLAMENTO 24 ORE DI LANZAROTE 2015 SODI WORLD SERIES 2015 1) Organizzatore: FUN RACE a.s.d. Via A. Volta Arcugnano (VI) Italy, Tel 0039 3489013207, funrace.asd@icloud.com,www.maxtrophy.com, facebook/canariasendurance

Dettagli

REGOLAMENTO 2013. 2.1 La gara si terrà sul Circuito Internazionale del Friuli Venezia Giulia a Precenicco (Udine), nei giorni 6 e 7 Luglio 2013.

REGOLAMENTO 2013. 2.1 La gara si terrà sul Circuito Internazionale del Friuli Venezia Giulia a Precenicco (Udine), nei giorni 6 e 7 Luglio 2013. REGOLAMENTO 2013 1. Organizzatore 1.1 La società BIREL MOTORSPORT SRL, con licenza da organizzatore CSAI 357311 e con l approvazione della CSAI, indice e organizza la 24 Ore Endurance Kart Racing 2013.

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO CAMPIONATO ITALIANO VINTAGE ENDURANCE 2015

REGOLAMENTO SPORTIVO CAMPIONATO ITALIANO VINTAGE ENDURANCE 2015 REGOLAMENTO SPORTIVO CAMPIONATO ITALIANO VINTAGE ENDURANCE 2015 1. PRINCIPI GENERALI Il presente regolamento si applica alle prove di Campionato Italiano Vintage Endurance 2015 (da qui in avanti definito

Dettagli

REGOLAMENTO 24 HORAS GRAN CANARIA III CARRERA KART ENDURANCE

REGOLAMENTO 24 HORAS GRAN CANARIA III CARRERA KART ENDURANCE REGOLAMENTO 24 HORAS GRAN CANARIA III CARRERA KART ENDURANCE 6 8 Dicembre 2012 1. Organizzatore 1.1 El Gran Canaria Karting Club GKC organizza la III 24 Horas de Gran Canaria Carrera Kart Endurance 2012.

Dettagli

RT8 PUNTEGGI 1 35 2 30 3 26 4 22 5 18 6 16 7 14 8 12 9 10 10 8 11 6 12 5 13 4 14 3 15 2 16 1

RT8 PUNTEGGI 1 35 2 30 3 26 4 22 5 18 6 16 7 14 8 12 9 10 10 8 11 6 12 5 13 4 14 3 15 2 16 1 Regolamento pag 1 GARA La manifestazione avrà luogo presso il circuito BIG KART di Rozzano e sara così formata da 6 gare endurnce da 2 ore e 4 gare endurance da 3divise in 20 minuti di libere più 10 minuti

Dettagli

REGOLAMENTO ENDURANCE CIRCUITO SAN MARTINO DEL LAGO

REGOLAMENTO ENDURANCE CIRCUITO SAN MARTINO DEL LAGO REGOLAMENTO ENDURANCE CIRCUITO SAN MARTINO DEL LAGO La mancata osservanza delle regole del presente regolamento e/o degli orari delle varie fasi dell'evento, (briefing, etc...) farà scattare la squalifica

Dettagli

Regolamento Generale MOTOCROSS 2012

Regolamento Generale MOTOCROSS 2012 Regolamento Generale MOTOCROSS 2012 Lega Motociclismo U.I.S.P. Lombardia Art. 1 PARTECIPAZIONE Possono partecipare ai vari Campionati tutti i conduttori con apposita licenza UISP, regolarmente rilasciata

Dettagli

MOTO CLUB SPOLETO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA STELLA DI BRONZO AL MERITO SPORTIVO

MOTO CLUB SPOLETO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA STELLA DI BRONZO AL MERITO SPORTIVO REGOLAMENTO TECNICO E SPORTIVO MANIFESTAZIONE A CARATTERE PROMOZIONALE DI DURATA DENOMINATA DUE ORE BARDHAL Il Moto Club Spoleto, indice ed organizza per i giorni 17, 18, e 19 Settembre 2015 presso l Autodromo

Dettagli

STOCK CAR CROSS REGOLAMENTO SPORTIVO 2012 2013 2014 CON EVENTUALI POSTILLE OBBLIGATORIE DURANTE IL CAMPIONATO

STOCK CAR CROSS REGOLAMENTO SPORTIVO 2012 2013 2014 CON EVENTUALI POSTILLE OBBLIGATORIE DURANTE IL CAMPIONATO STOCK CAR CROSS REGOLAMENTO SPORTIVO 2012 2013 2014 CON EVENTUALI POSTILLE OBBLIGATORIE DURANTE IL CAMPIONATO Art. 1 Per Stock Car cross s intende: manifestazioni automobilistiche su circuiti permanenti

Dettagli

CIRCUITO INTERNAZIONALE VALLE DEL LIRI REGOLAMENTO PER I SOCI PILOTI, NOLEGGIANTI E FREQUENTATORI, PER USUFRUIRE DEI SERVIZI E DELLE STRUTTURE

CIRCUITO INTERNAZIONALE VALLE DEL LIRI REGOLAMENTO PER I SOCI PILOTI, NOLEGGIANTI E FREQUENTATORI, PER USUFRUIRE DEI SERVIZI E DELLE STRUTTURE CIRCUITO INTERNAZIONALE VALLE DEL LIRI REGOLAMENTO PER I SOCI PILOTI, NOLEGGIANTI E FREQUENTATORI, PER USUFRUIRE DEI SERVIZI E DELLE STRUTTURE Condizioni di utilizzo pista ed attività per i Soci Piloti,

Dettagli

LIRI MOTORSPORT A.S.D. REGOLAMENTO PER I SOCI E NOLEGGIANTI NON SOCI PER USUFRUIRE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITA NEL CIRCUITO VALLE DEL LIRI

LIRI MOTORSPORT A.S.D. REGOLAMENTO PER I SOCI E NOLEGGIANTI NON SOCI PER USUFRUIRE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITA NEL CIRCUITO VALLE DEL LIRI LIRI MOTORSPORT A.S.D. REGOLAMENTO PER I SOCI E NOLEGGIANTI NON SOCI PER USUFRUIRE DEI SERVIZI E DELLE ATTIVITA NEL CIRCUITO VALLE DEL LIRI Condizioni di utilizzo pista ed attività per i soci e noleggianti

Dettagli

Endurance 6 ore a squadre Anniversary Domenica 27 Settembre 2015 PROGRAMMA

Endurance 6 ore a squadre Anniversary Domenica 27 Settembre 2015 PROGRAMMA Endurance 6 ore a squadre Anniversary Domenica 27 Settembre 2015 PROGRAMMA ore 11.00 INIZIO AFFLUENZA, VERIFICHE TEAM E PILOTI ore 11.20 BRIEFING (Zona Reception) ore 11.45 INIZIO PROVE LIBERE - 30 MINUTI

Dettagli

Regolamento sportivo Campionato Slot.it 2014

Regolamento sportivo Campionato Slot.it 2014 Regolamento sportivo Campionato Slot.it 2014 Slot.it organizza per il 2014 il Campionato Italiano Slot.it. con le seguenti categorie: Gare sprint: Classic, LMP, Group C Endurance digitale oxigen: GT/LMP

Dettagli

REGOLAMENTO MOTOCROSS PIEMONTE 2014

REGOLAMENTO MOTOCROSS PIEMONTE 2014 REGOLAMENTO MOTOCROSS PIEMONTE 2014 Sono gare di motocross tutte le manifestazioni motociclistiche che si svolgono su piste fuoristrada chiuse ad anello e da percorrersi più volte. Le piste da fuoristrada

Dettagli

REGOLAMENTO MOTOCROSS

REGOLAMENTO MOTOCROSS REGOLAMENTO MOTOCROSS Sono gare di motocross tutte le manifestazioni motociclistiche che si svolgono su piste fuoristrada chiuse ad anello e da percorrersi più volte. Le piste da fuori strada possono essere

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO amatoriale

REGOLAMENTO CAMPIONATO amatoriale REGOLAMENTO CAMPIONATO amatoriale 1.1 Modalità di iscrizione 1.2 Informazioni 1.3 Iscrizioni 2.1 Struttura Campionato 2.2 Struttura singolo round 2.3 Peso normalizzato 2.4 Assegnazione Kart 2.5 Guasti

Dettagli

1/8 Off Road Brushless.

1/8 Off Road Brushless. 1/8 Off Road Brushless. Regolamento tecnico Sono ammessi alla categoria tutti i modelli tipo Buggy, in scala 1/8 a ruote scoperte, con trasmissione 4wd spinti esclusivamente da un motore elettrico alimentato

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PRE AGONISTICA LEGAL STREET

REGOLAMENTO GENERALE PRE AGONISTICA LEGAL STREET REGOLAMENTO GENERALE PRE AGONISTICA LEGAL STREET INDICE Premessa 1. Vetture Ammesse 2. Partecipanti 3. Sicurezza 4. Pneumatici 5. Benzina 6. Svolgimento della manifestazione 7. Rilevamento Tempi 8. Briefing

Dettagli

Piloti che non abbiano mai conseguito risultati di rilievo in altri trofei o campionati o al primo tesseramento agonistico.

Piloti che non abbiano mai conseguito risultati di rilievo in altri trofei o campionati o al primo tesseramento agonistico. DIPARTIMENTO NAZIONALE SETTORE MOTORISTICO A.S.C. REGOLAMENTO GENERALE 1 TROFEO PITBIKE CROSS MWM 2015 Le gare organizzate dalla MWM sotto l egida della A.M.I. dipartimento nazionale settore motoristico

Dettagli

PIRELLI SBK TRACK DAY Imola - Lunedì 11 maggio 2015

PIRELLI SBK TRACK DAY Imola - Lunedì 11 maggio 2015 PIRELLI SBK TRACK DAY Imola - Lunedì 11 maggio 2015 Caro Motociclista, l appuntamento in pista con Pirelli è l 11 maggio all Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Qui di seguito trovi tutte le informazioni

Dettagli

REGOLAMENTO NAZIONALE MOTOCROSS 2013

REGOLAMENTO NAZIONALE MOTOCROSS 2013 Centro Sportivo Educativo Nazionale LEGA MOTOCICLISMO ASD Via San Crispino, 26-35129 PADOVA Tel. 049.7800826 328.1055533 Fax 049.8079278-2108820 C.F./P.IVA 04535580288 info@legamotociclismo.it segreteria@csenveneto.it

Dettagli

Regolamento 6 ore di Livellato 2015

Regolamento 6 ore di Livellato 2015 Regolamento 6 ore di Livellato 2015 Gli organizzatori si riservano il diritto di cambiare e/o introdurre nuove regole in qualunque momento nel caso in cui ciò fosse funzionale alla sicurezza della gara.

Dettagli

annuario 2010 indice degli aggiornamenti pubblicati successivamente alla stampa

annuario 2010 indice degli aggiornamenti pubblicati successivamente alla stampa annuario 2010 NS. 12 indice degli aggiornamenti pubblicati successivamente alla stampa 25-02-2010 N.S.K. 5, cap. II, art. 5.16; 13-05-2010 N.S.K. 1, cap. I, art. 7.1; N.S.K. 1, cap. I, art. 7.2 per visualizzare

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE MLK ASI -Moto Leggere Minimoto- Pit bike Scooter MiniGP- 125/Moto 3- Supermoto

REGOLAMENTO GENERALE MLK ASI -Moto Leggere Minimoto- Pit bike Scooter MiniGP- 125/Moto 3- Supermoto www.mlkasi.mrcmotorsport.com REGOLAMENTO GENERALE MLK ASI -Moto Leggere Minimoto- Pit bike Scooter MiniGP- 125/Moto 3- Supermoto 1. Istituzione. Il settore Nazionale Moto Leggere e Kart (di seguito MLK)

Dettagli

Regolamento Sportivo Ottobiano GP SERIES 2016

Regolamento Sportivo Ottobiano GP SERIES 2016 MASSIMO Regolamento Sportivo Ottobiano GP SERIES GPR01_2 Introduzione Il carattere del Campionato è amatoriale e pertanto lo scopo principale è quello di dare modo ad appassionati di Kart di confrontarsi

Dettagli

COS E? Uno strumento facile e veloce per darti le principali informazioni utili alle tue giornate in pista.

COS E? Uno strumento facile e veloce per darti le principali informazioni utili alle tue giornate in pista. BRIEFING ONLINE COS E? Uno strumento facile e veloce per darti le principali informazioni utili alle tue giornate in pista. PERCHE? La tua sicurezza e quella degli altri deve essere sempre al primo posto.

Dettagli

Km. 70,500 di cui Km. 69,600 di Prove Speciali

Km. 70,500 di cui Km. 69,600 di Prove Speciali Regolamento di Gara PROGRAMMA APERTURA ISCRIZIONI Martedì 01 Ottobre 2013 ore 08.00 CHIUSURA ISCRIZIONI Giovedì 31 Ottobre 2013 ore 24.00 APERTURA ISCRIZIONI SABATO 09 NOVEMBRE 2013 Verifiche Sportive

Dettagli

REGOLAMENTO DI BASE Commissione Italiana Karting (CIKA-ENDAS)

REGOLAMENTO DI BASE Commissione Italiana Karting (CIKA-ENDAS) REGOLAMENTO DI BASE Commissione Italiana Karting (CIKA-ENDAS) Prefazione La Commissione Italiana Karting viene istituita dall ENDAS e diretta dal Responsabile Politico Dr. Elio Dalto dal Responsabile Tecnico

Dettagli

rfactor 1.255 con licenza d utilizzo MOD SPS F108 (e succesive modificazioni) Parte Prima Regolamento TECNICO

rfactor 1.255 con licenza d utilizzo MOD SPS F108 (e succesive modificazioni) Parte Prima Regolamento TECNICO Regolamento Campionato SPS 2008 rfactor 1.255 Versione 2.0 del XX/08/2008 Il gioco ufficiale per il campionato 2008 è rfactor 1.255 aggiornato alla stagione 2008 utilizzando la MOD SPS 2008 F108 Strumenti

Dettagli

23_10_2010 : 5 Hours Test challenge Circuito Le Sirene - Cavaglià (BI) to be continue

23_10_2010 : 5 Hours Test challenge Circuito Le Sirene - Cavaglià (BI) to be continue 23_10_2010 : 5 Hours Test challenge Circuito Le Sirene - Cavaglià (BI) to be continue 23 Ottobre 2010_ Circuito Le Sirene _Concept La 5 Hours Test Challenge è una manifestazione ad inviti non agonistica

Dettagli

DODICI POLLICI EUROPEAN CUP 2015

DODICI POLLICI EUROPEAN CUP 2015 DODICI POLLICI EUROPEAN CUP 2015 REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 ABBIGLIAMENTO OBBLIGATORIO 3 ETA MINIMA 4 PILOTI AMMESSI LICENZE E COSTI 5 GIORNATA DI GARA 6 PREPARCO 7 PARTENZA ANTICIPATA 8 ARRESTO

Dettagli

Prova Data Sede CATEGORIE INTERNATIONAL CIRCUIT LA CONCA INTERNATIONAL CIRCUIT LA CONCA

Prova Data Sede CATEGORIE INTERNATIONAL CIRCUIT LA CONCA INTERNATIONAL CIRCUIT LA CONCA 2015 WSK CHAMPIONS CUP REGOLAMENTO SPORTIVO La WSK Promotion srl indice e organizza la 2015 WSK CHAMPIONS CUP (la Serie). La Serie Internazionale designerà il vincitore della 2015 WSK CHAMPIONS CUP nelle

Dettagli

POSIZIONAMENTO DEI MARCHI SPONSOR DEL CAMPIONATO

POSIZIONAMENTO DEI MARCHI SPONSOR DEL CAMPIONATO POSIZIONAMENTO DEI MARCHI SPONSOR DEL CAMPIONATO 45 TROFEO CADETTI F. JUNIOR MONZA 2009 Regolamento Sportivo ART. 1 - GENERALITÀ La S.I.A.S. S.p.A. promuove ed organizza, con la collaborazione dell Automobile

Dettagli

GRUPPO SPORT PROTOTIPI SLALOM

GRUPPO SPORT PROTOTIPI SLALOM - Manche di prove cronometrate 5 giri + 1 di riscaldamento - 1^ manche 5 giri + 1 di riscaldamento - 2^ manche 5 giri + 1 di riscaldamento - Premiazione Art. 1 - Conduttori ammessi. Potranno partecipare,

Dettagli

ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Sprint

ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Sprint ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS Commissione Motoristica Formula Sprint Art. 1- Definizione Sono considerate manifestazioni di Formula Sprint le competizioni che si svolgono su percorsi preferibilmente

Dettagli

UNIONE PISTE NAZIONALE

UNIONE PISTE NAZIONALE UNIONE PISTE NAZIONALE Sito: www.unionepistenazionale.it Email: contattisportivi@unionepistenazionale REGOLAMENTO SPORTIVO KARTING 2012 ART.1 - KART Nelle gare che si svolgono in Italia sono ammessi tutti

Dettagli

GLOSSARIO. di Concorrente dalla F.M.I. SPECIALITÀ settore di un attività sportiva, ramo di una disciplina, regolata da norme specifiche che compongono

GLOSSARIO. di Concorrente dalla F.M.I. SPECIALITÀ settore di un attività sportiva, ramo di una disciplina, regolata da norme specifiche che compongono FMI2O15 Velocità 1 Glossario Velocità GLOSSARIO ACCOMPAGNATORE chiunque sia al seguito di un pilota con pass anche se non tesserato F.M.I. AIUTANTE aiuto del pilota che non sia un meccanico, anche se non

Dettagli

REGOLAMENTO KartGP 2016

REGOLAMENTO KartGP 2016 REGOLAMENTO KartGP 2016 REGOLAMENTO Introduzione KartGP... 3 Art. 1 Finalità e Codice di Condotta.... 3 Art. 2 Introduzione: Il Campionato KartGP 2016.... 4 Art. 2.1 Lo Staff... 4 Art. 3 Iscrizione al

Dettagli

ORGANIZZAZIONE Il Club Auto Moto Storiche Varese organizza per il 22 23 maggio 2010 la XIX Coppa dei Tre Laghi e Varese Campo dei Fiori.

ORGANIZZAZIONE Il Club Auto Moto Storiche Varese organizza per il 22 23 maggio 2010 la XIX Coppa dei Tre Laghi e Varese Campo dei Fiori. REGOLAMENTO MOTO ORGANIZZAZIONE Il Club Auto Moto Storiche Varese organizza per il 22 23 maggio 2010 la XIX Coppa dei Tre Laghi e Varese Campo dei Fiori. Art.1- CARATTERISTICHE DELLA MANIFESTAZIONE E DEL

Dettagli

PER EMOZIONI BUSINESS SERIES 2008 ENDURANCE KART 2 GARE A TUTTA ADRENALINA 1 ROUND MONZA - AUTODROMO 21 GIUGNO 2 ROUND JESOLO - PISTA AZZURRA

PER EMOZIONI BUSINESS SERIES 2008 ENDURANCE KART 2 GARE A TUTTA ADRENALINA 1 ROUND MONZA - AUTODROMO 21 GIUGNO 2 ROUND JESOLO - PISTA AZZURRA ENDURANCE KART BUSINESS SERIES 2008 2 GARE PER EMOZIONI A TUTTA ADRENALINA EVENTS 1 ROUND MONZA - AUTODROMO 21 GIUGNO 2 ROUND JESOLO - PISTA AZZURRA 27 SETTEMBRE COS È LA SERIE ENDURANCE KART BUSINESS

Dettagli

ANNUARIO 2012 NS. 12 indice degli aggiornamenti pubblicati successivamente alla stampa

ANNUARIO 2012 NS. 12 indice degli aggiornamenti pubblicati successivamente alla stampa 27-02-2012 NSK 5, art. 13; 12-03-2012 NSK 1, cap. 1, art. 7; ANNUARIO 2012 NS. 12 indice degli aggiornamenti pubblicati successivamente alla stampa 23-04-2012 RNK, art. 10.2; NSK 2, art. 1.3; NSK 2, art.

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE. Art. 1 - I GIOCHI e l ORGANIZZAZIONE. Art. 2 - SCOPO del TORNEO. Art. 3 - DEFINIZIONE dei QUARTIERI

REGOLAMENTO GENERALE. Art. 1 - I GIOCHI e l ORGANIZZAZIONE. Art. 2 - SCOPO del TORNEO. Art. 3 - DEFINIZIONE dei QUARTIERI REGOLAMENTO GENERALE aggiornato al 09/03/2014 Art. 1 - I GIOCHI e l ORGANIZZAZIONE Il Comitato dei Giochi di Pinasca, d ora in poi denominato Organizzazione, istituisce i Giochi senza Quartiere, manifestazione

Dettagli

Regolamento Campionato SPS F1 2009 WS rfactor 1.255

Regolamento Campionato SPS F1 2009 WS rfactor 1.255 Regolamento Campionato SPS F1 2009 WS rfactor 1.255 Versione 1.0 del 16/11/2009 Il gioco ufficiale per il campionato è rfactor 1.255 aggiornato alla stagione 2009 utilizzando il MOD SPS2009 F109 WS v3.0

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO 2014 INDICE

REGOLAMENTO SPORTIVO 2014 INDICE - REGOLAMENTO SPORTIVO 2014 INDICE INDICE... 1 PREMESSA... 2 REGOLAMENTI... 2 PRESCRIZIONI GENERALI... 2 CONDIZIONI GENERALI... 2 PASS... 2 LICENZE... 3 VETTURE AMMESSE... 3 NUMERO DELLE VETTURE... 3 CALENDARIO

Dettagli

ENDAS Motori Formula Crono Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Crono

ENDAS Motori Formula Crono Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Crono ENDAS Motori Formula Crono Pag. 1 ENDAS Commissione Motoristica Formula Crono Art. 1 - Definizione Sono considerate Formula Crono le manifestazioni automobilistiche che prevedono la partenza a cronometro

Dettagli

BRC Green Hybrid Cup 2015. Campionato Italiano Energie Alternative

BRC Green Hybrid Cup 2015. Campionato Italiano Energie Alternative Regolamento Sportivo BRC Green Hybrid Cup 2015 Campionato Italiano Energie Alternative 1. PREMESSA 2. PRINCIPI GENERALI 3. ART. 64 DEL REGOLAMENTO NAZIONALE SPORTIVO 4. ASSICURAZIONI 5. CALENDARIO DELLE

Dettagli

Presentano la Gara di Accelerazione Trofeo centro Fiera di Montichiari 14 Aprile 2013 presso l area Fieristica di Montichiari (BS)

Presentano la Gara di Accelerazione Trofeo centro Fiera di Montichiari 14 Aprile 2013 presso l area Fieristica di Montichiari (BS) Presentano la Gara di Accelerazione Trofeo centro Fiera di Montichiari 14 Aprile 2013 presso l area Fieristica di Montichiari (BS) Programma della manifestazione GARA SULLA DISTANZA DI 1/8 DI MIGLIO Apertura

Dettagli

REGOLAMENTO PIT BIKE E MINICROSS 2015

REGOLAMENTO PIT BIKE E MINICROSS 2015 LEGA MOTOCICLISMO REGOLAMENTO PIT BIKE E MINICROSS 2015 TROFEO CENTRO ITALIA PIT BIKE 15/03/2015 Potenza Picena (MC) 12/04/2015 Poggino (VT) 10/05/2015 Alanno (PE) 04/07/2015 Fiano Romano (RM) notturna

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO GREEN SCOUT CUP 2011

REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO GREEN SCOUT CUP 2011 REGOLAMENTO REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO GREEN SCOUT CUP 2011 INDICE Art. 1 ORGANIZZAZIONE Art. 2 CALENDARIO SPORTIVO Art. 3 CONDUTTORI AMMESSI Art. 4 AUTOVETTURE AMMESSE Art. 5 COMUNICAZIONI Art. 6 SVOLGIMENTO

Dettagli

La Commissione Sportiva Automobilistica Italiana (CSAI) indice le seguenti Coppe CSAI Karting di Zona 2014 :

La Commissione Sportiva Automobilistica Italiana (CSAI) indice le seguenti Coppe CSAI Karting di Zona 2014 : Regolamento Sportivo e Tecnico Coppe CSAI Karting di Zona 2014 (cl. 60 cc. Babykart - cl. 60 cc. Minikart - KF3 KF2 - KZ2 Prodriver Under Prodriver Over) ART. 1 ORGANIZZAZIONE La Commissione Sportiva Automobilistica

Dettagli

Regolamento Sportivo. BRC Green Hybrid Cup International Series 2014 Campionato Italiano Energie Alternative

Regolamento Sportivo. BRC Green Hybrid Cup International Series 2014 Campionato Italiano Energie Alternative Regolamento Sportivo BRC Green Hybrid Cup International Series 2014 Campionato Italiano Energie Alternative Pagina 1 di 12 1. PREMESSA 2. PRINCIPI GENERALI 3. ART. 64 DEL REGOLAMENTO NAZIONALE SPORTIVO

Dettagli

INTRODUZIONE. Il Trofeo 2009

INTRODUZIONE. Il Trofeo 2009 INTRODUZIONE AL Il Trofeo 2009 Il TrofeoDEDACCIAI 2009 è una manifestazione ciclistica a tappe gestita dalla GIROinGIRO SERVIZI e si disputa sotto l egida della e dell Federazione Ciclistica Italiana F.C.I.

Dettagli

3 Giorno: MODULO B - SEGNALI DI INDICAZIONE - SEGNALI LUMINOSI - SEGNALI ORIZZONTALI

3 Giorno: MODULO B - SEGNALI DI INDICAZIONE - SEGNALI LUMINOSI - SEGNALI ORIZZONTALI Scheda n 1 3 Giorno: MODULO B - SEGNALI DI INDICAZIONE - SEGNALI LUMINOSI - SEGNALI ORIZZONTALI Il segnale n. 153 indica 1) che si ha la precedenza rispetto a chi viene in senso contrario V F 2) l'inizio

Dettagli

ROTWFORMULA12015CHAMPIO NSHIPROTWFORMULA12015CH AMPIONSHIPROTWFORMULA12 015CHAMPIONSHIPROTWFORM ULA12015CHAMPIONSHIPROTW FORMULA12015CHAMPIONSHIP

ROTWFORMULA12015CHAMPIO NSHIPROTWFORMULA12015CH AMPIONSHIPROTWFORMULA12 015CHAMPIONSHIPROTWFORM ULA12015CHAMPIONSHIPROTW FORMULA12015CHAMPIONSHIP ROTWFORMULA12015CHAMPIO NSHIPROTWFORMULA12015CH AMPIONSHIPROTWFORMULA12 015CHAMPIONSHIPROTWFORM ULA12015CHAMPIONSHIPROTW FORMULA12015CHAMPIONSHIP ROTWFORMULA12015CHAMPIO NSHIPROTWFORMULA12015CH AMPIONSHIPROTWFORMULA12

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO PER IL 4 TROFEO SETTEMBRE SAMBONIFACESE IN MOTO

REGOLAMENTO SPORTIVO PER IL 4 TROFEO SETTEMBRE SAMBONIFACESE IN MOTO REGOLAMENTO SPORTIVO PER IL 4 TROFEO SETTEMBRE SAMBONIFACESE IN MOTO 1. NORME GENERALI Il motoclub Team PNL Racing con sede a San Bonifacio (VR) organizza per l'anno 2015, sotto l'egida dell ente di promozione

Dettagli

Regolamento Super Show 2015

Regolamento Super Show 2015 Regolamento Super Show 2015 Art. 1. Chi può partecipare: Sono ammessi all iscrizione della Super Show 2015 i piloti in possesso di licenza agonistica valida per l anno 2015 rilasciata dall'organizzatore

Dettagli

REGOLAMENTO MTB RAID SARDINIA 2016

REGOLAMENTO MTB RAID SARDINIA 2016 REGOLAMENTO MTB RAID SARDINIA 2016 1.0 - Organizzazione e sito web ufficiale Sardegna Adventure è Organizzatore della manifestazione sportiva MTB RAID SARDINIA 2016 (per brevità MRS), in collaborazione

Dettagli

REGOLE DI GARA SPECIFICHE PER LE CATEGORIE GIOVANILI

REGOLE DI GARA SPECIFICHE PER LE CATEGORIE GIOVANILI REGOLE DI GARA SPECIFICHE PER LE CATEGORIE GIOVANILI Tutti gli atleti e, in modo particolare, quelli appartenenti alle categorie giovanili, debbono avere uguali opportunità di esprimere, in sicurezza e

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE DI GARA 2013 (PROVVISORIO)

REGOLAMENTO PARTICOLARE DI GARA 2013 (PROVVISORIO) REGOLAMENTO PARTICOLARE DI GARA 2013 (PROVVISORIO) PREMESSA. Per quanto non espressamente indicato nel presente Regolamento, valgono, in quanto applicabili, le norme generali pubblicate nel Codice Sportivo

Dettagli

REGOLAMENTO PER GARE DI REGOLARITA RALLY REVIVAL AUTO STORICHE E VETTURE DI INTERESSE STORICO

REGOLAMENTO PER GARE DI REGOLARITA RALLY REVIVAL AUTO STORICHE E VETTURE DI INTERESSE STORICO REGOLAMENTO PER GARE DI REGOLARITA RALLY REVIVAL AUTO STORICHE E VETTURE DI INTERESSE STORICO Art. 1 DEFINIZIONI E DISPOSIZIONI GENERALI Per "MANIFESTAZIONI SOCIALI DI RALLY REVIVAL" si intendono quelle

Dettagli

OPEN RALLY CAMPIONATO TOSCANO REGOLAMENTO

OPEN RALLY CAMPIONATO TOSCANO REGOLAMENTO REGOLAMENTO Art. 1 DENOMINAZIONE I Fiduciari e gli ACI della Toscana (indicati in seguito come ORGANIZZAZIONE) indicono ed organizzano, con il patrocinio del CONI Comitato Regionale Toscana e della Regione

Dettagli

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2014

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2014 CHALLENGE FORMULE STORICHE 2014 REGOLAMENTO SPORTIVO 1. Generalità GPS Classic srl titolare di licenza Promoter CSAI n. 353827 valida per l anno 2014 indice e promuove una serie di gare di velocità in

Dettagli

Regolamento interno. 1.4 L orario ed il periodo d apertura e di chiusura del Club vengono disposti dal Consiglio di Amministrazione.

Regolamento interno. 1.4 L orario ed il periodo d apertura e di chiusura del Club vengono disposti dal Consiglio di Amministrazione. 1. Norme Generali. 2. Regolamento Club house. 3. Regolamento Segreteria e Club house. 4. Regolamento Campo pratica. 5. Regolamento Campo golf. 6. Regolamento Gare e Sponsors. 7. Regolamento Golf carts.

Dettagli

A seguire, l intero documento delle regole stabilite da LFSIC sul comportamento da tenere in pista.

A seguire, l intero documento delle regole stabilite da LFSIC sul comportamento da tenere in pista. A seguire, l intero documento delle regole stabilite da LFSIC sul comportamento da tenere in pista. É caldamente raccomandato che tutti I piloti di LFS aderiscano a queste regole, dato che hanno effetto,

Dettagli

Bandi: -- Approvazione: art. 4, 21 -- Camp. d Italia: art. 18, 93 -- Contenuto: art. 20 -- Criteri: art. 19

Bandi: -- Approvazione: art. 4, 21 -- Camp. d Italia: art. 18, 93 -- Contenuto: art. 20 -- Criteri: art. 19 A Abbordaggio: art. 69, 70, 71, 72, 73 -- Responsabilità: art. 72, 73 -- Incidente grave: art. 73 Accreditamento: art. 20 Aiuto in gara: art. 70, 75 Allenamenti: art. 39 Allievi: art. 7, 8 -- Distanze

Dettagli

nome classe data i segnali Collega le definizioni dei segnali stradali ai termini appropriati. PERICOLO PRECEDENZA DIVIETO OBBLIGO INDICAZIONE

nome classe data i segnali Collega le definizioni dei segnali stradali ai termini appropriati. PERICOLO PRECEDENZA DIVIETO OBBLIGO INDICAZIONE I segnali stradali Leggi, rifletti e poi rispondi alle domande. I segnali stradali sono uguali in tutto il mondo. È importante osservare e imparare bene la forma geometrica, il colore ed eventualmente

Dettagli

PROGETTO KART GRAND PRIX REGOLAMENTO TECNICO-SPORTIVO 2015

PROGETTO KART GRAND PRIX REGOLAMENTO TECNICO-SPORTIVO 2015 PROGETTO KART GRAND PRIX REGOLAMENTO TECNICO-SPORTIVO 2015 INDICE Art. S1 PROMOTORE PAG. 2 Art. S2 NORME GENERALI SPORTIVE PAG. 2 Art. S3 TROFEO PAG. 3 Art. S4 LICENZE PAG. 3 Art. S5 NUMERI DI GARA PAG.

Dettagli

CAPITOLO 3 - Pannelli integrativi, segnali di indicazione, segnali luminosi, segnali orizzontali

CAPITOLO 3 - Pannelli integrativi, segnali di indicazione, segnali luminosi, segnali orizzontali CAPITOLO 3 - Pannelli integrativi, segnali di indicazione, segnali luminosi, segnali orizzontali 03001) Ciascuno dei pannelli integrativi n. 121 V01) indica la distanza tra il segnale di pericolo sotto

Dettagli

ASSOCIAZIONE CENTRI SPORTIVI ITALIANI PROGRAMMA

ASSOCIAZIONE CENTRI SPORTIVI ITALIANI PROGRAMMA ASSOCIAZIONE CENTRI SPORTIVI ITALIANI ACSISPORTMORI MANIFESTAZIONI SOCIALI LUDICO-SPORTIVE-RICREATIVE 2014 REGOLAMEN DI MANIFESTAZIONE SPORTIVA AUMOBILISTICA NON AGONISTICA Formula Inseguimento Denominazione..F.C.

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE SPORTIVO 2015 INDICE

REGOLAMENTO GENERALE SPORTIVO 2015 INDICE REGOLAMENTO GENERALE SPORTIVO 2015 INDICE 1. PREMESSA 2. PRINCIPI GENERALI 3. PUBBLICITA 4. ASSICURAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI 5. CONCORRENTI, CONDUTTORI 6. CALENDARIO DELLE MANIFESTAZIONI 7. PROGRAMMA

Dettagli

2^ Edizione Giochi del Ceno

2^ Edizione Giochi del Ceno 2^ Edizione Giochi del Ceno Varano dé Melegari 4-5 Agosto 2012 -L iscrizione è aperta a otto squadre composte da un massimo di 30 persone ciascuna inserite in un elenco che deve essere consegnato all organizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE SPORTIVO 2016 INDICE

REGOLAMENTO GENERALE SPORTIVO 2016 INDICE REGOLAMENTO GENERALE SPORTIVO 2016 INDICE 1. PREMESSA 2. PRINCIPI GENERALI 3. PUBBLICITA 4. ASSICURAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI 5. CONCORRENTI, CONDUTTORI 6. CALENDARIO DELLE MANIFESTAZIONI 7. PROGRAMMA

Dettagli

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TENNIS ROMA REGOLAMENTO INTERNO

ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TENNIS ROMA REGOLAMENTO INTERNO ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA TENNIS ROMA REGOLAMENTO INTERNO 1 ART. 1 - DISPOSIZIONI GENERALI 1.1 Il presente regolamento dell Associazione Sportiva Dilettantistica Tennis Roma (in seguito anche

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO SEAT LEON SUPERCOPA ITALIA 2010

REGOLAMENTO SPORTIVO SEAT LEON SUPERCOPA ITALIA 2010 REGOLAMENTO SPORTIVO SEAT LEON SUPERCOPA ITALIA 2010 Approvazione CSAI: SCV N.7/2010 del 12/2/2010 e N.22/2010 del 25/2/2010 SEAT LEON SUPERCOPA ITALIA 2010 Regolamento Generale SOMMARIO: PREMESSA 1. NORME

Dettagli

R E G O L A M E N T O S P O R T I V O

R E G O L A M E N T O S P O R T I V O R E G O L A M E N T O S P O R T I V O T R O F E O FORMULA LIBERA RACING FREE 2010 Via Kennedy 179 80010 Quarto (NA) Tel e Fax 081 0124309 Sito Internet: www.assominicar.it REGOLAMENTO SPORTIVO TIPO TROFEO

Dettagli

Regolamento Particolare di Gara L associazione ZANARDINI RACING, indice un meeting automobilistico (a numero chiuso di 25 vetture) di endurance

Regolamento Particolare di Gara L associazione ZANARDINI RACING, indice un meeting automobilistico (a numero chiuso di 25 vetture) di endurance Regolamento Particolare di Gara L associazione ZANARDINI RACING, indice un meeting automobilistico (a numero chiuso di 25 vetture) di endurance regolarità denominato 6 ore Pessina Endurance Terra e Pistoni

Dettagli

INTRODUZIONE Sport cinofili in acqua (SCIA) FIDASC Cinowork SCIA Small Large Velocità, Slalom, Ricupero, Tuffi

INTRODUZIONE Sport cinofili in acqua (SCIA) FIDASC Cinowork SCIA Small Large Velocità, Slalom, Ricupero, Tuffi INTRODUZIONE Sport cinofili in acqua (SCIA) (nuoto ecc.) della FIDASC è una specialità agonistica della disciplina Cinowork il cui fine è quello di far avvicinare le masse ad una attività sportiva che

Dettagli

6 ValMessa Graffiti Memorial Henri Toivonen

6 ValMessa Graffiti Memorial Henri Toivonen Descrizione della manifestazione 6 ValMessa Graffiti Memorial Henri Toivonen REGOLAMENTO La PoliceSport asd, la Pro Loco di Villar Dora, l Historic Team Rubiana, l Accademia Italiana della Guida, sotto

Dettagli

MANIFESTAZIONE NON AGONISTICHE PARATA

MANIFESTAZIONE NON AGONISTICHE PARATA ACI SPORT 2015 MANIFESTAZIONE NON AGONISTICHE PARATA (Art.22 R.N.S.) ORGANIZZATORE Automobile Club Palermo PARATA 1^ PARATA FLORIOPOLI - CERDA LOCALITA CERDA (PA) DATA 1-2 AGOSTO 2015 PROGRAMMA DATA LOCALITA

Dettagli

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO Approvato con Decreto del Commissario Straordinario n. 45/2014 Articolo 1 SQUADRE a) La gara viene giocata da due squadre.

Dettagli

4 CAMPIONATO NAZIONALE DI VELA DEGLI ORDINI DEGLI INGEGNERI D ITALIA Venezia 27/28/29 settembre 2015

4 CAMPIONATO NAZIONALE DI VELA DEGLI ORDINI DEGLI INGEGNERI D ITALIA Venezia 27/28/29 settembre 2015 4 CAMPIONATO NAZIONALE DI VELA DEGLI ORDINI DEGLI INGEGNERI D ITALIA Venezia 27/28/29 settembre 2015 Regate disputate con imbarcazioni a vela monotipo REGOLAMENTO 1 GENERALITÀ Art. 1 Il C.N.I. Consiglio

Dettagli

PROGETTO EASYKART REGOLAMENTO TECNICO-SPORTIVO 2011

PROGETTO EASYKART REGOLAMENTO TECNICO-SPORTIVO 2011 PROGETTO EASYKART REGOLAMENTO TECNICO-SPORTIVO 2011 INDICE Art. S1 L ORGANIZZATORE PAG. 2 Art. S2 PROGRAMMA AGONISTICO NORME GENERALI PAG. 2 Art. S3 KART AMMESSI PAG. 4 Art. S4 CONDUTTORI AMMESSI PAG.

Dettagli

REGOLAMENTO GARE stag. 2015

REGOLAMENTO GARE stag. 2015 Mini Autodromo la Valletta REGOLAMENTO GARE stag. 2015 GARA DESCRIZIONE DATA RECUPERO Prima Sociale Seconda Sociale Terza Sociale Quarta Sociale Quinta Sociale CONTATTI: Cellulare Matteo 340/2978946 /

Dettagli

N.S. 23 REGOLARITA SPORT AUTOSTORICHE CAP. 2

N.S. 23 REGOLARITA SPORT AUTOSTORICHE CAP. 2 N.S. 23 REGOLARITA SPORT AUTOSTORICHE CAP. 2 ART. 1 - DEFINIZIONI Sono di regolarità sport auto storiche le gara, riservate alle vetture storiche, ed in particolare a quelle in allestimento da corsa, i

Dettagli

(VISITA MEDICA SPORTIVA AGONISTICA

(VISITA MEDICA SPORTIVA AGONISTICA La 24 ore dell Adda, alla sua prima edizione, consiste in una staffetta a squadre da svolgersi in sella a bicicletta del tipo: Mountain Bike. La manifestazione si svolgerà su un percorso chiuso ad anello,

Dettagli

CORRERE IN SICUREZZA

CORRERE IN SICUREZZA CORRERE IN SICUREZZA PROGETTO CORRERE IN SICUREZZA Codice della Strada Le figure in corsa Vetture in corsa Comportamento dei corridori La Federazione Ciclistica Italiana CODICE DELLA STRADA Il Codice della

Dettagli

BARCHE DA CORSA STORICHE NORME GENERALI F.I.M. 2 0 1 4

BARCHE DA CORSA STORICHE NORME GENERALI F.I.M. 2 0 1 4 BARCHE DA CORSA STORICHE NORME GENERALI F.I.M. 2 0 1 4 Art. 1 PREMESSA Il settore delle Barche da Corsa Storiche, quale suo patrimonio storico-sportivo, è ufficialmente riconosciuto dalla FIM (delibere

Dettagli

Palio dei Rioni REGOLAMENTO

Palio dei Rioni REGOLAMENTO Palio dei Rioni REGOLAMENTO Palio: per Palio si intende la competizione amichevole delle squadre dei rioni. Per RIONE parte della città facente capo ad una delle seguenti Chiese: San Rocco, Madonnina,

Dettagli

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C.

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 SCOPO 3 NORME COMPORTAMENTALI 4 NORME DI CIRCOLAZIONE NEL PADDOCK 5 PRINCIPIO DI AMMONIZIONE 6 ABBIGLIAMENTO

Dettagli

Palio delle cinque Contrade di Fenegro 2 6 8 settembre 2012 - REGOLAMENTO GIOCHI -

Palio delle cinque Contrade di Fenegro 2 6 8 settembre 2012 - REGOLAMENTO GIOCHI - Palio delle cinque Contrade di Fenegro 2 6 8 settembre 2012 - REGOLAMENTO GIOCHI - 2 settembre 2012 GIOCO DEL CERCHIO Specifica del gioco: Staffetta a squadre attorno al percorso detto Castello (Piazza

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURE

COMITATO REGIONALE LIGURE COMITATO REGIONALE LIGURE INTEGRAZIONE ALLE NORME ATTUATIVE NAZIONALI ANNO 2014 CATEGORIA GIOVANISSIMI PREMESSA Le presenti norme integrano quanto stabilito nel Regolamento Tecnico e nelle Norme Attuative

Dettagli

Regolamento Felciana Bike 2015

Regolamento Felciana Bike 2015 Regolamento Felciana Bike 2015 1) Organizzazione. L'Associazione Sportiva Dilettantistica AVISBIKE Pistoia con Sede a Pistoia via V. Vitoni 5, organizza il 11 Ottobre 2015 la 5^ edizione della gara di

Dettagli

G I O C H I DI Q U A R T I E R E A S Q U A D R E

G I O C H I DI Q U A R T I E R E A S Q U A D R E Parrocchie: S.S. Simone e Giuda Apostoli S. Giovanni Evangelista G I O C H I DI Q U A R T I E R E A S Q U A D R E 2 0 0 5 R E G O L A M E N T O 1. Alla chiusura delle iscrizioni, il giudice arbitro procede

Dettagli

REGOLAMENTO ITALIANO AUTOMODELLI TIPO dnano

REGOLAMENTO ITALIANO AUTOMODELLI TIPO dnano REGOLAMENTO ITALIANO AUTOMODELLI TIPO dnano Settembre 2011 1 Regolamento Tecnico Categoria STOCK 2WD 1.1 Modelli ammessi: Qualunque modello originale Kyosho dnano. 1.2 Pezzi opzionali ammessi sullo chassis:

Dettagli

Dipartimento Pony REGOLAMENTO CORSE PONY AL GALOPPO

Dipartimento Pony REGOLAMENTO CORSE PONY AL GALOPPO REGOLAMENTO CORSE PONY AL GALOPPO In vigore dal 2 aprile 2012 1 Corse Pony Galoppo PAR. A: OGGETTO L attività di allenamento e le corse al galoppo riservate ai Pony si possono svolgere su piste approvate

Dettagli

IL PROTOCOLLO DI GARA. Campionati di Serie B Regionali, Provinciali, di Categoria

IL PROTOCOLLO DI GARA. Campionati di Serie B Regionali, Provinciali, di Categoria IL PROTOCOLLO DI GARA Campionati di Serie B Regionali, Provinciali, di Categoria SETTORE TECNICO NAZIONALE UFFICIALI DI GARA Stagione Sportiva 2012/2013 Gli arbitri debbono applicare le formalità protocollari

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO SEAT IBIZA CUP 2015 approvazione ACI Sport n. del 2015

REGOLAMENTO SPORTIVO SEAT IBIZA CUP 2015 approvazione ACI Sport n. del 2015 SEAT IBIZA Cup 2015 Regolamento Generale versione 2.0 REGOLAMENTO SPORTIVO SEAT IBIZA CUP 2015 approvazione ACI Sport n. del 2015 SOMMARIO: PREMESSA 1. NORME GENERALI 2. SPONSOR E PUBBLICITA 3. PROGRAMMA

Dettagli

GAZZETTA CUP 2015 REGOLAMENTO

GAZZETTA CUP 2015 REGOLAMENTO GAZZETTA CUP 2015 REGOLAMENTO Norme Generali Location La competizione si svolge a Bari, Bolzano, Cagliari, Catania, Como, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Reggio Emilia, Roma e Torino. Categorie e fasce

Dettagli