TRIBUNALE PISA SENT. N. 531/10 DEL 18/11/2010 Il provvedimento in epigrafe, divenuto irrevocabile in data 19/12/2010, viene pronunciato dal Tribunale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRIBUNALE PISA SENT. N. 531/10 DEL 18/11/2010 Il provvedimento in epigrafe, divenuto irrevocabile in data 19/12/2010, viene pronunciato dal Tribunale"

Transcript

1 TRIBUNALE PISA SENT. N. 531/10 DEL 18/11/2010 Il provvedimento in epigrafe, divenuto irrevocabile in data 19/12/2010, viene pronunciato dal Tribunale di Pisa, in composizione monocratica, a chiusura di un procedimento penale radicatosi dopo il deposito di una querela da parte di un noto parlamentare, a suo dire leso nell'onore e nella reputazione da un sito internet realizzato nel Il sito internet incriminato riproduce, pressoché integralmente, la home page del sito ufficiale del parlamentare, differenziandosene per alcuni contenuti ed in particolare per il collegamento ad un videogioco denominato Operazione Pretofilia, di cui il querelante aveva chiesto al Parlamento la censura, e per la presenza di un fotomontaggio raffigurante, in via caricaturale, il volto del politico. Il Tribunale di Pisa - con una pronuncia alquanto interessante per molteplici aspetti e pressoché unica nel panorama giurisprudenziale, fatta eccezione per Tribunale di Milano, sezione civile, 07/09/ assolve l'imputato, ravvisando l'operatività della scriminante del diritto di satira che, ad avviso dell'organo giurisdizionale adito, può realizzarsi anche attraverso la rielaborazione della home page di un sito laddove - unitamente alla modifica della home page del sito ufficiale - siano utilizzati toni ironici e sarcastici che stravolgano i contenuti concettuali dell'opera parodiata, pur con la realizzazione dei suoi stessi elementi estrinseci e la conservazione della sua forma esteriore. *** *** *** 1

2 Il caso prende dunque le mosse da una querela depositata da un parlamentare ritenutosi diffamato da un sito internet realizzato con l'intento di criticare, secondo quanto dichiarato dall'imputato in sede di esame, un comportamento giudicato censorio e limitativo della libertà di pensiero. Il sito oggetto di contestazione - che riproduce, quasi integralmente, la Home page del sito ufficiale del Parlamentare ed il cui dominio internet contiene il nome e cognome del politico - consente agli utenti di scaricare un videogioco, titolato Operazione Pretofilia, realizzato da un gruppo di programmatori, noti con il nome la Molleindustria e conosciuti per la creazione di videogiochi ispirati a temi di attualità. Il videogioco - considerato sia dall'accusa che dal parlamentare costituitosi parte civile nel procedimento penale veicolo del messaggio diffamatorio - trae ispirazione, quanto ai suoi contenuti, da un documentario della BBC titolato Sex Crimes and Vatican e si pone come finalità quello di spingere l'utente ad interrogarsi sull'atteggiamento tenuto dalle gerarchie ecclesiastiche nell'affrontare i casi di pedofilia scoperti all'interno della Chiesa e di cui, anche in Italia, nel 2007, si cominciava a parlare, se pure in un clima di forti polemiche. Operazione Pretofilia, che è ancora rinvenibile sul portale de La Molleindustria (http://www.molleindustria.org/it/operazione-pretofilia), si apre con una lettera immaginaria a firma Joseph Ratzinger ed indirizzata ai vescovi cui viene richiesto di 2

3 celare i casi di pedofilia, ovviamente quelli riguardanti gli appartenenti al clero. Il giocatore è chiamato ad indossare i panni di un agente silenziatore inviato dalla chiesa per contenere l'attenzione mediatica attorno al caso. L'agente silenziatore ha il compito di evitare che i poliziotti si accorgano dei reati perpetrati dai sacerdoti ai danni dei minori e che i possibili testimoni, le mamme dei minori, si rivolgano ai mass media per denunciare i fatti. Il sito internet oggetto di contestazione nasce per criticare il comportamento del politico che, con un'interrogazione parlamentare, appellandosi alla l. 04/02/2006 n. 38, aveva chiesto al Parlamento la censura del videogioco. La similitudine tra il sito ufficiale e quello clonato è solo apparente giacché: la titolazione della home page del sito clonato differisce da quella del sito ufficiale, giocando ironicamente sul cognome del parlamentare; dalla prima pagina del portale oggetto di contestazione è possibile accedere al videogioco Operazione Pretofilia ; cliccando con il mouse su un qualsiasi link della prima pagina del sito incriminato compare un fotomontaggio con il volto dell'uomo politico e sovrapposta una scena del videogioco, quella in cui un prete si china su un bimbo mimando il rapporto sessuale. Il Giudice, seguendo l'impostazione della difesa 3

4 dell'imputato, con un'indagine puntuale, mantiene separato il piano della tipicità del fatto da quello dell'antigiuridicità, valutando innanzitutto la legittimazione attiva del querelante, poi costituitosi parte civile, a proporre querela e l'obiettiva esistenza dell'illecito, ossia l'offensività intrinseca della condotta del reo, e quindi del contenuto del sito. Ritenuto che il parlamentare può considerarsi bersaglio del messaggio veicolato dal sito incriminato e quindi soggetto passivo del reato di diffamazione contestato, il Giudice si interroga sulla tipicità del fatto costituente reato sostiene ancora la difesa che in ogni caso il sito incriminato non contiene alcun contenuto diffamatorio, posto che non è dato rinvenire alcun insulto od invettiva rivolti al V....rileva sul punto il Tribunale che fermo restando che il bene giuridico specifico tutelato dalla fattispecie incriminatrice di cui all'art. 595 c.p. non è, secondo il più che condivisibile ed ormai consolidato orientamento della Suprema Corte, la considerazione che ciascuno ha di sé, ma la reputazione dell'uomo, intesa come la stima diffusa nell'ambiente sociale. l'associazione mentale che genera l'accostamento del videogioco alla persona del V. è astrattamente idonea ad offendere la reputazione nell'accezione sopra specificata. Invero, essere indicato come persona collusa con gli autori di gravi crimini quali quelli di natura sessuale ai danni di minori ovvero come colui che cerca di aiutarli ad eludere le investigazioni dell'autorità non può non essere considerata, secondo il 4

5 comune sentire, condotta gravemente diffamatoria. Gli elementi costitutivi del fatto tipico, dunque, devono ritenersi sussistenti. Ciò che nel caso di specie manca, a giudizio dello scrivente, è l'antigiuridicità della condotta, in quanto opera l'esimente del diritto di satira.... Ad avviso del Tribunale, dunque, l'accostamento dell'immagine del parlamentare al videogioco in questione deve ritenersi condotta gravemente diffamatoria per via dell'associazione mentale che gli utenti sono portati a fare tra l'uomo politico e quanti, all'interno del clero, si sono attivati al fine di celare i reati di pedofilia commessi da ecclesiastici. Valutata la sussistenza degli elementi del fatto tipico, il Giudice affronta il tema dell'antigiuridicità, chiedendosi se l'offesa arrecata sia giuridicamente lecita o penalmente indifferente per via dell'esimente del diritto di satira. La pronuncia, dunque, si sofferma sulla natura del diritto di critica e di satira, quest'ultimo considerato specificazione del primo e, a tutti gli effetti, diritto soggettivo di rilevanza costituzionale, tutelato, sia, dall'art. 21 della Costituzione, e dunque riconosciuto a tutti i cittadini a prescindere dall'attività svolta, sia dagli artt. 9 e 33 della Carta costituzionale, e sottoposto ai limiti della pertinenza e, sia pure in maniera meno intensa, a quello della continenza: va innanzitutto evidenziato che i diritti di critica e di satira (quest'ultimo costituisce una specificazione del primo, seppure connotata dalle peculiarità di cui si dirà) discendono direttamente, senza bisogno di alcuna 5

6 mediazione, dall'art. 21 della Costituzione e spettano all'individuo uti civis, dunque a prescindere dall'attività svolta (cfr. Cass. V sez. penale 01/07/08 n , p.c. in proc. Alberti). Di conseguenza, essi possono manifestarsi anche in maniera estemporanea, non essendo necessario che si esprimano nelle sedi istituzionali o mediatiche più appropriate, altrimenti verrebbe compromesso il diritto di manifestazione del pensiero che spetta al cittadino comune (Cfr. Cass., V Sez. pen., 4/5/06 n , Ricca) il diritto di satira... trova il suo fondamento normativo oltre che nell'art. 21 Cost., anche negli artt. 9 e 33 Cost. Per cui, come si accennava, si ritengono inapplicabili ad essa i paradigmi di valutazione della liceità propri del diritto di cronaca. Invero, questa forma di espressione generalmente non può rispondere ad esigenze informative e, dunque, in astratto, può non avere un rapporto di coincidenza con la verità del fatto, atteso che non è questo il suo compito, assolvendo la satira ad una funzione di critica sociale. Dunque gli unici limiti cui il diritto di satira è sottoposto sono quello della pertinenza (deve sussistere un interesse sociale per l'argomento trattato) e, sia pure in maniera meno intensa, quello della continenza (non deve trasmodare in espressione scorrette, volgari o in contumelie), nel senso che essendo iperbole, paradosso, ricerca del grottesco e del sensazionale è svincolata da forme convenzionale e non può essere ingabbiata in rigidi schemi precostituiti Questo in generale. Quando, tuttavia, la satira ha anche un contenuto informativo, richiamando fatti ed 6

7 avvenimenti che ne rappresentano il motivo ispiratore, assume i tratti di un veicolo di informazione, con la conseguenza che deve soggiacere anche ai limiti più rigorosi del diritto di cronaca, segnatamente quello della verità dei fatti narrati (cfr. Cass., V sez. penale, 4/6/01 n , Feltri, Cass. V Sez pen. 2712/1999 n Vespa). Dopo questa lunga digressione sul diritto di satira in generale, il Tribunale passa ad esaminare il sito contestato, sulla scorta dei principi sopra riportati, del tema trattato, giudicato di interesse pubblico, e del clima di polemiche che aveva visto la nascita del portale contestato, ravvisando la natura satirica dello stesso e ritenendo così scriminato il comportamento dell'imputato. La pronuncia in esame è interessante perchè, oltre a riconoscere che il diritto di satira può esprimersi anche attraverso la rielaborazione della home page di un sito internet (cfr., in tal senso, anche Trib. Milano, sez. civile, 07/09/2004), seppure incidentalmente, prende in considerazione il contenuto del videogioco Operazione Pretofilia, soffermandosi sulla scriminante in questione con riferimento ad una forma espressiva nuova, quella del videogioco appunto, cui viene riconosciuta dignità pari al disegno caricaturale e alla vignetta; il tutto con riferimento al tema religioso. Ad avviso del Tribunale di Pisa, che si uniforma ad un orientamento già espresso dalle corti di merito (App. Firenze 18/10/1993, Trib. Latina 2410/2006 e Trib. Milano 01/03/2007), è perfettamente riconoscibile anche 7

8 l'esercizio della satira religiosa, sempre che essa non sfoci nel vilipendio inteso come ostentazione di disprezzo e disistima generalizzati verso i dogmi di qualsivoglia confessione religiosa. Non resta che attendere il dissequestro del sito web incriminato disposto conseguentemente all'assoluzione dell'imputato. Bergamo, 10 gennaio avv.ta Maria Teresa Votta 8

MEDIAZIONE TRA PARI PRESENTA LE CONTROVERSIE IN MATERIA DI RISARCIMENTO DANNO DERIVANTE DA DIFFAMAZIONE CON IL MEZZO DELLA STAMPA

MEDIAZIONE TRA PARI PRESENTA LE CONTROVERSIE IN MATERIA DI RISARCIMENTO DANNO DERIVANTE DA DIFFAMAZIONE CON IL MEZZO DELLA STAMPA MEDIAZIONE TRA PARI PRESENTA LE CONTROVERSIE IN MATERIA DI RISARCIMENTO DANNO DERIVANTE DA DIFFAMAZIONE CON IL MEZZO DELLA STAMPA QUESTA GUIDA, SEMPLICE E ALLA PORTATA DI TUTTI, VUOLE FORNIRE AL MEDIATORE

Dettagli

Carte credito, vaglia postale veloce,carta

Carte credito, vaglia postale veloce,carta Carte di credito, vaglia postale veloce,carta di Pagamento,penale,pagamenti,internet,legalgeek Cassazione Feriale Penale del 15 settembre 12 dicembre 2011, n. 45946 testo Civile.it " I reati sono stati

Dettagli

MALTRATTAMENTO DI ANIMALI E LEGGI SPECIALI: CONFERME GIURISPRUDENZIALI O QUESTIONI ANCORA APERTE?

MALTRATTAMENTO DI ANIMALI E LEGGI SPECIALI: CONFERME GIURISPRUDENZIALI O QUESTIONI ANCORA APERTE? MALTRATTAMENTO DI ANIMALI E LEGGI SPECIALI: CONFERME GIURISPRUDENZIALI O QUESTIONI ANCORA APERTE? Commento alle sentenze n. 116066 del 26 marzo 2012 e n. 46784 del 21 dicembre 2005 della III Sezione Penale

Dettagli

Cassazione penale in tema di differenze fra deposito incontrollato, temporaneo, preliminare e messa in riserva

Cassazione penale in tema di differenze fra deposito incontrollato, temporaneo, preliminare e messa in riserva Cassazione penale in tema di differenze fra deposito incontrollato, temporaneo, preliminare e messa in riserva In tema di gestione dei rifiuti, quando il deposito di rifiuti non possiede i requisiti fissati

Dettagli

STUDIO LEGALE. www.casubrignola.it D.LGS. 231/2001 RIFLESSIONI SUI RECENTI ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA LIGURE E LOMBARDA AVV. FRANCESCO BRIGNOLA

STUDIO LEGALE. www.casubrignola.it D.LGS. 231/2001 RIFLESSIONI SUI RECENTI ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA LIGURE E LOMBARDA AVV. FRANCESCO BRIGNOLA D.LGS. 231/2001 RIFLESSIONI SUI RECENTI ORIENTAMENTI DELLA GIURISPRUDENZA LIGURE E LOMBARDA AVV. FRANCESCO BRIGNOLA Trib. Milano (GIP) - Sent. 27/02/07 e Ord. 12/03/08 Criterio di attribuzione della responsabilità

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE n. 168/2005 Vilipendio: illegittimità costituzionale dell articolo 403, primo e secondo comma, del codice penale, nella parte in cui prevede, per le offese alla religione

Dettagli

CONCORSO DI PERSONE NEL REATO E APPORTO DI MINIMA IMPORTANZA: APPLICAZIONI Riccardo MAZZON

CONCORSO DI PERSONE NEL REATO E APPORTO DI MINIMA IMPORTANZA: APPLICAZIONI Riccardo MAZZON CONCORSO DI PERSONE NEL REATO E APPORTO DI MINIMA IMPORTANZA: APPLICAZIONI Riccardo MAZZON P&D.IT Tipica figura deliquenziale, che la giurisprudenza considera incompatiblile con l'apporto di minima importanza,

Dettagli

Osservatorio sulla Corte di cassazione

Osservatorio sulla Corte di cassazione Osservatorio sulla Corte di cassazione Pedopornografia La decisione Detenzione di file a contenuto pedopornografico Detenzione di materiale incompleto, illeggibile o inutilizzabile dall utente Insussistenza

Dettagli

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 IL REATO DI DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA

INDICE SOMMARIO CAPITOLO 1 IL REATO DI DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA CAPITOLO 1 IL REATO DI DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA 1.1. Il reato di diffamazione a mezzo stampa fra la tutela della reputazione e la libertà di manifestazione del pensiero... 1 1.2. Il bene giuridico protetto...

Dettagli

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 17 gennaio 2014, n. 898

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 17 gennaio 2014, n. 898 CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 17 gennaio 2014, n. 898 Lavoro - Mobbing - Pagamento del premio di rendimento - Note di qualifica del datore - Valutazione mediocre del dipendente Svolgimento del processo

Dettagli

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, SEZIONE III, SENTENZA DEL 27 MARZO 2015, N.

CORTE DI CASSAZIONE PENALE, SEZIONE III, SENTENZA DEL 27 MARZO 2015, N. CORTE DI CASSAZIONE PENALE, SEZIONE III, SENTENZA DEL 27 MARZO 2015, N. 13008: art. 659 c.p. (Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone) e responsabilità del gestore di un esercizio commerciale.

Dettagli

LA TUTELA DEI MARCHI E DEI PRODOTTI NELLE FIERE DI SETTORE IN ITALIA E IN EUROPA

LA TUTELA DEI MARCHI E DEI PRODOTTI NELLE FIERE DI SETTORE IN ITALIA E IN EUROPA LA TUTELA DEI MARCHI E DEI PRODOTTI NELLE FIERE DI SETTORE IN ITALIA E IN EUROPA di Roberto Lupetti, avvocato - INNOVA & PARTNERS s.r.l. * * * LE IPOTESI PRINCIPALI DI CONTRAFFAZIONE IN FIERA - Copia/imitazione

Dettagli

Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Corte di Cassazione - copia non ufficiale Penale Sent. Sez. 3 Num. 23484 Anno 2014 Presidente: FIALE ALDO Relatore: DI NICOLA VITO Data Udienza: 07/03/2014 SENTENZA sul ricorso proposto da Petroni Domenico, nata a Canosa di Puglia il 09/09/1971

Dettagli

Pornografia minorile

Pornografia minorile Pornografia minorile (Articolo estratto dalla rivista di giurisprudenza minori n. 2-2013) TRIBUNALE DI NOLA 15 febbraio 2012 - Pres. Est. Schettino Pornografia minorile - Scaricamento di file tramite il

Dettagli

Diritto.it SENTENZA N.92/12 DEL 26.04.2012 TRIBUNALE DI BARI

Diritto.it SENTENZA N.92/12 DEL 26.04.2012 TRIBUNALE DI BARI La competenza per territorio nel reato di diffamazione a mezzo "Internet" è determinata dal luogo di residenza, dimora o domicilio dell'imputato De Cataldis Valerio Diritto.it SENTENZA N.92/12 DEL 26.04.2012

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO TERZA SEZIONE PENALE

TRIBUNALE ORDINARIO DI TORINO TERZA SEZIONE PENALE N. Reg. Sent data del deposito: N. 4573/07 R.G. notizie di reato mod. 21bis data irrevocabilità: N. 352/09 R.G. Giudice di Pace mod. 16bis N. 61/11 R.G. mod. 7 bis V del P.G. N. Reg. Esec. N. Campione

Dettagli

La premessa. Ischia, 23 settembre 2002

La premessa. Ischia, 23 settembre 2002 Ischia, 23 settembre 2002 Oggetto: parere sull ammissibilità del rimborso delle spese legali sostenute da ex amministratori comunali in procedimenti penali definiti con formula assolutoria. Viene chiesto

Dettagli

LA MEDIAZIONE OBBLIGATORIA NELLE AZIONI DI RISARCIMENTO DEL DANNO DERIVANTE DA DIFFAMAZIONE CON IL MEZZO DELLA STAMPA O CON ALTRO MEZZO DI PUBBLICITÀ

LA MEDIAZIONE OBBLIGATORIA NELLE AZIONI DI RISARCIMENTO DEL DANNO DERIVANTE DA DIFFAMAZIONE CON IL MEZZO DELLA STAMPA O CON ALTRO MEZZO DI PUBBLICITÀ LA MEDIAZIONE OBBLIGATORIA NELLE AZIONI DI RISARCIMENTO DEL DANNO DERIVANTE DA DIFFAMAZIONE CON IL MEZZO DELLA STAMPA O CON ALTRO MEZZO DI PUBBLICITÀ di ILENIA TORRE SOMMARIO: 1. La tutela civilistica

Dettagli

Svolgimento del processo

Svolgimento del processo Cass.Pen., sez.iii, 26.01.07, n. 2902 Rifiuti Sentenze - Materiali di risulta da lavori edili - Riutilizzo per pavimentazione - Verifica di pregiudizi per l'ambiente - Necessità di utilizzare il test di

Dettagli

MASSIME: PENALE. Corte di Cassazione Sez. Unite Penali 25 Febbraio 2011, n 7537. Penale Delitti contro la pubblica amministrazione Malversazione a

MASSIME: PENALE. Corte di Cassazione Sez. Unite Penali 25 Febbraio 2011, n 7537. Penale Delitti contro la pubblica amministrazione Malversazione a MASSIME: PENALE Corte di Cassazione Sez. Unite Penali 25 Febbraio 2011, n 7537 (Pres. E. Lupo; Est. A. Fiale) Penale Delitti contro la pubblica amministrazione Malversazione a danno dello Stato - Indebita

Dettagli

Cassazione Penale, Sez. 5, 15 aprile 2011, n. 15445 - Mobbing calunnia e diffamazione

Cassazione Penale, Sez. 5, 15 aprile 2011, n. 15445 - Mobbing calunnia e diffamazione Cassazione Penale, Sez. 5, 15 aprile 2011, n. 15445 - Mobbing calunnia e diffamazione - Mobbing Responsabilità di (Omissis) perchè con un esposto, pur sapendola innocente, incolpava la direttrice della

Dettagli

Ossevatorio sulla Corte di cassazione

Ossevatorio sulla Corte di cassazione Ossevatorio sulla Corte di cassazione Sequestro preventivo La questione Sequestro preventivo - Sito web Ammissibilità Manifestazione del pensiero Libertà di stampa Testata giornalistica telematica registrata

Dettagli

Sentenza 9445/2012 Risarcimento del danno non patrimoniale Accertamento incindenter tantum della sussistenza degli elementi costitutivi del reato.

Sentenza 9445/2012 Risarcimento del danno non patrimoniale Accertamento incindenter tantum della sussistenza degli elementi costitutivi del reato. Sentenza 9445/2012 Risarcimento del danno non patrimoniale Accertamento incindenter tantum della sussistenza degli elementi costitutivi del reato. In tema di responsabilità civile e di richiesta di risarcimento

Dettagli

Il nuovo reato di oltraggio a pubblico ufficiale: analogie (poche) e differenze (tante) con il precedente art. 341 c.p.

Il nuovo reato di oltraggio a pubblico ufficiale: analogie (poche) e differenze (tante) con il precedente art. 341 c.p. ALDO AREDDU (Avvocato) Il nuovo reato di oltraggio a pubblico ufficiale: analogie (poche) e differenze (tante) con il precedente art. 341 c.p. Tanto per essere chiari, cominciamo dalla fine! La conclusione

Dettagli

La nozione di prova e di argomenti di prova

La nozione di prova e di argomenti di prova 1 La nozione di prova e di argomenti di prova SOMMARIO 1. L attività istruttoria nel processo civile. 2. La prova. 3. L oggetto della prova. 4. Classificazione delle prove. 5. L onere della prova. 1. L

Dettagli

indipendentemente dal conseguimento di un profitto o dal verificarsi di un danno,

indipendentemente dal conseguimento di un profitto o dal verificarsi di un danno, L'indebita utilizzazione a fini di profitto della carta di credito da parte di chi non ne sia titolare integra il reato di cui alla Legge n. 143 del 1991, articolo 12, indipendentemente dal conseguimento

Dettagli

Tribunale di Livorno. Ufficio Giudice Indagini Preliminari. Sentenza 31 dicembre 2012, n. 38912 IL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI

Tribunale di Livorno. Ufficio Giudice Indagini Preliminari. Sentenza 31 dicembre 2012, n. 38912 IL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI Tribunale di Livorno Ufficio Giudice Indagini Preliminari Sentenza 31 dicembre 2012, n. 38912 IL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI Presso il Tribunale di Livorno Dr. Antonio Pirato all udienza in Camera

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE TERZA SEZIONE CIVILE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE TERZA SEZIONE CIVILE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE TERZA SEZIONE CIVILE ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso 2366-2008 proposto da: M. F. elettivamente domiciliato

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Giudice della prima sezione civile del Tribunale di Udine, dott.ssa Ilaria Chiarelli, ha pronunciato, ai sensi dell art. 281 sexies c.p.c., la seguente

Dettagli

Pratiche sessuali estreme: è sempre necessario il consenso espresso Cassazione, sentenza n. 37916/2012 commento e testo

Pratiche sessuali estreme: è sempre necessario il consenso espresso Cassazione, sentenza n. 37916/2012 commento e testo Pratiche sessuali estreme: è sempre necessario il consenso espresso Cassazione, sentenza n. 37916/2012 commento e testo Avvocati.it Per i rapporti di coppia estremi il consenso dato dal partner, all'inizio

Dettagli

Che il legislatore non nutra un particolare favore per l azione civile nel processo penale lo si

Che il legislatore non nutra un particolare favore per l azione civile nel processo penale lo si Che il legislatore non nutra un particolare favore per l azione civile nel processo penale lo si ricava, in primis, dal disposto di cui all art. 652 c.p.p. il quale prevede che la sentenza irrevocabile

Dettagli

Circolare n. 3/2010 dell 1 aprile 2010 *

Circolare n. 3/2010 dell 1 aprile 2010 * Circolare n. 3/2010 dell 1 aprile 2010 * INFORTUNIO SUL LAVORO E MANCANZA DI UN MODELLO DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE ( MODELLO 231 ): LA PRIMA SENTENZA DI CONDANNA PER RESPONSABILITA AMMINISTRATIVA DELL

Dettagli

No alla sanzione per trasporto illecito di rifiuti per gli ambulanti di robivecchi

No alla sanzione per trasporto illecito di rifiuti per gli ambulanti di robivecchi No alla sanzione per trasporto illecito di rifiuti per gli ambulanti di robivecchi SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE (Terza Sezione Penale) - n. 19111 del 9 aprile 2013 (dep. 3 maggio 2013) - Collegio

Dettagli

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE INSEGNAMENTO DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE I LEZIONE II LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE PROF. ROMANO CICCONE Indice 1 Rilevabilità dell'incompetenza giurisdizionale ------------------------------------------------------

Dettagli

DIFFAMAZIONE E DIRITTO DI CRITICA POLITICA" Cass. Pen. n. 745/13 commento e testo

DIFFAMAZIONE E DIRITTO DI CRITICA POLITICA Cass. Pen. n. 745/13 commento e testo DIFFAMAZIONE E DIRITTO DI CRITICA POLITICA" Cass. Pen. n. 745/13 commento e testo Francesco Maria BERNICCHI P&D.IT Si prende in considerazione una recente sentenza della Corte di Cassazione, sezione V

Dettagli

Mobbing. Responsabile il datore di lavoro se omette la dovuta vigilanza sui dipendenti

Mobbing. Responsabile il datore di lavoro se omette la dovuta vigilanza sui dipendenti CASSAZIONE CIVILE, Sezione Lavoro, Sentenza n. 16148 del 20/08/2007 Mobbing. Responsabile il datore di lavoro se omette la dovuta vigilanza sui dipendenti Il datore di lavoro e ritenuto responsabile dei

Dettagli

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa

Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa 1 di 5 26/09/2011 11.11 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n. 16311 - Delega di funzione ed autonoma capacità di spesa Giovedì 12 Maggio 2011 13:40 Cassazione Penale, Sez. 4, 26 aprile 2011, n.

Dettagli

LA CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI: I RIFIUTI PERICOLOSI NEL SISTEMA DEL T.U.AMBIENTE CODICI A SPECCHIO

LA CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI: I RIFIUTI PERICOLOSI NEL SISTEMA DEL T.U.AMBIENTE CODICI A SPECCHIO Di Rosa Bertuzzi LA CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI: I RIFIUTI PERICOLOSI NEL SISTEMA DEL T.U.AMBIENTE CODICI A SPECCHIO di Avv. Rosa Bertuzzi Nell'ambito della disciplina di gestione dei rifiuti uno dei problemi

Dettagli

Il rischio di un affievolimento procedurale dei reati per la tutela giuridica degli animali

Il rischio di un affievolimento procedurale dei reati per la tutela giuridica degli animali Il rischio di un affievolimento procedurale dei reati per la tutela giuridica degli animali L applicazione della non punibilità (no assoluzione ) per la particolare tenuità del fatto non può certo inibire

Dettagli

Corte di Cassazione Sezione 3 Penale Sentenza del 9 gennaio 2007, n. 149

Corte di Cassazione Sezione 3 Penale Sentenza del 9 gennaio 2007, n. 149 Integrale Corte di Cassazione Sezione 3 Penale Sentenza del 9 gennaio 2007, n. 149 REATO - DETENZIONE E DIFFUSIONE INFORMATICA DI OPERE - SENZA FINE DI LUCRO - INSUSSISTENZA DEL REATO REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

BA.ST., nata ad (...), dom. eletto ex art. 161 c.p.p. in Roma Via (...) presso lo studio dell'avv. Da.Ma. del Foro di Roma;

BA.ST., nata ad (...), dom. eletto ex art. 161 c.p.p. in Roma Via (...) presso lo studio dell'avv. Da.Ma. del Foro di Roma; Tribunale di Ivrea Sen. n. 549 del 08 gennaio 2014 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI IVREA Il Giudice del Tribunale di Ivrea Dr.ssa Marianna Tiseo alla pubblica udienza del 10

Dettagli

LAVORO SUBORDINATO - LAVORATRICI MADRI.

LAVORO SUBORDINATO - LAVORATRICI MADRI. LAVORO SUBORDINATO - LAVORATRICI MADRI. CASS. CIV., SEZ. LAV., 29 SETTEMBRE 2011, N. 19912. Il divieto di licenziamento della lavoratrice madre è reso inoperante quando ricorre una colpa grave da parte

Dettagli

MODIFICHE AL REATO DI DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA O ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE

MODIFICHE AL REATO DI DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA O ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE Dossier n. 92 Ufficio Documentazione e Studi 24 giugno 2015 MODIFICHE AL REATO DI DIFFAMAZIONE A MEZZO STAMPA O ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE La Camera ha approvato, in terza lettura, la proposta di legge

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PECORELLA, COSTA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE PECORELLA, COSTA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 881 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI PECORELLA, COSTA Modifiche alla legge 8 febbraio 1948, n. 47, al codice penale e al codice

Dettagli

Azienda Ospedaliera S. Maria - Terni

Azienda Ospedaliera S. Maria - Terni PROCEDURA DI SEGNALAZIONI DI ILLECITI O DI IRREGOLARITÀ DA PARTE DEI DIPENDENTI O COLLABORATORI DELL AZIENDA OSPEDALIERA S. MARIA E RELATIVE FORME DI TUTELA. 1. Fonte normativa e natura dell istituto.

Dettagli

La tutela nell acquisto online

La tutela nell acquisto online La tutela nell acquisto online Caro amico, questa guida è stata realizzata dallo Studio Legale Gli Avvocati Associati Tieni presente che le informazioni che, di seguito, troverai, sono di carattere generale

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania. (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania. (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente N. 00346/2015 REG.PROV.COLL. N. 03852/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Sesta) ha pronunciato la presente SENTENZA

Dettagli

POLI L ZI Z A A DI D STAT A O

POLI L ZI Z A A DI D STAT A O POLIZIA DI STATO POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Social Network e diffamazione online LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI Nascita nel 1981 con la riforma della Polizia di Stato Diffusione sul

Dettagli

Autorità Consiglio di Stato sez. VI Data: 20/11/2013 ( ud. 10/09/2013, dep.20/11/2013 ) Numero: 5514

Autorità Consiglio di Stato sez. VI Data: 20/11/2013 ( ud. 10/09/2013, dep.20/11/2013 ) Numero: 5514 Autorità Consiglio di Stato sez. VI Data: 20/11/2013 ( ud. 10/09/2013, dep.20/11/2013 ) Numero: 5514 L'art. 34, comma 11, dello Statuto della Federazione Italiana Giuoco Calcio prevede che il Presidente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Tribunale di Ancona

REPUBBLICA ITALIANA Tribunale di Ancona REPUBBLICA ITALIANA Tribunale di Ancona Il Giudice del lavoro, dott.ssa Arianna Sbano, ha pronunciato la seguente ORDINANZA Ex art. 1 comma 49 Legge n. 92/2012 a scioglimento della riserva assunta con

Dettagli

Sindacati parti civili nei processi per gli infortuni sul lavoro anche se la vittima non era iscritta

Sindacati parti civili nei processi per gli infortuni sul lavoro anche se la vittima non era iscritta Sindacati parti civili nei processi per gli infortuni sul lavoro anche se la vittima non era iscritta In generale, l azione civile è quella diretta a fare valere la pretesa civilistica alle restituzioni

Dettagli

SOLUZIONI ESAME 2012 - PARERE DI DIRITTO PENALE. Parere n.1

SOLUZIONI ESAME 2012 - PARERE DI DIRITTO PENALE. Parere n.1 SOLUZIONI ESAME 2012 - PARERE DI DIRITTO PENALE Parere n.1 Nel corso di una indagine di polizia giudiziaria finalizzata alla repressione del fenomeno dello sfruttamento dei minori a fini sessuali, l'agente

Dettagli

GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE

GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE GIURISPRUDENZA DEL CNF E DELLA CASSAZIONE a cura di Remo Danovi 1. Tenuta albi - Obbligo di comunicazione dell ammontare del reddito professionale alla Cassa di previdenza In tema di obblighi degli avvocati

Dettagli

I CONTROLLI SUL LAVORATORE: IMPIEGO DI INVESTIGATORI E TUTELA DELLA PRIVACY

I CONTROLLI SUL LAVORATORE: IMPIEGO DI INVESTIGATORI E TUTELA DELLA PRIVACY I CONTROLLI SUL LAVORATORE: IMPIEGO DI INVESTIGATORI E TUTELA DELLA PRIVACY E legittimo negare la comunicazione delle informazioni personali raccolte in fase di indagine prima dell avvio del processo a

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 01103/2013 REG.PROV.COLL. N. 00417/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania sezione staccata di Salerno (Sezione

Dettagli

WEB REPUTATION Profili legali

WEB REPUTATION Profili legali WEB REPUTATION Profili legali Milano, martedì 11 febbraio 2014 Workshop CONFCOMMERCIO MILANO Corso Venezia n. 47 Diffusione dell oniine in Italia Stando ai dati AUDIWEB di dicembre 2013 http://www.audiweb.it/cms/view.php?id=6&cms_pk=271

Dettagli

Osservatorio sulla Corte di cassazione

Osservatorio sulla Corte di cassazione Osservatorio sulla Corte di cassazione Esercizio abusivo della professione La decisione Esercizio abusivo della professione Reato istantaneo Sufficienza di un solo atto tipico della professione di avvocato

Dettagli

Condannato per furto aggravato chi ruba una bici parcheggiata per strada Cassazione sentenza n. 3196/2013 commento e testo

Condannato per furto aggravato chi ruba una bici parcheggiata per strada Cassazione sentenza n. 3196/2013 commento e testo Condannato per furto aggravato chi ruba una bici parcheggiata per strada Cassazione sentenza n. 3196/2013 commento e testo Avvocati.it Una bici si deve intendere esposta per necessità e non per consuetudine

Dettagli

SENTENZA. Cassazione Civile Sent. n. 411 del 24-01-1990

SENTENZA. Cassazione Civile Sent. n. 411 del 24-01-1990 SENTENZA Cassazione Civile Sent. n. 411 del 24-01-1990 Svolgimento del processo Con ricorso in data 17 dicembre 1982 Sparaco Salvatore chiedeva al Pretore di Caserta (adito) in funzione di giudice del

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE REGIONALE PER IL LAZIO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE REGIONALE PER IL LAZIO Sent.622/2013 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE DEI CONTI SEZIONE GIURISDIZIONALE REGIONALE PER IL LAZIO in composizione monocratica, in persona del Cons. Dr.ssa Chiara Bersani ha

Dettagli

45922/14 REPUBBLICA ITALIANA

45922/14 REPUBBLICA ITALIANA 45922/14 REPUBBLICA ITALIANA In nome del Popolo italiano LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE TERZA SEZIONE PENALE Composta da Claudia Squassoni Gastone Andreazza Aldo Aceto Andrea Gentili Alessio Scarcella

Dettagli

A proposito delle Tigri Tamil: precisazioni penalistiche

A proposito delle Tigri Tamil: precisazioni penalistiche Reati contro la Personalità dello Stato La decisione A proposito delle Tigri Tamil: precisazioni penalistiche Iolanda D Alessandro Associazione con finalità di terrorismo o di eversione dell ordine democratico

Dettagli

Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice. dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha SENTENZA T R A

Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice. dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha SENTENZA T R A TRIBUNALE DI PALERMO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale in composizione monocratica, nella persona del giudice dott. Michele Ruvolo, della Sezione Distaccata di Bagheria, ha pronunciato

Dettagli

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE.

ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. ATTIVITA DI POLIZIA GIUDIZIARIA. ATTIVITA DI INIZIATIVA, DIRETTA O DISPOSTA, DELEGATA, ESECUTIVA. ATTIVITA DI INFORMAZIONE. AUTORE: MAGG. GIOVANNI PARIS POLIZIA GIUDIZIARIA E AUTORITA GIUDIZIARIA PER TRATTARE

Dettagli

Avv. Alberto Pojaghi. Con sentenza n. 24036 del 24 settembre 2008 la Corte di Cassazione ha ritenuto che un'espressione

Avv. Alberto Pojaghi. Con sentenza n. 24036 del 24 settembre 2008 la Corte di Cassazione ha ritenuto che un'espressione NOVEMBRE 2008 Titoli generici ma distintivi. Tra marchio e concorrenza sleale Avv. Alberto Pojaghi Con sentenza n. 24036 del 24 settembre 2008 la Corte di Cassazione ha ritenuto che un'espressione generica

Dettagli

avverso la sentenza del 26 settembre 2011 della corte d'appello di Venezia; Udita la relazione fatta in pubblica udienza dal Cons.

avverso la sentenza del 26 settembre 2011 della corte d'appello di Venezia; Udita la relazione fatta in pubblica udienza dal Cons. Cass., Sez. III, 13 novembre 2012, n. 43898, Pres. Gentile, Rel. Amoroso REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA PENALE Composta dagli Ill.mi Sigg.ri

Dettagli

Cass. pen. Sez. III, Sent., (ud. 20-04-2011) 29-09-2011, n. 35296. Fatto - Diritto P.Q.M. CAUSE DI NON PUNIBILITA' Scriminanti.

Cass. pen. Sez. III, Sent., (ud. 20-04-2011) 29-09-2011, n. 35296. Fatto - Diritto P.Q.M. CAUSE DI NON PUNIBILITA' Scriminanti. Cass. pen. Sez. III, Sent., (ud. 20-04-2011) 29-09-2011, n. 35296 Fatto - Diritto P.Q.M. CAUSE DI NON PUNIBILITA' Scriminanti in genere PERSONE FISICHE E GIURIDICHE Diritti della personalità (alla riservatezza)

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE TERZA CIVILE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE TERZA CIVILE REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE TERZA CIVILE in persona del giudice unico dott. Stefano cardinali, ha pronunciato la seguente S E N T E N Z A nella causa civile

Dettagli

Anche nel caso di ricorso al lavoro a termine è ammissibile lo scorrimento a catena di mansioni.

Anche nel caso di ricorso al lavoro a termine è ammissibile lo scorrimento a catena di mansioni. Lavoro a tempo determinato: ammissibile lo scorrimento a catena di mansioni Cassazione, sez. lavoro, sentenza 24.08.2004 n. 16661 Anche nel caso di ricorso al lavoro a termine è ammissibile lo scorrimento

Dettagli

Solo il superamento dei limiti CSR legittima il sequestro probatorio di area inquinata

Solo il superamento dei limiti CSR legittima il sequestro probatorio di area inquinata Solo il superamento dei limiti CSR legittima il sequestro probatorio di area inquinata SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE (Terza Sezione Penale) -n. 19962 del 22 gennaio 2013 (dep. 9 maggio 2013)- Collegio

Dettagli

CAPITOLO III I SOGGETTI RELIGIOSI

CAPITOLO III I SOGGETTI RELIGIOSI CAPITOLO III I SOGGETTI RELIGIOSI SOMMARIO: 1. I soggetti religiosi. Premessa 2. Le persone fisiche 3. Gli enti religiosi (rinvio) 4. Le confessioni religiose *** 1. I SOGGETTI RELIGIOSI. PREMESSA I soggetti

Dettagli

Omesso versamento di ritenute: la prova dai modd. DM10 Renzo La Costa

Omesso versamento di ritenute: la prova dai modd. DM10 Renzo La Costa Omesso versamento di ritenute: la prova dai modd. DM10 Renzo La Costa Se è pacifico che non può configurarsi il reato di omissione di versamento delle ritenute se la retribuzione non è stata materialmente

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 1020/13 Reg.Sent. N. 8765/10 N.R. Il Giudice REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Ha pronunciato la seguente Nei confronti di: - P. J. Il Tribunale Penale di Treviso - Sezione Penale - S

Dettagli

CIRCOLARE N. 28/E. Roma, 28 maggio 2010

CIRCOLARE N. 28/E. Roma, 28 maggio 2010 CIRCOLARE N. 28/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 28 maggio 2010 OGGETTO: IRAP autonoma organizzazione giurisprudenza della Corte di cassazione ulteriori istruzioni operative per la

Dettagli

Circolare n.9 / 2010 del 13 ottobre 2010 CONTROLLO SUL LAVORO E PRIVACY: LE ULTIME NOVITA

Circolare n.9 / 2010 del 13 ottobre 2010 CONTROLLO SUL LAVORO E PRIVACY: LE ULTIME NOVITA Circolare n.9 / 2010 del 13 ottobre 2010 CONTROLLO SUL LAVORO E PRIVACY: LE ULTIME NOVITA La tutela della riservatezza nella gestione del rapporto di lavoro è una tematica particolarmente complessa e delicata

Dettagli

Cassazione: chi usa Youtube per ricattare qualcuno commette un duplice reato

Cassazione: chi usa Youtube per ricattare qualcuno commette un duplice reato Cassazione: chi usa Youtube per ricattare qualcuno commette un duplice reato Oltre alla violenza privata, in seguito alla pubblicazione del video scatta anche la violazione della privacy di Marina Crisafi

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE DISTACCATA DI OSTIA N. RG. 648-10 REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE DISTACCATA DI OSTIA N. RG. 648-10 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI ROMA SEZIONE DISTACCATA DI OSTIA N. RG. 648-10 REPUBBLICA ITALIANA Il Giudice dott. cons. Massimo Moriconi nella causa tra Società in persona del suo legale rappresentante

Dettagli

ANCHE L INPS RECEPISCE LE INDICAZIONI DEL MINISTERO DEL LAVORO IN MATERIA DI VALIDITA TEMPORALE DEL DURC.

ANCHE L INPS RECEPISCE LE INDICAZIONI DEL MINISTERO DEL LAVORO IN MATERIA DI VALIDITA TEMPORALE DEL DURC. N 35/2010 3 Dicembre 2010(*) Gentili Colleghe e Cari Colleghi, nell ambito di questa nuova iniziativa editoriale di comunicazione e di immagine, ma pur sempre collegata alla instancabile attività di informazione

Dettagli

UDIENZA 29.01.2009 SENTENZA N. 233. REG. GENERALE n.26389/08 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

UDIENZA 29.01.2009 SENTENZA N. 233. REG. GENERALE n.26389/08 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Integra il reato di abbandono o deposito incontrollato di rifiuti l'accumulo di "beni destinati alla rottamazione" elencati nel catalogo europeo dei rifiuti (CER) quali i veicoli e i pneumatici fuori uso,

Dettagli

Non è reato abbandonare l amico quadrupede al canile

Non è reato abbandonare l amico quadrupede al canile Non è reato abbandonare l amico quadrupede al canile SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE (Terza Sezione Penale) - n. 12852 del 7 febbraio 2013 (dep. 20 marzo 2013) - Collegio composto dai signori : Presidente:

Dettagli

OMESSI VERSAMENTI IVA

OMESSI VERSAMENTI IVA OMESSI VERSAMENTI IVA Profili pratici e sviluppi giurisprudenziali a seguito della pronuncia della Corte Costituzionale n. 80/2014 in materia di omesso versamento Iva Normativa La disciplina dei reati

Dettagli

CONTRATTI WEB BASED GUIDA INTRODUTTIVA PAOLO LOTTI TAR PIEMONTE

CONTRATTI WEB BASED GUIDA INTRODUTTIVA PAOLO LOTTI TAR PIEMONTE CONTRATTI WEB BASED GUIDA INTRODUTTIVA PAOLO LOTTI TAR PIEMONTE CONTRATTO DI HOUSING Il Provider è il soggetto che fornisce all'utente-cliente la connessione alla rete mondiale Internet (World Wide Web

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Terza) SENTENZA

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Terza) SENTENZA N. 04086/2014REG.PROV.COLL. N. 05358/2014 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato la presente

Dettagli

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente -

ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - ORDINANZA N. 378 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - Giovanni Maria FLICK Giudice - Francesco AMIRANTE " -

Dettagli

ORDINANZA N. 62 ANNO 2007 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente -

ORDINANZA N. 62 ANNO 2007 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - ORDINANZA N. 62 ANNO 2007 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - Giovanni Maria FLICK Giudice - Francesco AMIRANTE " -

Dettagli

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741

723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 Codice di Procedura Penale articoli: 723 724 725 726 727 728 729 731 732 733 734 735 735 bis 736 737 737 bis 738 739 740 741 723. Poteri del ministro di grazia e giustizia. 1. Il ministro di grazia e giustizia

Dettagli

LABORATORIO DI SCRITTURA PAOLO GRILLO. In tema di arbitrio condizionante: I poteri dell'imputato correlati alla contestazione del fatto nuovo

LABORATORIO DI SCRITTURA PAOLO GRILLO. In tema di arbitrio condizionante: I poteri dell'imputato correlati alla contestazione del fatto nuovo LABORATORIO DI SCRITTURA PAOLO GRILLO In tema di arbitrio condizionante: I poteri dell'imputato correlati alla contestazione del fatto nuovo 1. Premessa La contestazione di un fatto nuovo 1 costituisce

Dettagli

Capitolo 7 Risarcimento del danno da provvedimento illegittimo favorevole

Capitolo 7 Risarcimento del danno da provvedimento illegittimo favorevole Capitolo 7 Risarcimento del danno da provvedimento illegittimo favorevole La pronuncia del Consiglio di Stato affronta il tema della richiesta di risarcimento del danno da provvedimento illegittimo favorevole,

Dettagli

Osservatorio sulla giustizia civile n. 15. del 15 giugno 2009. a cura di Maria Concetta Rametta

Osservatorio sulla giustizia civile n. 15. del 15 giugno 2009. a cura di Maria Concetta Rametta Osservatorio sulla giustizia civile n. 15 del 15 giugno 2009 a cura di Maria Concetta Rametta 1. Corte di cassazione, prima sezione civile, n. 14612 del 23 giugno 2009, in tema di responsabilità degli

Dettagli

Software e diritto d'autore: creatività e originalità del programma informatico Cassazione, sez. I civile, sentenza 12.01.2007 n.

Software e diritto d'autore: creatività e originalità del programma informatico Cassazione, sez. I civile, sentenza 12.01.2007 n. Software e diritto d'autore: creatività e originalità del programma informatico Cassazione, sez. I civile, sentenza 12.01.2007 n. 581 In termini generali la protezione del diritto d autore del software

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE D'APPELLO DI MILANO SEZIONE SECONDA PENALE

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE D'APPELLO DI MILANO SEZIONE SECONDA PENALE App. Milano Sez. II, 19-06-2008 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE D'APPELLO DI MILANO SEZIONE SECONDA PENALE composta dai signori: 1. Dott. ERMINIA LA BRUNA Presidente 2. " FLAVIO

Dettagli

Molestie mediante invio di SMS

Molestie mediante invio di SMS Molestie mediante invio di SMS Quesito n. 29 Tizio è da molto tempo infatuato di Caia, nonostante la donna non lo corrisponda. L uomo nel corso del tempo ha subito molti rifiuti, ma, ciò nonostante, non

Dettagli

di Luigi Gianzi Avvocato in Milano e socio del Centro di Diritto Penale Tributario.

di Luigi Gianzi Avvocato in Milano e socio del Centro di Diritto Penale Tributario. LA CONFISCA DEI BENI DELLA PERSONA GIURIDICA PER I DELITTI TRIBUTARI COMMESSI DAL LEGALE RAPPRESENTANTE: CRITICHE ALLA SENTENZA DELLE SEZIONI UNITE DEL 30 GENNAIO 2014 N. 10561 di Luigi Gianzi Numerose

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA CIVILE. sentenza

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE TERZA CIVILE. sentenza DANNI. CASS. CIV., SEZ. III, 21 FEBBRAIO 2011, N. 4196. La citazione in giudizio di un parlamentare affinché il giudice valuti se il fatto da lui commesso, pur se a contenuto diffamatorio, sia da considerare

Dettagli

Emissione di fatture false

Emissione di fatture false Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 88 24.03.2014 Emissione di fatture false Il commercialista risponde del reato assieme al cliente, se lo ha istigato Categoria: Contenzioso Sottocategoria:

Dettagli

PARERE CIRCA LA RESPONSABILITA DI POSTE ITALIANE PER IL TARDIVO RECAPITO DI PLICO RACCOMANDATO

PARERE CIRCA LA RESPONSABILITA DI POSTE ITALIANE PER IL TARDIVO RECAPITO DI PLICO RACCOMANDATO PARERE CIRCA LA RESPONSABILITA DI POSTE ITALIANE PER IL TARDIVO RECAPITO DI PLICO RACCOMANDATO La questione in esame circa la possibilità di un azione di risarcimento del danno patito a causa del tardivo

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

di Gabriele Conti ** (31 luglio 2013)

di Gabriele Conti ** (31 luglio 2013) Svolgimento del lavoro di pubblica utilità presso un ente non compreso nella Provincia di residenza del condannato dal giudice di pace (nota a sent. n.179/2013) * di Gabriele Conti ** (31 luglio 2013)

Dettagli

TEMATICHE PENALI DELL USURA. Avv. Alessandra Abbate

TEMATICHE PENALI DELL USURA. Avv. Alessandra Abbate L USURA NEI CONTRATTI BANCARI FIRENZE, 30 giugno 2015 TEMATICHE PENALI DELL USURA Avv. Alessandra Abbate L usura non è stata sempre oggetto di uno specifico divieto contenuto in una norma penale. Non era

Dettagli

Consiglio di Stato n. 5169 del 20/10/2014

Consiglio di Stato n. 5169 del 20/10/2014 MASSIMA Inoltre (ed è considerazione decisiva), la contestazione delle specifiche clausole della gara avrebbe postulato la presentazione della domanda di partecipazione da parte della ricorrente, poiché

Dettagli