IMPIANTI QUALIFICATI IAFR INVIO ATTESTAZIONE DI PRODUZIONE ANNO 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IMPIANTI QUALIFICATI IAFR INVIO ATTESTAZIONE DI PRODUZIONE ANNO 2011"

Transcript

1 IMPIANTI QUALIFICATI IAFR INVIO ATTESTAZIONE DI PRODUZIONE ANNO 2011 Si informano i soggetti titolari di impianti alimentati a fonti rinnovabili, qualificati IAFR e incentivati con Certificati Verdi (CV) o Tariffa Omnicomprensiva (TO), che il termine ultimo per poter inviare al GSE la documentazione attestante la produzione di energia elettrica relativa all anno 2011 è fissato al 30 aprile Impianti incentivati con Certificati Verdi (CV) I produttori di energia da fonti rinnovabili possono richiedere al GSE l'emissione di CV: a consuntivo, in base all'energia netta effettivamente prodotta dall'impianto nell'anno precedente rispetto a quello di emissione; a preventivo, in base alla producibilità netta attesa dell impianto. Portale WEB ECV: si segnala che, al fine di ridurre i tempi di gestione e lavorazione delle pratiche, i produttori devono preferibilmente effettuare le suddette richieste mediante l utilizzo della funzione Proposte Emissione dell applicativo web ECV, inserendo i dati di produzione lorda ed allegando tutta la documentazione richiesta e di seguito elencata. L applicativo WEB permette di: consultare le transazioni effettuate e il saldo dei CV presenti sul proprio conto proprietà; inviare le richieste di emissione/compensazione CV nonché allegare tutta la documentazione richiesta, in formato pdf; monitorare e verificare lo stato di avanzamento di ciascuna pratica di emissione CV, ivi inclusa, in caso di esito negativo, la motivazione; visualizzare e stampare in formato pdf il riepilogo inerente lo stato delle singole operazioni di emissione/compensazione dei CV; ricevere dal GSE informazioni sugli adempimenti e sulle scadenze da rispettare utilizzando la nuova sezione del portale denominata comunicazioni e scadenze. Gli operatori, accedendo al portale web ECV mediante le credenziali già in proprio possesso, devono obbligatoriamente inserire e/o aggiornare, nella sezione dedicata denominata Indirizzi Corrispondenze, l indirizzo e il n. di fax cui il GSE invierà le proprie comunicazioni. Si sottolinea la necessità di tenere aggiornati gli indirizzi di corrispondenza al fine di consentire al GSE l invio di tutte le comunicazioni nonché le notifiche di emissione dei CV. Eventuali richieste di chiarimenti in merito allo stato delle pratiche, anche nel caso in cui queste non siano state evase nei tempi previsti, in alternativa al portale web, dovranno essere indirizzate dal rappresentante legale dell operatore, o da altra persona munita di delega, all indirizzo Altre modalità di contatto (tramite telefono o utilizzando indirizzi di posta elettronica diversi rispetto a quello indicato) non saranno prese in considerazione. Il GSE si riserva la facoltà di: sospendere l emissione dei CV e l erogazione degli incentivi qualora emergano problematiche inerenti l impianto, quali variazioni della configurazione impiantistica, eventuali atti revocatori e/o di annullamento che modifichino lo stato autorizzativo dell impianto, eventuali aggiornamenti inerenti i profili autorizzativi, eventuali azioni di impugnazione del titolo autorizzativo, nonché eventuali provvedimenti, adottati dalle competenti autorità, che incidano sulla disponibilità e/o sulla funzionalità e/o sulla produttività dell impianto; effettuare controlli con l Agenzia delle Dogane per accertare la veridicità delle dichiarazioni inviate. Emissione CV a Consuntivo ANNO 2011 Per l emissione per l anno 2011 dei CV a consuntivo, ovvero per le richieste di compensazione in caso di avvenuta emissione di CV a preventivo, il produttore dovrà inviare la seguente documentazione, utilizzando la lettera di accompagnamento specificatamente predisposta (allegato 1):

2 a) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di non incorrere nel divieto di cumulo degli incentivi, da inviare in caso di prima richiesta di emissione di CV o nel caso in cui siano variate le condizioni precedentemente comunicate (allegato 2); b) documentazione relativa alla produzione di energia elettrica riferita all anno solare precedente, in particolare: per impianti alimentati a biogas e per impianti di potenza nominale non superiore a 20 kw è previsto, secondo la normativa vigente, l invio della Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà" attestante la produzione annua lorda dell impianto accompagnata da fotocopia di un documento d identità valido del legale rappresentante (allegato 3); per impianti di potenza nominale superiore a 20 kw (ad eccezione degli impianti alimentati a biogas), è previsto l invio di copia della dichiarazione annuale di consumo, già inviata telematicamente all Agenzia delle Dogane, corredata di copia del dettaglio pratica disponibile sul sito dell Agenzia delle Dogane nella sezione operazioni su file > informazioni sui file > dettaglio pratica dal quale si evince l esito positivo di invio ed il numero di registrazione della dichiarazione (vedi fac simile allegato 4); c) la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante il non superamento del limite del 5% di produzione di energia da fonte convenzionale, così come previsto dalla normativa di riferimento, nel caso di impianti qualificati IAFR che utilizzano anche combustibili fossili (allegato 5); d) fotocopia di un documento d identità, in corso di validità, del legale rappresentante; e) qualora non precedentemente fornito, codice censimp/sapr. Nel caso in cui per il medesimo anno sia stata richiesta un emissione di CV a preventivo la documentazione attestante la produzione annua deve essere inoltrata in sede di richiesta di compensazione. Nel caso in cui l'impianto, per qualsiasi motivo, non produca effettivamente energia in quantità pari o superiore ai certificati emessi a preventivo e il produttore non sia in grado di restituire i certificati ottenuti in eccesso, il GSE compensa la differenza trattenendo CV relativi a eventuali altri impianti, nella titolarità del medesimo produttore, per il medesimo anno. In mancanza di certificati sufficienti per l'anno di riferimento, il GSE può effettuare la compensazione anche sulla produzione dell anno successivo a quello nel quale si è generato il debito. In mancanza di tale ulteriore possibilità di compensazione, il GSE si avvale della eventuale fideiussione bancaria prodotta a suo favore in fase di emissione a preventivo. Viceversa, nel caso in cui l'effettiva produzione dell'impianto sia superiore ai CV emessi a preventivo, il GSE emette a favore del produttore, all'atto della compensazione, l ulteriore numero di certificati spettanti. Si sottolinea che: le dichiarazioni di consumo non corredate da lettera di accompagnamento e dai documenti richiesti non saranno prese in esame; anche qualora il produttore ritenga che il numero di CV emessi a preventivo sia corretto, è comunque necessario l invio della richiesta di compensazione dei CV; anche qualora la produzione di energia elettrica dell impianto sia pari a zero, è comunque necessario l invio della richiesta di consuntivo/compensazione; Nel caso in cui non siano rispettate tutte le condizioni sopraindicate e, nel caso in cui le richieste di compensazione non siano pervenute entro i termini previsti, il GSE provvederà alla sospensione dell erogazione degli incentivi, riservandosi la facoltà di revocare definitivamente la qualifica IAFR in caso di mancato adempimento degli obblighi previsti. Emissione CV per gli impianti qualificati di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento ANNO 2011 Per gli impianti qualificati di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento l emissione può avvenire solo a consuntivo. Il numero di CV viene determinato dal valore della produzione netta riconosciuta per la specifica categoria d intervento nella fase di qualifica. il produttore dovrà inviare la seguente documentazione, utilizzando la lettera di accompagnamento specificatamente predisposta (allegato 6): dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di non incorrere nel divieto di cumulo degli incentivi, da inviare in caso di prima richiesta di emissione di CV o nel caso in cui siano variate le condizioni precedentemente comunicate (allegato 7); copia della dichiarazione annuale di consumo, già inviata telematicamente all Agenzia delle Dogane, corredata di copia del dettaglio pratica disponibile sul sito dell Agenzia delle Dogane nella sezione operazioni su file > informazioni sui file > dettaglio pratica dal quale si evince l esito positivo di invio ed il numero di registrazione della dichiarazione (vedi fac simile allegato 4); documentazione tecnica per il riconoscimento di cogenerazione (si rimanda all Allegato 2 alla Procedura di qualificazione degli impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento); dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante l effettiva quota di energia termica H utilizzata per il teleriscaldamento (allegato 8); documentazione tecnica comprendente l elenco degli utenti e le utenze finali allacciati alla rete di teleriscaldamento con indicato per ognuno il quantitativo di energia termica fatturata e misurata, nonché l indicazione della quantità di energia termica fornita da fonti di calore non cogenerative che deve essere detratta ai fini della determinazione dell energia termica effettivamente utilizzata per il teleriscaldamento. Accesso al coefficiente moltiplicativo K = 1,8 per biomasse e biogas da Filiera Corta Anno 2011 I produttori di energia da fonti rinnovabili, titolari d impianti qualificati IAFR, possono richiedere al GSE l'emissione di Certificati Verdi da filiera corta solo dopo aver ottenuto la Certificazione dei quantitativi di biomasse impiegate per la produzione di energia elettrica da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (di seguito MiPAAF) ai sensi del DM 2/3/2010.

3 Le modalità per la certificazione delle biomasse sono state specificate nella circolare MiPAAF n del 07/11/2011, in cui sono state dettagliate tutte le azioni da intraprendere per ottenere la suddetta certificazione (disponibile al seguente link: Il GSE, a valle della verifica dell attendibilità dei dati forniti dai Produttori, provvede al riconoscimento del coefficiente moltiplicativo K = 1,8, emettendo solo a consuntivo i certificati verdi aggiuntivi eventualmente spettanti. Si sottolinea che il coefficiente moltiplicativo K = 1,8 è applicato alla sola quota di produzione di energia elettrica da incentivare imputabile alla biomassa certificata dal MiPAAF. Sarà successivamente reso disponibile l elenco completo della documentazione da fornire al GSE per il riconoscimento del coefficiente moltiplicativo K = 1,8 a valle della certificazione delle biomasse da parte del MiPAAF. Per richieste di chiarimenti si può far riferimento all indirizzo Emissione CV a Preventivo ANNO 2012 Le richieste di emissione di CV a preventivo, riferite a impianti in esercizio, sono subordinate alla presentazione di una garanzia a favore del GSE. Le modalità di emissione a preventivo, utilizzando nei primi due casi la lettera di accompagnamento specificatamente predisposta (allegato 9), sono: con garanzia fideiussoria: l emissione dei CV a preventivo, in numero massimo corrispondente alla producibilità attesa dall impianto, può avvenire dietro presentazione di fideiussione bancaria escutibile a prima richiesta a favore del GSE, commisurata al prezzo medio riconosciuto ai CV, registrato l anno precedente dal GME e trasmesso al GSE entro il 31 gennaio di ogni anno, calcolato con le modalità di cui all art. 14, comma 4, del DM del 18/12/2008, per un uguale ammontare dei certificati verdi da emettere (testo fideiussione allegato 10); con garanzia sulla producibilità attesa: l emissione dei CV a preventivo, anche se riferiti ad impianti già entrati in esercizio, è subordinata alla presentazione di una garanzia a favore del GSE, in termini di energia a valere sulla produzione di altri impianti qualificati IAFR già in esercizio, nella titolarità del medesimo soggetto; emissione CV anticipata su base mensile (vedi paragrafo successivo). Gli operatori interessati potranno effettuare all atto di richiesta di emissione a preventivo una unica scelta della modalità di emissione dei CV che non potrà più essere modificata nel corso dello stesso anno. Si sottolinea che il GSE procederà con la gestione e la lavorazione delle richieste di emissioni a preventivo per l anno 2012 solo a seguito della verifica dell avvenuta compensazione per tutti gli impianti nella titolarità del medesimo produttore. Si specifica che le fideiussioni, anche in caso di richiesta tramite portale web, dovranno comunque essere inviate in originale tramite posta all indirizzo sotto riportato. Le fideiussioni potranno essere restituite solo dopo la verifica positiva dell avvenuta compensazione dei CV e dietro presentazione da parte del produttore della documentazione relativa alla produzione di energia elettrica dell anno di riferimento. Emissione CV anticipata su base mensile Il GSE dietro specifica richiesta dell operatore (allegato 11), emette i CV a preventivo su base mensile, per le seguenti categorie di impianti di produzione qualificati IAFR: impianti in regime di ritiro dedicato (RID), sulla base della misura dell energia immessa in rete, così come comunicata al GSE dal gestore di rete competente; impianti titolari di licenza di officina elettrica, sulla base della misura dell energia prodotta/immessa così come risultante dai registri fiscali vidimati dall UTF. Nel modulo allegato gli operatori che intendono accedere a tale modalità di emissione sono tenuti ad indicare se l emissione mensile dei CV debba essere basata sulle misure del ritiro dedicato (opzione RID) o, in alternativa, sulle misure risultanti dai registri UTF (opzione UTF). Si specifica che per gli impianti alimentati a fonti rinnovabili non programmabili, siano essi rilevanti che non, l accoglimento della richiesta di emissione dei CV su base mensile, nonché la sua successiva attuazione, sono condizionati alla verifica positiva, da parte del GSE, degli adempimenti richiesti al produttore ai fini dell attuazione della delibera AEEG ARG/elt 4/10. (Si rimanda al precedente comunicato:http://www.gse.it/gse%20informa/pagine/avvisoaititolaridiimpiantialimentatidafontirinnovabilinonpro GRAMMABILIENONRILEVANTI.aspx). Il GSE, valutata positivamente la richiesta, procederà all emissione mensile dei CV: sulla base della misura dell energia elettrica immessa in rete, tralasciando la parte decimale, corrispondente ai corrispettivi di ritiro dedicato accettati e fatturati dall operatore (per gli impianti con opzione RID); sulla base della lettura dei registri UTF inviati dall operatore (per gli impianti con opzione UTF). Per gli impianti con opzione RID, eccetto il caso in cui non vi sia disponibilità dei corrispettivi accettati e fatturati dall operatore, i CV relativi alla produzione del mese n verranno resi disponibili sul conto proprietà dell operatore entro la fine del mese n+2. Per gli impianti con opzione UTF, i CV relativi alla produzione del mese n verranno resi disponibili sul conto proprietà dell operatore entro 30 giorni dalla ricezione da parte del GSE dei registri UTF inviati dall operatore. Si ricorda inoltre che:

4 l operatore è tenuto a richiedere al GSE la compensazione, su base annuale, dei CV spettanti per il generico anno x, anche in caso di emissione mensile dei CV; l emissione dei CV su base mensile per l anno x+1 potrà essere effettuata dal GSE solo dopo la chiusura della compensazione relativa all anno x. Si sottolinea, per gli impianti che hanno usufruito dell emissione mensile per l anno 2011, che: le emissioni relative al mese di dicembre verranno poste pari a zero; tutte le comunicazioni relative all energia prodotta (fino al mese di novembre compreso) devono pervenire al GSE entro il 5/01/2012, oltre tale termine le emissioni mensili per le quali non siano state prodotte le relative misure saranno poste a zero; a partire dal primo gennaio 2012, dovrà essere inoltrata la richiesta di compensazione secondo le modalità sopraindicate. Impianti incentivati con Tariffa Omnicomprensiva Gli impianti che usufruiscono di Tariffa Omnicomprensiva (TO) dovranno inviare la seguente documentazione utilizzando la lettera di accompagnamento specificatamente predisposta (allegato 12): a) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di non incorrere nel divieto di cumulo degli incentivi, da inviare al momento dell attivazione dell istanza di Tariffa Omnicomprensiva o nel caso in cui siano variate le condizioni precedentemente comunicate (allegato 2); b) documentazione relativa alla produzione di energia elettrica riferita all anno solare precedente, in particolare: per impianti alimentati a biogas e per impianti di potenza nominale non superiore a 20 kw è previsto, secondo la normativa vigente, l invio della Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà" attestante la produzione annua lorda dell impianto accompagnata da fotocopia di un documento d identità valido del legale rappresentante (allegato 3); per impianti di potenza nominale superiore a 20 kw (ad eccezione degli impianti alimentati a biogas), è previsto l invio di copia della dichiarazione annuale di consumo, già inviata telematicamente all Agenzia delle Dogane, corredata di copia del dettaglio pratica disponibile sul sito dell Agenzia delle Dogane nella sezione operazioni su file > informazioni sui file > dettaglio pratica dal quale si evince l esito positivo di invio ed il numero di registrazione della dichiarazione (vedi fac simile allegato 4); c) la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante il non superamento del limite del 5% di produzione di energia da fonte convenzionale, così come previsto dalla normativa di riferimento, nel caso di impianti qualificati IAFR che utilizzano combustibili fossili (allegato 5); d) fotocopia di un documento d identità, in corso di validità, del legale rappresentante; e) qualora non precedentemente fornito, codice censimp. Si specifica inoltre che nel caso di impianti alimentati a oli vegetali puri e tracciati che usufruiscono della TO, oltre alla documentazione di cui sopra, è necessario l invio al GSE, entro i medesimi termini, anche della seguente documentazione relativa all anno solare precedente: il verbale rilasciato dall Agenzia delle Dogane con indicazione della giacenza complessiva di olio; la Determinazione del Consumo Specifico, redatta annualmente dall Agenzia delle Dogane (ove disponibile); il prospetto riepilogativo della movimentazione di prodotti energetici, con relativo codice ditta, inviato all Agenzia delle Dogane di riferimento; copia dei documenti amministrativi di accompagnamento (DAA) relativi all olio consegnato. Si precisa che le dichiarazioni di consumo non corredate da lettera di accompagnamento e dai documenti richiesti non saranno prese in esame e che il mancato invio della dichiarazione di consumo o della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà entro i termini comporta la sospensione del riconoscimento degli incentivi, riservandosi la facoltà di revocare definitivamente la qualifica IAFR in caso di mancato adempimento degli obblighi previsti. Invio documentazione Nel caso in cui non ci si avvalga del portale WEB (opzione raccomandata), l invio della documentazione potrà avvenire mediante posta ordinaria o raccomandata A/R all indirizzo: Gestore dei Servizi Energetici - GSE S.p.A. Direzione Commerciale e Attività Regolatorie Unità Gestione Contratti Viale Maresciallo Pilsudski, ROMA riportando sulla busta la seguente dicitura: GSE Dichiarazione di consumo anno 2011 Numero qualifica IAFR. Per tutti gli impianti incentivati a Tariffa Onnicomprensiva l invio delle documentazione è previsto esclusivamente mediante posta ordinaria o raccomandata A/R all indirizzo sopra indicato, riportando sulla busta la medesima dicitura.

5 Allegati 1. Fac simile lettera di accompagnamento richiesta CV consuntivo/compensazione; 2. Dichiarazione di non cumulo incentivi; 3. Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà produzione lorda; 4. Fac simile dettaglio pratica Agenzia delle Dogane; 5. Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà non supero 5% da fonte fossile; 6. Fac simile lettera di accompagnamento richiesta CV consuntivo per impianti di cogenerazione abbinati al teleriscaldamento; 7. Dichiarazione di non cumulo incentivi TLR; 8. Fac simile dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà quota energia termica H ; 9. Fac simile lettera di accompagnamento richiesta CV Preventivo; 10. Fac simile schema di garanzia fideiussoria; 11. Fac simile richiesta di emissione CV a preventivo anticipata su base mensile; 12. Fac simile lettera di accompagnamento tariffa omnicomprensiva.

Il biogas. Opportunità per le aziende agricole e l agro industria produzione e prospettive. Incentivi e finanziamenti

Il biogas. Opportunità per le aziende agricole e l agro industria produzione e prospettive. Incentivi e finanziamenti Il biogas Opportunità per le aziende agricole e l agro industria produzione e prospettive. Incentivi e finanziamenti Renzo N.Iride Servizio Energia-Araen D.M. 18.12.2008 (g.u.2.01.09) Incentivazione della

Dettagli

PROCEDURA APPLICATIVA PER L EMISSIONE, LA GESTIONE E IL RITIRO DEI CERTIFICATI VERDI

PROCEDURA APPLICATIVA PER L EMISSIONE, LA GESTIONE E IL RITIRO DEI CERTIFICATI VERDI PROCEDURA APPLICATIVA PER L EMISSIONE, LA GESTIONE E IL RITIRO DEI CERTIFICATI VERDI Gennaio 2014 1 INDICE 1 PREMESSA... 4 2 EMISSIONE DEI CERTIFICATI VERDI... 5 2.1 Processo di emissione...5 2.2 2.3 2.4

Dettagli

Istruzioni operative per l applicazione dell art 5 comma 7-bis della Legge n. 98 del 2013 (conversione DL Fare)

Istruzioni operative per l applicazione dell art 5 comma 7-bis della Legge n. 98 del 2013 (conversione DL Fare) Istruzioni operative per l applicazione dell art 5 comma 7-bis della Legge n. 98 del 2013 (conversione DL Fare) SOMMARIO 1 Generalità... 2 2 Requisiti per l accesso... 2 3 Modalità di applicazione... 2

Dettagli

PROCEDURA TECNICA SEZIONE 2

PROCEDURA TECNICA SEZIONE 2 GESTIONE ED EMISSIONE DEI CERTIFICATI VERDI PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI A IDROGENO, CELLE A COMBUSTIBILE E DI COGENERAZIONE ABBINATI AL TELERISCALDAMENTO Pagina 1 di 27 SEZIONE 2 PROCEDURA PER LA ALIMENTATI

Dettagli

PROCEDURA TECNICA SEZIONE 2 - PROCEDURA PER LA GESTIONE ED EMISSIONE DEI CERTIFICATI VERDI PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI SEZIONE 2

PROCEDURA TECNICA SEZIONE 2 - PROCEDURA PER LA GESTIONE ED EMISSIONE DEI CERTIFICATI VERDI PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI SEZIONE 2 Pagina 1 di 21 SEZIONE 2 PROCEDURA PER LA GESTIONE ED EMISSIONE DEI CERTIFICATI VERDI PER GLI IMPIANTI ALIMENTATI DA (Ai sensi dell articolo 11, comma 1 del Decreto Ministeriale 24 ottobre 2005) Pagina

Dettagli

www.provincia.bologna.it/opportunita_ambientale

www.provincia.bologna.it/opportunita_ambientale 1 CERTIFICATI VERDI, CONTO ENERGIA E TARIFFA ONNICOMPRENSIVA Legge Finanziaria 2008 (legge 24 Dicembre 2007, n. 244), art. 2, commi da 143 a 157, articolo 2, commi da 136 a 140 D.M 18/12/2008 (decreto

Dettagli

PROCEDURA GESTIONALE ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO

PROCEDURA GESTIONALE ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO Pagina 1 di 14 L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE, IMPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2013 Istruzioni operative -

Dettagli

L ENERGIA IDROELETTRICA in ITALIA: evoluzione del settore e del quadro normativo

L ENERGIA IDROELETTRICA in ITALIA: evoluzione del settore e del quadro normativo Certificati Verdi e FER Elettriche Le novità introdotte dal DM 6 luglio 2012 Antonio D Amico Unità Gestione e Riconoscimento Incentivi e Titoli FER Direzione Contratti L ENERGIA IDROELETTRICA in ITALIA:

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA IMPORTAZIONE E PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2012

ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA IMPORTAZIONE E PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2012 L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO Pagina 1 di 14 L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA IMPORTAZIONE E PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2012 Istruzioni operative - Autocertificazione

Dettagli

Legge 244/07 (finanziaria 2008) e Legge 222/07

Legge 244/07 (finanziaria 2008) e Legge 222/07 1 Legge 244/07 (finanziaria 2008) e Legge 222/07 PICCOLI impianti IAFR Sistema incentivante con tariffa fissa onnicomprensiva (incentivo + ricavo vendita energia) (Incentivata solo all energia immessa

Dettagli

Nuova tariffa in Italia

Nuova tariffa in Italia è stato pubblicato nella G.U. n. 1 del 2 gennaio 2009, il Decreto 18 dicembre 2008, con il quale si dà prima attuazione alle disposizioni in materia di incentivazione della produzione di energia elettrica

Dettagli

STRUMENTI DI INCENTIVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA: CONTO TERMICO, CERTIFICATI BIANCHI, CAR

STRUMENTI DI INCENTIVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA: CONTO TERMICO, CERTIFICATI BIANCHI, CAR STRUMENTI DI INCENTIVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA: CONTO TERMICO, CERTIFICATI BIANCHI, CAR Fiera Milano 9 maggio 2014 Il ruolo della Cogenerazione ad Alto Rendimento Gabriele Susanna - Direzione

Dettagli

www.fattoriedelsole.org

www.fattoriedelsole.org Convegno del 6 novembre 2014, Sala Tulipano Fer ed Efficienza: gli obblighi e gli adempimenti annuali degli operatori elettrici e dei Progetti di Efficienza Energetica 10.30. 10.50 Gli adempimenti annuali

Dettagli

Centro per lo sviluppo del polo di Cremona

Centro per lo sviluppo del polo di Cremona Centro per lo sviluppo del polo di Cremona La revisione al sistema di incentivazione delle FER: valutazioni economiche e opportunità d investimento per gli impianti di digestione anaerobica di biomasse

Dettagli

CONVENZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DELLE TARIFFE INCENTIVANTI ALL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA DELLA FONTE SOLARE

CONVENZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DELLE TARIFFE INCENTIVANTI ALL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA DELLA FONTE SOLARE CONVENZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DELLE TARIFFE INCENTIVANTI ALL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA CONVERSIONE FOTOVOLTAICA DELLA FONTE SOLARE ai sensi dell articolo 25 del D.Lgs. 28/11 e del D.M. 5 luglio

Dettagli

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2013.

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2013. Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 31 dicembre 2013. PREMESSA Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente

Dettagli

Mantenimento degli incentivi in conto energia Casi particolari: potenziamenti e accumuli Francesco De Mango

Mantenimento degli incentivi in conto energia Casi particolari: potenziamenti e accumuli Francesco De Mango Mantenimento degli incentivi in conto energia Casi particolari: potenziamenti e accumuli Francesco De Mango Solarexpo 9 aprile 2015 Introduzione Le disposizioni del quinto Conto Energia, unitamente a quelle

Dettagli

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr Versione integrata e modificata dalla deliberazione 493/2012/R/efr Definizione delle modalità per il ritiro, da parte del Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. - GSE, dell energia elettrica immessa in

Dettagli

L attività del GSE nel campo dell accumulo di energia. Ing. Federica Ceccaroni - Unità Affari Regolatori

L attività del GSE nel campo dell accumulo di energia. Ing. Federica Ceccaroni - Unità Affari Regolatori L attività del GSE nel campo dell accumulo di energia Ing. Federica Ceccaroni - Unità Affari Regolatori Seminario AEIT, 22 Maggio 2015 Agenda Contesto normativo e regolatorio Attività GSE Regole Tecniche

Dettagli

ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 2, COMMA 153, DELLA LEGGE N

ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 2, COMMA 153, DELLA LEGGE N ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 2, COMMA 153, DELLA LEGGE N. 244/07 E DELL ARTICOLO 20 DEL DECRETO MINISTERIALE 18 DICEMBRE 2008, IN MATERIA DI INCENTIVAZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA FONTI RINNOVABILI

Dettagli

Nuovo regime di ritiro dedicato. Delibera AEEG n. 280/07. Roma, 29 novembre 2007

Nuovo regime di ritiro dedicato. Delibera AEEG n. 280/07. Roma, 29 novembre 2007 Nuovo regime di ritiro dedicato Delibera AEEG n. 280/07 Roma, 29 novembre 2007 Nuovo regime di ritiro dedicato: Deliberazione AEEG n. 280/07 Contenuti: 1. Aspetti normativi della Deliberazione AEEG n.

Dettagli

Conto Energia. Il GSE è il soggetto attuatore che qualifica gli impianti fotovoltaici, eroga gli incentivi ed effettua attività di verifica.

Conto Energia. Il GSE è il soggetto attuatore che qualifica gli impianti fotovoltaici, eroga gli incentivi ed effettua attività di verifica. The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. it does not necessarily reflect the opinion of the European Communities. The European Commission is not responsible for

Dettagli

incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili

incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili Incentivi alla produzione di energia da fonti rinnovabili incentivi Sommario Incentivi alla Produzione di energia elettrica e termica da impianti

Dettagli

Modalità copertura gestione, verifica. ica

Modalità copertura gestione, verifica. ica Modalità operative per il riconoscimento delle tariffe a copertura dei costi sostenuti dal GSE per le attività di gestione, verifica e controllo relative ai meccanismii di incentivazione e sostegno delle

Dettagli

Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell art. 18 del D.M.

Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell art. 18 del D.M. Bollettino 2 2 semestre 2011 Incentivazione delle fonti rinnovabili Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive Bollettino aggiorn nato al 31 dicembre 2011 Il presente documento è il bollettino informativo

Dettagli

OGGETTO: La comunicazione al GSE

OGGETTO: La comunicazione al GSE Informativa per la clientela di studio N. 177 del 26.11.2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La comunicazione al GSE I titolari di impianti fotovoltaici di potenza nominale superiore a 200 kw devono

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 19 DICEMBRE 2013 614/2013/R/EFR AGGIORNAMENTO DEL LIMITE MASSIMO PER LA RESTITUZIONE DEGLI ONERI GENERALI DI SISTEMA NEL CASO DI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI CHE ACCEDONO ALLO

Dettagli

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2014.

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2014. Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2014. PREMESSA Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Attuazione del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 6 agosto 2010, ai fini dell incentivazione della produzione

Dettagli

Le potenzialità degli impianti a fonti rinnovabili. L Incentivazione degli impianti a fonti rinnovabili 4. Le FONTI RINNOVABILI. Obiettivi comunitari

Le potenzialità degli impianti a fonti rinnovabili. L Incentivazione degli impianti a fonti rinnovabili 4. Le FONTI RINNOVABILI. Obiettivi comunitari convegno nazionale & question time L DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI I MERCATI DEI CERTIFICATI VERDI, DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA E DELLE UNITÀ DI EMISSIONE Gli strumenti

Dettagli

Procedura per il rilascio della Garanzia d Origine dell energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili

Procedura per il rilascio della Garanzia d Origine dell energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili N DREPI03060 EDIZIONE N 1 Pagina:1 di 13 Procedura per il rilascio della Garanzia d Origine dell energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili ATTENZIONE: La presente procedura va utilizzata esclusivamente

Dettagli

La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte III

La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte III Corso di Formazione ESTATE La Struttura del Sistema Energetico e dei Meccanismi di Incentivo alle Fonti Rinnovabili Parte III Daniele Cocco Dipartimento di Ingegneria Meccanica Università degli Studi di

Dettagli

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 3 dicembre 2010, ARG/elt 225/10

Versione integrata e modificata dalla deliberazione 3 dicembre 2010, ARG/elt 225/10 Versione integrata e modificata dalla deliberazione 3 dicembre 2010, ARG/elt 225/10 Attuazione del decreto del Ministro dello Sviluppo Economico, di concerto con il Ministro dell Ambiente e della Tutela

Dettagli

INFORMATIVA 01/2009. Incentivazione della produzione di energia elettrica da biomasse e biogas

INFORMATIVA 01/2009. Incentivazione della produzione di energia elettrica da biomasse e biogas INFORMATIVA 01/2009 Incentivazione della produzione di energia elettrica da biomasse e biogas Realizzato da: TIS Area Energia & Ambiente Data: Bolzano, 06/08/2009 Indice 1 Introduzione... 3 2 Incentivazione

Dettagli

Attuazione della legge 27 dicembre 2006, n. 296, sulla tracciabilità delle biomasse per la produzione di energia elettrica. (2)

Attuazione della legge 27 dicembre 2006, n. 296, sulla tracciabilità delle biomasse per la produzione di energia elettrica. (2) Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali D.M. 2-3-2010 Attuazione della legge 27 dicembre 2006, n. 296, sulla tracciabilità delle biomasse per la produzione di energia elettrica. Pubblicato

Dettagli

DISPOSIZIONI INCENTIVANTI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI PER L ANNO 2008

DISPOSIZIONI INCENTIVANTI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI PER L ANNO 2008 REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE SERVIZIO AGRICOLTURA, FORESTAZIONE E PESCA DISPOSIZIONI INCENTIVANTI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI PER L ANNO 2008 (LEGGE FINANZIARIA 2008

Dettagli

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2015.

Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2015. Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 giugno 2015. PREMESSA Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente

Dettagli

Con la presente Convenzione

Con la presente Convenzione CONVENZIONE PER L'EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO DELL'ENERGIA ELETTRICA ai sensi della deliberazione 570/2012/R/efr e successive modifiche ed integrazioni NUMERO PRATICA: SSP00480388 Con

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE ai sensi della deliberazione 574/2014/R/EEL Roma,

Dettagli

Vista la legge 18 giugno 1998, n. 192, recante la disciplina della subfornitura nelle attività produttive;

Vista la legge 18 giugno 1998, n. 192, recante la disciplina della subfornitura nelle attività produttive; Decreto 2 marzo 2010 (Gu 5 maggio 2010 n. 103) Attuazione della legge 27 dicembre 2006, n. 296, sulla tracciabilità delle biomasse per la produzione di energia elettrica Il Ministro delle politiche agricole

Dettagli

Mercato dei certificati verdi : dalla nascita alla realizzazione

Mercato dei certificati verdi : dalla nascita alla realizzazione Mercato dei certificati verdi : dalla nascita alla realizzazione Giovanni Colais Milano, 19 settembre 2003 G Le fonti rinnovabili: meccanismi di incentivazione G Certificati verdi: il contesto normativo

Dettagli

L INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Quadro normativo e risultati

L INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Quadro normativo e risultati L INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Quadro normativo e risultati Costantino Lato Direttore Studi, Statistiche e Servizi Specialistici www.gse.it Ovaro (UD), 27 marzo 2010 www.gsel.it 2 Indice Le attività

Dettagli

Il sistema degli incentivi per le fonti rinnovabili in Italia

Il sistema degli incentivi per le fonti rinnovabili in Italia Il sistema degli incentivi per le fonti rinnovabili in Italia Relatore: Ing. Attilio Punzo Roma, 26 novembre 2010 Sommario Ruolo del GSE nel settore elettrico Il sistema degli incentivi in Italia Incentivi

Dettagli

FAQ. Si precisa che nel seguito non vengono fornite risposte alle domande che riguardano i criteri per la valutazione delle domande di ammissione.

FAQ. Si precisa che nel seguito non vengono fornite risposte alle domande che riguardano i criteri per la valutazione delle domande di ammissione. Studio RUSSORESEARCH FAQ QUESITI FREQUENTI SULLA PROCEDURA DI AMMISSIONE ALLE TARIFFE INCENTIVANTI PER GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI CUI AL DM 28.7.2005 E ALLA DELIBERA AEEG N. 188/05 Aggiornamento al 23

Dettagli

Brevi Note sul V Conto energia a sostegno degli impianti solari fotovoltaici.

Brevi Note sul V Conto energia a sostegno degli impianti solari fotovoltaici. Brevi Note sul V Conto energia a sostegno degli impianti solari fotovoltaici. Premessa Dal 27 Agosto entra pienamente in funzione il il DM 5 luglio 2012 definito (Quinto Conto Energia), le tariffe incentivanti

Dettagli

llx.l68 G,3 KbJbMLb É.8vv 999.yÉx lyl.ly6 8.É63 4xT W h H I G H L I G H T S Tariffe Onnicomprensive Contact Center Scambio sul Posto Conto Termico

llx.l68 G,3 KbJbMLb É.8vv 999.yÉx lyl.ly6 8.É63 4xT W h H I G H L I G H T S Tariffe Onnicomprensive Contact Center Scambio sul Posto Conto Termico SINTESI DEL Rapporto Attività 2015 4xT W h H I G H L I G H T S Conto Energia llx.l68 I M P I A N T I Monitoraggio quota FER Biocarburanti Gv,y 0 /0 G,3 KbJbMLb C I C Tariffe Onnicomprensive É.8vv I M P

Dettagli

Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell energia solare. Francesco De Mango

Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell energia solare. Francesco De Mango Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica dell energia solare Francesco De Mango Direzione operativa Trento, 17 aprile 2008 www.gsel.it 2 Il

Dettagli

Spalma incentivi volontario

Spalma incentivi volontario Spalma incentivi volontario Guida alla lettura con esempi numerici Spalma incentivi volontario: guida alla lettura Riferimenti normativi: DECRETO LEGGE 23 dicembre 2013, n. 145 (c.d. Destinazione Italia

Dettagli

Incentivazione delle biomasse

Incentivazione delle biomasse Incentivazione delle biomasse Luca Benedetti Responsabile Unità Studi luca.benedetti@gse.it 11 a Giornata PAVER Piacenza, 20 giugno 2011 INDICE 1. Meccanismi incentivanti in Italia Certificati Verdi Tariffe

Dettagli

ECV Emissione Certificati Verdi

ECV Emissione Certificati Verdi ECV Emissione Certificati Verdi Manuale Utente Ambito Internet Manuale WEB ECV Status: Definitivo Data: 11/03/2015 Pagina 1 di 88 INDICE 1 Premessa... 4 2 Home... 4 2.1 Home page - Sezione sinistra...

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 18 dicembre 2008 Incentivazione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ai sensi dell'articolo 2, comma 150, della legge 24 dicembre 2007,

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Prot. Ex SACO 5520 del 31/03/2010 Al Ministero per lo Sviluppo Economico Direzione generale per l'energia e le risorse minerarie SEDE Gestore Servizi Energetici Divisione Operativa SEDE AGEA Area coordinamento

Dettagli

AREA CLIENTI. Home Azienda Sala stampa Dati e Bilanci Sostenibilità Bandi di gara Verso il 2020 Lavora con noi

AREA CLIENTI. Home Azienda Sala stampa Dati e Bilanci Sostenibilità Bandi di gara Verso il 2020 Lavora con noi A A A English AREA CLIENTI Home Azienda Sala stampa Dati e Bilanci Sostenibilità Bandi di gara Verso il 2020 Lavora con noi Contatti FAQ CONTO ENERGIA RITIRO E SCAMBIO QUALIFICHE E CERTIFICATI GAS, CO2

Dettagli

PROCEDURA PER L IDENTIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI ED EMISSIONE E GESTIONE DELLE GARANZIE DI ORIGINE

PROCEDURA PER L IDENTIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI ED EMISSIONE E GESTIONE DELLE GARANZIE DI ORIGINE DEGLI IMPIANTI ALIMENTI DA FONTI DELLE GARANZIE DI ORIGINE Pagina 1 di 22 DEGLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI ED EMISSIONE E GESTIONE DELLE GARANZIE DI ORIGINE (ai sensi dell articolo 31, comma

Dettagli

Testo coordinato delle integrazioni e modifiche apportate con deliberazioni ARG/elt 184/08, 1/09, 186/09, 127/10 e 226/10

Testo coordinato delle integrazioni e modifiche apportate con deliberazioni ARG/elt 184/08, 1/09, 186/09, 127/10 e 226/10 Testo coordinato delle integrazioni e modifiche apportate con deliberazioni ARG/elt 184/08, 1/09, 186/09, 127/10 e 226/10 TESTO INTEGRATO DELLE MODALITÀ E DELLE CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER LO SCAMBIO

Dettagli

Gruppo UNICALOR caminetti e stufe a biomassa legnosa. Conto Energia Termico Il settore degli apparecchi a legna e pellets

Gruppo UNICALOR caminetti e stufe a biomassa legnosa. Conto Energia Termico Il settore degli apparecchi a legna e pellets Gruppo UNICALOR caminetti e stufe a biomassa legnosa Conto Energia Termico Il settore degli apparecchi a legna e pellets Milano, 10 Gennaio 2012 Cos è il Conto Termico? Un decreto Legislativo che è entrato

Dettagli

Guida Autorizzazioni per impianti alimentati da fonti rinnovabili

Guida Autorizzazioni per impianti alimentati da fonti rinnovabili A cura del Punto Assistenza Risparmio Energetico Guida Autorizzazioni per impianti alimentati da fonti rinnovabili Pisa Ambiente Innovazione Via Benedetto Croce,62 56125 Pisa Tel. 050 503926 Fax 050 2207745

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 08/DCOU/2012 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE CONSUMATORI E UTENTI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DETERMINAZIONE N. 08/DCOU/2012 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE CONSUMATORI E UTENTI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DETERMINAZIONE N. 08/DCOU/2012 PROCEDURE E MODALITÀ OPERATIVE PER CONSENTIRE ALLA SOCIETÀ GESTORE DEI SERVIZI ENERGETICI S.P.A. L ACCESSO ALLE INFORMAZIONI NECESSARIE PER LE VERIFICHE DEL DIVIETO DI CUMULO

Dettagli

Il Quinto Conto Energia

Il Quinto Conto Energia Nota di approfondimento Il Quinto Conto Energia E stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 10 luglio 2012, n. 159, il decreto 5 luglio 2012, cosiddetto Quinto Conto Energia, che ridefinisce le modalità

Dettagli

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE, PER L ANNO 2010, DEI DIRITTI CIP 6 DI CUI AL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL 27 NOVEMBRE 2009

AVVISO PER L ASSEGNAZIONE, PER L ANNO 2010, DEI DIRITTI CIP 6 DI CUI AL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL 27 NOVEMBRE 2009 AVVISO PER L ASSEGNAZIONE, PER L ANNO 2010, DEI DIRITTI CIP 6 DI CUI AL DECRETO DEL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DEL 27 NOVEMBRE 2009 Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. (di seguito: GSE)

Dettagli

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a)

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) deliberazione ARG/elt 104/11 1 Indice Premessa... 3 Definizioni e acronimi... 3 Riferimenti normativi e procedure tecniche richiamati nel documento...

Dettagli

Per le persone giuridiche/soggetto pubblico/un condominio di unità abitative e/o di edifici :

Per le persone giuridiche/soggetto pubblico/un condominio di unità abitative e/o di edifici : CONVENZIONE N... PER IL RICONOSCIMENTO DELLE TARIFFE INCENTIVANTI DELLA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA IMPIANTI FOTOVOLTAICI AI SENSI DEL DECRETO MINISTERIALE DEL 19.2.2007 E DELLA DELIBERA DELLA AUTORITÀ

Dettagli

PROCEDURA GESTIONALE ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO

PROCEDURA GESTIONALE ISTRUZIONI OPERATIVE PER L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO L AUTOCERTIFICAZIONE DELL OBBLIGO Pagina 1 di 16 L AUTOCERTIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE, IMPORTAZIONE ED ESPORTAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA FONTI NON RINNOVABILI NELL ANNO 2011 Istruzioni operative -

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE ai sensi della deliberazione 574/2014/R/EEL Roma,

Dettagli

D.M. 18 dicembre 2008 (1).

D.M. 18 dicembre 2008 (1). Ministero dello sviluppo economico D.M. 18-12-2008 Incentivazione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, ai sensi dell'articolo 2, comma 150, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.

Dettagli

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a)

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) deliberazione ARG/elt 104/11 1 Indice Premessa... 3 Definizioni e acronimi... 3 Riferimenti normativi e procedure tecniche richiamati nel documento...

Dettagli

INFORMATIVA 01/2010. La disciplina dello scambio sul posto

INFORMATIVA 01/2010. La disciplina dello scambio sul posto INFORMATIVA 01/2010 La disciplina dello scambio sul posto Realizzato da: TIS Area Energia & Ambiente Data: Bolzano, 01/04/2010 TIS AREA ENERGIA & AMBIENTE 2 Indice 1 La disciplina dello scambio sul posto...

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 488/2013/R/EFR

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 488/2013/R/EFR DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 488/213/R/EFR SCAMBIO SUL POSTO: AGGIORNAMENTO DEL LIMITE MASSIMO PER LA RESTITUZIONE DEGLI ONERI GENERALI DI SISTEMA NEL CASO DI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI

Dettagli

Le regole tecniche per gli Energy Storage in sistemi di produzione di energia elettrica incentivati. Francesco De Mango

Le regole tecniche per gli Energy Storage in sistemi di produzione di energia elettrica incentivati. Francesco De Mango Le regole tecniche per gli Energy Storage in sistemi di produzione di energia elettrica incentivati Francesco De Mango Napoli 18 giugno 2015 GSE Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. L organizzazione MiSE

Dettagli

Conto Energia per il fotovoltaico: Il ruolo del GSE e modalità per l accesso agli incentivi

Conto Energia per il fotovoltaico: Il ruolo del GSE e modalità per l accesso agli incentivi Conto Energia per il fotovoltaico: Il ruolo del GSE e modalità per l accesso agli incentivi Francesco Trezza GSE - Direzione Operativa - Unità Ingegneria Seminario Assolombarda Milano, 20-02- 2007 www.gsel.it

Dettagli

Sintesi dei contenuti del CONTO ENERGIA TERMICO

Sintesi dei contenuti del CONTO ENERGIA TERMICO Sintesi dei contenuti del CONTO ENERGIA TERMICO Incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed interventi di efficienza energetica di piccole dimensioni PRIVATI, tipologia e

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

Fonti normative per lo sviluppo delle biomasse D. Lgs. 3 Marzo 2011 (Decreto Romani)

Fonti normative per lo sviluppo delle biomasse D. Lgs. 3 Marzo 2011 (Decreto Romani) Rechtsanwälte Steuerberater Wirtschaftsprüfer Unternehmensberater Fonti normative per lo sviluppo delle biomasse D. Lgs. 3 Marzo 2011 (Decreto Romani) Tecnologie innovative per le bioenergie Italia e Germania

Dettagli

La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007.

La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007. 1. GENERALITA Tariffe incentivanti e periodo di diritto (DM 19/02/207 art.6) La normativa è regolamentata dal Decreto Ministeriale del 19 febbraio 2007 e dalla Delibera AEEG del 13 aprile 2007. L impianto

Dettagli

lo Stato stabilisce le percentuali di produzione da fonti fossili da sottoporre a vincoli (trasformazione in fonti rinnovabili);

lo Stato stabilisce le percentuali di produzione da fonti fossili da sottoporre a vincoli (trasformazione in fonti rinnovabili); La storia dei Certificati Verdi in Italia Dal 1999 è operativo in Italia un sistema di incentivazione dell'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, definito con il nome di "Certificati Verdi".

Dettagli

3 INCONTRO FORMATIVO Terzo Conto energia e vantaggi economici

3 INCONTRO FORMATIVO Terzo Conto energia e vantaggi economici Aosta, 09 Dicembre 2010 3 INCONTRO FORMATIVO Terzo Conto energia e vantaggi economici Rosalia Guglielminotti Parleremo di : IL TERZO CONTO ENERGIA COME FUNZIONA E PRINCIPALI NOVITA INSTALLARE UN IMPIANTO

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico di concerto con IL MINISTRO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE VISTO l articolo 1 del decreto legge n. 145 del 23 dicembre 2013, convertito, con

Dettagli

Testo integrato delle modalità e delle condizioni tecnico-economiche per lo scambio sul posto (TISP) L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

Testo integrato delle modalità e delle condizioni tecnico-economiche per lo scambio sul posto (TISP) L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 3 giugno 2008 - ARG/elt 74/08 Testo integrato delle modalità e delle condizioni tecnico-economiche per lo scambio sul posto (TISP) L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione

Dettagli

il mini eolico quanto costa e quanto rende

il mini eolico quanto costa e quanto rende il mini eolico quanto costa e quanto rende quanto costa e quanto rende Il costo di un sistema mini eolico installato chiavi in mano (IVA esclusa) per taglie comprese fra 5 kw e 20 kw è compreso fra 3.000

Dettagli

INTERVENTI AMMISSIBILI L'energia che viene auto consumata dal richiedente deve avere come destinazione esclusiva i fabbricati rurali o può servire la

INTERVENTI AMMISSIBILI L'energia che viene auto consumata dal richiedente deve avere come destinazione esclusiva i fabbricati rurali o può servire la INTERVENTI AMMISSIBILI L'energia che viene auto consumata dal deve avere come destinazione esclusiva i fabbricati rurali o può servire la casa d'abitazione dell'imprenditore? L'energia auto consumata dal

Dettagli

ENERGIE RINNOVABILI MICRO HYDRO. CasaSoleil 2006-2010 - Appunti sulle fonti rinnovabili -

ENERGIE RINNOVABILI MICRO HYDRO. CasaSoleil 2006-2010 - Appunti sulle fonti rinnovabili - ENERGIE RINNOVABILI MICRO HYDRO CasaSoleil 2006-2010 - Appunti sulle fonti rinnovabili - Che cos'è E' in piccolo, quello che si fa con un impianto idroelettrico ma senza costruire una diga: l'acqua che

Dettagli

I mercati per l ambiente

I mercati per l ambiente I mercati per l ambiente Il piano «20-20-20» A marzo 2007, il Consiglio Europeo si è prefissato di raggiungere entro l anno 2020: a)la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra di almeno il 20%

Dettagli

CONVENZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DELLE TARIFFE INCENTIVANTI ALL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI DIVERSI DAI FOTOVOLTAICI

CONVENZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DELLE TARIFFE INCENTIVANTI ALL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI DIVERSI DAI FOTOVOLTAICI CONVENZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DELLE TARIFFE INCENTIVANTI ALL ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA DA IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI DIVERSI DAI FOTOVOLTAICI ai sensi dell Articolo 24 del D.Lgs. 28/11 e del D.M.

Dettagli

Il Conto Energia in Italia

Il Conto Energia in Italia Il Conto Energia in Italia Maurizio Cuppone Direzione operativa www.gsel.it 2 Indice Il primo Conto Energia Il nuovo Conto Energia Sistema informativo per il Fotovoltaico 3 Il primo Conto Energia I capisaldi

Dettagli

GAUDI. Gestione Anagrafica Unica degli Impianti e. Giugno 2012

GAUDI. Gestione Anagrafica Unica degli Impianti e. Giugno 2012 GAUDI Gestione Anagrafica Unica degli Impianti e Processo di Qualificazione al mercato Giugno 2012 1 Perché GAUDI GAUDI è il sistema di Gestione Anagrafica Unica Degli Impianti di Produzione Consente di

Dettagli

V Conto Energia. Sintesi e novità

V Conto Energia. Sintesi e novità V Conto Energia Una sintesi del Decreto Ministeriale (c.d. V Conto Energia) che indica quali sono e potranno essere i criteri e le modalità di incentivazione attuali e futuri della produzione di energia

Dettagli

Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell art.

Il presente documento è il bollettino informativo che il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) elabora semestralmente ai sensi dell art. Bollettino 2 2 semestre 2012 Incentivazione delle fonti rinnovabili. Certificati Verdi e Tariffe Onnicomprensive. Bollettino aggiorn nato al 31 dicembre 2012. Il presente documento è il bollettino informativo

Dettagli

CONTO ENERGIA LE TRENTA DOMANDE PIU CALDE (Fonte FV n. 6 anno V, novembre-dicembre 2008)

CONTO ENERGIA LE TRENTA DOMANDE PIU CALDE (Fonte FV n. 6 anno V, novembre-dicembre 2008) CONTO ENERGIA LE TRENTA DOMANDE PIU CALDE (Fonte FV n. 6 anno V, novembre-dicembre 2008) 1) Che cosa s intende per meccanismo d incentivazione in conto energia? Il Conto Energia è un incentivo per l installazione

Dettagli

Energia rinnovabile in Campania

Energia rinnovabile in Campania Energia rinnovabile in Campania Le principali fonti di finanziamento delle FER in Campania POR Campania L asse 3 Energia sviluppa azioni finalizzate a: sostenere e/o realizzare impianti per la produzione

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Decreto Ministeriale Ministero dello Sviluppo Economico recante Attuazione dell'articolo 42 del decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 sulla disciplina dei controlli e delle sanzioni in materia di incentivi

Dettagli

L andamento del valore dei titoli

L andamento del valore dei titoli L andamento del valore dei titoli Anna Autore Gestione Mercati per l Ambiente FIRE Roma, 10 aprile 2014 Dal progetto ai TEE Definizione del progetto 0 1 2 3 4 5 Approvazione del progetto da parte di GSE*

Dettagli

Circolare N. 156 del 27 Novembre 2014

Circolare N. 156 del 27 Novembre 2014 Circolare N. 156 del 27 Novembre 2014 Riduzione incentivi fotovoltaico l opzione entro il 30 novembre (Istruzioni GSE) Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che entro il prossimo 30.11.2014

Dettagli

Determinazione 4 marzo 2014 n. 4/2014

Determinazione 4 marzo 2014 n. 4/2014 Determinazione 4 marzo 2014 n. 4/2014 Definizione, in attuazione di quanto previsto dall articolo 4, comma 1, della deliberazione 26 settembre 2013, 405/2013/R/com, delle modalità e tempistiche delle dichiarazioni

Dettagli

Servizi e incentivi per le imprese. Paola Carbone 29 ottobre 2010

Servizi e incentivi per le imprese. Paola Carbone 29 ottobre 2010 Servizi e incentivi per le imprese Paola Carbone 29 ottobre 2010 LE POLITICHE PER L ENERGIA RAFFORZARE binomio politiche energetiche e sviluppo economico sostenibile OBIETTIVI Ridurre i costi della bolletta

Dettagli

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91

Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Decreto-Legge 24 giugno 2014, n. 91 Audizione del Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. Nando Pasquali Presidente e Amministratore Delegato Roma, 3 luglio 2014 Indice Il Gruppo GSE Decreto-Legge 24

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA SOSTITUZIONE DI GENERATORI DI CALORE Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 254 del 23/12/2013. 1. FINALITÀ DELL INIZIATIVA La Provincia di

Dettagli

Disposizioni Tecniche di Funzionamento

Disposizioni Tecniche di Funzionamento Disposizioni Tecniche di Funzionamento Modalità e condizioni tecnico-operative per l applicazione della convenzione di scambio sul posto Versione 1.0 1 TU1UT TU2UT TUObblighi TU3UT TUMisura TU4UT SCAMBIO

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli