Classe 5I2 AS. 2013/14 Niccolò Bulla Giorgia Novelli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classe 5I2 AS. 2013/14 Niccolò Bulla Giorgia Novelli"

Transcript

1 Obiettivo: Implementare un sistema che consenta la trasmissione, puramente ottica, di un messaggio in codice Morse tramite una stazione di trasmissione (sorgente) e una di ricezione. Lo scopo finale è quello di verificare la possibilità di far comunicare a distanza due dispositivi in modalità wireless in modo unidirezionale. Cos è il codice Morse? La trasmissione mediante codice Morse fu oggetto di studio di Samuel Morse dal 1835, ma venne realizzata dal tecnico Alfred Vail, suo collaboratore. Il codice Morse originale consisteva in combinazioni di punti e linee ognuna corrispondente a un numero, a sua volta ogni numero corrispondeva a una parola. I numeri venivano trasmessi mediante l'uso del tasto telegrafico. Sebbene Morse fosse l'inventore del telegrafo, non eccellendo in perizia tecnica chiese la collaborazione di Alfred Vail, che sviluppò un sistema nel quale ogni lettera o simbolo veniva inviata singolarmente usando una combinazione di punti, linee e pause. I due convennero che fosse proprio il metodo di Vail il più adatto ad essere inserito nel brevetto che Morse avrebbe richiesto. Il codice Morse fu subito considerato lo standard per la codifica delle informazioni ed ebbe un così ampio e incontrastato successo che nessun altro sistema alternativo riuscì a soppiantarlo fino all invenzione del telescrivente. Cos è Arduino? Il progetto prese vita a Ivrea nel 2005 dal professor Massimo Banzi, con lo scopo di realizzare un dispositivo per il controllo che fosse più economico rispetto ai prototipi allora disponibili. I progettisti riuscirono a creare una piattaforma di semplice utilizzo ma che, al tempo stesso, permetteva una significativa riduzione dei costi rispetto ad altri prodotti. Arduino è una scheda elettronica di dimensioni ridotte composto da un circuito microcontrollore, utile per creare rapidamente prototipi e per scopi hobbistici e didattici. Arduino è fornito con un semplice ambiente di sviluppo integrato per la programmazione. Tutto le informazioni relative ad Arduino sono libere, sia gli schemi circuitali sia il software ad esso legato. Pag. 1

2 Arduino UNO: Per realizzare questo progetto abbiamo utilizzato un Arduino di tipo UNO. Può essere alimentato con un battery pack o collegandolo a un computer tramite cavo USB. Caratteristiche: Microcontrollore Tensione di alimentazione 5V Pin I/O digitale 14 ATmega328 Pin Input analogico 6 Memoria Flash 32 KB Frequenza di Clock 16 MHz Materiale utilizzato e costi: Componente Quantità Immagine Costo Arduino UNO 2 29,99 Breadboard 2 6,50 Foto-resistenza 1 2,60 Resistenza (330 Ω) 1 1,00 Speaker 1 2,82 Emettitore Laser (KY008) 1 2,07 Cavetti telefonici 9 2,99 Pag. 2

3 Principio di funzionamento: Il nostro progetto si basa sulla comunicazione wireless a distanza tra due computer tramite due circuiti microcontrollori (trasmissione e ricezione). La stazione trasmittente, mediante l utilizzo di un laser, invia un messaggio in linguaggio Morse usando l etere come mezzo trasmissivo; sulla stazione ricevente è montata una foto-resistenza che capta l intensità luminosa che arriva dall emettitore laser. L intervallo di tempo per il quale la fotoresistenza rimane colpita dal raggio laser ci permette di individuare se il carattere inviato è un punto(.) o una linea(-). I primi passi: Step1 Per prendere dimestichezza con Arduino e i diversi componenti, abbiamo usato un solo microcontrollore per ricezione e trasmissione e una sola basetta, in questa prima fase non c era ancora uno scambio di informazioni, ma osservavamo il comportamento della fotoresistenza irradiata dalla luce di un diodo-led. Non è presente ancora nessuna codifica del segnale ricevuto, ci siamo preoccupati solo di leggere i valori di tensione della fotoresistenza. Problemi riscontrati : il diodo-led forniva un intensità luminosa insufficiente perché ci fosse una variazione significativa all input analogico collegato alla foto-resistenza. Inoltre la foto-resistenza era sensibile alla luce dell ambiente, e questo contribuiva a peggiorare la lettura della misura. Step2 Per ovviare ai problemi riscontrati precedentemente abbiamo apportato alcune modifiche cercando di canalizzare il flusso luminoso generato dal diodo-led, tramite l utilizzo di un guida di luminosità (plastica trasparente). Per minimizzare il disturbo luminoso dell ambiente abbiamo posizionato sulla foto-resistenza una copertura oscurante di modo che la luce esterna non disturbi la trasmissione e aggiunto una resistenza creando un partitore di tensione, che aumentasse il range di valori di tensione in ingresso. Problemi riscontrati : sebbene ci siano stati dei miglioramenti, essi appaiono ancora troppo poco significativi, non siamo ancora in grado di garantire una variazione di segnale in ingresso alla foto-resistenza tale da trasmettere il messaggio senza errore. La luce emessa dal diodo-led risulta troppo dispersiva e insufficientemente intensa. Step3 Dato il rapido aumento dei componenti sulla breadboard abbiamo deciso di separare le due stazioni sue due differenti basette ognuna delle quali controllata da un Arduino UNO. A livello circuitale sono stati, inoltre, inseriti un diodo-laser in sostituzione delle diodo-led ed un bottone per il controllo dell accensione del laser. Con l inserimento del diodo-laser abbiamo potuto differenziare in maniera più precisa la presenza di un segnale in arrivo sulla foto-resistenza grazie alla maggiore intensità del raggio laser e alla sua facile Pag. 3

4 direzionalità. In ricezione abbiamo aggiunto uno speaker in modo tale da generare un segnale acustico quando il laser colpisce la foto-resistenza. Problemi riscontrati : al momento non è ancora presente l invio automatizzato del messaggio, per ora l informazione inviata è ancora controllata manualmente dalla pressione del bottone da parte dell operatore; ciò comporta una maggior probabilità di errore durante l invio dovuto ad una distrazione dell utilizzatore che inoltre deve essere presente per tutta la durata della trasmissione. Trasmissione definitiva Schema circuitale Dallo schema Al circuito Pag. 4

5 Il passo che ha portato alla conclusione della stazione trasmittente è stato quello di implementare l automatizzazione dell invio del messaggio tramite uno sketch caricato sull Arduino UNO trasmittente eliminando quindi il bottone. Inoltre per rendere l applicazione user-friendly abbiamo creato un interfaccia grafica in WindowsForm usando il linguaggio C#, che si collegasse allo sketch in esecuzione sul microcontrollore. Adesso andremo a spiegare più nello specifico e in maniera diversificata i due programmi, quello di Front-End (C#) e di Back-End (sketch Arduino). Front-End: Il programma C# offre una semplice interfaccia grafica nella quale si può digitare la parola o l insieme di parole che si vogliono inviare. La sua creazione oltre ad essere legata ad un aspetto estetico consente a chiunque di utilizzare l applicazione senza per forza possedere dimestichezza con il mondo della programmazione, perché grazie all utilizzo della WindowsForm non è più necessario aprire lo scketch ed andare a modificare la variabile che contiene la stringa da inviare, ma basta digitare le parole nella casella di testo dell applicazione. Una volta digitata la stringa sarà sufficiente aprire il canale comunicativo tramite il metodo SerialPort.Open() che è scatenato dalla pressione del tasto Apri Comunicazione e successivamente premere il tasto Trasmetti messaggio che svuoterà il Buffer di Output inviando il messaggio al microcontrollore che lo memorizzerà nel suo Buffer di Input per poi leggerlo carattere per carattere. Pag. 5

6 Note: le informazioni provenienti da computer non viaggio su cavo RS-232, ma su un cavo USB collegato ad una porta opportunamente virtualizzata che agisce da seriale. Proprietà porta seriale Valore SerialPort.Name COM7 SerialPort.BoudRate 9600 SerialPort.DataBits 8 SerialPort.Parity None SerialPort.StopBits One Back-End: L Arduino riceve le informazioni che gli vengono passate dal Front-End ed esegue la codifica. Lo sketch riceve in ingresso un carattere per volta e lo passa come parametro al metodo MorseDecode(). Quest ultimo tramite il costrutto switch identifica il parametro ricevuto in ingresso e memorizza in un array la corrispondente codifica in linguaggio morse. Successivamente ogni singolo elemento dell array viene fatto scorrere in un ciclo for che ne esamina il contenuto, se il carattere è un punto si accenderà il diodo-laser per un intervallo di tempo di 250 msec., se invece è una linea si accenderà per 1000 msec.. L accensione del diodo avviene portando ad HIGH l uscita digitale dell Arduino al quale è collegato, mentre il laser è mantenuto accesso dal metodo delay() che congela lo stato del programma per il tempo indicatogli, al suo scadere l uscita digitale viene riportata a livello LOW spegnendo così il diodo. Frammenti di listato: void MorseDecode (char c) // metodo che codifica il messaggio in codifica Morse switch (c) case 'a': //Memorizzazione della codifica del carattere nell array Morse[0]='.'; Morse[1]='-'; Morse[2]=' '; Morse[3]=' '; case 'b': Morse[0]='-'; Morse[1]='.'; Morse[2]='.'; Morse[3]='.'; case ' ': default: Morse[0]='?'; Pag. 6

7 for(int i=0;i<4;i++) if (Morse[i]== '.') //controlla se il carattere è un punto e imposta lo stato del laser (HIGH/LOW) digitalwrite(laserstate,high); delay(100); digitalwrite(laserstate,low); Morse[i]= ' '; delay(1000); if (Morse[i]== '-') //controlla se il carattere è una linea e imposta lo stato del laser (HIGH/LOW) digitalwrite(laserstate,high); delay(1000); digitalwrite(laserstate,low); Morse[i]= ' '; Ricezione definitiva Schema circuitale Dallo schema Al circuito Pag. 7

8 Per implementare la ricezione del sistema, abbiamo realizzato uno sketch, che in base alla durata degli impulsi luminosi rilevati dalla foto-resistenza, distinguesse punti e linee, che in seguito verranno tradotte nella parola inviata dalla stazione trasmittente. Abbiamo controllato inoltre l accensione del segnale acustico. Nello sketch è presente un contatore, che ha la funzione di tenere memoria del tempo durante la quale la foto-resistenza è stata esposta al raggio del laser. Lo spazio tra una parola e l altra è pari a un periodo di tempo impostato (1000 msec.) in cui non ci sono comunicazioni da parte della stazione trasmittente. Una volta memorizzata la combinazione di punti e linee in un array abbiamo implementato un metodo (TConvertMorseToChar) in modo tale da riconvertire il messaggio in codice morse in una parola e visualizzarla sul monitor seriale. Sketch trasmissione: char m; //variabile in cui inserisco il messaggio da inviare int LaserState=8; //pin a cui collego il laser char Morse [] ="$$$$"; //char array che contiene la codifica void setup() Serial.begin(1200, SERIAL_8N1); //impostazioni della porta pinmode(laserstate, OUTPUT); //imposto il pin 8 (laser) come output pin digitalwrite(laserstate,low); //imposto lo stato iniziale del pin 8 a LOW (basso) void loop() // Loop forever... m=(char)serial.read(); //Leggo il messaggio inviato da programma in C# if(m!=' ') //controllo contenuto stringa MorseDecode(m); // richiamo del metodo che codifica il messaggio in codifica Morse for(int i=0;i<4;i++) if (Morse[i]=='.') //controlla se il carattere è un punto e imposta lo stato del laser (HIGH/LOW) digitalwrite(laserstate,high); delay(100); digitalwrite(laserstate,low); Morse[i]=' '; Pag. 8

9 delay(1000); if (Morse[i]=='-') //controlla se il carattere è una linea e imposta lo stato del laser (HIGH/LOW) digitalwrite(laserstate,high); delay(1000); digitalwrite(laserstate,low); Morse[i]=' '; m=' '; else digitalwrite(laserstate,low); delay(250); void MorseDecode (char c) // metodo che codifica il messaggio in codifica Morse switch (c) case 's': Morse[0]='.'; Morse[1]='.'; Morse[2]='.'; Morse[3]=' '; case 'o': Morse[0]='-'; Morse[1]='-'; Morse[2]='-'; Morse[3]=' '; default: Morse[0]='?'; Sketch ricezione: //dichiarazione costanti #define LIGHT 0 #define DARK 1 #define DOT 250 #define LINE 500 #define TIME_BETWEEN_CHARS 1000 // 1000 msec. int FotoResistor = 8; //pin a cui viene collegata la foto-resistenza int Speaker=7; //pin a cui viene collegato lo speaker int FotoResistorState=0; //Variabile che contiene lo stato della foto-resistenza (HIGH/LOW) int FotoResistorValue=0; //Variabile che contiene il valore della foto-resistenza int DotLineCounter=0; //contatore per identificare se il carattere ricevuto è un punto o una linea bool DetectedLight = false; //variabile usata per identificare il cambiamento di stato sulla foto-resistenza char Messaggio[] = "$$$$"; //array in cui viene memorizzato il messaggio ricevuto int i=0; int IdleTimeCounter=0; //contatore che descrive la durata dell'impulso luminoso // Initialize conditions... void setup() Serial.begin(9600); pinmode(fotoresistor, INPUT); //imposta il pin 8 come pin di Input pinmode(speaker, OUTPUT); //imposta il pin 7 come pin di Input Pag. 9

10 digitalwrite(speaker, LOW); //imposta lo stato sul pin 7 a LOW // Loop forever... void loop() FotoResistorState=digitalRead(FotoResistor); // assegnazione dello stato della foto-resistenza FotoResistorValue=analogRead(0); //assegnazione del valore analogico sulla foto-resistenza if(fotoresistorvalue<200) //accensione dello speaker digitalwrite(speaker,high); else digitalwrite(speaker, LOW); // Transizione DARK -> LIGHT ================================ if (FotoResistorState==LIGHT && DetectedLight==false) IdleTimeCounter=0; DetectedLight=true; DotLineCounter++; // Serial.println("LUCE"); // Transizione LIGHT -> LIGHT ============================= if (FotoResistorState==LIGHT && DetectedLight==true) IdleTimeCounter=0; DetectedLight=true; DotLineCounter++; // Transizione LIGHT --> DARK ============================== if (FotoResistorState==DARK && DetectedLight==true) IdleTimeCounter=0; if (DotLineCounter <= DOT ) Messaggio[i]='.'; i++; digitalwrite(speaker, HIGH); if (DotLineCounter > LINE) // Serial.println("-"); Messaggio[i]='-'; i++; digitalwrite(speaker, HIGH); //Serial.println(DotLineCounter); DetectedLight=false; DotLineCounter=0; // Transizione DARK --> DARK ============================= if (FotoResistorState==DARK && DetectedLight==false) IdleTimeCounter++; //Serial.println(FotoResistorValue); if (IdleTimeCounter==TIME_BETWEEN_CHARS && i!=0) Serial.print(TConvertMorseToChar(Messaggio)); i=0; // reset number of.- acquired IdleTimeCounter=0; // reset idle time delay(1); // wait for a millisecond second // VLMSD - Variable Length Morse Sequence Decoder Pag. 10

11 // Alphabet recognized : a,e,g,i,k,m,o,s,u,w,d,n,r,t char TConvertMorseToChar(char * s) //metodo per convertire il messaggio in codifica Morse ricevuto switch (i) // i = Morse sequence length case 1: if (s[0]=='.') return 'e'; if (s[0]=='-') return 't'; case 2: if (s[0]=='.' && s[1]=='-') return 'a'; if (s[0]=='.' && s[1]=='.') return 'i'; if (s[0]=='-' && s[1]=='.') return 'n'; case 3: if (s[0]=='-' && s[1]=='-' && s[2]=='.') return 'g'; if (s[0]=='-' && s[1]=='.' && s[2]=='-') return 'k'; if (s[0]=='-' && s[1]=='-' && s[2]=='-') return 'o'; if (s[0]=='.' && s[1]=='.' && s[2]=='.') return 's'; if (s[0]=='.' && s[1]=='.' && s[2]=='-') return 'u'; case 4: if (s[0]=='.' && s[1]=='.' && s[2]=='.' && s[3]=='.') return 'h'; if(s[0]=='.' && s[1]=='.' && s[2]=='-' && s[3]=='.') return 'f'; if(s[0]=='.' && s[1]=='-' && s[2]=='-' && s[3]=='-') return 'j'; if(s[0]=='.' && s[1]=='-' && s[2]=='.' && s[3]=='.') return 'l'; if (s[0]=='.' && s[1]=='-' && s[2]=='-' && s[3]=='.') return 'p'; if(s[0]=='-' && s[1]=='-' && s[2]=='.' && s[3]=='-') return 'q'; if(s[0]=='.' && s[1]=='.' && s[2]=='.' && s[3]=='-') return 'v'; if(s[0]=='-' && s[1]=='.' && s[2]=='.' && s[3]=='-') return 'x'; if(s[0]=='-' && s[1]=='.' && s[2]=='-' && s[3]=='-') return 'y'; if(s[0]=='-' && s[1]=='-' && s[2]=='.' && s[3]=='.') return 'z'; default : return '?'; return '?'; // Morse code not recognized Pag. 11

Serduino - SERRA CON ARDUINO

Serduino - SERRA CON ARDUINO Serduino - SERRA CON ARDUINO 1 Componenti Facchini Riccardo (responsabile parte hardware) Guglielmetti Andrea (responsabile parte software) Laurenti Lorenzo (progettazione hardware) Rigolli Andrea (reparto

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

12 - timer da cucina display a 4 cifre

12 - timer da cucina display a 4 cifre 12 - timer da cucina display a 4 cifre Il display led da 4 cifre utilizzato in questo esercizio e il modello HS410561K-32. Questo modello, e caratterizzato da 4 anodi (uno per ogni cifra) e dai 8 catodi,

Dettagli

Programmazione di Base Variabili Array Funzioni Strutture di controllo. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO)

Programmazione di Base Variabili Array Funzioni Strutture di controllo. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) Programmazione di Base Variabili Array Funzioni Strutture di controllo Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) 3^ parte Com è fatto Arduino Programmazione da USB Nota: Firmware: Insieme

Dettagli

CONTASECONDI CON DISPLAY A 7 SEGMENTI ARDUINO LIKE

CONTASECONDI CON DISPLAY A 7 SEGMENTI ARDUINO LIKE SCHEDA DI LABORATORIO N 3 CONTASECONDI CON DISPLAY A 7 SEGMENTI ARDUINO LIKE Si vuole realizzare un contasecondi con display a 7 segmenti utilizzando la scheda Arduino. Materiale occorrente: N 1 Bread

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Progetto di Domotica

Progetto di Domotica Progetto di Domotica Titolo dell esercitazione: Progetto di Domotica Descrizione sommaria dell esperienza: Realizzazione di un circuito che permette il controllo di vari sensori all interno di un edificio.

Dettagli

Piattaforma Arduino/microcontrollori Atmel. Ing. Cozzolino Francesco. www.ingegnercozzolino.altervista.org

Piattaforma Arduino/microcontrollori Atmel. Ing. Cozzolino Francesco. www.ingegnercozzolino.altervista.org Ing. Cozzolino Francesco www.ingegnercozzolino.altervista.org 1 Che cos è Arduino? Arduino è una piattaforma elettronica di piccole dimensioni con un microcontrollore ATMEL montato sopra e una circuiteria

Dettagli

Arduino. Laboratorio Arduino Base. HackLab Terni. Laboratorio aperto a tutti di elettronica, scienza e arte. hacklabterni.

Arduino. Laboratorio Arduino Base. HackLab Terni. Laboratorio aperto a tutti di elettronica, scienza e arte. hacklabterni. Laboratorio Base HackLab Terni Laboratorio aperto a tutti di elettronica, scienza e arte. hacklabterni.org Cos'è? è una piattaforma di prototipazione elettronica open-source basata su microcontrollore

Dettagli

IIS ENZO FERRARI SUSA Anno scolastico: 2013/2014. Tonco Daniel. Classe V EA - Periti in Elettronica e Telecomunicazioni

IIS ENZO FERRARI SUSA Anno scolastico: 2013/2014. Tonco Daniel. Classe V EA - Periti in Elettronica e Telecomunicazioni IIS ENZO FERRARI SUSA Anno scolastico: 2013/2014 Tonco Daniel Classe V EA - Periti in Elettronica e Telecomunicazioni 1 2 Indice: Obiettivo Premessa Prime operazioni (foto allegate) Spiegazione montaggio

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

QUADRO DI CONTROLLO AMBIENTALE

QUADRO DI CONTROLLO AMBIENTALE MAKER FAIRE ROME - OTTOBRE 2014 QUADRO DI CONTROLLO AMBIENTALE Realizzato dagli studenti dell I.T.I. - L.S. "Francesco Giordani" di Caserta Classe 2 a Q Trasporti e Logistica Costruzione del mezzo: aereo,

Dettagli

La piattaforma hardware e software Arduino: parte I. Corso di autoapprendimento

La piattaforma hardware e software Arduino: parte I. Corso di autoapprendimento La piattaforma hardware e software Arduino: parte I (tempo di apprendimento previsto circa 2-3 ore) Introduzione Corso di autoapprendimento Prof. Angelo Monfroglio Questa è la prima parte di un corso di

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 4ª) giugno 2013 Giorgio Carpignano I.I.S. PRIMO LEVI C.so Unione Sovietica 490 (TO) Materiale didattico: www.iisprimolevi.it Conversione

Dettagli

Esercitazione Controllo di un motore DC mediante Arduino YUN

Esercitazione Controllo di un motore DC mediante Arduino YUN Percorsi Abilitanti Speciali A.A. 2013/2014 classe abilitazione C320 LABORATORIO MECCANICO TECNOLOGICO Esercitazione Controllo di un motore DC mediante Arduino YUN Pag. 2 SOMMARIO Presentazione delle caratteristiche

Dettagli

progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA

progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA Interfacciare il PC con il mondo esterno LA PORTA SERIALE DEL PC in uscita con il PIC In questa puntata interfacceremo il Personal Computer con le nostre apparecchiature

Dettagli

void setup() // funzione di configurazione dei Input/Output { pinmode(pin, OUTPUT); // setta il 'pin' come uscita (output) } 1

void setup() // funzione di configurazione dei Input/Output { pinmode(pin, OUTPUT); // setta il 'pin' come uscita (output) } 1 Primi passi con la programmazione in linguaggio C con la scheda Arduino Traduzione del libro: Arduino programming notebook di Brian W. Evans con modifiche e aggiunte di G. Carpignano e C. Busso Prefazione

Dettagli

Telecontrollo escavatore LEGO con board Arduino

Telecontrollo escavatore LEGO con board Arduino Telecontrollo escavatore LEGO con board Arduino Elenco materiale: - Arduino Uno R3 - LEGO Technic set 42006-3 Motori M di Lego (9V) - 2 integrati L293NE (ponte H) - 1838T (ricevitore infrarossi) - THDZ

Dettagli

IZ1MHN e IW1ALX. Agenda. Introduzione ad Arduino Arduino l hardware Arduino il software Alcune idee realizzabili con Arduino E se facessimo un corso?

IZ1MHN e IW1ALX. Agenda. Introduzione ad Arduino Arduino l hardware Arduino il software Alcune idee realizzabili con Arduino E se facessimo un corso? IZ1MHN e IW1ALX Agenda Introduzione ad Arduino Arduino l hardware Arduino il software Alcune idee realizzabili con Arduino E se facessimo un corso? 1 Introduzione ad Arduino Cos è Arduino Un po di storia

Dettagli

Installazione e configurazione dell'ide. IZ1MHN e IW1ALX. L IDE Introduzione alla programmazione su Arduino Le librerie

Installazione e configurazione dell'ide. IZ1MHN e IW1ALX. L IDE Introduzione alla programmazione su Arduino Le librerie IZ1MHN e IW1ALX Installazione e configurazione dell'ide L IDE Introduzione alla programmazione su Arduino Le librerie Occhio: purtroppo questa lezione ha un po di teoria! 1 L IDE o ADE Cos è un IDE Installazione

Dettagli

Arduino: domotica open source

Arduino: domotica open source Arduino: domotica open source Emanuele Palazzetti Feedback: http://tinyurl.com/arduinold2011 1 Physical Computing Costruire dei sistemi fisici interattivi tramite l'uso di software e di hardware in grado

Dettagli

Corso di Elettronica Digitale. Display decoder a 7 segmenti con le mappe di Karnaugh

Corso di Elettronica Digitale. Display decoder a 7 segmenti con le mappe di Karnaugh Corso i Elettronica Digitale Display ecoer a 7 segmenti con le mappe i Karnaugh Anrea Di Salvo A.A. 23/24 Che cos'è? Per un singolo moulo, è una rappresentazione i interi a a 9 (e eventualmente i alcuni

Dettagli

Roulettuino. Progetto realizzato dagli alunni della V ABACUS d informatica:

Roulettuino. Progetto realizzato dagli alunni della V ABACUS d informatica: Roulettuino Progetto realizzato dagli alunni della V ABACUS d informatica: E i professori: Pietro Angileri Vincenzo Guccione Giovan Battista Patanè Dario Camarrone Samuele Sciacca Carlo Columba Giovanni

Dettagli

ARDUINO. Misurare e controllare. Riccardo Barberi. Dip. di Fisica Univ. Della Calabria Rende (CS), Italy

ARDUINO. Misurare e controllare. Riccardo Barberi. Dip. di Fisica Univ. Della Calabria Rende (CS), Italy ARDUINO Misurare e controllare Riccardo Barberi Dip. di Fisica Univ. Della Calabria Rende (CS), Italy Misurare In ambito scientifico le misure di grandezze fisiche permettono di studiare i fenomeni, verificare

Dettagli

Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO)

Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) - Arduino è orientato all'applicazione, - Permette di provare, partendo dal piccolo e crescendo pezzo per pezzo (sviluppo modulare); - Lo sviluppo è aiutato da una enorme community online con esempi e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL INFORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INFORMATICA SISTEMA PER IL MONITORAGGIO DELLA PRESA DI OGGETTI TRAMITE ARDUINO E SENSORI DI PRESSIONE

Dettagli

6^ parte : Acquisizione della temperatura con LM35. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO)

6^ parte : Acquisizione della temperatura con LM35. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) 6^ parte : Acquisizione della temperatura con LM35 Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) Esperienzan 5 Lo scopo è quello di far accendere due LED in base ad una soglia di temperatura

Dettagli

Laboratorio di Elettronica. Arduino Lezione 1 Descrizione della board e installazione

Laboratorio di Elettronica. Arduino Lezione 1 Descrizione della board e installazione Laboratorio di Elettronica Arduino Lezione 1 Descrizione della board e installazione 1 Lezione 1 - Arduino: introduzione ai componenti fondamentali - Hardware: microcontrollore e I/O - Software: come programmare

Dettagli

SEGNAPUNTI ELETTRICO PER PALLAVOLO

SEGNAPUNTI ELETTRICO PER PALLAVOLO SEGNAPUNTI ELETTRICO PER PALLAVOLO Certamente a tutti gli appassionati di pallavolo, o di sport in generale, è capitato di seguire una partita importante e restare con il fiato sospeso fino all ultimo

Dettagli

sulla PROGRAMMAZIONE del MICROCONTROLLORE

sulla PROGRAMMAZIONE del MICROCONTROLLORE Appunti sulla PROGRAMMAZIONE del MICROCONTROLLORE ARDUINO Testi di riferimento Massimo Banzi, Getting starter width Arduino Brian W. Evans, Arduino Programming Notebook, 1 Indice Struttura del programma

Dettagli

Che cos è la barriera luminosa?

Che cos è la barriera luminosa? BARRIERA LUMINOSA Che cos è la barriera luminosa? Pezzi da contare Diodo IR o Laser (emittente) Pezzi contati Direzione del nastro trasportatore FOTODIODO (ricevitore) Direzione del nastro trasportatore

Dettagli

Gestione dell'interrupt con il microcontrollore ATMega328 (scheda Arduino)

Gestione dell'interrupt con il microcontrollore ATMega328 (scheda Arduino) Gestione dell'interrupt con il microcontrollore ATMega328 (scheda Arduino) Un microcontrollore normalmente esegue le istruzioni nella sequenza definita in fase di programmazione (fig. 1). Comunque, il

Dettagli

Il PLC per tutti PRATICA

Il PLC per tutti PRATICA Settima parte: Settembre 2007 I Relays e la gestione dei dati Ottava parte: Ottobre 2007 Utilizzare il modulo Led a 7 segmenti giganti Nona parte: Novembre 2007 Applicazioni con i display a 7 segmenti

Dettagli

Progetto di Microcontrollori. Cronotermostato per Caldaia

Progetto di Microcontrollori. Cronotermostato per Caldaia Progetto di Microcontrollori Cronotermostato per Caldaia Obiettivo del Progetto Realizzazione di un dispositivo elettronico capace di gestire l accensione di una caldaia mediante il controllo della temperatura

Dettagli

Automobile Bluetooth

Automobile Bluetooth Automobile Bluetooth Ivancich Stefano 17 Maggio 2015 SOMMARIO Di seguito s illustra un progetto di un automobile comandata da uno smartphone tramite la connessione Bluetooth. E stata presa una automobilina

Dettagli

Esercitazione Monitoraggio temperatura via WEB mediante Arduino YUN

Esercitazione Monitoraggio temperatura via WEB mediante Arduino YUN Percorsi Abilitanti Speciali A.A. 2013/2014 classe abilitazione C320 LABORATORIO MECCANICO TECNOLOGICO Esercitazione Monitoraggio temperatura via WEB mediante Arduino YUN Pag. 2 SOMMARIO Presentazione

Dettagli

Università degli studi di Roma LA SAPIENZA

Università degli studi di Roma LA SAPIENZA Università degli studi di Roma LA SAPIENZA Corso di ingegneria informatica e automatica Automazione I Realizzazione di una macchinina in grado di evitare le collisioni Di Alessandro Giuseppi All attenzione

Dettagli

Semplice progetto con Arduino simpatico G-meter col quale misurare e registrare le accelerazioni del proprio veicolo

Semplice progetto con Arduino simpatico G-meter col quale misurare e registrare le accelerazioni del proprio veicolo Linux Day 2014 Semplice progetto con Arduino simpatico G-meter col quale misurare e registrare le accelerazioni del proprio veicolo Cos'è Arduino? Arduino è una piattaforma hardware low-cost programmabile,

Dettagli

Descrizione dell'obiettivo dello sketch per Arduino ed eventualmente differenze rispetto ai precedenti.

Descrizione dell'obiettivo dello sketch per Arduino ed eventualmente differenze rispetto ai precedenti. Benvenuti a questo corso pratico di introduzione alla programmazione delle schede Arduino e compatibili. Queste dispense si pongono l'obiettivo di veicolare alcuni concetti base necessari alla programmazione

Dettagli

D sistema d allarme con sensori magnetici

D sistema d allarme con sensori magnetici D sistema d allarme con sensori magnetici Il sistema di allarme proposto in questa nota prevede l utilizzo di sensori reed per rilevare l apertura di porte e/o finestre. Il programma prevede due sensori,

Dettagli

Benvenuti in Arduino

Benvenuti in Arduino Capitolo 1 Benvenuti in Arduino Il progetto Arduino venne ideato per progettisti e creativi con poca esperienza tecnica. Anche chi non conosceva la programmazione software poteva fare riferimento al progetto

Dettagli

Eura Versione 2.0 MANUALE TECNICO

Eura Versione 2.0 MANUALE TECNICO Eura Versione 2.0 MANUALE TECNICO AEM Acotel Engeneering and Manufactoring Spa Via della Valle dei Fontanili 29/37 00168 - ROMA 06/61141000 r.a. 06/6149936 www.acotelnet.it Le informazioni contenute in

Dettagli

Glossario. Barra degli strumenti

Glossario. Barra degli strumenti Glossario Accessibilità analogwrite(pin,value) ARRAY Barra degli strumenti Barra dei menu Barra delle applicazioni Barra di scorrimento Barra di stato BREAK Browser L'accessibilità è la caratteristica

Dettagli

Laboratorio microcontrollori e open source Prima parte

Laboratorio microcontrollori e open source Prima parte Laboratorio microcontrollori e open source Prima parte Politecnico Open unix Labs 13 Aprile 2012 POuL Laboratorio microcontrollori e open source Prima parte 1/ 53 Introduzione Questo corso è una breve

Dettagli

Codifica: dal diagramma a blocchi al linguaggio C++

Codifica: dal diagramma a blocchi al linguaggio C++ Codifica: dal diagramma a blocchi al linguaggio C++ E necessario chiarire inizialmente alcuni concetti. La compilazione Il dispositivo del computer addetto all esecuzione dei programmi è la CPU La CPU

Dettagli

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati.

IL PLC 1/9. permanente, la memoria volatile e i pin di I/O, oltre ad eventuali altri blocchi specializzati. IL PLC 1/9 Storia Il motivo per il quale nacque il PLC fu la necessità di eliminare i costi elevati per rimpiazzare i sistemi complicatissimi basati su relè. Nel anni 70 la società Beadford Associates

Dettagli

PROGETTO ROBOT BIPEDE

PROGETTO ROBOT BIPEDE Esame di stato 2012/2013 PROGETTO ROBOT BIPEDE Dalla Pellegrina Ivan Indice Introduzione Progetto Ricerca I vantaggi della costruzione di un Robot Lista materiali (breve descrizione componenti) Principio

Dettagli

CONOSCERE L HW. I / O digitale. Ingressi (INPUT) digitali: Pulsante (Push Button) Interruttore (Switch SPST) 03/05/2012. Struttura dei Programmi

CONOSCERE L HW. I / O digitale. Ingressi (INPUT) digitali: Pulsante (Push Button) Interruttore (Switch SPST) 03/05/2012. Struttura dei Programmi CONOSCERE L HW Alimentazione Esterna Alimentaz USB: Collegamento al PC e Alimentaz Pulsante di Reset Riferim Esterno ADC OUTPUT ANALOGICI IN PWM PIN 3,5,6,9,10,11 I/O Digitali Definizioni di variabili

Dettagli

Elementi base. del linguaggio di programmazione. di Arduino

Elementi base. del linguaggio di programmazione. di Arduino Elementi base del linguaggio di programmazione di Arduino a cura dei proff. Prof.ssa Tiziana Marsella Prof. Romano Lombardi dalla libera traduzione di: arduino language reference ( per scopo puramente

Dettagli

Progetto Esami Di Stato Anno 2014/2015

Progetto Esami Di Stato Anno 2014/2015 Progetto Esami Di Stato Anno 2014/2015 Candidato: Ardilio Angelica Classe: 5 B - I.T.I.S. Elettronica ed Elettrotecnica. T.P.S.E.E. Tecnologia & Progettazione di Sistemi Elettrici ed Elettronici ARDUINO.

Dettagli

Caratteristiche HW. Clock Speed 16 MHz

Caratteristiche HW. Clock Speed 16 MHz ARDUINO YÚN Caratteristiche HW AVR Arduino Microcontroller ATmega32u4 Operating Voltage 5V Input Voltage 5V Digital I/O Pins 20 PWM Channels 7 Analog Input Channels 12 DC Current per I/O Pin 40 ma DC Current

Dettagli

TSRR. Realizzazione di un sistema di controllo degli accessi con Arduino

TSRR. Realizzazione di un sistema di controllo degli accessi con Arduino TSRR IFAC-TSRR vol. 3 (2011) 1-10 Realizzazione di un sistema di controllo degli accessi con Arduino A. Agostini ( 1 ), D. Andreuccetti ( 1 ), S. Cardone ( 1 ), R. Calzolai ( 1 ), ( 1 ) IFAC-CNR, Via Madonna

Dettagli

12^ parte : Come gestire la Ethernet Shield. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO)

12^ parte : Come gestire la Ethernet Shield. Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) 12^ parte : Come gestire la Ethernet Shield Author: Ing. Sebastiano Giannitto (ITIS M.BARTOLO PACHINO) La Ethernet Shield Una tra le più interessanti shield è la Ethernet Shield, una scheda che si innesta

Dettagli

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV

OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV SPECIFICHE TECNICHE OPERA Specifiche tecniche per moduli telegestione Hardware, Quadri di campo e di rete FV RSST04I00 rev. 0 0113 SPECIFICA SIGLA TIPO DI PRODOTTO A DIM/F TELEGESTIONE QUADRI DI CAMPO

Dettagli

L architettura di sviluppo per PLC presente in Laboratorio

L architettura di sviluppo per PLC presente in Laboratorio L architettura di sviluppo per PLC presente in Laboratorio Introduzione Le postazioni presenti in laboratorio sono configurate per consentire lo sviluppo e la validazione di software per PLC. Ogni postazione

Dettagli

La Domotica Alunno: Fumasoni Luca Istituto tecnico industriale E.Mattei Indirizzo informatica ABACUS Anno: 2010-2011

La Domotica Alunno: Fumasoni Luca Istituto tecnico industriale E.Mattei Indirizzo informatica ABACUS Anno: 2010-2011 La Domotica Alunno: Fumasoni Luca Istituto tecnico industriale E.Mattei Indirizzo informatica ABACUS Anno: 2010-2011 Questo progetto si propone di mostrare la gestione di una casa attraverso una domotica

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 3ª) giugno 2013 Giorgio Carpignano I.I.S. PRIMO LEVI C.so Unione Sovietica 490 (TO) Materiale didattico: www.iisprimolevi.it Esercizio

Dettagli

I.I.S. Primo LEVI Torino Primi passi con la scheda Arduino A.S. 2010/2011

I.I.S. Primo LEVI Torino Primi passi con la scheda Arduino A.S. 2010/2011 Introduzione Questa guida permette ad un utente inesperto di iniziare a lavorare con la scheda ARDUINO. I prerequisiti necessari sono i seguenti: Programmazione con un linguaggio ad alto livello (linguaggio

Dettagli

Arduino UNO. Single board microcontroller

Arduino UNO. Single board microcontroller Arduino UNO Single board microcontroller Che cos è Arduino? Arduino è una piattaforma hardware basata su un microcontrollore, per lo sviluppo di applicazioni che possono interagire con il mondo esterno.

Dettagli

progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA

progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA progettare & costruire di GIOVANNI DI MARIA Interfacciare il PC con il mondo esterno LA PORTA SERIALE DEL PC in uscita con il CUBLOC In questa puntata interfacceremo il Personal Computer con le nostre

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore "A. Cuomo - G. Milone" Nocera Inferiore (Sa) Via degli Olivetani, 14-80014 - Nocera Inferiore (Sa) Tel 0815174019 Fax

Istituto Istruzione Superiore A. Cuomo - G. Milone Nocera Inferiore (Sa) Via degli Olivetani, 14-80014 - Nocera Inferiore (Sa) Tel 0815174019 Fax Istituto Istruzione Superiore "A. Cuomo - G. Milone" Nocera Inferiore (Sa) Via degli Olivetani, 14-80014 - Nocera Inferiore (Sa) Tel 0815174019 Fax 0815176106 Mail sais06800t@istruzione.it P.E.C. sais06800t@pec.istruzione.it

Dettagli

mendiante un ciclo e finché il segnale rimane alto, si valuta il tempo T3 usando il timer del microcontrollore e una variabile di conteggio.

mendiante un ciclo e finché il segnale rimane alto, si valuta il tempo T3 usando il timer del microcontrollore e una variabile di conteggio. Svolgimento (a) Il sensore di temperatura ha un uscita digitale a 9 bit, emettendo un codice binario proporzionale al valore Temp richiesto. Possiamo pensare si tratti di un dispositivo 1-Wire. Un sistema

Dettagli

A 4 CANALI WEB SERVER. In figura 1 è visibile il prototipo della. zoom in

A 4 CANALI WEB SERVER. In figura 1 è visibile il prototipo della. zoom in in zoom in di GIUSEPPE LA ROSA WEB SERVER A 4 CANALI Figura 1: Foto del progetto finito. In figura 1 è visibile il prototipo della scheda di comando su rete LAN o Internet completamente basata su ARDUINO

Dettagli

Come comandare il condizionatore di casa con Arduino, anche da remoto!

Come comandare il condizionatore di casa con Arduino, anche da remoto! Come comandare il condizionatore di casa con Arduino, anche da remoto! Arduino permette davvero di fare tantissime cose riguardo all Internet of things, basta avere un po di voglia e intuizione, per realizzare

Dettagli

Access Control Ivancich Stefano 31 Luglio 2014 TEKNEW - Studio Medici - Marcon(VE)

Access Control Ivancich Stefano 31 Luglio 2014 TEKNEW - Studio Medici - Marcon(VE) Access Control Ivancich Stefano 31 Luglio 2014 TEKNEW - Studio Medici - Marcon(VE) SOMMARIO Di seguito si illustra un progetto di un dispositivo per il controllo degli accessi dei dipendenti di un azienda

Dettagli

TERMOMETRO LCD BASATO SUL TRASDUTTORE DI TEMPERATURA ANALOGICO LM 35

TERMOMETRO LCD BASATO SUL TRASDUTTORE DI TEMPERATURA ANALOGICO LM 35 ESERCITAZIONE CON ARDUINO N 5 TERMOMETRO LCD BASATO SUL TRASDUTTORE DI TEMPERATURA ANALOGICO LM 35 Con il presente circuito, si vuole realizzare un termostato ambientale per un caseificio, che utilizza

Dettagli

Realizzazione di un anemometro a coppe, portatile, basato su Arduino

Realizzazione di un anemometro a coppe, portatile, basato su Arduino Realizzazione di un anemometro a coppe, portatile, basato su Arduino Federico Davanteri 2014 lunedì 2 febbraio 2015 1 Materiali e componenti utilizzati Di seguito l elenco del materiale utilizzato per

Dettagli

V. Franceschelli Diritto delle comunicazioni AA 2014 / 2015

V. Franceschelli Diritto delle comunicazioni AA 2014 / 2015 DIRITTO delle COMUNICAZIONI -Communication Law & Policy- V - Telegrafo Telefono Lezione di giovedì 6 novembre 2014 comunicazioni Strade Posta Telegrafo Telefono Stampa Radio Televisione Internet Convergenza

Dettagli

Uno dei metodi più utilizzati e

Uno dei metodi più utilizzati e TEORIA MHZ RISORSE SPECIALE PRATICA Quinta parte n 257 - Novembre 2006 Realizzazione di un timer digitale programmabile Sesta parte n 258 - Dicembre 2006 Uso delle interfacce seriali Settima parte n 259

Dettagli

FT473K ESPANSIONE IN I 2 C-BUS A 8 RELE

FT473K ESPANSIONE IN I 2 C-BUS A 8 RELE ESPANSIONE IN I 2 C-BUS A 8 RELE Chi ha costruito e utilizzato il Controllo GSM bidirezionale con cellulari Siemens, descritto nel fascicolo n 71 della nostra rivista, ha certamente apprezzato le sue possibilità

Dettagli

RETI COMBINATORIE CON USCITE MULTIPLE 1 GENERALITÀ SUI CONVERTITORI DI CODICE Un uso delle porte logiche nei sistemi digitali è quello dei convertitori di codice. I codici più usati comunemente sono: binario,

Dettagli

Verifica che una grammatica sia Context Free nel GrammaReader

Verifica che una grammatica sia Context Free nel GrammaReader Verifica che una grammatica sia Context Free nel GrammaReader Sommario Dispensa di Linguaggi di Programmazione Corrado Mencar Pasquale Lops In questa dispensa si descrivono alcune soluzioni per verificare

Dettagli

Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015

Visual Basic for Applications (VBA) Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015 Francesco Brun Fondamenti di Informatica a.a. 2014/2015 Scopo di questo approfondimento Lo scopo di questo approfondimento è rispondere alla domanda: e se nella vita mi troverò a dover utilizzare un linguaggio

Dettagli

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 (versione firmware: BY10850-M1-V2) La presente documentazione è di proprietà esclusiva

Dettagli

NAO e Arduino si parlano!

NAO e Arduino si parlano! TITOLO NAO e Arduino si parlano! PRODOTTI UTILIZZATI OBIETTIVO AUTORE RINGRAZIAMENTI Far comunicare una scheda Arduino con il robot umanoide NAO. L utente chiederà vocalmente a NAO di accendere/spegnere

Dettagli

BILANCE ZENITH con Zenith System

BILANCE ZENITH con Zenith System BILANCE ZENITH con Zenith System Ultimo Aggiornamento: 20 febbraio 2013 Installazione di Zenith System 1. Creare la cartella C:\Vulcano\Zenith; 2. Installare il driver Zenith System (versione 200 o superiore),

Dettagli

// Controllo remoto 05/05/2012 // poichè sono ancora ai primi passi ho usato // a larghe mani idee e listati di altri. Ringrazio tutti loro.

// Controllo remoto 05/05/2012 // poichè sono ancora ai primi passi ho usato // a larghe mani idee e listati di altri. Ringrazio tutti loro. // Controllo remoto 05/05/2012 // poichè sono ancora ai primi passi ho usato // a larghe mani idee e listati di altri. Ringrazio tutti loro. // Librerie necessarie per il progetto #include #include

Dettagli

Free Software & Open Hardware

Free Software & Open Hardware Free Software & Open Hardware L o Arduino è una piattaforma hardware / software rilasciata sotto licenza Creative Commons che permette la realizzazione oggetti fisici interattivi, in grado di utilizzare

Dettagli

Modulo di controllo accessi ed apricancello Descrizione e modalità d uso

Modulo di controllo accessi ed apricancello Descrizione e modalità d uso MANUALE D USO CONTROLLO ACCESSI GSM Modulo di controllo accessi ed apricancello Descrizione e modalità d uso Rev.0710 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. IL SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI - APRICANCELLO...

Dettagli

Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android...

Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android... Sommario Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android... 4 Indruduzione La scheda può controllare fino a quattro

Dettagli

SISTEMA PER LA TRASMISSIONE RADIO DI IMPULSI HL 615. Manuale d uso Versione 06/2013. TAG Heuer Timing Pagina 1 / 8

SISTEMA PER LA TRASMISSIONE RADIO DI IMPULSI HL 615. Manuale d uso Versione 06/2013. TAG Heuer Timing Pagina 1 / 8 SISTEMA PER LA TRASMISSIONE RADIO DI IMPULSI HL 615 Manuale d uso Versione 06/2013 TAG Heuer Timing Pagina 1 / 8 1. Introduzione Il nuovo Sistema Radio HL 615 è la logica evoluzione effettuata da TAG Heuer

Dettagli

Invio SMS. DM Board ICS Invio SMS

Invio SMS. DM Board ICS Invio SMS Invio SMS In questo programma proveremo ad inviare un SMS ad ogni pressione di uno dei 2 tasti della DM Board ICS. Per prima cosa creiamo un nuovo progetto premendo sul pulsante (Create new project): dove

Dettagli

8 Microcontrollori PIC

8 Microcontrollori PIC 8 Microcontrollori PIC 8.1 Descrizione generale Un microcontrollore è un dispositivo elettronico che opportunamente programmato è in grado di svolgere diverse funzioni in modo autonomo. Essenzialmente

Dettagli

ARM PROCESSORS FAMILY

ARM PROCESSORS FAMILY 1 ARM PROCESSORS FAMILY ESECUZIONE E DEBUG DI PROGRAMMI C SUL SISTEMA DI SVILUPPO ADS INTRODUZIONE ALL'EVALUATION BOARD EVALUATOR-7T INSTALLAZIONE DELLA BOARD EVALUATOR 7T ESECUZIONE DI PROGRAMMI SULLA

Dettagli

Il Microcontrollore. Microcontrollore PIC

Il Microcontrollore. Microcontrollore PIC Il Microcontrollore Per realizzare un automatismo l elettronica ci mette a disposizione diverse possibilità. La prima, la più tradizionale, si basa su componenti transistor, mosfet, integrati con porte

Dettagli

ARDUINO Workshop intensivo di Arduino NABA

ARDUINO Workshop intensivo di Arduino NABA ARDUINO Workshop intensivo di Arduino NABA Febbraio 2012 http://arduinonaba2012.wordpress.com Alessandro Contini alessandro.contini@docenti.naba.it disclaimer In questo workshop si gioca (giocare = mettersi

Dettagli

PLC_1 [CPU 1214C DC/DC/DC]

PLC_1 [CPU 1214C DC/DC/DC] PLC_1 [CPU 1214C DC/DC/DC] PLC_1 Generale\Informazioni sul progetto Nome PLC_1 Autore Studente Commento PositionNumber 1 Generale\Informazioni sul catalogo Descrizione sintetica CPU 1214C DC/DC/DC Descrizione

Dettagli

MANUALE OPERATIVO APP ANDROID.3.01

MANUALE OPERATIVO APP ANDROID.3.01 1 MANUALE OPERATIVO APP ANDROID.3.01 2 INDICE 01.01.01 Collegamento e Scelta Bluetooth 02.01.01 Icone 03.01.01 Funzioni Schermata 1 04.01.01 Funzioni Schermata 2 05.01.01 Funzioni Schermata 3 Caricamento

Dettagli

Corso di Informatica Applicata. Lezione 7. Università degli studi di Cassino

Corso di Informatica Applicata. Lezione 7. Università degli studi di Cassino Università degli studi di Cassino Corso di Laurea in Ingegneria della Produzione Industriale Corso di Informatica Applicata Lezione 7 Ing. Saverio De Vito e-mail: saverio.devito@portici.enea.it Tel.: +39

Dettagli

Blocchi funzione: FbModbusAsciiMs

Blocchi funzione: FbModbusAsciiMs Pagina 1 di 6 ELSIST Srl, www.elsist.it Blocchi funzione MNL041Q000 FbModbusAsciiMs Questo blocco funzione permette lo scambio di dati tra due sistemi, uno master ed uno slave, utilizzando una connessione

Dettagli

C R O C E R O S S A I T A L I A N A SERVIZIO PROVVEDITORATO C. T. N. R. PER GLI APPARATIRADIOELETTRICI DELLA RETE RADIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA

C R O C E R O S S A I T A L I A N A SERVIZIO PROVVEDITORATO C. T. N. R. PER GLI APPARATIRADIOELETTRICI DELLA RETE RADIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA C A P I T O L A T O T E C N I C O PER GLI APPARATIRADIOELETTRICI DELLA RETE RADIO DELLA CROCE ROSSA ITALIANA PARTE GENERALE Gli apparati radio devono essere omologati dal Ministero delle Comunicazioni

Dettagli

Il PLC per tutti. Continuiamo ad approfondire il linguaggio Ladder, realizzando diversi esempi pratici per gestire relays, registri e contatori.

Il PLC per tutti. Continuiamo ad approfondire il linguaggio Ladder, realizzando diversi esempi pratici per gestire relays, registri e contatori. Quarta parte: Maggio 2007 Approfondiamo il Ladder Logic (I) Quinta parte: Giugno 2007 Approfondiamo il Ladder Logic (II) Sesta parte: Luglio/Agosto 2007 Approfondiamo il Ladder Logic (III) Settima parte:

Dettagli

SuperVario/PocketVario

SuperVario/PocketVario BAUM Retec AG BAUM SuperVario/PocketVario Manuale Utente 2004 Copyright by Baum Retec AG Schloss Langenzell, 69257 Wiesenbach, Germany Tiflosystem S. P. A. Via IV Novembre 12/b 35017 Piombino Dese (PD)

Dettagli

Centralina Domotica Polipick. Guida per l utente

Centralina Domotica Polipick. Guida per l utente Centralina Domotica Polipick Guida per l utente DPM Elettronica srl www.dpmelettronica.it V. 3.01 08 aprile 2010 Integrato nel sistema di Domotica Pick, la centralina Polipick permette di svolgere tutte

Dettagli

Tutorial progetti.tech. Ing. Cozzolino Francesco

Tutorial progetti.tech. Ing. Cozzolino Francesco Ing. Cozzolino Francesco 1 All interno del progetto denominato.tech alle scuole viene sottoposta una lista di progetti che gli studenti possono realizzare e di cui vengono forniti schemi e software. Il

Dettagli

FPGA alla portata di tutti

FPGA alla portata di tutti di ANTONIO ACQUASANTA Igloo nano Starter kit FPGA alla portata di tutti Questo articolo presenta nel dettaglio l IGLOO nano STARTER KIT di ACTEL, dal costo contenuto, per FPGA, che potrà essere usato come

Dettagli

Serie 70. The Future Starts Now. Termometro digitale Temp70. Temp70 RTD Professional

Serie 70. The Future Starts Now. Termometro digitale Temp70. Temp70 RTD Professional Serie 70 Termometro digitale Temp70 Temp70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Termometro Temp70 _ Ver. 1.0 01/2014 Indice dei contenuti

Dettagli

INTRODUZIONE AL NUTCHIP

INTRODUZIONE AL NUTCHIP ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Vincenzo CERULLI GIULIANOVA (TE) DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI LABORATORIO TECNOLOGIA DISEGNO E PROGETTAZIONE INTRODUZIONE AL NUTCHIP I Nutchip sono

Dettagli

Raspberry Pi: Hardware Programming. Rossi Pietro Alberto

Raspberry Pi: Hardware Programming. Rossi Pietro Alberto Rossi Pietro Alberto Agenda Introduzione Hardware Software Programmazione, primi passi Protocolli di comunicazione Programmazione Conclusioni Introduzione Il Raspberry Pi è una scheda elettronica impementante

Dettagli

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa.

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa. La trasmissione dell informazione N.R2 La comunicazione tra due calcolatori si realizza tramite lo scambio di dati su un canale di comunicazione, esiste quindi un TRASMETTITORE che invia dei dati e un

Dettagli