I.I.S. "BIANCHI - VIRGINIO" - CUNEO OBIETTIVI, CONTENUTI E PROGRAMMI PER LE PROVE D'ESAME PER IL LICEO MUSICALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I.I.S. "BIANCHI - VIRGINIO" - CUNEO OBIETTIVI, CONTENUTI E PROGRAMMI PER LE PROVE D'ESAME PER IL LICEO MUSICALE"

Transcript

1 I.I.S. "BIANCHI - VIRGINIO" - CUNEO OBIETTIVI, CONTENUTI E PROGRAMMI PER LE PROVE D'ESAME PER IL LICEO MUSICALE

2 Pagina 2 di 153 CLASSE I PIANOFORTE (primo strumento) Capacità di tenere la mano ed il braccio correttamente impostati sulla tastiera Capacità di movimento indipendente ed uguale di tutte e cinque dita Capacità di eseguire brani con facili allargamenti e facili avvicinamenti delle dita Capacità di suonare in modo indipendente con le due mani Capacità di utilizzare il passaggio del pollice Capacità di eseguire coppie di note per terze Capacità di attuare semplici spostamenti delle mani durante l esecuzione di un brano Capacità di eseguire tutte le scale maggiori su due ottave di estensione Capacità di eseguire tutti gli arpeggi maggiori su due ottave di estensione Estratti, a scelta, da: F. Hanon: Il pianista virtuoso (n.ri 1 20 / n. 49) G. Antoniotti: Esercizi per l estensione delle mani F. Rossomandi: Guida per lo studio tecnico del Pianoforte vol. I A. Longo: Tecnica pianistica I fascicolo B. Cesi: Metodo per lo studio del pianoforte vol. vari S. Lebert L. Stark: Il nuovo Lebert- Stark: metodo completo per lo studio del Pianoforte, in un solo volume (Montani) F. Beyer: La scuola preparatoria del pianoforte A cura di A. Longo: Czernyana - I fascicolo AA. VV.: Metodo russo per pianoforte AA. VV.: Metodo europeo per pianoforte E. Pozzoli: I primi esercizi di stile polifonico E. Pozzoli: Trenta studietti elementari E. Pozzoli: Ventiquattro piccoli studi facili e progressivi F. Rossomandi: Antologia didattica per lo studio del Pianoforte cat. A J. S. Bach: Ventiquattro pezzi dal Libro di Anna Magdalena M. Clementi: Sei Sonatine op. 36 L. Dussek: Sonatine J. Kuhlau: Sonatine D. Kabalevskij: Sonatine Brani dal repertorio barocco, classico, romantico, moderno e contemporaneo Esperienze di - esecuzione pianistica a quattro mani - semplici esecuzioni in orchestra Otto studi scelti in almeno tre dei seguenti testi: A. Longo: Tecnica pianistica I fascicolo E. Pozzoli: Trenta studietti elementari E. Pozzoli: Ventiquattro piccoli studi facili e progressivi E. Pozzoli: I primi esercizi di stile polifonico AA. VV.: Metodo russo per pianoforte F. Beyer: La scuola preparatoria del pianoforte A cura di A. Longo: Czernyana I fascicolo AA. VV.: Metodo europeo per pianoforte J. S. Bach: Ventiquattro pezzi dal Libro di Anna Magdalena Una Sonatina scelta nei seguenti testi: M. Clementi: Sei Sonatine op. 36 L. Dussek: Sonatine J. Kuhlau: Sonatine D. Kabalevskij: Sonatine Due brani di epoche diverse tratti dal repertorio barocco, classico, romantico, moderno o contemporaneo

3 Pagina 3 di 153 CLASSE I PIANOFORTE (secondo strumento) Capacità di tenere la mano ed il braccio correttamente impostati sulla tastiera Capacità di movimento indipendente ed uguale di tutte e cinque dita Capacità di eseguire brani con facili allargamenti e facili avvicinamenti delle dita Capacità di suonare in modo indipendente con le due mani Capacità di utilizzare il passaggio del pollice Capacità di eseguire (anche lentamente) coppie di note per terze Capacità di attuare semplici spostamenti delle mani durante l esecuzione di un brano Capacità di eseguire tutte le scale maggiori su un ottava di estensione Studio completo di uno dei seguenti testi: F. Beyer: La scuola preparatoria del pianoforte AA. VV.: Metodo russo per pianoforte S. Lebert L. Stark: Il nuovo Lebert- Stark: metodo completo per lo studio del Pianoforte, in un solo volume (Montani) Estratti, a scelta, da: A. Longo: Tecnica pianistica I fascicolo B. Cesi: Metodo per lo studio del pianoforte vol. vari E. Pozzoli: Trenta studietti elementari A cura di A. Longo: Czernyana I fascicolo F. Rossomandi: Guida per lo studio tecnico del Pianoforte vol. I F. Rossomandi: Antologia didattica per lo studio del Pianoforte cat. A AA. VV.: Metodo europeo per pianoforte J. S. Bach: 24 pezzi dal Libro di Anna Magdalena G. Antoniotti: Esercizi per l estensione delle mani M. Clementi: Sei Sonatine op. 36 L. Dussek: Sonatine J. Kuhlau: Sonatine Brani dal repertorio barocco, classico, romantico, moderno e contemporaneo Esperienze di - esecuzione pianistica a quattro mani - semplici esecuzioni in orchestra (anche suonando strumenti a percussione) Sei studi da uno dei seguenti testi: F. Beyer: La scuola preparatoria del pianoforte AA. VV.: Metodo russo per pianoforte Sei studi scelti in almeno tre dei seguenti testi: A. Longo: Tecnica pianistica I fascicolo E. Pozzoli: Trenta studietti elementari A cura di A. Longo: Czernyana I fascicolo F. Rossomandi: La tecnica pianistica AA. VV.: Metodo europeo per pianoforte J. S. Bach: 24 pezzi dal Libro di Anna Magdalena Una Sonatina scelta nei seguenti testi: M. Clementi: Sei Sonatine op. 36 L. Dussek: Sonatine J. Kuhlau: Sonatine Due brani di epoche diverse tratti dal repertorio barocco, classico, romantico, moderno o contemporaneo

4 Pagina 4 di 153 CLASSE II PIANOFORTE (primo strumento) Capacità di eseguire note ribattute (di dita - di polso di avambraccio) Capacità di eseguire legato e staccato indipendentemente con le due mani Capacità di interpretare variazioni dinamiche ed agogiche Capacità di eseguire spostamenti larghi delle mani durante l esecuzione di un brano Capacità di eseguire correttamente il fraseggio musicale Capacità di eseguire tutte le scale maggiori e minori su quattro ottave di estensione per moto retto e su una per moto contrario Capacità di eseguire tutti gli arpeggi maggiori e minori su quattro ottave di estensione Estratti, a scelta, da: B. Cesi: Metodo per lo studio del pianoforte vol. vari F. Rossomandi: Guida per lo studio tecnico del Pianoforte vol. I F. Hanon: Il pianista virtuoso S. Lebert L. Stark: Il nuovo Lebert- Stark: metodo completo per lo studio del Pianoforte, in un solo volume (Montani) E. Pozzoli: Trenta studietti elementari E. Pozzoli: 15 studi facili per le piccole mani E. Pozzoli: I primi esercizi di stile polifonico J. Duvernoy: Scuola primaria 25 studi facili e progressivi op. 176 L. Köhler: 12 piccoli studi op. 157 A cura di A. Longo: Czernyana II fascicolo J. S. Bach: 24 pezzi dal libro di Anna Maddalena J. S. Bach: 23 pezzi facili M. Clementi: Sei Sonatine op. 36 L. Dussek: Sonatine J. Kuhlau: Sonatine D. Kabalevskij: Sonatine W. A. Mozart: Sonatine L. van Beethoven: Sonatine Brani dal repertorio barocco, classico, romantico, moderno e contemporaneo Lettura a prima vista Esperienze di: - Esecuzione pianistica a quattro mani e d insieme - Esecuzione in orchestra Sei studi scelti in almeno tre dei seguenti testi: E. Pozzoli: Trenta studietti elementari E. Pozzoli: 15 studi facili per le piccole mani E. Pozzoli: I primi esercizi di stile polifonico J. Duvernoy: Scuola primaria 25 studi facili e progressivi op. 176 A cura di A. Longo: Czernyana II fascicolo L. Köhler: 12 piccoli studi op. 157 Tre brani scelti in almeno tre dei seguenti testi: J. S. Bach: 24 pezzi dal libro di Anna Maddalena J. S. Bach: 23 pezzi facili Una Sonatina scelta nei seguenti testi: M. Clementi: Sei Sonatine op. 36 L. Dussek: Sonatine J. Kuhlau: Sonatine D. Kabalevskij: Sonatine W. A. Mozart: Sonatine L. van Beethoven: Sonatine Due brani di epoche diverse tratti dal repertorio barocco, classico, romantico, moderno o contemporaneo Lettura a prima vista

5 Pagina 5 di 153 CLASSE II PIANOFORTE (secondo strumento) Capacità di eseguire note ribattute (di dita - di polso di avambraccio) Capacità di eseguire legato e staccato indipendentemente con le due mani Capacità di interpretare variazioni dinamiche ed agogiche Capacità di eseguire spostamenti larghi delle mani durante l esecuzione di un brano Capacità di eseguire correttamente il fraseggio musicale Capacità di eseguire tutte le scale maggiori e minori su due ottave di estensione per moto retto e su una per moto contrario Estratti, a scelta, da: F. Hanon: Il pianista virtuoso (n.ri 1 20 / n. 49) S. Lebert L. Stark: Il nuovo Lebert- Stark: metodo completo per lo studio del Pianoforte, in un solo volume (Montani) B. Cesi: Metodo per lo studio del pianoforte vol. vari Estratti, a scelta, da: E. Pozzoli: Trenta studietti elementari J. Duvernoy: Scuola primaria 25 studi facili e progressivi op. 176 L. Köhler: 12 piccoli studi op. 157 A cura di A. Longo: Czernyana - II fascicolo E. Pozzoli: 15 studi facili per le piccole mani J. S. Bach: 24 pezzi dal libro di Anna Maddalena E. Pozzoli: I primi esercizi di stile polifonico F. Rossomandi: Antologia didattica per lo studio del Pianoforte cat. A Brani dal repertorio barocco, classico, romantico, moderno e contemporaneo Lettura a prima vista Esperienze di - Esecuzione pianistica a quattro mani e d insieme - Esecuzione in orchestra (anche suonando strumenti a percussione) Sei studi scelti in almeno tre dei seguenti testi: E. Pozzoli: Trenta studietti elementari J. Duvernoy: Scuola primaria 25 studi facili e progressivi op. 176 A cura di A. Longo: Czernyana II fascicolo L. Köhler: 12 piccoli studi op. 157 E. Pozzoli: 15 studi facili per le piccole mani E. Pozzoli: I primi esercizi di stile polifonico J. S. Bach: 24 pezzi dal libro di Anna Maddalena Una Sonatina scelta nei seguenti testi: M. Clementi: Sei Sonatine op. 36 L. Dussek: Sonatine J. Kuhlau: Sonatine Due brani di epoche diverse tratti dal repertorio barocco, classico, romantico, moderno o contemporaneo Lettura a prima vista

6 Pagina 6 di 153 CLASSE III PIANOFORTE (primo strumento) Capacità di interpretare con diversità di tocco le varie voci di un brani polifonici Capacità di eseguire gli abbellimenti del periodo barocco Capacità di eseguire studi e brani in agilità Capacità di eseguire accordi con entrambe le mani seguendo la notazione letterale Capacità di eseguire le scale maggiori e minori su quattro ottave di estensione per moto retto e su due ottave per moto contrario Capacità di eseguire gli arpeggi su quattro ottave di estensione in velocità Estratti, a scelta, da: F. Hanon: Il pianista virtuoso F. Rossomandi: Guida per lo studio tecnico del Pianoforte vol. I e II G. Antoniotti: Esercizi per l estensione delle mani B. Cesi: Metodo per lo studio del pianoforte vol. vari Estratti, a scelta, da: E. Pozzoli: 24 studi di facile meccanismo S. Heller: Studi op. 47 A cura di A. Longo: Czernyana III fascicolo C. Czerny: Ventiquattro studi della velocità op. 636 F. Rossomandi: Antologia didattica per lo studio del Pianoforte cat. A J. S. Bach: Ventitrè pezzi facili J. S. Bach: Invenzioni a due voci W. A. Mozart: Sonatine L. van Beethoven: Sonatine Sonate facili di W. A. Mozart, F. J. Haydn e M. Clementi Brani dal repertorio romantico, moderno e contemporaneo Semplici brani di autori clavicembalisti italiani Lettura a prima vista Esperienze di: - esecuzione pianistica a quattro mani - esecuzione pianistica da camera - esecuzione in orchestra Quattro studi scelti in almeno due dei seguenti testi: E. Pozzoli: 24 studi di facile meccanismo S. Heller: Studi op. 47 C. Czerny: Ventiquattro studi della velocità op. 636 A cura di A. Longo: Czernyana III fascicolo Tre brani scelti nei seguenti testi: J. S. Bach: 23 pezzi facili J. S. Bach: Invenzioni a due voci Una sonatina a scelta fra i seguenti testi: W. A. Mozart: Sonatine L. van Beethoven: Sonatine oppure una Sonata facile di W. A. Mozart o di M. Clementi Due brani dal repertorio romantico, moderno e contemporaneo Un semplice brano di autore clavicembalistico italiano Lettura a prima vista

7 Pagina 7 di 153 CLASSE III PIANOFORTE (secondo strumento) Capacità di interpretare con diversità di tocco le varie voci di un semplice brano polifonico Capacità di eseguire gli abbellimenti del periodo barocco Capacità di eseguire studi e brani in agilità Capacità di eseguire accordi con entrambe le mani seguendo la notazione letterale Capacità di eseguire le scale maggiori e minori fino a tre alterazioni in chiave su quattro ottave di estensione per moto retto e su due ottave per moto contrario Capacità di eseguire gli arpeggi delle tonalità fino a tre alterazioni in chiave su due ottave di estensione Estratti, a scelta, da: F. Hanon: Il pianista virtuoso (n.ri / 42 / 43 / 46 / 49 / 50) G. Antoniotti: Esercizi per l estensione delle mani B. Cesi: Metodo per lo studio del pianoforte vol. vari Estratti, a scelta, da: E. Pozzoli: 24 studi di facile meccanismo S. Heller: Studi op. 47 C. Czerny: Ventiquattro studi della velocità op. 636 F. Rossomandi: Antologia didattica per lo studio del Pianoforte cat. A J. S. Bach: 23 pezzi facili ed. Curci J. S. Bach: Invenzioni a due voci W. A. Mozart: Sonatine L. van Beethoven: Sonatine Brani dal repertorio romantico, moderno e contemporaneo Lettura a prima vista Esperienze di: - esecuzione pianistica a quattro mani - esecuzione pianistica da camera - esecuzione in orchestra Quattro studi scelti in almeno due dei seguenti testi: E. Pozzoli: 24 studi di facile meccanismo S. Heller: Studi op. 47 C. Czerny: Ventiquattro studi della velocità op. 636 Tre brani scelti nei seguenti testi: J. S. Bach: 23 pezzi facili (ed. Curci) J. S. Bach: Invenzioni a due voci Una Sonatina fra le seguenti: W. A. Mozart: Sonatine L. van Beethoven: Sonatine Due brani dal repertorio romantico, moderno e contemporaneo Lettura a prima vista

8 Pagina 8 di 153 CLASSE IV PIANOFORTE (primo strumento) Capacità di eseguire studi e brani in velocità Capacità di interpretare con diversità di tocco le varie voci di un brano polifonico complesso Capacità di eseguire con entrambe le mani un accompagnamento armonico di una melodia seguendo la notazione letterale Capacità di eseguire tutte le scale maggiori e minori su quattro ottave di estensione per moto retto e su due per moto contrario Capacità di eseguire gli arpeggi di tutte le tonalità e degli accordi di settima (di dominante e diminuita) su quattro ottave di estensione Dimostrare di conoscere in maniera teorica il repertorio pianistico dalle origini al periodo romantico Estratti, a scelta, da: A. Wolff: Il piccolo Pischna F. Hanon: Il pianista virtuoso F. Rossomandi: Guida per lo studio tecnico del Pianoforte vol. I, vol. II e III G. Antoniotti: Esercizi per l estensione delle mani B. Cesi: Metodo per lo studio del pianoforte vol. vari Estratti, a scelta, da: C. Czerny: Quaranta studi della velocità op. 299 J. Duvernoy: Studi op. 299 E. Pozzoli: Studi di media difficoltà S. Heller: Studi op. 45 ed op. 46 J.B. Cramer: Sessanta studi scelti M. Clementi: Preludi ed esercizi F. Rossomandi: Antologia didattica per lo studio del Pianoforte cat. A J. S. Bach: Invenzioni a due voci e Sinfonie a tre voci J. S. Bach: Suites inglesi e Suites francesi F. Liszt: Studi op. 1 Sonate di F. J. Haydn, W. A. Mozart, M.Clementi e L. van Beethoven Brani di autori clavicembalisti italiani Brani di autori Russi Brani dal repertorio romantico, moderno e contemporaneo Lettura a prima vista Esperienze di - esecuzione pianistica a quattro mani - esecuzione pianistica da camera - esecuzione in orchestra Sei studi scelti in almeno tre dei seguenti testi: C. Czerny: Quaranta studi della velocità op. 299 J. Duvernoy: Studi op. 299 E. Pozzoli: Studi di media difficoltà S. Heller: Studi op. 45 ed op. 46 M. Clementi: Preludi ed esercizi J.B. Cramer: Sessanta studi scelti F. Liszt: Studi op. 1 Quattro brani scelti nei seguenti testi: J. S. Bach: Invenzioni a due voci e Sinfonie a tre voci J. S. Bach: Suites inglesi e Suites francesi Una Sonata di F. J. Haydn, di W. A. Mozart, di M.Clementi o di L. van Beethoven Due brani di autori clavicembalistici italiani Un brano di autore russo Un brano dal repertorio romantico, moderno e contemporaneo Lettura a prima vista

9 Pagina 9 di 153 CLASSE IV PIANOFORTE (secondo strumento) Capacità di eseguire studi e brani in velocità Capacità di interpretare con diversità di tocco le varie voci di un brano polifonico complesso Capacità di eseguire con entrambe le mani un accompagnamento armonico di una melodia seguendo la notazione letterale Capacità di eseguire tutte le scale maggiori e minori su quattro ottave di estensione per moto retto e su due per moto contrario Capacità di eseguire gli arpeggi di tutte le tonalità su tre ottave di estensione Dimostrare di conoscere in maniera teorica il repertorio pianistico dalle origini al periodo romantico Estratti, a scelta, da: J. Pischna: Il piccolo Pischna F. Hanon: Il pianista virtuoso G. Antoniotti: Esercizi per l estensione delle mani F. Rossomandi: Guida per lo studio tecnico del Pianoforte vol. I, vol. II e III B. Cesi: Metodo per lo studio del pianoforte vol. vari Estratti, a scelta, da: C. Czerny: Quaranta studi della velocità op. 299 J. Duvernoy: Studi op. 299 E. Pozzoli: Studi di media difficoltà S. Heller: Studi op. 45 ed op. 46 M. Clementi: Preludi ed esercizi F. Rossomandi: Antologia didattica per lo studio del Pianoforte cat. A J. S. Bach: Invenzioni a due voci e Sinfonie a tre voci J. S. Bach: Suites inglesi e Suites francesi Sonate di W. A. Mozart, M. Clementi e L. van Beethoven Brani di autori clavicembalisti italiani Brani dal repertorio romantico, moderno e contemporaneo Lettura a prima vista Esperienze di: - esecuzione pianistica a quattro mani - esecuzione pianistica da camera - esecuzione in orchestra

10 Pagina 10 di 153 CLASSE V PIANOFORTE Capacità di eseguire correttamente studi e brani complessi in velocità Capacità di eseguire tutte le scale maggiori e minori su quattro ottave di estensione per moto retto, per moto contrario e per terza e sesta Capacità di eseguire gli arpeggi di tutte le tonalità su quattro ottave di estensione Capacità di leggere facili brani vocali su quattro pentagrammi in chiavi moderne Conoscenza teorica del repertorio pianistico dal periodo romantico a quello contemporaneo Estratti, a scelta, da: J. Pischna: Il piccolo Pischna F. Hanon: Il pianista virtuoso F. Rossomandi: Guida per lo studio tecnico del Pianoforte vol. II, vol. III e IV J. Brahms: 51 esercizi B. Cesi: Metodo per lo studio del pianoforte vol. vari Estratti, a scelta, da: C. Czerny: Quaranta studi della velocità op. 299 J. B. Cramer: Sessanta studi scelti E. Pozzoli: Studi di media difficoltà S. Heller: Studi op. 47 e op. 46 M. Clementi: 23 Studi dal Gradus ad Parnassum M. Clementi: Preludi ed esercizi J. S. Bach: Suites inglesi e Suites francesi J. S. Bach: Sinfonie a tre voci J. S. Bach: Preludi e Fughe dal Clavicembalo ben Temperato F. Liszt: Studi op. 1 S. Rachmaninov: Etudes-tableaux e Preludi F. Chopin: Studi op. 10 e op. 25 Brani di autori clavicembalisti italiani Sonate di F. J. Haydn, M. Clementi, W. A. Mozart e L. van Beethoven Brani d espressione di autori Russi Brani dal repertorio moderno e contemporaneo Lettura a prima vista Esperienze di - esecuzione pianistica a quattro mani - esecuzione pianistica da camera - esecuzione in orchestra

11 Pagina 11 di 153 CLASSE I CHITARRA (1 strumento) Gli obiettivi didattici di apprendimento comuni a tutti gli studenti che studiano Chitarra 1 strumento, per il Biennio iniziale di Studio, saranno: - Lo sviluppo di adeguate e consapevoli capacità esecutive di composizioni di epoche, generi, stili e tradizioni diverse, supportate da semplici procedimenti analitici pertinenti ai repertori studiati; - L acquisizione di un significativo rapporto tra gestualità e produzione del suono; - L acquisizione di una buona dimestichezza nell'uso dei sistemi di notazione e una graduale familiarità con le principali formule idiomatiche specifiche dello strumento e di fondamentali nozioni musicali di tipo morfologico (dinamica, timbrica, ritmica, metrica, agogica, melodia, polifonica, armonica e di fraseggio); - L apprendimento di essenziali metodi di studio e memorizzazione; - La conoscenza basilare della storia e della tecnologia dello strumento utilizzato. 1) Conoscenza ed applicazione della tecnica strumentale di base. Conoscenza dello strumento: costruzione, materiali, manutenzione, accordatura; La posizione del chitarrista, controllo della postura, equilibrio dinamico; Saper utilizzare il tocco appoggiato e libero nelle quattro dita della mano destra; Capacità di eseguire semplici arpeggi anche con qualche posizione accordale Padronanza delle note simultanee anche col pollice; Saper utilizzare nelle varie combinazioni e in modo corretto le dita della mano sinistra; Capacità di eseguire delle semplici scale maggiori e minori in prima posizione; Capacità di eseguire facili legature in prima posizione; Uso del barrè piccolo (su tre corde) Uso di semplici accordi in prima posizione; Uso specifico della I^ e II^ posizione e iniziale conoscenza della V^ posizione; Conoscenza e uso delle più semplici scelte timbriche e dinamiche; 2) Capacità di lettura, comprensione ed interpretazione del linguaggio musicale. Lettura e memorizzazione delle note in prima posizione anche alterate; Lettura nei tempi semplici delle figure musicali di base organizzate ritmicamente anche sovrapposte; Saper affrontare figurazioni ritmiche più complesse: punto semplice, legatura di valore e sincope; Conoscenza ed uso delle simbologie strumentali specifiche; Conoscenza e uso dei più semplici segni, dinamici ed agogici; Saper eseguire facili brani a una parte, a due parti; GIULIANI, 120 arpeggi dall'op. 1 (Parte 1ª) i primi 20; AA.VV.: Studi, anche monodici, sul tocco libero e sul tocco appoggiato e sulla relativa capacità di variarne gli aspetti dinamici e timbrici. AA.VV.: Studi sulla tecnica dell arpeggio AA.VV.: Studi sui suoni simultanei che prevedano l utilizzo del ½ barrè. F.CARULLI Preludi op.114; F.CARULLI 14 Sonatine facili; J.SAGRERAS Le prime lezioni; N.PARADISO La Chitarra volante 1 vol.; R.CHIESA Guitar Gradus; F.SOR vari studi facili Scelta di composizioni di epoche, generi, stili e tradizioni diverse; 1. Due scale maggiori e le loro relative minori nell'estensione di due ottave senza cambio di posizione, a scelta dei candidato. 2. Due studi di autori diversi a scelta del candidato, che mettano in evidenza la padronanza del tocco libero e del tocco appoggiato e la relativa capacità di variarne gli aspetti dinamici e timbrici. 3. Uno studio sulla tecnica dell arpeggio a scelta del candidato. 4. Uno studio sui suoni simultanei, che preveda l utilizzo del barrè a scelta del candidato.

12 Pagina 12 di 153 CLASSE I CHITARRA (2 strumento) Gli obiettivi didattici per coloro che studiano Chitarra 2 Strumento saranno sostanzialmente lo sviluppo degli essenziali elementi di tecnica strumentale, quali la corretta impostazione dello strumento, il movimento indipendente delle due mani, l esecuzione di brani con semplici posizioni e semplici frasi ad una o due voci. 1) Conoscenza ed applicazione della tecnica strumentale di base. La posizione del chitarrista, controllo della postura, equilibrio dinamico; Saper utilizzare il tocco appoggiato e libero nelle quattro dita della mano destra; Capacità di eseguire semplici arpeggi anche con qualche posizione accordale Padronanza delle note simultanee anche col pollice; Saper utilizzare nelle varie combinazioni e in modo corretto le dita della mano sinistra; Capacità di eseguire delle semplici scale maggiori e minori in prima posizione; Capacità di eseguire facili legature in prima posizione; Uso del barrè piccolo (su tre corde) Uso di semplici accordi in prima posizione; Uso specifico della I^ e II^ posizione e iniziale conoscenza della V^ posizione; Conoscenza e uso delle più semplici scelte timbriche e dinamiche; 2) Capacità di lettura, comprensione ed interpretazione del linguaggio musicale. Lettura e memorizzazione delle note in prima posizione anche alterate; Lettura nei tempi semplici delle figure musicali di base organizzate ritmicamente anche sovrapposte; Saper affrontare figurazioni ritmiche più complesse: punto semplice, legatura di valore e sincope; Conoscenza ed uso delle simbologie strumentali specifiche; Conoscenza e uso dei più semplici segni, dinamici ed agogici; Saper eseguire facili brani a una parte, a due parti; AA.VV.: Studi, anche monodici, sul tocco libero e sul tocco appoggiato e sulla relativa capacità di variarne gli aspetti dinamici e timbrici. AA.VV.: Studi sulla tecnica dell arpeggio AA.VV.: Studi sui suoni simultanei che prevedano l utilizzo del ½ barrè. F.CARULLI Preludi op.114; F.CARULLI 14 Sonatine facili; J.SAGRERAS Le prime lezioni; N.PARADISO La Chitarra volante 1 vol.; R.CHIESA Guitar Gradus; F.SOR vari studi facili Scelta di composizioni di epoche, generi, stili e tradizioni diverse; 1. Due scale maggiori o minori nell'estensione di due ottave senza cambio di posizione, a scelta dei candidato. 2. Uno studio a scelta del candidato, che metta in evidenza la padronanza del tocco libero. 3. Uno studio sulla tecnica dell arpeggio a scelta del candidato. 4. Uno studio sui suoni simultanei, a scelta del candidato.

13 Pagina 13 di 153 CLASSE II CHITARRA (1 strumento) 1) Conoscenza ed applicazione della tecnica strumentale di base Conoscenza dello strumento: costruzione, materiali, manutenzione, accordatura; La posizione del chitarrista, controllo della postura, equilibrio dinamico; Saper elaborare ed applicare autonomamente le diteggiature delle due mani; Sviluppo della tecnica dell'arpeggio su basi armoniche con cambi di posizione; Padronanza del tocco appoggiato e libero nelle quattro dita della mano destra; Sviluppo e indipendenza nelle dita della mano sinistra; Conoscenza e uso di scale a 2 ottave con cambi di posizione nelle tonalità più agevoli (almeno 12); Conoscenza e uso di almeno 2 scale nella massima estensione consentita (ditegg. Segovia); Sviluppo della tecnica dei legati con cambi di posizione; Sviluppo e controllo del barrè piccolo (3 corde), impostazione e studio del barrè intero; Sviluppo dell'uso degli accordi con e senza il barrè; Uso più specifico della II^ e V^ posizione e iniziale conoscenza della III^ e VII^; Conoscenza e uso con diversità di tocco delle scelte dinamiche e timbriche 2) Capacità di lettura, comprensione ed interpretazione del linguaggio musicale Sviluppo della conoscenza delle note sulle posizioni avanzate; Lettura musicale, tempi semplici e composti con figurazioni ritmiche più complesse anche a più parti; Iniziale capacità d analisi formale di base e uso del fraseggio Sviluppo della conoscenza dei segni dinamici ed agogici; Saper eseguire brani a due o tre parti; GIULIANI, 120 arpeggi dall'op. 1 (Parte 1ª) i primi 40; Studio di brani tratti dalle seguenti opere: F.CARULLI 24 Preludi; F.CARULLI 14 Sonatine facili; S.SAGRERAS Le prime e le seconde lezioni; F.SOR 25 Studi op. 60; M.GIULIANI Le Papillon op. 50; Altri metodi o studi di pari livello e validità didattica; Scelta di brani di differente epoca o stile; 1. Due scale maggiori e le loro relative minori nell'estensione di due ottave con cambio di posizione, a scelta dei candidato. 2. GIULIANI, 120 arpeggi. Dall'op. 1 (Parte 1ª), esecuzione di alcune formule, a scelta della commissione, tra i primi 40; 3. Tre studi di autori diversi scelti dal candidato fra quelli sotto elencati CARULLI, Metodo op. 1, Preludi op. 114, 14 Sonatine facili (nn. 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12); CARCASSI, 25 Studi melodici e progressivi op. 60; AGUADO, Metodo, Parte 1ª; SOR, Op ; GIULIANI, Op ; SAGRERAS, Le seconde lezioni di chitarra SMITH BRINDLE, "Guitarcosmos" vol. II e III; L.BROUWER Studi semplici 1 vol. Altri autori e composizioni di equivalente difficoltà. 4) Una facile composizione del periodo rinascimentale o barocco.

14 Pagina 14 di 153 CLASSE II CHITARRA (2 strumento) Sviluppo ed applicazione autonoma della diteggiatura delle due mani; Ulteriore sviluppo della tecnica dell'arpeggio su basi armoniche con cambi di posizione; Sviluppo dell indipendenza e allargamento delle dita della mano sinistra; Uso più specifico della I^, II^ e V^ posizione e iniziale conoscenza della VII^; Sviluppo della conoscenza sulla tastiera delle varie posizioni disponibili; Conoscenza e uso delle scale con cambi di posizione nelle tonalità più agevoli (8-10 scale); Conoscenza e uso degli accordi di media difficoltà; Sviluppo e controllo delle legature su tutta la tastiera e con le combinazioni più semplici; Sviluppo e uso del barrè su tutta la tastiera; Conoscenza e uso con diversità di tocco delle scelte dinamiche e timbriche Saper eseguire brani a due o tre parti; Estratti a scelta dalle seguenti opere: S.SAGRERAS Le seconde lezioni ; F.SOR studi dalle opp. 60, 44, 31; M.GIULIANI studi dalle opp. 50, 51, 98, 100, 139; M.CARCASSI 25 Studi op. 60; L.BROUWER Studi semplici 1 volume ; Altri metodi o studi di pari livello e validità didattica; Scelta di brani di differente epoca o stile; Brani di musica da camera e orchestrali. 1 Due scale maggiori e le loro relative minori nell'estensione di due ottave con cambio di posizione, a scelta dei candidato. 2 Una composizione di autore dei sec. XVI, XVII, XVIII, tratte dal repertorio originale per liuto, vihuela o chitarra antica. 3 Due studi di autori diversi tratti dalle opere sotto elencate a scelta del candidato CARCASSI op.60; SOR op. 60, 44, 31; GIULIANI op. 50, 51, 98, 100, 139; 4 Una composizione a libera scelta del candidato.

15 Pagina 15 di 153 CLASSE III CHITARRA (1 strumento) 1) Conoscenza ed applicazione della tecnica strumentale di base Sviluppo ed applicazione autonoma della diteggiatura delle due mani; Ulteriore sviluppo della tecnica dell'arpeggio su basi armoniche con cambi di posizione; Sviluppo dell indipendenza e allargamento delle dita della mano sinistra; Uso più specifico della II^, III^, V^ e VII^ posizione e iniziale conoscenza delle rimanenti posizioni; Sviluppo della conoscenza sulla tastiera delle varie posizioni disponibili; Conoscenza e uso delle scale con cambi di posizione nelle tonalità più agevoli(10-12 scale ditegg. Segovia); Conoscenza e uso degli accordi più complessi; Sviluppo e controllo delle legature semplici e complesse su tutta la tastiera e con tutte le combinazioni; Sviluppo e uso del barrè su tutta la tastiera; Conoscenza e uso con diversità di tocco delle scelte dinamiche e timbriche 2) Capacità di lettura, comprensione ed interpretazione del linguaggio musicale Conoscenza delle note su tutta la tastiera; Letture musicali con figurazioni più complesse; Sviluppo della conoscenza delle tonalità di base, accordi e loro concatenazioni; Saper eseguire brani a due o tre parti più complesse; Sviluppo capacità di analisi formale di base e uso corretto del fraseggio; Capacità di operare scelte interpretative. Saper interpretare con scelte timbriche e dinamiche le varie voci di un brano polifonico GIULIANI, 120 arpeggi dall'op. 1 (Parte 1ª) i primi 60; Studio di brani tratti dalle seguenti opere: F.CARULLI 24 Preludi op.114 S.SAGRERAS Le seconde lezioni Le terze lezioni M.GIULIANI Le Papillon op.50 F.SOR 25 Studi op. 60 M.CARCASSI 25 Studi op. 60 D.AGUADO Metodo Studi L.BROUWER Studi semplici 1 e 2 volume N.PAGANINI Alcuni brani Altri metodi o studi di pari livello e validità didattica; Musica antica, alcuni brani facili; Musica contemporanea e del 900, alcuni brani facili; 1. Sei scale maggiori e le loro relative minori nell'estensione di due ottave con cambio di posizione, a scelta dei candidato. 2. GIULIANI, 120 arpeggi. Dall'op. 1 (Parte 1ª), esecuzione di alcune formule, a scelta della commissione, tra i primi 60; 3. Uno studio a scelta della commissione sulle legature e/o abbellimenti. 4. Una composizione di autore dei sec. XVI, XVII, XVIII, tratte dal repertorio originale per liuto, vihuela o chitarra antica. 5. Due studi di autori diversi fra quelli sotto elencati a scelta del candidato, con l obbligo di uno di Sor; CARCASSI op.60; SOR op. 60, 44, 31; GIULIANI op. 50, 51, 100, 139; Una composizione tratta dal repertorio del primo 900 o contemporaneo

16 Pagina 16 di 153 CLASSE III CHITARRA (2 strumento) Sviluppo ed applicazione autonoma della diteggiatura delle due mani; Ulteriore sviluppo della tecnica dell'arpeggio su basi armoniche con cambi di posizione; Sviluppo dell indipendenza e allargamento delle dita della mano sinistra; Uso più specifico della II^, V^ e VII^ posizione e iniziale conoscenza delle rimanenti posizioni; Sviluppo della conoscenza sulla tastiera delle varie posizioni disponibili; Conoscenza e uso delle scale con cambi di posizione nelle tonalità più agevoli(10-12 scale); Conoscenza e uso degli accordi più complessi; Sviluppo e controllo delle legature semplici su tutta la tastiera e con tutte le combinazioni; Sviluppo e uso del barrè su tutta la tastiera; Conoscenza e uso con diversità di tocco delle scelte dinamiche e timbriche Saper eseguire brani a due o tre parti; Sviluppo capacità di analisi formale di base e uso corretto del fraseggio; Capacità di operare scelte interpretative. Saper interpretare con scelte timbriche e dinamiche le varie voci di un brano polifonico Estratti a scelta dalle seguenti opere: F.CARULLI 24 Preludi op.114; S.SAGRERAS Le seconde lezioni ; M.GIULIANI Studi dalle opp. 50, 51, 100, 139; F.SOR Studi dalle opp. 60, 44, 31; M.CARCASSI 25 Studi op. 60 L.BROUWER Estudios sencillos 1 e 2 volume Altri metodi o studi di pari livello e validità didattica; Composizioni di autori dei sec. XVI, XVII, XVIII, tratte dal repertorio originale per liuto, vihuela o chitarra antica Composizioni tratte dal repertorio del primo 900 o contemporaneo 1. Sei scale maggiori e le loro relative minori nella massima estensione consentita dallo strumento, a scelta del candidato. 2. Una composizione di autore dei sec. XVI, XVII, XVIII, tratte dal repertorio originale per liuto, vihuela o chitarra antica. 3. Due studi di autori diversi fra quelli sotto elencati a scelta del candidato, con l obbligo di uno di Sor; CARCASSI op.60; SOR op. 60, 44, 31; GIULIANI op. 50, 51, 100, 139; 4. Una composizione tratta dal repertorio del primo 900 o contemporaneo

17 Pagina 17 di 153 CLASSE IV CHITARRA (1 strumento) 1) Conoscenza ed applicazione della tecnica strumentale di base Sviluppo ed applicazione autonoma e ragionata della diteggiatura delle due mani; Sviluppo della tecnica dell'arpeggio con basi armoniche più complesse; Ulteriore sviluppo dell indipendenza e allargamento delle dita della mano sinistra; Sviluppo della conoscenza sulla tastiera delle varie posizioni disponibili; Conoscenza e uso delle scale con cambi di posizione in tutte le tonalità (ditegg. Segovia); Conoscenza e uso delle scale a note doppie nelle tonalità più agevoli (almeno 2); Sviluppo, conoscenza e uso degli accordi più complessi; Sviluppo e controllo delle legature e degli abbellimenti più semplici su tutta la tastiera; Sviluppo e uso del barrè su tutta la tastiera con diteggiature più complesse; Conoscenza e uso approfondito, con diversità di tocco, delle scelte dinamiche e timbriche; 2) Capacità di lettura, comprensione ed interpretazione del linguaggio musicale Conoscenza delle note su tutta la tastiera; Letture musicali con figurazioni più complesse; Sviluppo della conoscenza delle tonalità di base, accordi e loro concatenazioni; Saper eseguire brani a due, tre parti più complesse; Sviluppo capacità di analisi formale di base e uso corretto del fraseggio; Saper interpretare con scelte timbriche, agogiche e dinamiche le varie voci di un brano polifonico; M.GIULIANI 120 Arpeggi dal Metodo op.1 i primi 90 M.GIULIANI Studi da: op. 50 e op. 111; S.SAGRERAS Le terze lezioni F.SOR 10 Studi raccolta Sor-Segovia M.CARCASSI 25 Studi op. 60 D.AGUADO Metodo Studi L.BROUWER Studi semplici 2 e 3 volume N.PAGANINI Alcuni brani F.TARREGA Alcuni brani facili M.M.PONCE Preludi Altri metodi o studi di pari livello e validità didattica; Musica antica, alcuni brani facili; Musica contemporanea e del 900, alcuni brani facili; 1. Scale diatoniche nella massima estensione consentita dallo strumento in tutte le tonalità maggiori e minori; 2. GIULIANI, 120 arpeggi. Dall'op. 1 (Parte 1ª), esecuzione di alcune formule, a scelta della commissione, tra i primi 90; 3. Uno studio a scelta della commissione sulle legature e/o abbellimenti. 4. Una composizione di autore dei sec. XVI, XVII, XVIII, tratte dal repertorio originale per liuto, vihuela o chitarra antica. 5. Due studi di autori diversi fra quelli sotto elencati a scelta del candidato, con l obbligo di uno di Sor; CARCASSI op.60 dal n.11 in poi; SOR Op. 6 nn. 1, 2, 8; op. 31 nn. 16, 19, 20, 21; Op. 35 nn. 13, 17, 22; GIULIANI op. 48, 83, 111; AA.VV. composizioni di media difficoltà di autori del sec. XIX (De Call, Carulli, Matiegka, Mertz, Molino, Paganini, Gragnani, ecc.) 6. Una composizione tratta dal repertorio del primo 900 o contemporaneo

18 Pagina 18 di 153 CLASSE IV CHITARRA (2 strumento) Sviluppo ed applicazione autonoma e ragionata della diteggiatura delle due mani; Sviluppo dell indipendenza e allargamento delle dita della mano sinistra; Sviluppo della conoscenza sulla tastiera delle varie posizioni disponibili; Conoscenza e uso delle scale con cambi di posizione in tutte le tonalità; Sviluppo, conoscenza e uso degli accordi più complessi; Sviluppo e controllo delle legature e degli abbellimenti più semplici su tutta la tastiera; Sviluppo e uso del barrè su tutta la tastiera; Conoscenza e uso approfondito, con diversità di tocco, delle scelte dinamiche e timbriche; Saper eseguire brani a due, tre parti più complesse; Sviluppo capacità di analisi formale di base e uso corretto del fraseggio; Saper interpretare con scelte timbriche, agogiche e dinamiche le varie voci di un brano polifonico; Estratti a scelta dalle seguenti opere: M.GIULIANI Studi da: op. 48, op. 50, op. 111, op. 139; F.SOR Studi da: op. 6, op. 31, op. 35; L.BROUWER Estudios Sencillos 2 e 3 volume; N.PAGANINI Alcuni composizioni; F.TARREGA Alcune composizioni; M.M.PONCE Preludi Altri metodi o studi di pari livello e validità didattica; Composizioni di autori dei sec. XVI, XVII, XVIII, tratte dal repertorio originale per liuto, vihuela o chitarra antica; Composizioni tratte dal repertorio del primo 900 o contemporaneo. 1. Otto scale maggiori e le loro relative minori nella massima estensione consentita dallo strumento, a scelta del candidato. 2. Una composizione di autore dei sec. XVI, XVII, XVIII, tratte dal repertorio originale per liuto, vihuela o chitarra antica. 3. Due studi di autori diversi fra quelli sotto elencati a scelta del candidato, con l obbligo di uno di Sor; SOR Op. 6 nn. 1, 2, 8; op. 31 nn. 16, 19, 20, 21; Op. 35 nn. 13, 17, 22; GIULIANI op. 50, 111, 148; 4. Una composizione di media difficoltà di autori del sec. XIX (De Call, Carulli, Matiegka, Mertz, Molino, Paganini, Gragnani, ecc.) 5. Una composizione tratta dal repertorio del primo 900 o contemporanea

19 Pagina 19 di 153 CLASSE V CHITARRA 1) Conoscenza ed applicazione della tecnica strumentale di base Sviluppo ed applicazione autonoma e ragionata della diteggiatura anche nelle figurazioni più complesse; Ulteriore sviluppo della tecnica dell'arpeggio con basi armoniche più complesse; Sviluppo e applicazione delle scale con cambi di posizione in tutte le tonalità (ditegg. Segovia); Conoscenza e uso delle scale a note doppie nelle tonalità più agevoli (almeno 4); Sviluppo dell indipendenza e allargamento delle dita della mano sinistra con diteggiature pù complesse anche su posizioni accordali; Sviluppo della conoscenza autonoma e ragionata sulla tastiera delle varie posizioni disponibili; Ulteriore sviluppo, conoscenza e uso degli accordi più complessi su tutta la tastiera; Sviluppo e controllo delle legature e degli abbellimenti più complessi su tutta la tastiera; Ulteriore sviluppo e uso del barrè su tutta la tastiera con diteggiature più complesse; Conoscenza e uso approfondito, con diversità di tocco, delle scelte dinamiche e timbriche 2) Capacità di lettura, comprensione ed interpretazione del linguaggio musicale Conoscenza delle note su tutta la tastiera; Letture musicali con figurazioni più complesse; Sviluppo della conoscenza delle tonalità di base, accordi e loro concatenazioni; Saper eseguire composizioni polifoniche di media difficoltà; Sviluppo capacità di analisi formale di base e uso corretto del fraseggio; Saper interpretare con scelte timbriche, agogiche e dinamiche le varie voci di un brano polifonico; M.GIULIANI 120 Arpeggi dal Metodo op.1 tutti Studio di brani tratti dalle seguenti opere: M.GIULIANI Studi op. 111; F.SOR 10 Studi nella raccolta Sor-Segovia M.CARCASSI 25 Studi op. 60 D.AGUADO Metodo Studi L.BROUWER Studi semplici 2 e 3 volume N.PAGANINI Alcuni brani F.TARREGA Alcuni brani facili M.M.PONCE Preludi H.VILLA-LOBOS Preludi Altri metodi o studi di pari livello e validità didattica; Musica antica, alcuni brani; Musica contemporanea e del 900, alcuni brani;

20 Pagina 20 di 153 CLASSE I CHITARRA ELETTRICA (1 strumento) Acquisizione della conoscenza della tastiera e del suo meccanismo. Acquisizione della corretta plettrata (alternate picking). Capacità di esecuzione di accordi semplici e applicazione su alcuni brani. Capacità di eseguire scale maggiori in tutte le tonalità, su tutta la tastiera della chitarra e patterns diatonici di approfondimento. Capacità di eseguire scale pentatoniche e scale blues in tutte le tonalità, su tutta la tastiera e patterns di approfondimento. Capacità di eseguire un blues nella sua forma di base in tutte le tonalità e di eseguire un assolo utilizzando la scala pentatonica e la scala blues. Acquisizione delle tecniche caratteristiche della chitarra rock, pop, blues quali bending, hammer-on, pull-off, glissato e vibrato. Acquisizione di licks blues e applicazione per lo sviluppo del linguaggio. Capacità di lettura ed esecuzione di patterns ritmico-melodici e di brani semplici. (Figura più breve: croma) Dispense fornite dal docente riguardanti gli aspetti tecnici e teorici necessari al raggiungimento degli obiettivi di cui sopra. -Esecuzione a un tempo lento di una scala maggiore, su tutta la tastiera e in tutte le 5 posizioni (positions playing) in una tonalità a scelta della commissione. -Esecuzione a un tempo lento di una scala pentatonica, su tutta la tastiera e in tutte e 5 le posizioni in una tonalità a scelta della commissione. -Esecuzione di un blues in una tonalità a scelta della commissione, suonando 1 chorus di accompagnamento, 2 chorus di assolo utilizzando la scala pentatonica nella giusta tonalità. -Esecuzione di una brano a scelta tra: For you blue (G.Harrison) Stand by me (J.Lennon) Layla (E.Clapton) Mack the knife (K.Weill) Tune Up (M.Davis) Jo Jo Calipso (J. Nadel) Mo better blues (S.Lee) Little Wing (J.Hendrix) Breezin' (G.Benson) Ciascuno di questi brani dovrà essere suonato nel seguente modo: esecuzione del tema, 2 chorus di assolo mediante scale maggiori o pentatoniche nella giusta tonalità, 1 chorus di accompagnamento. Gli allievi dovranno presentarsi muniti di base musicale in formato MIDI o audio. (Per reperirla si può chiedere al docente)

21 Pagina 21 di 153 CLASSE I CHITARRA ELETTRICA (2 strumento) Acquisizione della conoscenza della tastiera e del suo meccanismo. Acquisizione della corretta plettrata (alternate picking). Capacità di esecuzione di accordi semplici e applicazione su alcuni brani. Capacità di eseguire scale maggiori in tutte le tonalità, su tutta la tastiera della chitarra e patterns diatonici di approfondimento. Capacità di eseguire scale pentatoniche e scale blues in tutte le tonalità, su tutta la tastiera e patterns di approfondimento. Capacità di eseguire un blues nella sua forma di base in tutte le tonalità e di eseguire un assolo utilizzando la scala pentatonica e la scala blues. Acquisizione delle tecniche caratteristiche della chitarra rock, pop, blues quali bending, hammer-on, pull-off, glissato e vibrato. Capacità di lettura ed esecuzione di patterns ritmico-melodici e di brani semplici. (Figura più breve: croma) Dispense fornite dal docente riguardanti gli aspetti tecnici e teorici necessari al raggiungimento degli obiettivi di cui sopra. -Esecuzione a un tempo lento di una scala maggiore, su tutta la tastiera e in tutte le 5 posizioni in una tonalità a scelta della commissione. -Esecuzione a un tempo lento di una scala pentatonica, su tutta la tastiera e in tutte e 5 le posizioni in una tonalità a scelta della commissione. -Esecuzione di un blues in una tonalità a scelta della commissione, suonando 1 chorus di accompagnamento 2 chorus di assolo utilizzando la scala pentatonica nella giusta tonalità. -Esecuzione di una brano a scelta tra: For you blue (G.Harrison) Stand by me (J.Lennon) Mack the knife (K.Weill) Jo jo calipso (J.Nadel) Mo better blues (S.Lee) Little Wing (J.Hendrix) Ciascuno di questi brani dovrà essere suonato nel seguente modo: esecuzione del tema, 2 chorus di assolo mediante scale maggiori o pentatoniche nella giusta tonalità, 1 chorus di accompagnamento. Gli allievi dovranno presentarsi muniti di base musicale in formato MIDI o audio. (Per reperirla si può chiedere al docente)

22 Pagina 22 di 153 CLASSE II CHITARRA ELETTRICA (1 strumento) Acquisizione della conoscenza dei centri tonali maggiori nell'analisi armonica di un brano semplice e conseguente applicazione delle scale apprese durante l'anno precedente in un assolo. Conoscenza e applicazione degli arpeggi Maj7, m7, 7 e semidiminuiti ed esercizi di approfondimento in tutte le tonalità Conoscenza dei centri tonali minori. Conoscenza delle scale minori armoniche in tutte le tonalità e applicazione su brani con centri tonali minori. Conoscenza della bossa nova e dei ritmi latini. Capacità di lettura ed esecuzione di patterns ritmico-melodici e di brani semplici di difficoltà progressiva. Conoscenza delle scale modali. Capacità di eseguire un assolo su un brano semplice pop,rock,jazz,blues. Dispense fornite dal docente riguardanti gli aspetti tecnici e teorici necessari al raggiungimento degli obiettivi di cui sopra. -Esecuzione di una scala minore armonica su tutta la tastiera in una tonalità scelta dalla commissione in tutte e 5 le posizioni. -Esecuzione di un arpeggio (Maj7, m7, 7) su tutta la tastiera in una tonalità a scelta dalla commisione in tutte e 5 le posizioni -Esecuzione di un brano a scelta tra: El farol (C.Santana) Autumn Leaves (J.Kern) Fly me to the moon (B.Howard) Fragile (Sting) Hotel California (Eagles) Black Orpheus (L.Bonfa) Summertime (G.Gershwin) Blue bossa (K.Dhoram) For the Love of God (S.Vai) Ciascuno di questi brani dovrà essere suonato nel seguente modo: esecuzione del tema, 1 chorus di assolo mediante scale maggiori e/o minori armoniche nella giusta tonalità, 1 chorus di accompagnamento. Gli allievi dovranno presentarsi muniti di base musicale in formato MIDI o audio. (Per reperirla si può chiedere al docente)

23 Pagina 23 di 153 CLASSE II CHITARRA ELETTRICA (2 strumento) Acquisizione della conoscenza dei centri tonali maggiori nell'analisi armonica di un brano semplice e conseguente applicazione delle scale apprese durante l'anno precedente in un assolo. Conoscenza e applicazione degli arpeggi Maj7, m7, 7 ed esercizi di approfondimento in tutte le tonalità Conoscenza dei centri tonali minori. Conoscenza delle scale minori armoniche in tutte le tonalità e applicazione su brani con centri tonali minori. Capacità di lettura ed esecuzione di patterns ritmico-melodici e di brani semplici di difficoltà progressiva. Conoscenza delle scale modali. Capacità di eseguire un assolo su un brano semplice pop,rock,jazz,blues. Dispense fornite dal docente riguardanti gli aspetti tecnici e teorici necessari al raggiungimento degli obiettivi di cui sopra. -Esecuzione di una scala minore armonica su tutta la tastiera in una tonalità scelta dalla commissione in tutte e 5 le posizioni. -Esecuzione di un arpeggio (Maj7, m7, 7) su tutta la tastiera in una tonalità a scelta dalla commisione in tutte e 5 le posizioni -Esecuzione di un brano a scelta tra: El farol (C.Santana) Autumn Leaves(J.Kern) Fragile(Sting) Black Orpheus Summertime (Gershwin) Ciascuno di questi brani dovrà essere suonato nel seguente modo: esecuzione del tema, 1 chorus di assolo mediante scale maggiori e/o minori armoniche nella giusta tonalità, 1 chorus di accompagnamento. Gli allievi dovranno presentarsi muniti di base musicale in formato MIDI o audio. (Per reperirla si può chiedere al docente)

24 Pagina 24 di 153 CLASSE III CHITARRA ELETTRICA (1 strumento) Conoscenza e applicazione degli arpeggi alterati in tutte le tonalità Conoscenza delle triadi e delle tetradi e loro applicazione in tutte le tonalità Capacità di esecuzione di alcuni standard jazz, brani pop, blues o rock con centri tonali misti dimostrando una buona capacità nell'accompagnamento, nell'esposizione del tema e nell'assolo. Conoscenza degli accordi Maj7, m7, 7, semidiminuiti, diminuiti e alterati su 4 posizioni in tutti i suoi rivolti su due set di corde. Dispense fornite dal docente riguardanti gli aspetti tecnici e teorici necessari al raggiungimento degli obiettivi di cui sopra. -Esecuzione di una triade o quadriade su tutta la tastiera in tutte e 5 le posizioni in una tonalità scelta dalla commissione. -Esecuzione di un accordo Maj7, m7, 7, semidiminuito, diminuito o alterato scelto dalla commissione su 4 posizioni in tutti i suoi rivolti su due set di corde. -Esecuzione di due brani a scelta tra: All the things you are (J.Kern) Tears in heaven (E.Clapton) My little boat (R. Menescal) Girl from Ipanema (A.C.Jobim) Desafinado( A.C. Jobim) Human Nature (S.Porcaro-J.Bettis) Weekend in L.A. (G.Benson) Private Investigation (M.Knopfler) (assolo sulla struttura armonica del tema) Ciascuno di questi brani dovrà essere suonato nel seguente modo: esecuzione del tema, 1 o 2 chorus di assolo (a seconda della lunghezza della struttura armonica del brano) mediante scale maggiori e/o minori armoniche, arpeggi e triadi nella giusta tonalità, 1 chorus di accompagnamento. Gli allievi dovranno presentarsi muniti di base musicale in formato MIDI o audio. (Per reperirla si può chiedere al docente)

25 Pagina 25 di 153 CLASSE III CHITARRA ELETTRICA (2 strumento) Conoscenza e applicazione degli arpeggi semidiminuiti Conoscenza delle triadi e delle tetradi e loro applicazione in tutte le tonalità Capacità di esecuzione di alcuni standard jazz, brani pop, blues o rock con centri tonali misti dimostrando una buona capacità nell'accompagnamento, nell'esposizione del tema e nell'assolo. Conoscenza degli accordi Maj7, m7, 7 su 4 posizioni in tutti i suoi rivolti su due set di corde. Conoscenza e applicazione delle estensioni armoniche (9,11,13) Dispense fornite dal docente riguardanti gli aspetti tecnici e teorici necessari al raggiungimento degli obiettivi di cui sopra. -Esecuzione di una triade o quadriade su tutta la tastiera in tutte e 5 le posizioni in una tonalità scelta dalla commissione. -Esecuzione di un accordo Maj7, m7, 7 scelto dalla commissione su 4 posizioni in tutti i suoi rivolti in un set di corde a scelta dell'allievo. -Esecuzione di due brani a scelta tra: All the things you are (J.Kern) Tears in heaven (E.Clapton) My little boat (R. Menescal) Girl from Ipanema (A.C.Jobim) Desafinado( A.C. Jobim) Human Nature (S.Porcaro-J.Bettis) Weekend in L.A. (G.Benson) Ciascuno di questi brani dovrà essere suonato nel seguente modo: esecuzione del tema, 1 o 2 chorus di assolo (a seconda della lunghezza della struttura armonica del brano) mediante scale maggiori e/o minori armoniche, arpeggi e triadi nella giusta tonalità, 1 chorus di accompagnamento. Gli allievi dovranno presentarsi muniti di base musicale in formato MIDI o audio. (Per reperirla si può chiedere al docente)

ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE Strumento I (Pianoforte)

ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE Strumento I (Pianoforte) ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE Strumento I (Pianoforte) ARTICOLAZIONE Ambito tecnico esecutivo A. Acquisire una adeguata consapevolezza corporea nell approccio allo strumento. B. Acquisire una significativa

Dettagli

Settore disciplinare Esecuzione e interpretazione

Settore disciplinare Esecuzione e interpretazione Settore disciplinare Esecuzione e interpretazione Insegnamento: Scuola Principale Chitarra La formazione strumentale si articolerà nei seguenti ambiti formativi per ciascun livello: tecnica repertorio

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO PIANOFORTE I LIVELLO

PROGRAMMA FORMATIVO PIANOFORTE I LIVELLO Associazione Culturale Istituzione di alta cultura PROGRAMMA FORMATIVO PIANOFORTE I LIVELLO Conoscenza basilare dello strumento. Impostazione ed elementi fondamentali di tecnica. Impostazione della corretta

Dettagli

CHITARRA. PRIMO CICLO [3 livelli] Obiettivi formativi. Competenze da acquisire

CHITARRA. PRIMO CICLO [3 livelli] Obiettivi formativi. Competenze da acquisire CHITARRA Il presente programma, adottato dall Accademia Musicale Studio Musica, è quello previsto dal Conservatorio B. Marcello di Venezia con il quale l Accademia è convenzionata. Per l'ammissione al

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2013/2014 ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE PIANOFORTE 1 A CURA DEL RESPONSABILE DELL AMBITO Prof.ssa Gloria Mazzi L ambito disciplinare ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE (PIANOFORTE,) STABILISCE CHE: 1. i

Dettagli

FORMAZIONE PRE-ACCADEMICA PROGRAMMA DI STUDIO DEL CORSO DI PRATICA E LETTURA PIANISTICA (PIANOFORTE-SECONDO STRUMENTO) CORSO QUADRIENNALLE

FORMAZIONE PRE-ACCADEMICA PROGRAMMA DI STUDIO DEL CORSO DI PRATICA E LETTURA PIANISTICA (PIANOFORTE-SECONDO STRUMENTO) CORSO QUADRIENNALLE FORMAZIONE PRE-ACCADEMICA PROGRAMMA DI STUDIO DEL CORSO DI PRATICA E LETTURA PIANISTICA (PIANOFORTE-SECONDO STRUMENTO) CORSO QUADRIENNALLE Obiettivi del Corso Acquisizione delle abilità tecniche di base

Dettagli

CURRICOLO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: STRUMENTO CLASSI 1^-2^-3^

CURRICOLO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: STRUMENTO CLASSI 1^-2^-3^ CURRICOLO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DISCIPLINA: STRUMENTO CLASSI 1^-2^-3^ Nucleo fondante: COMPRENSIONE DEL LINGUAGGIO MUSICALE E PRATICA STRUMENTALE Conoscenze L insegnamento strumentale

Dettagli

ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE STRUMENTO: PIANOFORTE (PRIMO BIENNIO) PRIMO STRUMENTO

ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE STRUMENTO: PIANOFORTE (PRIMO BIENNIO) PRIMO STRUMENTO Istituto Istruzione Superiore P.Gobetti di Omegna Liceo Musicale Anno Scolastico 2013-2014 Docente: Prof.ssa Renata Sacchi ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE STRUMENTO: PIANOFORTE (PRIMO BIENNIO) PRIMO STRUMENTO

Dettagli

C O M P O S I Z I O N E

C O M P O S I Z I O N E Pagina 1 di 6 scuola di C O M P O S I Z I O N E corso tradizionale PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI PROMOZIONE dei CORSI COMPLEMENTARI TEORIA SOLFEGGIO E DETTATO MUSICALE PROMOZIONE AL 2 ANNO DEL CORSO Lettura

Dettagli

LICEO STATALE TERESA CICERI DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - PIANOFORTE

LICEO STATALE TERESA CICERI DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - PIANOFORTE LICEO MUSICALE DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - PIANOFORTE COMPETENZE E CONOSCENZE DISCIPLINARI I BIENNIO Competenze Utilizza il lessico specifico relativo allo strumento. Produce eventi musicali

Dettagli

I.I.S. C. MARCHESI. Piano Annuale di Lavoro

I.I.S. C. MARCHESI. Piano Annuale di Lavoro Pag. 1 di ANNO SCOLASTICO 201/201 PIANO ANNUALE DI LAVORO INSEGNANTE Marco Pavin CL. 3 SEZ. BM MATERIA Chitarra 1 strumento 1) PROFILO INIZIALE DELLA CLASSE a) comportamento partecipazione Il gruppo che

Dettagli

CORSO PREACCADEMICO di ORGANO e COMPOSIZIONE ORGANISTICA

CORSO PREACCADEMICO di ORGANO e COMPOSIZIONE ORGANISTICA CORSO PREACCADEMICO di ORGANO e COMPOSIZIONE ORGANISTICA PROGRAMMA DI ORGANO La durata complessiva del corso è di 8 anni divisi in 3 livelli: LIVELLO A (3 anni), LIVELLO B (2 anni), LIVELLO C (3 anni).

Dettagli

SCUOLA DI ORGANO E COMPOSIZIONE ORGANISTICA

SCUOLA DI ORGANO E COMPOSIZIONE ORGANISTICA 1 SCUOLA DI Esami ministeriali: I Programma degli Esami di Compimento del Periodo Inferiore A) Prove di pianoforte: a) Esecuzione di uno studio estratto a sorte fra i seguenti, del Gradus di Clementi:

Dettagli

II LIVELLO. . Le lezioni individuali, del II Livello, si terranno ad orario e giorno stabilito, in base alla. III e IV LIVELLO

II LIVELLO. . Le lezioni individuali, del II Livello, si terranno ad orario e giorno stabilito, in base alla. III e IV LIVELLO Associazione Culturale Istituzione di alta cultura Programma Didattico Formativo Chitarra I LIVELLO Obiettivi formativi: Conoscenza basilare dello strumento nelle sue principali componenti. Impostazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE PIANOFORTE anno scolastico 2010/2011

PROGRAMMAZIONE PIANOFORTE anno scolastico 2010/2011 Istituto Comprensivo SOLARI Albino (BG) Scuola Secondario di I grado Materia: Pianoforte Docente: Maestro Paolo Rinaldi PROGRAMMAZIONE PIANOFORTE anno scolastico 2010/2011 OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2013/2014 ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE PIANOFORTE 2 A CURA DEL RESPONSABILE DELL AMBITO Prof.ssa Gloria Mazzi L ambito disciplinare ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE (PIANOFORTE,) STABILISCE CHE: 1. i

Dettagli

CLASSE I -II. Conoscenza delle posizioni/diteggiature e sviluppo di una funzionale tecnica digitale. Saper eseguire esercizi tecnici (colpi

CLASSE I -II. Conoscenza delle posizioni/diteggiature e sviluppo di una funzionale tecnica digitale. Saper eseguire esercizi tecnici (colpi Tecnica -Il braccio e la mano destra -La produzione del suono -I colpi d arco chiave -La mano sinistra ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI ALESSANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DEL CORSO DI VIOLINO (I II III

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI STRUMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI STRUMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CREAZZO CURRICOLO DI STRUMENTO ASPETTI FORMATIVI L'insegnamento strumentale costituisce integrazione interdisciplinare ed arricchimento dell'insegnamento obbligatorio dell'educazione

Dettagli

PROF. CARLO SPARANO MATERIA: MUSICA CLASSE 2 E AD INDIRIZZO MUSICALE DATA DI PRESENTAZIONE: 30-11-2013

PROF. CARLO SPARANO MATERIA: MUSICA CLASSE 2 E AD INDIRIZZO MUSICALE DATA DI PRESENTAZIONE: 30-11-2013 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. CARLO SPARANO MATERIA: MUSICA CLASSE 2 E AD INDIRIZZO MUSICALE DATA DI PRESENTAZIONE: 30-11-2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA

Dettagli

PARTE PRIMA: APPROCCIO AI FONDAMENTI BASILARI DELLA MUSICA ED ALLO STRUMENTO

PARTE PRIMA: APPROCCIO AI FONDAMENTI BASILARI DELLA MUSICA ED ALLO STRUMENTO PROGRAMMA DI BASSO PARTE PRIMA: APPROCCIO AI FONDAMENTI BASILARI DELLA MUSICA ED ALLO STRUMENTO Concetti basilari di teoria musicale Note naturali ed alterazioni, conoscenza della scala naturale di do.

Dettagli

VIOLA/VIOLINO: OFFERTA DIDATTICA PIANI DI STUDIO

VIOLA/VIOLINO: OFFERTA DIDATTICA PIANI DI STUDIO VIOLA/VIOLINO: OFFERTA DIDATTICA PIANI DI STUDIO VIOLA PRIMO PERIODO SECONDO PERIODO (durata 2 anni) TERZO PERIODO AREE FORMATIVE INSEGNAMENTI ORE ANNUE ORE ANNUE ORE ANNUE ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE MUSICALE DI BASE CHITARRA

CORSI DI FORMAZIONE MUSICALE DI BASE CHITARRA CORSI DI FORMAZIONE MUSICALE DI BASE CHITARRA PROGRAMMI E INFORMAZIONI SU ESAMI DI AMMISSIONE AI CORSI DI BASE PROMOZIONE E PASSAGGIO PER FASCIA PROPEDEUTICA E PER I E II GRADO COMPIMENTO DI PRIMO GRADO

Dettagli

ESAMI DI PROMOZIONE CORSI COMPLEMENTARI

ESAMI DI PROMOZIONE CORSI COMPLEMENTARI ESAMI DI PROMOZIONE CORSI COMPLEMENTARI Armonia complementare Prova scritta unica divisa in due parti: a) basso senza numeri con modulazioni, triadi, settime di tutte le specie e none di dominante b) analisi

Dettagli

Corso di Diploma Accademico di Pianoforte

Corso di Diploma Accademico di Pianoforte Corso di Diploma Accademico di Pianoforte vecchio ordinamento ad esaurimento (per gli iscritti fino all A.A.2009/10) Programmi degli esami di Conferma e Promozione con allegate note esplicative* approvati

Dettagli

FLAUTO DOLCE I I biennio

FLAUTO DOLCE I I biennio FLAUTO DOLCE I I biennio OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO ABILITÀ CONOSCENZE (REPERTORIO DI RIFERIMENTO) 1. Acquisire una postura eretta e rilassata ma A. Acquisire una adeguata consapevolezza corporea

Dettagli

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA CORSO PRE-ACCADEMICO DI LETTURA DELLA PARTITURA

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA CORSO PRE-ACCADEMICO DI LETTURA DELLA PARTITURA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Alta Formazione Artistica e Musicale CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI CORSO PRE-ACCADEMICO DI

Dettagli

scuola di V I O L A corso tradizionale PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI PROMOZIONE dei CORSI COMPLEMENTARI TEORIA SOLFEGGIO E DETTATO MUSICALE

scuola di V I O L A corso tradizionale PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI PROMOZIONE dei CORSI COMPLEMENTARI TEORIA SOLFEGGIO E DETTATO MUSICALE Pagina 1 di 5 scuola di V I O L A corso tradizionale PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI PROMOZIONE dei CORSI COMPLEMENTARI TEORIA SOLFEGGIO E DETTATO MUSICALE Lettura di un solfeggio parlato, a prima vista, nelle

Dettagli

pag. 1 Corsi pre-accademici

pag. 1 Corsi pre-accademici pag. 1 Prova attitudinale di ammissione ai corsi pre-accademici Prova attitudinale collettiva di ascolto basata essenzialmente sul riconoscimento di differenze tra brevi frasi musicali. Prova individuale

Dettagli

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Alta Formazione Artistica e Musicale CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI CORSO PREACCADEMICO PROGRAMMA

Dettagli

ORGANO. Livello e Anno di Corso Programma Esame

ORGANO. Livello e Anno di Corso Programma Esame Modulistica per Corsi di Base - Interpretazione ed Esecuzione per tutti gli Strumenti Strumento ORGANO Livello e Anno di Corso Programma Esame A I Corso (1 gruppo) Metodi Lebert e Stark: metodo per il

Dettagli

Allegato 1 alla Delibera del Consiglio Accademico n. 03 del 2014 Corsi di Formazione Pre-Accademica Programmi d esame di Certificazione di competenza

Allegato 1 alla Delibera del Consiglio Accademico n. 03 del 2014 Corsi di Formazione Pre-Accademica Programmi d esame di Certificazione di competenza Allegato 1 alla Delibera del Consiglio Accademico n. 03 del 2014 Corsi di Formazione Pre-Accademica Programmi d esame di Certificazione di competenza Programmi vigenti Testo approvato e/o modificato Disciplina

Dettagli

Insegnamento: PIANOFORTE (Settore disciplinare: Prassi esecutiva e repertori)

Insegnamento: PIANOFORTE (Settore disciplinare: Prassi esecutiva e repertori) Insegnamento: PIANOFORTE (Settore disciplinare: Prassi esecutiva e repertori) N.B. Per tutti i cicli: 1. La Commissione può richiedere l'esecuzione senza ritornello, qualora lo ritenga necessario. 2. Almeno

Dettagli

Corso Propedeutico AFAM SCUOLA DI CLAVICEMBALO

Corso Propedeutico AFAM SCUOLA DI CLAVICEMBALO Corso Propedeutico AFAM SCUOLA DI CLAVICEMBALO Programma di Ammissione Si accede con l esame di compimento del Corso Base. o 1. Esecuzione di una scala ed un arpeggio 2. Esecuzione di uno studio a scelta

Dettagli

PERIODO: Competenze: conoscenze e abilità da conseguire. Obiettivi specifici di apprendimento. Esame di verifica delle competenze acquisite

PERIODO: Competenze: conoscenze e abilità da conseguire. Obiettivi specifici di apprendimento. Esame di verifica delle competenze acquisite PERIODO: DISCIPLINA: II Lettura della partitura Obiettivi specifici di apprendimento Competenze: conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Esame di verifica delle competenze acquisite La

Dettagli

Corso Propedeutico AFAM SCUOLA DI ORGANO

Corso Propedeutico AFAM SCUOLA DI ORGANO Corso Propedeutico AFAM SCUOLA DI ORGANO Programma di Ammissione Pianoforte - sei scale maggiori con relative minori per moto parallelo a 3/4 ottave - arpeggi di tre suoni a 2 ottave - quattro studi di

Dettagli

PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI AMMISSIONE ALLE CLASSI PRIME

PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI AMMISSIONE ALLE CLASSI PRIME ISTITUTO MAGISTRALE STATALE REGINA MARGHERITA P. TTA SS. SALVATORE, 1 90134 - PALERMO LICEO MUSICALE E COREUTICO - SEZIONE MUSICALE PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI ALLE CLASSI PRIME PER L ANNO SCOLASTICO 2016/2017

Dettagli

Insegnamento: PIANOFORTE (Settore disciplinare: Prassi esecutiva e repertori)

Insegnamento: PIANOFORTE (Settore disciplinare: Prassi esecutiva e repertori) Insegnamento: PIANOFORTE (Settore disciplinare: Prassi esecutiva e repertori) I Ciclo N.B. Per tutti i cicli: 1. La Commissione può richiedere l'esecuzione senza ritornello, qualora lo ritenga necessario.

Dettagli

Settore disciplinare Esecuzione e interpretazione

Settore disciplinare Esecuzione e interpretazione Insegnamento: Scuola Principale trombone Settore disciplinare Esecuzione e interpretazione La formazione strumentale si articolerà nei seguenti ambiti formativi: Livello A: Tecnica Repertorio Educazione

Dettagli

TEST D'INGRESSO PER LA VERIFICA DI DEBITI FORMATIVI - sessione autunnale 2014 -

TEST D'INGRESSO PER LA VERIFICA DI DEBITI FORMATIVI - sessione autunnale 2014 - MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITÀ E RICERCA CONSERVATORIO DI MUSICA LUCIO CAMPIANI ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE Via della Conciliazione 33 46100 Mantova Italia tel. +39 0376 324636 fax +39

Dettagli

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA

CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Alta Formazione Artistica e Musicale CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA BRUNO MADERNA ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI CORSO PREACCADEMICO PROGRAMMA

Dettagli

VIOLINO. CORSI PREACCADEMICI Programmi dei livelli A, B,C.

VIOLINO. CORSI PREACCADEMICI Programmi dei livelli A, B,C. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ALTA FORMAZIONE ARTISTICA, MUSICALE E COREUTICA ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA LATINA CORSI PREACCADEMICI

Dettagli

1 periodo (1 e 2 anno)

1 periodo (1 e 2 anno) CONSERVATORIO DI MUSICA DI STATO Antonio Scontrino TRAPANI Programma di studio del 1 periodo CORSI PRE-ACCADEMICI Discipline integrative LETTURA DELLA PARTITURA 1 periodo (1 e 2 anno) 1) Facili studi ed

Dettagli

ISCRIVERSI AL LICEO MUSICALE: COME FARE

ISCRIVERSI AL LICEO MUSICALE: COME FARE ISCRIVERSI AL LICEO MUSICALE: COME FARE NOVEMBRE 2014 1 L IDONEITA Il Decreto istitutivo dei Licei Musicali prevede che possano iscriversi al Liceo Musicale solo gli studenti di III media che abbiano superato

Dettagli

VIOLINO I I biennio. posturale e di rilassamento. 2. Acquisire le tecniche specifiche.

VIOLINO I I biennio. posturale e di rilassamento. 2. Acquisire le tecniche specifiche. VIOLINO I I biennio OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO ABILITÀ CONOSCENZE (REPERTORIO DI RIFERIMENTO) 1. Acquisire tecniche di consapevolezza corporea, Il programma utilizzerà esercizi tecnici, studi

Dettagli

LICEO MUSICALE. Esame di Ammissione al primo anno

LICEO MUSICALE. Esame di Ammissione al primo anno LICEO MUSICALE Esame di Ammissione al primo anno L'ammissione alla classe I del liceo musicale è subordinata al superamento di una prova finalizzata alla verifica del possesso di attitudini e/o abilità

Dettagli

CORSI PREACCADEMICI programmi di studio e d esame Scuola di CHITARRA

CORSI PREACCADEMICI programmi di studio e d esame Scuola di CHITARRA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE Conservatorio Statale di Musica Lorenzo Perosi Campobasso Viale Principe di Piemonte, 2/A Tel. 0874 90041-0874

Dettagli

SCUOLA DI VIOLINO. Esami ministeriali: I Programma degli Esami di Compimento del Periodo Inferiore

SCUOLA DI VIOLINO. Esami ministeriali: I Programma degli Esami di Compimento del Periodo Inferiore 1 Esami ministeriali: Programma degli Esami di Compimento del Periodo nferiore 1. a) Esecuzione di uno studio di Kreutzer estratto 24 ore prima dell'esame fra tutti quelli a corde semplici; b) esecuzione

Dettagli

CONSERVATORIO DI MUSICA G. MARTUCCI SALERNO

CONSERVATORIO DI MUSICA G. MARTUCCI SALERNO Ministero dell Università e della Ricerca Alta Formazione Artistica e Musicale CONSERVATORIO DI MUSICA G. MARTUCCI SALERNO Sedelegale:viaS.DeRenzi,62384123Salerno tel.089241086308923197730892377133fax0892582440

Dettagli

CORSI PREACCADEMICI programmi di studio e d esame Scuola di ORGANO

CORSI PREACCADEMICI programmi di studio e d esame Scuola di ORGANO CORSI PREACCADEMICI programmi di studio e d esame Scuola di ORGANO ESAME DI AMMISSIONE AL I LIVELLO DI COMPETENZA: 1) Verifica, con semplici test estemporanei, dell orecchio musicale e del senso ritmico

Dettagli

1 periodo (1 e 2 anno)

1 periodo (1 e 2 anno) CONSERVATORIO DI MUSICA DI STATO Antonio Scontrino TRAPANI Programma di studio del 1 periodo CORSO PRE-ACCADEMICO PIANOFORTE 1 periodo (1 e 2 anno) 1) Facili studi ed esercizi tratti dalle principali raccolte

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE MUSICALE DI BASE ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE STRUMENTO PRINCIPALE: FLAUTO

CORSO DI FORMAZIONE MUSICALE DI BASE ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE STRUMENTO PRINCIPALE: FLAUTO Conservatorio di Musica Jacopo Tomadini UDINE CORSO DI FORMAZIONE MUSICALE DI BASE ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE STRUMENTO PRINCIPALE: FLAUTO Durata complessiva 8 anni divisi in 3 livelli: A (3 anni),

Dettagli

LABORATORI AFFERENTI AL DIPARTIMENTO DI MUSICA ANTICA - PROGRAMMI (in collaborazione con l Associazione Schola Palatina )

LABORATORI AFFERENTI AL DIPARTIMENTO DI MUSICA ANTICA - PROGRAMMI (in collaborazione con l Associazione Schola Palatina ) LABORATORI AFFERENTI AL DIPARTIMENTO DI MUSICA ANTICA - PROGRAMMI (in collaborazione con l Associazione Schola Palatina ) Junior (per bambini da quattro a sei anni) CLAVICEMBALO E BASSO CONTINUO Musica,

Dettagli

Programma di studio per la scuola di. Violino

Programma di studio per la scuola di. Violino Programma di studio per la scuola di Violino Articolazione temporale: Periodo inferiore: 5 anni Periodo medio: 3 anni Periodo superiore: 2 anni Corsi complementari con esame finale: SOLFEGGIO nei primi

Dettagli

Programma di studio per la scuola di. Pianoforte Principale

Programma di studio per la scuola di. Pianoforte Principale Programma di studio per la scuola di Pianoforte Principale CORSO PREPARATORIO (anni prova) A) METODI E LIBRI DI TECNICA: 1) AUTORI VARI - Metodo russo 2) BASTIEN - Livello Primo 3) VACCA - Musigatto (livello

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA Esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri; fa uso di forme di notazione analogiche

Dettagli

BIENNIO SPERIMENTALE II LIVELLO PROGRAMMI ESAMI DI AMMISSIONE

BIENNIO SPERIMENTALE II LIVELLO PROGRAMMI ESAMI DI AMMISSIONE BIENNIO SPERIMENTALE II LIVELLO PROGRAMMI ESAMI DI AMMISSIONE Arpa Percorso di approfondimento generale Esecuzione di uno studio, a scelta del candidato, fra gli 8 grandi studi di W. Posse (escl. i nn.

Dettagli

LICEO MUSICALE MARGHERITA DI SAVOIA - NAPOLI ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE. PIANOFORTE (1 strumento) PROGRAMMA 1 ANNO

LICEO MUSICALE MARGHERITA DI SAVOIA - NAPOLI ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE. PIANOFORTE (1 strumento) PROGRAMMA 1 ANNO LICEO MUSICALE MARGHERITA DI SAVOIA - NAPOLI ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE PIANOFORTE (1 strumento) PROGRAMMA 1 ANNO 1) Scale maggiori per moto retto a 2 ottave 2) Arpeggi sui tasti bianchi (da B. Cesi

Dettagli

LICEO STATALE TERESA CICERI DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - CLARINETTO

LICEO STATALE TERESA CICERI DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - CLARINETTO LICEO MUSICALE DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - CLARINETTO COMPETENZE E CONOSCENZE DISCIPLINARI PRIMO BIENNIO Utilizza il lessico specifico relativo allo strumento. corporeo, controllo della

Dettagli

Piano di lavoro annuale

Piano di lavoro annuale Istituto Comprensivo Selvazzano Dentro 2 Scuola Secondaria di Primo Grado Melchiorre Cesarotti Piano di lavoro annuale Anno Scolastico 2014/2015 Prof. ELISABETTA BETTIO Materia: STRUMENTO MUSICALE - PIANOFORTE

Dettagli

PIANOFORTE disciplina principale

PIANOFORTE disciplina principale CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA G. NICOLINI di PIACENZA Istituto di Alta Cultura Dipartimento degli Strumenti a tastiera disciplina principale Corso di fascia pre-accademica Esami di certificazione del

Dettagli

Un preludio e un tempo a scelta da una delle sei Suites per violoncello solo di Bach Primo tempo di un concerto a scelta da Haydn in poi

Un preludio e un tempo a scelta da una delle sei Suites per violoncello solo di Bach Primo tempo di un concerto a scelta da Haydn in poi Composizione Coloro che non risultano in possesso del Diploma di Composizione tradizionale o sperimentale, o del compimento medio di Composizione, sono tenuti a sottoporre alla commissione esaminatrice:

Dettagli

Programmazione annuale Violoncello

Programmazione annuale Violoncello I.C. Boville Ernica Corso ad indirizzo musicale a.s. 2015/2016 Programmazione annuale Violoncello Docente: Gabriele Bassi CLASSE: II A CLASSE: II B CLASSE: II C 1. Analisi della situazione di partenza

Dettagli

LICEO STATALE LAURA BASSI - BOLOGNA ESAMI DI IDONEITÀ E INTEGRATIVI

LICEO STATALE LAURA BASSI - BOLOGNA ESAMI DI IDONEITÀ E INTEGRATIVI LICEO STATALE LAURA BASSI - BOLOGNA ESAMI DI IDONEITÀ E INTEGRATIVI LICEO MUSICALE «LUCIO DALLA» Indicazioni di programma per la disciplina "Esecuzione e interpretazione" ammissione alla classe seconda

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2013/2014 ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE: VIOLINO 1 A CURA DEL RESPONSABILE DELL AMBITO Prof.Giacomo Vai L ambito disciplinare ESECUZIONE ED INTERPRETAZIONE VIOLINO STABILISCE CHE: 1. i docenti prevedono

Dettagli

Istituto Superiore di Studi Musicali "G. Puccini" Gallarate (VA) Scuola di PIANOFORTE PRINCIPALE

Istituto Superiore di Studi Musicali G. Puccini Gallarate (VA) Scuola di PIANOFORTE PRINCIPALE ISTITUTO SUPERIORE DI STUDI MUSICALI G. PUCCINI Pareggiato ai Conservatori di Musica di Stato D.P.R. n. 766 del 14.07.1984 Via Dante, 11 21013 Gallarate Istituto Superiore di Studi Musicali "G. Puccini"

Dettagli

ESAME DI PASSAGGIO DI PIANOFORTE COMPLEMENTARE ramo strumentisti. ESAME DI PASSAGGIO DI PIANOFORTE COMPLEMENTARE Ramo fisarmonicisti

ESAME DI PASSAGGIO DI PIANOFORTE COMPLEMENTARE ramo strumentisti. ESAME DI PASSAGGIO DI PIANOFORTE COMPLEMENTARE Ramo fisarmonicisti ESAME DI PASSAGGIO DI PIANOFORTE COMPLEMENTARE ramo strumentisti Passaggio dal I al II anno Esecuzione di un scala nell estensione di una ottava Esecuzione di due brani (studi)relativi al corso Passaggio

Dettagli

TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA Curricolo verticale di MUSICA Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA AL TERMINE della SCUOLA PRIMARIA L alunno esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in

Dettagli

LICEO STATALE TERESA CICERI

LICEO STATALE TERESA CICERI LICEO MUSICALE DISCIPLINA: ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE - VIOLINO COMPETENZE E CONOSCENZE DISCIPLINARI I BIENNIO Utilizza il lessico specifico relativo allo strumento. posizioni, articolazione della mano

Dettagli

CORSI PRE-ACCADEMICI

CORSI PRE-ACCADEMICI CORSI PRE-ACCADEMICI Lettura della partitura PERIODO MEDIO I ANNO Principi basilari di tecnica pianistica; scale maggiori più facili. Facili studi di tecnica applicata (per esempio: F. Beyer: Scuola preparatoria;

Dettagli

Conservatorio di Musica San Pietro a Majella Napoli

Conservatorio di Musica San Pietro a Majella Napoli Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Conservatorio di Musica San Pietro a Majella Napoli Biennio Specialistico Sperimentale di II livello in Discipline musicali Indirizzo interpretativo

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE di MUSICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA - 3 ANNI TRAGUARDI OBIETTIVI CONTENUTI

CURRICOLO VERTICALE di MUSICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA - 3 ANNI TRAGUARDI OBIETTIVI CONTENUTI CURRICOLO VERTICALE di MUSICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA - 3 ANNI TRAGUARDI OBIETTIVI CONTENUTI L.C.E.1 Il bambino segue con attenzione e con piacere spettacoli di vario tipo (teatrali, musicali, cinematografici

Dettagli

Programma di Corso di Fisarmonica per la Scuola Civica di Desio docente Francesco Moretti

Programma di Corso di Fisarmonica per la Scuola Civica di Desio docente Francesco Moretti Programma di Corso di Fisarmonica per la Scuola Civica di Desio docente Francesco Moretti Importanti Premesse: Escludo la possibilità del Ciclo Formativo Propedeutico, piuttosto potrei accettare un ammissione

Dettagli

Corsi pre-accademici I Ciclo. PROGRAMMI CORSI PRE-ACCADEMICI I CICLO (1-3 livelli )

Corsi pre-accademici I Ciclo. PROGRAMMI CORSI PRE-ACCADEMICI I CICLO (1-3 livelli ) Corsi pre-accademici I Ciclo MINISTERO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA E V A R I S T O F E L I C E D A L L A B A C O PROGRAMMI CORSI

Dettagli

CORSO PREACCADEMICO TEORIA, RITMICA E PERCEZIONE MUSICALE. Settore disciplinare:

CORSO PREACCADEMICO TEORIA, RITMICA E PERCEZIONE MUSICALE. Settore disciplinare: Disciplina Codice disciplina Tipologia della disciplina Obiettivi di apprendimento Teoria, ritmica e percezione musicale (livello A) 708 Conoscenze: -Conoscenza, classificazione, intonazione delle principali

Dettagli

Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione

Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione Obiettivi specifici di apprendimento per lo sviluppo delle competenze della disciplina per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione 1 INFANZIA 3-4 anni INFANZIA 5 anni Discriminare la

Dettagli

CLARINETTO disciplina principale

CLARINETTO disciplina principale CONSERVATORIO STATALE DI MUSICA G. NICOLINI di PIACENZA Istituto di Alta Cultura Dipartimento degli Strumenti a fiato e a percussione CLARINETTO disciplina principale Corso di fascia pre-accademica Esami

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO PROGRAMMI ESAMI AMMISSIONE

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO PROGRAMMI ESAMI AMMISSIONE Conservatorio Statale Antonio Vivaldi Via Parma 1. 15121 Alessandria Tel. 0131.051500 - Fax 0131.32533 BIENNIO DI SECONDO LIVELLO PROGRAMMI ESAMI AMMISSIONE ARPA CANTO LIRICO INDIRIZZO CONCERTISTICO il

Dettagli

Programma ammissione alla 1^ Liceo Musicale a.s. 2015-2016

Programma ammissione alla 1^ Liceo Musicale a.s. 2015-2016 Istituto d Istruzione Superiore POLO-LICEO ARTISTICO - VEIS02400C - Dorsoduro, 1073 30123 VENEZIA tel 0415225252, fax 041 2414154 e-mail veis02400c@istruzione.it; www.las.provincia.venezia.it Liceo Classico

Dettagli

ABILITA. Organizzare lo studio in modo regolare, efficace ed autonomo

ABILITA. Organizzare lo studio in modo regolare, efficace ed autonomo A. ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE Strumento I (...) ARTICOLAZIONE DELLA A. Acquisire una adeguata consapevolezza corporea nell approccio allo strumento. B. Acquisire una significativa consapevolezza del

Dettagli

PERIODO: I. DISCIPLINA: Chitarra. Competenze: conoscenze e abilità da conseguire. Obiettivi specifici di apprendimento

PERIODO: I. DISCIPLINA: Chitarra. Competenze: conoscenze e abilità da conseguire. Obiettivi specifici di apprendimento PERIODO: I DISCIPLINA: Chitarra Modificato 29 settembre 2016 Obiettivi specifici di apprendimento Competenze: conoscenze e abilità da conseguire Opere di riferimento Esame di verifica delle competenze

Dettagli

Corso di Chitarra Classica

Corso di Chitarra Classica Corso di Chitarra Classica Il corso, in linea con gli attuali programmi dei Conservatori italiani, può essere integrato con nozioni di chitarra ritmica e fingerstyle. CORSO PREPARATORIO Della durata di

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE DI BASE 1

CORSI DI FORMAZIONE DI BASE 1 MINISTERO DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA CONSERVATORIO DI MUSICA ARRIGO BOITO ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE Via del Conservatorio, 27/a 43121 - Parma Italia - tel. ++39 (0)521 381911 fax: ++39

Dettagli

CORSO PREACCADEMICO PIANOFORTE. Settore disciplinare:

CORSO PREACCADEMICO PIANOFORTE. Settore disciplinare: Disciplina Codice disciplina Tipologia della disciplina Obiettivi di apprendimento Bibliografia raccomandata Pianoforte (livello A) 596 Conoscenza basilare dello strumento nelle sue principali componenti.

Dettagli

SASSOFONO. PRIMO CICLO [3 livelli] Obiettivi formativi. Competenze da acquisire. Esame finale per la certificazione delle competenze di primo ciclo

SASSOFONO. PRIMO CICLO [3 livelli] Obiettivi formativi. Competenze da acquisire. Esame finale per la certificazione delle competenze di primo ciclo SASSOFONO Il presente programma, adottato dall Accademia Musicale Studio Musica, è quello previsto dal Conservatorio B. Marcello di Venezia con il quale l Accademia è convenzionata. Per l'ammissione al

Dettagli

PROGRAMMA DI CANTO PRIMO ANNO

PROGRAMMA DI CANTO PRIMO ANNO PROGRAMMA DI CANTO PRIMO ANNO La prima fase del programma prevede un periodo di tempo, soggettivo per ciascun alunno, in cui il lavoro sarà impostato volgendo una particolare attenzione a studi mirati

Dettagli

VIOLINO, VIOLA, VIOLONCELLO, CONTRABBASSO

VIOLINO, VIOLA, VIOLONCELLO, CONTRABBASSO CONSERVATORIO Dl MUSICA E.F. DALL ABACO VERONA SCUOLE di VIOLINO, VIOLA, VIOLONCELLO, CONTRABBASSO PROGRAMMI DI STUDIO E D ESAME Violino pag.2 Viola pag.8 Violoncello pag.11 Contrabbasso pag.16 SCUOLA

Dettagli

Programma ammissione alla 1^ Liceo Musicale a.s. 2016-2017

Programma ammissione alla 1^ Liceo Musicale a.s. 2016-2017 Istituto d Istruzione Superiore POLO-LICEO ARTISTICO - VEIS02400C - Dorsoduro, 1073 30123 VENEZIA tel 0415225252, fax 041 2414154 e-mail veis02400c@istruzione.it; www.iismarcopololiceoartisticovenezia.gov.it

Dettagli

PIANOFORTE CORSO DI FORMAZIONE DI BASE

PIANOFORTE CORSO DI FORMAZIONE DI BASE PIANOFORTE CORSO DI FORMAZIONE DI BASE AMMISSIONE: Un programma a libera scelta teso ad evidenziare le qualità e le attitudini musicali del candidato e, ove possibile, il grado di preparazione specifica

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE a.s.2013/2014 MUSICA D INSIEME A CURA DEL RESPONSABILE DELL AMBITO Prof.ssa Gloria Mazzi Prof. Giovanni Lorenzo Cardia L ambito disciplinare MUSICA D INSIEME STABILISCE CHE: ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE

Dettagli

CONSERVATORIO DI MUSICA "Licinio Refice " FROSINONE CORSO DI LAUREA IN DISCIPLINE MUSICALI DI SECONDO LIVELLO

CONSERVATORIO DI MUSICA Licinio Refice  FROSINONE CORSO DI LAUREA IN DISCIPLINE MUSICALI DI SECONDO LIVELLO CONSERVATORIO DI MUSICA "Licinio Refice " FROSINONE CORSO DI LAUREA IN DISCIPLINE MUSICALI DI SECONDO LIVELLO VIOLINO Requisiti per l'ammissione. Accedono al Biennio sperimentale di II livello, tramite

Dettagli

ORGANO E COMPOSIZIONE ORGANISTICA

ORGANO E COMPOSIZIONE ORGANISTICA Pagina 1 di 5 scuola di ORGANO E COMPOSIZIONE ORGANISTICA corso tradizionale PROGRAMMI DEGLI ESAMI DI PROMOZIONE dei CORSI PRINCIPALI (per gli allievi interni e per l ammissione dei candidati esterni)

Dettagli

PIANOFORTE PROGRAMMI DI STUDIO E D ESAME

PIANOFORTE PROGRAMMI DI STUDIO E D ESAME CONSERVATORIO Dl MUSICA F.E. DALL ABACO 37121 VERONA - via Massalongo, 2 tel 045/8002814-045/8009133 fax: 045 8009018 ANNO ACCADEMICO 2010-2011 PIANOFORTE PROGRAMMI DI STUDIO E D ESAME (novembre 2010)

Dettagli

ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE Strumento I (CHITARRA)

ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE Strumento I (CHITARRA) CHITARRA ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE Strumento I (CHITARRA) ARTICOLAZI OBIETTIVI SPECIFICI DI ABILITA CONOSCENZE (REPERTORIO DI RIFERIMENTO) ONE DELLA APPRENDIMENTO DISCIPLINA Ambito tecnico esecutiv

Dettagli

Istituto Comprensivo

Istituto Comprensivo CLASSE I - SCUOLA PRIMARIA PRODUZIONE VOCALE/ STRUMENTALE Utilizzare la voce, il proprio corpo, semplici strumenti o oggetti vari in giochi, situazioni, storie e varie attività per espressioni parlate,

Dettagli

A.A. 2015/2016 ELENCO DELLE ATTIVITA ELETTIVE NON CURRICOLARI (TRIENNI E BIENNI) Boismortier - Riccardi - Palestrina - Lecuona - Rimsky Korsakov

A.A. 2015/2016 ELENCO DELLE ATTIVITA ELETTIVE NON CURRICOLARI (TRIENNI E BIENNI) Boismortier - Riccardi - Palestrina - Lecuona - Rimsky Korsakov A.A. 2015/2016 ELENCO DELLE ATTIVITA ELETTIVE NON CURRICOLARI (IENNI E BIENNI) DOCENTE *ATTIVITÀ ELETTIVA PROGRAMMA TIPOLOGIA VERIFICA ALBANESE Franz Ensemble di flauti ALESSANDRONI Cinzia BAGGIOLI Andrea

Dettagli

PROGRAMMI ESAMI DI AMMISSIONE

PROGRAMMI ESAMI DI AMMISSIONE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca - Alta Formazione Artistica e Musicale Istituto Superiore di Studi Musicali G.PAISIELLO Istituzione di Alta Formazione Artistica e Musicale Via

Dettagli

LABORATORI DI MUSICA JAZZ

LABORATORI DI MUSICA JAZZ L istituto di Cultura Musicale Arcangelo Corelli e Scuola Jazz Cesena propongono LABORATORI DI MUSICA JAZZ PALAZZO NADIANI Via Dandini 5 Cesena con la collaborazione del Comune di Cesena Premessa: Due

Dettagli

MUSICA prima elementare CANTO CORALE

MUSICA prima elementare CANTO CORALE MUSICA prima elementare CANTO CORALE Particolarmente in preparazione di un concerto di Natale Canto corale, ascolto di canzoni e brani di musica per bambini, classica e non, giochi di ascolto, canto con

Dettagli

FORMAZIONE MUSICALE DI BASE. Anno Scolastico

FORMAZIONE MUSICALE DI BASE. Anno Scolastico FORMAZIONE MUSICALE DI BASE Anno Scolastico 2010-2011 PERIODI I, II, III Corso: Chitarra Docente: prof. Luigi Attademo Giovanni Podera totale lezioni: 27 durata lezione: 60 programmi di studio e d esame

Dettagli

Alpha Musica CORSI DI PIANOFORTE. Percorso di formazione musicale e strumentale (corso culturale) Percorso preaccademico (corso professionale)

Alpha Musica CORSI DI PIANOFORTE. Percorso di formazione musicale e strumentale (corso culturale) Percorso preaccademico (corso professionale) Alpha Musica A S S O C I A Z I O N E CORSI DI PIANOFORTE Percorso di formazione musicale e strumentale (corso culturale) Percorso preaccademico (corso professionale) Livello preparatorio A (dai 5 anni)

Dettagli