DESCRIZIONE live config contiene i componenti che configurano un sistema live durante il processo di avvio (spazio utente inoltrato).

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DESCRIZIONE live config contiene i componenti che configurano un sistema live durante il processo di avvio (spazio utente inoltrato)."

Transcript

1 NOME live config Componenti di configurazione del sistema DESCRIZIONE live config contiene i componenti che configurano un sistema live durante il processo di avvio (spazio utente inoltrato). CONFIGURAZIONE live config può essere configurato tramite parametri di avvio o file di configurazione; se per una certa opzione vengono utilizzati entrambi i meccanismi, i parametri di avvio hanno la precedenza su questi ultimi. Quando si utilizza la persistenza i componenti di live config vengono eseguiti solo una volta. Se live build(7) viene usato per creare il sistema live, i parametri predefiniti di live config possono essere configurati tramite l opzione bootappend live, siveda la pagina di manuale di lb_config(1). Parametri di avvio (componenti) live config viene attivato solo se "boot=live" è utilizzato come parametro di avvio. Inoltre va detto a live config quali componenti eseguire tramite il parametro "live config.nocomponents" o quali non eseguire tramite il parametro "live config.nocomponents". Se vengono usati entrambi i parametri, o se uno dei due è specificato più volte, avrà la precedenza sempre l ultimo. live config.components components Vengono eseguiti tutti i component; questo è ciò che le immagini live fanno in modo predefinito. live config.components=component1,component2,... COMPONENTn components=compo- NENT1,COMPONENT2,... COMPONENTn Vengono eseguiti solo gli script specificati. Si noti che l ordine è importante, ad esempio "live config=sudo,user setup" non funzionerebbe in quanto prima di poter configurare l utente per sudo è necessario aggiungerlo. Per l ordinamento numerico vedere i nomi degli script in /lib/live/config. live config.nocomponents nocomponents Non viene eseguito alcun componente, equivale a non utilizzare nessun parametro di "live config.components" o "live config.nocomponents". live config.nocomponents=component1,component2,... COMPONENTn nocomponents=com- PONENT1,COMPONENT2,... COMPONENTn Vengono eseguiti tutti i componenti tranne quelli specificati. Parametri di avvio (opzioni) Alcuni singoli componenti possono modificare il loro comportamento in base a un parametro di avvio. live config.debconf preseed=filesystem medium URL1 URL2... URLn debconf preseed=medium filesystem URL1 URL2... URLn Permette di prelevare e applicare uno o più file debconf di preconfigurazione da applicare al database debconf. Si noti che gli URL devono essere scaricabili da wget (http, ftp o file://). Se il file è posizionato sul supporto live, questo può essere prelevato con file:///lib/live/mount/medium/file, o con file:///file se è nella radice del filesystem del sistema live stesso. Tutti i file di preconfigurazione in /lib/live/config preseed/ nella radice del sistema live possono essere abilitati automaticamente con la parola chiave "filesystem". Tutti i file di preconfigurazione in /live/config preseed/ sul supporto live possono essere abilitati automaticamente con la parola chiave "medium". Se vengono congiunti diversi meccanismi i file di preconfigurazione di tipo filesystem vengono applicati per primi, seguiti dalla tipologia medium e quindi da quelli network. 5.0 a

2 live config.hostname=hostname hostname=hostname Permette di impostare l hostname del sistema, il predefinito è "debian". live config.username=nomeutente username=nomeutente Permette di impostare il nome utente che viene creato per il login automatico, il predefinito è "user". live config.user default groups=gruppo,gruppo2... GRUPPOn user default groups=gruppo1,gruppo2... GRUPPOn Permette di impostare i gruppi dei quali fanno parte gli utenti creati per il login automatico. Il valore predefinito è "audio cdrom dip floppy video plugdev netdev powerdev scanner bluetooth". live config.user fullname="nome COMPLETO UTENTE" user fullname="nome COMPLETO UTENTE" Permette di impostare il nome utente completo che viene creato per il login automatico, il predefinito di Debian è "Debian Live user". live config.locales=localizzazione1,localizzazione2... LOCALIZZAZIONEn locales=local- IZZAZIONE1,LOCALIZZAZIONE2... LOCALIZZAZIONEn Permette di impostare la localizzazione del sistema, ad esempio "it_it.utf 8", il predefinito è "en_us.utf 8". Se la localizzazione selezionata non è già disponibile viene generata al volo automaticamente. live config.timezone=fuso ORARIO timezone=fuso ORARIO Permette di impostare il fuso orario del sistema, ad esempio "Europe/Rome"; il predefinito è "UTC". live config.keyboard model=modello_tastiera keyboard model=modello_tastiera Permette di scegliere il modello della tastiera, non è impostato alcun valore predefinito. live config.keyboard layouts=layout_tastiera1,layout_tastiera2... LAYOUT_TASTIERAn keyboard layouts=layout_tastiera1,layout_tastiera2... LAYOUT_TASTIERAn Permette di modificare i layout della tastiera. Se ne viene specificato più di uno gli strumenti dell ambiente desktop consentiranno di cambiarlo in X11. Non è impostato alcun valore predefinito. live config.keyboard variants=schema_tastiera1,schema_tastiera2... SCHEMA_TASTIERAn keyboard variants=schema_tastiera1,schema_tastiera2... SCHEMA_TASTIERAn Permette di modificare gli schemi della tastiera (es. qwerty, qwertz, AZERTY, ecc.). Se ne viene specificato più di uno è necessario indicare lo stesso numero di valori dei layout della tastiera che verranno abbinati ad uno schema nell ordine definito. Sono ammessi valori vuoti. Gli strumenti dell ambiente desktop consentiranno di passare da uno all altro in X11. Non è impostato alcun valore predefinito. live config.keyboard options=opzioni_tastiera keyboard options=opzioni_tastiera Permette di modificare le opzioni della tastiera, non è impostato alcun valore predefinito. live config.sysv rc=servizio1,servizio2... SERVIZIOn sysv rc=servizio1,servizio2... SERVIZIOn Permette di disabilitare i servizi di sysv tramite update rc.d. live config.utc=yes no utc=yes no Permette di scegliere se il sistema debba supporre che l orologio hardware sia impostato o meno su UTC, il valore predefinito è "yes". live config.x session manager=x_session_manager x session manager=x_session_man- AGER Permette di impostare x session manager tramite update alternatives. live config.xorg driver=driver_xorg xorg driver=driver_xorg Permette di impostare il driver per xorg inv ece di riconoscerlo automaticamente. Se un ID PCI viene specificato in /usr/share/live/config/xserver xorg/driver.ids all interno del sistema live, DRIVER viene applicato a questi device. Se viene trovato sia un parametro di boot sia uno imposto, quello di boot ha la precedenza. 5.0 a

3 live config.xorg resolution=risoluzione_xorg xorg resolution=risoluzione_xorg Permette di impostare la risoluzione per xorg inv ece di riconoscerla automaticamente, ad esempio 1024x768. live config.wlan driver=driver_wlan wlan driver=driver_wlan Permette di impostare il driver per WLAN invece di riconoscerlo automaticamente. Se un ID PCI viene specificato in /usr/share/live/config/broadcom sta/driver.ids all interno del sistema live, DRIVER viene applicato a questi device. Se viene trovato sia un parametro di boot sia uno imposto, quello di boot ha la precedenza. live config.hooks=filesystem medium URL1 URL2... URLn hooks=medium filesystem URL1 URL2... URLn Permette di prelevare ed eseguire uno o più file arbitrari. Si noti che gli URL devono essere scaricabili da wget (http, ftp o file://), i file vengono eseguiti nella directory /tmp del sistema in esecuzione, e che tali file necessitano delle loro dipendenze già installate; ad esempio se bisogna eseguire uno script python il sistema ha bisogno di python installato. Sono disponibili alcuni hook per i casi d uso più comuni in /usr/share/doc/live config/examples/hooks/ e all indirizzo <http://live systems.org/other/hooks>. Se il file è posizionato sul supporto live, questo può essere prelevato con file:///lib/live/mount/medium/file, o con file:///file se è nella radice del filesystem del sistema live stesso. Tutti gli hook nella directory /lib/live/config hooks/ del sistema live possono essere abilitati automaticamente con la parola chiave "filesystem". Tutti gli hook nella directory /live/config hooks/ del sistema live possono essere abilitati automaticamente con la parola chiave "medium". Se vengono congiunti svariati meccanismi, gli hook di tipo filesystem vengono applicati per primi, seguiti dalla tipologia medium e quindi da quelli network. Parametri di avvio (scorciatoie) Per alcuni casi di uso comune in cui sarebbe necessario combinare diversi parametri particolari, live config fornisce delle scorciatoie. Questo permette sia di avere una completa granularità su tutte le opzioni, sia di mantenere semplici le cose. live config.noroot noroot Disabilita sudo e policykit, l utente non può ottenere i privilegi di root nel sistema. live config.noautologin noautologin Disabilita sia il login automatico in console sia quello grafico. live config.nottyautologin nottyautologin Disabilita il login automatico in console senza coinvolgere quello grafico. live config.nox11autologin nox11autologin Disabilita il login automatico con qualsiasi gestore grafico senza coinvolgere quello in tty. Parametri di avvio (opzioni speciali) Per casi particolari ci sono alcuni parametri speciali. live config.debug debug Abilita l output di debug in live config. File di configurazione live config può essere configurato (ma non attivato) attraverso file di configurazione. Tranne le scorciatoie che sono configurabili con un parametro di avvio, tutto può essere configurato in alternativa tramite uno o più file. Se vengono usati questi file, il parametro "boot=live" ècomunque richiesto per attivare live config. 5.0 a

4 Nota: Se vengono utilizzati file di configurazione tutti i parametri di avvio vanno inseriti nella variabile LIVE_CONFIG_CMDLINE (preferibilmente), oppure si possono impostare variabili singole. Se si utilizzano queste ultime, per creare una configurazione valida è richiesto che l utente si accerti che siano impostate tutte le variabili necessarie. I file di configurazione sono collocabili sia nello stesso filesystem di root (/etc/live/config.conf, /etc/live/config.conf.d/*.conf), sia nel supporto live (live/config.conf, live/config.conf.d/*.conf). Se per una certa opzione si usano entrambe le destinazioni, avrà la precedenza quello del supporto live. Sebbene i file di configurazione messi nelle directory di configurazione non richiedano un nome o un suffisso particolari, per coerenza è suggerito di usare "vendor.conf"o "project.conf" come schema di denominazione (laddove "vendor" o "project" è sostituito con un nome reale, risultando in un nome di file come "progress linux.conf"). Il contenuto effettivo dei file di configurazione è costituito da una o più delle seguenti variabili. LIVE_CONFIG_CMDLINE=PARAMETER1 PARAMETER2... PARAMETERn Questa variabile corrisponde all opzione bootloader da riga dicomando. LIVE_CONFIG_COMPONENTS=COMPONENT1,COMPONENT2,... COMPONENTn Questa variabile corrisponde al parametro "live config.components=component1,compo- NENT2,... COMPONENTn". LIVE_CONFIG_NOCOMPONENTS=COMPONENT1,COMPONENT2,... COMPONENTn Questa variabile corrisponde al parametro "live config.nocomponents=component1,compo- NENT2,... COMPONENTn". LIVE_DEBCONF_PRESEED=filesystem medium URL1 URL2... URLn Questa variabile corrisponde al parametro "live config.debconf preseed=filesystem medium URL1 URL2... URLn". LIVE_HOSTNAME=HOSTNAME Questa variabile corrisponde al parametro "live config.hostname=hostname". LIVE_USERNAME=NOMEUTENTE Questa variabile corrisponde al parametro "live config.username=nomeutente". LIVE_USER_DEFAULT_GROUPS=GRUPPO1,GRUPPO2... GRUPPOn Questa variabile corrisponde al parametro "live config.user default groups="gruppo1,gruppo2... GRUPPOn"". LIVE_USER_FULLNAME="NOME COMPLETO UTENTE" Questa variabile corrisponde al parametro "live config.user fullname="nome COMPLETO UTENTE". LIVE_LOCALES=LOCALIZZAZIONE1,LOCALIZZAZIONE2... LOCALIZZAZIONEn Questa variabile corrisponde al parametro "live config.locales=localizzazione1,localiz- ZAZIONE2... LOCALIZZAZIONEn". LIVE_TIMEZONE=FUSO ORARIO Questa variabile corrisponde al parametro "live config.timezone=fuso ORARIO". LIVE_KEYBOARD_MODEL=MODELLO_TASTIERA Questa variabile corrisponde al parametro "live config.keyboard model=modello_tastiera". LIVE_KEYBOARD_LAYOUTS=LAYOUT_TASTIERA1,LAYOUT_TASTIERA2... LAYOUT_TASTIERAn Questa variabile corrisponde al parametro "live config.keyboard layouts=lay- OUT_TASTIERA1,LAYOUT_TASTIERA2... LAYOUT_TASTIERAn". LIVE_KEYBOARD_VARIANTS=SCHEMA_TASTIERA1,SCHEMA_TASTIERA2... SCHEMA_TASTIERAn Questa variabile corrisponde al parametro "live config.keyboard variants=schema_tastiera1,schema_tastiera2... SCHEMA_TASTIERAn". 5.0 a

5 LIVE_KEYBOARD_OPTIONS=OPZIONI_TASTIERA Questa variabile corrisponde al parametro "live config.keyboard options=opzioni_tastiera". LIVE_SYSV_RC=SERVIZIO1,SERVIZIO2... SERVIZIOn Questa variabile corrisponde al parametro "live config.sysv rc=servizio1,servizio2... SERVIZIOn". LIVE_UTC=yes no Questa variabile corrisponde al parametro "live config.utc=yes no". LIVE_X_SESSION_MANAGER=X_SESSION_MANAGER Questa variabile corrisponde al parametro "live config.x session manager=x_session_man- AGER". LIVE_XORG_DRIVER=DRIVER_XORG Questa variabile corrisponde al parametro "live config.xorg driver=driver_xorg". LIVE_XORG_RESOLUTION=RISOLUZIONE_XORG Questa variabile corrisponde al parametro "live config.xorg resolution=risoluzione_xorg". LIVE_WLAN_DRIVER=DRIVER_WLAN Questa variabile corrisponde al parametro "live config.wlan driver=driver_wlan". LIVE_HOOKS=filesystem medium URL1 URL2... URLn Questa variabile corrisponde al parametro "live config.hooks=filesystem medium URL1 URL2... URLn". LIVE_CONFIG_DEBUG=true false Questa variabile corrisponde al parametro "live config.debug". PERSONALIZZAZIONE live config può essere facilmente personalizzato per progetti downstream o utilizzo locale. Aggiungere nuovi componenti config I progetti downstream possono inserire i loro componenti nella directory /lib/live/config senza la necessità di fare altro, i componenti saranno richiamati automaticamente durante il boot. È consigliato mettere tali componenti in un pacchetto debian dedicato. Si può trovare un esempio in /usr/share/doc/live config/examples. Rimuovere componenti config esistenti Non è ancora realmente possibile rimuovere i componenti in un modo sensato che non richieda di fornire un pacchetto di live config modificato localmente o l uso di dpkg divert. Tuttavia la stessa cosa si può ottenere disabilitando i rispettivi componenti tramite il meccanismo di live config.nocomponents come spiegato prima. Per evitare di dover specificare ogni volta con parametri di boot i componenti da disabilitare, usare un file di configurazione come mostrato in precedenza. È consigliato mettere i file di configurazione per il sistema live in un pacchetto debian dedicato. Si può trovare un esempio in /usr/share/doc/live config/examples. COMPONENTI live config attualmente offre i seguenti componenti in /lib/live/config. debconf permette di applicare file di preconfigurazione arbitrai situati sul supporto live o su unserver http/ftp. hostname configura i file /etc/hostname e /etc/hosts. 5.0 a

6 user setup aggiunge un account per l utente live. sudo concede i privilegi per sudo all utente live. locales configura la localizzazione. locales all configura locales all. tzdata configura il file /etc/timezone. gdm3 configura il login automatico per gdm3. kdm configura il login automatico per kdm. lightdm configura il login automatico per lightdm. lxdm configura il login automatico per lxdm. nodm configura il login automatico per nodm. slim configura il login automatico per slim. xinit configura il login automatico con xinit. keyboard configuration configura la tastiera. systemd configura il login automatico con systemd. sysvinit configura sysvinit. sysv rc configura sysv rc disabilitando i servizi elencati. login disabilita lastlog. apport disabilita apport. gnome panel data disabilita il pulsante di blocco dello schermo. gnome power manager disabilita l ibernazione. gnome screensaver disabilita lo screensaver che blocca lo schermo. kaboom disabilita la procedura guidata di migrazione di KDE (squeeze e successive). 5.0 a

7 kde services disabilita i servizi di KDE non voluti (squeeze e successive). policykit concede i privilegi per l utente tramite policykit. ssl cert rigenera certificati ssl snake oil. anacron disabilita anacron. util linux disabilita hwclock (parte di util linux). login disabilita lastlog. xserver xorg configura xserver xorg. broadcom sta configura il driver per broadcom sta WLAN. openssh server ricrea le chiavi di openssh server. xfce4 panel configura xfce4 panel con le impostazioni predefinite. xscreensaver disabilita lo screensaver che blocca lo schermo. hooks permette di eseguire comandi arbitrari da un file situato sul supporto live o su unserver http/ftp. FILE /etc/live/config.conf /etc/live/config.conf.d/*.conf live/config.conf live/config.conf.d/*.conf /lib/live/config.sh /lib/live/config/ /var/lib/live/config/ /var/log/live/config.log /live/config hooks/* live/config hooks/* /live/config preseed/* live/config preseed/* VEDERE ANCHE live boot(7) live build(7) live tools(7) 5.0 a

8 HOMEPAGE Si possono trovare ulteriori informazioni su live config e il progetto Live Systems sulla homepage <http://live systems.org/> enel manuale all indirizzo <http://live systems.org/manual/>. BUG I bug possono essere segnalati presentando un bugreport per il pacchetto live config sul Bug Tracking System all indirizzo <http://bugs.debian.org/> o inviando un alla mailing list di Live Sistems <debian AUTORE live config è stato scritto da Daniel Baumann baumann.ch>. 5.0 a

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci

Manuale di KDE su Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci Geert Jansen Traduzione del documento: Dario Panico Traduzione del documento: Samuele Kaplun Traduzione del documento: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Usare KDE su 6 3 Funzionamento interno 8

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta alla Rubrica PA da client di Posta Postecom S.p.A. Poste Italiane S.p.A. Telecom Italia S.p.A. 1 Indice INDICE... 2 PREMESSA... 3 CONFIGURAZIONE OUTLOOK 2007... 3 CONFIGURAZIONE EUDORA 7... 6 CONFIGURAZIONE

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Guida alla migrazione da Windows XP a Linux

Guida alla migrazione da Windows XP a Linux 2014/04/13 20:48 1/12 Guida alla migrazione da Windows XP a Linux Guida alla migrazione da Windows XP a Linux Introduzione Il prossimo 8 aprile, Microsoft cesserà il supporto e gli aggiornamenti per Windows

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

RSYNC e la sincronizzazione dei dati

RSYNC e la sincronizzazione dei dati RSYNC e la sincronizzazione dei dati Introduzione Questo breve documento intende spiegare come effettuare la sincronizzazione dei dati tra due sistemi, supponendo un sistema in produzione (master) ed uno

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

OCS in un ora. Introduzione a Open Conference Systems Versione 2.0. OCS in un ora. Ultimo aggiornamento: dicembre 2007

OCS in un ora. Introduzione a Open Conference Systems Versione 2.0. OCS in un ora. Ultimo aggiornamento: dicembre 2007 Introduzione a Open Conference Systems Versione 2.0 Ultimo aggiornamento: dicembre 2007 1 Open Conference Systems è un iniziativa di ricerca sviluppata dal Public Knowledge Project dell Università della

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Questa pagina è stata lasciata bianca intenzionalmente.

Questa pagina è stata lasciata bianca intenzionalmente. 2 Questa pagina è stata lasciata bianca intenzionalmente. Indice Ecommerce-Store Chi siamo 9 1 Introdurre Magento 11 Che cos è Magento 11 Licenza Magento 11 Frontend e Backend di Magento 12 Frontend (la

Dettagli

Zeroshell su vmware ESXi 4.1

Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Introduzione Vediamo come installare Zeroshell su Vmware ESXi 4.1 usando come immagine quella per IDE,SATA e USB da 1GB. Cosa ci serve prima di iniziare: Una distro Live io

Dettagli

Import Sisam. Manuale utente. Maggio 2012. Sistema di raccolta dei dati statistici in ambito Socio-Assistenziale Minori

Import Sisam. Manuale utente. Maggio 2012. Sistema di raccolta dei dati statistici in ambito Socio-Assistenziale Minori Maggio 2012 Sistema di raccolta dei dati statistici in ambito Socio-Assistenziale Minori SOMMARIO Invio in RER dei dati Socio-Assistenziali Minori... 3 Home... 3 Elenco dati caricati... 4 Parametri di

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Zeroshell su HP Microserver

Zeroshell su HP Microserver Zeroshell su HP Microserver Introduzione Un Captive Portal su HP Microserver Approfondisco l argomento Zeroshell, mostrando la mia scelta finale per la fornitura di un captive portal in versione boxed,

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...)

Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...) Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...) Massimo Bernaschi Istituto per le Applicazioni del Calcolo Mauro Picone Consiglio Nazionale delle Ricerche Viale del Policlinico, 137-00161

Dettagli

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.

1x1 qs-stat. Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità. Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n. 1x1 qs-stat Pacchetto Software per la Soluzione di Problemi Statistici nel Controllo Qualità Versione: 1 / Marzo 2010 Doc. n.: PD-0012 Copyright 2010 Q-DAS GmbH & Co. KG Eisleber Str. 2 D - 69469 Weinheim

Dettagli

HTTPD - Server web Apache2

HTTPD - Server web Apache2 Documentazione ufficiale Documentazione di Ubuntu > Ubuntu 9.04 > Guida a Ubuntu server > Server web > HTTPD - Server web Apache2 HTTPD - Server web Apache2 Apache è il server web più utilizzato nei sistemi

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200 IMPORTAZIONI - INDICE... 3 Anagrafiche... 4 Anagrafiche esterne... 5 Client abilitati... 6 2 Le funzioni trattate in questa sezione permettono di gestire la fase di importazione dei dati provenienti da

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo

Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo Programma di gestione per service audio, luci, video Manuale operativo Presentazione ServiceControl è l evoluzione del primo programma, scritto per gestire il mio service circa 12 anni fa. Il programma

Dettagli

Indice. Documentazione ISPConfig

Indice. Documentazione ISPConfig Documentazione ISPConfig I Indice Generale 1 1 Cos'è ISPConfig? 1 2 Termini e struttura del manuale 1 3 Installazione/Aggiornamento/Disinstallazione 1 3.1 Installazione 1 3.2 Aggiornamento 1 3.3 Disinstallazione

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Sommario Sommario... 1 Parte 1 - Nuovo canale di sicurezza ANPR (INA-AIRE)... 2 Parte 2 - Collegamento Client INA-SAIA... 5 Indicazioni generali... 5 Installazione e configurazione... 8 Operazioni di Pre-Installazione...

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli