KeyPA Print Agent. Manuale di Installazione. Versione Manuale 1.5. Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "KeyPA Print Agent. Manuale di Installazione. Versione Manuale 1.5. Viale S. Franscini, 17. 6900 Lugano (CH) Tel. +41 (0)91 911 85 05"

Transcript

1 KeyPA Print Agent Manuale di Installazione Versione Manuale 1.5 Versione PrintAgent 2.6 o successive Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0)

2

3 Indice Verifiche preliminari... 5 Installazione interattiva (solo Windows)... 7 Parametri di configurazione obbligatori... 9 Parametri di configurazione facoltativi... 9 Prova della configurazione e completamento installazione Installazione manuale (Linux e OS X) Impostazione e prova della configurazione Installazione nell esecuzione automatica Esecuzione normale di PrintAgent Impostazione della versione Embedded per Raspberry Pi Impostazione della rete Impostazione del PrintAgent Impostazione dell esecuzione automatica Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

4

5 Verifiche preliminari È possibile installare PrintAgent su computer con sistema operativo Microsoft Windows, Linux o Apple OS X. Per il corretto funzionamento di PrintAgent è necessaria la presenza, sul computer che lo eseguirà, di un.net Framework 4.0 o superiore (es. 4.5). Nel caso Windows è consigliato il framework ufficiale Microsoft; nel caso Linux / OS X è necessaria l installazione di Mono Runtime, almeno nelle versioni (stabili al momento della stesura di questo manuale). Per l installazione su Windows sarà necessario Microsoft Windows Installer 3.1 o superiore; nei sistemi Linux e OS X l installazione è manuale e non richiede ulteriori componenti. Il computer che eseguirà PrintAgent dovrebbe poter idealmente raggiungere, anche mediante routing, tutte le sottoreti che contengano stampanti di cui si desidera recuperare informazioni. In caso ciò non sia possibile si potranno installare più PrintAgent nelle varie sottoreti connesse, configurandoli in modo da coprire tutti i segmenti di rete interessati dall analisi. PrintAgent funziona su reti IPv4; nel computer su cui PrintAgent viene eseguito è possibile avere anche stack IPv6, ma questi non verranno analizzati. La configurazione del server di posta elettronica da utilizzare può utilizzare hostname IPv6-only oppure indirizzi IPv6. PrintAgent raggiunge gli host descritti dalla configurazione mediante protocollo SNMP: assicurarsi che eventuali firewall software presenti sulla macchina in cui PrintAgent viene installato consentano la comunicazione UDP sulla porta destinazione 161 verso i dispositivi da analizzare. PrintAgent non richiede l apertura in ricezione di alcuna particolare porta sul computer in cui si trova. L installazione richiede diritti di amministratore / root sulla macchina. Se l installazione su Linux viene fatta su sistemi embedded ARM, utilizzare una distribuzione di Linux con supporto soft-float, poichè Mono alle versioni in distribuzione al momento della stesura di questo documento (2.10.x) non supporta hard-float su ARM. Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

6

7 Installazione interattiva (solo Windows) Per iniziare l installazione interattiva, avviare PrintAgent.msi. Questo programma verifica la presenza di Microsoft.NET Framework 4.0 (o successivi, es 4.5) e Windows Installer 3.1 (o successivi). Non è possibile procedere all installazione di PrintAgent in assenza di questi due pre-requisiti. Durante questa fase potrebbe comparire una finestra di avviso all utente; questo comportamento è normale e chiede conferma dell azione intrapresa prima di cedere il controllo alla procedura di installazione, poiché questa proviene dall esterno del computer stesso. Confermato l avviso di sicurezza l installazione procede a copiare i file del programma nella directory predefinita per i programmi, all interno della directory Korutoa\PrintAgent. Se PrintAgent era già installato in precedenza ed è presente un file di configurazione valido, questo viene caricato e viene proposta la richiesta di mantenere o modificare la configurazione esistente. Se si risponde No a questa richiesta, il setup procede e termina senza ulteriori interazioni con l utente. Viene mantenuta e utilizzata la configurazione precedente. Se si risponde Yes oppure non è presente alcuna configurazione precedente viene presentata la maschera di configurazione, eventualmente pre-compilata con i dati trovati nella configurazione precedente. Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

8 Compilata la maschera di configurazione è possibile testare i parametri inseriti, confermare i parametri inseriti premendo OK oppure interrompere l installazione premendo Cancel. È inoltre possibile caricare alcuni parametri di configurazione da un file modificato in precedenza, tramite la voce Load from file Se i parametri vengono confermati con il pulsante OK l installazione procede a memorizzare la configurazione e creare il task per l esecuzione automatica delle scansioni, e poi termina. Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

9 Parametri di configurazione obbligatori Nella finestra di configurazione dell installazione è necessario indicare i parametri per l invio di posta elettronica in partenza dal computer su cui PrintAgent viene installato. L invio di posta elettronica richiede la presenza di un server SMTP raggiungibile; tipicamente viene inserito un server SMTP di proprietà oppure del fornitore di servizio Internet utilizzato nella rete in cui il PrintAgent si trova. Nella casella dedicata al server SMTP si deve inserire l indirizzo IPv4 oppure l hostname del server SMTP completo della porta TCP da utilizzare, separata mediante il carattere : (due punti). Se il server SMTP richiede la connessione cifrata con SSL (Secure Socket Layer), spuntare la casella relativa e indicare la porta corretta (tipicamente 465 oppure 587, se supportate entrambe si consiglia la 587) al posto della porta per SMTP non cifrato (25) suggerita di default. Se si usa la porta 465, corrispondente a SMTPS, non sarà possibile testare l invio della mail con il Mail-only test. Nel caso in cui l invio della mail fallisca (per esempio durante il test) per via di qualche problema con la connessione cifrata SSL si può provare l invio con SMTP non cifrato. Un esempio è il caso in cui dei dispositivi di sicurezza in rete si intromettono nelle comunicazioni SMTP per verificare la pericolosità degli allegati alle mail: in taluni casi questi dispositivi forniscono certificati di sicurezza non validi, in quanto non possono essere verificati dalle Autorità di Certificazione (CA) riconosciute. È possibile, tuttavia raccomandato per casi dimostrativi, temporanei o comunque destinati ad essere modificati, abilitare l invio anche con certificati SSL non validi, selezionando l opportuna casellina. Se il server di posta in uscita richiede autenticazione, specificare le credenziali per l accesso nella casella SMTP Access Settings. Se non viene specificato alcun username l autenticazione non viene tentata. Indicare poi, nella sezione SMTP Addresses, gli indirizzi del mittente e della destinazione delle mail. L indirizzo di destinazione sarà quello presso il quale far convergere tutte le informazioni di scansione; l indirizzo mittente serve nel caso in cui il server di posta in uscita non consenta il relay e richieda utenti locali per accettare l incarico di consegna. Nella maggior parte dei casi, se il server SMTP richiede autenticazione, il mittente e l username di login saranno lo stesso indirizzo di posta elettronica. A completare i parametri obbligatori c è il nome dell installazione PrintAgent, nome che verrà usato per riferirsi ai dati riportati dall installazione di PrintAgent in questione. Questo nome non deve necessariamente essere univoco: tuttavia un nome significativo aiuterà poi a distinguere una sorgente dati dall altra, durante l operatività normale. Parametri di configurazione facoltativi Lasciando i parametri non-obbligatori ai loro valori predefiniti, PrintAgent procede ad analizzare tutte le sottoreti raggiungibili direttamente dal computer in cui si trova, memorizzando i dati di ciascuna scansione e inviando la mail con il riepilogo dei risultati ogni 4 scansioni. Per variare la frequenza di invio delle mail rispetto alla frequenza di scansione si può variare il campo Number of Scans to Group, impostando ogni quante scansioni inviare la mail; si può inoltre impostare una frequenza di esecuzione di PrintAgent personalizzata (normalmente, ogni 60 minuti) variando l impostazione Minutes between Scans. Se la fase di analisi delle stampanti dovesse causare degrado di performance nella rete (caso raro, possibile con analisi di stampanti su reti remote connesse ad es. tramite modem) si può incrementare il parametro Rate Limit secondo le metriche specificate tra parentesi. L impostazione Automatically find all Printers on specified networks fa in modo che, prima di iniziare l analisi delle stampanti, la loro lista venga costruita sulla base di una fase di scoperta eseguita ogni volta. L opzione, normalmente attiva, consente di sopportare modifiche di indirizzi nella rete e cambi di configurazione delle stampanti. L impostazione Include directly connected Networks to discovery range, invece, abilita l inclusione automatica di tutte le reti su cui il computer si trova come reti candidate alla fase di discovery. Se il computer si trova su subnet molto grandi (es. /8) è consigliabile disattivare questa opzione, e indicare nella Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

10 seconda pagina di configurazione i range di rete in cui è nota la presenza di stampanti. L inclusione automatica di reti molto grandi porta ad un tempo di scansione piuttosto lungo (per una tipica /8, può andare da 20 minuti a 4 ore), che rende inattuabile il test e inutili le scansioni. Il comportamento predefinito di PrintAgent nella rete può essere modificato utilizzando le tabelle nella seconda finestra di configurazione. In questa sezione si possono specificare reti aggiuntive da analizzare (p.e. se queste sono raggiungibili mediante routing) oppure singoli host aggiuntivi da analizzare. In alcuni casi particolari, per esempio, è preferibile disattivare la scansione automatica e inserire singolarmente nella casella Additional Endpoints i dispositivi da monitorare. Se si preferisce un filtraggio selettivo rispetto alla scansione di tutte le sottoreti si può utilizzare l ultima casella, Hosts to Exclude, per indicare gli host da non analizzare. La lista Additional Networks consente di definire le reti da aggiungere nella forma indirizzo / netmask, la lista Additional Address Ranges nella forma indirizzo iniziale / finale. Nelle reti specificate nelle forme indirizzo/netmask e inizio/fine viene incluso il primo indirizzo del range ed escluso l ultimo. Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

11 Prova della configurazione e completamento installazione È possibile provare la configurazione in due modi: un test del solo funzionamento della mail (bottone Mail-only test) e un test completo di tutto un ciclo di scansione (bottone Test, a fondo pagina). Il test che verifica il funzionamento della mail viene avviato premendo il pulsante corrispondente; non viene mostrata un indicazione del progresso del test, ma viene presentato alla fine un messaggio che indica se il test ha avuto successo o meno. Una volta che la configurazione è stata impostata è possibile provarla mediante il test completo, premendo il pulsante Test. Viene avviata una sessione di PrintAgent speciale, i cui risultati vengono riportati in una finestra di riepilogo. Il PrintAgent avviato eseguirà una scansione di tutti gli host così come descritti nella configurazione, identificherà le stampanti e le analizzerà, riportando nella finestra di riepilogo il numero di serie e il modello delle stampanti identificate. Verrà poi verificata la possibilità di salvare il file con i risultati temporanei della scansione, in modo da assicurarsi che i permessi di accesso sulla directory siano corretti. Infine tenterà di inviare una mail, indipendentemente dal fatto che siano state raggiunte il numero di scansioni da raggruppare. Al termine di queste operazioni la sessione di PrintAgent termina, lasciando il registro di tutte le operazioni compiute nella finestra di riepilogo. In alto a destra, nella finestra di riepilogo, vengono riportati i quattro punti salienti dell analisi, seguiti da ERR oppure OK a seconda che i test abbiano avuto successo o meno. Nel caso dei primi due test, ovvero la rilevazione e l analisi delle stampanti, in caso che non siano state trovate stampanti verrà riportato ERR?, a indicare che non c è stato un vero e proprio errore, ma semplicemente nessuna stampante ha risposto sulla rete. È opportuno assicurarsi, in questo caso, che ci sia qualche stampante attiva e connessa durante il test, per verificare anche questa eventualità. Se tutte le 4 righe delle fasi principali di test riportano la dicitura OK si può considerare il test concluso con successo, chiudere la finestra del test e confermare le impostazioni inserite. Verrà completata l installazione, sarà impostato un task per l esecuzione automatica nello scheduler, e sarà chiusa la finestra di Windows Installer. Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

12 Installazione manuale (Linux e OS X) Per installare PrintAgent su Linux / OS X è necessario prelevare il pacchetto ZIP contenente i file per l installazione dal sito Scaricato il file, va decompresso e vanno mantenuti soltanto i due file PrintAgent.exe printagent_conf.xml A questo punto si dovranno destinare delle directory sul sistema di destinazione a contenere PrintAgent.exe e printagent_conf.xml. Per sistemi Linux la convenzione FHS 2.3 suggerisce di usare una sottodirectory di /opt, per esempio /opt/korutoa/printagent/. Dal momento che PrintAgent non viene distribuito in un Application Bundle propriamente detto, ma come singolo eseguibile, è consigliabile utilizzare /opt/korutoa/printagent/ anche su Apple OS X. In questa directory copiare i due file PrintAgent.exe e printagent_conf.xml. Impostazione e prova della configurazione Eseguire PrintAgent da utente root con la seguente riga di comando, sul sistema Linux / OS X destinazione, dalla directory in cui PrintAgent è stato installato. # mono PrintAgent.exe config printagent_conf.xml -edit Verrà avviato un menù dal quale è possibile impostare tutti i parametri del file di configurazione, vedere il file XML risultante, testare l invio mail o tutta l esecuzione completa di una scansione. Per ulteriori informazioni riguardo le impostazioni fare riferimento alla prima parte di questo manuale, relativa all installazione Windows; i nomi dei parametri sono stati mantenuti coerenti. Al termine della configurazione eseguire un test per verificare il funzionamento delle impostazioni. Prima di ogni test la configurazione viene salvata; se non si eseguono i test, è possibile uscire scegliendo se salvare o meno le modifiche apportate. Installazione nell esecuzione automatica Per l esecuzione automatica di PrintAgent è necessario cron, normalmente presente in tutte le distribuzioni Linux più famose e in OS X. Nel caso di OS X si può utilizzare tranquillamente /etc/crontab, come in Linux; il demone launchd (preferibile per task creati dall utente) avvierà autonomamente cron. Aggiungere al crontab di sistema (/etc/crontab) la singola riga (qui suddivisa su più righe per questioni di spazio) * * * root /usr/bin/mono /opt/korutoa/printagent/printagent.exe config /opt/korutoa/printagent/printagent_conf.xml Il primo parametro (minuto di partenza) può essere impostato a piacere, per esempio per non creare troppo carico al minuto 0 se si trovano altri job in partenza; su Windows viene impostato casualmente tra 0 e 40. PrintAgent necessita l esecuzione come root. Esecuzione normale di PrintAgent PrintAgent viene normalmente eseguito quindi da cron come utente root. Il file temporaneo di scansione viene memorizzato nella directory che, per Mono, viene indicata equivalente a %ALLUSERSPROFILE% su Windows. Dovrebbe essere /usr/share, verificare se è la stessa anche nel caso effettivo installato. In quella directory vengono scritti il file temporaneo delle scansioni e il log di esecuzione. Fare riferimento a questo per individuare eventuali problemi. Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

13 Impostazione della versione Embedded per Raspberry Pi Per l esecuzione su Raspberry Pi viene fornito, su richiesta, un file binario da scrivere (per esempio, tramite win32 disk imager su una scheda di memoria SD. L installazione procede poi avviando il Raspberry Pi e accedendo con utente: password: root printagent dalla console interattiva locale, connettendo un monitor e una tastiera USB. Da qui si procede all impostazione della rete, all impostazione e al test di PrintAgent, e alla configurazione dell esecuzione automatica. Impostazione della rete La distribuzione linux predisposta è Debian, e per impostare la rete si possono usare i consueti comandi da shell. Normalmente è attivato DHCP, ma si può impostare manualmente un indirizzo IP. Per ri-eseguire la richiesta dhcp a mano, digitare # dhclient Per impostare temporaneamente un indirizzo IP e una maschera di sottorete, digitare # ifconfig eth /24 dove /24 andrà sostituito con indirizzo IP e maschera adeguati. Per impostare temporaneamente un gateway, digitare # route add default gw Per impostare permanentemente una configurazione di rete, modificare (per es. tramite l editor nano) il file /etc/network/interfaces, modificando la sezione predefinita iface eth0 dhcp che abilita il rilevamento automatico delle impostazioni con il testo iface eth0 static address netmask gateway Per aggiungere ulteriori informazioni fare riferimento alla documentazione Debian disponibile online. Il Raspberry Pi pre-configurato aggiorna automaticamente data e ora da internet. Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

14 Impostazione del PrintAgent Il PrintAgent è normalmente predisposto nella directory /opt/pa/, dove è predisposto anche un file di configurazione. Avviare il menù di configurazione con il comando # cd /opt/pa # mono PrintAgent.exe config printagent_conf.xml edit Dal menù di PrintAgent è possibile eseguire tutte le configurazioni e i test raggiungibili durante l installazione grafica. Al termine della configurazione è sempre raccomandata l esecuzione di un test. Impostazione dell esecuzione automatica Una volta terminata la configurazione di PrintAgent e verificato il funzionamento è possibile attivare l esecuzione automatica una volta ogni ora, dalle 8 alle 19 (circa). Per questo è stata predisposta una riga di configurazione commentata all interno del file crontab dell utente root, che può essere attivata in modo semplice. Attivare in modifica il crontab, digitando # crontab e Si aprirà lo schermo dell editor nano in modifica di un file di testo. Al termine del commento iniziale, dopo qualche riga vuota, è presente una riga commentata (con un simbolo # a sinistra della riga) simile a * * * /usr/bin/mono /opt/pa/printagent.exe config /opt/pa/printagent_conf.xml Qui suddivisa in tre righe per chiarezza. Per attivare l esecuzione automatica di PrintAgent rimuovere il simbolo # a sinistra della riga (la riga, da commento, prende significato istruttivo per il sistema) e uscire dall editor salvando il file ( CTRL+X e poi confermare con Y e Invio ). A questo punto l impostazione è terminata, ed è possibile rimuovere il monitor e la tastiera dal Raspberry Pi. Korutoa SA Viale S. Franscini, Lugano (CH) Tel. +41 (0) Fax. +41 (0) /14

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione)

3. nella pagina che verrà visualizzata digitare l indirizzo e-mail che si vuole consultare e la relativa password (come da comunicazione) CONFIGURAZIONE DELLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA La consultazione della casella di posta elettronica predisposta all interno del dominio patronatosias.it può essere effettuata attraverso l utilizzo dei

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014)

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014) GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad (v. 1.0.0 Maggio 2014) Benvenuto alla guida di configurazione della posta elettronica per dispositivi mobili tipo iphone/ipad. Prima di proseguire, assicurati

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad.

La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad. La presente guida illustra i passaggi fondamentali per gestire l account posta elettronica certificata (PEC) sui dispositivi Apple ipad. OPERAZIONI PRELIMINARI Dal menu impostazioni andate su E-mail, Contatti,

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

1. FileZilla: installazione

1. FileZilla: installazione 1. FileZilla: installazione Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32- setup.exe) l installer del nostro client FTP sul proprio computer

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE

SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE SOLUZIONI PER ANOMALIE RISCONTRATE NELL USO DELLA PROCEDURA ON-LINE IMPOSSIBILITA DI ACCEDERE NELLA PROCEDURA ON-LINE ESEGUIRE: MENU STRUMENTI ---- OPZIONI INTERNET --- ELIMINA FILE TEMPORANEI --- SPUNTARE

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01)

SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie [COB] Import massivo XML. ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) SINTESI Comunicazioni Obbligatorie [COB] XML ver. 1.0 del 14.05.2008 (ver. COB 3.13.01) Questo documento è una guida alla importazione delle Comunicazioni Obbligatorie: funzionalità che consente di importare

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200 IMPORTAZIONI - INDICE... 3 Anagrafiche... 4 Anagrafiche esterne... 5 Client abilitati... 6 2 Le funzioni trattate in questa sezione permettono di gestire la fase di importazione dei dati provenienti da

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Sommario Sommario... 1 Parte 1 - Nuovo canale di sicurezza ANPR (INA-AIRE)... 2 Parte 2 - Collegamento Client INA-SAIA... 5 Indicazioni generali... 5 Installazione e configurazione... 8 Operazioni di Pre-Installazione...

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Outlook Express. Dalla barra del menu in alto, selezionare STRUMENTI e successivamente ACCOUNT :

Outlook Express. Dalla barra del menu in alto, selezionare STRUMENTI e successivamente ACCOUNT : OutlookExpress Dallabarradelmenuinalto,selezionare STRUMENTI esuccessivamente ACCOUNT : Siapriràfinestra ACCOUNTINTERNET. Sceglierelascheda POSTAELETTRONICA. Cliccaresulpulsante AGGIUNGI quindilavoce POSTAELETTRONICA

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta

PostaCertificat@ Configurazione per l accesso alla Rubrica PA da client di Posta alla Rubrica PA da client di Posta Postecom S.p.A. Poste Italiane S.p.A. Telecom Italia S.p.A. 1 Indice INDICE... 2 PREMESSA... 3 CONFIGURAZIONE OUTLOOK 2007... 3 CONFIGURAZIONE EUDORA 7... 6 CONFIGURAZIONE

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO La seguente guida mostra come trasferire un SiteManager presente nel Server Gateanager al Server Proprietario; assumiamo a titolo di esempio,

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD

AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD AUTENTICAZIONE CON CERTIFICATI DIGITALI MOZILLA THUNDERBIRD 1.1 Premessa Il presente documento è una guida rapida che può aiutare i clienti nella corretta configurazione del software MOZILLA THUNDERBIRD

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it in modalità compatibile www.dyndns.org Questa semplice guida fornisce le informazioni necessarie per eseguire la registrazione del proprio DVR

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli