Internet Security: Secure Sockets Layer

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Internet Security: Secure Sockets Layer"

Transcript

1 Internet layered architecture Internet Security: Secure Sockets Layer Ozalp Babaoglu Internet protocols are layered Each layer provides services to the layer above hiding details of layers below Logical separation Easier to develop and maintain Interoperability Two reference models: ISO/OSI and TCP/IP ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA 2 Security in the Internet: at which level? Introduction Security at the application level Pros: designed for specific application requirements Cons: requires multiple security mechanisms Security at the transport level Pros: provides common interface to security services Cons: requires (minor) modification to applications Security at the network level Pros: works with security-ignorant applications Cons: may require modifications at the OS level Introduction 3 4

2 Introduction SSL: Secure Sockets Layer Security at the network level IPSec Security at the transport level SSL (Secure Sockets Layer) Security at the application level S/MIME PGP Kerberos SET One of the most widely used security services A general purpose service implemented as a set of protocols that rely on TCP Proposed by Netscape Communications Corporation in 1995 Adopted as a standard by the IETF under the name Transport Layer Security (TLS) Guarantees confidentiality, integrity and authentication for Internet communications 5 6 SSL: Secure Sockets Layer SSL: Secure Sockets Layer Client Server E-commerce On-line trading Internet banking Any application where confidential data (password, credit card number) needs to be sent to a remote host HTTP SSL TCP/IP HTTPS HTTP SSL TCP/IP 7 8

3 SSL: Secure Sockets Layer Recall hybrid solution for secret key management Crittografia ibrido Cifrari simmetrici Cifrari asimmetrici Certificati Message Authentication Code (MAC) 1. A generates (KA[pub], KA[priv]) 2. A announces its public key to B: {KA[pub], A} 3. B generates session key KS 4. B sends session key to A: C(KA[pub], KS) 5. A decrypts to obtain KS = D(KA[priv], C(KA[pub], KS)) 6. A can delete (KA[pub], KA[priv]) 7. A and B pass to symmetric cryptography using the session key KS 9 10 SSL: Implementation SSL: Handshake e Record SSL Handshake crea un canale sicuro, affidabile e autenticato tra client e server SSL Record fa viaggiare i messaggi incapsulandoli in blocchi cifrati e autenticati HTTP SMTP IMAP Handshake: definisce il canale ovvero una suite crittografico che contiene meccanismi di cifratura da usare in seguito dati per la (mutua) autenticazione relative chiavi Record: implementa il canale utilizzando la suite per cifrare e autenticare i blocchi prima di darli in pasto a TCP 11 12

4 SSL Sessions and Connections SSL Sessions and Connections SSL Session A long-lasting association between a client and a server Created by the Handshake Protocol Associated to a set of security parameters Used to avoid the expensive negotiation of new security parameters SSL Connection A transport connection between a client and a server Connections are transient Every connection is associated with one session Between any pair of parties There may be multiple connections Normally there is a single session Session state Session identifier: arbitrary byte sequence to identify an active session Peer certificate: an X509.v3 certificate of the peer; may be null Compression method: used to compress data prior to encryption Cipher spec: specifies the data encryption algorithm Master secret: 48 byte secret shared between client and server SSL Sessions and Connections SSL: Handshake Protocol Connection State Client/Server random: Random byte sequences used as identifier chosen by the client and the server at each connection Client/Server write MAC secret key: Secret key used in Message Authentication Code (MAC) operations on data sent by the client/ server Client/Server write secret key: Encryption key for data encrypted by the client/server and decrypted by the server/client Sequence Numbers 15 16

5 Phase 1: Client Hello Phase 1: Server Hello Client U manda a server S un messaggio richiedendo una connessione SSL Client U specifica le prestazioni di sicurezza desiderate Versione del protocollo SSL sopportato Lista di algoritmi di compressione sopportati Cipher Suite: SSL_RSA_WITH_3DES_EDE_CBC_SHA RSA: scambio chiavi di sessione 3DES_EDE_CBC: cifratura simmetrica SHA: funzione hash one-way per MAC Client U allega una sequenza di byte casuali Server S riceve il messaggio client hello da U Server S selezione un algoritmo di compressione tra quelli elencati da U Server S seleziona dalla cipher suite inviata da U una cipher suite comune (tra U e S ) Server S invia a U un messaggio server hello contenente gli elementi selezionati e una nuova sequenza di byte casuali Se U non riceve il messaggio server hello interrompe la comunicazione Phase 1: Use of random bytes Phase 2: Autenticazione During Phase 1, the client and server exchange newly generated random bytes The master secret is constructed as a function of these bytes They also act as nonces to prevent replay attacks Server S si autentica a U inviandogli il proprio certificato digitale Se S spedisce una lista di certificati, U controlla l intera lista Se i servizi offerti da S devono essere protetti negli accessi, S può richiedere a U di inviargli il suo certificato (autenticazione di U con S ) SSL si base su un PKI e non si interessa direttamente di meccanismi di trust, distribuzione dei certificati, revoca, etc

6 Phase 2: Server Hello Done Phase 3: Pre-master secret, Master secret Client U costruisce un pre-master secret P come una nuova sequenza di byte casuali Server S invia il messaggio server hello done a U Server hello done sancisce la fine della fase in cui ci si accorda sulla cipher suite e sui parametri crittografici Client U spedisce P a S dopo averlo cifrato con la chiave pubblica di S contenuta nel certificato e l algoritmo concordato (nell esempio U usa RSA) Client U combina P con alcune stringhe note + byte casuali contenuti in client hello e server hello e codifica il tutto con SHA e MD5 ottenendo il master secret M Phase 3: Costruzione di Master Secret al server Phase 3: Invio del certificato di Client Server S decifra il messaggio di U e ottiene P Server S calcola M nello stesso modo con cui U aveva calcolato M a partire da P Nota: Server S può farlo perché dispone delle stesse informazioni di cui dispone U Quando richiesto da S, U gli invia il suo certificato Se non lo possiede, si interrompe il protocollo Insieme al certificato, U allega e firma con la sua chiave privata, la SSL-history Server S controlla il certificato e in caso di anomalie interrompe il protocollo 23 24

7 Phase 3: Autenticazione del Client Phase 4: Messaggi Finished Se richiesto, U deve autenticarsi verso S In pratica, il server dispone di certificati mentre l utente di solito no In assenza di certificato, U procede ad autenticarsi con login e password Questi messaggi vengono costruiti in base al master secret e contengono tutte le informazioni che i due partner si sono scambiati durante la fase di handshake Permettono a U e S di effettuare un controllo ulteriore sulle comunicazioni avvenute e di accertarsi di possedere lo stesso master secret Permettono a U e S di accertarsi che non ci sia stato un attacco di tipo man-in-the-middle Phase 4: Client Finished Phase 4: Server Finished Client U invia S il messaggio finished protetto utilizzando M Costruzione di finished F U = M + tutti i messaggi di handshake scambiati finora + identità di U Client U codifica F U con SHA e MD5 e lo invia a S Server S verifica il messaggio finished di U ricalcolando il tutto Server S invia a U suo messaggio finished protetto utilizzando M Costruzione di finished : F S = M + tutti i messaggi di handshake scambiati finora (incluso il messaggio finished di U ) + identità di S Server S codifica F S con SHA e MD5 e lo invia a U Client U verifica il messaggio finished ricevuto da S 27 28

8 SSL Record Protocol SSL Record Protocol SSL Record Protocol provides Confidentiality: The Handshake Protocol defines a shared secret key used for conventional encryption of SSL payloads Integrity: The Handshake Protocol defines a shared secret key used to generate Message Authentication Code I dati vengono frammentati in parti di lunghezza opportuna Ogni blocco viene numerato, compresso, autenticato con MAC, cifrato con chiave segreta e trasmesso usando il protocollo di trasporto sottostante (TCP) Il destinatario opera in modo inverso al mittente e restituisce il messaggio all applicazione sovrastante (HTTP, SMTP, IMAP, etc.) SSL Record Protocol MAC in SSL Record Protocol Ogni blocco viene numerato e autenticato con MAC MAC = H(blocco, numero, M, stringhe note) Dove numero è di 64 bit quindi no ripetizioni all interno della stessa sessione Si previene così facendo l uso fraudolento e iterato dello stesso blocco nella stessa sessione Se un blocco viene perduto, i blocchi successivi vanno ricreati e rispediti MAC sono cifrati insieme al messaggio con chiave simmetrica 31 32

9 Generazioni Sequenze Casuali Conclusioni Sono contenute il client hello, server hello e pre-master secret Da loro dipendono fortemente il master secret e quindi le chiavi segrete di sessione La sequenza contenuta nel pre-master secret è inviata da U a S in modo cifrato e la sua impredictibilità è cruciale per la sicurezza del canale SSL Se il generatore di sequenze pseudo-casuali non è di qualità, l intero protocollo si indebolisce SSL è sicuro quanto la più debole cipher suite da esso sopportata Sarebbe meglio disabilitare nel proprio browser tutti i protocolli con chiavi troppo corte (esempio: cifrari simmetrici con chiavi a 40 bit e asimmetrici con chiavi fino a 512 bit) SSL Certificate Errors SSL Certificate Errors 35 36

SSL: applicazioni telematiche SSL SSL SSL. E-commerce Trading on-line Internet banking... Secure Socket Layer

SSL: applicazioni telematiche SSL SSL SSL. E-commerce Trading on-line Internet banking... Secure Socket Layer : applicazioni telematiche Secure Socket Layer E-commerce Trading on-line Internet banking... Protocollo proposto dalla Netscape Communications Corporation Garantisce confidenzialità e affidabilità delle

Dettagli

Internet Security: Secure Socket Layer

Internet Security: Secure Socket Layer Introduction Internet Security: Secure Socket Layer! Security in the Internet: " at which (OSI, TCP/IP) level? Ozalp Babaoglu ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA Babaoglu 2001-2007 Sicurezza 2 Introduction

Dettagli

Approfondimento di Marco Mulas

Approfondimento di Marco Mulas Approfondimento di Marco Mulas Affidabilità: TCP o UDP Throughput: banda a disposizione Temporizzazione: realtime o piccoli ritardi Sicurezza Riservatezza dei dati Integrità dei dati Autenticazione di

Dettagli

Comunicazioni sicure su Internet: https e SSL. Fisica dell Informazione

Comunicazioni sicure su Internet: https e SSL. Fisica dell Informazione Comunicazioni sicure su Internet: https e SSL Fisica dell Informazione Il servizio World Wide Web (WWW) Come funziona nel dettaglio il Web? tre insiemi di regole: Uniform Resource Locator (URL) Hyper Text

Dettagli

La suite di protocolli SSL

La suite di protocolli SSL Network Security Elements of Security Protocols Secure Socket Layer (SSL) Architettura Il protocollo Record Il protocollo Handshake Utilizzo di SSL nei pagamenti elettronici Limiti di SSL Sicurezza nella

Dettagli

La sicurezza nelle reti di calcolatori

La sicurezza nelle reti di calcolatori La sicurezza nelle reti di calcolatori Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza Analisi di traffico

Dettagli

Corso di Sicurezza Informatica. Sicurezza Web. Ing. Gianluca Caminiti

Corso di Sicurezza Informatica. Sicurezza Web. Ing. Gianluca Caminiti Corso di Sicurezza Informatica Sicurezza Web Ing. Gianluca Caminiti SSL Sommario Considerazioni sulla Sicurezza del Web Secure Socket Layer (SSL) 3 Brevi Considerazioni sulla Sicurezza del Web Web come

Dettagli

Elementi di Sicurezza informatica

Elementi di Sicurezza informatica Elementi di Sicurezza informatica Secure Socket Layer Università degli Studi di Perugia Indice 1 1.Introduzione 2 3 Perché SSL Funzionalità Storia di SSL Introduzione Introduzione Perché SSL; Funzionalità;

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Sommario. Introduzione alla Sicurezza Web

Sommario. Introduzione alla Sicurezza Web Sommario Introduzione alla Sicurezza Web Considerazioni generali IPSec Secure Socket Layer (SSL) e Transport Layer Security (TLS) Secure Electronic Transaction (SET) Introduzione alla crittografia Introduzione

Dettagli

Sicurezza interna alle applicazioni. Sicurezza esterna alle applicazioni. SSL: introduzione. Sicurezza nei Sistemi Informativi

Sicurezza interna alle applicazioni. Sicurezza esterna alle applicazioni. SSL: introduzione. Sicurezza nei Sistemi Informativi Sicurezza nei Sistemi Informativi La sicurezza nei protocolli di rete Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di

Dettagli

Secure Socket Layer (SSL) Transport Layer Security (TLS)

Secure Socket Layer (SSL) Transport Layer Security (TLS) Secure Socket Layer (SSL) Transport Layer Security (TLS) 1 SSL è un protocollo progettato per fornire la cifratura e l autenticazione tra un client web ed un server web SSL è concepito per essere collocato

Dettagli

SECURE SOCKET LAYER FEDERICO REALI

SECURE SOCKET LAYER FEDERICO REALI SECURE SOCKET LAYER FEDERICO REALI Sommario. In questo articolo vengono esposte le principali caratteristiche del protocollo SSL. Esso è stato introdotto sin dal 1994 e rappresenta una delle soluzioni

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security - SSL/TLS

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security - SSL/TLS Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security - SSL/TLS Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it Sicurezza e TCP/IP HTTP FTP TCP IPSec SMTP HTTP FTP SMTP SSL o TLS TCP IP Kerberos UDP S/MIME

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security. Chiara Braghin. SSL e TLS

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security. Chiara Braghin. SSL e TLS Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security Chiara Braghin SSL e TLS 1 TLS/SSL: Storia (1) Protocollo Secure Socket Layer (SSL): Introdotto nel 1994 da Netscape Communications per il browser

Dettagli

Sicurezza delle email, del livello di trasporto e delle wireless LAN

Sicurezza delle email, del livello di trasporto e delle wireless LAN Sicurezza delle email, del livello di trasporto e delle wireless LAN Damiano Carra Università degli Studi di Verona Dipartimento di Informatica La sicurezza nello stack protocollare TCP/IP Livello di rete

Dettagli

La sicurezza del Web SSL

La sicurezza del Web SSL La sicurezza del Web SSL Politiche delle Reti e Sicurezza 2006 M.L.Maggiulli 2006 1 Web Security Grazie alla facilita di utilizzo dei web browser grafici, Internet sta sempre piu diventando un mezzo per

Dettagli

Principi di crittografia Integrità dei messaggi Protocolli di autenticazione Sicurezza nella pila di protocolli di Internet: PGP, SSL, IPSec

Principi di crittografia Integrità dei messaggi Protocolli di autenticazione Sicurezza nella pila di protocolli di Internet: PGP, SSL, IPSec Crittografia Principi di crittografia Integrità dei messaggi Protocolli di autenticazione Sicurezza nella pila di protocolli di Internet: PGP, SSL, IPSec Elementi di crittografia Crittografia: procedimento

Dettagli

Distribuzione delle chiavi pubbliche. Gestione delle chiavi. Distribuzione delle chiavi pubbliche

Distribuzione delle chiavi pubbliche. Gestione delle chiavi. Distribuzione delle chiavi pubbliche Gestione delle chiavi Distribuzione delle chiavi pubbliche Distribuzione delle chiavi pubbliche Uso dei protocolli a chiave pubblica per distribuire chiavi segrete Annuncio pubblico Elenco pubblico Autorità

Dettagli

Cenni sulla Sicurezza in Ambienti Distribuiti

Cenni sulla Sicurezza in Ambienti Distribuiti Cenni sulla Sicurezza in Ambienti Distribuiti Cataldo Basile < cataldo.basile @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Motivazioni l architettura TCP/IPv4 è insicura il problema

Dettagli

Appendice C. C. Protocolli per comunicazioni sicure

Appendice C. C. Protocolli per comunicazioni sicure C. C.1 IPSec Il protocollo IPSec (Internet Protocol Security) è costituito da un insieme di elementi che realizzano un architettura di sicurezza a livello IP in modo trasparente rispetto alle applicazioni,

Dettagli

La Sicurezza delle Reti. La Sicurezza delle Reti. Il software delle reti. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica.

La Sicurezza delle Reti. La Sicurezza delle Reti. Il software delle reti. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica. Sistemi e tecnologie per la multimedialità e telematica Fabio Burroni Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Siena burronif@unisi unisi.itit La Sicurezza delle Reti La presentazione

Dettagli

Sicurezza nelle applicazioni multimediali: lezione 7, sicurezza dei protocolli. Sicurezza dei protocolli (https, pop3s, imaps, esmtp )

Sicurezza nelle applicazioni multimediali: lezione 7, sicurezza dei protocolli. Sicurezza dei protocolli (https, pop3s, imaps, esmtp ) Sicurezza dei protocolli (https, pop3s, imaps, esmtp ) Stack di protocolli nella trasmissione della posta elettronica 2 Sicurezza a livello applicativo Ma l utilizzo di meccanismi di cifratura e autenticazione

Dettagli

Una Introduzione a TLSv1.0

Una Introduzione a TLSv1.0 ICT Security n. 32 e 34, Marzo/Maggio 2005 p. 1 di 8 Una Introduzione a TLSv1.0 In questa rubrica abbiamo già avuto modo di descrivere protocolli ed applicazioni che sfruttano SSL/TLS (Secure Socket Layer

Dettagli

Sicurezza in rete SSL

Sicurezza in rete SSL Elementi di crittografia AA. 2004/2005 Sicurezza in rete SSL Patrizio ANGELINI Alessio BROZZI Giulia MASSIMI Roberto TURCHETTI Introduzione Con il crescente sviluppo di Internet e dei servizi ad esso collegati

Dettagli

Crittografia. Crittografia Definizione. Sicurezza e qualità dei servizi su internet. 2009 Università degli Studi di Pavia, C.

Crittografia. Crittografia Definizione. Sicurezza e qualità dei servizi su internet. 2009 Università degli Studi di Pavia, C. Definizione La crittografia è la scienza che utilizza algoritmi matematici per cifrare e decifrare i dati. La criptoanalisi è la scienza che analizza e decifra i dati crittografati senza conoscerne a priori

Dettagli

Side Channel Attack contro il protocollo SSL

Side Channel Attack contro il protocollo SSL Side Channel Attack contro il protocollo SSL Giuliano Bertoletti E-Security Manager gb@intrinsic.it Webb.it Padova, 10 maggio 2003 Il protocollo SSL/TLS Comunicazione sicura client-server su protocollo

Dettagli

Secure socket layer (SSL) Transport layer security (TLS)

Secure socket layer (SSL) Transport layer security (TLS) Servizi Sicuri per le comunicazioni in rete Secure socket layer (SSL) Transport layer security (TLS) Applicaz. TTP TCP Applicaz. TTP SSL/TLS TCP SSL: Netscape TLS:RFC 2246 Applicaz. TTPS TCP andshake Change

Dettagli

Esercitazione 02. Sommario. Un po di background (1) Un certificato digitale in breve. Andrea Nuzzolese

Esercitazione 02. Sommario. Un po di background (1) Un certificato digitale in breve. Andrea Nuzzolese Sommario Esercitazione 02 Andrea Nuzzolese Certificati Descrizione esercitazione Free Secure Email Certificates (con InstantSSL) ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA Un certificato digitale in breve

Dettagli

Sicurezza nei Sistemi Distribuiti

Sicurezza nei Sistemi Distribuiti Sicurezza nei Sistemi Distribuiti Aspetti di Sicurezza La sicurezza nei sistemi distribuiti deve riguardare tutti i componenti del sistema e coinvolge due aspetti principali: Le comunicazioni tra utenti

Dettagli

Sicurezza nei Sistemi Distribuiti

Sicurezza nei Sistemi Distribuiti Sicurezza nei Sistemi Distribuiti Aspetti di Sicurezza La sicurezza nei sistemi distribuiti deve riguardare tutti i componenti del sistema e coinvolge due aspetti principali: Le comunicazioni tra utenti

Dettagli

Sicurezza della posta elettronica

Sicurezza della posta elettronica Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 15 Sicurezza della posta elettronica Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Sicurezza della posta elettronica 1 Posta elettronica (1) Una mail è un messaggio

Dettagli

Problemi legati alla sicurezza e soluzioni

Problemi legati alla sicurezza e soluzioni Corso DOMOTICA ED EDIFICI INTELLIGENTI UNIVERSITA DI URBINO Docente: Ing. Luca Romanelli Mail: romanelli@baxsrl.com Accesso remoto ad impianti domotici Problemi legati alla sicurezza e soluzioni Domotica

Dettagli

CRITTOGRAFIA, CERTIFICATI DIGITALI E PROTOCOLLI DI SICUREZZA

CRITTOGRAFIA, CERTIFICATI DIGITALI E PROTOCOLLI DI SICUREZZA CRITTOGRAFIA, CERTIFICATI DIGITALI E PROTOCOLLI DI SICUREZZA SU COSA SI BASANO I CERTIFICATI DIGITALI...2 Che cos è la Crittografia? E come viene applicata?...2 Crittografia a chiave simmetrica o segreta......2

Dettagli

IL SECURE SOCKETS LAYER (SSL) E LA SICUREZZA NEL PROTOCOLLO TCP/IP

IL SECURE SOCKETS LAYER (SSL) E LA SICUREZZA NEL PROTOCOLLO TCP/IP IL SECURE SOCKETS LAYER (SSL) E LA SICUREZZA NEL PROTOCOLLO TCP/IP Mini lezione di reti Per comprendere a fondo l ambito nel quale ci stiamo muovendo, è fondamentale spiegare seppur brevemente e in maniera

Dettagli

Sicurezza dei sistemi e delle reti 1. Lezione VI: IPsec. IPsec. La suite TCP/IP. Mattia Monga. a.a. 2014/15

Sicurezza dei sistemi e delle reti 1. Lezione VI: IPsec. IPsec. La suite TCP/IP. Mattia Monga. a.a. 2014/15 Sicurezza dei sistemi e delle 1 Mattia Lezione VI: Dip. di Informatica Università degli Studi di Milano, Italia mattia.monga@unimi.it a.a. 2014/15 1 cba 2011 15 M.. Creative Commons Attribuzione Condividi

Dettagli

Benvenuti. Luca Biffi, Direttore Supporto Tecnico di Achab supporto@achab.it. Achab techjam Gateway PEC per MDaemon

Benvenuti. Luca Biffi, Direttore Supporto Tecnico di Achab supporto@achab.it. Achab techjam Gateway PEC per MDaemon Benvenuti Luca Biffi, Direttore Supporto Tecnico di Achab supporto@achab.it Achab techjam Gateway PEC per MDaemon Protocolli di sicurezza per la posta elettronica... inclusa la PEC Achab 2 Agenda Acronimi

Dettagli

Sicurezza degli accessi remoti. La sicurezza degli accessi remoti

Sicurezza degli accessi remoti. La sicurezza degli accessi remoti Sicurezza degli accessi remoti Antonio Lioy < lioy @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Situazione standard autenticazione ed autorizzazione basate su password problema: password

Dettagli

Vallarino Simone. Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS

Vallarino Simone. Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS Vallarino Simone Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS INTRODUZIONE Per cominciare a parlare di https è necessario aprire la discussione ricordando le caratteristiche dell http: HTTP Nel sistema telematico

Dettagli

Esercitazione 2 Certificati

Esercitazione 2 Certificati Sommario Esercitazione 2 Certificati Laboratorio di 2015/2016 Andrea Nuzzolese Certificati Descrizione esercitazione Free Secure Email Certificates (con InstantSSL) ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA

Dettagli

Protezione dei Dati Digitali: Scenari ed Applicazioni

Protezione dei Dati Digitali: Scenari ed Applicazioni Protezione dei Dati Digitali: Scenari ed Applicazioni 1 Sommario Parte I : Scenari Parte II : La Teoria Parte III: La Pratica 2 Parte I: Scenari 3 Applicazioni quotidiane (1/2) Transazioni finanziarie

Dettagli

Babaoglu 2006 Sicurezza 2

Babaoglu 2006 Sicurezza 2 Key Escrow Key Escrow Ozalp Babaoglu! In many situations, a secret (key) is known to only a single individual " Private key in asymmetric cryptography " The key in symmetric cryptography or MAC where the

Dettagli

E-business sicuro. Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 05/06/06

E-business sicuro. Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 05/06/06 E-business sicuro Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 05/06/06 Ecommerce: problematiche Differenze con il commercio tradizionale dati importanti viaggiano su Internet (numero di carta

Dettagli

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Il protocollo Kerberos è stato sviluppato dal MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) Iniziato a sviluppare negli anni 80 è stato rilasciato come Open Source nel 1987 ed è diventato

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 19/04/06

Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 19/04/06 E-business sicuro Tecnologie per la gestione delle transazioni su Internet 19/04/06 Ecommerce: problematiche Differenze con il commercio tradizionale dati importanti viaggiano su Internet (numero di carta

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica Reti e Sicurezza Informatica

Corso di Laurea in Informatica Reti e Sicurezza Informatica Corso di Laurea in Informatica Reti e Sicurezza Informatica Esercitazione 6 Autenticazione in Tomcat per lo sviluppo di Web Service. In questo documento si presentano i meccanismi fondamentali che consentono

Dettagli

Applicazioni per l autenticazione Sicurezza nelle reti di TLC - Prof. Marco Listanti - A.A. 2008/2009

Applicazioni per l autenticazione Sicurezza nelle reti di TLC - Prof. Marco Listanti - A.A. 2008/2009 Applicazioni per l autenticazione Kerberos Kerberos Servizio di autenticazione sviluppato dal MIT Fornisce un server di autenticazione centralizzato Basato su crittografia simmetrica (chiave privata) Permette

Dettagli

Robustezza crittografica della PEC

Robustezza crittografica della PEC Robustezza crittografica della PEC Prof. Massimiliano Sala Università degli Studi di Trento, Lab di Matematica Industriale e Crittografia Trento, 21 Novembre 2011 M. Sala (Università degli Studi di Trento)

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI. Crittografia. La crittografia

RETI DI CALCOLATORI. Crittografia. La crittografia RETI DI CALCOLATORI Crittografia La crittografia La crittografia è la scienza che studia la scrittura e la lettura di messaggi in codice ed è il fondamento su cui si basano i meccanismi di autenticazione,

Dettagli

Security protocols: : TLS

Security protocols: : TLS Location of security facilities in the TCP/IP stack Security protocols: : Luca Veltri (mail.to: luca.veltri veltri@unipr.it) Network level transport/session level Application level Corso di Sicurezza nelle

Dettagli

Crittologia. Obiettivi della crittografia. Autenticazione dell utente (1.) Riservatezza dei dati

Crittologia. Obiettivi della crittografia. Autenticazione dell utente (1.) Riservatezza dei dati Crittologia Obiettivi della crittografia crittologia = kryptos + logos crittografia crittoanalisi testo in chiaro (M) => testo cifrato (C) processo di cifratura (E) riservatezza dei dati; autenticazione

Dettagli

FORSETI BLOG. Readcast. Aprile 2014 Speciale Heartbleed. http://blog.forseti.it/

FORSETI BLOG. Readcast. Aprile 2014 Speciale Heartbleed. http://blog.forseti.it/ FORSETI BLOG Readcast Aprile 2014 Speciale Heartbleed http://blog.forseti.it/ Indice di 3 Forseti Blog - Aprile 2014 3 di Dottore in Sicurezza dei Sistemi e delle Reti Informatiche, Dottore Magistrale

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security (4) SSL/TLS e IPSec

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security (4) SSL/TLS e IPSec Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security (4) SSL/TLS e IPSec Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Internet ISP Backbone ISP Routing locale e tra domini w TCP/IP: gestisce routing e

Dettagli

Il protocollo SSL! Il protocollo SSL! (Secure Socket Layer)! "Uno dei protocolli più diffusi nelle comunicazioni sicure:!

Il protocollo SSL! Il protocollo SSL! (Secure Socket Layer)! Uno dei protocolli più diffusi nelle comunicazioni sicure:! ! Il protocollo SSL! Il protocollo SSL! (Secure Socket Layer)! "Uno dei protocolli più diffusi nelle comunicazioni sicure:!! garantisce confidenzialità e affidabilità delle comunicazioni su Internet, proteggendole

Dettagli

Sicurezza nelle applicazioni multimediali: lezione 8, sicurezza ai livelli di rete e data-link. Sicurezza ai livelli di rete e data link

Sicurezza nelle applicazioni multimediali: lezione 8, sicurezza ai livelli di rete e data-link. Sicurezza ai livelli di rete e data link Sicurezza ai livelli di rete e data link Sicurezza a livello applicativo Ma l utilizzo di meccanismi di cifratura e autenticazione può essere introdotto anche ai livelli inferiori dello stack 2 Sicurezza

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni di rete

Sicurezza delle applicazioni di rete Sicurezza delle applicazioni di rete Antonio Lioy < lioy @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Sicurezza di canale autenticazione (singola o mutua), integrità e segretezza solo

Dettagli

metodi crittografici 2006-2007 maurizio pizzonia sicurezza dei sistemi informatici e delle reti

metodi crittografici 2006-2007 maurizio pizzonia sicurezza dei sistemi informatici e delle reti metodi crittografici 1 sommario richiami di crittografia e applicazioni hash crittografici crittografia simmetrica crittografia asimmetrica attacchi e contromisure attacchi tipici key rollover generatori

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni di rete. Sicurezza di canale. Sicurezza di messaggio (o dei dati) Antonio Lioy - Politecnico di Torino (1995-2011) 1

Sicurezza delle applicazioni di rete. Sicurezza di canale. Sicurezza di messaggio (o dei dati) Antonio Lioy - Politecnico di Torino (1995-2011) 1 Sicurezza delle applicazioni di rete Antonio Lioy < lioy @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Sicurezza di canale autenticazione (singola o mutua), integrità e segretezza solo

Dettagli

Crittografia. Appunti a cura del prof. Ing. Mario Catalano

Crittografia. Appunti a cura del prof. Ing. Mario Catalano Crittografia Appunti a cura del prof. Ing. Mario Catalano La crittografia La crittografia è la scienza che studia la scrittura e la lettura di messaggi in codice. Solitamente, i meccanismi crittografici

Dettagli

IPSec. Internet Protocol Security. Mario Baldi. Synchrodyne Networks, Inc. mbaldi[at]synchrodyne.com. IPSec - 1 M. Baldi: nota a pagina 2

IPSec. Internet Protocol Security. Mario Baldi. Synchrodyne Networks, Inc. mbaldi[at]synchrodyne.com. IPSec - 1 M. Baldi: nota a pagina 2 IPSec Internet Procol Security Mario Baldi Synchrodyne Networks, Inc. mbaldi[at]synchrodyne.com IPSec - 1 M. Baldi: nota a pagina 2 Nota di Copyright Ques insieme di trasparenze (det nel segui slide) è

Dettagli

La sicurezza nelle comunicazioni fra PC. Prof. Mauro Giacomini A.A. 2008-2009

La sicurezza nelle comunicazioni fra PC. Prof. Mauro Giacomini A.A. 2008-2009 La sicurezza nelle comunicazioni fra PC Prof. Mauro Giacomini A.A. 2008-2009 Sommario Cosa significa sicurezza? Crittografia Integrità dei messaggi e firma digitale Autenticazione Distribuzione delle chiavi

Dettagli

L IDENTITY MANAGEMENT

L IDENTITY MANAGEMENT L IDENTITY MANAGEMENT Le 3 A È pratica consueta riferirsi all insieme delle tecniche di autenticazione, autorizzazione e accounting come alle 3A. Il motivo di questo accostamento non risiede semplicemente

Dettagli

Elements of Security Protocols Secure Socket Layer (SSL)

Elements of Security Protocols Secure Socket Layer (SSL) Network Security Elements of Security Protocols Secure Socket Layer (SSL)!!"#$%&'&&(")! *+,-".&.#.++.,/'#."0! *+,-".&.#.++.,1)203$)4'! 5&%+%66.,0%,778,2'%,-)9):'2&%,'+'&&".2%#%! 8%:%&%,0%,778 Sicurezza

Dettagli

Universita' di Ferrara Dipartimento di Matematica e Informatica. Algoritmi e Strutture Dati. Funzioni Hash e Network Security

Universita' di Ferrara Dipartimento di Matematica e Informatica. Algoritmi e Strutture Dati. Funzioni Hash e Network Security Universita' di Ferrara Dipartimento di Matematica e Informatica Algoritmi e Strutture Dati Funzioni Hash e Network Security Vedi: A.S. Tanenbaum, Computer Networks, 4th ed., Prentice Hall: sez. 8, pagg.

Dettagli

SICUREZZA. Sistemi Operativi. Sicurezza

SICUREZZA. Sistemi Operativi. Sicurezza SICUREZZA 14.1 Sicurezza Il Problema della Sicurezza Convalida Pericoli per i Programmi Pericoli per il Sistema Difendere i Sistemi Scoperta di Intrusioni Cifratura Esempio: Windows NT 14.2 Il Problema

Dettagli

Sistemi Operativi SICUREZZA. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL 14.1

Sistemi Operativi SICUREZZA. Sistemi Operativi. D. Talia - UNICAL 14.1 SICUREZZA 14.1 Sicurezza Il Problema della Sicurezza Convalida Pericoli per i Programmi Pericoli per il Sistema Difendere i Sistemi Scoperta di Intrusioni Cifratura Esempio: Windows NT 14.2 Il Problema

Dettagli

SETEFI. Marco Cantarini, Daniele Maccauro, Domenico Marzolla. 19 Aprile 2012

SETEFI. Marco Cantarini, Daniele Maccauro, Domenico Marzolla. 19 Aprile 2012 e VIRTUALCARD 19 Aprile 2012 e VIRTUALCARD Introduzione Il nostro obiettivo é quello di illustrare la struttura e le caratteristiche di fondo che stanno alla base delle transazioni online operate tramite

Dettagli

StarShell. IPSec. StarShell

StarShell. IPSec. StarShell IPSec 1 IPSec Applicabile sia a Ipv4 che Ipv6 Obiettivi: Facilitare la confidenzialità, integrità ed autenticazione di informazioni trasferite tramite IP Standard di interoperabilità tra più vendor Protocolli:

Dettagli

Sicurezza delle reti e dei calcolatori

Sicurezza delle reti e dei calcolatori Sicurezza e dei calcolatori Introduzione a IPSec Lezione 11 1 Obiettivi Aggiungere funzionalità di sicurezza al protocollo IPv4 e IPv6 Riservatezza e integrità del traffico Autenticità del mittente La

Dettagli

Meccanismi di autenticazione sicura. Paolo Amendola GARR-CERT

Meccanismi di autenticazione sicura. Paolo Amendola GARR-CERT Meccanismi di autenticazione sicura Paolo Amendola GARR-CERT Argomenti Crittografazione del traffico Identita digitali One-time passwords Kerberos Crittografazione del traffico Secure Shell SASL SRP sftp

Dettagli

Sicurezza: necessità. Roberto Cecchini Ottobre 2002 1

Sicurezza: necessità. Roberto Cecchini Ottobre 2002 1 Sicurezza: necessità Riservatezza: la comunicazione è stata intercettata? Autenticazione: l utente è veramente chi dice di essere? Autorizzazione: ogni utente può accedere solo alle risorse cui ha diritto.

Dettagli

Analysis of the Logjam attack

Analysis of the Logjam attack Technical Report on Analysis of the Logjam attack (IEIIT-CNR-150608) Luca Patti, Ernesto Schiavo, Enrico Cambiaso, Gianluca Papaleo, Paolo Farina, Maurizio Aiello (Network Security Group) IEIIT-CNR Istituto

Dettagli

PROCEDURA AGGIORNAMENTO LISTE MEDIANTE L INTERFACCIA WEB

PROCEDURA AGGIORNAMENTO LISTE MEDIANTE L INTERFACCIA WEB PROCEDURA AGGIORNAMENTO LISTE MEDIANTE L INTERFACCIA WEB Precondizioni Per poter eseguire i passi previsti da questa procedura è necessario che: - l'operatore (di seguito OP) abbia presentato l istanza

Dettagli

La sicurezza nel Web

La sicurezza nel Web La sicurezza nel Web Protezione vs. Sicurezza Protezione: garantire un utente o un sistema della non interazione delle attività che svolgono in unix ad esempio i processi sono protetti nella loro esecuzione

Dettagli

Sicurezza in E-Commerce

Sicurezza in E-Commerce Sicurezza in E-Commerce Corso di Laurea Magistrale Scienze e Tecnologie Informatiche Sicurezza dei Sistemi Informatici A. A. 2008/2009 Luca Assirelli - Mirco Gamberini Gruppo 6 E-Commerce Internet, ha

Dettagli

Pretty Good Privacy. PGP fornisce crittografia ed autenticazione. creato da Phil Zimmermann nel 1991. in origine è un'applicazione per e-mail

Pretty Good Privacy. PGP fornisce crittografia ed autenticazione. creato da Phil Zimmermann nel 1991. in origine è un'applicazione per e-mail Pretty Good Privacy PGP fornisce crittografia ed autenticazione creato da Phil Zimmermann nel 1991 in origine è un'applicazione per e-mail RFC 2440 - OpenPGP Message Format nov.98 RFC 3156 - MIME Security

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

UDP. Livello di Trasporto. Demultiplexing dei Messaggi. Esempio di Demultiplexing

UDP. Livello di Trasporto. Demultiplexing dei Messaggi. Esempio di Demultiplexing a.a. 2002/03 Livello di Trasporto UDP Descrive la comunicazione tra due dispositivi Fornisce un meccanismo per il trasferimento di dati tra sistemi terminali (end user) Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it

Dettagli

Lezione 7 Sicurezza delle informazioni

Lezione 7 Sicurezza delle informazioni Lezione 7 Sicurezza delle informazioni Sommario Concetti generali Meccanismi per la sicurezza IT: Crittografia Hash Firma digitale Autenticazione 1 Concetti generali Availability Confidentiality Integrity

Dettagli

Sicurezza a livello IP: IPsec e le reti private virtuali

Sicurezza a livello IP: IPsec e le reti private virtuali Sicurezza a livello IP: IPsec e le reti private virtuali Davide Cerri Sommario L esigenza di proteggere l informazione che viene trasmessa in rete porta all utilizzo di diversi protocolli crittografici.

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 17 Protocolli di rete e vulnerabilità. Chiara Braghin

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 17 Protocolli di rete e vulnerabilità. Chiara Braghin Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 17 Protocolli di rete e vulnerabilità Chiara Braghin Dalle news 1 Internet ISP Backbone ISP Routing locale e tra domini TCP/IP: routing, connessioni BGP (Border

Dettagli

Sicurezza della comunicazione. Proprietà desiderabili. Segretezza. Autenticazione

Sicurezza della comunicazione. Proprietà desiderabili. Segretezza. Autenticazione Sicurezza della comunicazione Proprietà desiderabili Segretezza Autenticazione 09CDUdc Reti di Calcolatori Sicurezza nelle Reti Integrità del messaggio Segretezza Il contenuto del messaggio può essere

Dettagli

Appendice:: Spunti sulla sicurezza e Internet Materiale fuori programma dedicato rigorosamente solo ai curiosi. prof.

Appendice:: Spunti sulla sicurezza e Internet Materiale fuori programma dedicato rigorosamente solo ai curiosi. prof. Operatore Informatico Giuridico Informatica Giuridica di Base A.A 2003/2004 I Semestre Appendice:: Spunti sulla sicurezza e Internet Materiale fuori programma dedicato rigorosamente solo ai curiosi prof.

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

E-commerce sicuro. Le problematiche del pagamento elettronico. Acquisto on-line sicuro. Tecnologie per la gestione dei pagamenti su Internet

E-commerce sicuro. Le problematiche del pagamento elettronico. Acquisto on-line sicuro. Tecnologie per la gestione dei pagamenti su Internet E-commerce sicuro Tecnologie per la gestione dei pagamenti su Internet 02/06/03 P. Cremonesi L. Muttoni S. Zanero Anno Accademico 2002-2003 Le problematiche del pagamento elettronico Acquisto on-line sicuro

Dettagli

Obiettivo: realizzazione di reti sicure TIPI DI ATTACCO. Politica di sicurezza: a) scelte tecnologiche b) strategie organizzative

Obiettivo: realizzazione di reti sicure TIPI DI ATTACCO. Politica di sicurezza: a) scelte tecnologiche b) strategie organizzative Obiettivo: realizzazione di reti sicure Politica di sicurezza: a) scelte tecnologiche b) strategie organizzative Per quanto riguarda le scelte tecnologiche vi sono due categorie di tecniche: a) modifica

Dettagli

RC4 RC4. Davide Cerri. Davide Cerri CEFRIEL - Politecnico di Milano cerri@cefriel.it http://www.cefriel.it/~cerri/

RC4 RC4. Davide Cerri. Davide Cerri CEFRIEL - Politecnico di Milano cerri@cefriel.it http://www.cefriel.it/~cerri/ POLITECNICO DI MILANO CEFRIEL - Politecnico di Milano cerri@cefriel.it http://www.cefriel.it/~cerri/ è un cifrario a flusso progettato da Ron Rivest (la R di RSA) nel 1987. Era un segreto commerciale della

Dettagli

Creare connessioni cifrate con stunnel

Creare connessioni cifrate con stunnel ICT Security n. 24, Giugno 2004 p. 1 di 5 Creare connessioni cifrate con stunnel Capita, e purtroppo anche frequentemente, di dover offrire servizi molto insicuri, utilizzando ad esempio protocolli che

Dettagli

Studio della sicurezza in OMA SUPL e di una sua implementazione in Java

Studio della sicurezza in OMA SUPL e di una sua implementazione in Java tesi di laurea Studio della sicurezza in OMA SUPL e di una sua implementazione in Java Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Massimo Ficco candidato Nicola Costagliola Matr. 831/165 Obiettivi

Dettagli

IPsec e TLS a confronto: funzioni, prestazioni ed estensioni

IPsec e TLS a confronto: funzioni, prestazioni ed estensioni IPsec e TLS a confronto: funzioni, prestazioni ed estensioni di Davide Cerri Ottobre 2001 Il materiale contenuto in questo documento è interamente tratto dalla tesi dal titolo I protocolli IPsec e TLS

Dettagli

PRINCIPI DI COMPUTER SECURITY. Andrea Paoloni

PRINCIPI DI COMPUTER SECURITY. Andrea Paoloni PRINCIPI DI COMPUTER SECURITY Andrea Paoloni 2 Cade il segreto dei codici cifrati Corriere della Sera 26 febbraio 2008 3 Gli hacker sono utili? 4 Safety vs Security SAFETY (salvezza): protezione, sicurezza

Dettagli

Reti di calcolatori. Lezione del 25 giugno 2004

Reti di calcolatori. Lezione del 25 giugno 2004 Reti di calcolatori Lezione del 25 giugno 2004 Tecniche di attacco Denial of Service : impedisce ad una organizzazione di usare i servizi della propria rete; sabotaggio elettronico Gli attacchi DoS possono

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente VELTRI LUCA Matricola: 006125

Testi del Syllabus. Docente VELTRI LUCA Matricola: 006125 Testi del Syllabus Docente VELTRI LUCA Matricola: 006125 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1005252 - NETWORK SECURITY + LABORATORY Corso di studio: 5052 - COMMUNICATION ENGINEERING - INGEGNERIA DELLE

Dettagli

Parte prima Cifratura simmetrica 27 Introduzione alla Parte prima 27

Parte prima Cifratura simmetrica 27 Introduzione alla Parte prima 27 Indice Prefazione XV Capitolo 0 Guida alla lettura 1 0.1 Contenuti generali del volume 1 0.2 Struttura generale 2 0.3 Risorse su Internet e sul Web 3 Siti Web per questo volume 3 Altri siti Web 4 I gruppi

Dettagli

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori

Indice. Prefazione. Presentazione XIII. Autori INDICE V Indice Prefazione Presentazione Autori XI XIII XV Capitolo 1 Introduzione alla sicurezza delle informazioni 1 1.1 Concetti base 2 1.2 Gestione del rischio 3 1.2.1 Classificazione di beni, minacce,

Dettagli

Autenticazione Forte...e uso delle carte

Autenticazione Forte...e uso delle carte Autenticazione Forte...e uso delle carte ...autenticazione forte Challenge and Response (Sfida e risposta) Basato su chiavi segrete e su una funzione unidirezionale Lo scopo è stabilire indirettamente

Dettagli

Key Management. Key management. Distribuzione delle chiavi pubbliche. Annuncio pubblico. Ozalp Babaoglu

Key Management. Key management. Distribuzione delle chiavi pubbliche. Annuncio pubblico. Ozalp Babaoglu Key management Key Management Ozalp Babaoglu Distribuzione delle chiavi pubbliche Gestione delle chiavi segrete Uso dei protocolli a chiave pubblica per distribuire chiavi segrete LM MTER STUDIORUM UNIVERSIT

Dettagli

Crittografia e sicurezza delle reti

Crittografia e sicurezza delle reti Crittografia e sicurezza delle reti IPSEC Scambio di chiavi (Diffie Hellman) SSL/TLS SET Architettura di sicurezza Applicaz. (SHTTP) SSL/TLS TCP IPSEC IP applicazioni sicure (ad es. PGP, SHTTP, SFTP, ecc.)

Dettagli

PEC. La posta elettronica certificata

PEC. La posta elettronica certificata Servizi Applicativi su Internet PEC La posta elettronica certificata Parzialmente tratte da Regole tecniche del servizio di trasmissione di documentiinformatici mediante posta elettronica certificata Normativa

Dettagli