L intervento del notaio nella circolazione dei beni a mezzo asta: dalla dismissione degli Enti pubblici all incarico di asta privata

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L intervento del notaio nella circolazione dei beni a mezzo asta: dalla dismissione degli Enti pubblici all incarico di asta privata"

Transcript

1 Convegno di studio L intervento del notaio nella circolazione dei beni a mezzo asta: dalla dismissione degli Enti pubblici all incarico di asta privata RETE ASTE NOTARILI V. GUNNELLA G. IACONO

2 INDICE 1. CENNI INTRODUTTIVI SULLA PROCEDURA RETE ASTE NOTARILI (RAN) IL PROGETTO RETE ASTE NOTARILI (RAN) ATTORI DEL SISTEMA E RUOLI ASPETTI CARATTERIZZANTI IL SISTEMA RETE ASTE NOTARILI PROCESSI APPUNTI SU ALCUNE NORMATIVE DI RIFERIMENTO DELLE ASTE IMMOBILIARI... 12

3 1. CENNI INTRODUTTIVI SULLA PROCEDURA RETE ASTE NOTARILI (RAN) I metodi di individuazione competitiva e trasparente dei contraenti, nell ambito della circolazione dei beni, sono stati disciplinati dal nostro ordinamento, dapprima esclusivamente nella contrattazione con la pubblica amministrazione e, solo recentemente, nel processo civile. Il regio decreto 23 maggio 1924, n. 827 rappresenta ancora la principale fonte normativa in materia, occasionalmente integrata, negli ultimi anni, con norme in genere inserite in leggi finanziarie, volte a consentire la rapida liquidazione del patrimonio degli enti previdenziali (leggi n. 351 e n. 410/2001 e legge 311/2004). Sul fronte del processo civile si è intervenuti più di recente con provvedimenti che, a partire dalla legge sulla competitività, hanno progressivamente modificato le norme del libro III, titolo II, capo IV del codice di procedura civile (legge 80/2005 modificata dalla legge 263/2005) sino alla recentissima legge 24/2010 che ha digitalizzato la procedura delle esecuzioni. La procedura RAN segue la tendenza delineata da questi interventi normativi, volendo offrire uno strumento, basato su un sistema di regole e di processi che diano la massima affidabilità all utente finale, per raggiungere l obiettivo di estendere in modo molto più generale l utilizzo dell asta. Prima di esaminare in dettaglio gli aspetti dell organizzazione informatica della procedura RAN può essere utile una premessa sullo stato dell arte delle aste, dal punto di vista dell immaginario collettivo. Nel nostro paese, a differenza di quanto avviene nei paesi dell Europa nord occidentale e, storicamente, nei paesi anglosassoni, la vendita all asta è vista come uno strumento riservato a pochi; ci si figura che il partecipante debba essere dotato di una particolare competenza e contemporaneamente debba essere in grado di sopportare lo stress della sessione di incanto. Come diretta conseguenza di ciò l approccio iniziale è stato tendenzialmente speculativo: l interesse all asta è direttamente proporzionale alla presenza del c.d. affare, in assenza del quale diventa non appetibile sobbarcarsi le problematiche connesse alla partecipazione.

4 Negli ultimi anni è stato, però, avviato, anche se in maniera non omogenea, un processo di semplificazione e familiarizzazione delle aste tenute presso i tribunali, sia attraverso una più completa divulgazione delle informazioni attraverso internet, sia nominando i custodi per consentire le visite agli immobili, nonché consentendo procedure di accesso ai mutui bancari e delegando le aste presso notai e, dal 2006, presso avvocati e commercialisti (art. 534 bis cpc). Sull altro importante fronte delle aste immobiliari, cioè quello relativo alla dismissione degli immobili degli enti previdenziali e della cartolarizzazione degli stessi attraverso le società veicolo SCIP 1 e 2, si è senz altro registrata una più diffusa partecipazione anche se nell ultimo anno la percentuale delle aste concluse con successo è scesa dall originario 75% ad un più modesto 50%, ed il sistema è entrato in crisi. Resta il fatto che, sia nelle vendite presso i tribunali, che in quelle degli Enti, le aste hanno avuto successo quando il prezzo base d asta è stato accattivante, mentre negli altri casi si è spesso assistito ad aste deserte; non è un caso che l indisponibilità a fissare valori base d asta significativamente inferiori ai valori di mercato, abbia determinato l insuccesso di una iniziativa, peraltro condotta da un soggetto pubblico serio ed affidabile con un notevole investimento in termini di organizzazione e promozione: mi riferisco all iniziativa condotta nel 2007 dalla Borsa Immobiliare di Roma. Questo pregiudizio, che all estero non sembra esistere, può però essere sconfitto da un mutamento di cultura che parta dalle dismissioni pubbliche e dalle aste giudiziarie per arrivare a rendere familiare anche la vendita all asta tra privati. Un processo di mutamento culturale oggi non può prescindere dagli strumenti offerti dal web; tuttavia, mentre, in materia di vendita immobiliare, internet ha avuto un ruolo sempre maggiore nei processi organizzativi e divulgativi dell informazione, lo sviluppo delle gare attraverso la rete è stato molto scarso; in altri settori (ad esempio le gare per la fornitura di servizi per enti pubblici o privati), la conclusione di contratti attraverso reti internet e/o intranet ha avuto diffusione molto più significativa. Sul fronte delle aste immobiliari on line l Enel è stato il soggetto che più di ogni altro ha investito sul web sviluppando un processo di dismissione dei propri immobili, di tipo telematico con molte analogie con le aste del portale Ebay.

5 Attraverso il proprio portale (www.quickcasa.it), l Enel ha contribuito positivamente ad avviare questo processo di mutamento culturale, con riscontri molto interessanti in termini numerici di partecipazione alle aste on-line: sono stati alienati circa 1500 immobili in 9 anni e ciascuna asta è tuttora visibile on-line con le sue dinamiche. La procedura di asta scelta da Enel presentava tuttavia una debolezza strutturale: consentiva all aggiudicatario libera facoltà di recesso senza alcuna penale; veniva quindi indebolito uno dei principi essenziali di un asta: il principio di responsabilità dei soggetti che vi partecipano. La medesima debolezza è ravvisabile nella procedura di Ebay, che in Italia è attualmente circoscritta a beni mobili generalmente di valore modesto. Per tentare di ovviare a questa criticità Ebay ha introdotto un indice di affidabilità (Feedback) dei partecipanti; peraltro l utilizzo di nickname consente al partecipante divenuto inaffidabile di iscriversi sotto altra identità. Quest ultimo aspetto mette in luce un altro evidente problema delle aste on-line, ovvero, la riconoscibilità e l onorabilità dei partecipanti alla gara. Volendo introdurre metodi di vendita competitivi seri ed affidabili per la circolazione sia di beni immobili che di beni mobili registrati sarà sicuramente necessario sfruttare le potenzialità di internet ma, al tempo stesso dovranno essere individuate procedure atte a garantire responsabilità, affidabilità, consapevolezza, onorabilità degli attori, commerciabilità dei beni, trasparenza delle procedure; ove la procedura si affidata ad un pubblico ufficiale potrà essere coniugata anche l esigenza di compiere l adeguata verifica richiesta dalla normativa in materia di lotta al riciclaggio. Il sistema RAN persegue tutti questi obiettivi: - in termini di sicurezza, consentendo l accesso alla rete esclusivamente al notaio attraverso l autenticazione IAM (IBM Identity Access Management), e con l utilizzo della firma digitale; - in termini di trasparenza, moltiplicando i soggetti preposti (al classico notaio banditore sono stati aggiunti tutti i notai periferici che aderiscono al servizio) ed utilizzando meccanismi di trasmissione delle offerte sia digitali che cartacee, che danno le massime garanzie ad esempio circa la segretezza delle offerte e della generalità e del numero dei partecipanti sino alla scadenza del termine fissato dal bando; inoltre la possibilità di partecipare anche

6 alla fase dell incanto, non solo nella sede del notaio banditore, ma da un qualsiasi notaio periferico collegato al sistema, evita il rischio di qualunque forma di pressione o di turbativa d asta. - in termini di monitoraggio, affidando ad un notaio la verifica della legittimazione, dell onorabilità e dell affidabilità dei partecipanti; - in termini di sicurezza per l utente finale, imponendo l anticipazione della fasi di controllo della documentazione a corredo di ciascun lotto a prima della pubblicazione del bando, e offrendone la garanzia tipica dell intervento notarile; - in termini miglioramento della consapevolezza di tutti gli attori dell asta, che possono ricevere, attraverso il notaio banditore o il notaio periferico di propria fiducia, un corretto orientamento sul regolamento, sul bando d asta e su ogni fase successiva della procedura. Tipologie e caratteristiche delle Aste attualmente esistenti e possibilità di applicazione al sistema RAN TIPO ASTA APPLICAZIONE BANDITORE FAMILIARITA DEL PUBBLICO PRO/CONTRO PER IL VENDITORE PRO/CONTRO PER L ACQUIRENTE APPLICA- ZIONE RAN Asta senza Esecuzioni fallimenti Giudice o Notaio Diffidenza Pro: può essere Pro: sistema preferito Opzionale Incanto sequestri delegato, o (nell immaginario raggiunto un valore da acquirente (facoltativa prima della funzionari collettivo vige a superiore ai valori di consumatore finale riforma del c.p.c. legge volte il pregiudizio mercato anche in che non sopporta la 80/2005) che tale sistema presenza di un unico pressione Dismissioni enti possa essere partecipante; dell incanto. pubblici e privati manipolato per Contro: meno (L. n. 351 e n. favorire un Contro: rischio appeal da parte 410/2001; L.311/2004; partecipante scarsa partecipazione acquirente L.14/2009 art.43bis; all asta) o asta deserta speculatore che non R.D. 23 maggio 1924, vede i suoi n. 827 dell art. 73) concorrenti Asta con incanto Esecuzioni fallimenti Giudice o Notaio Elevata diffidenza Pro: efficace solo per Pro: Notevole appeal Opzionale sequestri delegato timore turbative e lotti estremamente acquirente (facoltativa prima della condizionamenti da appetibili speculatore riforma del c.p.c. parte degli Contro: risultato Contro: interesse L.80/2005) speculatori modesto non elevato da parte Dismissioni enti specialmente nel di altri acquirenti di pubblici e privati caso di pochi solito poco propensi (raramente ai sensi r.d. partecipanti ad affrontare l incanto 23 maggio 1924, n. 827 per la presenza dell art. 73 e ai sensi nutrita di partecipanti L.351/2001 e ss.) speculatori

7 TIPO ASTA APPLICAZIONE BANDITORE FAMILIARITA DEL PUBBLICO PRO/CONTRO PER IL VENDITORE PRO/CONTRO PER L ACQUIRENTE APPLICA- ZIONE RAN Asta in due fasi Esecuzioni fallimenti Giudice o Notaio, Affidabile Pro: massima Pro: acquirente può Principale (all asta può sequestri Avvocato o Procedura ritenuta valorizzazione del decidere di fare solo seguire l incanto) (prevista dal nuovo Commercialista più trasparente bene che può essere l offerta scritta se testo art. 569 c.p.c. delegato (art. 534 anche se lunga e/o venduto ad un buon ritiene di non aver come obbligatoria con bis c.p.c.) macchinosa valore anche con tempo o non gradire ordinanza il giudice unico partecipante di contrapporsi agli provvederà al vaglio Contro: rischio altri durante l incanto. delle offerte presentate scarsa partecipazione Contro: la possibilità e indica le modalità o asta deserta di vincere la gara ad dell eventuale un valore vicino alla successiva vendita con base d asta e più incanto per il caso in cui remota e ciò quella senza incanto scoraggia la non abbia luogo per partecipazione da mancanza di offerte, per parte di speculatori inefficacia o inadeguatezza delle stesse o per qualsiasi altra ragione ). Dismissioni enti pubblici e privati (nel caso di risultati ex equo ai sensi e ai sensi L.351/2001 e ss. ) Asta con incanto Dismissioni privati Delegato del Diffidenza rischio Pro: sistema che Pro: Notevole appeal Opzionale lungo portale soc. Enel servizi rappr. legale soc. perdita cauzione a premia solo aste con per tutti i tipi di clickcasa (sistema Enel servizi causa di clonazione immobili molto acquirenti Ebay) delle password di apprezzati dal Contro: alcuni accreditamento da mercato partecipanti non parte di terzi per Contro: risultato riescono a seguire turbare l asta con modesto nel caso di con continuità false offerte. aste con pochi l incanto lungo per cui Rischio partecipanti o non fanno le offerte a interposizione fittizia partecipanti poco rialzo di soggetti motivati.

8 2. IL PROGETTO RETE ASTE NOTARILI (RAN) Il sistema informatico RAN consente lo svolgimento di una delle seguenti tipologie di Asta: Tipo Offerta Digitale Cifrata Offerta Cartacea Fase Offerte al Rilancio Asta senza incanto SI SI MAI Asta con incanto Asta in due fasi (all asta può seguire l incanto) Asta con incanto lungo NO NO SEMPRE SI SI POSSIBILE SI SI SEMPRE Note L asta è aggiudicata alla migliore offerta pervenuta L offerta coincide con la base di Asta prevista nel disciplinare di asta. Tutti gli offerenti avranno acceso alla fase dei rilanci Il Notaio Banditore seleziona chi avrà accesso alla fase dei rilanci secondo il criterio definito nel disciplinare di asta Tutti gli offerenti avranno acceso alla fase dei rilanci 3. ATTORI DEL SISTEMA E RUOLI Venditore: Ente pubblico o privato che utilizza il sistema RAN per la dismissione/vendita del patrimonio (il sistema è compatibile sia con la normativa prevista dal codice di procedura civile in materia di esecuzioni immobiliari così come modif. dalla legge sulla competitività 35/2005 e 263/2005 e dalla legge sulla digitalizzazione della giustizia legge 24/2010, sia con l art.43 bis legge 14/2009 sulla dismissione degli enti previdenziali) Notaio banditore: è l arbitro dell intera procedura. Attraverso le proprie credenziali inserisce nel sistema tutte le informazioni previste, pubblica il bando, apre le offerte cartacee da lui pervenute e quelle digitali presenti sul sistema, dichiara aperta l eventuale fase dell incanto fino alla chiusura di tutta la procedura con la redazione del verbale d asta. Offerente: qualunque soggetto interessato a partecipare all asta che si sia abilitato presso il notaio banditore o periferico mediante la presentazione della cauzione, dei propri documenti d identità e la sottoscrizione del regolamento di gara.

9 Notaio periferico: ha il compito di accreditare gli offerenti, di ricevere le relative cauzioni, di consentire l effettuazione di un offerta digitale o di consegnare il modulo per effettuare un offerta cartacea. Svolge una funzione di familiarizzazione al sistema delle aste fornendo informazioni agli offerenti e consentendo loro di partecipare anche alla fase d incanto presso il suo studio. Notartel: gestore del sistema centrale informatico garantisce trasparenza e sicurezza e fornisce specifiche informative sul utilizzo del gestionale al notaio banditore e ai notai periferici nonché ad eventuali altri soggetti abilitati dai bandi di gara. 4. ASPETTI CARATTERIZZANTI IL SISTEMA RETE ASTE NOTARILI Il sistema della Rete Aste Notarili è progettato per rispondere ad elevati standard di qualità e sicurezza necessari a rendere l intera struttura affidabile. In particolare le principali caratteristiche del sistema Rete Aste Notarili sono: Sicurezza: o l accesso al Sistema è condizionato all autenticazione del notaio all apparato IAM (IBM Identity Access Management). o le offerte di acquisto possono essere prodotte in formato digitale. Tali offerte saranno rese segrete mediante un meccanismo di doppia cifratura realizzato attraverso i certificati digitali di cui sono dotati i notai. o Nei processi di registrazione di partecipazione all asta e nell aggiudicazione della stessa viene utilizzata la firma digitale da parte dei notai per garantirne il non ripudio. o Ogni documento che transita nel Sistema RAN viene conservato in maniera sicura attraverso l applicazione Conservazione a Norma. Ad esempio, al termine dell Asta il sistema RAN conserva a norma: Documenti relativi agli immobili costituenti il lotto immobiliare (es. certificazione notarile relativa allo stato ipocatastale del lotto, certificazione energetica, certificazione impianti a norma, relazione urbanistica, fotografie del bene, planimetrie del bene, eventuale perizia di stima, etc.). Il giornale delle attività eseguite durante i processi di asta (Log).

10 Tracciabilità: o Il Sistema RAN traccia le attività avvenute durante una sessione di asta, ad esempio: Partecipanti intervenuti. Tutte le offerte pervenute. Tutte le attività avvenute durante le fasi di incanto. Partecipanti ammessi alla fase di incanto. Basi d asta impostate. Rilanci effettuati da ciascun partecipante e riferimento temporale ad essi associati (marca temporale). Eventuali ex-aequo rilevati per ciascuna fase di incanto. Ultima offerta vincitrice della fase di incanto firmata digitalmente per garantirne il non ripudio. Verbale di Asta redatto dal Notaio banditore. Trasparenza: o Il Sistema RAN è realizzato per far coesistere le classiche offerte cartacee con le offerte digitali cifrate. L offerente potrà fare riferimento al notaio per la produzione di entrambe le tipologie di offerte. o La modalità di iscrizione degli offerenti e di presentazione delle offerte non consente la conoscibilità delle stesse agli altri attori del sistema fino al giorno previsto per l asta. o Ogni offerta di rilancio viene associato un riferimento temporale certo (marca temporale). o Particolare evidenza merita l offerta digitale ed il meccanismo di protezione implementato per garantirne la riservatezza. Infatti ogni offerta digitale viene protetta con due livelli di sicurezza: Cifratura interna: viene effettuata mediante l utilizzo del certificato (chiave pubblica) del notaio banditore. Solo lui sarà in grado di decifrare questo strato di protezione in quanto detentore dell unica chiave privata capace di rendere l offerta leggibile. Cifratura esterna: viene effettuata mediante l utilizzo del certificato (chiave pubblica) della Notartel S.p.A.. Questo strato di cifratura viene apposto sopra la cifratura interna esposta sopra. Notartel conserva le offerte digitali e sarà l unica in grado di rimuovere questo strato esterno di protezione.

11 Comunque per Notartel sarà impossibile visualizzare l offerta in chiaro in quanto protetta dalla cifra interna. Il Sistema RAN solo nel giorno ed all ora prevista per l asta renderà disponibili le offerte digitali per il notaio banditore rimuovendo automaticamente la cifratura esterna. 5. PROCESSI Di seguito vengono riportati sinteticamente i processi gestiti dal Sistema RAN: Costituzione del Lotto Immobiliare: o Verifica Preventiva: Ogni lotto immobiliare viene caricato nel Sistema RAN solo dopo esser stato corredato dei documenti che ne garantiscono la piena commerciabilità. o Inserimento Sicuro: il notaio è l unico soggetto abilitato all inserimento dei lotti immobiliari nel Sistema RAN. L inserimento può avvenire attraverso l autenticazione al sistema del Notaio singolo o mediante software esterni attraverso protocolli tecnici di interoperabilità. Registrazione dell'offerente: il notaio registrerà in RAN i dati relativi all offerente interessato all acquisizione di un Lotto Immobiliare. Solo il notaio potrà effettuare tale registrazione effettuando le seguenti attività: o Identificazione dell Offerente: inserimento nel sistema dei dati anagrafici e dei dati relativi al documento di identità necessari ad un identificazione certa del soggetto offerente. o Registrazione dei dati del Deposito Cauzionale: il notaio riporta i dati riguardanti il titolo che garantisce la consistenza della cauzione che deve essere depositata dal notaio fino al termine dell asta. o Produzione Offerta Digitale o Offerta Cartacea: il notaio fornisce gli strumenti per realizzare una offerta digitale cifrata all offerente oppure fornisce la modulistica ed i riferimenti necessari per la produzione di una offerta cartacea. Nel primo caso l acquisizione dell offerta al sistema RAN è automatica, nel secondo caso invece la trasmissione dell offerta al banditore sarà a cura dell offerente secondo le modalità previste nel disciplinare di asta di riferimento.

12 Tenuta dell Asta: o Fase di apertura delle Offerte: il giorno di esecuzione previsto per l asta, il notaio banditore procede con l apertura delle buste cartacee e digitali e ne registra i valori nel sistema. o Fase dell Incanto: qualora il disciplinare di asta lo preveda è possibile accedere alla fase dei rilanci. Il sistema RAN gestisce in tempo reale tutte le offerte di rilancio provenienti dai notai (periferici e banditore), creando in automatico la graduatoria delle offerte inserite a sistema. o Aggiudicazione: è la fase finale prevista per il sistema RAN. Il notaio Banditore aggiudica il lotto immobiliare al migliore offerente, redige il verbale di asta utilizzando anche le informazioni presentate dal sistema (rilanci effettuati, basi di asta impostate per le fase di incanto, etc..). Contestualmente tutta la documentazione di Asta viene trasmessa al sistema di Conservazione a Norma del Notariato che ne garantisce il mantenimento e l esibizione in un momento successivo.

13 6. APPUNTI SU ALCUNE NORMATIVE DI RIFERIMENTO DELLE ASTE IMMOBILIARI R.D. 23 maggio 1924, n. 827 dell art. 73, che testualmente prevede che l asta si tiene in uno dei seguenti modi: a. col metodo di estinzione di candela vergine; b. per mezzo di offerte segrete da confrontarsi poi col prezzo massimo o minimo prestabilito e indicato in una scheda segreta dall Amministrazione; c. per mezzo di offerte segrete da confrontarsi poi col prezzo base indicato nell avviso di gara Sistema applicato raramente da soggetti privati e generalmente dagli enti pubblici ad eccezione degli enti previdenziali i cui immobili sono stati oggetto di cartolarizzazioni per i quali sono state varate procedure ad hoc. LA RIFORMA DELLA PROCEDURA CIVILE La riforma del codice di procedura civile in materia di esecuzioni immobiliari è recentemente avvenuta attraverso la c.d. legge sulle competitività (d.l. 35/2005 convertito in l.80/2002 e in seguito modificato l.263/2005). Tale riforma derivante da anni di contributi provenienti dalla dottrina è stata predisposta per accelerare i tempi del sistema. Prima della riforma in l Italia aveva il primato negativo sulla durata media delle procedure esecutive con sette anni e mezzo contro i due anni del Portogallo i nove mesi della Germania e i quattro mesi della Finlandia. In particolare il primato negativo lo aveva il Tribunale di Taranto con dieci anni e mezzo mentre il Tribunale di Monza notoriamente il più efficiente quasi rispettava le medie europee con un anno e mezzo di durata media. I motivi di tali ritardi e della mancanza di una partecipazione più larga e diffusa da parte de cittadini sono stati identificati nei seguenti aspetti: 1) complessità della procedura e carenza di informazioni; 2) eccessive pressioni sui partecipanti alla gara durante l incanto (Turbative); 3) complessità e incertezza sull effettiva immissione nel possesso; 4) tempi stretti e difficoltà ad accedere ai finanziamenti bancari per l acquisto; La riforma della procedura con il cd decreto sulla competitività e con la recentssma legge 24/2010 sulla digitalizzazione della procedura è stata studiata per far fronte a tali problematiche.

14 Sul fronte delle informazioni vi è stata una risposta attraverso l introduzione della perizia riformata di cui all art.173-bis, disp att. c.p.c. e la pubblicità regolata con la pubblicazione almeno 45 gg prima della vendita sui quotidiani e sui siti internet. Sul fronte dell eliminazione delle turbative gli artt.569 e ss. c.p.c. hanno indicato in modo tassativo che la procedura di vendita avvenga partendo dall asta senza incanto con la conseguente segretezza delle offerte ed eliminato l aumento dopo l incanto, strumento spesso utilizzato per usi estorsivi o comunque regola che toglieva competitività alla fase dell incanto. In merito alla liberazione è stato introdotto l obbligo del provvedimento di liberazione da effettuarsi entro l aggiudicazione immediatamente esecutivo e non impugnabile. Infine in merito ai mutui l art.585 c.p.c. ha consentito l iscrizione dell ipoteca su bene altrui. Al fine di evitare la partecipazione a vuoto o lunghi rinvii sono state introdotte alcune norme quali quelle sui limiti alla conversione del pignoramento (art. 495 c.p.c.: prima che sia disposta la vendita ), sui limiti alla sospensione (art. 624-bis c.p.c.: fino a 20 giorni prima della scadenza del termine per il deposito delle offerte di acquisto o fino a 15 giorni prima dell incanto ), sul rinvio della vendita (art. 161-bis c.p.c.: solo con il consenso dei creditori e degli offerenti ) e sull eliminazione del deposito per le spese (artt. 569 e 580 c.p.c.); solo cauzione 10% LA DIGITALIZZAZIONE DELLA GIUSTIZIA (LEGGE 24/2010) L entrata in vigore, sabato 27 febbraio, della legge 24/2010 (disponibile in allegato) sembra essere uno dei primi passi per la modernizzazione della giustizia. L aspetto che più riguarda la materia delle aste è quello sulla cd digitalizzazione della giustizia delineata solo in grandi linee entro le quali entro sessanta giorni il Ministro di Grazia e Giustizia, dovrà emanare un decreto con le regole tecniche per l adozione dell informatica nei processi civile e penale. Oltre ad importanti innovazioni su alcune formalità (le notifiche e le comunicazioni dovranno essere fatte con la posta certificata: la notifica si intenderà perfezionata nel momento in cui il gestore rende disponibile il documento informatico nella casella Pec del destinatario) sembra che il giudice dell esecuzione potrà stabilire che tutte le operazioni siano effettuate con modalità telematiche: dal versamento della cauzione alla presentazione delle offerte, dallo svolgimento della gara tra gli offerenti all incanto fino al pagamento del prezzo. Tali modalità dovranno certamente essere introdotte nel rispetto della normativa sull antiriciclaggio e sull interposizione fittizia, nonché scontare problemi tecnico-pratici sulla valutazione da parte dei cittadini circa la sicurezza degli attuali sistemi informatici.

L asta immobiliare telematica con intervento del notaio Il progetto del Consiglio Nazionale del Notariato

L asta immobiliare telematica con intervento del notaio Il progetto del Consiglio Nazionale del Notariato L asta immobiliare telematica con intervento del notaio Il progetto del Consiglio Nazionale del Notariato (a cura della Commissione Informatica) PERCHÈ L ASTA TELEMATICA? L ASTA IMMOBILIARE, STATO DELL

Dettagli

La dismissione immobiliare attraverso il sistema telematico della Rete Aste Notarili (RAN)

La dismissione immobiliare attraverso il sistema telematico della Rete Aste Notarili (RAN) La dismissione immobiliare attraverso il sistema telematico della Rete Aste Notarili (RAN) (sistema informatico realizzato dalla Commissione Informatica del C.N.N. e dalla Notartel Spa) 8 novembre 2013

Dettagli

Aste notarili telematiche: dal progetto sperimentale all'attività a regime

Aste notarili telematiche: dal progetto sperimentale all'attività a regime Aste notarili telematiche: dal progetto sperimentale all'attività a regime (a cura del Settore Informatico del C.N.N. e della Notartel) 1 Ø Ø Ø Il notariato italiano vuole essere a fianco delle istituzioni

Dettagli

Città di Tortona Provincia di Alessandria

Città di Tortona Provincia di Alessandria Città di Tortona Provincia di Alessandria REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEL PATRIMONIO COMUNALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 24/01/2013. Pagina 1 di 6 Sommario ART.1 - OGGETTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI MEDIANTE PROCEDURE TELEMATICHE

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI MEDIANTE PROCEDURE TELEMATICHE 75 REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI MEDIANTE PROCEDURE TELEMATICHE ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 105/I0029624P.G. NELLA SEDUTA DEL 27/04/2004 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO Provincia di Taranto REGOLAMENTO PER LA DISMISSIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO Provincia di Taranto REGOLAMENTO PER LA DISMISSIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO Provincia di Taranto REGOLAMENTO PER LA DISMISSIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO COMUNALE Approvato con delibera del consiglio comunale n.18 del 23.3.2015 Sommario ART.1 - OGGETTO

Dettagli

I dieci consigli utili per partecipare alle aste immobiliari

I dieci consigli utili per partecipare alle aste immobiliari I dieci consigli utili per partecipare alle aste immobiliari Ecco alcune indicazioni pratiche utili per la corretta partecipazione all asta: è consigliabile rivolgersi per ogni dubbio alla cancelleria

Dettagli

AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITA IMMOBILIARI RESIDENZIALI LIBERE

AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITA IMMOBILIARI RESIDENZIALI LIBERE AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITA IMMOBILIARI RESIDENZIALI LIBERE L Asta ha per oggetto unità immobiliari residenziali libere, di proprietà della S.C.I.P. - Società Cartolarizzazione Immobili Pubblici S.r.l.

Dettagli

AVVISO INTEGRALE DI ASTA PUBBLICA PER UNITA IMMOBILIARI LIBERE DI PROPRIETA DELLA REGIONE LAZIO

AVVISO INTEGRALE DI ASTA PUBBLICA PER UNITA IMMOBILIARI LIBERE DI PROPRIETA DELLA REGIONE LAZIO AVVISO INTEGRALE DI ASTA PUBBLICA PER UNITA IMMOBILIARI LIBERE DI PROPRIETA DELLA REGIONE LAZIO LE ASTE SI SVOLGERANNO A PARTIRE DAL 24 GIUGNO 2015 AL 25 GIUGNO 2015 CON MODALITA TELEMATICA ATTRAVERSO

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI GENOVA Ufficio Esecuzioni Immobiliari * * * Procedura esecutiva n. 521/2014 R.G.E. A cura di: ITALFONDIARIO S.P.A. - Avv. E. LAVATELLI * * * AVVISO DI VENDITA Il sottoscritto Dott.

Dettagli

AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITA IMMOBILIARI RESIDENZIALI OCCUPATE L Ente Previdenziale pubblico: - I.N.A.I.L. Istituto Nazionale per l Assicurazione

AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITA IMMOBILIARI RESIDENZIALI OCCUPATE L Ente Previdenziale pubblico: - I.N.A.I.L. Istituto Nazionale per l Assicurazione AVVISO DI ASTA PUBBLICA DI UNITA IMMOBILIARI RESIDENZIALI OCCUPATE L Ente Previdenziale pubblico: - I.N.A.I.L. Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro; (l Ente Previdenziale

Dettagli

REGOLAMENTO DI ALIENAZIONE DEGLI IMMOBILI DISPONIBILI DEL PATRIMONIO DEL COMUNE DI CALUSCO D ADDA

REGOLAMENTO DI ALIENAZIONE DEGLI IMMOBILI DISPONIBILI DEL PATRIMONIO DEL COMUNE DI CALUSCO D ADDA COMUNE DI CALUSCO D'ADDA REGOLAMENTO DI ALIENAZIONE DEGLI IMMOBILI DISPONIBILI DEL PATRIMONIO DEL COMUNE DI CALUSCO D ADDA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.26 del 07.09.2015, pubblicata

Dettagli

LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO. Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014

LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO. Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014 LE NOVITA DEL PROCESSO ESECUTIVO Il Decreto Legge 132/2014 convertito con modifiche dalla legge 162/2014 Le principali novità Iscrizione a ruolo del processo esecutivo per espropriazione (art. 518 co.6)

Dettagli

REGOLAMENTO ASTA TELEMATICA ESECUZIONI MOBILIARI DEL TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA

REGOLAMENTO ASTA TELEMATICA ESECUZIONI MOBILIARI DEL TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA REGOLAMENTO ASTA TELEMATICA ESECUZIONI MOBILIARI DEL TRIBUNALE ORDINARIO DI ROMA Il presente regolamento si applica alle vendite telematiche promosse dalla Sezione Esecuzioni Mobiliari del Tribunale Ordinario

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A. www.procedure.it PROCESSO CIVILE TELEMATICO Istruzioni per i professionisti ausiliari del Giudice e per i CTU Vademecum realizzato dalla società Aste Giudiziarie Inlinea

Dettagli

(Finalità e ambito di applicazione)

(Finalità e ambito di applicazione) 6 15.1.2003 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 3 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 7 gennaio 2003, n. 3/R Regolamento per lo svolgimento delle procedure telematiche di acquisto

Dettagli

ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE. A cura della dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca

ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE. A cura della dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE A cura della dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca La fase introduttiva del processo Contenuto e forma dell atto di pignoramento Art. 492 cod. proc. civ. Corte di Cassazione n.

Dettagli

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI

PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI REGOLAMENTO PER IL RILASCIO E L UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA DELL AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II PER FINI ISTITUZIONALI Approvato con deliberazione n. 463 del 10.08.2015

Dettagli

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico

La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico La piattaforma per le Procedure Giudiziarie ed il Processo Civile Telematico PROCEDURE.IT Procedure.it nasce dall esigenza di fornire uno strumento per raggiungere nuovi margini di efficienza nella gestione

Dettagli

REGOLAMENTO ASTE TELEMATICHE BENI DI VARIA NATURA VENDITE PRIVATE

REGOLAMENTO ASTE TELEMATICHE BENI DI VARIA NATURA VENDITE PRIVATE REGOLAMENTO ASTE TELEMATICHE BENI DI VARIA NATURA VENDITE PRIVATE Il presente regolamento si applica alle vendite telematiche mobiliari relative a vendite private sulla piattaforma www.astetelematiche.it.

Dettagli

COMUNE DI COLONNA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA CESSIONE DI IMMOBILI AD USO RESIDENZIALE DEL COMUNE DI COLONNA

COMUNE DI COLONNA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA CESSIONE DI IMMOBILI AD USO RESIDENZIALE DEL COMUNE DI COLONNA COMUNE DI COLONNA Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA CESSIONE DI IMMOBILI AD USO RESIDENZIALE DEL COMUNE DI COLONNA Approvato con deliberazione di C.C. n. 13 del 15.03.2011 1 ARTICOLO 1 - OGGETTO DEL

Dettagli

CITTA DI CASTELPLANIO Provincia di Ancona Ufficio Tecnico

CITTA DI CASTELPLANIO Provincia di Ancona Ufficio Tecnico CITTA DI CASTELPLANIO Provincia di Ancona Ufficio Tecnico REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE E L ACQUISTO DI BENI IMMOBILI APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. 9 DEL 21/04/2012 ART. 1 FINALITA

Dettagli

Introduzione al PCT. Vincenzo Gunnella. Roma 3 aprile 2014

Introduzione al PCT. Vincenzo Gunnella. Roma 3 aprile 2014 Introduzione al PCT Vincenzo Gunnella Roma 3 aprile 2014 Che cos è il PCT Una serie di servizi telematici per: Ufficio giudiziario Depositare atti e documenti Notaio Ricevere comunicazioni e notificazioni

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO PROCESSO CIVILE TELEMATICO FALLIMENTARE E GIUDIZIARIO Firenze, 21 luglio 2014 Hotel Mediterraneo Eros Ceccherini La lunga strada del processo telematico D.LGS 7 MARZO 2005 N. 82 PRINCIPI PER L ADOZIONE

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Indice: Portale Aste Telematiche pag. 2. Barra dei menù pag. 3. Registrazione al servizio pag. 5. Recupero Username e Password pag.

Indice: Portale Aste Telematiche pag. 2. Barra dei menù pag. 3. Registrazione al servizio pag. 5. Recupero Username e Password pag. Indice: Portale Aste Telematiche pag. 2 Barra dei menù pag. 3 Registrazione al servizio pag. 5 Recupero Username e Password pag. 11 Area Riservata pag. 16 Codici di partecipazione pag. 17 Partecipazione

Dettagli

Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA

Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA Posta Elettronica Certificata obbligo e opportunità per le Imprese e la PA Belluno 28 gennaio 2014 www.feinar.it PEC: Posta Elettronica Certificata Che cos'è e come funziona la PEC 3 PEC: Posta Elettronica

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Efficienza e attrattività del mercato immobiliare. Strumenti per agevolare il ritorno degli investitori

Efficienza e attrattività del mercato immobiliare. Strumenti per agevolare il ritorno degli investitori Efficienza e attrattività del mercato immobiliare. Strumenti per agevolare il ritorno degli investitori La riforma in tema di procedure esecutive Avv. Daniele Raynaud (Name Partner) Milano, 28 ottobre

Dettagli

DEPLIANT OPERATIVO PER IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

DEPLIANT OPERATIVO PER IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO DEPLIANT OPERATIVO PER IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO SCOPO DEL PROGETTO Il Processo Civile Telematico (PCT) è un progetto del Ministero della giustizia finalizzato allo scambio telematico di atti giuridici

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it

Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it Programma Il Codice dell Amministrazione Digitale Il Documento Informatico

Dettagli

PCT E PROCESSO ESECUTIVO

PCT E PROCESSO ESECUTIVO PROCESSO CIVILE TELEMATICO: evoluzione e novità legislative Reggio Emilia 25 settembre 2015 PCT E PROCESSO ESECUTIVO Avv. Erika Cavezzale Ordine Avvocati di Rimini Commissione PCT Art. 16-bis, comma 2,

Dettagli

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore Roma, ottobre 2013 Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore OGGETTO: NOMINA DEI RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI L AGESCI Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani,

Dettagli

Le fasi iniziali del processo esecutivo

Le fasi iniziali del processo esecutivo Capitolo 4 Le fasi iniziali del processo esecutivo Caso 4.1 Come si procede alla stima dei beni pignorati? A norma dell art. 569, comma 1, c.p.c. il giudice nomina l esperto per procedere alla stima del

Dettagli

AVVISO DI VENDITA. L avvocato Giovan Battista Salvo Lombardino, con studio in. Marsala, nella via Stefano Bilardello numero 24, delegato,

AVVISO DI VENDITA. L avvocato Giovan Battista Salvo Lombardino, con studio in. Marsala, nella via Stefano Bilardello numero 24, delegato, TRIBUNALE DI MARSALA PROCEDURA ESECUTIVA NUMERO 388/13 R.G.E. AVVISO DI VENDITA L avvocato Giovan Battista Salvo Lombardino, con studio in Marsala, nella via Stefano Bilardello numero 24, delegato, ai

Dettagli

TRIBUNALE di MASSA DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE VENDITE GIUDIZIARIE

TRIBUNALE di MASSA DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE VENDITE GIUDIZIARIE TRIBUNALE di MASSA DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE VENDITE GIUDIZIARIE Tutti, tranne il debitore, possono partecipare alle vendite giudiziarie. Non occorre assistenza legale. Ogni immobile è stimato da un perito

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE

INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE INDICAZIONI OPERATIVE GESTIONE PCT TRIBUNALE DI FIRENZE 13 GENNAIO 2015 La presente nota operativa dello StaffPCT del Tribunale di Firenze è un estratto di alcune indicazioni contenute nella circolare

Dettagli

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE. Sezione Fallimentare. PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA II Bando

TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE. Sezione Fallimentare. PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA II Bando TRIBUNALE DI NOCERA INFERIORE Sezione Fallimentare Fallimento n. 92/2014 PROCEDURA COMPETITIVA DI VENDITA II Bando INVITO A PRESENTARE OFFERTE IRREVOCABILI PER L ACQUISTO DI BENI MOBILI Il Dott. Alessandro

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE STAFF PCT

TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE STAFF PCT TRIBUNALE ORDINARIO DI FIRENZE STAFF PCT Oggetto: novità normative AI SIGG. MAGISTRATI AL PERSONALE AMMINISTRATIVO e, p. c. AL SIG. PRESIDENTE DEL TRIBUNALE AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI SEDE

Dettagli

Analisi dei Requisiti

Analisi dei Requisiti Analisi dei Requisiti Pagina 1 di 16 Analisi dei Requisiti Indice 1 - INTRODUZIONE... 4 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...4 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...4 1.3 - RIFERIMENTI...4 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...4

Dettagli

BOZZA SCHEMA DI CONVENZIONE

BOZZA SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato bando Tribunale di Crotone per l affidamento del servizio di pubblicità legale delle vendite giudiziarie nelle procedure esecutive e nelle procedure fallimentari e gli altri servizi sotto indicati

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI VASTO AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO DELEGATA

TRIBUNALE CIVILE DI VASTO AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO DELEGATA TRIBUNALE CIVILE DI VASTO AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO DELEGATA N. 35/ 2004 Reg. Es. Imm. Il professionista delegato Dott. Antonio Cuculo nella procedura esecutiva proposta da omissis, nei

Dettagli

Giornata di formazione sulla vendita competitiva a mezzo asta notarile telematica nelle procedure concorsuali

Giornata di formazione sulla vendita competitiva a mezzo asta notarile telematica nelle procedure concorsuali Giornata di formazione sulla vendita competitiva a mezzo asta notarile telematica nelle procedure concorsuali Firenze, martedì 26 maggio 2015 Università degli Studi di Firenze - Scuola di Economia e Management

Dettagli

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE COMUNE DI LUCERA PROVINCIA DI FOGGIA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE (Art. 24, comma 3-bis del D.L. 24 giugno 2014 n. 90,

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILIARI DI PROPRIETA PUBBLICA

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILIARI DI PROPRIETA PUBBLICA COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILIARI DI PROPRIETA PUBBLICA Aadottato con deliberazione C.C. n. 4 del 06/02/2002 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

La piattaforma web per il Processo Civile Telematico

La piattaforma web per il Processo Civile Telematico La piattaforma web per il Processo Civile Telematico INTRODUZIONE Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A., in virtù di una pluriennale esperienza professionale in ambito giudiziario, ha seguito da vicino il processo

Dettagli

Documento informatico e firme elettroniche

Documento informatico e firme elettroniche Documento informatico e firme elettroniche Prof. Avv. Giusella Finocchiaro Studio legale Finocchiaro www.studiolegalefinocchiaro.it www.blogstudiolegalefinocchiaro.it Le firme elettroniche Il documento

Dettagli

soggetto partecipante propone l acquisto anche alternativo : di beni in blocco individuati; di singoli beni individuati; di un singolo bene

soggetto partecipante propone l acquisto anche alternativo : di beni in blocco individuati; di singoli beni individuati; di un singolo bene REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE IRREVOCABILI INERENTI L ACQUISTO DEI BENI INCLUSI NEL PATRIMONIO FALLIMENTARE SUDDIVISO NELLE CATEGORIE DI SEGUITO ELENCATE A) Con sentenza datata 2 agosto

Dettagli

TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: X Group s.p.a. in liquidazione n. 177N/2013. GIUDICE DELEGATO: Dott.ssa Maria Antonia Maiolino

TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: X Group s.p.a. in liquidazione n. 177N/2013. GIUDICE DELEGATO: Dott.ssa Maria Antonia Maiolino TRIBUNALE DI PADOVA *** FALLIMENTO: X Group s.p.a. in liquidazione n. 177N/2013 GIUDICE DELEGATO: Dott.ssa Maria Antonia Maiolino CURATORE: Dott.ssa Monica Benetollo AVVISO DI VENDITA BENI MOBILI TRAMITE

Dettagli

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA

COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA COMUNE DI AREZZO DIREZIONE SERVIZI FINANZIARI SERVIZIO GARE E PATRIMONIO DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE 1 In esecuzione della deliberazione di Consiglio

Dettagli

COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE COMUNE DI SANSEPOLCRO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con delibera di Giunta Municipale n. 9 del 10.01.2011 INDICE 1. Premessa 2. Accesso al servizio 3. Finalità della

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 Determinazione del Direttore Generale n. 25 del 5 marzo 2013 REGOLAMENTO PER

Dettagli

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra

CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra COMUNE DI CUNEO SETTORE ELABORAZIONE DATI ED ATTIVITA PRODUTTIVE Via Roma 28, 12100 CUNEO CONVENZIONE DI SERVIZIO DELLA CONSERVAZIONE DEI DOCUMENTI INFORMATICI RELATIVI AI SERVIZI DI tra Il Comune di Cuneo,

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Prot. n. 02/ALBO/CN 11 SETTEMBRE 2013 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI Deliberazione 11 settembre 2013 Regolamento per la gestione telematica

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

COMUNE DI SARONNO. (Provincia di Varese) BANDO DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L ALIENAZIONE DELL IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE

COMUNE DI SARONNO. (Provincia di Varese) BANDO DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L ALIENAZIONE DELL IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI SARONNO (Provincia di Varese) BANDO DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO PER L ALIENAZIONE DELL IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN VIA ROMA N. 18. Ente alienante: Comune di Saronno - Piazza

Dettagli

Città di Portogruaro Provincia di Venezia

Città di Portogruaro Provincia di Venezia Città di Portogruaro Provincia di Venezia Prot. n. 0034737 BANDO DI ASTA PUBBLICA PER LA VENDITA DI N. 1 ALLOGGIO SFITTO SITO IN LOC. LUGUGNANA VIA MARMOLADA CIV. 4 EX PROPRIETA DELLO STATO CEDUTO AL COMUNE.-

Dettagli

ISTITUTO ROMANO DI SAN MICHELE

ISTITUTO ROMANO DI SAN MICHELE ISTITUTO ROMANO DI SAN MICHELE P.le Antonio Tosti n 4 00147 Roma Tel. 06/51.858.205 Fax 06/51.20.986 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DELLE UNITA IMMOBILIARI DI PROPRIETA DELL ISTITUTO ROMANO

Dettagli

1) Condizioni della vendita lotto 1

1) Condizioni della vendita lotto 1 ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE VIA UGO LA MALFA, 4 25124 - BRESCIA Tel.: 030.22.28.49 - Fax.: 030.22.42.37 TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 111/12 XXXXXXX. C.F. 02885980983 Giudice

Dettagli

CSI-PIEMONTE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI GARA ELETTRONICHE

CSI-PIEMONTE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI GARA ELETTRONICHE CSI-PIEMONTE REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DI PROCEDURE DI GARA ELETTRONICHE SOMMARIO ART. 1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ART. 2 DEFINIZIONI... 3 ART. 3 RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO...

Dettagli

VENDITE GIUDIZIARIE DI IMMOBILI: A DOMANDA RISPOSTA

VENDITE GIUDIZIARIE DI IMMOBILI: A DOMANDA RISPOSTA VENDITE GIUDIZIARIE DI IMMOBILI: A DOMANDA RISPOSTA COME POSSO ESSERE COSTANTEMENTE INFORMATO SULLE VENDITE GIUDIZIARIE DI IMMOBILI? Ci sono essenzialmente tre canali informativi: 1. la stampa (quotidiani,

Dettagli

N 62/1998 R.G.E. (riunita con le proc. esec. N. 74/98, 101/98, 02/99, 13/99, 24/99, 50/99, 57/99, 59/99, 86/99)

N 62/1998 R.G.E. (riunita con le proc. esec. N. 74/98, 101/98, 02/99, 13/99, 24/99, 50/99, 57/99, 59/99, 86/99) TRIBUNALE CIVILE DI VASTO AVVISO DI VENDITA IMMOBILIARE SENZA INCANTO DELEGATA N 62/1998 R.G.E. (riunita con le proc. esec. N. 74/98, 101/98, 02/99, 13/99, 24/99, 50/99, 57/99, 59/99, 86/99) Il professionista

Dettagli

AVVISO DI VENDITA CON INCANTO DI BENI IMMOBILI Procedura esecutiva n. 35/03 R.G.E.-Tribunale di Avezzano V INCANTO

AVVISO DI VENDITA CON INCANTO DI BENI IMMOBILI Procedura esecutiva n. 35/03 R.G.E.-Tribunale di Avezzano V INCANTO AVVISO DI VENDITA CON INCANTO DI BENI IMMOBILI Procedura esecutiva n. 35/03 R.G.E.-Tribunale di Avezzano V INCANTO Il sottoscritto dr. Giuseppe Altieri, notaio in Avezzano, delegato dal G.E. al compimento

Dettagli

TRIBUNALE DI FERRARA. Sezione civile. Avviso di vendita in quindicesimo esperimento. Lotto 2. Concordato Preventivo n. 4/08

TRIBUNALE DI FERRARA. Sezione civile. Avviso di vendita in quindicesimo esperimento. Lotto 2. Concordato Preventivo n. 4/08 TRIBUNALE DI FERRARA Sezione civile Avviso di vendita in quindicesimo esperimento Lotto 2 Concordato Preventivo n. 4/08 C.M.S. Costruzioni Meccaniche Sandri S.r.l. IL NOTAIO DELEGATO dr. Marco Bissi, notaio

Dettagli

ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE

ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE Allegato n. 1 alla Delib.G.R. n. 38/12 del 30.9.2014 ACQUISIZIONE DI BENI E SERVIZI IN ECONOMIA DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. n. 163/2006 DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA. DIRETTIVA GENERALE SOMMARIO

Dettagli

AVVISO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER CESSIONE DEI BENI DELLA SOCIETÀ xxxxx E C. SRL IN LIQUIDAZIONE

AVVISO DI PROCEDURA COMPETITIVA PER CESSIONE DEI BENI DELLA SOCIETÀ xxxxx E C. SRL IN LIQUIDAZIONE TRIBUNALE DI BRESCIA - SEZIONE SPECIALIZZATA IN MATERIA DI IMPRESA CONC. PREV. xxxxxx - C.P. n. 4/2015 (pr. 996-15) GIUDICE DELEGATO: dott. PAOLO BONOFIGLIO COMMISSARIO GIUDIZIALE: dott. MAURO SALVINELLI

Dettagli

Ente alienante: Comune di LOCERI Via Roma, n.18. Tel. 0782/77051 - Fax 0782/77382.

Ente alienante: Comune di LOCERI Via Roma, n.18. Tel. 0782/77051 - Fax 0782/77382. BANDO DI GARA PER L ALIENAZIONE DI N.2 IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE SITI IN VIA ROMA nn.109 e 111. Ente alienante: Comune di LOCERI Via Roma, n.18. Tel. 0782/77051 - Fax 0782/77382. Descrizione degli

Dettagli

BANDO DI GARA per la cessione delle azioni detenute dall AUTOMOBILE CLUB D ITALIA nella CE.P.I.M. Centro Padano Interscambio Merci S.p.A.

BANDO DI GARA per la cessione delle azioni detenute dall AUTOMOBILE CLUB D ITALIA nella CE.P.I.M. Centro Padano Interscambio Merci S.p.A. BANDO DI GARA per la cessione delle azioni detenute dall AUTOMOBILE CLUB D ITALIA nella CE.P.I.M. Centro Padano Interscambio Merci S.p.A. PREMESSA L Automobile Club d Italia (di seguito, per brevità, anche

Dettagli

La Posta Certificata per la trasmissione dei documenti informatici. renzo ullucci

La Posta Certificata per la trasmissione dei documenti informatici. renzo ullucci La Posta Certificata per la trasmissione dei documenti informatici renzo ullucci Contesto Il completamento dell apparato normativo e la concreta implementazione delle nuove tecnologie rendono più reale

Dettagli

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif.

DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif. DISCIPLINARE DELLA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA CESSIONE DEL 11,65 % DELLE QUOTE DELLA SOCIETA MIOGAS SRL N rif. GUUE: 2012-155687 L Azienda Servizi Gaggiano s.r.l. (di seguito Asga) con sede

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILI COMUNALI REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILI COMUNALI Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.37 del 25/06/2002. Art. 1 Campo di applicazione 1. Le norme che seguono disciplinano, ai sensi dell

Dettagli

il Rettore Richiamato lo Statuto di Ateneo emanato con D.R. n 501 in data 27 marzo 2000 e successive modificazioni;

il Rettore Richiamato lo Statuto di Ateneo emanato con D.R. n 501 in data 27 marzo 2000 e successive modificazioni; DR n 176 Reg.XLVI il Rettore Richiamato lo Statuto di Ateneo emanato con D.R. n 501 in data 27 marzo 2000 e successive modificazioni; vista la deliberazione n 433/14695 in data 06 febbraio 2008 con cui

Dettagli

c/o curatore Avv. Bruno Mellarini via Cassa di Risparmio 3 39012 Merano (BZ) e-mail: carmen.maniero@salvamellarini.it

c/o curatore Avv. Bruno Mellarini via Cassa di Risparmio 3 39012 Merano (BZ) e-mail: carmen.maniero@salvamellarini.it BANDO DI GARA PER LA VENDITA DI 3 IMPIANTI FOTOVOLTAICI DI PROPRIETÀ DI FALLIMENTO ATON ENERGY SRL & C. SAS TRIBUNALE DI BOLZANO - SEZIONE FALLIMENTI FALL. N. 27/2015 - G.D. dott.ssa BORTOLOTTI c/o curatore

Dettagli

Sezione Sesta civile Ufficio esecuzioni immobiliari

Sezione Sesta civile Ufficio esecuzioni immobiliari T R I B U N A L E D I C A T A N I A Sezione Sesta civile Ufficio esecuzioni immobiliari Proc. esecutiva immobiliare n. *R.G. Es. Promossa da * nei confronti di * ORDINANZA PER LA DETERMINAZIONE DELLE MODALITA

Dettagli

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Premessa. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 18-01-2010 Messaggio n. 1715 OGGETTO: Nuovo servizio online per le Aziende e i Consulenti:

Dettagli

Il Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale

Il Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale Il Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale Un nuovo Codice dell amministrazione digitale per una nuova PA Il nuovo Codice dell amministrazione digitale (CAD) stabilisce le regole per la digitalizzazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE del 08-02-2011 n. 10

VERBALE DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE del 08-02-2011 n. 10 VERBALE DI DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE del 08-02-2011 n. 10 COPIA Oggetto: Consultazione on line della banca dati anagrafica da parte di pubbliche amministrazione e di enti che volgono servizi di pubblica

Dettagli

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Adozione del Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni on line. IL SEGRETARIO COMUNALE Visto

Dettagli

COMUNE DI FONTANELLA (Provincia di Bergamo) PROCEDURA PUBBLICA PER L ALIENAZIONE DI VEICOLI COMUNALI

COMUNE DI FONTANELLA (Provincia di Bergamo) PROCEDURA PUBBLICA PER L ALIENAZIONE DI VEICOLI COMUNALI COMUNE DI FONTANELLA (Provincia di Bergamo) PROCEDURA PUBBLICA PER L ALIENAZIONE DI VEICOLI COMUNALI In esecuzione della deliberazione di G.C. n.5/2013 e della determinazione n. 105 in data 13/09/2013

Dettagli

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA Approvato con deliberazione consiliare n. 35 del 3 aprile 2001 INDICE DEGLI ARTICOLI: ART.1 FINALITA ED OGGETTO

Dettagli

Identità e PEC nella prassi della PA

Identità e PEC nella prassi della PA 1/20 SDA BOCCONI Document Management Academy 2011 Identità e PEC nella prassi della PA Dott. Filippo Caravati La Posta Elettronica Certificata 2/20 La posta elettronica è uno strumento di comunicazione

Dettagli

che, diversamente dalla raccomandata, nella ricevuta di avvenuta consegna sono presenti anche i contenuti del messaggio originale.

che, diversamente dalla raccomandata, nella ricevuta di avvenuta consegna sono presenti anche i contenuti del messaggio originale. Di seguito sono riportate le risposte relative a quesiti pervenuti circa i seguenti aspetti del servizio: caratteristiche generali; funzionamento; attivazione; gestori; Indice PA. 1. Introduzione Che cos'è?

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA

TRIBUNALE DI BRESCIA VIA TRIESTE 77 F 25018 MONTICHIARI BRESCIA TEL. 0309981177 - FAX 0309981092 e-mail : procedure@studioprignacca.it TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE SPECIALE D IMPRESA Fallimento xxxx G.D.: Dott. Paolo Bonofiglio

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA CONCORDATO PREVENTIVO n.26/09 (pr. 676/11) xxxxx omologato in data 4 marzo 2010

TRIBUNALE DI BRESCIA CONCORDATO PREVENTIVO n.26/09 (pr. 676/11) xxxxx omologato in data 4 marzo 2010 ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE VIA UGO LA MALFA, 4 25124 - BRESCIA Tel.: 030.22.28.49 - Fax.: 030.22.42.37 info@anpebrescia.it TRIBUNALE DI BRESCIA CONCORDATO PREVENTIVO n.26/09 (pr.

Dettagli

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali)

Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) Articolo 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) 1. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell articolo 16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni,

Dettagli

NOTA INFORMATIVA SULLA FIRMA GRAFOMETRICA

NOTA INFORMATIVA SULLA FIRMA GRAFOMETRICA NOTA INFORMATIVA SULLA FIRMA GRAFOMETRICA Documento predisposto da Reale Mutua Assicurazioni ai sensi dell articolo 57, commi 1 e 3, del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22/02/2013,

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Ministero dell Interno Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Prot. n.3662 del 15.04.2016 AVVISO PUBBLICO U.N.R.R.A 2016 Avviso pubblico per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Lire U.N.R.R.A. per l anno 2016. Direttiva del Ministro del

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE ALLE ASTE IMMOBILIARI TELEMATICHE SU PIATTAFORMA INTERCASA.IT

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE ALLE ASTE IMMOBILIARI TELEMATICHE SU PIATTAFORMA INTERCASA.IT REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE ALLE ASTE IMMOBILIARI TELEMATICHE SU PIATTAFORMA INTERCASA.IT I partecipanti telematici alle aste immobiliari sono tenuti a prendere visione dell avviso di vendita e degli

Dettagli

TRIBUNALE DI SCIACCA SEZIONE ESECUZIONE IMMOBILIARE AVVISO VENDITA DELEGATA

TRIBUNALE DI SCIACCA SEZIONE ESECUZIONE IMMOBILIARE AVVISO VENDITA DELEGATA Carmelo Di Caro Catarratto Dottore Commercialista Revisore Contabile Viale Regina Margherita 169 92024 Canicattì ( Ag ) Tele e fax 0922/854144 347/7841848 e-mail studiodicaro@virgilio.it TRIBUNALE DI SCIACCA

Dettagli

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni

Art. 1 Oggetto. Art. 2 Definizioni REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI ACQUISTO IN ECONOMIA, AI SENSI DELL ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/2006 E SS.MM.II. DELL AGENZIA REGIONALE PER LA TECNOLOGIA E L INNOVAZIONE Art. 1 Oggetto

Dettagli

La Fatturazione Elettronica verso la PA

La Fatturazione Elettronica verso la PA La Fatturazione Elettronica verso la PA Il 6 giugno 2014 sarà una data importante in quanto entra in vigore il D.M. 55/2013 che ha stabilito le modalità attuative per fatturazione elettronica nei confronti

Dettagli

T R I B U N A L E D I C A T A N I A Sezione Sesta civile Ufficio esecuzioni immobiliari. PROCEDURE ESECUTIVE IMMOBILIARI Informazioni per il pubblico.

T R I B U N A L E D I C A T A N I A Sezione Sesta civile Ufficio esecuzioni immobiliari. PROCEDURE ESECUTIVE IMMOBILIARI Informazioni per il pubblico. T R I B U N A L E D I C A T A N I A Sezione Sesta civile Ufficio esecuzioni immobiliari PROCEDURE ESECUTIVE IMMOBILIARI Informazioni per il pubblico. 1. Come si viene a conoscenza delle vendite giudiziarie

Dettagli

COMUNE DI ARICCIA Provincia di Roma

COMUNE DI ARICCIA Provincia di Roma Piazza S. Nicola s.n.c.- 00040 Ariccia Tel. 06934851 - Fax 0693485358 Prot. n.7281 AVVISO D ASTA PER L'ALIENAZIONE DI AUTOVEICOLO. IL DIRIGENTE AREA II In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

valutazione immobiliare

valutazione immobiliare valutazione immobiliare in ambito giudiziario Relatore: Geom. Dario Mottadelli Ultimo aggiornamento: 30 aprile 2013 programma PRIMA PARTE (durata 2 ore) SECONDA PARTE (durata 2 ore) introduzione Certificazione

Dettagli

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99

DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 DL 18 OTTOBRE 2012, N. 179 ( DL SVILUPPO-BIS ) GIUSTIZIA DIGITALE - MODIFICHE ALLA LEGGE FALLIMENTARE E AL D.LGS. N. 270/99 Le modifiche introdotte dal DL Sviluppo bis in materia concorsuale riguardano:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06. Dell A.L.E.R.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06. Dell A.L.E.R. Approvato con atto del Direttore Generale n 102/13 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL DLG. 163/06 Dell A.L.E.R. DI PAVIA 1.

Dettagli

Lotto 2 Appezzamenti di terreno in agro di Matera, zona industriale Contrada Serritello

Lotto 2 Appezzamenti di terreno in agro di Matera, zona industriale Contrada Serritello TRIBUNALE DI MATERA SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI G.E. Dr. Laura MARRONE Professionista delegato: Avv. Mariano AGRESTI * * * * * - Espropriazione immobiliare n. 94/00 R.G.E.I. AVVISO DI VENDITA Il sottoscritto

Dettagli

L ASTA IMMOBILIARE TELEMATICA

L ASTA IMMOBILIARE TELEMATICA L ASTA IMMOBILIARE TELEMATICA Il progetto del Consiglio Nazionale del Notariato Brescia, 3 febbraio 2012 1 L ASTA IMMOBILIARE, STATO DELL ARTE SUA EVOLUZIONE VERSO FORME DI PARTECIPAZIONE A DISTANZA LE

Dettagli