PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE"

Transcript

1 PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE

2 DIT (Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie), con ruolo di PM, progettazione condivisa, verifica e controllo Umbria con ruolo di capofila Emilia Romagna Marche Veneto Provincia Autonoma di Trento

3 Temi Supportare la riduzione dei tempi d attesa Facilitare l accessibilità alle prestazioni ai cittadini Incentivare e diffondere standardizzazione e specifiche tecniche relative all interoperabilità e agli oggetti informativi nell ambito dei sistemi di prenotazione sanitari

4 Il progetto Realizzazione di un sistema CUP evoluto: Strumento di gestione di una complessità: incontro tra domanda/offerta Articolato su diversi livelli: locale, inter-aziendale inter-regionale Integrazione dei sw Cup esistenti Strumento utile al governo e al monitoraggio delle liste di attesa Pilota: strumento tecnico operativo

5 PROGETTO PILOTA PRENOTAZIONE ON LINE SCHEMA LOGICO-ARCHITETTURALE

6 SAL Dicembre 2009 componenti realizzate : CUP Locale (Pool) Infrastrutturali SOA (PDD, GESTORE EVENTI) Sicurezza (Security suite) CUP Orchestratore (CO) e CUP Delegato (CD) WS WRAPPING (componente standard che sostituisce gli adattatori legacy) Data Warehouse

7 Seduta di verifica in ambiente test 18 Dicembre Verifica dello stato di integrazione delle componenti del progetto: Integrazione fra dominio Veneto e dominio Emilia- Romagna (CUP sovra regionale) Integrazione fra sistemi CUP Locali (CUP intra Regionale) Verifica di utilizzo della messaggistica di comunicazione (HL7) prevista dal progetto

8 Funzionalità di base: Funzioni del CUP Pool Front office, back office CUP Veneto CUP E-R: Scenario di test messaggi HL7 dei servizi di prenotazione Erogabilità, Disponibilità Prenotazione Lista prenotazioni Cancella Prenotazione CUP Pool CUP E-R Processo di prenotazione fra il CUP Locale sviluppato dal progetto (CUP Pool) e il sistema CUP dell AUSL di Forlì: CUP Pool CUP Forlì CUP Forlì CUP Pool CUP Pool Forlì (non consentito sulla prestazione scelta) Funzionalità DWH Infrastruttura SOA: Presentazione funzionalità infrastrutturali;

9 Integrazione fra CUP Locali CUP Pool AUSL Forlì CO-ER CUP Forlì CUP Pool CUP Pool CD RER Az. Forlì CD RICERCA DISPONIBILITA /PRENOTAZIONE/PROSPETTO PAGAMENTO AGENDE FEDERATE RM BACINO MAMMOGRAFIA BILATERALE ECG VISITA CARDIOLOGICA

10 Integrazione fra CUP Locali AUSL Forlì CUP Pool CO-ER CUP Pool CUP Forlì Az. Forlì CD RER RICERCA DISPONIBILITA /PRENOTAZIONE/PROSPETTO PAGAMENTO CD CUP Pool AGENDE FEDERATE RM COLLO RM BACINO RM COLONNA DORSALE

11 Applicazione regole di federazione Modifica delle regole di federazione CO-ER CUP Forlì CUP Pool CUP Pool CD Regola di federazione modificata: RM bacino non prenotabile da Bologna RER Az. Forlì CD RICERCA DISPONIBILITA : PRENOTAZIONE NON CONSENTITA

12 Veneto (CUP Bassano) Emilia-R (CUP Forlì) Integrazione fra dominio Veneto e dominio Emilia-Romagna Verifica di utilizzo della messaggistica di comunicazione (HL7) prevista dal progetto CO-VE MAMMOGRAFIA BILATERALE CO- ER CUP Forlì CUP Veneto Veneto CD RER Az. Forlì CD EROGABILITA /DISPONIBILITA /PRENOTAZIONE/LISTA PRENOTAZIONI/CANCELLA PRENOTAZIONE

13 DWH Consolidamento dei dati delle prescrizioni federate CO- ER DWH PA Trento

14 Realizzazione dei siti pilota Moduli Pilota (Umbria) Codice Utilizzo (S/N) Qta siti CUP Locale Front Office LOF S 1 CUP Locale Back Office LOB S 1 GRA Interni/Esterni GIE S 1 GRA gestione della sospensione e/o ottimizzazione del prenotato GRL S 1 Motore delle Regole MDR S 1 Cup Delegato Configurazione CDC S 1 Cup Delegato Prenotazione CDP S 1 Cup Orchestratore Configurazione COC S 1 Cup Orchestratore Prenotazione COP S 1 Datawarehouse DWH S 1 Componenti SOA SOA S 1 Identity and Access management IAM S 1 System monitoring MON S 1

15

16 Patto per la salute 3 Dicembre Per il conseguimento del livello di appropriatezza nell erogazione dei servizi di assistenza ospedaliera e specialistica, le Regioni individuano, entro 3 mesi dalla approvazione della presente intesa, adeguati strumenti di governo della domanda tramite accordi tra Regioni confinanti per disciplinare la mobilità sanitaria.

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica progetto: Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica progetto: "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 28 Giugno 2011 La storia Ø Ha origine nel corso del 2005 dal primo Piano di e-government Obiettivo Programma

Dettagli

Progetto Prenotazione on line. Roma, 12 Maggio 2011

Progetto Prenotazione on line. Roma, 12 Maggio 2011 Progetto Prenotazione on line Roma, 12 Maggio 2011 CHI È VENUTO PRIMA DI NOI HA FATTO MOLTO, MA NON HA FATTO TUTTO (Seneca) Roma, 12 Maggio 2011 Pag. 2 La storia Ha origine nel corso del 2005 dal primo

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 14 Dicembre 2011 IL RIUSO Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme

Dettagli

Il piano egov 2012 - obiettivo salute -

Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Paola Tarquini Ufficio Studi e progetti per l innovazione digitale Dipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l innovazione tecnologica

Dettagli

Scheda descrittiva del Sistema CUP ON LINE

Scheda descrittiva del Sistema CUP ON LINE del Sistema CUP Pagina 1 di 21 Sommario Applicazione... 4 Amministrazioni... 4 Descrizione... 4 Contesto... 4 Realizzatore... 4 Tipologia di applicazione software... 4 Documentazione disponibile:... 6

Dettagli

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna

Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Esperienze di utilizzo dello standard HL7 Regione Emilia Romagna Il Progetto SOLE - Sanità On LinE e gli standard Stefano Micocci e Marco Devanna CUP 2000 15 settembre 2010 SOLE-100206 Di cosa parleremo

Dettagli

Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP

Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) un caso d uso Centro Integrato di Prenotazione della Regione Campania CUReP DIT WorkShop Cup on line interregionale

Dettagli

Piano egov 2012: gli obiettivi

Piano egov 2012: gli obiettivi Il piano egov 2012 - obiettivo salute - Paola Tarquini Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione tecnologica Ufficio Studi e progetti per l innovazione

Dettagli

Il consenso nel progetto SOLE

Il consenso nel progetto SOLE Il consenso nel progetto Alessia Orsi Regione Emilia-Romagna Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Roma, 13 dicembre 2010 1 2 3 4 5 Circolare regionale 6/2009 Consenso e FSE Flusso base Architettura

Dettagli

La rete SOLE ed il Fascicolo Sanitario Elettronico: realizzazione dell interoperabilità nella Regione E-R

La rete SOLE ed il Fascicolo Sanitario Elettronico: realizzazione dell interoperabilità nella Regione E-R La rete SOLE ed il Fascicolo Sanitario Elettronico: realizzazione dell interoperabilità nella Regione E-R ANTILOPE SUMMIT REGIONALE SULL INTEROPERABILITA Treviso 18 Giugno 2014 Stefano Micocci - Cup2000

Dettagli

LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2

LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2 LE TECNOLOGIE PER IL CAMBIAMENTO 2 CITTADINANZA DIGITALE: GLI STRUMENTI La cooperazione applicativa - ICAR Andrea Nicolini PM ICAR - CISIS Roma, 1 ottobre 2010 Agenda E-gov in Italia negli ultimi 10 anni

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Tempi di attesa specialistica ambulatoriale in regione Emilia-Romagna

Tempi di attesa specialistica ambulatoriale in regione Emilia-Romagna Tempi di attesa specialistica ambulatoriale in regione Emilia-Romagna Bologna, 11 dicembre 2015 Regione Emilia-Romagna - visite specialistiche Oculistica 67% 93% 94% Urologica 75% 96% 93% Fisiatrica 77%

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITA DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA Aggiornamento delle Linee guida per la metodologia

Dettagli

NUOVE TECNOLOGIE SCHEDA DI VALUTAZIONE SULL AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAL PIANO DI AZIONE REGIONALE

NUOVE TECNOLOGIE SCHEDA DI VALUTAZIONE SULL AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAL PIANO DI AZIONE REGIONALE NUOVE TECNOLOGIE SCHEDA DI VALUTAZIONE SULL AVANZAMENTO DELLE AZIONI PREVISTE DAL PIANO DI AZIONE REGIONALE DIREZIONE ORGANIZZAZIONE, SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICA Premessa Le azioni intraprese dalla

Dettagli

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità:

Stato dell arte. Il Piano operativo del Programma SIRSE (DGR 29 giugno 2009 n. 24-11672) ha individuato tre priorità: Sanità digitale Il completamento dell informatizzazione dell area clinico-sanitaria, la dematerializzazione della documentazione clinica e l accessibilità alle informazioni ed ai servizi da qualsiasi punto

Dettagli

Percorsi di innovazione nelle Cure Primarie L integrazione socio-sanitaria tra innovazione e sostenibilità L integrazione socio-sanitaria tra innovazione e sostenibilità Esperienze regionali a confronto:

Dettagli

Programma degli interventi per la definizione del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2010-2012

Programma degli interventi per la definizione del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2010-2012 Allegato alla Delib.G.R. n. 20/3 del 26.4.2011 Programma degli interventi per la definizione del Piano Regionale di Governo delle Liste di Attesa per il triennio 2010-2012 Premessa In base alle attività

Dettagli

guida: lo stato dell arte Stefano Micocci CUP 2000

guida: lo stato dell arte Stefano Micocci CUP 2000 Gli standard e le linee guida: lo stato dell arte Stefano Micocci CUP 2000 Di cosa parleremo Le reti in sanità: come stanno evolvendo in ambito regionale, nazionale ed europeo Il ruolo degli standard nel

Dettagli

La Community Network E-R e il progetto di Sistema a rete regionale. 15 ottobre 2008

La Community Network E-R e il progetto di Sistema a rete regionale. 15 ottobre 2008 La Community Network E-R e il progetto di Sistema a rete regionale 15 ottobre 2008 La Community Network E-R: comunicazione e sottoscrizione 24 giugno 2008 convegno La Community Network per le Pubbliche

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE U.O.

DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE U.O. DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE U.O. Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: comunicazione@aslbrescia.it CONFERENZA

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica 22 Marzo 2012

Tavolo di Sanità Elettronica 22 Marzo 2012 Direzione Generale Sanità IPSE: Progetto per la Sperimentazione di un sistema di interoperabilità europea e nazionale delle soluzioni di Fascicolo di Sanitario elettronico: componenti Patient Summary ed

Dettagli

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte 1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte IL SISTEMA INFORMATIVO VISTO DALLA REGIONE PIEMONTE Dott. Domenico Nigro - Direzione regionale Sanità 24 Maggio 2008

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

LE AZIONI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI FERRARA

LE AZIONI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI FERRARA PIANO PROVINCIALE PER LA RIDUZIONE DEI TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE LE AZIONI DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA DI FERRARA L Azienda Ospedaliero Universitaria di

Dettagli

Bologna 31 gennaio 2014. Il progetto data warehouse nazionale screening oncologici. A.Ponti e Gruppo di lavoro DWH

Bologna 31 gennaio 2014. Il progetto data warehouse nazionale screening oncologici. A.Ponti e Gruppo di lavoro DWH Bologna 31 gennaio 2014 Il progetto data warehouse nazionale screening oncologici A.Ponti e Gruppo di lavoro DWH Obbiettivi Il progetto di DataWareHouse (DWH), finanziato dal Ministero della Salute (CCM),

Dettagli

PROGETTI di E-government Area Sanità

PROGETTI di E-government Area Sanità PROGETTI di E-government Area Sanità Regione del Veneto Fabio Perina 15 dicembre 2004 Medici Di Base Cup IL ROGETTO Distretti Farmacie Repository Reparti Laboratori Sistema Accessi Gestore Eventi Comuni

Dettagli

L integrazione sovra aziendale delle attività di approvvigionamento e logistica nel processo di riorganizzazione delle aziende sanitarie del SSSR ESPERIENZE A CONFRONTO Venezia 28 Novembre 2007 L Area

Dettagli

PIANO PROVINCIALE RIDUZIONE TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE DELL AUSL DI FERRARA

PIANO PROVINCIALE RIDUZIONE TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE DELL AUSL DI FERRARA PIANO PROVINCIALE RIDUZIONE TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE DELL AUSL DI FERRARA Obiettivo 2015 sulle liste di attesa in Sanità in Regione Emilia - Romagna: garantire almeno

Dettagli

Eclipse Day 2010 in Rome

Eclipse Day 2010 in Rome Le infrastrutture open source per la cooperazione applicativa nella pubblica amministrazione: l'esperienza in Regione del Veneto Dirigente del Servizio Progettazione e Sviluppo Direzione Sistema Informatico

Dettagli

Tempi di attesa specialistica ambulatoriale

Tempi di attesa specialistica ambulatoriale Tempi di attesa specialistica ambulatoriale Bologna, 17 settembre 2015 AVEN - visite specialistiche Fonte: MAPS Gennaio-Settembre 20\15 Piacenza Parma R.Emilia Modena Piacenza Parma R.Emilia Modena Oculistica

Dettagli

Il Sistema Pubblico di connettività

Il Sistema Pubblico di connettività Il Sistema Pubblico di Connettività (SPC): i consuntivi del primo periodo di attività Il Sistema Pubblico di connettività I cittadini e le imprese richiedono alla Pubblica Amministrazione di presentarsi

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1270 DEL 13/11/2015

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1270 DEL 13/11/2015 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 1270 DEL 13/11/2015 OGGETTO: Trasferimento funzione organizzattiva CUP e funzione organizzattiva

Dettagli

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda

Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELL IGIENE E SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Il nuovo sistema integrato regionale per la sanità sarda Giovedì 2 ottobre 2008 Obiettivo Il progetto Sistema informativo sanitario

Dettagli

Le Piattaforme Tecnologiche per l erogazione dei servizi On Line

Le Piattaforme Tecnologiche per l erogazione dei servizi On Line 1 Le Piattaforme Tecnologiche per l erogazione dei servizi On Line Stefano Bucci Sales Consultant Manager Oracle Italia Roma, 14 Maggio 2004 Aspetti tecnologici primari per erogare servizi on line Framework

Dettagli

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Ing. Gianfranco Pontevolpe Responsabile Ufficio Tecnologie per la sicurezza Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Sistema pubblico

Dettagli

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE

SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE SPCOOP E I PROGETTI DI COOPERAZIONE INTERREGIONALE EGIDIO PICERNO POTENZA 9 LUGLIO 2010 Interoperabiltà è la capacità di due o più sistemi informativi di scambiarsi informazioni e di attivare, a suddetto

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FORMAZIONE AVANZATA e-government 1. Premessa Oggi l innovazione nella pubblica amministrazione (PA) e, in particolare,

Dettagli

Attività specialistica ambulatoriale

Attività specialistica ambulatoriale Attività specialistica ambulatoriale Programma straordinario contenimento tempi di attesa delle prestazioni specialistiche ambulatoriali di cui alla DGR 1735/2014 e Circ. 21/2014 Riduzione delle liste

Dettagli

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF):

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF): CONVENZIONE PER L ADESIONE AL SISTEMA DI E-LEARNING FEDERATO DELL EMILIA-ROMAGNA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L UTILIZZO DEI SERVIZI PER LA FORMAZIONE Premesso che il Sistema di e-learning federato

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014

DELIBERAZIONE N. 21/29 DEL 13.6.2014 Oggetto: POR FESR 2007-2013 Linee di attività 1.2.1.a., b. e c. Rimodulazione e incremento della dotazione finanziaria per l attuazione degli interventi relativi alla dematerializzazione della prescrizione

Dettagli

La dimensione del fenomeno in Italia

La dimensione del fenomeno in Italia Convegno Insieme si può? Medici e cittadini a confronto sulle liste di attesa Roma 22 maggio 2012 La dimensione del fenomeno in Italia Dr. Fulvio Moirano Agenas - Agenzia Nazionale Servizi Sanitari Regionali

Dettagli

PROTOCOLLO DI ADESIONE AL PROGETTO. federa. tra. premesso che

PROTOCOLLO DI ADESIONE AL PROGETTO. federa. tra. premesso che PROTOCOLLO DI ADESIONE AL PROGETTO federa tra LEPIDA S.p.A., con sede legale in Bologna, Viale Aldo Moro 52, C.F. e P.IVA 02770891204, in persona del Direttore Generale Prof. Ing. Gianluca Mazzini, in

Dettagli

Catalogo Servizi e Value Proposition

Catalogo Servizi e Value Proposition Catalogo Servizi e Value Proposition Trento, 14 aprile 2015 UniIT S.r.l. Public Il documento e le informazioni contenute sono di proprietà di Uni IT S.r.l. Tutti i diritti riservati AGENDA Chi siamo I

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O M U N E DI R E C E T T O PROVINCIA DI NOVARA - ORIGINALE - COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 34 del 13.04.2016 OGGETTO: APPROVAZIONE DEGLI OBBIETTIVI DI ACCESSIBILITA AGLI STRUMENTI

Dettagli

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007

REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 REGIONE UMBRIA LINEE DI INDIRIZZO PER LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO DELLE AZIENDE SANITARIE DGR 1345 DEL 27/07/2007 GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO Il rischio clinico rappresenta l eventualità di subire

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE Navigando s impara SALUTE E BENESSERE 49 www.salute.gov.it MINISTERO DELLA SALUTE 78 Questo è il sito ufficiale del Ministero della Salute. Nella parte centrale della home page trovi le notizie In primo

Dettagli

Lo stato dell arte dello sviluppo delle Case della Salute della AUSL di Parma

Lo stato dell arte dello sviluppo delle Case della Salute della AUSL di Parma Lo stato dell arte dello sviluppo delle Case della Salute della AUSL di Parma 1 m a r c o l o m b a r d i r o m a 2 4 a p r i l e 2 0 1 5 m l o m b a r d i @ a u s l. p r. i t Case della Salute: programmazione

Dettagli

ICT per la Sanità in Emilia Romagna

ICT per la Sanità in Emilia Romagna ICT per la Sanità in Emilia Romagna Roma, 18 maggio 2012 L innovazione digitale per la sostenibilità del SSN 2 giornata nazionale della sanità elettronica Cabina di Regia 22 Maggio 2008 0 Sommario Vision,

Dettagli

ELENCO TRATTAMENTI DATI AFFIDAT ALL'ESTERNO (outsourcing)

ELENCO TRATTAMENTI DATI AFFIDAT ALL'ESTERNO (outsourcing) PRESCRIZIONI/Gestione della porta applicativa PRESCRIZIONI/Gestione del trasporto PRESCRIZIONI/Gestione (manutenzione e realizzazione) PRESCRIZIONI/Prenotazione relative a prescrizioni SISS Selezione,

Dettagli

ADOZIONE DEL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO

ADOZIONE DEL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO REGIONE BASILICATA ADOZIONE DEL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO DIPARTIMENTO POLITICHE DELLA PERSONA Genesi: progetto RMMG Il progetto LUMIR prende vita dal Programma generale Rete dei Medici di Medicina

Dettagli

Fattura elettronica e conservazione

Fattura elettronica e conservazione Fattura elettronica e conservazione Maria Pia Giovannini Responsabile Area Regole, standard e guide tecniche Agenzia per l Italia Digitale Torino, 22 novembre 2013 1 Il contesto di riferimento Agenda digitale

Dettagli

Club per le Tecnologie dell Informazione delle Marche

Club per le Tecnologie dell Informazione delle Marche Club per le Tecnologie dell Informazione delle Marche Sede Legale: c/o Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell'automazione - Università Politecnica delle Marche Sede amministrativa: Loreto

Dettagli

OGGETTO: "Delibera n. 71/2013 - RApporto sulla Trasparenza relativo all'azienda USL di Bologna: osservazioni".

OGGETTO: Delibera n. 71/2013 - RApporto sulla Trasparenza relativo all'azienda USL di Bologna: osservazioni. Il Direttore Generale Al Segretario Generale Autorità Nazionale Anticorruzione e per la valutazione e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche protocollo@pec.anticorruzione.it OGGETTO: "Delibera

Dettagli

INVESTIMENTI ICT & PDTA REGIONE EMILIA ROMAGNA SERVIZIO SST GANDOLFO MISERENDINO 22-10-2015

INVESTIMENTI ICT & PDTA REGIONE EMILIA ROMAGNA SERVIZIO SST GANDOLFO MISERENDINO 22-10-2015 INVESTIMENTI ICT & PDTA REGIONE EMILIA ROMAGNA SERVIZIO SST GANDOLFO MISERENDINO 22-10-2015 DEFINIZIONE LA DEFINIZIONE REDATTA A PARTIRE DA QUELLA CONTENUTA NEL PIANO NAZIONALE PER IL GOVERNO DELLE LISTE

Dettagli

SANITA e ICT. DISRUPTING IDEAS for FRIULI VENEZIA GIULIA. Conservatori quanto necessario, innovativi il più possibile

SANITA e ICT. DISRUPTING IDEAS for FRIULI VENEZIA GIULIA. Conservatori quanto necessario, innovativi il più possibile DISRUPTING IDEAS for FRIULI VENEZIA GIULIA Conservatori quanto necessario, innovativi il più possibile SANITA e ICT Polo Tecnologico di Pordenone, 26 giugno 2015 Fulvio Sbroiavacca direttore Divisione

Dettagli

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico

Modello dell Infrastruttura per il Fascicolo Sanitario Elettronico (InfFSE) Progetto: Infrastruttura tecnologica del Fascicolo Sanitario Elettronico Dipartimento per la digitalizzazione della PA e l innovazione Consiglio Nazionale delle Ricerche Dipartimento delle Tecnologie dell Informazione e delle Comunicazioni Modello dell Infrastruttura per il

Dettagli

L esperienza di integrazione di Santer:

L esperienza di integrazione di Santer: gg.mm.aa L esperienza di integrazione di Santer: un caso concreto Massimo Caprino Santer Reply Contesto di integrazione SIO Esperienza di integrazione ospedaliera, sviluppata in Regione Lombardia nell

Dettagli

Agenzia Intercent-ER

Agenzia Intercent-ER Agenzia Intercent-ER GARA PER L ACQUISIZIONE DI UNA PIATTAFORMA APPLICATIVA SOFTWARE IN LICENZA D USO E DI SERVIZI CORRELATI PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA UNITARIO PER LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELLE

Dettagli

Portale regionale della Salute. Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket.

Portale regionale della Salute. Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket. Portale regionale della Salute Servizi di prenotazione prestazione e pagamento ticket. Specifiche di integrazione dei servizi di cooperazione applicativa e dei web services. Versione 1.10 16 Ottobre 2013

Dettagli

XII Convegno Osservatorio Nazionale Screening Bologna, 31 Gennaio 2014. Carlo Naldoni, Priscilla Sassoli de Bianchi.

XII Convegno Osservatorio Nazionale Screening Bologna, 31 Gennaio 2014. Carlo Naldoni, Priscilla Sassoli de Bianchi. XII Convegno Osservatorio Nazionale Screening Bologna, 31 Gennaio 2014 L esperienza di gestione dell alto rischio in Regione Emilia-Romagna Carlo Naldoni, Priscilla Sassoli de Bianchi. Delibera di Giunta

Dettagli

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza.

Conservazione Sostitutiva. Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Conservazione Sostitutiva Verso l amministrazione digitale, in tutta sicurezza. Paperless office Recenti ricerche hanno stimato che ogni euro investito nella migrazione di sistemi tradizionali verso tecnologie

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

Allegato B. Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS

Allegato B. Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS Allegato B Disciplinare Tecnico riguardante il trattamento dei dati da rendere disponibili all Agenzia delle entrate da parte del Sistema TS INDICE 1. INTRODUZIONE 3 2. TRATTAMENTO E RISERVATEZZA DEI DATI

Dettagli

Innovazione organizzativa nelle cure primarie:

Innovazione organizzativa nelle cure primarie: Innovazione organizzativa nelle cure primarie: Il progetto di modernizzazione NOA dell Area Vasta Emilia Centro 2010-2012 obiettivi e risultati Maria Chiara Tassinari Convegno Nazionale AICM Riccione 25-26

Dettagli

Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali

Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali Roma, 7 maggio 2013 Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali E la naturale prosecuzione degli interventi previsti da

Dettagli

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Provincia di Forlì-Cesena Comune di Forlì Comune di Cesena Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Normativa di riferimento D.P.R. 20 ottobre

Dettagli

Fascicolo sanitario elettronico. in provincia di Trento

Fascicolo sanitario elettronico. in provincia di Trento Informatica Trentina S.p.A. Fascicolo sanitario elettronico Strategia e iniziative in provincia di Trento Bologna, 12 ottobre 2010 Agenda il modello provinciale dei servizi ICT le azioni ICT per le politiche

Dettagli

PROGETTO A SCUOLA DI DISLESSIA

PROGETTO A SCUOLA DI DISLESSIA PROGETTO A SCUOLA DI DISLESSIA Bando per la presentazione di progetti finalizzati alla realizzazione in ambito scolastico di strategie didattiche, metodologiche e valutative nei confronti degli studenti

Dettagli

CERGAS Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale

CERGAS Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale CERGAS Centro di Ricerche sulla Gestione dell Assistenza Sanitaria e Sociale OSSERVATORIO SULLA SANITÀ PRIVATA IN ITALIA E IN LOMBARDIA Ricerca del CERGAS Bocconi per il Gruppo Sanità di Assolombarda Francesco

Dettagli

Strumenti di programmazione, monitoraggio e controllo. Il processo di budget

Strumenti di programmazione, monitoraggio e controllo. Il processo di budget Servizio Controllo di Gestione Strumenti di programmazione, monitoraggio e controllo Il processo di budget Il processo ho la scopo di garantire il raggiungimento dei risultati annuali previsti dalla Direzione

Dettagli

monitoraggio aslromag.info analisi anno 2013

monitoraggio aslromag.info analisi anno 2013 Le Linee Guida per i siti Web della P.A., redatte in base al art. 4 della Direttiva n. 8/2009 del Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione prevedono la pubblicazione periodica dei Dati

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

PROGETTI A CARATTERE SPECIALE

PROGETTI A CARATTERE SPECIALE Relazione sulla performance: progetti,attività, risultati, risorse - anno 2013 Allegati: Obiettivi divisi per area dirigenziale e portafoglio servizi AREA SEMPLIFICAZIONE E INFORMAZIONE ALLE IMPRESE OBIETTIVI

Dettagli

Internet e medici di famiglia in rete

Internet e medici di famiglia in rete Internet e medici di famiglia in rete Bologna 25-26 febbraio 2008 Mauro Moruzzi Direttore Generale CUP 2000 S.p.A. Mauro Moruzzi - Direttore Generale CUP 2000 S.p.A. 1 La profonda innovazione proposta

Dettagli

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007

Stefano Bucci Technology Director Sales Consulting. Roma, 23 Maggio 2007 L Information Technology a supporto delle ALI: Come coniugare un modello di crescita sostenibile con le irrinuciabili caratteristiche di integrazione, sicurezza ed elevata disponibilità di un Centro Servizi

Dettagli

Progetto nazionale di promozione dell attività fisica e gruppi di cammino

Progetto nazionale di promozione dell attività fisica e gruppi di cammino Workshop CCM 21/22 febbraio 2008 Progetto nazionale di promozione dell attività fisica e gruppi di cammino Progetto di lotta alla sedentarietà Regione Veneto http://prevenzione.ulss20.verona.it/att_motoria.html

Dettagli

LA GESTIONE DELLE GARE E DEI CONTRATTI - LO SCENARIO ATTUALE E FUTURO IN PIEMONTE

LA GESTIONE DELLE GARE E DEI CONTRATTI - LO SCENARIO ATTUALE E FUTURO IN PIEMONTE LA GESTIONE DELLE GARE E DEI CONTRATTI - LO SCENARIO ATTUALE E FUTURO IN PIEMONTE IL SISTEMA A RETE: le centrali di acquisto, le aree sovrazonali e le aziende. Consip : In attuazione della Legge finanziaria

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA Fornitore: Publisys Prodotto: Intranet Provincia di Potenza http://www.provincia.potenza.it/intranet Indice 1. Introduzione... 3 2. I servizi dell Intranet...

Dettagli

Eventi Sportivi Sostenibili

Eventi Sportivi Sostenibili Eventi Sportivi Sostenibili Un calendario di eventi sportivi UISP Emilia Romagna certificati Eventi Sostenibili ICEA & La prima linea guida per organizzare eventi sostenibili suddivisa per disciplina sportiva

Dettagli

Occasioni di sviluppo per il Trasporto Pubblico, le Smart City e le imprese del settore

Occasioni di sviluppo per il Trasporto Pubblico, le Smart City e le imprese del settore Organizzato da: BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA Occasioni di sviluppo per il Trasporto Pubblico, le Smart City e le imprese del settore BIGLIETTAZIONE ELETTRONICA Occasioni di sviluppo per il Trasporto Pubblico,

Dettagli

CONVEGNO E-ONCOLOGY: L INFORMATIZZAZIONE IN ONCOLOGIA

CONVEGNO E-ONCOLOGY: L INFORMATIZZAZIONE IN ONCOLOGIA CONVEGNO E-ONCOLOGY: L INFORMATIZZAZIONE IN ONCOLOGIA L innovazione Francesca Verbacci Trento, 22 ottobre 2010 1 Chi siamo: Visione, missione, management e azionisti soci Vision Azionisti Operare per contenere

Dettagli

Provincia Regionale di Trapani. Trapani, Palazzo Riccio di Morana 16 febbraio 2010

Provincia Regionale di Trapani. Trapani, Palazzo Riccio di Morana 16 febbraio 2010 Provincia Regionale di Trapani Trapani, Palazzo Riccio di Morana 16 febbraio 2010 La Società dell informazione Dal 2000 in poi, il Governo italiano ha varato diverse azioni finalizzate all attuazione della

Dettagli

FedERa Federazione degli Enti dell Emilia-Romagna per l autenticazione

FedERa Federazione degli Enti dell Emilia-Romagna per l autenticazione FedERa Federazione degli Enti dell Emilia-Romagna per l autenticazione Convegno Idem Roma, 31 Marzo 2009 Il Piano Telematico dell Emilia-Romagna (PiTER) Il Piano Telematico Regionale (PiTER) costituisce

Dettagli

ICT IN SANITÀ: IL PERCORSO DEL FUTURO Saronno (Va) 18 febbraio 2009

ICT IN SANITÀ: IL PERCORSO DEL FUTURO Saronno (Va) 18 febbraio 2009 ICT IN SANITÀ: IL PERCORSO DEL FUTURO Saronno (Va) 18 febbraio 2009 Il progetto di sviluppo del sistema informativo nell Azienda Ospedaliera di Legnano Claudio Caccia Responsabile Staff Sistemi Informativi

Dettagli

Argomenti. Sesto al Reghena (PN), 4 dicembre 2009 CONTESTO APPLICAZIONE DEL PROJECT MANAGEMENT AD UN PERCORSO INTEGRATO DI CURA CONCLUSIONI

Argomenti. Sesto al Reghena (PN), 4 dicembre 2009 CONTESTO APPLICAZIONE DEL PROJECT MANAGEMENT AD UN PERCORSO INTEGRATO DI CURA CONCLUSIONI DISEGNO ED ATTUAZIONE DI PERCORSI INTEGRATI DI CURA SULLA BASE DEI METODI DI PROJECT MANAGEMENT Salute, centralità del cittadino, percorsi integrati di cura Sesto al Reghena (PN), 4 dicembre 2009 Ettore

Dettagli

REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015. Direzione Generale Sanità

REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015. Direzione Generale Sanità REGOLE SISTEMA REGIONALE SANITARIO 2015 Direzione Generale Sanità 1 ARGOMENTI TRATTATI NELLE REGOLE DI SISTEMA 1. Inquadramento economico e finanziario: il bilancio ponte 2. Il livello programmatorio:

Dettagli

Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante

Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante Con la realizzazione del CUP, di SOLE, del FSE e degli altri progetti regionali e di Asl, CUP 2000 ha dato in questi anni un contributo importante alla costruzione di una architettura regionale e-health

Dettagli

L obiettivo che si pone è di operare nei molteplici campi dell informatica aziendale, ponendosi come partner di riferimento per l utenza aziendale.

L obiettivo che si pone è di operare nei molteplici campi dell informatica aziendale, ponendosi come partner di riferimento per l utenza aziendale. E una realtà nelle tecnologie informatiche dal 1990. Dalla nascita del nucleo iniziale, con le attività di assistenza tecnica e di formazione, alla realtà attuale, di specialisti a tutto campo nei servizi

Dettagli

Centro Tecnico per la Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione

Centro Tecnico per la Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione Centro Tecnico per la Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione Area Rete Unitaria - Sezione Interoperabilità Linee guida del servizio di trasmissione di documenti informatici mediante posta elettronica

Dettagli

Microsoft Office 2007 Master

Microsoft Office 2007 Master Microsoft Office 2007 Master Word 2007, Excel 2007, PowerPoint 2007, Access 2007, Outlook 2007 Descrizione del corso Il corso è rivolto a coloro che, in possesso di conoscenze informatiche di base, intendano

Dettagli

La cooperazione applicativa nelle Regioni Osservatorio Icar Plus

La cooperazione applicativa nelle Regioni Osservatorio Icar Plus La cooperazione applicativa nelle Regioni Osservatorio Icar Plus Milano, 24 novembre 2010 1 Il progetto ICAR plus, attuato dal CISIS, nasce come azione di supporto e diffusione della cultura della cooperazione

Dettagli

Il Sistema Informativo degli Screening in Veneto. Padova, 30 ottobre 2008

Il Sistema Informativo degli Screening in Veneto. Padova, 30 ottobre 2008 Il Sistema Informativo degli Screening in Veneto Padova, 30 ottobre 2008 Perché STANDARDIZZARE? Riferimenti espliciti per tutte le procedure (Linee Guida basate su evidenze scientifiche) Comparabilità

Dettagli

Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40 (Disciplina del servizio sanitario regionale)

Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40 (Disciplina del servizio sanitario regionale) Modifiche alla legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40 (Disciplina del servizio sanitario regionale) Sommario Preambolo Art. 1 Modifiche all articolo 71 della l.r. 40/2005 Art. 2 Inserimento del capo II

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 agosto 2006, n. 580. Approvazione accordo integrativo regionale dei medici di medicina generale

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 agosto 2006, n. 580. Approvazione accordo integrativo regionale dei medici di medicina generale 16-9-2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - PartiIeII-n.17 20295 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 agosto 2006, n. 580 Approvazione accordo integrativo regionale dei medici di medicina

Dettagli

GIORNATE MEDICHE FIORENTINE 2011 Firenze 2-3 Dicembre 2011

GIORNATE MEDICHE FIORENTINE 2011 Firenze 2-3 Dicembre 2011 GIORNATE MEDICHE FIORENTINE 2011 Firenze 2-3 Dicembre 2011 La Medicina di iniziativa L esperienza fiorentina Alessandro Del Re CHRONIC CARE MODEL SANITA D INIZIATIVA Dalla medicina di attesa Alla sanità

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

ICT e trasformazione della sanità. Dai progetti all erogazione dei nuovi servizi: riflessioni sui risultati raggiunti

ICT e trasformazione della sanità. Dai progetti all erogazione dei nuovi servizi: riflessioni sui risultati raggiunti ICT e trasformazione della sanità. Dai progetti all erogazione dei nuovi servizi: riflessioni sui risultati raggiunti Roma 10 maggio 2006 SISTEMI CUP DI ULTIMA GENERAZIONE E GOVERNO DELLE LISTE DI ATTESA

Dettagli

Il progetto MADLER sulle Unioni di comuni e sui comuni capoluogo in Emilia-Romagna. Antonio Gioiellieri e Gian Paolo Artioli, ANCI Emilia Romagna;

Il progetto MADLER sulle Unioni di comuni e sui comuni capoluogo in Emilia-Romagna. Antonio Gioiellieri e Gian Paolo Artioli, ANCI Emilia Romagna; L Agenda Digitale Locale: il piano strategico condiviso per le politiche di innovazione e di progettazione di comunità locali intelligenti e sostenibili: il caso dell Emilia-Romagna Il progetto MADLER

Dettagli

Governance e linee guida tecnicoorganizzative

Governance e linee guida tecnicoorganizzative Allegato 1 Servizio Governance e linee guida tecnicoorganizzative del sistema ICAR-ER INDICE 1. Introduzione 3 1.1 Definizione e Acronimi 3 1.2 Scopo del documento 4 1.3 Destinatari 4 2. Il Sistema ICAR-ER

Dettagli