Bassa incidenza di trasformazione maligna dei nevi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bassa incidenza di trasformazione maligna dei nevi"

Transcript

1 NEVI E MELANOMA DEL BAMBINO : Bassa incidenza di trasformazione maligna dei nevi STORIA CLINICA I NEVI MELANOCITARI COMPAIONO NELLA PRIMA INFANZIA E IL LORO NUMERO COMPLESSIVO CRESCE CON IL CRESCERE DELL ETA, RAGGIUNGENDO UN MASSIMO NELL ADULTO GIOVANE. IN SEGUITO MOLTI DI QUESTI VANNO INCONTRO AD UNA NATURALE INVOLUZIONE: SI RINVENGONO, INFATTI, IN NUMERO ASSAI MINORE IN INDIVIDUI ANZIANI E SONO RARI NEL VECCHIO. TRADIZIONALMENTE I NEVI PRESENTI ALLA NASCITA O CHE INSORGONO ENTRO IL PRIMO ANNO DI VITA SONO DEFINITI CONGENITI, MENTRE QUELLI CHE SI SVILUPPANO DOPO VENGONO DETTI ACQUISITI. QUAL E IL RISCHIO DI DEGENERAZIONE MALIGNA? LE LESIONI MELANOCITARIE DEI BAMBINI SONO NELLA MAGGIORANZA DEI CASI BENIGNE ESPERTI DERMATOLOGI PEDIATRI SOSTENGONO CHE IL MELANOMA AL DI SOTTO DELLA PUBERTA E UN EVENTO ESTREMAMENTE RARO : SI SA BENE CHE I NEVI MELANOCITARI COMUNI DI SOLITO NON SI PRESENTANO COME LESIONI PROBLEMATICHE IN QUANTO NON TENDONO A DEGENERARE E, PERTANTO, LA LORO GESTIONE CLINICA PUO ESSERE CONSIDERATA SOSTANZIALMENTE CONERVATIVA. QUALI SONO, ALLORA, LE LESIONI PROBLEMATICHE? I PROBLEMI SONO LEGATI ESSENZIALMENTE A PARTICOLARI SITUAZIONI : IL NEVO DISPLASTICO; IL NEVO CONGENITO GIGANTE; IL NEVO DI SPITZ.

2 IL NEVO DISPLASTICO OCCASIONALMENTE SI PUO CONSIDERARE L ESCISSIONE CHIRURGICA DI LESIONI IRREGOLARI NELL AMBITO DI UNA SINDROME COSIDDETTA DEI NEVI MULTIPLI CHE PUO ESSERE EREDITARIA O SPORADICA. IN QUESTA PARTICOLARE FORMA CLINICA, IN PRESENZA DI NUMEROSISSIME LESIONI NEVICHE, E POSSIBILE CHE NE INSORGA QUALCUNA CON ASPETTI ISTOLOGICI E CLINICI PARTICOLARI, DEFINITA NEVO DISPLASTICO PERCHE COSTITUITA DA MELANOCITI ABNORMI AD ELEVATO RISCHIO DI TRASFORMAZIONE MALIGNA. VA PRECISATO, PERO, CHE LA POSSIBILITA DI INSORGENZA DI UN MELANOMA SI PUO REALIZZARE ANCHE E, SOPRATTUTTO, DA CUTE SANA DI QUESTI PAZIENTI, RAPPRESENTANDO COSI IL NEVO MULTIPLO SOLO UN MARCATORE FENOTIPICO DI RISCHIO PER MELANOMA E NON UN SUO PRECURSORE.

3 IL NEVO CONGENITO GIGANTE RESTA IL PIU IMPORTANTE FATTORE DI RISCHIO PER MELANOMA NEI BAMBINI E COMUNQUE CON UN INCIDENZA ESTREMAMENTE BASSA.

4 I NEVI CONGENITI GIGANTI SONO LESIONI SOLITAMENTE PRESENTI ALLA NASCITA, PIGMENTATE E GIGANTI, CHE OCCUPANO AMPIE AREE DEL CORPO, CON DIAMETRO MAGGIORE DI 20 cm, COME LESIONE SINGOLA MOLTO GRANDE MA ANCHE ASSOCIATA A LESIONI MULTIPLE PIU PICCOLE; INTENSAMENTE E NON UNIFORMEMENTE PIGMENTATE, IL LORO COLORITO E BRUNO PIU O MENO SCURO CON SFUMATURE NERASTRE; LA LORO SUPERFICIE E IRREGOLARE, IN PARTE LISCIA E IN PARTE VERRUCOSA, SPESSO MAMMELLONATA E RICOPERTA DA PELI; TALVOLTA SONO DI CONSISTENZA FLACCIDA E LA LORO FORMA E OVALE O ROTONDA E ANCHE BIZZARRA. POSSONO ESSERE PRESENTI SU QUALSIASI REGIONE DEL CORPO, INTERESSANDO INTERI SEGMENTI DEL TRONCO, DEGLI ARTI, DELLA TESTA O DEL COLLO. RISCHIO DI MELANOSI NEUROCUTANEA DI PARTICOLARE INTERESSE SONO I NEVI DELLA TESTA E DEL COLLO CHE POSSONO ESSERE ASSOCIATI AD UN COINVOLGIMENTO DEI MELANOCITI A LIVELLO MENINGEO E CEREBRO-SPINALE CON RIPERCUSSIONI DI NATURA NEURO-PSICHICA. PARERI DISCORDANTI SUL TRATTAMENTO DEI NEVI CONGENITI GIGANTI: QUANDO INTERVENIRE? POICHE IL RISCHIO DI SVILUPPARE UN MELANOMA E SIGNIFICATIVO ANCHE NEI PRIMI ANNI DI VITA, I NEVI CONGENITI GIGANTI DOVREBBERO ESSERE ASPORTATI IL PIU PRESTO POSSIBILE E ANCHE PRIMA DELLA PUBERTA, IN QUANTO E PROPRIO IN QUESTO PERIODO CHE IL RISCHIO SEMBRA ESSERE PIU ELEVATO. TUTTAVIA MENO DELL 1% DEI BAMBINI CON QUESTI NEVI SVILUPPA UN MELANOMA NEL CORSO DELLA VITA E COSI E ANCORA OGGI OGGETTO DI

5 GRANDE DIBATTITO SE PRATICARE L ASPORTAZIONE PRECOCE O LA LORO GESTIONE CONSERVATIVA CON IL FOLLOW-UP DERMOSCOPICO, SOPRATTUTTO IN QUEI CASI DOVE E NECESSARIO UN APPROCCIO INDIVIDUALE PER GRANDEZZA, LOCALIZZAZIONE, GRADO DI PERDITA DI FUNZIONALITA O DI MUTILAZIONE. NEL CASO DI NEVI DEL COLLO O DELLA TESTA CON INTERESSAMENTO DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE E OPPORTUNA, INOLTRE, UNA GESTIONE INTEGRATA DEL PAZIENTE CON IL NEUROLOGO E IL PEDIATRA IN MODO DA RICONOSCERE PRECOCEMENTE I SEGNI DI INTERESSAMENTO NEUROLOGICO. VA COMUNQUE PRECISATO CHE UNA RISONANZA MAGNETICA POSITIVA NON SEMPRE E LEGATA A SINTOMI NEUROLOGICI E VICEVERSA UNA RM NEGATIVA NON ESCLUDE LA POSSIBILITA DI MANIFESTARE I SINTOMI. LA FORMA SINTOMATICA E SOLITAMENTE INFAUSTA PER L INSORGENZA DI IPERTENSIONE ENDOCRANICA E IL TRATTAMENTO CHIRURGICO HA SOLO LO SCOPO DI ALLEVIARE I SINTOMI DEI PAZIENTI. TRATTAMENTO CHIRURGICO QUANDO SI DECIDE DI INTERVENIRE CHIRURGICAMENTE COME PROFILASSI CONTRO L INSORGENZA DI MELANOMA, SI PRENDE IN CONSIDERAZIONE L ESCISSIONE SERIATA IN QUANTO QUELLA COMPLETA NON E SEMPRE PRATICABILE A CAUSA DELLE GRANDI DIMENSIONI DELLE LESIONI. CHE COSA SI INTENDE PER ESCISSIONE SERIATA? I NEVI VENGONO ESCISSI IN VARI STADI ASPORTANDO OGNI VOLTA PICCOLI SETTORI FINO ALLA LORO COMPLETA RIMOZIONE CHE AVVERRA QUINDI DOPO RIPETUTI INTERVENTI CHIRURGICI. DERMOABRASIONE UN VALIDO TRATTAMENTO ALTERNATIVO ALLA CHIRURGIA E RAPPRESENTATO DALLA DERMOABRASIONE CHE RIMUOVE L EPIDERMIDE E PARTE DEL DERMA, ELIMINANDO LE CELLULE MELANOCITARIE SUPERFICIALI E DOVREBBE ESSERE PRATICATA DURANTE L INFANZIA. I RISULTATI SONO SODDISFACENTI : LA CUTE POST-DERMOABRASIONE APPARE PIU SOTTILE, MORBIDA E CON UNA DENSITA RIDOTTA DI PELI.

6 TRATTAMENTI LASER IL LASER PIU UTILIZZATO PER IL TRATTAMENTO DEI NEVI CONGENITI SFRUTTA UNA LUNGHEZZA D ONDA CHE E SELETTIVAMENTE ASSORBITA DALLA MELANINA. QUESTA TECNICA HA, PERTANTO, IL VANTAGGIO DI PRESENTARE UNO SCARSO RISCHIO DI CICATRICE RESIDUA MA, SICURAMENTE, L INCONVENIENTE DI UNA POSSIBILE PARZIALE RIPIGMENTAZIONE CHE NE COMPROMETTE NOTEVOLMENTE IL RISULTATO. IL NEVO DI SPITZ IL NEVO DI SPITZ E UNA PROLIFERAZIONE MELANOCITARIA BENIGNA CHE COMPARE PIU SPESSO NEI GIOVANI CON UNA MAGGIORE FREQUENZA NEI BAMBINI. SI PRESENTA COME UNA PAPULA O NODULO, A SUPERFICIE LISCIA, IN GENERE CON SCARSA PIGMENTAZIONE, DI COLORE ROSA, ROSSO, MA ANCHE BRUNASTRO, A MARGINI REGOLARI, GRANDE FINO AD UNA NOCCIOLA, A CRESCITA RAPIDA (QUALCHE MESE) MA SEMPRE SIMMETRICA E BEN CIRCOSCRITTA, CHE INSORGE DI SOLITO AGLI ARTI, MA PIU SPESSO AL VOLTO. QUAL E LA SUA EVOLUZIONE? A CAUSA DEL SUO ATIPICO ASPETTO ISTOLOGICO E DELLA RAPIDITA DI SVILUPPO, PUO A VOLTE ESSERE PROBLEMATICA LA SUA DIAGNOSI CLINICA PER LA CHIARA SOMIGLIANZA CON IL MELANOMA CON CUI VA POSTA LA DIAGNOSI DIFFERENZIALE: DOPO AVER RAGGIUNTO LA SUA CRESCITA COMPLETA, IL NEVO DI SPITZ TENDE, PERO, A PERDERE I SUOI CARATTERI DI APPARENTE MALIGNITA CLINICA E, ASSUMENDO L ASPETTO DI UN NEVO COMUNE, VA INCONTRO ALL INVOLUZIONE SCOMPARENDO. DETTA,

7 PERTANTO, MELANOMA GIOVANILE, QUESTA LESIONE NEVICA E STATA OGGI RIVALUTATA E RICLASSIFICATA TRA LE FORME ISTOLOGICHE BENIGNE IN QUANTO INNOCUA NELLA SUA VARIETA CLASSICA. CONCLUSIONE IN CONCLUSIONE SI PUO AFFERMARE CHE, ESSENDO IL MELANOMA DEL BAMBINO UN EVENTO ESTREMAMENTE RARO, E PROBABILE CHE LA MAGGIOR PARTE DEI MEDICI NON SI CONFRONTERA MAI CON QUESTA NEOPLASIA PEDIATRICA NEL CORSO DELLA PROPRIA ATTIVITA PROFESSIONALE. TUTTAVIA E DI GRANDE UTILITA SAPER RICONOSCERE LE SITUAZIONI PROBLEMATICHE IN MODO DA AGIRE IN MANIERA RAPIDA ED EFFICACE NEL CASO DI UNA LESIONE MELANOCITARIA NUOVA E A RAPIDA CRESCITA (CARATTERISTICHE DISTINTIVE DEI NEVI DI SPITZ) O IN CASO DI CAMBIAMENTI NEL COLORE, DIMENSIONI O FORMA DEI NEVI CONGENITI. IN TUTTI QUEI CASI IN CUI VIENE REPERTATO CLINICAMENTE E DERMOSCOPICAMENTE UN CAMBIAMENTO RECENTE E RAPIDO BISOGNA, ALTRESI, PRENDERE IN CONSIDERAZIONE LA BIOPSIA PER LA CONFERMA ISTOLOGICA.

Il melanoma rappresenta una neoplasia maligna che origina dai melanociti, le cellule produttrici di melanina

Il melanoma rappresenta una neoplasia maligna che origina dai melanociti, le cellule produttrici di melanina Il Melanoma Il melanoma rappresenta una neoplasia maligna che origina dai melanociti, le cellule produttrici di melanina Il melanoma cutaneo è un tumore ad elevata aggressività Crescita di incidenza negli

Dettagli

Carcinoma spinocellulare

Carcinoma spinocellulare Carcinoma spinocellulare Carcinoma spinocellulare Meno frequente ma più maligno del basalioma. Insorge spesso su una precancerosi (cheratosi attinica, leucoplachia, radiodermite, ulcere croniche ecc.).

Dettagli

PREVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE DEL MELANOMA

PREVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE DEL MELANOMA PREVENZIONE E DIAGNOSI PRECOCE DEL MELANOMA Il Melanoma è un tumore maligno della pelle che può insorgere su un neo preesistente o su una cute sana. In Italia, negli ultimi anni si è registrato un rapido

Dettagli

I TUMORI DELLA CUTE. www.fisiokinesiterapia.biz

I TUMORI DELLA CUTE. www.fisiokinesiterapia.biz I TUMORI DELLA CUTE www.fisiokinesiterapia.biz Ghiandole sebacee Ghiandole sudoripare Annessi cutanei I TUMORI DELLA CUTE 1) DERIVATI DALLE STRUTTURE EPITELIALI 1) BENIGNI (CHERATOSI SEBORROICA) 2) EPITELIOMA

Dettagli

Ambulatorio di diagnostica cutanea

Ambulatorio di diagnostica cutanea Ambulatorio di diagnostica cutanea Il melanoma e i diversi tumori della cute sono facilmente curabili quando la loro diagnosi è precoce. L ambulatorio di diagnostica cutanea allo IEO è attrezzato con le

Dettagli

Francesco Bruno * NEI E MELANOMA LA VIDEODERMATOSCOPIA DIGITALE LA TECNICA FOTOFINDER MOLEANALYZER PER LA MAPPATURA NEVI

Francesco Bruno * NEI E MELANOMA LA VIDEODERMATOSCOPIA DIGITALE LA TECNICA FOTOFINDER MOLEANALYZER PER LA MAPPATURA NEVI Francesco Bruno * NEI E MELANOMA LA VIDEODERMATOSCOPIA DIGITALE LA TECNICA FOTOFINDER MOLEANALYZER PER LA MAPPATURA NEVI LA PREVENZIONE DEL MELANOMA http://www.francescobrunodermatologo.it/mappatura-nevi.asp

Dettagli

Il melanoma cutaneo. Reggio Emilia 2-5 dicembre 2007. Silvia Patriarca Registro tumori Piemonte

Il melanoma cutaneo. Reggio Emilia 2-5 dicembre 2007. Silvia Patriarca Registro tumori Piemonte Il melanoma cutaneo Reggio Emilia 2-5 dicembre 2007 Silvia Patriarca Registro tumori Piemonte La pelle La pelle La pelle è il più esteso organo del corpo. Protegge contro il caldo, la luce solare, i traumi

Dettagli

I tumori della cute. prevenzione diagnosi terapia

I tumori della cute. prevenzione diagnosi terapia I tumori della cute prevenzione diagnosi terapia I tumori della pelle si possono suddividere in due grandi gruppi: melanoma e non-melanoma. Per entrambi la prima causa di insorgenza è un esposizione eccessiva

Dettagli

IL TUMORE DELLA PELLE SI VEDE. SCOPRILO IN TEMPO E POTRAI CURARLO.

IL TUMORE DELLA PELLE SI VEDE. SCOPRILO IN TEMPO E POTRAI CURARLO. V I A G G I A I N O R A R I O, F A I L A D I A G N O S I I N T E M P O IL TUMORE DELLA PELLE SI VEDE. SCOPRILO IN TEMPO E POTRAI CURARLO. LOCAL SPONSORS EUROPEAN SPONSORS: CAMPAIGN PARTNER: WITH SUPPORT

Dettagli

Opuscolo a cura di: Alessandro Martella, Caterina Longo, Annalisa Santucci, Alessio Amoroso (Clinica Dermatologica di Modena).

Opuscolo a cura di: Alessandro Martella, Caterina Longo, Annalisa Santucci, Alessio Amoroso (Clinica Dermatologica di Modena). IO SONO IL MELANOMA! Opuscolo a cura di: Alessandro Martella, Caterina Longo, Annalisa Santucci, Alessio Amoroso (Clinica Dermatologica di Modena). Sono un tumore maligno della pelle e se non mi controlli,

Dettagli

PICCOLA CHIRURGIA AMBULATORIALE CLINICA E TERAPIA DELLE NEOFORMAZIONI CUTANEE PIU FREQUENTI

PICCOLA CHIRURGIA AMBULATORIALE CLINICA E TERAPIA DELLE NEOFORMAZIONI CUTANEE PIU FREQUENTI PICCOLA CHIRURGIA AMBULATORIALE CLINICA E TERAPIA DELLE NEOFORMAZIONI CUTANEE PIU FREQUENTI Dott. Giampiero Armati Responsabile del Servizio di Dermatologia Chirurgica ed Oncologica Referente GOM tumori

Dettagli

FATTORI PROGNOSTICI. Dr.ssa Rossana Tiberio. Dr.ssa Benedetta Miglino

FATTORI PROGNOSTICI. Dr.ssa Rossana Tiberio. Dr.ssa Benedetta Miglino FATTORI PROGNOSTICI MELANOMA Dr.ssa Rossana Tiberio Dr.ssa Benedetta Miglino UNIVERSITA' DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE "A. AVOGADRO" FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA - NOVARA CLINICA DERMATOLOGICA

Dettagli

CITOLOGIA DEI TUMORI MAMMARI. Prof. Paola Maiolino

CITOLOGIA DEI TUMORI MAMMARI. Prof. Paola Maiolino CITOLOGIA DEI TUMORI MAMMARI Prof. Paola Maiolino L indagine citologica dei tumori mammari è poco applicata in medicina veterinaria e da molti è considerata poco attendibile. Ciò è legato: alla notevole

Dettagli

piùinforma Genova, 13 giugno 2013 SOLE ROSSO Prevenzione delle malattie della pelle da raggi solari.

piùinforma Genova, 13 giugno 2013 SOLE ROSSO Prevenzione delle malattie della pelle da raggi solari. piùinforma GENOVA: VIAGGIO TRA CINEMA, ARTE, SPORT E CULTURA DELLA SALUTE Genova, 13 giugno 2013 SOLE ROSSO Prevenzione delle malattie della pelle da raggi solari. PREVENZIONE DELLE MALATTIE DELLA PELLE

Dettagli

LESIONI CON PROLIFERAZIONE MELANOCITARIA BASALE

LESIONI CON PROLIFERAZIONE MELANOCITARIA BASALE LESIONI CON PROLIFERAZIONE MELANOCITARIA BASALE Efelidi Macule melano/che labiali e genitali Len3ggine semplice (giovanile) Len3ggini mul3ple (len3gginosi) Len3ggine solare (senile) Nevo len3gginoso Nevus

Dettagli

FIBROADENOMA. Che cosa è un Fibroadenoma?

FIBROADENOMA. Che cosa è un Fibroadenoma? FIBROADENOMA Che cosa è un Fibroadenoma? Il fibroadenoma è un tumore benigno che si forma più frequentemente negli anni in cui la donna è fertile; si riscontra nel 25 % donne asintomatiche. Due i tipi

Dettagli

LA SINDROME DI VON HIPPEL-LINDAU. Conoscere per Curare

LA SINDROME DI VON HIPPEL-LINDAU. Conoscere per Curare LA SINDROME DI VON HIPPEL-LINDAU Conoscere per Curare 1) Che cos è VHL? La sindrome di Von Hippel-Lindau è una rara malattia a carattere ereditario che determina una predisposizione allo sviluppo di neoplasie

Dettagli

PARAMETRI CHE MODIFICANO L IMPREDIVIBILITA DEL M.M.

PARAMETRI CHE MODIFICANO L IMPREDIVIBILITA DEL M.M. FONDAZIONE ARTURO PINNA PINTOR IL MELANOMA: UNA MALATTIA ANCORA IMPREVEDIBILE? Torino, 21 Marzo 2013 Prof. Mario Pippione PARAMETRI CHE MODIFICANO L IMPREDIVIBILITA DEL M.M. Domanda introduttiva:il melanoma

Dettagli

GRUPPO DI STUDIO TUMORI CUTANEI

GRUPPO DI STUDIO TUMORI CUTANEI GRUPPO DI STUDIO TUMORI CUTANEI LA CHIRURGIA DI MOHS Documento redatto da: DR. Massimo GATTONI Responsabile S.S.V.D. Dermatologia - Vercelli DR.ssa Nicoletta MOIA S.C. Anatomia Patologica - Vercelli DR.ssa

Dettagli

Prevenzione. L epiluminescenza. La mappa dei nei per prevenire il melanoma

Prevenzione. L epiluminescenza. La mappa dei nei per prevenire il melanoma Prevenzione L epiluminescenza La mappa dei nei per prevenire il melanoma Bios International Holding La capillare rete di strutture di Bios International opera da anni nel campo della diagnostica con servizi

Dettagli

NEVO MELANOCITICO CONGENITO. - Note informative

NEVO MELANOCITICO CONGENITO. - Note informative NEVO MELANOCITICO CONGENITO - Note informative Che cos è il Nevo Melanocitico Congenito? Per nevo melanocitico congenito (abbreviato in NMC) si intende una malformazione cutanea del neonato presente fin

Dettagli

MultiMedica. Prevenire il Melanoma in modo semplice e sicuro. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. Mappatura dei Nei. m Istituto di Ricovero e Cura

MultiMedica. Prevenire il Melanoma in modo semplice e sicuro. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. Mappatura dei Nei. m Istituto di Ricovero e Cura COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE m IRCCS MultiMedica m Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300 - Sesto S. Giovanni (Mi) Centralino 02.242091 MultiMedica Castellanza Viale Piemonte,

Dettagli

La diagnosi istopatologica delle lesioni melanocitarie II edizione

La diagnosi istopatologica delle lesioni melanocitarie II edizione [ Corso Teorico-Pratico] La diagnosi istopatologica delle lesioni melanocitarie II edizione Genova, 14-16 novembre 2012 Con il patrocinio Società Italiana di Anatomia Patologica e Citopatologia Diagnostica

Dettagli

Melanomi. Fellow of Ebopras European Board of Plastic Reconstructive and Aesthetic Surgery

Melanomi. Fellow of Ebopras European Board of Plastic Reconstructive and Aesthetic Surgery Chirurgia Melanomi Il melanoma cutaneo è un tumore che colpisce la pelle, derivante dalle cellule deputate alla produzione di colore e che, per la sua elevata tendenza invasiva, è responsabile della maggior

Dettagli

Citopatologia delle neoformazioni cutanee. Prof. Paola Maiolino e-mail:maiolino@unina.it

Citopatologia delle neoformazioni cutanee. Prof. Paola Maiolino e-mail:maiolino@unina.it Citopatologia delle neoformazioni cutanee. Prof. Paola Maiolino e-mail:maiolino@unina.it Primo obiettivo nella valutazione citologica è determinare la natura del processo patologico e cioè se si è in presenza

Dettagli

NEUROFIBROMATOSI TIPO 1 Clinica e genetica

NEUROFIBROMATOSI TIPO 1 Clinica e genetica Oncologia pediatrica e..altro Siena 8 novembre 2014 NEUROFIBROMATOSI TIPO 1 Clinica e genetica Rossella Vivarelli CLINICA PEDIATRICA AOU SENESE Neurofibromatosi di tipo 1 (NF1) markers clinici principali:

Dettagli

Tumori astrocitici diffusi

Tumori astrocitici diffusi Tumori astrocitici diffusi Diagnosi e Grading Principali categorie di neoplasie del SNC Gliomi Neoplasie neuronali Tumori misti glioneuronali Tumori primitivi neuroectodermici Neoplasie delle cellule germinali

Dettagli

Cancro della pelle. Cause. Sintomi. Diagnosi. Terapia. Prognosi. Informazioni a cura della Lega svizzera contro il cancro

Cancro della pelle. Cause. Sintomi. Diagnosi. Terapia. Prognosi. Informazioni a cura della Lega svizzera contro il cancro Cancro della pelle Cause Sintomi Diagnosi Terapia Prognosi Informazioni a cura della Lega svizzera contro il cancro Cancro della pelle I tumori maligni cutanei sono di diversa forma. Particolarmente frequente

Dettagli

Specialista in Dermatologia Roma. www.pierafileccia.it

Specialista in Dermatologia Roma. www.pierafileccia.it Dott. Specialista in Dermatologia Roma www.pierafileccia.it Epidemiologia Si tratta del secondo tumore per frequenza nelle donne sotto i 40 anni e del terzo negli uomini della stessa età Le proiezioni

Dettagli

HERPES SIMPLEX Herpes zoster Mollusco contagioso Verruche giovanili Verruche volgari Verruche plantari Condilomi acuminati. Dermatosi da virus

HERPES SIMPLEX Herpes zoster Mollusco contagioso Verruche giovanili Verruche volgari Verruche plantari Condilomi acuminati. Dermatosi da virus HERPES SIMPLEX Un virus, per indurre uno stato di malattia, deve entrare in una cellula ed ivi moltiplicarsi. Questo avviene nell epidermide, strato più esterno della cute, dove la componente cellulare

Dettagli

CASO CLINICO: TRATTAMENTO IPERTERMICO DI UN MELANOMA CUTANEO ( Studio Associato Centinaio: Dott. Rodolfo Ferrario, Dott.ssa Zoccatelli Chiara)

CASO CLINICO: TRATTAMENTO IPERTERMICO DI UN MELANOMA CUTANEO ( Studio Associato Centinaio: Dott. Rodolfo Ferrario, Dott.ssa Zoccatelli Chiara) CASO CLINICO: TRATTAMENTO IPERTERMICO DI UN MELANOMA CUTANEO ( Studio Associato Centinaio: Dott. Rodolfo Ferrario, Dott.ssa Zoccatelli Chiara) COS E IL MELANOMA CUTANEO: SEGNI E SINTOMI Il melanoma cutaneo

Dettagli

Il melanoma: diagnosi e trattamento. Informazioni per pazienti. Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Dermatologia

Il melanoma: diagnosi e trattamento. Informazioni per pazienti. Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Dermatologia Il melanoma: Informazioni per pazienti diagnosi e trattamento Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Dermatologia Dott. Giuseppe Albertini - Direttore Gentile Signora/e, in questo opuscolo

Dettagli

Screening dei gliomi cerebrali nei pazienti con sindrome di Ollier/Maffucci: come, quando e perché?

Screening dei gliomi cerebrali nei pazienti con sindrome di Ollier/Maffucci: come, quando e perché? Screening dei gliomi cerebrali nei pazienti con sindrome di Ollier/Maffucci: come, quando e perché? Dott. Giannantonio Spena Neurochirurgo Clinica Neurochirurgica Spedali Civili e Università di Brescia

Dettagli

Nei e melanomi: appunti per la Medicina

Nei e melanomi: appunti per la Medicina Rivista SIMG (www.simg.it) Numero 5, 2000 Nei e melanomi: appunti per la Medicina Niccolò Seminara medico generale,presidente Sezione Simg di Treviso Il tasso di incidenza del melanoma maligno è aumentato

Dettagli

SERVIZIO DI DERMATOLOGIA E DI DERMOCOSMESI

SERVIZIO DI DERMATOLOGIA E DI DERMOCOSMESI SERVIZIO DI DERMATOLOGIA E DI DERMOCOSMESI ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA LA CUTE La pelle è il confine dell organismo. Tramite la pelle ed i suoi annessi, si determina

Dettagli

LUPUS ERITEMATOSO DISCOIDE (LED)

LUPUS ERITEMATOSO DISCOIDE (LED) LUPUS ERITEMATOSO DISCOIDE (LED) Denominato anche lupus eritematoso cronico, interessa solo la cute.lesioni eritematose con ipercheratosi aderente ed esito in atrofia cicatriziale. Interessa prevalentemente

Dettagli

CASO CLINICO. IRCCS Policlinico San Donato

CASO CLINICO. IRCCS Policlinico San Donato CASO CLINICO IRCCS Policlinico San Donato ANAMNESI Donna, 35 anni DM di tipo I dall età di 16 anni, in terapia con infusore sottocutaneo di insulina a sede addominale Affetta da retinopatia su base diabetica

Dettagli

L.A.S.T.: terminologia unica istologica per il basso tratto genitale

L.A.S.T.: terminologia unica istologica per il basso tratto genitale L.A.S.T.: terminologia unica istologica per il basso tratto genitale Bruno Ghiringhello* e Francesca Maletta. Anatomia e Istologia Patologica Città della Salute e della Scienza. *P.O. OIRM-S.ANNA - P.O.

Dettagli

Domande relative alla specializzazione in: Oncologia medica

Domande relative alla specializzazione in: Oncologia medica Domande relative alla specializzazione in: Oncologia medica Domanda #1 (codice domanda: n.541) : Cosa caratterizza il grado T2 del colangiocarcinoma? A: Interessamento del connettivo periduttale B: Coinvolgimento

Dettagli

DEFINIZIONE DI SALUTE O.M.S.

DEFINIZIONE DI SALUTE O.M.S. DEFINIZIONE DI SALUTE O.M.S. "Uno stato di completo benessere fisico,mentale psicologico e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o di infermità." (OMS, 1948) Non basta quindi curare

Dettagli

Tumori cutanei maligni

Tumori cutanei maligni Capitolo 15: Tumori cutanei maligni pagina: 446 Tumori cutanei maligni Carcinomi basocellulari pagina: 447 15.1 Carcinomi basocellulari Epitelioma nodulare Tumore globulare, di colorito cereo o rossastro,

Dettagli

Università degli Studi di Roma La Sapienza, Polo Pontino. Dipartimento di Malattie Cutanee-Veneree e di Chirurgia Plastica Ricostruttiva

Università degli Studi di Roma La Sapienza, Polo Pontino. Dipartimento di Malattie Cutanee-Veneree e di Chirurgia Plastica Ricostruttiva Università degli Studi di Roma La Sapienza, Polo Pontino Dipartimento di Malattie Cutanee-Veneree e di Chirurgia Plastica Ricostruttiva Lesioni pigmentarie benigne : correlazioni clinico-patologiche Diagnosi

Dettagli

GLOSSARIO DELLA PATOLOGIA BENIGNA DELLA MAMMELLA

GLOSSARIO DELLA PATOLOGIA BENIGNA DELLA MAMMELLA GLOSSARIO DELLA PATOLOGIA BENIGNA DELLA MAMMELLA A cura del Dott. G.Antonini GLOSSARIO: 1. Ipertrofia dell adolescente 2. Fibroadenoma 3. Fibroadenoma e gravidanza 4. Infarto del fibroadenoma 5. Carcinoma

Dettagli

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE

LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE LA SOLUZIONE AI NODULI BENIGNI DELLA TIROIDE www.modilite.info MODILITE In Italia la patologia nodulare tiroidea è piuttosto frequente ed è spesso asintomatica. Circa l 80% dei noduli tiroidei sono benigni

Dettagli

Ambulatorio neurochirurgico per la malformazione di Chiari tipo I- Siringomielia e delle patologie della giunzione cranio-cervicale!

Ambulatorio neurochirurgico per la malformazione di Chiari tipo I- Siringomielia e delle patologie della giunzione cranio-cervicale! Ambulatorio neurochirurgico per la malformazione di Chiari tipo I- Siringomielia e delle patologie della giunzione cranio-cervicale La malformazione di Chiari tipo I (CMI) è un alterazione della giunzione

Dettagli

Le zone grigie della citologia tiroidea.

Le zone grigie della citologia tiroidea. Carcinoma differenziato della tiroide: dalla diagnosi al follow-up Bologna 21 marzo 2009 Le zone grigie della citologia tiroidea. Cosa deve dire il patologo Gian Piero Casadei Anatomia Patologica Ospedale

Dettagli

LE ULCERE VASCOLARI INFERIORE

LE ULCERE VASCOLARI INFERIORE LE ULCERE VASCOLARI DELL ARTO INFERIORE 1 2 3 4 5 6 7 8 9 ARTO INFERIORE Struttura complessa dell apparato motorio Possiamo distinguere tre grandi aree Coscia Gamba Piede La gamba si caratterizza per problematiche

Dettagli

HPV papillomavirus umani

HPV papillomavirus umani HPV papillomavirus umani Oltre 100 tipi, alcuni dei quali responsabili del cancro del collo dell utero : l importanza del vaccino Quali lesioni sono provocate dagli HPV? Le infezioni da HPV sono estremamente

Dettagli

Il Nodulo Tiroideo. "Diagnostica Citologica"

Il Nodulo Tiroideo. Diagnostica Citologica Il Nodulo Tiroideo "Diagnostica Citologica" FNAC Con il termine di FNAC (Fine Needle Aspiration Cytology) si intende un prelievo citologico eseguito mediante un ago definito sottile (a partire da 22G ),

Dettagli

Il Sole: un amico... per la pelle

Il Sole: un amico... per la pelle Laboratorio Privato Ovadese - Poliambulatorio Numero uno - Luglio 2014 Periodico sulla salute a cura del Comitato Scientifico di LABO Il Sole: un amico... per la pelle estate, vacanze, abbronzatura ma

Dettagli

Trattamenti al viso con il laser

Trattamenti al viso con il laser Trattamenti al viso con il laser Il laser skin resurfacing, conosciuto anche come Peeling col laser, è una tecnica effettiva di ringiovanimento che ha dei risultati duraturi. Col tempo, fattori quali l

Dettagli

Color Doppler e MDC nelle neoplasie benigne del fegato. CEUS epatica Fasi diagnostiche. Fase arteriosa 10-35 sec inizio: 10-20 sec fine: 25-35 sec

Color Doppler e MDC nelle neoplasie benigne del fegato. CEUS epatica Fasi diagnostiche. Fase arteriosa 10-35 sec inizio: 10-20 sec fine: 25-35 sec ECOGRAFIA COLOR DOPPLER E MEZZI DI CONTRASTO: Stato dell arte arte Portonovo,, 6-86 8 luglio 2009 Color Doppler e MDC nelle neoplasie benigne del fegato E. Accogli, V Arienti Centro di Ecografia Internistica,

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEI TUMORI ENDOCRANICI

CLASSIFICAZIONE DEI TUMORI ENDOCRANICI TUMORI ENDOCRANICI Neoplasie che si sviluppano all interno del cranio, prendendo origine sia dal tessuto nervoso (encefalo e nervi cranici), sia dai suoi involucri (meningi e cranio), sia da strutture

Dettagli

Cancro della pelle Rischi e diagnosi precoce. Un informazione della Lega contro il cancro

Cancro della pelle Rischi e diagnosi precoce. Un informazione della Lega contro il cancro Cancro della pelle Rischi e diagnosi precoce Un informazione della Lega contro il cancro Sommario La pelle 3 I sei tipi di pelle 4 Il cancro della pelle 6 Cause e rischi del cancro della pelle 11 La diagnosi

Dettagli

IL TUMORE DELLA PROSTATA

IL TUMORE DELLA PROSTATA IL TUMORE DELLA PROSTATA Dott. CARMINE DI PALMA Andrologia, Urologia, Chirurgia Andrologica e Urologica, Ecografia Che cos è il cancro della prostata? Cancro significa crescita incontrollata di cellule

Dettagli

La diagnostica del carcinoma prostatico Girolamo Morelli

La diagnostica del carcinoma prostatico Girolamo Morelli La diagnostica del carcinoma prostatico Girolamo Morelli Ricercatore presso l Università di Pisa U.O. di Urologia Universitaria Generalità Neoplasia non cutanea più frequente nel maschio Malattia a lenta

Dettagli

Modulo 2. Diagnostica per immagini APPROFONDIMENTO

Modulo 2. Diagnostica per immagini APPROFONDIMENTO Modulo 2 Diagnostica per immagini APPROFONDIMENTO Istotipi Eventuale meno sottotitolo frequenti Carcinoma neuroendocrino a grandi cellule Neoplasia maligna a grandi cellule caratterizzata da un pattern

Dettagli

Maschio di 79 anni Ricovero 21.10.1999 per patologia polmonare sospetta TC Cerebrale senza e con MDC RMN 4.11.1999 2.11.1999 Scintigrafia ossea

Maschio di 79 anni Ricovero 21.10.1999 per patologia polmonare sospetta TC Cerebrale senza e con MDC RMN 4.11.1999 2.11.1999 Scintigrafia ossea Maschio di 79 anni Ricovero 21.10.1999 per patologia polmonare sospetta ed esegue: TC Cerebrale senza e con MDC In sede parasagittale sinistra superiormente al tetto del ventricolo laterale di sinistra,

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

PATOLOGIE GENETICHE DELLA TRASDUZIONE DEL SEGNALE

PATOLOGIE GENETICHE DELLA TRASDUZIONE DEL SEGNALE PATOLOGIE GENETICHE DELLA TRASDUZIONE DEL SEGNALE Sono malattie associate a difetti in geni che codificano per proteine che trasmettono segnali extracellulari all interno della cellula RECETTORI DI SUPERFICIE

Dettagli

NEI PAESI ASIATICI, IN AFRICA E NEL SUD AMERICA PRESENTA INCIDENZE NETTAMENTE SUPERIORI RAGGIUNGENDO IL 10-20% DI TUTTE LE FORME TUMORALI

NEI PAESI ASIATICI, IN AFRICA E NEL SUD AMERICA PRESENTA INCIDENZE NETTAMENTE SUPERIORI RAGGIUNGENDO IL 10-20% DI TUTTE LE FORME TUMORALI CANCRO DEL PENE EPIDEMIOLOGIA NEOPLASIA PIUTTOSTO RARA NEI PAESI INDUSTRIALIZZATI NEI PAESI OCCIDENTALI RAPPRESENTA LO 0,2-2% DI TUTTE LE NEOPLASIE CHE COLPISCONO L UOMO NEI PAESI ASIATICI, IN AFRICA E

Dettagli

Proposta di un modello condiviso

Proposta di un modello condiviso Proposta di un modello condiviso Triage, Diagnosi e Gestione pazienti con tumori cutanei A cura della Commissione LILT sui tumori cutanei: Giuseppe Argenziano, Alessandro Annetta, Paola De Simone, Ketty

Dettagli

Il caso Jolie: Ereditarietà e prevenzione cosa e come scegliere?

Il caso Jolie: Ereditarietà e prevenzione cosa e come scegliere? Il caso Jolie: Ereditarietà e prevenzione cosa e come scegliere? Uni-A.T.E.Ne.O. "Ivana Torretta" Sergio Fava Oncologia Medica Legnano 22.10.2013 I nuovi casi di tumore Quali tumori più frequenti? Primi

Dettagli

Melanoma. Lezione di Dermatologia Professor Cainelli 19/05/03 ore 13.30-15.30 Sbob: Chiara Cazzaniga, Marta Frigo

Melanoma. Lezione di Dermatologia Professor Cainelli 19/05/03 ore 13.30-15.30 Sbob: Chiara Cazzaniga, Marta Frigo Lezione di Dermatologia Professor Cainelli 19/05/03 ore 13.30-15.30 Sbob: Chiara Cazzaniga, Marta Frigo Melanoma Prima di parlare di melanoma dobbiamo vedere prima la lesione semplice: il nevo melanocitico.

Dettagli

Unità Operativa di Medicina Nucleare

Unità Operativa di Medicina Nucleare Parte Seconda (per il Medico di Famiglia) INDICAZIONI "APPROPRIATE" Nonostante la documentata efficacia diagnostica, la diffusione dei tomografi PET/CT sul territorio nazionale e regionale è ancora limitata

Dettagli

Carcinoma prostatico

Carcinoma prostatico SIUrO Società Italiana di Urologia Oncologica Alessandro Bertaccini, Sergio Bracarda, Roberta Ceccarelli, Adriana Gelmini Carcinoma prostatico Guida per il paziente e i suoi familiari Introduzione di Giuseppe

Dettagli

Neoplasia renale: quali alternative? Dott Fulvio Lagana Urologia O.C.Dolo

Neoplasia renale: quali alternative? Dott Fulvio Lagana Urologia O.C.Dolo Neoplasia renale: quali alternative? Dott Fulvio Lagana Urologia O.C.Dolo Neoplasia renale Fino al 50% dei casi riscontri incidentali Costante aumento dell incidenza di nuove diagnosi Aumento dell eta

Dettagli

Laurea specialistica in Biologia ed Evoluzione Umana (BEU) IL MELANOMA. Seminario di Oncologia anno 2005-2006

Laurea specialistica in Biologia ed Evoluzione Umana (BEU) IL MELANOMA. Seminario di Oncologia anno 2005-2006 Laurea specialistica in Biologia ed Evoluzione Umana (BEU) IL MELANOMA Seminario di Oncologia anno 2005-2006 Il melanoma è dovuto alla crescita incontrollata dei melanociti; I melanociti si trovano dispersi

Dettagli

Le lesioni ghiandolari: inquadramento morfologico e criticità

Le lesioni ghiandolari: inquadramento morfologico e criticità Le lesioni ghiandolari: inquadramento morfologico e criticità Roma, 19 Novembre 2014 Centro Formazione Ordine Nazionale dei Biologi Viale della Piramide Cestia,, 1 Dr.ssa Marzia Matucci Pap-Test: prelievo

Dettagli

AMO STARE ALL ARIA APERTA

AMO STARE ALL ARIA APERTA AMO STARE ALL ARIA APERTA MA MI PROTEGGO DAL SOLE PRECAUZIONI E COMPORTAMENTI CORRETTI PER TUTTI è necessario evitare l esposizione nelle ore centrali della giornata, fare attenzione ai riflessi (neve,

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATIVO: L ESOFAGO DI BARRETT

PROTOCOLLO INFORMATIVO: L ESOFAGO DI BARRETT Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico ENDOSCOPIA DIGESTIVA AD ALTA TECNOLOGIA Responsabile dott. Giorgio Battaglia PROTOCOLLO INFORMATIVO: L

Dettagli

METASTASI UVEALI: ESPERIENZA DEGLI ULTIMI 10 ANNI

METASTASI UVEALI: ESPERIENZA DEGLI ULTIMI 10 ANNI METASTASI UVEALI: ESPERIENZA DEGLI ULTIMI 10 ANNI C.Mosci; F.Nasciuti Centro Specialistico di Oncologia Oculare Ente Ospedaliero Ospedali Galliera - Genova carlo.mosci@galliera.it XXVI RIUNIONE S.O.N.O.

Dettagli

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente diagnosi differenziale: carcinoma della mammella sono elementi di sospetto: monolateralità, rapido sviluppo Primitiva: puberale,

Dettagli

TUMORI DELL'OCCHIO NEL CANE E NEL GATTO

TUMORI DELL'OCCHIO NEL CANE E NEL GATTO TUMORI DELL'OCCHIO NEL CANE E NEL GATTO I tumori dell occhio possono colpire l orbita, le palpebre, la terza palpebra,l apparato lacrimale, a congiuntiva la sclera la cornea, e l uvea. La diagnosi precoce

Dettagli

Artrite Idiopatica Giovanile

Artrite Idiopatica Giovanile www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro Artrite Idiopatica Giovanile Versione 2016 2. DIVERSI TIPI DI AIG 2.1 Esistono diversi tipi di questa malattia? Esistono diverse forme di AIG. Si distinguono

Dettagli

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING Relatore: Brunella Spadafora Epidemiologia e prevenzione dei tumori maligni I tumori nel loro insieme, costituiscono la seconda causa di morte,

Dettagli

DIAGNOSI DIFFERENZIALE IN DCM. Dott.Pasquale Cozzolino Laser in DisordiniCranioMandibolari

DIAGNOSI DIFFERENZIALE IN DCM. Dott.Pasquale Cozzolino Laser in DisordiniCranioMandibolari DIAGNOSI DIFFERENZIALE IN DCM Dott.Pasquale Cozzolino Laser in DisordiniCranioMandibolari NELL AMBITO DELLE SINDROMI DA DOLORE OROFACCIALE LA NEVRALGIA DEL DEL NERVO TRIGEMINO E UNA SINDROME NEUROOGICA

Dettagli

Il melanoma cutaneo (MM) rappresenta circa il 3-4 % di tutte le neoplasie maligne. La sua

Il melanoma cutaneo (MM) rappresenta circa il 3-4 % di tutte le neoplasie maligne. La sua Il melanoma cutaneo (MM) rappresenta circa il 3-4 % di tutte le neoplasie maligne. La sua incidenza sta progressivamente aumentando in tutto il mondo, in particolare nella popolazione di razza caucasica,

Dettagli

NEUROFIBROMATOSI Informazioni per pazienti e familiari

NEUROFIBROMATOSI Informazioni per pazienti e familiari NEUROFIBROMATOSI Informazioni per pazienti e familiari Edizione Italiana a cura di Associazione LINFA Lottiamo Insieme per la Neurofibromatosi ONLUS su speciale concessione della The National Neurofibromatosis

Dettagli

Introduzione a videodermosystem

Introduzione a videodermosystem videodermosystem Presentazione software Introduzione a videodermosystem Il Melanoma cutaneo è una neoplasia maligna prevenibile e curabile se diagnosticata precocemente. Studi epidemiologici rilevano che

Dettagli

OCCLUSIONE INTESTINALE SU PAZIENTE AFFETTO DA MELANOMA PLURIMETASTATICO

OCCLUSIONE INTESTINALE SU PAZIENTE AFFETTO DA MELANOMA PLURIMETASTATICO OCCLUSIONE INTESTINALE SU PAZIENTE AFFETTO DA MELANOMA PLURIMETASTATICO Dott.Antonio De Fiores Clinica Guarnieri Roma Dott. Giulia Bella Clinica Guarnieri Roma Dott.Francesco Tripaldi clinica Guarnieri

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

STADIAZIONE E TRATTAMENTO CHIRURGICO

STADIAZIONE E TRATTAMENTO CHIRURGICO PROTOCOLLI OPERATIVI IN PNEUMOLOGIA INTERVENTISTICA: NODULO POLMONARE PERIFERICO STADIAZIONE E TRATTAMENTO CHIRURGICO PROF. FEDERICO REA CATTEDRA DI CHIRURGIA TORACICA UNIVERSITA DI PADOVA Firenze 18 Marzo

Dettagli

Il Melanoma Maligno che cos è? INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE

Il Melanoma Maligno che cos è? INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE Il Melanoma Maligno che cos è? INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE l melanoma cutaneo è un tumore maligno che origina dai melanociti della cute e delle mucose, dai melanociti che costituiscono i nevi (i cosiddetti

Dettagli

SISTEMA DI RINNOVAMENTO CUTANEO NATURALE E BIOLOGICO DESQUAMATION ESFOLIAZIONE EFFICACE

SISTEMA DI RINNOVAMENTO CUTANEO NATURALE E BIOLOGICO DESQUAMATION ESFOLIAZIONE EFFICACE SISTEMA DI RINNOVAMENTO CUTANEO NATURALE E BIOLOGICO DESQUAMATION ESFOLIAZIONE EFFICACE SISTEMA DI RINNOVAMENTO CUTANEO NATURALE E BIOLOGICO DESQUAMATION ESFOLIAZIONE EFFICACE >> IL TRATTAMENTO PIU FORTE

Dettagli

Ambulatorio di Chirurgia Plastica

Ambulatorio di Chirurgia Plastica via Nazario Sauro, 32-30014 Cavarzere (VE) - Tel. 0426 316111 - Fax 0426 316445 Ambulatorio di Chirurgia Plastica Redatto da: - Medico specialista, - Coord. Amministrativa - Coord. Infermieristica - Personale

Dettagli

Tumori ossei. Cause. Sintomi. Diagnosi. Terapia. Prognosi. Informazioni a cura della Lega svizzera contro il cancro

Tumori ossei. Cause. Sintomi. Diagnosi. Terapia. Prognosi. Informazioni a cura della Lega svizzera contro il cancro Tumori ossei Cause Sintomi Diagnosi Terapia Prognosi Informazioni a cura della Lega svizzera contro il cancro Tumori ossei I tumori ossei si formano quasi sempre all'interno di un osso e solo molto raramente

Dettagli

Le alopecie nelle connettivopatie autoimmuni. Le connettivopatie, come è noto, appartengono ad un gruppo di patologie

Le alopecie nelle connettivopatie autoimmuni. Le connettivopatie, come è noto, appartengono ad un gruppo di patologie Le alopecie nelle connettivopatie autoimmuni Le connettivopatie, come è noto, appartengono ad un gruppo di patologie caratterizzate da una patogenesi autoimmunitaria,in particolare con interessamento del

Dettagli

Le neoplasie dello stomaco Definizione etiopatogenetica

Le neoplasie dello stomaco Definizione etiopatogenetica Le neoplasie dello stomaco Definizione etiopatogenetica Nelle forme avanzate della malattia compaiono alterazioni epiteliali precancerose -DISPLASIA: : Variazioni di dimensioni, forma e orientamento delle

Dettagli

Due sono le possibili situazioni Nodulo tiroideo palpabile Nodulo tiroideo "incidentaloma"

Due sono le possibili situazioni Nodulo tiroideo palpabile Nodulo tiroideo incidentaloma MMG NODULO TIROIDEO Due sono le possibili situazioni Nodulo tiroideo palpabile Nodulo tiroideo "incidentaloma" MMG CASO CLINICO: 1 step Paziente di sesso femminile, 38 anni, in buone condizioni cliniche

Dettagli

LAB-NEWS Anno 1 n 6 Giugno 2006

LAB-NEWS Anno 1 n 6 Giugno 2006 1 IL CARCINOMA DELLA PROSTATA Il carcinoma della prostata rappresenta una grave questione di sanità pubblica e la sua incidenza è destinata ad aumentare nei prossimi anni, a causa del costante aumento

Dettagli

LESIONI COMPLESSE OCCUPANTI SPAZIO

LESIONI COMPLESSE OCCUPANTI SPAZIO Azienda Ospedaliera S. Gerardo Ospedale Bassini U.O. Nefrologia e Dialisi Prof.Gherardo Buccianti LESIONI COMPLESSE OCCUPANTI SPAZIO Masse occupanti spazio Cisti renali: semplici e complesse benigne ADPKD

Dettagli

MTOne. Taking care of people, our masterpieces. Piattaforma Multi-Sorgente di Ultima Generazione IPL - LASER Er:YAG - LASER Nd:YAG - LASER DIODO

MTOne. Taking care of people, our masterpieces. Piattaforma Multi-Sorgente di Ultima Generazione IPL - LASER Er:YAG - LASER Nd:YAG - LASER DIODO Taking care of people, our masterpieces MTOne Piattaforma Multi-Sorgente di Ultima Generazione IPL - LASER Er:YAG - LASER Nd:YAG - LASER DIODO Questa brochure è relativa ad un prodotto o ad una configurazione

Dettagli

Martedi ecografico 2010. Annessi :normalità e patologia 14 Aprile 2010 Dr G Campisi

Martedi ecografico 2010. Annessi :normalità e patologia 14 Aprile 2010 Dr G Campisi Martedi ecografico 2010 Annessi :normalità e patologia 14 Aprile 2010 Dr G Campisi Valutazione ovaio Dimensioni Numero follicoli Caratteristiche follicoli Volume ovaio D1 X D2 D3 X 0,52 Volume compreso

Dettagli

Acne: quale terapia?

Acne: quale terapia? Acne: quale terapia? Prescrivere schemi terapeutici complessi ed affollati di prodotti significa solo creare al paziente più problemi ( irritazione della pelle, difficoltà pratiche di realizzazione, aumento

Dettagli

Corso per operatori dei Registri Tumori Reggio Emilia 3-6 dicembre 2007. Tumore dell ovaio. Adele Caldarella

Corso per operatori dei Registri Tumori Reggio Emilia 3-6 dicembre 2007. Tumore dell ovaio. Adele Caldarella Corso per operatori dei Registri Tumori Reggio Emilia 3-6 dicembre 2007 Tumore dell ovaio Adele Caldarella Tumore dell ovaio in Italia 9 tumore più frequente nel sesso femminile 2.9% delle diagnosi tumorali

Dettagli

LO STRABISMO I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A

LO STRABISMO I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A LO STRABISMO I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A LO STRABISMO Campagna informativa per la prevenzione delle malattie oculari che possono compromettere la visione sino a provocare

Dettagli

Libri di base. Elena Aldisquarcina-Serena Tettamanti DERMATOLOGIA MURSIA

Libri di base. Elena Aldisquarcina-Serena Tettamanti DERMATOLOGIA MURSIA Libri di base Elena Aldisquarcina-Serena Tettamanti DERMATOLOGIA MURSIA indice Unità 1 La cute 1.1 GENERALITÀ E FUNZIONI... 3.. Caratteristiche.macroscopiche.della.pelle... 4.. Funzioni.della.pelle....

Dettagli

ANGIOMA EPATICO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli

ANGIOMA EPATICO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli 1. Introduzione ANGIOMA EPATICO Autori: Prof. A.L. Gaspari, Dott. G.S. Sica, Dott. E. Iaculli Mentre un tempo la valutazione chirurgica degli angiomi epatici era limitata agli interventi in urgenza per

Dettagli

vaginali Coordinatori studio R. Volante, E. Mancini, S. Privitera, G. Ronco

vaginali Coordinatori studio R. Volante, E. Mancini, S. Privitera, G. Ronco II riunione del Gruppo di Studio del Programma di Screening regione Piemonte- coordinamento CPO- sul monitoraggio effetti collaterali e complicanze della terapia miniinvasiva delle neoplasie intraepiteliali

Dettagli