Piattaforma Canopy MOTOWi4 Portfolio 10/20-30/60 & 150/300 Mbps Presentazione generale. 31 Marzo 2006 Page 1 of 52

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piattaforma Canopy MOTOWi4 Portfolio 10/20-30/60 & 150/300 Mbps Presentazione generale. www.canopywireless.info. 31 Marzo 2006 Page 1 of 52"

Transcript

1 Piattaforma Canopy MOTOWi4 Portfolio 10/20-30/60 & 150/300 Mbps Presentazione generale The contents of this Sales Guide are subject to change without notice MOTOROLA, the stylized M Logo and all other trademarks indicated as such herein are trademarks of Motorola, Inc. Reg. US Pat & Tm. Office. Canopy is a trademark of Motorola, Inc. All other product or service names are the property of their respective owners Motorola, Inc. All rights reserved Page 1 of 52

2 Indice della sezione 1 Descrizione Generale del Sistema Il sistema Canopy di Motorola Le caratteristiche principali del Sistema Canopy Tolleranza alle interferenze Scalabilità Ritorno dell investimento Sicurezza Collegamenti Point-to-Point e Point-to-Multipoint Collegamenti Point-to-Point Collegamenti Point-to-Point a 10 e 20 Mbps Elementi di base collegamenti Point-to-Point a 10 e 20 Mbps Prestazioni raggiungibili con collegamenti Point-to-Point a 10 e 20 Mbps Emulazione di circuito E1 su collegamenti Point-to-Point a 10 e 20 Mbps Collegamenti Point-to-Point a 30/60 Mbps Informazioni di rete - Point-to-Point a 30/60 Mbps Impiego per trasportare traffico TDM su Point-to-Point a 30/60 Mbps Collegamenti Point-to-Multipoint Mbps Sistema di Gestione 16 2 Dettagli tecnici Dettagli tecnici Backhaul 10 e 20 Mbps Introduzione Specifiche Tecniche Emulazione di circuito E Introduzione Multiplexer Canopy Caratteristiche fisiche Multiplexer Canopy Caratteristiche porte E1 Multiplexer Canopy Caratteristiche E1 Multiplexer Canopy Altri tipi di multiplexer Dettagli tecnici Backhaul 30/60 Mbps

3 2.2.1 Introduzione Architettura del prodotto Pianificazione dello spettro radio utilizzabile Sicurezza e confidenzialità delle comunicazioni Specifiche tecniche Canopy Backhaul 30/60 Mbps Modulazione e guadagno di sistema Canopy Backhaul 30/60 Mbps Antenne Canopy Backhaul 30/60 Mbps Gestione Canopy Backhaul 30/60 Mbps Caratteristiche fisiche Canopy Backhaul 30/60 Mbps Alimentazione Canopy Backhaul 30/60 Mbps Caratteristiche ambientali Canopy Backhaul 30/60 Mbps Canopy point to multipoint Access Point (AP) Cluster Management Module Subscriber Module (SM) Impiego misto di apparati Canopy e Canopy Advantage Modalità implementative Installazione Canopy 10 e 20 Mbps Installazione Canopy 30/60 Mbps Punto punto 46 4 PROVISIONING Analizzatore di spettro moduli Canopy 10 e 20 Mbps Puntamento moduli Canopy 10 e 20 Mbps Programmazione moduli Canopy 10 e 20 Mbps Analizzatore di spettro moduli Canopy Backhaul 30/60 Mbps Puntamento moduli Canopy Backhaul 30/60 Mbps Programmazione moduli Canopy Backhaul 30/60 Mbps

4 1 Descrizione Generale del Sistema 1.1 Il sistema Canopy di Motorola Motorola Canopy è un sistema completo per realizzare l accesso senza fili a banda larga e costituisce una delle soluzioni broadband più affidabili ed economiche disponibili attualmente sul mercato. Un numero rapidamente crescente di provider, in più di 100 Paesi in sei continenti, ha basato le proprie infrastrutture sull impiego dei prodotti Motorola Canopy, avendo considerato i ridotti costi delle attrezzature, i tempi ridotti di installazione ed attivazione, la elevata affidabilità degli elementi di rete e la eccezionale flessibilità negli ampliamenti che consentono di servire in tempi brevissimi la nuova utenza. Il sistema Canopy di Motorola fornisce ai carrier e agli operatori di reti private un nutrito portafoglio di prodotti che mettono a disposizione il throughput necessario per competere con le alternative via cavo e ADSL. Con il sistema Motorola Canopy è possibile realizzare una connessione Ethernet wireless utilizzabile per il trasporto di voce, video, o dati. Sono disponibili dispositivi per realizzare collegamenti point-to point LoS (Line of Sight), point-to point NLoS (Non-Line of Sight) e apparati per realizzare reti di accesso point-to-multipoint LoS (Line of Sight). Grazie ad una vasta gamma di moduli Backhaul (BH), Access Point (AP) e Subscriber Module (SM) il sistema è adatto a soddisfare le esigenze attuali e future delle utenze aziendali e residenziali. 1.2 Le caratteristiche principali del Sistema Canopy Tolleranza alle interferenze Grazie alla esclusiva tecnica di sincronizzazione del segnale, il sistema Canopy offre un livello molto elevato di tolleranza alle interferenze auto-generate che consente di garantire un servizio affidabile anche quando gli Access Point sono posizionati a distanze ravvicinate. 4-52

5 Grazie alla tecnica di modulazione impiegata, il sistema Canopy è in grado di garantire il funzionamento della tratta radio anche con un livello di segnale utile rispetto al segnale interferente estremamente ridotto, in assoluto il migliore sul mercato. Con il sistema Canopy è infatti possibile realizzare collegamenti garantendo affidabilità di servizio con valori dell ordine di 3 db di rapporto Carrier to Interference (C/I) per apparati radio da 10 Mbps e valori dell ordine di 8 db di C/I per apparati radio da 20 Mbps. Gli apparati sono conformi a quanto previsto dalla normativa ETSI EN ed EN I moduli del sistema Canopy 10 e 20 Mbps rispondono ai requisiti delle norme Dynamic Frequency Selection (DFS) EN893 v Gli elementi della rete Canopy abbandonano la frequenza quando sono rilevate trasmissioni radar dei sistema di difesa militari. I moduli del sistema Canopy Backhaul 30/60 Mbps impiegano una tecnica denominata i_dfs. L apparato effettua 4 misure di spettro, per ciclo TDD e per canale. Le misure sono suddivise in misure di picco con risoluzione di 100 ns e misure della media su un periodo di 40 µs. Sulla base di queste misure il sistema è in grado di valutare continuamente se proseguire ad operare sulle medesime frequenze utilizzate in precedenza o meno con particolare riferimento al valore del rapporto tra segnale utile e interferenze. E possibile configurare la soglia per il valore di C/I oltrepassata la quale effettuare la commutazione e anche il periodo di tempo trascorso il quale permettere il cambio di frequenze di lavoro Scalabilità La scalabilità del sistema Canopy per reti di accesso point-to-multipoint consente di gestire efficacemente le esigenze di crescita della rete e garantisce un throughput costante anche in seguito all'aggiunta di nuovi utenti. L impiego della sincronizzazione GPS consente agli operatori di riutilizzare le frequenze ed espandere la rete senza influire sulla qualità di servizio dei clienti esistenti. Quando si rende necessario aumentare la capacità ed ingrandire la rete, la scalabilità della soluzione Canopy può soddisfare le nuove esigenze consentendo di raggiungere aree geografiche più vaste, maggiore numero di utenti e volumi di traffico maggiori senza alcuna difficoltà. Grazie alla elevata tolleranza all interferenza e alle antenne direzionali, si possono aggiungere al sistema nuovi moduli senza doversi minimamente preoccupare di generare interferenze all interno della propria rete o dei propri siti. 5-52

6 Il sistema Canopy è per sua natura intrinseca scalabile e flessibile, grazie ai protocolli utilizzati e alla sincronizzazione dei segnali via GPS. Grazie a quest ultima è possibile partire da una piccola rete di qualche elemento e potere farla crescere fino ad enormi dimensioni senza problemi di degrado del servizio o di autointerferenza. Con ciascun AP coprente un settore di 60, un cluster (da 2 a 6 AP) completo di 6 AP copre un settore a 360 Ogni AP può gestire fino a 200 SM in modalità normale, o fino a 100 SM in modalità Advantage. Un cluster completo può quindi gestire fino a 1200 SM. In aree densamente popolate o al crescere dell utenza si può successivamente dividere il sistema in multipli piccoli cluster. Al fine di predisporre il sistema iniziale, anche se piccolo, ad eventuali estensioni, si pianificano tutti i cluster Access Point con lo stesso layout di tre frequenze (scelte tra quelle disponibili nella banda utilizzata e con la corretta separazione di almeno 20 MHz) e si direzionano le frequenze uguali a 180 una dall altra. Per esempio nel layout di seguito la stessa frequenza è puntata a nord e a sud: 5,745 5,785 5,765 5,765 5,785 5,745 Si mantiene poi lo stesso layout delle frequenze su tutti i cluster che si andranno eventualmente ad aggiungere alla rete, ottenendo così un sistema completamente scalabile senza alcun problema di capacità o auto-interferenza Direzione dell AP Nord (0 0 ) Nordest (60 0 ) Frequenza 5,745 GHz 5,765 GHz Simbolo A B C B A A B C C B C A A A B C B C B A A B C Sudest (120 0 ) Sud (180 0 ) Sudovest (240 0 ) 5,785 GHz 5,745 GHz 5,765 GHz C A B C B A A B C B C A A C B C B A A B C Nordovest (300 0 ) 5,785 GHz C B A C Nelle zone di overlap viene utilizzato anche il color code per distribuire uniformemente gli SM nei cluster disponibili. 6-52

7 1.2.3 Ritorno dell investimento I ridotti costi di infrastruttura necessari e l impiego della tecnologia con accesso wireless consentono di ottenere un recupero del capitale investito in tempi brevi, tenendo presente che Canopy non richiede investimenti importanti per lavori di costruzione o licenze operative. La installazione, configurazione e la attivazione degli apparati è in realtà un operazione estremamente semplice che richiede pochissimo tempo abbattendo cosi non solo i costi di investimento della tecnologia ma anche costi vivi di manodopera ed attivazione. Inoltre la possibilità di effettuare il collegamento in cascata con apparati Line of Sight deve essere tenuta presente in quanto si tratta di una soluzione economica e nel contempo molto efficiente. Si sottolinea che la MTBF (Minimum Time Before Failure) dei prodotti Canopy è di 40 anni, per cui la probabilità di guasto è davvero trascurabile, riducendo ulteriormente anche costi di manutenzione ed assistenza. Trattandosi di apparecchiature di potenza inferiore a 5 W ERP e di libero uso, non esistono particolari problemi relativi ad ARPA e le limitatissime dimensioni delle apparecchiature non generano problematiche relative a licenze edilizie per quanto riguarda gli impianti di utente, praticamente ulteriore di riduzione di costi anche burocratici Sicurezza L unicità della tecnica di Canopy per la sincronizzazione e modulazione del segnale implementa livelli multipli di cifratura e autenticazione per impedire l accesso agli utenti non autorizzati. Gli elementi costitutivi del sistema Canopy integrano internamente la cifratura BRAID standardizzata dalla TIA statunitense; inoltre sono dotati di cifratura DES (Data Encryption Standard) a 56 bit e sono disponibili con cifratura opzionale AES (Advanced Encryption Standard) a 128 bit. Canopy è l unico sistema broadband wireless ad aver ricevuto la certificazione U.S. National Institute of Standards and Technology (NIST) Federal Information Processing Standards (FIPS) 197. Impiegando la cifratura AES, la sicurezza contro gli accessi non autorizzati è garantita dall impiego delle a 128 bit che consentono un elevatissimo numero di combinazioni ( ), oltre alla necessità di conoscere la struttura interna del prodotto. La sicurezza può essere ulteriormente incrementata utilizzando la autenticazione tramite il Bandwidth and Authentication Manager (BAM). La seguente figura illustra gli ostacoli esistenti in un sistema Canopy contro i tentativi di accesso non autorizzato. 7-52

8 1.3 Collegamenti Point-to-Point e Point-to-Multipoint Il sistema Canopy offre svariate opzioni di configurazione in grado di soddisfare pienamente le esigenze e le aspettative dei provider e dei loro clienti. Come sistema point-to-multipoint, la piattaforma Canopy è una soluzione straordinariamente efficiente ed economica per fornire servizio a collettività e aziende di ogni dimensione. Come applicazione point-to-point, è un potente e dedicato data link. Il sistema possiede anche interfacce che consentono la integrazione con strumenti standard di gestione della rete e sistemi di billing, oltre alle capacità diagnostiche necessarie per monitorare la rete a distanza Collegamenti Point-to-Point I moduli Backhaul (BH) Canopy mettono a disposizione apparati per realizzare collegamenti Ethernet wireless a bassa e media capacità. Gli apparati a bassa capacità consentono di realizzare collegamenti a 10 Mbps e 20 Mbps, mentre gli apparati a media capacità consentono di realizzare collegamenti a 30 e 60 Mbps. Esistono anche apparati ad alta capacità da 300 Mbps ma non sono ancora disponibili per la banda 5,4 GHz Collegamenti Point-to-Point a 10 e 20 Mbps I moduli backhaul Canopy 10 e 20 Mbps sono progettati per applicazioni Line-of- Sight (LoS) con bassa latenza (inferiore ai 5ms), sono di facile configurazione e l installazione completa dei collegamenti può, in molti casi, essere portata a termine in poche ore, con un notevole risparmio di tempo e costi. Non è necessario risolvere problemi di collegamento o ricorrere a costosi interventi sulla rete. I moduli backhaul sono anche disponibili con riflettori passivi che ne estendono la portata. I moduli BH del sistema Canopy supportano servizi canalizzati o non canalizzati. Se si impiega il multiplatore Canopy E1 Multiplexer unitamente ad un BH a 10 o 20 Mbps, è possibile aggregare dati LAN e voce per offrire servizi canalizzati E1 ed estensioni LAN a uffici remoti tramite il vettore radio Canopy. Questa applicazione è di semplice implementazione grazie alle configurazioni preimpostate per la maggior parte delle applicazioni. 8-52

9 Elementi di base collegamenti Point-to-Point a 10 e 20 Mbps Gli elementi costitutivi dei collegamenti point to point a 10 e 20 Mbps sono i moduli Backhaul (BH) che possono essere impiegati per realizzare un semplice collegamento stand alone, un collegamento in cascata o un collegamento tra un punto di accesso alla rete cablata e un cluster Access Point (AP). L unità Backhaul da 10 e 20 Mbps è di dimensioni ridotte ed è stata realizzata per essere esposta direttamente alle intemperie. Il collegamento tra i moduli e le apparecchiature poste all interno degli edifici è realizzato con semplice cavo Ethernet schermato CAT 5 classificato UV per applicazioni esterne. La installazione dei moduli e la attivazione del collegamento sono estremamente semplificate e non richiedono attrezzature complesse o costose. I moduli Backhaul Canopy da 10 e 20 Mbps possono essere dotati di riflettore passivo per aumentarne la portata. 9-52

10 Prestazioni raggiungibili con collegamenti Point-to-Point a 10 e 20 Mbps Collegamenti point-to-point 10 Mbps BH (backhaul) 10 Mbps BH (backhaul) con riflettori 20 Mbps BH (backhaul) Velocità segnale 10 Mbps 10 Mbps 20 Mbps 20 Mbps Throughput complessivo Portata LoS tipica a 1 W EIRP 7,5 Mbps 7,5 Mbps 14 Mbps 14 Mbps 3,2 Km 16 Km 1.6 Km 8 Km 20 Mbps BH (backhaul) con riflettori Emulazione di circuito E1 su collegamenti Point-to-Point a 10 e 20 Mbps. La emulazione di circuito è una applicazione disponibile per qualsiasi infrastruttura basata sulla commutazione di pacchetto che richiede che le caratteristiche degli elementi di rete siano particolarmente curate per rendere affidabile questo servizio. Nel caso particolare dell emulazione di circuito su sistemi wireless a 5,4 GHz, il progetto degli elementi di rete deve essere appositamente realizzato per garantire il funzionamento corretto considerando che a livello hardware si utilizzano tecniche TDD (Time Division Duplex) le quali sono in realtà half duplex. Il Sistema Canopy supporta le applicazioni di emulazione di circuito tramite l impiego di multiplexer esterni da utilizzare ad entrambi gli estremi del collegamento, come indicato dalla seguente figura Collegamenti Point-to-Point a 30/60 Mbps I moduli backhaul OFDM 30/60 Mbps sono i migliori prodotti attualmente disponibili sul mercato e offrono prestazioni eccezionali con caratteristiche normalmente disponibili solo sugli apparati destinati a frequenze sottoposte a licenza. I moduli backhaul BH OFDM 30/60 Mbps sono progettati per applicazioni LoS, nlos e NLoS con bassa latenza (inferiore a 7ms) e, come per le altre soluzioni Canopy, di semplice e rapida implementazione

11 Sono particolarmente indicati per i collegamenti difficili e possono lavorare per anni in condizioni meteorologiche estreme (da -40 a +60 C), offrendo una eccezionale performance anche in ambienti ad alta interferenza grazie alle tecnologie utilizzate, tra cui DFS, Adaptive Modulation e Transmit Diversity. Collegamento Line of sight Collegamento near line of sight Collegamento Non Line of Sight 11-52

12 Le caratteristiche generali sono le seguenti: Trasmissione contemporanea Multi-beam Space Time Coding (MBSTC) Modulazione adattiva (da BPSK a 256QAM) Elevatissimo guadagno di sistema Diversità di spazio Correzione di errore ARQ Selezione automatica intelligente di frequenza I-DFS / a banda stretta I-OFDM SW aggiornabile SNMP/SMTP web managed Tecnologie integrate: - intelligent Dynamic Frequency Selection - Modulazione adattiva - Sicurezza e cifratura built-in - Due trasmettitori e due ricevitori integrati - Transmit Diversity - Orthogonal Frequency Division Multiplexing (OFDM) - Alimentazione ridondata opzionale (CA e -48V supportati) 12-52

13 Canopy BH 30 Mbps: Throughput fino a 21 Mbps Canale 12 MHz Modulazione adattiva con 8 step da BPSK a 64QAM Upgrade S/W per passare a 60 Mbps Canopy BH 60 Mbps: Throughput fino a 43 Mbps Canale 12 MHz Modulazione adattiva con 8 step da BPSK a 64QAM La modulazione I-OFDM consente la generazione di 1024 portanti per burst, in assoluto la migliore sul mercato Informazioni di rete - Point-to-Point a 30/60 Mbps La tratta realizzata con un Backhaul Canopy 30/60 Mbps opera come un bridge Ethernet trasparente tra i due segmenti di rete cui è collegato. Ogni unità richiede un indirizzo IP al solo scopo di gestire gli apparati. La tratta può essere considerata come una connessione cablata tra i due estremi del collegamento; inoltre i dispositivi Backhaul 30/60 Mbps effettuano il forward dei pacchetti destinati all altro estremo del collegamento mentre filtrano i pacchetto che non necessita di forward. Il sistema è trasparente ai livelli alti di gestione come le VLAN Impiego per trasportare traffico TDM su Point-to-Point a 30/60 Mbps Il sistema è trasparente all impiego con multiplexer esterni per gestire traffico E1 (e multipli), esistono dei settaggi suggeriti per migliorare la latenza; in particolare, esiste nel menù di configurazione dei dispostivi una voce denominata IP traffic o TDM traffic. Se il sistema è configurato per gestire IP traffic, si utilizzanno al massimo tutte le caratteristiche di autoadattamento delle frequenze e della modulazione. La configurazione per gestire TDM traffic, ha lo scopo di mantenere il più possibile schemi di modulazione ad alta velocità anche in presenza di un certo numero di errori; è inoltre consigliabile in questo caso ridurre l intervento del sistema automatico intelligente di ricerca delle frequenze per evitare di dover compensare gli eventuali ritardi introdotti da continue variazioni della frequenza di lavoro

14 1.3.3 Collegamenti Point-to-Multipoint Mbps Il sistema Canopy point to multi point comprende tutti gli elementi necessari per realizzare l accesso a banda larga via radio e grazie alla flessibilità di configurazione è adatto a servire sia limitate comunità di abbonati che la grande utenza. La rete di accesso è composta dagli elementi Access Point (AP) e Subscriber Module (SM). I Subscriber Modules (SM) sono i dispositivi CPE da installare presso l utente (Customer Premises Equipment). I moduli Access Point e i moduli Subscriber Module hanno le medesime caratteristiche fisiche e possono essere installati all aperto senza nessun particolare accorgimento. Gli Access point sono dedicati alla distribuzione del segnale verso l utenza e sono in grado di gestire 200 utenti con una ampiezza di fascio di 60. Throughput = fino a 14 Mbps 5.4 GHz AP 3,2 km 14-52

15 Solitamente si mettono in opera dei siti Access Point Cluster per coprire una arco di 360 installando 6 AP su uno stesso supporto come indicato dalla seguente immagine. Per il controllo del cluster viene impiegata una unità Cluster Management Module (CMM) che provvede alla sincronizzazione degli Access Point e alla gestione deglii utenti. Il numero massimo di utenti gestibili è 1200 per cluster. Il sistema è estremamente flessibile in quanto è possibile ad esempio estendere la copertura ai bordi installando un Access Point collegato ad un Subscriber module ovviamente ricercando la posizione che consente di ottenere la migliore copertura, come nell esempio riportato nella seguente figura. L installazione presso l utente è semplicissima, l unità Subscriber Module è dotata di interfaccia Ethernet e il cavo di connessione provvede ad alimentare l unità esterna a bassa tensione. Sistema Wireless Canopy a 5 GHz Motorola

16 1.3.4 Sistema di Gestione Il Motorola Canopy PrizmEMS Element Management System (EMS) è un concentratore di informazioni inerenti gli elementi del Canopy e consente auto analisi, monitoraggio della rete, gestione guasti e capacità di gestione degli elementi della rete Canopy. Progettato per mantenere la rete Canopy in funzione al massimo dell efficienza, PrizmEMS può operare come sistema indipendente o integrato in modo trasparente con altri Network Management System (NMS). PrizmEMS gira in ambiente Java 2 Runtime Environment (versione o più recente). La attuale capacità del sistema PrizmEMS è di gestire 5000 elementi. Le funzioni principali di PrizmEMS sono le seguenti Reporting di Allarmi ed Eventi Monitoring e Report di Performance Gestione Configurazioni L applicazione PrizmEMS è una soluzione specifica per le reti Canopy e si integra completamente con i sistemi di supporto del cliente tramite interfacce aperte. Fornisce dati per supportare le funzioni di business management, quali Custome Care, Customer Provisioning, Billing e Work Flow Management

17 L applicazione PrizmEMS contribuisce inoltre a fornire un affidabile mantenimento e service della rete, aumentare il livello di soddisfazione dei clienti finali e migliorare efficienza e tempistiche dell assistenza. Può integrarsi con la rete via interfacce aperte standard o operare come Management System stand alone. Billing Provisioning Care Maintenance Business Mgmt OS Copper EMS T1 EMS Fiber EMS Canopy PrizmEMS copper Channelized svcs Fiber wireless La sicurezza è garantita anche da vari livelli di permission per differenti user cui vi accedono, garantendo un ottimo bilancio tra efficienza e sicurezza nel management delle reti. Il PrizmEMS raccoglie automaticamente, riporta e visualizza al system supervisor le informazioni attraverso una interfaccia grafica. L intera rete può essere ripartita in sottolivelli stabiliti da criteri del cliente, che possono poi essere monitorati e gestiti indipendentemente. L applicazione rileva eventuali problemi dagli elementi Canopy e genera un avviso di evento per ciascuno di essi. L operatore personalizza e stabilisce i criteri per cui generare avvisi personalizzati e notifiche . Le visualizzazioni di monitoring predefinite sono problemi di connessione, sovraccarichi di rete, e i valori soglia dell RF. Per ciascun elemento selezionato dall operatore l applicazione fornisce testi e visualizzazione grafiche sui relativi parametri di configurazione, statistiche sulla performance, eventi ed avvisi

18 Al fine di poter gestire più reti, il Canopy PrizmEMS consente di definire e configurare i sistemi basandosi sugli indirizzi IP. I network manager possono quindi facilmente segmentare le reti per la gestione amministrativa e di mantenimento

19 Si possono definire quali sono gli avvisi che causano la registrazione di un evento che in un secondo momento si vuole controllare, per eventuali azioni. Questi avvisi verranno visualizzati nella cartella Event Viewer. Si può anche specificare se essere automaticamente notificati dell evento occorso. Per ciascun evento viene specificato : tipo di evento l ora in cui è avvenuto descrizione dell evento se l evento comporta un avviso se l evento richiede un acknowledgement origine dell evento ogni elemento di rete cui è associato Simbolo Significato Descrizione Info Successo Attenzione Grave Associato Avviso Informazioni sull evento o sull avviso Tipicamente un operazione con esito positive, sia per eventi che per avvisi Attenzione circa evento o avviso Grave od errore, per eventi e avvisi Parte di un set di eventi Evento che costituisce un avviso 19-52

20 Tutti i dati visualizzati possono anche essere esportati in vari formati (XML, PDF, Excel), per produrre report esterni o per essere gestiti o manipolati da altre applicazioni. Il server PrizmEMS lavora su: Sistema operativo Red Hat Enterprise Linux Version 3 o Version 4 (ES o WS) Sistema operativo Windows 2000, Windows 2003, o Windows XP Database supportati MySQL PostgreSQL MSSQL Server desktop engine MS-SQL Server Enterprise I seguenti web browser sono stati testate ed approvati per l uso con il PrizmEMS: MS-Internet Explorer Netscape Mozilla Firefox Il PrizmEMS è progettato per supportare interfacce aperte di modo che le informazioni della rete Canopy possano essere condivise con i i Network Management System del cliente. PrizmEMS Components Architecture Client PC Prizm Server Client GUI (Web Browser) (Web Start) NO PROPRIETARY SOFTWARE Web Server Tomcat (JSP, Servlet) [+ IIS] [+ Apache] Prizm Prizm Server Server (RMI) (RMI) JDBC FlexLM API NMS I/F Database License Server Client GUI (Application) Network Elements 20-52

21 2 Dettagli tecnici 2.1 Dettagli tecnici Backhaul 10 e 20 Mbps Introduzione I moduli Backhaul Canopy richiedono una configurazione molto semplice e l installazione completa del collegamento può, nella maggior parte dei casi, essere portata a termine in poche ore, con un notevole risparmio di tempo e costi. La seguente figura illustra un modulo Canopy Backhaul (BH) con il guscio inferiore rimosso per l inserimento dei connettori. I LED presenti danno un idea immediata dello stato dell apparato, come evidenziato dalla seguente tabella: Etichetta Colore Informazione Note LNK/5 verde Ethernet link Acceso fisso quando il link è presente. ACT/4 arancio Presenza di attività dati su Ethernet Lampeggia durante lo scambio dei dati GPS/3 rosso Sincronismo Acceso fisso quando il BH riceve il sincronismo SES/2 verde Non utlizzato Spento SYN/1 Arancio Presenza sincronismo Acceso indica il funzionamento corretto PWR rosso Alimentazione Acceso indica il funzionamento corretto 21-52

22 La seguente figura illustra un modulo Canopy Backhaul installato. Non è necessario risolvere complessi problemi di collegamento o ricorrere a costosi interventi sulla rete. I moduli Backhaul sono anche disponibili con riflettori passivi che ne estendono la portata. Si riportano di seguito le caratteristiche dei collegamenti BH disponibili. Collegamenti 10 Mbps BH 10 Mbps BH 20 Mbps BH 20 Mbps BH point-to-point (backhaul) (backhaul) con (backhaul) (backhaul) con riflettori riflettori Velocità segnale 10 Mbps 10 Mbps 20 Mbps 20 Mbps Throughput 7,5 Mbps 7,5 Mbps 14 Mbps 14 Mbps complessivo Portata LoS tipica a 1 W EIRP 3,2 Km 16 Km 1,6 Km 8 Km 22-52

23 Specifiche Tecniche Le caratteristiche tecniche sono riportate nella seguente tabella Specifiche tecniche Categoria Dati Banda di frequenze U-NII MHz Larghezza di canale 20 MHz Intervallo canali Il sistema Canopy usa canali larghi 20 MHz assegnabili nello spettro permesso con incrementi di 5 MHz Tipo di modulazione AP, SM e BH (backhaul) a 10 Mbps: Frequency Shift Keying (FSK) a 2 livelli ad alto indice di modulazione ottimizzata per ridurre gli effetti delle interferenze. AP, SM e BH (backhaul) a 20 Mbps di Advantage: Frequency Shift Keying (FSK) a 4 livelli ad alto indice di modulazione ottimizzata per ridurre gli effetti delle interferenze. Cifratura DES, AES certificata FIPS 197 opzionale Rapporto Carrier to Interference (C/I) AP, SM e BH (backhaul) a 10 Mbps: <3 BH (backhaul) a 20 Mbps: <8 Larghezza fascio antenna SM/AP/BH (backhaul): a 3 db larghezza fascio antenna 60 gradi, sia azimut che e altezza SM/BH (backhaul) con riflettore: a 3 db larghezza fascio antenna 6 gradi, sia azimut che altezza Peso 0,45 kg, 3,0 kg con riflettore passivo Interfaccia 10/100 Base T, half/full duplex. Negoziazione automatica di velocità (conforme a 802.3) Protocollo usato IPV4, UDP, TCP, ICMP, Telnet, HTTP, FTP, SNMP Protocolli supportati Iltrasport a livello 2 supporta tutti I protocolli Ethernet comunemente usati, tra cui IPv6, NetBIOS, DHCP, IPX Aggiornamento software Locale o remoto con memorizzazione su flash memory Gestione rete HTTP, TELNET, FTP, SNMP versione 2c Dimensioni Modulo 29.9 cm H x 8.6 cm W x 8.6 cm D Dimensioni eventuale riflettore passivo 45 cm H x 60 cm W Temperatura di funzionamento -40 C + 55 C Guadagno di antenna integrata 7 db (senza riflettore passivo) Rapporto fronte retro 15 db (senza riflettore passivo) MTBF 40 anni Potenza assorbita < 8 W alla massima potenza RF Utilizzando un multiplatore esterno, ad esempio il multiplatore Canopy E1 Multiplexer, unitamente ad un BH a 10 o 20 Mbps, è possibile aggregare dati LAN e voce per offrire servizi su E1 ed estensioni LAN a uffici remoti. Questa applicazione è di semplice e rapida impostazione grazie alle configurazioni preimpostate per la maggior parte delle applicazioni

24 2.1.2 Emulazione di circuito E Introduzione La emulazione di circuito è una applicazione disponibile per qualsiasi infrastruttura basata sulla commutazione di pacchetto che richiede che le caratteristiche degli elementi di rete siano particolarmente curate per rendere affidabile questo servizio. Nel caso particolare dell emulazione di circuito su sistemi wireless a 5,4 GHz, il progetto degli elementi di rete deve essere appositamente realizzato per garantire il funzionamento corretto considerando che a livello hardware si utilizzano tecniche TDD (Time Division Duplex) le quali sono in realtà half duplex. Il Sistema Canopy supporta le applicazioni di emulazione di circuito tramite l impiego di multiplexer esterni da utilizzare ad entrambi gli estremi del collegamento, come indicato dalla seguente figura. Ogni multiplexer converte il circuito formato da un flusso di dati a bit rate constante in un flusso formato da sequenze di pacchetti

Canopy TM Wireless Broadband WAN - Hiperlan Banda Larga

Canopy TM Wireless Broadband WAN - Hiperlan Banda Larga Canopy TM Wireless Broadband WAN - Hiperlan Banda Larga Cos è il Wireless Broadband? (1/2) Trasferimento dati via radio con velocità per l utente > 256 kbit/s Utilizzo del protocollo TCP/IP per scambiare

Dettagli

SISTEMI DI TRASMISSIONE WIRELESS

SISTEMI DI TRASMISSIONE WIRELESS SISTEMI DI TRASMISSIONE WIRELESS Verint Punto-Punto 2.4-5.4 GHz Punto-Multipunto 2.4-5.4 GHz Pagina 84 Pagina 84 Pagina 84 Motorola Canopy Punto-Multipunto con antenna ingrata PMP100 Canopy Punto-Punto

Dettagli

Wireless Internet Banda Larga

Wireless Internet Banda Larga Wireless Internet Banda Larga SERVIZI FORNITI DA ROMAGNA RIPETITORI Romagna Ripetitori Srl Via Lasie 10/L - Imola (BO) www.romagnaripetitori.it info@romagnaripetitori.it Tel. 0542.066536 Fax. 051.3764109

Dettagli

RADWIN 5000 HPMP ALTA CAPACITÀ PUNTO-MULTIPUNTO. Opuscolo del prodotto RADWIN 5000 HPMP PERCORRI L AUTOSTRADA SENZA FILI DI RADWIN 5000 HPMP

RADWIN 5000 HPMP ALTA CAPACITÀ PUNTO-MULTIPUNTO. Opuscolo del prodotto RADWIN 5000 HPMP PERCORRI L AUTOSTRADA SENZA FILI DI RADWIN 5000 HPMP Opuscolo del prodotto RADWIN 5000 HPMP RADWIN 5000 HPMP ALTA CAPACITÀ PUNTO-MULTIPUNTO PERCORRI L AUTOSTRADA SENZA FILI DI RADWIN 5000 HPMP RADWIN 5000 HPMP Punto-Multipunto fornisce fino a 200 Mbps a

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto IP video via air IP video via air Descrizione del prodotto CAMIBOX è un sistema professionale con soluzione modulare per il trasferimento wireless di immagini all interno di una banda senza licenza, progettato

Dettagli

DSL-G604T. Wireless ADSL Router 54Mbps con Switch 4 porte 10/100Mbps

DSL-G604T. Wireless ADSL Router 54Mbps con Switch 4 porte 10/100Mbps DSL-G604T Wireless ADSL Router 54Mbps con Switch 4 porte 10/100Mbps Il dispositivo DSL-G604T è un router ADSL con access point Wireless a 2.4 GHz e con switch a 4 porte Fast Ethernet incorporati. L'access

Dettagli

Wireless LAN. Scritto da BigDaD

Wireless LAN. Scritto da BigDaD Una Wireless local area network, WLAN, è un sistema di comunicazione flessibile e implementabile nella sua estensione, o alternativo, ad una rete fissa (wired LAN). In una W-LAN viene utilizzata una tecnologia

Dettagli

Piattaforma broadband wireless Canopy di Motorola

Piattaforma broadband wireless Canopy di Motorola Piattaforma broadband wireless Canopy di Motorola La soluzione wireless sicura, flessibile, affidabile per costruire o estendere la propria rete broadband Estensione della copertura broadband anche ai

Dettagli

ACCESSNET -T IP NMS. Network Management System. www.hytera.de

ACCESSNET -T IP NMS. Network Management System. www.hytera.de ACCESSNET -T IP NMS Network System Con il sistema di gestione della rete (NMS) è possibile controllare e gestire l infrastruttura e diversi servizi di una rete ACCESSNET -T IP. NMS è un sistema distribuito

Dettagli

Caratteristiche: Specifiche: Standard IEEE 802.1d (Spanning Tree Protocol) IEEE 802.11a (54 Mbps Wireless LAN) IEEE 802.11b (11 Mbps Wireless LAN)

Caratteristiche: Specifiche: Standard IEEE 802.1d (Spanning Tree Protocol) IEEE 802.11a (54 Mbps Wireless LAN) IEEE 802.11b (11 Mbps Wireless LAN) High-Power Wireless AC1750 Dual Band Gigabit PoE Access Point 450 Mbps Wireless N (2.4 GHz) + 1300 Mbps Wireless AC (5 GHz), WDS, Wireless client isolation, 27.5 dbm, wall-mount Part No.: 525787 Caratteristiche:

Dettagli

1. INTRODUZIONE ETH-BOX

1. INTRODUZIONE ETH-BOX Software ETH-LINK 10/100 Manuale d uso ver. 1.0 1. INTRODUZIONE Il Convertitore Ethernet/seriale ETH-BOX, dedicato alla connessione Ethernet tra PC (TCP/IP e UDP) e dispositivi di campo (RS-232, RS-485),

Dettagli

ZoneFlex 7731 BRIDGE WIRELESS DA ESTERNO SMART 802.11N 5GHZ, PUNTO-PUNTO, PUNTO-MULTIPUNTO

ZoneFlex 7731 BRIDGE WIRELESS DA ESTERNO SMART 802.11N 5GHZ, PUNTO-PUNTO, PUNTO-MULTIPUNTO scheda tecnica VANTAGGI Throughput analogo alle reti cablate ZoneFlex 7731 si basa sullo standard 802.11n per offrire velocità dati fino a 300 Mbps. Grazie all'antenna direzionale concepita appositamente

Dettagli

ProCurve Radio Port 230

ProCurve Radio Port 230 La ProCurve Radio Port 230, con integrato il supporto per le funzioni wireless IEEE 802.11a e IEEE 802.11g, è in grado di lavorare congiuntamente ai moduli ProCurve Wireless Edge Services xl e zl, per

Dettagli

Software di configurazione e monitoraggio per unità di controllo del tracciamento elettrico

Software di configurazione e monitoraggio per unità di controllo del tracciamento elettrico DIGITRACE DigiTrace Supervisor Software di configurazione e monitoraggio per unità di controllo del tracciamento elettrico LAN/WAN Client 1 Client 2 Sistema tipico con un solo master e più client Server

Dettagli

Xenta 511. dati tecnici. identificativo prodotto. Web server per LonWorks network

Xenta 511. dati tecnici. identificativo prodotto. Web server per LonWorks network Xenta 511 Web server per LonWorks network Xenta 511 è insieme ad un web browser standard (che viene utilizzato come interfaccia grafica) un sistema di presentazione dei network LonWorks. L operatore può

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI CLASSIFICAZIONE DELLE RETI A seconda dei ruoli dei computer le reti si classificano in: Reti Client Server in cui sono presenti computer con ruoli diversi, alcuni funzionano da client e uno o più da server

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PER RETI TELEVISIVE E RADIOFONICHE

SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PER RETI TELEVISIVE E RADIOFONICHE SISTEMA INTEGRATO DI MONITORAGGIO PER RETI TELEVISIVE E RADIOFONICHE DISTRIBUTORE UNICO PER L ITALIA PROTELCOM srl Via G. Mazzini 70/f 20056 Trezzo sull Adda (MI) tel 02/90929532 fax 02/90963549 Una soluzione

Dettagli

Sistemi a larga banda (Broadband)

Sistemi a larga banda (Broadband) 61 Sistemi a larga banda (Broadband) Le applicazioni informatiche e i servizi multimediali (musica, film, manifestazioni sportive) offerti sulla grande rete Internet e attraverso la televisione digitale

Dettagli

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione --------------- RX-AUDIO-2.4 Caratteristiche Nessuna compressione per alta qualità del suono, latenza di 0.5 ms. Audio digitale con frequenza di campionamento a 44.1 KHz e 16-bit di risoluzione. Demodulazione

Dettagli

2) individui il numero "n" di bit necessari per ottenere un rapporto S/N di almeno 20 db per i livelli più bassi della dinamica;

2) individui il numero n di bit necessari per ottenere un rapporto S/N di almeno 20 db per i livelli più bassi della dinamica; ESAME DI STATO Istituto Tecnico Industriale Anno 2004 Indirizzo ELETTRONICI Tema di TELECOMUNICAZIONI TRACCIA N. 1 Si vuole realizzare un sistema che permetta di strutturare 20 canali informativi analogici

Dettagli

Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard

Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard Architettura ABSCARD Pagina 1 di 13 INDICE GENERALE 1 Architettura...3 1.1 Introduzione...3 1.1.1 Sicurezza...4 1.1.2 Gestione...5 1.1.3 ABScard

Dettagli

Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo

Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo Dopo l 11 settembre l esigenza relativa a progetti di videosorveglianza digitale in qualunque tipo di organizzazione e installazione è aumentata

Dettagli

Spostamento = Velocità utente Frequenza della portante Velocità della luce

Spostamento = Velocità utente Frequenza della portante Velocità della luce 1 Spostamento = Velocità utente Frequenza della portante Velocità della luce 2 3 4 5 6 7 WiMAX : Worldwide Interoperability for Microwave Access Consorzio no-profit di aziende creato per promuovere e certificare

Dettagli

coaxdata Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) adattatore coassiale ethernet 200 Mbps 1 Gbps 284 Catalogo 2014 / 2015

coaxdata Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) adattatore coassiale ethernet 200 Mbps 1 Gbps 284 Catalogo 2014 / 2015 COAXDATA adattatore coassiale ethernet Coaxdata: HomePlug AV e Gigabit (HomePlug AV IEEE1901) La larghezza di banda del cavo coassiale consente di multiplare altri servizi senza interferire sul segnale

Dettagli

CONTROLLO ACCESSI. Caratteristiche principali del software di gestione. Sezione Controllo Accessi: AS-Manager

CONTROLLO ACCESSI. Caratteristiche principali del software di gestione. Sezione Controllo Accessi: AS-Manager CONTROLLO ACCESSI Il Sistema AS200 è una soluzione per il controllo accessi intelligente, estremamente flessibile ed affidabile che può essere integrata alla rete aziendale in maniera molto semplice. Indicato

Dettagli

MultiPresa MPP Serie Intell SNMP ver. 1.2

MultiPresa MPP Serie Intell SNMP ver. 1.2 MultiPresa MPP Serie Intell SNMP ver. 1.2 MPPControllerPower è Serie di MultiPresaProfessionale a controllo remoto Lan per la distribuzione e il controllo dell alimentazione di apparati installati in armadi

Dettagli

PONTE RADIO STL-N0411

PONTE RADIO STL-N0411 Il sistema in ponte radio digitale a microonde IRTE STL-N0411 è stato concepito per trasportare dei flussi numerici di Banda Base (BB) provenienti da sorgenti diverse. - La configurazione standard di base

Dettagli

GSM - GSM - parte IV

GSM - GSM - parte IV GSM - parte IV Argomenti della lezione Il livello fisico dell interfaccia radio (Um) Frequenze assegnate al GSM (Europa) GSM primario downlink GSM primario uplink GSM esteso downlink GSM esteso uplink

Dettagli

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1 Introduzione Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete 2-1 Pila di protocolli Internet Software applicazione: di

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO ZONESCAN 820

SISTEMA INTEGRATO ZONESCAN 820 SISTEMA INTEGRATO ZONESCAN 820 RADIO LOGGERS CORRELANTI PER LA LOCALIZZAZIONE DI PERDITE Il sistema Zone Scan 820 è dotato di particolari sensori elettronici a base magnetica che posati in punti accessibili

Dettagli

ACCESSNET -T CAMPUS DESCRIZIONE DEL PRODOTTO

ACCESSNET -T CAMPUS DESCRIZIONE DEL PRODOTTO DESCRIZIONE DEL PRODOTTO ACCESSNET -T CAMPUS INDICE INDICE...i 1. INTRODUZIONE...1 2. PANORAMICA DELLE FUNZIONI...2 3. APPLICATIVO GESTIONALE...3 3.1 Il dispatcher...4 3.2 Configurazione del CAMPUS...7

Dettagli

Aruba networks Gennaio 2012

Aruba networks Gennaio 2012 Aruba Instant Cos è Aruba Instant? La soluzione Aruba Instant è un innovativa architettura che replica le complesse e ricche funzionalità enterprise per il mercato SMB. Tutte le funzionalita degli Aruba

Dettagli

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali HD+ Descrizione generale HD+ è un dispositivo di acquisizione ECG wireless, sviluppato come acquisitore per PC e Tablet che utilizzino piattaforme standard (Windows / MAC OS / Android) e per l utilizzo,

Dettagli

Dispositivo wireless Interfaccia Ethernet in tecnologia ZigBee

Dispositivo wireless Interfaccia Ethernet in tecnologia ZigBee KET-GZE-100 Dispositivo wireless Interfaccia Ethernet in tecnologia ZigBee MANUALE D USO e INSTALLAZIONE rev. 1.2-k Sommario Convenzioni utilizzate... 3 Descrizione generale... 4 Funzioni associate ai

Dettagli

Una infrastruttura esistente pronta per il futuro. fino a 200 Mbps sulla rete elettrica o TV esistente

Una infrastruttura esistente pronta per il futuro. fino a 200 Mbps sulla rete elettrica o TV esistente Una infrastruttura esistente pronta per il futuro fino a 200 Mbps sulla rete elettrica o TV esistente CoaxData Converte il vostro impianto TV o la rete elettrica in una Rete Dati CoaxData è un sistema

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network)

Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Provincia autonoma di Trento Servizio Semplificazione e Sistemi Informativi ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Pagina 1 di 11 INDICE 1 PREMESSA 2 LE COMPONENTI

Dettagli

Capitolo 6. Wireless LAN: via i fili!

Capitolo 6. Wireless LAN: via i fili! Capitolo 6 Wireless LAN: via i fili! Spesso la realizzazione di una rete impone maggiori problemi nella realizzazione fisica che in quella progettuale: il passaggio dei cavi all interno di apposite guide

Dettagli

DIMETRA IP Compact. una soluzione tetra completa e compatta

DIMETRA IP Compact. una soluzione tetra completa e compatta DIMETRA IP Compact una soluzione tetra completa e compatta MOTOROLA IL VOSTRO PARTNER TECNOLOGICO PRONTO E AFFIDABILE Un eredità straordinaria Le soluzioni TETRA di Motorola si avvalgono di oltre 75 anni

Dettagli

WLAN 802.11. Local Area Network (LAN)

WLAN 802.11. Local Area Network (LAN) WLAN 802.11 1 Local Area Network (LAN) Ethernet Server Hub Internet 2 1 Wireless Local Area Network (WLAN) Ethernet Server Access Point Internet 3 Perchè le Wireless LAN Riduzione costi di manutenzione

Dettagli

Linea antincendio wireless Dispositivi via radio per la rivelazione incendio

Linea antincendio wireless Dispositivi via radio per la rivelazione incendio Linea antincendio wireless Dispositivi via radio per la rivelazione incendio elmospa.com Global security solutions Rivelazione incendio via radio C on la nuova linea di dispositivi wireless, EL.MO. offre

Dettagli

Soluzioni di collegamento per la videosorveglianza

Soluzioni di collegamento per la videosorveglianza Brochure Applicazioni Soluzioni di collegamento per la videosorveglianza Collegamenti wireless per progetti di videosorveglianza di alta qualità Dopo l 11 settembre l esigenza relativa a progetti di videosorveglianza

Dettagli

Modulo 8 Ethernet Switching

Modulo 8 Ethernet Switching Modulo 8 Ethernet Switching 8.1 Ethernet Switching 8.1.1 Bridging a livello 2 Aumentando il numero di nodi su un singolo segmento aumenta la probabilità di avere collisioni e quindi ritrasmissioni. Una

Dettagli

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software

www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software www.zetaqlab.com C-Light Web-based Management Software WEB-BASED MANAGEMENT SOFTWARE C-Light è l applicazione per la gestione locale (intranet) e remota (internet) di ogni impianto d automazione integrabile

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

DI-604 Express EtherNetwork Broadband Router

DI-604 Express EtherNetwork Broadband Router Il presente prodotto può essere configurato con un qualunque browser, per esempio, Internet Explorer 5x, Netscape Navigator 4x.` DI-604 Express EtherNetwork Broadband Router Prima di cominciare 1. Se si

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Giovedì 22-05-2014 1 Reti wireless Una

Dettagli

EMI-10L Introduzione Il convertitore EMI-10L permette di convertire una porta di comunicazione seriale RS485 in un bus ethernet con protocollo TCP/IP.

EMI-10L Introduzione Il convertitore EMI-10L permette di convertire una porta di comunicazione seriale RS485 in un bus ethernet con protocollo TCP/IP. MANUALE ISTRUZIONI IM471-I v0.2 EMI-10L Introduzione Il convertitore EMI-10L permette di convertire una porta di comunicazione seriale RS485 in un bus ethernet con protocollo TCP/IP. Transmission Control

Dettagli

Strumenti software SPC - il modo più semplice per massimizzare prestazioni e protezione

Strumenti software SPC - il modo più semplice per massimizzare prestazioni e protezione Strumenti software SPC - il modo più semplice per massimizzare prestazioni e protezione SPC - Il progresso dell arte moderna della sicurezza www.spc-intruder-detection.it Answers for infrastructure SPC

Dettagli

DIAGNOSTICA DEI MATERIALI IN SITU ULTRASONIC SYSTEM CMS V.3.1 APPLICAZIONE

DIAGNOSTICA DEI MATERIALI IN SITU ULTRASONIC SYSTEM CMS V.3.1 APPLICAZIONE DIAGNOSTICA DEI MATERIALI IN SITU ULTRASONIC SYSTEM CMS V.3.1 APPLICAZIONE Le indagini ultrasoniche e soniche consentono la determinazione delle caratteristiche elastico-dinamiche dei materiali. In particolare

Dettagli

PROTOCOLLO ELETTRONICO GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI GESTIONE ELETTRONICA DELL ARCHIVIO PROTOCOLLO ELETTRONICO

PROTOCOLLO ELETTRONICO GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI GESTIONE ELETTRONICA DELL ARCHIVIO PROTOCOLLO ELETTRONICO PROTOCOLLO ELETTRONICO GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI GESTIONE ELETTRONICA DELL ARCHIVIO PROTOCOLLO ELETTRONICO Lettere, fax, messaggi di posta elettronica, documenti tecnici e fiscali, pile e pile

Dettagli

Software per la gestione delle stampanti MarkVision

Software per la gestione delle stampanti MarkVision Software e utilità per stampante 1 Software per la gestione delle stampanti MarkVision In questa sezione viene fornita una breve panoramica sul programma di utilità per stampanti MarkVision e sulle sue

Dettagli

Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE

Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE Ricevitore radio DCMP2000FL INDICE Generalità pag. 2 Caratteristiche pag. 2 Modo di funzionamento pag. 3 Collegamenti pag. 3 Visualizzazioni pag. 4 Eventi pag. 4 Allarme pag. 4 Tamper pag. 4 Batteria scarica

Dettagli

LTE Long Term Evolution Late To Evolve

LTE Long Term Evolution Late To Evolve LTE Long Term Evolution Late To Evolve 0 Overview della tecnologia 1 Driver del 4G: la domanda di banda del mobile 2 LTE (3GPP Rel.8): ingredienti tecnologici del 4G Architettura Evoluta (E-UTRAN) di tipo

Dettagli

AXIS 262+ Network Video Recorder

AXIS 262+ Network Video Recorder 31432/IT/R2/0803 AXIS 262+ Network Video Recorder Soluzione network video completa per la registrazione AXIS 262+ Network Video Recorder Soluzione network video completa per la registrazione Supponete

Dettagli

Galaxy Flex SOLUZIONI DI SICUREZZA IN GRADO DI ADATTARSI ALLE ESIGENZE AZIENDALI E ALLO STILE DI VITA DEGLI UTENTI. Per la protezione dei vostri beni

Galaxy Flex SOLUZIONI DI SICUREZZA IN GRADO DI ADATTARSI ALLE ESIGENZE AZIENDALI E ALLO STILE DI VITA DEGLI UTENTI. Per la protezione dei vostri beni Galaxy Flex SOLUZIONI DI SICUREZZA IN GRADO DI ADATTARSI ALLE ESIGENZE AZIENDALI E ALLO STILE DI VITA DEGLI UTENTI Per la protezione dei vostri beni Sicuro come la tua casa Siete alla ricerca di un sistema

Dettagli

Sistemi di distribuzione in fibra ottica

Sistemi di distribuzione in fibra ottica INDICE Moduli RMH3000 da 19" Trasmettitore ottico 1310 nm 82 Trasmettitore ottico 1550 nm 83 Ricevitore ottico 84 Centrale di testa modulare CMH3000 Trasmettitore ottico 1310 nm 85 Trasmettitore ottico

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

EXD 10 Controllore multiprotocollo Scheda madre 6UI+6AO+COM

EXD 10 Controllore multiprotocollo Scheda madre 6UI+6AO+COM EXD 10 Controllore multiprotocollo Scheda madre 6UI+6AO+COM DESCRIZIONE SINTETICA Controllore multiprotocollo operante in multitasking su cinque porte di comunicazione ed una base di ingressi ed uscite,

Dettagli

Introduzione FlorenceonLine

Introduzione FlorenceonLine 0 Introduzione La tecnologia di trasmissione satellitare bidirezionale non è una novità, in quanto esiste da più di trent anni sotto la sigla VSAT (Very Small Aperture Terminal). A lungo però questa tecnologia

Dettagli

MIGLIORA L EFFICIENZA OPERATIVA LEAN PRODUCTION SOLUTIONS. www.imytech.it

MIGLIORA L EFFICIENZA OPERATIVA LEAN PRODUCTION SOLUTIONS. www.imytech.it MIGLIORA L EFFICIENZA OPERATIVA LEAN PRODUCTION SOLUTIONS www.imytech.it «NON È VERO CHE ABBIAMO POCO TEMPO, LA VERITÀ È CHE NE PERDIAMO MOLTO» Lucius Annaeus Seneca MIGLIORA LA PRODUZIONE CON WERMA SIGNALTECHNIK

Dettagli

Presentazione del sistema Adcon Telemetry

Presentazione del sistema Adcon Telemetry Presentazione del sistema Adcon Telemetry 1. Premessa Lo scopo del monitoraggio è quello di automatizzare i processi, nei vari campi di applicazione, mediante sistemi di controllo, di trasmissione, raccolta

Dettagli

LA STAZIONE DI TERRA DEL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO SATELLITARE

LA STAZIONE DI TERRA DEL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO SATELLITARE I.I.S.S. G. MARCONI piazza Poerio 2 BARI - Progetto EduSAT - LA STAZIONE DI TERRA DEL DIMOSTRATORE TECNOLOGICO SATELLITARE Coordinatore del Progetto prof. Vito Potente Stesura a cura del docente ing. Marcello

Dettagli

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza

Dettagli

Caratteristiche e vantaggi

Caratteristiche e vantaggi Dominion KX II Caratteristiche Caratteristiche dell hardware Architettura hardware di nuova generazione Elevate prestazioni, hardware video di nuova generazione Due alimentatori con failover Quattro porte

Dettagli

AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 31

AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 31 AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 31 Z-RTU Unità remota di telecontrollo serie Z-PC UNITÀ DI CONTROLLO MODULI I/O DIGITALI MODULI I/O ANALOGICI MODULI SPECIALI MODULI DI COMUNICAZIONE SOFTWARE E ACCESSORI I/O

Dettagli

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor

Descrizione della piattaforma software MPS Monitor Descrizione della piattaforma software MPS Monitor MPS Monitor è il più completo sistema di monitoraggio remoto e di gestione integrata ed automatizzata dei dati e degli allarmi relativi ai dispositivi

Dettagli

Fast Ethernet Switch 5/8 Porte 10/100Mbps

Fast Ethernet Switch 5/8 Porte 10/100Mbps Fast Ethernet Switch 5/8 Porte 10/100Mbps Manuale Utente HN05S/HN08S www.hamletcom.com Gentile Cliente, La ringraziamo per la fiducia riposta nei nostri prodotti. La preghiamo di seguire le norme d'uso

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 1 Martedì 4-03-2014 1 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI

Dettagli

Termometro digitale RTD Involucro in AISI 316 per applicazioni sanitarie, di lavaggio e marine.

Termometro digitale RTD Involucro in AISI 316 per applicazioni sanitarie, di lavaggio e marine. Termometro digitale RTD Involucro in AISI 316 per applicazioni sanitarie, di lavaggio e marine. DTG-RTD100 Series Collegamento di un antenna per l opzione wireless. 2 ANNI DI GARANZIA Opzionale SERVIZI

Dettagli

MC-link Spa Collegamento e configurazione del router Vigor2800i per l accesso ad MC-link

MC-link Spa Collegamento e configurazione del router Vigor2800i per l accesso ad MC-link MC-link Spa Collegamento e configurazione del router Vigor2800i per l accesso ad MC-link Pannello frontale del Vigor2800i Installazione hardware del Vigor2800i Questa sezione illustrerà come installare

Dettagli

Caratteristiche Tecniche

Caratteristiche Tecniche cubestresslite system cubestresslite system è il sistema completo per la gestione dell esame ECG da Sforzo. Include l hardware e il software necessari per l esecuzione dell esame ed è compatibile con gli

Dettagli

Pianificazione e progetto di reti geografiche

Pianificazione e progetto di reti geografiche Pianificazione e progetto di reti geografiche 1 e contesto infrastrutturale regionale 1 2 Modello della rete Architettura delle reti ditelecomunicazioni 3 4 Principali segmenti di rete Rete di accesso

Dettagli

Soluzioni networking per video IP

Soluzioni networking per video IP Safety Security Certainty Soluzioni networking per video IP Prestazioni elevate e flessibilità completa per soddisfare tutte le esigenze di trasmissione dati attuali e future Una piattaforma, possibilità

Dettagli

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

SENTRON Powermanager Software per l energy management

SENTRON Powermanager Software per l energy management Powermanager Software per l energy management /2 /3 /7 /8 /9 /10 /11 /12 Informazioni generali Powermanager V 3.0 Powerconfig SIMATIC PCS 7 Powerrate SIMATIC WinCC Powerrate Librerie per SIMATIC PCS 7

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 1 Giovedì 5-03-2015 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI E INTERNET un

Dettagli

Funzioni Avanzate per Ogni Esigenza

Funzioni Avanzate per Ogni Esigenza Caratteristiche: Bassa Soglia di Rumore (-117 dbm@ 1 GHz, 3k RBW). Funzione Autoset. Sequenze di Misura Programmabili. Misure ACPR, OCBW, Potenza di Canale, N-dB. Pass/Fail Test con Limit Line Editing

Dettagli

Tutti i vantaggi dell On Demand. innovare per competere e per crescere

Tutti i vantaggi dell On Demand. innovare per competere e per crescere Tutti i vantaggi dell On Demand innovare per competere e per crescere Controllo del budget e ROI rapido In modalità SaaS, senza farsi carico di investimenti in programmi software e hardware. È sufficiente

Dettagli

Specifica Tecnica. Ezylog. Sistema di Monitoraggio. Impianto Fotovoltaico

Specifica Tecnica. Ezylog. Sistema di Monitoraggio. Impianto Fotovoltaico SOLUZIONI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI Specifica Tecnica Ezylog Sistema di Monitoraggio Impianto Fotovoltaico Pag. 1 /12 1.1. PRESCRIZIONI GENERALI 1. SCOPO La presente specifica ha lo scopo di definire i

Dettagli

RTU104-C3G. Energy Management System

RTU104-C3G. Energy Management System RTU104-C3G L RTU104-C3G è la soluzione ideale per l attuazione di quanto previsto dalla Delibera 421/2014/R/eel di AEEGSI o più semplicemente chiamata RiGedi. Infatti la proposta prevede sia l apparato

Dettagli

Guida rapida all installazione

Guida rapida all installazione Guida rapida all installazione Wireless Network Broadband Router 140g+ WL-143 La presente guida illustra solo le situazioni più comuni. Fare riferimento al manuale utente contenuto nel CD-ROM in dotazione

Dettagli

UNI TS 11291 e progettazione di reti radio multi-servizio:

UNI TS 11291 e progettazione di reti radio multi-servizio: UNI TS 11291 e progettazione di reti radio multi-servizio: problemi e opportunità Riferimenti Normativi (1) Lo standard UNI TS 11291 riguardante la telegestione dei contatori per il gas di categoria G6,

Dettagli

DHCP e ISP. DHCP e ISP. DHCP e server. DHCP e server DSL. Soluzioni. Digital Subscriber Line. Regola di dimensionamento

DHCP e ISP. DHCP e ISP. DHCP e server. DHCP e server DSL. Soluzioni. Digital Subscriber Line. Regola di dimensionamento DHCP Dynamic Host Configuration Protocol 09CDUdc Reti di Calcolatori DHCP! RFC 2131, 2132! Protocollo client/server per configurare dinamicamente gli host di una rete! Permette l allocazione automatica

Dettagli

INFORMATICA LIVELLO BASE

INFORMATICA LIVELLO BASE INFORMATICA LIVELLO BASE INTRODUZIONE 3 Fase Che cos'è una rete? Quali sono i vantaggi di avere una Rete? I componenti di una Rete Cosa sono gi Gli Hub e gli Switch I Modem e i Router Che cos è un Firewall

Dettagli

Schede di gestione di ingressi e uscite digitali e/o analogiche mediante interfaccia USB, Ethernet, WiFi, CAN o RS232

Schede di gestione di ingressi e uscite digitali e/o analogiche mediante interfaccia USB, Ethernet, WiFi, CAN o RS232 IPSES S.r.l. Scientific Electronics IPSES SCHEDE DI I/O Schede di gestione di ingressi e uscite digitali e/o analogiche mediante interfaccia USB, Ethernet, WiFi, CAN o RS232 Le schede di gestione I/O IPSES

Dettagli

Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit. Promelit Eox

Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit. Promelit Eox Tutte le reti portano ad Eox. Gamma di sistemi di videosorveglianza Promelit. Promelit Eox Grandi prestazioni, affidabilità, flessibilità totale: i sistemi di videosorveglianza della gamma Promelit Eox

Dettagli

APERTURA DELLA CONFEZIONE DI IPCAM SECURE300R

APERTURA DELLA CONFEZIONE DI IPCAM SECURE300R Simbolo per la raccolta differenziata nei paesi europei Il simbolo indica che questo prodotto si può raccogliere separatamente. Quanto segue si applica soltanto agli utenti dei paesi europei: Questo prodotto

Dettagli

La soluzione innovativa CONSUMI IN TEMPO REALE SU CLOUD SEMPLICE E VELOCE DA INSTALLARE PER TUTTI I TIPI DI CONTATORE BASSO COSTO

La soluzione innovativa CONSUMI IN TEMPO REALE SU CLOUD SEMPLICE E VELOCE DA INSTALLARE PER TUTTI I TIPI DI CONTATORE BASSO COSTO NEW Gestione illuminazione pubblica da remoto e La soluzione innovativa CONSUMI IN TEMPO REALE SU CLOUD SEMPLICE E VELOCE DA INSTALLARE PER TUTTI I TIPI DI CONTATORE BASSO COSTO per controllare i consumi

Dettagli

Hitplayer. Audio Digitale per Network. La soluzione ideale per fornire e controllare l'audio in maniera remota

Hitplayer. Audio Digitale per Network. La soluzione ideale per fornire e controllare l'audio in maniera remota La soluzione ideale per fornire e controllare l'audio in maniera remota Hitplayer Hitplayer è in grado di fornire sorgenti audio ed essere configurato per lavorare in rete. Il dispositivo ha la grande

Dettagli

Livello di Rete. Gaia Maselli maselli@di.uniroma1.it

Livello di Rete. Gaia Maselli maselli@di.uniroma1.it Livello di Rete Gaia Maselli maselli@di.uniroma1.it Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dal libro di testo e pertanto protette da copyright. All material copyright 1996-2007 J.F Kurose

Dettagli

MAXPRO VMS SISTEMA DI GESTIONE VIDEO. La soluzione completa per l integrazione dei sistemi di sicurezza

MAXPRO VMS SISTEMA DI GESTIONE VIDEO. La soluzione completa per l integrazione dei sistemi di sicurezza MAXPRO VMS SISTEMA DI GESTIONE VIDEO La soluzione completa per l integrazione dei sistemi di sicurezza - Honeywell convoglia le sue vaste competenze e la sua esperienza nel campo dei sistemi di sicurezza

Dettagli

Infrastrutture wireless

Infrastrutture wireless Infrastrutture wireless Soluzioni di connetività Edition 2010 Il tuo partner per soluzioni di connettività Il tuo partner per soluzioni di connettività Il tuo partner per soluzioni di connettività HUBER+SUHNER

Dettagli

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard.

Si introdurranno poi le topologie delle reti di calcolatori per capire meglio come gli apparati vengono interconnessi e secondo quali standard. Pagina 1 di 8 Installare e configurare componenti hardware di rete Topologie di rete In questo approfondimento si daranno alcune specifiche tecniche per l'installazione e la configurazione hardware dei

Dettagli

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo.

SolarMax Serie S. Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. SolarMax Serie S Massimizzare il rendimento degli impianti fotovoltaici è semplicissimo. La soluzione convincente. Da oltre 20 anni sviluppiamo inverter senza trasformatore. I nostri ricercatori e ingegneri

Dettagli

PONTE DI RETE 500 MBPS SELETTORE DI LINEA ELETTRICA AD ALTA VELOCITA'

PONTE DI RETE 500 MBPS SELETTORE DI LINEA ELETTRICA AD ALTA VELOCITA' PONTE DI RETE 500 MBPS SELETTORE DI LINEA ELETTRICA AD ALTA VELOCITA' Manuale Utente DN-15028 Sicurezza FCC Questo dispositivo è stato testato e trovato conforme con la parte 15 Classe B delle normative

Dettagli

SISTEMA DI TELETTURA CONTATORI

SISTEMA DI TELETTURA CONTATORI SISTEMA DI TELETTURA CONTATORI PALMARE CONTATORE SERVER CONCENTRATORE SISTEMA I sistemi di telelettura sono di 2 tipi : - Centralizzato Consiste nella raccolta dei dati in un database centrale grazie alla

Dettagli

DARCA HERITAGE V2 TOUR

DARCA HERITAGE V2 TOUR Sez.02 - SOLUZIONI PER DIAGNOSTICA E TELECONTROLLO - Pagina 02.2.4 1/8 DARCA HERITAGE V2 TOUR 1. SUDDIVISIONE IN ZONE DI MONITORAGGIO Darca Heritage V2 ti permette di analizzare i dati in riferimento al

Dettagli

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 2010 List Suite 2.0 Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 List Suite 2.0 List Suite 2.0 è un tool software in grado di archiviare, analizzare e monitorare il traffico telefonico, effettuato e ricevuto

Dettagli

Principi fondamentali

Principi fondamentali Principi fondamentali Elementi di base Definizione di rete di calcolatori Tipologia di connessioni Architettura di rete Prestazioni di una rete di calcolatori Conclusioni 1 1 Bit e Byte BIT = BInary digit

Dettagli