REGIONE TRE VALLI CASSE MALATI Prestazioni di cura a domicilio riconosciute ai sensi della LAMal.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE TRE VALLI. 11000 CASSE MALATI Prestazioni di cura a domicilio riconosciute ai sensi della LAMal."

Transcript

1 REGIONE TRE VALLI DESCRIZIONE DEL PIANO CONTABILE Il presente documento è stato creato alfine di fornire informazioni dettagliate in merito alle singole voci utilizzate dall Associazione nella stesura dei propri rendiconti contabili. Il medesimo è stato redatto partendo dal piano contabile valido per i SACD di interesse pubblico del Cantone Ticino, che a sua volta è stato definito tenendo conto delle indicazioni contenute nel Manuel des finances dell'assacd (Associazione svizzera dei Servizi di assistenza e cura a domicilio di interesse pubblico), di cui la Regione Tre Valli è membro. Per semplicità di lettura viene utilizzata la forma maschile anche quando è inteso il personale femminile. 1 ATTIVI 10 SOSTANZA CIRCOLANTE Gli attivi circolanti inglobano tutti i valori sotto forma di liquidità a breve termine o che si rinnova nel corso dell anno CASSA Si tratta della liquidità tenuta in sede (e nelle sotto sedi) per il pagamento di spese correnti di poco conto BANCA Conti correnti utilizzati per far fronte agli impegni dell Associazione (pagamento dei salari, fatture diverse, oneri sociali AVS/AI/IPG/AD, ) e incasso delle fatture da Casse malati e utenti. Sempre tramite questi conti vengono ricevuti i sussidi per l attività del Servizio DEPOSITI VINCOLATI Capitali vincolati presso Istituti bancari per periodi medio-brevi al fine di ottenere migliori tassi d interesse TITOLI Eventuali titoli acquistati o, come nel caso del Segretariato RTV, acquisiti in seguito alla modifica statutaria di SwissLife. 11 DEBITORI Comprende tutti i crediti a corto termine che il Servizio vanta nei confronti degli utenti, delle casse malati e degli enti sussidianti CASSE MALATI Prestazioni di cura a domicilio riconosciute ai sensi della LAMal UTENTI Prestazioni di economia domestica e sostegno alla persona non riconosciute ai sensi della LAMal ALTRI DEBITORI In questo conto vengono inseriti crediti che l Associazione vanta nei confronti di terzi. Solitamente l importo più consistente è quello dei Servizi del Bellinzonese (ABAD) e del Locarnese e Vallemaggia (ALVAD) per le prestazioni del Caposervizio amministrativo ENTI PUBBLICI Si tratta di crediti vantati nei confronti dell AFC (Imposta preventiva, IVA) e di altre imposte anticipate in base a diverse leggi e ordinanze (per conguagli di sussidi vedi gruppo 13) CONTO CORRENTE RTV Abbiamo le spese comuni (affitto, energia elettrica, ecc.) tra SACD e Segretariato della RTV che vengono anticipate da una delle due entità a favore dell altra e che vengono poi restituite l anno successivo (vedi anche conto 20340). 13 TRANSITORI ATTIVI TRANSITORI ATTIVI Costi sostenuti durante l'anno in corso, ma di competenza contabile di quello successivo (assicurazioni diverse), oppure di ricavi attesi per l anno corrente che verranno però incassati solo in quello successivo (indennità attese da Istituti assicurativi per perdita di guadagno in seguito a malattia o infortunio) SUSSIDI ATTESI In questa voce vengono inseriti eventuali conguagli a favore del Servizio per contributi attesi dall'istanza cantonale di compensazione, riconosciuti secondo quanto previsto dal contratto

2 di prestazione (in caso di saldo a favore del Cantone invece la posta viene inserita nel conto 20500). 14 SOSTANZA FISSA Questo gruppo comprende i beni di cui l'associazione può disporre a più lungo termine, ossia per un periodo superiore ai 12 mesi. Si tratta essenzialmente di attrezzature quali: mobilio, macchine, autoveicoli, apparecchiature informatiche e stabili. In linea generale vengono attivati solo gli oggetti che superano i 3'000 franchi. In questo caso l ammortamento viene effettuato su più esercizi contabili, secondo quanto previsto dalle direttive dell AFC. Acquisti inferiori ai 3'000 franchi vengono messi a carico di un solo esercizio contabile e registrati nei conti del gruppo APPARECCHIATURE INFORMATICHE (HARDWARE) Computer, stampanti e altri apparecchi legati all informatica SOTWARE INFORMATICO Programmi informatici legati alla gestione operativa del Servizio (programma per la pianificazione degli interventi, cartella sanitaria elettronica, fatturazione elettronica, ) MACCHINE D UFFICIO E APPARECCHIATURE Si tratta essenzialmente di apparecchiature utilizzate per lo svolgimento di attività amministrative in sede (fotocopiatrici, fax, calcolatrici, ) VEICOLI PROPRI Autoveicoli e eventuali altri mezzi di trasporto (per es. biciclette o scooter) di proprietà dell Associazione APPARECCHIATURE SANITARIE Apparecchi per la sterilizzazione, bilance ed altre apparecchiature sanitarie quali misuratori della pressione arteriosa, glucometri, ecc MOBILI Mobilio di proprietà della RTV per l arredamento delle varie sotto sedi. 2 PASSIVI 20 CAPITALE DEI TERZI A BREVE TERMINE È comprensivo di tutti gli impegni finanziari a corto termine (creditori, prestiti a breve termine, ) nei confronti di terzi CREDITORI Fatture già emesse a carico dell esercizio contabile corrente ma non ancora pagate. Contrariamente ai transitori passivi l importo e la scadenza dei debiti sono già noti CARTA PROFESSIONALE Contributi prelevati dai salari del personale non sindacalizzato, che vengono versati solitamente all inizio dell anno successivo sul conto della Commissione Paritetica Consultiva e Conciliativa (CPCC). Il fondo è destinato a iniziative a favore del personale: contributi per la formazione, aiuti straordinari a favore di collaboratori in caso di bisogno, ) CONTO CORRENTE RTV Come detto sopra si tratta del conto di collegamento tra la contabilità del SACD e del Segretariato RTV per spese anticipate da parte di una delle due entità, il conto analogo (utilizzato in caso di credito) risulta essere ACCONTI ISTANZA DI COMPENSAZIONE Qualora il conguaglio riguardante il contributo riconosciuto per l esercizio precedente fosse a favore dell ente finanziatore, il relativo importo viene inserito in questa voce. In caso contrario lo stesso si troverebbe nel conto Sussidi attesi ACCONTI UTENTI Costituiti da importi versati in eccesso o in anticipo da parte di utenti o casse malati, che vengono accreditati su fatture future o rimborsati. 23 TRANSITORI PASSIVI Si tratta di costi riguardanti l'esercizio in corso, che vengono tuttavia sostenuti solo nell esercizio successivo TRANSITORI PASSIVI

3 Principalmente è costituito dai salari per personale impiegato a ore e da indennità diverse (spese per le trasferte, per il picchetto festivo, serale, ) dovute ai dipendenti a fine anno e che vengono pagate con il primo stipendio dell esercizio successivo. 26 ACCANTONAMENTI Si tratta di stime di investimenti o di spese particolari future, dei quali non si conoscono ancora l'effettiva entità e scadenza. La costituzione di tali riserve deve essere approvata dall UACD ACCANTONAMENTO PER SPESE INORMATICHE Nel caso in cui l Associazione avesse intenzione di procedere ad importanti investimenti per l infrastruttura informatica (software o hardware) e l andamento della gestione lo permettesse, è possibile procedere a degli accantonamenti al fine di caricare di parte della spesa anche l esercizio in corso ACCANTONAMENTO PER RETTIFICHE BUDGET Il meccanismo del contratto di prestazione, che sta alla base del finanziamento dell attività dell Associazione, prevede - in sede di consuntivo - un conguaglio eseguito dall UACD. Ciò è dovuto al fatto che non essendo possibile stabilire con esattezza a inizio anno l andamento generale dell attività, il contributo concesso dall Ente pubblico viene corretto solo a esercizio contabile concluso. I principali parametri che possono subire delle variazioni sono le ore erogate, i ricavi medi da prestazioni, le indennità per reperibilità,. Nel conto viene quindi inserita la stima di quanto ci si può attendere dall UACD (con il segno meno) oppure di quanto si pensa di dovergli restituire (la contropartita si trova nel conto Differenza sussidi attesi) ACCANTONAMENTO PER ASSICURAZIONI SOCIALI NORMATICHE In questo conto abbiamo la quota parte del datore di lavoro ricevuta quale partecipazione alle eccedenza della polizza assicurativa per perdita di guadagno in caso di malattia. La stessa è stata considerata quale sicurezza in caso di una consistente modifica dell aliquota applicata da parte dell assicurazione in seguito ad un andamento negativo della polizza. Sulla base delle ore di vacanza non ancora godute da parte del personale, si stima il rispettivo ammontare dei salari non ancora versati, ma che di fatto spetta ai dipendenti. 28 CAPITALE PROPRIO Il gruppo comprende il capitale proprio dell'associazione (quote sociali o altro), le riserve vincolate e libere RISERVE VINCOLATE Con l introduzione del finanziamento basato sul contratto di prestazione, l UACD ha imposto la creazione di questo fondo, che può essere utilizzato unicamente dietro sua preventiva autorizzazione, per garantire l equilibrio finanziario a medio-lungo termine. Il fondo si ritiene adeguatamente finanziato nella misura in cui raggiunge il 20% dei costi di esercizio. Una volta raggiunto questo limite, eventuali ulteriori avanzi di esercizio, dopo deduzione del 25% che va riversato nelle riserve libere, vengono restituiti all Ente finanziatore RISERVE LIBERE Sono costituite dal 25% degli avanzi di esercizio annui e possono essere impiegate dal Servizio per la promozione e lo sviluppo di nuove prestazioni o attività orientate al soddisfacimento di bisogni emergenti e all autofinanziamento, per incentivi al personale e per il mantenimento e il miglioramento della qualità delle prestazioni e delle infrastrutture RISULTATO D ESERCIZIO Il risultato di esercizio definitivo viene determinato solo dopo la revisione formale eseguita da parte dell UACD, che può tuttavia avvenire unicamente dopo che i conti sono stati approvati da un ufficio di revisione esterno. Nel conto Accantonamenti per rettifiche budget viene inserita una stima prudenziale della possibile variazione del risultato. Solo dopo la revisione dell UACD si conosce il risultato effettivo che viene riportato correttamente a bilancio nell esercizio successivo e ripartito secondo quanto spiegato sopra a favore delle riserve libere e vincolate ACCANTONAMENTO PER IMMOBILI Essendo in procinto di terminare la fase di progettazione della ristrutturazione degli spazi ceduti dall'ente Ospedaliero Cantonale (EOC) alla Fondazione Casa anziani "La Quercia" di Acquarossa, presso cui si insedierà pure l'équipe operativa della Valle di Blenio. Questo accantonamento è stato effettuato allo scopo di partecipare al finanziamento dell'opera ACCANTONAMENTO PER VACANZE NON GODUTE 3 COSTI DEL PERSONALE

4 La classe 3 è riservata alla contabilizzazione di tutti i costi diretti e indiretti del personale occupato. 31 SALARI DEL PERSONALE CURANTE Il gruppo 31 è completamente riservato agli oneri salariali riguardanti il personale operativo. Gli stessi vengono registrati in funzione delle diverse specializzazioni. Sempre in queste voci vengono inserite le indennità riguardanti il salario (lavoro notturno, festivo, picchetto, gratifiche, gratifiche anzianità) e il recupero delle indennità per perdita di guadagno ( malattia, maternità, infortuni, militare, ) PERSONALE INFERMIERISTICO CON POST FORMAZIONE Si tratta di collaboratori che dopo l ottenimento del diploma di infermiere generale (livello I o II) ha ottenuto il diploma di una delle specializzazioni riconosciute e richieste dal Servizio PERSONALE INFERMIERISTICO DIPLOMATO Concerne il personale con diploma di infermiere generale (livello I o II), senza una postformazione (specializzazione) AIUTO FAMILIARI E OPERATORI SOCIOSANITARI Si tratta di aiuto familiari con formazione biennale e operatori sociosanitari (OSS). Sono pure inclusi gli assistenti geriatrici ASSISTENTI DI CURA Con la separazione all interno del contratto di prestazione di questa figura professionale, si è proceduto allo scorporo della stessa anche a livello contabile AUSILIARIE Concerne il personale che si occupa della cura della casa (economia domestica) con o senza una qualifica particolare. In questa categoria è pure inserito il personale che ha seguito il corso della Croce Rossa Svizzera (CRS) PERSONALE IN FORMAZIONE Vengono registrati gli stipendi di tutto il personale in formazione assunto direttamente dal SACD (apprendisti OSS, assistenti di cura, ecc.) INDENNITÀ SOTTOPOSTE AVS Si tratta di indennità per perdita di guadagno versate al personale in congedo maternità, che svolge il servizio militare o i corsi di protezione civile, riconosciute ai sensi del COSACD. Le stesse vengono in seguito recuperate presso gli uffici competenti VACANZE NON GODUTE Si tratta di vacanze maturate durante l anno da parte del personale, ma che non hanno ancora potuto essere effettuate. 31 SALARI DIREZIONE E AMMINISTRAZIONE Vengono registrati i salari dei quadri direttivi, del personale impiegato nel settore amministrativo, nonché le indennità riconosciute ai membri di Comitato SALARI DEI QUADRI DIRETTIVI E AMMINISTRAZIONE Comprende i salari del Direttore amministrativo, di quello sanitario e dei capi-équipe, così come quello di tutto l apparato amministrativo SALARI E INDENNITÀ COMITATO Sono inserite le indennità di seduta versate ai membri di Comitato SALARI SERVIZI AUSILIARI (DONNE PULIZIA SEDI) Si tratta dei salari versati al personale ausiliario che si occupa della pulizia all interno delle sedi del SACD. 37 PRESTAZIONI SOCIALI Vengono registrati tutti gli oneri sociali legati agli stipendi soggetti all AVS. Di seguito viene illustrata la situazione (aliquote applicate e misure particolari) in vigore dall AVS/AD/IPG/AF La Cassa Cantonale di Compensazione provvede all incasso di: Assicurazione vecchiaia e superstiti (AVS), Assicurazione invalidità (AI) e Indennità perdita di guadagno (IPG), calcolata in base al salario percepito con quota paritetica datore di lavoro-dipendente pari al 5.15%. Assicurazione disoccupazione (AD), pure calcolata in base al salario percepito, ritenuto un massimo di 126'000 franchi annui, con una quota paritetica dell 1.10%. Oltre i 126'000 e fino a 315'000 franchi è dovuto un contributo, sempre paritetico, dello 0.50%. Assegni familiari (AF): a carico esclusivo del datore di lavoro con una quota del 2.10% della massa salariale.

5 Assegni familiari integrativi (AFI): introdotti dallo a sostegno di persone in particolari situazioni di disagio. Il contributo dello 0.15% è a carico esclusivo del datore di lavoro. Contributo sull orientamento scolastico e professionale e sulla formazione professionale continua. Si tratta di un'altra modifica introdotta dallo ; è data dal versamento da parte del datore di lavoro di una quota dello 0.09% della massa salariale AVS a favore della formazione ASSEGNI FAMIGLIA Rappresenta l assegno di economia domestica che viene versato, secondo i disposti contrattuali in vigore e analogamente a quanto riconosciuto da parte dello Stato, ai dipendenti con figli al di sotto dei 12 anni CASSA PENSIONE L istituto di previdenza professionale è quello dei dipendenti dello Stato. I premi vengono calcolati sul salario assicurato (salario lordo dedotta la quota di coordinamento, che varia in base al grado di occupazione e alla data di affiliazione). Le quote sono infatti differenziate per chi è entrato prima del 1995 e vengono regolarmente adeguate. Segnaliamo l introduzione dall di una nuova misura di risanamento a carico del datore di lavoro, che aumenta di altri due punti percentuali l aliquota relativa alla Cassa pensione. Ciò porta ad un aumento complessivo di sei punti percentuali della quota a carico del datore di lavoro (in totale al 17.6%) e di un punto quella a carico del dipendente (in totale 11.5%) ASSICURAZIONE INFORTUNI PROFESSIONALI E NON Calcolata in base al salario percepito, ritenuto un massimo di franchi 126'000 annui. I premi relativi alla copertura degli infortuni professionali sono presi interamente a carico dal datore di lavoro, quelli non professionali, eccezion fatta per alcune categorie (per es. apprendisti OSS), vengono pagati dal collaboratore ASSICURAZIONE INDENNITÀ GIORNALIERA MALATTIA La quota è suddivisa pariteticamente fra dipendente e datore di lavoro. La copertura assicurativa è stata conclusa anche per il personale impiegato con contratto a ore. 38 PRESTAZIONI ESEGUITE DA TERZI Questo gruppo comprende le indennità, gli onorari, ecc., riguardanti le prestazioni fornite da terzi e che non sono soggette al pagamento diretto dell AVS da parte del Servizio MANDATI A SPECIALISTI ESTERNI Si tratta in particolare del costo per la revisione annuale dei conti, eseguita dalla fiduciaria incaricata dall Assemblea generale COSTI PER PRESTAZIONI ESEGUITE DA PRATICANTI Contrariamente a quanto succede per gli apprendisti assunti direttamente dal Servizio, i costi relativi ai salari e alle prestazioni sociali vengono inseriti in questo conto in quanto il Servizio riceve una fattura direttamente dalle scuole da cui provengono gli allievi o gli stagiaires. 39 ALTRE SPESE PER IL PERSONALE In questa categoria vengono registrate tutte le spese direttamente collegate alla formazione, eccezion fatta di quelle relative alle ore lavorative per la frequenza ai corsi riconosciute al personale. Le medesime sono contenute nei gruppi 31 e FORMAZIONE DEL PERSONALE Si tratta di spese legate alla formazione permanente e di perfezionamento professionale, di spese per seminari e congressi (comprese le spese per il materiale scolastico, di tasse di iscrizione a formazioni esterne, di onorari di insegnanti in occasione di formazioni interne o legati alla supervisione dei collaboratori RICERCA DEL PERSONALE Comprende prevalentemente le spese per la pubblicazione di annunci di ricerca di personale tramite internet, sui quotidiani e sul Foglio Ufficiale GIORNALI E DOCUMENTAZIONE Include le spese per l acquisto di riviste, abbonamenti, libri e altra documentazione a carattere professionale ALTRE SPESE PROFESSIONALI Comprende materiale e abiti di lavoro (ad esempio grembiuli). Vengono pure conteggiate le spese per manifestazioni, gite, cene, feste oppure regali (ad esempio al termine dell attività professionale, in occasione di giubilei, ) a favore del personale. Sono altresì inserite le spese legate alla medicina del personale (vaccinazioni, visite mediche, ).

6 4 COSTI DI MATERIALE E TRASFERTE In questa classe vengono inserite le spese relative al materiale e agli strumenti di utilizzo corrente per garantire le prestazioni agli utenti, nonché i costi di trasferta necessari per recarsi a casa di quest'ultimi. 40 MATERIALE SANITARIO MATERIALE SANITARIO E MEDICAMENTI Concerne il materiale di utilizzo corrente (guanti, disinfettante, piccolo materiale per le medicazioni, ) fornito al personale operativo MATERIALE SANITARIO DA VENDERE Nel caso in cui viene seguita dell utenza in zone discoste in caso di bisogno si fornisce pure il materiale sanitario di prima necessità, che viene poi fatturato direttamente all utente ELIMINAZIONE RIFIUTI INFETTI Si tratta di spese derivanti dall eliminazione dei rifiuti infetti. 43 TRASPORTI E TRASFERTE BENZINA E OLIO VEICOLI PROPRI Sono le spese per il carburante e l'olio motore per i veicoli di proprietà del Servizio MANUTENZIONE E RIPARAZIONE VEICOLI PROPRI Comprende le spese di riparazione, revisione, servizi, pulizia, che contribuiscono al funzionamento e al mantenimento del valore dei veicoli del Servizio ASSICURAZIONI E TASSE VEICOLI Comprende i premi di assicurazione dei veicoli del Servizio e l assicurazione casco totale collettiva stipulata a favore dei dipendenti in caso di incidenti durante l attività professionale AMMORTAMENTO VEICOLI PROPRI Prevede la quota di ammortamento dei veicoli del Servizio, secondo quanto previsto dalle direttive dell AFC. Il valore ammortizzato dei veicoli viene riportato a bilancio nella voce Veicoli propri INDENNITÀ CHILOMETRICHE VEICOLI PRIVATI Sulla base del regolamento interno, al personale viene riconosciuto un indennità per ogni chilometro percorso a scopo professionale secondo quanto previsto dalle direttive cantonali. Eventuali costi derivanti dall utilizzo di mezzi pubblici vengono pure inseriti in questo conto INDENNITÀ PASTI Concerne le indennità per pasti riconosciute nell ambito dello svolgimento dell attività, secondo quanto riconosciuto dal COSACD. 5 ALTRI COSTI D ESERCIZIO Questa classe ingloba tutte le altre spese di esercizio necessarie per garantire l erogazione delle prestazioni in generale. 53 MANUTENZIONE E RIPARAZIONE Contiene l insieme dei costi derivanti da riparazioni e dal mantenimento dell infrastruttura, degli impianti e delle istallazioni (eccezion fatta per i veicoli) MANUTENZIONE E RIPARAZIONE MOBILI Costi per la manutenzione e la riparazione di mobilio MANUTENZIONE E RIPARAZIONE MACCHINE Costi per la manutenzione e la riparazione di apparecchiature e macchinari (abbonamenti, costi per calibrare le bilance delle consulenti materne pediatriche, ) MANUTENZIONE E RIPARAZIONE APP. INFORMATICHE Costi per la manutenzione, la riparazione o il funzionamento di apparecchiature informatiche MANUTENZIONE E RIPARAZIONE SEDI Sono i costi per la manutenzione e la riparazione dei locali in cui il servizio ha le proprie sotto sedi 54 UTILIZZO IMPIANTI E ISTALLAZIONI Di principio gli investimenti devono essere attivati (a bilancio) e ammortizzati secondo i parametri previsti dall AFC. Per acquisti di minore entità, fino a concorrenza di un importo di CHF, si procede invece alla contabilizzazione diretta a carico dell esercizio in corso nei conti 540.

7 540 ACQUISTI Costi relativi a piccoli acquisti di mobili o apparecchiature per l ufficio, informatiche o sanitarie. 541 AMMORTAMENTI Gli investimenti di valore superiore ai 3'000 CHF devono essere attivati (a bilancio) e ammortizzati secondo le direttive emanate dall AFC. Le raccomandazioni dell ASSACD a questo proposito prevedono una suddivisione dettagliata tra mobili, macchine di ufficio, apparecchiature, tutto quanto concerne l informatica e gli immobili. La contropartita degli ammortamenti effettuati si trova nei relativi conti del gruppo attivo 14 Sostanza fissa. 544 AFFITTI In questo gruppo di conti figurano le spese per affitti o locazione di macchine e apparecchiature informatiche o di ufficio, affitto sedi o locali, ad esempio in occasione di formazioni per gruppi numerosi, manifestazioni o per lo svolgimento dell attività all esterno del Servizio. 55 SPESE UTILIZZO LOCALI In questa voce vengono registrate le spese che scaturiscono dall utilizzo dei locali necessari al funzionamento del Servizio ELETTRICITÀ, GAS Comprende le fatture relative al costo per la fornitura di energia elettrica e di olio combustibile per il riscaldamento delle sedi ACQUA, RACCOLTA RIFIUTI Vengono registrate le fatture per i costi riguardanti la fornitura di acqua potabile, dello smaltimento dei rifiuti e le acque luride PRODOTTI PER LA PULIZIA DEGLI UFFICI Si tratta dei costi per l acquisto di prodotti per la pulizia delle sedi. 57 COSTI AMMINISTRATIVI Concerne i costi legati alla gestione amministrativa, così come quelli per la gestione informatizzata del Servizio CANCELLERIA E STAMPATI Si tratta dei costi inerenti il materiale di cancelleria (buste, carta da lettera e per la fatturazione, ) utilizzato negli uffici TELEFONI, FAX, INTERNET Figurano in questo conto le spese telefoniche (anche di quelle riconosciute al personale), del fax e del collegamento a internet PORTI Figurano in questo conto le spese di spedizione MATERIALE E SPESE PER L INFORMATICA In questo conto vengono registrate le spese per il materiale di consumo legato all informatica (per es. toner per stampanti) LICENZE E SOFTWARE INFORMATICO Concerne l acquisto di licenze informatiche o software di costo contenuto MANUTENZIONE E ABBONAMENTI SOFTWARE Si tratta di spese relative agli abbonamenti per l assistenza informatica PUBBLICITÀ E RELAZIONI PUBBLICHE Si riferiscono alle spese per la promozione del Servizio, articoli pubblicitari e costi derivanti dalle relazioni pubbliche QUOTE ASSOCIATIVE E PARTECIPAZIONI Concernono le quote pagate ad altre associazioni o enti di cui il SACD della RTV fa parte (ASSASD, Conferenza cantonale SACD di interesse pubblico o altre). 58 PREMI ASSICURATIVI, TASSE, COSTI FINANZIARI ASSICURAZIONE COSE Si riferisce ai premi e alle franchigie per le assicurazioni cose mobili di proprietà del Servizio ASSICURAZIONE RESPONSABILITÀ CIVILE

8 Sono i costi per premi e franchigie riguardanti l assicurazione responsabilità civile di impresa stipulata contro i danni causati dai dipendenti INTERESSI PASSIVI Si tratta dei costi finanziari (banca e posta) per interessi passivi COSTI BANCARI E POSTALI Sono inserite le spese ordinarie, commissioni e altre tasse addebitate dalla banca, prevalentemente per la gestione dei pagamenti ricevuti. 59 COSTI DIVERSI COSTI DIVERSI Costi di varia natura, solitamente di importo limitato, che non hanno una voce contabile specifica. 6 RICAVI D ESERCIZIO Nella classe 6 figurano l insieme dei ricavi realizzati attraverso l erogazione di prestazioni, i contributi dell Ente pubblico e altre entrate. 60 RICAVI PER PRESTAZIONI EROGATE È riservato ai ricavi per prestazioni di assistenza e cure a domicilio, sia di economia domestica, sia per prestazioni secondo l OPre. La struttura è determinata in funzione delle prestazioni offerte dall Associazione CONSIGLI E ISTRUZIONI Concerne le prestazioni secondo l art. 7.a., OPre: - valutazione dei bisogni dei pazienti e dell ambiente in cui vive e piano dei provvedimenti necessari; - consigli al paziente ed eventualmente agli ausiliari non professionisti; - coordinamento dei provvedimenti, nonché interventi di infermieri specializzati in caso di complicazioni in situazioni di cura complesse o instabili ESAMI E CURE Concerne le prestazioni secondo l art.7.b., OPre. Si tratta di una serie di atti medico-tecnici svolti in accordo e su mandato di un medico. Ad esempio: controllo dei segni vitali, test semplice dello zucchero nel sangue o nell urina, prelievi per esami da laboratorio, preparazione e somministrazione di medicamenti CURE DI BASE Concerne le prestazioni secondo l art. 7.c., OPre. Si tratta principalmente di: - cure di base generali per i pazienti dipendenti, quali: bendare le gambe, infilare le calze compressive, igiene corporale e della bocca, vestire, svestire il paziente e nutrirlo; - provvedimenti volti a sorvegliare e assistere persone malate psichicamente nel quadro delle attività fondamentali quotidiane (strutturare la giornata in maniera adeguata, creazione e incoraggiamento al mantenimento di contatti sociali, ) PRESTAZIONI DI ECONOMIA DOMESTICA Vengono inseriti i ricavi relativi all attività di economia domestica, o altrimenti chiamata cura della casa o dell ambiente di vita. Queste prestazioni non sono riconosciute dalla LAMal e vengono fatturate secondo il tariffario cantonale basato sul reddito degli utenti. I medesimi possono in seguito richiedere il rimborso alla propria cassa malati nel caso in cui hanno stipulato una copertura complementare. Le persone che beneficiano delle Prestazioni Complementari dell AVS/AI possono chiederne il rimborso entro il limite massimo annuale riconosciuto PERDITE SU DEBITORI I crediti non più esigibili vengono inseriti in questa voce. Le spese derivanti dalle procedure esecutive o di incasso sono pure inserite in questo conto. 62 RICAVI DA ALTRE PRESTAZIONI AD ALTRE ORGANIZZAZIONI PRESTAZIONI AMMINISTRATIVE AD ALTRI ENTI Questa voce contempla principalmente il contributo pagato dagli altri SACD del Sopraceneri per le prestazioni del Caposervizio amministrativo. Troviamo inoltre il recupero di costo messo a carico della CPCC, per il prelievo della carta professionale sui salari del personale non affiliato ad un sindacato. 66 RICAVI FINANZIARI Il gruppo 66 ingloba gli interessi maturati sul capitale relativi a conti correnti bancari o postali.

9 66000 INTERESSI ATTIVI SU CAPITALE E SPESE DI MORA Sono le registrazioni degli interessi attivi ricevuti. 69 SUSSIDI, CONTRIBUTI E DONAZIONI Nel gruppo 69 figurano i contributi versati in base al contratto di prestazione stipulato con l Ente pubblico DIFFERENZA SUSSIDI ATTESI Questo conto permette di stimare eventuali rettifiche di budget applicate dall UACD in sede di consuntivo (vedi voce Accantonamenti per rettifiche budget) SUSSIDI COMUNALI E CANTONALI Si tratta del contributo stabilito con l UACD sulla base del contratto di prestazione sottoscritto con la nostra Associazione all inizio di ogni anno. ELENCO DELLE ABBREVIAZIONI ASSACD Associazione Svizzera dei Servizi di Assistenza e Cura a Domicilio di interesse pubblico AFC Amministrazione federale delle contribuzioni CPCC Commissione Paritetica Consultiva e Conciliativa LAMal Legge Assicurazione Malattia OPre Ordinanza del DFI, sulle prestazioni dell assicurazione obbligatoria delle cure medico sanitarie SACD Servizio Assistenza e Cure a Domicilio (di interesse pubblico) UACD Ufficio degli anziani e delle cure a domicilio Biasca, novembre RICAVI STRAORDINARI Nella classe 8 figurano i ricavi straordinari che non possono essere collocati nelle voci precedenti. 80 RICAVI STRAORDINARI RICAVI STRAORDINARI Analogamente al conto costi diversi, comprende ricavi che non hanno una voce contabile specifica

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro 2.07 Contributi Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve La procedura di conteggio semplificata rientra nel quadro della legge federale concernente

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S)

Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) Istruzioni sull attestazione dei giorni di corso per i corsi per la formazione dei quadri di Gioventù+Sport (G+S) 318.703 i 01.15 2 di 11 Indice 1. Scopo del questionario... 3 2. Compiti degli organizzatori(trici)

Dettagli

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV)

Contratto normale di lavoro per il personale di vendita al dettaglio (di seguito CNLV) 1 Estratto dal Foglio ufficiale n. 50 del 22 giugno 2001 e no. 27 del 4 aprile 2003 (Testo unico aggiornato al 1. gennaio 2015, FU 101/2014 del 19.12.2014) Contratto normale di lavoro per il personale

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014

Regolamento FAR. Valido dal 1.1.2014 Regolamento FAR Regolamento concernente le prestazioni e i contributi della Fondazione per il pensionamento anticipato nel settore dell edilizia principale (Fondazione FAR) Valido dal 1.1.2014 STIFTUNG

Dettagli

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015

1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 1.2015 Generalità Cambiamenti a partire dal 1 gennaio 2015 Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Il presente promemoria informa su quanto cambia in merito a contributi e prestazioni a partire dal 1 gennaio

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti

Qual è la mia copertura assicurativa? Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti Piccola guida all assicurazione obbligatoria contro gli infortuni per i lavoratori dipendenti 2 Questo opuscolo La informa sulla Sua situazione assicurativa spiegandole se e in che misura Lei è coperto

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92)

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) REGOLAMENTO RECANTE APPROVAZIONE DELLE DELIBERAZIONI IN DATA 16 MAGGIO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai 5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le prestazioni complementari (PC) all'avs e all'ai sono d'ausilio quando le rendite e gli altri

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro 2.05 Contributi Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Per principio, qualsiasi attività derivante da un'attività dipendente viene considerata come salario

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione

Contributi all assicurazione contro la disoccupazione 2.08 Contributi Contributi all assicurazione contro la disoccupazione Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve L assicurazione contro la disoccupazione (AD) è un assicurazione sociale svizzera obbligatoria come

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Capire il certificato di previdenza

Capire il certificato di previdenza Previdenza professionale Capire il certificato di previdenza Questo foglio informativo illustra la struttura del certificato di previdenza. Fornisce spiegazioni e contiene informazioni utili su temi importanti.

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

4.03 Stato al 1 gennaio 2013

4.03 Stato al 1 gennaio 2013 4.03 Stato al 1 gennaio 2013 Mezzi ausiliari dell AI Professione e vita quotidiana 1 Gli assicurati dell AI hanno diritto, nei limiti fissati in un elenco allestito dal Consiglio federale, ai mezzi ausiliari

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

4.06 Stato al 1 gennaio 2013

4.06 Stato al 1 gennaio 2013 4.06 Stato al 1 gennaio 2013 Procedura nell AI Comunicazione 1 Le persone che chiedono l intervento dell AI nell ambito del rilevamento tempestivo possono inoltrare una comunicazione all ufficio AI del

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti

Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti Legge federale su l assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (LAVS) 1 831.10 del 20 dicembre 1946 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Nome e cognome. Cittadinanza: Residenza permanente: Località, indirizzo e numero civico. CAP Località Comune. CAP Località Comune

Nome e cognome. Cittadinanza: Residenza permanente: Località, indirizzo e numero civico. CAP Località Comune. CAP Località Comune IV/ MINISTERO DEL LAVORO, DELLA FAMIGLIA E DEGLI AFFARI SOCIALI Centro di assistenza sociale I dati vanno scritti con lettere maiuscole. Prima di compilare il modulo leggere attentamente le istruzioni

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA PARTI CONTRAENTI Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil DATA DI STIPULA 3 febbraio 2008 FINALITÀ

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

Nuovo numero AVS. Introduzione del nuovo numero AVS

Nuovo numero AVS. Introduzione del nuovo numero AVS Nuovo numero AVS Stato del progetto al 1 novembre 2007 Introduzione del nuovo numero AVS 1 L utilizzazione graduale del nuovo numero nell assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS), nell assicurazione

Dettagli