Economia Aziendale Eserciziario di Ragioneria metodologica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Economia Aziendale Eserciziario di Ragioneria metodologica"

Transcript

1 conomia Aziendale Eserciziario di Ragioneria metodologica

2 INDICE Le informazioni finanziarie ed economiche... 3 Il metodo della partita doppia... 4 Gli acquisti nel mercato nazionale... 5 Acquisto di beni e servizi nei mercati esteri... 7 Acquisti di servizi nel mercato nazionale ed estero Acquisto di Immobilizzazioni Vendite di prodotti e servizi nel mercato nazionale e relative rettifiche Vendite estere e acconti da clienti Incassi e pagamenti nel mercato nazionale ed estero Calcolo e versamento dell IVA Le retribuzioni ai dipendenti Operazioni di finanziamento a breve termine I finanziamenti: operazioni a m/l termine Dalla costituzione al primo bilancio di verifica

3 Obiettivo: Esercitazione n 1 Le informazioni finanziarie ed economiche Individuazione delle informazioni economico-finanziarie di alcuni fatti amministravi. Contenuto: L impresa Valentaine produce capi di abbigliamento per il mercato italiano. In particolare, per svolgere la propria attività ha effettuato le seguenti operazioni: 1) acquisto di tessuti per Euro Il pagamento è immediato; 2) vendita di capi di abbigliamento per Euro L incasso è immediato; 3) acquisto di bottoni per Euro Il pagamento è immediato; 4) vendita di capi di abbigliamento per Euro L incasso è immediato; 5) si sostengono spese di consulenza per Euro. Il pagamento è immediato. Si analizzino, sotto il profilo finanziario ed economico, le singole operazioni. 3

4 Obiettivo: Esercitazione n 2 Il metodo della partita doppia Rilevazione di alcuni fatti amministrativi d impresa attraverso l applicazione del metodo della partita doppia. Contenuto: CASO 1 Un impresa industriale effettua le seguenti operazioni: 13 settembre: vendita di merci per euro, incasso immediato; 13 settembre: acquisto di merci per euro, pagamento immediato; 14 settembre: vendita di prodotti finiti per euro, incasso a 30 giorni; 15 settembre: acquisto di materie prime per euro, pagamento a 30 giorni; 14 ottobre: incasso relativo alla vendita effettuata il 14/09; 15 ottobre: pagamento relativo all acquisto effettuato in data 15/09. A) Si analizzino, sotto il profilo finanziario ed economico, le singole operazioni. B) Si rilevino, a libro mastro ed a libro giornale, le singole operazioni. CASO 2 La FadWel S.p.A. ha iniziato l attività il 1 gennaio dell anno 1. L attività principale riguarda la commercializzazione di prodotti di abbigliamento, su tutto il territorio nazionale. Durante i primi mesi di attività sono state effettuale le seguenti operazioni di esercizio: 3 aprile: acquisto di cancelleria per un importo di euro, il pagamento è dilazionato; 16 aprile: acquisto di merci (abbigliamento di vario genere) per euro, la dilazione di pagamento è di 30 giorni; 24 aprile: vendita di merci per complessivi euro ad un centro commerciale, la dilazione di pagamento è di 150 giorni; 16 maggio: pagamento delle merci acquistate il 16 aprile attraverso un bonifico bancario; 24 settembre: incasso, tramite ricevimento del bonifico bancario, della vendita effettuata il 24 aprile; viene concesso uno sconto del 5%; 21 ottobre: vendita di merci per euro con incasso a 60 giorni; 21 ottobre: acquisto di merci per euro; successivo pagamento ottenendo uno sconto dell 8%; A) Si analizzino, sotto il profilo finanziario ed economico, le singole operazioni. B) Si rilevino, a libro mastro ed a libro giornale, le singole operazioni. C) Si costruisca il primo bilancio di verifica. 4

5 Obiettivo: Esercitazione n 3 Gli acquisti nel mercato nazionale L esercitazione si propone di verificare l apprendimento delle problematiche collegate alle operazioni di acquisto di beni nel mercato nazionale. Contenuto: 1) Lo studente dopo aver individuato il fatto amministrativo che ha generato la seguente scrittura contabile, inserisca i relativi codici del conto e determini le possibili operazioni ad essa collegate. Diversi Acquisti di merci Iva a credito a Debito vs. fornitori ) Si indichi la natura dei conti rilevati nella seguente tabella: CONTO NUMERARIO/FINANZIARIO ECONOMICO DI REDDITO DEBITI VERSO FORNITORI MATERIE PRIME C/ACQUISTI IVA A CREDITO BANCA C/C 3) Alla data del 15/11, l impresa ALFA, operante nel settore degli articoli sportivi, presenta alcuni conti movimentati, tra i quali quelli indicati di seguito: Merci c/acquisti Debiti v/fornitori Successivamente l'impresa effettua le seguenti operazioni contabili: a) acquisto di articoli sportivi del valore di (+ IVA 20%); b) acquisto di merci per (+ IVA 20%). Il pagamento è immediato. Qual è il saldo dei conti Debiti verso Fornitori e Merci c/acquisti dopo aver rilevato le operazioni sopra riportate? 4) Si rilevino a libro giornale i seguenti fatti amministrativi: a) Acquisto di beni per un importo di Euro. L operazione non è imponibile ai fini IVA. 5

6 b) Ricevimento di una fattura di acquisto così strutturata: Prodotto X Spese di trasporto Base imponibile IVA 20% Totale c) Acquisto di beni per (+ IVA 20%). L iva non è detraibile d) Acquisto di beni da un privato per 500 Euro 6

7 Esercitazione n 4 Acquisto di beni e servizi nei mercati esteri Obiettivo: L esercitazione si propone di approfondire la tematica degli acquisti nei mercati esteri. Si affrontano, inoltre, gli acquisti di servizi nel mercato nazionale ed estero. Contenuto: A) Si descrivano i fatti amministrativi che hanno generato le seguenti movimentazioni a Libro mastro, indicando, laddove assenti, il nome e l importo di movimentazione degli ulteriori mastrini. 1. Merci c/acquisti Debiti v/fornitore francese Iva a credito Deb. v/fornit. USA

8 3. Spese di consulenza

9 Dazi doganali Deb. v/ spediz. 50 Spese di trasporto 100 N.b. La fattura dello spedizioniere si riferisce all importazione di merci soggette ad IVA del 20% del valore di $ (cambio /$ 1,42) 9

10 Esercitazione n 5 Acquisti di servizi nel mercato nazionale ed estero Obiettivo: L esercitazione si propone di verificare l'apprendimento delle rilevazioni contabili relative all acquisto di servizi. Contenuto: L azienda BETA SPA ha effettuato la seguente rilevazione contabile: 4 2 Costi per servizi a Fornitori A) Lo studente segnali quali dei seguenti fatti amministrativi possono essere alla base della rilevazione sopra riportata: 1. Acquisto di servizi da un fornitore estero che non è riconosciuto dal Fisco italiano per Euro; 2. Acquisto di servizi non imponibili IVA da un fornitore italiano per Euro; 3. Acquisto di servizi imponibili IVA da un fornitore estero con stabile organizzazione in Italia per Euro; 4. Acquisto di servizi esenti IVA da un fornitore italiano per Euro; 5. Acquisto di servizi per Euro + IVA 20%; 6. Acquisto di servizi non inerenti l attività di impresa per Euro + IVA 20%. Successivamente l azienda riceve la fattura riportata nell'allegato 1. B) Lo studente effettui le rilevazioni contabili riferite a: a) liquidazione della fattura; b) pagamento del fornitore. 10

11 Allegato n.1 Unit ed Shipping ITALIA S.p.a. Originale per il Cliente Tipo di documento FATTURA N /ASdel 12/05/2007 Cliente Riferimenti Denominazione BETA SPA Numero Ordine Indirizzo Via Unione Sovietica 218bis Data Ordine 07/5/2007 Località Torino Prov. TO CAP Codice Fiscale - Part Cod. Articolo Descrizione Cod. IVA Q.tà P. Unit Eur TOTALE Eur Shipping A01 Trasporto n (route Torino-Milano) Ord , ,00 Shipping EU01 Trasporto n (route Chiasso-Lubeck) Ni , ,00 TOTALE 8.500,00 IVA 1.200,00 TOTALE FATTURA 9.700,00 Modalità di pagamento : Bonifico bancario Distinta IVA 30 gg DF Cod. IVA Imponibile Importo IVA Ord 6.000, ,00 Ni 2.500,00 - Contributo CONAI Cod. IVA Descrizione Ord IVA 20% Ni Non imponibile IVA - art. 8, 8-bis DPR n. 633, 23 ottobre 1972 Note : Pagina 1 di 1 United Shipping ITALIA SpA Torino - Via Orte, 24 - tel fax Cap.Soc ,00 i.v. - R.E.A. n C.C.I.A.A. - Registro delle imprese Torino e P.IVA

12 Obiettivo: Esercitazione n 6 Acquisto di Immobilizzazioni L esercitazione si propone di verificare l'apprendimento relativo alla contabilizzazione degli acquisti di immobilizzazioni. Contenuto: A) Completare la rilevazione contabile dei seguenti fatti amministrativi avendo cura di indicare i codici dei conti movimentati. 1) Si acquista un tornio del costo di euro Iva 20%. Il fornitore richiede il versamento di un anticipo di euro Iva 20% ed emette regolare fattura relativa all anticipo. Alla ricezione della fattura: Diversi a ) Si versa l anticipo al fornitore tramite bonifico bancario.. 3) Il fornitore consegna il tornio ed emette fattura. Alla ricezione della fattura di anticipo: Diversi a Diversi ) Il fornitore effettua lavori di installazione e collaudo del tornio ed emette fattura per euro Iva 20%. Alla ricezione della fattura: 12

13 Diversi a Iva a ) Si salda il debito verso il fornitore mediante bonifico bancario. Debiti v/fornitori a 13

14 Esercitazione n 7 Vendite di prodotti e servizi nel mercato nazionale e relative rettifiche Obiettivo: L esercitazione si propone di trattare le problematiche legate alle vendite nel mercato nazionale e alle relative rettifiche. Contenuto: Esercizio 1 Data la seguente vendita, si commentino adeguatamente i conti che sono stati movimentati: Crediti verso clienti Ricavi di vendita Rimborso spese di trasporto Iva a debito

15 Esercizio 2 La società GSN S.p.A. che si occupa della produzione e commercializzazione di salumi, presenta, tra gli altri, i seguenti conti: Crediti verso Clienti Ricavi di vendita Iva a debito Considerando le operazioni sotto riportate compiute dall impresa, si indichi il saldo dei conti movimentati, avendo cura di rilevare per ciascuna operazione anche le relative scritture contabili: 1) L impresa vende salumi al cliente A per Euro, soggetti ad Iva al 20%; 2) L impresa vende salumi al cliente Z per Euro, soggetti ad Iva al 20%; 3) L impresa vende salumi ad un esportatore abituale, per Euro; Esercizio 3 Sulla base del seguente documento emesso dalla società IDES ITALIA S.p.A., si determini il fatto amministrativo e si rilevi la scrittura contabile corrispondente. IDES ITALIA S.p.A. Via Crispi Milano P.Iva Spett. K.R. S.r.l. Corso Vinzaglio, TORINO Fattura n. 100 del 25/10/anno 1 Pagamento: 30 giorni data fattura, mediante bonifico su c/c n (Banca di Credito del Piemonte) P.Iva Cliente QUANTITA DESCRIZIONE PREZZO UNITARIO VALORE COMPLESSIVO 1000 Q. Bulloni modello K Euro 1,00 Euro 1.000,00 IVA 20% Euro 200,00 TOTALE Euro 1.200,00 15

16 Obiettivo: Esercitazione n 8 Vendite estere e acconti da clienti L esercitazione si propone di verificare l apprendimento delle problematiche collegate alle operazione di vendita di beni e servizi nel mercato estero e agli acconti ricevuti da clienti. Contenuto: 1) Si indichi la natura dei conti indicati nella tabella di seguito riportata: CONTO CREDITI VERSO CLIENTI RICAVI DI VENDITA IVA A DEBITO RIMBORSO SPESE DI TRASPORTO CLIENTI C/ANTICIPI SU MERCI NUMERARIO/FINANZIARIO ECONOMICO DI REDDITO 2) Alla data del 30/10, l impresa ALFA, operante nel settore degli articoli da giardinaggio, presenta, tra gli altri, i seguenti saldi dei conti movimentati: CONTO DARE AVERE BANCA C/C COSTI PER ACQUISTO ARTICOLI DA GIARDINAGGIO CREDITI VERSO CLIENTI DEBITI VERSO FORNITORI IVA A CREDITO IVA A DEBITO RICAVI DI VENDITA Totale.. Si rilevino a libro giornale e a libro mastro i fatti amministrativi che hanno generato la situazione contabile sopra riportata. 16

17 3) Si rilevino contabilmente e si commentino adeguatamente i seguenti fatti amministrativi: Emissione della fattura relativa all acconto ricevuto da un cliente tedesco per un importo di Euro. Vendita di prodotti finiti di cui al punto precedente. Il valore dei prodotti finiti è di Euro

18 Esercitazione n 9 Incassi e pagamenti nel mercato nazionale ed estero Obiettivo: L esercitazione si propone di affrontare le tipiche problematiche che emergono in sede di contabilizzazione degli incassi e pagamenti sia nel mercato nazionale sia nel mercato estero. Contenuto: 1. Ricevimento di fattura da parte di un professionista per Euro (+ IVA 20%). 2. Pagamento della fattura di cui al punto precedente, operando una ritenuta fiscale del 20%. 3) INCASSI DA CLIENTI E PAGAMENTI A FORNITORI NEL MERCATO ESTERO IN PAESI DELL UEM: 3 a) Incasso da cliente: incasso di un credito di euro da cliente spagnolo. 3 b) Pagamento a fornitore: pagamento di un debito di euro a un fornitore portoghese. 4) INCASSI DA CLIENTI E PAGAMENTI A FORNITORI NEL MERCATO ESTERO IN PAESI NON ADERENTI ALL UEM: 4 a) Incasso da cliente: incasso di un credito estero di dollari USA al cambio euro/$ 1,34: il credito era stato iscritto al cambio EUR/USD 1,39; incasso di un credito estero di sterline (GBP) al cambio euro/gbp 0,90: il credito era stato iscritto al cambio EUR/GBP 0,85. 4 b) Pagamento a fornitore: pagamento di un debito estero di franchi svizzeri (CHF) al cambio euro/chf 1,51: il debito era stato iscritto al cambio EUR/CHF 1,45; pagamento di un debito estero di dollari USA al cambio euro/$ 1,36: il debito era stato iscritto al cambio EUR/USD 1,42. Si rilevino a libro mastro e a libro giornale le operazioni contabili sopra riportate. 18

19 Esercitazione n 10 Calcolo e versamento dell IVA Obiettivo: L esercitazione si propone di testare la conoscenza riguardante la modalità di liquidazione e versamento dell IVA. A supporto di ciò viene allegato il modello F24 che le imprese utilizzano per effettuare il versamento all'erario. Contenuto: Nella pagina successiva si presenta il modello F24 utilizzato in data 16 aprile dall impresa ALFA SRL per il versamento IVA del mese di marzo. Sapendo che l IVA a credito di marzo è ,00 Euro e la liquidazione IVA del mese precedente faceva emergere un credito IVA per 4.500, lo studente effettui le rilevazioni contabili riferite a: a) liquidazione IVA di marzo; b) versamento effettuato con il modello F24 in data 16 aprile (vedi allegato). 19

20 DIPARTIMENTO DI MANAGEMENT UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO UNIVERSITY OF F TURIN 20

21 Esercitazione n 11 Le retribuzioni ai dipendenti Obiettivo L esercitazione si propone di trattare le problematiche modalità relative alla rilevazione del costo del personale attraverso l utilizzo di alcuni esercizi specifici. Contenuto: Esercizio 1 Si determinino i fatti amministrativi e si rilevino le scritture contabili a libro giornale che hanno generato le movimentazioni rappresentate nei seguenti conti: Retribuzioni Dipendenti c/retribuzioni INPS Erario c/ritenute su reddito da lavoro dipendente Oneri sociali Esercizio 2 La società Alfa S.p.A. al 4 febbraio 2009, presenta, tra gli altri, i seguenti conti: Banca c/c Dipendenti c/retribuzioni INPS Erario c/ritenute su reddito da lavoro dipendente Oneri sociali Considerando le operazioni sotto riportate compiute dall azienda, si indichi il saldo dei conti movimentati, avendo cura di rilevare per ciascuna operazione anche le relative scritture contabili (a libro giornale e a libro mastro): 5 febbraio 2009: l impresa paga, tramite c/c, le retribuzioni ai dipendenti; 16 febbraio 2009: l impresa paga, mediante banca, gli oneri fiscali e gli oneri previdenziali ed assistenziali; 21

22 28 febbraio 2009: l impresa liquida retribuzioni per un importo di Euro. Le ritenute previdenziali ed assistenziali a carico dei dipendenti ammontano a Euro, mentre le ritenute I.R.Pe.F ammontano a Euro. 28 febbraio 2009: L impresa liquida gli oneri previdenziali ed assistenziali a suo carico per un importo di Euro. Esercizio 3 Sulla base del seguente documento emesso dalla società PA & CO S.p.A., si individui il fatto amministrativo e si rilevino le scritture contabili corrispondenti. Matricola INPS Filiale Reparto N. dipendenti C. Contabile Azienda AMMIN. 30 PA & CO S.p.A Codice Fiscale Matricola Cognome e nome Sesso Luogo di nascita Luogo di residenza Data nascita Prov. Lavoro Qualifica Livello Telefono Impiegati Data licenziamento Prossimo Data assunzione Scatti Data scadenza contratto Decorrenza Ore lavorate Giorni lavorati Ore lavorabili Settimane Mensilità 4800 ore ore 4 Novembre anno 1 Descrizione Tempo Valore unitario Competenze Trattenute Retribuzioni ordinarie 4.800,00 11, ,00 Ritenute previdenziali ed assistenziali 4.932,00 Ritenute fiscali ,6 Totale Totale , ,60 Netto pagato ,40 Oneri sociali a carico della PA & CO S.p.A ,00 22

23 Esercitazione n 12 Operazioni di finanziamento a breve termine Obiettivo: L esercitazione si propone di analizzare le differenti operazioni di finanziamento a breve termine, con particolare riferimento: a) all'utilizzo del conto corrente; b) alle ricevute bancarie Salvo Buon fine. Contenuto: 1. Utilizzo del conto corrente a) Ricevimento dell estratto conto trimestrale da parte della banca. I dati riportati sono i seguenti: Commissioni bancarie 20,00 Euro Interessi passivi su conto corrente 1.200,00 Euro Saldo finale su conto corrente ,00 Euro b) Ricevimento dell estratto conto trimestrale da parte della banca. I dati riportati sono i seguenti: Commissioni bancarie 18,00 Euro Interessi attivi su conto corrente 200,00 Euro Ritenuta fiscale (27%) 54,00 Euro Saldo finale su conto corrente ,00 Euro 2. Ricevute bancarie salvo buon fine Emissione di una fattura di vendita per Euro (+ IVA 20%). Successivamente si rilascia la ricevuta bancaria che viene trasferita alla banca: accredito salvo buon fine, commissioni di incasso pari a 95 Euro. Quale delle seguenti scritture a libro giornale rappresenta l effettivo incasso da parte della banca della ricevuta bancaria accreditata salvo buon fine? a 2 1 Banca c/riba a Crediti v/clienti 8.040,00 b 1 2 Banca c/c a Banca c/riba 8.040,00 c 2 1 Banca c/riba a Banca c/c 8.040,00 23

24 Esercitazione n 13 I finanziamenti: operazioni a m/l termine Obiettivo: L esercitazione si propone di trattare le problematiche legate alle operazioni di finanziamento a medio/lungo termine, in particolare mutui, leasing e aumenti di capitale sociale a pagamento. Contenuto: Esercizio 1 a) Si indichi il fatto amministrativo che ha generato la seguente movimentazione, indicando la natura dei conti: 1 2 Banca c/c a Mutui passivi b) Ipotesi: ottenimento del mutuo stipulato in data 7 novembre dell anno 1, pari a ; il rimborso del capitale avviene attraverso il pagamento di 10 quote annuali (a partire dall anno 2) costanti. Il tasso d interesse applicato è pari a 3,5% annuo. 1. si effettui la scrittura contabile con riferimento al pagamento della prima rata del mutuo; 2. si determini il valore del debito residuo e le movimentazioni del conto mutui passivi" fino al 1 gennaio dell anno 4. Mutui passivi 24

25 Esercizio 2 Un impresa stipula un contratto di leasing su un macchinario del valore di ,00 euro (+ IVA 20%) della durata di 5 anni. Il contratto prevede il pagamento di 10 canoni periodici semestrali pari a ,00 euro ed un valore di riscatto di 4.000,00 euro (+ IVA 20%) come riportato nella tabella seguente. La decorrenza del contratto di leasing è dal 1 gennaio dell anno 1. CANONE DATA SCADENZA IMPORTO DEBITO VS. SOCIETA' DI LEASING 1 01-ANNO , , ANNO , , ANNO , , ANNO , , ANNO , , ANNO , , ANNO , , ANNO , , ANNO , , ANNO , ,00 RISCATTO 4.000,00 0 TOTALE ,00 1. Al momento della stipulazione del contratto di leasing occorre rilevare la fattura di acquisto del macchinario in quanto trattasi di fattore produttivo pluriennale (Immobilizzazione)? Motivare la risposta, illustrando la corretta rilevazione contabile. 2. Si rilevino a libro giornale le scritture relative al canone n Al termine del contratto di leasing la società opta per il riscatto del bene. Si effettui le relative scritture contabili a libro giornale. 25

26 4. Quale scrittura contabile occorrerebbe fare se l impresa decidesse di non riscattare il bene? Esercizio 3 Si indichi, nell'apposito spazio sotto riportato, il fatto amministrativo che origina la seguente scrittura contabile: Azionisti Capitale sociale c/sottoscrizione Banca c/c Riserva sovrapprezzo emissione azioni

27 Esercizio 4 Sulla base delle informazioni contenute nell'estratto del verbale della società T.P.G. S.p.a, si indichi il fatto amministrativo in oggetto e si rilevi la scrittura contabile corrispondente negli spazi sotto riportati. Estratto dal Verbale dell assemblea straordinaria dei soci della T.P.G. S.p.a. del 30 giugno anno 1 E stata deliberata l operazione di aumento di capitale a sostegno del processo di consolidamento delle varie aree di business sulle quali la T.P.G. S.p.A. e le società da essa controllate si sono impegnate nel corso del Nel complesso è stato deliberata l emissione di nuove azioni del valore nominale di 1,00 Euro con godimento 1 gennaio 2009, al prezzo di 1,20 per un controvalore complessivo di Euro. Nota: Il capitale sociale pre-aumento ammonta a suddiviso in n azioni ordinarie del valore nominale di 1 ciascuna. 27

28 Esercitazione n 14 Dalla costituzione al primo bilancio di verifica Obiettivo: L esercitazione si propone come obiettivo quello di procedere alla costruzione di un I bilancio di verifica partendo dalla rilevazione contabile di alcuni fatti amministrativi. Contenuto: Si commentino adeguatamente e si rilevino contabilmente a libro giornale e a libro mastro le seguenti operazioni d esercizio. - Costituzione di una società con un capitale sociale di Euro. Successivamente, i soci versano, sul conto corrente aziendale, l intero ammontare del capitale sociale sottoscritto. - Ricevimento di una fattura di acquisto di merci per Euro IVA 20%. Il pagamento è immediato per il 50% del debito e differito per la restante parte. - Emissione di fattura relativa ad una vendita di prodotti finiti per Euro + IVA 20%. L incasso è differito. - Liquidazione e pagamento di retribuzioni per Euro. Le ritenute IRPEF ammontano a Euro e le ritenute INPS a Euro. - L azienda ottiene un mutuo da una banca per l importo di Euro L impresa effettua la liquidazione dell IVA. Si proceda, inoltre, a redigere il primo bilancio di verifica tenendo conto delle sole operazioni sopra riportate, compilando la tabella di seguito riportata. I BILANCIO DI VERIFICA DENOMINAZIONE CONTI DARE AVERE ESERCITAZIONE IL BILANCIO Dato il seguente secondo bilancio di verifica, redigere il Bilancio d Esercizio. 28

29 2 Bilancio di verifica COD. DENOMINAZIONE CONTI DARE AVERE Marchi ,00 Fondo Ammortamento Marchi 4.600,00 Fabbricato ,00 Fondo Ammortamento Fabbricati 5.600,00 Rimanenze Materie Prime 2.000,00 Rimanenze Prodotti Finiti 5.600,00 Crediti v/clienti ,00 Fondo Svalutazione Crediti 2.450,00 Cassa 1.000,00 Banca c/c ,00 Capitale Sociale ,00 Riserve 6.950,00 Fondo per rischi di garanzia 6.050,00 Debiti v/banche ,00 Fornitori ,00 Debiti tributari 3.430,00 Ratei passivi 1.400,00 Ricavi di vendita ,00 Variazione Rimanenze Prodotti Finiti 1.300,00 Affitti attivi 6.800,00 Acquisti ,00 Spese per energia elettrica 5.090,00 Salari e stipendi ,00 Ammortamento Marchi 3.900,00 Ammortamento Fabbricati 5.000,00 Svalutazione Crediti 340 Variazione Rimanenze Materie Prime 2.300,00 Accantonamento per Rischi e Oneri 3.000,00 Interessi attivi su c/c 1.900,00 Interessi passivi su c/c 1.300,00 Imposte sul reddito 2.400,00 TOTALE , ,00 29

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE Dopo avere completato la tabella a doppia entrata e analizzato le variazioni coinvolte, si rilevino con scritture cronologiche e sistematiche in partita

Dettagli

CONTO SALDI DARE AVERE

CONTO SALDI DARE AVERE Simulazione n. 1 La situazione dei conti al 30/11/2014 della società Even Srl che svolge attività mercantile, presenta i seguenti saldi: CONTO SALDI DARE AVERE Attrezzature 200.000,00 Banca di Roma c/c

Dettagli

Corso di Ragioneria Generale ed Applicata Contabilità

Corso di Ragioneria Generale ed Applicata Contabilità Esercitazioni di Ragioneria Generale ed Applicata Modulo 1 a cura della Dott.ssa S. Basta Materiale didattico riservato esclusivamente a circolazione interna SETTIMANA 3 ARGOMENTI: SCRITTURE CONTINUATIVE:

Dettagli

QUADERNO DI CONTABILITA GENERALE ESERCIZI N. 3: ECONOMIA AZIENDALE I. Insegnamento di CORSI DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE ED ECONOMIA E COMMERCIO

QUADERNO DI CONTABILITA GENERALE ESERCIZI N. 3: ECONOMIA AZIENDALE I. Insegnamento di CORSI DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE ED ECONOMIA E COMMERCIO Insegnamento di ECONOMIA AZIENDALE I CORSI DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE ED ECONOMIA E COMMERCIO UNIVERSITÀ DI FIRENZE A.A. 2007/08 A CURA DI GIACOMO MANETTI QUADERNO DI ESERCIZI N. 3: CONTABILITA GENERALE

Dettagli

Contabilità e bilancio 4/ed - Fabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sòstero Copyright 2015 - McGraw-Hill Education (Italy) srl PIANO DEI CONTI

Contabilità e bilancio 4/ed - Fabrizio Cerbioni, Lino Cinquini, Ugo Sòstero Copyright 2015 - McGraw-Hill Education (Italy) srl PIANO DEI CONTI PIANO DEI CONTI 1. COMPONENTI POSITIVE DI REDDITO 1.1. Ricavi di vendita 1.1.1. Prodotti c/vendite 1.1.2. Merci c/vendite 1.1.3. Servizi c/vendite 1.1.4. Prodotti c/vendite estero 1.1.5. Merci c/vendite

Dettagli

Tema n. 1 1 quesito: Prospetto 1

Tema n. 1 1 quesito: Prospetto 1 Tema n. 1 In data 31/12/02 si decide lo scorporo di un ramo d azienda dalla società Gamma S.p.A. - che ha i- niziato la propria attività in data 1/1/1995 - ed il suo successivo conferimento nella società

Dettagli

Lez. 3. I ferri del mestiere. I registri in cui si effettuano le registrazioni. Lez. 3 1

Lez. 3. I ferri del mestiere. I registri in cui si effettuano le registrazioni. Lez. 3 1 Lez. 3 I ferri del mestiere I registri in cui si effettuano le registrazioni Lez. 3 1 La tecnica di rilevazione Per effettuare le registrazioni contabili occorre disporre di due strumenti: il piano dei

Dettagli

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia

Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia ESERCITAZIONE PRATICA DI CONTABILITA GENERALE Prof.ssa Mara Del Baldo Dott. Antonio Rizzuto Dott.ssa Elena De Renzio Fano, 03 dicembre 2009

Dettagli

ACQUISTI, VENDITE DI BENI E SERVIZI E REGOLAZIONE DI DEBITI E CREDITI

ACQUISTI, VENDITE DI BENI E SERVIZI E REGOLAZIONE DI DEBITI E CREDITI ESERCITAZIONE N. 2 - ACQUISTI, VENDITE DI BENI E SERVIZI E REGOLAZIONE DI DEBITI E CREDITI Dott.ssa Carlotta del Sordo Corso di Economia Aziendale CLEGA Facoltà di Economia di Forlì Università degli Studi

Dettagli

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa TESTO ESERCITAZIONE CODIFICATO 1. In data 2/12 si paga al fornitore Le bottiglie Srl, tramite bonifico bancario, un

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 3 settembre 2014 COGNOME:

Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 3 settembre 2014 COGNOME: Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 3 settembre 2014 COGNOME: NOME: MATRICOLA: PRIMA PARTE ooooooooo Con riferimento

Dettagli

COMPITO A Candidato matricola.

COMPITO A Candidato matricola. COMPITO A Candidato matricola. Si risponda sinteticamente alle seguenti domande e si risolva ordinatamente il punto 8. 1 a domanda Definire il concetto di soggetto giuridico con riferimento alle varie

Dettagli

(anno n e anno n+1) Anno N. 20/04 sottoscrizione da parte degli azionisti di 100.000 azioni del valore nominale di 10.

(anno n e anno n+1) Anno N. 20/04 sottoscrizione da parte degli azionisti di 100.000 azioni del valore nominale di 10. ESERCITAZIONE N 2 (anno n e anno n+1) In questa esercitazione, partendo dalla costituzione di una S.p.A., vengono eseguite le scritture continuative relative alle operazioni svolte durante l esercizio;

Dettagli

Fatture da ricevere 5.000 IVA ns credito 500 Debiti v/fornitori 5.500

Fatture da ricevere 5.000 IVA ns credito 500 Debiti v/fornitori 5.500 Il 4 gennaio 20xx arriva in azienda la fattura relativa ad un acquisto di merce per 5.000 + IVA 10% che al 31/12 era stato registrato senza il relativo documento. 3/1/20xx DARE AVERE Fatture da ricevere

Dettagli

BENI STRUMENTALI GESTIONE DEL PERSONALE

BENI STRUMENTALI GESTIONE DEL PERSONALE BENI STRUMENTALI 1) In data 02/05/n l industriale Federico Pizzetto stipula un contratto di acquisto di un macchinario con la Vortici srl alle seguenti condizioni: costo complessivo 60.000 euro + iva ordinaria

Dettagli

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE

ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE ESERCITAZIONE N.1 MODELLO EQUILIBRIO MODELLO CONTABILE Dopo avere completato la tabella a doppia entrata e analizzato le variazioni coinvolte, si rilevino con scritture cronologiche e sistematiche in partita

Dettagli

DIRITTO ED ECONOMIA PER L AZIENDA ESERCIZI PER IL CORSO DI RECUPERO ESTIVO CLASSI TERZE LINGUISTICO

DIRITTO ED ECONOMIA PER L AZIENDA ESERCIZI PER IL CORSO DI RECUPERO ESTIVO CLASSI TERZE LINGUISTICO DIRITTO ED ECONOMIA PER L AZIENDA ESERCIZI PER IL CORSO DI RECUPERO ESTIVO CLASSI TERZE LINGUISTICO Es. n. 1 Presentare le parti tabellari delle seguenti fatture: lo/lo ricevuta fattura della ditta Romano

Dettagli

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze

Traccia n. 1. Prospetto dei conti al 31 dicembre. Eccedenze Traccia n. 1 1. Il Candidato compili la Situazione Contabile dell impresa «Omega SpA», tenendo conto che il prospetto contabile di seguito presentato è stato redatto dopo la prima e la seconda fase dell

Dettagli

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO

ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO ESERCITAZIONE: CONTABILITA E BILANCIO L Alba Spa è società svolgente attività industriale e al 31/12/n prima di procedere alle scritture di assestamento di bilancio presenta le seguenti situazioni contabili:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ESERCIZI RIASSUNTIVI (senza soluzione) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M CORSO DI ECONOMIA AZIENDALE

Dettagli

Esercitazioni di economia aziendale (II modulo)

Esercitazioni di economia aziendale (II modulo) Università degli Studi di Pavia Facoltà di Economia Anno Accademico 2012-2013 Esercitazioni di economia aziendale (II modulo) Dario Capittini Economia aziendale - Esercitazioni 1 Il processo di rilevazione

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione Prof. Stefano Coronella Cognome: Nome: Matricola: Aula: Documento identità (tipo e numero; basta anche il solo libretto universitario) Rilasciato da: Firma Rilasciato il: Segnare con una X l unica risposta

Dettagli

Ragioneria Generale ed Applicata

Ragioneria Generale ed Applicata Ragioneria Generale ed Applicata Corso 00-49 LEZIONE n. 17 Prof.ssa Anna Paris anna.paris@unisi.it Università degli Studi di Siena School of Economics and Management Dip. di Studi Aziendali e Giuridici

Dettagli

PROVA C. ESERCIZIO 1 Al 15 marzo 2013 la situazione contabile della Ellesse & C. S.p.a.. presenta, i seguenti saldi: ...

PROVA C. ESERCIZIO 1 Al 15 marzo 2013 la situazione contabile della Ellesse & C. S.p.a.. presenta, i seguenti saldi: ... PROVA C ESERCIZIO 1 Al 15 marzo 2013 la situazione contabile della Ellesse & C. S.p.a.. presenta, i seguenti saldi: Attrezzature 157.400,00 Riserva Legale 30.000,00 Capitale sociale 270.000,00 Crediti

Dettagli

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99

Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 Esercitazioni del corso di Ragioneria generale ed applicata Corso 50-99 ESERCITAZIONE N 2 ARGOMENTI CONSIDERATI: Fase di diritto e fase di fatto delle registrazioni contabili Registrazione dei finanziamenti

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE CLASSE 4 M LLT

COMPITI PER LE VACANZE CLASSE 4 M LLT Completa, con l inserimento dei dati mancanti, l analisi dei seguenti fatti di gestione effettuati dalla ditta Mario Rossi & c. (titolare di conto corrente bancario presso la BANCA DI ROMA) 1) la ditta

Dettagli

Capitolo 4 - a) Acquistate merci per 300, pagamento per contanti

Capitolo 4 - a) Acquistate merci per 300, pagamento per contanti prime applicazioni del metodo della partita doppia Capitolo 4 - a) Acquistate merci per 300, pagamento per contanti.../ /200n VEN Merci c/ acquisti D 300,00.../ /200n VFN Cassa A 300,00 D Cassa A D Merci

Dettagli

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa PROFILO AZIENDALE

Esercitazione Ragioneria Generale ed Applicata A.A. 2015/2016 Il caso Vini buoni Spa PROFILO AZIENDALE PROFILO AZIENDALE L impresa industriale Vini buoni SPA produce e vende vini imbottigliati. L impianto di produzione si compone dei seguenti beni ammortizzabili: vasche di scarico dell uva, diraspatrici,

Dettagli

1/1/n+1 Procedere alla riapertura dei conti e allo storno delle rimanenze, dei ratei e deirisconti iniziali

1/1/n+1 Procedere alla riapertura dei conti e allo storno delle rimanenze, dei ratei e deirisconti iniziali ESERCIZIO n. 1 Assestamento, determinazione del reddito e scritture di riapertura Eccedenze Dare Eccedenze Avere Denaro in cassa 4.262,70 Patrimonio Netto 928.690,60 Interessi passivi v/forn. 10.105,20

Dettagli

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015

11-09-2014 Ragioneria A.A. 2014/2015 1 ü I crediti di natura commerciale ü Le partite da liquidare ü I crediti dubbi e in contenzioso ü i crediti tributari ü I crediti verso altri 2 1 COLLOCAZIONE NELLO STATO PATRIMONIALE Schema di sintesi

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE Esercitazioni 1 parte

RAGIONERIA GENERALE Esercitazioni 1 parte RAGIONERIA GENERALE Esercitazioni 1 parte Ragioneria generale - ESERCIZIO N. 1 (versione semplificata non si tiene conto dell IVA) Si proceda a contabilizzare in P.D. i seguenti fatti amministrativi commentando

Dettagli

ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING

ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING Temi in preparazione alla maturità ACQUISIZIONE DI BENI STRUMENTALI, FINANZIAMENTI, FULL COSTING di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Materie: Economia aziendale (Classe 5 a Istituto Tecnico e Istituto

Dettagli

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione

RAGIONERIA GENERALE 10 CFU Simulazione Prof. Stefano Coronella Cognome: Nome: Matricola: Aula: Documento identità (tipo e numero; basta anche il solo libretto universitario) Rilasciato da: Firma Rilasciato il: Segnare con una l unica risposta

Dettagli

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale

Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Esame di Stato anno scolastico 2011/2012 Svolgimento Tema di Economia aziendale Il tema assegnato per la seconda prova di Economia aziendale nell'indirizzo I.G.E.A. è incentrato sulla differenza tra reddito

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI 1 LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI OPERAZIONI A BREVE TERMINE - rapporto di conto corrente - operazioni

Dettagli

UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2015 BILANCIO D ESERCIZIO: LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO

UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2015 BILANCIO D ESERCIZIO: LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO UN ANNO DI FORMAZIONE INSIEME Gennaio Dicembre 2015 BILANCIO D ESERCIZIO: LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO Bilancio d esercizio ART. 2423 Codice Civile Stato Patrimoniale Conto economico Nota integrativa ART.

Dettagli

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico

Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti di un azienda industriale in forma di s.p.a. e raccordo conlevoci di Stato patrimoniale e Conto economico Quadro dei conti Voci di: Stato patrimoniale (art. 2424 c.c.) Conto economico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 CORSO DI LAUREA IN SCIENZE AZIENDALI PROF.SSA DANIELA COLUCCIA CANALE E-M UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA SAPIENZA ANNO ACCADEMICO 2015/2016 LE FONTI DI FINANZIAMENTO Le fonti di finanziamento in una società comprendono: a) il capitale sociale b) il capitale di credito c) l autofinanziamento

Dettagli

TRACCIA A ESERCIZIO 1

TRACCIA A ESERCIZIO 1 TRACCIA A ESERCIZIO 1 Nel corso del 2009 la ditta individuale Verdi ha effettuato, tra le altre, le operazioni di gestione di seguito riportate. Presentare le scritture a libro giornale (gestione e assestamenti;

Dettagli

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE DEL 03 LUGLIO 2008 I Il candidato illustri le finalità economico

Dettagli

ESERCITAZIONE DEL 12 NOVEMBRE 2013 (CON SOLUZIONI)

ESERCITAZIONE DEL 12 NOVEMBRE 2013 (CON SOLUZIONI) ESERCITAZIONE DEL 12 NOVEMBRE 2013 (CON SOLUZIONI) Si rilevino le seguenti scritture di rettifica di fine anno sul bilancio della società ABC Srl qui allegato. 1) Rilevazione delle seguenti quote di ammortamento:

Dettagli

TEMA 1 Parte A VOCI 31/12/2004 31/12/2003

TEMA 1 Parte A VOCI 31/12/2004 31/12/2003 TEMA 1 Parte A Nel bilancio civilistico al 31/12/2004 dell azienda ALFA risultano, tra gli altri, i seguenti dati: VOCI 31/12/2004 31/12/2003 B) I. 2) Costi di ricerca, sviluppo e pubblicità 12.708 B)

Dettagli

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI V/S SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI B) IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE SCRITTURE DI RETTIFICA E ASSESTAMENTO 1 LA COSTRUZIONE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO Dalla raccolta delle informazioni contabili alla loro sintesi L esercizio La competenza

Dettagli

TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006

TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006 TRACCIA SOLUZIONE ESAME DI CONTABILITA AZIENDALE E BILANCIO 21 LUGLIO 2006 a cura di Ericka Costa SCRITTURE IN P.D. 1. L utile dell esercizio precedente viene distribuito come segue: 7.000 tra i soci,

Dettagli

Il piano dei conti. Il piano dei conti si articola in: CLASSI 1. ATTIVITÀ 2. PATRIMONIO NETTO 3. PASSIVITÀ 4. RICAVI 5. COSTI DELLA PRODUZIONE

Il piano dei conti. Il piano dei conti si articola in: CLASSI 1. ATTIVITÀ 2. PATRIMONIO NETTO 3. PASSIVITÀ 4. RICAVI 5. COSTI DELLA PRODUZIONE I L PIANO DEI CONTI Il piano dei conti Il piano dei conti si articola in: CLASSI RAGGRUPPAMENTI CONTI DI MASTRO SOTTOCONTI 1ª posizione 2ª posizione 3ª e 4ª posizione Posizioni successive (non sviluppato)

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M730 - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: GIURIDICO ECONOMICO

Dettagli

ESERCITAZIONE DEL 15-11-2011. Acquisti e vendite Resi, sconti e abbuoni Cambiali

ESERCITAZIONE DEL 15-11-2011. Acquisti e vendite Resi, sconti e abbuoni Cambiali ESERCITAZIONE DEL 15-11-2011 Acquisti e vendite Resi, sconti e abbuoni Cambiali La società D Alessio S.p.a. ha un Capitale sociale di 120.000, interamente versati in un conto corrente bancario. Nel corso

Dettagli

20 giugno 2006 PRIMA PROVA MATERIE AZIENDALI TEMA I

20 giugno 2006 PRIMA PROVA MATERIE AZIENDALI TEMA I 20 giugno 2006 PRIMA PROVA MATERIE AZIENDALI TEMA I Il candidato proceda preventivamente ad illustrare sotto il profilo civilistico e fiscale le caratteristiche dell operazione di cessione d azienda. Successivamente

Dettagli

Esercizi di ingresso. 1) Scritture in Partita Doppia

Esercizi di ingresso. 1) Scritture in Partita Doppia Esercizi di ingresso 1) Scritture in Partita Doppia 03/04 ACQUISTI DI MERCI 13.885,20 03/04 IVA A CREDITO 2.777,04 03/04 DEBITI V/FORNITORI 504,00 03/04 INTERESSI PASSIVI V/FORNITORI 84,66 03/04 DEBITI

Dettagli

PROSPETTO DI CLASSIFICAZIONE DEI CONTI DENOMINAZIONE CONTI ECONOMICI CONTI FINANZIARI CONTI di reddito capitale Numerari Finanziamento Costi Eserc.

PROSPETTO DI CLASSIFICAZIONE DEI CONTI DENOMINAZIONE CONTI ECONOMICI CONTI FINANZIARI CONTI di reddito capitale Numerari Finanziamento Costi Eserc. PROSPETTO DI CLASSIFICAZIONE DEI CONTI DENOMINAZIONE CONTI ECONOMICI CONTI FINANZIARI Costi Ricavi Costi sospesi (CS)/ Ricavi sospesi Abbuoni attivi X Abbuoni passivi X Aggio di emissione X Ammortamento

Dettagli

GARA NAZIONALE IGEA - ANNO 2013 -

GARA NAZIONALE IGEA - ANNO 2013 - GARA NAZIONALE IGEA - ANNO 2013 - PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE La prova consiste nello svolgimento di due parti, la parte A e la parte B PARTE A - obbligatoria - ( punti 40 ) Operazioni relative alla S.p.A.:

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE GARA NAZIONALE PROGETTO MERCURIO - ANNO 2013 - PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE La prova consiste nello svolgimento di due parti, la parte A e la parte B PARTE A - obbligatoria - ( punti 20 ) Operazioni relative

Dettagli

Quadro dei conti di un azienda individuale

Quadro dei conti di un azienda individuale Documento Piano dei conti Biblioteca di Economia aziendale Quadro dei conti di un azienda individuale Quadro dei conti sintetico Quadro dei conti analitico per il secondo biennio Istituti Tecnici del settore

Dettagli

Parte Seconda Le prove precedentemente assegnate all esame di Stato

Parte Seconda Le prove precedentemente assegnate all esame di Stato Parte Seconda Le prove precedentemente assegnate all esame di Stato La traccia Il candidato illustri le differenze tra reddito d esercizio e flusso di risorse generato dalla gestione reddituale. Presenti,

Dettagli

PIANO DEI CONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (CON ATTIVITÀ INDUSTRIALE)

PIANO DEI CONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (CON ATTIVITÀ INDUSTRIALE) PIANO DEI CONTI DI UNA SOCIETÀ PER AZIONI (CON ATTIVITÀ INDUSTRIALE) 00.00 CREDITI V/SOCI 00.01 Azionisti c/sottoscrizione 00.02 Azionisti c/versamenti richiamati 00.05 Azionisti c/reintegro 01.00 IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

Introduzione allo studio del bilancio di esercizio

Introduzione allo studio del bilancio di esercizio Introduzione allo studio del bilancio di esercizio art 2424 contenuto dello stato patrimoniale art 2424 bis disposizioni relative alle singole voci dello SP art 2426 criteri di valutazione art 2427 contenuto

Dettagli

CONTI FINANZIARI. Contanti. Cassa. Assegni Oppure: - cassa sede centrale - cassa negozio 2. C/C BANCARI - Un sottoconto per ciascun c/c.

CONTI FINANZIARI. Contanti. Cassa. Assegni Oppure: - cassa sede centrale - cassa negozio 2. C/C BANCARI - Un sottoconto per ciascun c/c. CONTI FINANZIARI Cassa Contanti Assegni Oppure: - cassa sede centrale - cassa negozio 1 - cassa negozio 2 C/C BANCARI - Un sottoconto per ciascun c/c CLIENTI Italia Estero Un sottoconto per ogni cliente

Dettagli

Facoltà di Economia EADI Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 08 Gennaio 2004

Facoltà di Economia EADI Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 08 Gennaio 2004 Facoltà di Economia EADI Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 08 Gennaio 2004 Al 30/11/ 2002, la situazione contabile della M.S.M.C. S.p.A. presenta, tra gli altri, i seguenti valori: Acquisto

Dettagli

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico

Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico Piano dei conti di un impresa industriale in forma di società per azioni Stato patrimoniale Conto economico per la classe 4 a Istituti tecnici e Istituti professionali 01. Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE GARA NAZIONALE IGEA 2011 PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE Si richiede lo svolgimento della parte A e di uno dei punti a scelta della parte B E consentito l uso del Codice Civile non commentato e della calcolatrice

Dettagli

LE SCRITTURE ASSESTAMENTO

LE SCRITTURE ASSESTAMENTO LE SCRITTURE DI ASSESTAMENTO SCRITTURE DI ASSESTAMENTO Le scritture di assestamento consentono di passare dal criterio della manifestazione finanziaria al criterio della competenza economica e sono effettuate

Dettagli

4. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI E SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI

4. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI E SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 4. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI E SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 1 3) Rettifiche su acquisti Le rettifiche su acquisti (o scritture di rettifica dei costi) si riferiscono

Dettagli

ESERCITAZIONE DI CONTABILITÀ GENERALE

ESERCITAZIONE DI CONTABILITÀ GENERALE ESERCITAZIONE DI CONTABILITÀ GENERALE RIPASSO GENERALE DELLE REGOLE DI PARTITA DOPPIA NON È MATERIALE DIDATTICO DA STUDIARE AI FINI DEL CORSO DI ECONOMIA DELLE OPERAZIONI STRAORDINARIE D'IMPRESA A.A. 2010/2011

Dettagli

Corso di RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA. Prof.ssa Elena CRISTIANO. Corso di laurea in Economia ESERCITAZIONE 1

Corso di RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA. Prof.ssa Elena CRISTIANO. Corso di laurea in Economia ESERCITAZIONE 1 Corso di RAGIONERIA GENERALE ED APPLICATA Prof.ssa Elena CRISTIANO Corso di laurea in Economia ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 1: ACQUISTI VENDITE RESI I.V.A. RETRIBUZIONI Si rilevino sul libro giornale

Dettagli

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico

Biblioteca di Economia aziendale. per il secondo biennio e il quinto anno. Istituti tecnici del settore economico Biblioteca di Economia aziendale PIANO DEI CONTI DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI Documento Piano dei conti BILANCIO DI UN IMPRESA INDUSTRIALE IN FORMA DI SOCIETÀ PER AZIONI STATO

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Sessione ordinaria 2012 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca YMER - ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE CORSO SPERIMENTALE Progetti MERCURIO e SIRIO

Dettagli

Soci c/ sottoscrizione Capitale sociale. a) 200.000 50.000 b) 200.000 a) STATO PATRIMONIALE INIZIALE PASSIVITA E CAPITALE NETTO

Soci c/ sottoscrizione Capitale sociale. a) 200.000 50.000 b) 200.000 a) STATO PATRIMONIALE INIZIALE PASSIVITA E CAPITALE NETTO Esercizio: 1. Il 1.01.2005 si costituisce la Belgeri Srl con un capitale sociale di. 200.000 sottoscritto al 60% da Pietro e al 40% da Paolo. Entrambi promettono conferimenti in denaro. I soci versano

Dettagli

Il bilancio d esercizio

Il bilancio d esercizio ESAME DI STATO 2005 - TEMA DI ECONOMIA AZIENDALE - INDIRIZZO IGEA di Monica Ceccherelli Il bilancio d esercizio Il bilancio d esercizio è il principale documento di sintesi redatto per dare informazioni

Dettagli

Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1. Esercitazione n. 11. Lidia Sorrentino

Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1. Esercitazione n. 11. Lidia Sorrentino Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 11 Scritture di gestione; scritture di assestamento, epilogo, chiusura; Situazione contabile finale; bilancio d esercizio Conoscenza: natura

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE E PER GEOMETRI A.MARTINI Castelfranco Veneto (TV) GARA NAZIONALE - ANNO - PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE La prova consiste nello svolgimento due parti, la parte A e la

Dettagli

Srl La predisposizione del piano finanziario

Srl La predisposizione del piano finanziario Srl La predisposizione del piano finanziario 1 Srl stato patrimoniale al 31/12/24 Attività Passività Software e licenze 55., 22., Impianti generici 15., 28., Mobili ed arredi 124., 12., Macchine elettroniche

Dettagli

PRIME APPLICAZIONI DEL METODO DELLA PARTITA DOPPIA

PRIME APPLICAZIONI DEL METODO DELLA PARTITA DOPPIA ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Prova di verifica PRIME APPLICAZIONI DEL METODO DELLA PARTITA DOPPIA di Mariaersilia LISI RICATTI Materie: Economia aziendale (Classe 3 a Istituto Tecnico, 3 a Istituto Professionale)

Dettagli

LA GESTIONE FINANZIARIA:REPERIMENTO DI RISORSE E INVESTIMENTI IN TITOLI

LA GESTIONE FINANZIARIA:REPERIMENTO DI RISORSE E INVESTIMENTI IN TITOLI Esercizio 3 In data 1/6 la società Delta S.p.A. ottiene un anticipazione bancaria con scadenza al 1/8 per l importo di 10.000. Gli interessi sono liquidati in via posticipata ed ammontano a 500. In data

Dettagli

RATEI ATTIVI E PASSIVI

RATEI ATTIVI E PASSIVI RATEI ATTIVI E PASSIVI Costituiscono ratei attivi o passivi rispettivamente i crediti o debiti, relativi a ricavi o costi di competenza dell esercizio che si chiude e di esercizi successivi, i quali avranno

Dettagli

Si rilevino le seguenti operazioni di gestione nel Libro Mastro e nel Libro Giornale:

Si rilevino le seguenti operazioni di gestione nel Libro Mastro e nel Libro Giornale: Prof.ssa ntonietta Cosentino Sapienza Università di Roma ECONOMI ZIENDLE - Casi e Soluzioni ESERCITZIONE 10 LE OPERZIONI DI GESTIONE E L REDZIONE DEL BILNCIO DI VERIFIC Si rilevino le seguenti operazioni

Dettagli

Il processo di formazione del bilancio: le scritture di assestamento

Il processo di formazione del bilancio: le scritture di assestamento Tracce di temi 2010 Scuola Duemila 1 Traccia n. 5 Il processo di formazione del bilancio: le scritture di assestamento Walter Roverelli Sulla base del seguente bilancio di verifica al 31/12/n, redatto

Dettagli

Ragioneria generale ed applicata Prof. Salvatore Madonna pag. 1

Ragioneria generale ed applicata Prof. Salvatore Madonna pag. 1 Ragioneria generale ed applicata Prof. Salvatore Madonna pag. 1 Esercizio n. 1 (Finanziamento) Si effettui, per le operazioni di gestione sotto riportate, l'analisi della natura delle variazioni di valore.

Dettagli

Le operazioni accessorie

Le operazioni accessorie Albez edutainment production Le operazioni accessorie III Classe ITC 1 I servizi di riscossione Sono servizi svolti dalla banca per conto dell impresa e riguardano principalmente le disposizioni elettroniche

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI

II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI CONTABILITA GENERALE 16 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 3 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

NELLA CONTABILITA GENERALE

NELLA CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 9 H) SCRITTURE DI ASSESTAMENTO 24 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 CLASSIFICAZIONE DELLE SCRITTURE NELLA CONTABILITA GENERALE

Dettagli

COSTI DEL PERSONALE. B) CONTRIBUTI SOCIALI In PARTE a carico dell AZIENDA ed in PARTE a carico del LAVORATORE

COSTI DEL PERSONALE. B) CONTRIBUTI SOCIALI In PARTE a carico dell AZIENDA ed in PARTE a carico del LAVORATORE COSTI DEL PERSONALE A) RETRIBUZIONE ONERE A CARICO DELL AZIENDA B) CONTRIBUTI SOCIALI In PARTE a carico dell AZIENDA ed in PARTE a carico del LAVORATORE C) RITENUTE FISCALI A CARICO DEL LAVORATORE D) TRATTAMENTO

Dettagli

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2013

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2013 GALENO SOC. MUTUA COOP.VA/ FONDO SANITARIO INTEGRATIVO. Sede in: VIA G.BATTISTA DE ROSSI N.12-00161 - ROMA (RM) Codice fiscale: 04273791006 Partita IVA: 04273791006 Capitale sociale: Euro 272.428,00 Capitale

Dettagli

Elaborazione del bilancio d esercizio

Elaborazione del bilancio d esercizio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 7 Elaborazione del bilancio d esercizio Antonia Mente COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Individuare e accedere alla normativa pubblicistica, civilistica

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale e Geometri A. Bassi Via di Porta Regale, 2 26900 LODI C.F. 84504980156

Istituto Tecnico Commerciale e Geometri A. Bassi Via di Porta Regale, 2 26900 LODI C.F. 84504980156 Istituto Tecnico Commerciale e Geometri A. Bassi Via di Porta Regale, 2 26900 LODI C.F. 84504980156 Corsi Diurni: IGEA Mercurio Geometri Progetto Cinque ERICA Tecnico Turistico ITER Corsi Post Diploma

Dettagli

Corso Base di Formazione per dipendenti e collaboratori di studi professionali Martedì 1 aprile 2014

Corso Base di Formazione per dipendenti e collaboratori di studi professionali Martedì 1 aprile 2014 Corso Base di Formazione per dipendenti e collaboratori di studi professionali Martedì 1 aprile 2014 1 PROCEDURE AMMINISTRATIVE CONTABILI A) ACQUISIRE LA DOCUMENTAZIONE DI OGNI FATTO DI GESTIONE B) RISPETTARE

Dettagli

L acquisizione delle materie. Lezione 5

L acquisizione delle materie. Lezione 5 L acquisizione delle materie Lezione 5 Acquisti di beni materiali Materie prime Materiali di consumo Semilavorati Merci Il conto da utilizzare relativo al bene acquisito sarà c/acquisti. Acquisti e iva

Dettagli

Le rilevazioni contabili

Le rilevazioni contabili Le rilevazioni contabili Una rilevazione contabile consiste nella raccolta e nella elaborazione dei dati relativi alla gestione, al fine di rappresentarli e interpretarli. Le rilevazioni contabili si concretano

Dettagli

QUADRO DEI CONTI DI UN IMPRESA COMMERCIALE IN FORMA DI SNC

QUADRO DEI CONTI DI UN IMPRESA COMMERCIALE IN FORMA DI SNC QUADRO DEI CONTI DI UN IMPRESA COMMERCIALE IN FORMA DI SNC 00.00 CREDITI V/SOCI 00.01 Socio c/conferimenti 00.10 Socio c/reintegro 00.20 Socio c/prelevamenti 01.00 IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 01.01 Costi

Dettagli

SITUAZIONE ECONOMICA FINALE

SITUAZIONE ECONOMICA FINALE SITUAZIONE ECONOMICA FINALE materie prime c/acquisti 2.., prodotti c/vendite 2.5., costi di trasporto 5., lavori su ordinazione 3., fitti passivi 2., materie prime c/rimanenze finali 25., salari e stipendi

Dettagli

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

A) VALORE DELLA PRODUZIONE CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE: 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni merci conto vendite - resi su vendite - ribassi e abbuoni passivi 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso

Dettagli

ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12

ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA1 alla Dgr n. 780 del 21 maggio 2013 pag. 1/12 Piano dei conti ATTIVITA' CREDITI PER QUOTE ASSOCIATIVE DA INCASSARE Crediti per quote associative da incassare Crediti

Dettagli

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROVA DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE Edmondo De Amicis Via C. Parenzo 16 ROVIGO Tel. 0425-21240 Fax 0425-422820 E-mail segreteria@itcrovigo.it Web www.itcrovigo.it C.F. 93028770290 C.M. ROIS008009

Dettagli

Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il 31-12-2000 presenta il seguente Stato Patrimoniale.

Capitolo 11. Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini. Esercizio 1. Una Società, il 31-12-2000 presenta il seguente Stato Patrimoniale. Capitolo 11 Esercizi di contabilità e bilancio di Mario Calderini Esercizio 1 Una Società, il 31-12-2 presenta il seguente Stato Patrimoniale. Terreni Immobilizzazioni tecniche Immobilizzazioni immateriali

Dettagli

3. CONTABILITA GENERALE

3. CONTABILITA GENERALE 3. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 1 Scritture di gestione Si distinguono le seguenti rilevazioni contabili: A. scritture relative agli acquisti; B. regolamento

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 11 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2014

GALEN SOC. MUTUA COOP.VA / FONDO SANITARIO INTEGRATIVO - Bilancio al 31/12/2014 GALENO SOC. MUTUA COOP.VA/ FONDO SANITARIO INTEGRATIVO. Sede in: VIA G.BATTISTA DE ROSSI N.12-00161 - ROMA (RM) Codice fiscale: 04273791006 Partita IVA: 04273791006 Capitale sociale: Euro 272.428,00 Capitale

Dettagli

LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL

LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL CON UNICO SOCIO 20900 MONZA (MI) VIA LARIO, 15 Capitale sociale:. 50.000,00 interamente versato Codice fiscale: 06660880961 Partita IVA: 06660880961 Iscritta presso

Dettagli

Conoscere le forme di contabilizzazione del lavoro dipendente

Conoscere le forme di contabilizzazione del lavoro dipendente Corso di Contabilità e bilancio Contabilita www.massimilianobonacchi.net La retribuzione di lavoro dipendente oggetto della lezione LE REGISTRAZIONI CONTABILI LEGATE ALLA RETRIBUZIONE DEI DIPENDENTI 2

Dettagli