SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:"

Transcript

1 PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON:

2 L indagine Nel mese di ottobre 2010, Forbes Insights ha condotto un indagine sulle piccole e medie imprese (imprese con un organico pari o inferiore a 250 dipendenti) in Cina e in cinque altri Paesi (Canada, Italia, Singapore, Sudafrica e Regno Unito). Complessivamente, hanno partecipato all indagine 257 PMI cinesi, campione rappresentativo di microimprese (meno di 10 dipendenti), piccole imprese (dai 10 ai 49 dipendenti) e medie imprese (dai 50 ai 250 dipendenti). L indagine è stata realizzata in collaborazione con ACCA (Association of Chartered Certified Accountants), l associazione globale degli esperti contabili; CGA-Canada (Certified General Accountants Association of Canada) e CNDCEC, il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, l istituto rappresentativo della professione contabile in Italia. I risultati aggregati sono disponibili nello studio: Piccole e Medie Imprese: Ricostruire le premesse per una nuova crescita. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 2

3 I risultati chiave: l andamento del fatturato Le PMI cinesi hanno superato tutte le altre PMI che hanno preso parte all indagine quanto a crescita del fatturato nei precedenti 12 mesi, e le loro prospettive di crescita sono ancora più rosee. Complessivamente, il 60% delle PMI cinesi ha dichiarato che il fatturato attuale è più alto rispetto all anno precedente, il 16% ha segnalato una diminuzione, mentre per il 24% la situazione è rimasta sostanzialmente invariata. Le medie imprese sono state quelle che in misura percentualmente maggiore hanno dichiarato di essere cresciute: il 70% ha dichiarato un incremento del fatturato, mentre solo il 6% ha indicato di aver subito una contrazione. Per quanto riguarda le previsioni, il 77% delle PMI cinesi si aspetta una crescita del fatturato per il prossimo anno, il 7% si attende un calo, e il 16% prevede condizioni invariate. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 3

4 Rispetto a 12 mesi fa, com è il vostro attuale fatturato? Come sarà tra 12 mesi? Oggi Significativamente* più alto Più alto Quasi invariato Più basso Tra 12 mesi Significativamente più basso * Ai fini della presente indagine, per significativamente si intende un aumento o una diminuzione non inferiore al 20% Canada Cina Rispetto a 12 mesi fa, com è il vostro attuale fatturato? (per area geografica): Italia Singapore Significativamente più alto Più alto Quasi invariato Più basso Sudafrica Significativamente più basso Regno Unito Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 4

5 I risultati chiave: le preoccupazioni più importanti Nonostante la forte crescita, le PMI in Cina appaiono preoccupate dalla ricerca di nuovi clienti e da una concorrenza più aggressiva. Interpellate in merito alle principali preoccupazioni degli ultimi 12 mesi, le PMI cinesi che hanno partecipato all indagine, al pari delle altre PMI intervistate, hanno citato la ricerca di nuovi e potenziali clienti (36%), e quindi, in misura lievemente inferiore, l incremento della concorrenza, menzionata dal 34% delle PMI cinesi, e la fidelizzazione di personale qualificato (30%). Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 5

6 Trovare nuovi e potenziali clienti Incremento della concorrenza Identificare e fidelizzare dipendenti qualificati Nel corso degli ultimi 12 mesi, quali sono state le principali sfide per la vostra PMI? (Scegliere 3 elementi) Mantenere o massimizzare i margini di profitto Incertezza economica Gestire il flusso di cassa / mantenere l attuale livello di liquidità Migliorare il marketing Fidelizzare gli attuali clienti Determinare una strategia di crescita adeguata Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 6

7 I risultati chiave: i fattori di crescita Le PMI cinesi stanno puntando all innovazione del prodotto / servizio per alimentare la propria crescita nei prossimi 12 mesi. Quando è stato chiesto alle PMI cinesi di formulare previsioni su quali fattori avrebbero contribuito ad un incremento del proprio fatturato nell arco di un anno, le intervistate hanno indicato i seguenti elementi: incremento della qualità dei prodotti / servizi (53%), introduzione di nuovi prodotti / servizi (52%), e incremento delle vendite di prodotti / servizi già esistenti. Oltre alle vendite di prodotto, le medie imprese cinesi prevedono un incremento del fatturato a partire dalle alleanze strategiche e dall espansione su scala nazionale. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 7

8 Incremento della qualità del prodotto o del servizio Introduzione di nuovi prodotti / servizi Incremento delle vendite di prodotti / servizi già esistenti Alleanze strategiche Ingresso in nuovi mercati geografici (nazionali) Aumento della presenza su Internet Modalità di reperimento del capitale di debito Aumento dell organico Raccolta di ulteriore capitale (di debito o di rischio) Ingresso in nuovi mercati geografici (internazionali) Nuova struttura proprietaria societaria Cambio della sede / aumento delle dimensioni dell ufficio Totale PMI cinesi Microimprese Piccole imprese Aumento dell esternalizzazione Medie imprese Fusioni e acquisizioni Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 8

9 I risultati chiave: la gestione della liquidità Per le PMI cinesi, una forte crescita può essere sintomatica di problematiche legate alla propria liquidità. Complessivamente, il 31% delle PMI cinesi ritiene che gestire il flusso di cassa oggi sia più difficile rispetto a un anno fa, il 15% ha indicato che è più facile, mentre il 53% non vede sensibili differenze. È interessante notare che le medie imprese cinesi sono la categoria di PMI a trovarsi maggiormente in difficoltà, con il 38% che ha dichiarato una gestione del flusso di cassa più impegnativa. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 9

10 Più facile Vi risulta più facile o più difficile gestire oggi il flusso di cassa rispetto a 12 mesi fa? Quasi indifferente Più difficile Totale PMI cinesi Microimprese Piccole imprese Medie imprese Non sappiamo Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 10

11 I risultati chiave: le sfide nella gestione della liquidità L aumento dei costi e il ritardo nei pagamenti stanno mettendo sotto pressione la liquidità delle PMI cinesi. Per quanto riguarda le sfide principali per il flusso di cassa che le imprese cinesi hanno dovuto fronteggiare nei precedenti 12 mesi, il 40% delle PMI cinesi ha indicato l aumento dei costi generali. Le altre preoccupazioni relative al flusso di cassa hanno riguardato i clienti ritardatari nei pagamenti o insolventi (38%), la diminuzione del fatturato (23%), e la difficoltà di accesso ai finanziamenti (21%). Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 11

12 Costi generali più alti Clienti ritardatari nei pagamenti o insolventi Riduzione del fatturato Quali sono state le principali sfide per il flusso di cassa che la vostra impresa ha dovuto affrontare negli ultimi 12 mesi? Difficoltà nell accesso al credito Cicli di vendita più lunghi Rotazioni delle scorte più lente Termini di pagamento più stringenti da parte dei venditori Tasse Totale PMI cinesi Microimprese Maggiori sconti / minori addebiti Piccole imprese Medie imprese Perdita di clienti fidelizzati Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 12

13 I risultati chiave: l ansia per la sopravvivenza Metà delle imprese cinesi intervistate ha rivelato la propria preoccupazione di non avere abbastanza risorse per sopravvivere a un altra flessione dell economia. Il 50% ha dichiarato di non essere sicuro di avere un livello di liquidità sufficiente per superare un altra crisi economica, mentre il 44% ha affermato il contrario. Le medie imprese sono apparse le meno preoccupate: il 58% si è dichiarato ottimista circa le proprie riserve di cassa. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 13

14 Disponiamo delle riserve di cassa sufficienti a superare un altra crisi finanziaria. Fortemente in accordo In accordo Non sappiamo In disaccordo Fortemente in disaccordo Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 14

15 I risultati chiave: l andamento dei finanziamenti L accesso al credito per le PMI è stato limitato in Cina: il 54% delle PMI cinesi ha dichiarato di aver ottenuto la totalità o la maggior parte dei finanziamenti richiesti nei precedenti 2 anni. Anche se le PMI cinesi stanno facendo esperienza di una crescita del fatturato senza confronti, l accesso al credito non va necessariamente di pari passo: la struttura bancaria cinese non sembra concedere finanziamenti con tanta facilità alle imprese più piccole. A questo si aggiunge il fatto che i tassi di crescita elevati di queste imprese potrebbero mettere a dura prova il loro flusso di cassa. Di tutte le PMI cinesi che hanno fatto richiesta di finanziamenti negli ultimi 2 anni, il 9% ha ottenuto l intera somma, il 45% ne ha ottenuto una gran parte, il 35% una piccola parte, mentre l 11% non ha ricevuto alcun finanziamento. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 15

16 Pensando alle vostre esigenze di finanziamento negli ultimi 24 mesi, quale delle seguenti situazioni descrive meglio l esito della richiesta di finanziamento (indipendentemente dal tipo) da voi richiesto? Abbiamo ottenuto l intera somma Abbiamo ottenuto gran parte dei finanziamenti richiesti Abbiamo ottenuto soltanto una parte dei finanziamenti richiesti Non abbiamo ottenuto alcun finanziamento richiesto Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 16

17 I risultati chiave: l accesso al finanziamento Le PMI cinesi che hanno partecipato all indagine stentano a percepire miglioramenti nei propri mercati dei finanziamenti. Complessivamente, il 31% ha dichiarato che la propria capacità di ottenere finanziamenti è migliorata nel corso dell ultimo anno, per il 18% è peggiorata, mentre per il 48% è rimasta sostanzialmente invariata. Le prospettive per l anno prossimo sono ben più ottimistiche: il 48% delle PMI cinesi si aspetta un miglioramento della propria capacità di accesso al credito, l 11% si attende un peggioramento, mentre il 38% non vede alcun cambiamento. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 17

18 Oggi Nel corso degli ultimi 12 mesi, la capacità della vostra impresa di ottenere finanziamenti è migliorata, peggiorata o rimasta invariata? Come sarà nei prossimi 12 mesi? Tra 12 mesi Significativamente migliore Migliore Rimasta quasi invariata Peggiore Significativamente peggiore Non abbiamo richiesto finanziamenti Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 18

19 I risultati chiave: le modalità di reperimento del capitale di debito Per quanto riguarda i finanziamenti mediante indebitamento, le PMI cinesi fanno ricorso oggi principalmente a prestiti bancari garantiti, sebbene anche i prestiti da amici e familiari rivestano un ruolo importante. Complessivamente, le tre modalità di reperimento del capitale di debito a cui fanno più ricorso le PMI cinesi oggi sono: prestito bancario garantito (33%), carte di credito personali (26%), prestiti bancari non garantiti (24%), e prestiti da amici / familiari (22%). Si tratta delle stesse modalità di ricorso all indebitamento di cui le imprese cinesi intendono servirsi nei prossimi 2 anni, sebbene alcune imprese si dimostrino disposte a rinunciare alle carte di credito personali per quelle aziendali. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 19

20 Prestito bancario garantito Carte di credito personali Prestito bancario non garantito Prestiti da amici / familiari Credito rotativo Modalità di reperimento del capitale di debito Carte di credito aziendali Sussidi pubblici Credito commerciale da operazioni di acquisto Fido bancario non garantito Factoring / cessione del credito delle fatture Garanzie assicurative pubbliche di credito / debito Oggi Tra 24 mesi Fido bancario garantito Emissione di obbligazioni aziendali Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 20

21 I risultati chiave: gli obiettivi dei finanziamenti Le PMI cinesi intendono ricorrere ai finanziamenti mediante indebitamento e capitale di rischio per creare potenzialità e migliorare le proprie infrastruttura aziendale. Più della metà delle intervistate cinesi (52%) ha dichiarato di voler destinare i finanziamenti mediante indebitamento all espansione della propria capacità produttiva / di servizio, il 43% delle imprese ha dichiarato di voler utilizzare i finanziamenti per investimenti in nuove tecnologie, il 36% intende impiegare tali risorse per investimenti correnti e il 34% per impianti e attrezzature. Queste imprese sembrano essere poco attratte dall espansione internazionale. Le PMI che prevedono di ricorrere al capitale di rischio hanno obiettivi pressoché analoghi. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 21

22 Espansione della capacità produttiva / di servizio Investimento in nuove tecnologie Capitale circolante Impianti ed attrezzature Espansione nazionale Nel corso dei prossimi 24 mesi, come prevedete di utilizzare i vostri finanziamenti? Aumento dell organico Ricerca & Sviluppo Finanziamento ai clienti Finanziamento commerciale Indebitamento Rinnovo del debito esistente Capitale di rischio Acquisizioni Espansione internazionale Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 22

23 I risultati chiave: gli insegnamenti della crisi Le PMI cinesi che hanno partecipato all indagine hanno dichiarato che la recessione, a ben vedere, le ha costrette a diventare imprese migliori. Complessivamente, ben il 72% ha dichiarato di pianificare le proprie attività in modo più efficace, mentre l 80% ritiene di sapersi gestire meglio rispetto a quanto avveniva prima della recessione. Il 73% avverte di trovarsi in una posizione più solida rispetto a prima della crisi. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 23

24 La recente recessione globale ci ha spinte a pianificare più efficacemente le nostre attività. Quanto siete d accordo con le seguenti affermazioni sulla vostra piccola o media impresa? Sappiamo gestire meglio la nostra attività rispetto a prima della recessione. Fortemente in accordo In accordo Non sappiamo In disaccordo Fortemente in disaccordo Sopravvivere alla recente recessione ha rafforzato la nostra attività. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 24

25 I risultati chiave: i quattro profili Guardando ai diversi rapporti delle PMI con la consulenza, sono emersi quattro profili basati sulla capacità delle imprese di fidarsi delle proprie decisioni aziendali e affidarsi alla consulenza esterna. Gli Amanti del network: Imprese di comunità che cercano di trarre il massimo beneficio dalle loro relazioni di consulenza. Lavorano con professionisti e fanno leva su associazioni imprenditoriali e camere di commercio. Gli Insicuri: PMI che tendono a considerare validi i pareri provenienti per lo più da fonti molto affidabili, e ad acquisire fiducia dall esperienza e dalle consulenze degli esperti. Si fidano anche delle amministrazioni pubbliche più delle altre PMI. Gli Scettici: Queste PMI non sembrano fidarsi dei pareri. Si fidano solo di consulenze formalmente qualificate, ma potrebbero essere appagati anche quando non ricevono alcuna consulenza. Gli Individualisti: Questo gruppo non si avvale di quasi nessun tipo di consulenza e non si sforza di cercare consulenze esterne. Rispetto agli altri Paesi, le PMI canadesi tendono ad avvicinarsi di più al profilo degli Scettici. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 25

26 Nota metodologica I dati contenuti in questo studio si basano sui risultati di un indagine condotta online nel mese di ottobre 2010 da Forbes Insights in collaborazione con ACCA, CGA- Canada e CNDCEC. Forbes Insights ha ricevuto risposte da 257 proprietari e decision maker di piccole e medie imprese cinesi. In totale, sono state rilevate risposte dalle PMI di sei Paesi: Canada, Cina, Italia, Singapore, Sudafrica e Regno Unito. Ai fini del presente studio, le PMI sono definite come organizzazioni il cui organico è pari o inferiore a 250 dipendenti. Il campione di studio è stratificato secondo la classe dimensionale delle PMI: le microimprese (meno di 10 dipendenti) hanno costituito il 20% delle intervistate cinesi; le piccole imprese (dai 10 ai 49 dipendenti) il 49%, e le medie imprese (dai 50 ai 250 dipendenti) il 31%. Copyright Forbes Copyright CNDCEC 2011 per la traduzione italiana 26

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO. Il volto poco amico delle banche

LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO. Il volto poco amico delle banche LE PICCOLE IMPRESE E IL CREDITO Il volto poco amico delle banche Metodologia Indagine quantitativa condotta mediante somministrazione telefonica (sistema C.A.T.I. Computer Assisted Telephone Interview)

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 6 DICEMBRE 2005 CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA OVERVIEW CAPITOLO 1 FATTI E TENDENZE INDICE 1.1 L economia internazionale

Dettagli

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013

Executive summary. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia. Febbraio 2013 Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive summary Febbraio 2013 1 Finalità dell Osservatorio 3 Contenuto e metodologia dell indagine 3 Composizione del campione

Dettagli

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format

ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA. Ricerca a cura di Confcommercio Format ROADSHOW PMI CREDITO E PMI. IMPRESE, CREDITO E CRISI DELL ECONOMIA Ricerca a cura di Confcommercio Format Milano 22 maggio 2009 Il 73,7% delle imprese avverte un peggioramento della situazione economica

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

SCHEDA PAESE: CANADA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: CANADA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: CANADA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo...

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... Esame e analisi critica di un business plan Premessa... 1 Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3 Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... 3 Analisi di

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

primo trimestre 2012

primo trimestre 2012 osservatorio congiunturale sulle imprese della provincia di Latina primo trimestre 2012 Pierluigi Ascani Format Research Sala Conferenze Facoltà di Economia Università di Roma Sapienza, Sede di Latina

Dettagli

SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo

SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo Genesis s.r.l. - Via Galliera, 26-40121 Bologna - www.genesis.it Copyright Genesis, 2004. - 1 - CHECK LIST 1. Hai messo a fuoco il mercato a cui rivolgerti?

Dettagli

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese FONDAZIONE LEONE MORESSA Via Torre Belfredo 81/d 30171 Mestre (Venezia) Tel: 041-23.86.700 - Fax: 041-98.45.01 Email: info@fondazioneleonemoressa.org Web: www.fondazioneleonemoressa.org LA CRISI ECONOMICA

Dettagli

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING

L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING L EVOLUZIONE DEL RAPPORTO BANCA - IMPRESA CON BASILEA II E IL RUOLO DEL FACTORING Relatore : Marino Baratti Credemfactor spa Pag. 1/8 Il rapporto tra PMI e Sistema creditizio L applicazione della nuova

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Risultati analitici - Consuntivi 4 trimestre 2004

Risultati analitici - Consuntivi 4 trimestre 2004 Indagine Congiunturale Settore Terziario - 4 trimestre 2004 Aumentano ordini e fatturato, stabili investimenti e occupazione Buone le prospettive per il primo trimestre 2005 Nel quarto trimestre 2004 il

Dettagli

terziario friuli venezia giulia maggio 2015

terziario friuli venezia giulia maggio 2015 terziario friuli venezia giulia maggio 2015 osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario del friuli venezia giulia rapporto di ricerca primo trimestre 2015 udine, 18 maggio 2015

Dettagli

COUNTRY PAYMENT REPORT 2015

COUNTRY PAYMENT REPORT 2015 COUNTRY PAYMENT REPORT 2015 Il Country Payment Report è uno studio di Intrum Justitia Intrum Justitia raccoglie dati da migliaia di aziende in Europa per acquisire conoscenze sulle abitudini di pagamento

Dettagli

Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito.

Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito. Le 6 regole fondamentali per un sicuro accesso al credito. Torino, 18 settembre 2006 Indice Introduzione...p. 3 Le 6 regole fondamentali...p. 3 Introduzione Come abbiamo rilevato nei precedenti articoli

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE 28 dicembre 2011 Anno 2010 L ACCESSO AL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE La quota di piccole e medie imprese (attive nei settori dell industria e dei servizi di mercato) che hanno cercato finanziamenti

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

Management Game 2011

Management Game 2011 Management Game 2011 La Mobilé Inc 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini che ha sede negli Stati Uniti che si è concentrata sulla produzione di telefonini

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione III trimestre 214 Rapporto in sintesi Secondo l ultimo Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione, in diversi Paesi l inflazione attesa dai

Dettagli

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Rapporto di ricerca Luglio 2010 (Rif. 1215v110) Indice 2 Capitolo I - L andamento dell economia e del credito al consumo oggi pag. 3 Capitolo

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE Private Equity e Venture Capital Il private equity e il venture capital Anni 80 Con venture capital si definiva l apporto di capitale azionario, da parte di operatori

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA SUL SISTEMA DI FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE AGRICOLE: LA POSIZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

INDAGINE CONOSCITIVA SUL SISTEMA DI FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE AGRICOLE: LA POSIZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 09/035/CR/C10 INDAGINE CONOSCITIVA SUL SISTEMA DI FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE AGRICOLE: LA POSIZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 1. Le ripercussioni

Dettagli

Schema 1. Attrattività del cliente (da1 a 6)

Schema 1. Attrattività del cliente (da1 a 6) Schema 1 Gruppo di Prodotti/servizi Contributo alle vendite (percentuale) Contributo al profitto (percentuale) Attrattività del cliente (da1 a 6) Attrattività dei fornitori (da1 a 6) Attrattività della

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

L importanza della pianificazione finanziaria come strumento di conoscenza

L importanza della pianificazione finanziaria come strumento di conoscenza L importanza della pianificazione finanziaria come strumento di conoscenza di Fabrizio Masinelli (*) Spesso, nonostante il periodo di crisi, la pianificazione finanziaria viene considerata unicamente nel

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia. di Massimo Lazzari (*) Tecniche Turnaround Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia Italiana SpA di Massimo Lazzari (*) Prosegue la serie di 10 contributi dedicati al turnaround come

Dettagli

IL RISK MANAGEMENT NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ITALIANE

IL RISK MANAGEMENT NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ITALIANE IL RISK MANAGEMENT NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE ITALIANE Sintesi dei risultati della seconda edizione dell Osservatorio Realizzato da: In collaborazione con: RISKGOVERNANCE 1 INDICE DEI CONTENUTI Copyright

Dettagli

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese II Conferenza regionale sul credito e la finanza per lo sviluppo Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese David Sabatini Resp. Ufficio Finanza Il sistema industriale

Dettagli

L ECONOMICITÀ AZIENDALE

L ECONOMICITÀ AZIENDALE L ECONOMICITÀ AZIENDALE IMPRESA tende alla sopravvivenza (autonoma) nel tempo 1 a condizione: Equilibrio economico Risorse consumo (utilizzazione) Collocamento l azienda deve conseguire in volume di ricavi

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione MACCHINE E APPARECCHIATURE ELETTRICHE Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell industria dell elettronica;

Dettagli

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE Scegliere l abito Distinguere le forme giuridiche per svolgere l attività imprenditoriale e individuare la forma più idonea in funzione dell idea d impresa Spesso le persone che intendono orientarsi all

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I DATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2008

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I DATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2008 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I DATI PRELIMINARI AL 31 DICEMBRE 2008 Parmalat consegue un EBITDA di 330,5 milioni di euro al lordo delle differenze cambio e 316,3 milioni di

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

TEMA 5: Introduzione al costo del capitale

TEMA 5: Introduzione al costo del capitale TEMA 5: Introduzione al costo del capitale Rischio e capital budgeting (Brealey, Meyers, Allen, Sandri: cap. 11) Argomenti trattati (segue) Stima del beta Le determinanti del beta Ciclicità dei ricavi

Dettagli

Agenda. I. Descrizione questionario. II. Risultati ed evidenze. III. Regione Sicilia: focus. Obiettivi della ricerca

Agenda. I. Descrizione questionario. II. Risultati ed evidenze. III. Regione Sicilia: focus. Obiettivi della ricerca Agenda I. Descrizione questionario Obiettivi della ricerca Caratteristiche campione analizzato II. Risultati ed evidenze III. Regione Sicilia: focus 2 Agenda I. Descrizione questionario 3 I. Descrizione

Dettagli

Nota congiunturale I trimestre 2002

Nota congiunturale I trimestre 2002 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA NOVARA Nota congiunturale I trimestre 2002 a cura dell Ufficio studi 81 80 79 78 77 76 75 74 73 72 6 4 2 0-2 -4-6 -8 71-10 I/98 II/98 III/98 IV/98

Dettagli

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT I risultati dell'osservatorio sul Marketing B2B realizzato da CRIBIS D&B con la collaborazione di AISM. ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

Dettagli

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione

Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione Sondaggio M&G YouGov sulle aspettative di inflazione IV trimestre 213 Rapporto in sintesi I consumatori continuano a pensare che l inflazione salirà oltre i livelli attuali, sia nel breve (un anno) che

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

Il Factoring nelle piccole e medie imprese

Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il Factoring nelle piccole e medie imprese Il contesto macroeconomico Il Sistema Bancario e le PMI L intervento del Factoring, 25 Gennaio 2010 1 Credemfactor Spa 2 2 Lo scenario Macroeconomico 3 3 Lo scenario

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

L analisi per flussi ed il rendiconto finanziario

L analisi per flussi ed il rendiconto finanziario L analisi per flussi ed il rendiconto finanziario L analisi di bilancio si compone di due strumenti complementari per la valutazione delle condizioni di economicità delle aziende: gli indici ed il rendiconto

Dettagli

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future

European Payment Index 2013. Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future European Payment Index 2013 Abitudini e rischi di pagamento in Europa ed in Italia, scenario attuale e prospettive future Intrum Justitia è il gruppo leader in Europa nei servizi di Credit Management Unica

Dettagli

SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo

SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo Genesis s.r.l. - Via Galliera, 26-40121 Bologna - www.genesis.it Copyright Genesis, 2004. - 1 - CHECK LIST 1. Hai messo a fuoco il mercato a cui rivolgerti?

Dettagli

Indici di settore. semestrale. Rivelate le maggiori tendenze dell industria alberghiera

Indici di settore. semestrale. Rivelate le maggiori tendenze dell industria alberghiera Indici di settore TripAdvisor 2012 Rendiconto semestrale Rivelate le maggiori tendenze dell industr alberghiera Il sondaggio sugli Indici di settore TripAdvisor 2012, il più esteso sondaggio sugli hotel

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

Outlook finanziario dell agricoltura europea

Outlook finanziario dell agricoltura europea Gian Luca Bagnara Outlook finanziario dell agricoltura europea I prezzi agricoli hanno colpito i titoli dei giornali negli ultimi cinque anni a causa della loro volatilità. Tuttavia, questa volatilità

Dettagli

Indirizzo GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE

Indirizzo GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE PROGETTO IGEA Anno 2000 Indirizzo GIURIDICO ECONOMICO AZIENDALE Tema di: ECONOMIA AZIENDALE Il candidato sta esaminando, con alcuni amici neo-diplomati, la possibilità di iniziare

Dettagli

OSSERVATORIO UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore EDIZIONE. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia

OSSERVATORIO UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore EDIZIONE. Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia EDIZIONE OSSERVATORIO UBI BANCA su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca per bene. INDICE

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Finanziare le start-up

Finanziare le start-up Stampa Finanziare le start-up admin, Riccardo Ferranti in Bilancio Finanziare le startup Avviare un impresa è il sogno di molte persone che hanno acquisito conoscenze e competenze in un determinato settore

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*) Turnaround Tecniche Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl di Massimo Lazzari (*) In questo sesto contributo verranno pubblicati i risultati di un osservatorio

Dettagli

Domanda e offerta di credito

Domanda e offerta di credito 2/5/2013 Domanda e offerta di credito La situazione registrata nel 2012 in provincia di Nel 2012 si è registrata una contrazione della domanda di credito. Rispetto alla media regionale le imprese modenesi

Dettagli

OSSERVATORIO FINANZIARIO

OSSERVATORIO FINANZIARIO OSSERVATORIO FINANZIARIO SULLE SOCIETÀ VINICOLE ITALIANE Analisi dei profili reddituali e finanziari di un campione rappresentativo delle diverse tipologie di società vinicole italiane 2 edizione, 2006

Dettagli

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Gian Carlo Sangalli Presidente Camera di Commercio di Bologna IL SISTEMA ECONOMICO PRODUTTIVO BOLOGNESE E E IN UNA FASE

Dettagli

Parimenti una gestione delle scorte in maniera non oculata può portare a serie ripercussioni sul rendimento sia dei mezzi propri che di terzi.

Parimenti una gestione delle scorte in maniera non oculata può portare a serie ripercussioni sul rendimento sia dei mezzi propri che di terzi. Metodo per la stima del ROE e del ROI in un azienda operante nel settore tessile abbigliamento in funzione delle propria struttura di incasso e pagamento e della gestione delle rimanenze di magazzino.

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione PRODOTTI IN METALLO Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Div. VIII PMI e Artigianato Indagine su

Dettagli

Luigi Lombardi, Maria Pennica. Manuale di finanza per manager non finanziari MANAGEMENT. FrancoAngeli

Luigi Lombardi, Maria Pennica. Manuale di finanza per manager non finanziari MANAGEMENT. FrancoAngeli Luigi Lombardi, Maria Pennica Manuale di finanza per manager non finanziari MANAGEMENT FrancoAngeli Luigi Lombardi, laureato in Economia e Commercio e Master on Business Administration, oltre che noto

Dettagli

Il credito in Toscana. II trimestre 2015

Il credito in Toscana. II trimestre 2015 Il credito in Toscana II trimestre 2015 Firenze, Ottobre 2015 08.1 I prestiti a imprese e famiglie Arrivano segnali di distensione dal mercato del credito in Toscana, che risente del miglioramento del

Dettagli

Termini quali dissesto, crisi, squilibrio stanno tutti ad identificare un malessere che può portare alla definitiva insolvenza dell impresa.

Termini quali dissesto, crisi, squilibrio stanno tutti ad identificare un malessere che può portare alla definitiva insolvenza dell impresa. Turnaround La crisi d impresa La crisi di un impresa raramente dipende da una singola causa o evento, spesso è il risultato di una serie di concause che portano o che possono portare, in un periodo di

Dettagli

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Hong Kong / Parigi, 12 marzo 2015 Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Nel 2015 prevista una crescita più lenta e un aumento dei prestiti in sofferenza Un nuovo studio

Dettagli

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Università di Macerata Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento di Studi Giuridici ed Economici L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Francesca Spigarelli spigarelli@unimc.it Tecnologia,

Dettagli

Il credito in Toscana. III trimestre 2014

Il credito in Toscana. III trimestre 2014 Il credito in Toscana III trimestre 2014 Firenze, Febbraio 2015 Il contesto di riferimento Prosegue il rallentamento dei prestiti concessi dalle banche al settore privato italiano (-1,7% il dato di agosto

Dettagli

Il settore del trasporto su strada: analisi del rischio.

Il settore del trasporto su strada: analisi del rischio. Newsletter Phedro febbraio 2007 Il settore del trasporto su strada: analisi del rischio. Lo scopo del presente contributo è di analizzare il settore del trasporto su strada sotto due punti di vista: 1.

Dettagli

L andamento delle raccolte fondi: bilanci 2012 e proiezioni 2013

L andamento delle raccolte fondi: bilanci 2012 e proiezioni 2013 L andamento delle raccolte fondi: bilanci 2012 e proiezioni 2013 10^ rilevazione semestrale Giugno 2013 La metodologia Compilazione questionario Campione: 170 ONP intervistate nel mese di luglio-agosto

Dettagli

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Committente e Acquirente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa Public Affairs S.r.l. Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO SONDAGGIO IPSOS ACRI 85ª Giornata Mondiale del Risparmio RISPARMIO ED ECONOMIA REALE: LA FIDUCIA RIPARTE DAI TERRITORI (in ottemperanza al regolamento

Dettagli

a cura del Centro Studi primo semestre 2013

a cura del Centro Studi primo semestre 2013 a cura del Centro Studi primo semestre 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA

Dettagli

CRESCITA DELL IMPRESA E FABBISOGNO FINANZIARIO L ANALISI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE. Pianificazione economico-finanziaria Prof.

CRESCITA DELL IMPRESA E FABBISOGNO FINANZIARIO L ANALISI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE. Pianificazione economico-finanziaria Prof. CRESCITA DELL IMPRESA E FABBISOGNO FINANZIARIO L ANALISI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo finanziariamente sostenibile Lo sviluppo del giro d affari crea fabbisogno finanziario incrementale per l

Dettagli

The GLOBAL SALES BAROMETER

The GLOBAL SALES BAROMETER Benvenuto/a al Global Sales Barometer, l iniziativa mondiale di comparazione dei processi commerciali nelle imprese! ISTRUZIONI: Il questionario include domande brevi che, nella maggior parte dei casi,

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

Percorsi e storie d impresa a Roma

Percorsi e storie d impresa a Roma Percorsi e storie d impresa a Roma Esperienze, valutazioni e prospettive degli imprenditori stranieri Sintesi dei principali risultati Indagine realizzata attraverso la somministrazione telefonica o diretta

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

GLI ITALIANI E IL RISPARMIO

GLI ITALIANI E IL RISPARMIO COMUNICATO STAMPA Sondaggio realizzato per Acri da Abacus in occasione della 78ª Giornata Mondiale del Risparmio GLI ITALIANI E IL RISPARMIO Roma, 30 ottobre 2002. Gli Italiani sono sempre meno soddisfatti

Dettagli

Engagement Survey, condotta su un campione di oltre 1.000 pazienti italiani.

Engagement Survey, condotta su un campione di oltre 1.000 pazienti italiani. Insight Driven Health I pazienti affetti da malattie croniche sembrano convinti che la possibilità di poter alle proprie cartelle cliniche digitali valga più delle loro preoccupazioni sui rischi per la

Dettagli

imprese della provincia di latina luglio 2013

imprese della provincia di latina luglio 2013 imprese della provincia di latina luglio 2013 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese della provincia di rapporto di ricerca secondo trimestre 2013 roma, 30 luglio 2013 (12153lq 02) agenda 1.

Dettagli

Specialisti in sinistri nel rampo trasporti

Specialisti in sinistri nel rampo trasporti Specialisti in sinistri nel rampo trasporti Trasformiamo i sinistri in un vantaggio competitivo Il team di Collyers è specializzato nella gestione di sinistri e rischi relativi a responsabilità degli spedizionieri

Dettagli

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato,

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato, DALLE TARIFFE ALLA CRESCITA UN ASSICURATORE GLOBALE CHE COPRE I BISOGNI DEL CLIENTE ANCHE IN AMBITI COME LA SALUTE, L ABITAZIONE, LA SICUREZZA PATRIMONIALE. TRA RIGORE TECNICO, RICHIESTA DI FLESSIBILITÀ

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento

i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento roma 23 giugno 2009 i consumi e le nuove scelte e forme di indebitamento Chiara Fornasari riservatezza Questo documento è la base per una presentazione orale, senza la quale ha quindi limitata significatività

Dettagli

Secondo trimestre 2014 e previsioni per il terzo trimestre 2014

Secondo trimestre 2014 e previsioni per il terzo trimestre 2014 Secondo trimestre 2014 e previsioni per il terzo trimestre 2014 I diritti di traduzione, memorizzazione elettronica, di riproduzione e adattamento, totale o parziale con qualsiasi mezzo, sono riservati

Dettagli

OSSERVATORIO. La gestione del credito commerciale nelle PMI venete. 1 report trimestrale. Studio S V S Consulenza di Direzione

OSSERVATORIO. La gestione del credito commerciale nelle PMI venete. 1 report trimestrale. Studio S V S Consulenza di Direzione OSSERVATORIO La gestione del credito commerciale nelle PMI venete 1 report trimestrale Studio S V S Consulenza di Direzione Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 275 imprese che operano

Dettagli

10 domande e 10 risposte

10 domande e 10 risposte 10 domande e 10 risposte Lo sapevate che... Il factoring è uno strumento per gestire professionalmente i crediti ed è un complemento ideale del finanziamento bancario. Il factoring è utile per tutte le

Dettagli

IL FACTORING: UN PRODOTTO BANCARIO ANTICICLICO Utilità per le imprese e per le banche in un periodo di congiuntura economica negativa

IL FACTORING: UN PRODOTTO BANCARIO ANTICICLICO Utilità per le imprese e per le banche in un periodo di congiuntura economica negativa IL FACTORING: UN PRODOTTO BANCARIO ANTICICLICO Utilità per le imprese e per le banche in un periodo di congiuntura economica negativa Le operazioni di factoring rappresentano un prodotto anticiclico utile

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO Un indagine di ANIE Energia analizza le possibili evoluzioni del mercato interno di inverter, sistemi di accumulo e colonnine di ricarica.

Dettagli

IL FUTURO. DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo. II Edizione

IL FUTURO. DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo. II Edizione DELLA DISTRIBUZIONE nel turismo II Edizione 3 2 chi siamo p 3 l' INDAGINE p 4 SCENARIO p 6 LA VENDITA previsioni CONCLUSIONI p14 p20 p24 3 Chi siamo AIGO è una società di consulenza in marketing e comunicazione

Dettagli