COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI MODENA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE"

Transcript

1 1 COMUNE DI MODENA Prot. Gen: 2016 / AG DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE L anno duemilasedici il giorno ventisei del mese di gennaio ( 26/01/2016 ) alle ore 09:00 nella Residenza Comunale di Modena, si è riunita la Giunta Comunale nelle persone dei signori: PR. AS. 1 MUZZARELLI Gian Carlo Sindaco Presidente SI NO 2 CAVAZZA Gianpietro Vice Sindaco Assessore SI NO 3 GIACOBAZZI Gabriele Assessore SI NO 4 VANDELLI Anna Maria Assessore SI NO 5 CAPORIONI Ingrid Assessore SI NO 6 ROTELLA Tommaso Assessore SI NO 7 URBELLI Giuliana Assessore SI NO 8 GUERZONI Giulio Assessore SI NO 9 FERRARI Ludovica Carla Assessore SI NO Assenti giustificati: Assiste il Segretario Generale del Comune Maria Di Matteo Il Presidente pone in trattazione il seguente TOTALE N. 9 0 OGGETTO n. 22 PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ APPROVAZIONE

2 2 LA GIUNTA COMUNALE Richiamata la Legge 6 novembre 2012, n. 190, recante Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell illegalità nella pubblica amministrazione (di seguito Legge 190/2012); Richiamato il Decreto legislativo 14 marzo 2013 n. 33, recante Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni ; Dato atto: - che in base alla suddetta legge 190/2012 è assegnata alla CIVIT, dal 31/10/2013 ANAC, individuata quale Autorità Nazionale Anticorruzione, la competenza a provvedere all approvazione del Piano Nazionale Anticorruzione; - che a livello periferico la Legge 190/2012 impone all Organo di indirizzo politico l adozione del Piano triennale di prevenzione della corruzione (PTPC), su proposta del Responsabile anticorruzione, ogni anno entro il 31 gennaio; - che l articolo 1 comma 9, della Legge 190/2012 definisce le esigenze a cui deve rispondere il Piano Triennale di Prevenzione della corruzione; - che l'articolo 10 comma 1 del Dlgs. 33/2013 prevede per tutte le amministrazioni pubbliche l'obbligo di adottare e aggiornare annualmente il Programma triennale per la trasparenza e l'integrità (PTTI) e definisce le esigenze a cui esso deve rispondere; - che ai sensi dell'art. 43, comma 2, del medesimo D.Lgs 33/2013 compete al Responsabile della trasparenza provvedere all'aggiornamento annuale del Programma triennale per la trasparenza e l integrità; Vista la Determinazione dell'autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) n. 12 del 28 ottobre 2015 con la quale sono state fornite indicazioni integrative e chiarimenti rispetto ai contenuti del Piano Nazionale Anticorruzione, approvato con delibera 11 settembre 2013 n. 72 (PNA); Visto inoltre che l'anac, nella considerazione che la trasparenza è uno degli assi portanti della politica anticorruzione della Legge 190/2012, raccomanda con la suddetta determinazione, di inserire il Programma per la trasparenza all'interno del PTPC; Dato atto: - che con propria precedente deliberazione n. 9 del è stato approvato il Piano Triennale di Prevenzione della corruzione per il triennio 2015/2017, poi adeguato alla riorganizzazione dell'ente con propria deliberazione n. 300 del ; - che con propria precedente deliberazione n. 10 del è stato approvato il

3 3 Programma Triennale per la trasparenza e l'integrità ; Visto il decreto del Sindaco prot. gen. n del 27/03/2013, convalidato con atto Sindacale prot. gen. n del 10/06/2014 e confermato con atto Sindacale prot. gen. n del 27/10/2014 con cui è stato nominato quale Responsabile della prevenzione della corruzione di questo Ente il Segretario Generale, dott.ssa Maria Di Matteo; Visto altresì che con disposizione del Sindaco prot. gen. n del 27/10/2014 è stato confermato quale Responsabile della trasparenza del Comune di Modena il dott. Davide Manelli, dirigente responsabile dell Unità Specialistica Programmazione, controlli e organismi partecipati; Esaminata la proposta del Piano triennale di prevenzione della corruzione predisposta dal Responsabile della prevenzione della corruzione di questo Ente, e ritenuta meritevole di approvazione, in quanto corrispondente alle indicazioni desumibili dalla normativa richiamata, dalle Intese assunte in Conferenza Unificata tra Governo, Regioni ed Enti Locali, dagli indirizzi espressi nel Piano Nazionale Anticorruzione nonchè dalla Determinazione dell'anac n. 12 del 28 ottobre 2015; Preso atto che il contenuto della proposta di Piano triennale di prevenzione della corruzione, tenuto conto del ruolo attivo assegnato ai Dirigenti in materia di azioni volte alla prevenzione della corruzione in base alle previsioni del novellato art. 16, comma 1, lett. a-bis, del D.Lgs. n. 165/2001, è stato condiviso con il Direttore Generale, il Responsabile della Trasparenza e tutte le figure apicali dell Ente; Esaminata altresì la proposta del Programma triennale per la trasparenza e l'integrità , elaborata dal Responsabile della trasparenza e ritenuta meritevole di approvazione, Ritenuto pertanto opportuno approvare contestualmente il Piano triennale di prevenzione della corruzione e il Programma triennale per la trasparenza e l'integrità , in aderenza alle indicazioni dell'anac; Richiamato l'art. 48 del T.U. n. 267/2000 ordinamento EE.LL.; Visto il parere favorevole del Segretario Generale, dott.ssa Maria Di Matteo, espresso in ordine alla regolarità tecnica in riferimento al Piano triennale di prevenzione della corruzione , attestante la regolarità e la correttezza dell'azione amministrativa, ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 147 bis, comma 1, del T.U. n. 267/2000 ordinamento EE.LL.; Visto il parere favorevole del del Dirigente Responsabile dell Unità Specialistica Programmazione, Controlli e Organismi partecipati, dott. Davide Manelli espresso in ordine alla regolarità tecnica, in riferimento al Programma triennale per la trasparenza e l'integrità , attestante la regolarità e la correttezza dell'azione amministrativa, ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 147 bis, comma 1, del T.U. n. 267/2000 ordinamento EE.LL.;

4 4 Acquisito il visto di congruità espresso dal Direttore Generale, dott. Giuseppe Dieci, ai sensi dell art. 24 del Regolamento di organizzazione; Visto il parere favorevole del Ragioniere Capo, dott. Carlo Casari, espresso in merito alla regolarità contabile ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 147 bis, comma 1, del T.U. n. 267/2000 ordinamento EE.LL.; Ad unanimità di voti espressi in forma palese; D e l i b e r a 1) di approvare, per le motivazioni espresse in premessa e che qui integralmente si richiamano, il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione per il triennio che si allega al presente atto costituendone parte integrante e sostanziale (all. A); 2) di approvare altresì il documento di dettaglio di valutazione dei rischi, posto agli atti dell'ente, le cui risultanze sono riportate nel Piano di cui sopra; 3) di approvare inoltre il Programma triennale per la trasparenza e l'integrità , che si allega al presente atto costituendone parte integrante e sostanziale (all. B), dando atto che lo stesso comprende anche lo stato di attuazione al del Programma triennale per la trasparenza e l'integrità ; 4) di dare ampia diffusione ai suddetti Atti, inserendoli nel sito web istituzionale del Comune di Modena alla voce Amministrazione Trasparente e di assicurare ogni altro prescritto adempimento di informazione; 5) di dichiarare, data l'urgenza di provvedere, la presente deliberazione immediatamente eseguibile.

5 5 Letto, approvato e sottoscritto Il Sindaco f.to Gian Carlo Muzzarelli Il Segretario Generale f.to Maria Di Matteo =============================================================== La presente deliberazione è immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, del T.U. 267/2000 ordinamento EE.LL. Il Segretario Generale f.to Maria Di Matteo =============================================================== La presente deliberazione è pubblicata all Albo Pretorio di questo Comune per quindici giorni consecutivi a decorrere dalla data sotto indicata. Modena, 27/01/2016 Il Segretario Generale f.to Maria Di Matteo

6 6 C O M U N E DI M O D E N A Segreteria Generale Direzione Generale Allegato alla deliberazione della Giunta comunale n. 22 del 26/01/2016 Oggetto: PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITÀ APPROVAZIONE - Si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica, attestante la regolarità e la correttezza dell'azione amministrativa, della presente proposta di deliberazione ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 147 bis, comma 1, del T.U. n. 267/2000 ordinamento EE.LL. Il Dirigente Responsabile dell Unità Specialistica Programmazione, Controlli e Organismi partecipati f.to Dott. Davide Manelli Il Dirigente Responsabile f.to Dott.ssa Maria Di Matteo Visto di congruità Il Direttore Generale f.to Dott. Giuseppe Dieci Modena, 21/01/ Si esprime parere favorevole in merito alla regolarità contabile della presente proposta di deliberazione ai sensi degli artt. 49, comma 1, e 147 bis, comma 1, del T.U. n. 267/2000 ordinamento EE.LL. Modena, 25/01/2016 Il Ragioniere Capo f.to Dott. Carlo Casari Il Sindaco f.to Gian Carlo Muzzarelli