LA NUOVA DISCIPLINA CONCERNENTE LA PATENTE DI GUIDA EUROPEA MODALITA' OPERATIVE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA NUOVA DISCIPLINA CONCERNENTE LA PATENTE DI GUIDA EUROPEA MODALITA' OPERATIVE"

Transcript

1 LA NUOVA DISCIPLINA CONCERNENTE LA PATENTE DI GUIDA EUROPEA MODALITA' OPERATIVE di Diego Porta 04/02/2013 Modifiche al D.Lgs. 18/04/2011, n. 59 (Attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida) ed al D.Lgs. 21/11/2005, n. 286 (Disposizioni per il riassetto normativo in materia di liberalizzazione regolata dell'esercizio dell'attività di autotrasportatore), apportate con D.Lgs. 16/01/2013 n. 2. Il D.Lgs. 16 gennaio 2013, n. 2, al capo I, modifica e corregge il D.Lgs. 18 aprile 2011, n. 59. Lo stesso decreto, al capo II, modifica anche il D.Lgs. 21 novembre 2005, n. 286, in materia di qualificazione iniziale e formazione periodica dei conducenti (CQC) che effettuano professionalmente il trasporto di persone e di cose. Infine, nel capo III, vengono affrontate le disposizioni transitorie relative ai tempi di entrata in vigore delle modifiche introdotte dal decreto in parola. Per una maggiore comprensione del presente commento, si allega la circolare n. 300/A/744/13/101/3/3/9 del 25/01/2013 del Ministero dell Interno - Dipartimento per la Pubblica Sicurezza, con i relativi allegati, tra i quali due note del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti riguardanti la nuova disciplina delle patenti di guida. CAPO I del D. Lgs. n. 2/2013 (in vigore dal 2 febbraio 2013) Art. 115 C.d.S.. Il comma 1-bis del predetto articolo prevede che la guida accompagnata sia consentita solo ai minori titolari di patente di categoria A1 e B1, escludendo pertanto da tale possibilità i soggetti minori titolari di patente di categoria AM. La modifica si è resa necessaria in considerazione della introduzione della patente di categoria AM in sostituzione del CIGC; la precedente stesura normativa prevedeva che al compimento dei 17 anni, per accedere alla guida accompagnata, fosse sufficiente essere titolare di patente di guida, ammettendo quindi a tale procedura anche il titolare di patente di categoria AM. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con nota n del , allegata alla sopracitata circolare del Ministero dell Interno, ha fornito ai propri uffici una tabella di equipollenza tra le vecchie e le nuove categorie di patenti di guida, al fine di consentire il rilascio dei nuovi titoli abilitativi a chi risulti già titolare di altra patente alla data di entrata in vigore delle nuove disposizioni. Dalla nota emerge che i titolari di patente di categoria A o B, conseguita tra l e il , possono condurre motocicli (compresi i quadricicli della categoria L7e per cui è ora prevista la patente di categoria B1) solo sul territorio italiano. Ai suddetti titolari di patente, nel caso di rinnovo o nei casi di smarrimento, furto, distruzione o deterioramento della patente stessa, verrà rilasciato un nuovo documento abilitativo alla guida, nel quale, al campo 9, sarà riportata la lettera a minuscola, al fine di documentare tale condizione. I CIGC conseguiti prima del continueranno a conservare la loro piena efficacia fino alla scadenza di validità. Nei casi di rinnovo ovvero di smarrimento, furto, distruzione o deterioramento del documento, al titolare sarà consegnato il nuovo titolo abilitativo previsto per la conduzione di ciclomotori, ovvero la patente di categoria AM.

2 Art. 116 C.d.S. Nella nuova stesura è stato sostituito il termine modello comunitario con modello UE, così come previsto dalla direttiva n. 2011/94/UE. Si deve altresì segnalare una importante novità dell art. 116 del C.d.S. riguardante i titolari con patente di guida sospesa per la violazione di cui all art. 142, c. 9 del C.d.S., ai quali non sarà più concessa la possibilità di condurre i ciclomotori durante il periodo di sospensione. Inoltre circa l impossibilità di chiedere l ampliamento alla categoria E da parte dei titolari di patente speciale, si segnalano le modifiche apportate al comma 4, dal quale sono state eliminate le patenti di guida speciale delle categorie BE, C1E, CE, D1E e DE. Le modifiche apportate al comma 13 prevedono che l annotazione del cambio di residenza da un comune ad un altro ovvero il cambiamento di abitazione nell ambito dello stesso comune venga acquisito solamente dal CED della Motorizzazione, per l aggiornamento dell Anagrafe nazionale degli abilitati alla guida. Pertanto, con la norma introdotta, gli uffici della Motorizzazione non invieranno più il tagliando adesivo contenente il nuovo indirizzo da apporre sulla patente di guida formato card. Sulle nuove patenti di guida (vedi all. 6 alla circolare del Ministero dell Interno) non è quindi più previsto il campo relativo alla residenza dell intestatario del documento (campo n. 8 della vecchia patente formato card). Tale procedura riguarda anche le patenti di guida rilasciate prima della data di entrata in vigore delle nuove norme e, pertanto, non si dovrà più tenere conto dell apposizione dell adesivo relativo alla residenza, in quanto non più previsto. Ove poi sorgano dubbi circa la residenza di un soggetto titolare di patente di guida, e lo stesso non sia in grado di fornire altro documento di identità, ai fini della notifica del verbale di accertamento o di altri atti ad esso conseguenti, farà fede la residenza riportata negli archivi dell anagrafe nazionale degli abilitati alla guida. La patente rilasciata in Italia ha comunque valenza di documento di identità sul territorio nazionale, anche se non vi è più indicato il luogo di residenza, come peraltro accade per il passaporto. Nel comma 14, concernente l incauto affidamento di un veicolo, viene specificata la corrispondenza della patente di guida in relazione al veicolo condotto, alla luce delle modifiche apportate con l introduzione del comma 15-bis. L incauto affidamento di cui al presente comma, trova applicazione in tutte le ipotesi di guida con patente non corrispondente e quindi anche nelle fattispecie di cui al nuovo comma 15-bis dell art. 116 del C.d.S. di seguito trattato. Con l introduzione del nuovo comma 15-bis, la conduzione di un veicolo con patente di categoria diversa, per alcune fattispecie, è stata considerata meno grave. La nuova previsione normativa individua i casi, di seguito elencati, puniti con una sanzione amministrativa pecuniaria da euro 1.000,00 a euro 4.000,00 e la sanzione accessoria della sospensione da 4 a 8 mesi della patente posseduta. Sarà quindi irrogata la sanzione amministrativa sopra indicata, a chi guida un veicolo con patente di categoria: - A1 quando è prevista la categoria A2; - A1 o A2 quando è prevista la categoria A; - B1 quando è prevista la categoria B; - C1 quando è prevista la categoria C; - D1 quando è prevista la categoria D; - CE con una età superiore a 65 anni, nei casi di guida di un autotreno o autoarticolato per il trasporto di cose con massa complessiva superiore a 20 t senza attestato medico di cui all art. 115, comma 2, lettera a); - D o DE avendo una età superiore a 60 anni, nei casi di guida di autobus, autocarri, autoarticolati, autosnodati per il trasporto di persone senza attestato medico di cui all art. 115, comma 2, lettera b).

3 - C o CE, ovvero D1, D1E, D o DE avendo superato i limiti di età. Le sanzioni previste dal comma 15-bis si applicano anche a chi guida un motoveicolo per il quale è richiesta la patente di categoria A2 o A essendo titolare di patente di categoria B, BE, C1, C, C1E, CE, D1, D, D1E, DE. E stata prevista la possibilità, per i possessori di patente speciale di categoria C e C1, di poter conseguire la CQC, al fine di condurre veicoli che la richiedano. Circa le sanzioni per guida senza patente di cui al comma 15 dell art 116 del C.d.S., si precisa quanto segue: - affinchè il reato di guida con patente revocata si possa ritenere consumato, è necessario che all interessato sia già stato notificato il provvedimento; - nel caso in cui la Commissione Medica Locale (CML) accerti la non idoneità alla guida per mancanza dei requisiti psichici o fisici di cui all art. 119 del C.d.S., il reato risulta consumato per chiunque guidi dopo tale giudizio, anche se non è stato ancora emesso nei suoi confronti un formale provvedimento di revoca. Con la nuova stesura dell art. 116, il reato di guida senza patente di cui al comma 15, è previsto anche per la conduzione di ciclomotori senza aver mai conseguito la patente di categoria AM o il CIGC. I casi di recidiva previsti dallo stesso comma 15 potranno essere applicati solo qualora il primo reato sia stato giudicato con sentenza definitiva. Art. 117 C.d.S. Il comma 1 è stato abrogato a seguito dell inserimento della patente di categoria A2. Pertanto le limitazioni potenza/tara previste nei primi due anni per i titolari di patente di categoria A, conseguita con accesso graduale, ovvero prima del compimento dei 21 anni o a seguito di esame sostenuto con veicolo di ridotte prestazioni, sono venute meno. Come precisato nella nota prot. n del del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in allegato alla circolare ministeriale, ed in quest ultima circolare al punto 3, secondo paragrafo, a coloro che hanno conseguito la patente di categoria A con accesso graduale prima del , nonostante rimangano ancora operative le limitazioni di potenza/tara di cui all art. 117, c. 1 del C.d.S., nel caso queste non vengano rispettate, non potrà essere applicata alcuna sanzione. Inoltre le limitazioni relative alla velocità, previste per le patenti di categoria A2, A, B1 e B si applicano solo alle patenti rilasciate dopo il Tali limitazioni decorrono dal conseguimento della prima patente fra quelle previste. Art. 118-bis C.d.S. La residenza normale, di cui all art. 118-bis del C.d.S., è applicabile solo ai cittadini comunitari. Art. 124 C.d.S. Il comma 2 è stato completamente rivisitato per armonizzarlo con le modifiche apportate all art. 116 del C.d.S. Una importante novità è stata introdotta al comma 4, che sanziona ora la guida senza patente di macchine agricole o di macchine operatrici ai sensi dell art. 116, commi 15 e 17, e quindi non più con una semplice sanzione amministrativa pecuniaria. Art. 125 C.d.S. In conseguenza delle modifiche apportate le sanzioni previste dal suddetto articolo si applicano solamente a coloro che conducono un veicolo o circolano non rispettando quanto stabilito dai codici relativi a modifiche del veicolo. Mentre per quanto concerne il mancato rispetto dei codici relativi ai motivi medici si applica la sanzione prevista dall art. 173, comma 3 del C.d.S. Per la violazione dei codici relativi alle questioni amministrative, invece, non è prevista alcuna sanzione. Ad esempio, nel caso in cui il titolare di patente conduca un veicolo con cambio manuale anzichè con cambio automatico, indicazione riportata con codice armonizzato 78 nel campo 12 del

4 documento di guida, lo stesso non potrà essere sanzionato ai sensi dell art. 125 del C.d.S. (per la consultazione dei codici sopra citati cfr. allegato 8 della circolare ministeriale). Art. 126 C.d.S. Il comma 3 è stato integrato nella parte in cui viene specificato che le patenti di guida di categoria C e CE abilitano alla guida di autotreni e autoarticolati di massa complessiva a pieno carico non superiore a t. 20. Circa il ritiro dei documenti abilitativi scaduti di validità, si procederà al ritiro del CAP tipo KA o KB scaduto di validità, ma non si procederà al ritiro del CFP, anche se scaduto di validità, perchè non previsto. Per quanto concerne la CQC scaduta di validità, fino al si procederà al suo ritiro; a decorrere dal , ovvero a decorrere dal novantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto, si procederà al ritiro della CQC solo se separata dalla patente di guida; in caso contrario, qualora la CQC fosse indicata nella patente di guida mediante codice unionale 95, non si procederà al ritiro della patente, salvo che anche la patente stessa non sia scaduta di validità. I titolari di patente di guida italiana che circolano, nell esercizio dell attività professionale di autotrasporto, con patente ritirata perchè scaduta di validità sono sanzionati ai sensi dell art. 216, c. 6 del C.d.S. All art. 128 C.d.S. è stato introdotto il comma 1-sexies che prevede la facoltà, per il prefetto, di disporre la revisione della patente di guida a seguito dell applicazione della misura amministrativa prevista dall art. 75 del D.P.R. 9 ottobre 1990 (Testo Unico sugli stupefacenti). L art. 135 C.d.S., al comma 5, prevede che il provvedimento di inibizione alla guida sul territorio italiano ai titolari di patente di guida rilasciata da Stati non appartenenti all UE o allo SEE, deve essere notificato al trasgressore secondo quanto disposto dall art. 201 del C.d.S. L efficacia del provvedimento decorre dalla data della notifica. Nel caso di ritiro del documento contestualmente all accertamento della violazione, il conducente non residente in Italia è invitato ad eleggere un domicilio sul territorio nazionale, al fine di consentire la notifica del predetto provvedimento. Tale elezione di domicilio sarà trascritta, a cura degli agenti operanti, nel verbale di accertamento di violazione stesso. Si precisa che l obbligo di esibire la traduzione o la patente internazionale di guida sussiste solo nel caso in cui la patente esibita non sia conforme alle disposizioni delle Convenzioni Internazionali. Art 136-bis C.d.S. Il comma 9 è stato modificato nella parte in cui prevede che si applichino le disposizioni dell art. 135, comma 13, terzo periodo (e non più del comma 12, quinto periodo). Pertanto la patente o altra abilitazione professionale scadute di validità vanno ritirate, da parte dell organo accertatore, ed inviate entro il termine di 5 giorni al prefetto del luogo della commessa violazione. Il prefetto provvederà, entro i successivi 15 giorni, ad inviare detti documenti all autorità dello Stato che li ha emessi. Art. 180 C.d.S. Con le modifiche apportate al comma 5 è stato inserito, tra i documenti che i conducenti di particolari tipi di veicoli devono avere con sè quando prescritto, il CFP (Certificato di Formazione Professionale). A seguito di tale modifica la mancanza momentanea di detto certificato viene ora sanzionata dall art. 180, cc. 5 e 7 e non più dall art. 168 C.d.S. Inoltre è stato abrogato il comma 6 dell art. 180, con la conseguenza che il conducente di ciclomotore in possesso di CIGC non ha più l obbligo di avere al seguito anche un documento di identità.

5 L art. 219-bis. Con l entrata in vigore del D.Lgs 59/11, che ha eliminato il CIGC, sostituendolo con la patente di categoria AM, è stato eliminato l ultimo ostacolo per la completa equiparazione del CIGC stesso alle patenti di guida. Pertanto i conducenti maggiorenni, titolari di CIGC, sono assoggettati al raddoppio dei punti decurtati per i primi 3 anni dal suo conseguimento. Si rammenta che ai titolari di CIGC maggiorenni, con l entrata in vigore della legge 15 luglio 2009, n. 94, si potevano già applicare le stesse sanzioni accessorie (ritiro, sospensione, revoca e decurtazione punti) previste per i titolari di patente di guida tranne appunto il raddoppio dei punti decurtati. Ai minorenni titolari di CIGC ovvero di patente AM, A1 o B1, continuano a non poter essere applicate le sanzioni amministrative accessorie di cui sopra. Nell allegata circolare del Ministero dell Interno, infine, vengono indicati alcuni comportamenti che, pur rimanendo illeciti, non trovano più una propria sanzione nella normativa vigente, e più precisamente: - la guida di motocicli con potenza netta superiore a 25 kw e rapporto potenza/massa superiore a 0,16 kw/kg da parte di conducenti che, alla data del 19/01/2013, hanno conseguito la patente A con accesso graduale da meno di 2 anni o che hanno meno di 21 anni; - la guida di autocarri con massa superiore a 7,5 t, da parte di conducente di età inferiore a 21 anni che, alla data del 19/01/2013, ha conseguito la patente di categoria C ma non la CQC. CAPO II D. Lgs. n. 2/2013 Le modifiche apportate dal D.Lgs. 2/13 al D.Lgs. 286/05 riguardano, per la maggior parte, la necessaria armonizzazione della normativa inerente la carta di qualificazione del conducente con la nuova normativa in materia di patenti di guida. I conducenti in possesso delle patenti di guida delle categorie C1, C1E, C, CE, D1, D1E, D e DE che effettuano in maniera professionale il trasporto di persone o cose, devono conseguire la carta di qualificazione del conducente (CQC). Per il conseguimento della CQC è obbligatoria una qualificazione iniziale e, per il rinnovo delle stessa, una formazione periodica (art. 14 D.Lgs 286/2005). L art. 15 D.Lgs. 286/2005, che è stato sostituito, prevede ora che la CQC può essere concessa a coloro che siano titolari di una patente di guida rilasciata da uno stato appartenente all Unione europea o allo Spazio economico europeo (SEE) e che hanno in Italia la residenza anagrafica ovvero la residenza normale così come prevista dall art. 118-bis del C.d.S. Possono conseguire la CQC, inoltre, i titolari di patente di guida rilasciata da uno Stato non appartenente all Unione europea o allo Spazio economico europeo, purchè svolgano attività di conducente alle dipendenze di un impresa stabilita sul territorio italiano. L art. 16 D.Lgs. 286/2005, che prevede le deroghe all obbligo della CQC per alcune tipologie di veicoli, non è stato modificato, mentre l art. 17 (esenzioni), che è stato sostituito, indica i conducenti esentati dall obbligo di qualificazione iniziale, e che possono quindi ottenere la CQC per documentazione. Essi sono: a) coloro che, alla data del 09/09/2008, erano già titolari di patente di guida italiana delle categorie D o DE e di C.A.P. di tipo KD, oppure di una patente di guida rilasciata da uno Stato appartenete alla U.E o allo S.E.E. di categoria D1, D1E, D o DE; b) coloro che, alla data del 09/09/2009, erano già titolari di patente di guida italiana delle categorie C o CE oppure di patente di guida rilasciata da uno Stato appartenente alla U.E. o allo S.E.E. delle categorie C1, C1E, C o CE;

6 c) coloro che, alla data del 09/09/2008, erano già titolari di una patente di guida rilasciata da uno stato non appartenente alla U.E. o allo S.E.E. equivalente rispettivamente alle categorie D1, D1E, D o DE, oppure, alla data del 09/09/2009, erano già titolari di una patente di guida equivalente alle categorie C1, C1E, C e CE, a condizione che essi svolgano la loro attività di conducente alle dipendenze di un impresa che sia stabilita sul territorio italiano. L art. 18 D.Lgs. 286/2005 (qualificazione iniziale) anch esso sostituito, al comma 1 prescrive i requisiti necessari per l accesso alle varie parti del programma di qualificazione iniziale. Al comma 2 prescrive la validità della CQC per le varie patenti di guida in relazione all età del conducente e al tipo di corso di qualificazione frequentato che può essere di tipo ordinario oppureaccelerato. Per quanto riguarda la CQC per trasporto di cose, il conducente che ha compiuto gli anni 18 ma non ancora 21, se frequenterà un corso accelerato, otterrà una CQC limitata alle categorie di patenti C1 e C1E fino al compimento dei 21 anni; dopo di che la validità sarà estesa automaticamente anche alle patenti di categoria C e CE. Tale limitazione, che verrà indicata con la presenza del codice 107, non sarà applicata a coloro che, avendo compiuto 18 anni ma non ancora 21, frequenteranno un corso di qualificazione di tipo ordinario. Se il corso accelerato verrà frequentato da persona che ha già compiuto 21 anni non vi sarà alcuna limitazione e la CQC sarà valida per tutte le categorie di veicoli conducibili con patente C e CE. Per quanto riguarda la CQC per il trasporto di persone, il conducente che ha compiuto 21 anni ma non ancora 23, se frequenterà un corso accelerato avrà anch esso delle limitazioni che saranno indicate con il codice 107 e che comporteranno la possibilità di condurre, fino al compimento dei 23 anni, solo veicoli della categoria D1 e D1E oppure veicoli delle categorie D e DE per servizi di linea con percorrenza non superiore a 50 chilometri; dopo il compimento dei 23 anni la limitazione sarà automaticamente eliminata. Detta limitazione non è applicata a coloro che, avendo compiuto 21 anni ma non ancora 23, abbiano frequentato un corso di qualificazione di tipo ordinario e a colore che avendo compiuto 23 anni abbiano frequentato un corso accelerato. Ovviamente al di là della durata temporale delle limitazioni di cui ai punti precedenti, il conducente dovrà aver conseguito anche le rispettive categorie di patenti per le quali la CQC esplica la propria validità. Gli artt. 19 e 20 D.Lgs. 286/2005, che sono stati parzialmente modificati, prescrivono le modalità ed i criteri per lo svolgimento dei corsi e le procedure d esame, rispettivamente, per il conseguimento della CQC e la formazione periodica finalizzata alla conferma della sua validità. L art. 21 D.Lgs. 286/2005, stabilisce che i tutti i soggetti per i quali l Italia rilascia la CQC frequentino nel nostro paese sia i corsi di qualificazione iniziale che di formazione periodica. L art. 22 D.Lgs. 286/2005, che è stato modificato in molte sue parti, stabilisce che per comprovare l assolvimento degli obblighi di qualificazione iniziale per la CQC e/o la formazione periodica per la sua conferma, si procederà (dal 18 aprile 2013) all apposizione, sulla patente di guida, in corrispondenza delle categorie per la quale la CQC esplica la sua validità, del codice unionale armonizzato 95 seguito dalla data del conseguimento o della conferma della medesima. Per quanto riguarda invece i conducenti titolari di patente di guida rilasciata da Stati non appartenenti alla U.E. o allo S.E.E. (che svolgono la loro attività di conducente alle dipendenze di un impresa

7 stabilita sul territorio nazionale), la loro qualificazione iniziale e la formazione periodica verrà comprovata con il rilascio del documento formato card sul quale, in corrispondenza del tipo di patente per cui il documento è rilasciato, sarà apposto il codice unionale armonizzato 95 con le stesse modalità con cui si procede sulla patente di guida. Per quanto riguarda i conducenti titolari di patente di guida rilasciata da uno stato non appartenente alla U.E. o allo S.E.E. che siano titolari di una CQC rilasciata da uno Stato membro, per comprovare di aver assolto gli obblighi relativi alla CQC merci, dovranno avere con se, oltre alla CQC rilasciata dallo stato membro, l attestato di conducente previsto dal regolamento (CE) n. 484/2002. Per quanto riguarda invece gli obblighi relativi alla CQC persone gli stessi titolari di patente di guida (rilasciata da uno Stato non appartenente alla U.E. o allo S.E.E. con CQC rilasciata da uno Stato membro) potranno, in alternativa, esibire: la stessa CQC recante il codice unionale 95 o il certificato rilasciato dallo Stato membro, del quale l Italia abbia riconosciuto la validità sul territorio nazionale a condizione di reciprocità. Il conducente che esercita la sua attività di autista alle dipendenze di un impresa con sede sul territorio nazionale e che sia titolare di patente di guida estera (cioè rilasciata da uno Stato non appartenente alla U.E. o allo S.E.E.) e titolare di CQC rilasciata in Italia (per documentazione, a seguito di formazione iniziale o a seguito di formazione periodica) può conseguire, direttamente per documentazione, senza l applicazione dei criteri di propedeuticità previsti dall art. 125, comma 1 del C.d.S., la patente di guida corrispondente a quella posseduta. Tale rilascio è previsto anche nel caso in cui con lo Stato che ha rilasciato la patente di guida non vi siano le condizioni di reciprocità che sono richieste dall art. 136, comma 1, del C.d.S., e anche se il dipendente abbia stabilito la propria residenza in Italia da oltre un anno. Allo stesso modo può ottenere la patente di guida italiana, per documentazione, anche il titolare di patente rilasciata da uno Stato membro dell U.E. ottenuta per conversione di patente rilasciata da uno Stato terzo con il quale non esistano le condizioni di reciprocità richieste dall art. 136, comma 1 del C.d.S., che scada di validità. Si rammenta che l art. 23 D.Lgs. 286/2005, che non ha subito modifiche sostanziali, prevede che la disciplina sanzionatoria della patente a punti istituita con l art. 126-bis del C.d.S., si applichi anche alla CQC e al C.A.P. di tipo KB. Detta decurtazione si applica qualora gli illeciti vengano commessi alla guida di un veicolo e nell esercizio di un attività professionale per cui i documenti sono richiesti. CAPO III D. Lgs. n. 2/2013 Si rappresenta infine che l art. 24 del D.Lgs 16/01/2013 n. 2 (disposizioni transitorie) stabilisce che sono fatti salvi i diritti acquisiti dai titolari di CQC già rilasciate e che, a decorrere dal novantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore del decreto, per la sostituzione delle CQC rinnovate, smarrite, deteriorate o rubate, e che sono state rilasciate in precedenza a titolari di patente di guida italiana, si procederà con l emissione di un duplicato della patente di guida sulla quale, in corrispondenza del tipo di abilitazione posseduta, sarà apposto il codice unionale 95 nonchè la data di scadenza dell abilitazione stessa. Viene stabilito che quanto disposto dal capo II entrerà in vigore il giorno 19 gennaio 2013, fatte salve le modifiche apportate al comma 1, lettere b) c) e d) dell art. 21 del D.Lgs. 286/05, che entreranno in vigore il giorno 18 aprile 2013, ovvero a decorrere dal novantesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore del citato decreto. Le disposizioni del capo I del decreto in commento si applicheranno dal giorno 2 febbraio 2013.

LE NUOVE REGOLE DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE E SISTEMA SANZIONATORIO

LE NUOVE REGOLE DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE E SISTEMA SANZIONATORIO LE NUOVE REGOLE DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE E SISTEMA SANZIONATORIO di Franco MEDRI * Con la sostanziale modifica del Decreto Legislativo 21 novembre 2005, n. 286 (vedasi D. Lgs. 16 gennaio

Dettagli

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie.

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie. ENTRA IN VIGORE LA PATENTE UNICA EUROPEA (parte generale) 19 gennaio 2013: entra in vigore la patente dell Unione Europea, unica ed uguale per tutti i cittadini europei, in formato card, con la foto digitale

Dettagli

Art. 1 Modifiche all'articolo 47 del Codice della strada, in materia di classificazione dei veicoli

Art. 1 Modifiche all'articolo 47 del Codice della strada, in materia di classificazione dei veicoli IL NUOVO CODICE DELLA STRADA Commento alle novità introdotte dal decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59 di attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE Nella Gazzetta ufficiale del 30 aprile

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 18 APRILE 2011 N.59. in vigore dal 19 gennaio 2013

DECRETO LEGISLATIVO 18 APRILE 2011 N.59. in vigore dal 19 gennaio 2013 ASSOCIAZIONE POLIZIA LOCALE PROVINCIA DI BERGAMO DECRETO LEGISLATIVO 18 APRILE 2011 N.59 Come modificato e integrato dal D. Lgs. 16/01/2013 n. 2 concernente le patenti di guida in vigore dal 19 gennaio

Dettagli

N. 300/A/1/44285/101/3/3/9 Roma 7 settembre 2005

N. 300/A/1/44285/101/3/3/9 Roma 7 settembre 2005 N. 300/A/1/44285/101/3/3/9 Roma 7 settembre 2005 OGGETTO: Modifiche al Codice della Strada. Legge 17 agosto 2005, n. 168, di conversione con modificazioni del decreto-legge 30 giugno 2005, n. 115 recante

Dettagli

SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia locale

SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia locale REGIONE PIEMONTE SEGRETERIA PROVINCIALE ALESSANDRIA e_mail: alessandria@sulpm.net SULPL ALESSANDRIA NEWS Periodico di informazione tecnica, giuridica, sindacale e di attualità per gli operatori della polizia

Dettagli

Pensando di fare cosa gradita, riportiamo di seguito le disposizioni contenute nel decreto.

Pensando di fare cosa gradita, riportiamo di seguito le disposizioni contenute nel decreto. AUTOTRASPORTO Suggerimento n. 278/62 del 30 maggio 2013 RC/AZA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE (CQC): NUOVO DECRETO È stato pubblicato il decreto 17 aprile 2013 che ridefinisce la disciplina sulla

Dettagli

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa.

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa. LA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE Campi di applicazione, esenzioni, obblighi, corsi di formazione, decorrenze e tutto quello che c è da sapere sulla CQC *Di Franco Medri Con la pubblicazione della

Dettagli

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario

PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario PATENTI DI GUIDA (Nota riassuntiva della normativa vigente) 1 - Patente di guida secondo il modello comunitario Il 1 luglio 1996 è entrata in vigore la Direttiva n. 91/439/CEE del 29 luglio 1991, recepita

Dettagli

Patente AM CIGC patentino

Patente AM CIGC patentino Patente AM CIGC patentino MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione generale per la motorizzazione Divisione

Dettagli

RICCIONE ASPETTI CRITICI IN MATERIA DI PAGAMENTO DEL MINIMO EDITTALE RIDOTTO DEL 30% 20 SETTEMBRE 2013. Giuseppe Carmagnini

RICCIONE ASPETTI CRITICI IN MATERIA DI PAGAMENTO DEL MINIMO EDITTALE RIDOTTO DEL 30% 20 SETTEMBRE 2013. Giuseppe Carmagnini RICCIONE 20 SETTEMBRE 2013 ASPETTI CRITICI IN MATERIA DI PAGAMENTO DEL MINIMO EDITTALE RIDOTTO DEL 30% Giuseppe Carmagnini Per le violazioni per le quali il presente codice stabilisce una sanzione amministrativa

Dettagli

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori.

La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. La presente normativa si applica sia alla patente di guida che al certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. Procedura Accertamento della violazione da cui consegue decurtazione di punteggio (1)

Dettagli

Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3

Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3 Ministero del Trasporti, circolare 10 agosto 2007, n. prot. 77898/8.3 Oggetto: Obbligo del possesso e rilascio della carta di qualificazione del conducente. Con circolare prot. 29092/23.18.03 del 27 marzo

Dettagli

CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE (CQC) D.lgs. 286/2005 in recepimento della Direttiva Comunitaria 2003/59/CE

CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE (CQC) D.lgs. 286/2005 in recepimento della Direttiva Comunitaria 2003/59/CE POLIZIA LOCALE MILANO SERVIZIO RADIOMOBIE Commissario Agg. Massimo Cuzzoni FOXPOL LOMBARDIA Associazione di Polizia Locale CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE (CQC) D.lgs. 286/2005 in recepimento della

Dettagli

Nuova disciplina in materia di patenti di guida

Nuova disciplina in materia di patenti di guida Nuova disciplina in materia di patenti di guida Dal 19 gennaio si applica la nuova disciplina armonizzata, in ambito comunitario, relativa alle patenti di guida, che ha in parte modificato il Codice della

Dettagli

Patente di guida: irregolarità e relative sanzioni

Patente di guida: irregolarità e relative sanzioni Patente di guida: irregolarità e relative sanzioni Errata applicazione dell articolo 126 bis al titolare di patente rilasciata da uno Stato estero All atto di rilascio della patente viene attribuito un

Dettagli

Art. 116. Patente, certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e autoveicoli e certificato di idoneità alla guida di ciclomotori 1. Non si possono guidare autoveicoli e motoveicoli

Dettagli

Come è cambiata la norma

Come è cambiata la norma Come è cambiata la norma Articolo 116 Patente, certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e autoveicoli e certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. 1. Non si possono

Dettagli

CAPO I MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA, DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 30 APRILE 1992, N. 285

CAPO I MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA, DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 30 APRILE 1992, N. 285 LEGGE 29 luglio 2010, n. 120 Disposizioni in materia di sicurezza stradale. CAPO I MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA, DI CUI AL DECRETO LEGISLATIVO 30 APRILE 1992, N. 285 Art. 23. (Modifiche agli articoli

Dettagli

COPIA AGGIORNATA 11.02.2013

COPIA AGGIORNATA 11.02.2013 COPIA AGGIORNATA 11.02.2013 Milano, 18.01.2013 Alla cortese attenzione di TUTTO IL PERSONALE Oggetto: MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA Dalla data del 19 gennaio 2013, in applicazione del Decreto Legislativo

Dettagli

Sommario: - QUADRO GENERALE

Sommario: - QUADRO GENERALE Sommario: - QUADRO GENERALE - DURATA DI VALIDITÀ DELLE SINGOLE CATEGORIE DI PATENTE - Riduzione del periodo di validità - Quadro riassuntivo della durata di validità delle patenti - CONFERMA DELLA VALIDITÀ

Dettagli

LE NUOVE PATENTI DI GUIDA (dal 19 gennaio 2013)

LE NUOVE PATENTI DI GUIDA (dal 19 gennaio 2013) LE NUOVE PATENTI DI GUIDA (dal 19 gennaio 2013) N.B. LA PATENTE AM E RICOMPRESA IN OGNI ALTRA CATEGORIA CATEGORIA (Età minima) VEICOLI AM (14 anni) ciclomotori a due ruote (cat. L1e) con velocità massima

Dettagli

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE

SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE CELLE LIGURE (SV) 2 OTTOBRE 2014 SINISTRI STRADALI ESAME DEI DOCUMENTI DI GUIDA E DI CIRCOLAZIONE dott. Marco Massavelli Vice Comandante P.M. Druento (TO) CONTROLLO DEI DOCUMENTI E INVITO A PRESENTARLI

Dettagli

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE

COMANDO POLIZIA MUNICIPALE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Staff Comandante Ufficio Informazioni Istituzionali Campagna di sensibilizzazione al Codice della Strada Ripassiamo il Codice della Strada.- Art. 126. Durata e conferma della

Dettagli

Provincia di Treviso TEL 0422.871162 FAX 0422.871116 UFFICIO POLIZIA LOCALE. Le patenti di guida

Provincia di Treviso TEL 0422.871162 FAX 0422.871116 UFFICIO POLIZIA LOCALE. Le patenti di guida COMUNE DI POVEGLIANO Provincia di Treviso Borgo San Daniele n. 26 cap 31050 C.F. 80008450266 P. IVA 00254880263 E-MAIL: vigilanza@comune.povegliano.tv.it TEL 0422.871162 FAX 0422.871116 UFFICIO POLIZIA

Dettagli

Maggioli Editore. Manuale della Circolazione Stradale 3/2010. Come funziona in sintesi il sistema della patente a punti

Maggioli Editore. Manuale della Circolazione Stradale 3/2010. Come funziona in sintesi il sistema della patente a punti Manuali elettronici Patente a punti Maggioli Editore Manuale della Circolazione Stradale 3/2010 Page 1 of 10 Come funziona in sintesi il sistema della patente a punti Quanti punti si hanno a disposizione?

Dettagli

Roma, 10 agosto 2007

Roma, 10 agosto 2007 DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI 8807 Direzione Generale per la Motorizzazione Via G. Caraci, 36-00157 ROMA Prot. 77898/8.3, 10 agosto 2007 Direttori dei SIIT - Trasporti Loro sedi Uffici Motorizzazione

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SICUREZZA STRADALE Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 121 Operativa OGGETTO: Circolazione stradale. Riforma C.d.S. Legge 15 luglio 2009, n. 94

Dettagli

Il Punto sulla Carta di Qualificazione del Conducente alla luce della recente circolare del Ministero dell Interno del 14 aprile 2008

Il Punto sulla Carta di Qualificazione del Conducente alla luce della recente circolare del Ministero dell Interno del 14 aprile 2008 Il Punto sulla Carta di Qualificazione del Conducente alla luce della recente circolare del Ministero dell Interno del 14 aprile 2008 Nasce la Carta di qualificazione del conducente (CQC), un nuovo documento

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE E I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione Via G. Caraci, 36 - Prot. 7787

Dettagli

FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00162 Roma Piazza M. Armellini 9/A

FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00162 Roma Piazza M. Armellini 9/A Roma, 26 Agosto 2013 Prot. n. 119/MC/mti Alla Presidenza Naz.le CNA Fita Al Consiglio Naz.le CNA Fita Ai Presidenti Reg.li CNA Fita Ai Resp.li Regionali e Prov.li CNA Fita OGGETTO: Circolare CNA Fita 16/2013.

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO STRADALE E PER L INTERMODALITA DIVISIONE

Dettagli

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese

Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese Assolombarda - CdS slides 1 1 Le recenti modifiche al Codice della Strada: patente a punti e altre implicazioni operative per le imprese CHIARA SOMARE Avvocato STUDIO LEGALE I - 20122 MILANO - VIA CURTATONE,

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 18 aprile 2011, n. 59 (G.U. n. 99 del 30.4.2011)

DECRETO LEGISLATIVO 18 aprile 2011, n. 59 (G.U. n. 99 del 30.4.2011) DECRETO LEGISLATIVO 18 aprile 2011, n. 59 (G.U. n. 99 del 30.4.2011) Attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli

Dettagli

CAUSE DI SOSPENSIONE PATENTE

CAUSE DI SOSPENSIONE PATENTE CAUSE DI SOSPENSIONE PATENTE SOSPENSIONE A TEMPO INDETERMINATO La patente viene sospesa a tempo indeterminato quando il candidato è assente all esame di revisione o non lo prenota nei tempi prescritti.

Dettagli

PREMESSE A) IL DIRITTO COMUNITARIO

PREMESSE A) IL DIRITTO COMUNITARIO Le modifiche normative e amministrative intervenute, nonché le numerose richieste di chiarimenti pervenuti dagli uffici della motorizzazione, hanno evidenziato la necessità della redazione di un documento

Dettagli

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986?

Traccia 1. 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza a norma della Legge 65/1986? Traccia 1 1. Il Sindaco ha competenza in materia di ordine e sicurezza pubblica? A) No; B) Si, ma solo nei Comuni con meno di 1.000 abitanti; C) Si: 2. Chi conferisce la qualità di agente di pubblica sicurezza

Dettagli

!!"#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#!

!!#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#! !!"#$#%&'()!*'++'!,$-(.%&(/&&/('!!!!!!!!!!!!!!'!*'#!0(.%1)(&#! DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE DIREZIONE GENERALE PER IL TRASPORTO STRADALE E PER L INTERMODALITA

Dettagli

Articolo 119 Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente di guida.

Articolo 119 Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente di guida. Come è cambiata la norma Articolo 119 Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente di guida. 1. Non può ottenere la patente di guida o l'autorizzazione ad esercitarsi alla guida di cui

Dettagli

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato

Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici, ora è operativa Di Girolamo Simonato Con il d.lgs. 285/92 (Nuovo Codice della Strada) all art. 111 era stata disciplinata la revisione della

Dettagli

Corpo Polizia Municipale Terre Estensi DIVISIONE Iª COMPARTO ATTIVITÀ INTERNE VICECOMANDANTE - COORDINAMENTO UFFICIO STUDI

Corpo Polizia Municipale Terre Estensi DIVISIONE Iª COMPARTO ATTIVITÀ INTERNE VICECOMANDANTE - COORDINAMENTO UFFICIO STUDI Corpo Polizia Municipale Terre Estensi DIVISIONE Iª COMPARTO ATTIVITÀ INTERNE VICECOMANDANTE - COORDINAMENTO UFFICIO STUDI Ferrara, 7 agosto 2015 Ai Sigg. Ispettori per l adeguata diffusione CIRCOLARE

Dettagli

*** NORMATTIVA - Stampa *** http://www.normattiva.it/do/atto/export

*** NORMATTIVA - Stampa *** http://www.normattiva.it/do/atto/export 1 di 53 18/12/2014 11:06 DECRETO LEGISLATIVO 18 aprile 2011, n. 59 Attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida. (11G0104) Vigente al: 18-12-2014 IL PRESIDENTE DELLA

Dettagli

CERTIFICATI. Sono CAP (Certificati di Abilitazione Professionale) obbligatori rispettivamente per la guida professionale di motoveicoli e autovetture.

CERTIFICATI. Sono CAP (Certificati di Abilitazione Professionale) obbligatori rispettivamente per la guida professionale di motoveicoli e autovetture. I CERTIFICATI KA E KB Sono CAP (Certificati di Abilitazione Professionale) obbligatori rispettivamente per la guida professionale di motoveicoli e autovetture. Più precisamente: il KA è richiesto per la

Dettagli

1 di 52 04/01/2013 15:30

1 di 52 04/01/2013 15:30 1 di 52 04/01/2013 15:30 DECRETO LEGISLATIVO 18 aprile 2011, n. 59 Attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida. (11G0104) Vigente al: 4-1-2013 IL PRESIDENTE DELLA

Dettagli

SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA AL

SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA AL SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA AL 24.11.2014 a seguito della Circolare Ministeriale del 1 Agosto 2014 e tenendo conto delle linee guida della Prefettura di Milano Redatti dal: V. Commissario della Polizia

Dettagli

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI

Roma, 16 maggio 2012. prot. n. 13546. Ai Dirigenti Generali Territoriali LORO SEDI. Agli UMC LORO SEDI Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI Direzione Generale per la Motorizzazione Divisione 5 Via G. Caraci, 36 00157

Dettagli

LOCAZIONE SENZA CONDUCENTE DI AUTOCARRI LEGGERI - CHIARIMENTI - di Maurizio PIRAINO *

LOCAZIONE SENZA CONDUCENTE DI AUTOCARRI LEGGERI - CHIARIMENTI - di Maurizio PIRAINO * LOCAZIONE SENZA CONDUCENTE DI AUTOCARRI LEGGERI - CHIARIMENTI - di Maurizio PIRAINO * La questione che si pone è se sia applicabile a carattere residuale la violazione dell art. 82/8 e 10 comma del Nuovo

Dettagli

AI RESPONSABILI DI DISTRETTI, SEZIONI, REPARTI, NUCLEI, STAFF

AI RESPONSABILI DI DISTRETTI, SEZIONI, REPARTI, NUCLEI, STAFF SCHEDA DI AGGIORNAMENTO A cura della Sezione Studi, Ricerche, Formazione e Statistica Citta di Messina Corpo Polizia Municipale Sezione Ricerche, Studi, Formazione e Statistica Tel. 0907723782 Fax 090674115

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 1/ 34 DECRETO LEGISLATIVO 18 aprile 2011, n. 59 Attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida. (11G0104) Vigente al: 23-12-2012 IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale Motorizzazione Divisione 5 Prot. n. 13647 del 2.5.2011

Dettagli

Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI

Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI Speciale Asaps TUTTO SU IL SOVRACCARICO Il calcolo, le sanzioni e i punti da decurtare * di Franco MEDRI Due profili identificano l applicazione dell articolo 167 (Trasporto di cose su veicoli a motore

Dettagli

- ALLE PREFETTURE-UFFICI TERRITORIALI DEL GOVERNO

- ALLE PREFETTURE-UFFICI TERRITORIALI DEL GOVERNO \ Dipartimento Pubblica Sicurezza Servizio Polizia Stradale Registrato il 1310812015 Prot.300lA/5718/151149J2015103 IIIIII~IIIIH 227539 DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA

Dettagli

RILASCIO (per documentazione) della CARTA DI QUALIFICAZIONE dei CONDUCENTI

RILASCIO (per documentazione) della CARTA DI QUALIFICAZIONE dei CONDUCENTI RILASCIO (per documentazione) della CARTA DI QUALIFICAZIONE dei CONDUCENTI L'art. 17 del D.L.vo 286/2005 e l'art. 2 del D.M. 07/02/2007 prevedono la possibilità, sulla scorta di idonea documentazione,

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DEI VEICOLI AL SERVIZIO DI PERSONE DISABILI (Approvato con Delibera di C.C. n. 2 del 28 Gennaio 2005) Art. 1 (Oggetto) -

Dettagli

CATEGORIE delle PATENTI di GUIDA e CERTIFICATI PROFESSIONALI

CATEGORIE delle PATENTI di GUIDA e CERTIFICATI PROFESSIONALI CATEGORIE delle PATENTI di GUIDA e CERTIFICATI PROFESSIONALI A3 21 A2 18 A1 16 Motocicli leggeri Tricicli a 3 ruote Quadricicli di (Max 125 cm 3 e 11 kw) simmetriche massa a vuoto con o senza sidecar fino

Dettagli

SCHEMI OPERATIVI. Indice: COPIA AGGIORNATA 07.04.2013. Redatti dal Commissario Aggiunto Gianni Sansonne

SCHEMI OPERATIVI. Indice: COPIA AGGIORNATA 07.04.2013. Redatti dal Commissario Aggiunto Gianni Sansonne SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA 07.04.2013 Redatti dal Commissario Aggiunto Gianni Sansonne Indice:. Pagina 2: Equiparazione delle patenti rilasciate fino al 18.01.13 alle nuove categorie previste dal19.01.13;.

Dettagli

IL PATENTINO PER LA GUIDA DEL CICLOMOTORE IL PATENTINO

IL PATENTINO PER LA GUIDA DEL CICLOMOTORE IL PATENTINO IL PATENTINO PER LA GUIDA DEL CICLOMOTORE IL PATENTINO Il certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori Cos è un CICLOMOTORE Art. 52 del C.d.s. + normativa europea: Veicolo a motore a due o tre ruote,

Dettagli

Oggetto della consulenza: Scadenza CQC in ambito comunitario, stati aderenti al c.d. Patto SEE e la Svizzera.

Oggetto della consulenza: Scadenza CQC in ambito comunitario, stati aderenti al c.d. Patto SEE e la Svizzera. Quesito: I miei autisti di trasporto cose, con CQC ricevuta per documentazione e scadenza 9/9/14 hanno la CQC stessa valida fino al 9/9/16; ma questo vale solo qui in Italia o anche all'estero? Oggetto

Dettagli

Prot. n. 85349 del 22.10.2010. Ai Direttori Generali territoriali Loro sedi. Uffici Motorizzazione civile Loro sedi

Prot. n. 85349 del 22.10.2010. Ai Direttori Generali territoriali Loro sedi. Uffici Motorizzazione civile Loro sedi Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA NAVIGAZIONE ED I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE PER LA MOTORIZZAZIONE DIVISIONE 5 Via G. Caraci, 36-00157

Dettagli

CIRCOLARE N. 52/E. Roma,30 luglio 2008

CIRCOLARE N. 52/E. Roma,30 luglio 2008 CIRCOLARE N. 52/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,30 luglio 2008 Oggetto: Adempimenti necessari per l immatricolazione di veicoli di provenienza comunitaria articolo 1, comma 9, del decreto

Dettagli

PATENTI DI GUIDA E CIRCOLAZIONE STRADALE

PATENTI DI GUIDA E CIRCOLAZIONE STRADALE PATENTI DI GUIDA E CIRCOLAZIONE STRADALE A cura di Carlo Carrera SFERA DI APPLICAZIONE DEL CODICE DELLA STRADA regolamenta la circolazione in generale su tutte le aree pubbliche o ad uso pubblico definibili

Dettagli

ORDINANZA N. 429 ANNO 2008

ORDINANZA N. 429 ANNO 2008 ORDINANZA N. 429 ANNO 2008 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai Signori: - Giovanni Maria FLICK Presidente - Francesco AMIRANTE Giudice - Ugo DE SIERVO "

Dettagli

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO

TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO TEMPI DI GUIDA E DI RIPOSO L art. 174 del CDS disciplina, come ben sappiamo, la durata della guida degli autoveicoli adibiti al trasporto di persone o cose. Tale articolo, completamente rinnovato dalla

Dettagli

ARTT. 186/187 C.d.S. - NORMALI CONTROLLI SU STRADA. Cronologico atti da espletare

ARTT. 186/187 C.d.S. - NORMALI CONTROLLI SU STRADA. Cronologico atti da espletare ARTT. 186/187 C.d.S. - NORMALI CONTROLLI SU STRADA Cronologico atti da espletare 1. Fermare i veicoli da sottoporre a controllo nei modi previsti dalla Legge; 2. farsi consegnare i documenti di guida del

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTA la legge 24 novembre 1981 n. 689, recante modifiche al sistema penale; VISTO il decreto ministeriale del 26 luglio 1995 recante Disciplina del rilascio delle licenze di pesca ; VISTO il regolamento

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA SULLE PATENTI DI GUIDA

LA NUOVA DISCIPLINA SULLE PATENTI DI GUIDA Assessorato alla Promozione della Sicurezza e alla Polizia Locale LA NUOVA DISCIPLINA SULLE PATENTI DI GUIDA MODIFICHE AL NUOVO C.D.S. 49 48 Quaderni di aggiornamento per la polizia locale Comitato di

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale Motorizzazione Divisione 5 Prot. n.10959 del 19 aprile

Dettagli

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Sabato, 30 aprile 2011 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI

SERIE GENERALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Sabato, 30 aprile 2011 AVVISO ALLE AMMINISTRAZIONI SERIE GENERALE Spediz. abb. post. - art. 45% 1, - comma art. 2, 1 comma 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46662 - Filiale - Filiale di Roma di Roma GAZZETTA Anno 152 - Numero 99 UFFICIALE DELLA

Dettagli

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri*

NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* NOLEGGIO CON CONDUCENTE (NCC) Tutte le regole per autovetture, autobus e taxi a cura di Franco Medri* Premessa: le parti evidenziate in rosso non sono ancora entrate in vigore se non dopo la pubblicazione

Dettagli

Stati membri della CEMT: Manuale d uso delle autorizzazioni CEMT (2009) capitolo 4, 5.

Stati membri della CEMT: Manuale d uso delle autorizzazioni CEMT (2009) capitolo 4, 5. - TRASPORTO INTERNAZIONALE - RELAZIONI DI TRAFFICO INTERNAZIONALI CHE CONSENTONO LA LOCAZIONE DEI VEICOLI SENZA CONDUCENTE di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO** In ambito internazionale la locazione di

Dettagli

ALCOL E PATENTI. Dr. Sergio Dini Resp. Unità Funzionale Attività Certificative Medico Legali Az. Usl 8 Arezzo

ALCOL E PATENTI. Dr. Sergio Dini Resp. Unità Funzionale Attività Certificative Medico Legali Az. Usl 8 Arezzo ALCOL E PATENTI Dr. Sergio Dini Resp. Unità Funzionale Attività Certificative Medico Legali Az. Usl 8 Arezzo Cosa dice la legge? Art. 119 CdS: Requisiti fisici e psichici per il conseguimento della patente

Dettagli

LA PATENTE A PUNTI CITTA DI CIRIE. Provincia di Torino

LA PATENTE A PUNTI CITTA DI CIRIE. Provincia di Torino CITTA DI CIRIE Provincia di Torino P. IVA 02084870019 C.F. 83000390019 www.comune.cirie.to.it Comando Polizia Municipale CAP 10073 Corso Nazioni Unite nr. 32 Tel. 011 9218190 - Fax 011 9205554 e-mail:

Dettagli

1. LE NOVITÀ SALIENTI DELLA RIFORMA DELL AUTOTRASPORTO DI COSE IN CONTO TERZI

1. LE NOVITÀ SALIENTI DELLA RIFORMA DELL AUTOTRASPORTO DI COSE IN CONTO TERZI TRASPORTO MERCI Roma, 14 luglio 2006 Circ. del Ministero dell'interno N. 300/A/1/52609/108/13/7 Il Decreto Legislativo 21.11.05, n. 286, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 9.1.06 n. 6, dando attuazione

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A C O M U N E DI O P E R A PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO RELATIVO ALLE MODALITA DI RILASCIO ED UTILIZZO DEL CONTRASSEGNO PER LA CIRCOLAZIONE E LA SOSTA DELLE PERSONE CON DIVERSE ABILITA PREMESSE - RIFERIMENTI

Dettagli

Sarà nostra cura tenervi tempestivamente aggiornati non appena la Decisione sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea.

Sarà nostra cura tenervi tempestivamente aggiornati non appena la Decisione sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea. INDIRIZZI INTERPRETATIVI IN MATERIA DI AUTOTRASPORTO: CIRCOLARI MINISTERO DELL INTERNO E MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE Il Ministero dell Interno congiuntamente al Ministero delle Infrastrutture e dei

Dettagli

Le multe per infrazioni al Codice della Strada

Le multe per infrazioni al Codice della Strada Le multe per infrazioni al Codice della Strada Riferimenti normativi Nuovo codice della strada (D.lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni); Regolamento di esecuzione e di attuazione del

Dettagli

Approvato con deliberazione del CC nr. del

Approvato con deliberazione del CC nr. del CITTA DI MARTINENGO Provincia di Bergamo CORPO DI POLIZIA LOCALE Piazza Maggiore, 1-24057 MARTINENGO Tel: 0363/986011 fax: 0363/987765 protocollo@comune.martinengo.bg.it protocollo@pec.comune.martinengo.bg.it

Dettagli

Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA

Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO DEL CAPO DEL DIPARTIMENTO Ufficio dell'organizzazione e delle Relazioni Roma, GDAP- 0233787-2014 PU-GDftP-lc«-Bl/t7/2B14-«23J787-2B14

Dettagli

Articolo 126 bis TITOLO IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Patente a punti

Articolo 126 bis TITOLO IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Patente a punti Articolo 16 bis TITOLO IV - Guida dei veicoli e conduzione degli animali Patente a punti 1. All'atto del rilascio della patente viene attribuito un punteggio di venti punti. Tale punteggio, annotato nell'anagrafe

Dettagli

Prefettura di Firenze Area III Procedimenti Sanzionatori

Prefettura di Firenze Area III Procedimenti Sanzionatori Prefettura di Firenze Area III Procedimenti Sanzionatori PROGRAMMA STRATEGIE DI PREVENZIONE SOSTANZE D ABUSO IN MATERIA DI SICUREZZA STRADALE, in collaborazione con il Comune di Firenze - Assessorato alle

Dettagli

Modifica alla disciplina IVA delle prestazioni di servizi di telecomunicazione

Modifica alla disciplina IVA delle prestazioni di servizi di telecomunicazione Modifica alla disciplina IVA delle prestazioni di servizi di telecomunicazione In data 25 Marzo 2008 l Agenzia delle Entrate ha divulgato la Circ. n. 25/E in merito alle modifiche apportate alla disciplina

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Ministero dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione Generale per la Motorizzazione Via G. Caraci, 36-00157 ROMA

Ministero dei Trasporti DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI TERRESTRI Direzione Generale per la Motorizzazione Via G. Caraci, 36-00157 ROMA DA FONTE TRASPORTI CIRCOLARE N. 29092/23.18.03 DEL 27/03/2007- NORME IN MATERIA DI RILASCIO DELLA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE AI SENSI DELLA DIRETTIVA 2003/59/CE. Prot. 29092/23.18.03 Roma,

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA 300/ A;744/13/1Dl/3/3/9 del 25/ 01 / 2013 1111 11 11 11 111 111111 1111 11111111 111111 111 11111 11 OGGETTO: Decreto legislativo 18 aprile 20 I I n. 59 e successive modificazioni ed integrazioni, recante

Dettagli

Pag. 1 di 10. Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore

Pag. 1 di 10. Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore Pag. 1 di 10 Certificato di idoneità alla guida del ciclomotore DCRUO Relazioni Industriali Settembre 2005 Pag. 2 di 10 INDICE Scopo e campo di applicazione pag. 3 Principi generali pag. 3 Riferimenti

Dettagli

REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74)

REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74) Servizio Protezione Civile, Trasporti e Mobilità REGOLAMENTO RELATIVO AI CRITERI PER L APPLICAZIONE DELE SANZIONI DISCIPLINARI ALLE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO (ART. 21 LEGGE 298/74) Con il decreto legislativo

Dettagli

FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00162 Roma Piazza M. Armellini 9/A Tel (06) 441881 E Mail : fita@cna.it

FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00162 Roma Piazza M. Armellini 9/A Tel (06) 441881 E Mail : fita@cna.it FITA Unione Nazionale Imprese di Trasporto Sede Nazionale 00162 Roma Piazza M. Armellini 9/A Tel (06) 441881 E Mail : fita@cna.it Sede di Bruxelles ISB 36-38, Rue Joseph II 1000 Bruxelles Tel + 322 2307440

Dettagli

PATENTI PATENTE AM. Età minima 14

PATENTI PATENTE AM. Età minima 14 PATENTE AM 14 Età massima Segue le scadenze previste per la patente A: 10 anni fino a 50 anni di età, 5 anni per chi ha un età compresa tra 50 e i 70 anni, 3 anni per chi ha superato i 70 anni, 2 anni

Dettagli

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada

La circolazione stradale dei cittadini stranieri. 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada La circolazione stradale dei cittadini stranieri 1. Le sanzioni per le violazioni delle norme del Codice della strada Tutti i conducenti di veicoli devono rispettare il Codice della strada in quanto la

Dettagli

CAI CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA

CAI CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA CAI CENTRALE DI ALLARME INTERBANCARIA Approfondimenti legislativi CAI Centrale d Allarme Interbancaria 1/5 Gli archivi informatici La Banca d Italia, con Regolamento del 29/01/2002, ha completato la normativa

Dettagli

TARIFFE PER LE OPERAZIONI DI MOTORIZZAZIONI AGGIORNATE AL 31 MAGGIO 2007

TARIFFE PER LE OPERAZIONI DI MOTORIZZAZIONI AGGIORNATE AL 31 MAGGIO 2007 TARIFFE PER LE OPERAZIONI DI MOTORIZZAZIONI AGGIORNATE AL 31 MAGGIO 2007 ATTENZIONE: i numeri dei bollettini di conto corrente riportati, da utilizzare per i versamenti, sono validi esclusivamente per

Dettagli

UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO *

UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO * UTILIZZAZIONE DI AUTOCARRI PRESI IN COMODATO D USO GRATUITO SENZA CONDUCENTE di Maurizio PIRAINO * Ai sensi dell art. 1803 del codice civile, approvato con R.D. 16 marzo 1942, n. 262, «il comodato è il

Dettagli

Ove era prevista la sanzione da 68,25 a 275,10 la stessa deve intendersi sostituita con quella da 68,00 a 275,00

Ove era prevista la sanzione da 68,25 a 275,10 la stessa deve intendersi sostituita con quella da 68,00 a 275,00 con quella da 138,00 a 550,00 Articolo 170, comma 6 Ove era prevista la sanzione da 68,25 a 275,10 la stessa deve intendersi sostituita con quella da 68,00 a 275,00 Articolo 171, comma 2 Ove era prevista

Dettagli

Le indicazioni obbligatorie negli atti, nella corrispondenza e nei siti web delle società

Le indicazioni obbligatorie negli atti, nella corrispondenza e nei siti web delle società CIRCOLARE N. 2 DEL 29 GENNAIO 2010 DIRITTO SOCIETARIO Le indicazioni obbligatorie negli atti, nella corrispondenza e nei siti web delle società www.assonime.it ABSTRACT Questa circolare illustra le novità

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE

CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CITTA' DI SAN GIORGIO A CREMANO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Al Responsabile S.O.T. Funz. Attilio De Vita Al Responsabile S.O.S. Funz. Fabiana Briganti Al Responsabile Servizio Polizia Mortuaria Funz. Enrico

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESAME PER IL RICONOSCIMENTO DELL' IDONEITÀ DEGLI INSEGNANTI DI TEORIA E DEGLI ISTRUTTORI DI GUIDA DI AUTOSCUOLA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESAME PER IL RICONOSCIMENTO DELL' IDONEITÀ DEGLI INSEGNANTI DI TEORIA E DEGLI ISTRUTTORI DI GUIDA DI AUTOSCUOLA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ESAME PER IL RICONOSCIMENTO DELL' IDONEITÀ DEGLI INSEGNANTI DI TEORIA E DEGLI ISTRUTTORI DI GUIDA DI AUTOSCUOLA (Approvato con deliberazione consiliare n. 92 del 19.11.2012)

Dettagli

MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA

MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA LEGGE 29 luglio 2010, n. 120 Disposizioni in materia di sicurezza stradale Entrata in vigore del provvedimento: 13/08/2010 (salvo disposizioni su alcol e stupefacenti,

Dettagli

SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA AL 11.02.2014

SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA AL 11.02.2014 SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA AL 11.02.2014 Redatti dal: Commissario Aggiunto Sansonne Gianni della Polizia Locale di Milano Responsabile dell Uff. Verbali e P.G. Zona 4 A disposizione per chiarimenti

Dettagli