COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna PERSICETO E CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN GIOVANNI IN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna PERSICETO E CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN GIOVANNI IN"

Transcript

1 \\SrvnasO I \utenti\segre\emanuela\contratti\contra2o I 2\GIOCHI E PAROLE 2.doc COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO ESENTE DALL IMPOSTA DI BOLLO E DALL IMPOSIA DI REGISTRO AI SENSI DELL ART. 8 - i DELLA LEGGE QUADRO SUL VOLONTARIATO N. 266/91. COMMA Provincia di Bologna CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO E L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO GIOCHI E PAROLE ASD PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI SUPPORTO AL TRASPORTO SCOLASTICO PER ALUNNI NEL PERCORSO CASA SCUOLA E SCUOLA CASA ANNO SCOLASTICO L anno duemiladodici, il giorno del mese di nella Residenza Municipale, con la presente scriffura privata da valere ad ogni effeffo di legge, tra: il Comune di San Giovanni in Persiceto (C.F ),che in seguito sarà chiamato Ente pubblico, e rappresentato dal DOTT. ANDREA BELLETTI, nato ad Argelato (BO) il 20/03/1957, quale Dirigente dell Area Servizi alla Persona, il quale agisce in nome e per conto e nell esclusivo interesse del Comune di San Giovanni in Persiceto Corso Italia, 70 e per dare esecuzione alla propria determinazione n. 803 del 14/09/2012; E L Associazione di Volontariato Giochi e Parole ASD, che in seguito sarà chiamata Associazione, C.F , con sede legale in San Giovanni in Persiceto (BO), via Savonarola 7, iscritta nell Flenco comunale delle libere forme associative ELFA ed affiliata al Centro Sportivo Italiano per lo svolgimento di attività culturali e/o di tempo libero, rappresentata dalla SIG.RA BRINI MARINA, in qualità di legale rappresentante dell Associazione stessa; PREMESSO CHE: i

2 \\SrvnasOl\utenti\Segre\EMANUELA\CONTRATThCONTRA2O12\GIOCHI E PAROLE 2.doc - la legge 11 agosto 1991, n. 266 riconosce il valore sociale e la funzione dell attività di volontariato come espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo promuovendone lo sviluppo nell autonomia e favorendone l apporto originale per il conseguimento delle finalità di carattere sociale, civile e culturale individuate dallo stato e dagli Enti Pubblici; - la Regione Emilia-Romagna con L.R. 21febbraio 2005 n. 12, riconosce il valore sociale e civile ed il ruolo nella società del volontariato come espressione di partecipazione, solidarietà e puralismo e, nel rispetto della sua autonomia, ne sostiene e favorisce l apporto originale per il conseguimento delle più ampie finalità di carattere sociale, civile e culturale individuate dalle leggi dello Stato e dallo Statuto regionale; - in base all art. 7 1 comma - della Legge n. 266 (legge quadro sul volontariato) e dalla succitata L.R. Emilia Romagna n. 12 del , gli Enti locali possono stipulare convenzioni con le organizzazioni di volontariato per finalità assistenziali e di sojiarietà; - l Amministrazione comunale di San Giovanni r Persiceto intende cooperare con le associazioni di volontariato al fine di favorire interventi integrativi di pubblico interesse per la gestione del servizio di accompagnamento al trasporto scolastico sugli scuolabus comunali; Si conviene quanto segue: Art.1 L Ente pubblico, volendo garantire l attività di supporto al servizio di accompagnamento al trasporto scolastico omunale nell ambito del proprio territorio, attiva con l Associazione il progetft di cui al testo riportato in allegato, facente parte integrante della presente convenzione. 2 r

3 \\SrvnasO I \utenti\segre\emanuela\contrattrcontra2o] 2\GIOCHI E PAROLE 2.doc Gli operatori incaricati del servizio, uno per ognuno dei pullman utilizzati per il trasporto, hanno il compito di ritirare gli alunni della Scuola Primaria dalle rispettive aule, sorvegliare i ragazzi durantéll tragitto, mantenendoli seduti e controllandone la salita e la discesa alle iarie fermate, assicurando, in generale, che il viaggio avvenga in maniera ordinata senza pregiudizio per gli alunni stessi e per il mezzo impiegato. Gli operatori dovranno, inoltre, accertarsi ad ogni fermata che i bambini della scuola primaria vengano ritirati dai genitori o da altre persone a ciò delegate per iscritto, mantenendo l alunno sul pullman nel caso in cui nessuno si presenti a prenderlo in consegna. Gli orari di effettuazione del servizio ed il numero di operatori in esso impegnati sono direttamente legati al numero bambini che usufruiranno del servizio di trasporto nonché ai percorsi ed agli orari che saranno definiti in relazione a tale servizio alfine di garantire lo svolgimento dello stesso nelle migliori condizioni. L Ente Pubblico e l Associazione cooperano per lo svolgimento, attraverso le prestazioni di volontari, alle attività elencate, nel rispetto della normativa vigente e degli obiettivi e delle disposizioni emanate dall Ente, senza che in alcun modo l attività dell Associazione di volontariato e dei suoi appartenenti possa configurarsi come sostitutiva di quella del personale dell Amministrazione, né che con i volontari si stabilisca alcun rapporto di dipendenza con l Ente. Art.2 L Associazione si impegna a prestare la propria collaborazione per lo svolgimento delle attività nel territorio comunale utilizzando prevalentemente i 3 7% 4.1

4 4 4 Art.3 Signor Valter Tarozzi. Per la prestazione delle attività convenzionate responsabili della gestione del progetto, nominati rispettivamente dall Ente l organizzazione mette a disposizione n. 6 volontari. interessato dall intervento. All inizio delle attività vengono individuati i propri soci volontari, e prioritariamente quelli residenti nell ambito territoriale \\SrvnasOl\utenti\Segre\EMANUELA\CONTRATTI\CONTRA2O12\GIOCI-1I E PAROLE 2.doc vengano svolte con modalità tecnicamente corrette e nel rispetto delle intervenire nello svolgimento delle attività, nonché a comunicare le eventuali della gestione del progetto sopra nominati, vigilano sullo svolgimento delle sostituzioni degli operatori. pubblico nel Responsabile del Servizio e dall Associazione nella persona del continuità per il periodo preventivamente concordato e si impegna a dare attività avendo cura di verificare che gli operatori rispettino i diritti, la dignità e immediata comunicazione al Responsabile del Servizio Educazione e L Associazione si impegna affinché le attività programmate siano rese con progetto, nonché a comunicare tempestivamente all Associazione ogni evento che possa incidere sulla validità della presente convenzione, I responsabili nominato dall Associazione ogni evento che possa incidere sull attuazione del Pubblica Istruzione delle interruzioni che, per giustificato motivo, dovessero disgiuntamente. L Ente pubblico è tenuto a comunicare imrngdiatamente al responsabile normative specifiche di settore. le opzioni degli utenti e dei fruitori delle attività stesse e che queste ultime periodici, visite sul posto e colloqui con i fruitori effettuati anche I responsabili verificano i risultati del programma operativo attraverso incontri %\

5 \\SrvnasOl\utenti\Segre\EMANUELA\CONTRATTI\CONTRA2O12\GIOCHI E PAROLE 2.doc Art.4 L Associazione garantisce che gli operatori inseriti nelle attività oggetto della presente convenzione sono in possesso delle necessarie cognizioni tecniche e pratiche necessarie allo svolgimento del servizio e si impegna a formare i volontari ai fini della corretta attuazione delle disposizioni in materia di sicurezza con particolare riferimento al D. Lgs. n. 81/2008 e s. m. i.. L Associazione si obbliga al rispetto della normativa previdenziale, assistenziale e fiscale per il personale utilizzato nel progetto. Art.5 L Associazione garantisce che i volontari inseriti nelle attività sono coperti da assicurazione contro infortunio, malattie connesse allo svolgimento dell attività stessa e per la responsabilità civile verso terzi, secondo quanto stabilito dall art. 4 della legge 11 agosto 1991 n. 266, essendo tesserati dal Centro Sportivo Italiano. L Associazione esonera l Ente da qualsiasi responsabilità per danno o incidenti, anche in itinere, dovessero verificarsi a seguito dell espletamento delle prestazioni di cui trattasi. Art.6 L Ente Pubblico si impegna a rimborsare all Associazione: - una quota parte delle spese generali di funzionamento dell Associazione da essa sostenute secondo quanto risulta dall ultimo bilancio approvato. Per le spese generali si intendono tutte quelle previste come voci a bilancio esempio spese ordinarie d ufficio, le spese del personale dipendente, i (ad costi dei locali, le utenze, le spese di promozione ecc..); /4 :P\ - le spese assicurative per i volontari, così come previsto dall art. 4 della L. 5 /

6 \\SrvnasOl\utenti\Segre\EMANUELA\CONTRATTI\CONTRA2O 12\GIOCI-II E PAROLE 2doc 11/8/91 n. 266; - saranno altresì rimborsate le spese sostenute dai volontari per l espletamento delle attività oggetto della presente convenzione, nonché i rimborsi Km. per l uso del mezzo privato, calcolati con riferimento ai rimborsi previsti per auto di media cilindrata nelle tabelle ACI in vigore, nella misura di 0,46. Oltre alle predette spese potranno essere ammesse a rimborso le eventuali spese sostenute dall Associazione per la formazione dei volontari in relazione al D.Igs. 81/2008 e per la fornitura delle adeguate attrezzature di protezione se queste ultime non saranno già state fornite dall Ente Pubblico. La documentazione giustificativa sarà a disposizione dell Ente Pubblico presso la sede dell Associazione in Via Savonarola, 7, San Giovanni in Persiceto (BO). Il Comune provvederà a rimborsare le spese entro 60 giorni dalla presentazione della nota regolare ai fini fiscali, e comunque non oltre 90 giorni dalla presentazione della stessa. L Ente pubblico si impegna a rimborsare, ai sensi dell art. 2 della Legge 266/91 (legge quadro sul volontariato), all organizzazione ogni spesa rientrante nell elencazione del comma precedente, nei limiti indicati e su presentazione di apposita documentazione giustificativa. Eventuali spese oggettivamente non documentabili saranno rimborsate su presentazione di apposita dichiarazione firmata dal legale rappresentante dell Organizzazione; importo di dette spese dovrà comunque essere marginale rispetto alla spesa globalmente rimborsata. In riferimento alla Legge n. 136 del 13/08/2010 I E.G. ha comunicato il conto 6 w..5

7 \\SrvnasOl \utenti\segre\emanuela\contratti\contra2o12\giochi E PAROLE 2.doc dedicato per pagamenti relativi alla presente convenzione: Il soggetto abilitato ad operare e il seguente: Art.7 Ai sensi dell art. 3, comma 8, Legge 136/2010 l Associazione si assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari mentre, ai sensi dello stesso articolo e stesso comma, l Ente Pubblico risolverà il presente contratto ai sensi dell ari c.c. qualora le transazioni siano state eseguite senza avvalersi del conto corrente dedicato. La facoltà di procedere all immediata risoluzione del rapporto contrattuale spetta anche all Associazione nel caso abbia notizia dell inadempimento da parte dell Ente Pubblico sugli obblighi di tracciabilità. Art. 8 L Ente pubblico si impegna a fornire occasioni concrete di riqualificazione ed aggiornamento ai volontari impegnati nello svolgimento delle attività oggetto della presente convenzione, secondo modalità da concordare con l Associazione contraente. L Associazione è tenuta ad assicurare che i volontari partecipino alle iniziative di cui sopra. Art.9 Per rendere effettivo nei confronti dell Organizzazione contraente il diritto alla partecipazione riconosciuto dalla normativa nazionale e regionale alle i:ì

8 \\SrvnasOl\utenti\Segre\EMANUELA\CONTRATTJ\CONTRA2O 12\GIOCHI E PAROLE 2.doc Organizzazioni iscritte nel Registro Regionale del Volontariato, l Ente pubblico si impegna a consultare l Organizzazione in occasione di manifestazioni ed attività che interessano in senso lato il mondo del volontariato. L Ente pubblico si impegna inoltre a fornire supporti tecnici per divulgare congiuntamente informazioni circa gli obiettivi e l attuazione del progetto di cui all Art. 1 Art. 10 Al termine della validità della convenzione, i responsabili della gestione del progetto presentano agli enti di riferimento una relazione congiunta sull attività oggetto della presente convenzione. Art. 11 La presente convenzione ha validità da settembre 2012 a luglio L eventuale rinnovo è oggetto di apposita nuova convenzione. L Ente pubblico può risolvere la presente convenzione in ogni momento previa diffida, per provata inadempienza da parte dell Associazione degli impegni previsti nei precedenti articoli, senza oneri a proprio carico se non quelli derivanti dalla liquidazione delle spese sostenute dall Associazione stessa fino al ricevimento della diffida. L Associazione può risolvere la presente convenzione in ogni momento, previa diffida di almeno quindici giorni, per provata inadempienza da parte dell Ente pubblico di impegni previsti nei precedenti articoli che riguardino in senso stretto l attività oggetto della presente convenzione. L Ente potrà recedere unilateralmente in qualunque momento dalla presente convenzione senza diritto per l Associazione ad alcun compenso, rimborso o corresponsione a qualsiasi titolo, ove si verifichino situazioni tali da vanificare. 8

9 gravi inadempienze ovvero per comportamenti che ledano il buon nome convenzione. La convenzione si intenderà risolta di diritto, previa semplice comunicazione scritta dell Ente, e fatto salvo i risarcimento dei danni, per disposizioni legislative che incidano sulle pattuizioni di cui alla presente la realizzazione delle attività elencate in premessa, o sopravvengano 266/91 Art. 14 presente convenzione è competente il Foro del Tribunale di Bologna. Per tutte le controversie relative all espletamento delle attività oggetto della Art, 13 Trattamento dei dati personali. comunicare formalmente il nominativo del soggetto titolare Responsabile del Contestualmente alla stipulazione del presente atto provvederà, altresì, a effettuato in esecuzione della presente convenzione. Giovanni in Persiceto a Responsabile del trattamento dei dati personali D.Lgs. 196/03 e ss.mm.. ed in particolare di essere adempiente in riferimento agli obblighi imposti dal L Associazione si obbliga ad operare nel rispetto della normativa sulla Privacy Art. 12 ingiustificata alle richieste di intervento delle Autorità competenti/dell Ente. dell Ente e, comunque, anche per un solo caso di inottemperanza \\SrvnasOJ\utent\Segre\EMANUELA\CONTRATTI\CONTRA2O12\GJOCN1 li PAROLE 2.doc Si obbliga, inoltre, ad accettare la propria nomina da parte del Comune di San La presente convenzione, redatta in duplice originale, è esente dall imposta di bollo e dall imposta di registro ai sensi dell art. 8, comma 1, della Legge La presente scrittura sarà registrata solo in caso d uso con spese a carico del.. 9 /

10 \\SrvnasO 1\utenti\Segre\EMANUELA\CONTRATTI\CONTRA2O12\GIOCHI E PAROLE 2.doc richiedente. Art. 15 Per quanto non previsto nel presente atto, si rinvia alle norme del Codice Civile che regolano la materia. L Associazione è tenuta comunque all osservanza di tutte le Leggi, Regolamenti, Decreti e in genere tutte le prescrizioni che vengono emanate da Pubbliche Autorità, indipendentemente dalle norme prescritte dal presente atto. Atto letto, approvato e sottoscritto Il Legale rappresentante Il Dirigente dell Area Dell Associazione Giochi e Parole Sig.ra Marina Brini lo

11 Allegato A Progetto di supporto al trasporto scolastico per alunni nel percorso casa scuola e scuola casa Il progetto di supporto al trasporto scolastico per alunni nel percorso casa scuola e scuola casa è funzionale all agevolazione della fruizione del diritto allo studio. Consiste in un attività di sorveglianza e assistenza durante il tragitto da casa a scuola e viceversa riferita agli alunni iscritti e trasportati nell ambito dell attività di trasporto scolastico. Le giornate ed orari di funzionamento sono i seguenti: dalle ore alle ore per casa scuola dalle ore alle ore per scuola casa dalle ore alle ore per scuola casa dal lunedì al venerdì. Il servizio si svolge per utenti frequentanti le scuole Primarie e Secondarie di 1 grado del territorio comunale. Il coordinamento è affidato al Servizio Educazione e Pubblica Istruzione del Comune.

%* -- ÈSENTE DALL IMPOSTA DI BOLLO E DALL IMPOSTA DI REGISTRO AI SENSI 1 - DELL ART. 8 COMMA DELLA LEGGE QUADRO SUL VOLONTARIATO N. 266/91.

%* -- ÈSENTE DALL IMPOSTA DI BOLLO E DALL IMPOSTA DI REGISTRO AI SENSI 1 - DELL ART. 8 COMMA DELLA LEGGE QUADRO SUL VOLONTARIATO N. 266/91. COMUNE Dl SAN GIOVANNI IN PERSICETO CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO E L ASSOCIAZIONE AUSER VOLONTARIATO DI BOLOGNA PER LO SVOLGIMENTO DI ATTI VITA DI PUBBLICA UTILITA. Provincia

Dettagli

L anno addì. nel mese di

L anno addì. nel mese di CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MEDICINA E AUSER VOLONTARIATO DI BOLOGNA PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DI ATTIVITA CULTURALI- RICREATIVE E DI UTILITA SOCIALE L anno addì nel mese di nella Residenza Municipale

Dettagli

Premesso: Comune di Casalecchio di Reno. Servizi al Cittadino Il Dirigente. tel. 051 598 394 fax 051 598 200 escoccati@comune.casalecchio.bo.

Premesso: Comune di Casalecchio di Reno. Servizi al Cittadino Il Dirigente. tel. 051 598 394 fax 051 598 200 escoccati@comune.casalecchio.bo. Comune di Casalecchio di Reno Via dei Mille, 9 40033 Casalecchio di Reno (BO) Servizi al Cittadino Il Dirigente L'anno 2010, il giorno del mese di, in Casalecchio di Reno, nella Residenza Municipale, con

Dettagli

COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Provincia di Lucca) CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE SOCIO CULTURALE SAN GIOVANNI LEONARDI PER GESTIONE SERVIZI CULTURALI

COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Provincia di Lucca) CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE SOCIO CULTURALE SAN GIOVANNI LEONARDI PER GESTIONE SERVIZI CULTURALI Rep. N. COMUNE DI BORGO A MOZZANO (Provincia di Lucca) CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE SOCIO CULTURALE SAN GIOVANNI LEONARDI PER GESTIONE SERVIZI CULTURALI Ai sensi dell art. 10 della L.R. 26.4.1993, n.28,

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLOGNA QUARTIERE RENO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' DI PUBBLICA UTILITA E PER INTERVENTI A CARATTERE SOCIALE.

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLOGNA QUARTIERE RENO PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' DI PUBBLICA UTILITA E PER INTERVENTI A CARATTERE SOCIALE. CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI BOLOGNA QUARTIERE RENO E PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA' DI PUBBLICA UTILITA E PER INTERVENTI A CARATTERE SOCIALE. Con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto

Dettagli

CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI BENTIVOGLIO E LA ASSOCIAZIONE VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE BENTIVOGLIO

CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI BENTIVOGLIO E LA ASSOCIAZIONE VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE BENTIVOGLIO Prot. n. CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI BENTIVOGLIO E LA ASSOCIAZIONE VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE BENTIVOGLIO L anno 2015, il giorno ( ) del mese di, in Bentivoglio (BO) presso la residenza comunale, P.zza

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE - Provincia di Bologna -

COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE - Provincia di Bologna - COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE - Provincia di Bologna - CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE ED AUSER VOLONTARIATO DI BOLOGNA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI E ATTIVITA DI CARATTERE SOCIALE,

Dettagli

CONVENZIONE TRA L OIPA ITALIA (Nucleo Guardie Eco-Zoofile) E IL COMUNE DI BUSETO PALIZZOLO PER IL SERVIZIO DI VIGILANZA E CONTROLLO DEL TERRITORIO

CONVENZIONE TRA L OIPA ITALIA (Nucleo Guardie Eco-Zoofile) E IL COMUNE DI BUSETO PALIZZOLO PER IL SERVIZIO DI VIGILANZA E CONTROLLO DEL TERRITORIO CONVENZIONE TRA L OIPA ITALIA (Nucleo Guardie Eco-Zoofile) E IL COMUNE DI BUSETO PALIZZOLO PER IL SERVIZIO DI VIGILANZA E CONTROLLO DEL TERRITORIO L anno Duemilaquattordici, addì del mese di Agosto in

Dettagli

Schema di convenzione per le organizzazioni di volontariato ALLEGATO A,

Schema di convenzione per le organizzazioni di volontariato ALLEGATO A, Schema di convenzione per le organizzazioni di volontariato ALLEGATO A, LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Vista la L.R. 2 settembre 1996, n. 37 "Nuove norme regionali di attuazione della Legge 11

Dettagli

Regolamento per la collaborazione tra il Comune di Crespellano e i singoli volontari per lo svolgimento di attivita solidaristiche promosse dal Comune

Regolamento per la collaborazione tra il Comune di Crespellano e i singoli volontari per lo svolgimento di attivita solidaristiche promosse dal Comune Allegato n.1 alla delibera di Consiglio Comunale n.78 del 27/07/2000 Regolamento per la collaborazione tra il Comune di Crespellano e i singoli volontari per lo svolgimento di attivita solidaristiche promosse

Dettagli

CITTA DI GRANAROLO DELL EMILIA Provincia di Bologna. Approvato con Delibera C.C. n. 32 del 21 settembre 2011

CITTA DI GRANAROLO DELL EMILIA Provincia di Bologna. Approvato con Delibera C.C. n. 32 del 21 settembre 2011 Approvato con Delibera C.C. n. 32 del 21 settembre 2011 REGOLAMENTO COMUNALE CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE

Dettagli

COMUNE DI RAVARINO. Giunta Comunale

COMUNE DI RAVARINO. Giunta Comunale COMUNE DI RAVARINO Provincia di Modena Deliberazione nr. 60 del 15/10/2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE Giunta Comunale OGGETTO: CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RAVARINO E L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO AUSER

Dettagli

COMUNE DI RUBIERA Provincia di Reggio Emilia

COMUNE DI RUBIERA Provincia di Reggio Emilia COMUNE DI RUBIERA Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO. Approvato

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO DEI VOLONTARI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO DEI VOLONTARI COMUNE DI CARPINETI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO DEI VOLONTARI Approvato con deliberazione consiliare n. 80 del 20.12.2001 REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ALBO DEI VOLONTARI ART 1 1)Il Comune

Dettagli

Delibera N. 03 in data 30.01.2015

Delibera N. 03 in data 30.01.2015 Deliberazione della Giunta Comunale ORIGINALE Delibera N. 03 in data 30.01.2015 OGGETTO: APPROVAZIONE DELLA CONVENZIONE TRA AUSER VOLONTARIATO PARMA E IL COMUNE DI VARSI PER L ANNO 2015 L anno D U E M

Dettagli

C O M U N E D I V I L L A D A L M E

C O M U N E D I V I L L A D A L M E C O M U N E D I V I L L A D A L M E (Provincia di Bergamo) REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE CON SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOLIDARISTICHE Pagina 1 di 7 Art. 1 1. Il Comune,

Dettagli

COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO

COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO COMUNE DI CASTRIGNANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 65 Del 03-04-2007 Oggetto: PROPOSTA DI COLLABORAZIONE CON LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO. L'anno

Dettagli

COMUNE DI POVIGLIO REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA' DI RAPPORTO TRA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POVIGLIO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE

COMUNE DI POVIGLIO REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA' DI RAPPORTO TRA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POVIGLIO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE COMUNE DI POVIGLIO REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA' DI RAPPORTO TRA L'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI POVIGLIO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA' INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO Approvato con atto

Dettagli

COMUNE DI MONTEGALDELLA PROVINCIA DI VICENZA

COMUNE DI MONTEGALDELLA PROVINCIA DI VICENZA COMUNE DI MONTEGALDELLA PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER DISCIPLINARE I RAPPORTI TRA IL COMUNE E COLORO CHE INTENDONO ESPLETARE ATTIVITA DI VOLONTARIATO A FAVORE DELLA COLLETTIVITA IL SINDACO F.to

Dettagli

Comune di Cento REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CENTO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE

Comune di Cento REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CENTO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE Comune di Cento REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CENTO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO 1 Art. 1 Il Comune di Cento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO

REGOLAMENTO PER LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO COMUNE DI CASTENASO Provincia di Bologna Area Servizi alla Persona Servizi Sociali REGOLAMENTO PER LE MODALITA DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITA INDIVIDUALE

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia SERVIZIO PERSONALE ED ORGANIZZAZIONE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI SUSSIDIARIETA L anno duemilanove il giorno del mese tra Il Comune di Spinea,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI

REGOLAMENTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI REGOLAMENTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARIATO IN ATTIVITA SOCIALMENTE UTILI Approvato con D.C.C. n. 2 in data 12-02-2015 Art.1 Il Comune di Roncaro volendo garantire nell ambito del proprio territorio attività

Dettagli

COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA. Provincia di Reggio Emilia Piazza Libertà n. 1 C.a.p. 42023-0522 918511 - Fax 0522 917302

COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA. Provincia di Reggio Emilia Piazza Libertà n. 1 C.a.p. 42023-0522 918511 - Fax 0522 917302 COMUNE DI CADELBOSCO DI SOPRA Provincia di Reggio Emilia Piazza Libertà n. 1 C.a.p. 42023-0522 918511 - Fax 0522 917302 ************************************************************************************************

Dettagli

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA CONVENZIONE Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA L Amministrazione comunale di Corvino San Quirico (PV) C.F. 0046037018 di seguito indicata come il

Dettagli

In attuazione della determinazione dirigenziale PG, esecutiva ai sensi di legge TRA

In attuazione della determinazione dirigenziale PG, esecutiva ai sensi di legge TRA Convenzione tra il Comune di Bologna - Quartiere Savena e AUSER Volontariato Bologna per lo svolgimento di attività socialmente utili nel periodo 2015 2016. In attuazione della determinazione dirigenziale

Dettagli

Via delle Pinete n. 348, CF. 82000880458, domiciliato per la carica presso la

Via delle Pinete n. 348, CF. 82000880458, domiciliato per la carica presso la CONVENZIONE TRANSATTIVA TRA IL COMUNE DI CARRARA E L ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L ASSISTENZA AGLI SPASTICI ONLUS (A.I.A.S.) SEZIONE DI MASSA CARRARA PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DISABILI. SCRITTURA PRIVATA

Dettagli

C O M U N E D I GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA

C O M U N E D I GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA C O M U N E D I GRISIGNANO DI ZOCCO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER DISCIPLINARE I RAPPORTI TRA IL COMUNE E COLORO CHE INTENDONO ESPLETARE ATTIVITA DI VOLONTARIATO A FAVORE DELLA COLLETTIVITA IL SINDACO

Dettagli

COMUNE DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso

COMUNE DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso COMUNE DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso Prot. ---------------------------------------------------------------- CONVENZIONE PER LA PROMOZIONE E L ATTUAZIONE DI ATTIVITÀ DI PROTEZIONE CIVILE------------------------------------------

Dettagli

CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE ATTIVITA' DI PROTEZIONE CIVILE E ALTRI SERVIZI NEL

CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE ATTIVITA' DI PROTEZIONE CIVILE E ALTRI SERVIZI NEL CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE ATTIVITA' DI PROTEZIONE CIVILE E ALTRI SERVIZI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI SANTA MARIA A MONTE TRA IL COMUNE DI SANTA MARIA A MONTE E LA CONFRATERNITA

Dettagli

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia

CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia CITTA DI SPINEA c.a.p. 30038 Provincia di Venezia SERVIZIO PERSONALE ED ORGANIZZAZIONE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI SUSSIDIARIETA L anno il giorno del mese di. tra Il Comune di Spinea, di

Dettagli

ALLEGATO ALLA D.G. N. 120 DEL 14/10/2011. COMUNE DI CASTEL MAGGIORE (Provincia di Bologna). ------------

ALLEGATO ALLA D.G. N. 120 DEL 14/10/2011. COMUNE DI CASTEL MAGGIORE (Provincia di Bologna). ------------ ALLEGATO ALLA D.G. N. 120 DEL 14/10/2011. COMUNE DI CASTEL MAGGIORE (Provincia di Bologna). ------------ REP. ----------------------------------------------------------------------------- CONVENZIONE CON

Dettagli

COMUNE DI CAVRIAGO (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA)

COMUNE DI CAVRIAGO (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA) COMUNE DI CAVRIAGO (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA) Regolamento per i rapporti di collaborazione tra Comune di Cavriago e singoli volontari per lo svolgimento di attività solidaristiche promosse dal Comune

Dettagli

COMUNE DI SORISOLE. (Provincia di Bergamo) VOLONTARIATO RUOTAMICA ONLUS PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO

COMUNE DI SORISOLE. (Provincia di Bergamo) VOLONTARIATO RUOTAMICA ONLUS PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO COMUNE DI SORISOLE (Provincia di Bergamo) CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SORISOLE E L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO RUOTAMICA ONLUS PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE PERSONE ANZIANE E DEI SOGGETTI DIVERSAMENTE

Dettagli

REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI MONTERENZIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ SOLIDARISTICHE

REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI MONTERENZIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ SOLIDARISTICHE Allegato alla deliberazione di C.C. n. 75 del 28.11.2013 Il Segretario Comunale (Dott.ssa Giuseppina Crisci) REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI MONTERENZIO E SINGOLI VOLONTARI

Dettagli

COMUNE DI JESI P.zza Indipendenza, 1 60035 Jesi (AN) - www.comune.jesi.an.it Tel. 07315381 Fax 0731538328 C.F. e P.I. 00135880425

COMUNE DI JESI P.zza Indipendenza, 1 60035 Jesi (AN) - www.comune.jesi.an.it Tel. 07315381 Fax 0731538328 C.F. e P.I. 00135880425 SERVIZIO POLO CULTURALE SCHEMA CONVENZIONE CON ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO NUOVA LINFA AI MUSEI JESINI : LOTTI N.1 Casa Museo Colocci Vespucci N. 2 S.A.S. Studio per

Dettagli

Provincia di Rovigo. L anno 2010 del mese di... giorno..., presso la sede della Provincia di Rovigo di Via Ricchieri n.

Provincia di Rovigo. L anno 2010 del mese di... giorno..., presso la sede della Provincia di Rovigo di Via Ricchieri n. Provincia di Rovigo Area Attività Produttive Servizio Protezione Civile e Difesa del Suolo Rep. n. del ALLEGATO n 179/39216 DEL 13/07/2010 Schema di Convenzione tra la Provincia di Rovigo e le Organizzazioni

Dettagli

Nel corso della discussione del punto 2 all ordine del giorno sono entrati i Consiglieri Marazzi Linda e Fulgoni Giancarlo Presenti 11 Assenti 2

Nel corso della discussione del punto 2 all ordine del giorno sono entrati i Consiglieri Marazzi Linda e Fulgoni Giancarlo Presenti 11 Assenti 2 COMUNE DI BORE PROVINCIA DI PARMA Deliberazione di Consiglio Comunale n. 57 del 27/11/2010 Oggetto: Rinnovo convenzione Auser. L'anno duemiladieci giorno ventisette del mese di novembre, alle ore 15.30,

Dettagli

Biblioteca comunale degli Intronati Istituzione del Comune di Siena

Biblioteca comunale degli Intronati Istituzione del Comune di Siena Biblioteca comunale degli Intronati Istituzione del Comune di Siena Rete documentaria e bibliotecaria senese (Redos) Regolamento per i rapporti di collaborazione tra le Biblioteche e Archivi storici comunali

Dettagli

COMUNE di ISOLA RIZZA

COMUNE di ISOLA RIZZA COMUNE di ISOLA RIZZA REGOLAMENTO COMUNALE DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE Allegato alla delibera di C.C. n. 71 dell 1.12.2014 Articolo 1- FINALITA E DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA 1. Il Comune di Isola Rizza,

Dettagli

Comune di Modena. Io partecipo. Regolamento per l'albo dei Cittadini Attivi di Quartiere

Comune di Modena. Io partecipo. Regolamento per l'albo dei Cittadini Attivi di Quartiere Comune di Modena Io partecipo Regolamento per l'albo dei Cittadini Attivi di Quartiere Articolo 1 FINALITA L Amministrazione Comunale di Modena, per garantire nel proprio territorio lo svolgimento di attività

Dettagli

CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CREMONA E L'ASSOCIAZIONE "AUSER VOLONTARIATO" DI CREMONA, PER IL SUPPORTO

CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CREMONA E L'ASSOCIAZIONE AUSER VOLONTARIATO DI CREMONA, PER IL SUPPORTO CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CREMONA E L'ASSOCIAZIONE "AUSER VOLONTARIATO" DI CREMONA, PER IL SUPPORTO NELL'APERTURA AL PUBBLICO DEI MUSEI FACENTI CAPO AL SISTEMA MUSEALE DELLA CITTA' DI CREMONA Premesso

Dettagli

COMUNE DI VIGODARZERE

COMUNE DI VIGODARZERE COMUNE DI VIGODARZERE Provincia di Padova CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VIGODARZERE E L ASSOCIAZIONE GADIT GUARDIE AMBIENTALI D ITALIA COMANDO DI PADOVA. L anno 2013, addì del mese di in Vigodarzere, nei

Dettagli

Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO

Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO COMUNE DI CALCIO REP. N. Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO SCOLASTICO ANNI 2010/2011/2012-

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE UNIONE COMUNI DEL SORBARA Provincia di Modena Seduta n. 24 Deliberazione nr. 86 del 14/12/2011 Copia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE OGGETTO: CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO

Dettagli

COMUNE DI MISSAGLIA. Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA *** TRA

COMUNE DI MISSAGLIA. Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA *** TRA COMUNE DI MISSAGLIA Approvata con deliberazione della G.C. n. 136 del 29/11/2012 Provincia di Lecco CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIO ASSISTENZIALE A FAVORE DEI CITTADINI DI MISSAGLIA PERIODO

Dettagli

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE

CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL CANILE COMUNALE L anno duemiladieci. Il giorno del mese di dicembre, presso la Residenza Municipale TRA Il Comune di Marzabotto (BO) P.I. 00530261205, C.F., rappresentato

Dettagli

COMUNE DI POGGIO A CAIANO

COMUNE DI POGGIO A CAIANO COMUNE DI POGGIO A CAIANO (Provincia di Prato) ACCORDO TRA IL COMUNE DI POGGIO A CAIANO E LE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO AUSER, ANTEA E ADA PER L INSERIMENTO DI ANZIANI, PENSIONATI O IN ETA PENSIONABILE,

Dettagli

COMUNE DI DOLO **** PROVINCIA DI VENEZIA DETERMINA N. 949 DEL 31.08.2012

COMUNE DI DOLO **** PROVINCIA DI VENEZIA DETERMINA N. 949 DEL 31.08.2012 COMUNE DI DOLO **** PROVINCIA DI VENEZIA DETERMINA N. 949 DEL 31.08.2012 Oggetto : Rinnovo convenzione con l Associazione FCD DOLO 1909 di Dolo per servizio trasporto e consegna pasti a domicilio. Impegno

Dettagli

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI Premesso che l Istituzione per i Servizi alla Persona del Comune di Livorno interviene per garantire il trasporto

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE del V SETTORE: RESPONSABILE DEL SETTORE: arch. Elisabetta Bellonato Registro Generale n. 1226 del 25/11/15 Registro Settore n. 185 del 24.11.2015

Dettagli

2. Le attività solidaristiche di cui al comma precedente sono così di seguito individuate:

2. Le attività solidaristiche di cui al comma precedente sono così di seguito individuate: REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI FERRARA E SINGOLI CITTADINI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA SOLIDARISTICHE E PER LA PROMOZIONE DELLA CITTADINANZA ATTIVA - ALBO DEL

Dettagli

Allegato alla Delibera di Consiglio di Amministrazione n. del REGOLAMENTO SULLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO

Allegato alla Delibera di Consiglio di Amministrazione n. del REGOLAMENTO SULLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO Allegato alla Delibera di Consiglio di Amministrazione n. del REGOLAMENTO SULLO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO PREMESSA Con il presente regolamento il Consorzio intende manifestare il proprio

Dettagli

con sede a.. via.n.. C.f.. rappresentato da... nato a.. il.. abilitato alla sottoscrizione del presente atto con... n... del.

con sede a.. via.n.. C.f.. rappresentato da... nato a.. il.. abilitato alla sottoscrizione del presente atto con... n... del. Schema di convenzione tipo tra Ente Pubblico e Cooperativa Sociale ai sensi dell'art. 5 legge 381/91 dellart. 7 paragrafo b) L.R. 16/93 dell'art.5 comma 5 L.R. 14/97 L Ente. al fine di creare opportunità

Dettagli

(Città Metropolitana di Napoli) SETTORE V

(Città Metropolitana di Napoli) SETTORE V Prot. n.22168 del 24.11.2015 C i t t à d i M a r i g l i a n o (Città Metropolitana di Napoli) SETTORE V Avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazione di interesse da parte delle Associazioni di

Dettagli

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio;

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio; ALLEGATO A SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: Convenzione tra Il Comune di Trieste Servizio Biblioteche Civiche e la cooperativa sociale.... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale COPIA. Delibera N. 126 in data 10/12/2014 OGGETTO:

Deliberazione della Giunta Comunale COPIA. Delibera N. 126 in data 10/12/2014 OGGETTO: Deliberazione della Giunta Comunale COPIA Delibera N. 126 in data 10/12/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE DELLA CONVENZIONE TRA AUSER VOLONTARIATO PARMA E IL COMUNE DI BORGO VAL DI TARO PER L ANNO 2015. L anno

Dettagli

Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna

Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna Comune di Sala Bolognese Provincia di Bologna *********** REGOLAMENTO PER LA TENUTA DEI REGISTRI COMUNALI DELLE LIBERE FORME ASSOCIATIVE E DEL VOLONTARIATO SINGOLO Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

Riferimenti normativi

Riferimenti normativi CRITERI E MODALITÀ PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DIRETTAMENTE SOSTENUTE DALLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI REGOLAMENTATI DA CONVENZIONE I Progetti possono essere integrativi

Dettagli

L IMPRESA/ENTE/ASSOCIAZIONE/COOPERATIVA

L IMPRESA/ENTE/ASSOCIAZIONE/COOPERATIVA CONVENZIONE TRA : L AZIENDA SPECIALE CASA DI RIPOSO GALLAZZI-VISMARA E L IMPRESA/ENTE/ASSOCIAZIONE/COOPERATIVA PER IL TRASPORTO SANITARIO SEMPLICE RESO AGLI ASSISTITI DELL AZIENDA SPECIALE CASA DI RIPOSO

Dettagli

C.I.S.A. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

C.I.S.A. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE CONSORZIO INTERCOMUNALE SOCIO ASSISTENZIALE C.I.S.A. Rivoli - Rosta - Villarbasse Via Nuova Collegiata 5 - Rivoli (TO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE N. 7 OGGETTO: Approvazione

Dettagli

L'anno, addì.. del mese di

L'anno, addì.. del mese di SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MOGORO (OR) IN QUALITA DI ENTE GESTORE DEL PLUS DISTRETTO SOCIO-SANITARIO DI ALES TERRALBA E L ENTE NO PROFIT/ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO E PROMOZIONE SOCIALE FINALIZZATA

Dettagli

GRIMANI BUTTARI Residenze per Anziani

GRIMANI BUTTARI Residenze per Anziani GRIMANI BUTTARI Residenze per Anziani Allegato al decreto del Direttore n. 28 del 04.02.2014 CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO AUSER DI OSIMO DISCIPLINANTE L ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI DI

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI RAVENNA

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI RAVENNA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE DI RAVENNA CONVENZIONE PER ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO Ravenna, L'anno il giorno del mese di TRA L'Azienda Unità Sanitaria di Ravenna (di seguito denominata Azienda USL) con

Dettagli

PROVINCIA DI FIRENZE. COMUNE DI SIGNA repertorio n.-10147 del 21/11/2014. Convenzione con Associazione Misericordia di San Mauro a Signa per lo

PROVINCIA DI FIRENZE. COMUNE DI SIGNA repertorio n.-10147 del 21/11/2014. Convenzione con Associazione Misericordia di San Mauro a Signa per lo PROVINCIA DI FIRENZE COMUNE DI SIGNA repertorio n.-10147 del 21/11/2014 Convenzione con Associazione Misericordia di San Mauro a Signa per lo svolgimento del Progeto NONNI VIGILI L anno 2014 (duemilaquattordici

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE avente ad oggetto il

SCHEMA DI CONVENZIONE avente ad oggetto il Esente da bollo art. 17 D. LGS 460/97 SCHEMA DI CONVENZIONE avente ad oggetto il Servizio di spazzamento strade, piazze, marciapiedi e aree verdi comunali del Comune di Levanto anno 2014 CIG: 5512548A82

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TRAVACO SICCOMARIO E L ASSOCIAZIONE AUSER PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI ESTERNI

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TRAVACO SICCOMARIO E L ASSOCIAZIONE AUSER PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI ESTERNI COMUNE DI TRAVACO SICCOMARIO PROVINCIA DI PAVIA Racc. N. 26 ************************************************ CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TRAVACO SICCOMARIO E L ASSOCIAZIONE AUSER PER LO SVOLGIMENTO DEI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI GAVARDO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI GAVARDO CONTRATTO PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO PER VISITE D ISTRUZIONE Con il presente contratto, a valere ad ogni effetto di legge tra: l I.C G.Bertolotti rappresentato dalla Prof.ssa Maurizia Di

Dettagli

PROGETTO AUSER PER LA REALIZZAZIONE DI VARIE ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

PROGETTO AUSER PER LA REALIZZAZIONE DI VARIE ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA PROGETTO AUSER PER LA REALIZZAZIONE DI VARIE ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Auser Volontariato Parma, Associazione di volontariato per l autogestione dei servizi e la solidarietà, ha predisposto un Progetto

Dettagli

AZIENDA U.L.SS "Alto Vicentino"

AZIENDA U.L.SS Alto Vicentino AZIENDA U.L.SS SS. n. 4 "Alto Vicentino" Via Rasa, 9-36016 Thiene (VI) N. 898/2013 di reg. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Con l'assistenza dei signori: In data: 31/10/2013 Direttore Amministrativo

Dettagli

COMUNE DI TONARA PROVINCIA DI NUORO CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TONARA E L ASSOCIAZIONE DEI VOLONTARI PER LA PROTEZIONE CIVILE S ALASI

COMUNE DI TONARA PROVINCIA DI NUORO CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TONARA E L ASSOCIAZIONE DEI VOLONTARI PER LA PROTEZIONE CIVILE S ALASI Allegato alla delibera di G.M. n. 04 del 09-01-2007 COMUNE DI TONARA PROVINCIA DI NUORO CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI TONARA E L ASSOCIAZIONE DEI VOLONTARI PER LA PROTEZIONE CIVILE S ALASI L anno 2007 il

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER IL MIGLIORAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA Approvato dal Consiglio di Istituto il 4/11/2015 delibera n o

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER IL MIGLIORAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA Approvato dal Consiglio di Istituto il 4/11/2015 delibera n o Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale ALESSANDRO VOLTA Infanzia - Primaria - Secondaria I Grado Via Volta, 13-20093 Cologno Monzese (MI) Tel. 02 25492649

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

5591 20/06/2011 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, CONCILIAZIONE, INTEGRAZIONE E SOLIDARIETA' SOCIALE

5591 20/06/2011 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, CONCILIAZIONE, INTEGRAZIONE E SOLIDARIETA' SOCIALE 5591 20/06/2011 Identificativo Atto n. 280 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, CONCILIAZIONE, INTEGRAZIONE E SOLIDARIETA' SOCIALE DETERMINAZIONI IN ORDINE AGLI SCHEMI DI CONVENZIONE TRA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Dettagli

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E LA SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE L ARCA AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 1, DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991, N. 381 (ESENTE DA BOLLO AI SENSI D.L. 4.12.1997 N. 460

Dettagli

COMUNE PONTE DI PIAVE. Provincia di Treviso CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PONTE DI PIAVE. E L ASSOCIAZIONE GRUPPO INSIEME LUCIANA e MARIO

COMUNE PONTE DI PIAVE. Provincia di Treviso CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PONTE DI PIAVE. E L ASSOCIAZIONE GRUPPO INSIEME LUCIANA e MARIO COMUNE PONTE DI PIAVE Provincia di Treviso CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI PONTE DI PIAVE E L ASSOCIAZIONE GRUPPO INSIEME LUCIANA e MARIO Premesso: che in ambito comunale è operante da tempo l Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITÀ DI RAPPORTO TRA

REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITÀ DI RAPPORTO TRA REGOLAMENTO CONCERNENTE LE MODALITÀ DI RAPPORTO TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAMPOSANTO E LE PERSONE CHE INTENDONO SVOLGERE ATTIVITÀ INDIVIDUALE DI VOLONTARIATO Art. 1 attività 1. Il Comune di Camposanto

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna Deliberazione n. 17 COPIA Cat. 9 Cl. 4 Fasc. 1 Prot. 0003232 del 13/02/2015 /Cg VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: CONVENZIONE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO, IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE, DELL ATTIVITÀ DI VIGILANZA E CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA E DI

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO, IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE, DELL ATTIVITÀ DI VIGILANZA E CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA E DI SCHEMA DI CONVENZIONE PER LO SVOLGIMENTO, IN COLLABORAZIONE CON IL COMUNE, DELL ATTIVITÀ DI VIGILANZA E CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA E DI PREVENZIONE DEL RANDAGISMO ALL'INTERNO DEL TERRITORIO COMUNALE.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE NR. 069 DEL 20 maggio 2008

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE NR. 069 DEL 20 maggio 2008 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE NR. 069 DEL 20 maggio 2008 OGGETTO: Convenzione tra il Comune di Zocca ed il Corpo Forestale delle Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Modena. Anno 2008.

Dettagli

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZAZIONE DI VOLONTARI NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE

COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZAZIONE DI VOLONTARI NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE COMUNE DI AZZANO SAN PAOLO REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZAZIONE DI VOLONTARI NELLE STRUTTURE E NEI SERVIZI DEL COMUNE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 24/05/2005 con deliberazione

Dettagli

CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE LINEA ROSA PER IL SOSTEGNO ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA

CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE LINEA ROSA PER IL SOSTEGNO ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA Esente da bollo ai sensi art. 8 Legge 266/91 Comune di Russi (Provincia di Ravenna) Prot. n. Rep. n. CONVENZIONE CON L ASSOCIAZIONE LINEA ROSA PER IL SOSTEGNO ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA Periodo: dal

Dettagli

Preso atto del buon livello delle prestazioni rese, dei bilanci presentati dall Associazione e dei relativi impegni finanziari;

Preso atto del buon livello delle prestazioni rese, dei bilanci presentati dall Associazione e dei relativi impegni finanziari; n. 19 del 26.03.2015 LA GIUNTA COMUNALE Acquisiti i pareri in ordine alla regolarità tecnica, contabile e l'attestazione di copertura finanziaria della spesa, espressi dai responsabili dei servizi, ai

Dettagli

APPENDICE F REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA

APPENDICE F REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Alberto Burri Trestina Città di Castello (PG) APPENDICE F REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER MIGLIORAMENTO OFFERTA FORMATIVA Art.1 - Oggetto e finalità del regolamento.

Dettagli

COMUNE DI SENNA COMASCO Provincia di Como

COMUNE DI SENNA COMASCO Provincia di Como COMUNE DI SENNA COMASCO Provincia di Como COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DELIBERAZIONE NUMERO 8 DEL 16-02-16 PROT. N. Oggetto: APPROVAZIONE DELLA CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SENNA COMASCO

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DEL COROS

UNIONE DEI COMUNI DEL COROS UNIONE DEI COMUNI DEL COROS Unione di Comuni costituita ai sensi dell art.32 del D.Lgs n 267/2000 e dell art.3 e 4 della L.R.n 12/2008 tra i Comuni di Cargeghe, Codrongianos, Florinas, Ittiri, Muros, Olmedo,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE. N. 21 DEL 21 Maggio 2013

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE. N. 21 DEL 21 Maggio 2013 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA DELL UNIONE N. 21 DEL 21 Maggio 2013 OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO E CONVENZIONE CON A.U.S.E.R. VOLONTARIATO REGGIO EMILIA ONLUS SEZIONE DI CORREGGIO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI PER SCOPI DI PUBBLICA UTILITA Art.1 Oggetto e finalità del regolamento. Principi generali 1.Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina degli interventi

Dettagli

Comune di Tavazzano con Villavesco Provincia di Lodi REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI

Comune di Tavazzano con Villavesco Provincia di Lodi REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI Comune di Tavazzano con Villavesco Provincia di Lodi REGOLAMENTO DEL VOLONTARIATO IN ATTIVITÀ SOCIALMENTE UTILI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 61 del 22.12.2010 Articolo 1 Stato

Dettagli

Prot. n. 580/C14 Savona, 2.02.2015

Prot. n. 580/C14 Savona, 2.02.2015 Prot. n. 580/C14 Savona, 2.02.2015 Oggetto: PROROGA CONTRATTO per l affidamento del servizio DIRITTO ALLO STUDIO ALUNNI DISABILI, per il periodo 7.02.2015 / 17.04.2015 Tra L istituto Secondario Superiore

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Comune di POGGIO RENATICO Provincia di Ferrara DELIBERAZIONE N. 75 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: CONVENZIONE PER LA DISCIPLINA DEI RAPPORTI TRA IL COMUNE DI POGGIO RENATICO E

Dettagli

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che:

PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n. PREMESSO che: PROVINCIA di MANTOVA DISCIPLINARE D INCARICO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA per.. in esecuzione della Determinazione n PREMESSO che: vista la Delibera di Giunta Provinciale n. 198 del 04/12/2008 recante: Modifiche

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI ANZOLA DELL'EMILIA PROVINCIA DI BOLOGNA C O P I A Comunicata ai Capigruppo Consiliari il 30/12/2011Nr. Prot. 23505 RINNOVO CONVENZIONE CON L'ASSOCIAZIONE AUSER

Dettagli

COMUNE DI CAMPI BISENZIO. Provincia di Firenze CONVENZIONE TRA COMUNE DI CAMPI BISENZIO E L ASSOCIAZIONE COMUNALE

COMUNE DI CAMPI BISENZIO. Provincia di Firenze CONVENZIONE TRA COMUNE DI CAMPI BISENZIO E L ASSOCIAZIONE COMUNALE COMUNE DI CAMPI BISENZIO Provincia di Firenze Rep. n. CONVENZIONE TRA COMUNE DI CAMPI BISENZIO E L ASSOCIAZIONE COMUNALE ANZIANI PER IL VOLONTARIATO ONLUS DI CAMPI BISENZIO PER ATTIVITÀ VARIE DI NATURA

Dettagli

SCHEMA CONVENZIONE TRA L UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI OGLIO- CIRIA E L ASSOCIAZIONE PRO LOCO E SOLIDARIETA DI SCANDOLARA RIPA D OGLIO

SCHEMA CONVENZIONE TRA L UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI OGLIO- CIRIA E L ASSOCIAZIONE PRO LOCO E SOLIDARIETA DI SCANDOLARA RIPA D OGLIO Allegato alla deliberazione G.U. n. 111 del 29.12.2014 SCHEMA CONVENZIONE TRA L UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI OGLIO- CIRIA E L ASSOCIAZIONE PRO LOCO E SOLIDARIETA DI SCANDOLARA RIPA D OGLIO Il giorno ventinove

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DI VOLONTARI M.I.U.R. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ambito Territoriale per la Provincia di Roma ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ORAZIO POMEZIA (ROMA)

Dettagli

COMUNE DI BIBBIENA. Convenzione con l Associazione A.U.S.E.R. di Bibbiena per lo. svolgimento di alcune attività sociali

COMUNE DI BIBBIENA. Convenzione con l Associazione A.U.S.E.R. di Bibbiena per lo. svolgimento di alcune attività sociali COMUNE DI BIBBIENA Convenzione con l Associazione A.U.S.E.R. di Bibbiena per lo svolgimento di alcune attività sociali L anno 2014, il giorno 31 (trentuno) del mese di gennaio nella sede comunale di Bibbiena,

Dettagli

Presso la sede dell Ordine degli Ingegneri della provincia di Catania via V.Giuffrida n.202 - Catania

Presso la sede dell Ordine degli Ingegneri della provincia di Catania via V.Giuffrida n.202 - Catania COOPERAZIONE TRA L ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CATANIA e. PER IL RICONOSCIMENTO di CREDITI FORMATIVI PROFESSIONALI (CFP) AI PROPRI DIPENDENTI Presso la sede dell Ordine degli Ingegneri della

Dettagli

REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI BENTIVOGLIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO

REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI BENTIVOGLIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO REGOLAMENTO PER I RAPPORTI DI COLLABORAZIONE TRA IL COMUNE DI BENTIVOGLIO E SINGOLI VOLONTARI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA DI VOLONTARIATO 1. Il Comune di Bentivoglio: Articolo 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE

Dettagli